Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n°108

Posts Tagged ‘arte’

Conferenza internazionale su arte e tecnologia all’Università di Parma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 marzo 2018

Parma Nei giorni 26-29 marzo si terrà presso l’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Università, la terza edizione dell’International Conference on Innovation in Art Research and Technology (inArt 2018) organizzata dal Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche con la collaborazione di docenti di vari dipartimenti dell’Ateneo. Partecipano all’organizzazione il Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC) dell’Università di Parma, sito presso l’Abbazia di Valserena a Paradigna, e il Complesso Museale della Pilotta.
L’International Conference on Innovation in Art Research and Technology è un Congresso Internazionale le cui precedenti edizioni si sono tenute a Evora, Portogallo (2013) e Ghent, Belgio (2016) con circa 150 partecipanti provenienti da tutto il mondo. Si tratta di un evento di riferimento internazionale per chi si occupa di ricerca scientifica e tecnologica applicata alla conservazione e conoscenza del patrimonio artistico, storico ed archeologico. L’Università di Parma è nota a livello internazionale nel campo delle scienze della conservazione, grazie alle attività condotte dai gruppi di ricerca che si sono attivati attorno al Corso di Laurea in Scienze per la Conservazione ed il Restauro, rimasto attivo per 15 anni nel nostro Ateneo, portando diversi ex-studenti in prestigiose istituzioni in tutto il mondo.La conferenza si situa perfettamente nel percorso di avvicinamento al 2020, anno in cui Parma sarà la capitale italiana della cultura. La tematica del congresso, di grande attualità e di importanza strategica per il nostro paese, è legata alla ricerca e innovazione per la tutela e la conoscenza del patrimonio artistico, con particolare attenzione alle tecniche di indagine non invasive, all’imaging multispettrale e alle ricostruzioni tridimensionali, ai nuovi materiali “green” per il restauro, rispettosi di opere e ambiente, ai prodotti per la protezione ed il self-cleaning, per giungere alla fruizione virtuale delle opere. Gli studenti e i docenti dell’Università di Parma potranno accedere quali auditori, previa registrazione gratuita, alle sessioni scientifiche del congresso.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: “Lo Spirituale nell’Arte: Espressioni di armonia tra le fedi”

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 marzo 2018

Roma Martedì 20 marzo alle ore 12.30 presso il Centro Culturale Islamico d’Italia ( viale della Moschea n.85) verrà presentata in anteprima alla stampa la Mostra “Lo Spirituale nell’Arte: Espressioni di armonia tra le fedi”. Interverranno per l’occasione il Presidente del Centro Culturale Islamico d’Italia Khalid Chaouki, il Segretario Generale Abdellah Redouane, la Presidente del Tavolo Interreligioso di Roma Maria Angela Falà, i rappresentanti delle Comunità di fede presenti sul territorio nazionale e gli artisti che espongono le loro opere nell’ area museale della Grande Moschea. Verrà presentato il Programma delle attività previste nel periodo di apertura della Mostra, dal 22 al 28 marzo, che prevede una visita guidata alla Grande Moschea e una Tavola Rotonda sul tema “l’Arte nel dialogo tra le fedi”.La Mostra “Lo Spirituale nell’Arte: Espressioni di Armonia tra le Fedi”, organizzata dal Tavolo interreligioso di Roma con il patrocinio del II Municipio giunge alla terza edizione e presenta quest’anno la particolarità di mettere a confronto e “in dialogo” lo stile e la sensibilità di autori di origine, credo e cultura differenti ponendo particolare attenzione ai temi della pace, della solidarietà, della condivisione e dell’armonia tra popoli che vivono nello stesso territorio. Saranno esposte opere di artisti cristiani (appartenenti alla tradizione cattolica e protestante), buddhisti, ebrei, induisti e musulmani, italiani e di altre nazionalità, che intendono mostrare come la spiritualità, declinata nel linguaggio dell’arte visiva possa rappresentare un fertile e costruttivo terreno di incontro per favorire la conoscenza reciproca e per rintracciare i valori condivisi al di là delle diversità nei modi di vivere il quotidiano e del praticare la fede.Il Centro Culturale Islamico d’Italia apre per il secondo anno le porte all’arte proveniente da altre tradizioni religiose oltre all’Islam, confermando il riconoscimento ai valori del dialogo tra le confessioni nel rispetto delle identità di appartenenza.
Espongono le loro opere gli artisti: Giovanna Cataldo, Nyima Dhondup, Ila Devi, Hanah El Zanni, Tomoko Fait, Ruggero Lenci, Livia Liverani, Paola Meloni, Adriano Necci, Jacelyn Perry, Cristina Pittoni, Marina Presutto, Anna Maria Scarbolo, Hameda Salh, Gabriella Trevi, Gianni Turina, Luciano Valensin. Il Tavolo Interreligioso di Roma ritiene che questo evento, a cui partecipano pittori e pittrici italiani e internazionali, rappresenti un appuntamento di grande valore simbolico ed educativo per la cittadinanza in questo particolare momento storico.
Il linguaggio dell’arte, basato sui vissuti della propria appartenenza di fede, rappresenta infatti un richiamo forte alla necessità della convivenza e dello sviluppo di quei valori comuni che avvicinano i popoli e che la Repubblica Italiana esalta e sostiene.L’evento si inserisce nell’ambito delle attività culturali che il Tavolo Interreligioso di Roma svolge dal 1998, anno della sua fondazione, a favore della riflessione sui temi posti dal pluralismo culturale e religioso, in un’ottica di integrazione sociale e di piena realizzazione di uno stato laico: convegni, seminari, corsi, progetti, mostre, concerti e spettacoli mirati a valorizzare lo scambio reciproco di saperi e visioni del mondo.libertà religiosa e dello sviluppo dei processi di integrazione sociale.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il terzo paradiso di Michelangelo Pistoletto: ad Ancona l’arte sfida l’odio

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2018

Ad Ancona dal 4 all’8 aprile 2018, il festival art+b=love(?) è dedicato alla capacità dell’arte di stimolare lo sviluppo economico e sociale dei territori, adotta il “Terzo Paradiso” di Michelangelo Pistoletto come simbolo di uguaglianza e cittadinanza contro ogni forma di intolleranza, ad appena due mesi dalla strage aggravata da razzismo avvenuta a Macerata.
La performance artistica si svolgerà sabato 7 aprile 2018, a partire dalle ore 16, presso la Mole Vanvitelliana di Ancona, alla presenza del Coordinatore degli Ambasciatori del Terzo Paradiso Francesco Saverio Teruzzi, come tramite di un messaggio culturale: un’azione per sensibilizzare la società a farsi promotrice di un cambiamento culturale, stimolando la capacità di rispondere al razzismo e all’intolleranza attraverso gli strumenti della legalità, del dialogo
sociale e del lavoro.
«“Terzo Paradiso” – ha affermato Pistoletto – significa il passaggio a uno stadio inedito della civiltà planetaria, indispensabile per assicurare al genere umano la propria sopravvivenza. A tale fine occorre innanzi tutto ri-formare i principi e i comportamenti etici che guidano la vita comune».
«Nella convinzione che il lavoro, cioè le imprese, – dichiarano Cesare Biasini Selvaggi e Federico Bomba, direttori del festival – già da molti anni stiano dando prova di essere uno dei luoghi chiave per agevolare l’integrazione tra culture diverse, vogliamo coinvolgere in questa
straordinaria performance le aziende che hanno già fatto proprio questo valore, rendendo protagonisti dell’opera i dipendenti stranieri, risorsa fondamentale per la crescita economica e sociale dei territori».
L’opera “Terzo Paradiso” è composta da tre cerchi consecutivi, riconfigurazione del segno matematico dell’infinito. I cerchi esterni rappresentano tutte le diversità e le antinomie; quello centrale è la compenetrazione fra i cerchi opposti e rappresenta il grembo generativo
della nuova umanità. Le aziende potranno contribuire a comporre il simbolo del “Terzo Paradiso” di Pistoletto inviando alla Mole di Ancona, in rappresentanza, un proprio dipendente straniero che depositerà un oggetto emblematico dell’azienda stessa, della sua attività. Ogni azienda partecipante diventerà così testimonial di quanto il simbolo rappresenta, dei suoi valori di integrità e integrazione.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’arte aborigena australiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2018

Monticelli Brusati(Bs) 16 Marzo 2018 – 16 Settembre 2018 (Date: 16 marzo 2018- 16 settembre 2018
Orario: 10.00 – 15.30 e su richiesta. Sabato e domenica ore 10.00)Tenute La Montina di Monticelli Brusati Via Baiana, in Franciacorta “Figure ancestrali”: questo il titolo dell’affascinante e inconsueta mostra dedicata all’arte aborigena australiana. Curata dal prof. Maurizio Scudiero, è la narrazione di un viaggio e di un sogno. Il comune denominatore fra due realtà così lontane come la Franciacorta e l’Australia è il legame e la passione per la Madre Terra, che gli uomini traducono e tramandano secondo linguaggi e codici della propria cultura.
Nella giornata dell’inaugurazione, dopo un’introduzione alla mostra a cura dello storico dell’arte prof. Maurizio Scudiero, sarà battuta all’asta un’opera e il cui incasso sarà devoluto dall’Associazione senza scopo di lucro “Dedicato A te”, che raccoglie fondi per la ricerca oncologica pediatrica, alla Fondazione Veronesi, ospite dell’evento.
Il potere universale di questi messaggi e la sensibilità dei protagonisti di questa storia permetterà di scoprire fra i vigneti franciacortini una straordinaria collezione di dipinti e manufatti originali provenienti dall’Australia, che svelano al visitatore la magia e la complessità di un’arte primitiva nell’accezione più nobile del termine. A volere fortemente la rassegna sono stati Giancarlo Bozza (proprietario con la sua famiglia delle Tenute La Montina) e Paride Mattanza (collezionista profonde conoscitore dell’arte aborigena) che, legati oltre che da una forte amicizia anche dalla comune passione per l’arte, nel corso degli anni hanno costituito un’importante e preziosa collezione di arte aborigena. Il pubblico sarà guidato da “figure ancestrali” a scoprire la dimensione del sogno nel sorprendente scenario delle Tenute La Montina, dove la Natura viene celebrata nell’arte e nel vino. La mostra gode del patrocinio della Regione Lombardia, dei Comuni di Brescia e di Monticelli Brusati.
La mostra presenta una selezione di circa 50 opere dipinte su tavola con pigmenti naturali dall’artista aborigeno Kunibilarranda Dir Dik fra il 1970 e il 1990, sulle quali sono rappresentati gli spiriti e gli itinerari del Dreamtime.
Dir Dik, nato a Roebuck Bay presso Broome nel 1946 circa, cominciò a dipingere fin da bambino imparando le tecniche per la preparazione dei colori a base di ocra e diventando allievo del grande maestro della pittura Dreaming Yirawala.Nel 1970 Paride Mattanza in uno dei suoi numerosi soggiorni in Australia conosce l’artista e diventa per molti anni il suo mecenate. In questo periodo vengono realizzate le opere e i manufatti esposti in mostra e conservati grazie alla passione condivisa con Giancarlo Bozza.La mostra offre al visitatore la straordinaria possibilità di essere proiettati in questo spazio senza tempo, addirittura precedente alla nascita del tempo, e attraverso i linguaggi figurativi e le iconografie seguire i percorsi della sapienza.
Lungo questi sentieri si incontrano le “figure ancestrali”, conosciute dagli aborigeni del deserto come Tingari, che sono gli spiriti guida per l’umanità e prendono di volta in volta le sembianze di diversi animali totemici quali il Serpente, il Canguro, l’Emù, il Coccodrillo e l’Aquila.Queste figure sono rappresentate da Dir Dik con l’originale tecnica cosiddetta X-ray, che permette di vedere come in una vera e propria radiografia all’interno del corpo degli animali. Un altro tratto distintivo della sua pittura e il motivo iconografico “a reticolo”, costituito da sottili linee incrociate.Gli spiriti indicano all’uomo i percorsi sacri nel deserto e nella savana alla scoperta dei pozzi d’acqua e mostrano le stelle della Via Lattea.Il linguaggio figurativo di queste opere è costituito da un patrimonio di segni e simboli che si tramandano da millenni e le opere selezionate per questa mostra offrono al visitatore la possibilità unica di conoscere un nuovo alfabeto con il quale sono state raccontate storie straordinarie.Oltre ai dipinti sarà presentata una ricca serie di pregiati manufatti in legno scolpito o dipinto quali boomerang, bastoni e didgeridoo (strumenti a fiato di antichissima origine). Ciascuno di questi oggetti rituali ha un significato e un utilizzo fondamentale per comprendere la cultura aborigena e l’itinerario in mostra metterà in luce ogni singola caratteristica e significato.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un newyorchese trova la sua nuova casa in Qatar

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 marzo 2018

DOHA, Qatar /PRNewswire/ Oggi Hamad International Airport (HIA), attivo sostenitore di arti e cultura, ha svelato una nuova opera d’arte, PICCOLA BUGIA dell’artista americano KAWS. L’inaugurazione si è svolta alla presenza dell’artista, dell’ing. Badr Mohammed Al Meer, Chief Operating Officer di HIA e Khalid Yousef Al Ibrahim, Chief Strategic Planning Officer di Qatar Museums (QM). Inserita nell’ambito dell’impegno di Qatar Museums a rendere l’arte accessibile a tutti, oltre i confini di una galleria, PICCOLA BUGIA è l’ultima aggiunta alla collezione di belle arti dell’aeroporto che conta oltre venti opere permanenti create da artisti locali e internazionali.
L’ing. Badr Mohammed Al Meer, Chief Operating Officer di HIA, ha commentato: “lo spazio pubblico per l’arte di HIA sta davvero ridisegnando l’esperienza dei passeggeri. PICCOLA BUGIA è un’opera d’arte monumentale. Il nostro team operativo ha dovuto smantellare la facciata dell’aeroporto nell’atrio D per allestire le casse e abbiamo lavorato all’installazione tecnica per diverse settimane. Nel prepararsi a gestire 50 milioni di passeggeri entro il 2022, l’aeroporto si sta attrezzando per dare ai viaggiatori in transito un percorso memorabile attraverso le arti e la cultura.” Essendo HIA strategicamente posizionato al crocevia di oriente e occidente del mondo, la selezione di installazioni artistiche esposte in aeroporto oltrepassa tutte le culture e le credenze. KAWS è il quarto artista americano che si unisce al programma artistico di HIA. Recentemente installata allo Yorkshire Sculpture Park nel Regno Unito, la nuova inaugurata PICCOLA BUGIA si trova ora nello snodo nord di HIA, vicino all’atrio E, una posizione strategica a beneficio dei 30 milioni di passeggeri che transitano annualmente da HIA.
Pittore, scultore, designer di prodotti e collezionista, KAWS è considerato uno degli artisti più distintivi del nostro tempo. Le sue opere influenti connettono persone di tutte le generazioni con l’arte contemporanea e aprono il mondo della cultura popolare al pubblico giovane e diversificato in tutto il mondo.
L’artista è volato in Qatar per presentare la sua opera: “Spero che PICCOLA BUGIA possa trasportare i passeggeri in un’altra dimensione,” ha detto KAWS. “L’ispirazione dietro PICCOLA BUGIA viene dal mio rapporto con i giocattoli di legno fin da piccolo e dalla calda sensazione delle venature del legno. Partendo da questo, ho creato una scultura gigantesca che gioca su una tensione emotiva di forza e gentilezza. E’ la prima volta che una mia opera viene esposta in un aeroporto…lo spazio permette un dialogo sia con i viaggiatori che con le altre opere d’arte esposte a HIA. E’ uno spazio perfetto per PICCOLA BUGIA.” Le opere d’arte in mostra a HIA sono un mix di creazioni site-specific e pezzi che sono stati attentamente selezionati per l’aeroporto, trasformando l’hub di trasporti in una galleria d’arte di vasta scala piena di opere mozzafiato come l’iconico Orso Lampada dell’artista svizzero Urs Fischer, le statue di Orici dell’olandese Tom Claassen, il Playground dello scultore americano Tom Otterness. Altre opere d’arte saranno presto presentate a HIA.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra “Oltre l’apparenza. Gioco a due nelle stanze dell’arte”

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 marzo 2018

Roma, Galleria d’Arte Eitch Borromini – 15 marzo – 14 maggio 2018 , Via Santa Maria dell’Anima 30 Vernissage mercoledì 14 marzo 2018 dalle ore 18:00. nella splendida dimora storica di Palazzo Phamphilji, oggi Eitch Borromini, la mostra “Oltre l’apparenza. Gioco a due nelle stanze dell’arte”, un interessante percorso artistico tra bellezza e cultura a cura di Sveva Manfredi Zavaglia. Il progetto espositivo vede al confronto due diverse anime creative: Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini, i due grandi artisti, si confronteranno alla ricerca dell’arte perfetta, dove il comune denominatore è andare “oltre l’apparenza”.Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini sono i due artisti protagonisti della grande mostra “Oltre l’apparenza. Gioco a due nelle stanze dell’arte”, un percorso nelle “stanze dell’arte” che si svolgerà nella Galleria d’Arte Eitch Borromini, un tempo antica dimora papale, oggi fra le culle d’arte della capitale. Il progetto espositivo rivela la ricerca interiore e l’evoluzione artistica di due diverse anime creative, che condividono una buona ricerca tecnico artistica e un pensiero autentico e libero. I due artisti espongono in modo velato una realtà insolita dove il comune denominatore è andare “oltre l’apparenza” alla ricerca della bellezza. Una bellezza estetica che fa riflettere in modo profondo ma allo stesso tempo giocoso, come il titolo della mostra suggerisce.
Contrariamente, le opere di Paolo Vannuccini annunciano immediatamente la sua urgente necessità di parlare al mondo del suo forte bisogno: essere libero di vivere la propria essenza. Così come nel dualismo Pirandelliano, Vannuccini attraverso il suo gesto creativo e informale racconta il suo vero mondo interiore, quello dell’essere e non dell’apparire. Consapevolmente introspettivo, l’artista applica il suo segno sulla tela a colpi di spatola e pennello, in modo turbolento ed istintivo quasi catartico, rispettando però un attento uso del colore e della materia. Le sue opere apparentemente caotiche seguono in realtà un ordine gestuale preciso rivelando sintesi armonica e forti emozioni. Nei suoi ultimi lavori, figure umane spuntano all’improvviso davanti a muri di colore col desiderio di scavalcare e riuscire ad andare oltre; si tratta di sagome di persone che prendono forma, tratti e figure immaginarie sognate dalla sensibilità artistica che porta ad aprire la mente a rianimarla attraverso il colore. L’arte diventa così mezzo fondamentale per raggiungere la pace interiore.
La mostra ha dunque lo scopo di guidare lo spettatore in questo “gioco a due “fra mondo estetico ed interiore, che i due artisti mostrano proprio fra essenza ed apparenza. Un progetto espositivo di rilevanza artistica straordinaria che prevede un viaggio conoscitivo della pittura e del colore, in dialogo continuo con il sé e la vita. Il linguaggio dell’arte in questa doppia personale vuole in modo sottile provocare ed incuriosire l’occhio dell’osservatore attento creando un rapporto diretto tra le opere d’arte, i loro autori ed il pubblico esigente.
Durante l’inaugurazione verrà presentato un lavoro singolare e inedito di Andrea Pinchi: l’etichetta di Filo Rosso, un nuovo vino prodotto da Sartago. Filo Rosso nasce dal fortunato incontro con Andrea Pinchi e dalla voglia di interpretare, anche figurativamente, l’appartenenza di questo vino alla sua Terra. Frutto di una selezione di Sangiovese e Merlot, invecchia 14 mesi in botte e offre morbidezza e carattere all’assaggio. Al naso è speziato. Il colore granato intenso e la struttura delicata lo rendono elegante ed avvolgente. L’arte e il vino conoscono in questa operazione un gesto reciproco di creatività che unisce la tradizione del bere alla bellezza e all’Arte.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva “Break-in Hackathon”

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 marzo 2018

Ancona call “Break-in Hackathon”. è la sfida che si terrà il 4 e 5 aprile 2018 nell’ambito di “art+b=love(?)”, il primo festival italiano dedicato proprio al potere innovatore dell’arte nelle organizzazioni e nelle imprese tradizionali. Sei un artista europeo? Hai una buona conoscenza della lingua inglese? Ma, soprattutto, vuoi competere con altri artisti per contribuire a ridisegnare il turismo portuale di Ancona? Se si hai tempo fino al prossimo 20 marzo per parteciparvi.
“Break-in Hackathon” è un’opportunità di formazione non convenzionale, rivolta ad artisti e professionisti della cultura, su nuove metodologie e forme di produzione artistica integrate con altre competenze eterogenee, come quelle scientifiche e umanistiche. Lo scopo è quello di generare soluzioni creative, innovative e competitive, a vantaggio di un’intera comunità.
Poiché Ancona è una città la cui economia è strettamente connessa al porto e al suo indotto, l’argomento scelto per la call riguarderà il trasporto marittimo e il turismo portuale.I team degli artisti saranno guidati da esperti e tecnici del settore, a partire da un workshop condotto da Sineglossa Creative Ground attraverso la metodologia “Archetipi junghiani per le soft-skills individuali”; i team così formati verranno quindi guidati dai tutor nell’utilizzo della metodologia “break-in the desk” per la creazione e implementazione dei progetti.
Il 5 aprile una giuria composta da esperti dell’economia portuale, operatori culturali internazionali e professionisti provenienti dal mondo delle start-up, sceglierà il progetto migliore. Nel corso dei mesi successivi, i vincitori avranno la possibilità di sviluppare il progetto, con la supervisione del Faic-Forum delle Città Adriatiche e Ioniche, e di presentarlo a una delle call dei prossimi programmi dell’Unione Europea, affinché diventi realtà.
“Break-in Hackathon” fa parte di “Feelms”, un programma “Erasmus+” che coinvolge 28 professionisti europei della cultura, nel quale si colloca anche questa call per selezionare altri 10 componenti che avranno così la possibilità di unirsi al gruppo di lavoro. Per partecipare alla call c’è tempo fino al 20 marzo prossimo, compilando il modulo al link: http://www.abfestival.it/breakin-hackathon/

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Berlino in Arte 2018

Posted by fidest press agency su martedì, 27 febbraio 2018

Berlino Vernissage: venerdì 2 marzo h.18.00/20:00 August 35, Auguststr. 35, Orari di apertura dal 3 al 7 marzo: h.16.00/19.00; chiuso mercoledì Ingresso libero. Espongono gli artisti: Veronika Ban, Cor Fafiani, Memo Fornasari, Johannes Genemans, Stefano Iosca, Stefania M.T. Pellegatta, Paolo Remondini, Julio Saldana Manero, Antonio Salinari, Roswitha Schablauer, Georgeta Stefanescu. Torna per il quinto anno consecutivo a Berlino l’immancabile appuntamento con la mostra “Berlino in Arte”, curata dall’équipe dello storico dell’arte italiano Sabrina Falzone e dedicata all’arte contemporanea internazionale. L’esposizione, che sarà visitabile nella prima settimana di marzo nel dinamico quartiere berlinese del Mitte, vedrà la partecipazione di artisti provenienti da ogni parte del mondo.Dall’Italia provengono non solo le opere di un artista del Novecento, Memo Fornasari, vissuto tra il 1910 e il 1982, ma anche degli autori contemporanei Stefano Iosca, Stefania M.T. Pellegatta, Paolo Remondini e Antonio Salinari, particolarmente attivi sulla scena artistica italiana. Dalla Spagna arrivano nella capitale tedesca le opere di Julio Saldana Manero, dall’Austria i dipinti di Roswitha Schablauer e dalla Svizzera l’opera “Entre” realizzata dalla rinomata romena Georgeta Stefanescu. Inoltre, in mostra sarà possibile ammirare anche le sculture di due artisti d’origine olandese Johannes Genemans e Cor Fafiani.Dulcis in fundo, nella saletta interna dello spazio espositivo August 35 verrà allestita la personale della pittrice attualmente in voga a Berlino, Veronika Ban, d’origine slovena ma d’adozione berlinese.Così la Auguststrasse, la famosa “via delle gallerie”, sarà teatro di nuove tendenze d’arte dal 2 marzo. Un evento da non perdere. http://www.sabrinafalzone.info

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’arte è… Sublime! A Ottobre la nuova biennale di Parigi

Posted by fidest press agency su sabato, 3 febbraio 2018

parigiParigi da Domenica 14 a Domenica 21 Ottobre 2018. (Orari: 11-20. Late opening Giovedì 18 fino alle 22 Hôtel National des Invalides, Cour du Dôme, place Vauban) Sublime, Biennale des Arts d’exception, intende raccogliere una selezione delle più prestigiose gallerie internazionali e maison d’alta gioielleria. La prima edizione di Sublime avrà luogo all’interno di un padiglione temporaneo di 3.600 mq, progettato dall’agenzia Décoral e costruito nei giardini dell’Hôtel des Invalides, accanto a place Vauban. La struttura avrà una cupola parzialmente vetrata che garantirà una spettacolare vista sugli edifici barocchi che ospitano la tomba di Napoleone e il Musée de l’armé. Proprio per celebrare il contesto l’ingresso del salone sarà presidiato da soldati in alta uniforme.Le partecipazioni saranno limitate ad un massimo di 50 per garantire la qualità delle gallerie e delle opere esposte: “Finalmente ho la libertà di dirigere un salone senza dover tenere conto delle esigenze di un sindacato” osserva Christian Deydier “e, non avendo la necessità di riempire troppi spazi, posso dire di no a chi non raggiunge i nostri standard”.
Hanno già confermato: Galerie De Jonckheere (maestri fiamminghi), Phoenix Ancient Art (archeologia), Jean-Gabriel Mitterrand (arte contemporanea), Berko Fine Paintings (pittura moderna), Xavier Eckhout (scultura), Laurence Vauclair (arti decorative) e Didier Claes (arte africana)
Si profila, quindi, una rassegna di particolare interesse per i collezionisti, anche grazie alla contemporaneità con la FIAC (Foire internationale d’art contemporain, dal 18-21 al 21 Ottobre al Grand Palais), con cui si stanno discutendo possibili sinergie.Il team di Sublime, inoltre, ha in programma una ventina di appuntamenti nelle più importanti capitali mondiali per presentare l’evento : “l’intento è riportare i collezionisti stranieri a Parigi e far ritrovare alla città il prestigio di una manifestazione unica” conclude Deydier. (photo: parigi)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arte, storia, memoria 1938-2018

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 gennaio 2018

de caninoROMA, giovedì 25 gennaio 2018, ore 17.30 (25 gennaio – 1 febbraio 2018) Galleria d’arte La Nica – Viale Mazzini 1 si inaugurerà la mostra del maestro Georges de Canino dal titolo Kaddish – Arte, storia, memoria – 1938-2018 presso la Galleria d’arte La Nica nello spazio espositivo dell’Associazione Plus Arte Puls di Viale Mazzini 1. In occasione della Giornata della Memoria del 27 gennaio, la direttrice Maria Vittoria Marchetta e le curatrici Cristina Liscaio e Francesca V. Scazzocchio hanno voluto realizzare una mostra volta a commemorare la Shoah. Il progetto iniziale si è concretizzato in una personale dell’artista Georges de Canino, nella quale vengono presentate al pubblico 30 opere inedite. Trattasi in particolare di riporti fotografici su tela con interventi di acrilico e matita, che voluti fortemente senza telaio dall’artista saranno esposti direttamente sulle pareti dello spazio espositivo. Il catalogo della mostra a cura di Cristina Liscaio e Francesca V. Scazzocchio ed edito da Grafiche Turato Edizioni, con testi di importanti esponenti istituzionali del mondo ebraico e della società civile, sarà disponibile in galleria. (foto: de canino)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sette incontri di storia e arte dal 14 gennaio Teatro Argentina

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

MUSEI CAPITOLINI 1510 Jacopo RipandaOstia Antica, Foro delle Corporazioni con pavimento a mosaico, navi e faroRoma. Il Teatro di Roma largo Argentina 1 riporta in scena Roma e la sua Storia raccontate attraverso il Mediterraneo, quarta edizione di un appuntamento divenuto ormai imperdibile per il pubblico romano che nelle passate stagioni ne ha decretato un successo senza precedenti con lunghe code al botteghino e un teatro sempre gremito in ogni ordine di palchi.
Sette appuntamenti – da gennaio a maggio al Teatro Argentina, la domenica alle ore 11 (14 gennaio, 4 e 18 febbraio, 8 – 15 – 22 aprile, 13 maggio) – un viaggio di parole, testimonianze e immagini, che è prima di tutto incontro con le forme di bellezza per indagare le relazioni fra Roma e il Mediterraneo. Il Mediterraneo è un susseguirsi di mari, di paesaggi, di popoli, un crocevia antichissimo dove persone, merci, idee e diverse forme dell’estetica generarono la diffusione di civiltà, culti, costumi e leggende. A metà del II secolo a.C. la definitiva vittoria romana contro i cartaginesi, la presa di Corinto e l’eredità del regno di Pergamo, consegnarono alla Repubblica il dominio del Mediterraneo e tutti i territori di porto-di-Classe-Sant-Apollinarequest’area passarono sotto la sua autorità, favorendo l’assimilazione giuridica, linguistica e l’ellenizzazione della cultura romana. Ma quello dei romani è un popolo che ha le sue radici e le sue origini negli dèi, infatti dice Omero: “Dalla guerra di Troia Enea si salverà per volere degli dèi”; l’ultimo degli eroi greci diventa così il capostipite dei romani.A guidarci negli antichi percorsi e testimonianze, segni millenari di storia e cultura dense di eventi e affollate di grandi personaggi, saranno gli interventi di storici dell’arte, studiosi ed esperti, introdotti e presentati da Massimiliano Ghilardi, direttore Associato dell’Istituto Nazionale di Studi Romani e Segretario Generale dell’Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia Storia e Storia dell’Arte in Roma. Prima di ogni intervento iniziale, Anteprime dal passato, notizie su ritrovamenti, scoperte e mostre, a Roma e non solo, a cura di Andreas M. Steiner, direttore dei mensili Archeo e Medioevo. Mentre, lo storico dell’arte, Claudio Strinati, con Racconti d’Arte porterà il suo contributo negli incontri del 14 gennaio, 18 febbraio, 15 aprile. (foto: musei capitolini,Ostia_antica-mosaico-navi, porto-di-Classe-Sant-Apollinare)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il benessere degli occhi è un’Arte

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 dicembre 2017

0cchioPassiamo sempre più tempo davanti a PC e cellulari, viaggiamo spesso e lavoriamo in ambienti secchi, per questo dobbiamo proteggere i nostri occhi. Artelac®, una famiglia di gocce oculari di Bausch + Lomb, si prende cura di tutti i tipi gli occhi, soprattutto quelli stanchi, secchi e sensibili, perché gli occhi, per loro natura, hanno sempre bisogno di mantenersi idratati.
L’occhio secco, o più comunemente Dry Eye, è una patologia piuttosto diffusa, molti over 50 ne soffrono, ma il disturbo è in aumento anche a causa dell’uso sempre più frequente di dispositivi elettronici. L’occhio secco è “una patologia multifattoriale della superficie oculare, caratterizzata da una perdita di omeostasi del film lacrimale, e accompagnata da sintomi oculari in cui l’instabilità del film lacrimale e l’iperosmolarità, l’infiammazione della superficie oculare e il danno e le anomalie neurosensoriali svolgono un ruolo eziologico”.
In breve, l’occhio secco è un disturbo che può essere dovuto sia ad una ridotta produzione lacrimale (Ipolacrimia) che ad un’ eccessiva evaporazione lacrimale (Dislacrimia), che colpisce soprattutto chi usa spesso dispositivi elettronici, pazienti con allergie croniche, donne in menopausa e portatori di lenti a contatto. I sintomi più comuni sono bruciore, sensazione di corpo estraneo nell’occhio e arrossamento.
Le lacrime non sono solo sinonimo di pianto e tristezza, sono anche un prezioso agente di protezione dell’occhio. Quando si passa molto tempo al computer, si indossano lenti a contatto, o si è esposti per diverso tempo a riscaldamento o aria condizionata, gli occhi sono spesso stanchi, bruciano e si arrossano. In questi casi un valido aiuto per l’occhio può arrivare da soluzioni idratanti studiate apposta per lubrificare, detergere e proteggere e rinfrescare. Esistono diversi tipi di fastidi oculari e ognuno ha bisogno della sua particolare “tipologia” di gocce oculari, per questo motivo Artelac® si propone come una linea completa di prodotti che fornisce il prodotto Artelac® più adatto alle esigenze. (occhio)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’arte del “pizzaiuolo napoletano” è patrimonio Unesco

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 dicembre 2017

pizza

La Federazione Italiana Pubblici Esercizi esprime grande soddisfazione per la decisione dell’Unesco di iscrivere l’”Arte del pizzaiuolo napoletano” nella lista degli elementi dichiarati Patrimonio dell’Umanità.E’ la prima volta che l’Organizzazione delle Nazioni Unite riconosce quale patrimonio culturale immateriale dell’umanità un mestiere legato alla preparazione e alla somministrazione di un cibo della tradizione culinaria italiana, confermando come la ristorazione sia una delle più alte espressioni culturali del nostro Paese. “La pizza è un prodotto identificativo dell’Italia, famoso in tutto il mondo – ha dichiarato Aldo Mario Cursano Vice Presidente Vicario di Fipe – che oggi finalmente viene riconosciuto patrimonio universale, con la consapevolezza che la cucina italiana in tutte le sue manifestazioni è unica ed imitabile, sia per le materie prime che per la professionalità. Oggi questa unicità, tante volte imitata, banalizzata in giro per il mondo, viene riconosciuta come un patrimonio da salvaguardare e che identifica la storia e la cultura di un popolo, quello italiano”.Oltre 25.000 pizzerie con servizio, 150.000 addetti e un volume d’affari di oltre 6 miliardi di euro. 11,80€ lo scontrino medio. La pizza è il prodotto per tutte le occasioni, si va dalla colazione del mattino, passando per il pranzo e spuntini fino ad arrivare alla cena dove è in cima alla classifica dei piatti scelti. 2,6 milioni hanno cenato fuori casa almeno tre volte alla settimana optando prevalentemente per le pizzerie, con una spesa di 21,20 euro.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Evento d’arte contemporanea a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 dicembre 2017

Artwork_SagariaRoma Giovedì 14 dicembre 2017 dalle ore 19.00 alle 23.00 ingresso libero Carrozzerie n.o.t Via P. Castaldi 28. THE F WORD è un evento d’arte contemporanea organizzato e curato da un gruppo di giovani Arts Manager provenienti dal Master in Arts Management di IED in collaborazione con 369gradi.
A Roma presso Carrozzerie n.o.t, giovedì 14 dicembre 2017 prende vita The F Word: un appuntamento all’insegna dell’arte, della multimedialità e dell’interattività che è anche il progetto finale del Master. I partecipanti sono invitati ad esplorare il concetto di paura, in chiave personale ed esistenziale, attraverso il linguaggio universale dell’arte. Durante l’evento, gli spazi di Carrozzerie n.o.t sono utilizzati per condurre performance interattive e partecipative in un viaggio attraverso l’animo umano. THE F WORD è anche il concept intorno al quale è stata indetta ad ottobre 2017 una call per artisti e performer. In risposta a questa chiamata per l’arte sono arrivate più di sessanta candidature di fotografi, artisti visivi, compagnie teatrali, registi, coreografi, pittori, architetti e performer e sono stati selezionati sei progetti. Installazioni, video e performance a cura di Soledad Agresti, Azzurra De Gregorio, Sabina Parisi, Matteo Peretti, Ilaria Sagaria e Unterwasser animeranno la serata coinvolgendo il pubblico in un flusso performativo continuo. Gli ideatori di THE F WORD sono professionisti provenienti da Armenia, Cina, Artwork_PerettiItalia, Libano, Malesia, Messico, Russia, Turchia e Ucraina e il progetto è frutto del lavoro finale del Master in Arts Management dell’Istituto Europeo di Design, un percorso interdisciplinare di un anno che si articola presso le sedi di Firenze e Roma, cui si aggiunge Venezia, con un workshop di una settimana. Un ampio tour contemporaneo sulla formazione e sull’arte: dal marketing alla comunicazione, dalla progettazione di mostre ed eventi alla direzione artistica.L’evento è realizzato in collaborazione con 369gradi e sponsorizzato da Casale Del Giglio che offre una degustazione durante la serata.Il team è composto da Lilit Baghdasaryan (Armenia), Carolina Bianchi (Italia), Iryna Bondarenko (Ucraina), Wei Kuan Cheong (Malesia), Elisa Fierro Garcia (Messico), Shufeng Han (Cina), Billie Vera Krobath (Austria), Natalia Kudryavtseva (Russia), Dicle Öztek (Turchia), Joya Sfeir (Libano), Gizem Ulusoy (Turchia), Yi Wei (Cina), Ekaterina Zinchenko (Russia). (foto: Artwork_Sagaria)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’arte di produrre Arte: Competitività e innovazione nella Cultura e nel Turismo

Posted by fidest press agency su martedì, 5 dicembre 2017

arte di produrre arteRoma Mercoledì 6 dicembre 2017 ore 10.00, Associazione Civita, Sala Gianfranco Imperatori Piazza Venezia, 11. Il tema dell’innovazione, al centro di questo Rapporto – curato da Pietro Antonio Valentino ed edito da Marsilio Editori – riguarda quella prodotta dalla rivoluzione informatica e dalla diffusione del digitale che ha modificato sia le modalità di produrre e consumare cultura che il rapporto fra domanda e offerta nel settore turistico. L’indagine realizzata dall’Associazione Civita sulle Industrie Culturali e Creative (ICC), al fine di procedere ad un confronto internazionale e porre in evidenza i cambiamenti strategici in atto nei principali paesi europei (Germania, Francia, Spagna e Regno Unito), ha utilizzato le definizioni di ICC e di occupazione culturale totale date dall’Eurostat che sono in linea con quelle di altre istituzioni internazionali come l’Unesco. Facendo ricorso ai dati “ufficiali” si rilevano risultati meno “rosei” di quelli derivanti da molte delle indagini empiriche condotte in Italia che evidenziano comunque l’esistenza di ampi spazi non utilizzati per far crescere il settore e la sua importanza per l’economia nazionale e lo sviluppo locale. Considerando, ad esempio, l’occupazione culturale totale o cultural employment (comprensiva sia degli occupati nelle imprese dell’ICC che di tutti coloro che svolgono una funzione culturale e creativa nel settore pubblico, nel “terzo settore” o in uno degli altri settori dell’economia), l’indagine rileva che nel 2015 in Italia, quest’ultima, è stata di poco superiore alle 614mila unità con un significativo aumento (+3,7%) rispetto al 2011; confrontando il dato italiano con quello di altri paesi europei si rileva che in Germania sono circa il doppio di quelli italiani e nel Regno Unito circa l’84% in più.Il valore più elevato è quello del Regno Unito dove nel 2015 il cultural employment contribuisce per il 3,6% alla creazione dell’occupazione totale del paese (la stessa percentuale è pari in Germania al 3,0%). Il peso occupazionale dell’insieme delle attività culturali e creative è in Italia pari al 2,7%, in linea con il dato della Francia, ma inferiore a quello rilevato per la media dell’Europa a 28 (2,9%).
La prima è che in tutti i paesi l’occupazione culturale ha subito meno gli effetti della crisi.
La capacità delle industrie culturali e creative di reagire meglio agli shock negativi dei contesti, è stata diversa da paese e paese. Pur se, in Italia, la domanda di cultura è diminuita meno di altre, la reazione del settore alla crisi ha messo in evidenza che è necessario innovare di più e allargare il mercato (interno ed estero) dei prodotti culturali ideati e realizzati in loco.
La seconda è ancora più importante dal punto di vista economico.La “rivoluzione informatica” sta modificando in maniera significativa il modo di produrre “cultura” consentendo di scomporre i processi produttivi (ripartendo attività e funzioni in tre grandi fasi: pre-fabbricazione, fabbricazione e post-fabbricazione) nonché di delocalizzare quelle a minor valore aggiunto (in genere la fase di fabbricazione).
Con la scomposizione e delocalizzazione del ciclo, il mercato dei prodotti culturali e creativi si estende, assumendo una dimensione sempre più internazionale. I pochi dati ancora a disposizione rivelano che il mercato mondiale è cresciuto nell’ultimo decennio a ritmi elevati. L’export di cultural goods (i prodotti culturali destinati al consumo finale) ha superato (nel 2013) i 212 miliardi di US$ e nel periodo 2009-2013 è cresciuto del 42,5%. A queste cifre bisogna aggiungere poi l’export dei servizi culturali, di più difficile rilevazione statistica. Il dato disponibile (2012) e limitato ai paesi più industrializzati valuta a poco più di 100 miliardi di US$ l’export di questi servizi che per i paesi europei e per gli USA è più elevato di quello dei cultural goods.
Per l’Italia tutto ciò richiede un cambiamento delle politiche di sostegno al settore che devono puntare a sviluppare competenze e know-how che permettano alle imprese e alle attività di localizzarsi nelle attività a più alto valore aggiunto. Il sostegno deve essere ad ampio spettro, non solo finanziario, ed investire le attività formative, una più stretta collaborazione tra pubblico-privato, la definizione di standard e regolamentazioni internazionali e, insieme, rafforzare il ruolo di istituzioni che preservano il know-how e i contratti.
Il Rapporto rileva, dunque, una tendenza di crescita per tali turismi creativi potenzialmente capace di sostenere l’economia di aree del Paese che non fanno parte degli attuali attrattori turistici. Se il mercato di sbocco dei beni e dei servizi culturali non è più costituito solo da “consumatori” nazionali ma da “buyer internazionali” di beni e servizi intermedi, risulta quanto mai necessario incrementare la competitività delle imprese dell’ICC rispetto a questi nuovi acquirenti.
Questi i temi su cui, moderati da Riccardo Luna, Direttore responsabile di Agi, si confronteranno gli ospiti dell’incontro con l’obiettivo di dare l’avvio ad un confronto in merito alle opportunità derivanti dalla rivoluzione digitale e dalla trasformazione in atto nelle offerte e nei consumi culturali: elementi-chiave per rafforzare la competitività del nostro ecosistema imprenditoriale anche sulla scena dei mercati globali. Il programma in agenda prevede:
SALUTI Gianni Letta, Presidente Associazione Civita
INTRODUCE Pietro A. Valentino, Curatore del Rapporto
INTERVENGONO Armando Peres, Presidente Comitato Turismo OCSE
Domenico Arcuri, Amministratore Delegato INVITALIA
Stefano Pighini, Presidente LVenture Group
Marco Bicocchi Pichi, Presidente Italia Startup
Paolo Giulini, Fondatore Musement
MODERA Riccardo Luna, Direttore responsabile Agi
Verrà distribuita copia della pubblicazione edita da Marsilio Editori

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Come l’arte trasforma lo spazio di Maddalena d’Alfonso

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 novembre 2017

come l'arte trasforma lo spazioRoma mercoledì 29 novembre Ore 18.00 la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea Sala delle Colonne viale delle Belle Arti, 131 (orari di apertura: dal martedì alla domenica 8.30 – 19.30
ultimo ingresso 18.45 Ingresso libero) ospita la presentazione del volume Come lo spazio trasforma l’arte, come l’arte trasforma lo spazio, appena edito da Silvana Editoriale e curato da Maddalena d’Alfonso. Intervengono:
Maddalena d’Alfonso, autrice
Maria Fratelli, conservatrice, dirigente del comune di Milano
Cristina Piotti, giornalista
Rossella Caruso, storica dell’arte
Marxiano Melotti, docente di Sociologia del Turismo e Direttore del Master Musei, Società e Patrimonio culturale, Università degli Studi Niccolò Cusano
Modera Giulia Mura, architetto, curatrice e critica free lance
Il libro, nato come ricerca per il PHD in museografia del Politecnico di Milano, è il racconto dei mutamenti tra spazio, arte e architettura, e indaga le influenze reciproche dalle avanguardie storiche di inizio Novecento a oggi, proponendo una lettura critica inedita sulle variazioni avvenute all’interno di nuovi concept artistici, espositivi e museali.Attraverso l’analisi di una serie di eventi e momenti topici del Novecento, l’autrice presenta il divenire di un processo che dalla decontestualizzazione dell’opera dal suo ambiente originario arriva fino all’attuale e definitiva perdita del suo senso e del suo ruolo, volgendo nella direzione di un’accentuazione progressiva delle sue componenti estetizzanti e concettuali. (Maria Fratelli, introduzione)Il volume racconta, secondo cinque modalità diverse, il percorso incerto, fragile e potente della cultura visiva dei nostri giorni, esponendo in ogni capitolo, un proprio punto di vista sulle variazioni che sono avvenute e che avvengono tuttora nel museo, inteso come dimensione operativa ed elemento fondante del sapere collettivo, capace di innescare nuove sequenze di senso.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arte terapia: incontri formativi

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 novembre 2017

ARIANNA PAPINIFirenze dal 6 all’otto novembre 2017, nell’ambito del progetto come usare lo strumento-libro e fornire best practices, informazioni e approfondimenti, educatori e operatori sociali hanno organizzato incontri formativi, in omaggio il libro Natura Dentro, e presentazioni nella Città Metropolitana di Firenze, presso biblioteche civiche; visite guidate, in luoghi particolarmente significativi, quali il Bosco d’Art Contemporanea dove ha sede ACPST, a Greve in Chianti; e laboratori di arte terapia nelle scuole. Nell’ambito del progetto si segnalano alcuni dei principali appuntamenti in programma:
• lunedì 6, ore 18.00, Sala Margherita Hack – Ex Biblioteca Civica, Comune di Greve in Chianti (Viale G. Vanghetti 4) presentazione del progetto e del volume NATURA DENTRO, rivolta a bambini, genitori, insegnanti, operatori sociali e alla cittadinanza. Saranno presenti: Paolo Sottani e Lorenzo Lotti, rispettivamente Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Greve in Chianti; Ilaria Maurri,
Progetti Educativi, Carthusia Edizioni; Duccio Mannucci e Gianni Bandinelli, rispettivamente, Presidente e Vicepresidente di ACPST.
• martedì 7mattina, Scuola dell’Infanzia Serristori, Comune di Firenze (Viadi San Niccolò 89/a), Arianna Papini terrà 2 laboratori di Arteterapia, rivolti ai bambini e agli insegnanti. • martedì 7, ore 16.45, Biblioteca dei Ragazzi, Comune di Firenze (Via Tripoli 34), presentazione del progetto e del volume NATURA DENTRO, rivolta a bambini, genitori, insegnanti, operatori sociali e alla cittadinanza. Saranno presenti Ilaria Maurri, Progetti Educativi, Carthusia Edizioni; Duccio Mannucci Presidente di ACPST.
NATURA DENTRO• mercoledì 8, mattina, Scuola dell’infanzia Giotto – Istituto Comprensivo Masaccio, Comune di Firenze (Via Luca Landucci 50), Arianna Papini terrà laboratori di Arteterapia, rivolti ai bambini e agli insegnanti. • mercoledì 8, pomeriggio (da confermare), Biblioteca Civica, Comune di Borgo San Lorenzo (piazza Garibaldi 10), presentazione del progetto e del volume Il progetto patrocinato da lla Regione Toscana, dalla Città Metropolitana di Firenze, dal Comune di Greve in Chianti, dall’Accademia dei Georgofili e da FILE – Fondazione Italiana di Leniterapia, ad oggi è stato realizzato nelle città metropolitane di Milano e Firenze, grazie al contributo della Fondazione Cariplo, della Fondazione CR Firenze e della Città Metropolitana di Firenze, e al sostegno di Anallergo SpA e ChiantiBanca (main sponsor ACPST 2016 / 2017).
Tenuto conto della valenza dell’iniziativa e del successo che ha ottenuto, dal 2018, se, come auspicato, ACPST potrà contare sulla collaborazione e il sostegno di soggetti istituzionali, socio-culturali-educativi e finanziari presenti nella regione.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arte: a Mantova la Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

mantova biennale internazionaleMantova. La cerimonia di presentazione si terrà il 4 novembre alle ore 16,30 presso il Teatro Sociale di Mantova in Piazza Felice Cavallotti. La Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Mantova Museo Diocesano Francesco Gonzaga (Piazza Virgiliana, 55) curato da Francesco Saverio Russo, Salvatore Russo, Sandro Serradifalco con Catalogo a cura di EA EDITORE di Palermo e lo Studio di Consulenza Artistica Russo di Roma. Si terrà dal 4 al 10 novembre 2017 (Orari visita: Dal mercoledì alla domenica ore 9.30 – 12.00; 15.00 – 17.30. Lunedì e martedì, aperto solo a gruppi prenotati).
Nell’ambito dell’evento i corridoi adiacenti alle sale dei tesori e numerose sale interne ospiteranno l’operato di trecento artisti contemporanei provenienti da oltre quaranta paesi diversi. Le opere spazieranno tra pittura, scultura, fotografia, design e videoart, in un’esperienza fruitiva innovativa.
Ciò che si presenterà ai visitatori sarà uno spaccato significativo della creatività attuale che solleciterà uno scambio culturale qualificato.La Biennale si pone infatti l’obiettivo di proporre narrazioni visive di artisti destinati ad essere ricordati nel tempo. Un magico scenario capace di donare al fruitore uno spaccato artistico contemporaneo con tante nuove testimonianze creative.
L’evento, di rilievo internazionale, è ideato e curato da Francesco Saverio Russo, Salvatore Russo e Sandro Serradifalco con la consulenza artistica di Serena Carlino, Rino Lucia e Barbara Romeo. La supervisione artistica è di Paolo Levi.
Il Museo Diocesano ha sede nel chiostro maggiore dell’ex-monastero agostiniano di Sant’Agnese, un edificio carico di storia, in un contesto urbano che si colloca a poche decine di metri dalla Cattedrale e dal Palazzo Ducale. Il museo conserva opere provenienti dal Duomo, dalla Basilica Palatina di Santa Barbara, dal territorio diocesano e da numerose collezioni private. Al suo interno sono custodite opere di Andrea Mantegna, Correggio, Domenico Fetti, Francesco Cairo. Nelle sue sale è possibile visionare preziosi oggetti del tesoro della cattedrale di San Pietro Apostolo e della Basilica palatina di Santa Barbara oltre a un consistente numero di arazzi, ceramiche e armature.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quando il cinema diventa Eco

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 ottobre 2017

cultura di cinemaRoma, 29 ottobre 2017 h 17.30 Spazio RLFC Auditoririum Arte – Auditorium Parco della Musica via Piero De Coubertin, 30 Pentapolis Onlus promuove l’incontro “Quando il cinema fa Eco”. Saranno presenti, insieme a Massimiliano Pontillo, Presidente dell’associazione, anche Cristina Priarone, Direttore Generale Roma Lazio Film Commission, Andrea Minuz, Sapienza Università di Roma, il regista del film “Resina” Renzo Carbonera, Annalisa Corrado di Azzeroco2, Gaetano Capizzi, Direttore artistico del festival CinemAmbiente di Torino, Chiara Bellini, Regista del documentario “Gli anni verdi”, il critico cinematografico Enzo Lavagnini e Marino Midena, Direttore artistico Green Movie Film Fest. Nel corso dell’appuntamento sarà proiettato un breve back stage sul green set del film “Resina”, una clip del documentario “Gli anni verdi” e verrà consegnata la seconda edizione del premio Green Movie Award (GMA), un riconoscimento assegnato a un’opera che ben rappresenta i valori legati alla sostenibilità volendo sensibilizzare il pubblico cinematografico sui temi ambientali e coinvolgere la filiera produttiva, filmakers, produttori e distributori, in pratiche a impatto zero. Negli ultimi due decenni si assiste ad un’imponente crescita di manifestazioni e festival cinematografici sul tema dell’ecologia che si affiancano a un eco-filone cinematografico sempre più ricco, e alla nascita di un’industria cinematografica protesa alla sostenibilità, al risparmio energetico, sensibile all’uso delle risorse rinnovabili e alla riduzione delle emissioni di CO2.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Cogito AI Day”

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 ottobre 2017

porta nuova milanoMilano. Si è concluso a Milano “Cogito AI Day”, una conferenza dedicata allo stato dell’arte dell’Artificial Intelligence (AI), uscita dai laboratori per entrare nel mondo produttivo. Tra i partecipanti, primari rappresentanti dell’economia “reale” nazionale e internazionale provenienti da aziende come Intesa Sanpaolo, Lloyd’s of London, Forrester, Fastweb, Prometeia, 3M Italia e Generali.
La Conferenza è stata organizzata dalla Expert System di Modena: una società italiana di quelle più visibili all’estero che in Patria. All’inizio dell’anno la rivista americana Forbes l’ha inserita nel suo elenco delle aziende nel mondo che stanno forgiando la prossima generazione dei sistemi di Artificial Intelligence.“L’argomento è certamente sul tavolo e l’impatto dell’AI nel prossimo futuro sarà ancora più determinante”, ha detto l’Amministratore Delegato di Expert System, Stefano Spaggiari. “L’Artificial Intelligence consente infatti alle aziende di superare la gestione puramente ’numerica’ dei dati, aggiungendo la capacità di comprendere e gestire le informazioni per ricavarne il massimo valore di business”. Secondo il keynote speaker Boris Evelson, VP e Principal Analyst di Forrester Research – società gigante della consulenza strategica – una delle più importanti macro-applicazioni dell’Intelligenza Artificiale nel prossimo futuro sarà quella di permettere alle aziende di comprendere e utilizzare gli incredibili volumi di dati che già raccolgono. L’attuale tasso di crescita nell’adozione della tecnologia AI è paragonabile a uno “tsunami”: con un aumento nel numero di aziende che implementano la tecnologia in crescita del 27% tra il 2016 e il 2017. Ciò malgrado la chiara comprensione da parte di tutti gli operatori che “Certi compiti sono adatti agli esseri umani, non alle macchine”. “È importante porre nella giusta prospettiva le potenzialità dell’intelligenza artificiale e sfatare i falsi miti e gli scenari apocalittici a cui spesso queste tecnologie vengono legate”, ha dichiarato Marco Varone, Presidente e CTO di Expert System. “L’intelligenza naturale, umana, rimane centrale ma sono tanti i problemi legati alla gestione della conoscenza che, grazie all’AI, possono essere risolti già adesso in modo efficace e altri saranno risolvibili in futuro man mano che le tecnologie matureranno e miglioreranno.”

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »