Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘sostegno’

Scuola: Sostegno, ogni anno l’alunno cambia insegnante: genitori esasperati

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 settembre 2022

Sul sostegno agli alunni disabili si continua a procedere in modo sbagliato, con la metà del personale docente precario e chi amministra la scuola che non fa nulla per cambiare le cose. Il risultato è un’organizzazione lacunosa, che mette nelle condizioni tantissimi insegnanti di cambiare istituto scolastico ogni anno perché licenziati e riassunti tra l’estate e l’autunno. Con la continuità didattica calpestata in modo indecoroso, perché non potendo contare su insegnanti specializzati di ruolo si creano le condizioni per far cambiare docente agli studenti disabili con una frequenza altissima. L’ultima denuncia è arrivata da Bari, dove, riferisce La Repubblica, ad alunno con tetraparesi spastico-distonica che gli impedisce di camminare, di parlare e di compiere anche i più elementari gesti quotidiani, sono stati cambiati “cinque insegnanti di sostegno in sei anni”: i genitori, esasperati, hanno scritto al Presidente delle Repubblica Sergio Mattarella chiedendogli: “Aiuti nostro figlio disabile”. Anief ricorda che purtroppo il caso di Bari è uno dei tanti: se negli ultimi dieci anni gli alunni disabili sono passati dal 2% al 4% rispetto al totale degli iscritti nelle nostre scuole, lo Stato non ha saputo fare meglio che specializzare pochi docenti e incrementare le cattedre in deroga, arrivando a nominare 70mila supplenti l’anno. “Considerando qualche decina di migliaia di posti in organico di diritto – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – si sono creati i presupposti per una girandola infinita di arrivi e partenze dei docenti di sostegno precari, con conseguente danno psicologico e formativo degli studenti. A questo si aggiunge la mancata assegnazione di tutte o parte delle ore previste dalla programmazione individuale decisa la scorsa primavera, con gli Uffici scolastici che non danno nemmeno troppe spiegazioni di fronte a questa ennesima mancanza. Quindi, si sottopone sempre più spesso l’alunno e la sua famiglia (che ha ragione a lamentarsi) ad un danno doppio: frequente cambio di docente di sostegno e meno ore di quelle di cui ha diritto”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno disabili

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 settembre 2022

Il ministero dell’Istruzione non transige: il modello di PEI che le scuole dovranno predisporre quest’anno resterà con ogni probabilità quello previsto dal decreto 182/2020. L’amministrazione non sembra volere tenere conto della bocciatura prodotta prima dal Tar Lazio e confermata dal Consiglio di Stato con sentenza pubblicata il 26 aprile scorso. La mancanza di volontà del Ministero è emersa qualche giorno nel corso della riunione tenuta con l’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica: durante il confronto è emersa la volontà di non modificare nulla, anche “la tanto contestata quantificazione delle ore di sostegno in base ai range dovrebbe restare così come previsto. Al massimo ci potrebbero essere marginali modifiche”, scrive la stampa specializzata. “In base alle ultime indiscrezioni, la tanto contestata quantificazione delle ore di sostegno” tenendo conto dei “range dovrebbe restare così come previsto. Al massimo ci potrebbero essere marginali modifiche. Il tutto nell’attesa delle linee guida del profilo di funzionamento che devono ancora essere predisposte in modo definitivo e passare dai Ministeri competenti. A questo punto non è escluso che possa introdursi una disciplina transitoria in vista delle linee guida definitive relative al profilo di funzionamento”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola-sostegno: “Come compilare il nuovo PEI pagina dopo pagina”

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 settembre 2022

A cura di Ernesto CiracI ed Evelina Chiocca: “Come compilare il nuovo PEI pagina dopo pagina” Un percorso formativo operativo/pratico per aiutare i partecipanti nella compilazione del Piano Educativo Individualizzato (PEI) per gli studenti con disabilità in prospettiva bio-psico-sociale, tenendo conto delle indicazioni del decreto interministeriale n 182 del 20 dicembre 2020 che ha stabilito l’adozione nelle scuole del nuovo modello nazionale di PEI.Dopo un’introduzione iniziale, in cui verrà proposta una attenta analisi dei vari riferimenti normativi (decreti legislativi 66/2017, 96/2019 e decreto interministeriale n 182/2020) verranno presi in esame i modelli di PEI per ogni ordine scolastico, nelle diverse sezioni.Un’ampia parte del corso sarà dedicata alla compilazione delle 12 sezioni del nuovo Pei, partendo dall’analisi di casi concreti, saranno indicate per ordini e gradi di scuola, le informazioni, i dati e come strutturarle e descriverle a livello operativo.Saranno forniti ai corsisti gli approcci metodologici, strategie didattiche per elaborare un Pei in chiave inclusiva che sia realmente uno strumento di progettazione educativa – didattica che valorizzi le potenzialità degli alunni con disabilità.Sono, inoltre, previsti dei momenti di confronto e di condivisione sull’elaborazione del PEI. 25 ore complessive.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Da Fratelli d’Italia sostegno totale alla candidatura di Roma all’Expo 2030

Posted by fidest press agency su martedì, 13 settembre 2022

Ci auguriamo davvero che il viaggio del sindaco Gualtieri a Parigi possa dare i suoi frutti, anche per rilanciare un processo di riqualificazione della città che manca da decenni. I grandi eventi sono un momenti di accelerazione di cui la Capitale ha bisogno, per spazzare via la paralisi del quinquennio pentastellato.Tuttavia c’è un elemento che non condividiamo nella scelta del sindaco: puntare sulle Vele di Calatrava quale elemento centrale della candidatura e degli eventi dell’Expo: un mostro resterà tale anche quando e se verrà terminato. Lo scandalo delle Vele di Calatrava ha un unico eccentrico mandante, che si cerca di dimenticare, corresponsabile anche dell’orribile prigione di acciaio che rinchiude il palloide che va sotto il nomignolo di ‘Nuvola’ all’Eur: Walter Veltroni. È lui che ha voluto realizzare quella struttura nonostante tutte le criticità che gli avevamo segnalato e di cui era ben consapevole, tra queste l’impossibilità per le istituzioni sportive nazionali di mantenere in modo dignitoso due città dello sport. Già la prima, quella nel Parco monumentale del Foro Italico, cade a pezzi nella sua maestosa irripetibilità… Parlano sempre di ambientalismo e di guerra alle alterazioni climatiche per poi realizzare ovunque architetture di vetro che sono l’opposto del risparmio energetico. Come al solito predicano bene e continuano a razzolare male, visti i progetti di trasformazione urbana su cui si sta applicando, tra gli altri, Ferrovie dello Stato sulle aree di sua competenza. Chi pagherà le super bollette per illuminare e riscaldare questi ambienti traslucidi? Noi. Per Calatrava e le Archistar il capo d’imputazione è sempre lo stesso: non calarsi mai nello spirito dei luoghi, progettare un prototipo e fare “copia e incolla” in tutto il pianeta, essere afflitti dal gigantismo riflesso di una globalizzazione fallita, un pregiudizio nei confronti delle architetture umane, la cultura dei borghi, del rispetto delle misure della persona e del primato della comunità. La colpa è di chi le fa ancora lavorare, le Archistar, con atteggiamento provinciale se non culturalmente servile, spesso infrangendo le regole, escludendo tanti professionisti di prossimità, perennemente discriminati perché non calcano la scena del pensiero unico.Le archistar esistono grazie a sindaci che gli offrono incarichi inopportuni, come nel caso di Boeri a Roma. Loro hanno sbagliato tutto, ma non pagano dazio e continuano a lavorare con parcelle milionarie. Occorre metterci un punto, la sinistra faccia autocritica e collabori al restauro del territorio sbarrando la strada a chi ha proposto modelli devastanti con la sua complicità”. E’ quanto scrive il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia in un editoriale sul Secolo d’Italia commentando la missione del sindaco di Roma Roberto Gualtieri a Parigi per consegnare il dossier per la candidatura di Roma all’Expo 2030.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola Sostegno: contrastare il tentativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze di ridurre il numero degli insegnanti

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 settembre 2022

L’ANIEF – Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori – da anni impegnata a tutela degli studenti con disabilità con l’iniziativa Sostegno, non un’ora di meno!, aderisce all’«Osservatorio182» per contrastare il tentativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze di ridurre il numero degli insegnanti di sostegno.Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, dichiara che il sindacato da lui presieduto “promuoverà iniziative di sensibilizzazione verso le forze politiche per l’abrogazione delle norme contenute nel decreto interministeriale 182 del 2020 che, in modo assolutamente penalizzante per gli alunni con disabilità, prevedono: l’assegnazione delle risorse professionali per il sostegno e l’assistenza sulla base di predeterminati e arbitrari “range”, con conseguente esautorazione della discrezionalità tecnica del Gruppo di Lavoro Operativo; l’esonero generalizzato degli alunni con disabilità da alcune attività della classe, con partecipazione ad attività di laboratorio separate, e/o con la riduzione dell’orario di frequenza scolastica; composizione e funzioni del Gruppo di Lavoro Operativo, con ruolo marginale delle famiglie e impossibilità di partecipazione dei professionisti retribuiti dai genitori dell’alunno”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola sostegno e docenti senza specializzazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 agosto 2022

C’è una cosa che non comprendiamo: se ogni anno lo Stato chiama 80 mila docenti supplenti su posti di sostegno senza specializzazione, perché il Ministero bandisce soli 20 mila posti al TFA universitario? Perché non dare la possibilità di specializzarsi, visto che i posti che servirebbero sono di numero maggiore e aumentano sempre più gli studenti che necessitano del sostegno?”, si chiede Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief.Pacifico ha affermato ancora che “è assurdo tarare il numero programmato dei corsi specializzanti nel sostegno, tramite la frequenza dei Tfa, sulla base delle disponibilità degli Atenei e non invece al numero di insegnanti già specializzati nelle nostre scuole”, quindi in riferimento alle effettive necessità delle scuole. I numeri ufficiali infatti confermano l’altissimo numero di cattedre di sostegno assegnate ai supplenti, molti dei quali pure non specializzati nella didattica speciale: i dati sono contenuti in un Report del ministero dell’Istruzione e si riferiscono all’inizio dell’anno scolastico 2021-22. Lo studio evidenzia che permangono differenze regionali notevoli: Lombardia e Sicilia detengono il record di cattedre di sostegno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Gps, immissione in ruolo solo sul sostegno

Posted by fidest press agency su martedì, 16 agosto 2022

Il giovane sindacato Anief invita tutti i docenti inseriti in I fascia GPS, al di là degli elenchi di sostegno, a presentare entro il oggi domanda cartacea per chiedere l’immissione in ruolo.Marcello Pacifico, leader Anief, dalla sua pagina Facebook, stamani ha rilanciato la proposta di immettere in ruolo tutti i docenti precari che sono inseriti in I fascia su posto comune: “è illegittima l’esclusione degli insegnanti precari candidati inseriti in prima fascia sui posti curricolari nelle Graduatorie provinciali per le supplenze. Il sindacato stima che vi siano almeno 10 mila cattedre libere derivanti dall’anno passato e che potrebbero essere assegnate adesso a tempo indeterminato. Ancora una volta la norma risulta discriminatoria e irragionevole, abbiamo predisposto apposito ricorso al Tar del Lazio. Il fine ultimo è ottenere la partecipazione dei docenti inseriti in prima fascia Gps su posto comune-curricolare alle nomine in ruolo 2022/2023, nomine che a oggi da Gps sono previste invece solo per la prima fascia sostegno”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno

Posted by fidest press agency su sabato, 13 agosto 2022

Ok assunzioni da Gps ma il 90% delle cattedre libere vanno a supplenza mentre gli alunni sono quasi raddoppiati: Anief chiede di cambiare le regole Hanno preso il via da poche ore le operazioni per le immissioni in ruolo dei docenti specializzati nel sostegno inseriti nella prima fascia GPS: nel frattempo, però, raggiungono cifre da capogiro le cattedre che vanno a supplenza annuale, soprattutto su organico di fatto, con scadenza 30 giugno, dunque non disponibili per le assunzioni a tempo indeterminato e nemmeno per i trasferimenti. Rispetto allo scorso anno, c’è un incremento ulteriore.“Sul sostegno il diritto alla continuità didattica continua a essere negato – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief -, perché a fronte di 106.170 docenti di ruolo, abbiamo ormai oltre 91 posti quasi tutti in deroga. Ciò perché dal 2015 sono praticamente raddoppiate le iscrizioni degli alunni. Come si fa, con questo incremento di servizio pubblico da portare avanti, a mantenere le stesse regole e gli stessi organici? La verità è che sull’inclusione i numeri non tornano: 100 mila cattedre in organico di diritto per 300 mila alunni per legge contro una sentenza della Consulta”.“A ottobre, con il nuovo Governo, le norme della scuola sul sostegno dovranno essere riformate, come pure quelle che portano all’assegnazione delle ore settimanali a ogni singolo alunno e al rispetto del Pei. Nel frattempo – conclude il sindacalista autonomo -, Anief ha deciso di portare avanti, come e più di prima, la denuncia presso l’Unione europea producendo ricorsi che hanno come obiettivo la stabilizzazione su posti vacanti e disponibili”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Mancate immissioni in ruolo docenti, da Gps assunzioni solo su sostegno

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

Quanti saranno i posti non assegnati, per mancanza di candidati, delle oltre 94mila immissioni in ruolo di nuovi docenti? Anief ha previsto che a finire a supplenza annuale sarà circa la metà del contingente autorizzato dal Mef per l’individuazione dei nuovi insegnanti a tempo indeterminato. Il problema è noto: vi sono diverse graduatorie ad esaurimento vuote, soprattutto nella scuola secondaria e al Nord, e anche molte graduatorie concorsuali non ancora pubblicate. Anche la stessa call veloce, creata “per mettere a disposizione di GaE e docenti inseriti nelle Graduatorie di merito dei concorsi di altre regioni/province i posti residui dalla procedura ordinaria di immissioni in ruolo – potrebbe, dopo il flop del 2020 (solo 2.000 assunzioni) essere ancora una volta scartata a causa dei vincoli di territorialità dopo l’assunzione”, scrive giustamente la stampa specializzata. Come “scialuppa di salvataggio” si sarebbero potete utilizzare le graduatorie provinciali per le supplenze, solo che l’amministrazione considera utili per le immissioni in ruolo solo i docenti precari inseriti nella prima fascia GPS per i posti di sostegno.“Quello di limitare le immissioni in ruolo da Gps alla prima fascia di sostegno – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – è un grave errore dell’amministrazione, che farà perdere tantissime assunzioni a tempo indeterminato e andrà a gonfiare ulteriormente il numero delle supplenze annuali. Considerando i ritardi nella formazione delle graduatorie di merito e la mancanza di aspiranti in tante GaE, occorreva estendere la procedura anche alle discipline comuni, dove sono collocati tanti docenti abilitati all’insegnamento e con anni di esperienza. Non è stato fatto e dopo avere denunciato tutto al Comitato europeo per i diritti sociali e al Comitato dei Ministri del Consiglio europeo, ci accingiamo a portare la questione nei tribunali italiani, perché dalle Gps possono arrivare tanti docenti per essere assunti in ruolo”, conclude Pacifico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Autorizzate 30mila immissioni in ruolo su sostegno

Posted by fidest press agency su sabato, 30 luglio 2022

La conferma delle assunzioni dei docenti di sostegno anche dalla prima fascia Gps, così come introdotto con il DL Sostegni bis, è importante ed andrebbe allargata alle discipline comuni, ma non è certo risolutiva. Anche questa estate, a causa del numero esiguo di docenti specializzati e di un numero di posti vacanti altissimo a fronte del quale l’amministrazione non ha saputo rispondere con rimedi adeguati, ci dobbiamo aspettare un numero record di supplenze. A fronte di 30.349 posti di sostegno autorizzati dal Mef solo per il sostegno (un terzo quindi delle 94.130 immissioni in ruolo totali comprendendo anche tutte le classi di concorso), il sindacato prevede che se ne possano “perdere per strada” quasi la metà.“Si verrebbero a creare delle condizioni forse ancora peggiori dell’anno scorso, quando soltanto 13.719 posti furono assegnati con le assunzioni a tempo indeterminato, a fronte di 16.574 posti rimasti vacanti. Il problema è che non solo tutte le 30mila immissioni in ruolo su sostegno autorizzate verranno mai portate a termine. E con molta probabilità, a causa dell’esaurimento delle graduatorie di merito, Gae e Gps, forse nemmeno la maggiore parte. Il punto è che andavano abilitati tutti coloro che hanno fatto richiesta di specializzarsi su sostegno, invece che selezionati. Stando così le cose, come Anief chiediamo a questo punto l’estensione della Call veloce anche alla prima fascia GPS e l’attivazione di un concorso straordinario non selettivo per gli insegnanti specializzati. Altre strade – conclude Pacifico – non ve ne sono”.Anief conferma, nel frattempo, di portare la questione dinanzi al giudice italiano, denunciando le esclusioni immotivate dal ruolo al Comitato europeo per i diritti sociali e al Comitato dei Ministri del Consiglio europeo. L’Ufficio Studi Anief ha quindi deciso di ricorrere in tribunale per includere tra i candidati alle assunzioni a tempo indeterminato anche i posti curricolari della scuola di primo e secondo grado: a breve il sindacato fornirà informazioni dettagliate su come presentare ricorso.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Cina può tornare a crescere, grazie al sostegno fiscale e monetario

Posted by fidest press agency su domenica, 10 luglio 2022

I portfolio manager Wenchang Ma e Alan Siow analizzano le rinnovate opportunità nell’azionario e obbligazionario cinese in un panorama di crescita favorevole. Gli investitori globali non avrebbero torto ad aspettarsi che la Cina possa tornare su una traiettoria di crescita, man mano che proseguono le riaperture sia a livello nazionale sia verso i mercati esteri. E’ infatti probabile che le politiche fiscali e monetarie stiano sostenendo un rimbalzo dell’economia, diversamente da quanto avviene nei mercati sviluppati.L’ampio focus politico su una crescita stabile sta rafforzando il sentiment degli investitori, al punto che i flussi di portafoglio, che avevano riscontrato difficoltà a causa della contrazione dei differenziali dei tassi di interesse e della debolezza del quadro economico, si stanno riprendendo nel settore azionario.Inevitabilmente, i rischi permangono. Le azioni di contrasto al Covid lasciano comunque la possibilità di ulteriori lockdown. Inoltre, i punti deboli dell’economia, come il settore immobiliare e l’occupazione, sono fonte di preoccupazione per le autorità. Tuttavia, la resilienza delle esportazioni, una ripresa degli investimenti in infrastrutture e una bassa inflazione core rispetto ai livelli globali offrono margini di ottimismo.In definitiva, gli obiettivi della Cina di autosufficienza, riforme interne e miglioramento economico posizionano il paese relativamente bene per il resto del 2022 e oltre.Per il momento, gli investitori devono fare i conti con una prospettiva a breve termine tutt’altro che favorevole. Al tempo stesso, tuttavia, le valutazioni sembrano interessanti, soprattutto dal punto di vista storico. Le azioni di classe A liquide e ad alta capitalizzazione, ad esempio, vengono scambiate con uno sconto significativo rispetto ai loro omologhi statunitensi.Questi trend possono sostenere il settore nel lungo periodo. Wenchang Ma nello specifico individua del potenziale significativo in quattro ambiti: -Autosufficienza tecnologica – Crescita dei consumi – Transizione energetica – Processi di riforma e riaperture dell’economia Una visione a lungo termine consente agli investitori di guardare oltre le oscillazioni del breve termine. Il settore tecnologico è un esempio calzante.Wenchang Ma prosegue: “Nella storia del mercato azionario cinese, il settore tecnologico non è il primo ad aver subito un inasprimento normativo. Tuttavia, i politici vogliono ancora incoraggiare una crescita sana”.Questo tipo di mentalità è essenziale se gli investitori vogliono riadattare i loro portafogli superando la posizione underweight sulla Cina. La crescita delle allocazioni dovrebbe creare un effetto a catena positivo attraverso il sostegno ai flussi verso le azioni cinesi.Si profilano anche opportunità per rafforzare la presenza delle obbligazioni cinesi nei portafogli degli investitori.Ci sono tuttavia alcuni rischi di ribasso. Ad esempio, i lockdown possono creare più interruzioni alle catene di approvvigionamento e logorare la fiducia, portando a un downgrade delle aspettative di crescita.Tuttavia, rispetto ai principali mercati obbligazionari globali, le obbligazioni CNY onshore offrono anche rendimenti reali più elevati con una volatilità dei prezzi delle valute e delle obbligazioni storicamente inferiore.Siow conclude: “Il motivo per cui agli investitori piace il reddito fisso cinese è che può fornire qualità e diversificazione con rendimenti interessanti. A nostro avviso, nel medio termine le obbligazioni CNY cinesi onshore sovraperformeranno le obbligazioni globali “. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostegno ortofrutta in crisi idrica

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2022

“Dinanzi a una crisi idrica che sta mettendo in ginocchio l’agricoltura italiana, accogliamo con grande favore la conclusione delle operazioni di erogazione, da parte del Ministero delle Politiche agricole, dei 36 milioni di euro per il comparto ortofrutticolo. L’intervento, previsto da due decreti firmati dal ministro Stefano Patuanelli, mira al rafforzamento patrimoniale delle 166 Organizzazioni di Produttori ortofrutticoli, migliorandone la situazione finanziaria mediante aumento di capitale sociale e costituzione di riserve indivisibili”. Lo dichiara il deputato Dedalo Pignatone, capogruppo M5S in commissione Agricoltura.“A ogni Organizzazione di Produttori – aggiunge – riusciamo così a dare contributi fino a 1,8 milioni di euro, correlati al valore della produzione commercializzata. In questo momento drammatico, con l’Italia alle prese con la quarta crisi idrica in dieci anni, registriamo un calo della produzione che si aggira sul 25%”.“Per questo – prosegue Pignatone -, nell’attesa del Piano del Governo per l’Acqua, sarà fondamentale dare forza al comparto per innovarsi ed essere sempre più resiliente, a iniziare dai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dedicati all’agricoltura 4.0 e di precisione con cui poter utilizzare sapientemente le risorse preziose come l’acqua”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il sostegno di RS Group a The Washing Machine Project

Posted by fidest press agency su martedì, 5 luglio 2022

RS Group plc, fornitore globale omnicanale di prodotti e servizi a valore aggiunto, è entrato nel secondo anno della sua partnership triennale con The Washing Machine Project Foundation, ente di beneficienza che combina innovazione e ingegneria alla sostenibilità ambientale per offrire alle comunità sfollate e a basso reddito una soluzione di lavaggio accessibile, a basso costo e funzionante senza elettricità.Negli ultimi dodici mesi, RS ha concentrato le attività di raccolta fondi dell’azienda sul progetto, coinvolgendo il personale, i clienti e i fornitori di tutto il mondo. Le donazioni effettuate nel primo anno di partnership sono state pari a 218.000 sterline, inclusa una donazione di 97.000 sterline effettuata nell’aprile 2022 da RS Group. La società ha anche fornito i componenti per la costruzione della Divya 1.5, l’ultima versione della lavatrice a manovella off-grid. La Divya è di facile manutenzione, funziona senza elettricità e utilizza il 50% di acqua in meno rispetto al lavaggio a mano, riducendo inoltre del 75% il tempo dedicato a questo compito faticoso. Le donne e le ragazze che di solito dedicano oltre 20 ore a settimana al lavaggio nei fiumi e nei laghi possono così dedicare più tempo al lavoro e all’istruzione. I dipendenti di RS hanno svolto oltre 500 di attività di volontariato per l’assemblaggio e la distribuzione di 140 macchine nei campi profughi in Iraq e Libano, contribuendo a migliorare la qualità di vita di circa 1.350 persone. Quest’anno l’azienda intensificherà il suo impegno mettendo a disposizione spazi e volontari per l’assemblaggio di altre 290 macchine da consegnare alle comunità del Congo, della Giordania e dell’Uganda, oltre a ulteriori unità destinate all’Iraq.Il sostegno in RS ha spaziato dalla raccolta fondi da parte di singoli dipendenti a donazioni da parte dell’azienda. Il personale ha anche messo a disposizione il proprio tempo per fornire all’ente di beneficenza competenze professionali in settori quali la riprogettazione del sito web, la consulenza legale, il social media e marketing e l’analisi dei dati, oltre a reperire soluzioni produttive e logistiche per l’Africa, l’India e il Sud America in modo da consentire l’impiego delle macchine in queste aree.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lanciare una grande mobilitazione a sostegno delle persone anziane

Posted by fidest press agency su sabato, 2 luglio 2022

Sono state le prime e più numerose vittime della pandemia da Coronavirus, soprattutto negli istituti, e ora, di fronte ad un’ondata di caldo che si preannuncia tra le più forti e lunghe dall’inizio del secolo, rischiano di vivere seri pericoli per la loro salute, con l’aggravante, in molti casi, di un isolamento sociale che si può e si deve contrastare. La Comunità di Sant’Egidio ha presentato alcuni dati sulla popolazione anziana in Italia e ha lanciato sulla base della sua esperienza, alcune proposte per proteggere e salvare questa fragile ma importantissima parte della società, da cui dipende il giudizio sul livello di civiltà del nostro paese.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno comunitario alle cooperative di lavoratori colpite dalla pandemia da coronavirus

Posted by fidest press agency su martedì, 14 giugno 2022

La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 24 milioni di € a sostegno delle cooperative di lavoratori nel contesto della pandemia di coronavirus. Il regime è stato approvato nell’ambito del quadro temporaneo per le misure di aiuti di Stato.La misura sarà accessibile alle cooperative di lavoratori costituite, a partire dal primo gennaio 2022, sotto forma di piccole imprese al fine di rilevare aziende pesantemente colpite dalla pandemia di coronavirus. Il regime mira a ridurre i costi del lavoro sostenuti dalle cooperative ammissibili e, in ultima analisi, a preservare e incoraggiare i livelli di occupazione. Nell’ambito del regime, l’aiuto assumerà la forma di un’esenzione dal pagamento dei contributi previdenziali obbligatori (ad eccezione di quelli relativi all’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) per i lavoratori che hanno costituito la cooperativa, per un periodo massimo di 24 mesi a partire dalla data di costituzione della cooperativa stessa.La Commissione ha constatato che il regime italiano è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, l’aiuto i) non supererà i 2,3 milioni di € per beneficiario; e ii) sarà concesso entro il 30 giugno 2022.La Commissione ha pertanto concluso che la misura è necessaria, adeguata e proporzionata per porre rimedio al grave turbamento dell’economia di uno Stato membro, in linea con l’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE e con le condizioni del quadro temporaneo. Su queste basi la Commissione ha approvato le misure in conformità delle norme dell’Unione sugli aiuti di Stato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Corsi di sostegno per 25mila docenti

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2022

Con il mese di giugno entrano nel vivo le prove di accesso al VII ciclo del TFA Sostegno con 25.874 posti da assegnare per specializzarsi in didattica speciale nelle classi con alunni disabili: nei giorni scorsi sono terminate le prove preselettive (anche se alcuni sono stati esentati, soprattutto nell’infanzia e primaria) in tutti i gradi scolastici e, come prevede il Decreto ministeriale 33 del 31 marzo scorso, a breve in questo mese si svolgeranno le prove scritte e quella conclusiva orale, con date che variano a seconda degli indirizzi della specializzazione. I corsi, salvo indicazioni di ogni singolo ateneo, torneranno a svolgersi in presenza all’interno dei locali predisposti delle Università organizzatrici: a stabilirlo, qualche settimana fa, sono stati direttamente i responsabili dei corsi specializzanti in accordo con il ministero dell’Istruzione.Il problema rimane quello dell’esagerato numero di cattedre vacanti di sostegno presenti in tutte le Regioni, anche al Sud: solo in Calabria risultano oltre 7mila posti vacanti; anche in Puglia si conteggiano altri 6.501 posti senza titolare La verità è che servirebbero posti aggiuntivi in molte regioni. “Rimaniamo sconcertati per l’esiguità dei posti banditi rispetto alle effettive necessità – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – ancora di più perché le norme in vigore prevedono di allestire corsi di specializzazione con una quantità di corsisti equivalente alle cattedre di cui hanno bisogno le nostre scuole”.“Quando tutto questo lo abbiamo fatto presente nelle edizioni passate dei Tfa, sempre organizzati con pochi posti e pure maldistribuiti (clamoroso il caso del Piemonte ed in generale del Nord Italia), i giudici ci hanno dato ragione. Per questo motivo, rimaniamo convinti che chiunque sarà escluso dalle prove preselettive potrà presentare ricorso con il nostro sindacato e così inserirsi per frequentare il Tfa specializzante”, conclude il sindacalista Anief.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Urgenza di un supporto da parte di Banche e Istituzioni al sistema agricolo nazionale

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 Maggio 2022

Ai forti aumenti dei costi energetici e del trasporto e ai rincari dei mezzi tecnici (come fertilizzanti e antiparassitari) e delle materie prime si somma l’esposizione finanziaria dei commercianti (stoccatori e rivenditori di mezzi tecnici) rappresentati da Compag che, da sempre e ancor più nella situazione contingente, si trovano a sostenere gli anticipi di credito a vantaggio degli agricoltori. Un’attività creditizia comprensibile e sostenibile se vista in ottica di filiera, ma diventata insostenibile con l’attuale congiuntura dei mercati nazionali, europei e mondiali. Da qui l’appello di Compag a banche e istituzioni affinché supportino concretamente l’operato di attori di filiere agricole fondamentali per l’agroalimentare italiano. “Perché – continua Acciarri – è doveroso un distinguo tra filiere: la situazione attuale ha reso ancora più evidente che vi sono filiere vere, operose e attive, e altre che al contrario sono nate sotto la spinta di aiuti nazionali e che, di fronte a un mercato come quello attuale, vacillano e perdono il legame con la parte agricola che preferisce vendere il prodotto sul mercato.Compag, che rappresenta un settore con un fatturato stimato di circa 3,8 mld di euro e circa 4.000 imprese, ritiene necessario uno sforzo comune della politica e del sistema bancario per evitare che il mercato agricolo nazionale crolli sotto i colpi del caro prezzi e della carenza di materia prima, come già sostenuto lo scorso marzo in occasione del tavolo convocato dal Sottosegretario Centinaio per affrontare la situazione emergenziale relativa ai cereali. Già in quell’occasione la federazione aveva segnalato l’urgenza di lavorare sulla reperibilità dei fertilizzanti (fondamentali per le produzioni per il fabbisogno nazionale), vista anche la chiusura – causa forte aumento dei costi energetici – dello stabilimento del principale produttore italiano di urea a livello UE. Compag aveva proposto al Governo di intervenire in emergenza al fine di rimettere in produzione lo stabilimento italiano, oltre a prevedere dei contributi per rendere accessibile il prezzo dell’urea e a rivedere le limitazioni nell’utilizzo di alcuni fertilizzanti, come i liquami.Come emerso durante il convegno dei DurumDays, la siccità ha compromesso i raccolti delle campagne 2020/21 e 2022/23, per cui gli stock continueranno a restare ai minimi storici. Per questo motivo, a metà maggio 2022 i prezzi del grano duro si aggirano sui 540 €/t, con valori superiori di oltre l’80% rispetto a quelli registrati a maggio dello scorso anno. Le prospettive di riduzione dei prezzi per il grano duro, peraltro modeste, rimangono subordinate ai rischi di ulteriore deterioramento delle produzioni. Difficile, dunque, ipotizzare grandi ribassi dei prezzi, anche per il sostegno che arriva da condizioni sempre più critiche sul generale mercato dei cereali, dove i prezzi record del frumento tenero sono vicini a far da pavimento anche al mercato del frumento duro.www.compag.org

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Decreto Aiuti: Anp-Cia, sostegno necessario a pensionati e famiglie a basso reddito

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 Maggio 2022

Il Decreto Aiuti del Governo contiene misure importanti: un aiuto alle famiglie a basso reddito colpite dall’inflazione e dal caro-bollette e, finalmente, un sostegno ai pensionati alle prese con il rincaro generalizzato dei costi. Così il presidente di Anp, l’Associazione nazionale pensionati di Cia-Agricoltori Italiani, Alessandro Del Carlo, commenta il provvedimento pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale, che prevede un contributo una tantum di 200 euro da erogare in favore dei lavoratori dipendenti e autonomi e dei pensionati con reddito fino a 35 mila euro annui lordi – calcolati al netto del reddito della casa di abitazione e delle prestazioni assistenziali – oltre alla proroga, anche per il terzo trimestre 2022, del bonus sociale per l’energia, ossia dello sconto previsto per i clienti domestici economicamente svantaggiati e i clienti domestici in gravi condizioni di salute.Si tratta di un aiuto che, in qualche modo, cerca di riequilibrare il reddito disponibile dei pensionati, ridotto da mesi a causa della spirale inflazionistica che ha messo in seria difficoltà migliaia di anziani, soprattutto quelli con assegni al minimo. “Ce lo dicono i nostri associati, soprattutto gli ex agricoltori, le donne, o le persone che hanno avuto una carriera lavorativa discontinua -sottolinea Del Carlo- e che oggi si ritrovano con assegni mensili parecchio al di sotto dei 780 euro previsti dalla pensione di cittadinanza”. Ecco perché, secondo Anp-Cia, per fronteggiare le conseguenze di pandemia e crisi, oltre a misure una tantum come quelle prevista nel decreto appena pubblicato, bisogna pensare a un aumento degli assegni, con interventi strutturali in primis sulle pensioni basse.Allo stesso modo, occorre intervenire per migliorare la vita dei pensionati incapienti in modo più incisivo rispetto a quanto fatto nell’ultima legge di Bilancio, con cui è stata aumentata solo di poco la “no tax area”, prevedendo nuove misure che consentano anche ai titolari di pensione che non raggiungono la soglia di tassazione di recuperare a detrazione fiscale le spese mediche e sanitarie sostenute nel corso dell’anno. “È urgente restituire sicurezza economica agli anziani -ribadisce Del Carlo- evitando il rischio di povertà e di esclusione sociale”. L’una tantum di 200 euro, ricorda Anp, sarà erogata dall’ente previdenziale, che riconoscerà la somma aggiuntiva con la rata di pensione in pagamento a inizio luglio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’UE deve rafforzare il sostegno ai cittadini e alle imprese e l’aiuto all’Ucraina

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 Maggio 2022

Bruxelles. Secondo i deputati, gli strumenti esistenti come il Recovery (NextGenerationEU), lo strumento europeo SURE di sostegno temporaneo per attenuare i rischi di disoccupazione in un’emergenza (Support to mitigate Unemployment Risks in an Emergency) o il sistema di flessibilità del bilancio UE non sono sufficienti a mitigare gli effetti negativi della guerra e il costo per l’UE delle sanzioni imposte alla Russia.Per questo motivo, i deputati chiedono la tassazione dei proventi straordinari per le compagnie energetiche, il congelamento e sequestro dei beni degli oligarchi russi e un’ulteriore flessibilità nel bilancio UE. Inoltre, il quadro finanziario pluriennale (QFP) dovrebbe essere rivisto, le norme sugli aiuti di Stato dovrebbero essere applicate in modo più flessibile, il livello di garanzia dell’UE nel programma InvestEU dovrebbe essere aumentato e la Commissione dovrebbe essere pronta, se necessario, a proporre nuovi programmi. L’UE dovrebbe anche assumere un ruolo guida nella creazione di un fondo fiduciario di solidarietà per l’Ucraina.La guerra ha inasprito una già grave crisi dei prezzi dell’energia e ciò sta incidendo negativamente sul potere d’acquisto e sui costi operativi. L’aggravarsi della crisi richiede un intervento rapido. Per questo, i Paesi UE dovrebbero aumentare il loro sostegno sociale e stanziare spese supplementari per un supporto mirato alle imprese vulnerabili ma sostenibili. Inoltre, l’aumento delle retribuzioni dovrebbe tenere conto dell’inflazione a lungo termine e della crescita della produttività, al fine di mantenere il potere d’acquisto delle famiglie.Secondo i deputati, è necessario istituire un pacchetto temporaneo europeo per la resilienza sociale che coordini una serie di misure e mezzi per rafforzare i sistemi di previdenza sociale e di protezione sociale nell’UE.I deputati pongono particolare enfasi sullo sviluppo dell’autonomia dell’UE e chiedono l’istituzione di un nuovo fondo europeo dedicato. Il fondo per l’autonomia strategica per l’Europa finanzierebbe le infrastrutture energetiche transfrontaliere, la produzione di energia rinnovabile e l’efficienza energetica, la cibersicurezza, la competitività industriale, l’economia circolare, la sicurezza alimentare e lo sviluppo sostenibile.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno alunni disabili, tra un mese prove al via per assegnare 25mila posti

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 Maggio 2022

Manca un mese esatto all’inizio delle prove preselettive per l’accesso di 25.874 nuovi docenti ai corsi di specializzazione come docente di sostegno nella scuola pubblica: il decreto ministeriale n. 333 del 31 marzo scorso ha infatti stabilito che per sopperire carenza diffusa di docenti specializzati dal 24 al 27 maggio prossimi si svolgeranno i test per selezionare diverse decine di migliaia di aspiranti. Il decreto stabilisce che le prove di accesso saranno costituite da un test preselettivo, che consisterà in un test con 60 quesiti a risposta multipla sulle conoscenze didattiche, psicopedagogiche e giuridiche relative al profilo dell’insegnante di sostegno e le necessarie abilità linguistiche. Sull’argomento interviene Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, lamentando l’ennesimo bando con numeri ridotti: “Sono più di 40 mila i posti affidati a personale non specializzato che ogni anno vanno a supplenze” e poi ci sono tanti altri posti in deroga, ha detto il sindacalista all’emittente Italia Stampa. “Tutto questo a fronte soltanto però di poco più di 20mila posti banditi. Come Anief denunciamo ancora una volta l’elusione della norma che vuole un numero di posti per la specializzazione sul sostegno pari a quelli di cui necessitano le scuole. Non è andata così: ancora una volta è stato dato spazio all’offerta da parte degli atenei e non al bisogno degli studenti e delle famiglie”. “Noi siamo pronti quindi è impugnare questo bando”, con apposito ricorso, “per tutelare tutti coloro che al termine delle prove saranno esclusi dei corsi di specializzazione. La verità – conclude Pacifico – è che la quanti di ammessi alla specializzazione negli atenei doveva essere il doppio di quella bandita e quindi le soglie delle preselettive sono sbagliate”, conclude il sindacalista Anief.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »