Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘italia’

Mostra Dall’Italia ad Auschwitz

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 agosto 2021

Roma Casina dei Vallati, Fondazione Museo della Shoah via del Porcico d’Ottavia 29. A seguito del grande successo di pubblico con oltre 200 visitatori al giorno e oltre 4000 ingressi nei mesi di giugno e luglio, la mostra “Dall’Italia ad Auschwitz” a cura di Marcello Pezzetti e Sara Berger, in corso presso la Casina dei Vallati sede museale della Fondazione Museo della Shoah, rimarrà aperta al pubblico anche durante tutto il mese di agosto. La mostra, presentata il 27 gennaio 2021, in occasione della Giornata della Memoria, si avvale del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, dell’UNAR Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali del Dipartimento per le Pari Opportunità, della Regione Lazio, di Roma Capitale, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, della Comunità Ebraica di Roma, dell’Associazione Figli della Shoah e in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione.Questa esposizione descrive la storia di tutte le persone arrestate tra il 1943 e il 1944 nel territorio italiano e deportate nel complesso concentrazionario di Auschwitz-Birkenau.Si tratta innanzitutto delle persone di origini ebraiche – spesso interi blocchi familiari –, compresi gli ebrei stranieri che negli anni precedenti avevano cercato rifugio nella penisola e gli ebrei che risiedevano nelle isole del Dodecaneso, nella quasi totalità di nazionalità italiana. Ma, grazie alle indagini storiografiche condotte, si è scoperto che la realtà della deportazione “politica” – nella quasi totalità costituita da donne residenti nel territorio dell’Adriatisches Küstenland (Litorale Adriatico) – è ben più consistente rispetto a quella proposta fino ad ora dalla storiografia e che la deportazione ha toccato anche un piccolo numero di rom – dato fino ad oggi sconosciuto –, anch’essi arrestati nell’Adriatisches Küstenland.La mostra si caratterizza per la presenza di considerevoli novità, storiografiche ed espositive, fra cui innanzitutto la scoperta della rilevante consistenza della deportazione dei “politici” non ebrei ad Auschwitz e la presenza nei convogli di rom, donne e uomini. Vengono presentate nuove cifre della deportazione ebraica, compresa anche l’individuazione di nuove date di partenza dei trasporti.Nel corso della ricerca è emersa la notevole consistenza, nei vari trasporti, di coniugi e figli di matrimoni misti così come la loro specifica sorte all’interno del campo. [La ricerca per stabilire il numero delle persone deportate rimarrà in ogni caso sempre in corso] Ponendosi la mostra come obiettivo anche quello di dare un volto alla deportazione dall’Italia ad Auschwitz, sono proposti nuovi e commoventi percorsi biografici di numerose vittime, sia tra i “sommersi”, sia tra i “salvati”, senza tralasciarne alcuni relativi ai persecutori. Tali percorsi vedono la presenza di preziosi documenti originali e oggetti personali.L’ampio uso di disegni e dipinti realizzati nel dopoguerra da artisti sopravvissuti alla deportazione ad Auschwitz ci fanno comprendere situazioni che non sono documentate da immagini fotografiche. Nuove mappe assonometriche realizzate in Germania dall’architetto Peter Siebers – un progetto sostenuto da Serge Klarsfeld – ci permettono una migliore visualizzazione di Auschwitz I, di Birkenau e di Monowitz.Molte novità presenti in questa esposizione sono il frutto di un lavoro di ricerca effettuato per diversi mesi dai curatori insieme ad autorevoli studiosi della Shoah, della deportazione ebraica e della deportazione politica. Per la prima volta gli enti più prestigiosi che si occupano del tema hanno lavorato fianco a fianco, anche in previsione della realizzazione del memoriale italiano che sarà allestito dal Governo italiano nel Blocco 21 di Auschwitz. Si tratta del CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea) di Milano – Liliana Picciotto e il suo staff –, della Fondazione Memoria della Deportazione, sempre di Milano, dell’ANED (l’Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti) nazionale, l’ANED di Sesto San Giovanni – Laura Tagliabue – e di Trieste – Dunja Nanut – e del Auschwitz-Birkenau State Museum – Jadwiga Pinderska-Lech –.Con questa grande mostra sarà possibile conoscere per la prima volta in maniera completa il “volto” della deportazione in Italia. http://www.museodellashoah.it ORARI MOSTRA:da domenica a giovedì dalle ore 10.00alle ore 17.00 venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00 sabato chiuso

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antitrust: procedimento contro Autostrade per l’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2021

L’Antitrust ha avviato un procedimento di inottemperanza nei confronti di Autostrade per l’Italia S.p.A. (ASPI), atteso che la società non ha ridotto il costo del pedaggio per le tratte autostradali in cui si verificano rilevanti criticità nella viabilità a causa di lavori straordinari.”Speriamo che il procedimento si chiuda in fretta! In questo momento milioni di italiani stanno per partire per le vacanze e saranno costretti a viaggiare al rallentatore a causa di lavori di manutenzione. E’ incredibile, considerato che c’era tutto il tempo del lockdown per mettere in sicurezza tutte le tratte autostradali del nostro Paese” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Chi viaggia in autostrada paga il pedaggio per poter andare velocemente e non certo di restare in coda per ore. Se l’automobilista resta imbottigliato, ha diritto non solo alla restituzione dell’intero importo pagato, ma, nei casi più gravi, se non viene informato prima dei rallentamenti, anche ad un indennizzo. Se invece è costretto per mesi a viaggiare ad 80 km/h per lavori in corso, il pedaggio va adeguato in modo corrispondente” conclude Dona

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le aste immobiliari in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 luglio 2021

Roma, 21 Luglio 2021, ore 13 Senato della Repubblica Sala Caduti di Nassirya Palazzo Madama sarà presentato il Rapporto semestrale sulle aste immobiliari.L’elaborazione della rilevazione effettuata nel primo semestre 2021 offre un panorama completo del numero delle abitazioni all’asta, del loro prezzo di mercato e della loro collocazione geografica. I dati verranno illustrati dal direttore del Centro Studi, Prof. Sandro Simoncini, e commentati dal Senatore Patrizio Giacomo La Pietra.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pnrr: Melilli, per l’Italia un nuovo passo nel futuro

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2021

“Una tappa decisiva verso l’Italia del futuro: è il tempo di costruire un Paese non solo capace di mettersi alle spalle la crisi dovuta alla pandemia, ma anche più moderno, più verde e più giusto” lo dichiara il presidente della commissione Bilancio alla Camera, Fabio Melilli, commentando il via libera dei ministri dell’Ecofin dei 27 Stati Ue ai Pnrr, i piani nazionali di ripresa e resilienza di dodici Paesi.”L’Italia, come ogni altro Paese europeo – spiega Melilli – deve dimostrare ora di saper spendere le risorse che arriveranno dall’Ue. Il Pnrr traccia la strada, indica gli obiettivi, individua i progetti che verranno portati a termine con i fondi europei. Il via libera arrivato oggi conferma che il governo Draghi, raccogliendo ed integrando il pregevole lavoro fatto, ha saputo imprimere la dovuta accelerazione al processo di uscita dal periodo più buio del dopoguerra e che l’Europa intera riconosce il valore di questo impegno. Ora dovremo trasformare i piani in azioni, i fondi in opere. Il governo sarà il regista di tutto ciò. Il Parlamento e la commissione Bilancio sapranno sicuramente affiancarlo. E, soprattutto, saranno supervisori attenti di questo immenso lavoro che spetta al nostro Paese.””L’Italia dimostrerà di saperlo portare a compimento. La sfida più grande resta quella di superare davvero le troppe differenze che il nostro paese registra. Di genere, sociali e territoriali e, qualora si dimostrassero insufficienti le risorse del PNRR dovranno intervenire con coerenza altri strumenti europei e nazionali perché non tutto viene risolto dal piano. L’auspicio e’ che soprattutto le realtà territoriali e sociali più svantaggiate possano giovarsi della mole di risorse messe in campo per rendere il nostro paese più competitivo e più uguale. Il Parlamento sarà attento osservatore e richiamerà, sono certo, l’attenzione di tutti, se il processo nel suo cammino non dovesse dare i risultati sperati. Allo stesso modo il pacchetto di riforme troverà nelle aule Parlamentari la naturale sede di confronto per superare le antiche abitudini del rinvio dei problemi in luogo della loro soluzione.”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Allarme idrico in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

Tecnicamente si chiama “portata di magra ordinaria”, ma in realtà è l’anticamera di una situazione di criticità idrica che, stante l’assenza di significative precipitazioni, si sta proponendo nel bacino del fiume Po, dove in alcune zone non piove da oltre 50 giorni. Le portate del principale corso d’acqua italiano sono praticamente dimezzate rispetto all’anno scorso ed alla media storica, toccando già oggi livelli consueti nel periodo centrale di Agosto. A registrarlo è il report settimanale dell’Osservatorio ANBI sulle Risorse Idriche. I recenti eventi meteo registrati sull’arco alpino ed in pianura hanno influito solo marginalmente sulle portate del Grande Fiume. Le alte temperature in pianura padana (superiori da 1 a 3 gradi alla media del periodo) stanno influendo negativamente sulle disponibilità idriche, accentuando l’evapotraspirazione (fonte: Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po). Alcuni sottobacini sono sulla soglia dell’emergenza: la pianura emiliana, dove manca l’apporto dei torrenti appenninici; la Romagna, dove solo il Canale Emiliano Romagnolo apporta ristoro a territori e colture; le zone costiere adriatiche e l’entroterra delle Marche; l’area del delta Po, dove si registra l’incremento della risalita del cuneo salino; aree del Basso Piemonte e delle province di Biella, Asti, Vercelli, Cuneo (sul territorio afferente al fiume Bormida è piovuto il 28% in meno rispetto alla media del periodo e l’indice SPI-Standardized Precipitation Index prospetta una situazione di severa siccità per i bacini Agogna-Terdoppio e Residuo Po-confluenza Tanaro, così come nella parte centro-occidentale della regione).I grandi laghi del Nord Italia sono tutti in calo con il Lario e l’Iseo, autori di una repentina performance negativa, che li colloca sotto la media del periodo. In Val d’Aosta crolla la portata del torrente Lys (da 5,2 metri cubi al secondo a mc/sec 1,9), così come scende la Dora Baltea pur mantenendo una portata largamente superiore ai valori del recente passato, ma anche della media del periodo (fonte: Centro Regionale Funzionale Valle d’Aosta).Tra i fiumi piemontesi, Tanaro e Pesio sono in leggera ripresa di portata, mentre calano tutti gli altri. In Lombardia, la portata del fiume Adda, con 234 metri cubi al secondo, è al minimo del recente quinquennio.Continuano a scendere, in Veneto, i livelli del fiume Adige, mentre il resto dei corsi d’acqua è in crescita dopo un Giugno particolarmente avaro di precipitazioni (-59%) con il bacino di pianura tra i fiumi Piave e Livenza, che segna -85%; andamento pluviometrico largamente deficitario anche lungo l’alveo del fiume Brenta: con 32 millimetri di pioggia, quello 2021 si colloca al secondo posto tra i mesi di giugno più siccitosi degli scorsi 25 anni (fonte: A.R.P.A. Veneto) In Emilia Romagna continua la decrescita idrica dei fiumi, tutti largamente al di sotto delle portate 2020.Ad eccezione della Sieve, in Toscana calano le portate di tutti i fiumi; particolarmente evidente è la magra dell’Ombrone, sceso al di sotto del Minimo Deflusso Vitale (mc/sec 2,0). Resta deficitaria la condizione idrica nelle Marche con fiumi ed invasi largamente al di sotto delle medie del recente quinquennio; stessa condizione per la diga di Penne in Abruzzo: il volume invasato (3,93 milioni di metri cubi d’acqua) è praticamente dimezzato rispetto agli anni scorsi.E’ invece stazionaria la situazione dei corpi idrici del Lazio.In Campania, rispetto alla scorsa settimana, i fiumi Sele, Garigliano e Volturno appaiono in calo, mentre il Sarno risulta stabile; diminuiscono anche le disponibilità idriche negli invasi del Cilento, comunque largamente superiori rispetto ad un anno fa.Analoga è la situazione nei bacini della Lucania, dove nella scorsa settimana sono stati prelevati oltre 12 milioni di metri cubi d’acqua, ma resta un surplus di circa 94 milioni sul 2020; ancora più evidente è la sete della Puglia, i cui grandi serbatoi sono calati di quasi 17 milioni di metri cubi in 7 giorni, conservando comunque oltre 67 milioni in più rispetto all’anno scorso.Infine, non si segnalano criticità idriche dalla Sardegna, le cui disponibilità sono in linea con lo scorso anno; va comunque evidenziato come il volume massimo, che può essere trattenuto nei bacini, sia stato ridotto di circa 90 milioni di metri cubi nel corso di un decennio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tasso di occupazione in Italia ai minimi europei

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2021

Le conseguenze della crisi economica post Covid 19 colpiscono il mercato del lavoro: secondo Eurostat, in Italia la percentuale di occupati è scesa dal 59% del 2019 al 58,1% a fronte di un calo in Ue dal 68,5% al 67,7%. Siamo il fanalino di coda dei Paesi europei, penultimi dopo la Grecia. Sono soprattutto le donne a soffrire di questa situazione, con un calo dal 50,1% al 49% (-1,1 punti), la media Ue mostra una diminuzione dal 63,1% al 62,5% (-0,6 punti): stiamo parlando di un tasso di occupazione medio delle lavoratrici italiane che di quasi 14 punti sotto quello dell’Unione Europea. Altri Paesi, altre situazioni: in Germania cresce la percentuali di donne occupate, salendo al 73,2%.La motivazione di questa decrescita è da ricercarsi nelle tipologie di lavoro: si sono persi posti soprattutto nei servizi e nei lavori a termine, notoriamente a più ampia presenza femminile.A febbraio 2021 erano quasi un milione in meno gli occupati in Italia rispetto a febbraio 2020, nonostante gli ammortizzatori sociali messi in campo dal Governo.Situazione ancora molto pesante per i più giovani: il tasso di disoccupazione delle persone tra i 15 e i 24 anni a febbraio era del 31,6% con un calo di 1,2 punti su gennaio e un aumento di 2,6 punti su febbraio 2020 prima dell’inizio dei vari lockdown totali o parziali.Va controtendenza Gruppo M Italia (https://www.gruppomitalia.it/), brand attivo da 25 anni nel settore dei servizi per le imprese, che negli ultimi due mesi ha fatto registrare un +30% di assunzioni. L’incremento è dovuto ad un aumento dei contratti sia sul fronte del portierato che dei servizi logistici, legati in particolar modo alla filiera HoReCa, in forte ripresa dopo l’allentamento delle restrizioni dovute alla pandemia. “La tendenza all’aumento delle assunzioni per Gruppo M Italia – afferma Mirko Pepe, AD del Gruppo- sembra non fermarsi. C’è sicuramente un aspetto contingente dovuto alla crescita del mercato ma parte del fenomeno si spiega anche con l’attenzione che dedichiamo ai nostri collaboratori”.Facilità di inserimento, con programmi di onboarding personalizzati, formazione continua e supporto tecnologico sono solo alcuni degli elementi messi in campo da Gruppo M Italia per una gestione ottimale e coerente delle Risorse Umane.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Protagonisti dell’Ortofrutta Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Turi (Bari) il 16 luglio si svolgerà a Villa Menelao, splendida masseria del Settecento in comune di Turi, provincia di Bari. Il 21 giugno, il Comitato dei Partner, che comprende i vertici di Fruitimprese, CSO Italy, Italia Ortofrutta Unione Nazionale, Italmercati e ha stabilito di svolgere l’evento in pienezza. In particolare, valutato l’andamento della pandemia, l’organizzazione ha deciso di allargare il numero di presenze fisiche all’evento. Oltre alla presenza dei Protagonisti premiati, dei partner, di autorità, organizzatori, stampa, buyer della GDO italiana e sponsor, è stato deciso di allargare gli inviti agli ex Protagonisti e a tutte le aziende del settore ortofrutticolo interessate a prendere parte all’iniziativa.Sarà un’edizione ricca di novità, che si aprirà con un agile seminario. Seguiranno la premiazione dei 10 Protagonisti 2020 e la segnalazione dei 4 Under 35 del 2021, con la regia del presidente di CSO Italy Paolo Bruni. Nell’ambito della cena di gala, saranno assegnati altri riconoscimenti, a partire dal premio BPER Banca per la sostenibilità e l’innovazione e il premio Danila Bragantini, promosso dall’Associazione Nazionale Le Donne dell’Ortofrutta. A conclusione verrà votato e proclamato l’Oscar dell’Ortofrutta Italiana 2021. L’evento gode della partnership territoriale di APEO, l’Associazione dei produttori ed esportatori ortofrutticoli pugliesi. Sponsor sono, tra gli altri, Unitec, BPER Banca, Giardinetto, Graziani e Primo Sole.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Auxologico presenta il nuovo Rapporto sull’obesità in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 luglio 2021

Un volume di oltre 400 pagine con oltre 40 autori, tra clinici e ricercatori, che non ha eguali in Italia sull’argomento: questo è la nona edizione del nuovo Rapporto sull’obesità in Italia presentato oggi a Milano dall’Auxologico, a testimonianza di un impegno che prosegue ininterrotto da decenni da parte dell’Irccs milanese e che presenta, oltre al problema, le molteplici soluzioni mediche, nutrizionali, riabilitative, psicologiche, farmacologiche e di chirurgia dell’obesità.La comunità medica e scientifica internazionale è ormai unanimemente concorde nel riconoscere l’obesità come una vera malattia cronica oltre a rappresentare un rilevante fattore di rischio rispetto ad altre severe patologie non trasmissibili. I numeri disegnano un quadro costituito da più fattori concomitanti tali da determinare un risultato preoccupante: certamente l’eccesso di peso, ma soprattutto quanto questo determina in termini di alterazioni metaboliche e funzionali, con le possibili conseguenze sull’intero organismo. La situazione è stata ulteriormente complicato dall’impatto che la pandemia da Covid-19 ha determinato sul territorio a seguito delle restrizioni sofferte per il lockdown, data anche l’impossibilità di svolgere attività fisica in strutture dedicate e la concomitante incidenza di una alimentazione scorretta e ipercalorica, tanto che dagli specialisti è stato stimato un incremento di almeno il 30% dei disturbi alimentari, tra cui l’obesità. E nel contesto della pandemia da Covid-19 l’obesità si è dimostrata è un fattore che aumenta il rischio di ospedalizzazione o anche di essere sottoposti a terapia intensiva, o in casi estremi di morte. La popolazione maggiormente esposta a rischio di obesità è quella maschile: 11,7% tra gli uomini e 10,3% tra le donne, sebbene nelle età più anziane, tra i 75enni, siano le donne ad essere significativamente più sfavorite (13,5% vs 14,1% tra le anziane). Quando si considera la grave obesità, individuata da un indice di massa corporea pari o superiore a 35, di cui in Italia soffre oltre un milione di persone pari al 2,3% degli adulti, le donne risultano maggiormente colpite: nelle classi di età più anziane presentano prevalenze quasi doppie rispetto agli uomini e tra le donne anziane del Mezzogiorno la quota supera addirittura il 5%. Non vanno infine ignorate le problematiche psicologiche e relazionali dell’obesità nei bambini e nei ragazzi, di cui le cronache spesso ci riferiscono anche le conseguenze drammatiche. L’obesità tra i bambini e i ragazzi è spesso anche correlata a problemi psico-sociali come scarsa autostima, bullismo a scuola, scarso rendimento scolastico, disordini alimentari e depressione, che non contribuiscono certamente ad una crescita sana e serena.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Senior Italia FederAnziani si rinnova

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 luglio 2021

Dopo la collaborazione con EY e la partnership con Dedalus, Senior Italia FederAnziani prosegue nel rinnovo strategico della sua organizzazione e nel rafforzamento della sua squadra dirigente con l’arrivo in qualità di Responsabile per la Strategia di Maurizio Deplano, già Direttore Marketing di Pfizer Italia. Laureato in farmacia ed esperto di sanità, Maurizio Deplano assumerà un ruolo chiave nella federazione della terza età sia a livello italiano che europeo, entrando con il medesimo ruolo anche nell’organizzazione internazionale Senior International Health Association. Maurizio Deplano avrà il compito di modificare le progettualità e le strategie per i senior italiani ed europei sia alla luce del complesso scenario post-Covid, sia di fronte allo tsunami della longevità che in un ventennio vedrà l’Italia passare da poco meno di 14 milioni di over 65 a circa 20 milioni, richiedendo risposte sempre più evolute ai bisogni di salute della popolazione. «Lavorerò per aiutare Senior Italia FederAnziani a trasformarsi in una realtà sempre più centrata sui servizi, come i Patient Support Program, l’assistenza ai cittadini per le liste d’attesa, la comunicazione di pubblica utilità rivolta agli over 65 e non solo. I tavoli istituzionali nazionali e regionali saranno uno dei punti centrali del nuovo corso, che prevede una forte sinergia con le istituzioni di ogni livello. Sono lieto di poter mettere l’esperienza acquisita in questi anni nel mondo farmaceutico al servizio dei bisogni della popolazione anziana d’Italia e d’Europa, con la certezza che troveremo la forza e le soluzioni per aiutare i più fragili e sostenere le politiche socio sanitarie del prossimo futuro» ha dichiarato Maurizio Deplano.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Controversia Libia-Italia in materia di zone di protezione della pesca

Posted by fidest press agency su domenica, 4 luglio 2021

Montecitorio ha tracciato le linee di intervento affinché le vicende dei pescherecci ‘Afrodite’ e ‘Aliseo’ diventino solo un triste ricordo e non si verifichino più. Con l’accordo unanime delle forze politiche di maggioranza, infatti, il Governo è stato impegnato a lavorare per trovare una soluzione definitiva alla controversia con la Libia che diventerà un impegno diplomatico primario e imprescindibile per il nostro Paese”. Lo dichiara il deputato Dedalo Pignatone (M5S) a seguito dell’approvazione, nelle commissioni Esteri e Agricoltura della Camera, della risoluzione congiunta sulla controversia tra Italia e Libia in materia di zone di protezione della pesca (ZPP).“Accanto a un deciso dialogo diplomatico – prosegue – il Governo si è impegnato a definire un accordo di partenariato sulla pesca, sul modello di quelli già stipulati con alcuni Paesi della costa occidentale dell’Africa, che consenta ai nostri pescatori di accedere, legalmente e in sicurezza, alla zona di pesca libica, favorendo iniziative di cooperazione tra marinerie nel rispetto delle legittime aspettative dei rispettivi comparti. Attenzione verrà posta poi sulle tradizioni di pesca di specifiche realtà imprenditoriali e geografiche italiane che per più lungo tempo hanno esercitato attività di pesca nelle zone su cui la Libia ha dichiarato propri diritti di sovranità esclusiva”.“Il Mediterraneo deve divenire luogo di scambio e confronto – aggiunge il parlamentare -, per questo chiediamo l’organizzazione di una ‘Conferenza mediterranea’ con la partecipazione di tutti i Paesi rivieraschi mentre sarà il tavolo tecnico interministeriale tra Maeci, Difesa, Trasporti, Mipaaf, Mise e Lavoro, di concerto con la Conferenza Stato-Regioni, a sviluppare soluzioni anche al fine di predisporre strumenti straordinari di sostegno per i pescherecci che operavano tradizionalmente nelle acque della ZPP libica o a rendere strutturali i sussidi alle famiglie danneggiate dall’interruzione dell’attività di pesca” conclude.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Clima: Rotta, Italia ha carte in regole per ruolo primo piano obiettivi Ue

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 luglio 2021

“Il Consiglio Ue ha concluso la procedura di adozione della norma che fissa nella legislazione europea l’obiettivo della neutralità climatica dell’Ue entro il 2050. L’Italia ha le carte in regola per giocare un ruolo di primo piano nel cammino che porterà l’Europa verso questo obiettivo”. Lo ha detto la presidente della commissione Ambiente alla Camera, Alessia Rotta.“L’Europa vuole essere il primo continente al mondo libero da CO2 entro il 2050 – ricorda Rotta – L’intento è anche quello di incoraggiare gli altri partner internazionali a fare lo stesso. Uno dei settori trainanti sarà quello dello sviluppo delle energie alternative, come l’eolico e il solare. Più di molti altri Paesi europei, l’Italia offre un terreno favorevole alle fonti green, per questo vanta una tradizione consolidata di ricerca e applicazione. E gli investimenti legati al Recovery daranno un nuovo impulso al Paese per percorrere questa strada nelle prime file”.“Certo – conclude Rotta – servirà uno sforzo collettivo. Come l’Europa si è dimostrata solidale con il Recovery, adesso è chiamata a confermarsi tale in questa nuova sfida ambientale, investendo in tecnologia e armonizzando gli interventi di politica industriale e in ricerca. Dovrà essere un impegno non solo delle istituzioni, ma anche delle imprese, delle associazioni, così come dei singoli cittadini, soprattutto giovani”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

VII Rapporto MonitoRare sulla condizione delle persone con malattia rara in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 luglio 2021

Il nome maschile Piero, diminutivo di Pietro, deriva dall’ebraico Kephas e significa ‘sasso squadrato’. Sono circa 100 i Santi portatori di questo nome e inoltre con i suoi 643 toponimi è in assoluto il nome geograficamente più diffuso. L’onomastico di Piero, ma anche di Pietro, viene festeggiato il 29 giugno in onore di San Pietro, apostolo e primo pontefice, morto nel 66. San Pietro si chiamava Simone, ma Gesù gli cambiò il nome dicendogli: ‘Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa’. San Pietro è patrono dei mietitori, degli orologiai, dei pescatori, dei pescivendoli, dei fabbri di Roma, di Argentera e di Arluno.Roma Si terrà martedì 6 luglio alle ore 10, presso il Ministero della Salute (Auditorium Cosimo Piccinno), la presentazione del VII Rapporto MonitoRare sulla condizione delle persone con malattia rara in Italia. Il Rapporto, redatto da Uniamo – Federazione Italiana Malattie Rare, intende fornire il quadro di riferimento sull’epidemiologia, sull’accesso alla diagnosi, alle terapie, all’assistenza, sulla ricerca, oltre che sull’organizzazione socio-sanitaria, giuridica ed economica nazionale e regionale. Il Rapporto MonitoRare 2021 è realizzato con il contributo di dati di: Ministero della Salute, Centri di coordinamento Regionali per le Malattie Rare, AIFA – Agenzia Italiana del Farmaco, Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità, Ministero dell’Istruzione, Orphanet Italia, Fondazione Telethon, Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare Unità Produttiva Agenzia Industrie Difesa AID, BBMRI Italia e altri partner. A livello europeo una patologia è definita rara se ha una prevalenza inferiore a 5 casi ogni 10.000 persone.Le persone con malattie rare possono essere poche per singola patologia, ma si stimano oltre 300 milioni di persone nel mondo, 30 milioni in Europa. La stima in Italia è di quasi 2 milioni di persone. Di queste 1 su 5 ha meno di 18 anni. Le malattie rare ad oggi conosciute sono tra le 6.000 e le 8.000. Tra queste: ● l’80% ha origini genetiche ● il 20% ha origini ambientali, infettive o allergiche ● il 70% insorge in età pediatrica, anche quando la patologia non ha origine genetica I “farmaci orfani” rappresentano la principale classe di farmaci utilizzati per il trattamento delle patologie rare. Sono detti orfani poiché il loro “raro” utilizzo scoraggerebbe la loro produzione da parte delle aziende farmaceutiche. Per fortuna, sono sempre di più le aziende farmaceutiche che investono in queste terapie, anche grazie agli incentivi pubblici previsti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia e la Francia dei libri tornano a incontrarsi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 giugno 2021

Lo hanno fatto per tenere vivo un interscambio fondamentale per i due Paesi: nel 2020 la Francia è stato il secondo mercato di sbocco per l’export italiano di diritti con 917 titoli venduti (1.301 la Spagna), mentre sono stati 2.100 i titoli pubblicati in Italia tradotti dal francese nello stesso anno (secondi soli agli 8.100 dall’inglese).Organizzato da ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori (AIE). E’ stato un bilaterale online di tre giorni per incrementare l’interscambio e la reciproca conoscenza tra i due mercati editoriali. Sono 36 le aziende francesi partecipanti, 30 quelle italiane. L’iniziativa rientra nel progetto europeo Aldus Up, cofinanziato dal programma Europa Creativa della Commissione Europea, di cui AIE è capofila, ed è possibile grazie alla partecipazione del Syndicat national de l’édition (SNE) e del Bureau international de l’édition française (BIEF).Durante i tre giorni di incontri sono stati presentati e spiegati i contributi disponibili nei due Paesi per incentivare le traduzioni e le aziende editoriali potranno incontrarsi attraverso la piattaforma Smart365 di Agenzia ICE. Sarà anche presentata la versione in francese di newitalianbooks, il portale che promuove l’editoria italiana all’estero.L’incontro viene aperto dal direttore generale di Agenzia ICE Roberto Luongo, cui seguiranno gli interventi del presidente di AIE Ricardo Franco Levi, il direttore dell’Istituto italiano di cultura di Parigi Diego Marani, il presidente del SNE Vincent Montagne, i direttori generali di AIE Fabio Del Giudice e di BIEF Nicolas Roche.Secondo le stime di AIE, l’internazionalizzazione dell’editoria italiana è proseguita anche nel 2020 con 8.586 titoli venduti all’estero, in crescita dello 0,2% rispetto all’anno precedente, mentre i titoli acquistati sono calati del 5,5% a 9.127. La Francia è un Paese di riferimento sempre più importante per gli editori italiani che propongono i loro titoli all’estero, passando da 438 titoli acquistati nel 2014 ai 550 del 2019, fino ai 917 nel 2020.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia: Stabilità e rilancio economico

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

“Siamo contenti delle parole del commissario Von der Leyen sull’Italia, anche se per farsi perdonare l’accusa all’Italia di untrice d’Europa troppa strada dovrà ancora percorrere, mentre nell’intervento del presidente Draghi c’è un deficit di certezze e di ottimismo. In alcuni passaggi sembrava di ascoltare Walter Veltroni con i suoi ‘sì ma anche, sì però”. Draghi è capo del governo e in quanto tale ha il dovere di dare segnali di incoraggiamento e di rappresentare gli italiani nelle sedi europee anche con capacità critiche. Non è ancora il commissario europeo come viceversa è sembrato in alcuni passaggi, tra questi l’immigrazione, su cui stiamo all’anno zero ed è inaccettabile che ogni presidente del Consiglio venga in aula rinviando la soluzione del problema a data da destinarsi. Sulla Cina non c’è stata una sola parola, invece si è giustamente dato spazio a un richiamo al rispetto dei diritti civili e politici per Turchia e Russia. Evidentemente i cittadini di Hong Kong e gli Uiguri sono figli di un Dio minore. La Cina oltretutto, approfittando dell’assenza di iniziativa dell’Europa, ha sviluppato una presenza nel continente africano che ingigantisce il suo monopolio di ‘terre rare’ su cui paradossalmente si fondano la svolta digitale e la transizione ecologica sul cui sviluppo stiamo indebitando l’Italia e l’Europa.Grazie agli investimenti fatti da Pechino in Etiopia la Cina è riuscita perfino a condizionare la presidenza dell’Oms, con tutte le conseguenze ben note sulla pandemia e sulla trasparenza delle origini del Covid.L’Italia deve ricominciare a occuparsi del continente africano, non svuotandolo dando soddisfazione ai trafficanti di uomini, ma aiutandolo a emanciparsi dalla povertà e dalle tirannidi, spesso funzionali a certa voracità neocolonialista occidentale”.E’ quanto ha dichiarato Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi, intervenendo in Aula alla Camera in replica alle comunicazioni del premier Draghi in vista del Consiglio Europeo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore polmonare in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 giugno 2021

In Italia ogni anno circa 6.000 persone si ammalano di microcitoma, una forma di tumore del polmone con prognosi particolarmente infausta . Il fumo rappresenta il principale fattore di rischio e infatti i tabagisti hanno una probabilità 60 volte maggiore di svilupparlo. Inoltre a causa della sua aggressività e del rapido tasso di crescita, il 60% dei pazienti riceve la diagnosi in uno stadio avanzato o metastatico della malattia, ovvero quando la massa tumorale non è più confinata a un solo polmone, ma sono già presenti metastasi a distanza. Per favorire la corretta informazione su questa patologia viene lanciata la nuova campagna nazionale “Time for Lung – ogni attimo conta”. La campagna è promossa da AstraZeneca con il patrocinio dell’associazione WALCE (Women Against Lung Cancer in Europe) onlus con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sul microcitoma, una malattia di cui fino ad oggi si è sentito poco parlare a causa della carenza di opzioni terapeutiche efficaci a lungo termine. La campagna vuole inoltre informare pazienti, caregiver e clinici sul valore del tempo nella gestione della patologia: dal ruolo della diagnosi precoce all’importanza del rapido intervento per poter fornire il miglior regime di trattamento disponibile per i pazienti. Tutte le informazioni sono disponibili sulla piattaforma https://semplicementeio.it/time-for-lung/, divisa in due sezioni: una dedicata ai clinici e una seconda per pazienti e caregiver, con articoli e video realizzati da oncologi, psico-oncologi e altri specialisti medici. I contenuti saranno poi rilanciati da una forte attività sui principali social media.“Il carcinoma polmonare a piccole cellule è considerato un tumore aggressivo a causa della velocità con cui aumenta di dimensioni e per l’elevata capacità di metastatizzare a distanza e in tempi brevi- commenta la prof.ssa Silvia Novello, Presidente di WALCE onlus e Ordinario di Oncologia Medica al Dipartimento di Oncologia dell’Università di Torino -Arrivare tempestivamente a una diagnosi potrebbe permettere di intercettare e trattare il tumore a uno stadio più precoce, quando il rischio di recidiva è minore, o quantomeno di fornire, il prima possibile il miglior trattamento disponibile nella malattia estesa, che in questo momento è rappresentato dalla combinazione di chemio e immunoterapia”. “La campagna “Time for Lung – ogni attimo conta” – prosegue Novello -, oltre a sensibilizzare gli specialisti sull’importanza della diagnosi tempestiva, mira a promuovere i corretti stili di vita e a informare i pazienti su quei fattori e comportamenti che hanno il potere di influenzare l’andamento delle terapie, tra i quali l’abitudine tabagica”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bilancio 2020 di D.IT – Distribuzione Italiana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 giugno 2021

Bologna. Chiude in positivo il bilancio 2020 di D.IT, con oltre 3 miliardi di euro di fatturato alle vendite sviluppato su una rete di 1.200 punti vendita di cui più di 700 negozi di prossimità, diffusi capillarmente sul territorio nazionale. La crescita si concentra in particolare sul Prodotto a Marchio che nel 2020 segna un +20%. La Cooperativa, nell’esercizio 2020, ha registrato un risultato positivo, riuscendo a contrastare con efficacia le conseguenze della diffusione della pandemia da COVID-19. D.IT ha accentuato gli investimenti a favore del rapporto qualità-convenienza, assicurando prezzi contenuti soprattutto con l’offerta dei prodotti a marchio, che registrano un aumento delle vendite del 20% e che vengono acquistati da quasi il 90% dei clienti. Oltre 2.000 referenze arricchite dalla linea Premium top di gamma Gusto&Passione che propone attraverso le specialità regionali i migliori prodotti enogastronomici della nostra tradizione, la linea Verde Mio con la sua proposta interamente basata sui prodotti biologici, la linea Equilibrio&Piacere focalizzata su un’alimentazione equilibrata, e la linea Primo che esprime la miglior qualità al miglior prezzo. In ambito strategico, il 2020 costituisce per D.IT un anno importante avendo contribuito, come socio fondatore, alla costituzione del Consorzio FORUM – che vede associati in quote paritetiche oltre a D.IT anche i gruppi CRAI SECOM, DESPAR SERVIZI e C3 – al quale è stato dato mandato per la contrattazione con l’IDM a valere dall’1/1/2021. Una grande vitalità, che si esprime anche attraverso l’attività di sviluppo e allargamento della base sociale. Nel 2021 D.IT ha rafforzato la sua presenza in Puglia, Basilicata e Calabria con il coinvolgimento di un’altra importante realtà della GDO italiana con la quale condivide valori visione e strategie. Si tratta di SUPERCENTRO SPA, molto conosciuta e radicata nel proprio territorio, che con circa 90 punti vendita sta sviluppando il brand SISA. A consolidare questa nuova alleanza, durante l’Assemblea dell’11 giugno in cui sono stati presentati i dati, il Presidente e co-fondatore di SUPERCENTRO Paolo Michele Macripò è stato nominato come Consigliere d’Amministrazione di D.IT.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Autostrade per l’Italia: al via 20 assunzioni

Posted by fidest press agency su domenica, 13 giugno 2021

Venti neolaureati under-30 e con un percorso accademico eccellente alle spalle, da oggi sono ufficialmente assunti da Autostrade per l’Italia con un contratto di apprendistato di alta formazione, scelti tra i 224 partecipanti alle selezioni aperte a marzo per il Master universitario di secondo livello in “Ingegneria e gestione integrata delle reti autostradali”.Promossa da Aspi, questa iniziativa rientra nel Piano di trasformazione dell’azienda – che punta su 2900 nuove assunzioni e upgrade delle competenze al 2024 – ed è frutto della partnership siglata con la Scuola di Master e Formazione Permanente del Politecnico di Torino, il Politecnico di Milano e il MIP, la Graduate School of Business dell’Ateneo Milanese. Articolata in vari step, la selezione dei candidati, durata due mesi, è stata improntata sulla base di criteri rigorosi, tesi a valorizzare il percorso accademico, eventuali esperienze all’estero e le soft skills traducibili in predisposizione manageriale, caratteri motivazionali e capacità di lavoro in team.I giovani selezionati, laureati in ingegneria civile, edile, ambiente e territorio o gestionale, potranno seguire un intenso programma formativo, alternato al lavoro in azienda, teso a rafforzare competenze ingegneristiche di progettazione, gestione trasportistica, manutenzione e controllo delle infrastrutture stradali, oltre a competenze manageriali e digitali applicate all’infrastruttura (Monitoraggio IoT, Infrastrutture Smart Mobility). L’obiettivo è quello di formare nuove leve che sappiano distinguersi nella ricerca e nella realizzazione di soluzioni innovative nell’ambito della gestione e del monitoraggio delle reti autostradali, accompagnando l’azienda nel percorso di digital transformation prevista dal Piano industriale di Autostrade per l’Italia, impegnata nello sviluppo di soluzioni di mobilità integrata e sostenibile.Il lancio del Master per l’ingresso in azienda nasce in seno alla “Autostrade Corporate University”, la nuova scuola di formazione aziendale del Gruppo riconosciuta dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri: ideata nell’ambito del più vasto programma di HR Transformation avviato da Aspi per rendere i suoi learning district veri e propri hub di innovazione e sviluppo, abilitando solide competenze diffuse, in grado di presidiare le nuove frontiere tecnologiche al servizio della rete autostradale e dei suoi utenti.L’inaugurazione del percorso accademico si è tenuta questa mattina presso l’Aula magna del Politecnico di Torino alla presenza del suo Vice Rettore per la Didattica Sebastiano Foti e, in collegamento, con il Presidente MIP Vittorio Chiesa. Per la concessionaria autostradale erano presenti l’Amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Roberto Tomasi; Lorenzo Rossi, Amministratore delegato della società del Gruppo tesa allo sviluppo di soluzioni altamente tecnologiche per la mobilità, MOVYON; il Direttore Human Capital Organization and HSE Gian Luca Orefice, la Responsabile Training, Welfare DE&I Management Alessia Ruzzeddu e il Responsabile People Management Gregorio Moretti.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia sotto l’impero Berlusconi

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 giugno 2021

Come i “venticinque lettori” cui si rivolge Manzoni ne I Promessi sposi o i Sei personaggi in cerca di autore di Pirandello, il primo libro di Francesco Mazza stabilisce fin dalle prime pagine un rapporto diretto con il lettore rendendo esplicite le questioni che motivano la sua scrittura in un metaromanzo che si svela con il racconto del suicidio del padre. Massimo Mazza, conosciuto come il dentista di Berlusconi, un luminare della chirurgia maxillo-facciale, si tolse la vita nel suo studio milanese pochi minuti dopo avere salvato su un file word un memoriale che verrà inserito ne Il veleno nella coda, Laurana editore. Una metanarrazione a firma di Francesco Mazza che porta in grembo l’embrione della necessità gemella di fare i conti con il proprio vissuto e quello dell’Italia sotto l’impero Berlusconi. IL VELENO NELLA CODA racconta a doppio filo gli ultimi trent’anni di storia italiana intrecciati nell’ “autofiction” di un ragazzo nato all’inizio degli anni Ottanta, formatosi davanti alla TV “all’Università della Fininvest”. Francesco Mazza racconta senza veli e con una filigrana di umorismo la propria storia, costellata da successi e delusioni nella Milano furiosa e disorientata degli anni ’90, caratterizzata dal rapporto con un genitore indecifrabile e dal terrore di scoprirsi uguale a lui. Dai tunnel della metropolitana alla redazione di Striscia La Notizia, dal giardino della villa di Arcore alla fuga a New York: un percorso di vita insolito ma rappresentativo di una generazione – la famosa generazione di mezzo, quella troppo giovane per aver conosciuto i privilegi del welfare state ma troppo vecchia per aver sfruttato da subito i meccanismi del digital – culminato da una scoperta: l’autobiografia del padre, che viene anch’essa pubblicata integralmente nel libro. Padre e figlio raccontano al lettore – ognuno a proprio modo – l’Italia, il sistema mediatico, la macchina del consenso, le vie per accedere ai piani alti della società, talvolta grazie a un fortunato gioco del destino, talvolta sotto l’impulso irrazionale e incontrollabile di un “Oscuro Inquilino”. E si entrerà anche nelle vite degli “Altri”, dei nomi da rivista patinata, svelando inediti retroscena. Pagine: 616 Prezzo: € 19,50

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia: “Ricostruzione e ripartenza”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 giugno 2021

A settantacinque anni da quel 2 giugno 1946, oggi la Festa della Repubblica ha ancora di più questo significato. I nostri nonni, con le macerie di un Paese tra le mani, seppero, nel tempo, ridare futuro e capacità di sognare ad un’intera Nazione. Noi, oggi, dobbiamo rimettere in moto il nostro Sistema Paese, per farlo uscire dalla pandemia, riprogettare il nostro essere Italia, valorizzare maggiormente le nostre eccellenze, i sistemi produttivi e un territorio che ci rende unici al mondo. Grazia anche alle opportunità di riforma ed investimenti legati al Next Generation EU, possiamo veramente guardare al futuro con fiducia. Si apre una stagione importante, che va affrontata con la stessa tenacia di 75 anni fa, mettendo da parte gli individualismi per fare spazio al bene comune. Così l’Italia riparte davvero. W la Repubblica. Lo ha scritto, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, in occasione della 75^ Festa della Repubblica.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tasse e sprechi. Italia: Paese strano

Posted by fidest press agency su martedì, 25 Maggio 2021

Anima il confronto politico la proposta del segretario Pd per ulteriormente tassare i patrimoni ereditati oltre i 5 milioni di euro. Stroncata dal presidente Mario Draghi con una frase ad effetto (“non è il momento di prendere ma di dare”), si possono leggere ed ascoltare ovunque i partigiani del sì e del no. Sembra che il prelievo avrebbe riguardato l’1% della popolazione con un vantaggio fiscale di 2,8 miliardi da devolvere sotto varie forme a 280.000 diciottenni.Dal punto di vista di politica economica sarebbe stato, come giustamente fatto notare dal capo del governo, un segnale negativo. Economicamente, invece, avrebbe leso in piccola parte i diritti acquisiti di poche persone. Socialmente avrebbe avuto un certo impatto, forse come quello del Reddito di cittadinanza (pur con le dovute differenze). Se fosse stato giusto o meno, allo stato dei fatti, non ci interessa. Mentre prendiamo atto del continuo metodo utilizzato ed auspicato per far fronte ai problemi reali dovuti alla pandemia: lo Stato si fa imprenditore e tutore e poi dispensa (maggiormente alle lobby che si sono fatte meglio valere). Non si è scelto di far riferimento ai consumi e alle utenze: ridurre/eliminare le varie aliquote sì che utenti e consumatori fossero aiutati nell’abituale utilizzo di prodotti e servizi.Non solo, ma le politiche di spreco di denaro pubblico non sembra che abbiano avuto una qualche modifica. Due soli esempi: Atac di Roma e Alitalia, due aziende cotte e decotte mantenute solo dai soldi dello Stato, e la cui reiterazione del mantenimento è oggetto anche di decisioni attuali. E quindi ad ogni neonato diamo una dote di 44mila euro di debito pubblico. Sta, intanto, per diventare realtà la prossima sfornata di aiuti (“Ristori”) anche se quelli precedenti non sono stati ancora elargiti. Questo il meccanismo grazie al quale economia e la società dovrebbero riprendersi, con tanto di “super” Mario Draghi alla guida. Noi vediamo tanta continuità che, probabilmente, va bene a chi ha come obiettivo il ritorno alla cosiddetta normalità del pre-covid. Noi avevamo sperato di aver appreso una lezione da questa pandemia. Ma ognuno è a modo suo in questo strano Paese. Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »