Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 17

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 luglio 2013


logo-fidest-jpgI lanci d’agenzia della fidest sono visibili su:

https://fidest.wordpress.com 

https://www.facebook.com/

https://twitter.com riccardo alfonso

http://www.linkedin.com/home?goback= 

La Fidest è un’agenzia stampa a diffusione gratuita.

Il direttore della Fidest pubblica i suoi libri su Amazon

http://www.amazon.it/Libri/s?ie=UTF8&field-author=Riccardo%20Alfonso&page=1&rh=n%3A411663031%2Cp_27%3ARiccardo%20Alfonso 

E i suoi editoriali e articoli di fondo

https://www.google.com/bookmarks/ 

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Terremoto: Campidoglio, convocata task force

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

virginia-raggi-2Roma Dopo le scosse di terremoto che questa mattina hanno colpito il Centro Italia, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha convocato d’urgenza una riunione del Centro Operativo Comunale (COC).
Disposte anche le indagini speditive per la verifica delle condizioni degli edifici pubblici e delle scuole. Le pattuglie della Polizia Locale di Roma Capitale stanno effettuando verifiche sul territorio comunale.
Dalle ore 11:20 per consentire le opportune verifiche tecniche è stato sospeso il servizio sull’intera tratta delle linea della metropolitana A, B e B1. È stato immediatamente attivato un servizio bus navetta.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il maltempo, il terremoto e l’inerzia del governo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

meloni«La neve, il maltempo e le scosse di terremoto che continuano a tormentare il Centro Italia stanno portando tantissimi italiani all’esasperazione. La gravità degli eventi non giustifica in nessun modo l’inerzia, i ritardi burocratici e tutti gli errori ai quali stiamo assistendo. Basta con le promesse e con le passerelle nei territori colpiti: il Governo intervenga subito con fatti concreti e stanzi i soldi necessari per riportare la situazione in una condizione di normalità. Dopo mesi e mesi, la vicinanza fine a se stessa è una presa in giro e gli italiani sono stufi delle prese in giro». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terremoto Roma: Baldassarre, disposta tempestiva verifica in asili nido e scuole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

A seguito delle scosse sismiche di questa mattina, l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Laura Baldassarre ha disposto la tempestiva verifica delle condizioni dei nidi di Roma Capitale, delle sezioni ponte di Roma Capitale, delle scuole dell’Infanzia di Roma Capitale, degli edifici scolastici di proprietà capitolina ospitanti scuole statali (sezioni primavera, scuola materna, scuola primaria e secondaria di primo grado), con l’avvertenza di riservare particolare attenzione agli istituti lesionati dal terremoto dell’ottobre scorso. “La Sala Operativa dei Vigili del Fuoco non ha segnalato gravi criticità dopo la prima scossa, avvertita alle ore 10.25, e sia la Protezione Civile capitolina che quella nazionale hanno riferito di non aver ricevuto alcuna segnalazione da parte degli istituti scolastici” dichiara Baldassarre. “Dopo le scosse delle ore 11.14 e delle 11.26, invece, molte scuole, su disposizione dei presidi, hanno disposto autonomamente l’evacuazione dalle strutture secondo quanto previsto dal Protocollo in caso di terremoto. Tra l’altro i Municipi invieranno alle scuole le schede per l’indicazione di eventuali criticità createsi dopo il sisma. La Commissione Stabili pericolanti è comunque già allertata per eseguire immediatamente sopralluoghi” aggiunge.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Neve, a Orsogna 600 famiglie senza corrente elettrica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

Il Sindaco di Orsogna (Chieti), Fabrizio Montepara, ha parlato poco fa con un responsabile dell’Enel, il quale gli ha confermato che al momento a Orsogna risultano 600 utenze prive di energia elettrica e che si prevede il “rientro”, ovvero la rialimentazione, entro le prossime 24 ore.Il Sindaco ha sollecitato un immediato intervento per le situazioni più critiche, come quelle della Casa di riposo. L’Enel ha pertanto promesso l’invio di un gruppo elettrogeno che dovrebbe appunto alimentare la zona della Casa di riposo.
“Facciamo un pressante appello ai cittadini – afferma Montepara – affinché tolgano le auto dalle strade principali per consentire agli operatori di sgombrare la neve. Vada in giro in automobile solo chi ha urgenze reali, per cortesia, altrimenti diventa impossibile lavorare e consentire il ripristino della circolazione”. Ai sindaci di Orsogna, Guardiagrele, Filetto, San Martino sulla Marrucina, Casacanditella e Casoli la Sasi Spa, che gestisce il servizio idrico integrato, ha comunicato la necessità di erogare per poche ore al giorno l’erogazione dell’acqua fino al ripristino della fornitura elettrica nelle stazioni di pompaggio. La difficile situazione in atto è gestita dal Sindaco, dagli altri amministratori, uffici e operatori comunali in contatto di ora in ora con il Comitato della Protezione civile dell’Aquila, con la Prefettura di Chieti e con gli Uffici di Pescara dell’Enel.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rita Marrocchi dalla roulotte in località Libertino (Accumoli-Rieti) sommersa da un metro e mezzo di neve

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

“La situazione è drammatica- ha detto Rita – Qui non c’è stato solo il terremoto del 24 agosto e del 30 che ci ha messo in ginocchio poi la neve e adesso il terremoto. Noi stiamo qui, viviamo qui anche se qualcuno non vuole ammetterlo che viviamo qui. Non ci sono solo gli allevatori. Ci sono anche persone che, pur non avendo un’attività produttiva, ha preferito restare qui. C’è chi ha affittato un modulo abitativo o che vive nella roulotte. Ogni anno qui nevica, e ogni anno non ci sono turbine, né gli
spargineve,non c’è sale. Allora, un’allerta meteo era stata data e la Regione, la Provincia, Curcio ed Errani? Che cosa hanno fatto? perché non hanno preparato parate i loro uomini per fronteggiare questa emergenza? Tutto questo non è successo, non succede. Perché? Forse per volere di qualcuno? Forse ci vogliono mandare via? Ci vogliono mandare via dalla nostra terra? Non ci vogliono tra le scatole? ci viene questo dubbio. Questi signori devono capire che ci devono far vivere. Io non voglio vivere in altri posti se non qui. Non voglio il negozio di Bulgari ma voglio una strada pulita anche se la mia terra è martoriata, voglio vederla, farle compagnia, non voglio lasciarla sola”. Il messaggio vocale è stato ricevuto dal Comitato Illica Vive che lo ha trascritto e inviato alle agenzie.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terremoto: dobbiamo abituarci a convivere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

“Per la prevenzione dei terremoti servirebbe la carta d’identità del proprio fabbricato”: a dirlo è il geologo Mario Tozzi, che oggi è intervenuto a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1 per commentare le ultime scosse di terremoto nel centro Italia. “Per carta d’identità intendo il fascicolo del fabbricato, che consenta di sapere quando è stato costruito, in che materiale e soprattutto su che terreno poggia. Questo lo devi sapere”. E come si dovrebbe fare ad avere questo fascicolo? “Attualmente bisogna chiamare un ingegnere e fare questa verifica per conto proprio. Invece se fosse obbligatorio, costerebbe meno e, come si conosce la certificazione energetica, si potrebbero conoscere anche gli eventuali rischi sismici della casa”. Come valuta il terremoto di oggi? “Il terremoto di oggi è stato ridicolo dal punto di vista della magnitudo, dobbiamo abituarci al fatto che l’Italia è un paese sismico. E che il non aver avuto terremoti per quattro anni è solo un caso, noi dobbiamo abituarci a vivere coi terremoti, come facevano i nostri avi”, ha aggiunto Tozzi a Rai Radio1. A Roma hanno chiuso anche tante scuole e, per un periodo limitato di tempo, anche la metropolitana. E’ stato giusto farlo? “Per quanto riguarda le scuole, se tu conosci lo stato del tuo edificio scolastico, e sai che è in buono stato, direi di no. A Roma non ci sono terremoti ‘suoi’, la città risente dei terremoti dell’Appenino”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Antonio Tajani eletto Presidente del Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

Portrait of Antonio TajaniAntonio Tajani (PPE, IT) ha vinto le elezioni presidenziali del Parlamento con 351 voti in seguito al ballottaggio con Gianni Pittella (S&D, IT), che ha ottenuto 282 voti.
Risultati del quarto scrutinio
Antonio Tajani (PPE, IT) 351
Gianni Pittella (S&D, IT) 282
Voti validi espressi: 633
Astensioni: 80
Totale voti espressi: 713
Nessun candidato aveva ottenuto la maggioranza assoluta dei voti validi espressi, necessaria per essere eletti prima del quarto turno, nei primi tre turni di voto delle elezioni presidenziali del Parlamento.
Risultati del terzo scrutinio
Antonio Tajani (EPP, IT) 291 (+4)
Gianni Pittella (S&D, IT) 199 (-1)
Helga Stevens (ECR, BE) 58 (-8)
Jean Lambert (Greens/EFA, UK) 53 (+2)
Eleonora Forenza (GUE/NGL, IT) 45 (+3)
Laurentiu Rebega (ENF, RO) 44 (-1)
Voti validi espressi nel secondo scrutinio: 690
Voti totali: 719
Risultati del secondo scrutinio
Antonio Tajani (EPP, IT) 287 (+13)
Gianni Pittella (S&D, IT) 200 (+ 17)
Helga Stevens (ECR, BE) 66 (-11)
Jean Lambert (Greens/EFA, UK) 51 (-5)
Laurentiu Rebega (ENF, RO) 45 (+2)
Eleonora Forenza (GUE/NGL, IT) 42 (-8)
Voti validi espressi nel secondo scrutinio: 691
Voti totali: 725
Risultati del primo scrutinio
Antonio Tajani (PPE, IT) 274
Gianni Pittella (S&D, IT) 183
Helga Stevens (ECR, BE) 77
Jean Lambert (Verdi/ALE, UK) 56
Eleonora Forenza (GUE/NGL, IT) 50
Laurentiu Rebega (ENF, RO) 43
Voti validi espressi nel primo scrutinio: 683
Voti totali: 718
Il voto è segreto e può essere espresso nei quattro turni. I candidati possono ritirarsi e quelli nuovi possono partecipare alla competizione prima del secondo e del terzo scrutinio. Il quarto turno di votazione inizierà alle 20:00.Se nessun candidato raggiunge la maggioranza assoluta dei voti validi espressi nei primi tre scrutini, i due candidati che hanno ricevuto più voti al terzo turno passeranno al quarto scrutinio, dove il Presidente sarà eletto a maggioranza semplice.
L’elezione di un nuovo Presidente del Parlamento europeo è iniziata con gli interventi di tre minuti dei sei candidati, che hanno espresso le loro idee su come presiederanno l’Aula nel corso dei prossimi due anni e mezzo. Guy Verhofstadt (ALDE) ha ritirato la sua candidatura prima del voto. I deputati hanno poi proceduto ad esprimere il proprio voto al primo turno.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Fabio Gianpietro e Vincenzo Marsiglia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

mostra.jpgBologna dal 26.01 al 30.01 2017 Palazzo Bevilacqua Ariosti Via d’Azeglio 31 A cura di Eli Sassoli de’ Bianchi e Olivia Spatola in occasione di Arte Fiera, ospiterà due progetti multimediali rispettivamente di Fabio Giampietro e Vincenzo Marsiglia a cura di Eli Sassoli de’ Bianchi ed Olivia Spatola.Nel Salone del Concilio, così nominato perché ospitò alcune sedute preparatorie del Concilio di Trento, Fabio Giampietro presenta “Hyper planes of Symultaneity”, un’installazione multimediale visibile su appuntamento mentre, nel chiostro del Palazzo, Vincenzo Marsiglia propone “Interactive Arcade”, un progetto costituito da tre interventi.sia scultorei che digitali.L’esperienza annuale di Palazzo Bevilacqua Ariosti, nei confronti dell’arte contemporanea, si rinnova attraverso due interventi volti a definire una modalità relazionale tra passato e presente, tradizione e innovazione. Entrambi gli artisti selezionati rappresentano la possibilità di dialogo, equilibrato e perfettamente bilanciato, tra gli ambienti storici del Palazzo e le presenze effimere delle installazioni artistiche. Con il progetto “Interactive Arcade” Vincenzo Marsiglia sintetizza la sua ricerca, ormai ventennale, tesa a creare un dialogo coerente ed efficace tra presente, passato e futuro; tempi che paiono sovrapporsi, attraverso il suo gesto.
L’installazione “Riflessione interattiva”, collocata in alcune arcate del quadriportico di Palazzo Bevilacqua Ariosti, crea e modula suoni ed immagini, interagendo con la presenza del pubblico e con lo stato emozionale degli astanti. Marsiglia rappresenta una sorta di “Specchio di Alice”, da attraversare, simbolicamente, per accedere ad uno spazio della mente, laddove i nostri sensi limitati non possono condurci. L’opera si compone di piani di luce percorribili che, separando il dentro ed il fuori delle arcate, sono da intendersi come varchi. Lo spettatore si vede riflesso in diaframmi verticali e, oltrepassandoli, compie simbolicamente una sorta di attraversamento della propria coscienza.Dall’altro lato del chiostro, le installazioni orizzontali, collocate a terra, in marmo, ardesia e ceramica, sono materiche, ieratiche e modulari, e seguono il solco della storia e della tradizione. Il sincretismo tra passato e futuro si esplica sia nella perfetta integrazione e dialogo tra le antiche volte del quadriportico rinascimentale e gli “apparati effimeri” della concezione.artistica, sia nella relazione tra i due differenti approcci con cui l’artista ha concepito le sue opere.
Nel Salone del Concilio Fabio Giampietro propone “Hyper planes of Symultaneity”, un progetto multimediale, realizzato in collaborazione con il visual designer Alessio De Vecchi, presentato in anteprima nel 2016 presso la Sala degli Arazzi di Palazzo Reale di Milano.
Le iperboliche e vertiginose vedute aeree di futuristiche città, immaginate da Fabio Giampietro, vengono qui amplificate percettivamente tramite la complessità di un progetto multimediale che vede l’accostamento della tradizionale tecnica pittorica alla più innovativa metodologia di realtà virtuale.Il progetto si sviluppa attraverso due elementi in dialogo tra loro. Il primo, quello fisico, è costituito da una tela autoportante.semicurva, in cui l’artista ha dipinto, in bianco e nero, la veduta aerea di una città immaginaria, su differenti piani prospettici simultanei. I piani iperbolici della visione multipla risultano essere amplificati e distorti dalla curvatura della tela che rende l’opera una sorta di “spazio percorribile e immersivo”, entro il quale lo spettatore viene avvolto. Il secondo elemento è di natura concettuale: l’idea futurista di porre lo spettatore al centro del quadro, viene portata al completamento espressivo tramite gli occhiali di realtà virtuale: Oculus Rift, un dispositivo sviluppato inizialmente per mostra1essere impiegato nell’industria dei videogiochi, grazie ai quali lo spettatore è chiamato ad entrare illusoriamente nello spazio dell’opera per esserne avvolto a trecentosessanta gradi.
Con il progetto “Hyper planes of Sumultaneity” Fabio Giampietro crea, pertanto, una relazione di simultaneità paradossale fra quelli che lui definisce i tre piani temporali: presente, passato e futuro. Si tratta di un sincretismo percettivo in cui il passato (rappresentato da alcune sue opere tradizionalmente dipinte su tela, scelte come modello ispiratore) incrocia Il futuro, attraverso l’esperienza di realtà virtuale indotta da Oculus Rift. Il presente è, infine, simboleggiato dalla grande tela panoramica, con la quale l’artista restituisce tangibilità e fisicità all’esperienza virtuale. La simultaneità temporale indotta dalla totalità del progetto, pone lo spettatore innanzi ad una sorta di spaesamento percettivo, in cui il rapporto con la materia e con lo spazio viene costantemente ridefinito.
Fabio Giampietro, attraverso l’opera “Hyper planes of Sumultaneity”, getta uno sguardo e crea un ponte ideale, non solo verso “La città che sale” di Umberto Boccioni ed i conseguenti sviluppi spazialisti, ma anche verso le aperture architettoniche barocche e tutta la scuola pittorica rinascimentale, caratterizzata dagli spaccati aerei delle architetture.
Storia e tradizione si incontrano come punti di partenza di un linguaggio artistico peculiare, capace di dilatare la percezione dello spazio, per porre l’uomo al centro di un’esperienza che dal piano dell’estetica si allarga ad abbracciare quello dell’esperienza.
orari di visibilità: Giov. 26 e Ven. 27: ore 14.30/23.00 Sab. 28: ore 14.30/18.30 – 21.30/24.00 Dom. 29: ore 14.30/20.00 (foto: mostra)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I grandi debitori di MPS non pagano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

corriere-della-seradi Luigi Di Maio Dal Corriere della Sera: “Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, dice no alla black list dei debitori, la lista delle aziende che hanno ottenuto e poi non restituito prestiti pesanti dalle banche finite poi in difficoltà, a partire dal Monte dei paschi di Siena. “No, secondo me non va pubblicata la lista dei grandi debitori insolventi”, segnando un cambio di direzione rispetto all’orientamento che il governo aveva lasciato filtrare nei giorni scorsi”. Il principio – spiega il ministro – è che l’imprenditore va dalla banca a chiedere i soldi. È responsabilità della banca capire se è insolvente. È un po’ strano spostare l’onere su chi chiede i soldi”E’ molto strano che siano i cittadini comuni a dover pagare per quelli, che come riportato dagli organi di stampa (Corriere, Il Sole, Libero), sono i grandi debitori insolventi di MPS, su tutti Carlo De Benedetti (tessera numero 1 del Pd e patron de La Repubblica che infatti su questo scandalo non scrive mezza riga), che con i 600 milioni di euro di Sorgenia risulta il maggior debitore del Monte dei Paschi, almeno tra i privati citati dai giornali. Perchè Calenda tutela gli interessi del numero 1 del Pd e se ne frega dei cittadini che gli pagano lo stipendio? Pensi a fare il ministro dello Sviluppo Economico di un Paese in macerie anzichè il palo ai grandi debitori insolventi. Vogliamo che la lista dei grandi debitori insolventi MPS venga pubblicata al più presto, prima di prendere altri soldi ai cittadini devono essere loro a pagare! (fonte: blog di Grillo)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conti pubblici: Ci sarà una manovra bis?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

european commissionIl gruppo Forza Italia della Camera dei deputati ha presentato – a firma Renato Brunetta e Alberto Giorgetti – un question time al ministro dell’Economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, in merito al rischio di manovra correttiva per mettere in ordine i conti pubblici italiani. Brunetta e Giorgetti “esprimono grande preoccupazione per la notizia diffusa ieri, non smentita, secondo la quale la Commissione europea avrebbe chiesto al governo italiano di aggiustare in tempi brevi i conti pubblici. La Commissione avrebbe comunicato all’esecutivo che servono circa 3,4 miliardi di euro, ovvero una manovra bis che vale lo 0,2 per cento del Pil, per evitare una procedura di infrazione sul deficit. Questa cattiva notizia arriva in un momento particolarmente difficile per la nostra economia. Basti pensare alla crisi del sistema bancario, con l’approvazione del decreto-legge dello scorso dicembre per salvare gli istituti a rischio fallimento, e a quanto ci dice in questi giorni il Fondo monetario internazionale: il Fmi lima le stime di crescita per l’Italia per il 2017 e il 2018; il Pil crescerà quest’anno dello 0,7%, 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle stime di ottobre. Nel 2018 la crescita sarà dello 0,8%, 0,3 punti percentuali in meno rispetto alle precedenti stime”. “Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, avrebbe confidato nei contatti informali di queste ore, che ‘l’Italia non ha alcuna intenzione di aprire guerre con nessuno’, ma, al tempo stesso, non ha alcuna intenzione di ipotizzare manovre, manovrine o aggiustamenti. Ad ogni modo, al di là delle trattative in sede europea che sembrano già essere avviate, il ministro Padoan ha il dovere di fare luce sulla vicenda, chiarendo innanzitutto i contenuti della lettera, se è vero che l’Italia rischia la procedura di infrazione, e, in tal caso, specificando gli intendimenti del governo a tal proposito”. “Il ministro dell’Economia deve inoltre chiarire una volta per tutte lo stato dei conti pubblici, specificando se si rende necessaria una manovra correttiva, e, più in generale, quali iniziative intende adottare per coprire il deficit strutturale di circa 3,4 miliardi di euro, e quali risorse intende utilizzare per coprire l’eventuale manovra”, concludono Brunetta e Giorgetti.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In scena “Otis Redding Tribute show”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

otis-reddingPalermo Il 15 febbraio alle 21 al teatro Savio in via Giovanni Evangelista Di Blasi 102/d a Palermo andrà in scena “Otis Redding Tribute show”. Gli Jack & the starlighters (Gioacchino Cottone alla voce, Fabrizio Pacera alla batteria, Dario Lo Giudice al basso, Danilo Mercadante al pianoforte) con Dario Pacera alla chitarra e la sessione di fiati composta da Samuele Davì alla tromba, Fabio Piro al trombone, Michele Mazzola al sassofono, daranno vita a un concerto che punta a essere multisensoriale, ma anche a schiacciare l’occhio allo stile del programma televisivo “Studio Uno” di Antonello Falqui.Alle più famose canzoni di Otis Redding si alterneranno i visual set e i documentari selezionati dalla vj Mapi Rizzo. A tutto questo si somma il corpo di ballo curato da Josh Rizzuto e Marika Riggio, che accompagnerà le canzoni. In più, non mancherà a sorpresa la possibilità di gustare e respirare una delle più famose canzoni di Otis Redding: “Cigarettes and coffee”, abbattendo così la quarta parete tra gli artisti sul palco e il pubblico.Arriva così per la prima volta in città uno spettacolo davvero multimediale, che non si limita alla musica, ma unisce vecchie e nuove forme di cmunicazione, per fare conoscere anche il lato estetico di Otis Redding.«Il progetto – dice il cantante Gioacchino Cottone, che è anche regista della serata – è una mia idea, figlia dell’amore che mio padre mi ha trasmesso, facendomi ascoltare Otis Redding sin da piccolo e influenzando i miei primi ricordi musicali. Redding è “il disco” che mi accompagna da quando sono nato. Sotto l’aspetto commerciale, ritengo che sia assurdo che fino a oggi in tutta Italia non ci sia mai stato un tributo dedicato a un artista di questo rilievo socioculturale, che ha cambiato la storia della musica internazionale, aprendo una pagina indiscussa dell’R&B, del soul e del rap».
La tribute band italiana a Otis Redding è stata benedetta anche dal figlio del cantante Otis III, che presto sarà in Italia per fare parte dello show.Il concerto è una nuova tappa del progetto Jack & the Starlighters, band attiva da 15 anni nei locali di intrattenimento e nelle piazza di tutta la Sicilia. Il biglietto di ingresso costa 12 euro (foto: Otis Redding)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sapienza: Nakariakov il Paganini della tromba

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

Nakariakov.jpgKammermusikensemble I Musici di Roma Audimax RegensburgRoma Sabato 21 gennaio dicembre alle 17.30 nell’Aula Magna della Sapienza, la IUC presenta Sergej Nakariakov, il più sensazionale virtuoso della tromba dei nostri giorni. Insieme allo storico ensemble I Musici eseguirà musiche di Bach, Mendelsshon e altri autori.Sergej Nakariakov, che tra qualche mese compirà quarant’anni, non è un virtuoso della tromba ma “il” virtuoso per antonomasia di quello strumento così difficile da domare e del suo parente stretto, il flicorno. È stato definito “il Paganini della tromba” e anche “il Caruso della tromba”: potrebbe sembrare un’iperbole ma descrive perfettamente l’incredibile capacità del trombettsita russo di dare al suo strumento una morbidezza e una cantabilità che sembrerebbero precluse alla tromba e che ricordano il violino e la voce. Ne darà una prova stupefacente l’ascolto del Concerto in re minore per violino di Felix Mendelssohn, che Nakariakov suonerà con la tromba, gareggiando in agilità, cantabilità e delicatezza di sfumature con lo strumento che fu di Paganini. Eseguirà anche un’altra trascrizione di un brano concepito per strumenti ad arco, la celeberrima Aria sulla quarta corda di Johann Sebastian Bach. L’occasione di mettere in mostra il lato pirotecnico del suo sbalorditivo virtuosismo gliela offriranno le Variazioni sul “Carnevale di Venezia” di Jean-Baptiste Arban, che è stato un cavallo di battaglia dei più grandi virtuosi della tromba degli ultimicentocinquant’anni.
Insieme a Nakariakov suonano I Musici, lo storico gruppo di strumentisti fondato a Roma nel 1952, che celebra dunque nel 2017 il suo sessantacinquesimo anniversario. Hanno avuto un ruolo fondamentale nella riscoperta della musica del barocco italiano e di Vivaldi in particolare: basti dire che la loro incisone delle Quattrio stagioni ha superato i 25 milioni di copie vendute. Nel tempo naturalmente i dodici elementi dell’ensemble sono cambiate, ma immutate sono rimaste l’altissima qualità del gruppo, la perfezione tecnica e la bellezza del suono, Oltre ad accomopagnare Nakariakov, I Musici eseguiranno due Concerti di Arcangelo Corelli e Francesco Geminiani e una Sinfonia di Carl Philipp Emanuel Bach, il più noto dei figli del grande Johann Sebastian. (foto: Nakariakov, I MUSICI)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinque stelle e la sindrome di Calimero

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

mentanaPerché litigo spesso con il M5S? Non è che ci litigo, è che in questa fase ritengo siano quelli che hanno più cose da dire e se dicono cose sbagliate bisogna farglielo notare”. Lo dice Enrico Mentana, oggi ospite del programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. “Il M5S – ha proseguito il giornalista -, si candida a guidare il Paese, ma non mi piace che ogni due per tre i loro esponenti dicano di volere delle scuse piuttosto che pensare che tutti siano contro di loro. Questa è una sindrome di Calimero, un atteggiamento infantile che può avere chi è stato mazzolato da qualche parte, ma non certo chi è il primo o secondo movimento del Paese”. Secondo lei, stampa e giornali hanno verso i Cinquestelle lo stesso atteggiamento che hanno con gli altri partiti? “No, assolutamente no, c’è una prevenzione maggiore – ha detto Mentana a Rai Radio1 -. I Cinquestelle sono stati trattati come un esercito straniero, come veniva trattata la Lega vent’anni fa”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prevenire le complicazioni cardiache dovute ai trattamenti contro i tumori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

Palermo-Panorama-bjs-2Palermo dal 19 al 21 gennaio 2017 nel Complesso Monumentale Chiaramonte “Steri” in Piazza Marina 61. Il congresso sarà aperto dai saluti del Rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, di Renato Li Donni, Direttore Generale dell’Ospedale Universitario “P. Giaccone”, e di Francesco Vitale, presidente della Scuola di Medicina dell’Università di Palermo.
Le complicazioni cardiache e vascolari causate dai trattamenti contro i tumori sono tra le principali cause di morte cardiovascolare. Per prevenire queste condizioni e ridurne i danni, è nata la cardio-oncologia, una nuova branca della cardiologia. «Le nuove terapie per trattare i tumori spesso determinano un danno cardiaco» spiega Salvatore Novo, Direttore della Divisione di Cardiologia all’Ospedale Universitario “P. Giaccone” di Palermo. «Soltanto l’utilizzo di sofisticate tecniche di immagine, come la risonanza magnetica cardiaca, oppure specifici biomarcatori, consentono di raggiungere una diagnosi precoce per individuare un’insufficienza cardiaca o un danno vascolare, in modo da avviare una terapia preventiva». Sarà questo uno dei principali argomenti del congresso internazionale di cardiologia di cui Salvatore Novo sarà presidente. Altri argomenti saranno l’insufficienza cardiaca, la fibrillazione atriale, le patologie delle valvole cardiache, il rischio cardiometabolico. Il Congresso, dal titolo “From scientific research to clinical practice” è organizzato dal Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute, Scuola di Medicina, Università di Palermo, ed è promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Giustizia e carceri secondo papa Francesco”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

carcerePatrizio Gonnella e Marco Ruotolo hanno curato il libro, appena uscito, dal titolo “Giustizia e carceri secondo papa Francesco” (edito da Jaca Book, prezzo 14 euro) per commentare il discorso del Santo Padre alla delegazione dell’Associazione Internazionale di Diritto Penale. Fra i vari importanti contributi di persone autorevoli c’è anche quello modesto di un ergastolano, in carcere da un quarto di secolo, condannato e maledetto dalla giustizia ad essere cattivo e colpevole per sempre: il mio. Mentre lo scrivevo, chiuso nella mia cella, immaginavo di parlare con lui. Questo è un dialogo inedito fra il mio cuore e quello di Papa Francesco. E adesso ho pensato, per promuovere questo libro, di renderlo pubblico con la raccomandazione di leggere questo libro e di farlo leggere a tutti quelli che la pensano diversamente da voi. Papa Francesco: Viviamo in tempi nei quali, tanto da alcuni settori della politica come da parte di alcuni mezzi di comunicazione, si incita talvolta alla violenza e alla vendetta, pubblica e privata. Un uomo ombra: Penso di non conoscere a fondo l’amore di Dio, ma conosco bene l’odio degli uomini che mi tengono prigioniero come un animale in gabbia.Papa Francesco: La cautela nell’applicazione della pena dev’essere il principio che regge i sistemi penali, e la piena vigenza e operatività del principio pro homine deve garantire che gli Stati non vengano abilitati, giuridicamente o in via di fatto, a subordinare il rispetto della dignità della persona umana a qualsiasi altra finalità, anche quando si riesca a raggiungere una qualche sorta di utilità sociale.
Un uomo ombra: Il carcere è l’inferno, una terra di nessuno dove spesso sei da solo contro tutti. Un luogo pieno di conflitti, di odio, silenzi, delatori, sofferenza e ingiustizia, ma anche di tanta umanità, forse molto di più di quella che c’è fuori o che un giorno potrai trovare in paradiso. E quando un detenuto si suicida, è un po’ come se morissi anch’io. Molti dicono che togliersi la vita è una scelta sbagliata, ma io non sarò sicuro fin quando non ci proverò. Spesso in carcere ci si toglie la vita solo per smettere di soffrire perché per molti la vita in carcere è peggiore della morte. Papa Francesco, presto, se non l’hanno già fatto, i nostri politici, governanti e le persone con la fedina penale pulita che vanno a messa alla domenica ingannando Dio e se stessi, si dimenticheranno delle tue umane e illuminate parole, del tuo bellissimo intervento, ma non le dimenticheranno mai gli uomini ombra e i detenuti di tutto il mondo.(abstract) (Carmelo Musumeci)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova iniziativa di prevenzione e cura per l’infezione da HIV

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

Ospedale Spallanzani, RomaIl 50% delle persone scopre di essere HIV positiva con una diagnosi tardiva, in una fase di malattia avanzata, quando l’immunità è già fortemente compromessa, e per di più con il timore di aver inconsapevolmente trasmesso l’infezione ad altre persone.“Facciamolo Rapido” è il titolo del nuovo Progetto che vede, ancora una volta, la stretta collaborazione tra l’Istituto Nazionale Malattie Infettive-INMI Spallanzani e Anlaids Lazio sul tema prevenzione dell’infezione da HIV. Si offre la possibilità di eseguire il test gratuito salivare anche presso la sede Anlaids vicino alla Stazione Termini e in 20 minuti avere una risposta ed eliminare ogni dubbio. Un iniziativa per sensibilizzare ed educare a fare il test periodicamente anche in un luogo non “sanitario”. Lo spot “Svegliati e fai il test” presentato all’ultima giornata mondiale contro l’HIV, curato da Anlaids e girato allo Spallanzani, continua a ribadire l’importanza della diagnosi precoce: un gesto semplice grazie ad un test anonimo, accurato e rapido oltre che gratuito. Il video ha ottenuto in un mese oltre 60.000 visualizzazioni sui social https://www.youtube.com/watch?v=SHF06oyGvFg
“Facciamolo rapido” promosso da INMI Spallanzani e Anlaids Lazio Onlus è un nuovo progetto per dare un’ulteriore opportunità di accesso al test HIV. Sarà infatti possibile effettuare gratuitamente e in forma riservata un test rapido su fluido orale presso la sede di Anlaids Lazio, in Via Giovanni Giolitti, 42 (zona Termini/Laziali) il secondo e il quarto giovedi di ogni mese a partire dal 19 Gennaio.
Il risultato del test sarà comunicato da un medico dello INMI L. Spallanzani dopo 20 minuti. Per info: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.00 allo 06 4746031.Verrà inoltre offerta una consulenza individuale e fornite le informazioni sul rischio di trasmissione, sulle misure di prevenzione dal contagio da HIV e di altre infezioni trasmesse sessualmente, ma non sarà rilasciato il referto dell’esame. Se necessario, si potranno svolgere ulteriori esami presso lo Spallanzani.
“Prevenzione ed informazione sono rilevanti quanto clinica e ricerca per debellare la patologia- evidenzia Marta Branca, direttore generale dell’INMI Spallanzani. Il numero di malati affetti da HIV/AIDS e dei sieropositivi che vengono seguiti nel nostro Istituto è considerevole, pertanto ci impegniamo con sempre maggior determinazione in tutte le iniziative utili a prevenire la trasmissione del virus oltre che curare una patologia diventata cronica-degenerativa. ”Si stima che circa il 15% della popolazione con infezione da HIV non sia a conoscenza del proprio stato, e che da questo gruppo di persone abbia origine circa la metà dei nuovi casi di infezione. “Fare il test – sottolinea il Presidente Anlaids Lazio, Massimo Ghenzer – è il più grande gesto di responsabilità nei confronti di se stessi e degli altri. Permettere di poterlo eseguire non solo nelle strutture ospedaliere è sicuramente un mezzo per incrementarne gli accessi rispettandone i requisiti scientifici grazie alla presenza dei medici dello Spallanzani”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anche il cantautore marchigiano Nesli annuncia di aver lasciato la SIAE

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

nesli.pngA poco meno di un mese dall’inizio del Festival di Sanremo, anche il cantautore marchigiano Nesli, uno dei ‘Big’ in gara, annuncia di aver lasciato la SIAE per affidare la gestione dei propri diritti d’autore a Soundreef, società fondata da Davide d’Atri, autorizzata lo scorso marzo dalle autorità inglesi a operare sul mercato europeo dei diritti d’autore in ambito musicale. Soundreef sviluppa e applica tecnologie per rendere più veloci, trasparenti ed analitiche le rendicontazioni e le ripartizioni per autori ed editori.
Nato a Senigallia (Ancona) 36 anni fa, Nesli porta quest’anno al Festival di Sanremo il brano ‘Do retta a te’, che verrà interpretato con Alice Paba, vincitrice del programma Rai “The Voice”. Per il cantautore è una prova di maturità, dopo anni di intensa attività scandita da numerosissime pubblicazioni, dalla presenza sui più prestigiosi palchi italiani e da una crescente attenzione da parte dei principali network Radio e TV.“Sono contento – ha dichiarato Nesli – di questa nuova collaborazione con Soundreef, società giovane e competitiva che offre un’alternativa valida per la raccolta e la rendicontazione dei diritti. Soundreef è un’azienda che ho trovato da subito estremamente stimolante per un cantautore come me, con lo sguardo sempre proiettato verso il futuro. Questo è l’inizio non è la fine.”
Soundreef, grazie all’utilizzo di sistemi digitali, rendiconta l’utilizzo delle opere musicali entro 7 giorni dal concerto e paga le royalty entro 90 giorni, sia per il nazionale che per l’internazionale. La rendicontazione è analitica al 100%. Ciò che viene suonato viene pagato e gli utenti attraverso l’account online possono verificare in tempo reale come e quanto hanno guadagnato. Una notevole differenza rispetto al sistema finora utilizzato che paga gli autori fino a 12/24 mesi dopo il momento in cui le royalty vengono maturate e con sistemi di ripartizione spesso forfettari.
Soundreef è un Ente di Gestione Indipendente (Independent Management Entity – IME – secondo la Direttiva EU 2014/26/EU), che offre servizi alternativi a quelli delle tradizionali società di gestione collettiva dei diritti d’autore come SGAE, GEMA, SIAE e SACEM. Soundreef amministra e raccoglie compensi su oltre 150.000 brani per conto di oltre 9.000 autori, editori, etichette discografiche e artisti in Italia e più di 20.000 nel mondo. (foto: nesli)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tribunale di Como: debiti fiscali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

calandraNonostante la possibilità di “rottamare” le cartelle esattoriali, introdotta con il decreto fiscale n. 193/2016, spesso chi è in difficoltà non ha materialmente la possibilità di accedere a questo strumento in quanto le modalità di pagamento del debito non possono superare le 5 rate entro settembre 2018.Secondo l’Avv. Pasquale Lacalandra del foro di Milano, specializzato in diritto fallimentare e crisi da sovraindebitamento: “Un valido strumento legislativo è rappresentato dalla legge sul Sovraindebitamento (n. 3/2012), che permette di ridurre i debiti, anche di natura fiscale, in relazione alle concrete possibilità del debitore.”
Uno degli ultimi casi è la decisione del Tribunale di Como che ha risolto definitivamente una situazione debitoria di un lavoratore dipendente 48enne, per debiti fiscali relativi a una partecipazione societaria in un’azienda di famiglia. Il debito iniziale di 166 mila euro, maturato nei confronti dell’Agenzia delle Entrate e di Equitalia, e lievitato successivamente con sanzioni ed interessi a ben 509 mila euro, è stato così concordato e ridotto a 54 mila euro (-89%), attraverso un accordo approvato dalla stessa Agenzia delle Entrate.
L’Avvocato Pasquale Lacalandra, che negli ultimi anni ha seguito diversi casi di Sovraindebitamento fiscale, tra cui la vicenda in questione, commenta: “Nel caso esaminato, se il debitore avesse richiesto la procedura della ‘rottamazione’, avrebbe dovuto restituire il debito iniziale, che, seppur epurato da interessi e sanzioni, ammonta comunque a 166 mila euro. L’unica possibilità per il debitore sarebbe stata la dilazione, ovvero 5 rate da oltre 33mila euro ciascuna. Pertanto la particolarità del caso di sovraindebitamento portato all’attenzione del Tribunale di Como è invece quella di aver raggiunto un accordo con il fisco, e in particolare con l’Agenzia delle Entrate, che ha accettato la somma di 54 mila euro per chiudere la situazione debitoria. L’importo è stato determinato sulla base delle entrate del debitore, rappresentate solo dallo stipendio percepito. In mancanza dell’accordo, il fisco comunque non avrebbe potuto ottenere più di 1/10 dello stesso stipendio. Questo accordo ha quindi un’importanza rilevante anche dal punto di vista sociale, perché permette al debitore di riacquistare un ruolo attivo nell’economia, tutelando allo stesso tempo i diritti del creditore.” (foto: calandra)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La componentistica italiana per l’automotive

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

cassa depositi e prestitiEssa punta sull’internazionalizzazione e cresce nel mondo, con un ampio potenziale di sviluppo ulteriore e un effetto traino per l’intera filiera, pari a oltre 65 miliardi di euro di nuovo export entro 2020. E’ quanto emerge dallo studio dedicato alla componentistica per l’automotive pubblicato oggi da SACE (Gruppo Cassa depositi e prestiti): “Più veloce, più lontano: il cambio di marcia della componentistica”. Se da una parte l’industria di produzione di autoveicoli è presente su una pluralità di geografie e aumenta in misura significativa le proprie esportazioni, la componentistica resta concentrata su mercati tradizionali come quello europeo (circa il 70% del totale export). SACE ha individuato 12 mercati di opportunità che – entro il 2021 – genereranno vendite per oltre 75 miliardi di euro. Oltre a regioni note come Cina, Messico e India, ci sono anche economie asiatiche di frontiera, per cui risulta fondamentale adottare forme di internazionalizzazione ‘avanzate’ attraverso un approccio strutturato e adeguate soluzioni finanziario-assicurative.
Un trend che trova conferma nella crescente attività in questo settore di SACE e SIMEST, il polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp. Sono molte le aziende della componentistica che si sono già rivolte a SACE e SIMEST per entrare o rafforzare la loro presenza in mercati ad alto potenziale per il loro business. Storie di successo che provengono da tutta la Penisola e vedono protagonista tutta la filiera dell’automotive, le PMI affianco delle grandi aziende.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’infertilità colpisce circa il 20% delle coppie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

procrea.jpgLugano (Svizzera)Sabato 21 gennaio in via Clemente Maraini 8 a gli esperti di ProCrea si mettono a disposizione delle coppie alla ricerca di un figlio per spiegare cause, tecniche e possibili soluzioni all’infertilità. Il programma prevede un incontro conoscitivo al termine del quale è possibile incontrare personalmente gli specialistici. Sarà inoltre possibile visitare la clinica che si sviluppa su cinque piani e raccoglie sei studi medici, laboratori di embriologia e andrologia, due sale operatorie con i locali per la sterilizzazione e sette camere post intervento, oltre al laboratorio di genetica.L’incontro è libero e aperto a tutti. «L’infertilità è considerata una patologia che, in forme più o meno gravi, colpisce circa il 20% delle coppie in età fertile», spiega Alessandro Verza specialista in Ginecologia e Medicina della riproduzione del centro ProCrea. Le cause possono essere diverse e di differente gravità, possono essere riconducibili a fattori maschili, femminili e di coppia. «Il vero problema è che molti non si pongono il problema se non quando si trovano a fare i conti con una gravidanza che non arriva», sottolinea lo specialista di ProCrea. «Oltre a mancare una cultura di prevenzione, spesso manca la conoscenza degli elementi che incidono negativamente sulla fertilità come l’età, gli errati stili di vita e le infezioni. Manca soprattutto la conoscenza delle risposte che la scienza può dare. Le soluzioni ci sono, ma non sono una ricetta applicabile a tutti: solamente partendo da una diagnosi clinica precisa e approfondita è possibile intraprendere il percorso più corretto per arrivare ad una gravidanza», conclude Verza. (foto: procrea)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »