Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Posts Tagged ‘studenti’

Studenti in piazza: hanno ragioni da vendere

Posted by fidest press agency su domenica, 14 ottobre 2018

Per il sindacato da sempre vicino ai giovani e al precariato, il problema non è capire se effettivamente i tagli da circa 100 milioni di euro, in arrivo con la legge di bilancio, verranno effettivamente riutilizzati per il settore: il vero problema è che nella Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza, collegata alla manovra di fine anno ed approvato dall’Aula della Camera, non risultano investimenti per quello che l’attuale governo del cambiamento aveva considerato uno dei settori più importanti da risollevare.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccini e antibiotici: cosa ne pensano gli studenti?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 settembre 2018

I vaccini possono prevenire il cancro? Somministrare più vaccini nella stessa seduta è rischioso? Quando si deve assumere un antibiotico? Che cos’è l’antibiotico resistenza? Gli animali contribuiscono o no al fenomeno dell’antibiotico resistenza? Sono solo alcune delle domande contenute nel questionario sulla “Percezione del rischio connesso all’utilizzo degli antibiotici e dei vaccini”, sottoposto dall’Università di Parma ai suoi studenti.Al questionario, ideato e realizzato dai docenti dell’Università di Parma Simone Bertini, Andrea Summer e Carlo Calzetti, hanno risposto 2229 studenti, il 9,07% dell’intera popolazione studentesca dell’Università di Parma. Le risposte, date in forma anonima ma con riferimento al corso di studio e all’età, forniscono un’immagine della percezione del rischio negli studenti iscritti nei più diversi corsi di studio dell’Ateneo.
I risultati? Alti e bassi. Sfiora il 100% (96,77%) la percentuale di risposte corrette alla domanda su “Quando si deve assumere un antibiotico”, e sono ben oltre il 90% quelle alle domande sull’antibiotico resistenza (93.05%) e sulla sua crescita (92.3%). Le risposte esatte superano invece l’80% nelle domande relative all’uso degli antibiotici e al momento in cui la terapia antibiotica a domicilio va sospesa.Piuttosto basse, per contro, le percentuali di risposte corrette alla domanda relativa a cosa è bene associare a una terapia antibiotica al domicilio (30.69%), a quella che chiedeva se i vaccini possono prevenire il cancro (il 43,47% ha giustamente detto “solo alcuni”) e a quella relativa all’eventualità di rischi nella somministrazione di più vaccini in una stessa seduta (51,86%).Per quanto riguarda la connessione dell’antibiotico resistenza al mondo animale, e in particolare l’incidenza degli animali al problema dell’antibiotico resistenza, i risultati del questionario dimostrano che la questione viene sottovalutata, perché circa il 20% degli studenti sostiene che gli animali non contribuiscono all’antibiotico resistenza e non ritiene importante l’uso di antibiotici esclusivi per le specie animali.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli studenti fuori sede spingono il mercato immobiliare nei quartieri universitari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 settembre 2018

Sono tanti gli studenti che si stanno preparando al nuovo anno accademico e che hanno scelto altre città per i propri studi. In base agli ultimi dati dell’Anagrafe Nazionale Studenti del Miur, nel 2016/2017 gli studenti fuori sede erano più di 400mila. Un esercito che, secondo l’analisi del Centro Studi di Abitare Co. – società attiva nell’ambito dell’intermediazione immobiliare -, contribuisce a dare una spinta al mercato immobiliare nei quartieri vicini alle facoltà delle principali città metropolitane italiane e delle piccole città universitarie. A livello generale, durante il primo semestre del 2018, in prossimità dei quartieri universitari, la domanda per l’acquisto di un’abitazione è aumentata in maniera più marcata (+5,2% sul 2017) rispetto a quella registrata nelle altre zone (+4,6%). Una spinta che arriva sia da chi preferisce acquistare l’immobile al proprio figlio studente, avendone la possibilità economica, sia da chi vuole investire potendo contare su un bacino ampio di potenziali affittuari e su di una rendita più elevata. Contestualmente, a settembre 2018, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, in queste zone cresce del +2,2% il prezzo medio di vendita di un’abitazione usata in buone condizioni (€2.400 a mq) – contro +1,3% degli altri quartieri – con prezzi variabili che si attestano in un ampio range compreso fra i €1.400 a mq di Ferrara sino ad un valore top di €5.100 a Roma nel quartiere Nomentano, vicino alla Sapienza.
Aumenta anche la domanda di abitazioni in affitto del +4,3% (nelle altre zone è del +3,7%), mentre i prezzi medi per un bilocale, che si attestano a circa €800 al mese, sono cresciuti rispetto allo scorso anno del +5,8%, a fronte di un incremento medio registrato negli altri quartieri del +4,6%.
Quanto costa acquistare un’abitazione usata (in buone condizioni) nei pressi delle principali università? Considerando esclusivamente i quartieri universitari delle città metropolitane, a settembre 2018 la più cara è Roma, con un prezzo medio di €4.100 a mq (+1,8% sul 2017): Tor Vergata risulta il quartiere più economico (€2.800 a mq), mentre i prezzi aumentano nettamente nelle zone di Nomentano (€5.100 a mq), Flaminio (€4.800), San Lorenzo (€4.200) e Garbatella (€ 3.800).
Subito dopo Roma si colloca Milano, dove bisogna prevedere in queste zone una media di €3.700 a mq (+2,2%), con prezzi che variano da €2.200 della zona Bovisa a €6.700 della centralissima Sant’Ambrogio. Per il quartiere Bocconi sono necessari €3.300, mentre in Bicocca il prezzo medio è di circa €2.300.
Al terzo posto si posiziona Firenze, con un valore medio di €2.650 a mq (+2,2%): per chi decide di acquistare nel quartiere Gavinana, il prezzo di €2.300 è sicuramente più conveniente rispetto ai quartieri di Rifredi (€2.700) e Campo di Marte (€2.900).
Proseguendo, i bolognesi devono invece prevedere in media circa €2.600 (+2,1%), ma salgono fino a €3.300 se ci si avvicina al quartiere di San Donato. Nelle zone di Marco Polo e San Vitale sono “sufficienti” rispettivamente €2.200 ed €2.400.
Per acquistare un’abitazione nella città barese, il prezzo medio è di €2.400 a mq (+2,1%), con valori che variano da €1.900 di San Paolo fino a toccare €2.500 di Poggiofranco ed €2.700 di Murat.
A Genova e Napoli, rispettivamente con una media di circa €2.300 a mq (+1,7%) ed €2.150 (+2,1%), i prezzi iniziano a essere più contenuti rispetto alle altre città metropolitane. In particolare, nella città ligure Castelletto è il quartiere più caro (€2.700), mentre nelle altre zone a San Fruttuoso servono €1.500, a Portoria €2.300, a San Martino € 2.500 e nel Centro Storico €2.600. Nella città partenopea, invece, la zona più costosa è il Porto (€2.800), seguita da Corso Umberto (€2.400). Più economiche Foria (€1.500) e San Pietro Martire (€1.900).
Torino, con €1.800 (+1,4%), chiude la classifica delle città metropolitane: qui si va da €1.300 di Vanchiglia a €2.700 di Crocetta, mentre a Santa Rita servono €1.500 e nella zona di San Paolo €1.800.Analizzando, invece, le piccole città universitarie, non tenendo conto dei quartieri per le dimensioni più contenute del territorio, si vede come Pisa in media sia la città più cara, con €2.800 a mq (+2,7%), seguita da Padova (€2.400), Urbino (€1.900) e Trieste (€1.800). La più economica in assoluto è Ferrara (€1.400). (Roberto Grattagliano) (fonte: Centro Studi di Abitare Co.)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studenti in missione per portare gioia e speranza

Posted by fidest press agency su martedì, 11 settembre 2018

FOTO MISSIONI.JPGL’estate sta finendo. Ma per gli studenti dell’Università Europea di Roma resterà per sempre un’estate indimenticabile, diversa da tutte le altre. Un gruppo di allievi dell’Università Europea di Roma ha partecipato a due iniziative di missione organizzate da Gioventù Missionaria, apostolato del movimento Regnum Christi: la prima nel mese di luglio ad Amatrice, l’altra nel mese d’agosto in Messico.La missione ad Amatrice ha avuto lo scopo di aiutare le persone che hanno vissuto la tragedia del terremoto.Vi hanno preso parte 26 giovani, accompagnati da Cecilia Bayón, consacrata del Regnum Christi, e da Padre Lorenzo Curbis, sacerdote Legionario di Cristo. Hanno visitato i luoghi in cui risiedono attualmente le persone, portando amore e speranza.“La missione ad Amatrice ci ha mostrato il volto della vita che rinasce, dopo il dolore e la sofferenza”, spiega Cecilia Bayón. “E’ importante non lasciare sole le persone nel loro percorso di ricostruzione, anche interiore. La solidarietà è un dono che può favorire la speranza e la fiducia nel domani. Può accompagnare il cammino di rinascita della persone, cominciando da un semplice gesto di amicizia e di ascolto: un sorriso, un abbraccio, una mano tesa”. Nel mese d’agosto 33 ragazze e ragazzi sono andati in missione nello Stato di Querétaro, a Chichimequillas e Toliman, accompagnati da Bonnie Campos e Cristina Fernández, consacrate del Regnum Christi, e da Padre Francisco De Juan e Padre Riccardo Garzari, sacerdoti Legionari di Cristo. Durante la missione i giovani hanno fatto visita alle persone bisognose per donare cibo, vestiti e materiale didattico. Hanno aiutato le parrocchie del posto, organizzato incontri con giovani e adulti, catechesi e giochi per i bambini. Inoltre hanno contribuito alla ricostruzione di una cappella per la comunità.“Papa Francesco ci invita a vivere una Chiesa in uscita”, spiega Padre Nicola Tovagliari LC, Responsabile del Centro di Pastorale dell’Università Europea di Roma. “Ed è proprio con questo spirito di dialogo e di incontro che i nostri giovani cercano di vivere le missioni estive, rispondendo con entusiasmo all’invito del Papa”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le 10 App più usate dagli studenti

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 settembre 2018

Uniplaces, la principale piattaforma digitale per affitti agli studenti, presenta la classifica delle 10 app più usate dagli studenti nell’arco della giornata, risultati frutto di un sondaggio condotto all’interno della propria community. La maggior parte dei ragazzi intervistati ha tra i 18 e i 22 anni.LinkedIn più utilizzato di Netflix, Twitter non rientra in classifica. Tra le motivazioni, la voglia di imparare è all’ultimo posto.Trattandosi delle più utilizzate durante la giornata, le applicazioni relative alla comunicazione e ai social svettano in testa alla classifica. Infatti, in questo periodo di tempo, circa il 98% degli intervistati usa Whatsapp, seguito da Facebook con oltre l’85% e Instagram che si attesta all’83%.
Seguono le app provenienti dal mondo ‘video e musica’ ovvero Youtube (76%) e Spotify (64%). Mentre nella seconda metà della classifica si piazza il servizio di posta elettronica Gmail (79%), seguito da LinkedIn (45%), quest’ultima, leader nella ricerca del lavoro online, risulta essere più utilizzata di Netflix (40%). Chiudono la top 10 Google Drive (40%) e Zomato (33%), app dedicata alla ricerca dei ristoranti.
Indagando sulle ragioni di queste scelte, la motivazioni sono tra le più varie, a partire dalla voglia di ‘rimanere in contatto’ con le altre persone. Al secondo posto c’è una necessità ovvero quella di ‘salvare foto e documenti’ e sempre sul podio c’è il desiderio di ‘essere aggiornati’ a pari merito con l‘esigenza di organizzarsi’. La voglia di seguire influencer o celebrità è soltanto al quinto posto, mentre a precedere la voglia di viaggiare c’è quella di condividere passioni e incontrare altre persone.Esigenze più pratiche e più ‘vicine’ ad aspetti più personali occupano la fine di questa classifica. ‘Risparmiare tempo’ è all’ottavo posto, seguita dalla voglia di ‘fare esercizi’ e per migliorare la propria ‘salute’. Infine la maglia nera alla voglia di ‘imparare’, che occupa soltanto il 10° posto. “Nonostante le due classifiche appaiano poco coerenti, il desiderio di utilizzare una specifica applicazione può essere diverso dalla sua stessa funzione”, commenta Kerstin Meergans Papadopoulos, Head of Inbound Marketing di Uniplaces. “Le esigenze di salvare dati o di ottenere informazioni possono essere soddisfatte dalle applicazioni social, così come il desiderio di viaggiare e la ricerca dell’ispirazione. Riguardo alle necessità più pratiche, come quelle in fondo classifica, probabilmente non si tratta di esigenze che ricadono sul quotidiano. La generazione dei Millennials – conclude – pensa digitale e si aspetta di poter accedere al proprio materiale da ovunque. Fattore che gli consente di essere ‘mobile’ rimanendo in contatto e avendo sempre a disposizione i propri documenti, inclusi quelli per lo studio”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Porte aperte alla Sapienza”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Roma Si inaugura martedì 17 luglio il tradizionale appuntamento di orientamento universitario dedicato alle future matricole, alle famiglie, agli insegnanti e a tutti coloro che vogliono avere informazioni sull’offerta formativa 2018-19 e sui servizi offerti dal primo Ateneo della Capitale.Porte aperte alla Sapienza, giunta quest’anno alla XXII edizione, proseguirà fino a giovedì 19 luglio. Durante le tre giornate le matricole saranno accolte nei viali della Città universitaria da docenti, personale addetto e studenti. Stand informativi delle 11 facoltà e delle altre strutture della Sapienza saranno riuniti in un unico grande padiglione open air, all’entrata principale di piazzale Aldo Moro.Oltre a visitare gli stand, il pubblico potrà seguire, all’interno dell’Aula magna, le conferenze di presentazione dei corsi di studio che saranno trasmesse anche in videostreaming sul sito dell’Ateneo.“È una manifestazione che negli anni continua a coinvolgere un gran numero di persone – sottolinea il rettore Eugenio Gaudio – Lo scorso anno abbiamo registrato quasi 12 mila presenze (a cui si sono aggiunti 8 mila accessi in videostreaming). Il successo di Porte aperte – prosegue il Rettore – sta nella ricchezza dell’offerta formativa e dei servizi disponibili. Le nostre future matricole possono approcciare il mondo dell’università, confrontandosi direttamente con docenti e studenti già iscritti che li guideranno nella loro scelta universitaria. Insomma è un appuntamento da non perdere.”
Il 19 luglio avrà luogo una cerimonia per festeggiare i 20 anni di attività del CIAO, il Centro informazioni diventato un punto di riferimento per tutti gli studenti dell’Ateneo.Un’attenzione particolare sarà riservata a studenti con disabilità: nella giornata del 17 luglio presso la Sala Odeion del Museo dell’Arte classica (Facoltà di Lettere e filosofia) si svolgeranno, a partire dalle ore 9, due incontri di orientamento rivolti rispettivamente a studenti con disabilità e a studenti con DSA, sull’iter di iscrizione alle prove di accesso e sull’immatricolazione, con la presentazione dettagliata di tutti i servizi erogati dall’Ateneo.Durante la manifestazione saranno illustrate anche le linee di attività dedicate alla cultura e al tempo libero: le orchestre di Musa – Musica Sapienza, il progetto Theatron – Teatro antico alla Sapienza, le rassegne cinematografiche, il Servizio civile nazionale e altre iniziative.In programma anche momenti di svago e fruizione culturale: nel cortile di Matematica, i ragazzi del Teatro antico metteranno in scena la tragedia greca di Eschilo Le Coefore, mentre i musei della Sapienza saranno aperti per tutta la durata della manifestazione con orario prolungato, offrendo ai visitatori un’occasione unica per conoscere da vicino le collezioni dell’Ateneo.Il programma completo delle conferenze in aula magna e delle iniziative della manifestazione è disponibile sul sito http://www.uniroma1.it alla pagina iscrizioni.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Le Arpe in Villa”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 luglio 2018

Borgo san Giacomo (Bs) Via Cavour, 1 Padernello Dal 21 al 28 luglio 2018 si svolge la nuova edizione del festival internazionale di studio e di concerti per il pubblico “Le Arpe in Villa”, che attira ogni anno appassionati da tutto il mondo. Un occasione per gli studenti di imparare ed esibirsi in spettacoli musicali e per il pubblico di soffermarsi ad ascoltare la magia delle note delle arpe. Il primo concerto dal titolo “Il violino e l’arpa all’opera” sarà sabato 21 luglio, duo di arpa e violino con Anna Loro e Julia Berinskaja. L’occasione è ideale anche per assaporare e scoprire le prelibatezze del Mercato della Terra Slow Food, in versione serale al Castello di Padernello.
Domenica 22 luglio c’è lo spettacolo “Vaga luna” con il baritono Viktor Rud e l’arpa a crochet di Mara Galassi. Il 23 luglio è il momento di “Presentimento d’amore – il linguaggio della natura nelle liriche del primo novecento italiano” con le soprano Maria Tenca e Giulia Poletto, e Pietro Lio e Alessandro Guadagni al pianoforte. Il 24 luglio c’è il concerto di musica da camera a cura degli allievi del Conservatorio di Brescia, di Como, di Verona, e dell’Accademia musicale Amadeus di Agrate. Il 26 il concerto si svolge a Frontignano (BS): si esibisce l’ensemble dell’orchestra a plettro Mauro e Claudio Terroni, con Dorina Frati al violino konzertmeister e Irene Piazzai all’arpa. I concerti si svolgono tutti a partire dalle 21.00. Venerdì 27 luglio alle 17.00 c’è la visita guidata al Castello di Padernello a cui segue un concerto. Infine, sabato 28 luglio, lo spettacolo finale dei corsi alle 21.00.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Visita nelle zone colpite dagli eventi sismici del 2016

Posted by fidest press agency su domenica, 3 giugno 2018

Gli studenti del Master in Ingegneria Sismica e Gestione dei Disastri (Earthquake Engineering with Disaster Management MSc) della University College of London (UCL) saranno in visita nelle zone colpite dagli eventi sismici del 2016. Nelle giornate di lunedì 4 giugno e martedì 5 giugno sono previste una serie di attività didattiche e di ricerca in collaborazione con il gruppo di ingegneria sismica dell’Università di Camerino, con il quale esiste un consolidato rapporto di collaborazione. Il programma, coordinato dal prof. Freddi della University College of London, e dal prof. Dall’Asta dell’Università di Camerino, si concluderà con un incontro scientifico sulle nuove prospettive di valutazione del rischio sismico. Il convegno finale è aperto a tutti e si svolgerà presso la Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino, a partire dalle ore 15.
Gli studenti, circa 15 e provenienti da tutte le parti del mondo avranno modo di discutere delle conseguenze del sisma con gli esperti delle due sedi universitarie. La visita si concentrerà su quattro temi principali: la risposta sismica delle strutture (edifici, ponti, etc) di recente costruzione; la risposta sismica di beni culturali (edifici storici, chiese, etc), in buona parte oggetto di intervento dopo il sisma del 1997; la raccolta sistematica dei dati di danno, finalizzata allo sviluppo di modelli di valutazione della vulnerabilità sismica; la gestione dell’emergenza e della ricostruzione.
L’esperienza ed i risultati della visita saranno condivisi con il pubblico attraverso un blog, una serie di filmati e report fotografici.
L’UCL, fondata nel 1826, è stata la prima università britannica ad ammettere studenti di ogni sesso, etnia, fede religiosa o ideologia politica. Dalla sua fondazione ad oggi, presso di essa hanno studiato o insegnato molti personaggi illustri, fra cui Mahatma Gandhi e 21 premi Nobel.
L’università è una delle più grandi del Regno Unito, organizzata in 8 facoltà, con 72 dipartimenti e oltre 40.000 fra studenti, ricercatori e docenti ed è considerata una delle cinque migliori università britanniche e diverse agenzie internazionali classificano UCL fra le 10 migliori università al mondo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli studenti di OpenCoesione a confronto con l’Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2018

Torino Martedì 29 maggio, nella Sala del ‘900 (via del Carmine 14) dalle 10 alle 12, si terrà il seminario “Il Monitoraggio civico per incontrare l’Europa”. Si tratta dell’appuntamento finale di “A scuola di OpenCoesione”, un percorso innovativo di didattica sperimentale rivolto alle scuole secondarie superiori, sviluppato in collaborazione con lo Europe Direct della Città metropolitana di Torino. A scuola di coesione promuove principi di cittadinanza consapevole, attraverso attività di monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici e l’impiego di tecnologie di informazione e comunicazione a partire dai dati aperti (open data) pubblicati sul portale http://www.ascuoladiopencoesione.it/ Parteciperanno al seminario gli studenti delle scuole piemontesi selezionate. Incontreranno la Consigliera delegata alle relazioni e progetti europei e internazionali della Città metropolitana di Torino, Massimo Gaudina, direttore Rappresentanza della Commissione Europea a Milano, e un europarlamentare membro della Commissione Bilancio e relatore Bilancio Ue 2019 in video-collegamento da Strasburgo.
Venerdì 1° giugno, infine, sempre nella Sala del ‘900 si terrà alle 18.30 l’incontro “Il futuro dell’Europa. Radici, crisi e nuova cittadinanza”, cui parteciperanno, tra gli altri, Bernard Guetta, giornalista esperto di geopolitica, e Lucio Caracciolo, direttore del mensile “Limes”.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

380 studenti presentano i loro progetti di impresa sotto il porticato della Cciaa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 maggio 2018

Udine. Giovedì 24 maggio ore 10 il porticato esterno alla Camera di Commercio di Udine, in piazza Venerio, sarà popolato da una ventina di stand in cui circa 380 studenti di Licei, Istituti tecnici e professionali di tutta la regione presenteranno i loro inediti progetti d’impresa, in lizza per la premiazione finale. Sarà questa la Fiera “Impresa in Azione”, nome del percorso Junior Achievement che porta l’imprenditorialità, concretamente, all’interno del mondo della scuola, aiutando gli studenti – affiancati da tutor e insegnanti – a creare progetti d’impresa e startup con tutte le carte in regola per essere pronti ad affrontare il mercato. Da quest’anno, partner di Junior Achievement per il territorio è la Camera di Commercio di Udine, da anni attenta nel promuovere e favorire il contatto degli studenti con il mondo imprenditoriale. E lo è ancor più oggi, in seguito alla recente riforma degli enti camerali, in cui proprio alle Camere è stata affidata esplicitamente la funzione dell’orientamento al lavoro e alle professioni legata all’attività di alternanza scuola-lavoro.
Gli stand “apriranno” attorno alle 10 e i progetti delle classi saranno visionati da una giuria che, a fine della mattinata, incontrerà singolarmente le classi e quindi si riunirà per decidere chi saranno i vincitori dell’edizione. La premiazione avverrà alle 15.30, al termine di una giornata in cui ci saranno anche due approfondimenti, uno sul lavoro ai tempi dei social, con Gianpiero Riva, dalle 11 alle 12 e uno sulla presentazione del programma “Impresa in azione” per l’anno 2018-2019 (entrambi in Sala Valduga) alle 14.30, subito prima delle premiazioni. I primi classificati avranno diritto di partecipare anche alla selezione nazionale di Impresa in azione e avranno la possibilità, magari, di vincere anche quella, com’è accaduto lo scorso anno con il progetto presentato dai ragazzi del Malignani. Le classi delle scuole presenti quest’anno sono dell’Isis Galilei di Gorizia, dell’Iis Flora e Itst Kennedy di Pordenone, del Liceo scientifico Oberdan di Trieste, dell’Educandato Uccellis, dell’Isis Malignani, degli It Zanon e Deganutti di Udine, dell’Isis Linussio di Codroipo, dell’Itaf Mattei e Itc di Latisana.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli studenti romani eurodeputati per un giorno

Posted by fidest press agency su sabato, 5 maggio 2018

Roma 7 maggio 2018 a partire dalle ore 16.00 presso il Teatro della Cometa via del Teatro Marcello, 4. Gli studenti saranno chiamati a discutere modifiche ad alcuni articoli del Progetto di relazione e si cimenteranno nella stesura di emendamenti, si troveranno coinvolti in negoziati di compromesso e dovranno compilare liste di voto. Presenteranno poi le loro proposte in interventi di quattro minuti di fronte alla giuria che dovrà decretare la classe vincitrice.
Saranno presenti, in qualità di membri della giuria, l’On. Silvia Costa (TBC); Alessio Di Francesco, giornalista Radio Radio; Tiziana Di Simone, giornalista Radio 1 – Caffè Europa; Maria Antonietta Spadorcia, giornalista redazione politico TG2 e Mariano Avagliano di Italia Camp.
In una vera e propria simulazione della plenaria del Parlamento europeo, gli studenti di alcune scuole romane saranno eurodeputati per un giorno e si sfideranno in una gara di oratoria per convincere una giuria di politici e giornalisti sulle loro proposte di modifica di alcuni articoli della strategia dell’Unione europea per la gioventù. Torna, con questa iniziativa, il progetto New Generation EP, promosso dall’Ufficio di collegamento del PE in Italia, teso a fornire ai giovani una maggiore informazione sul ruolo e sul funzionamento del Parlamento europeo.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Career & Open Day: “Appassionati al tuo futuro!”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 maggio 2018

Roma Mercoledì 9 maggio 2018, dalle ore 10.00 Università Europea di Roma in via degli Aldobrandeschi 190 si terrà un incontro sul tema “Appassionati al tuo futuro!” Durante questa giornata gli studenti, i laureandi e i laureati avranno la possibilità di entrare direttamente in contatto con prestigiose aziende al fine di approfondire la loro conoscenza del mondo del lavoro e ampliare il loro network professionale.“Grazie al Career & Open Day gli studenti, i laureandi e i laureati hanno la possibilità di orientare il proprio futuro professionale che si costruisce durante il percorso universitario”, spiega Liborio Desantis, Responsabile dell’Ufficio Orientamento e Job Placement dell’Università Europea di Roma. “L’incontro con le aziende e le associazioni aiuta a capire come stanno evolvendo alcune professioni tradizionali, ma anche per intercettare nuove opportunità di lavoro che si stanno delineando grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie. Il mondo del lavoro è in continua evoluzione. Conoscere le sue dinamiche nell’ambito del percorso universitario è utile per orientare le proprie scelte formative e professionali”.Il Career & Open Day dell’Università Europea di Roma si aprirà alle ore 10.00 con un intervento di Simone Sgueo, Responsabile risorse umane di S.O.S. Telefono Azzurro ONLUS.A seguire si terrà la premiazione dei finalisti del concorso “Made in UER – Raccontaci la tua storia”, un contest che valorizza le esperienze formative e professionali maturate dai laureati e dottorati UER con la finalità di consapevolizzare e trasmettere un messaggio di fiducia ai nostri attuali studenti.
A partire dalle ore 10.45 avrà inizio “The Voice Dev4”, un progetto che vede come protagonisti gli studenti dell’Eccellenza Accademica che presenteranno i project work su temi di estrema attualità svolti in collaborazione con S.O.S. Telefono Azzurro ONLUS, Bosch Spa e Dorna.
A seguire, alle 11.30, vi sarà la presentazione degli scenari occupazionali, al fine di illustrare le varie opportunità professionali legate ai corsi di laurea in Psicologia, Economia e Giurisprudenza.
Alle ore 13.00 si svolgerà l’Open Day dei corsi di laurea magistrale in Psicologia ed Economia e Management dell’innovazione e, a seguire, i colloqui di ammissione ai corsi di laurea.
L’evento si concluderà con l’apertura degli stand aziendali volto a dare la possibilità agli studenti, laureandi e laureati di entrare direttamente in contatto con le aziende per conoscerle ed effettuare dei colloqui di selezione.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In aumento gli studenti del Sud Italia che scelgono le vacanze all’estero per imparare la lingua

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 maggio 2018

Imparare una lingua straniera è uno degli obiettivi che universalmente accompagnano la vita della maggior parte delle persone, che siano alle scuole elementari o abbiano varcato la soglia della pensione. Secondo una recente statistica, l’Italia è al secondo posto in Europa per numero di studenti delle scuole medie che imparano più lingue straniere, preceduta dal Lussemburgo, dove la scolarizzazione avviene obbligatoriamente sia in francese che in tedesco, registrando il 100% di allievi che studiano due lingue straniere, e dalla Finlandia, dove, dopo l’inglese, lo svedese è obbligatorio come seconda lingua nazionale. Terza appunto l’Italia, il con 95,8% degli studenti alle prese con l’inglese (nettamente sul podio con il 98,1% delle preferenze) e, a seguire, con il francese (scelto dal 65,4% degli studenti).
La meta più ambita resta la Gran Bretagna, scelta dal 39% degli studenti italiani, di tutte le età: “Corsi universitari, Master, vacanze studio e corsi di lingua all’estero sono richiestissimi per migliorare il proprio inglese, soprattutto nei mesi estivi, o per prepararsi ad esami internazionali quali Cambridge o Ielts. Riceviamo richieste da studenti sempre più giovani, a partire dagli 8 anni, che desiderano partecipare a vacanze studio, anche accademiche o intensive. I ragazzi un po’ più grandi, dai 14-15 anni in su, preferiscono invece iscriversi a un trimestre, semestre o addirittura anno scolastico nel Regno Unito, o richiedono talvolta di rimanere per più di un anno in Boarding School per il diploma Ib o A level. Infine stanno aumentando gli studenti universitari e gli adulti che desiderano laurearsi all’estero in Inghilterra o conseguire un Master che dia loro maggiori opportunità lavorative future”. Le destinazioni più richieste per l’Erasmus sono la Spagna, la Francia, la Germania e il Regno Unito. Ci sono poi delle mete in crescita, soprattutto verso l’Europa orientale: analizzando le destinazioni dal 2006 al 2017, si osserva che la mobilità verso gli atenei di quest’area europea ha registrato un incremento medio del 34%. In particolare la Polonia, che ha fortemente intensificato gli scambi con l’Italia.
“A seguire, segnaliamo la mobilità verso i Paesi settentrionali e occidentali, Norvegia, Finlandia, Svezia e Olanda, scelti dall’11% degli studenti, e verso l’Europa meridionale – Repubblica Ceca, Spagna e Portogallo – con un incremento dell’8,4%”, spiega Stefano De Angelis, CEO di Giocamondo, azienda fondata nel 2004 per la progettazione e l’organizzazione di vacanze per ragazzi e senior, in Italia e all’estero. “Altri Paesi europei, che attraggono per la vicinanza all’Italia, sia geografica che culturale, sono Austria – inaspettatamente, dobbiamo riconoscerlo -, Francia, Spagna, Germania e Svizzera”.
La Cina è terza nella classifica del nostro import e ottava per l’export: appare quindi chiaro come sia diventato fondamentale imparare a dialogare con questo importante partner economico, “Senza dimenticare inoltre che il cinese è la lingua più parlata al mondo per numero di madrelingua (circa un miliardo di persone)”. In merito all’arabo, pur essendo gli scambi economici meno rilevanti, va considerato un altro aspetto: “Si tratta della terza lingua più diffusa, con 221 milioni di madrelingua sparsi tra 57 Paesi”, aggiunge De Angelis. Sappiamo bene inoltre quanto, soprattutto negli ultimi anni, gli eventi geopolitici abbiano reso fondamentale il dialogo con il mondo arabo. “Studiare per diventare traduttore può essere un’ottima idea, ma anche per lavorare in settori come la finanza, il giornalismo e il turismo”.
Quanti sono gli studenti italiani che hanno iniziato a studiare queste lingue e queste culture? Dove vanno a studiare e come si organizzano? Quali sono i metodi migliori per apprendere idiomi così distanti, anche a livello fonetico, dal nostro? “Negli ultimi anni abbiamo ricevuto sempre più richieste di corsi di lingua cinese, per questo abbiamo aperto ottimi canali con Shanghai e Pechino. Una fra tante università con cui collaboriamo è la BLCU – Bejing Language and Culture University, ma abbiamo anche partner che si appoggiano ad atenei meno conosciuti, ma non per questo meno validi, come la Chongqing University, proprio nella città di Chongqing. I nostri studenti alloggiano in modernissimi campus universitari o in residenze destinate a studenti, frequentano lezioni il mattino e svolgono attività ricreative o ludiche nel pomeriggio insieme ad altri studenti internazionali. In questo modo sono completamente immersi nella cultura e nella lingua del posto, per coglierne a pieno tutte le sfumature”.Infine è interessante notare come, secondo i dati raccolti da Giocamondo, siano in aumento gli studenti del sud Italia che decidono di partire per studiare una lingua straniera. (fonte: (http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2017/02/23/scuola-italia-al-top-ue-per-lingue-studiate-alle-medie_987f8d53-ccdf-495c-a101-7032d4cd9b05.html)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli studenti Rufa protagonisti al concerto del Primo Maggio

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2018

Roma. Quali potranno essere le sensazioni di chi fino allo scorso anno ha contribuito a colmare una delle piazze più suggestive di Roma ed ora si trova, all’improvviso, sulla riva opposta, per fare in modo che il proprio lavoro ed impegno contribuiscano a generare nuove emozioni e trasformare in indimenticabile un evento che, nella continuità, si rinnova di edizione in edizione? Il concerto del Primo Maggio, che avrà luogo in piazza San Giovanni in Laterano, nel cuore della Capitale, annovera una task force speciale e fortemente motivata: un gruppo di studenti RUFA, coordinati da un triumviro di docenti, supporteranno l’organizzazione di quello che, per preciso volere della Cgil, Cisl e Uil, resta “il più grande evento gratuito di musica dal vivo in Italia”. Nato nel 1990, il “concertone”, per utilizzare una terminologia che si ricollega alle prime edizioni, vuole essere una maratona musicale e un programma televisivo finalizzato non solo all’aspetto culturale intriso nella musica stessa, ma anche ai contenuti sociali. Per fare ciò la contemporaneità del linguaggio deve raggiungere livelli elevatissimi, legandosi agli aspetti tecnologici e di comunicazione che sono alla base dei processi formativi proposti dalla Rome University of Fine Arts. Per raggiungere tale obiettivo l’Accademia ha siglato un accordo di partenariato con il gruppo “iCompany” che gestisce il flusso organizzativo ed artistico dell’intera kermesse.
Partendo da questo scenario, troveranno “sistemazione”, nel complesso impianto scenografico, i “visual effects” che progetteranno gli studenti diretti da Pietro Ciccotti. Il concerto del Primo Maggio ha bisogno di essere diffuso non solo dal punto di vista acustico, ma anche da quello visivo. Buona parte del pubblico non riuscirà ad arrivare fin sotto al palco, ma il coinvolgimento emozionale, anche per chi assiste dalle aree più lontane, deve essere massimo. In questo processo l’utilizzo dei ledwall diventa fondamentale. I contenuti che accompagneranno lo scorrere delle note, consentiranno dunque di far agire sinergicamente il lato visual con la musica e le parole.
Gli allievi Rufa di cinema, guidati da Christian Angeli, gireranno un “dietro le quinte” di 8 minuti che racconterà le varie fasi che precedono l’evento del Primo Maggio e, ovviamente, la grande giornata del concerto. Il loro sguardo darà importanza al lavoro sostenuto da tutti coloro che, in modo spesso invisibile, rendono concreta e appassionante questa manifestazione, nella consapevolezza che nessuna star sul palco potrà mai dare il massimo senza il contributo di questi lavoratori silenziosi.
Non meno impegnativo il compito degli iscritti ai corsi di fotografia. Sotto la sapiente guida di Alessandro Carpentieri toccherà a loro preservare nel tempo, attraverso l’eternità delle immagini, ciò che accade non solo tra le quinte, ma anche “on the stage”, raccogliendo le espressioni, le attese, le speranze di chi vive il Primo Maggio nella sua essenza.
Una triplice “Rufa – experience” che servirà come modello di riferimento futuro per entrare nell’ottica di gestione, programmatica ed artistica, di un evento complesso quale è il Primo Maggio. «Un’attività – sottolinea il direttore RUFA, Fabio Mongelli – che declina il claim proposto dagli organizzatori per descrivere l’andamento del concerto: trasversalità, coraggio e follia. Gli studenti Rufa, indirizzati da tre docenti di grandissimo spessore, metteranno in campo non solo competenze e voglia di fare, ma si troveranno nella condizione di autodeterminarsi, di incidere nel flusso organizzativo, di ragionare e di intraprendere sentieri inesplorati, se necessario, con il solo obiettivo di mostrare sé stessi tramite la propria arte».(Ernesto Pastore)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola – Studenti impreparati in Matematica?

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Per l’ex Ministro Profumo è colpa dei docenti non specializzati. Replica Pacifico (Anief): si assuma le sue responsabilità L’ex titolare del Miur: I risultati così negativi dei test Pisa nelle materie scientifiche “sono tali perché il 60% dei docenti delle medie non sono docenti di matematica. Abbiamo un turn-over di circa 8.000 insegnanti l’anno a fronte di 100.000 domande e questo non è un modo corretto di fare, indipendentemente dalla politica sindacale. I problemi di welfare si risolvono in altro modo”.Il sindacalista autonomo risponde: Le responsabilità vanno ascritte principalmente ai ministri dell’istruzione che si sono succeduti negli ultimi anni, incapaci di assorbire nei ruoli quegli insegnanti abili all’insegnamento ma lasciati ai margini per mere, quanto risibili, motivazioni di finanza. Di certo, non è colpa degli insegnanti che stanno nelle cattedre sbagliate: se si trovano lì, è perché si sono andati a formare dei buchi, delle voragini, in organico che l’amministrazione centrale prima non ha preventivato e poi nemmeno saputo fronteggiare. Per l’ex ministro, peraltro, un laureato in matematica dopo il 2001 non avrebbe potuto neanche partecipare ai concorsi, se non fosse stato per i ricorsi vinti da Anief in tribunale. Stupisce anche che ancora non sappia che vi sono ottantamila posti vacanti e disponibili, ma da sempre appannaggio dell’organico di fatto, anziché in quello di diritto, loro sede naturale. Anche sulle lodi espresse da Profumo sulla nuova formazione – “grosso passo avanti l’introduzione di due anni di tirocinio per diventare insegnanti” – Anief sostiene che si tratta di una affermazione altrettanto discutibile: perché una cattedra su otto continua ad essere assegnate dalle GaE e l’inserimento nelle Grame non assicura l’assunzione in ruolo. Pertanto, la XVIII legislatura che s’insedierà dopo il voto odierno, dovrà mettere mano di nuovo alla materia con l’unica soluzione immediata possibile e logica: la riapertura delle GaE, come previsto vent’anni fa.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso Youth4Regions: le iscrizioni sono aperte fino al 29 giugno

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2018

Gli studenti di giornalismo possono inviare i loro migliori articoli o video su un progetto cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) o dal Fondo di coesione e vincere un viaggio a Bruxelles in ottobre per seguire la Settimana europea delle regioni e delle città 2018,. il principale evento europeo sulla politica di coesione, che riunisce numerose personalità politiche europee, nazionali e locali e giornalisti da tutta Europa.A Bruxelles i vincitori potranno anche partecipare a sessioni formative sul giornalismo, la comunicazione e la politica di coesione, e i loro migliori articoli sulla Settimana europea delle regioni e delle città saranno pubblicati sul sito della direzione generale della Politica regionale e urbana della Commissione (DG REGIO) e nella rivista Panorama.Saranno selezionati 28 studenti, uno per ciascuno Stato membro, e le iscrizioni sono aperte fino al 29 giugno 2018. Gli studenti possono presentare la propria candidatura in una delle 24 lingue ufficiali dell’UE.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fondazione Deutsche Bank Italia con gli studenti di Milano Fuoriclasse per una cittadinanza attiva

Posted by fidest press agency su sabato, 14 aprile 2018

Fondazione Deutsche Bank Italia sostiene Milano Fuoriclasse, il progetto dell’Associazione Polis Fuoriclasse operativo dal 2014 nella promozione di valori e pratiche di buona cittadinanza nelle scuole milanesi, con l’obiettivo di creare un legame significativo tra gli studenti e il territorio in cui vivono.
Nell’ambito del piano di iniziative previste per l’anno scolastico 2017-2018, che vede 12 classi di scuole secondarie di primo grado e un totale di circa 300 studenti coinvolti da Milano Fuoriclasse su tutto il territorio milanese, Fondazione Deutsche Bank Italia ha “adottato” 5 classi in 4 scuole medie: Toscanini, Borsi, Ciresola e Fara.
L’innovativo percorso formativo di Milano Fuoriclasse, che parte dal programma scolastico nazionale di “Cittadinanza e Costituzione”, ha l’obiettivo di far (ri)scoprire Milano ai ragazzi, sviluppando e promuovendo la conoscenza del patrimonio artistico e culturale locale, il rispetto e la tutela dell’ambiente, il senso di appartenenza al territorio, la responsabilizzazione nella gestione dei beni comuni e l’integrazione dei giovani stranieri nella città. Gli studenti saranno quindi impegnati in due principali filoni di attività, declinati in maniera differente a seconda delle classi coinvolte:
· una serie di incontri tematici itineranti alla scoperta dei segreti della città di Milano in diverse epoche storiche (medievale, rinascimentale, contemporanea), con la guida di giovani tutor volontari;
· un piano di “cittadinanza attiva” dedicato alla riqualificazione e valorizzazione del territorio e del suo patrimonio (pulizia dei parchi, rimozione dei graffiti, volontariato culturale, attività in ambito sociale).
Il sostegno al progetto “Milano Fuoriclasse” si inserisce nel più ampio impegno di Fondazione Deutsche Bank Italia nella promozione, realizzazione e gestione di progetti di responsabilità sociale in grado di produrre un impatto positivo sul territorio e sulle persone. In particolare, il progetto “Milano Fuoriclasse” è parte del programma globale Born to Be di Deutsche Bank, che incoraggia i giovani a sviluppare le proprie competenze e perseguire le proprie aspirazioni. Nel corso del 2017 Fondazione Deutsche Bank Italia ha destinato circa 500mila Euro a progetti di responsabilità sociale nel Paese, di cui oltre il 40% per Born to Be.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alternanza scuola/lavoro in Slovenia: al via il progetto per gli studenti italiani

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 aprile 2018

Lingua Inglese, gestione di impresa e un pizzico di storia: da qualche settimana è partito un progetto di collaborazione tra la Slovenia e importanti istituti di istruzione superiore italiani, con l’obiettivo di sviluppare programmi di alternanza scuola/lavoro oltreconfine.
L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla partecipazione del Gruppo Hit, operatore turistico sloveno che, oltre ad ospitare gli studenti nei suoi hotel di Nova Gorica e dintorni, collabora attivamente alla gestione dei corsi di formazione.
I primi gruppi sono stati organizzati tra febbraio e marzo dall’IIS Cipolla-Pantaleo-Gentile di Castelvetrano, in provincia di Trapani, per un totale di circa 100 studenti; altri gruppi sono partiti successivamente da Roma e Torino.
Ospiti dell’hotel Sabotin situato in Slovenia, a ridosso dell’Isonzo, gli studenti partecipano ad un corso intensivo di inglese, abbinato ad una serie di escursioni alla scoperta delle attrattive di carattere storico e naturalistico del territorio: Caporetto, con il Museo della Grande Guerra e il Sacrario Militare, le Grotte di Postumia e il castello di Predjama, fortezza del XIII secolo incastonata in una parete rocciosa alta più di 100 metri.
Sotto la guida di un tutor, i ragazzi toccano con mano anche i meccanismi organizzativi di un’azienda come il Gruppo Hit che, con oltre 2.000 dipendenti, si colloca al primo posto tra gli operatori legati al turismo e all’intrattenimento in Slovenia. Tra gli argomenti trattati: tecniche di problem solving, gestione delle risorse umane e rudimenti di marketing.
Suzana Pavlin, sales manager del Gruppo Hit, ha dichiarato: “siamo orgogliosi di essere parte attiva nell’ambito di questa iniziativa che avvicina prestigiose istituzioni scolastiche alla Slovenia, offrendo così agli studenti un esempio concreto di quel mercato globale con cui sempre più spesso saranno chiamati a confrontarsi”.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caso Moro: il regista Marco Bellocchio al Teatro Argentina con Buongiorno Notte incontra gli studenti

Posted by fidest press agency su domenica, 18 marzo 2018

Roma 19 marzo 2018, Teatro Argentina, ore 9.30. Largo di Torre Argentina, 52 La storia, la memoria e la cultura condivisa entrano nelle scuole con Cinema&Storia, Progetto Scuola ABC promosso da Regione Lazio e Roma Capitale, e attraverso il racconto del sequestro Moro lunedì 19 marzo con la proiezione speciale di Buongiorno Notte, per la regia di Marco Bellocchio che interverrà direttamente per parlare a 500 studenti.
Ad aprire la mattinata saranno i saluti di Emanuele Bevilacqua, Presidente del Teatro di Roma, luogo simbolo della capitale, Alessandra Sartore, Assessore Politiche del Bilancio, Patrimonio e Demanio della Regione Lazio, dopo la proiezione interverranno il regista Marco Bellocchio, Giovanni Ricci, figlio di Domenico – l’appuntato dei carabinieri rimasto ucciso alla guida della 130 Fiat su cui viaggiava con gli altri quattro compagni della scorta nell’agguato di quarant’anni fa in via Fani, e insignito di Medaglia d’oro al valor civile alla memoria – il giornalista Giovanni Bianconi: un’occasione importante per raccontare ai ragazzi degli istituti superiori uno dei capitoli più tragici della nostra storia recente, per affrontarlo attraverso il ricordo di chi l’ha vissuto in prima persona e di chi l’ha poeticamente e realisticamente raccontato con il linguaggio cinematografico.
BUONGIORNO, NOTTE è la storia del rapimento di Aldo Moro attraverso un doppio punto di vista: da un lato il dramma dello statista DC recluso nel covo delle BR, che nei suoi sogni si immagina libero e in fuga, dall’altro la verosimiglianza documentaria degli interrogatori che si concludono con la sua condanna a morte, nonostante i dubbi che assillano Chiara, una delle brigatiste. La storia così come e stata, ma anche la storia come avrebbe potuto essere…
Dopo il successo e l’ampia partecipazione del 2017, Cinema&Storia, Progetto Scuola ABC promosso da Regione Lazio e Roma Capitale, riparte accendendo un riflettore sulla storia e al tempo stesso sulla contemporaneità: un approccio inedito per proporre agli studenti un altro racconto del Novecento attraverso pellicole che hanno portato sul grande schermo sia la Storia con la S maiuscola che le piccole storie quotidiane, immagini di accurata documentazione, di poesia visionaria, di potente forza narrativa per formare la coscienza civile, anche, attraverso lo spirito dell’arte.Gli altri film su cui lavoreranno gli studenti e i docenti del Progetto Cinema&Storia 2018 saranno – oltre a Buongiorno, notte – Pane e cioccolata di Franco Brusati (1973) e Dunkirk di Christopher Nolan (2017). Lo spirito è quello di contribuire all’approfondimento della storia attraverso le immagini del grande cinema, all’interno di un “progetto in continuo movimento” che cerca di fornire, con immagini e parole-chiave, analisi e strumenti di interpretazione per capire meglio quello che siamo diventati oggi e che diventeremo domani.
Parteciperanno: Nicola Borrelli (Direttore Generale Cinema del MIBACT), Gianpiero Cioffredi (Presidente Osservatorio per la Legalità e la Sicurezza), Roberto Cicutto (Presidente Istituto Luce Cinecittà), Fabio Ferzetti e Giuliana Gamba (Giornate degli Autori), Luciano Sovena (Presidente Roma Lazio Film Commission), Cristina Priarone (Direttore Roma Lazio Film Commission), Giovanna Pugliese, coordinatore Progetto ABC, insieme a personalità del mondo istituzionale e della cultura.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mouser Electronics Empowers Student Innovation with FIRST Robotics Competition Sponsorships

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 febbraio 2018

Mouser Electronics, Inc., the New Product Introduction leader empowering innovation, is proud to announce that it is once again a major sponsor of the 2018 FIRST® Robotics Competition Dallas Regional, March 1–4 at the Irving Convention Center. As Captains of Innovation Sponsor, Mouser will showcase some of the newest technologies at its exhibit at the Dallas-area event, where 59 teams from Texas, Oklahoma, Missouri and Brazil will compete.Since 2012, Mouser has been a strong and consistent supporter of FIRST® (For Inspiration and Recognition of Science and Technology), the world’s leading child-serving nonprofit advancing science, technology, engineering, and math (STEM). Mouser sponsors FIRST competitions at the local, regional and international levels and also donates electronic components to FIRST teams.
“Electronics education is key to Mouser’s mission, going back to our founding more than 50 years ago,” said Kevin Hess, Mouser’s Senior Vice President of Marketing. “We are very proud to continue sponsoring FIRST, which supports the brightest young minds and future engineers.”The 2018 arcade-inspired theme — FIRST POWER UPSM — promises to inspire and challenge students and to entertain audiences of all ages. Two 3-team alliances are “trapped” in an 8-bit video game, where they must control their robots to perform tasks and defeat the evil boss to win the game. Each FIRST Robotics Competition team receives a kit of parts — including motors, batteries, a control system, a PC and a mix of automation components — with no instructions. Teams have six weeks to transform their kits into working robots designed to perform specific tasks.
The Dallas Regional competition will be followed by the FIRST Championship held in Houston, April 18–21, and Detroit, April 25–28. Mouser will sponsor the Hall of Fame Exhibit, which honors the winning teams of the esteemed Chairman’s Award at both championship locations. Overall, more than 91,000 high school students worldwide are expected to participate.“The FIRST Robotics Competition provides students with a platform for innovation, a chance to solve real engineering challenges, and an opportunity to build character and self-esteem,” Hess added.This year also marks the third time the competition will be offered through the University Interscholastic League (UIL), an organization that provides educational extracurricular contests for public primary and secondary schools in Texas. The UIL championship, also sponsored by Mouser, is set for May 17–19 at the Austin Convention Center.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »