Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

La Fidest cambia pelle

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 gennaio 2019


I lanci d’agenzia della fidest (storico) sono visibili su:

https://fidest.wordpress.com 

La Fidest è un’agenzia stampa a diffusione gratuita.

Fidest is a free circulation press agency

Ho deciso di chiudere una porta ma avendo contestualmente l’accortezza di aprirne un’altra più diretta e personale. In questo ambito riscopro la mia anima di opinionista sui temi che più da vicino toccano la nostra natura e ci permettono di interagire con chi avrà la bontà di seguirmi condividendo o criticando la mia linea di pensiero sui grandi temi di attualità: politica, sociale, economia.

I decided to close a door but at the same time have the foresight to open another one that is more direct and personal. In this context I rediscover my soul as a commentator on the themes that closely touch our nature and allow us to interact with those who will have the goodness to follow me by sharing or criticizing my line of thought on the major topics of current affairs: politics, society, economy .

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Autonomie: Rampelli invita la classe politica a una scelta ragionata

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Il vice presidente della Camera Fabio Rampelli è stato intervistato dal Secolo d’Italia diretto da Francesco Storace. Cogliamo l’occasione per proporlo anche ai nostri lettori: “Non siamo affatto contrari a ridefinire il sistema delle autonomie, ma non si può trattare una materia così delicata come fosse la legittima difesa o il taglio del finanziamento ai partiti. Non si può fare propaganda su temi costituzionali da cui dipenderà il futuro andamento sociale, economico e culturale dell’Italia. È stato positivo l’allarme lanciato dalle regioni del Nord con i loro referendum, anche se nessuno ricorda che la percentuale dei votanti è stata scarsa, la metà degli aventi diritto in Veneto e ancora meno in Lombardia… Anche questo è un indicatore di cui la politica e i media dovrebbero tenere conto. Diciamo che occorre studiare soluzioni equilibrate che diano al sistema delle autonomie strumenti efficaci per rispondere ai bisogni dei cittadini”. E precisa: Le Regioni sono nate per la fondamentale funzione di programmazione e infatti dispongono di ampi poteri legislativi. Non avrebbero dovuto trasformarsi in enti di gestione multi disciplinare, trasformarsi in micidiali centri di spesa cui oggi attribuire parte rilevante del nostro debito pubblico. Continuo a ritenere che ci si dovrebbe confrontare partendo dal basso e iniziando dalla domanda di poteri e risorse che viene dai Comuni, incalzati dai bisogni dei cittadini. E poi occorre restaurare e rilanciare il ruolo delle province, insostituibile in una nazione formata da 8000 comuni di cui la gran parte piccoli e piccolissimi. Le Regioni incarnano già oggi l’idea di un nuovo centralismo, esattamente ciò di cui imprese e famiglie vorrebbero liberarsi. Dunque, non è in discussione la domanda di maggiore efficienza, ma la risposta più concreta e meno ideologica da fornire ai cittadini”.
Alla domanda su una convergenza alle posizioni di Fdi del pres. Conte sull’autonomia scolastica, Rampelli risponde:
“Mi sembra evidente che il medesimo livello di istruzione, gli stessi programmi nazionali e la circolarità interregionale degli insegnanti siano un pezzetto dell’ossatura della nostra nazione. Altro conto è aggiungere ai programmi del MIUR la conoscenza delle caratteristiche del proprio territorio, questione legittima e condivisa se realizzata con equilibrio. Perché alla storia della Repubblica di Venezia teniamo tutti, veneti, padovani e siciliani..”
E sulla centralità delle Camere, ribadisce: “La questione sembrerebbe sostanzialmente superata, la pensiamo al riguardo come Fico e la Casellati, ma resta il problema formale. Se domani altri due presidenti di Camere non ritenessero necessario il passaggio in Parlamento di nuove autonomie richieste dalle regioni? Fico e la Casellati devono pretendere che si normi il 116 della Costituzione e si stabilisca una procedura oggettiva che preveda ogni passaggio per approvare le istanze del sistema delle autonomie. Il passaggio in Parlamento non può essere una gentile concessione di qualcuno, ma un diritto inalienabile”
Sui poteri a Roma Capitale Rampelli insiste: Lo Stato italiano deve mettere la sua capitale nelle condizioni di competere con Berlino, Londra e Parigi le cui rispettive nazioni hanno effettuato investimenti multimiliardari per renderle all’avanguardia e farle partecipare significativamente alla costruzione del Pil. Non sono gli altri bellissimi comuni italiani il parametro per misurare Roma. E comunque se si vuole andare avanti con il Monopoli delle autonomie differenziate si deve immediatamente introdurre nell’agenda del Governo il tema dei poteri, dei beni, delle risorse di Roma. Ricordo che anche la capitale, come la Lombardia e il Veneto, ha un residuo fiscale, conferisce cioè allo Stato italiano più risorse di quante ne riceva indietro. Non si possono certo fare due pesi e due misure.
Ma Zingaretti e Raggi dormono in piedi, non capiscono che la grande opportunità per Roma è questa, è ora.
Mentre sul divario tra nord e sud d’Italia e la protesta del governatore Zaia, osserva: “A Zaia, che stimiamo in molti, voglio dire che da una figura di spessore come la sua, governatore oggi e ministro della Repubblica ieri, il popolo italiano si aspetta una posizione politica e non geografica. La logica del campanile era insufficiente perfino in epoca medievale. Zaia sa bene che il Nord ha potuto realizzare infrastrutture strategiche perché confinante con la Baviera e la Renania, mentre a Sud della Sicilia e della Calabria c’è l’Africa. Già dagli anni in cui non c’erano le Regioni lo Stato centrale ha realizzato opere meravigliose al Nord e ha ripagato il Sud con l’assistenzialismo, perché costava meno dello sviluppo e non sarebbe stato improduttivo come un ipotetico tunnel sottomarino di collegamento con Tunisi, metafora di uno dei tanti e costosissimi trafori realizzati nella pancia delle Alpi. Il divario nord/sud generato, con l’aggiunta di una mentalità meridionale senz’altro meno performante, oggi va ripianato. Non c’è solo il tema dei poteri, c’è anche quello del riequilibrio delle infrastrutture e stavolta è urgente. Infatti per il Mediterraneo passa oggi imprevedibilmente una enorme ricchezza che l’Italia deve saper intercettare modernizzando il Mezzogiorno, portando subito l’Alta velocità a Palermo, realizzando il ponte sullo stretto, dotando il meridione di una rete logistica utile a impedire alle centinaia di navi merci provenienti dall’Asia di superare Gibilterra per risalire fino ai porti del nord Europa”. (n.r. Vorremmo che queste parole fossero motivo di riflessione più approfondita per i politici e per tutti gli italiani in quanto sono dettate da buon senso e pragmatismo. Dobbiamo mettere da parte la propaganda e il campanilismo di maniera e di pensare che l’Italia è una e indivisibile e che il meridione ne fa parte a pieno titolo e una efficiente rete di collegamenti intermodali e tecnologici, estensibili in quell’area, sono un passo indispensabile verso una reale via di rinnovamento del sistema paese.)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo, Meloni a il Messaggero: L’unica scelta possibile è voto subito

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

«Non credo che Salvini abbia paura del voto ma del non voto. Siccome la certezza di andare alle urne non c’è e la decisione non dipende da lui, teme che ci possano essere delle alternative. Comprendo la sua prudenza ma penso che occorra andare subito a votare. In caso di elezioni, avremo una maggioranza eletta dagli italiani, compatta e schiacciante. Gli scenari alternativi al voto sono tutti preoccupanti e sono tre: il primo è che resti questo governo che non può dare risposte ai problemi. Il secondo è un governo Pd-m5s e il terzo addirittura un governo tecnico sostenuto da una sorta di patto del nazareno allargato ai grillini. La versione italiana dell’alleanza che ha votato la Van Der Leyen. Quello schema è quanto di più lontano possa esserci dalla volontà popolare degli italiani». Lo ha detto in una intervista al Messaggero il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
le elezioni subito «Farebbero chiarezza. Bisogna votare, fare una legge di bilancio targata Lega e FdI, che dia risposte ai problemi economici del Paese, tagliando le tasse e dicendo basta alla fregature modello reddito di cittadinanza. Noi e la Lega da soli abbiamo già una maggioranza importante. E con Forza Italia restano molte cose da chiarire. Il Patto del Nazareno europeo conferma tutte le nostre preoccupazioni su quel partito che ha sostanzialmente sostenuto uno del Pd alla guida dell’Europarlamento», ha spiegato Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Savona: “Non mi piace la frase della Von der Leyen”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Ue – Savona (Consob) a 24Mattino su Radio 24: “Non mi piace la frase della Von der Leyen, sui nostri conti pubblici, ma non mi faccio disturbare da queste affermazioni”. E’ il commento di Paolo Savona, Presidente della Consob alla dichiarazione di Ursula Von der Leyen (che ha detto che “monitorerà molto da vicino la situazione in Italia” , ndr), ospite di Maria Latella e Oscar Giannino a 24Mattino su Radio 24. “La Presidente della Commissione Ue non dovrebbe dire che sta monitorando i nostri conti come se noi avessimo delegato il nostro potere. Siamo all’interno di un sistema che si deve preoccupare dello sviluppo del reddito e della protezione del benessere sociale. Capisco che sono affermazioni politiche perché la Von der Leyen deve dare una risposta a quelli che in Europa la pensano in quel modo, ovvero pensano che il problema dei conti pubblici italiani sia un problema dell’Europa, mentre dovrebbero considerare l’Italia una risorsa.” E prosegue a Radio 24: “Mi attendo da Lagarde e Von der Leyen una visione per costruire l’Europa più forte e più equa. Se non avessi la speranze che queste due eccellenti donne ci porteranno a questo risultato me ne tornerei a prendere il sole in Sardegna” Per quanto riguarda l’economia Savona non ha dubbi: “L’economia si sta abituando a dipendere sempre meno dalla politica” . Così il Presidente della Consob, Paolo Savona, a 24Mattino su Radio 24 di Maria Latella e Oscar Giannino. “Lo si può vedere anche all’interno delle Istituzione europee”, prosegue Savona a Radio 24 che poi, a proposito delle previsioni sul futuro economico dell’Europa, conclude “I safe bond al posto dei titoli di Stato dimostrano la volontà in Europa di rafforzare l’integrazione finanziaria”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Barometro CRIF delle richieste di credito da parte delle imprese italiane

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Dalle elaborazioni effettuate, emerge un quadro non confortante. Nello specifico, dopo un 2018 che si era concluso in crescita grazie alla perfermance positiva all’ultimo trimestre (che aveva fatto segnare un +4,1%), i dati relativi ai primi 6 mesi dell’anno in corso evidenziano una inversione di tendenza che si concretizza in un calo del -3,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, a cui si accompagna anche una flessione dell’importo medio richiesto (-1,2%). Entrando maggiormente nel dettaglio, sono state le Imprese individuali ad aver fatto registrare la flessione più marcata, con un -7,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre le società di capitali hanno fatto segnare un calo più contenuto, pari a -1,7%.Un’ulteriore evidenza significativa che emerge dall’ultimo aggiornamento del Barometro CRIF è rappresentata dal calo dell’importo medio delle richieste, che nei primi sei mesi dell’anno nell’aggregato di imprese individuali e società si attesto a 64.833 Euro (a livello di intero anno 2018 era risultato pari a 68.301 Euro, seppur in flessione rispetto al 2017). Si tratta dell’importo medio più basso degli ultimi 6 anni. Nello specifico, le richieste presentate dalle Imprese individuali hanno visto un importo medio pari a 29.697 Euro, in calo del -4,4% rispetto al I semestre del 2018, contro gli 87.633 Euro delle Società di capitali (-1,9% rispetto al I semestre 2018).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Appello al Governo e al Parlamento per sbloccare il riciclo dei rifiuti”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Roma giovedì 25 luglio a Roma (ore 11.00, Centro congressi ROMA EVENTI – Piazza di Spagna, VIA ALIBERT, 5 A – Sala Michelangelo) FISE Assoambiente e FISE Unicircular, insieme ad oltre 40 sigle associative, promuovono la Conferenza Stampa di presentazione di un “Appello al Governo e al Parlamento per sbloccare il riciclo dei rifiuti”.
Dopo una Sentenza del Consiglio di Stato dello scorso anno, l’intervento normativo contenuto nella legge n. 55 del 14 giugno 2019 di conversione del Decreto “Sblocca cantieri” in materia di cessazione della qualifica di rifiuto (End of Waste) non ha risolto questa grave situazione, limitandosi a salvaguardare le tipologie e le attività di riciclo previste e regolate dal DM 5 febbraio 1998 e successivi. Rimangono escluse quindi le numerose tipologie, provenienze, caratteristiche di rifiuti, attività di recupero e dei materiali che nel frattempo sono stati sviluppati. Il blocco del riciclo si è così creato investe la maggior parte delle tipologie di rifiuti e di attività di riciclo, con un grave ostacolo allo sviluppo dell’economia circolare e generando concreti rischi, in diverse località, anche per la gestione di importanti quantità di rifiuti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima scuola di economia francescana

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Assisi (Perugia) Dal 31 agosto all’8 settembre, una settimana full time tra laboratori, seminari e riflessioni. vedrà la partecipazione, tra gli altri, del Premio Nobel per la Pace, Muhammad Yunus, dell’economista Carlo Cottarelli, e del Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, Stefano Zamagni. Una settimana full time tra lavori di gruppo e riflessioni per studenti e neolaureati provenienti da tutta Italia. Il corso propone di portare l’apprendimento e la discussione su temi economici attraverso traiettorie inconsuete sulla base delle parole e degli insegnamenti di San Francesco. Per partecipare è necessario iscriversi tramite il sito http://www.percorsiassisi.it. Il progetto, nato da un’idea dei frati della Basilica di San Francesco di Assisi, in collaborazione con la Luiss Guido Carli, l’Istituto Teologico di Assisi, l’Alma Mater di Bologna, il Politecnico di Milano e la Federico II di Napoli, si articolerà in lezioni di didattica frontale e modalità di apprendimento esperienziale tramite “learning by doing”, laboratori e seminari tecnici ed etici sui temi dell’economia integrale e circolare, tenuti dai professori delle Università coinvolte nel progetto e dalle istituzioni promotrici. Tra gli obiettivi del corso: rimettere l’individuo al centro dando vita ad un nuovo umanesimo digitale per rispondere alle sfide del presente.
Durante la settimana i ragazzi saranno impegnati in incontri, con imprenditori internazionali che hanno integrato nel loro modello di business valori e principi di sostenibilità, e in momenti di riflessione e meditazione con i frati. L’esperienza permetterà ai futuri manager e intellettuali di vivere una dimensione formativa e spirituale, ampliando le proprie conoscenze e nutrendo con l’economia, l’arte e la natura, la propria anima per un futuro migliore. «Due strade verranno percorse dagli studenti e saranno sicuramente le più “affascinanti” per i manager “francescani” di domani – ha dichiarato il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato -. Non lo stress, ma la calma. Non la corsa frenetica, ma il lento cammino. Non connessi al mondo virtuale, ma connessi a quello reale».Il corso è aperto a universitari sia di estrazione economico-scientifica che umanistica. Per gli studenti più meritevoli, sono state previste 10 borse di studio a copertura totale.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consulto medico via chat

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Su Paginemediche.it, la piattaforma di digital health che offre un’esperienza di salute personalizzata e connette medici e pazienti, è possibile ottenere un consulto medico via chat, con risposta garantita entro poche ore, per avere il parere qualificato di uno specialista su un problema di salute in modo rapido e in qualunque momento.
Come funziona? Utilizzare il Teleconsulto di Paginemediche per ottenere nel più breve tempo possibile una risposta ai propri dubbi sulla salute è semplicissimo. È sufficiente registrarsi oppure accedere alla propria area personale, selezionare il tipo di medico di cui si ha bisogno e inserire la descrizione del problema nel campo indicato. In ogni momento sarà possibile condividere file online come documenti (referti o risultati delle analisi) e immagini in tutta sicurezza che possono meglio aiutare lo specialista nell’identificazione del problema.La risposta, fornita da uno del pool di medici che partecipano al servizio, è garantita entro le 24 ore, 7 giorni su 7, e il pagamento sarà effettivo solo una volta che lo specialista avrà preso in carica il consulto.Al momento, è possibile richiedere un consulto immediato nelle seguenti aree terapeutiche:
Ginecologia e ostetricia – con il Dr. Cesare Gentili
Cardiologia, Cardiochirurgia, Malattie dell’apparato cardiovascolare, Medicina d’emergenza-urgenza – con il Dr. Alessandro Iadanza
Gastroenterologia – con il Dr. Luano Fattorini, il Dr. Mario Guslandi e il Dr. Claudio Zulli
Otorinolaringoiatria, Audiologia e Foniatria – con il Dr. Domenico Di Maria
Ortopedia e traumatologia – con il Dr. Luigi Grosso
Psichiatria, Psicologia, Salute mentale – con il Dr. Emanuele Orlandi
Endocrinologia – con il Dr. Francesco Avino
Pediatria – con il Dr. Claudio Olivieri
Medicina generale – con il Dr. Emanuele Urbani
In occasione del lancio del servizio e fino al prossimo 31 agosto 2019, Paginemediche.it e i medici che aderiscono al servizio confermano il proprio impegno nel contribuire a creare una cultura di innovazione digitale in area salute e per questo l’intero ricavato sarà devoluto a favore di Progetto Heal per la ricerca in campo neuro-oncologico pediatrico.
In particolare, il costo di ogni teleconsulto servirà a finanziare l’acquisto di un simulatore neurochirurgico per i bambini in cura presso l’Ospedale Bambino Gesù di Roma: un sistema di precisione unico nel suo genere e attualmente utilizzato nelle migliori neurochirurgie del mondo per ridurre al minimo i rischi e asportare il tumore senza danneggiare i tessuti non interessati dalla malattia. Grazie al contributo di chi acquisterà un teleconsulto con uno specialista tramite Paginemediche.it, l’Ospedale Bambino Gesù diventerà il primo Centro Pediatrico in Europa a poter disporre del tecnologico sistema di simulazione chirurgica.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo: Un Paese normale, che non c’è

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Un Paese normale è una aspirazione: un maggioranza che governa e una minoranza che fa opposizione.Purtroppo, non c’è. Chi governa fa opposizione a se stesso, litiga, si insulta e si ricompone, di giorno in giorno, mentre l’opposizione è latente.Sicchè, abbiamo un governo gialloverde, cioè Lega e M5S, uniti da un contratto, di volta in volta invocato, per poi per essere disatteso, il che lascia spazio a litigi continui.
Il Pd dà fiochi segnali di vita; Fi e FdI, formalmente all’opposizione, in realtà sono nella maggioranza. Siamo il paese di Arlecchino e Pulcinella, mi dicono gli amici. Forse, a me pare il Paese dell’avanspettacolo nel quale ci si esibisce tra le urla e il motteggio degli spettatori. Basterebbe guardare i cosiddetti talkshow, trasformati in arene, dove la voglia di rivalsa trasuda abbondantemente ogni volta che il malcapitato di turno è messo alla gogna.Avremmo bisogno di un Paese normale, purtroppo questo è il Paese del “vaffa” e della “rottamazione”. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sciopero nazionale dei Trasporti

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

24 luglio 2019, sciopero nazionale dei Trasporti. Le Società ACI Global S.p.A., ACI Global Servizi S.p.A e ACI Infomobility S.p.A. comunicano che le Federazioni Nazionali della FILT CGIL, FIT CISL e UILTRASPORTI hanno indetto uno sciopero nazionale dei Trasporti.di 24 ore. Per quanto riguarda il settore dell’autonoleggio, del soccorso stradale e dell’infomobilità le modalità di adesione allo sciopero saranno le seguenti:
· personale delle Centrali Operative: ultime 4 ore del turno/prestazione;
· restante personale: l’intero turno di lavoro/prestazione.
Le Società garantiranno, comunque, i servizi minimi essenziali delle proprie centrali operative di assistenza di Roma e di Milano.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Violazioni dei diritti umani a Hong Kong, in Russia e al confine USA-Messico

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Hong Kong. Il Parlamento europeo invita il governo di Hong Kong (RAS Hong Kong) a ritirare gli emendamenti controversi proposti alla sua legge sull’estradizione, che ha indotto la popolazione di Hong Kong a scendere in strada con una partecipazione senza precedenti. Si teme che la nuova legge potrebbe consentire più facilmente di consegnare persone alla Cina per motivi politici.I deputati chiedono inoltre alle autorità di Hong Kong di rilasciare immediatamente e ritirare tutte le accuse contro i manifestanti pacifici e di avviare un’indagine indipendente e imparziale sull’uso della forza da parte della polizia contro la folla. Sottolineano come l’UE condivida molte delle preoccupazioni espresse dai cittadini di Hong Kong, poiché il disegno di legge ha conseguenze di vasta portata per il territorio e la sua popolazione, per l’UE e per i cittadini stranieri, nonché per la fiducia delle imprese nella regione.Il testo è stato approvato per alzata di mano.
Russia
I deputati chiedono alle autorità russe di liberare senza ulteriore indugio e incondizionatamente tutti i cittadini ucraini detenuti illegalmente e arbitrariamente, sia in Russia che nei territori temporaneamente occupati dell’Ucraina. Tra questi figurano i tatari di Crimea, i partecipanti alla manifestazione pacifica nella piazza Rossa del 10 luglio 2019, detenuti di recente, i cittadini ucraini detenuti con accuse di matrice politica e i 24 membri dell’equipaggio delle navi della marina ucraina che sono stati sequestrati, nei pressi dello stretto di Kerch, dalle forze militari russe il 25 novembre dello scorso anno.Si chiede inoltre alle autorità russe di porre fine in maniera immediata e incondizionata a qualsiasi atto vessatorio, anche a livello giudiziario, nei confronti di tutti gli attivisti ambientali, compresi Alexandra Koroleva e Ekozaschita, e dei difensori dei diritti umani nel paese, e di garantire in ogni circostanza che essi possano svolgere le loro legittime attività senza impedimento.Il testo è stato approvato con 458 favorevoli, 80 contrari e 89 astensioni.
Confine USA-Messico
Il Parlamento ha espresso profonda preoccupazione per la situazione nella quale si trovano i migranti e i richiedenti asilo alla frontiera tra Stati Uniti e Messico, in particolare per la situazione dei minori migranti.I deputati sono infatti preoccupati per le pessime condizioni nelle quali vengono trattenuti i migranti e i richiedenti asilo, in particolare i minori, presso i centri di detenzione dei servizi di immigrazione, dove mancano adeguate strutture sanitarie, un’alimentazione dignitosa e servizi igienico-sanitari appropriati. La separazione delle famiglie e la detenzione per l’immigrazione non sono mai a beneficio dell’interesse superiore del minore. Invitano pertanto il governo degli Stati Uniti a porre fine alla separazione delle famiglie e a procedere d’urgenza al ricongiungimento familiare.Inoltre, le misure di gestione delle frontiere devono rispettare gli obblighi internazionali in materia di diritti umani e non devono basarsi su politiche volte a individuare, detenere e deportare rapidamente i migranti irregolari. Si invitano le autorità competenti negli Stati Uniti ad assicurare quanto prima che tutte le persone detenute abbiano accesso ai diritti di base, quali il diritto all’acqua, all’alimentazione, alla salute e all’alloggio.Il testo è stato approvato con 330 voti favorevoli, 252 contrari e 55 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Mal d’Africa”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

È il titolo della rivista San Francesco di luglio. Nelle pagine del mensile francescano la voglia di ritorno e la nostalgia del continente ripercorso nei viaggi di Papa Francesco in Africa. Il quarto in quattro anni. E dal 4 al 10 settembre sarà in Mozambico, Madagascar e Mauritius. Non è un mistero la predilezione di Bergoglio per il continente africano. In occasione del Giubileo straordinario della misericordia, scelse proprio la capitale della Repubblica Centrafricana per aprire la Porta Santa in anticipo di una settimana su quella di San Pietro. «Una Chiesa-famiglia che attende l’arrivo del Santo Padre come un balsamo per lenire le ferite. Il Nord del Paese – scrive il giornalista Riccardo Benotti – è ancora preso di mira da attacchi armati che provocano morti tra civili e forze di sicurezza. Chiese e cappelle cristiane sono oggetto di assalti e incendi».Il mensile dei frati di Assisi di luglio riporta anche un’esclusiva intervista al nuovo Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori Conventuale, fra Carlos Trovarelli, su attualità, fede e carisma francescano: «Essere un degno successore del Santo di Assisi. Cosciente della grandezza di questa chiamata e della mia piccolezza, ho chiesto a San Francesco il suo spirito e la forza per compiere la missione affidatami. Trasmettere i valori francescani attraverso la riflessione e la formazione dei giovani frati; promuovere il rapporto con tutto il mondo laicale, uno stile di vita semplice e progetti eco sostenibili. Ma anche – conclude fra Carlos – l’importanza della comunicazione e i nuovi mezzi e temi legati al nostro carisma come la fraternità, la minorità e la testimonianza del Vangelo nella società».Il periodico francescano parte da un editoriale di padre Enzo Fortunato “I non voluti” che porta il lettore a fermarsi a riflettere su quanto sta accadendo nel mondo e sul «Perché abbiamo smarrito attenzione, compassione e umiltà verso i più fragili che non vogliamo e rifiutiamo». Nell’editoriale, il direttore della rivista San Francesco, parte dalla foto di Oscar e sua figlia, «morti avvinghiati in un inutile ultimo respiro nelle acque del Rio grande, al confine tra il nord e il sud, tra la prosperità e la miseria, nel desiderio di cercare una vita migliore per sé e per i propri figli».Ma anche eventi come il progetto “Percorsi Assisi” una settimana, dal 31 agosto all’8 settembre, full time tra economia, lavori di gruppo e passeggiate all’aria aperta alla ricerca della propria vocazione professionale. L’evento che si terrà al Sacro Convento è riservato a 50 studenti universitari e laureati under 35 che saranno i protagonisti di una settimana di lezioni sulle sfide dell’economia circolare, dell’etica di impresa e della comunicazione per accompagnare alle competenze scientifiche, considerazioni di tipo umanistico. http://www.percorsiassisi.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rassegna ‘La Vie en Rose’

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Torino martedì 23 luglio alle ore 21.30 palco del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino saranno due grandi voci del jazz italiano a salire sul palco, Ada Montellanico e Maria Pia De Vito, che celebreranno altrettante icone della musica vocale: la lunare Billie Holiday e la solare Joni Mitchell, in una rilettura creativa e appassionata.
‘Omaggio a Billie Holiday’ – Ricordate Lezioni americane? Se Italo Calvino fosse stato un amante del jazz, avrebbe di certo celebrato Ada Montellanico quale campionessa di leggerezza. Non c’è infatti parola più pertinente per definire il suo tributo discografico a Billie Holiday, ora riproposto in concerto. Una performance per ricordare l’incommensurabile genio di Lady Day di cui si celebrano i 60 anni dalla scomparsa. / Ada Montellanico Quartetto.
‘Around Joni’ – So right, l’omaggio discografico dedicato da Maria Pia De Vito a Joni Mitchell, è diventato un classico approdato anche al Blue Note di New York. Around Joni è una nuova rilettura che attinge a pagine dell’infinita produzione della Mitchell, andando a toccare l’anima folk degli inizi, ai tempi di Woodstock, ma esplorando anche l’influenza progressivamente crescente del jazz. / Maria Pia De Vito Quartetto.Lo spettacolo è a cura del Torino Jazz FestivalTutti gli spettacoli della rassegna ‘La Vie en Rose’ sono stati realizzati dalla Fondazione per la Cultura Torino con la partnership di Intesa Sanpaolo e sono accessibili al costo di soli 5 euro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’impatto della neuro infiammazione sulle patologie neurologiche

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

E’ stato il tema portante del recente Congresso Annuale della European Academy of Neurology (EAN) che si è concluso da poco a Oslo, Norvegia. Durante il Congresso, infatti, di particolare valore scientifico è stato il Plenary Symposium dal titolo “The role of inflammation in non inflammatory neurological diseases”, un incontro internazionale che ha fatto il punto sui più recenti avanzamenti della ricerca di base e traslazionale nel nel campo dell’epilessia, della malattia di Parkinson, dell’emicrania e delle malattie cerebrovascolari. In quest’ultimo settore è emerso come il nuovo concetto della “thromboinflammation” sia in grado di condizionare i risultati clinici nei soggetti con ictus a cui viene praticata la rimozione del trombo tramite la manovra meccanica della trombectomia. In presenza di infiammazione del trombo, infatti, il problema potrebbe richiedere di essere affrontato anche con una terapia farmacologica che riduca lo stato infiammatorio.Vari lavori scientifici si sono focalizzati sull’impatto delle nuove terapie sulla cognitività nella sclerosi multipla patologia in cui raramente i disturbi cognitivi si presentano tra i sintomi di esordio (nel 5% dei casi), ma possono emergere, in una maggiore percentuale di pazienti, durante il decorso della malattia. Durante i lavori congressuali è emersa, inoltre, la superiorità dell’Opicapone inibitore enzimatico in grado di aumentare la quantità di Levodopa che viene assorbita, nella malattia di Parkinson, rispetto all’entacapone in termini di qualità della vita, mentre molto promettenti sono apparsi i risultati di uno studio clinico sull’impatto della talamotomia mediante ultrasuoni (una lesione di una piccola parte del cervello) nel tremore essenziale.Infine, nel campo dell’emicrania è stato dato particolare risalto al ruolo del “calcitonin gene-related peptide” (CGRP), che può essere targettabile con successo da anticorpi monoclonali sia contro il ligando, molecola in grado di legare una biomolecola, sia contro il suo recettore. Nel campo della neuro-oncologia di particolare interesse il ruolo emergente della biopsia liquida del liquido cefalorachidiano per individuare alterazioni molecolari specifiche come biomarcatori nelle metastasi cerebrali e nei linfomi primitivi del Sistema Nervoso Centrale.“Il Congresso annuale della European Academy of Neurology – ha commentato il Prof. Gianluigi Mancardi, Presidente della Società Italiana di Neurologia – testimonia il ruolo fondamentale della ricerca neurologica italiana nel panorama scientifico internazionale, grazie al lavoro dei nostri studiosi che producono costantemente contributi scientifici originali in tutti i campi della neurologia, sia in termini di numerosità, sia di elevata qualità”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La Germania è uno dei mercati chiave per Europcar Mobility Group

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Nel 2017 il Gruppo ha acquisito Buchbinder Holdings, uno dei leader del noleggio di auto e veicoli commerciali sul mercato tedesco. Dopo aver creato le necessarie sinergie nel corso del 2018, la filiale tedesca del Gruppo accelera l’integrazione di Buchbinder, nominando Hubert Terstappen nuovo COO (Chief Operations Officer) con la responsabilità di gestire le Operations del Gruppo in Germania. Europcar Mobility Group Germany, filiale di Europcar Mobility Group, opera sul mercato con i 3 principali brand del Gruppo – Europcar, Ubeeqo e InterRent – e con il brand locale, Buchbinder.Con un fatturato di circa 800 milioni di euro, Europcar Mobility Group Germany è uno dei principali provider di soluzioni di mobilità nel mercato tedesco e ha l’ambizione di crescere offrendo un portfolio completo di soluzioni adatte alle diverse esigenze di mobilità dei clienti qualunque sia la durata – un’ora, un giorno una settimana o anche più. L’integrazione è un fattore chiave per raggiungere questo obiettivo. Dopo aver integrato con successo Ubeeqo, Europcar Mobility Group Germany sta accelerando anche l’integrazione di Buchbinder, unificando la gestione operativa.Per supportare questa strategia, Hubert Terstappen, Co-Managing Director di Buchbinder, è stato nominato COO (Chief Operations Officer) di Europcar Mobility Group Germany e in quanto tale entra a far parte del Comitato Esecutivo tedesco. Lavorerà a stretto contatto con Stefan Vorndran, Managing Director di Europcar Mobility Group Germany.
Allo stesso tempo Hubert Terstappen conserva la carica di Co-Managing Director di Buchbinder, insieme a Konrad Altenbuchner.Hubert Terstappen ha più di 30 anni di esperienza nel settore della mobilità. Ha iniziato la sua carriera in Haniel Logistic Düsseldorf per poi entrare nella compagnia di autonoleggio fondata dal padre, Hubert Paul Terstappen. Nel 1992 è diventato amministratore delegato della Terstappen KG, che è stata integrata in Buchbinder nel 2013. Come Co-Managing Director di Buchbinder Holdings dal 2013, ha dato un contribuito essenziale all’integrazione di Terstappen KG in Buchbinder.Olivier Baldassari, Chief Countries e Operations Officer del Gruppo, commenta: “Siamo oggi un’azienda leader nel panorama della mobilità che opera attraverso numerosi ed importanti brand. Gestiamo un business su larga scala per servire i nostri 7,7 milioni di clienti attivi. Il nostro è un business capillare, solido e profittevole. In Germania, stiamo costruendo una piattaforma di mobilità grazie a 4 brand che offrono servizi differenziati e rispondono a diverse esigenze. Ora dobbiamo connettere questi brand in maniera sempre più sinergica, integrando le nostre competenze di Fleet Management acquisite nei diversi business e intensificando lo condivisione. La nomina di Hubert Terstappen è coerente con il nostro obiettivo e sarà un fattore importante per favorire una la nostra crescita in Germania “.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Podopatia diabetica

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

By Paola Baroni. Per il paziente con podopatia diabetica il teleconsulto rappresenta una modalità di presa in carico che può garantirgli una risposta più immediata ed efficace, evitando, quando possibile, il ricorso all’ospedale. Dal punto di vista del modello organizzativo, invece, la nuova modalità, porta l’ospedale sul territorio grazie a un team multidisciplinare che mette insieme ospedalieri, medici e infermieri di famiglia. Il modello è applicato sul territorio della Asl Toscana centro, per la prima volta a livello regionale.Dopo una sperimentazione avviata a febbraio a Scandicci con i soli infermieri, la nuova frontiera dello scambio di informazioni fra clinici sulla patologia del piede diabetico, partirà nelle prossime settimane a Scandicci e a Lastra a Signa, questa volta con il coinvolgimento dei medici di famiglia. Oltre 50 medici di medicina generale (34 di Scandicci e 24 di Lastra) hanno aderito in maniera del tutto volontaria al teleconsulto, entrando a far parte del team multisciplinare dell’ospedale San Giovanni di Dio che monitorerà i pazienti con patologia diabetica e che è composto anche da specialisti ospedalieri e infermieri di famiglia.In questa modalità innovativa di presa in carico, le tecnologie a disposizione sono decisive per migliorare la qualità della vita del paziente con podopatia diabetica ma anche per incrementare l’appropriatezza di richieste di consulenza specialistica.Immagini di elevata precisione restituiscono lo stato delle lesioni del paziente, grazie a una piattaforma aziendale che in tempo reale rende possibile un interscambio di informazioni tra il medico o/e l’infermiere di famiglia e l’equipe multisciplinare di Torregalli. In pratica, attraverso questa piattaforma, l’infermiere di famiglia al domicilio, e presto anche il medico curante in ambulatorio, possono chiedere una consulenza immediata agli specialisti in ospedale. Questi ultimi, al momento della richiesta di consulto, ricevono sul proprio cellulare una notifica in tempo reale. Segue quindi la valutazione immediata, attraverso lo scambio di immagini, dello stato delle lesioni del paziente e dell’appropriatezza delle terapie in corso. Il medico di famiglia si avvarrà anche di strumenti come il “Patient summary”, il documento informatico sanitario che riassume la storia del paziente e la situazione corrente.
Il progetto è stato realizzato dalla direzione di presidio del San Giovanni di Dio diretto da Simone Naldini e dal direttore della struttura aziendale della diabetologia, Cristina Baggiore, col supporto della Medicina generale nella persona del dottor Alessandro Bussotti e con la collaborazione del direttore dell’assistenza infermieristica Firenze nord ovest, Simona Gozzini e dell’infermiera dell’Osservatorio lesioni cutanee della Asl Toscana centro, Francesca Falciani. La sperimentazione è stata poi presentata alle Aggregazioni Funzionali territoriali (AFT) di Scandicci e Lastra a Signa. “E’ auspicabile – dichiara Cristina Baggiore, direttore della struttura aziendale della diabetologia – che il progetto del teleconsulto possa essere esteso a tutta l’Azienda e che possano avervi accesso tutti i medici”.Grazie all’adesione dei medici di medicina generale, con la nuova sperimentazione che partirà a breve, non solo si allaga il team multisciplinare che fa parte del progetto ma cresce anche la tipologia di consulto. Se finora l’infermiere di famiglia poteva occuparsi delle sole lesioni cutanee, adesso, con il coinvolgimento della Medicina generale, la consulenza potrà essere estesa anche alle problematiche di tipo metaboliche. Fermo restando che il consulto deve riguardare tutti quei casi che non ricadono nell’urgenza.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il crowdinvesting raddoppia

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Presentato il quarto Report Italiano sul Crowdinvesting realizzato dall’omonimo Osservatorio della School of Management del Politecnico di Milano (In sintesi). Lo scorso 30 giugno l’equity crowdfunding ha superato la soglia degli 82 milioni di euro raccolti (un anno fa erano assai meno della metà), mentre il lending è arrivato a ben 435 milioni, circa due volte la cifra alla stessa data del 2018. La raccolta nell’ultimo anno è stata rispettivamente di 49 milioni (170 campagne censite, quasi una ogni 2 giorni, con un tasso di successo del 75% nei primi 6 mesi quando la media dell’intero campione dal 2014 è del 71,7%) e di 207 milioni, con un tasso di crescita relativo che non fa sfigurare l’Italia rispetto ad altri Stati europei, anche se il gap sui volumi si mantiene consistente.Sono le principali evidenze emerse dal quarto Report italiano sul Crowdinvesting realizzato dall’Osservatorio omonimo della School of Management del Politecnico di Milano, presentato questa mattina. L’Osservatorio sul Crowdinvesting studia quel sottoinsieme del crowdfunding che permette a persone fisiche, ma anche investitori istituzionali e professionali, di aderire direttamente attraverso una piattaforma Internet abilitante a un appello per raccogliere risorse destinate a un progetto imprenditoriale, concedendo un prestito (lending-based model) oppure sottoscrivendo quote del capitale di rischio della società (equity-based model). Negli ultimi 12 mesi si sono registrate le prime exit, attraverso IPO o acquisizioni, ma anche i primi write-off. L’Italian Equity Crowdfunding Index, ideato dall’Osservatorio, ha calcolato al 30 giugno un apprezzamento complessivo del valore di portafoglio pari al 9,43%. Molto attiva poi l’industria del real estate crowdfunding: in un anno le piattaforme sono passate da 2 a 6 e altre sono in partenza.
Al 30 giugno 2019 risultavano autorizzati in Italia 35 portali, ma un buon numero di questi non si era ancora attivato. Le campagne di raccolta sono state finora 401 organizzate da 369 imprese diverse, 170 solo negli ultimi 12 mesi, quasi una ogni 2 giorni. Il tasso di successo continua a mantenersi elevato: 75% nei primi 6 mesi del 2019, quando la media generale dell’intero campione dal 2014 è 71,7%.
Fra le emittenti guadagnano spazio le PMI, ma il mercato è ancora dominato dalle startup innovative (72% dei casi nell’ultimo anno) soprattutto di Lombardia, Lazio ed Emilia Romagna, che operano nei servizi di informazione e comunicazione. Gli obiettivi principali correlati alla raccolta di capitale sono investire nel marketing e nel brand (55% dei casi) e nello sviluppo della piattaforma ICT (33%). La valutazione pre-money media e mediana si aggira intorno a 1,5 milioni di euro.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

October, prima piattaforma di finanziamento alle PMI in Europa continentale

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

CNH Industrial (NYSE: CNHI / MI: CNHI), leader globale attivo nel campo dei capital goods, attraverso la sua divisione di captive financing, hanno siglato un accordo per promuovere l’accesso delle PMI a strumenti di finanziamento alternativi. La partnership mira a stimolare l’utilizzo da parte delle piccole e medie imprese del peer-to-peer (P2P) lending come modalità di finanziamento complementare al tradizionale canale bancario, al fine di diversificare le fonti di credito.I grandi gruppi sono ormai abituati a finanziarsi al di fuori del sistema bancario tradizionale mentre per le PMI la disintermediazione del credito è solo agli inizi. Per mostrare ai suoi partner la strada della diversificazione delle fonti di finanziamento, CNH Industrial otterrà simbolicamente un finanziamento di 100 mila euro da prestatori privati sulla piattaforma October. In questo modo, il Gruppo consentirà al suo network di PMI di ottenere un finanziamento sulla piattaforma October a condizioni agevolate (0€ commissioni) per la fase di lancio con l’obiettivo di creare un ecosistema più forte dove i gruppi di grandi dimensioni supportano le realtà più piccole nell’accesso al credito.Grazie alla sua consolidata rete commerciale e alla sua organizzazione, CNH Industrial contribuirà a promuovere richieste di finanziamento da parte di piccole e medie imprese che potranno contare sul sostegno della vasta community internazionale di 17.000 prestatori privati e investitori istituzionali di October.
Questa collaborazione rappresenta un passo importante nel processo di trasformazione digitale di CNH Industrial, un cambiamento cruciale nel modo in cui il Gruppo contribuirà a creare valore per i propri clienti nei prossimi anni. Ad oggi, attraverso la divisione di captive financing, sotto i marchi CNH Industrial Capital e IVECO Capital, i 12 marchi commerciali di CNH Industrial offrono ai loro concessionari e clienti servizi finanziari su misura per l’acquisto, il leasing o il noleggio dei loro prodotti.October completa così l’offerta di servizi finanziari di CNH Industrial Capital proponendo finanziamenti da 30 mila a 5 milioni di euro a favore di progetti innovativi specifici da parte di alcuni selezionati clienti di CASE Construction Equipment e IVECO, tramite un processo online semplice e veloce nei 5 paesi in cui opera (Italia, Spagna, Francia, Germania e Paesi Bassi).Il modello di business di October permette alle imprese di ottenere finanziamenti da prestatori privati (attraverso la piattaforma) e investitori istituzionali (attraverso veicoli dedicati), in pochi giorni. I prestatori possono investire i propri risparmi in modo utile e profittevole oltre che supportare l’economia reale. Le PMI si rivolgono alla piattaforma per singoli progetti di sviluppo di natura diversa: ad esempio dall’acquisto di impianti e macchinari, all’assunzione di dipendenti fino a investimenti immateriali come campagne di marketing o attività di ricerca e sviluppo.
October, a livello globale, a fine giugno 2019 ha erogato più di € 318 milioni a favore di oltre 640 progetti imprenditoriali. I prestatori attivi sono 17.000 e sono già stati rimborsati oltre 129 milioni di euro e oltre 18 milioni di interessi; solo in Italia quasi 13 milioni di euro e 1.8 milioni di interessi. Per quanto riguarda l’Italia in particolare, nel mese di giugno 2019, October ha superato la soglia di € 50 milioni di erogato (da inception) con 88 progetti finanziati (su un totale di mercato di €103 milioni). Il primo semestre si è chiuso con un erogato di oltre € 15 milioni di finanziamenti (+27% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le malattie delle valvole del cuore

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Colpiscono oltre 1 milione di italiani e si manifestano, in genere, dopo i 65 anni di età, riguardando circa il 10% degli italiani di questa fascia di popolazione. Nei Paesi Occidentali si stima che tra il 2 e il 7% della popolazione di ultrasessantacinquenni presenti una stenosi aortica, una delle forme più comuni, e che il 2% degli over 75, in Italia, abbia avuto un’indicazione all’intervento di sostituzione della valvola aortica.Alla luce del progressivo invecchiamento della popolazione italiana – ISTAT calcola in 1 su 4 gli over 65 oggi in Italia, e stima che nei prossimi 25 anni rappresenteranno oltre il 30% della popolazione nazionale – le malattie delle valvole cardiache saranno sempre più diffuse. Nonostante siano malattie abbastanza comuni e lo saranno sempre più, la consapevolezza nei loro confronti è molto bassa: solo il 3% degli europei e degli italiani sa che il nostro cuore ha quattro valvole e solo il 7% degli europei conosce le malattie delle valvole cardiache, percentuale che scende al 5% se consideriamo solo gli intervistati italiani.Per sensibilizzare la popolazione sulle malattie delle valvole cardiache dal 16 al 20 settembre si celebrerà nei Paesi europei la Settimana Europea sulle Malattie delle Valvole Cardiache, European Heart Valve Disease Awareness Week, evoluzione della Giornata Europea istituita l’anno scorso.“Diversi sono gli obiettivi di questa iniziativa – dichiara Roberto Messina Presidente di Cuore Italia – alcuni dei più importanti sono: aumentare la consapevolezza sia della cittadinanza sia delle Istituzioni su queste malattie, promuovere e diffondere la conoscenza dei sintomi, migliorare la diagnosi che può essere effettuata in modo semplice da parte del medico di medicina generale auscultando il cuore con lo stetoscopio”.Le malattie alle valvole del cuore, se non curate adeguatamente, provocano un peggioramento della qualità di vita del malato, possono causare scompenso cardiaco anche grave e portare a morte nel giro di pochi anni. La buona notizia è che si possono curare e guarire. A seconda della gravità, le cure variano dal trattamento farmacologico all’intervento di cardiochirurgia a cuore aperto o con i più moderni approcci minimamente invasivi, tra le quali le procedure transcatetere. Queste ultime rappresentano l’unica possibilità di intervento nelle forme gravi in cui è necessaria la sostituzione o la riparazione della valvola difettosa.La Settimana Europea sulle Malattie delle Valvole Cardiache, European Heart Valve Disease Awareness Week è promossa dalle principali organizzazioni scientifiche e di tutela dei diritti dei malati cardiopatici europee: tra gli altri, le associazioni Cuore Italia, la francese Alliance du Coeur, la britannica Heart Valve Voice, l’Irlandese Croi, la spagnola Aepovac, l’olandese Hart Volgers.www.cuoreitalia.org

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ian Manook: Heimaey

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

La trama: Kornélius, un poliziotto islandese possente come un troll che canta musica folkloristica in un coro di donne, trova un cadavere in una solfatara, spellato dal ventre in giù. Al contempo, è alle prese con la mafia lituana a cui deve dei soldi; per estinguere il suo debito, deve ritrovare due chili di cocaina rubati durante una transazione in mare. Negli stessi giorni, giunge sull’isola il giornalista Jacques Soulniz: quarant’anni dopo aver visitato l’Islanda con un gruppo di amici, ritorna in quei luoghi con la figlia Rebecca. Ma, già dalle prime tappe, il loro soggiorno prende una piega inaspettata: qualcuno li sta seguendo, e nel giro di poco la ragazza scompare. Le due storie si incrociano: prima di scomparire Rebecca si è infatuata di un giovane marinaio, che è lo stesso uomo che Kornélius sospetta essere il ladro della partita di droga. Ma le ombre del passato che aleggiano intorno a Soulniz lasciano pensare che il rapimento di sua figlia potrebbe anche far parte di un piano di implacabile vendetta.
IAN MANOOK Giornalista, editore e romanziere, vive a Parigi. Ha esordito con Yeruldelgger, Morte nella steppa , pubblicato da Fazi Editore nel 2016, primo capitolo di una trilogia con lo stesso protagonista al quale seguono Yeruldelgger, Tempi selvaggi e Yeruldelgger, La morte nomade . Pluripremiato e adorato dai lettori e dalla critica, Yeruldelgger è stato un vero e proprio fenomeno. Fazi Editore ha pubblicato anche il romanzo Mato grosso nel 2018. Collana Darkside / Traduzione di Federica Angelini / pp. 480 ca. / Euro 18,00
In libreria dal 10 ottobre.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Margaret Storm Jameson: Company Parade

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

La trama Nel 1918 la giovane Hervey Russell si trasferisce a Londra lasciandosi alle spalle il marito, ufficiale di terra dell’Air Force impiegato a Canterbury, e il figlio piccolo, che viene affidato alle cure di una nutrice. Hervey è forte e vulnerabile al tempo stesso, a muoverla è la voglia di affermarsi, ma anche il desiderio di dare al figlio le migliori condizioni di vita. Viene assunta come assistente copywriter presso un’agenzia pubblicitaria, dove lavora per David Renn, solitario e disilluso veterano di guerra; ha due amici storici, Philip e T.S., due ex soldati che hanno in mente di dare vita a un nuovo giornale; Philip è innamorato dell’amica mentre T.S. è sposato con Evelyn Lamb, direttrice e editor del «London Review». Mentre scopre la vivace scena culturale londinese, popolata da scrittori presuntuosi, intellettuali salottieri e spregiudicati uomini d’affari, Hervey è tormentata dalle sue vicende sentimentali. Il rapporto con il marito Penn non è affatto semplice: Hervey non è più innamorata di lui e ha una relazione con “l’americano”. Dal canto suo, anche Penn tradisce la moglie con la giovane Len Hammond, e la scoperta da parte di Hervey della relazione del marito accresce i problemi nella coppia. Il mondo va avanti, ma la guerra ha lasciato un segno indelebile nelle vite di tutti e ognuno, guardandosi dentro, non può fare a meno di scontrarsi con un grande buio.
Storm Jameson Nata in una famiglia di costruttori di navi, è stata una giornalista e scrittrice inglese. Nel 1919, a Londra, lavorò per un anno come copywriter per una grande agenzia pubblicitaria. Tra il 1923 e il 1925 è stata la rappresentante in Inghilterra dell’editore americano Alfred A. Knopf. Suffraggetta e femminista, nel 1939 è diventata la prima donna presidente della British section of International pen. Liberale e antinazista, ha scritto l’introduzione all’edizione inglese del Diario di Anna Frank nel 1952. Nel 1952 venne insignita del ruolo di delegata delll’Unesco Congress of the Arts. È stata un’autrice molto prolifica, tra romanzi, racconti, saggi letterari e critici, e un’autobiografia in due volumi. Collana Le strade / Traduzione di Velia Februari / pp. 450 ca. / Euro 17,50 / In libreria dal 3 ottobre. Con la prefazione di Nadia Terranova.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »