Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 299

Archive for the ‘Viaggia/travel’ Category

Travel

Veneto: Traffico a Nordest

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 agosto 2018

Continua a Nordest il trend positivo dei movimenti di merci e persone grazie al buon andamento dell’economia locale, alla crescita delle esportazioni e del turismo. Nel 2017 si sono registrati tassi record per i traffici nel porto di Trieste ed aeroporti di Treviso e Verona. Flussi in aumento anche nelle tratte autostradali Brennero-Modena (A22), Udine-Tarvisio (A23) e Valdastico (A31). Questi i dati più rilevanti dalle analisi del Centro Studi di Unioncamere del Veneto nell’ambito dell’Osservatorio sui Trasporti, le Infrastrutture e la Logistica del Nordest (TRAIL Nordest). Con oltre 10mila visualizzazioni all’anno, il portale http://trail.unioncamereveneto.it si conferma per il secondo anno di fila un ottimo strumento per monitorare costantemente e in modo aggiornato il sistema logistico locale rendendo disponibili informazioni su flussi di traffico, progetti, appalti, criticità e iter procedurali.
Sulla base degli ultimi dati disponibili, nel 2017 il volume di traffico veicolare per chilometro sulla rete autostradale del Nordest è aumentato in tutte le tratte, determinato soprattutto dall’intensificazione del traffico pesante (camion). In particolare, la crescita del traffico di veicoli pesanti interessa principalmente i grandi corridoi europei (Rete TEN-T). Gli incrementi maggiori si sono registrati nelle tratte dell’A23 Udine-Tarvisio (+8,3%), dell’A31 Valdastico (+8,7%), dell’A22 Brennero-Modena (+7,6%). Seguono le tratte dell’A4 Venezia/Mestre-Trieste (+4,9%) e Brescia-Padova (+4,3% contro il +2,8 dell’anno precedente).
Per quanto riguardi i porti dell’Alto Adriatico, Trieste e Ravenna hanno registrato nel 2017 un trend positivo nel traffico complessivo di merci (rispettivamente +4,6% e +2,1% rispetto all’anno precedente). Nello scalo triestino, che ha confermato una performance nazionale da primato con circa 62 milioni di tonnellate di merci movimentate, spicca l’aumento del general cargo (+14,1%), con le movimentazioni ad alto valore aggiunto, il RO-RO e il settore container, che ha raggiunto il record storico di oltre 616 mila TEU (+26,7% rispetto al 2016). Trieste è il secondo porto dell’Alto Adriatico per la movimentazione di container, facendo seguito al primato del porto di Koper con quasi 912 mila TEU. Nello scalo di Ravenna, che nel 2017 ha movimentato oltre 26 milioni di tonnellate di merci, spiccano le rinfuse solide, grazie al traffico record di materie prime per la produzione di ceramiche nel distretto di Sassuolo. Per il porto di Venezia il 2017 si è rivelato un anno di stabilità in termini di merci movimentate (25 milioni di tonnellate). In forte crescita invece i passeggeri del comparto traghetti (204 mila, +34,4%) a fronte di una diminuzione dei croceristi (1,4 milioni, -11%). Drastico calo per il porto di Chioggia (-33,8%) causato dal persistere dei problemi di accessibilità alle banchine portuali, di navigazione dei canali lagunari e della fase di transizione istituzionale dovuta all’aggregazione dell’Azienda Speciale per il Porto di Chioggia (ASPO) all’Autorità Portuale di Venezia, oggi un’unica realtà definita come Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale (AdSP MAS) – Porti di Venezia e Chioggia.
Aumento record dei passeggeri negli aeroporti del Nordest, che hanno evidenziato incrementi nei flussi superiori alla media nazionale (+6,4%), raggiungendo complessivamente oltre 17 milioni di passeggeri all’anno. Nel 2017 il traffico passeggeri è aumentato del +14,4% a Treviso (superando i 3 milioni di persone), del +10,4% a Verona (3 milioni), del +7,8% a Venezia (10 milioni), del +7,3% a Ronchi dei Legionari (quasi 1 milione), inferiore invece l’incremento evidenziato all’aeroporto di Bolzano (+4,3%, 16 mila passeggeri). In particolare, negli scali di Treviso, Verona e Ronchi dei Legionari fa da traino la crescita del segmento nazionale (rispettivamente +22,4%, +14,4%, +15%), da e verso le città del Centro-Sud e Isole italiane. Nello scalo veneziano invece prevale lo sviluppo del segmento internazionale, soprattutto nei collegamenti da e verso il Nord America, il Medio e l’Estremo Oriente.
L’interporto Quadrante Europa di Verona è il primo interporto in Europa per volumi di traffico merci. Nel 2017 il nodo logistico ha movimentato oltre 8 milioni di tonnellate di merci su ferrovia, grazie a 16 mila treni in movimento, e 20 milioni di tonnellate su gomma. Il traffico ferroviario è rimasto sostanzialmente stabile rispetto al 2016 a seguito di alcuni eventi eccezionali che hanno interessato la linea ferroviaria. I dati analizzati, elaborati dall’Osservatorio TRAIL Nordest, sono solo alcuni dei risultati disponibili nella Sezione “Dati e indicatori” del portale http://trail.unioncamereveneto.it/ che contiene tutte le schede aggiornate sulle principali infrastrutture e i nodi logistici del territorio. Inoltre la sezione “Studi e ricerche” è stata arricchita con nuovi contributi tecnici.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutti pazzi per le vacanze “green”

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

Se il 2017 è stato l’anno del turismo sostenibile, anche nel 2018 il viaggio eco-friendly fa da protagonista: i viaggiatori rispettosi dell’ambiente continuano ad aumentare. Paesaggi naturali, riserve e bellezze da esplorare: secondo la fondazione Univerde, il 61% degli italiani sceglie la propria meta in base alle attrazioni naturalistiche che la destinazione offre. Spesso e volentieri però, la sola scelta della destinazione non è sufficiente per rendere un viaggio davvero sostenibile. Il mezzo di trasporto, la struttura in cui dormire, gli sprechi d’acqua e di energia, lo sfruttamento eccessivo delle risorse per soddisfare il turismo di massa: anche quando viaggiamo, ogni nostra scelta può comportare effetti negativi sull’ambiente.
Di fronte alle emergenze di emissioni di carbonio, dei gas serra e del riscaldamento globale, il turismo gioca un ruolo decisamente non da trascurare. Dati recenti della rivista Nature research dimostrano che nel 2013 l’impronta ecologica del settore turistico ha raggiunto la quota di 4.5 miliardi di tonnellate di emissioni di carbonio – circa l’8% delle emissioni totali di gas serra sul nostro Pianeta. Gli stessi esperti prevedono che entro il 2025 le emissioni aumenteranno ancora, fino a toccare i 6.5 miliardi di tonnellate. Di fronte a questo scenario, sempre più persone scelgono di viaggiare in maniera sostenibile, compiendo le scelte più opportune anche nell’ottica del rispetto ambientale. Come? Evitando voli aerei e sostenendo le mete del nostro Paese, optando per un’ospitalità sostenibile e muovendosi in bicicletta, in treno o a piedi.
Ecobnb (https://ecobnb.it) è lo strumento perfetto per chi è alla ricerca di una vacanza green. La piattaforma web e mobile App permette infatti di trovare strutture ricettive rispettose dell’ambiente che hanno adottato almeno 5 di 10 buone pratiche di sostenibilità – dal cibo biologico, all’energia pulita – e che sono verificate dagli eco-viaggiatori. Sono piccoli B&B immersi nella natura, ma anche hotel di lusso, agriturismi biologici o eco-ospitalità davvero insolite ed originali, come queste che vi proponiamo, per un’estate unica e green. Dieci strutture perfette per un eco-stay all’insegna della sostenibilità, nel cuore della natura.
Il glamping è la tendenza che arriva dal Nord Europa per offrire ai viaggiatori una soluzione semplice, come quella del camping, ma in versione glamour. In Toscana, il glamping La Gallinella è il luogo ideale per vivere un’esperienza a contatto con la natura: tra castagni, eriche, allori e querce, ci sono otto tende lodge dotate di tutti i comforts necessari. Il glamping fa uso di energia pulita al 100%, nonché di prodotti biologici locali e riduttori per il flusso per minimizzare gli sprechi di acqua. Prezzi: a partire da 50€ a notte per due persone.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Be Media Advisor per la comunicazione di Blue Panorama Airlines

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Blue Panorama Airlines ha scelto Be Media, società di consulenza in comunicazione, quale advisor per le attività di Ufficio Stampa. Blue Panorama Airlines è una compagnia aerea di bandiera interamente italiana che offre voli di linea e charter sul lungo, medio e corto raggio verso oltre 54 destinazioni in 4 continenti (Africa, America, Asia ed Europa). Tra le prime compagnie aeree italiane, Blue Panorama Airlines è stata fondata nel 1998. Membro IATA dal 2002, ha base presso l’aeroporto di Fiumicino e sedi operative e commerciali a Milano Malpensa, Bergamo, Bologna, Torino e Tirana.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ciclovacanze dolomitiche

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Bastano due ruote e un rapporto impostato sulla voglia di montagna per apprezzare appieno di tutte le offerte che la Val D’Ega riserva agli appassionati della bicicletta e della natura.
Fino all’inizio di novembre, tra Catinaccio e Latemar, gli amanti della mountain bike potranno avventurarsi in tour di ogni genere attraverso prati e boschi da una valle all’altra, godendo di una vista panoramica favolosa sulle Dolomiti. Il Patrimonio Naturale UNESCO è un profluvio di itinerari adatti a tutti i livelli, dalle famiglie a chi preferisce dosare la fatica a bordo delle biciclette elettriche. Ma sono soprattutto gli sportivi abituati a dislivelli di oltre 1000 metri ad attendere con ansia l’inizio di una primavera che svela anche quest’anno novità e divertenti trail senza segreti per gli albergatori dei Bikehotel, a loro volta biker appassionati e sempre a disposizione per fornire consigli e servizi preziosi, mirati a garantire una ciclovacanza perfetta.Con ben 600 km di percorsi tra le località di Nova Ponente, Monte San Pietro, Obereggen, Ega, Nova Levante, Carezza e Collepietra, il cuore dell’Alto Adige batte su sentieri forestali che portano a pascoli soleggiati, impegnativi itinerari in mtb direttamente ai piedi delle imponenti pareti delle Dolomiti, flow trail nei boschi o bike trail e bike park per approfondire la tecnica e, infine, escursioni guidate in mountain-bike per tutti gusti e livelli. Sei noleggi mountain bike ed e-bike, bike taxi e trasporto bici con gli impianti di risalita sono punti d’eccellenza che fanno della Val D’Ega un paradiso su due ruote a 20 minuti da Bolzano.
Ad agevolare gli appassionati di bici, la Mountain Bike Card consente di affrontare il famoso “Giro del Latemar” con una sola tessera, utilizzando a un prezzo vantaggioso tre impianti di risalita – Cabinovia Nova Levante, Cabinovia Predazzo e seggiovia Gardonè – in un giorno. Inoltre per chi vuole allargare il raggio, è prevista una seconda card che comprende anche gli impianti Lusia.Per chi intende testare le proprie capacità, il Biketrail e Bike Park Carezza, a Nova Levante permette di lanciarsi su un suggestivo percorso di circa 4,4 km, con un dislivello di 500 m, tra boschi ombrosi e prati attraversati da sponde e paraboliche, ponticelli, salti e northshore. L’area allenamenti presso la stazione di monte della cabinovia offre un pumptrack e una jumpline ma anche vari percorsi per esercitare e migliorare le proprie abilità di guida, tra tornantini, rockgarden, drop, curve, banked turn, scalini, balance-northshore e ostacoli per imparare nuovi bunnyhop. Nova Ponente risponde con il nuovo Bikeparc presso lo skilift, un’area allenamenti di circa 1300 mq, con un dislivello di 10 metri, adatta a tutti i livelli, immersa nel verde e dotata di pumptrack, drops, curve, salti, scalini, ostacoli e un percorso per esercitare le proprie abilità di guida.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ad agosto, malghe e caseifici invitano a conoscere da vicino la produzione di Asiago DOP

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Asiago. Ad agosto, i caseifici e le malghe produttrici di Asiago DOP Prodotto della Montagna dell’Altopiano di Asiago e dei territori montani del Trentino aprono le porte a turisti ed escursionisti per far vivere l’esperienza del lavoro del casaro e contribuire a preservare questo patrimonio unico di biodiversità, prototipo virtuoso del rispetto dell’ecosistema e della salvaguardia dell’ambiente.
Sono 17 le malghe e i caseifici di montagna che producono Asiago DOP Prodotto della Montagna, specialità che, per le sue specifiche caratteristiche, rappresenta l’essenza più tipica del territorio montano. Patrimonio riconosciuto dalla UE fin dal 2006 e garantito da un apposito e restrittivo disciplinare dalla mungitura alla trasformazione in formaggio fino alla stagionatura, Asiago DOP Prodotto della Montagna prevede l’impiego di solo latte di montagna prodotto oltre i 600 metri nelle zone incluse nella DOP veneto-trentina.
Nel mese di agosto, i produttori di Asiago DOP Prodotto della Montagna aprono le porte a chi vuole avvicinarsi a questo incredibile scrigno di biodiversità. Su prenotazione, è possibile conoscere da vicino questa antica tradizione, partecipare agli eventi, imparare come si fa il formaggio, ma anche degustarlo in tanti piatti sani e nutrienti.
Il formaggio Asiago deve il suo nome all’Altopiano di Asiago e a un’antica tradizione che questa DOP preserva e diffonde in tutto il mondo. L’Asiago DOP Prodotto della Montagna, nelle due tipologie Fresco e Stagionato, è un prodotto esclusivo, a carattere limitato in sole 61.000 forme all’anno ed esprime un’altissima qualità caratterizzata da un profumo intenso dovuto alle erbe dei pascoli alpini e al fieno dei prati montani. Proprio questo patrimonio unico di biodiversità, vede le malghe e i caseifici del più vasto sistema di monticazione dell’arco alpino impegnati nel garantire la corretta manutenzione dei pascoli dei boschi e dei prati e preservare per le future generazioni una produzione d’eccellenza. Un lavoro che, nello spirito della Carta di Milano, sottoscritta dal Consorzio di Tutela in occasione di EXPO 2015, interpreta l’impegno di tutti a considerare il cibo un patrimonio culturale da valorizzare nella sua origine e originalità riconoscendo all’attività agricola “un ruolo fondamentale non solo per la produzione di beni alimentari ma anche per il suo contributo a disegnare il paesaggio, proteggere l’ambiente e il territorio e conservare la biodiversità.”

Posted in Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia tra le prime 5 mete europee più popolari tra i viaggiatori cinesi

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

L’Italia è tra le prime 5 mete europee più popolari tra i viaggiatori cinesi, mentre a livello mondiale si colloca al 14° posto guadagnando una posizione rispetto al 2017. Diversamente da quanto accade in altre nazioni europee come Regno Unito o Francia, i turisti cinesi una volta in Italia non visitano solo la capitale Roma (63%), ma fanno tappa anche e soprattutto a Milano (64%), Firenze (43%) e Venezia (34%). 8 viaggiatori cinesi su 10 vengono nel nostro Paese soprattutto per turismo privato (83%), mentre il 16% raggiunge l’Italia per affari. I Millennial cinesi vengono anche per visitare parenti e amici, 8% contro 2% dei non-millennial, mentre il 7% visita l’Italia in occasione di eventi sportivi e un 5% per sottoporsi a cure mediche.Circa metà dei millennial cinesi (48%) sono mossi da interesse verso la cucina italiana e postano sui social e fanno selfie con pietanze e cibi italiani che non si trovano facilmente tra i confini della Repubblica Popolare Cinese. L’Italia si colloca al 3° posto in Europa e 11° nel mondo per Paese più postato sui social dai viaggiatori cinesi. Si osserva un sorprendente aumento dell’80% delle spese rispetto allo scorso anno per finanziare i loro viaggi, fare straordinarie esperienze, soggiornare in alloggi altamente tecnologici, gustare prelibatezze esotiche, fare shopping. Nel 2017 i post sui social e selfie si sono rivelati elementi fondamentali nei viaggi dei millennials cinesi: il 63% usa la telecamera interna per ottenere like e rafforzare la propria immagine social, mentre il 15% dei millennials cinesi afferma sia indispensabile valorizzare tutto ciò che potrebbe migliorare la loro presenza social. L’indagine condotta rivela comunque che nessuna generazione è totalmente immune dall’innegabile attrazione dei social network. Il 52% dei viaggiatori totali cinesi è attratto dal potere della condivisione delle notizie, e un terzo della generazione più adulta afferma che le loro decisioni e i loro comportamenti in materia di viaggi sono influenzati dai loro figli digitali nativi o più digitalmente connessi.Al primo posto il divertimento, poi le emozioni forti e anche la cura dell’anima – Pronti a liberarsi da ogni freno e inibizione, più di un terzo dei viaggiatori cinesi è attratto dalle accondiscendenti atmosfere delle più famose mete del divertimento come Macao, Bangkok, Amsterdam e Las Vegas. Nel frattempo, i millennial più esperti in quanto a festival internazionali, hanno dato vita ad una nuova ondata di viaggi caratterizzati da prezzi inferiori e con una pianificazione più rapida rispetto agli anni passati. Quasi la metà di loro afferma di voler visitare la Porta dell’Inferno in Turkmenistan e più di un terzo vorrebbe esplorare le catacombe di Parigi. Nonostante la passione per il macabro, le maggiori ansie da viaggio per i millennials cinesi provengono da antiche superstizioni, sorprendentemente più importanti per i giovani che per gli adulti.
La passione per tutto ciò che è locale – Soggiornare in una struttura a-tipica è importante per più della metà dei viaggiatori che, piuttosto che scegliere alberghi ultra-stellati, optano sempre più per alberghi indipendenti, fuori dagli schemi e caratterizzati da gusto e foggia locali (55%). Il 33% sceglie hotel boutique, il 23 % hotel eco-friendly e il 21% hotel super tecnologici. Inoltre, inclini a immergersi in esperienze autentiche, i viaggiatori cinesi non si tirano indietro quando si tratta di spendere per soddisfare le proprie voglie come assaggiare esotiche leccornie locali (69%), esplorare le strade delle città alla ricerca di oggetti autentici del luogo (43%) o fare shopping di lusso (38%). Digitalmania – I millennials cinesi sembrano prendere il digitale molto sul serio. Connettività ed efficienza sono la chiave per chi è sempre in viaggio. Spazi di co-working (39%), tecnologia a commando vocale (38%), prenotazioni di realtà virtuali (38%), servizio clienti robotizzato (32%), accesso alle stanze tramite telefonino (31%) e postazioni social media live (26%), sono tutti servizi extra che desidererebbero trovare nelle strutture ricettive.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’estate al Forte di Exilles

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

Exilles giovedì 16 agosto, ore 21 Torino Forte di Exilles, via degli Alpini. Fabio Perretta e i fratelli Celeste e Placido Rugliandolo approdano alle audizioni di X Factor 5 con il nome di Free Chords. Vengono ribattezzati dal loro vocal coach Elio col nome I Moderni, arrivano in finale e si classificano secondi. Oggi si presentano in un concerto acustico (chitarra, cajon, violoncello e tre voci) in cui, tra cover, brani a capella e nuovi medley, riscoprire tutto ciò che di vintage si nasconde nella musica odierna e non solo.
Gran passato, uno s-concerto al Forte di Exilles, nell’ambito di Festival Teatro & Letteratura, realizzato da Tangram Teatro con la direzione artistica di Ivana Ferri e Bruno Maria Ferraro. Il loro primo singolo inedito è Non ci penso mai, mentre L’estate si balla anticipa l’album di inediti Troppo Fuori, scritto a 4 mani con i Two Fingerz. Nel 2014 pubblicano IN/CASSA, prodotto con Maurizio Lobina degli Eiffel 65 e Nex, il cui singolo è Un Giorno Qualunque, classificatosi secondo ai Wind Music Awards su Rai2. Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Clorofilla: proiezioni, libri e teatro per il festival di cinema targato Legambiente

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 agosto 2018

Parco della Maremma (Gr) dal 10 al 19 agosto a Festambiente. La parte centrale si inaugura venerdì 10 agosto a Festambiente, manifestazione nazionale dell’associazione ambientalista nel Parco della Maremma (Gr), dove proseguirà fino al 19 agosto. Il cuore verde del cinema ha in programma documentari e corti a tema ambientale e sociale. Tra gli argomenti trattati uno spazio particolare sarà dedicato all’agricoltura e all’alimentazione con i documentari “Il sistema latte” (19 agosto) di Andreas Pichler e “Cirri di ventu – Agricoltura eroica a Pantelleria” (17 agosto) di Nicola Ferrari. Si parlerà anche di caporalato con “The harvest” di Andrea Paco Mariani (11 agosto), di inquinamento con “Manfredonia – La catastrofe continuata” di Massimiliano Mazzotta (12 agosto), di riti arcaici e natura ne “Il monte delle formiche” di Riccardo Palladino (15 agosto). Prima delle proiezioni al tramonto, in un uliveto utilizzato senza allestimenti scenici, in programma presentazioni di libri, musica e spettacoli di teatro. Tra gli ospiti il cantautore Pino Marino con il suo Concertacolo di canzoni e altre storie (10 agosto), il Nano Egidio in Fabula Rasa (12 agosto), Riccardo Goretti e le sue Novelline dadaiste (15 agosto), il libro Instarock a cura di Andrea Gozzi (13 agosto). Altri appuntamenti del Clorofilla sono in programma al Festival della Dieta Mediterranea di Pioppi e Pollica con una rassegna realizzata in collaborazione con Giffoni Film Festival, al Posidonia Green Festival di Santa Margherita Ligure (Ge), a Porto Cesareo (Le), alla Cava di Roselle (Gr) e le premiazioni allo Spazio Alfieri di Firenze nel mese di ottobre.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Fiera di Ferragosto a Fontanellato (PR)

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 agosto 2018

Fontanellato (PR) Da venerdì 10 a domenica 19 agosto, ricchissimo carnet di eventi, concerti, iniziative. Dal 10 al 19 agosto Luna Park per i più piccoli. Dal 14 al 16 agosto Mercato dell’Assunta. Domenica 19 agosto Mercatino dell’Antiquariato con Mostra Mercato del Vinile. In Rocca il 14 e 15 agosto la visita delle ore 17.45 si conclude con un aperitivo.
Una notte dedicata alla magia dell’operetta in un gran galà con la Compagnia Abbati, il Soprano Paola Sanguinetti ed il tenore Domingo Stasi. Fare le ore piccole con il Silent Disco Party, live set mapping, 3 dj set e 6 generi musicali complice la scenografia della Rocca. Scuola di ballo liscio, country e di gruppo in un collettivo giro di valzer per tutti in piazza Garibaldi. Jumbo Music Hall anni Settanta e Ottanta. Tango e milonga d’agosto per immergersi in notti calienti da ricordare. Il ritorno della mitica Dialettale Sissese con la regia di Mauro Adorni. L’omaggio a chi canta l’amore e alle grandi voci femminili della canzone con Silvia Olari, Elena Giardina e Aura Nebiolo accompagnate da Parma Brass. Ed il gruppo Pensieri e Parole che omaggia Lucio Battisti. E una cena in Castello ispirata agli Cinquanta.La tradizionale Gran Fiera di Ferragosto di Fontanellato quest’anno si trasforma nella “Settimana di Ferragosto”, una lunga kermesse di 9 giorni, fino al 19 agosto, con eventi e iniziative – all’insegna della musica che aggrega, emoziona, unisce, fa ballare, fa cantare e regala gioia – per tutti i gusti e le età. Il cartellone si chiude il 19 agosto con il caratteristico mercatino dell’antiquariato con Mostra Mercato del Vinile. E’ il Sindaco Francesco Trivelloni a presentare con l’Assessore al Commercio Flaminia Tortelli il programma che si inserisce nel quadro delle celebrazioni per il 70esimo anno di acquisizione della Rocca Sanvitale da parte del Comune di Fontanellato

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nuovo quartiere DomRömer di Francoforte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 agosto 2018

Francoforte. Tre giorni di festa, dal 28 al 30 settembre, per la cerimonia d’apertura della “nuova città vecchia”Francoforte torna indietro nel tempo, riportando alla vita una parte della sua ricca storia: completamente distrutto dopo la Seconda Guerra Mondiale, ora grazie ad anni di ristrutturazione, torna all’antico splendore il quartiere di DomRömer, situato tra la Cattedrale degli Imperatori (Dom) e il Römer City Hall.
Dal 28 al 30 settembre si terrà una grande festa per celebrare il nuovo “antico cuore” di Francoforte e festeggiare un vero e proprio evento che rimarrà nella storia della città.
I festeggiamenti avranno inizio con una cerimonia presso la chiesa di Paulskirche per poi coinvolgere l’intero quartiere in ben tre giorni di festa, tra eventi culturali, concerti e mostre speciali.
Al Deutshche Arckitekturmuseum dal 22 settembre 2018 al 3 marzo 2019, si terrà la mostra “Il nuovo ‘vecchio’ quartiere rinnovato. L’architettura tra la Cattedrale e il Römer dal 1900” in cui si potrà osservare lo sviluppo urbano della città vecchia e ripercorrere le fasi che hanno accompagnato il progetto di ristrutturazione.
Oltre a mostre permanenti e temporanee, il quartiere ospiterà per l’occasione numerosi concerti all’interno del Römerberg o lungo le sponde del fiume Main. Il venerdì e il sabato sera, per concludere la giornata in bellezza, si alterneranno sul palco spettacoli e performance teatrali.
Il quartiere sarà aperto al pubblico già da questo giugno, quando verranno rimosse le ultime barriere di protezione, e lo si può visitare grazie a tour guidati giornalieri. In questo modo sarà possibile scoprire una città cosmopolita e in continua evoluzione, che guarda al futuro ma non dimentica il suo passato, tra palazzi storici e architetture artistiche.
Per chi vuole goderselo in anteprima, è possibile fare una passeggiata virtuale lungo i vicoli tortuosi del quartiere per avere un’idea di com’era vivere nell’antica cittadina di Francoforte, basta visitare il sito: http://www.domroemer.de/der-film.
Francoforte è la città delle mille possibilità. È una città metropolitana, dallo skyline moderno, dove la notte si festeggia, ma di giorno ci si rilassa nei parchi, dove fare shopping, ma anche scoprire una storia emozionante.Nel centro della città si trova il vecchio quartiere, il DomRömer che era stato completamente distrutto dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, ma è oggi in fase di ricostruzione grazie alle planimetrie storiche e i vecchi modelli. Altro cuore culturale della città, il quartiere dei musei che si estende intorno al nuovo Historischen Museum Frankfurt e crea una grande connessione tra la città e la sua storia.I più importanti musei della città si trovano infatti sulla riva del fiume Meno e danno un carattere unico e originale a questa zona della città. Francoforte è una città innovativa, in continua evoluzione e aperta a nuove idee e cambiamenti, ma allo stesso tempo, ha a cuore le sue tradizioni e la sua storia. La capitale del “Applwein” o vino di mele, ha mantenute intatte le proprie tradizioni gastronomiche come la famosa Grüne Sauce o Salsa Verde e l’Handkäs, un formaggio locale dal sapore pungente. Ma senza dimenticare però la cucina gourmet (Francoforte vanta 8 ristoranti stellati) e la cucina creativa di strada, che mescola prodotti locali e internazionali. Sempre grazie alla sua posizione strategica vicino alla zona di Rhein-Main, Frankfurt offre una base ideale per esplorare la regione. Intorno alla metropoli si trovano pittoresche cittadine medievali con le tradizionali case a graticcio, castelli e siti Patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scavi di Pompei – Ecco le novità dalla Regio V

Posted by fidest press agency su martedì, 7 agosto 2018

Domus che continuano a delinearsi nella loro struttura completa, con affreschi preziosi, oggetti e tracce di vita quotidiana. E’ quanto sta avvenendo sul cantiere della Regio V degli scavi di Pompei, dove proseguono quotidianamente le scoperte di strutture e reperti.
Una di queste ricche dimore è la casa di Giove, che sta emergendo con tutti i suoi ambienti decorati.La casa fu già in parte scavata tra Settecento e Ottocento e piuttosto compromessa in più punti da cunicoli e trincee, tuttora visibili, con i quali era in uso praticare gli scavi in epoca borbonica. Il nome della casa deriva da un quadretto raffigurante Giove rinvenuto già nell’800 su un larario posto nel giardino.L’intervento odierno sta via via profilando la pianta di una dimora con atrio centrale, circondato da stanze decorate, ingresso lungo il vicolo dei balconi, anche esso di recente scoperta e sul fondo uno spazio aperto colonnato su cui si affacciano altri tre ambienti.
Gli ambienti di rappresentanza attorno all’atrio hanno svelato una ricca decorazione in primo stile, con riquadri di stucco imitanti lastre (crustae) marmoree dipinte di vivaci colori (rosso, nero, giallo, verde) e conservata in alcuni punti della parte superiore, una ricca cornice di stucco con modanature dentellate. L’atrio stesso era completato probabilmente, da un fregio dorico in stucco, con rifiniture in blu e rosso, attestato dai numerosi frammenti rinvenuti in alcuni punti.E’ molto probabile che la casa abbia volutamente mantenuto, negli spazi di rappresentanza, questa più antica decorazione in I stile che, in altre dimore pompeiane, era stata frequentemente sostituita da decorazioni più moderne.Tracce di un incendio sono state invece ritrovate, in un ambiente della domus confinante con la adiacente casa delle Nozze d’Argento, già in buona parte indagato in passato. L’incendio aveva annerito la parete affrescata coinvolgendo elementi di arredo, tra cui probabilmente un letto, come sembrerebbe dai frammenti di legno e di stoffa carbonizzati.Un bel quadretto idillico-sacrale, che raffigura una scena di sacrificio nei pressi di un santuario agreste è emerso, invece, in un ambiente poco distante dalla casa di Giove, in quella che attualmente è identificata come Casa a Nord del giardino. Si tratta di una tra le prime scene figurate di una certa complessità, assieme al quadro dell’Adone ferito con Venere e amorini, già emerso in un alcova poco distante. (Foto copyright scavi di Pompei di Cesare Abbate)

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fiera del Tappeto di Mogoro (Oristano)

Posted by fidest press agency su martedì, 7 agosto 2018

Mogoro (Oristano) fino al 2 settembre prossimo. La Fiera dell’Artigianato Artistico della Sardegna è uno spazio espositivo e culturale nato per raccontare, mettere in mostra e valorizzare le eccellenze dell’artigianato artistico sardo.Giunto alla 57a edizione, l’evento si rinnova anno dopo anno in una narrazione live del territorio, fatta attraverso le storie e le creazioni dei suoi migliori maestri artigiani.Nel 2018, sono 88 gli espositori presenti su oltre 2.500 mq di area espositiva. Tema dell’edizione: gli AnimaliFavolosi. http://www.fierartigianatosardegna.it

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo esperienziale: Monferrato

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 agosto 2018

E’ il cavallo di battaglia del Monferrato, la terra divenuta Patrimonio dell’Umanità quattro anni fa. Qui ci si prepara a lanciare nuove proposte turistiche che entreranno nel vivo con il prossimo autunno, una delle stagioni nelle quali si registrano i maggiori flussi nelle aree a cavallo fra le colline del vino piemontese, la piana del Po e la vicina Lomellina.
Per un turismo in continuo cambiamento e alla ricerca di emozioni, l’offerta si evolve e coniuga le esigenze di relax e distrazione con la scoperta del territorio in modo originale. E così, dalle prossime settimane i visitatori diretti in Monferrato o desiderosi di scoprire le peculiarità di questo territorio potranno approfittare dei nuovissimi Voucher Esperienziali, frutto della partnership fra il Consorzio Turistico Mon.D.O. e l’innovativa start-up sul turismo StayDo che sul proprio portale di promozione e commercializzazione delle proposte http://www.staydo.it ha già inserito oltre dieci “esperienze” fra le più varie, per incuriosire un pubblico vario, italiano e straniero. “I voucher – aggiunge il founder della piattaforma StayDo Paolo Pastorino – permettono una grande libertà di scelta fra diversi operatori dello stesso settore, dando così la possibilità al turista di costruirsi in maniera flessibile il proprio percorso di esperienze attraverso il territorio.”
Quali sono le esperienze che si potranno vivere in Monferrato, fra collina e pianura?
Si va dal wellness con massaggi e servizi Spa senza dimenticare pratiche rigeneranti di yoga fino ai percorsi dedicati al vino e alla grappa con degustazioni sensoriali e tour guidati per respirare profumi e segreti delle produzioni locali. E per chi ama le tipicità culinarie la scelta sarà ampia: dai salumi ai formaggi, dal miele al riso, con opportunità di assistere a show coking o partecipare ad abbinamenti gastronomici o aperitivi “made in Monferrato”. Per i più sportivi le terre Unesco saranno da vivere in e-bike e fra percorsi in oasi naturali mentre gli appassionati di castelli, parchi, giardini e dimore suggestive potranno trovare luoghi di loro interesse tutti da scoprire. Fra le esperienze più esclusive della stagione autunnale figurano anche le uscite nelle campagne monferrine per la cerca del rinomato tartufo. Il tutto approfittando anche di proposte mirate per colazioni, pranzi, cene e pernottamenti fra l’incanto delle terre Unesco, tutte consultabili anche su http://www.monferrato.org alla sezione “Esperienze di Gusto e di charme in Monferrato”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Muraglia Cinese è su Airbnb

Posted by fidest press agency su domenica, 5 agosto 2018

muraglia cinese.jpgPechino, Cina. Airbnb annuncia la possibilità di prender parte a un’esperienza unica nel suo genere: trascorrere una notte sulla Grande Muraglia Cinese. Questo settembre, infatti, quattro fortunati vincitori potranno passare una notte in una casa temporanea costruita su una delle tratte più antiche della Muraglia. Un’occasione unica e senza precedenti che mostrerà al mondo la Grande Muraglia sotto una nuova luce. Conosciuta come una delle più grandi imprese architettoniche della storia dell’umanità, la Grande Muraglia fu costruita migliaia di anni fa con lo scopo di proteggere la Cina dagli attacchi nemici. Oggi è considerata una delle sette meraviglie del mondo, che attrae e unisce visitatori da ogni dove.
I vincitori del concorso avranno accesso a una camera da letto unica nel suo genere ricavata all’interno di una torre secolare lungo la Muraglia con una vista a 360 gradi sul panorama circostante. Al tramonto, un’intima cena gourmet a più portate, ognuna pensata per incarnare un aspetto diverso della cultura cinese, attenderà gli ospiti sulla Muraglia. Il pasto sarà accompagnato da un’esperienza di musica tradizionale, disponibile sulla piattaforma tutto l’anno per i visitatori di Pechino.
muraglia cinese1.jpgDopo una serata sotto le stelle, al sorgere del sole, gli ospiti faranno una passeggiata nella splendida campagna cinese accompagnati dallo storico ufficiale della Muraglia, Dong Yaohui, che svelerà loro la storia di questo patrimonio dell’umanità e gli sforzi di preservazione dello stesso. Durante il soggiorno, i vincitori avranno anche la possibilità di avvicinarsi alla cultura locale attraverso altre Esperienze Airbnb attualmente disponibili sulla piattaforma, sperimentando ad esempio la tecnica dell’incisione per ideare il proprio sigillo o imparando l’arte della calligrafia grazie ad una lezione privata.
Per partecipare al contest e provare a vincere un soggiorno sulla Grande Muraglia raccontaci perchè, dal tuo punto di vista, è ora più importante che mai abbattere le barriere culturali e come tu costruiresti nuove connessioni e legami tra culture diverse. Invia la tua risposta al link del concorso https://www.airbnb.it/night-at/thegreatwall entro le ore 16.00 sabato 11 agosto. (fonte: http://www.airbnb.it e copyright foto)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Musei: Fp Cgil, sbagliato abolire domeniche gratis

Posted by fidest press agency su domenica, 5 agosto 2018

“Troviamo incomprensibile ed errata la scelta del Ministro dei Beni Culturali di abolire l’accesso gratuito ai musei nelle prime domeniche del mese”. Così la Fp Cgil Nazionale in merito all’annuncio del ministro Bonisoli, aggiungendo che: “Certo questa possibilità per tutti i cittadini italiani e stranieri fu ideata e presentata come uno spot. Ma come è sbagliato governare con spot, pensiamo sia altrettanto sbagliata la scelta di tornare indietro anche perché, comunque, si è data a moltissime persone una possibilità in più di accedere e usufruire dei beni culturali del Paese”. La cultura, prosegue la Funzione Pubblica Cgil, “è un bene pubblico; la sua fruibilità va garantita a tutti, a partire dai giovani, dalle famiglie e dai ceti sociali più deboli; le domeniche gratuite sono un’opportunità in più per tutto il mondo di accedere ad un patrimonio che concentra nel nostro paese l’85% dei beni culturali mondiali. Pensiamo che si debba rendere ancor più accessibili e fruibili i nostri beni culturali, anche per avvicinare i cittadini e accrescere la loro consapevolezza del loro valore e dell’importanza di tutelarli, conservarli, valorizzarli”.Al Ministro Bonisoli e al Governo, continua la categoria della Cgil, “chiediamo quindi più assunzioni per proteggere e gestire i nostri musei, le nostre aree archeologiche, le nostre biblioteche storiche. Perché non utilizzare il modello britannico che prevede l’accesso gratuito per tutti, tutti i giorni? Il Governo investa e renda realmente pubblici e godibili tutti i beni pubblici perché altrimenti si riafferma l’idea che l’arte è un lusso e che la cultura non potrà mai essere popolare. Non sarebbe un bel cambiamento”, conclude la Fp Cgil.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I sentieri delle stelle sulle Dolomiti

Posted by fidest press agency su domenica, 5 agosto 2018

stelle sulle dolomiti.jpgFino al 31 agosto 2018, un’esperienza da star tra osservatori, planetari, escursioni planetarie e astrovillaggi in Val D’Ega, nel cuore Patrimonio dell’Umanità UNESCO.
In Val D’Ega, nel cuore delle Dolomiti, le stelle non si osservano solamente sdraiati sui pascoli, nelle notti in cui il cielo è più limpido. Quello per il firmamento è un vero e proprio culto che ha ispirato la nascita di una serie di proposte stellari nel contesto del Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO, capace di illuminarsi in senso astrale anche quando il buio non è ancora calato sulla valle. A chi non si accontenta di osservatori e planetari, il primo astrovillaggio d’Europa, nei paesi di Collepietra e San Valentino del comune di Cornedo, offre il piacere di una straordinaria vista sul cielo stellato. Ogni giovedì sera, a solo mezz’ora da Bolzano ma lontano dalle luci cittadine, l’Osservatorio Astronomico “Max Valier” offre uno sguardo nelle profondità dello spazio cosmico e informazioni pratiche per l’esplorazione del cielo. L’unico osservatorio astronomico dell’Alto Adige è raggiungibile con un sentiero lungo il quale le distanze del sistema solare sono state riportate con una scala di 1:1 miliardo. Una volta giunti, è possibile scrutare di notte la volta celeste, e di giorno la straordinaria attività del sole nell’Osservatorio Solare “Peter Anich”. L’intero universo si apre davanti agli occhi, gettando una nuova e avvincente luce sul mondo dell’astronomia. Passeggiando attraverso i paesi di Collepietra e San Valentino in Campo può capitare di imbattersi in meridiane che abbelliscono le facciate delle case e i giardini. Presso ogni ristoratore aderente è posizionato un punto informazioni astrologico e un “telescopio” che permette di dare un’occhiata nella profondità dell’oscurità planetaria. Nella biblioteca è inoltre a disposizione tutto il materiale necessario per approfondire le conoscenze astronomiche.
Sempre in tema di stelle e volte celesti, il Planetario Alto Adige di San Valentino è l’unico nel suo genere in Alto Adige. A differenza dell’Osservatorio astronomico, qui l’universo viene mostrato mediante l’aiuto di strumenti ottici 3 D molto precisi, insieme ad un ottimo sistema acustico. Un viaggio nello spazio, alla volta del pianeta Marte o Venere è sempre stato un antichissimo sogno dell’uomo. Quel sogno ora diventa realtà in un’affascinate sala di simulazione.
Infine, ogni venerdì, fino al 31 agosto 2018, l’Escursione Stellare propone un’intera giornata dedicata agli esploratori dello spazio. Si comincia la mattina con la proiezione nel Planetario Alto Adige e con l’escursione sul sentiero stellare. Dopo la pausa pranzo presso il Maso Unteregger, la visita guidata all’osservatorio solare è la ciliegina sulla torta intergalattica di una festa celeste che – tra osservazioni del sole, indagini sulle stelle e sui pianeti e scoperte in 3D – rilascia il diploma di “esperti delle stelle”. Un’esperienza proposta al prezzo di 13 euro per gli adulti e 9 euro per i bambini, pranzo escluso. (copyright foto: http://bit.ly/Valdegaestate)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È stato aperto stamattina il primo lido sul Tevere della Capitale

Posted by fidest press agency su sabato, 4 agosto 2018

Si chiama Tìberis ed è stato realizzato da Roma Capitale all’altezza di Ponte Marconi: circa 10mila metri quadrati di area attrezzata, per la quale è stata richiesta una concessione di lunga durata alla Regione Lazio.”Abbiamo creduto fortemente in questo progetto, perché il rilancio e la valorizzazione del fiume Tevere è una delle priorità del nostro mandato. È stato creato appositamente un Ufficio speciale che ha messo insieme i tanti soggetti istituzionali competenti, tra cui la Regione Lazio, l’Autorità di Bacino e la Capitaneria di Porto. Abbiamo firmato il Manifesto di intenti per il Contratto di Fiume con enti e associazioni. E ora, come avviene a Parigi e in altre capitali europee, anche a Roma si potrà prendere il sole sulle rive del fiume”, afferma la sindaca di Roma Virginia Raggi.La spiaggia è ad ingresso libero. È stata attrezzata con sdraio, docce dove potersi rinfrescare, distributori automatici di bevande e snack, spogliatoi, ombrelloni e campi sportivi. Aprirà tutti i giorni, comprese le domeniche e i festivi, dalle ore 8 alle 20. La gestione dell’area è a cura di Roma Capitale che si occuperà di garantire pulizia, manutenzione e sicurezza con la stretta collaborazione della Polizia Locale. Una spiaggia accessibile a tutti e adeguata alle specifiche esigenze anche delle persone disabili. Questo è il risultato di un grande lavoro di riqualificazione con un ruolo centrale svolto dal Servizio Giardini e dall’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale.“Nel pieno dell’estate abbiamo aperto questo tratto riqualificato di fiume, da luogo degradato a luogo ritrovato, un bellissimo scenario naturalistico immerso nel verde dove, a sorpresa, abbiamo trovato anche un nido di Aironi. Il Tevere è un veicolo di storia e di cultura, porta del Mediterraneo, luogo di nascita della culla della civiltà del mondo. Rappresenta un modello di turismo sostenibile che con il tempo vogliamo implementare e arricchire. Un luogo affascinante dove poter passare il tempo libero in totale relax restando in città, a due passi dal centro. Con la spiaggia chiara e lo stacco immediato del manto erboso questo spazio, che un tempo era in totale abbandono, è stato trasformato in una spiaggia vera e propria nel cuore della Capitale. Abbiamo abbellito l’area portando, direttamente dal Semenzaio di San Sisto, piante ornamentali come querce da sughero, bambù, agrifogli, ulivi, alloro e palme nane. A due passi dalla spiaggia si può prendere anche il battello dal molo di Ponte Marconi fino ad Ostia Antica navigando il fiume, scoprendone il grande valore ambientale e paesaggistico. Durante i lavori di riqualificazione è riemerso l’argine originario dell’area golenale risalente ai primi del ‘900 e sono stati fatti ritrovamenti di epoca romana, che noi intendiamo custodire e valorizzare”, dichiara l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari.“L’apertura di questo spazio è un elemento di grande soddisfazione, perché è un esempio di come si possa mettere in campo un protocollo di azioni per garantire un reale presidio del territorio. Abbiamo assicurato la rimozione di insediamenti abusivi e rifiuti, bonificando l’area e riportandola alla fruizione da parte della collettività. Diamo così un ulteriore contributo al progetto di riqualificazione del Tevere, al recupero della bellezza di un luogo che è parte integrante della città”, afferma il direttore generale del Campidoglio Franco Giampaoletti.Determinante anche il contributo dell’Assessorato allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini nella realizzazione di un’area per la pratica sportiva, come ricorda l’Assessore Daniele Frongia: “Abbiamo fortemente voluto Tiberis e abbiamo cercato di renderla il più attrattiva possibile: i campi da beach volley riusciranno in questo intento. Mi preme ringraziare non soltanto per l’impegno il Dipartimento Sport e Politiche Giovanili nel fornire parte delle attrezzature, ma anche e soprattutto la Fipav Lazio e la Fipav Roma nelle figure dei due presidenti Andrea Burlandi e Claudio Martinelli per la sensibilità dimostrata nel voler contribuire con materiali e manodopera alla realizzazione dei campi da beach volley. Il lavoro sempre coeso e strettamente coordinato con le varie federazioni che questa Amministrazione sta compiendo palesa quanto di buono si possa fare per i cittadini di Roma”.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’amore per il Molise viaggia su due ruote

Posted by fidest press agency su sabato, 4 agosto 2018

Nicolangelo Zoppo con altri appassionati delle bici in Molise.JPGE’ sufficiente anche la semplice e affascinante bicicletta per promuovere e far scoprire il Molise più autentico, quello della natura incontaminata, dell’armonico rapporto tra uomo e ambiente, del recupero di antichi valori. Sono sulla stessa linea, con una sensibilità ecologica totale, gli organizzatori di due importanti eventi sulle due ruote non motorizzate in Molise – il “Tour bike della Transumanza” e la “Gran Fondo del Matese”, e i vertici di Forche Caudine, un incontro per incoraggiare e favorire quello che l’associazione dei molisani a Roma chiama “il Molise che vogliamo”.
Il “Tour bike della Transumanza” è un’escursione di quattro giorni – dal 2 al 5 agosto 2018 – in mountain bike sulle vie, appunto, della transumanza, dal Tavoliere delle Puglie fino in Abruzzo passando per il Molise. Le quattro tappe, condotte ad un’andatura da cicloturista proprio per godersi il panorama, rappresentano una stimolante passeggiata alla portata di tutti che fonde l’amore per la bicicletta e per lo sport con l’interesse per la cultura, la storia, il paesaggio.Tra gli organizzatori dell’iniziativa c’è il dermatologo Pietro Lippa, presidente onorario dell’associazione abruzzese “Vallelonga bike: i sentieri del lupo”, nata nel 2003 a Villavallelonga, piccolo centro in provincia dell’Aquila, località di arrivo del tour che parte da Orta Nova, in provincia di Foggia. “Il percorso, per un totale di circa 320 chilometri, segue per buona parte quello che resta del Regio Tratturo Lucera-Castel di Sangro, una delle maggiori ‘autostrade erbose’ seguite dai pastori – ha raccontato Lippa a Francesco Caterina di Forche Caudine nel corso dell’incontro di presentazione dell’attività a beneficio dei molisani a Roma. “Il percorso alterna tratti di sterrato con tratti asfaltati e permette di godere di panorami mozzafiato: dalle aride stoppie bruciate che ricoprono i terreni pianeggianti del Tavoliere delle Puglie, alle verdi colline molisane costellate di pittoreschi borghi, fino alle montagne ‘dolomitiche’ del Parco Nazionale d’Abruzzo – ha continuato Lippa.La promozione molisana attraverso le due ruote permette, tra l’altro, di fare nuove conoscenze e di stringere amicizie, attribuendo un valore anche umano al muoversi in bicicletta, nonché di condividere l’amore per il territorio. Il tour promosso dagli amici abruzzesi è giunto quest’anno alla quindicesima edizione.Altro appuntamento di richiamo, che si svolgerà il 2 settembre a Frosolone, in provincia di Isernia, è la Granfondo del Matese. E’ alla terza edizione, un ritorno dopo quattro anni di inspiegabile sosta. A promuovere la manifestazione è il “GS Largo Sole” di Nicolangiolo Zoppo, nato a Sant’Elena Sannita e residente da anni a Roma, dove promuove eventi su due ruote.Il percorso tutto molisano sarà unico, di 104 chilometri con 2.200 metri di dislivello, panorami meravigliosi e attraversamento di borghi affascinanti, come Macchiagodena, Cantalupo, Roccamandolfi e Guardiaregia. I tratti più caratteristici includono la salita di una ventina di chilometri che passa per Campitello Matese e giunge sul valico della Gallinola a 1.638 metri sul livello del mare, l’attraversamento dell’oasi del Wwf e la salita da Bojano a Frosolone passando per Spinete e Sant’Elena Sannita.Zoppo torna dunque ad offrire un omaggio alla sua terra d’origine, come ha spiegato a “Forche Caudine”, di cui è uno degli storici componenti grazie all’amicizia con l’avvocato Donato Iannone, vicepresidente dell’associazione, ma anche con il presidente Castellotti. Legatissimo al Molise, ha spiegato che le due ruote non motorizzate rappresentano certamente un mezzo di promozione sostenibile per il territorio.L’associazione “Forche Caudine”, che ormai costituisce anche una cassa di risonanza per “il Molise che vogliamo”, oltre a rappresentare uno storico punto di riferimento per l’emigrazione molisana, nel corso dell’incontro ha ribadito l’importanza dell’apporto alla visibilità molisana che giunge dall’esterno, come nel caso dei due appuntamenti ciclistici. (foto: Nicolangelo Zoppo)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Morsi e graffi di animali

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 agosto 2018

Vacanze, viaggi e passeggiate all’aria aperta. Che siate al mare o in montagna, in Paesi lontani o in Italia, il pericolo di morsi di animali è purtroppo molto frequente, soprattutto per i bambini. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la rabbia è ampiamente diffusa in tutto il globo e si stima che ogni anno, a causa di questa malattia, muoiano più di 55 mila persone. Di questi decessi, il 95% si registra in Asia e Africa. Il 99% dei casi di rabbia nell’uomo dipendono da rabbia canina e circa il 30-60% delle vittime di morsi di cane sono soggetti minori di 15 anni.
“La rabbia – sottolinea la prof.ssa Susanna Esposito, ordinario di Pediatria all’Università degli Studi di Perugia e presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici, WAidid – è una malattia molto pericolosa per l’uomo e pressochè sempre mortale. Se si sta programmando un viaggio, soprattutto in Paesi endemici, è fondamentale sempre informarsi bene sui rischi infettivi a cui si potrebbe andare incontro e le vaccinazioni necessarie. Tutta la famiglia dovrebbe accertarsi di essere stata vaccinata contro il tetano con un richiamo vaccinale effettuato nei 10 anni precedenti la partenza. La vaccinazione antirabbica pre-esposizione, invece, è raccomandata soltanto in casi di reale rischio di malattia, molto raro”.
Quali sono le infezioni più diffuse causate da morsi, graffi e saliva di animali? Ecco i consigli di WAidid su come riconoscerle e intervenire:
La rabbia è una malattia infettiva, mortale, causata da un virus (della famiglia Rabdovirus) che colpisce prevalentemente i mammiferi come cani, lupi, volpi e pipistrelli. Il virus penetrato con il morso risale lungo i nervi periferici e raggiunge il sistema nervoso centrale dove agisce distruggendo le cellule nervose. L’incubazione della malattia della rabbia è variabile e può prolungarsi anche per mesi. Non esiste una terapia per la rabbia quindi l’unico modo per prevenire la malattia conclamata è intervenire durante il periodo di incubazione con la somministrazione della vaccinazione antirabbica che consente all’organismo di reagire con un’efficace risposta immunitaria prima che il virus abbia raggiunto il sistema nervoso centrale.
Il tetano è una malattia infettiva acuta non contagiosa causata dal batterio Clostridium tetani che, normalmente presente nell’intestino degli animali (bovini, equini, ovini) ed eliminato con le feci, riesce a sopravvivere a lungo nell’ambiente sotto forma di spore.I sintomi più evidenti causati dal tetano sono: contrazioni muscolari, febbre, sudorazione, tachicardia. La somministrazione di immunoglobuline umane antitetaniche (TIG) e l’accurata pulizia della ferita infetta, con rimozione dell’eventuale tessuto necrotico, l’uso di disinfettanti ad azione ossidante (come l’acqua ossigenata) e la somministrazione di antibiotici (penicillina) sono importanti per prevenire la fissazione alle cellule nervose della tossina eventualmente ancora presente in circolo e per impedire che ne venga prodotta di nuova. La prevenzione della malattia si basa sulla vaccinazione, prevista in Italia per tutti i nuovi nati: la somministrazione di tre dosi di vaccinazione antitetanica conferisce una protezione molto elevata, con un’efficacia superiore al 95%. La durata della protezione nel tempo è di almeno 10 anni ed è ulteriormente garantita dall’esecuzione dei richiami.
Malattia da graffio di gatto. L’agente eziologico della malattia è Bartonella henselae, un parassita ematico trasmesso all’uomo dalle pulci e dal gatto. La malattia da graffio di gatto (Cat Scratch Disease, CSD) viene considerata la causa più comune di adenopatia (linfonodi ingrossati), cronica, benigna, in bambini e giovani adulti. Da 3 a 10 giorni dopo il contatto con l’animale, nel punto di inoculazione compare una lesione cutanea pustolosa, papulosa o vescicolosa, che può persistere per giorni o settimane, guarendo senza lasciare cicatrici. La terapia si basa sull’impiego di macrolidi. In alcuni casi può essere necessario intervenire chirurgicamente.
Le dermatofitosi (Tigna) sono micosi cutanee, causate da microscopici funghi (specie diverse di Microsporum e Trichophyton) che colpiscono gli animali domestici (causando aree tonde alopeciche) e l’uomo su capelli, pelle e unghie, particolarmente nei bambini. Cani, gatti e topi sono tra i responsabili della diffusione della malattia attraverso contatto diretto o indiretto. Gli antimicotici topici sono generalmente efficaci. Terbinafina da banco è un fungicida e consente un trattamento più breve. L’econazolo o il ciclopirox possono portare a risultati migliori nei casi in cui non si possa escludere un’infezione da Candida.Gli antifungini orali sono usati soprattutto nelle infezioni ungueali e del cuoio capelluto, nelle infezioni cutanee resistenti, le dosi e la durata differiscono in base alla sede dell’infezione.Per contribuire ad alleviare il prurito e l’infiammazione, possono essere utilizzati corticosteroidi in associazione alle creme antimicotiche.
La scabbia o rogna, infezione altamente contagiosa è causata da parassiti invisibili ad occhio nudo (Sarcoptes scabiei), gli acari, che scavano microscopiche gallerie nella pelle di uomo e animali domestici. Il sintomo più comune della scabbia è un forte prurito – con formazione di vescicole e croste – che può peggiorare di notte o dopo un bagno, quando l’attività degli acari aumenta a causa del caldo.Si può trattare a livello topico utilizzando creme a base benzoato di benzile, crotamitone o permetrina utili a debellare gli acari e le loro uova. Molto importante è anche lavare i vestiti, le lenzuola e gli altri oggetti con cui si è entrati in contatto a 90° così da eliminare eventuali parassiti depositati.
Morsi di ragni. Tutte le 40 000 specie di ragni conosciuti sono velenose. Tuttavia, i denti della maggior parte delle specie sono troppo corti o fragili per penetrare nella cute. Reazioni sistemiche gravi si verificano più frequentemente con morsi di:
– ragno bruno: violino, marrone recluso (Loxosceles sp)
– ragni vedova: vedova nera (Latrodectus sp), vedova marrone (L. geometricus])
I morsi di ragni bruni, più frequenti negli Stati Uniti, sono recentemente tornati di attualità anche nel nostro Paese. Alcuni morsi sono inizialmente indolori, ma il dolore, che può essere grave e interessare l’intero arto, si sviluppa in tutti i casi entro 30-60 min. La zona del morso diventa eritematosa ed ecchimotica e può essere pruriginosa. Nella sua sede si forma una bolla centrale, spesso circondata da un’area ecchimotica irregolare (lesione a occhio di bue).
Come intervenire. ll comune trattamento per tutti i morsi di ragno comprende la pulizia della ferita, il ghiaccio per ridurre il dolore, l’elevazione dell’arto, la profilassi antitetanica e l’osservazione.
Morsi di serpenti. Si raccomanda di: NON tagliare la ferita da morso, NON tentare di succhiare il veleno, NON applicare lacci, acqua o ghiaccio. Nei casi di morsi di vipera si instaura nella zona un edema duro e dolente di colore rosso-bluastro con ecchimosi. Dopo 1-6 ore circa, l’edema si estende a tutto l’arto colpito con formazione di chiazze cianotiche. Entro 12 ore si possono avvertire sintomi come secchezza della bocca e sete intensa, vomito e diarrea, crampi muscolari, pallore progressivo, vertigini e mal di testa. Come intervenire. Recarsi il prima possibile al Pronto Soccorso, il siero antivipera può essere somministrato soltanto da personale medico.

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Boom di visite alle isole veneziane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 agosto 2018

Quattro viaggi al giorno, più altri su prenotazione. Centocinquanta, duecento persone che viaggiano tra le vetrerie di Murano e le merletterie di Burano prima dell’assaggio dei biscotti gialli locali, i bussolai. E per chi ha tempo nel pomeriggio, ecco Torcello con il suo ponte del Diavolo e una sosta a spritz e cicchetti. Ogni anno, sono circa settantamila i turisti che si affidano al Consorzio Vidali Group, che si occupa di tour guidati alle isole della Laguna e unisce società del settore che insieme offrono al cliente un servizio sempre più completo. Il presidente è Pierfilippo Vidali. “Questo servizio sta registrando crescite significative di anno in anno – spiega – perché al turista interessa sempre di più l’esperienza, muoversi tra le isole e toccare con mano gli angoli nascosti di Venezia evitando le folle dei luoghi del turismo di massa. Per noi è un’ottima occasione per far conoscere la nostra città e la sua storia”. Per Vidali, questo dei Lagoon Tour è solo l’ultimo di una serie di successi imprenditoriali legati alla valorizzazione del territorio veneziano. La sua avventura come imprenditore è iniziata infatti da giovanissimo nel 2009, a 20 anni, con la nascita di una società che porta tutt’ora il nome del padre, scomparso all’epoca. L’idea che ebbe allora fu quella di convertire il distributore di benzina privato, interno al cantiere dove si fabbricavano le navi, nel primo distributore di carburanti per i motoscafi gestito con un’ottica industriale.Nel 2013, l’ulteriore svolta: nasce la Lido Energia, una pompa bianca green e low cost, l’unica in Laguna a vantare colonnine touch screen a risparmio energetico e a caricamento digitale. “Ad oggi abbiamo due punti vendita. La gestione green che abbiamo avviato ci sta facendo crescere”, precisa Vidali.Infine, nel 2015 la nascita del nuovo asset collegato al business sul turismo. “Chi arriva a Venezia non può perdersi l’affascinante tradizione della lavorazione del vetro soffiato di Murano, le case colorate e i merletti di Burano, la storia millenaria di Torcello e la leggenda del trono di Attila”, conclude Vidali. “Per questo ci affidiamo ai migliori tour operator mondiali per essere più visibili ai turisti che vogliono visitare la nostra stupenda città.L’ultimo risultato è legato alla Cina: siamo finalmente riusciti ad entrare in quel mercato tramite dei tour operator specializzati. Ci attendiamo enormi sviluppi su questo fronte”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »