Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 151

Archive for the ‘Mostre – Spettacoli/Exhibitions – Theatre’ Category

Exhibitions – Theatre

Palermo: concerto del primo maggio

Posted by fidest press agency su martedì, 25 aprile 2017

LigabueVasco-RossiPalermo. Il Dorian organizza il “Primo maggio in musica”, lunedì 1 maggio al Circolo ippico Riders club (ex maneggio San Giorgio) in viale Regione siciliana 7900. La giornata inizierà alle 11 e fino a sera, con gare a cavallo, alternate col pranzo al barbecue, l’animazione, la diretta con Radio in. Particolarmente ricco il parterre musicale, che vedrà alternarsi il tributo Ligabue con gli Aquariopalude, il tributo Vasco Rossi dei Colpa D’alfredo, e il pop totale dei Roxy.
Per chi vorrà partecipare all’intera giornata, dalle 11 alle 21, con ingresso, concerti, piatto di grigliata mista, 2 bicchieri di vino e acqua, il costo è 15 euro a persona. I bambini pagheranno 10 euro e potranno giocare nell’area attrezzata.
Per chi volesse raggiungere il posto nel pomeriggio, dopo le 16, l’ingresso costa 6 euro ed è valido solo come ingresso, senza consumazione, con possibilità di assistere ai concerti.
Per prenotare, telefonare al 380 798 0615 o al e 393 977 3133. L’evento è prodotto da Dorian in collaborazione con DORIAN LIVE MUSIC PALERMO, ROCK SHOW EVENTI, CasaPalude Artewiva e Radio In 102. (foto: ligabue, Vasco-Rossi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo spettacolo di Enrico Maria Falconi “Amazzonia”

Posted by fidest press agency su martedì, 25 aprile 2017

amazzonia1Roma Giovedì 27 aprile ’17 al al Teatro Ambra alla Garbatella Piazza Giovanni da Triora, 15, (da giovedì 27 aprile a sabato 29 Aprile 2017 alle ore 21,00) debutterà in prima nazionale il nuovo spettacolo di Enrico Maria Falconi “Amazzonia”.
Dopo l’ultimo successo di pubblico e critica riscosso con lo spettacolo “Moby Dick. Me Stesso. Cerco”, Enrico Maria Falconi ha sentito l’esigenza di raccontare un contesto, quale quello della foresta Amazzonica, apparentemente così lontano.
amazzoniaL’idea del Sud che si incontra (e scontra) con l’idea di Nord. Una dicotomia che non rimane solo geografica ma permea in una visione spesso opposta della vita e del rapporto con la natura che ci circonda.
Trenta attori in scena tra cui: Enrico Maria Falconi, Rachele Giannini, Patrizio De Paolis, Simone Luciani, Ettore Falzetti, Claudia Crostella, Marina Billwiller, Matilda Terzino, Simona De Leo, Andrea Polidori, Attilio Monti, Asia Retico, Virginia Serafini, Nico Lipparelli.
„Amazzonia“ è una storia contemporanea che inizia da una favola brasiliana che narra del rapporto intimo tra l’uomo e la natura, attraversa l’Enciclica di Papa Francesco “Laudato Si”, “Siamo una sola famiglia umana. Non ci sono frontiere e barriere politiche o sociali che ci permettano di isolarci” , allo stesso modo non c’è spazio per la globalizzazione dell’indifferenza , per giungere poi fino alla periferia di una grande città del Sud Italia. (foto: amazzonia)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

R3O. Capolavori a domicilio: nuove forme di virtuosismo

Posted by fidest press agency su martedì, 25 aprile 2017

Roma Giovedì 27 Aprile 2017, ore 18:00 Accademia di Danimarca Via Omero 18 Capolavori a domicilio. Nuove forme di virtuosismo R. Schumann: Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129 L. v. Beethoven – F. Liszt: Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 A. Nocerino, violoncello E. Frenzilli, pianoforte Prezzo dei biglietti stagione 2016 / 2017: intero: € 12,50 ridotto Bibliocard: € 8,50 ridotto (Under 35 | Over 65 | Personale Roma Tre): € 7,50 Soci R3O e studenti Roma Tre regolarmente iscritti: € 2,50- I biglietti possono essere acquistati presso il luogo di svolgimento del concerto, a partire da un’ora prima dell’inizio. Anche attraverso la vendita online si può accedere alle riduzioni previste (inclusa la riduzione soci).
Roma Tre Orchestra è un’Associazione e gli iscritti hanno la possibilità di accedere ad ogni concerto al prezzo simbolico di € 2,50, escluso il costo iniziale di iscrizione, che per l’anno 2016 varia nel seguente modo: Under 16: € 15,00 Under 35 e Over 65: € 25,00 Personale TAB Università Roma Tre: € 25,00 Personale Docente Università Roma Tre: € 30,00 Tessera standard: € 35,00 http://www.r3o.org

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna il premio Cascella: Il tema di quest’anno è “La menzogna”

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

Found NemoStreet Air RaceOrtona (CH) dal 25 aprile al 28 maggio 2017 Biblioteca Diocesana S. Domenico, Largo Ricciardi,torna il premio Cascella. Dal 1955 è uno dei Premi d’Arte tra i più prestigiosi d’Italia. In esposizione opere fotografiche e pittoriche di 30 talenti delle arti visive finalisti del Premio Cascella 2017.Il Premio esporrà nuovi talenti delle arti visive. Molti sono stati gli aiuti avuti da artisti affermati quali Marianna Santoni, Andrea Amaducci, Mr Wany, Franco Sumberaz e non ultimo Matteo Basilè, discendente dello stesso Basilio Cascella a cui il premio è intitolato. Quest’anno ospiti i primi due vincitori della sezione International: i fotografi Polo D e José María Ocaña Rizo. Il Premio ha lo scopo di offrire visibilità a chiunque sia impegnato in una seria ed onesta ricerca artistica, segnalarlo all’attenzione degli operatori dell’arte ed insieme offrire adeguati spazi espositivi e risonanza di critica e di pubblico a livello nazionale ed internazionale.
Autori: Polo D, Symbolon, AGA Agnieszka Bak, Riccardo Antonelli, Agostino Bergo, Giulio Calamandrei, Francesca Candito, Leonardo Cannistrà, Norma Carminati, Fabrizio Cordara, Wanda D’Onofrio, Davide Di Fonzo, Ornella Di Profio, Michele Dolci, Carola Eirale, Carmine Esposito, Pino Ferrucci, Diego Gammuto, Salvatore Grisafi, Veronica Liuzzi, Luigina Luzii, Teresa Mancini, Giorgio Nuzzo, José María Ocaña Rizo, Nicola Claudio Palermo, Francesco Palluzzi, Lorenzo Palombini, Alessandro Passerini, Elisa Pietrelli, Paolo Pozzi, Erika Riehle, Monica Seksich, Maria Barbara Tartari, Sara Vacchi, Luisa Valenzano, Valerio Villani, Serena Vittorini, Massimo Volponi. (foto: Found Nemo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

YTALIA Energia Pensiero Bellezza. Tutto è connesso

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

firenzeFirenze Forte di Belvedere, mercoledì 31 maggio ore 11.00 inaugurazione (dal 2 giungo al 1 ottobre – Ytalia, una imponente mostra collettiva sull’arte italiana contemporanea ideata e curata da Sergio Risaliti. Il progetto espositivo – promosso dal Comune di Firenze e organizzato da Mus.e – nasce in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi, l’Opera di Santa Croce e il Museo Marino Marini).
L’Italia è una repubblica fondata sull’arte e la bellezza; si potrebbe perfino affermare che è una repubblica fondata e rifondata dagli artisti. In Assisi, in una delle volte della Basilica Superiore, Cimabue ha scritto Ytalia a margine di una rappresentazione di città, sicuramente Roma, nella quale si riconoscono alcuni edifici: Castel Santangelo, forse San Pietro o San Giovanni in Laterano, il Pantheon, il Palazzo Senatorio e la torre dei Conti. La città eterna, vista dall’alto e racchiusa entro la cerchia di mura, rappresenta per quell’artista una primissima affermazione dell’esistenza della civiltà italiana, a cui guardare, di cui sentirsi parte e farsi promotore. Con quella segnaletica, Cimabue sancisce che i confini nazionali -siamo tra il 1280 e il 1290- sono prima artistici che politici, e che l’identità nazionale è fatta di cultura classica e umanistica, di bellezza pagana e spiritualità cristiana. In fondo poco è cambiato nel corso dei secoli. L’Italia è ancora oggi il paese dell’arte e della bellezza. Così è stato dal Trecento al Seicento, secoli di massimo splendore, e fino al Novecento. In tal senso, all’interno della comunità artistica internazionale, l’arte italiana – da Giotto a Piero della Francesca, da Michelangelo a Caravaggio, e da questi fino ai Futuristi e oltre – ha fatto scuola, è stata di modello per il mondo intero, perché nei nostri manufatti artistici si è potuto apprezzare il perfetto equilibrio di classicità e anticlassicità, di eclettismo e purismo, d’invenzione e citazione, d’immanenza e trascendenza. Una mostra, che offra al pubblico nazionale e internazionale, l’opportunità di confrontarsi con le opere di alcuni tra i maggiori artisti italiani del nostro tempo è sempre un fatto importante, anche per le discussioni che suscita, oltre che per le emozioni e le riflessioni che rigenera. (foto: firenze)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XXI edizione dell’FVG International Music Meeting

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

CommellatoSacile (Pordenone) Domenica 30 aprile alle 18.00 a Palazzo Ragazzoni a Sacile, concerto d’eccezione della XXI edizione dell’FVG International Music Meeting. Protagonista in un recital solistico Alessandro Commellato, maestro indiscusso del pianoforte di fama internazionale, che proporrà, in un programma dal titolo “Fantasia e Romanticismo”, le 32 Variazioni in Do maggiore di Beethoven, l’Improvviso op.90 n.2 di Schubert, la Ballata n.1 op.23 di Chopin e la Kreisleriana op.16 di Schumann. L’ascolto offrirà dunque l’opportunità di indagare su quattro personalità di altissimo profilo della musica mitteleuropea, ma ancora di più di osservare come il romanticismo e le sue diverse forme si siano sviluppate in modo impressionante attraverso il talento, l’intuizione e la dottrina di quattro grandi compositori. In particolare la musica di Chopin, intrecciata di danza e di elegia, di lirismo soggettivo e di nostalgia della patria polacca, impreziosita da accenti di aristocratica mondanità e di pariginismo, rappresenta la più perfetta incarnazione dell’anima romantica nella dimensione del suono pianistico. D’altra parte, negli otto pezzi della Kreisleriana – ora febbrili ora distesi – grandi ondate emozionali si accavallano, si mescolano, si perdono nelle profondità di crisi misteriose, in un continuo ascendere verso le vette e precipitare verso gli abissi, in uno stato di perpetua esaltazione e agitazione.
Alessandro Commellato, vincitore di concorsi nazionali e internazionali (Premio Rendano di Roma, Città di Stresa, Cidad de Oporto, Schubert di Dortmund) si è esibito come solista con numerose orchestre italiane e internazionali (l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, del Teatro la Fenice di Venezia, Filarmonica di Praga, Filarmonica Accademica di San Pietroburgo, Filarmonica di Omsk, Filarmonica di Odessa, Orchestra Nazionale Moldava, Orchestra della Radio di Zagabria, Filarmonica di Bacau, Premiere Orchestra di Krasnodar, “Solamente Naturali” di Bratislava, Orchestra Verdi di Milano, Orchestra Sinfonica Toscanini di Parma) effettuando tournée in Usa, Russia, Giappone e Australia. Con Divertimento Ensemble e Virtuosi Virtuali ha eseguito opere contemporanee di Nono, Kagel, De Pablo, Bussotti, Donatoni, Guarnieri, in sale prestigiose in Italia e all’estero. Si dedica anche alla musica da camera e all’interpretazione su strumenti storici. (foto: Commellato)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I Concerti a Palazzo

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

nicola di BendettoSacile (Pordenone) venerdì 28 aprile, ore 20.45, Palazzo Ragazzoni Sarà Nicola Di Benedetto, giovanissimo violinista, talento ormai riconosciuto a livello internazionale, protagonista venerdì 28 aprile alle 20.45 a Palazzo Ragazzoni di Sacile della quarta serata della IX Rassegna Internazionale “I Concerti a Palazzo”, organizzata da Ensemble Serenissima, presentando un programma in un crescendo virtuosistico con musiche di Vieuxtemps, Brahms, De Sarasate, Grieg, Kreisler. Fresco vincitore del Primo Premio al prestigioso concorso “International Music Competition London Grand Prize”, con debutto alla Royal Albert Hall di Londra, sarà accompagnato al pianoforte dall’affermata pianista Stefania Mormone. Nicola Di Benedetto, nato a Pordenone il 1° luglio 2001, ha intrapreso lo studio del violino all’età di sette anni, per poi proseguire gli studi sotto la guida diMichele Toffoli all’Accademia Musicale di Sacile. Ha partecipato a numerose Masterclass tenute dai maestri: Maria Caterina Carlini, Lucio Degani, Emmanuele Baldini, B.Schmitt, Massimo Quarta e Sergej Krylov. Attualmente iscritto al Conservatorio Verdi di Milano, dove studia sotto la guida di Gabriele Baffero (Allievo di Borciani), si sta perfezionando con Pavel Berman al Conservatorio della Svizzera Italiana. Si è distinto in numerosi concorsi nazionali e internazionali. Dei riconoscimenti ottenuti sono da annoverare: il Primo premio assoluto e Premio Speciale Lodovico Agostini alla Migliore Interpretazione con il punteggio di 100/100 al X Concorso internazionale Lodovico Agostini Città di Ferrara (2014); il Secondo Premio Assoluto e primo fra gli italiani alla X edizione dell’Ars Nova International Music Competition 2014 a Trieste;il Primo Premio Assoluto Giovani Promesse al Concorso Nazionale Silver-Leonardo da Vinci di Firenze; il Primo Premio Assoluto con il punteggio di 100/100 e Premio come miglior violinista, risultando anche vincitore assoluto di tutte le categorie, al XXI Concorso Arisi di Cremona. Inoltre, il primo premio al VIII Concorso Nazionale Piove di Sacco, il primo premio al VII Concorso Internazionale Salieri di Verona e il primo premio assoluto al II Concorso Internazionale Diapason D’Oro 2016. Ha partecipato a numerose rassegne importanti in veste di solista, come l’FVG International Music Meeting e Perle Musicali in Villa. Recentemente si è esibito come solista in occasione dell’Altolivenza festival “Giovani Talenti”. È stato ospite su RAI 2, dove si è esibito per la Rubrica “Saremo Famosi”. Ha collaborato con Nello Salza, Luca Giovannini, Laura Bortolotto, Alberto Manzo.
nicola di Bendetto1Stefania Mormone, nata a Napoli, ha cominciato gli studi musicali alla scuola di Alberto Colombo e si è perfezionata in seguito con Aldo Ciccolini e Nikita Magaloff. Ha effettuato numerose tournée in Europa e oltreoceano, suonando sia in recital solistici che con orchestre, e ha registrato per radio e televisioni internazionali. Tra le orchestre più importanti con cui si è esibita si annoverano i Solisti Veneti, l’Orchestra Filarmonica di Città del Messico, l’Orchestra della RTV di Lubiana, l’Orchestra da Camera di Santa Cecilia, l’Orchestra Filarmonica di Buenos Aires, la Südwestdeutsches Kammerorchester, la Nouvel Orchestre de Montreux, la American Soviet Symphony Orchestra, gli Archi della Scala, la Stuttgarter Kammerorchester. Il suo interesse per la musica da camera l’ha portata a collaborare con solisti di fama internazionale, fra i quali Pierre Amoyal, Uto Ughi, Natalia Prischepenko, Leonidas Kavakos, David Geringas, Enrico Dindo, Stefano Maffizzoni, Francesco Manara e Stanislav Bunin. Con quest’ultimo ha eseguito al Concerto di Capodanno, nella prestigiosa Symphony Hall di Osaka. Ha suonato in duo con il violinista Sergej Krylov, col quale ha ottenuto ovunque trionfali consensi: dal debutto al Teatro alla Scala, nel 1994, per poi seguire con i concerti al Musikverein di Vienna, a Parigi, all’auditorium di Radio France, a Berlino, nella prestigiosa sala dei Philharmoniker, al Teatro Colon di Buenos Aires, in Giappone e negli Stati Uniti d’America. Sempre con Krylov, ha eseguito al Megaron di Atene tre opere di altrettanti autori contemporanei appositamente concepite per il Duo. (foto: nicola di Benedetto)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo Festival di Danze dal Mondo

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

JubilatePinatDanceLegnano venerdì 28 aprile (inizio ore 21), al Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”, il primo Festival di Danze dal Mondo. L’evento, organizzato dall’Associazione Musicale Jubilate con il patrocinio del Comune di Legnano e di Regione Lombardia e il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, è inserito nel calendario della stagione musicale del teatro “Tirinnanzi”. Protagonista assoluta della serata sarà la grande tradizione della danza di carattere che nei Paesi dell’Est trova la sua forma più espressiva. Saranno infatti rappresentati, attraverso la propria tipica danza di carattere, l’Armenia, la Bielorussia, la Romania, la Russia e l’Ucraina con lo scopo di far avvicinare le nuove generazioni a questa disciplina facendo conoscere le tradizioni e i costumi di ciascun Paese. Il Festival sarà anche l’occasione per presentare per la prima volta a Legnano il corpo di ballo della Scuola di Danza Jubilate Pinat Dance, progetto nato dall’Associazione legnanese grazie alla collaborazione con la coreografa russa Natalia Piskareva per proporre un nuovo ambito che potesse completare un percorso dedicato all’arte già ampiamente sviluppato attraverso i numerosi anni di attività della Scuola di Musica Jubilate. «La danza di carattere consiste nello studio delle danze folkloristico-popolari», spiega Natalia Piskareva, direttore artistico del Festival. «Questa disciplina rientra nella tradizione e nella storia della danza classica, e conserva il legame con le tradizioni e i folklori, espressi anche dall’abbigliamento della terra in cui è nata. La danza di carattere è fondamentale per migliorare l’espressività e l’interpretazione del danzatore ed inoltre è un valido aiuto per sviluppare la musicalità e il senso del ritmo».
Un progetto affascinante che ha coinvolto anche la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. «Siamo onorati di essere al fianco dell’Associazione Jubilate in questa prima edizione del Festival, non solamente per la grande qualità della proposta, ma soprattutto perché è un’iniziativa che, partendo dal territorio, si apre al mondo», osserva il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi. «La danza è un’arte capace di trasmettere emozioni e raccontare storie. E noi ci mettiamo all’ascolto nella consapevolezza di aver sostenuto un’eccellenza». Per la prima edizione del Festival sono stati selezionati alcuni corpi di danza che sono tra le eccellenze in questa particolare disciplina. Si esibiranno sul palco del teatro Tirinnanzi l’Accademia Danza di Merate (LC) guidata dal direttore artistico Ekaterina Sizykh; l’Alba-Dansè di Alba (CN), direttore artistico Natasha Lomova; la Compagnia di Danza Jubilate Pinat Dance di Legnano – al suo debutto – direttore artistico Natalia Piskareva; il Gruppo Vatra di Torino, direttore artistico Iurie Raileanu e la Je Danse A.S.D. di Albano Sant’Alessandro (BG), direttore artistico Ghislaine Crovetto.
Il Festival, seppur a carattere non competitivo, assegnerà alcuni premi attraverso il giudizio di una giuria di esperti e rappresentanti delle istituzioni legnanesi. Per il miglior talento individuato durante le esibizioni, la Deha Ballet mette a disposizione una borsa di studio dal 21 al 31 luglio 2017 presso l’Università Statale della Cultura di San Pietroburgo (la borsa di studio è comprensiva di viaggio aereo A/R Milano/San Pietroburgo, vitto, alloggio, 3 lezioni al giorno). Due borse di studio, messe a disposizione dall’Associazione Jubilate, saranno assegnate a uno dei gruppi partecipanti. Le borse prevedono la partecipazione alla seconda edizione del Masterclass Internazionale della Danza di Carattere dal 27 al 29 giugno a Legnano e dal 30 giugno al 2 luglio a Torino.
La giuria è composta da: Umberto Silvestri, assessore alla Cultura Comune di Legnano; Tatiana Rykoun, direttore responsabile della rivista “Ozero Komo”; Elena Plyushkova, docente e coreografa della Danza di Carattere; Youlia Sofina, professoressa e coreografa della Danza di Carattere; Rossano Corti, responsabile eventi “Miss Lago Maggiore” e collaboratore delle “Iene” di Italia1; Monica Cagnani, direttore di Teatro Oscar Danza Teatro, Ente accreditato ai Servizi della Formazione alla Danza e al Teatro di Regione Lombardia. (foto: JubilatePinatDance)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto del festival: Un Organo per Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

federico amendolaRoma venerdì 28 aprile alle 19.00 nella sala accademica del Conservatorio “Santa Cecilia (via dei Greci 18, ingresso gratuito fino ad esaurimento posti) concerto del festival Un Organo per Roma. Il grande Johann Sebastian ne è infatti il protagonista, in due modi diversi, prima come compositore poi come protagonista di una piccola opera contemporanea. Infatti prima Olga Di Ilio suonerà tre suoi capolavori organistici, il Corale “In dir ist Freude” BWV 615, il Corale “O Mensch, bewein’ dein’ Sünde grosse” BWV 622 e il Preludio e Fuga in la min. BWV 543, poi sarà eseguito l’intermezzo “Bach Haus”, un atto unico di Michele dall’Ongaro su libretto di Vincenzo De Vivo. Commissionata dall’Opera di Roma nel 2000 per i duecentocinquanta anni dalla morte di Bach, questa piccola opera ha avuto molte riprese, che certificano un’accoglienza molto favorevole, rara per un brano contemporaneo.
Il divertente libretto di De Vivo vuole rispondere a una domanda che ci si pone da quasi tre secoli: “Perché Bach non ha mai scritto un’opera?”. La risposta la troviamo nell’immaginario incontro tra Bach e un impresario italiano che gli propone di scrivere un’opera, facendogli però presenti tutti Olga Di Iliogli obblighi e le convenzioni cui dovrà sottostare, al che il saggio Johann Sebastian declina l’offerta, suggerendo di rivolgersi piuttosto a suo figlio, più giovane e più “moderno” di lui. Il soggetto è ironico e altrettanto frizzante è la musica di Michele dall’Ongaro, uno dei compositori italiani più rappresentati in Italia e all’estero, ben noto a Roma anche come presidente dell’Accademia di Santa Cecilia. Con garbo e ironia dall’Ongaro gioca con le citazioni e le parodie della musica di Bach, ma non solo di Bach, perché si riconoscono anche Puccini, Bernstein e altri ancora. “Il mio intento – ha detto il compositore – è anche comunicare il grande amore, prima di tutto fisico, per la musica”.Gli interpreti saranno il soprano Michela Guarrera, il tenore Antonio Sapio e il basso Gaetano Triscari. Il Complesso d’archi del Conservatorio sarà diretto da Federico Amendola, che il pubblico romano ha già avuto modo di ascoltare e apprezzare sul podio delle orchestre della Rai e dell’Opera e che ha diretto in altri importanti teatri, come il San Carlo di Napoli. (foto: federico amendola, Olga Di Ilio)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Personale dell’artista Francesco Bancheri

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

francesco bancheriRoma giovedì 11 maggio 2017 ore 19,30 (11 maggio -14 luglio 2017) Via delle Fosse di Castello 2 (Castel Sant’Angelo-San Pietro) Galleria d’arte Triphè Personale dell’artista Francesco Bancheri. I lavori di Francesco Bancheri testimoniano la linea artistica privilegiata dalla Galleria Triphè: ‘’il figurativo concettuale’’. L’artista utilizza la tecnica del collage ‘’ poetica del frammento’’ che ha lasciato un segno importante ed evidente fin dal 900. Lo stesso Matisse , padre del cut out, utilizzava carta che faceva dipingere prima ai suoi collaboratori per poi applicarla,secondo il suo istinto, sulle tele. Nel caso di Francesco Bancheri, la carta proviene da fonti esterne, talvolta, da opere stesse dell’artista. Da qui si desume come con questa tecnica ad un processo di decostruzione segua un’azione di ricostruzione. L’aspetto della RINASCITA e della RIGENERAZIONE è presente totalmente nelle opere di questo artista, sia in termini di esecuzione tecnica che di contenuti ,soddisfacendo il concetto di eternità, da cui si deduce che francesco bancheri1opera è uguale infinito. La mostra dal titolo RI/CIRCO/LI propone due gruppi di opere idealmente connesse e riconducibili al tema del circo. Al primo gruppo appartengono animali protagonisti dell’arte circense, al secondo gruppo il Colosseo emblema del ‘’panem et circenses’’. Il tutto è reso con una forza coloristica che richiama accenti espressionisti filtrati da un linguaggio che ricorda la Pop Art. In Bancheri questo riferimento rimanda all’idea di un arte che vuole ritornare al territorio; l’utilizzo della carta non è solo quello di un ready made da sfruttare come simbolo di un’immagine consumistica ma, qualcosa di più: i suoi animali e le sue figure sono concrete e non illusionistiche, in quanto non vogliono distogliere l’osservatore dalla realtà, ma suggerire un diverso punto di osservazione nel guardare ciò che ci circonda. Alcune opere di questa serie, delineano nuove figure mentre nel contempo altre compongono immagini astratte. La sintesi nel frammento di carta ,raccoglie in sé , un mondo pieno di spunti e di elementi , sono tutti componenti di una storia che viene scomposta per poi essere ricomposta con un altro significato. La componente dell’imprevedibilità che nasce dal congiungersi dei frammenti cartacei, in Bancheri, inaspettatamente crea nuove forme di vita che si pongono dinnanzi all’osservatore in tutta la loro imponenza.orari: dal martedì al venerdì ( 10.00-13.00/ 16.00-19.00) il sabato (16,00-19,00) (foto: francesco bancheri)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cuerpos evocados por la noche, de Paolo Gioli

Posted by fidest press agency su domenica, 23 aprile 2017

gioliMadrid Hasta el 5 de mayo de 2017 De lunes a viernes de 10.00 a 18.00 horas. Festivos cerrado. Istituto Italiano di Cultura – Calle Mayor, 86. Cuerpos evocados por la noche es la primera exposición personal en España de Paolo Gioli, maestro reconocido a nivel internacional por sus investigaciones artísticas, fotográficas y de cine experimental. En las salas del Instituto Italiano de Cultura de Madrid se presentan sesenta obras. Desde los primeros grandes dibujos de 1962-63 hasta los trabajos que a partir de los años Setenta contaminan las técnicas de la fotografía, de la pintura y de la serigrafía. Amplio espacio se dedica a las investigaciones sobre la Polaroid, con los ciclos Toraci (1981-2007), las Vessazioni (2007-2010), las Naturae (2007-2010) y los Luminescenti (2006-2010), donde el artista transfiere la imagen sobre otros soportes, como el papel y la seda. Se presenta también la experimentación fotográfica en blanco y negro con la serie de las Fotofinish (Volti attraverso, 1987-2002) y de los Sconosciuti (1994-2015), y el cine con dos obras: L’uomo senza macchina da presa (1973-1981-1989) y Volto sorpreso al buio (1995).
Paolo Gioli (Rovigo, 1942) es un artesano de la memoria y del sueño, capaz de dar forma contemporánea a las raíces de nuestra cultura visual. Después de haber estudiado, a comienzo de los años 60, en la Escuela Libre del Desnudo en la Academia de Bellas Artes de Venecia, se traslada a Nueva York donde conoce el New American Cinema. De vuelta a Italia, sigue investigando, hasta hoy, utilizando técnicas como el agujero estenopeico, la foto finish y la Polaroid. Hábil, a la hora de realizar injertos y superposiciones de tradiciones aparentemente inconciliables, Gioli crea iconos inéditos, capaces de contar las infinitas representaciones que el hombre ha construido para medirse con el mundo y con su propio cuerpo, con el subconsciente y con la figuraciones de lo divino.
El catálogo, producido por el Instituto Italiano de Cultura de Madrid, maquetado por el artista, editado en italiano y en español, a cargo de Giuliano Sergio, incluye una presentación de la crítica de arte Gloria Moure, una antología de textos del artista y ensayos críticos de Clément Chéroux, Joan Fontcuberta y Roberta Valtorta. (photo: gioli)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sesta edizione del “Nordic film fest”

Posted by fidest press agency su domenica, 23 aprile 2017

la via breve norvegiaRoma giovedì 27 aprile alle ore 11.00 Casa del Cinema, Largo Marcello Mastroianni 1 conferenza stampa della “Sesta edizione del Nordic film fest”. Intervengono:
Bjørn T. Grydeland, Ambasciatore di Norvegia, Janne Taalas, Ambasciatore di Finlandia,
Robert Rydberg, Ambasciatore di Svezia, Erik Vilstrup Lorenzen, Ambasciatore di Danimarca,
Ingo Arnason, Direttore del Circolo Scandinavo, Giorgio Gosetti, Direttore della Casa del Cinema, Carla Casalini, rappresentante Writers Guild Italia, Max Giovagnoli, responsabile settore audiovisivo IED, Anna Orlando, rappresentante BE NORDIC Antonio Flamini, Coordinatore NFF.
Alle ore 12.00 Inaugurazione Mostra fotografica:DONNE FORTI LUCE TENUE. Un percorso nella storia del cinema finlandese.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: La famiglia Rembrandt sconfitta dai tulipani

Posted by fidest press agency su domenica, 23 aprile 2017

famigllia rembrandtRoma. Sarà in scena al Teatro dei Conciatori Via dei conciatori, 5 dal 25 al 30 aprile (BIGLIETTI: € 18,00 + tessera obbligatoria di 2 € ORARIO SPETTACOLI: dal martedì al sabato ore 21,00 domenica ore 18,00) “La famiglia Rembrandt sconfitta dai tulipani”
scritto e diretto da Giuseppe Manfridi. Protagonisti di Gianna Paola Scaffidi, Antonio Serrano, Andrea Giuliano.
Dopo un inizio di carriera folgorante, Rembrandt, nella seconda metà della sua vita, conobbe un tristissimo declino economico, oltre che una serie di lutti personali. Queste tristi vicissitudini lo costrinsero dapprima ad abbandonare la splendida casa dove aveva a lungo alloggiato, nell’elegante quartiere ebraico di Amsterdam, e quindi a tentare di ricostruirsi un nuovo nucleo familiare con Hendrjeke, la donna che era nel frattempo divenuta la sua nuova e fedelissima compagna dopo la morte di Saskja, la prima moglie.
La crisi finanziaria di Rembrandt è da addebitarsi alla perdita delle commissioni che per oltre un ventennio lo avevano visto protagonista assoluto della ritrattistica olandese (e a rubargli il lavoro furono, in gran parte, i suoi ex allievi), all’eccesso di capitali profusi nell’acquisto di oggetti d’arte destinati ad arricchire una pregevolissima collezione privata (poi messa interamente all’asta), infine, ad alcuni gravi investimenti sbagliati. Per l’esattezza, investimenti fatti nel mercato dei tulipani; né più né meno come potrebbe avvenire oggi a chi investisse in borsa puntando tutto su un titolo che, dopo crescite repentine, dovesse poi rivelarsi fallimentare.
Ed è qui il nodo messo in luce dal nostro racconto in una vicenda a tre che vede protagonisti, oltre al Maestro e alla sua seconda compagna, una sorta di agente finanziario ‘ante litteram’ a cui Rembrandt si era affidato mani e piedi per ridare un po’ di ossigeno alle proprie finanze già tanto smagrite ma ancora non del tutto esaurite.
E’ sera tardi e siamo nell’abitazione-studio del grande pittore. Hendrjeke, con una ciotola tra le ginocchia, sembra stia cucinando qualcosa. Scopriremo invece che la donna sta preparando delle tinture per il lavoro del marito. Rembrandt, sulla soglia, è di ritorno con aria gongolante da un incontro con un banchiere che lo ha rassicurato circa un contratto che il pittore ha appena firmato. Si tratta di un acquisto in titoli. Rembrandt cercherà di spiegare alla sua compagna di cosa si tratti, ma lui sembra saperne meno di lei e il dialogo si svilupperà denso di risvolti comici. A questo entrerà in scena il terzo personaggio della storia: lo sciagurato ‘broker’ (un ragazzino, in verità) che ha consigliato a Rembrandt quell’investimento dagli esiti catastrofici.
Si chiama Pitius. Lo vedremo sopraggiungere provvisto di una dialettica professionale che, per certi versi, potrebbe ricordare quella dei medici di Molière. Parla di flessioni momentanee, di notizie da verificare, di speculazioni senza futuro, della necessità di non farsi prendere dal panico. Proprio quella notte, infatti, il mercato dei tulipani è destinato a un tracollo che anticipa di secoli quello del ’29.
Si tratta, dunque, di una vicenda raccontata in presa diretta, tutta racchiusa nell’arco di una nottata durante la quale alcuni poveri diavoli (e poco importa che uno di essi si chiami Rembrandt) sono costretti a barcamenarsi tra i rovesci della realtà che già allora, come oggi, potevano coincidere con quelli del mercato azionario. Per inciso, proprio in quel tempo (e la nostra commedia ne renderà conto) Rembrandt è impegnato a portare termine il più straordinario dei suoi autoritratti. (foto: famiglia rembrandt)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: I Giovedì della Villa

Posted by fidest press agency su domenica, 23 aprile 2017

TwomblyMarie Sand_CavalloRoma 27 aprile dalle ore 19 Accademia di Francia – Villa Medici viale Trinità dei Monti, 1, nell’ambito della rassegna Art Club a cura di Pier Paolo Pancotto, Omaggio a Cy Twombly presenta la scultura Untitled – opera molto rara da vedere in Italia – concessa in prestito dalla Cy Twombly Foundation, New York e allestita nella stanza degli amori per soli due giorni (fino a venerdì 28 aprile). (didascalia dell’opera: Cy Twombly, Untitled, New York, 1959, 71 x 34 x 39,5 cm. © Cy Twombly Foundation. Courtesy Archives Fondazione Nicola Del Roscio).
In programma nell’eclettica serata, anche il laboratorio Disegnare un cavallo nei giardini della Villa per imparare a ritrarre dal vero un cavallo con la pittrice e amazzone Marie Sand (ore 19, prenotazione obbligatoria) e la conferenza Il paesaggio urbano con il filosofo Thierry Paquot (ore 20.30), invitato da Laure Thierré, paesaggista e borsista a Villa Medici.Ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili.
Incontri in italiano e francese con traduzione simultanea. (foto: Twombly, Marie Sand_Cavallo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conferenza stampa del film “Il Mondo di Mezzo”

Posted by fidest press agency su domenica, 23 aprile 2017

il mondo di mezzoRoma Giovedì 27 aprile ore 10.30 Sala della Protomoteca, Campidoglio. Il presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito partecipa all’anteprima e alla conferenza stampa del film “Il Mondo di Mezzo”. Saranno presenti il regista Massimo Scaglione, il critico cinematografico Mario Sesti e il cast, tra cui gli attori Matteo Branciamore, Massimo Bonetti e Tony Sperandeo. (foto: il mondo di mezzo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Traviata al teatro San Carlo di Napoli

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

traviataNapoli domenica 23 aprile alle ore 19.00, per otto recite sino a venerdì 5 maggio, La traviata di Giuseppe Verdi (1813 – 1901) nell’applaudita produzione firmata da Ferzan Ozpetek, che già inaugurò la stagione del 2012/2013, e che in questa edizione viene ripresa da Marina Bianchi. Ferzan Ozpetek fa rivivere li dramma de La Dame aux camélias di Alexander Dumas in ambienti alto borghesi di una Belle époque parigina, imperniata della cultura e dei costumi orientali. Emerge in palcoscenico una fusione di stili e decorazioni: abiti che ripropongono ricami ottomani, narghilè nei salotti, tessuti preziosi, divani, specchi e arredi lussuosi. Molte recite sono già sold out, pochissimi i biglietti rimasti disponibili per poche date.
Sul podio, a dirigere Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo Renato Palumbo (che sarà sostituito nella recita pomeridiana di sabato 29 aprile da Maurizio Agostini) direttore di origine veneta che torna al San Carlo dopo diversi anni di assenza (l’ultima volta, nel gennaio del 2004, diresse Gustavo III di Verdi per la regia di Ruggero Cappuccio). Il rispetto assoluto della partitura, con piglio rigoroso ma non dogmatico, è alla base del suo percorso di ricerca incentrato sulla dimensione drammaturgica dell’opera e sulla sua evoluzione europea, da Rossini a Marschner, da Donizetti e Bellini a Verdi, Meyerbeer, Puccini e Giordano. Debutterà nel ruolo di Violetta traviata1.jpgtraviata2Valéry Mariangela Sicilia (23 aprile, 29 aprile – ore 20 – e 4 maggio), giovane ma già affermato soprano di origine cosentina che nell’ultima stagione ha interpretato Teresa in Benvenuto Cellini di Berlioz, produzione del Teatro dell’Opera di Roma per la regia di Terry Gilliam e la direzione di Roberto Abbado che si è aggiudicata il premio Abbiati per scene costumi e luci. Si alternerà con lei Maria Grazia Schiavo (26 aprile, 29 aprile – ore 16 – 3 e 5 maggio), ormai beneamina del pubblico sancarliano, reduce da un grande successo personale in Lucia di Lammermoor. Il 30 aprile Violetta avrà la voce di Maria Mudryak (30 aprile), giovane soprano kazako, già applaudita nel medesimo ruolo all’Opera di Firenze e al Carlo Felice di Genova.
Alfredo Germont sarà interpretato da Giorgio Berrugi (23, 26, 29 aprile ore 20, 3 e 5 maggio) e Matteo Falcier (29 aprile ore 16, 30 aprile e 4 maggio) e Giorgio Germont da Fabian Veloz (23 aprile, 29 aprile ore 16 – e 4 maggio) e Marco Caria (26 aprile, 29 aprile – ore 20, -, 3 e 5 maggio). Composta da Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dalla pièce teatrale La signora delle camelie di Alexandre Dumas figlio, La traviata andò in scena per la prima volta nel 1853 al Teatro La Fenice di Venezia facendo molto discutere. Nuovamente ripresa a Venezia l’anno dopo, raccolse invece un successo enorme. Da allora è senza dubbio il melodramma più popolare ed eseguito al mondo. (foto: traviata)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Dei passaggi e dei culmini” di Francesco Balsamo

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

Francesco Balsamo.pngModica (RG) 29 aprile – 27 maggio 2017 Vernissage: 29 aprile 2017, ore 19 Galleria Lo Magno Via Risorgimento, 91 / 93 mostra “Dei passaggi e dei culmini” di Francesco Balsamo.
L’artista (Catania, 1969) presenterà 71 disegni di piccolo formato realizzati a matita, tempera e collage; un inventario di forme, di oggetti, di corpi, in “movimenti” (o relazioni), spesso sfuggenti, non espliciti, addirittura “invisibili”. Sono insomma le premesse dello scrivere in versi che trovano nel lavoro recente dell’artista il loro equivalente figurativo. Balsamo è poeta e disegnatore, e i suoi fogli, scritti o disegnati, accolgono “naturali e perplessi mondi attraversati”.In occasione della mostra verrà pubblicato un libro/catalogo intitolato “Album dei passaggi e dei culmini”, con una nota di Tobia S. Conti.“I fatti di disegnare e gli atti di scrivere, nel lavoro di Francesco Balsamo – scrive Conti – sono il tratteggio del tempo, in una sottrazione, probabilmente, senza scampo; una perdita delle cose del mondo, in frammenti sparsi. Una sottrazione che con naturalezza fa la poesia […] Un foglio di carta è un sismografo, un accogli-mano, uno spazza-tempo […] è tutto lì e allo stesso tempo non è vero, è atto a sparire”. La mostra potrà essere visitata dal martedì al sabato dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. (foto: Francesco Balsamo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna a Roma il Media Art Festival

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

mercato digitaleRoma Maxxi – Spazio D, 27 aprile, ore 11 Museo nazionale delle arti del XXI secolo via Guido Reni 4A. Dal 27 al 29 aprile, oltre 35 artisti digitali, nell’insolito ruolo di changemaker, sperimentano nuovi processi e sinergie tra tecnologia e arte nella mostra “The power to change the world”. Il Media Art Festival, l’iniziativa promossa dalla Fondazione Mondo Digitale per esplorare nuove frontiere della cultura e dell’arte, giunge alla sua terza edizione con il focus su “Path Toward Human Sustainability”, dedicato a una sfida cruciale del XXI secolo. Digitale, intelligenza artificiale e genetica sono i settori che stanno registrando le mutazioni più veloci e complesse, trasformando in profondità il modo di produrre e di consumare, anche a livello culturale. L’headline della scorsa edizione “L’arte in un mondo che cambia” diventa “L’arte che cambia il mondo”, grazie anche ai laboratori creativi per lo sviluppo sostenibile, realizzati con la collaborazione di ricercatori, scienziati e maker. L’evento porta nella capitale artisti di rilevanza mondiale, dall’israeliana Sigalit Landau che, dopo la Biennale di Venezia, torna in Italia con “Salted Lake”, all’americano Joseph Delappe che, per la prima volta nel nostro paese, porta in mostra “Gold Gandhi” e dialoga con il pubblico in workshop e lecture.
Si consolida così la dimensione internazionale del Media Art Festival, che quest’anno si inserisce in un prestigioso “sistema di festival europei”, come Article Biennial di Stavanger (Norvegia) e Spectra Aberdeen’s Festival of Light (Scozia), sostenuti dal Programma Europa Creativa. Un progetto laboratorio unico nel suo genere, che attraverso la formula delle residenze di artista ha portato artisti stranieri a lavorare in Italia e artisti italiani a lavorare all’estero: dalle opere d’arte realizzate presso la Palestra dell’Innovazione per il progetto European Light Expression Network – ENLIGHT finanziato dalla Commissione europea, alle Residenze d’artista attivate con il Goethe-Institut.
Anche nella terza edizione si conferma l’attenzione per la formazione, a partire dalla scuola. Con il progetto “Carbon Footprint attraverso le digital art”, realizzato con il sostegno del Miur in collaborazione con il Dipartimento di Fisica della Sapienza Università di Roma, artisti, fisici e studenti delle scuole superiori lavorano insieme alla creazione di prodotti scientifico-artistici legati al concetto di sviluppo e sostenibilità. Il Media Art Festival è un’iniziativa della Fondazione Mondo Digitale realizzata in collaborazione con Lazio Innova, Ambasciata americana in Italia, Europa Creativa (Commissione Europea), MiBACT, MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, MIUR, Sapienza Università di Roma, Goethe–Institut Rom, Accademia di Belle Arti di Roma, RUFA – Rome University of Fine Arts, Quasar Design University, Ambasciata di Israele. Sponsor tecnico è Epson. Media partner Inside Art. Per conoscere gli artisti in mostra consultare il sito mediaartfestival.org.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Uguaglianza attraverso l’arte

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 aprile 2017

uguaglianza arteDa aprile a settembre i territori del Polesine e del Delta del Po diventano la scenografia ideale di un nuovo importante evento culturale, Arte per la Libertà. Promosso dall’Associazione Culturale Voci per la Libertà quale significativa evoluzione dei vent’anni di esperienza maturata nell’organizzazione dei festival “Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty” e “DeltArte – il Delta della creatività”, il neonato festival è un intenso viaggio nell’arte giovanile a favore dei diritti umani.
Sostenuto dai bandi Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura della SIAE e CulturalMente Impresa della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Arte per la Libertà trasformerà per sei mesi la Provincia di Rovigo in un caleidoscopio di creatività, senza perdere di vista le tematiche legate ai diritti umani indagate attraverso le diverse forme artistiche (dalla musica al teatro, al cinema all’arte contemporanea) e i linguaggi dei giovani under 35 selezionati.
uguaglianza arte1Un nuovo linguaggio per i diritti umani. Affinché questi temi possano entrare nel cuore prima che nella mente, c’è bisogno di trasformarli in emozioni mediante il potere immediato ed empatico dell’arte. Arte per la Libertà propone un corposo cartellone artistico, nato dalla forza creativa e dalla fusione dei due celebri e storici festival, seguendo il filo rosso della tematica dei diritti umani. È questo il valore fondante che il festival vuole promuovere attraverso le diverse forme d’arte, consapevoli che le arti sono uno strumento di formazione e crescita di consapevolezza, un vero e proprio mezzo educativo per la realizzazione di una cultura universale dei diritti umani. Arte per la Libertà diventa un percorso emozionante che unisce luoghi significativi e non convenzionali dei territori del Polesine e del Delta come ville storiche, spiagge, corti e piazze, imbarcazioni, per dare vita ad un evento unico nel suo genere.Il festival ha già preso il via con una serie di laboratori didattici di musica, street art e cinema realizzati nelle scuole: il primo tassello nella realizzazione di questo innovativo evento culturale, che mira a far diventare le persone, in particolare i giovani, parte attiva nella promozione dei diritti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva “Contrasti d’arte – luce, colore, spazio”

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 aprile 2017

locandinaBusto Garolfo (Mi) sabato 22 aprile (ore 21) negli spazi Espositivi di Villa Brentano (via Magenta 25) la collettiva di arte contemporanea “Contrasti d’arte – luce, colore, spazio” organizzata dalla Pro Loco bustese con il patrocinio del Comune e il sostegno della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Riccardo Carnaghi, Nicolò Cervello, Alberto Venegoni e Angelo Zanzottera, quattro artisti di Busto Garolfo, presentano alcune delle loro opere in un viaggio che spazia attraverso differenti modalità espressive, andando a comprendere vecchie e nuove tecniche con un unico obiettivo: guardare al futuro.
«Siamo onorati di essere al fianco della Pro Loco in questa iniziativa che valorizza gli artisti del nostro territorio», premette il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi. «Per la prima volta cambiamo prospettiva: con questa mostra guardiamo al futuro dando spazio ad artisti per lo più giovani – tre di loro sono under 30 – che si sono ritagliati un loro spazio nell’ambito dell’arte. Nell’anno del 120esimo di fondazione della nostra banca, partiamo dal passato per guardare la futuro tenendo ben fermi i valori di cooperazione, mutualità e sostegno al territorio che ci hanno guidati in tutta la storia della Bcc».
La mostra, curata da Stefano Sonzogni, presenta alcune opere di quattro artisti profondamente diversi. Riccardo Carnaghi, 24 anni, è un pittore che ha già saputo affermarsi in ambito artistico: i suoi lavori si possono definire come ricerca e in­dagine analitica delle forme proprie dell’architettura attraverso le figure del corpo umano. Cervello, anche lui 24enne, è un esponente della visual arts: le sue opere sono realizzate sfruttando le opzioni che le nuove tecnologie possono offrire in termini di in­novazione. Venegoni ha 28 anni e si inserisce in quella nicchia di “artisti del recupero”. Coniugando la sua passione per la natura al suo forte interesse per il design, utilizza tronchi di alberi di recupero in un’azione che tende a valoriz­zarli attraverso un lavoro di riqualificazione. Non certo ultimo, Zanzottera, classe 1957, è uno sperimentatore: nei suoi lavori utilizza tecniche e materiali diversi fra loro, intraprendendo una ricerca molto varia ed eterogenea. Il risultato complessivo è una mostra di grande suggestione, capace di testimoniare l’arte contemporanea oggi. La diversa sensibilità degli artisti, le tecniche utilizzate profondamente differenti e le opere che si sviluppano dalla tela alla scultura passando per la video-arte offrono uno spaccato di come, anche in un piccolo paese della provincia di Milano, l’arte possa essere un elemento di unione e di passione. Elemento che la Pro Loco bustese ha intenzione di promuovere ulteriormente con altre iniziative, allargando il coinvolgimento degli artisti locali. (foto: locandina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »