Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 17

La Fidest cambia pelle

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 settembre 2017


logo-fidest-jpgI lanci d’agenzia della fidest (storico) sono visibili su:

https://fidest.wordpress.com 

https://www.facebook.com/

https://twitter.com riccardo alfonso

http://www.linkedin.com/home?goback= 

La Fidest è un’agenzia stampa a diffusione gratuita.

Il direttore della Fidest pubblica i suoi libri su Amazon

http://www.amazon.it/Libri/s?ie=UTF8&field-author=Riccardo%20Alfonso&page=1&rh=n%3A411663031%2Cp_27%3ARiccardo%20Alfonso 

Ho deciso di chiudere una porta ma avendo contestualmente l’accortezza di aprirne un’altra più diretta e personale. In questo ambito riscopro la mia anima di opinionista sui temi che più da vicino toccano la nostra natura e ci permettono di interagire con chi avrà la bontà di seguirmi condividendo o criticando la mia linea di pensiero sui grandi temi di attualità: politica, sociale, economia.

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

M24Seven Partners with ZeroBounce to Verify Email Lists and Improve Deliverability

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

ZeroBounceM24Seven, one of Europe’s best connectivity and internet infrastructure providers, recently partnered with leading email validation system ZeroBounce to verify email lists and improve deliverability. The new alliance helps M24Seven customers build a more consistent sender reputation and supports them in their marketing efforts.
Email remains the prevalent form of communication in the business sector, with the average office worker now receiving 120 emails per day. According to the Radicati Group, in 2018, business email will reach a peak of 139.4 billion emails sent and received, on a daily basis. However, around half of those emails never make it into the inbox of the designated recipients. Companies are therefore taking additional measures to ensure their emails are being delivered, given the importance of email deliverability in critical communication. Currently, the most efficient and relevant measure is for marketers to have their email list cleaned by a dependable email validation system. M24Seven recommends ZeroBounce to help customers boost sender reputation and deliverability.Paul Pintiliescu, European Director of M24Seven, says of the partnership: “With the growing emailing activity around the globe, we believe any company sending large numbers of emails should verify the email lists periodically. We recommend ZeroBounce as the most reliable email validation system, as the assets they provide are outstanding. Thanks to ZeroBounce, our hosting customers will improve their IP address reputation and inbox reachability, and will be able to build better brands.”
Speaking about the new collaboration, ZeroBounce CEO Liviu Tanase explained: “Our goal is to be of service to businesses of all sizes that are struggling with email deliverability issues. Starting today, M24Seven’s clients have healthier databases and will significantly improve inbox delivery rates. We are excited about this partnership and about the contribution that we make to the fast-changing email marketing landscape.”Apart from removing invalid email addresses, ZeroBounce also eliminates spam traps and known email complainers from databases. Furthermore, the system adds valuable information to email lists, like the country and age of the provided email addresses, as well as the owners’ name and gender. With the growing need for email personalization, this specific feature provides tremendous benefit. According to Smart Insight, 2018 will extend the insight, practices, and trends of large companies in A/B testing, multi-channel campaigns, and automated communication to small and medium enterprises. This further expands the need for tools offered by ZeroBounce in helping companies increase deliverability while keeping sending scores high.As the 2018 AFFY Award Winner for outstanding internet achievement, ZeroBounce continues to set the benchmark in email validation and verification technology and security. ZeroBounce is a trusted tool that many customers rely on, as indicated on review sites such as My Brand Review and Accu Web Hosting. (photo: ZeroBounce)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Toyoda Gosei Develops Large Plastic Roof Panels for Use on Fuel Cell Bus

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

plastic roof panelToyoda Gosei Co., Ltd. has developed large plastic roof panels that will be used on a fuel cell bus to be launched by Toyota Motor Corporation in 2018. More than 100 of these buses will be put into use in the Tokyo metropolitan region as it readies for the 2020 Tokyo Olympics and Paralympics. Toyoda Gosei will contribute to the shift to a hydrogen society through use of its lightweight plastic products in fuel cell vehicles.Plastic panels have the advantage of being lighter than metal, but have suffered from inferior strength. Toyoda Gosei has developed a plastic material that can be made thinner while also improving impact and heat resistance, making them suitable for use on vehicle exteriors and contributing to weight reduction. In addition to the new material, the company also relied on its technology for high precision molding that gives a consistent thickness to large parts. These roof panels will be installed above the fuel cell stacks and high pressure hydrogen tanks, with a structure that allows them to be opened and closed for inspections and other purposes.
Toyoda Gosei has previously developed and produced many different large precision plastic parts, such as radiator grilles. Electric and fuel cell vehicles are expected to come into wider use in the coming years, and as demands for longer cruising ranges increase, Toyoda Gosei will take advantage of the plastic material and molding technologies to meet needs for lighter weight vehicle bodies. (photo: plastic roof panel)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cascadia Announced Major Breakthrough In Blockchain Industy

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

torontoToronto. In addition to having the titles of the world’s first Bitcoin ATM and world’s first reversed take-over transaction in the blockchain industry, Canada has once again secured its leadership with yet another world’s first title in the blockchain industry. This time the historical milestone was set by Cascadia Consumer Electronics Corp. (CSE: CK) (“Cascadia”), a publicly listed Canadian company in transition to the blockchain and fintech sectors. Cascadia announced the completion of 425 bitcoin private placement, valued at US$ 6.12 million in total, on December 29, 2017, just one short week after its initial announcement of such a plan. “This lightning speed of execution is in line with the pace of development in the blockchain industry. This also showcases the high level of enthusiasm and support of the industry investors. Cascadia will be able to accelerate our transition and expansion into the blockchain and fintech sectors, pending the approval from CSE on our proposed business change,” said Rachel Wang, CEO of Cascadia in the company’s press release announcing the completion of the private placement. According to Cascadia’s public filing, a few well-known Asian institutional investors specialized in the blockchain and cryptocurrency sectors, such as FBG Capital, BitCapital, ChainFunder, Qtum, Nebulas, aelf, and BTCtrade, participated in this round of Cascadia’s private placement. In recent years, many new start-ups are using ICOs (or “Initial Coin Offerings”) to raise the necessary capital. However, cryptocurrencies seem not very commonly used or accepted in the traditional capital market. This is really the first time that there has been a cross-over between the new fintech sector and the traditional capital market, proving that these two are not necessarily mutually exclusive and that in the foreseeable future, it is likely to see more innovative and creative transactions with both involved.

Posted in Estero/world news, Lettere al direttore/Letters to the publisher, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E’ stata scoperta una nuova specie di uccello

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

GP0STRFSMGIACARTA. E’ stata scoperta da un ornitologo di Greenpeace Belgio, insieme a ricercatori dell’Università di Singapore e dell’Istituto di Scienze dell’Indonesia, sull’isola di Rote, in Indonesia.Il Rote myzomela (Myzomela irianawidodoae) appartiene a una colorata famiglia di uccelli che si nutrono di nettare e deve il suo nome scientifico alla First Lady dell’Indonesia, Iriana Joko Widodo. “L’Indonesia conta oltre 1.500 specie di uccelli e ogni anno vengono scoperte nuove specie. La maggior parte degli uccelli ha un canto caratteristico che li contraddistingue, grazie a questo è stata possibile l’identificazione. È una bella soddisfazione aver scoperto questa specie. Non capita tutti i giorni!” afferma Philippe Verbelen, campaigner di Greenpeace e ornitologo.Le foreste indonesiane sono minacciate dallo sfruttamento industriale e agricolo e l’isola di Rote non fa eccezione. L’habitat di questa nuova specie è a rischio ed è necessario proteggerlo. “Spero che la scoperta ricorderà a tutti quanto la sopravvivenza di queste foreste sia cruciale non solo per gli uccelli ma anche per tigri, oranghi e specie animali che ancora attendono di essere scoperte. Le autorità indonesiane dovrebbero prendere nota e intensificare gli sforzi per proteggere le foreste” conclude Verbelen.(foto: uccello)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La mostra dedicata a Claude Monet proroga fino al 3 giugno 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

monetmonet1Roma Complesso del Vittoriano – Ala Brasini, In mostra circa 60 opere, le più care all’artista e che lo stesso Monet conservava nella sua ultima, amatissima dimora di Giverny: prestiti eccezionali tutti provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi che nel 2014 ha festeggiato gli 80 anni di vita e che raccoglie il nucleo più importante e numeroso delle opere del grandissimo artista francese, grazie alle donazioni dei collezionisti dell’epoca e del figlio Michel.L’inquietante modernità dei salici piangenti, del viale delle rose e del ponticello giapponese ma anche le monumentali ninfee e glicini, i colori evanescenti e sfumati, la campagna francese e la natura in ogni sua fase: tra i capolavori in mostra Ritratto di Michel Monet neonato (1878-79), Ninfee (1916-1919), Le Rose (1925-1926), Londra. Il Parlamento. Riflessi sul Tamigi (1905).
Sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) e della Regione Lazio, la grande monet2retrospettiva è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia in collaborazione con il Musée Marmottan Monet, Paris.Monet – curata da Marianne Mathieu, storico dell’arte e vice-direttore del museo Marmottan, incaricata della Collezione Monet – dà conto dell’intero percorso artistico del maestro impressionista a partire dai primissimi lavori, le celebri caricature della fine degli anni 50 dell’800 con cui guadagnò i primi soldi e divenne quasi un personaggio nella sua città natale, Le Havre, passando per i paesaggi rurali e urbani di Londra, Parigi, Vétheuil, Pourville, e delle sue tante dimore, inclusa una parentesi in Liguria testimoniata in mostra dal dipinto del castello di Dolceacqua. Protagonisti anche i ritratti dei figli e le celeberrime tele dedicate ai fiori del suo giardino – costruito sapientemente negli anni al punto che ebbe a dire che se non avesse fatto il pittore sarebbe stato giardiniere e che senza i fiori non avrebbe dipinto -, fino alla modernissima resa dei salici piangenti, del viale delle rose o del ponticello giapponese, e poi alle monumentali Ninfee, che deflagrano nel pulviscolo violetto e nella nebbia radiosa.
Orario apertura dal lunedì al giovedì 9.30 – 19.30 Venerdì e sabato 9.30 – 22.00 Domenica 9.30 – 20.30 (la biglietteria chiude un’ora prima) Biglietti Intero € 15,00 (audioguida inclusa) Ridotto € 13,00 (audioguida inclusa) (foto: monet)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Da Manhattan a Cefalù”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

Santi ScarcellaRoma Sabato 20 gennaio, ore 21.00 Auditorium Parco della Musica Via Pietro de Coubertin, 30 “Da Manhattan a Cefalù”.Il progetto è dedicato a Nick La Rocca, figlio di un emigrante siciliano, che, cento anni fa a New York, incise il primo disco della storia del jazz. Ma quanti gli italiani, i migranti di tutto il Mondo che si spostano ogni giorno per cercare se stessi? Santi Scarcella non riesce a distaccarsi dal concetto di identità culturale, trasformandolo in una firma del proprio stile. L’idea di Scarcella è anche quella di aiutare molti giovani a comprendere l’importanza della musica suonata, dove il computer è al servizio e non viceversa.
“Da Manhattan a Cefalù” è la scoperta di nuovi mondi non soltanto fisici o geografici ma soprattutto musicali, fonde brani in lingua siciliana con brani in lingua italiana, ma anche in spagnolo e inglese, dando un respiro internazionale a tutto il progetto. Una fusione linguistico-espressiva che genera un registro comunicativo d’impatto e ricalca la commistione tra i diversi generi: dalla Samba al Mambo passando per il Ragtime attraverso lo Ska e la musica d’autore.
Nel progetto del compositore siciliano c’è tutta l’energia della sua isola, cuore pulsante del Mediterraneo, terra di confine tra l’Africa e l’Italia. C’è il ricordo di quel flusso migratorio che negli Stati Uniti gettò i primi semi del jazz. E c’è il tema della “disabilità del cuore”, che per l’artista è “l’incapacità di riconoscere l’altro per ciò che è veramente”. L’identità, il viaggio, l’emigrazione sono, dunque, i temi portanti del progetto.Con la sua musica che va dall’etnojazz al pop, passando per il tango e lo swing, Scarcella esplora mondi lontanissimi. Ma sullo sfondo c’è sempre lei, la Sicilia. La sua opera s’innesta, infatti, in quel percorso di glocalizzazione tracciato dal sassofonista jazz Joe Lovano, altro emblema della Sicilia americanizzata, o dell’America sicilianizzata. Una figura-simbolo che incarna l’esigenza di ogni artista di recuperare la cifra stilistica riconoscendo la propria identità. Un’identità che, nel caso di Scarcella, emerge con forza in “Da Manhattan a Cefalù”, un progetto maturo in cui il cantautore è capace di mixare lingua e musicalità etniche con arrangiamenti contemporanei, con il preciso intento di valicare i confini culturali raggiungendo un pubblico più ampio.In occasione della serata del 20 gennaio all’Auditorium Parco della Musica parte del ricavato sarà devoluto a Save the Children. Ingresso: costo biglietti da 15 a 20 euro. (foto. santi scarcella)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cultura: Bilancio non senza coni d’ombra

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

franceschini jpg“Il Ministro Franceschini ha elogiato il proprio lavoro di questi anni in un incontro pubblico. Vorrei ricordare al Ministro, a cui va la mia stima, che i bilanci vanno stilati condivisi e non mi pare interamente positivo.E’ stata indubbiamente una legislatura “culturale”. Le riforme sono state tante, ma non tutte condivisibili. In commissione abbiamo lavorato in maniera democratica con i colleghi di ogni parte politica per garantire ai tanti settori toccati nuove forme di governance.
L’Art Bonus, decantato dal ministro come strumento di valorizzazione culturale, ha profondi squilibri: solo grandi donazioni, con aziende e azioni di recupero concentrati al Nord. Il mecenatismo non attecchisce al Sud, e nessuna riforma è stata portata avanti per incentivare i “piccoli” mecenati.La riforma sul cinema non ha ancora prodotto effetti, come notano i dati che mostrano un decremento di incassi e presenze fino al 50%.Stesso discorso per lo spettacolo dal vivo.Franceschini ha intelligentemente spostato il proprio focus sui grandi eventi e sui grandi musei.Di nuove assunzioni però, di nuove competenze e dell’idea di uscire dal volontariato, però, nulla di nulla.Spetta adesso a Fratelli d’Italia rilanciare la “narrazione” di Destra della cultura, con innovazione e apertura.Di fronte chi vuole distruggere i simboli dell’italianità, vogliamo rilanciarli con grandi piani, e difenderli. Perché difendere la cultura, è difendere l’Italia”. Così Bruno MURGIA, deputato di Fratelli d’Italia membro della commissione Cultura, a margine di un evento organizzato da Dario Franceschini nella sede romana di Laterza.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seconda edizione del Food Sustainability Media Award

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

alimentareA poche settimane dal successo della prima edizione, che ha visto 7 vincitori imporsi tra 500 proposte provenienti da 72 Paesi del mondo tra articoli (oltre 330), foto (80) e video (oltre 80), arriva un’edizione rinnovata del Food Sustainability Media Award, il premio giornalistico realizzato dal Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN) insieme alla Fondazione Thomson Reuters e nato per premiare chi propone soluzioni concrete per rendere più sostenibili le nostre scelte in fatto di cibo e che siano in grado di superare i paradossi che da sempre contraddistinguono il nostro sistema alimentare. Il premio resta destinato a giornalisti, blogger, freelance e talenti emergenti che vogliono presentare i propri lavori, sia inediti che già pubblicati, legati alla sicurezza alimentare, alla sostenibilità o all’agricoltura e alla nutrizione. Saranno premiati i contenuti (multimediali e non) che puntano a far luce sui paradossi del sistema alimentare, denunciando e proponendo soluzioni per combattere la coesistenza di fame e obesità o lo spreco alimentare e lo sfruttamento della Terra. Il Food Sustainability Media Award si divide, per la nuova edizione, in due categorie: giornalismo scritto e multimedia – includendo in questo termine video (corti e animazioni), audio e foto. Proprio gli audio, come ad esempio i programmi e servizi radiofonici, entrano dunque a far parte della possibile galassia delle candidature al premio. Per ogni categoria verrà premiato un lavoro inedito e uno già pubblicato. Inoltre, tutti i lavori finalisti saranno automaticamente candidati per la categoria “Best of the web”, scelta direttamente dal pubblico.
I vincitori premiati per un lavoro già pubblicato riceveranno un premio di € 10.000. I vincitori che presenteranno lavori inediti e il vincitore della categoria “Best of the web” riceveranno come premio un viaggio per partecipare a un corso di media training sulla sostenibilità alimentare organizzato dalla Fondazione Thomson Reuters. Inoltre, i lavori inediti dei vincitori verranno pubblicati sui siti della Fondazione Thomson Reuters e della Fondazione BCFN, oltre a essere distribuiti attraverso l’agenzia di stampa di Reuters che conta circa un miliardo di lettori. I lavori potranno essere presentati dal 15 gennaio fino al 31 maggio 2018 e i partecipanti potranno iscriversi al contest attraverso il sito web del Food Sustainability Media Award http://www.goodfoodmediaaward.com/. I lavori finalisti verranno annunciati sul sito a ottobre 2018. Nello stesso periodo si apriranno le votazioni per la categoria “Best of the Web”. I vincitori di ogni categoria saranno annunciati durante il 9° Forum Internazionale della Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN) il 27-28 novembre 2018.
Tutti i pezzi selezionati saranno valutati da una giuria d’eccellenza formata da professionisti di primo piano nel campo del giornalismo, della fotografia e delle politiche di sostenibilità agroalimentare. La giuria include: Mario Calabresi (Direttore de La Repubblica); Laurie Goering (Climate Editor presso la Fondazione Thomson Reuters); Irene Mia (Direttore Editoriale Globale, Thought Leadership presso The Economist); Paul Newnham (Coordinatore per il World Food Programme dell’SDG2 Advocacy Hub); Danielle Nierenberg (Fondatrice di Food Tank); Finbarr O’Reilly (Fotografo e scrittore).

Posted in Cronaca/News, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Dio si nasconde

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

biblioteca angelicaRoma martedì 23 gennaio 2018 ore 11.30 Galleria della Biblioteca Angelica Via di Sant’Agostino, 11. Intervengono: Stefania Severi, Critica d’arte Maria Luisa Caldognetto, Traduttrice Kozo Yano, Fotografo André Simoncini, Poeta. La mostra riunisce trenta immagini, in un suggestivo bianco/nero, realizzate dal fotografo giapponese Kozo Yano in luoghi insospettabili del pianeta, cui si accompagnano i testi del poeta lussemburghese André Simoncini che instaurano con le forme dei massicci rocciosi, degli strati geologici e dei sedimenti pietrificati un dialogo sorprendente in cui ricerca artistica e letteraria convergono. La bellezza nascosta nelle rocce fotografate può imprevedibilmente mostrarsi nei bizzarri e deformi profili di volti umani. “Gli occhi stravolti/Intrappolati/ Scrutano le rovine/Dalle asperità minacciose/Che fanno a pezzi il sole/E che la notte incombente/Sottoporrà a una ricostruzione simulata”: così le poesie di André Simoncini fanno da contrappunto alle fotografie di Kozo Yano e viceversa in un gioco continuo di rimandi. L’esposizione, che si avvale del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Biblioteca Angelica, dell’Ambasciata del Granducato di Lussemburgo a Roma, dell’Istituto Giapponese di Cultura, ed è organizzata dalla Cooperativa Sociale Apriti Sesamo – Roma con la collaborazione dell’Associazione Culturale Convivium – Lussemburgo, è a cura di Stefania Severi e Maria Luisa Caldognetto. (foto: biblioteca angelica)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Rinnovo del contratto, più obblighi ma pochi soldi con gli stipendi che rimangono sotto l’inflazione. Perché firmare?

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

Marianna_MadiaA seguito dell’ultimo incontro tra Aran e sindacati rappresentativi è spuntata pure la possibile culpa in vigilando per docenti e Ata al di fuori dell’orario di servizio. La parte pubblica si pone in modo fermo sulla linea espressa la scorsa settimana, con una “stretta” sulle sanzioni e l’aggiunta di una serie di mansioni, oggi facoltative, tra quelle obbligatorie e quindi non più remunerabili. Una richiesta di fondo che la dice lunga sui pericoli che docenti e Ata andrebbero a correre qualora si dovessero approvare.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Se un genitore non dà l’autorizzazione all’uscita autonoma dell’alunno e non viene a prenderlo all’uscito, il docente dell’ultima ora di lezione o il collaboratore scolastico dovrebbe rimanere a scuola fino all’indomani mattina? Ma scherziamo? Per non parlare delle nuove norme legislative che devono essere recepite nel contratto in termini di assenze, sanzioni disciplinari, organizzazione dell’orario di lavoro, organici dopo le riforme del pubblico impiego, prima Brunetta ora Madia, oltre alla stessa Renzi-Giannini sulla Buona scuola. E tutto per avere in cambio una pizza in più al mese: 40 euro nette dal nuovo anno quando il costo della vita è aumentato di 15 punti negli ultimi dieci anni del blocco. Per questi motivi il nostro sindacato invita i sindacati rappresentativi, in scadenza di mandato, a non sottoscrivere l’accordo e a rinnegare l’intesa del 30 novembre 2016. Per pochissimi euro lordi, da assegnare anche dal prossimo primo marzo, con arretrati ridicoli, si svendono diritti inviolabile su responsabilità, sanzioni, organizzazione dell’orario di lavoro. Siamo sempre più convinti che si tratti di una “polpetta avvelenata” che porta meno diritti, più mansioni, senza recuperare nemmeno l’aumento del costo della vita tutelato dalla Costituzione. Qui non c’entrano le elezioni RSU e la possibilità che l’Anief possa oltrepassare la soglia del 5% attraverso il rinnovo del prossimo mese di aprile. A queste condizioni, lo ripetiamo, il tavolo deve essere abbandonato. E magari confluire sul doppio sciopero Anief proclamato a fine mese e a febbraio.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contratto scuola: regole liberticide, aumento delle ore di lavoro e salario dignitoso negato per docenti e ATA

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cNuovo incontro all’Aran per il contratto scuola, l’amministrazione improvvisamente si è presentata con un testo di più di cento pagine, senza ancora una volta la possibilità di analizzarlo prima.
Siamo dinanzi all’ennesima forzatura dell’Aran su un contratto che è un campo minato per governo e concertativi. Aran che rivendica l’inserimento delle leggi Brunetta e Madia nei contratti, fornendo così un atto di indirizzo non scritto. “Abbiamo ribadito che daremo battaglia sul codice disciplinare e le sanzioni, ripresentati anche nella versione di oggi con tutte le assurdità già evidenziate precedentemente”, afferma Luigi Del Prete dell’esecutivo USB Scuola. “Siamo dinanzi ad un codice Rocco della scuola, con un preside-podestà che punisce i lavoratori per presunte negligenze lavorative, per l’espressione di opinioni non gradite dall’amministrazione e per scambi social con genitori ed alunni.Un contratto che aumenta i carichi di lavoro a parità di stipendio, che mette formazione e tutor dell’alternanza nella funzione docente, che non vede soldi aggiuntivi ma solo gli spiccioli già dati ai lavoratori delle funzioni centrali, con l’ammissione di una perequazione che durerà pochi mesi” conclude Del Prete. USB denuncerà in ogni luogo questo contratto liberticida che condanna la scuola ad essere una caserma, umiliando personale ATA e docenti con quattro soldi ed un controllo ossessivo ed oppressivo, mentre premia i presidi-sceriffi con aumenti di 400 euro. Aspettiamo Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda al varco di questo contratto, la loro sarà una firma che condannerà la scuola pubblica statale ad anni di oscurantismo e servilismo.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come ridurre il debito pubblico

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

pil“Per ridurre strutturalmente un enorme debito pubblico come quello italiano (2.275 miliardi di euro) occorre agire sulla dinamica di tre grandezze che determinano la sua crescita nel tempo: crescita del Pil, spesa per interessi e avanzo primario. Le soluzioni basate sull’utilizzo di imposte patrimoniali, come quelle sostenute dalla sinistra, sono illusorie e pericolose, perché impoveriscono il Paese, rendendolo facile preda dei fondi ‘avvoltoio’”. Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un intervento pubblicato da “Il Foglio”.“Forza Italia propone un piano per diminuire strutturalmente il rapporto debito/PIL e riportarlo verso il 100% in 5 anni. La riduzione del rapporto debito/Pil contribuirebbe a contenere i rendimenti e ad abbattere il costo del servizio del debito. Il che, a sua volta, renderebbe credibile un percorso di riduzione della pressione fiscale per circa l’1% all’anno (con l’obiettivo di condurla al di sotto del 40% entro la legislatura). Ne conseguirebbe il rilancio degli investimenti e l’aumento del reddito disponibile delle famiglie, della domanda interna e della crescita.Attualmente abbiamo un avanzo primario non lontano dal 2,5 per cento del Pil. Se la spesa per interessi rimanesse invariata o si riducesse l’avanzo primario che governa la evoluzione del rapporto fra debito e Pil crescerebbe in base alle nostre ipotesi fino al livello di sicurezza del 4 per cento e innescherebbe – complice una crescita moderata del livello dei prezzi coerente con le attese della Bce (2 per cento) – una decisa riduzione del rapporto debito/Pil.Il che, a sua volta, non farebbe che confermare la credibilità di una intera strategia di politica economica, rafforzandola e rendendola capace di autosostenersi. Ne deriverebbe una traiettoria di crescita sana, poggiata su un miglioramento dei fondamentali economici e su una crescita del prodotto potenziale (oltre l’attuale 1 per cento, verso i livelli medi europei non lontani dal 2 per cento). Una crescita non drogata da mance fini a se stesse ma sostenibile ed in grado di interrompere il processo di graduale impoverimento del Paese.Una crescita stimolata altresì dalla grande rivoluzione della Flat tax, un’aliquota unica per tutti, totalmente finanziata dal taglio delle ‘tax expenditures’, vale a dire le deduzioni e detrazioni fiscali attualmente in vigore, dal taglio della cattiva spesa pubblica, dall’emersione del sommerso e dal ‘reset’ delle liti fiscali pendenti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“No a Europa ‘fortezza’, tra Lega e FI chiara incompatibilità”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

europa-comunitaria“Civica popolare dice no all’Europa ‘fortezza’, come invece vorrebbero Lega e M5S. In merito ha ragione il presidente Mattarella quando sostiene che nei prossimi anni riguardo all’Europa si profilano due diverse sensibilità. Questo è un tema cruciale sul quale le forze politiche devono pronunciarsi in campagna elettorale”. Lo dichiara il deputato Paolo Tancredi di Civica popolare.“Noi vogliamo una Europa più inclusiva, non arroccata. Una Europa unita che possa contare sulle grandi questioni internazionali, di fronte al peso crescente del populismo di Putin e di Trump. Con Beatrice Lorenzin guardiamo con attenzione a quanto accaduto in Germania, dove con l’accordo sulla quarta Grosse Koalition è emerso un chiaro messaggio di rilancio dell’Europa, un forte programma sul welfare e sull’utilizzo dell’avanzo primario, musica per le orecchie dell’export italiano, mentre qualcuno continua a parlare di uscire dall’Ue e vorrebbe un’Italia isolata. Mi chiedo, piuttosto, cosa ne pensano di questa visione disfattista FI e le altre forze che rientrano nella grande famiglia dei popolari europei. Una chiara incompatibilità che emergerà subito dopo il 4 marzo”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cutting off terrorist financing: Parliament ready to negotiate

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

european-parliamentEuropean Parliament is ready to start talks with ministers on two laws targeting the financing of terrorism and organised crime.The two laws will clamp down on the funding of terrorism and other organised crime, by countering money laundering as well as easing cross-border freezing and confiscation of the proceeds of crime. The directive to counter money laundering would improve enforcement by laying down EU-wide definitions of crimes and minimum penalties. MEPs also propose barring those convicted from running for public office or holding a position of public servant. The cross-border confiscation regulation would set tight deadlines for member states to act on cross-border requests to freeze or confiscate assets, leaving criminals with less time to move them. Furthermore, the process would be simplified in order to make cross-border confiscations easier to carry out, as they are under-used under current rules. At the moment, only an estimated 1.1% of criminal proceeds are ever confiscated.
In both cases, harmonising rules throughout the EU will ensure that terrorists and other criminals will no longer be able to take advantage of the variation in national legislation. The two laws aim to more efficiently deprive terrorists and other organised criminals of the money they depend on to carry out their activities. The mandate for MEPs to start talks with the Council and the Commission was deemed approved after no objections were received by the deadline of midnight on Tuesday. The talks can begin immediately, as the Council has already agreed on its general approach on both drafts. Both files – “Countering money laundering by criminal law” and the “Mutual recognition of freezing and confiscation orders” – are part of the Commission’s Action Plan against terrorist financing, proposed in December 2016.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brexit: i deputati preoccupati per le priorità del governo britannico

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

european parliamentBruxelles, Parlamento europeo.
· Parte più difficile delle trattative sulla Brexit inizia ora
· Il governo del Regno Unito non dovrebbe dare per scontato l’accordo sulle disposizioni transitorie
· I deputati sostengono una maggiore cooperazione sulla difesa dell’UE
In un dibattito con il Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, e il Presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, sulle conclusioni del Vertice UE del 14-15 dicembre, i deputati hanno avvisato il governo britannico a non dare per scontato un accordo di transizione sulla Brexit e hanno sottolineato la necessità di formalizzare l’accordo di ritiro il più rapidamente possibile.
Hanno inoltre invitato il governo britannico a definire chiaramente la sua visione per le future relazioni con l’UE, evitando di celebrare appratenti novità come la possibilità di scegliere il colore dei passaporti, possibilità che è sempre esistita. Alcuni deputati hanno chiarito che nessun paese che è al di fuori dell’Unione europea può avere condizioni migliori di chi ne è membro.
I negoziati UE-Regno Unito sono destinati ad essere difficili, ma ciò è dovuto al fatto che tutte le parti interessate stanno cercando di trovare le soluzioni migliori per i cittadini. Il coordinatore della Brexit del Parlamento europeo, Guy Verhofstadt (ALDE, BE), ha evidenziato la necessità di garanzie per quanto riguarda le procedure di richiesta di soggiorno per i cittadini UE che desiderano vivere nel Regno Unito in futuro, ribadendo che il nuovo status di residenza proposto dal governo britannico non dovrebbe entrare in vigore prima della fine del periodo di transizione.I deputati hanno inoltre espresso il loro sostegno i passi concreti recentemente compiuti verso una maggiore cooperazione in materia di difesa tra i Paesi dell’UE e hanno chiesto di avanzare nella riforma della zona euro e di predisporre di nuove misure UE per affrontare le sfide migratorie e la disoccupazione giovanile.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce Fondazione Roche

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

fondazione rocheContribuire alla ricerca indipendente, dialogare in modo aperto e continuo con le Istituzioni per individuare soluzioni innovative, sostenere le associazioni di pazienti e le realtà no profit del territorio: sono questi i tre obiettivi della neo-costituita Fondazione Roche.In occasione dei 120 anni di Roche Italia, la Fondazione vuole essere un’ulteriore testimonianza dell’impegno dell’azienda in un ambito tra i più fondamentali: la salute. Non a caso, la Fondazione si vuole distinguere nettamente per il proprio impegno a tutela dei diritti del cittadino, della persona a 360° e dei suoi bisogni di salute.“Fondazione Roche nasce dopo oltre un secolo di presenza del Gruppo Roche nel nostro Paese. 120 anni in cui l’azienda ha operato con integrità, coraggio e passione al fianco degli italiani, dei pazienti e di chi se ne prende cura. – commenta Fausto Massimino, Direttore Generale di Fondazione Roche – Oggi grazie al bagaglio ricco di conoscenze, iniziative e attività che abbiamo raccolto in questo lungo percorso, abbiamo deciso di rafforzare questo impegno per generare valore condiviso nella società, dando vita ad una voce capace di garantire indipendenza, focus e continuità d’azione, in modo da contribuire alla riflessione sulle esigenze di salute sempre crescenti del Paese e sui diritti dei cittadini”.In oltre un secolo di attività in Italia, l’operato delle tre realtà del Gruppo Roche (Roche S.p.A., Roche Diagnostics S.p.A. e Roche Diabetes Care S.p.A.) si è contraddistinto per gli investimenti in ricerca scientifica e per le iniziative concrete a sostegno del territorio. Di fronte alle continue crescenti sfide alla sostenibilità di un sistema sanitario che per dimensioni di pazienti, articolazione del territorio, diversificazione di patologie e di soluzioni terapeutiche è chiamato ad affrontare sempre maggiori difficoltà, la Fondazione Roche vuole porsi come interlocutore e player innovativo e concreto.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Friend of the Sea and fair-fish awarded Open Philanthropy Project grant to boost Fish Welfare

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

fair fish.pngFriend of the Sea and fair-fish international association have just been awarded a grant from the Open Philanthropy Project to promote animal welfare principles among Friend of the Sea’s aquaculture certified companies.As part of the two-years project, the FishEthoBase-research team of fair-fish international will assess the welfare of fish on most of Friend of the Sea’s aquaculture certified companies by direct observation of their current practices. Findings from these assessments will then be used to create farm-specific improvement recommendations and to develop animal welfare criteria for possible inclusion in Friend of the Sea’s standards. Additionally, Friend of the Sea and fair-fish plan to share their research through formal presentations at academic and industry conferences.
“Friend of the Sea plans to gradually introduce fish welfare requirements in its certification criteria” explains Paolo Bray, Founder and Director of Friend of the Sea. “Animal welfare is strongly tied to environmental sustainability and it is part of what consumers expect from a responsible aquaculture company”.According to the understanding of FishEthoBase, fish welfare is guaranteed if a fish can live up to the potential of the species and develop its individuality. Campaigns have led to the introduction of animal welfare legislation in the EU and other countries as happened in Switzerland with new Animal Welfare Law issued in 2008. However, fish welfare has often been regarded as a secondary issue. More recent studies confirming aquatic and other species are sentient, have initiated a new wave of initiatives in favour of animal welfare, such as in or in the United Kingdom where Environmental Secretary Michael Grove is the promoter of a proposala proposal to change UK law in order to recognize that animals can feel pain.“At fair-fish international we’ve been fighting for twenty years for the consideration of the natural needs of fishes kept in captivity, risking to make ourselves unpopular at first”, comments Billo Heinzpeter Studer, Founder and President of fair-fish international and responsible for the implementation of the grant, “but gradually things began to change. Together with other international associations, like Friend of the Sea, we started to share views and objectives and we are now working on making producers aware of the importance of fish welfare”.The joint Friend of the Sea and fair-fish research project will test aquaculture companies’ performance face some basic animal welfare parameters: quality of water and environment, behavioural and physiological status, feed, and training of the personnel.The first round of visits to Friend of the Sea’s certified companies will start January 2018 and it will involve fish farms based in Italy, Croatia, Spain, Turkey, Greece and Australia. (photo: fair fish)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mobile banking: la trasformazione delle reti è un fattore chiave

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

SmartphoneDi Peter Konings, Director Products EMEA di Verizon Enterprise Solutions. Nell’attuale era digitale, i clienti sono abituati ad avere un approccio incentrato sul massiccio utilizzo degli smartphone nella loro quotidianità e auspicano, anche per il Banking, di poter usufruire dei medesimi servizi. Per le banche, questo rappresenta un passaggio necessario per consentire la crescente economia delle app sulla quale contano gli utenti. Servizi e applicazioni cloud permettono alle istituzioni finanziarie di venire incontro alle esigenze del cliente e forniscono solidi servizi tra una moltitudine di dispositivi e location diverse. Oggi giorno, i clienti utilizzano apposite app per accedere al proprio conto corrente e richiedere prestiti da remoto. Tuttavia, per consentire alle app prestazioni efficienti e coinvolgere i clienti, la connessione risulta essere di fondamentale importanza per garantire velocità, sicurezza e affidabilità, necessarie per gestire il crescente volume di dati sensibili quotidianamente raccolti e trasmessi dalle banche.
I network tradizionali funzionavano bene quando la domanda di mercato delle aziende era meno dinamica, oggi invece il business deve essere flessibile ed innovativo. Molto spesso le applicazioni non sono scalabili in modo abbastanza veloce, per questo i cicli di deployment possono diventare lunghi e scomodi. Queste nuove applicazioni cloud-based devono essere collocate all’esterno delle reti interne tradizionali precedentemente utilizzate, e richiedono un modello di network maggiormente flessibile.La risposta risiede nelle architetture Software-Defined Networking (SDN), come le software-defined wide area networks (SD-WAN), che supportano le aziende nella trasformazione delle proprie reti fisiche in reti virtuali on-demand. La struttura di queste architetture di rete sta consentendo alle banche di creare dei network sempre più attivi, veloci e flessibili rispetto al passato, essenzialmente rinforzando i loro servizi mobile e cloud-based e permettendo, quindi, ai clienti di usufruire dei servizi senza alcuna interruzione.Se il trasferimento di pagamenti con i servizi mobile è più veloce, il tempo di attesa per le applicazioni di pagamento tramite carta di credito è ridotto e sono supportate perfino le nuove applicazioni di AR (Argumented Reality) e VR (Virtual Reality), l’applicazione di SDN consente inoltre ai network di regolarsi automaticamente nei momenti di elevato traffico per permettere ai servizi di mobile banking di essere al riparo da problematiche e crash. Dato che queste tecnologie sono basate sui software piuttosto che sugli hardware, il network è in grado automaticamente di regolarsi a seconda dei diversi volumi di traffico. Un esempio concreto a tal riguardo, concerne l’automatizzazione della capacità di una rete bancaria durante i primi cinque giorni del mese, tipiche giornate di picco di traffico dovute al pagamento della rate dei mutui e dei canoni d’affitto, quando i pagamenti vengono normalmente trasferiti dai clienti alle istituzioni finanziarie e ai proprietari degli immobili.Le reti software-defined possono, inoltre, supportare più efficientemente l’aumento di traffico in una sezione specifica, senza compromettere o ritardare le funzioni di base come l’emissione di un bonifico o l’aggiornamento di account. Anche laddove fosse necessaria una accelerazione del network o una maggiore ampiezza di banda, le banche non devono più attendere il supporto di un tecnico che richiederebbe giorni o settimane. Al contrario, lo stesso sistema di automazione intelligente incorporato nel software della rete assegna priorità alle applicazioni più importanti, prevenendo possibili congestioni del traffico e creando una rete più dinamica e flessibile. Questo sistema di automazione consente alle reti di essere costantemente aggiornate e migliorate attraverso gli aggiornamenti software quando necessario, riducendo il bisogno di complessi aggiornamenti dell’hardware e consentendo il supporto di applicazioni all’avanguardia. Questa architettura flessibile consente, inoltre, alle banche di rispondere per tempo alle ultime minacce di malware e di costruire preventivamente forti misure di sicurezza per proteggere le informazioni bancarie sensibili dei propri clienti e le risorse corporate a livello di rete.Le istituzioni finanziarie, prima di iniziare l’aggiornamento del network tramite SDN, dovrebbero definire i loro obiettivi e decidere chiaramente quale traguardo raggiungere. Questo consentirà alle banche di esprimere efficacemente le loro richieste al loro team IT, e assicurare un allineamento tra le necessità di business ed il supporto informatico. In questo momento, è decisivo intraprendere i corretti investimenti nelle infrastrutture di rete, dato che grazie agli efficienti aggiornamenti basati sui software, le reti odierne dureranno più a lungo rispetto a quelle hardware degli anni o dei decenni scorsi.
Infine, una rete solida e flessibile migliora enormemente le funzioni delle tecnologie cloud-based che supportano i servizi di mobile banking sui quali, dipendenti e clienti, fanno affidamento per le proprie esigenze. Investire nella trasformazione digitale delle reti, rappresenta un passaggio di fondamentale importanza per supportare il cambiamento di approccio del cliente nei confronti della banca. L’inaugurazione della banca del futuro comincia con l’applicazione delle reti appropriate per supportare non solo la tecnologia di oggi ma, soprattutto, le innovative applicazioni tecnologiche che saranno presenti in futuro.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Olio palma: Governo malese, Ue basta discriminare filiera

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

olio di palma (2)“Chiedo all’Unione europea di porre fine alla discriminazione della filiera di olio di palma”. Queste le parole con cui il ministro malese delle industrie delle piantagioni e delle materie prime, Datuk Seri Mah Siew Keong, ha plaudito la protesta a Kuala Lumpur dei piccoli produttori contro la direttiva sulle energie rinnovabili dell’Unione Europea che punta a vietare l’uso dell’olio di palma nei biocarburanti entro il 2020. “Queste proteste sono un chiaro segnale per Parlamento, Consiglio europeo e Presidenza bulgara per sottolineare la nostra determinazione a proteggere gli interessi nazionali – spiega il ministro – qui i piccoli agricoltori sono sconcertati dal fatto che si vogliano bandire i biocarburanti di olio di palma dal mercato europeo”. Il Governo malese, infatti, pronto a boicottare i prodotti dell’Unione, considera il divieto proposto nella direttiva ‘un apartheid’ per i 650 mila piccoli agricoltori; e per questo prenderà tutte le misure opportune per proteggere i diritti di oltre 3,2 milioni di malesi, i cui mezzi di sostentamento dipendono dal settore dell’olio di palma. Bandirlo, inoltre, tiene a precisare il ministro, ”consentirebbe alle colture di semi oleosi concorrenti di continuare a circolare, mettendo in atto una vera e propria discriminazione nei confronti dell’olio di palma”. Datuk Seri Mah Siew Keong, infine, ricorda alle controparti europee che l’olio di palma malese soddisfa i più severi standard di sostenibilità richiesti, producendo biocarburanti certificati dai principali sistemi europei, tra cui l’Iscc tedesco, International Sustainability & Carbon Certification, standard di riferimento approvato dall’Ue per la verifica della sostenibilità in tutte le tipologie di biomasse e biocarburanti’. (Paola Pacchiani)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al-Sumait Prize for African Development Announces Opening of Nominations in Health Category for 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 gennaio 2018

Adnan Shihab-EldinKuwait City, Kuwait. Kuwait’s Al-Sumait Prize for African Development today called for nominations for its 2018 award in the Health category. Nominations for the prize need to be received by Al-Sumait’s Prize office no later than June 30, 2018.“Al-Sumait’s 2018 Prize in the Health Category is open to individuals and organizations delivering pioneering contributions to solving Health challenges in Africa,” said Dr. Adnan Shihab-Eldin, Director General of the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS), which administers the prestigious prize.Dr. Adnan Shihab-Eldin said the aim of the 2018 prize is to recognize individuals or institutions who through their research projects or initiatives have made significant advancement within the field of Health that have produced seminal impact and tangible results in health-care systems on the continent, especially for the underprivileged.Key conditions for the prize include being able to demonstrate research work or projects that are innovative and have achieved high-impact in line with the international standards established for the prize.
“The winning Al-Sumait Prize Laureates of the last three years have demonstrated initiatives of paramount importance in promoting significant economic, social, human resources and infrastructure development in the African continent. We return to Health for 2018 and invite the Health and African Development community to nominate individuals or organizations who are furthering development in Health challengesHealth in Africa,” said Dr. Shihab-Eldin.Initiated in 2013 by the Amir of the State of Kuwait, His Highness Sheikh Sabah Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah, the Al-Sumait Prize for African Development is designed to reward innovative and inspiring initiatives and research by individuals and organizations that address the challenges facing the African continent. The award commemorates the legacy of Dr. Abdulrahman Al-Sumait, a Kuwait physician who dedicated his life to helping less fortunate individuals and communities in Africa to face the challenges of development in the continent.Kuwait’s Al-Sumait Prizes are a set of annual awards designed to honor significant advances in the fields of food security, health and education in Africa. Administered by the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS) and a Board of Trustees, the awards celebrate the work and accomplishments of Dr. Abdulrahman Al-Sumait, a Kuwaiti physician who spent his lifetime helping the poor in Africa in the field of health and education. The objective of the prizes is to recognize best studies, scientific projects, applied research, and innovative initiatives that have a significant impact and lasting influence on advancing progress to economic and social development in Africa. http://www.alsumaitprize.org (photo: Adnan Shihab-Eldin, Health challenges)

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »