Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°32

Posts Tagged ‘agricoltura’

Lavoro: Cia, si anticipi click day decreto flussi. Rischio emergenza in primavera

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 febbraio 2023

Soddisfazione da parte di Cia-Agricoltori Italiani per la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM che programma gli ingressi in Italia di 82.705 lavoratori extracomunitari stagionali e non stagionali. Resta, però, da sciogliere il nodo del click day per la trasmissione delle istanze alle prefetture, previsto ora per il 27 marzo 2023, a 60 giorni dalla data di pubblicazione del decreto flussi. Secondo Cia, l’iter burocratico per l’ingresso dei cittadini extracomunitari deve essere il più celere possibile e auspica, dunque, una riduzione a 15 giorni per il termine di presentazione delle domande, in modo che le aziende possano avere a disposizione i lavoratori già nelle prime campagne a marzo. Se Cia valuta positivamente la decisione di esentare i lavoratori agricoli dalla verifica di indisponibilità presso i centri per l’impiego, non ritiene più necessaria una finestra così lunga per l’avvio delle procedure. Con le abituali tempistiche si rischierebbe, infatti, di avere la manodopera al lavoro solo da maggio. Cia commenta, infine, con favore la grande novità del provvedimento, che prevede il rilascio di 22mila quote di ingresso per le associazioni di categoria e spera che questo possa finalmente portare sollievo alle aziende sul fronte del reperimento degli operai agricoli.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agricoltura: Decreto sostegno alle imprese molisane danneggiate da siccità

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2023

“Ringraziamo il ministro Francesco Lollobrigida per la tempestività del decreto che consentirà alle imprese agricole aventi sede nei Comuni delle province di Campobasso e Isernia, nei quali è stato riconosciuto lo stato di calamità, di poter essere ristorate dei danni subiti”. Lo dichiarano i parlamentari molisani di Fratelli d’Italia, senatore Costanzo Della Porta e l’onorevole Elisabetta Lancellotta. “Sin dall’insediamento del Ministro Lollobrigida ci siamo preoccupati della questione – hanno proseguito Della Porta e Lancellotta – l’intervento del Ministro e della struttura è stato davvero veloce e le imprese agricole dei Comuni in cui è stato riconosciuto lo stato di calamità per la siccità del periodo maggio – agosto 2022 possono oggi tornare a guardare al futuro con maggiore ottimismo. Quattro mesi di siccità sono un periodo lungo in agricoltura e i danni economici sono stati di vasta entità. Il Governo Meloni sta dimostrando di dare risposte in maniera celere e non possiamo che essere soddisfatti per questo decreto, indispensabile per dare serenità alle tante imprese agricole preoccupate per le ingenti perdite del 2022”. Il Decreto ha fatto seguito la proposta della Regione Molise per l’applicazione nei territori danneggiati delle provvidenze del Fondo di solidarietà nazionale. Si tratta dei seguenti Comuni della provincia di Campobasso: Baranello, Bojano, Bonefro, Busso, Campobasso, Campodipietra, Casacalenda, Cercemaggiore, Cercepiccola, Colle d’Anchise, Colletorto, Duronia, Ferrazzano, Gambatesa, Gildone, Jelsi, Macchia Valfortore, Mirabello Sannitico, Molise, Monacilioni, Montagano, Montorio Nei Frentani, Morrone Del Sannio, Pietracatella, Riccia, Ripabottoni, Ripalimosani, Rotello, San Giuliano Di Puglia, Sant’Elia a Pianisi, San Martino i Pensilis, Santa Croce di Magliano, Sepino, Torella del Sannio, Toro, Ururi, Vinchiaturo. E dei seguenti Comuni della provincia di Isernia: Agnone, Bagnoli del Trigno, Belmonte del Sannio, Carpinone, Civitanova Del Sannio, Capracotta, Carovilli, Castelverrino, Frosolone, Isernia, Longano, Macchiagodena, Montenero Val Cocchiara, Monteroduni, Pescolanciano, Pescopennataro, Pietrabbondante, Pizzone, Poggio Sannita, Roccamandolfi, Roccasicura, Vastogirardi. Il Decreto Ministeriale ha accertato l’esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi calamitosi e, dunque, in riferimento ai danni causati alle produzioni dei territori agricoli dei sopraelencati Comuni, nei quali trovano applicazione le specifiche misure di intervento previste del Decreto Legislativo 29 marzo 2004, n. 102, ovvero interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura: Tra siccità, pioggia e gelo aumentano le perdite per il settore

Posted by fidest press agency su sabato, 21 gennaio 2023

Il maltempo di questi giorni con il ciclone polare Thor sta portando l’inverno vero, ma continua a sconquassare l’agricoltura con danni su almeno un 30% delle colture di stagione, radicchio, cavolo e finocchi in Veneto, carciofi nel Lazio, semine di cereali sotto smottamenti e frane in Campania, campi, ma anche serre e allevamenti colpiti da vento forte, piogge battenti e nubifragi, dopo il caldo anomalo di inizio anno che ha risvegliato la natura prima del tempo. C’è da aspettarsi un nuovo taglio sui raccolti con perdite complessive che, sommate a quelle per gli eventi estremi del 2022, potrebbero superare i 10 miliardi. Così Cia-Agricoltori Italiani ora in fase di ricognizione da Nord a Sud del Paese. Nella Lombardia delle risaie, segnala Cia, si pensa alla sommersione invernale per contrastare l’estate siccitosa, caricando le falde acquifere in vista delle semine, ma il processo risulta ancora complesso e costoso, sebbene alternativa tampone in mancanza di nuovi invasi.Il Lazio, invece, vive ancora una situazione siccitosa estrema sul litorale Nord con precipitazioni, fino ad ora, al di sotto della media per oltre il 70%. Le ripercussioni sono evidenti sui costi maggiori in bolletta per il ricorso ai pozzi del consorzio di bonifica per irrigare e per il carburante dei trattori in attività.In queste ore, è stato d’allerta arancione in Campania che riapre per tutti, anche la questione del rischio idrogeologico. Fiumi esondati, campi e strade allagate sono fotografie del maltempo, ovunque, da Nord a Sud, dove sta montando la preoccupazione per l’allerta nubifragi in Calabria, Molise e Abruzzo.Venti gelidi e neve, dopo fioriture anticipate e desertificazione sono, invece, il timore per molti produttori agricoli nei settori adriatici centro-meridionali fino in Puglia. “Ci sono quasi 4 miliardi, di cui 2,9 dal Pnrr, per potenziare e migliorare l’efficienza del sistema idrico nazionale e fronteggiare gli effetti della crisi climatica. C’è un Governo a lavoro sulla valutazione, entro giugno, dei progetti per il piano invasi. Anticipiamo le procedure lavorando sulla prevenzione e costruendo con il territorio le strategie e le soluzioni più adatte per non ricadere in continui stati d’emergenza -conclude il presidente nazionale di Cia, Fini-. Allo stesso tempo, puntiamo sulla ricerca per il miglioramento genetico attraverso le tecniche di evoluzione assistita necessaria a colture più resistenti alle calamità naturali”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’impegno di Francesco Rocca anche nel settore dell’agricoltura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 dicembre 2022

Il candidato del centrodestra a presidente della Regione Lazio, è forte e chiaro. Trasparenza e taglio della burocrazia sono mezzi preziosi per giungere finalmente a redigere piani condivisi con tutti gli imprenditori del settore, con coloro che davvero conoscono il territorio ma sono in attesa da anni di un confronto, di un rilancio che non arriva, mentre dall’assessorato regionale si registra un altro fallimento con il ‘Piano di sviluppo rurale’. Un documento ancora una volta redatto senza un preventivo confronto con gli operatori, senza interventi che puntino a soddisfare le esigenze di tutte le categorie in campo. Rocca coglie nel segno, perché è soltanto conoscendo e accompagnando il sistema di tutte le imprese e di tutti i lavoratori ai vari livelli che si possono raggiungere risultati positivi per le famiglie, le aziende, creando occupazione e benessere per l’intera comunità del Lazio, scrigno di produzioni e di attività importanti che attendono però ancora una piena e adeguata valorizzazione”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, responsabile del dipartimento Agricoltura della Lega Lazio.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Agricoltura: Sostituzione mezzi meccanici obsoleti

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2022

A Eima International, con iniziative e workshop tra Sala Quadriportico, Sala Notturno e Area Meeting dedicata, Cia ribadisce, dunque, l’urgenza di tornare a pianificare la sostituzione dei mezzi meccanici obsoleti, ferma al 2010 con più di un terzo delle macchine semoventi registrato prima del 1983 e una legge sulla revisione obbligatoria, la 221 del 2012, mai applicata. E ancora, la necessità di prolungare e rafforzare l’attuale sistema di aiuti per l’acquisto di mezzi di nuova generazione fondamentali per abbattere il 95% le emissioni inquinanti, limitare i consumi di carburante e più sicurezza sul lavoro, visto che, ogni anno, circa 130 lavoratori perdono la vita, guidando trattori agricoli. Allo stesso tempo, tra le priorità di Cia a Eima 2022, c’è il nodo transizione digitale della meccanica agricola, da accelerare assicurando al settore il sostegno della Pac 2023-2027 e i fondi del Pnrr, che all’Agrifood ha riservato già 320 milioni di euro e alla digitalizzazione delle imprese del settore, investimenti per 500 milioni. Ciò, soprattutto per affrontare le grandi sfide in atto, in primis i cambiamenti climatici, l’emergenza idrica e la sicurezza alimentare, che hanno bisogno ora più che mai, di soluzioni agromeccaniche hi-tech, a basso impatto sull’ambiente ed economicamente sostenibili. Applicazioni 4.0, dall’agricoltura di precisione alla smart agriculture, dalla robotica all’intelligenza artificiale, integrate nel processo produttivo per monitorare e gestire la quantità e la qualità dei raccolti, razionalizzare gli input chimici e idrici, ridurre gli sprechi, sfruttando i dati forniti da sensori e satelliti.Apre e chiude il cerchio, il ruolo imprescindibile della ricerca che attende poco più di 6 miliardi dal Pnrr per nuove sinergie con le imprese, trasferimento tecnologico, ecosistema dell’innovazione, sistemi integrati di infrastrutture, utili a concretizzare la sperimentazione in campo, ma anche d’incentivo al mercato delle macchine agricole. In Italia, a settembre del 2022, il settore ha registrato un calo per le trattrici del 14,4% rispetto allo scorso anno e continua a soffrire la competitività di paesi meno fiaccati dal caro energia e più aggressivi nelle politiche di prezzo.Di tutto questo e, quindi, degli asset chiave per un’agricoltura al centro della transizione verde e digitale, Cia parlerà a Eima 2022, attraverso un ricco programma di eventi messi a punto con Agia, la sua Associazione dei giovani imprenditori agricoli, e con l’Associazione Agricoltura è Vita-Cia, sulla scia della consolidata sinergia con FederUnacoma, ITAsf – Rete Istituti Agrari Senza Frontiere e Crea. Due incontri in particolare: “Agricoltori e Ricerca Pubblica un’alleanza per il futuro” giovedì, 10 novembre alle 16 (Sala quadriportico. Centro servizi, Piano terra) e “Agriskills: le capacità per un’agricoltura competente” venerdì, 11 novembre alle 11.30 (Sala Notturno. Centro servizi, Blocco D, I° Piano). Ci sarà anche CAA-Cia, Centro Assistenza Agricola dell’organizzazione ed ESCO Agroenergetica per fare approfondimento, rispettivamente su Pac ed energie rinnovabili. Infine, il punto sui progetti europei Life ADA a EUWAY dedicati alla lotta contro i cambiamenti climatici e alla tutela della risorsa acqua.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Senza acqua non c’è agricoltura, né cibo”

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 novembre 2022

“Per questo, di fronte alla crisi climatica, è quantomai urgente dotare il territorio italiano di infrastrutture, capaci di incrementare la capacità di stoccare le acque di pioggia, da anni ferma all’11%, mentre Spagna e Portogallo ne trattengono oltre il 35%. Il Piano Laghetti, proposto da ANBI e Coldiretti, risponde a questa esigenza in sintonia con l’ambiente”: a ribadirlo è Massimo Gargano, Direttore Generale dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), intervenuto al Forum Acqua di Legambiente.“Un esempio evidente – prosegue il DG di ANBI – arriva dalla Sardegna dove, ad esempio, nell’estate più calda da quando sono iniziate le rilevazioni meteo, l’invaso del Liscia ha salvaguardato l’economia agricola della Gallura.” “Ciò ha significato che l’estate siccitosa ha pesato prevalentemente su quei territori penalizzati dall’assenza di una rete di distribuzione consortile, mentre nei territori serviti, la risorsa idrica è sempre stata disponibile” precisa Marco Marrone, Presidente del Consorzio di bonifica della Gallura.“Questa è un’evidenza importante – sottolinea il Presidente di ANBI, Francesco Vincenzi – perché, soprattutto nell’Italia centro-settentrionale, l’insufficiente presenza di bacini di accumulo ha negato la garanzia di approvvigionamento idrico ad interi territori agricoli, creando complessivamente 6 miliardi di danni, mentre in Sardegna si è dimostrato che gli investimenti sui serbatoi sono serviti a contrastare la siccità.” “Per questo – aggiunge Giosuè Brundu, Direttore dell’ente consortile della Gallura – all’orizzonte ci sono altri importanti progetti: dalla realizzazione di un nuovo invaso al rifacimento di 28 chilometri del canale adduttore dalla diga del Liscia, dove dovrebbe essere installata anche una centrale idroelettrica in una logica di sostenibilità, che prevede pure l’interconnessione fra reti per l’utilizzo delle acque reflue, nel rispetto delle indicazioni comunitarie.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Innovazione tecnologica in agricoltura

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 novembre 2022

Deve essere resa accessibile anche ai piccoli e medi coltivatori se si vuole perseguire un progresso equilibrato, che apporti beneficio all’intera collettività – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. L’ultimo rapporto sullo Stato dell’Alimentazione e dell’Agricoltura (Sofa) 2022 della Fao sottolinea che l’automazione può svolgere un ruolo importante per rendere la produzione alimentare più efficiente e rispettosa dell’ambiente, in linea con gli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Ma affinché ciò avvenga la sua diffusione deve essere omogenea.Il documento della Fao evidenzia un problema di ampia portata – continua Tiso. Il nodo dell’accessibilità è infatti centrale per tutte le innovazioni che riguardano le fasi produttive e distributive, dal campo alla tavola. Basti pensare alle molteplici applicazioni dell’Agricoltura 4.0, con i vantaggi che può generare la digitalizzazione in termini di risparmio di risorse e di maggiore produttività. Tra gli attori del settore c’è ancora poca chiarezza su come sfruttare queste opportunità. È per questo necessario investire per migliorare le competenze e gli strumenti a disposizione a partire dalle piccole e medie imprese agricole, che devono essere sostenute in questa transizione e messe nelle condizioni di accedere alle tecnologie più moderne. L’obiettivo è realizzare una filiera corta, capace di produrre alimenti di massima qualità in maniera sostenibile.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sono sempre di più i lavoratori stranieri impiegati in agricoltura

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 novembre 2022

Ma per contrastare sfruttamento e lavoro nero è necessaria una seria opera di semplificazione burocratica – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Secondo l’ultimo Dossier statistico sull’immigrazione, curato da Idos con il Centro studi Confronti e l’Istituto di studi politici “S. Pio V”, i lavoratori stranieri impiegati in agricoltura hanno registrato un lieve aumento, passando da 357.768 nel 2020 a 358.314 nel 2021. Sono loro a coprire il 30,4% del totale delle giornate di lavoro del settore. Lo snellimento delle procedure amministrative è una delle misure più urgenti non solo per i lavoratori stranieri, ma per tutto il mondo agricolo – continua Tiso. Mai come in questo periodo di crisi è stato così forte il bisogno di poter contare su una pubblica amministrazione vicina a imprese e cittadini. Nessuna politica agricola, per quanto ben congegnata, può avere successo se frenata da troppi adempimenti burocratici: per centrare gli obiettivi servono procedure semplici e chiare. Sulla semplificazione burocratica si gioca buona parte del successo delle prossime iniziative del nuovo Governo. All’esecutivo chiediamo di ascoltare esigenze e problemi delle aziende agricole per alleggerire il carico burocratico. A questo fine riteniamo importante agire in collaborazione con le reti imprenditoriali e le associazioni di categoria, affermando un principio di responsabilizzazione diffusa fondata su un rinnovato dialogo tra pubblico e privato.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sviluppo e sostenibilità delle agricolture mondiali

Posted by fidest press agency su sabato, 22 ottobre 2022

Nell’ambito del FAO Science and Innovation Forum il CREA e la FAO hanno riunito oggi a Roma tutte le principali istituzioni scientifiche italiane per lo Special Event “Agrifood systems based on circular economy” per stimolare, con un approccio multi-stakeholder, un proficuo dibattito sulle innovazioni scientifiche e tecnologiche necessarie al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 , secondo la recente Strategia per la Scienza e l’Innovazione della FAO.“La scienza e l’innovazione sono fondamentali per trasformare i sistemi agroalimentari e affrontare le sfide urgenti del nostro pianeta, come preservare la biodiversità, assicurare una dieta sana e nutriente a tutti e limitare perdite e sprechi alimentari. La FAO è grata alle istituzioni italiane per il loro impegno e il supporto per l’avanzamento dell’Agenda 2030. Così Maurizio Martina, vice direttore generale FAO , concludendo i lavori del convegno, incentratosi su tre tematiche:“Agrobiodiversità per sistemi produttivi sostenibili”; “Diete sostenibili e sane per noi e per il pianeta”; “Spreco alimentare ed economia circolare” sulle quali. Enti di ricerca e università hanno condiviso, alla presenza del della FAO Maurizio Martina e della chief scientist FAO Ismahane Elouafi lo stato dell’arte della scienza italiana. 17 gli speaker e numerose le good practises illustrate da esperti e stakeholder per contribuire a diffondere e concretizzare le evidenze scientifiche.Il direttore generale del CREA Stefano Vaccari, nell’introdurre i lavori scientifici, ha evidenziato l’eccezionalità dell’evento e come la scienza e l’innovazione siano strumenti obbligati per garantire prosperità e sviluppo sostenibile per il Pianeta. Tra le circa 900 ricerche che ogni anno il CREA conduce in tutti i campi dell’agroalimentare, Stefano Vaccari ha ricordato lo straordinario esperimento tuttora in corso sulla stazione spaziale ISS, sull’olio extravergine di oliva: <>.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agricoltura: La rivoluzione del genoma Editing

Posted by fidest press agency su sabato, 22 ottobre 2022

I principali studiosi delle università italiane e rappresentanti della Società Italiana di Genetica Agraria si sono riuniti a Bologna, per il convegno “La rivoluzione del Genoma Editing: le applicazioni in campo agricolo e biomedico” organizzato dall’Accademia Nazionale di Agricoltura. La giornata vuole porre l’attenzione sugli sviluppi nel miglioramento genetico per le produzioni alimentari e la salute dell’uomo di questa recente tecnica scientifica per la quale, nel 2020, è stato conferito il premio Nobel per la chimica a Emmanuel Charpentier e Jennifer Doudna. La capacità di modificare in maniera precisa singole basi del DNA, oltre a essere la realizzazione di un sogno per i genetisti, diventa uno strumento fondamentale per la medicina e l’agricoltura del futuro. In campo umano il potenziale applicativo per nuove terapie in una serie di patologie è sicuramente notevole. In agricoltura comprendere le basi genetiche della variazione di caratteristiche complesse quali la resistenza ai patogeni oppure la capacità di sfruttare le risorse idriche e i fertilizzanti presenti nel suolo potrebbe consentire di raggiungere molto più facilmente l’obiettivo individuato dalla FAO come fondamentale: coniugare aumenti produttivi con aumenti della sostenibilità ambientale della produzione di alimenti.

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Consiglio europeo: L’agricoltura è la grande assente

Posted by fidest press agency su sabato, 22 ottobre 2022

Affrontare la crisi politica ed economica escludendo dal dibattito l’agricoltura significa prendere decisioni su basi alquanto fragili e di portata limitata – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Non c’è traccia del primo settore nell’agenda del Consiglio europeo del 20 e 21 ottobre, un’assenza sorprendente se si pensa agli effetti che il caro energia sta avendo sui prezzi dei generi alimentari, sul commercio di derrate essenziali e su concimi e fertilizzanti. Per non parlare degli investimenti necessari per realizzare il Green Deal e rafforzare i sistemi produttivi nazionali per contrastare l’instabilità dei mercati. L’impressione è che gli Stati membri continuino a navigare a vista, ignorando il contributo che i coltivatori possono fornire in questa fase delicata – continua Tiso. C’è inoltre il rischio che in questo modo gli Stati membri prendano strade separate, producendo ulteriore frammentazione invece di costruire politiche coordinate e reti di sicurezza per le filiere agroalimentari. Sulla necessità di adottare misure straordinarie per diminuire la dipendenza alimentare dell’Europa il consenso è di fatto unanime. Ma questo risultato non si potrà ottenere se, al momento di prendere le decisioni che contano, proprio l’agricoltura – il settore che assorbe la maggior parte del budget europeo – non compare neanche nell’ordine del giorno.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agricoltura: Italia pro glifosato?

Posted by fidest press agency su sabato, 22 ottobre 2022

Slitta di un altro mese la decisione del Comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi (PAFF) dell’Unione Europea per la proroga di un anno dell’autorizzazione all’uso del glifosato in scadenza il prossimo 15 dicembre. Nella riunione dello scorso 14 ottobre è mancata una maggioranza qualificata favorevole che concedeva un anno di proroga per l’uso di questo pesticida. Determinante è stata l’astensione di Germania, Francia e Slovenia, l’Italia ha, invece votato a favore della proroga, smentendo la sua posizione contraria all’uso del glifosato.La richiesta di una proroga di un anno è stata determinata dalla situazione di stallo creatasi dalla dichiarazione di EFSA di necessitare di altri mesi (fino a giugno del prossimo anno) per completare la sua valutazione scientifica al fine di decidere sul possibile rinnovo o sul divieto totale e definitivo. Dopo il nulla di fatto a causa della mancata maggioranza qualificata (sebbene, purtroppo, la maggioranza degli Stati membri abbia sostenuto la proposta) la DG Sante della Commissione UE ha annunciato che intende ripresentare al più presto la sua proposta di proroga al Comitato d’appello, senza specificare però una data, invitando gli Stati membri che si sono opposti alla proposta o si sono astenuti a riconsiderare la loro posizione. Il prossimo PAFF sui fitofarmaci è previsto per l’8-9 dicembre e non ci sarebbero i tempi tecnici per formalizzare la proroga dell’autorizzazione, potrebbe per questo essere programmata un’altra riunione a novembre per evitare l’automatico divieto dell’uso del glifosato dopo il 15 dicembre.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agricoltura biologica

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 ottobre 2022

Lo stanziamento di 24 milioni per l’agricoltura biologica annunciato dal sottosegretario Battistoni è destinato a rafforzare le filiere sostenibili e fa sperare che il nuovo esecutivo sappia raccogliere il testimone dal governo Draghi accelerando la transizione ecologica – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. I nuovi fondi per il biologico sono uno degli ultimi atti del governo uscente, un provvedimento dalla valenza anche simbolica per il prossimo titolare del Mipaaf in vista del passaggio di consegne. Il futuro ministro delle Politiche agricole dovrà infatti mettersi al lavoro in tempi rapidi per portare avanti i molti dossier rimasti aperti. I governi che si sono avvicendati durante la crisi sanitaria lasciano in eredità alcuni progressi sul fronte della sostenibilità, anche se le misure sono arrivate quasi sempre in ritardo e non sono di per sé sufficienti a imprimere la svolta di cui c’è bisogno – continua Tiso. All’approvazione della legge nazionale sul biologico fa da contraltare un Piano strategico nazionale sulla Pac poco ambizioso, che non ha tenuto nel dovuto conto le critiche sollevate sulla prima bozza.Altri lasciti positivi sono le battaglie in sede europea contro l’etichetta alimentare a semaforo, il cosiddetto Nutriscore, e la difesa dei nostri marchi da forme di concorrenza sleale come l’Italian Sounding. Il nuovo ministro delle Politiche agricole non partirà quindi da zero, ma dovrà mostrarsi capace di imporre un cambio di passo per portare a compimento le riforme avviate dai suoi predecessori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Agricoltura: Filiera corta e consumi

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 ottobre 2022

La crisi spinge gli italiani a risparmiare anche sul cibo per far fronte all’inflazione crescente e al conseguente crollo del potere di acquisto – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Il dato deve mettere in guardia, ma si presta a più letture: tra le strategie adottate dai consumatori prevale infatti la scelta di prodotti locali e a km zero. Una tendenza che può rappresentare un’opportunità per i nostri agricoltori, in una fase storica in cui i mercati vivono limitazioni mai viste prima e la globalizzazione sembra segnare il passo. Il calo della spesa alimentare si traduce in una diminuzione della domanda, che non può certamente essere positiva per la filiera – continua Tiso. Secondo le ultime stime, nella seconda metà del 2022 la perdita complessiva di potere d’acquisto per gli italiani ammonterà a 12,1 miliardi, circa 470 euro in meno a famiglia in soli sei mesi. L’alto tasso di inflazione, senza precedenti nell’era della moneta unica, può tuttavia portare alla riscoperta dei cibi locali e di stagione, favorendo la filiera corta.Quasi quattro consumatori su dieci (37%) dichiarano di voler acquistare alimenti a km zero per ridurre i consumi energetici e sostenere la nostra economia. L’augurio è che gli italiani possano presto uscire dalla morsa della crisi economica e, al tempo stesso, mantenere alcune delle abitudini di consumo adottate in questi mesi difficili premiando le nostre produzioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’agricoltura italiana non soffre solo dei danni causati dall’emergenza

Posted by fidest press agency su domenica, 16 ottobre 2022

Ma anche di mali strutturali che non hanno ancora trovato una soluzione duratura – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Tra i principali ostacoli al pieno sviluppo del primo settore ci sono la politica miope dei prezzi riconosciuti ai coltivatori e la burocrazia, che nei casi peggiori mette a rischio la stessa sopravvivenza delle aziende. Nel foggiano, per esempio, la produzione di pomodori è diminuita quest’anno di tre milioni di quintali a causa di un accordo sul prezzo di vendita arrivato troppo tardi. Il paradosso è che la contrazione della produzione e delle superfici coltivate ha provocato un aumento del prezzo superiore a quello richiesto inizialmente dai coltivatori.Quanto invece sta accadendo in Sardegna, dove le aziende agricole attendono ancora i ristori per la siccità del 2017, è emblematico di come la burocrazia possa arrivare a mettere in pericolo le realtà produttive di un territorio – continua Tiso. Non possiamo nasconderci dietro alla crisi sanitaria e a quella economica seguita alla guerra in Ucraina. Questi sono problemi che ci affliggono da anni, che nonostante le ripetute promesse non sono mai stati affrontati in modo risolutivo.Se oggi i riflettori sono accesi sulle azioni più urgenti per arginare l’aumento dei costi, non bisogna dimenticare che senza una politica dei prezzi che riconosca agli agricoltori un’equa remunerazione e una vera semplificazione burocratica il nostro settore non potrà mai esprimere tutte le sue potenzialità. Il nuovo Governo è chiamato ad agire su un doppio binario, intervenendo per frenare il caro prezzi senza però dimenticare le misure di tipo strutturale, le sole che possono garantire la crescita nel medio e lungo periodo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Agricoltura allo stremo

Posted by fidest press agency su martedì, 11 ottobre 2022

Il caro-energia, ormai fuori controllo, sta letteralmente spegnendo migliaia di aziende agricole, stalle, serre e strutture agrituristiche, sempre più a rischio chiusura per il continuo rialzo dei costi di produzione. Serve un accordo forte a livello europeo per bloccare il prezzo del gas aumentato dell’800% in un anno. Allo stesso tempo occorre sostegno per le imprese agricole interessate a realizzare impianti fotovoltaici oltre il proprio autoconsumo. A ribadirlo è Cia-Agricoltori Italiani in occasione della riunione informale del Consiglio europeo, in corso a Praga, e nella giornata dei Praesidia straordinari del Copa-Cogeca, appuntamenti importanti per trovare una via d’uscita dalla crisi energetica. Le misure finora proposte -sottolinea Cia- non sono né efficaci né tempestive. Serve maggiore controllo dell’Ue sui piani di razionamento del gas degli Stati membri per dare priorità al settore agroalimentare, come certezza sull’accesso del settore agricolo all’energia e sulla ridotta volatilità dei prezzi dell’energia. Per fronteggiare i prezzi altissimi dei fertilizzanti, la cui produzione si è ridotta del 70%, va incentivato l’uso di quelli organici e del digestato, superando vincoli obsoleti, come la soglia di 170 kg di azoto per ettaro annui, e vanno sospesi i dazi per l’urea. Per Cia, dunque, il tempo è scaduto e serve dall’Europa una chiara dimostrazione di coesione sulle politiche per l’energia, un’azione congiunta e tempestiva, anche in vista dell’inverno, a tutela della sostenibilità economica delle imprese agricole, chiamate a garantire la sicurezza alimentare.“Allo stesso tempo -chiosa il presidente nazionale di Cia, Cristiano Fini- abbiamo bisogno di un nuovo governo nazionale operativo il prima possibile, che garantisca stabilità al ruolo dell’Italia in Europa e metta subito in campo misure strutturali anticrisi”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Agricoltura e alimentazione. Un Pomo d’Oro per il futuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 ottobre 2022

Pomo d’oro per la sua tonalità dorata, pomme d’amour per i francesi e apple of love per i britannici, per le credute virtù afrodisiache. E’ il pomodoro, un frutto proveniente dall’America centro-meridionale, importato in Europa a metà del 1500 dai conquistadores spagnoli. Fu usato semplicemente come pianta ornamentale perché ritenuto nocivo e soltanto dal XVII secolo ebbe un uso alimentare. Lo conosciamo per il suo colore rosso intenso, ma ci sono varietà gialle, viola, bianche, rosa e verdi. Oggi il pomodoro è diffuso globalmente. E’ elemento base della dieta mediterranea, costituente principale di sughi e salse, è ricco di acqua (94%), poco calorico, contiene vitamine e soprattutto il licopene, una sostanza con proprietà antiossidanti che si associa alla riduzione di alcune forme tumorali della prostata e del collo dell’utero. Oltre che in fitoterapia le qualità del pomodoro sono utilizzate anche nella cosmesi.A differenza di quanto comunemente si crede, il pomodoro è un frutto ed è quello maggiormente coltivato nel mondo con 181 milioni di tonnellate annue e un valore industriale di 190 miliardi. I maggiori produttori sono Cina, India e Turchia (2020). Cambiamenti climatici, siccità, malattie e parassiti possono abbatterne drasticamente. Senza attendere centinaia di anni per avere pomodori mutati, per rispondere alle diverse condizioni ambientali, si può progredire con una metodologia che interviene sul genoma senza interferire con l’insieme del patrimonio genetico. Negli ultimi anni sono state elaborate nuove tecniche, dette genoma editing, che permettono di cambiare singoli geni del codice genetico della pianta per migliorarla. Questa tecnologia è stata impiegata per aumentare la resistenza ai parassiti (virus, batteri, funghi). Gli stress come siccità, inondazioni, calore e raffreddamento comportano rischi elevati in uno scenario di cambiamenti climatici. Le tecniche tradizionali di coltivazione hanno notevolmente aumentato la resa ma, con la crescente domanda di cibo, sono necessari nuovi approcci per migliorare ulteriormente la produzione agricola. In tal senso, e la tecnologia del genoma editing è la più promettente. Uno studio della Johns Hopkins University (Usa), pubblicato sulla rivista scientifica Cell, ha individuato il modo per aumentare la produttività del pomodoro, utilizzando proprio la tecnica del genoma editing. Oltre alla produzione alimentare, il pomodoro è stato oggetto di particolare attenzione per le possibili applicazioni mediche. Recentemente uno studio italo-britannico, pubblicato sulla rivista Nature Plants, ha riportato di aver ottenuto un pomodoro in grado di accumulare il precursore della vitamina D, della quale è carente circa metà della popolazione europea. In Giappone coltivano un pomodoro con una maggiore produzione di un amminoacido (Gaba) indicato per favorire la calma e il sonno, utile quindi per gli ipertesi. Purtroppo, nell’Unione europea si dibatte ancora se le piante ottenute con il genoma editing – che non presuppone l’inserimento di Dna estraneo mediante geni provenienti da altre specie – siano considerate oppure no organismi geneticamente modificati (Ogm) la cui coltivazione è, ancora, proibita in alcuni paesi e fortemente limitata in altri.(Articolo pubblicato sul quotidiano LaRagione del 30 settembre 2022) By Primo Mastrantoni, Aduc

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Decreto Aiuti ter: Cia, urgenti interventi strutturali per evitare collasso aziende

Posted by fidest press agency su domenica, 11 settembre 2022

“Il Governo dimostri di voler sostenere concretamente l’agricoltura italiana, messa in ginocchio dalla siccità, dal caro energia e dall’impatto economico della guerra in Ucraina. Tre le principali direttivi di interventi: agevolazioni su gasolio agricolo, indennizzi dopo gli effetti disastrosi del climate change e garanzia di liquidità alle aziende”. Questo l’appello del presidente Cia-Agricoltori Italiani, Cristiano Fini, in vista del prossimo Decreto Aiuti ter per le imprese travolte dagli effetti della crisi. Nel dettaglio, per Cia è prioritaria l’estensione del credito d’imposta per il carburante agricolo al secondo e quarto trimestre del 2022, periodi particolarmente strategici per il consumo energetico ed esclusi dalle agevolazioni attualmente vigenti. La misura deve comprendere anche il gasolio utile al riscaldamento delle colture in serra e non sia limitata solamente a quello per autotrazione.Per risollevare le aziende agricole che hanno subito danni pesantissimi dalla persistente siccità, Cia ritiene necessario il rifinanziamento del Fondo di Solidarietà Nazionale, con l’introduzione di semplificazioni e deroghe che rendano possibile una rapida erogazione degli indennizzi agli agricoltori. Cia chiede, inoltre, al Governo interventi per garantire liquidità al settore in debito di ossigeno, come fu per l’emergenza Covid, attraverso la sospensione delle rate dei mutui e di tutti gli altri finanziamenti. Cia reputa, infine, sostanziale l’estensione del credito di imposta per l’acquisto di energia elettrica a tutte le aziende agricole, a prescindere dal consumo. Tale credito potrà essere ceduto oppure utilizzato in compensazione entro la fine dell’anno.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inflazione agricoltura: Cia, nuovo aumento ad agosto

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2022

Il nuovo balzo dell’inflazione, che ad agosto segna +8,4% annuo, il dato più alto dal 1985, avrà ulteriori effetti drammatici sul portafoglio delle famiglie e sui bilanci delle imprese agricole. Così Cia-Agricoltori Italiani, in merito ai dati diffusi oggi dall’Istat. I beni energetici continuano a trascinare l’aumento dei prezzi, registrando +44,9% sullo stesso periodo del 2021, e rendono i costi di produzione sempre più insostenibili per aziende, agriturismi, stalle, serre, vanificando di fatto gli sforzi del governo e i sacrifici dei produttori, alle prese anche con la lunghissima siccità che ha già causato danni accertati per oltre 3 miliardi. “Il caro-energia è arrivato a livelli insopportabili. Siamo in piena emergenza con migliaia di aziende che rischiano di chiudere per colpa dei continui rincari -commenta il presidente nazionale di Cia, Cristiano Fini-. Ecco perché bisogna consolidare le misure previste dal Decreto Aiuti bis, ad esempio allargando il credito d’imposta per l’acquisto di gasolio agricolo a tutto il 2022-2023. O anche autorizzando, in sede Ue, le imprese del settore a immettere in rete energia elettrica prodotta con il fotovoltaico oltre i propri livelli annui di autoconsumo”. Insomma, “ora più che mai, serve tenere alta l’attenzione lungo la catena del valore e della distribuzione, immaginando più risorse, strumenti straordinari e interventi strutturali contro il caro-energia sui campi e lungo la filiera -aggiunge Fini-. Il prezzo dei beni alimentari lavorati è cresciuto del 10,5% ad agosto rispetto a un anno fa e sta incidendo pesantemente sul carrello della spesa delle famiglie. E’ assolutamente necessario, quindi, scongiurare altri aumenti e rischi di speculazione sui prezzi al dettaglio che né le aziende né i consumatori possono accettare”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La crisi energetica e la siccità nel mondo agricolo

Posted by fidest press agency su sabato, 3 settembre 2022

Ci auguriamo che in questa campagna elettorale estiva gli schieramenti politici affrontino le questioni che stanno più a cuore al mondo agricolo, impegnandosi a fornire soluzioni chiare e condivise – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Dopo il ruolo svolto dal primo settore nei due anni di emergenza sanitaria, è arrivato il momento di riconoscere ai coltivatori il ruolo che spetta loro fornendo risposte ai problemi più urgenti.La crisi energetica e la siccità stanno mettendo a dura prova la nostra agricoltura, che ha già mostrato di avere le risorse per sopravvivere ai momenti più difficili – continua Tiso. Le difficoltà legate all’approvvigionamento di derrate alimentari cruciali e l’aumento dei prezzi delle materie prime impongono decisioni coraggiose. Anche a livello europeo si avvicinano scadenze decisive: il piano strategico per la nuova Pac deve ancora essere rielaborato e inviato a Bruxelles in tempo utile.Non si può poi dimenticare l’esigenza di rinnovare la rete idrica e di costruire un sistema diffuso di invasi per far fronte all’estrema siccità di questi mesi. L’agenda del prossimo Governo in materia di agricoltura si annuncia pertanto fittissima. C’è per questo bisogno di avere un quadro chiaro degli interventi che le varie coalizioni intendono realizzare se avranno la meglio. La politica agricola non può essere frutto di scelte improvvisate e legate alla convenienza del momento, ma deve essere il risultato di un progetto trasparente e condiviso con tutto il mondo produttivo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »