Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 151

Posts Tagged ‘elezioni’

Elezioni presidenziali in Francia, Macron “vince” il duello tv

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 aprile 2022

L’ultimo duello tv tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen in vista del ballottaggio di domenica in Francia va all’attuale presidente: gli ultimi sondaggi lo danno in testa contro la candidata del Rassemblement National e, dopo il dibattito tv di ieri sera, anche i bookmaker ritoccano le quote per la vittoria delle presidenziali. Gli analisti Snai confermano Macron all’Eliseo a 1,05 (dopo il primo turno era a 1,15), con la leader del partito di estrema destra che raddoppia da 4,50 a 8 volte la scommessa.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Capital Group: Le elezioni di metà mandato negli Stati Uniti possono influire sui listini?”

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 febbraio 2022

A cura di Matt Miller, Economista politico di Capital Group. Mancano più di nove mesi alle elezioni di metà mandato negli Stati Uniti, ma questa scadenza è già prioritaria per politici ed elettori, e non a caso. Quelle del 2022 potrebbero essere tra le elezioni di metà mandato più importanti della storia degli Stati Uniti.Dal momento che la perdita dei seggi è così usuale, di solito questo viene scontato dai mercati all’inizio dell’anno. Ma la portata di uno squilibrio di potere politico — e delle seguenti ripercussioni politiche — rimane incerta fino a fine anno.La nostra analisi dei rendimenti dell’Indice Standard & Poor’s 500 Composite dal 1931 ha indicato che l’andamento dei titoli durante gli anni delle elezioni di metà mandato varia notevolmente rispetto a tutti gli altri anni.Poiché i mercati in genere mettono a segno un rialzo sui lunghi periodi, anche il movimento medio dei titoli nel corso di un anno dovrebbe registrare una crescita progressiva. Tuttavia, abbiamo rilevato che nei primi mesi degli anni con elezioni di metà mandato, i titoli tendono ad avere rendimenti medi inferiori e spesso guadagnano poco terreno fino a poco prima delle elezioni.Il luogo comune per cui ‘i mercati non amano l’incertezza’ è particolarmente calzante in questo caso. All’inizio dell’anno vi sono meno certezze riguardo all’esito e all’impatto delle elezioni, ma i mercati tendono a riprendere quota quando risulta più facile prevedere i risultati nelle settimane prima di un’elezione, e continuano a salire alla chiusura dei sondaggi.Essere consapevoli del fatto che nel 2022 i mercati potrebbero mostrarsi instabili può risultare utile, ma non per questo gli investitori dovrebbero pensare di restare in attesa degli sviluppi o cercare di indovinare le oscillazioni del mercato. L’andamento dei titoli varia notevolmente durante ogni ciclo elettorale e la tendenza generale dei mercati nel lungo termine è sempre stata positiva. Le elezioni possono mettere a dura prova i nervi. Perciò non dovrebbe sorprendere che la volatilità del mercato statunitense sia più elevata negli anni delle elezioni di metà mandato, soprattutto nei mesi precedenti all’Election Day. Dal 1970, gli anni di metà mandato hanno registrato una deviazione standard mediana dei rendimenti di quasi il 16%, rispetto al 13% di tutti gli altri anni. Il lato positivo per gli investitori è che dopo tali periodi di volatilità, i mercati tendono a mostrare un forte recupero nei mesi successivi e il rally che spesso inizia poco prima dell’Election Day non è solo un incidente di percorso a breve termine. I rendimenti superiori alla media sono tipici per l’intero anno successivo al ciclo elettorale. I titoli statunitensi hanno messo a segno buoni risultati indipendentemente dalla composizione dei palazzi del potere di Washington.Nel 2020, molti investitori temevano lo scenario della cosiddetta “onda blu”, o il jackpot dei Democratici. Eppure, nonostante questi timori, l’Indice S&P 500 ha messo a segno un rialzo di quasi il 35% dopo le elezioni del 2020 (fino al 12 gennaio 2022).Vi sono buone probabilità di un aumento della volatilità nel 2022, ma questo non deve spaventare. La verità è che i rendimenti azionari a lungo termine provengono dal valore delle singole società nel tempo. Per investire in modo intelligente è opportuno guardare oltre i massimi e i minimi a breve termine e mantenere invece il focus sul lungo termine. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Petitti: “Mattarella figura indispensabile per mantenere la stabilità del Paese”

Posted by fidest press agency su domenica, 30 gennaio 2022

La riconferma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella è un segno di grande fiducia. In questo particolare momento storico una figura come la sua è indispensabile per mantenere la stabilità di cui il Paese ha bisogno. Verso Mattarella è quindi doveroso un sentito ringraziamento per la sua generosità.Il settennato del presidente è stato caratterizzato da profonde trasformazioni politiche, economiche e sociali a livello globale. Un contesto in cui si è reso necessario gestire equilibri delicati e tante crisi, fino alla pandemia, non ancora conclusa, soprattutto per le ripercussioni che hanno travolto vari aspetti della quotidianità, dal lavoro, alla scuola, alla vita sociale. Ecco perché abbiamo ancora bisogno della sua guida, capace di mantenere la rotta con profondo rigore morale per affrontare le sfide che ci aspettano da qui ai prossimi mesi.In queste ultime ore il Parlamento ha espresso dei segnali chiari stringendosi attorno alla figura del presidente Mattarella e dobbiamo ascoltarli nell’interesse dell’unità e del Paese. Credo che un ruolo chiave dobbiamo riconoscerlo al segretario del Partito democratico Enrico Letta per come ha gestito la vicenda del Quirinale, con equilibrio, serietà e coerenza. La vicenda è stata complessa, difficile. I numeri sono noti, il comportamento delle diverse forze politiche anche. Siamo di fronte a un sistema politico parlamentare bloccato, su cui ci sarà da riflettere bene in futuro e intervenire. Un rinnovamento dei regolamenti parlamentari e del sistema elettorale. In questo quadro così fragile ci siamo mossi anche tenendo conto di un punto politico fondamentale, la tenuta del governo Draghi. Tutto ciò è stato preservato e il Pd si è dimostrato serio e responsabile garantendo stabilità al Paese in un momento così delicato come quello del post Pandemia. Ci attendono ora mesi di grande lavoro.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’elezione di Sergio Mattarella è una sconfitta per la politica e per il Parlamento che aspettava un volto nuovo”

Posted by fidest press agency su domenica, 30 gennaio 2022

“C’è un problema di ordine costituzionale legato al fatto che quattordici anni di mandato sono davvero eccessivi. C’era stata la sua non disponibilità, annunciata molte volte, ma c’era stata soprattutto da tutti i partiti la volontà, sia del centrosinistra e sia del centrodestra, di anteporre la sopravvivenza di questo governo, sempre più debole, alla necessità di indicare una persona nuova per il Quirinale. Invece i giochi di sopravvivenza hanno fatto sì che nulla cambi affinchè nulla cambi, una sorta di Gattopardo elevato al quadrato o a cubo. Purtroppo nel centrodestra si è smesso di credere quasi subito nella possibilità di arrivare fino in fondo e mentre il centrosinistra opponeva le barricate e poneva veti il centrodestra si è accontentato di confermare Mattarella anziché battersi fino in fondo per un risultato diverso. Un risultato che era alla portata se soltanto avesse agito in maniera più determinata, più coesa e coerente. Fratelli d’Italia si è comportato con massima lealtà fin dall’inizio con Forza Italia, con Berlusconi, con la presidente Casellati, e con tutti gli alleati. Li ha votati e sostenuti fino in fondo e si è dimostrato ancora una volta l’unico partito serio e coerente che non ha cambiato idea sia nei confronti dei propri elettori e sia dei propri alleati”. Così il presidente dei senatori di Fratelli d’Italia, Luca Ciriani.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Elezioni presidenziali ed effetto Mattarella

Posted by fidest press agency su domenica, 30 gennaio 2022

“La rielezione di Mattarella dimostra che, come indicato anche da Ceccanti, il centrosinistra ha portato avanti un’operazione per salvare il governo con un Capo dello Stato gradito. Ricordiamo che il presidente Mattarella, sicuramente autorevole, è un ex deputato del Partito Democratico. Il centrodestra ha seguito abboccando alla tenuta del governo, praticamente con la sindrome di Zelig. Il centrodestra si curi e venga rifondato su nuove basi. Il governo dei sedicenti “migliori” abusa della decretazione d’urgenza con assurde limitazioni delle libertà personali con 37 fiducie poste in un anno di governo – così il deputato responsabile Cultura di Fratelli d’Italia, Federico Mollicone nel corso di Omnibus – Il presidenzialismo, con una legge elettorale maggioritaria, consentirebbe agli italiani di sapere un minuto dopo le elezioni chi governa l’Italia e come la governerà. In parlamento esiste una specifica proposta di legge a prima firma Meloni che va in questo senso. Il presidenzialismo, collante dell’Unità nazionale, consentirebbe all’Italia anche di discutere serenamente anche dell’articolazione dei poteri decentrati, di autonomie regionali, di competenze e di trasferimenti di risorse, senza che si possano temere spinte centrifughe. In altri termini il presidenzialismo, con la sua garanzia dell’indissolubilità dell’unità nazionale, consentirebbe anche di aprire ad avanzati esperimenti di autonomia.”

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Frati Assisi: Auguri di buon lavoro al Presidente Mattarella

Posted by fidest press agency su domenica, 30 gennaio 2022

«Auguriamo a Sergio Mattarella, appena rieletto Presidente della Repubblica, di continuare a promuovere l’unità nazionale radicata nella giustizia e nella solidarietà, con uno sguardo privilegiato a partire da chi è ai margini della società e delle opportunità di promozione e sviluppo. Il Santo di Assisi, l’uomo che ha mostrato quante potenzialità di bene e creatività siano presenti in ciascuno di noi, sia per Lei, Presidente, fonte di ispirazione nella Sua missione a servizio del bene comune che è sempre e solo il bene di tutti perché è il bene di ciascuno – ha dichiarato il Custode del Sacro Convento, fra Marco Moroni OFMConv, a nome dei frati della Basilica di San Francesco in Assisi. Il Presidente della Repubblica – come Lei stesso ci ha ricordato nel suo recente messaggio di fine anno – rappresenta l’unità del popolo italiano fondata sulla carta costituzionale e sui valori che essa veicola. Questo biennio di emergenza sanitaria – continua fra Marco Moroni – ha radicalizzato tensioni sociali e ha acuito le differenze frutto dell’ingiustizia e, come dice papa Francesco, dell’inequità. Sono coloro che vivevano già una situazione di precarietà (sanitaria, sociale, economica) ad essere stati colpiti in maniera particolarmente forte. Nell’attuale contesto internazionale – conclude il Custode del Sacro Convento – in cui la guerra sembra tornare a essere una possibilità concreta per affrontare le tensioni mondiali, l’Italia non si stanchi di promuovere le vie della risoluzione pacifica dei conflitti e la promozione dei diritti umani. Come afferma Gesù nel Vangelo: “Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio” (Mt 5,9)».

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni presidenziali: A Italia serve stabilità e coesione contro crisi

Posted by fidest press agency su domenica, 30 gennaio 2022

Gli auguri al Capo dello Stato per il secondo mandato. Certi che ascolterà sempre le istanze degli agricoltori, indispensabili per la ripresa post pandemia. Un grande ringraziamento al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Paese, ora più che mai, ha bisogno dell’equilibrio, della stabilità e dell’impegno delle istituzioni, egregiamente rappresentate dal Capo dello Stato, per affrontare sfide e difficoltà in campo, dalla pandemia al caro energia, dalla crisi ucraina alla messa a terra del PNRR. Così Cia-Agricoltori Italiani, che esprime riconoscenza a Mattarella per aver accettato la rielezione. La sensibilità, la compostezza, l’appassionata salvaguardia delle garanzie costituzionali sempre dimostrate dal presidente della Repubblica trovano di nuovo oggi il riconoscimento più alto e prestigioso. Mattarella gode della fiducia di tutti i cittadini e si fa garante, ancora una volta, della solidità e della coesione del governo, per permettere all’Italia di guardare al futuro con maggiore ottimismo. In questo contesto, spiega il presidente nazionale di Cia, Dino Scanavino, “auspichiamo che il Capo dello Stato continui a mostrare attenzione verso la vicenda agricola del Paese. Speriamo che fornisca il suo forte contributo all’ulteriore sviluppo del settore primario, riconoscendo quel ruolo centrale che l’emergenza Covid ha mostrato in maniera ancora più chiara. L’agricoltura, se adeguatamente supportata, può non solo continuare a garantire cibo sano e sicuro per tutti, ma anche assicurare la tenuta e lo sviluppo dei territori; salvaguardare l’ambiente contro il dissesto idrogeologico e i cambiamenti climatici, produrre energia da fonti rinnovabili, difendere il suolo e il paesaggio”. “Da parte nostra -aggiunge Scanavino- rinnoviamo la massima disponibilità a collaborare, avanzando proposte e nuove soluzioni. Faremo responsabilmente ciò che ci compete, nell’interesse degli agricoltori e di tutti i cittadini, consapevoli della funzione primaria del settore per la ripresa post pandemia”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Quirinale, Cavallaro (Cisal): responsabilità e generosità per Paese. Ora le riforme

Posted by fidest press agency su domenica, 30 gennaio 2022

“Grazie al neo rieletto presidente Sergio Mattarella per il senso di responsabilità che ancora una volta ha dimostrato verso il Paese nell’aver accettato, con grande spirito di sacrificio, di proseguire nel suo alto impegno istituzionale e morale, in questa difficilissima fase della vita nazionale. Una scelta di grande generosità fondamentale per superare il cortocircuito politico a cui abbiamo assistito in questi giorni e per garantire, con l’equilibrio ed il rigore che lo contraddistinguono, la coesione e l’unità politica di cui il nostro Paese ha bisogno affinché le improcrastinabili riforme necessarie al rilancio dell’Italia siano fatte senza nessun indugio. Buon lavoro”. Lo ha detto il Segretario generale della Cisal Francesco Cavallaro.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Elezioni del Presidente della Repubblica. Domande del comune cittadino

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 gennaio 2022

Difficile capire cosa stiano facendo i vari partiti e relativi gruppi parlamentari in merito alla elezione del Presidente della Repubblica.La scadenza è fissata da ben 7 anni, ma si arriva a ridosso del termine senza che ci siano indicazioni precise. Da una parte c’è Silvio Berlusconi, capo di FI, che vorrebbe candidarsi e ha l’appoggio dei due partiti alleati, Lega e FdI, ma, sorpresa, Berlusconi non ha sciolto la riserva. Il comune cittadino si domanda: se i tre partiti sono d’accordo sulla candidatura di Berlusconi perché Berlusconi non si decide e va in Parlamento a farsi votare? Gli altri partiti, M5S, PD, IV, ecc., non hanno un loro candidato ufficiale. Che aspettano, si chiede sempre il comune cittadino? Sono in corso trattative, manovre, accordi, ecc., risponde qualcuno che ci capisce. Già, ma potevano farlo prima, considerato i problemi che abbiamo e i tempi a disposizione che hanno avuto, replica il comune cittadino. Domande semplici e senza rispostaPrimo Mastrantoni, Aduc

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Complimenti ai Sindaci di Ginosa, Noicattaro e Pinerolo”

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 ottobre 2021

“Vengono confermati alla guida delle loro città. Amici e attivisti del MoVimento 5 Stelle con cui, in questi anni, ho lavorato e che conosco bene. Buon lavoro a tutti i Sindaci che escono da questa tornata di Elezioni Amministrative, a partire da quello del Comune di Volla che ho sostenuto in questa campagna elettorale. Scegliere i giusti Amministratori è fondamentale. Io sarò al loro fianco, come ho sempre fatto, per migliorare la vita dei cittadini”. Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni e quelli che non votano. Chi li ascolta e chi gli parla?

Posted by fidest press agency su domenica, 10 ottobre 2021

E’ il tema del giorno, i risultati delle parziali elezioni comunali. Quelle in cui ha votato il 54% degli aventi diritto e per le quali – ci sono i segnali – c’è un certo imbarazzo e tentativi di classificare il mancante 46%. Tra il tripudio dei vincitori, quelli che aspettano il secondo turno, le ammissioni e i “distinguo” degli sconfitti, quelli che non vengono mai sconfitti, le analisi dei politologi che ci aiutano a comprendere… il 46% non dice la sua. E’ come fare dichiarazione d’amore ad una persona e questa guarda e pensa altrove.Coloro che guidano le amministrazioni si pongono il problema, ma preso atto, in genere vanno oltre. E si consolano col fatto che in Paesi con democrazie ben più solide e secolari della nostra (Usa per esempio), le percentuali di chi vota sono ancora più basse; non solo, ma le alte partecipazioni al voto sono considerate prerogativa dei regimi autoritari. Ed è vero. Come è vero che ci sono il 46% di consumatori che non sono interessati alla gestione di quei beni e servizi che poi loro acquistano o fruiscono. Magari protestano quando qualcosa non funziona, e pretendono rimedi, ma preferiscono che siano altri a scegliere per loro. Dovendo amministrare un paese, una città o una intera Nazione, come si fa a parlare a tutti? Probabilmente se il soggetto del “colloquio” è la nazionale di calcio, questo parlare diventa più facile. Ma perché il calcio appassiona e la gestione dell’amministrazione meno? Passione e svago, identità, facilità di comunicazione interpersonale… questi alcuni elementi dell’amore verso il calcio. Quali quelli verso l’amministrazione, più o meno considerata amica, nemica, onesta, corrotta, sorda o attenta ai propri desideri e alle proprie esigenze? Chi è in grado di farlo? E quali sono gli strumenti che, chi ha il potere, concede a tutti per comunicare i pro e i contro? Domanda con difficile risposta. Anche perché, chi dovrebbe darla, in genere prende il risultato di chi lo ha votato, se lo porta a casa e alimenta il proprio orticello in modo che alla prossima scadenza sia sempre rigoglioso. Certo, non tutti sono così. Ma sta di fatto che quelli che lo sono compromettono la credibilità anche di quei pochi che non lo sono. Noi crediamo che compito dello Stato dovrebbe essere di trovare il vaccino contro questa predominanza della politica considerata come bottino del vincitore, a favore della politica come servizio per tutti, incluso il 46% che non vota. (fonte comunicato Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Elezioni amministrative: subito data

Posted by fidest press agency su domenica, 1 agosto 2021

Il fine del rafforzamento dell’organico della pubblica amministrazione non può che trovarci d’accordo, considerato che fino ad oggi ci siamo trovati di fronte anche alla difficoltà di gestire l’ordinaria amministrazione”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Antonio Iannone. “Sono stati anche accolti alcuni nostri emendamenti – sottolinea Iannone – che abbiamo presentato per migliorare un provvedimento per il bene degli italiani e non per questa maggioranza che è un gigante dai piedi d’argilla. Rafforzare il capitale umano della PA è necessario ed è possibile coniugando efficienza e trasparenza delle procedure” “Ci auguriamo – conclude Iannone – che il governo indichi al più presto la data delle elezioni amministrative perché non è più possibile attendere, dopo aver rinviato solo in Italia il voto amministrativo dalla primavera all’autunno. È necessario inoltre prorogare a settembre la scadenza dell’approvazione dei bilanci dei comuni in difficoltà in seguito alla vicenda del Fondo di Anticipazione di Liquidità dopo la sentenza 80 del 2021 della Corte Costituzionale. Il Governo è intervenuto come richiesto da FdI ma solo il 27 Luglio è stato comunicato il riparto dei fondi ai comuni interessati. Questo ritardo non consente in pochi giorni di formare i bilanci e se non si vuole che oltre 10 milioni di cittadini vivano in Comuni falliti bisogna necessariamente prorogare il termine a settembre”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Elezioni presidenziali in Iran

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 giugno 2021

Domenica prossima, 18 giugno, si svolgeranno le elezioni presidenziali della Repubblica Islamica dell’Iran. L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) teme che nessuno dei candidati permetterà una vera libertà di religione. L’APM chiede però che almeno le campagne diffamatorie dello stato contro i Bahá’í e altre minoranze religiose debbano finire. La sistematica persecuzione statale dei circa 300.000 bahá’í dell’Iran minaccia di aggravarsi, in particolare nel diritto penale e nei regolamenti amministrativi. La mera affiliazione a una minoranza religiosa non riconosciuta, come la fede Bahá’í, è stata recentemente criminalizzata per legge. I bambini bahá’í sono presi di mira nelle scuole. Sono minacciati di islamizzazione forzata. Anche la situazione dei diritti delle minoranze etniche non può dirsi positiva. I gruppi etnici curdi, ahwazi, baluci, azerbaigiani e turkmeni hanno bisogno di maggiore autonomia, di diritti linguistici e culturali e di un’autoamministrazione regionale. Invece, le autorità di alcune province hanno rafforzato i controlli per limitare il movimento dei membri delle minoranze. Allo stesso tempo, c’è una campagna mediatica senza precedenti contro i bahá’í, così come contro la minoranza di cristiani convertiti, su tutti i canali mediatici. Alla televisione e alla radio, nei giornali, nei siti web e nelle piattaforme dei social media, nei libri, nei seminari educativi, nelle mostre e persino nei graffiti di strada, c’è incitamento contro questa minoranza. Questo serve a legittimare violenza e soprusi. Quando Hassan Rohani è stato eletto come nuovo presidente all’inizio del 2013, molti avrebbero ancora sperato in un miglioramento della situazione dei diritti umani, delle donne e delle minoranze. Rohani a suo tempo era visto come riformista e moderato. Ma durante il suo mandato, il numero di esecuzioni è aumentato e la situazione dei diritti umani è peggiorata drammaticamente. Solo nel 2020, la pena di morte è stata eseguita 246 volte. Insieme alle lunghe pene detentive per i membri dell’opposizione, questo alimenta un clima di paura. L’obiettivo è quello di garantire che nessuno in Iran osi mettere in discussione il potere del regime dei mullah. Il presidente Hassan Rohani non può ricandidarsi dopo due mandati. I 592 candidati originari comprendevano 40 donne. Poi, alla fine di maggio, il Consiglio dei Guardiani, guidato dal leader supremo Ali Khamene’i, ha deciso di permettere solo sette candidati. Questi sette uomini fanno tutti parte dell’instaurazione del regime islamista sciita. Ecco perché, secondo le nostre ricerche, l’affluenza sarà solo del 35-40%, anche se la Guida Suprema ha dichiarato le schede bianche di protesta haram, cioé vietate. Tra i 10 milioni di membri della minoranza curda, l’affluenza sarà probabilmente ancora più bassa. Il regime è particolarmente impopolare nel Kurdistan iraniano.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italiani all’estero: Elezioni Comites e informazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 Maggio 2021

“Il 3 dicembre prossimo si terranno le elezioni dei Comites, organismi di rappresentanza delle Comunità italiane che vengono eletti in base alle Circoscrizioni consolari. Per poter votare è necessario che i cittadini italiani, iscritti all’Aire e quindi residenti in forma permanente all’estero, esprimano in anticipo la volontà di farlo al fine di essere inseriti nell’elenco degli elettori: la cosiddetta “opzione inversa”. È, quindi, di vitale importanza promuovere una adeguata informazione sul territorio e nelle realtà sociali di questi connazionali, affinchè possano esercitare il loro diritto di voto in piena consapevolezza.Già nell’agosto scorso, avevo inviato una lettera al Ministro Di Maio nella quale sottolineavo che l’Amministrazione dello Stato deve adoperarsi, anche verso i cittadini italiani residenti all’estero, per permettere loro un pieno esercizio dei diritti politici e l’espressione delle loro posizioni attraverso il voto, anche grazie ad una adeguata campagna informativa.Infatti, molti concittadini, nonostante il plico elettorale inviato a casa, non sono a conoscenza della possibilità di esercitare questo loro diritto fondamentale e base della democrazia, trascurando, così, questa possibilità, proprio perché non adeguatamente informati.Ribadisco, pertanto, la necessità che il Maeci si attivi affinché si realizzi una campagna informativa verso le Comunità italiane all’estero su questi temi.I Comites sono un importante organismo di rappresentanza, ma per ben rappresentare le Comunità è necessario allargare la partecipazione e fare in modo che siano espressione, la più ampia possibile, della Comunità italiana all’estero.Una informazione tempestiva, ovvero immediata, garantirebbe entro dicembre di raggiungere e sensibilizzare tutti i connazionali iscritti all’Aire e rendere le elezioni dei Comites un grande “momento di democrazia” partecipativa delle nostre Comunità all’estero. Auspico che il Governo si attivi il prima possibile!”.Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bene voto amministrativo e per i Comites entro l’anno! Elezioni Comites non rinviabili

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

“La Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il decreto elezioni che rinvia all’autunno le elezioni amministrative. Un fatto che si coniuga bene con la decisione del MAECI di fissare la data delle elezioni dei Comites per il 3 dicembre 2021, come avevamo chiesto più volte attraverso ordini del giorno e risoluzioni.In questo modo tutti gli italiani, sia che risiedano sul territorio nazionale sia che risiedano all’estero, avranno la possibilità di eleggere i loro rappresentanti locali, ovviamente con le dovute differenze di carattere normativo tra le Amministrazioni locali ed i Comites.Auspichiamo, quindi, che si proceda a dare la massima diffusione a questo appuntamento elettorale tra le Comunità all’estero in modo che ci sia un’ampia affluenza alle elezioni e i Comites possano essere sempre più lo specchio delle Comunità italiane presenti in ogni Circoscrizione consolare.Qualora il Governo dovesse tornare indietro nella sua decisione, rinviando ulteriormente la data del voto, sarebbe un segnale negativo per i diritti degli Italiani all’estero, e per la stessa credibilità dei Comites. Le elezioni dei Comites sono già state rinviate di oltre un anno, e un nuovo rinvio non sarebbe accettabile, in quanto confermerebbe lo scarso interesse verso questi organismi. Qualora fosse così, sarebbe meglio dire le cose come stanno ed abolire i Comites, senza nascondersi dietro alla scusa del Covid-19.”Lo hanno dichiarato l’on. Elisa Siragusa, deputata del Gruppo Misto eletta in Europa, e l’on. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Elezioni CSPI, si vota il 13 aprile

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 gennaio 2021

La scuola si prepara a una nuova tornata elettorale: quella per il rinnovo dei componenti eletti del Cspi essendo ormai scaduto il mandato quinquennale. L’ordinanza ministeriale prevede che l’elettorato attivo e passivo per le singole rappresentanze nel Consiglio spetta esclusivamente ai componenti delle rispettive categorie partecipanti a tale organismo. Può esercitare il diritto di elettorato, ricorda la stampa specializzata, anche il personale di ruolo e non di ruolo nominato successivamente alla data di indizione delle elezioni purché prima del termine di presentazione delle liste (elettorato passivo) o entro il giorno antecedente le votazioni (elettorato attivo). Il Consiglio superiore della pubblica istruzione è l’organo di garanzia dell’unitarietà del sistema nazionale dell’istruzione in Italia: nasce come supporto tecnico-scientifico per l’esercizio delle funzioni di governo nelle materie di “istruzione universitaria, ordinamenti scolastici, programmi scolastici, organizzazione generale dell’istruzione scolastica e stato giuridico del personale” (articolo 1, comma 3, lettera q, della legge 59 del 15 marzo 1997).

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Estero: fissare una data certa per le elezioni dei Comites

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2020

“Sono soddisfatta dell’approvazione, all’unanimità della Risoluzione n. 7-00544, da me presentata in Commissione Esteri, che impegna il Governo “ad adottare iniziative per definire con urgenza una data certa per lo svolgimento delle elezioni dei Comites, nel rispetto dei tempi legislativamente indicati, al fine di sensibilizzare per tempo le nostre numerose collettività all’estero e accrescere la loro partecipazione al voto, scongiurando l’ipotesi che possa essere ulteriormente procrastinato un appuntamento democraticamente così rilevante ed atteso dai nostri connazionali all’estero”. Ritengo che l’approvazione di questa Risoluzione sia un fatto molto importante che chiarisce una situazione incerta. Tuttavia, ora manca un ultimo passo fondamentale e cioè l’approvazione dell’emendamento a prima firma Siragusa, che ho sottoscritto, e che è stato fatto proprio dalla Commissione Esteri, teso a stanziare, nella legge di bilancio, i fondi necessari per permettere lo svolgimento delle elezioni dei Comites.Quindi, mi aspetto che il Governo e la maggioranza siano conseguenti in sede di votazione degli emendamenti dando lo strumento finanziario adeguato oltre i proclami.Fissare una data per le elezioni con un congruo anticipo è importante per organizzare la democrazia. Sono soddisfatta che si sia fatto un passo avanti”.Lo ha dichiarato l’On. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Elezioni USA: il dado è tratto!

Posted by fidest press agency su sabato, 14 novembre 2020

A cura di Andrea Delitala, Head of Euro Multi Asset di Pictet Asset Management. Il presunto “Blue Sweep” non c’è stato e siamo rimasti invece con un “Divided Government”, ma questo al mercato non dispiace, anzi: la politica economica sarà simile a quella degli ultimi anni senza però le interferenze erratiche della presidenza Trump. E infatti, i mercati hanno espresso immediatamente il proprio voto, con azioni in forte salita, tassi in discesa e pochi movimenti valutari. Di fatto, un Congresso diviso viene interpretato come incapace di approvare le manovre più radicali dell’agenda democratica, come le tasse maggiori sulle fasce di reddito più elevate e sugli utili societari e di una maggiore regolamentazione nei settori energetico, finanziario e farmaceutico, oltre che in quello tecnologico, dove si sarebbe potuto assistere a una stretta dell’anti-trust contro le big tech (i titoli farmaceutici dovrebbero essere i primi beneficiari della linea più morbida del “Divided Government”, visto che sul comparto tecnologico gravano, in ogni caso, valutazioni non a buon mercato). Nel quadro del maggiore impegno democratico sulle tematiche ambientali, Biden ha già annunciato che gli USA rientrerebbero immediatamente all’interno delle linee guida dell’Accordo di Parigi del 2015 in tema di lotta al cambiamento climatico (positivo per i titoli delle energie rinnovabili e, in generale, per le azioni legate alla transizione energetica verso modelli più sostenibili).Per quanto il mercato del lavoro statunitense sia storicamente estremamente flessibile, come dimostra la parziale discesa della disoccupazione già a partire dei mesi estivi, potrebbero essere tuttavia necessari 1 o 2 anni per riassorbire il calo nel reddito da lavoro provocato dalla crisi attuale, soprattutto qualora dovessimo attendere ancora qualche mese prima di avere un vaccino efficace contro il COVID-19: le previsioni attribuiscono una probabilità del 72% al fatto che un vaccino approvato dalla FDA sarà distribuibile negli USA entro maggio del 2021. Nel frattempo, con Biden Presidente, aumentano le possibilità di una gestione della pandemia a livello federale, non più di singolo Stato, che potrebbe comportare misure di contenimento del virus più drastiche, sulla falsa riga di quanto fatto in Europa, con tutte le implicazioni socio-economiche che ne conseguono. Urge, a maggior ragione, un pacchetto fiscale di emergenza, in grado di evitare un crollo eccessivo nel reddito disponibile e, di conseguenza, nei consumi. Da questo punto di vista, una vittoria netta da parte dei Democratici avrebbe rappresentato senza dubbio una garanzia maggiore. La manovra fiscale sarebbe stata, infatti, ben più corposa in caso di “Blue Sweep”, ma ciò non esclude il fatto che si arrivi lo stesso al pacchetto minimo di misure di sostegno da $500 miliardi (“skinny budget”), forse già entro la fine dell’anno, nel cosiddetto periodo di “lame duck” (“anatra zoppa”) che caratterizza il momento di passaggio di consegne all’interno dell’amministrazione. È lecito aspettarsi anche qualcosa di più se Biden riuscirà a riunire il Paese, ma ciò che pare certo è che, sul fronte fiscale, le politiche di sostegno alla popolazione, con finalità anche redistributive e di riduzione dell’ineguaglianza sociale, sono poco probabili a causa del mancato controllo del Congresso da parte dei Democratici.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Usa: Elezioni e il senno perduto

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

A volte pensiamo che occorra un Astolfo per recuperare il senno di alcuni governanti della Terra, tale è lo sconcerto per alcune dichiarazioni prive di senno.Leggiamo quelle del candidato alla presidenza degli Usa, Donald Trump, sui risultati elettorali. Dichara: frode in corso, ho vinto io. Ma se c’è una frode come fa a vincere? Occorre contare i voti, dice, poi bloccare la conta dei voti. Ma se si vuole contare i voti è perché si ritiene che qualcuno frodi e, poi, perché non si vuole più contarli? Costui è il capo della maggiore potenza economica, politica e militare della Terra.Passiamo all’Europa, dove un ministro ungherese ha dichiarato che la vittoria del candidato democratico Biden è dovuta al sostegno di Soros, ma si sa, al premier Orban non garba Soros, e ciò dopo aver usufruito personalmente di borse di studio pagate dallo stesso Soros.In Italia, l’elezione di Trump nel 2016 fu salutata da Beppe Grillo con “Trump ha fatto un Vday pazzesco” e la sindaca di Roma, Virginia Raggi, lo invitò nella Capitale. Oggi, silenzio. Invece, il sostegno a Trump lo dà Matteo Salvini che, dopo aver girato per l’Italia senza mascherina, ora la indossa con la scritta “Trump”. Sarà perché il nome del negazionista Trump ha di per sé una efficacia antivirale. Abbiamo la sensazione che Ludovico Ariosto dovrà invitare Astolfo a compiere molti viaggi sulla Luna per recuperare “senni perduti”. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Elezioni americane: i pronostici di William Hill

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2020

Mentre nel mondo dilaga la pandemia e il Covid-19 è ancora in testa alle discussioni in tutto il globo, all’orizzonte si staglia un nuovo evento, destinato a incidere fortemente non solo sulla vita degli americani, ma sull’economia globale. Sono le presidenziali americane che il 3 novembre sanciranno se verrà premiato lo status quo o se gli Stati Uniti saranno pronti a cambiare registro.A combattersi il titolo sono rimasti in due: il repubblicano Trump contrastato dal democratico Joe Biden, che ha avuto la meglio alle primarie su ben ventisette candidati. Il primo step è stato un successo e le quote continuano a essere a favore dell’antagonista del tanto contestato Trump. William Hill, in gioco dal 1934, propone la vittoria di Biden a 1.50, ma Donald Trump non si distacca di molto, a listino a 2.62. Ben distanti gli altri candidati come la rappresentante del Partito Libertario Jo Jorgensen (501.00) che, in caso di vittoria, permetterebbe di sbancare, o Howie Hawkins (501.00), in corsa per il Partito Verde.Si tratta, quindi, di un vero e proprio testa a testa che fino alla fine potrebbe riservare sorprese; del resto Trump ha già superato l’ostacolo Covid! Non resta che attendere e salutare chi dal 21 gennaio prossimo sarà il nuovo Capitan America.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »