Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 235

Archive for the ‘Mostre – Spettacoli/Exhibitions – Theatre’ Category

Exhibitions – Theatre

Gioia del Colle si prepara per il secondo Buskers Festival

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 giugno 2018

Gioia del Colle Si terrà dal 22 al 24 giugno la seconda edizione del “Buskers Festival”, manifestazione che porterà per le strade del paese numerosi artisti impegnati in esibizioni musicali, performance mozzafiato, giochi di fuoco, arte circense, balletti, clowneria e tanto altro ancora.
Organizzato dall’associazione Gioiacom, dalla PdL comunicazione & eventi e dalla Compagnia dei Birbanti, con il patrocino del comune di Gioia del Colle, Regione Puglia, Unione Europea e Puglia promozione, il festival degli artisti di strada ha sia l’intento di far conoscere l’arte in ogni sua forma, ma soprattutto quello di contribuire alla promozione turistica e culturale della città.
“Per via della caduta dell’amministrazione comunale – ha affermato il presidente Franco Anelli – l’evento quest’anno è stato in bilico. Ma grazie al Commissario ci è stato concesso il patrocinio. L’associazione è soddisfatta del risultato. In meno di due anni abbiamo fatto tante cose. L’unione e la partecipazione è la strada giusta per far crescere il territorio”.
Durante questo speciale weekend come in tutte le più grandi metropoli del mondo i “buskers”, in italiano artisti di strada, metteranno a disposizione la loro professionalità e il loro talento a favore dei passanti, dei turisti e di chiunque si trovi. Saranno proposti anche spettacoli di danza aerea, disciplina che nasce nel circo dove gli acrobati eseguono su tessuti aerei acrobazie spettacolari, giravolte e cadute ai fini di creare posizioni sempre più strane e appariscenti sfidando la forza di gravità. Ma non solo, lungo le strade della città adibite al festival saranno presenti anche circa venti punti dedicati allo street food, sia con prodotti tipici e locali che con pietanze lontane dalla nostra cucine e pietanze stravaganti.
L’associazione Gioiacom, nata nell’agosto 2016, è un’aggregazione di imprenditori, aziende, professionisti, commercianti, associazioni, cooperative e consorzi, che punta a rilanciare il commercio nel paese attraverso la creazione di una rete fatta di commercianti e cittadini, con l’ausilio di campagne promozionali, l’organizzazione di eventi, ma soprattutto con la partecipazione attiva della cittadinanza.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“33, El Musical” una nueva manera de conectar el Evangelio con el mundo de hoy

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 giugno 2018

Madrid. “33, El Musical” cuenta la historia de Jesús, un joven que después de treinta años de vivir una vida sencilla y tres años predicando el ‘reino de Dios’, emprende una aventura para cumplir la misión que Su Padre le ha encomendado. La obra ha sido escrita por el sacerdote Toño Casado y se estrenará el próximo 22 de noviembre en Ifema. El musical, que ya ha sido visto por 11.000 personas con un éxito rotundo, se traslada ahora a gran formato para llegar a miles de espectadores. Don Carlos Osoro define “33, El Musical” como “el mayor montaje musical que se ha levantado en nuestro país a lo largo de su historia”. El Cardenal Arzobispo de Madrid, no quiere dejar pasar la oportunidad de ser el primero en hacer llegar a todos la noticia del próximo estreno de esta gran obra musical que tendrá lugar en una carpa abovedada de más de 2000 metros cuadrados, recreada para el espectáculo y con aforo para 1.200 personas. Don Carlos anima en su carta a todas las familias, parroquias, grupos, congregaciones y movimientos a asistir a este gran espectáculo que, “a través del lenguaje universal de la música”, presenta en el mundo cultural la vida de Jesús.Más de 100 personas componen el equipo creativo y técnico del musical y entre ellos reconocidos profesionales como: Julio Awad (Dirección Musical en ‘La Bella y la Bestia’, ‘Annie’, ‘My Fair Lady’, ‘El Fantasma de la Ópera’, etc.) Javier Isequilla (Diseñador de Sonido que ha participado en ‘Chicago’, ‘We Will Rock You’ o ‘La Familia Adams’, entre otros), Carlos Torrijos (Diseñador de Iluminación en ‘Billy Eliot’, ‘Los Miserables’, ‘Hoy No Me Puedo Levantar’…) o David Pizarro y Roberto del Campo (Diseñadores de Escenografía que cuentan con una extensa trayectoria técnica en las producciones musicales más importantes de España)“33, El Musical”, dice Don Carlos Osoro, “es una obra que responde a la necesidad de presentar a todos la novedad de Cristo de manera sencilla especialmente a las periferias de las que nos habla el Papa Francisco” y que “persigue la finalidad de enamorar a todos de Jesucristo” y “reflexionar sobre nuestra fe”.
Las entradas de “33, El Musical” ya se pueden adquirir en la web oficial http://www.33elmusical.es con un 25% de descuento antes del 15 de junio. También hay promociones para grupos, colegios y diferentes colectivos.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il gruppo storico Ventaglio d’argento anima la visita di Palazzo Cisterna

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 giugno 2018

Torino Sabato 23 giugno alle ore 10,00 Palazzo dal Pozzo della Cisterna, sede aulica della Città metropolitana di Torino, apre i battenti per l’ultima visita riservata ai cittadini prima della pausa estiva. Ospite della mattinata il gruppo storico iscritto all’Albo della Città metropolitana “Ventaglio d’argento” che accoglierà il pubblico e animerà l’intera visita.
Ventaglio d’Argento rievoca l’epoca risorgimentale con danze e brevi intermezzi recitati ed è nato ufficialmente nel 2000, per diffondere e promuovere la cultura storica del territorio attraverso la danza, la recitazione e i costumi dei secoli che vanno dal XVIII al XX. Grazie ad una precisa ricostruzione di scenari danzanti e a una rigorosa attenzione ai dettagli della moda dell’epoca, l’ambizione del gruppo è quella di far vivere e rivivere agli spettatori momenti di storia piemontese, coinvolgendoli in scene da salotto e feste danzanti. Le esibizioni del gruppo sono il frutto di un lavoro capillare di ricerca e di documentazione su usi, costumi, coreografie, regole dell’etichetta sociale e del “bon ton” del ‘700, dell’800 e del primo Novecento. Le visite del sabato a Palazzo Dal Pozzo della Cisterna riprendono a settembre con il seguente calendario: 15 settembre, 20 ottobre, 17 novembre e 15 dicembre.
L’ingresso è come sempre gratuito ma con prenotazione al numero 011-8612644, dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 13, oppure al numero 011-8617100 il lunedì e il giovedì dalle 9,30 alle 17, il martedì, il mercoledì e il venerdì dalle 9,30 alle 13. Per prenotare la visita si può anche inviare un’e-mail all’indirizzo urp@cittametropolitana.torino.it. Le visite si effettuano con un minimo di dieci adesioni. Il complesso è anche visitabile sempre su prenotazione, dal lunedì al venerdì, per scolaresche, associazioni e gruppi di cittadini.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pompeii Theatrum Mundi

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 giugno 2018

Pompei Si apre giovedì 21 giugno al Teatro Grande di Pompei la seconda edizione di Pompeii Theatrum Mundi, la rassegna di drammaturgia antica promossa dal Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale in collaborazione con il Parco Archeologico di Pompei. Lo spettacolo replicherà venerdì 22 e sabato 23 giugno sempre alle ore 21.00 La durata è di 1h 30’.
Alle 21.00 sul palcoscenico del bellissimo teatro romano andrà in scena in prima assoluta la Salomè di Oscar Wilde, nella traduzione di Gianni Garrera, su adattamento e regia di Luca De Fusco, che vede protagonisti: Eros Pagni nel ruolo di Erode, Gaia Aprea in quello di Salomè, Anita Bartolucci nei panni di Erodiade, Giacinto Palmarini in quelli di Iokanaan. Con loro condividono la scena Alessandro Balletta, Silvia Biancalana, Paolo Cresta, Luca Iervolino, Gianluca Musiu, Alessandra Pacifico Griffini, Carlo Sciaccaluga, Paolo Serra, Enzo Turrin.
Le scene e i costumi sono firmati da Marta Crisolini Malatesta; il disegno luci è di Gigi Saccomandi; le musiche originali sono di Ran Bagno; le coreografie sono di Alessandra Panzavolta; le installazioni video sono di Alessandro Papa. La produzione è del Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale, Teatro Nazionale di Genova, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Teatro Stabile di Verona.«Salomè – scrive nelle note Luca De Fusco – è un grande archetipo, un simbolo eterno di amore e morte…i registri che Wilde usa oscillano tra il drammatico, l’ironico, l’erotico, il grottesco in una miscela molto ambigua e di difficile rappresentazione proprio per i suoi meriti, ovvero per la sua originalità, che la fa solo in apparenza somigliare ad una tragedia greca mentre in realtà ci troviamo di fronte ad un’opera unica nel genere. È inoltre enigmatica ed inafferrabile la natura della protagonista e il suo desiderio di amore e morte che non trova logiche spiegazioni. Credo che l’amore/odio di Salomè per Iokanaan sia figlio di quel desiderio mimetico su cui l’antropologo René Girard ha scritto pagine memorabili. In sostanza, a mio avviso, Salomè ama talmente il profeta da volersi trasformare in lui stesso. Non può e non vuole uscire da una dimensione narcisistica dell’amore e quindi si specchia nel profeta». www. teatrostabilenapoli.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Flag: isole di Sicilia

Posted by fidest press agency su domenica, 17 giugno 2018

È iniziata da Marettimo l’attività (prevista dal PIANO D’AZIONE del FLAG «ISOLE DI SICILIA» nell’ambito del programma finanziato dal FEAMP 2014-2020 – Intervento 1.B.3) di raccolta di «marine litter» lungo le coste ad opera dei pescatori, con il coinvolgimento di pescherecci e l’utilizzo di attrezzi galleggianti. Di norma, infatti, dopo le mareggiate, e comunque durante la stagione invernale, si accumulano in alcune rade, spesso non raggiungibili se non via mare, quintali di materiale plastico, che sono davvero un grande problema di carattere ambientale oltre che un ostacolo alla fruizione del mare da parte di cittadini e turisti. Inoltre in mare, di frequente sottocosta, si attraversano alcune zone dove si concentra del materiale plastico e similare portato dalle correnti. L’attività prevista dal progetto coinvolge, pertanto, direttamente i pescatori, che saranno chiamati a collaborare fattivamente con le Istituzioni (Comuni dell’area principalmente e/o soggetti gestori di Aree Marine Protette, associazioni ambientaliste, etc…) in modo da garantire una costante pulizia delle rade e l’intero perimetro delle isole dell’area FLAG. Nel merito il progetto prevede lo svolgimento di diverse attività oltre a partecipare alle «giornate di raccolta» (ciascuna della durata non inferiore alle cinque ore e secondo una turnazione che sarà stabilita dal FLAG) di «marine litter» “spiaggiato” (ovvero arenato lungo le coste delle isole del FLAG) o fluttuante, ma è, altresì, essere richiesta la partecipazione ed il supporto al recupero di «reti fantasma», la tempestiva comunicazione di un eventuale avvistamento di specie protette al FLAG (quali foca monaca, tartarughe marine, mammiferi marini, etc..), l’adozione di un codice etico di condotta per la pesca sostenibile e la segnalazione all’autorità marittima di ogni eventuale abuso o violazione della normativa vigente». «Le finalità dell’iniziativa (che verrà realizzata fra il 2018 ed il 2019) – afferma Giuseppe Pagoto Presidente del «GAC Isole di Sicilia» – sono in definitiva quelle di valorizzare l’attività dei pescatori artigianali presenti nelle isole che ad oggi per gran parte dell’anno sono i veri custodi del mare e che presidiano i territori. Va sottolineato, infine, che, a seguito di un avviso pubblico, hanno aderito ben 83 imbarcazioni di pescatori professionisti dei Comuni del FLAG-GAC Isole di Sicilia».

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima Edizione del Festival di Poesia TRES DOTES

Posted by fidest press agency su domenica, 17 giugno 2018

Dal 22 al 24 giugno a Tredozio, suggestivo borgo dell’Appennino tosco-romagnolo, l’associazione IndependentPOETRY in collaborazione con il Comune di Tredozio e Samuele Editore, e con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, propone la Prima Edizione del Festival di Poesia TRES DOTES. Il Festival ha l’obiettivo, attraverso una proposta letteraria di respiro nazionale e un’offerta attenta alla produzione letterario/artistica locale, di valorizzare il ricchissimo patrimonio dell’Appennino Tosco-Romagnolo divenendo, per i tre giorni del Festival, polo turistico e culturale. Quest’iniziativa su pone in continuazione dell’offerta bisettimanale che l’IndependentPOETRY porta avanti da tre anni a Faenza, e per la quale si è fatta notare e apprezzare in tutta Italia.Il Festival prende il nome da un’antica leggenda del paese che riconduce la sua fondazione – e lo stesso nome Tredozio – alle tre donzelle che lo fondarono. La leggenda narra che ciascuna di loro fu portatrice di una propria dote ricevuta in dono dal padre e necessaria all’edificazione e al buon governo di un nuovo paese. Nel 2017 lo scrittore Lorenzo Bosi e la storica Barbara Verni pubblicarono il romanzo storico “Tres Dotes” (Tempo al Libro, 2017) ambientato nel borgo dell’Appennino tosco-romagnolo in onore e in ricordo di tale leggenda paesana.Il Festival nasce inoltre all’insegna del ricordo e dell’omaggio alla poetessa Maria Virginia Fabroni, nata a Tredozio nel 1851 e morta prematuramente nel 1878. Figura di spicco del panorama letterario dell’epoca (venne definita la Saffo tredoziese) fu una delle prime italiane a battersi per i diritti delle donne e a pubblicare senza uno pseudonimo maschile, oltre a rifiutare la servitù domestica in nome di un principio d’uguaglianza. Nel 2017 il Comune, sotto la direzione del Sindaco On. Simona Vietina, ha fondato l’omonimo Premio Nazionale di Poesia con l’intento di riconoscere l’importanza di una figura femminile precorritrice dei movimenti per l’indipendenza e il riconoscimento dei diritti della donna.Il Festival nasce così attorno e come coronamento e ampliamento, in linea col successo della Prima Edizione, della Seconda Edizione del Premio Maria Virginia Fabroni, nella quale il tema proposto è stato “il coraggio delle donne”. Un Concorso che quest’anno ha ottenuto 600 testi per più di 250 partecipanti da tutta Italia e non solo (anche Albania, Svizzera, Austria, Francia, Canada). All’interno del Festival ci sarà la Premiazione con l’affissione di una targa nel paese di Tredozio contenente la poesia vincitrice.Il ricchissimo programma, che si dipanerà nell’arco di tre giornate e che verrà inaugurato venerdì 22 alle ore 20.30 a cura dell’Associazione IndependentPOETRY e dell’Amministrazione Comunale di Tredozio, vanta una pluralità di eventi e di ospiti: conferenze, incontri, dibattiti, letture, performance nelle quali vedranno alternarsi voci affermate del panorama poetico nazionale a protagonisti del territorio. A impreziosire l’offerta laboratori di scrittura gratuiti, appuntamenti musicali, passeggiate letterarie per le vie del borgo, un’importante Fiera del Libro oltre alla Cerimonia di Premiazione del Concorso Maria Virginia Fabroni.In tutto il paese di Tredozio vedrà protagonisti oltre trenta autori contemporanei da tutta Italia (tra i quali Maria Grazia Calandrone, Giovanna Rosadini, Sandro Pecchiari, Valerio Grutt, Gianfranco Lauretano, Stefano Simoncelli) e trenta autori emergenti, mentre quattro musicisti accompagneranno gli eventi. Nella medesima location la Fiera del Libro ospiterà dodici case editrici locali e nazionali (tra queste Samuele Editore, Ladolfi Editore, Interno Poesia, Il Vicolo Editore, Il Ponte Vecchio Editore, Perrone Editore, Valentina Editrice, Falvison Editore, Fulmino Editore) oltre a un tavolo con i libri inviati dai poeti e che, nelle rese, andranno a costituire la Biblioteca della Poesia a cura dell’Associazione IndependentPOETRY.Nel corso del Festival verrà presentato il “Typewriter Project”, liberamente ispirato all’omonimo progetto statunitense della Poetry Society of New York. In una macchina da scrivere sarà inserito un foglio a modulo continuo con l’incipit di una poesia. Tutti i partecipanti al Festival saranno invitati a continuare il testo con i propri versi. Al termine si genererà un testo collettivo che sarà pubblicato sul sito http://www.independentpoetry.org. Verrà inoltre proposta la “Poesia in Strada” a cura di Francesco Carrubba, giovane poeta milanese che con l’ausilio di una macchina da scrivere (similmente al “Typewriter Project”) omaggerà i presenti di un testo scritto in loco sulla base di alcune parole che verranno richieste ai partecipanti. “Poesia in Strada” si è fatto ultimamente notare in quanto ospite del Festival di Poesia Internazionale organizzato al Mudec di Milano.In paese si terrà, in concomitanza alla manifestazione, anche un mercatino di prodotti locali come punto ristoro per il pubblico.
http://www.independentpoetry.org.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra La Biblioteca del Principe

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

Roma Inaugurazione 20 giugno ore 16.00 Apertura al pubblico dal 21 giugno al 30 settembre 2018. Musei di Villa Torlonia, Casina delle Civette Via Nomentana 70 mostra La Biblioteca del Principe. Libri d’Artista di Vittorio Fava. Il percorso della mostra si snoda, in continuo dialogo con la Casina, attraverso circa 20 libri d’Artista, tutti sfogliabili; quali saranno state le letture del Principe? Trattati d’arte, di alchimia, di zoologia, botanica, visto il suo amore per le piante. Cosa è rimasto di tutti questi libri? Nulla. Ed ecco che Vittorio Fava ha ricostruito la biblioteca perduta. Saranno presenti Maria Grazia Massafra Responsabile del Museo della Casina delle Civette e Curatrice della mostra Stefania Severi Critica d’arte e Curatrice della mostra Vittorio Fava Artista.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Capsula del tempo

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

Roma Tra il 20-22 giugno p.v. presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Via Giulia, 1) si terrà il Festival CAPSULA DEL TEMPO, una tre giorni per celebrare il passato ed il presente dell’Accademia d’Ungheria in Roma tra concerti, performance e mostre.Il Festival prenderà inizio mercoledì 20 giugno p.v. alle ore 20.30 con il concerto ”Mi copro soltanto con le stelle” che vedrà la partecipazione di Luca KÉZDY (violino) e Evelin TÓTH (canto), vincitrici del concorso ”Bőröm alatt viszlek haza”, indetto in occasione del 90o anniversario della fondazione dell’Accademia d’Ugngeria in Roma, in collaborazione con Anselmo de Filippis, Maria Laura Caselli.
Giovedì 21 giugno p.v. ore 20.30 si proseguirà con il concerto di world music del Gruppo BAJDÁZÓ, con la partecipazione di Ákos GYŐRFFY (tappeto acustico, effetti, looper, ritmo), Zoltán GUGYELLA (basso, looper), Zsigmond MILE (canto, chitarra), András HALMOS (percussioni). Il Gruppo Bajdázó fondato dal poeta e musicista ungherese Ákos Győrffy vanta un repertorio basato sulla contaminazione di testi letterari di alta qualità, tradizione folcloristica ungherese, musica classica e jazz, ed è in grado di portare l’ascoltatore nell’atmosfera delle montagne di Börzsöny (Ungheria Settentrionale) dove persino l’anima più irrequieta riesce a trovare pace. L’evento si inserisce nella ricca serie di concerti previsti per l’edizione 2018 della Festa Europea della Musica.
Venerdì 22 giugno p.v. alle ore 20.30 è in programma l’inaugurazione della mostra dei borsisti dell’Accademia d’Ungheria in Roma, intitolata Frammenti di parole
(Culla – Strati – Catacombe – Temporeggiare). Nell’ambito della mostra curata da Pàl Németh e aperta al pubblico fino al 31 agosto p.v. verranno esposte le opere di Csaba FÜRJESI, Márton MAGYARI, Beatrix MAKKAI – KOVÁCS, Éva MAYER.
Il Festival terminerà venerdì 22 giugno p.v. alle ore 21.00 con la performance sonora e visiva, “Capsula” di Angela Eke e Petra Páder. Le due artiste, tramite la performance rievocheranno le opere di alcuni poeti, scrittori ed artisti che nel 1947/48 avevano soggiornato presso l’Accademia d’Ungheria in Roma. L’installazione utilizzata nel corso della performance è composta da due sfere di nylon dalle dimensioni di un uomo con dentro le due artisti. Le sfere possono essere interpretate in vari modi, come qualcosa di inafferrabile o come la chiusura del nostro mondo interiore, dei nostri ricordi ed emozioni legati al passato. Le sfere, ispirandosi a Simon Hantai, vengono ricoperte con una decorazione realizzata con la tecnica del pliage. Nel corso della performance alcune opere, lettere o frammenti di diari dei poeti/ scrittori Amy Károlyi, Ferenc Karinthy, Sándor Weöres, János Pilinszky, Ágnes Nemes Nagy verranno rievocati tramite un collage sonoro insieme ad una serie di interviste effettuate con alcuni tuttora vivi, tra cui Judit Riegl, Márton Karinthy.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Film: Giochi di potere

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

Nelle sale italiane del grande schermo dall’11 luglio del 2018. Un giovane talentuoso e pieno di ideali ottiene finalmente il lavoro dei suoi sogni alle Nazioni Unite. Ma a volte i sogni nascondono una cruda e sconfortante realtà. Tacere o raccontare quello che non avrebbe mai dovuto scoprire, mettendo a repentaglio tutto, persino la propria vita e quella della donna che ama? Ispirato all’autobiografia di Michael Soussan, Backstabbing for Beginners: My Crash Course in International Diplomacy, Giochi di Potere racconta l’inquietante dietro le quinte del programma “Oil-for-food” (letteralmente petrolio in cambio di cibo), attivato dalle Nazioni Unite dal 1995 al 2003. Uno scandalo che coinvolse moltissimi Paesi, Italia compresa, proprio per le tangenti pagate al governo iracheno di Saddam Hussein in cambio di milioni di barili di greggio. A dare il volto al protagonista di questo incalzante political thriller è Theo James (le saghe Divergent e Underworld) affiancato dal Premio Oscar® Ben Kingsley e dall’affascinante Jacqueline Bisset. Il film arriverà nelle sale italiane l’11 luglio distribuito da M2 Pictures.
Il film, ispirato all’autobiografia di Michael Soussan, Backstabbing for Beginners: My Crash Course in International Diplomacy, è la storia di Michael (Theo James), un giovane idealista che ottiene il lavoro dei suoi sogni alle Nazioni Unite come coordinatore del programma “Oil for Food”. Si ritrova in un Iraq che, nell’atmosfera già tesa del dopoguerra, è assediato da agenti del governo e da paesi avidi di potere attratti come squali dalle sue riserve di petrolio. Michael cercherà risposte nell’unica persona di cui è convinto di potersi fidare, Pasha (Ben Kingsley), suo capo ed esperto diplomatico. Ma quanto più inizia a scoprire i dettagli, più comincerà ad affacciarsi il sospetto che si tratti di una cospirazione ad alti livelli. L’unica via di uscita sarà quella di denunciare tutto, mettendo a rischio la sua vita, la carriera del suo mentore e la vita della donna curda di cui è innamorato.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Teatro di Roma nell’area del “Cratere”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

Roma domenica 17 giugno (ore 19.30) a Cittareale, presso la Tensostruttura (in località Ricci) un inedito recital di Lino Guanciale e Davide Cavuti. L’iniziativa promossa da MiBACT e Regione Lazio per la realizzazione di progetti di spettacolo dal vivo, gratuiti, nei comuni del “cratere del terremoto”, vede la partecipazione del Teatro di Roma tra le istituzioni del Lazio impegnate nella restituzione di una identità e vitalità culturale nei luoghi danneggiati dal sisma del 2016. Con I SOGNATORI HANNO I PIEDI APPOGGIATI SULLE NUVOLE Lino Guanciale e Davide Cavuti guidano gli spettatori in un piccolo e suggestivo viaggio, tra serio e faceto, attorno ad alcuni grandi classici contemporanei all’insegna dell’ironia tipica del Flaiano più caustico, graffiante, divertente. La recitazione intensa e coinvolgente di Guanciale, accompagnata dalle melodie sofisticate e raffinate di Cavuti, intessono un itinerario poetico alla scoperta di quelle opere letterarie che hanno arricchito e continuano ad accrescere la nostra esistenza, rifacendosi allo stile del celebre poeta e scrittore Ennio Flaiano, al suo moralismo, alla sua vena satirica, in grado di esprimere le contraddizioni e le inquietudini del suo tempo senza mai prendersi troppo sul serio. Il titolo stesso dello spettacolo riprende una famosa massima dello scrittore su cosa voglia dire essere sognatori, quasi a intessere un lungo sogno animato dalla letteratura, dal sapere, dalla musica, dalla poesia e dalla vita, lasciando, tra una risata e una riflessione, un messaggio di fiducia e speranza. Il duo Guanciale-Cavuti, forte di un legame artistico che dura da anni, fonde parole e note, motivi e pensieri, dando vita ad un’atmosfera suggestiva che possa animare e divertire quei luoghi feriti, facendo affidamento ai classici per parlare dell’oggi.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival Internazionale dei Beni Comuni

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 giugno 2018

Chieri (To) da venerdì 29 giugno a domenica 1 luglio 2018. Incontri, dibattiti e spettacoli aperti al pubblico, a ingresso gratuito in tutta la città e negli spazi urbani recuperati o da recuperare. Direttori scientifici: Ilda Curti e Claudio Calvaresi. Direttore artistico: Fabrizio Vespa.Con esperti da tutta Italia (e anche dall’Europa) affronterà i tanti aspetti che coinvolgono il tema della rigenerazione urbana e della partecipazione condivisa sul riutilizzo delle aree abbandonate in città, questioni sempre più urgenti per le amministrazioni cittadine di tutta Europa. Temi che saranno trattati dai punti di vista economico, sociale, finanziario, culturale, ambientale. Momenti di spettacolo e di arte valorizzeranno gli spazi cittadini di ex fabbriche, come “Il Terzo Paradiso” di Michelangelo Pistoletto, l’installazione dello street artist Labadanzky (che realizzerà con materiale recuperato nelle fabbriche abbandonate), la performance della poetessa Alessandra Racca.
Attraverso seminari, dibattiti e incontri aperti alla cittadinanza, si riuniranno operatori, tecnici ed esperti in vari settori, per affrontare il tema della rigenerazione urbana sotto tutti i suoi aspetti. Saranno presenti imprese, cooperative sociali, fondazioni, associazioni, operatori culturali, community organizer, che sono gli attori che oggi, promuovendo iniziative di sviluppo e rigenerazione urbana, producono innovazione nella città.
Tra gli ospiti: Mario Calderini, direttore di Tiresia, il Centro di ricerca per la finanza di impatto e l’innovazione del Politecnico di Milano, per spiegare come l’innovazione sociale possa produrre cambiamento non solo in termini di welfare, ma anche di valorizzazione economica e sistemica dei territori; Joan Subirats, professore all’Università Autonoma di Barcellona, assessore alla Cultura del Comune di Barcellona. http://www.festivalbenicomuni.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Rome Inclusive Fashion Night”

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 giugno 2018

Roma Venerdì 15 Giugno ore 21 – St. Regis Rome – Sala Ritz si terrà una sfilata d’eccezione, tra le più originali del panorama fashion. Nei lussuosi spazi del St. Regis di Roma, si potrà assistere, in occasione della “Rome Inclusive Fashion Night”, ad una sfilata che vedrà riunite importanti personalità istituzionali, come la Sindaca di Roma Virginia Raggi, stilisti, testimonial e giornalisti del settore per un defilè davvero inclusivo dove, accanto alle maggiori top model, sfileranno modelle disabili provenienti da tutto il mondo.Organizzata dalla Fondazione Vertical, ente no profit impegnato nella ricerca sulle lesioni midollari, insieme all’Agenzia di Moda inclusiva Iulia Barton, l’appuntamento si configura come uno dei Fashion Show più prestigiosi della moda internazionale.Alcuni fra i più grandi stilisti che rappresentano il made in Italy nel mondo hanno aderito per presentare le loro collezioni e abbracciare la vision che è alla base del progetto: dimostrare come la disabilità non sia una barriera, ma possa rappresentare un’occasione di incontro e apertura. Le grandi maison, come Renato Balestra, Carlo Pignatelli, Giada Curti e Gianni Sapone presenteranno le loro collezioni sulla passerella e i capi saranno indossati da top model e modelle con disabilità.L’evento è patrocinato da Roma Capitale, sostenuto da Euroma2, che condivide i valori alla base del progetto e proietterà sui maxi schermi dello shopping mall le immagini della sfilata, come primo appuntamento in vista del decennale del prossimo 23 giugno.“Siamo orgogliosi di portare a Roma questo evento internazionale con cui celebriamo la bellezza, la femminilità e la diversità – dichiara Fabrizio Bartoccioni, presidente di Fondazione Vertical- e ringrazio le firme che hanno voluto dimostrare con la loro presenza che la moda non ha confini.”Il Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito, durante la conferenza stampa dell’evento che si è tenuta nella Sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini, ha affermato “è un evento innovativo e originale, che coinvolge top model e modelle con disabilità vestite dalle principali maison italiane per dare un segnale di apertura che va nella direzione dei nostri principi programmatici”.Ѐ poi intervenuto il disability manager del Campidoglio Andrea Venuto, che ha sottolineato l’importanza di questo genere di iniziative, che vogliono essere occasioni di coinvolgimento e sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui temi della disabilità.L’intero incasso dell’evento verrà destinato alla Fondazione Vertical per la ricerca sulle lesioni spinali.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Palermo la mostra di Francesca Leone

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 giugno 2018

Palermo Real Albergo dei Poveri Corso Calatafimi 217 Orari: Dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 19 (ultimo ingresso ore 18.30) ingresso gratuito. Lunedì chiuso. L’artista romana, Francesca Leone, torna a Palermo che l’ha accolta nel 2008 con la sua prima esposizione personale e che la ritrova oggi dopo 10 anni con alle spalle un ciclo di grandi mostre nei più importanti musei d’arte contemporanea: Russia, Cile, Argentina e dopo due importanti istallazioni museali realizzate per La Triennale di Milano e per il Museo Macro di Roma. La mostra dall’emblematico titolo “Monaci” è promossa dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana di Palermo Capitale della Cultura 2018 ed è organizzata da Civita. Il percorso espositivo, composto di 26 opere inedite è curato dal critico d’arte Danilo Eccher e sarà un’anticipazione significativa della grande personale che Francesca Leone porterà in autunno a Madrid. “Due file di monaci silenziosi, assorti, appoggiati alle pareti, avvolti in un consunto saio cementizio. Muti esibiscono le stigmate di una crudele quotidianità offrendo stemmi araldici di un’attualità sofferente. Come silenziosi monaci guerrieri assistono alla processione liturgica di confratelli adornati di paramenti cerimoniali della strada, dello scarto, della marginalità. Nelle austere aule del Real Albergo dei Poveri si sta officiando il rito della contemporaneità “(D. Eccher)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Siena in mostra la pittura di Massimo Lomi

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 giugno 2018

Siena 23 giugno la galleria Beaux Arts di Siena (via Montanini, 38) propone “Soltanto la luce…”, un nuovo appuntamento con l’arte contemporanea. Protagonista la pittura di Massimo Lomi caratterizzata da singolari tagli prospettici e atmosfere rarefatte.Sono oggetti di legno in disuso come vecchie persiane o tavole smesse ad accogliere i paesaggi intimi e poetici che propone l’artista labronico: la sua arte colta ed elegante offre scorci urbani che hanno il potere di evocare veri e propri stati d’animo dove la luce è la vera protagonista, capace di plasmare volumi e muovere la materia pittorica creando trasparenze e segnando linee e prospettive.Non mancano tavole che propongono scorci della città di Siena a cui Lomi dedica suggestivi dipinti fatti di delicati cromatismi che descrivono stagioni e sentimenti.Massimo Lomi si diverte a sperimentare con maestria tecniche e linguaggi: la sua è una pittura figurativa che parte da un sapere antico vestendolo di contemporaneità.I suoi soggetti dipinti a tempera con una tecnica che trae ispirazione dalla lezione dei pittori post-macchiaioli.
Classe 1953, Massimo nasce in una famiglia di artisti: il nonno Giovanni, era un noto pittore post-macchiaiolo e apprezzato cantante lirico mentre il padre Federigo un ottimo esecutore di musica jazz.Fin da giovanissimo Massimo Lomi si misura con la pittura en plein air, imparando così ad osservare. Dopo il liceo artistico inizia ad affinare il suo istinto pittorico. Nel 1972, propone la sua prima personale a Milano, dove viene apprezzato per l’originalità che esprimono le sue opere. Da lì inizia la sua carriera che lo porta in numerose città, con esposizioni in gallerie pubbliche e private. Alla sua arte è dedicato il docufim “I colori del sentimento” realizzato nel 2007 dal regista Luca Dal Canto.
Ingresso gratuito Orario: lunedì dalle ore 16 alle ore 19.30 dal martedì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 13 e dalle 16 alle 19.30 domenica chiuso.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

London Design Festival 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 giugno 2018

American Hardwood Export Council (AHEC), Waugh Thistleton Architects e ARUP stanno collaborando per presentare MultiPly, il padiglione principale del London Design Festival 2018. Sarà un padiglione modulare in tulipier americano lamellare a strati incrociati, che si troverà nel Sackler Courtyard del Victoria and Albert Museum (V&A) dal 15 settembre 2018.MultiPly, uno dei progetti di riferimento del London Design Festival, sarà composto da una serie di spazi interconnessi che si sovrappongono e si intrecciano, e incoraggerà i visitatori a riflettere sul modo in cui progettiamo e costruiamo le nostre case e città, affrontando due delle più grandi sfide dell’età attuale: il disperato bisogno di alloggi e l’urgenza di combattere il cambiamento climatico, presentando una possibile soluzione attraverso la fusione di sistemi modulari e materiali da costruzione sostenibili. “L’ambizione principale di questo progetto è di discutere pubblicamente riguardo a come poter affrontare le sfide ambientali attraverso una costruzione innovativa e conveniente”, afferma Andrew Waugh, co-fondatore di Waugh Thistleton. “Siamo a un punto di crisi sia in termini di abitazioni che di emissioni di CO2, e riteniamo che la costruzione attraverso l’utilizzo di un materiale versatile e sostenibile come il tulipier americano sia un modo importante per affrontare questi problemi”.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Padova Pride Village

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 giugno 2018

Da venerdì 15 giugno a sabato 15 settembre riaprono a Padova i cancelli del Pride Village, appuntamento estivo ormai imprescindibile del Nord Italia, capace di calamitare ogni anno più di 120.000 persone, provenienti da tutta la penisola, nei padiglioni della Fiera di Padova.
Anche per questa undicesima edizione il Festival porterà in città tre mesi di musica, teatro, cultura e divertimento all’insegna della promozione e del rispetto dei diritti civili delle persone LGBTI.A tagliare il nastro dell’XI edizione, venerdì 15 giugno, sarà Barbara D’Urso, regina della televisione italiana, con ascolti record in tutte le sue trasmissioni, da Pomeriggio 5 a Domenica Live e fino all’attuale edizione del Grande Fratello, e soprattutto da sempre in prima linea per i diritti.«Nella mia vita mi sono sempre battuta per i diritti civili, contro l’omofobia e la violenza sulle donne – spiega Barbara D’Urso – Ho quindi accettato con grande piacere l’invito a partecipare al Padova Pride Village come madrina. Sono sicura sarà una bellissima serata» La sigla ufficiale del Pride Village di quest’anno porta, inoltre, la firma prestigiosa di Cristiano Malgioglio, cantautore che ha firmato successi per artisti del calibro di Mina, Raffaella Carrà, Adriano Celentano, Ornella Vanoni, Patti Pravo e molti altri. Il suo ultimo singolo, la hit dai ritmi latini “Danzando Danzando”, presentata durante la semifinale del GF e già disponibile su tutti gli store digitali, farà ballare il pubblico del Festival per tutta l’estate.Durante l’evento d’inaugurazione lo stesso Malgioglio la canterà insieme a tutta l’animazione del Pride Village, esibendosi poi in un live in cui presenterà tutti i suoi più grandi successi, tra i quali “O maior golpe do mundo (mi sono innamorato di tuo marito)”.Il Padova Pride Village rimarrà aperto, dal mercoledì al sabato, fino a sabato 8 settembre con un’extradate sabato 15 settembre che chiuderà l’estate patavina. Partner dell’undicesima edizione del Padova Pride Village sono Anima, Flexo, Trash&Chic, bitHOUSEweb, Infodiscoteche. Main sponsor: Birra Corona e P31 Green Spritz. Media partner: Radio Company e Gay.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Rock Song is a Love Song” a Parma per Meridians Onlus

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 giugno 2018

Parma. Torna lunedì 18 giugno alle 20:30 presso il Campus Industry Music in Largo Simonini a Parma, “Rock Song is a Love Song”, il concerto benefico della JC Band in sostegno di Meridians Onlus.Il Gruppo rock, guidato dal frontman Massimo Scaccabarozzi, Presidente e Amministratore Delegato di Janssen Italia e Presidente di Farmindustria, vanta oltre 100 concerti benefici tra l’Italia e l’estero e festeggia quest’anno i 10 anni dalla sua nascita.
L’Associazione Meridians Onlus è impegnata da anni nella realizzazione di progetti umanitari di assistenza sanitaria in Italia e nel mondo in collaborazione con la Scuola di Medicina dell’Università di Bari e la Società Italiana di Nefrologia.La JC Band, il gruppo rock che si esibisce dal 2008, è interamente composta da dipendenti Janssen Italia, guidati dal frontman Massimo Scaccabarozzi, voce e chitarra, Presidente e Amministratore Delegato di Janssen Italia e Presidente di Farmindustria. Insieme a lui, si esibiscono i musicisti-colleghi: Maurizio Lucchini al basso; Orazio Zappalà e Francesco Mondino alle chitarre elettriche, Antonello Caravano alle tastiere e Antonio Campo alla batteria.«Sono grato a Massimo Scaccabarozzi e alla JC Band per il sostegno a questo importante progetto: la riattivazione di un Centro dialisi e di un Centro di immunopatologia renale permetterà di diagnosticare precocemente eventuali danni e procedere tempestivamente con le opportune terapie – ha commentato Domenico Zonno, Presidente di Meridians Onlus -. Si stima, così, che potranno essere salvate più di 2.000 vite umane ogni anno. Una volta realizzato il nostro progetto, con 8 stazioni dialitiche per cronici e 2 per acuti, si prevede di poter assistere circa 32-64 pazienti cronici e circa 100 pazienti acuti l’anno. Il progetto è frutto della collaborazione con i Frati Minori di San Francesco in Africa coordinati da fr. Carmelo Giannone Ofm. In questo momento stiamo lavorando all’elaborazione di un accordo di collaborazione tra l’Ospedale Universitario di Mbarara e diversi partner italiani per il reperimento delle risorse finanziarie e per l’attivazione del Centro”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: “Plastica? … Sì, grazie!”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 giugno 2018

Mantova Dal 15 giugno al 30 giugno 2018 la Galleria Arianna Sartori di Mantova nella sede di Via Cappello 17, ospiterà la mostra personale dell’artista milanese CIBI intitolata “Plastica? … Sì, grazie!” Declinazione artistica di un materiale controverso. Incominciamo dalle mele. L’inaugurazione della mostra si svolgerà Venerdì 15 giugno alle ore 18.00 alla presenza dell’artista.“Mi sono da sempre dedicato alla plastica, per necessità e per lavoro; grazie al suo fascino si creò un legame importante cosicché la mia attività si svolse al fianco di una compagna gradevole, sempre giovanile, in continua trasformazione, mai annoiante.
Da molto tempo rifletto sulla possibilità di utilizzarla anche in applicazioni meno industriali e ripetitive ma più artigianali ed amene; lentamente è andata delineandosi una personale interpretazione artistica e sempre di più è aumentato il desiderio di esprimerla; molti anni dopo e nel tempo libero l’ho appagato dando così vita all’iniziativa che qui presento.Nei miei lavori, abbinato al legno, utilizzo il pmma (polimetilmetacrilato). Puntare su questo materiale non è stato difficile, è bello, caldo, trasparente e soprattutto longevo e stabile alla luce; per queste ragioni molti artisti lo hanno scelto per esprimere la propria creatività.Anche la mia declinazione non poteva prescindere dalle sue qualità cercando però di utilizzarlo in una forma nuova ed inedita verso la quale è stata indirizzata tutta la sperimentazione.
Oggi nel mio lavoro la mela è diventata una componente marginale che comunque non trascuro e continuo ad utilizzare come strumento per affinare un metodo trasportando i risultati sulle nuove realizzazioni.Così la mia tela acrilica diventa un materiale sartoriale che oltre a cucirsi addosso a pezzi della natura come un frutto, una foglia, un pezzo di legno diventa un binario, un tracciato, una geometria sognate, una architettura planare ma… rimaniamo alle mele che gentilmente accolte nella Galleria di Arianna Sartori saranno le protagoniste”.
CIBI nasce a Rho nel 1955, frequenta a Milano la facoltà di chimica industriale entrando ben presto nel mondo del lavoro dedicandosi alla plastica; in tale materiale intravede da subito potenzialità creative straordinarie ma lascia questa visione alle spalle per dedicarsi all’azienda nella quale ricerca, sperimenta e porta sul mercato numerose soluzioni nei settori industriali più diversi. Ed è durante questo affascinante cammino all’interno dell’universo plastico che Cibi incontrerà il polimetilmetacrilato (PMMA): ne rimarrà folgorato ed una sorta di innamoramento / panico farà sì che esso diventi da quel momento il suo punto di riferimento sul quale dedicarsi con grande passione e concentrare l’attenzione.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Myung-Whun Chung riporta Fidelio alla Scala

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 giugno 2018

Milano Dal 18 giugno al 7 luglio il Maestro Myung-Whun Chung dirige per la prima volta in versione scenica Fidelio di Ludwig van Beethoven, dopo aver conquistato il pubblico scaligero con recenti letture delle Sinfonie. L’inno beethoveniano all’amore e alla libertà torna nello stesso allestimento maestoso ed essenziale firmato da Deborah Warner per la regia e Chloé Obolensky per scene e costumi che nel 2014 segnò l’ultimo 7 dicembre di Daniel Barenboim come Direttore musicale. La versione dell’opera prescelta, come nel 2014, è in massima parte l’ultima del 1814 con i dialoghi di Treitschke ma con una differenza nella scelta dell’Ouverture, che sarà Leonore n° 3 invece della n° 2 che era stata preferita da Barenboim.
Nell’ottantesimo anniversario delle leggi razziali del 1938, che colpirono tanti artisti ebrei in Italia, il Teatro alla Scala dedicherà la prima di Fidelio alla memoria di Vittore Veneziani ed Erich Kleiber. Nel 1938 Veneziani, allora Direttore del Coro del Teatro, fu allontanato proprio in ragione della sua origine ebraica. Erich Kleiber, che avrebbe dovuto dirigere Fidelio quell’anno, rinunciò per solidarietà con il collega. Sarà poi Toscanini a imporre il reintegro di Veneziani dopo la guerra.
Nella parte di Leonore si alternano Ricarda Merbeth, già splendida Marie in Wozzeck alla Scala, e Simone Schneider, che dopo i primi passi come soprano lirico si sta affermando nei principali ruoli straussiani e beethoveniani: sarà infatti nuovamente Leonore a Berlino e Amburgo nei prossimi mesi. Florestan è Stuart Skelton, tenore australiano che ha recentemente interpretato Tristan con Sir Simon Rattle e i Berliner Philharmoniker e presto sarà Otello a Baden Baden con Daniele Gatti. La parte del malvagio Don Pizarro è affidata a Luca Pisaroni, applaudito dal pubblico scaligero come Leporello nel 2017 e conteso dai grandi teatri tra cui il Metropolitan, dove sarà Don Giovanni. Marzelline è Eva Liebau, ascoltata pochi mesi fa come Ännchen in Der Freischütz diretto da Chung, e il padre Rocco è interpretato da Stephen Milling il cui prossimo impegno è Hagen a Londra con Antonio Pappano. Infine Don Fernando è Martin Gantner, che sarà tra l’altro Beckmesser con Petrenko a Monaco.
Lo spettacolo è firmato dalla regista britannica Deborah Warner, che dopo essersi imposta nella prosa grazie alla sua collaborazione con la Royal Shakespeare Company si è dedicata con sempre maggiore assiduità all’opera realizzando tra l’altro una produzione di Death in Venice di Britten che aveva conquistato il pubblico del Piermarini nel 2011.
Per la sua unica opera (che non fu tuttavia il suo unico progetto teatrale: da ricordare il balletto Die Geschöpfe des Prometheus del 1800/1801, le numerose musiche di scena tra le quali spicca Egmont del 1809/10 e il progetto per l’opera Vestas Feuer, Il fuoco di Vesta, su libretto di Schikaneder) Beethoven sceglie la forma del Singspiel: una struttura di teatro musicale che alterna brani cantati e parlati e in area tedesca include titoli mozartiani tra cui Die Zauberflöte, ma che all’epoca di Beethoven tornava in auge soprattutto grazie alla voga dell’opéra comique che attraversava l’Europa. Il compositore sceglie infatti un testo francese, Léonore ou l’amour conjugal, scritto da Jean-Nicolas Bouilly nel 1794, poco dopo la caduta di Robespierre, inserendosi nella moda delle pièces à sauvetage (in tedesco Rettungsoper) che mettevano in scena personaggi salvati all’ultimo istante da gravi pericoli. La composizione, iniziata mentre l’autore attendeva alla Terza Sinfonia (1804), è alquanto travagliata e comprende tre differenti versioni.
Fidelio, titolo sconosciuto all’Italia ottocentesca (in tutto il secolo si contano solo una rappresentazione a Bologna e una a Milano) è opera di costante se non frequente rappresentazione alla Scala ed è, per tradizione e per necessità, appannaggio dei più grandi Maestri. Il debutto avviene solo nel primo centenario della morte di Beethoven, nel 1927, auspice Arturo Toscanini e con Francesco Merli e Elisabetta Ohms Pasetti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto Ensemble di flauti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 giugno 2018

Cosenza Giovedì 21 giugno 2018, dalle ore 11.00 alle ore 12.00, la Galleria Nazionale di Cosenza Palazzo Arnone parteciperà alla Festa della musica ospitando il concerto Ensemble di flauti. L’iniziativa è parte integrante di Music Marathon 2018 – La liturgia delle ore musicali, manifestazione organizzata dal Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza che propone dodici ore consecutive di concerti e coinvolgerà oltre alla Galleria Nazionale di Cosenza altri siti culturali della città bruzia.La Galleria Nazionale di Cosenza, diretta da Domenico Belcastro, è afferente al Polo Museale della Calabria guidato da Angela Acordon. Ingresso gratuito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »