Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 28 n° 265

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 luglio 2013

logo fidest jpgI lanci d’agenzia della fidest sono visibili su:

www.fidest.it  

https://fidest.wordpress.com 

http://alfonsinho.blog.com/ 

https://www.facebook.com/

https://twitter.com riccardo alfonso

http://www.linkedin.com/home?goback= 

La Fidest è un’agenzia stampa a diffusione gratuita.

Il direttore della Fidest pubblica i suoi libri su Amazon

http://www.amazon.it/Libri/s?ie=UTF8&field-author=Riccardo%20Alfonso&page=1&rh=n%3A411663031%2Cp_27%3ARiccardo%20Alfonso 

E i suoi editoriali e articoli di fondo

https://www.google.com/bookmarks/ 

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

The future of sustainable development at Responsible Business Forum 2016

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

Mansuetus-Alsy-Hanu_1

Singapore. Momentum continues to build for the 5th annual Responsible Business Forum on Sustainable Development, in partnership with UNDP, at Marina Bay Sands Singapore 22 – 24 November 2016.
RBF 2016 will help companies to better understand the SDGs and the opportunities that exist for business. This will be facilitated in partnership with organisations including: Asian Development Bank, CIFOR, Ellen MacArthur Foundation, Fair Labor Association, International Labor Organization, PwC, UNDP, UNEP, UNESCAP, UNESCO, UN Women, Women Organising for Change in Agriculture and Natural Resource Management, and WWF.Under the theme ‘Innovation and collaboration to deliver the global goals’, this year’s Responsible Business Forum will examine each of the UN Sustainable Development Goals in depth, with case studies and perspectives from businesses, governments, UN agencies and international experts. With 34 SDG workshops to choose from, delegates can personalise their RBF programme, to include the SDGs most relevant to them. (photo: Mansuetus-Alsy-Hanu)

Posted in Estero/world news, recensione | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Prize for World Civilisation

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

Photo-1

HONG KONG, PRNewswire/ — The LUI Che Woo Prize – Prize for World Civilisation (“LUI Che Woo Prize” or “the Prize”) today announced its first three laureates.The inaugural laureates of the LUI Che Woo Prize 2016 are:
Prize Category 1: Sustainable development of the world (Sustainability Prize) Specific Area of Focus: World Food Supply: Safety and Security
Laureate: YUAN Longping Professor Yuan Longping is awarded the Sustainability Prize for his scientific achievement in developing high-yielding hybrid rice, bringing about sustainable and stable food supply in China and other areas that have long suffered from the risks of famine. Professor Yuan’s hybrid rice technology has contributed significantly to the enhancement of the security of world food supply.

Photo-2

Prize Category 2: Betterment of the welfare of mankind (Welfare Betterment Prize) Specific Area of Focus: Treatment and/or control of epidemics, infectious diseases or chronic illnessesLaureate: Medecins Sans Frontieres. Medecins Sans Frontieres (“MSF”) is awarded the Welfare Betterment Prize for its indispensable contributions to the treatment and control of the cholera outbreak in Haiti in 2010 and the Ebola epidemic in West Africa in 2014. MSF provides medical and humanitarian support to areas of disaster, epidemic or armed conflict. The work of MSF has thus resulted in a significant betterment of the welfare of mankind.
Prize Category 3: Promotion of positive life attitude and enhancement of positive energy (Positive Energy Prize)
Specific Area of Focus: Individuals or organisations whose behaviour and achievement inspire, energise and give hope to others

Photo-3

Laureate: James Earl “Jimmy” CARTER Mr. Jimmy Carter is awarded the Positive Energy Prize for all the good work that he and The Carter Center that he established in 1982 have done, which has contributed significantly to the promotion of positive life attitude and enhancement of positive energy in the world. By bringing peace, prosperity, good health and hope to millions, and by fighting for human rights and a just society, Mr. Carter has inspired, energised, given hope and imparted positive energy to people around the world.
Dr. Lui Che Woo, Founder & Chairman of the Board of Governors cum Prize Council of the LUI Che Woo Prize, said, “Today is an important milestone for the LUI Che Woo Prize – Prize for World Civilisation. The Prize was established with the aim to promote world peace, mutual respect and support, and create an environment where people can cherish and enjoy our Earth’s precious natural resources. With the announcement of its first laureates, I hope we can build a caring and loving world.”Dr. Lui expressed his hope that the three laureates may keep forging ahead in their respective fields, making their ideas and contributions universally accessible in order to benefit society and spread more positive energy to the world at large.
Professor Lawrence J. Lau, Chairman of the Prize Recommendation Committee, said, “In contrast to other international Prizes with fixed fields, the LUI Che Woo Prize covers a variety of fields, and laureates are not limited to academics and scientists. The three laureates were selected following strict evaluation and assessment through the Prize’s three-tier structure, a process that is all the more testament to the fact that each awardee is well deserved.” (photos: lui che woo prize)

Posted in Estero/world news, recensione | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ronald S. Lauder: “We must stand as one in the face of this great threat”

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

new yorkNEW YORK – World Jewish Congress (WJC) President Ronald S. Lauder on Tuesday issued a strong condemnation of the terrorist attack at a church in Saint-Etienne-du-Rouvray, near Rouen, in France, calling it “a monstrous and evil act of murder committed against innocent people inside a house of worship.” Lauder conveyed his and the Jewish people’s condolences to the people of France, to Pope Francis and the leaders of the Catholic Church in France. Lauder said: “This morning, my thoughts and prayers are with the victims of yet another atrocious attack, and with the good people of France who sadly have become so familiar with the reality of terrorism in recent months.“Alas, there is no respite. Every day, these terrorists make it abundantly clear to the world that nothing is sacred to them, that they will not shy away from any execrable affront to the most basic values of our society.“Let’s be clear: this is not a war between religions, but between good and evil. We must stand as one in the face of this great threat. We must not be intimidated, but cherish our freedom, including the freedom to worship. We must speak out and not be silent. We must defend each other, and we must look after one another: one religious community after the other, one country after the other. This evil scourge won’t be defeated unless we are united in our resolve to defeat it,” said the WJC president.According to reports, an 86-year Catholic priest, Fr. Jacques Hamel, died after his throat was slit this morning in the church. Together with two nuns and two parishioners, Fr. Hamel had been being taken hostage by two men who reportedly shouted ‘Daesh’ (a synonym for the Islamist terror group ISIS) when storming into the church. One other victim was in a life-threatening condition, and the three other also suffered injuries.Police stormed the church at around 11 a.m. local time on Tuesday and killed the two attackers. French President François Hollande said in a statement that ISIS was behind the attack. Saint-Etienne-du-Rouvray lies on the outskirts of Rouen, the capital of the Normandy region in north-western France. It was the first such attack committed by jihadist terrorist against a church in Europe.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Festival dell’Ambiente, delle Scienze e delle Arti

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

giulia1Serramezzana (Salerno) 29 luglio si terrà nel suggestivo teatro all’aperto di Piazza XX Settembre, nel cuore di Serramezzana il Festival dell’Ambiente, delle Scienze e delle Arti ospiterà l’incontro con i giornalisti di GeaPress Marcella Porpora e Giovanni Guadagna dal titolo Controllo del territorio e criminalità. Traffici di fauna selvatica e corse di cavalli a Palermo, incentrato su un fenomeno purtroppo ancora presente in molti centri del sud Italia. Seguirà il concerto spettacolo Bella, Gabriella! con Giulia Ananìa, una dedica emozionale alla grande Gabriella Ferri e alla sua Roma di ieri e di oggi.
Un progetto nato dall’amore smisurato che la cantautrice, poetessa e paroliera Giulia Ananìa nutre per la nota interprete di canzoni popolari romane. Il concerto sarà per la prima volta in Cilento con una versione acustica d’eccezione: Giulia Ananìa (chitarra, voce e synt), Felice Zaccheo (mandolino), giuliaAndrea Ruggiero (violino) e con lo straordinario talento dei due attori Lilith Primavera e Tony Allotta. Le canzoni di Gabriella Ferri che raccontano una Roma spontanea, ingenua, poetica e ribelle si uniscono ai racconti della Roma metropolitana di oggi, un parallelo coinvolgente tra musica, street poetry e teatro.
Sul palco due attori, tra le canzoni della grande Ferri e i suoi testi, intonano le poesie scritte per lei da Pasolini e dai grandi poeti del suo tempo e quelle delle nuove generazioni che ne hanno raccolto il testimone.
Lo spettacolo, nato tre anni fa, ha in breve conquistato l’Italia andando in scena e registrando il tutto esaurito in alcuni dei festival e teatri più importanti con concerti-evento profondamente partecipati dal pubblico.
Giulia Ananìa è una paroliera, cantautrice e poetessa. La passione musicale di Giulia nasce da un amore smisurato per la voce e lo spirito di Gabriella Ferri, per la musica popolare italiana ma anche per la scena new folk indipendente internazionale.La serata sarà introdotta da Elisabetta Nepitelli Alegiani. L’ingresso agli eventi è gratuito. (foto: giulia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Klopman sostiene BCI – Better Cotton Iniziative

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

cotone lavorazioneFrosinone. Il cotone è una delle fibre che più fa parte delle nostre vite attraversando i più diversi momenti della nostra giornata. Questa fibra, nota fin dall’antichità, ha migliaia di usi ma quello per abbigliamento, sia apparel che workwear, è sicuramente il principale mercato. La produzione del cotone ha una influenza diretta sulla vita di oltre 250 milioni di persone nel mondo ma ha anche un impatto importante in quanto ad utilizzo di acqua, sfruttamento dei terreni, condizioni di lavoro delle persone e uso scorretto o abuso di pesticidi. È in questo panorama che è nata nel 2005 BCI- Better Cotton Iniziative –associazione no-profit che ha l’obiettivo di “rendere la produzione mondiale cotone migliore per le persone che lo producono, per l’ambiente in cui cresce e per il futuro del settore”. BCI mette in connessione persone e organizzazioni provenienti da tutta la filiera del cotone, dalla produzione alla vendita, al fine di promuovere miglioramenti misurabili e continui per l’ambiente, per le comunità agricole e le economie delle aree produttrici.L’obiettivo di BCI è quello di far crescere il marchio fino ad interessare, entro il 2020, 5 milioni di agricoltori del settore e circa il 30% della produzione globale. Klopman, primaria azienda manifatturiera tessile, ha colto la sfida lanciata da BCI nella promozione di prodotti sempre più sostenibili e volti ad una responsabilità sia etica che ambientale. L’azienda è da quest’anno membro attivo di questa organizzazione dopo che aveva già introdotto nei suoi processi il cotone FairTrade, altro autorevole marchio etico del settore. Una scelta questa che, unita allo sviluppo dell’utilizzo del poliestere riciclato all’interno dei tessuti che Klopman da anni produce e commercializza, potrebbe portare ad una vera rivoluzione nel mondo dell’abbigliamento da lavoro. Tessuti etici, sostenibili e con minimo impatto ambientale, è questo l’impegno quotidiano dell’azienda. I confezionisti a loro volta potranno contribuire a questo cambiamento veicolando le informazioni sui loro clienti sostenendo scelte di vita ogni giorno più green.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le vendite immobiliari si scaldano proprio nel periodo estivo

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

median sales priceCon il mercato nel pieno periodo estivo, sia le vendite immobiliari sia i prezzi sono aumentati insieme alle temperature. Le richieste degli acquirenti in giugno hanno mantenuto un livello di vendite superiore allo 0,7% con un forte aumento del 9,4% rispetto a maggio. Il prezzo di vendita mediano di giugno ammontava a $229.000, segnando un incremento del 2,2% rispetto a giugno 2015. L’aumento dei pezzi di anno in anno è moderato e c’è un impatto positivo sulla possibilità di acquistare una casa. Il numero delle case in vendita a giugno è diminuita del 15,6% rispetto all’anno scorso, mettendo a dura prova l’offerta degli immobili soprattutto nella West Coast. A giugno l’offerta mensile nazionale di case in vendita è stata di 3.2, in leggero aumento dal 3.0 di maggio.“L’anno scorso è stato il periodo migliore a cui abbiamo assistito dopo molto tempo per la vendita di case. È incoraggiante che le vendite rimangano più alte rispetto al 2015. I prezzi moderati sono una buona cosa per questo mercato. I proprietari di immobili stanno ancora assistendo a dei miglioramenti dei loro patrimoni, e c’è meno possibilità che gli acquirenti siano tagliati fuori dal mercato a causa dei prezzi troppo alti. Dobbiamo ancora aspettare, ma la stabilizzazione a cui stiamo assistendo è un segnale positivo”, dichiara Dave Liniger, RE/MAX AD, Presidente e Co-fondatore.“A livello nazionale il valore delle case è al giusto livello, nonostante la differenze all’interno del Paese possano influenzare l’impressione e l’idea dei proprietari. È importante che questi realizzino che il modo in cui percepiscono il valore della loro casa può variare da come un valutatore la vede, poiché può confermare o annullare la vendita o il rifinanziamento del mutuo”, ha aggiunto Bob Walters, Chief Economist Quicken Loans.
days on marketNelle 53 aree metropolitane coinvolte nell’indagine condotta da RE/MAX a maggio, il numero degli immobili venduti è salito del 0,7% rispetto allo scorso anno, ed è stato inoltre del 9,4% maggiore rispetto al mese scorso. Le vendite sono leggermente al di sopra rispetto ai numeri visti lo scorso giugno e l’aumento mensile è maggiore del 6,7% medio registrato negli ultimi otto anni. Come nei mesi precedenti, le vendite sono state molto forti nel nord est del Paese. A maggio, in 31 delle 53 aree metropolitane intervistate si sono registrate vendite maggiori rispetto all’anno scorso, vedendone 6 con aumento percentuale a doppia cifra. Tra queste troviamo Augusta, ME +22,7%, Las Vegas, NV +13,2%, New York, NY +13,1%, Trenton, NJ +11,1%, Cleveland, OH +11,1% e Hartford, CT +10,2%.
Il prezzo mediano di vendita degli immobili venduti nelle aree analizzate nel mese di giugno è stato di $229.900, maggiore del 3,0% rispetto ad aprile e maggiore del 2,2% rispetto al mese di giugno 2015. Giugno è stato il 53esimo mese consecutivo senza un calo del prezzo mediano. Nel 2015, l’aumento del prezzo mediano ha raggiunto la media mensile del 7,6%. L’aumento del 2,2% di giugno potrebbe segnare un aumento moderato dei prezzi, i quali potrebbero avere un impatto positivo per quanto riguarda l’acquisto di un immobile. Tra le 53 aree intervistate, solo quattro hanno registrato un calo dei prezzi e le 49 restanti hanno registrato prezzi maggiori rispetto allo scorso anno, 7 con percentuali a doppia cifra: Tampa, FL +14.1%, Orlando, FL +13.9%, Honolulu, HI +13.1%, Portland, OR +12.6%, Denver, CO +11.1% Boise, ID +10.1% e Augusta, ME +10.1%.
month's supplyA giugno la media dei giorni sul mercato delle case vendute è stata di 54 giorni, 4 giorni in meno rispetto alla media di 58 registrata a maggio 2016 e giugno 2015. Giugno e diventa il 39esimo mese consecutivo con una media di circa 80 giorni sul mercato. Nei tre mercati con la più bassa offerta di immobili, Seattle, Denver e San Francisco, i giorni sul mercato sono stati rispettivamente 25, 23 e 21. Quelli più alti invece, si sono registrati ad Augusta, ME (143) e a Des Moines, IA (103). I giorni sul mercato sono il numero medio di giorni che intercorre dalla presa dell’incarico alla firma del contratto.
Il numero degli immobili in vendita a giugno è stato dello 0,7% inferiore rispetto a maggio e del 15,6% rispetto a maggio 2015. La stabilizzazione dell’offerta mensile è un segno positivo, soprattutto durante il periodo estivo. Basata sul tasso di immobili in vendita a giugno, l’offerta mensile di immobili è stata di 3.2, dato più o meno identico all’anno scorso (3.6) e al mese di maggio di quest’anno (3.0). Un’offerta di immobili a 6.0 rappresenta un mercato in equilibrio tra acquirenti e venditori. Il numero delle città con un’offerta inferiore a 2.0 potrebbe stabilizzarsi a 8, minore delle 10 registrate a maggio. Le otto città sotto il 2.0 sono Seattle, WA 1.2, Denver, CO 1.3, San Francisco, CA 1.3, Portland, OR 1.5, Boston, MA 1.5, Omaha, NE 1.8, Dallas-Ft. Worth, TX 1.9 e San Diego, CA. 1.9.(Grafico: median sales price, days on market, month’s supply)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Codacons su banche e casse previdenziali MPS

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

monte dei paschi di sienaL’intervento delle casse previdenziali nel fondo Atlante 2 rappresenta una illecita intromissione del Governo nelle tasche dei cittadini e, come tale, sarà denunciato in Procura e impugnato al Tar del Lazio. Lo afferma il Codacons, bocciando senza mezzi termini l’indicazione dell’Associazione degli Enti previdenziali privati (Adepp) che ha deliberato di sostenere l’iniziativa Atlante 2 per salvare Monte dei Paschi.“Ancora una volta si ricorre ai soldi dei cittadini per salvare le banche, una decisione folle contro la quale ci opporremo in ogni sede – afferma il Presidente Marco Maria Donzelli – In sostanza il Governo prende i soldi dalle casse pensionistiche private, andando a pescare presso i professionisti che hanno versato negli anni contributi per garantirsi una serena vecchiaia. Un atto a nostro avviso illegittimo, che abbiamo deciso di denunciare alla Procura della Repubblica di Roma alla luce della possibile fattispecie di appropriazione indebita: al contempo abbiamo diffidato il premier Renzi e il Ministro dell’Economia Padoan a non toccare nemmeno un centesimo dei soldi dei lavoratori”.Il Codacons ha deciso inoltre di promuovere un ricorso collettivo al Tar del Lazio contro i provvedimenti governativi salva-banche che incideranno sulle casse previdenziali

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Codacons su spending review acquisti P.A.

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

ministero interniUn risparmio da 1 miliardo di euro nell’acquisto di autovetture di pubblica sicurezza, energia elettrica, fotocopiatrici, pc portatili, aghi e siringhe, che tuttavia appare ancora insufficiente a colmare gli immensi sprechi della P.A. Lo afferma il Codacons, commentando la pubblicazione del decreto del Mef in Gazzetta ufficiale, con i prezzi benchmark per 34 convenzioni Consip a cui la pubblica amministrazione si dovrà attenere.Si tratta di un piccolo passo verso il miglioramento della spesa ma ancora non basta. I risparmi che la novità dovrebbe garantire sono ancora lontani dal coprire i 30 miliardi di euro di sprechi negli acquisti pubblici fatti registrare ogni anno dalla Pubblica Amministrazione.“Dalla benzina ai computer, passando per telefonini e carta, gli enti pubblici centrali e locali sono riusciti finora ad eludere con facilità le convenzioni e acquistano a prezzi ben superiori rispetto a quelli stabiliti dalla Consip – denuncia il Presidente Marco Maria Donzelli – In base ai conti elaborati dal Codacons su dati del Tesoro, gli enti pubblici arrivano a spendere il 13,6% in più per i carburanti, il 25,8% in più per un personal computer, il 22,6% in più per la telefonia, il 38% in più per una fotocopiatrice, fino ad arrivare al 68,2% in più di spesa per una stampante”.“La strada per ridurre gli sprechi è ancora molto lunga: occorre tagliare gli sperperi in tutti gli acquisti pubblici e azzerare i 30 miliardi di euro sprecati ogni anno, soldi che vengono ingiustamente sottratti alla collettività” – conclude Donzelli.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Investec Asset Management amplia la partnership con Old Mutual Wealth

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

old mutualInvestec Asset Management, società di risparmio gestito nata nel 1991 in Sudafrica con attivi in gestione pari a oltre 109 miliardi di dollari statunitensi*, amplia la proposta dei fondi collocati attraverso la rete distributiva di Old Mutual Wealth, società parte del gruppo Old Mutual specializzata nelle soluzioni assicurative unit linked.Investec AM prosegue così nel proprio percorso di rafforzamento dell’offerta sul mercato italiano attraverso la collaborazione con operatori di primo piano: il nuovo accordo permette di incrementare da tre a dieci i fondi di investimento dell’asset manager a cui gli investitori italiani possono accedere attraverso le polizze unit linked di Old Mutual Wealth.Gianluca Maione, Country Head Italy di Investec AM, ha dichiarato: “Siamo lieti di aver rafforzato la nostra collaborazione con Old Mutual Wealth. Questo accordo consolida una partnership già avviata, e ci permette di rendere disponibili le nostre strategie d’investimento a un’ampia platea di clienti sia al dettaglio sia istituzionali, sviluppando ulteriormente la nostra presenza nel mercato italiano”.Tra i fondi di Investec AM che entrano nell’offerta di Old Mutual Wealth spicca il comparto Investec Global Franchise**, che investe in tutto il mondo principalmente nelle azioni di società ritenute dal gestore di alta qualità e generalmente associate a marchi o concessioni esclusive globali. In un orizzonte europeo, si segnala invece il fondo Investec European Equity**, che investe principalmente nelle azioni di società europee o che svolgono un’ampia parte delle proprie attività commerciali in Europa. Il fondo Investec Global Gold Fund**, poi, punta a realizzare una crescita del capitale nel lungo periodo in particolare attraverso l’esposizione ai titoli azionari delle società aurifere a livello globale.Prossimamente la clientela Old Mutual Wealth potrà avere accesso anche al fondo Investec Global Multi Asset Income**, che, attraverso una strategia multi-asset, ha l’obiettivo di offrire ritorni attraenti e sostenibili con un profilo di volatilità contenuto, supplendo al ruolo che l’investimento obbligazionario non riesce più a ricoprire.Grazie all’accordo con Investec AM, Old Mutual Wealth estende e diversifica l’offerta a disposizione dei propri clienti. La società, operante in Italia dal 1997, permette agli investitori di cogliere le opportunità derivanti da un’ampia gamma di fondi comuni attraverso polizze unit linked, garantendo contemporaneamente i vantaggi di una polizza assicurativa e le potenzialità di un investimento finanziario di lungo termine.“Diversificare è la parola chiave che contraddistingue la nostra offerta. L’accordo siglato con Investec AM, arricchisce la nostra piattaforma, dando accesso al cliente ad un’ampia gamma di talenti gestionali fra cui scegliere per costruire l’asset di investimento che meglio risponde alle sue esigenze. Così commenta Gianroberto Ratti, Responsabile Prodotti e Investimenti di Old Mutual Wealth.” (foto: old mutual)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un nuovo accordo internazionale: il gruppo Kraft-Heinz aderisce all’HUB della Federico II

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

Università di Napoli “Federico II”JPGGaetano Manfredi, Rettore dell’Ateneo federiciano, e Andrea Budelli, Vice Presidente di R&D Europe – rappresentante della H.J. Heinz Supply Chain Europe B.V., hanno sottoscritto un accordo quadro di collaborazione tra Kraft Heinz e Federico II.Punta a realizzare una struttura di relazioni multipolari Università-Impresa, valorizzando ed elevando a livello di sistema una serie di iniziative bilaterali di grande successo nelle quali sono coinvolti i Dipartimenti federiciani. E’ l’obiettivo di FEDERICO HUB, progetto a cui ha aderito anche il gruppo KRAFT HEINZ, leader mondiale nel settore alimentare, e già da tempo legato a Dipartimenti dell’Università Federico II da rapporti di collaborazione in campo tecnico-scientifico e della formazione avanzate.
L’accordo, di respiro internazionale, risponde alle finalità di contribuire alla formazione di studenti e laureati particolarmente qualificati collaborando allo svolgimento degli insegnamenti attivati presso l’Università, anche con l’istituzione di borse di studio, di contribuire allo svolgimento di studi e ricerche, di mantenere un elevato livello culturale dei propri operatori e favorire il loro aggiornamento professionale con iniziative didattiche di cui l’Università è garante.
FEDERICO HUB si sviluppa su più livelli. Lo STUDENT’S HUB punta a stabilire forme di interazione permanente tra l’Università e importanti player imprenditoriali sui temi della formazione, con particolare attenzione alla integrazione delle conoscenze disciplinari con lo sviluppo di competenze ed attitudini trasversali. Il RESEARCH HUB punta alla creazione di reti di ricerca ed innovazione tecnologica attraverso l’integrazione di competenze disciplinari e vocazioni aziendali diverse.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiuti a Roma: Dov’è l’accordo tra 5 stelle e la Colari di Cerroni?

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

malagrottaFesteggiavano per gli arresti del 2013 e ora pronti all’accordo. Interrogazione in Regione e in Campidoglio per chiedere trasparenza su riapertura Malagrotta “Tra cinghiali, topi, maiali e scarafaggi nella gestione dei rifiuti di Roma spuntano anche i politici affetti da metamorfosi post elezioni. Portavoce a 5 stelle prima del voto e pronti all’accordo con il monopolista dei rifiuti Cerroni subito dopo la tornata elettorale” lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia che insieme al consigliere capitolino Francesco Figliomeni stanno depositando un’interrogazione urgente sul tema dei rifiuti e dell’incontro tra l’imprenditore Cerroni e alcuni esponenti del 5 stelle.
“Malagrotta, la più grande discarica d’Europa, tornerà pericolosamente a vivere proprio grazie a chi sul territorio della Valle Galeria e su questa materia ha scritto e detto fiumi di parole come il Movimento 5 Stelle: ha fatto barricate, insultato i governanti precedenti, ha eletto un deputato, consiglieri municipali e comunali che al tempo festeggiavano l’arresto di Cerroni e altri per associazione a delinquere finalizzata al traffico dei rifiuti. Perché se è vero che tutto deve essere fatto in trasparenza, come ha scritto un deputato 5 stelle su facebook, allora siamo ancora in attesa di vedere l’accordo sottoscritto tra l’amministrazione comunale e la Colari per smaltire 200 tonnellate di rifiuti in più al giorno. Dove è finito il mitico Rifiuti Zero al posto delle buche? Ma soprattutto perché il sindaco Virginia Raggi continua a mantenere in piedi quel Cda dell’Ama composto da Fortini e Cirillo, pedine chiave ai tempi di Ignazio Marino e del Pd romano? Insomma tutto è molto strano tranne i camion della mondezza che passeranno su via Portuense e su via Aurelia per riempire la buca di Cerroni” concludono.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XX edizione del Festival Quartieri dell’Arte

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

Free BachTrainspottingE’ stata presentata nella sede romana del British Council, la XX edizione del Festival Quartieri dell’Arte che si terrà a Viterbo dal 4 settembre al 3 novembre. Presenti, insieme Gian Maria Cervo fondatore e direttore artistico, con Alberto Bassetti, del festival – Paul Sellers, direttore del Britsh Council e addetto culturale dell’Ambasciata Britannica, e l’arts manager Alison Driver. Sono intervenuti Pierluigi Regoli (Regione Lazio), Ruggero Grassotti (sindaco di Vitorchiano), Alessio Di Clemente, Giuseppe Giulio, Puca Jeronimo Rojas Beccaglia e il prof. Paul Castagno della UNC Wilmington autore del saggio New Playwriting Strategies: Language and Media in the 21st Century. Il Festival coincide con la conclusione del ciclo Ci sarò non ci essendo come ci sarò essendoci, fondato sulla comparazione tra gli orientamenti politecnici e polivocali del teatro rinascimentale con quelli del teatro contemporaneo. E’ un ciclo che ha marcato il passaggio del Festival da un approccio text-based a un approccio language-based e ha permesso, grazie all’apporto del progetto EU Collective Plays! co-finanziato dal Programma Creative Europe dell’Unione Europea, di rendere unico Quartieri dell’Arte come centro di eccellenza per la produzione di opere collettive e polivocali.
Il progetto, coordinato dall’ente organizzatore del Festival, sta sviluppando 9 opere con alcuni dei maggiori drammaturghi al mondo, affiancati da giovani autori emergenti o anche all’inizio della loro carriera. 9 i paesi coinvolti: Belgio, Germania, Norvegia, Russia, Spagna, Uk – Regno Unito e Ungheria.
MakkoxNelle officine del Festival sono in via di evoluzione le opere “Il tempo Periclelibero” di Gian Maria Cervo e dei fratelli Presnyakov e “Narcissus” di Alberto Bassetti, James Bidgood, Michel Marc Bouchard, Gian Maria Cervo, Chris Goode, Antonio Ianniello e Anna Romano.
Del grande drammaturgo norvegese Jon Fosse, introdotto per la prima volta in Italia nel 2001 proprio da QDA, viene proposta in prima mondiale, in versione sia italiana che norvegese, l’opera “Det er Ales” in coproduzione con Det Norske Teatret, Teatro Nazionale di Oslo; la leggendaria compagnia catalana la Fura dels Baus porta in scena “Free Bach 212” un ibrido tra un pezzo di drammaturgia contemporanea, un concerto, una festa campestre della birra e una fiera, in un allestimento site-specific alla ex-Chiesa di Santa Maria delle Fortezze, il luogo che anticamente accoglieva le fiere della Città di Viterbo; ancora nell’ottica di un recupero dei tratti dimenticati del territorio si pongono gli spettacoli “Pericle, principe di Tiro” con la regia di Lorenzo D’Amico de Carvalho, nei luoghi di Goffredo da Viterbo, principale fonte, grazie alla mediazione di John Gower, del testo shakespeariano e “Il colore del sole” dal romanzo su Caravaggio di Andrea Camilleri adattato per il palcoscenico da Gian Maria Cervo per la regia di Franco Eco.
I progetti speciali del Festival si sviluppano grazie a collaborazioni con partner vecchi e nuovi: Shakespeare Lives in collaborazione con il British Council celebra i 400 anni dalla morte di William Shakespeare con allestimenti di testi del Bardo associati alla messa in scena di eleganti riscritture; Hybrid Plays, A Cultural Translation Project, in collaborazione con Allianz Kulturstiftung di Berlino propone l’incontro drammaturgico tra autori senior e junior di diversa nazionalità nell’ottica di affrontare la traduzione da contesto culturale a contesto culturale; Fashion for Theatre porta marchi della moda e stilisti prestigiosi e emergenti a lavorare su progetti teatrali; il progetto Carlo Vincenti celebra il grande pittore viterbese a 70 anni dalla sua nascita e quasi a 40 dalla morte.Tutti questi progetti si intersecano con EU Collective Plays! che l’ente organizzatore del Festival realizza insieme ai suoi prestigiosi partner: la Fura dels Baus, la FOPSIM di Malta, la KHIO di Oslo, Prime Cut Productions di Belfast, Forteresse di Bruxelles, il Teatro Reale di Zetski Dom del Montenegro e gli italiani di Gramigna.
In questo percorso di crescita costante è vitale consolidare ulteriormente il rapporto con le istituzioni che da molti anni sostengono Quartieri dell’Arte: il Mibact che già lo scorso anno ha incrementato il supporto al Festival, la Regione Lazio che per molti anni è stato il principale sostenitore di QdA, i Comuni di Viterbo e Vitorchiano, la Fondazione Carivit e altri prestigiosi sponsor e fondazioni che permettono a QDA di costituirsi come un ibrido tra festa e laboratorio, per attrarre un pubblico sempre crescente, anche dal punto di vista della consapevolezza. La locandina di quest’anno è stata realizzata da Makkox, alias del celebre fumettista Marco Dambrosio. (foto: Free Bach, Makkox, Pericle, Trainspotting)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal 1° agosto su Radio 24 arrivano le Iene

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

le ieneDal primo di agosto su Radio 24 arrivano, direttamente dalle Iene, l’inviato Filippo Roma e l’autore Umberto Alezio, che tutti i giorni alle 10.00 saranno in onda con il nuovo programma I fuori posto. Tutto quello che è fuori dall’ordinario. Entra nel palinsesto un appuntamento che ha, come è caratteristico dei programmi della radio news & talk, un contenuto di valore e che contemporaneamente fa divertire e sorridere: un ascolto piacevole e tanti spunti per riflettere.
Informazione e intrattenimento sono quindi le parole d’ordine de I Fuori Posto che, con il piglio caratteristico delle Iene, parleranno di truffe e raggiri, burocrazia e lavoro, ma anche di economia e di amore e relazioni. “Perché da sempre ci piace raccontare le storie di chi non ha un posto al mondo” affermano Filippo Roma e Umberto Alezio “o di chi ce l’aveva e ora non ce l’ha più ma anche di chi clamorosamente alla fine un posto l’ha trovato. Questo per un semplice fatto: perché i primi ad essere fuori posto siamo proprio noi due”.
le iene1A raccontare il mondo fuori dall’ordinario e dalle regole sono i protagonisti, chi vive ogni giorno le esperienze e le situazioni in prima persona; e così ci sarà chi organizza le truffe e racconta le dinamiche degli imbrogli più comuni, e il punto di vista delle forze dell’ordine con i consigli per evitarle e difendersi. Attraverso i microfoni di Radio 24, Filippo Roma e Umberto Alezio racconteranno altre realtà fuori dal comune ma molto diffuse sul nostro territorio, storie folli della burocrazia, con il racconto di chi rimane vittima della macchina tentacolare e delle sue storture, e le storie di chi vive grazie ai cosiddetti lavori di strada, anche quelli dove si infiltra la malavita: il pane della camorra, quello venduto alla domenica quando le panetterie sono chiuse, il contrabbando di sigarette, le storie di chi è costretto a vivere sotto scorta perché si è rifiutato di pagare il pizzo a un boss.
Ai fuori posto piace fare informazione, ma con leggerezza, e cosi tutti i giorni in un FuoriEconomia un cantante neomelodico spiegherà una parola del gergo economico. Senza tralasciare le vicende che attengono al mondo dell’Amore e delle Relazioni con le storie di scelte particolari, assurde o imprevedibili.
Filippo Roma e Umberto Alezio saranno in onda tutti giorni su Radio 24 dalle 10.00 alle 11.00 e dalle 20.00 alle 21.00 a partire da lunedì 1° agosto. (foto: le iene)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conflitto in Sud Sudan

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

sud sudanIl conflitto in corso in Sud Sudan, scoppiato l’8 luglio tra fazioni rivali fedeli a Salva Kiir e Riek Machar, ha finora costretto 37.491 persone a fuggire dal paese per rifugiarsi in Uganda. In altri termini: il numero di rifugiati arrivati in Uganda nelle ultime tre settimane è più alto del numero di quelli arrivati nella prima metà del 2016 (33.838).
Il 25 luglio sono arrivati in Uganda circa 2.442 rifugiati Sud Sudanesi: 1.213 di loro sono fuggiti attraversando la frontiera ad Elugu nei pressi di Amuru, 247 hanno attrversato la frontiera a Moyo, 57 a Lamwo e 370 a Oraba. Le rimanenti 555 persone sono state accolte nel campo di Kiryandongo. Oltre il 90 per cento degli arrivi sono donne e bambini. I nuovi arrivati provengono dalla regione di Eastern Equatoria, da Juba e da altre zone del Sud Sudan.Dai primi giorni di luglio la violenza in Sud Sudan è in diminunzione, tuttavia le condizioni di sicurezza rimangono instabili. I nuovi arrivati in Uganda hanno segnalato combattimenti in corso ma anche saccheggi, incendi di case e omicidi di civili perpetrati dalle milizie armate. Alcune donne e bambini hanno dichiarato al personale UNHCR che le milizie armate le hanno costrette a separarsi dai loro mariti o padri e che, in base a quanto riferito, stanno portando avanti operazioni di reclutamento forzato degli uomini, impedendo loro di attraversare la frontiera.La situazione è estremamente preoccupante. Dieci giorni fa arrivavano in media 1.500 persone al giorno. Nelle scorse settimane il numero è salito a 4.000 ed è possibile che gli arrivi aumentino ulteriormente.Questo flusso sta mettendo a dura prova la capacità di accoglienza dei centri di raccolta, di transito e di accoglienza, che sono troppo piccoli. Durante il weekend le organizzazioni umanitarie si sono adoperate per decongestionare i centri di raccolta ed hanno installato rifugi temporanei per aumentarne la capienza. L’UNHCR e ha incrementato il suo staff e messo a disposizione nuovi camion e bus.
Nella situazione di picco, oltre 11.000 rifugiati erano accolti a Elegu, nel nord dell’Uganda, in un compound equipaggiato per accogliere circa 1.000 persone. Durante il weekend il centro è stato significativamente decongestionato, con solo 300 persone che vi hanno dormito la scorsa notte. Molti rifugiati sono stati trasferiti presso il centro di transito di Nyumanzi, dove stanno ricevendo pasti caldi, acqua, alloggio e altri aiuti fondamentali, mentre altre persone sono state trasferite presso i centri di Pagirinya, recentemente ampliati.Le priorità al momento sono la gestione e l’ampliamento dei centri di accoglienza e della nuova zona di insediamento. È stata identificata una nuova zona di insediamento nel distretto di Yumbe, la cui capienza potrebbe potenzialmente ospitare 100.000 persone. Si stano costruendo rifugi communi temporanei per ospitare i nuovi arrivati.La risposta umanitaria al flusso di rifugiati sudsudanesi in fuga è gravemente carente a causa di un grave sottofinanziamento. L’appello inter-agenzie è finanziato solo del 17%, il che costringe l’UNHCR e i suoi partner a provedere soltanto servizi di emergenza e attività salva-vita, e limita l’intera gamma di assistenza umanitaria che dovrebbe essere offerta.Il conflitto in Sud Sudan, scoppiato nel dicembre 2013, ha creato una delle situazioni più gravi di spostamento forzato e un’immensa sofferenza. Dentro il Sud Sudan, circa 1.69 milioni di persone sono sfollate, mentre fuori dal paese ci sono adesso 831.582 rifugiati sudsudanesi, soprattutto in Etiopia, Sudan e Uganda.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fotovoltaico solare diventa tecnologia di massa

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

fotovoltaicoL’energia solare sta finalmente maturando come fonte energetica chiave nel panorama globale. Oltre agli obiettivi ecologici, all’indipendenza energetica e all’energia distribuita, un fattore chiave per l’accelerazione del mercato è stata la definizione della struttura di feed-in tariff (FiT) per l’energia generata attraverso il fotovoltaico solare. Insieme alle normative e agli incentivi in rapida evoluzione, ciò ha abbassato il costo livellato dell’elettricità (LCOE) da energia solare. Grazie alle più alte economie di scala, il costo dei sistemi a energia solare, sia in ambito residenziale sia a livello dell’intera rete, raggiungerà la parità di griglia o grid parity entro il 2020 e aumenterà la diffusione dell’energia solare decentralizzata. Di conseguenza, i soggetti interessati – dai fornitori di materie prime, produttori di cellule fotovoltaiche, produttori di moduli solari e fornitori di apparecchiature per il bilanciamento dei sistemi, fino ai system integrator e agli installatori dei sistemi – sono ben posizionati per godere di una forte crescita. “Gli incentivi per l’energia solare e gli impegni recentemente assunti al vertice COP 21 faranno sì che il mercato del fotovoltaico solare continui a crescere esponenzialmente per i prossimi 5 anni”, afferma Pritil Gunjan, analista per il settore Energia e Ambiente di Frost & Sullivan. “L’integrazione nella rete elettrica delle energie rinnovabili e gli investimenti nelle iniziative di stoccaggio dell’energia sono altri fattori che danno slancio al mercato.” Geograficamente, l’Asia assisterà a un’espansione aggressiva del fotovoltaico solare alimentata dalla crescita economica, dall’urbanizzazione e dalla maggiore elettrificazione:
· La quota di mercato dell’Asia aumenterà fino al 64,1% entro il 2020 con Cina, India e Giappone che insieme rappresenteranno oltre l’80% di tutte le installazioni di impianti a energia solare pianificati per i prossimi 5 anni. Cina e Giappone saranno in testa, con tassi molto attraenti di feed-in tariff e programmi di incentivi basati sulla capacità.
· Il Nord America assisterà ad una forte crescita con l’estensione dei requisiti per avere diritto a un credito di imposta per gli investimenti in generatori solari fino al 2019. Entro il 2020, la regione avrà circa 20 milioni di prosumer residenziali. Gli incentivi fiscali, i progressi tecnologici e i nuovi modelli di leasing saranno importanti fattori di traino.
· L’Europa, tuttavia, subirà un rallentamento dovuto al ritiro dei sussidi e degli incentivi. Un’enorme sovracapacità, insieme al calo dei prezzi dei moduli solari, farà sì che i fornitori avranno delle difficoltà a generare profitti.
· Gli investimenti nell’infrastruttura di rete, specialmente nelle località remote e off-grid, darà slancio alla domanda nei mercati emergenti dell’America Latina e dell’Africa.
“Le variazioni climatiche estreme, il calo delle riserve energetiche e l’aumento delle tecnologie di generazione distribuita porteranno le utility a cercare nuovi modelli per sostenere le iniziative di efficienza energetica e di gestione dell’energia”, osserva Gunjan. “Si prevede che gli operatori della catena di fornitura svilupperanno nuove tecnologie che abbasseranno i costi e integreranno il fotovoltaico solare in un’infrastruttura di rete flessibile. Anche i modelli di business innovativi per integrare l’energia solare apriranno delle opportunità per i contatori intelligenti, i sistemi demand-response e i sistemi di scambio sul posto (o net metering).”
Lo studio “Global Solar Power Market—2016 Update” fa parte del programma Energy & Power Growth Partnership Service. Altri studi di Frost & Sullivan collegati a questo argomento sono: “2016 Global Distributed Energy Outlook”, “Global Energy Storage Industry Outlook 2016”, “2016 Global Outlook of the Critical Power Market”, “Utilities as a Client”, “Future of the Smart Grid Industry”, “2016 Global Outlook of the Energy & Environment Industry”, “Annual Global Power Generation Forecasts 2016”, “Global Demand Response Trends”, “Global Smart Electricity Meter Market”. Tutte le analisi comprese nel servizio in abbonamento forniscono dettagliate opportunità di mercato e tendenze del settore, valutate in seguito ad esaurienti colloqui con gli operatori del mercato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 48 follower