Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 151

Posts Tagged ‘sostegno’

Urgenza di un supporto da parte di Banche e Istituzioni al sistema agricolo nazionale

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 Maggio 2022

Ai forti aumenti dei costi energetici e del trasporto e ai rincari dei mezzi tecnici (come fertilizzanti e antiparassitari) e delle materie prime si somma l’esposizione finanziaria dei commercianti (stoccatori e rivenditori di mezzi tecnici) rappresentati da Compag che, da sempre e ancor più nella situazione contingente, si trovano a sostenere gli anticipi di credito a vantaggio degli agricoltori. Un’attività creditizia comprensibile e sostenibile se vista in ottica di filiera, ma diventata insostenibile con l’attuale congiuntura dei mercati nazionali, europei e mondiali. Da qui l’appello di Compag a banche e istituzioni affinché supportino concretamente l’operato di attori di filiere agricole fondamentali per l’agroalimentare italiano. “Perché – continua Acciarri – è doveroso un distinguo tra filiere: la situazione attuale ha reso ancora più evidente che vi sono filiere vere, operose e attive, e altre che al contrario sono nate sotto la spinta di aiuti nazionali e che, di fronte a un mercato come quello attuale, vacillano e perdono il legame con la parte agricola che preferisce vendere il prodotto sul mercato.Compag, che rappresenta un settore con un fatturato stimato di circa 3,8 mld di euro e circa 4.000 imprese, ritiene necessario uno sforzo comune della politica e del sistema bancario per evitare che il mercato agricolo nazionale crolli sotto i colpi del caro prezzi e della carenza di materia prima, come già sostenuto lo scorso marzo in occasione del tavolo convocato dal Sottosegretario Centinaio per affrontare la situazione emergenziale relativa ai cereali. Già in quell’occasione la federazione aveva segnalato l’urgenza di lavorare sulla reperibilità dei fertilizzanti (fondamentali per le produzioni per il fabbisogno nazionale), vista anche la chiusura – causa forte aumento dei costi energetici – dello stabilimento del principale produttore italiano di urea a livello UE. Compag aveva proposto al Governo di intervenire in emergenza al fine di rimettere in produzione lo stabilimento italiano, oltre a prevedere dei contributi per rendere accessibile il prezzo dell’urea e a rivedere le limitazioni nell’utilizzo di alcuni fertilizzanti, come i liquami.Come emerso durante il convegno dei DurumDays, la siccità ha compromesso i raccolti delle campagne 2020/21 e 2022/23, per cui gli stock continueranno a restare ai minimi storici. Per questo motivo, a metà maggio 2022 i prezzi del grano duro si aggirano sui 540 €/t, con valori superiori di oltre l’80% rispetto a quelli registrati a maggio dello scorso anno. Le prospettive di riduzione dei prezzi per il grano duro, peraltro modeste, rimangono subordinate ai rischi di ulteriore deterioramento delle produzioni. Difficile, dunque, ipotizzare grandi ribassi dei prezzi, anche per il sostegno che arriva da condizioni sempre più critiche sul generale mercato dei cereali, dove i prezzi record del frumento tenero sono vicini a far da pavimento anche al mercato del frumento duro.www.compag.org

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Decreto Aiuti: Anp-Cia, sostegno necessario a pensionati e famiglie a basso reddito

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 Maggio 2022

Il Decreto Aiuti del Governo contiene misure importanti: un aiuto alle famiglie a basso reddito colpite dall’inflazione e dal caro-bollette e, finalmente, un sostegno ai pensionati alle prese con il rincaro generalizzato dei costi. Così il presidente di Anp, l’Associazione nazionale pensionati di Cia-Agricoltori Italiani, Alessandro Del Carlo, commenta il provvedimento pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale, che prevede un contributo una tantum di 200 euro da erogare in favore dei lavoratori dipendenti e autonomi e dei pensionati con reddito fino a 35 mila euro annui lordi – calcolati al netto del reddito della casa di abitazione e delle prestazioni assistenziali – oltre alla proroga, anche per il terzo trimestre 2022, del bonus sociale per l’energia, ossia dello sconto previsto per i clienti domestici economicamente svantaggiati e i clienti domestici in gravi condizioni di salute.Si tratta di un aiuto che, in qualche modo, cerca di riequilibrare il reddito disponibile dei pensionati, ridotto da mesi a causa della spirale inflazionistica che ha messo in seria difficoltà migliaia di anziani, soprattutto quelli con assegni al minimo. “Ce lo dicono i nostri associati, soprattutto gli ex agricoltori, le donne, o le persone che hanno avuto una carriera lavorativa discontinua -sottolinea Del Carlo- e che oggi si ritrovano con assegni mensili parecchio al di sotto dei 780 euro previsti dalla pensione di cittadinanza”. Ecco perché, secondo Anp-Cia, per fronteggiare le conseguenze di pandemia e crisi, oltre a misure una tantum come quelle prevista nel decreto appena pubblicato, bisogna pensare a un aumento degli assegni, con interventi strutturali in primis sulle pensioni basse.Allo stesso modo, occorre intervenire per migliorare la vita dei pensionati incapienti in modo più incisivo rispetto a quanto fatto nell’ultima legge di Bilancio, con cui è stata aumentata solo di poco la “no tax area”, prevedendo nuove misure che consentano anche ai titolari di pensione che non raggiungono la soglia di tassazione di recuperare a detrazione fiscale le spese mediche e sanitarie sostenute nel corso dell’anno. “È urgente restituire sicurezza economica agli anziani -ribadisce Del Carlo- evitando il rischio di povertà e di esclusione sociale”. L’una tantum di 200 euro, ricorda Anp, sarà erogata dall’ente previdenziale, che riconoscerà la somma aggiuntiva con la rata di pensione in pagamento a inizio luglio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’UE deve rafforzare il sostegno ai cittadini e alle imprese e l’aiuto all’Ucraina

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 Maggio 2022

Bruxelles. Secondo i deputati, gli strumenti esistenti come il Recovery (NextGenerationEU), lo strumento europeo SURE di sostegno temporaneo per attenuare i rischi di disoccupazione in un’emergenza (Support to mitigate Unemployment Risks in an Emergency) o il sistema di flessibilità del bilancio UE non sono sufficienti a mitigare gli effetti negativi della guerra e il costo per l’UE delle sanzioni imposte alla Russia.Per questo motivo, i deputati chiedono la tassazione dei proventi straordinari per le compagnie energetiche, il congelamento e sequestro dei beni degli oligarchi russi e un’ulteriore flessibilità nel bilancio UE. Inoltre, il quadro finanziario pluriennale (QFP) dovrebbe essere rivisto, le norme sugli aiuti di Stato dovrebbero essere applicate in modo più flessibile, il livello di garanzia dell’UE nel programma InvestEU dovrebbe essere aumentato e la Commissione dovrebbe essere pronta, se necessario, a proporre nuovi programmi. L’UE dovrebbe anche assumere un ruolo guida nella creazione di un fondo fiduciario di solidarietà per l’Ucraina.La guerra ha inasprito una già grave crisi dei prezzi dell’energia e ciò sta incidendo negativamente sul potere d’acquisto e sui costi operativi. L’aggravarsi della crisi richiede un intervento rapido. Per questo, i Paesi UE dovrebbero aumentare il loro sostegno sociale e stanziare spese supplementari per un supporto mirato alle imprese vulnerabili ma sostenibili. Inoltre, l’aumento delle retribuzioni dovrebbe tenere conto dell’inflazione a lungo termine e della crescita della produttività, al fine di mantenere il potere d’acquisto delle famiglie.Secondo i deputati, è necessario istituire un pacchetto temporaneo europeo per la resilienza sociale che coordini una serie di misure e mezzi per rafforzare i sistemi di previdenza sociale e di protezione sociale nell’UE.I deputati pongono particolare enfasi sullo sviluppo dell’autonomia dell’UE e chiedono l’istituzione di un nuovo fondo europeo dedicato. Il fondo per l’autonomia strategica per l’Europa finanzierebbe le infrastrutture energetiche transfrontaliere, la produzione di energia rinnovabile e l’efficienza energetica, la cibersicurezza, la competitività industriale, l’economia circolare, la sicurezza alimentare e lo sviluppo sostenibile.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno alunni disabili, tra un mese prove al via per assegnare 25mila posti

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 Maggio 2022

Manca un mese esatto all’inizio delle prove preselettive per l’accesso di 25.874 nuovi docenti ai corsi di specializzazione come docente di sostegno nella scuola pubblica: il decreto ministeriale n. 333 del 31 marzo scorso ha infatti stabilito che per sopperire carenza diffusa di docenti specializzati dal 24 al 27 maggio prossimi si svolgeranno i test per selezionare diverse decine di migliaia di aspiranti. Il decreto stabilisce che le prove di accesso saranno costituite da un test preselettivo, che consisterà in un test con 60 quesiti a risposta multipla sulle conoscenze didattiche, psicopedagogiche e giuridiche relative al profilo dell’insegnante di sostegno e le necessarie abilità linguistiche. Sull’argomento interviene Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, lamentando l’ennesimo bando con numeri ridotti: “Sono più di 40 mila i posti affidati a personale non specializzato che ogni anno vanno a supplenze” e poi ci sono tanti altri posti in deroga, ha detto il sindacalista all’emittente Italia Stampa. “Tutto questo a fronte soltanto però di poco più di 20mila posti banditi. Come Anief denunciamo ancora una volta l’elusione della norma che vuole un numero di posti per la specializzazione sul sostegno pari a quelli di cui necessitano le scuole. Non è andata così: ancora una volta è stato dato spazio all’offerta da parte degli atenei e non al bisogno degli studenti e delle famiglie”. “Noi siamo pronti quindi è impugnare questo bando”, con apposito ricorso, “per tutelare tutti coloro che al termine delle prove saranno esclusi dei corsi di specializzazione. La verità – conclude Pacifico – è che la quanti di ammessi alla specializzazione negli atenei doveva essere il doppio di quella bandita e quindi le soglie delle preselettive sono sbagliate”, conclude il sindacalista Anief.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola Sostegno, Anief chiede ammissione con riserva per i docenti che si specializzeranno entro il 31 luglio

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2022

Marcello Pacifico (Anief): “Esprimiamo soddisfazione innanzitutto per l’accoglimento, da parte dell’Amministrazione, di una delle richieste che avevamo presentato: ovvero della possibilità di dichiarare con riserva il servizio prestato fino alla fine dell’anno. Le proposte ministeriali continuano però a comprimere i diritti del personale precario. Non si può immaginare che i supplenti che devono esprimere le preferenze siano trattati come il personale di ruolo che deve fare domanda di trasferimento senza conoscere le disponibilità – come ipotizza il Ministero. Qui conoscere in anticipo le preferenze è essenziale talvolta per assicurarsi un contratto a tempo determinato, senza contare che le preferenze da ordinare sono ben più delle quindici previste per la mobilità. Come sindacato insisteremo anche per far riconoscere la possibilità di dichiarare titoli di accesso conseguiti fino al 31 luglio”.Come sempre ANIEF esprime la necessità di una maggiore trasparenza da parte dell’Amministrazione, con la previsione di pubblicazione delle disponibilità effettive ai fini del conferimento degli incarichi prima – e con un numero di giorni di anticipo adeguato – della procedura di compilazione della procedura informatizzata per le supplenze.Tra le tante richieste proposte dal sindacato Anief, anche la previsione di attribuzione del punteggio come servizio specifico sul grado di istruzione dei servizi svolti come IRC o materia alternativa e il riconoscimento del punteggio al servizio militare svolto non in costanza di nomina.Sull’aggiornamento delle GPS, comunque, e sul conseguente conferimento degli incarichi, gli incontri tra Ministero e sindacati proseguiranno, in particolare sarà materia di confronto una delle richieste più incalzanti del nostro sindacato: garantire a chi ha più punteggio di poter beneficiare delle disponibilità sopraggiunte successivamente al suo turno di nomina. Ciò anche per garantire l’accesso per merito nella Pubblica Amministrazione che le ultime nomine hanno visto compromesso con l’assegnazione di supplenze più durature ad aspiranti con punteggi inferiori a quelli degli aspiranti collocati più in alto in graduatoria e per i quali non erano presenti disponibilità al momento del loro turno di nomina.Per le date di presentazione delle domande il Ministero continua a ipotizzare l’ultima decade di aprile per l’avvio e la metà di maggio per il termine delle domande.Si attendono le decisioni da parte dell’Amministrazione nonché le prossime occasioni di confronto rispetto ai temi posti oggi dai sindacati e la calendarizzazione dei prossimi incontri.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno economico per l’acquisto dei libri di testo

Posted by fidest press agency su martedì, 12 aprile 2022

L’Associazione Italiana Editori (AIE) esprime soddisfazione per l’approvazione del disegno di legge delega “Family Act”, che introduce nell’ordinamento italiano una riforma organica delle politiche per la famiglia.L’insieme degli articoli prevede, fra l’altro, un sostegno economico per le famiglie meno abbienti da destinare alle spese per l’acquisto dei libri di testo dei propri figli, per la scuola secondaria di primo e di secondo grado.“L’istruzione e in particolare la centralità dei libri di testo nei processi di apprendimento – ha commentato il presidente di AIE Ricardo Franco Levi – vengono riconosciute come strumenti imprescindibili per formare i cittadini e concorrere alla crescita sociale ed economica del Paese”. “A questo primo passo concreto – aggiunge Paolo Tartaglino, vicepresidente dell’Associazione e presidente del Gruppo Educativo –, AIE auspica seguano rapidamente i decreti attuativi, necessari affinché le famiglie destinatarie degli aiuti possano avere accesso in modo unitario e integrato alle misure statali e a quelle regionali per il diritto allo studio nel modo più rapido e diretto possibile”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Ore di sostegno dimezzate

Posted by fidest press agency su sabato, 2 aprile 2022

Gli uffici scolastici continuano a concedere alle scuole un numero di ore di sostegno inadeguato, perché inferiori alla necessità stabilite dall’equipe psico-pedagica e contenute nel Piano Educativo Individualizzato, con il conseguente numero ridotto di insegnanti per assicurare un adeguato sostegno scolastico agli studenti disabili iscritti. Per ottenere la quantità necessaria all’alunno con disabilità occorre rivolgersi al giudice. È quello che ha fatto la famiglia di una alunna veneta alla quale Ufficio Scolastico Regionale e Ambito Territoriale Provinciale avevano assegnato “un insegnante di sostegno per un numero insufficiente di ore (11 ore settimanali)”.Difesa dai legali dell’Anief, la famiglia ha ottenuto giustizia, poiché pochi giorni prima della sentenza emessa dal Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto, il 18 marzo 2022, “l’Ufficio Scolastico di Ambito Territoriale” di competenza ha provveduto in autotutela ad assegnare alla classe frequentata dall’alunna “ulteriori 11 ore settimanali di sostegno didattico in aggiunta alle 11 ore settimanali assegnate all’inizio dell’anno scolastico, per un totale complessivo di 22 ore settimanali”. Inoltre, il Tar ha ordinato “il riesame della posizione” dell’alunno.Il Tar del Veneto ha comunque anche condannato “il Ministero dell’Istruzione – Ufficio Scolastico Regionale – Ambito Territoriale Provinciale”, nonché l’istituto scolastico frequentato dall’alunno con disabilità, “a rifondere alla ricorrente le spese di lite, liquidate nell’importo di € 800,00, oltre agli accessori di legge, con distrazione delle stesse a favore dei difensori”.Anief rilancia l’iniziativa ‘Sostegno: non un’ora di meno!’, con la quale da dieci anni procediamo, senza oneri per le famiglie, con l’immediata attivazione, tramite ricorsi d’urgenza, di nuovi posti e per il recupero delle ore negate agli alunni con disabilità grave riconosciuta ai sensi dell’articolo 3, comma 3 della Legge 104/92. Come ribadito dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 80/10 sul cosiddetto rapporto uno a uno, a cui non si può rinunciare in presenza di alunni con disabilità grave.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

195mln a sostegno agricoltura in ginocchio

Posted by fidest press agency su domenica, 20 marzo 2022

Arriva un segnale positivo dal Decreto Energia con le prime misure a sostegno delle aziende agricole messe in ginocchio dal caro-energia e dal boom delle materie prime. Così Cia-Agricoltori Italiani, dopo lo stanziamento di circa 195 milioni di per il comparto rurale, che non riesce più a coprire i costi di produzione (+120% delle bollette, carburante alle stelle e fertilizzanti triplicati) e chiede a gran voce di essere messo in condizione di continuare a svolgere il suo ruolo fondamentale nel sistema di produzione alimentare. Cia valuta con favore la destinazione di 140 milioni per il contributo -sotto forma di credito d’imposta- pari al 20% delle spese per l’acquisto del carburante utilizzato per l’esercizio dell’attività agricola e della pesca nel primo trimestre del 2022. Una boccata d’ossigeno per le aziende è rappresentata anche dall’attribuzione di 20 milioni di euro alla rinegoziazione e ristrutturazione dei mutui agrari -operazioni garantite dall’Ismea- e dai 35 milioni che vanno a rifinanziare il fondo per lo sviluppo e il sostegno delle imprese agricole, dopo i rincari delle materie prime per la crisi internazionale in Ucraina. Particolare soddisfazione per le disposizioni in materia di economia circolare, che equiparano i fertilizzanti naturali a quelli di origine chimica, non solo come risposta all’attuale emergenza ma come indirizzo strategico per il futuro. Cia è stata, infatti, da sempre favorevole alla valorizzazione del biodigestato agricolo prodotto dagli impianti di biogas delle aziende zootecniche: una sostanza fertilizzante proveniente dagli scarti agroalimentari che rappresenta uno dei migliori esempi di green economy in agricoltura.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un plafond da 470 milioni € a sostegno delle imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 marzo 2022

Sono le Piccole e Medie Imprese (con meno di 250 dipendenti) per almeno il 50% e le “Midcap” (aziende con un organico inferiore alle 3 000 unità) i beneficiari di una nuova operazione a favore dell’economia reale, che BNL BNP Paribas ha realizzato con il Gruppo BEI, che comprende la Banca europea per gli investimenti (BEI) e il Fondo europeo per gli investimenti (FEI). L’operazione è sostenuta dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (EFSI), il principale pilastro del Piano di investimenti per l’Europa. Si chiama “Minerva 2” ed è tecnicamente una “cartolarizzazione sintetica” (cioè senza cessione di asset) su un portafoglio di prestiti performing della Banca. Il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) ha rilasciato una garanzia su una tranche da circa 94 milioni di euro, con controgaranzia BEI, e ciò consente a BNL di erogare nuovi finanziamenti a tasso agevolato per un plafond di 470 milioni di euro, destinato alle aziende italiane che, nella delicata fase di rilancio del Paese, si trovano a far fronte agli effetti generati dalla Pandemia sull’economia e sul settore imprenditoriale. Si tratta della quarta operazione fra BEI e il Gruppo BNP Paribas, di cui due con la capogruppo BNP Paribas e due con BNL. A fronte di ciò, con complessivi 402 milioni di euro di garanzia, saranno attivati nuovi finanziamenti alle imprese per circa 2 miliardi di euro. Il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, ha dichiarato: “Accolgo con favore questo accordo volto a finanziare le piccole e medie imprese italiane, sostenuto dal Piano di investimenti per l’Europa e basato sulle garanzie della BEI e del FEI. I finanziamenti messi a disposizione con questa operazione permetteranno alle imprese di continuare il loro percorso di ripresa economica dopo la crisi pandemica, creando e sostenendo posti di lavoro.” Con l’operazione Minerva 2, BNL BNP Paribas e il Gruppo BEI proseguono nella collaborazione che aveva già portato alla positiva esperienza di “Minerva 1” nel 2018, grazie al supporto dell’EFSI per rilanciare la crescita e l’occupazione in ambito europeo. Minerva 2 è una delle prime operazioni sintetiche ad aver ottenuto il riconoscimento STS (Semplici, Trasparenti e Standardizzate), che risponde ad un framework normativo per le cartolarizzazioni introdotto di recente dal legislatore comunitario; esso punta a garantire l’adeguatezza di tali prodotti differenziandoli da strumenti finanziari più complessi e rischiosi e assicurando nel contempo alla banca cedente un beneficio di ordine patrimoniale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: All’alunno disabile grave solo 8 ore di sostegno a settimana

Posted by fidest press agency su domenica, 13 marzo 2022

Ad un alunno con disabilità grave possono essere assegnate nemmeno 10 ore di sostegno settimanale, anziché tra le 18 e le 25 di cui necessita? Evidentemente no, ma purtroppo questa discrepanza, tra il diritto allo studio e la mancata applicazione, sembra essere diventata la brutta prassi di tante scuole italiane. È accaduto anche a Bolzano, dove ad un alunno handicap grave, iscritto ad un istituto comprensivo, sono state assegnate solo n. 8 ore di sostegno scolastico settimanale, peraltro senza “adeguata motivazione”: il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa – Sezione autonoma di Bolzano, sollecitato dai legali Anief, ha rilevato che la stesura del Pei non ha tenuto conto di quanto aveva dichiarato “la Commissione sanitaria per l’accertamento dell’handicap ai sensi dell’art. 4 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 ha accertato che il minore si trova nella situazione di handicap (deficit grave) ai sensi del comma 3 dell’art. 3 della legge n. 104/1992”. E nemmeno della diagnosi funzionale del Servizio multizonale specialistico del Comprensorio sanitario di Bolzano che aveva specificato “un grado di compromissione funzionale grave”. Per il Tribunale, quindi, non è corretto assegnare appena un terzo delle ore di sostegno, perchè per la normativa vigente il docente specializzato affianca l’alunno con disabilità grave nella “totalità dell’orario scolastico”. “Siamo sempre più convinti – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – che il sindacato non può fare finta di nulla quando si vanno a ledere i diritti fondamentali degli alunni disabili e, di riflesso, del personale non nominato in modo adeguato. Per questo insistiamo con la nostra iniziativa ‘Sostegno: non un’ora di meno!’, con la quale da dieci anni procediamo, senza oneri per le famiglie, con l’immediata attivazione, tramite ricorsi d’urgenza, di nuovi posti e per il recupero delle ore negate agli alunni con disabilità grave riconosciuta ai sensi dell’articolo 3, comma 3 della Legge 104/92. Come ribadito dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 80/10 sul cosiddetto rapporto uno a uno, a cui non si può rinunciare in presenza di alunni con disabilità grave”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Levi: “Sostegno anche al mondo del libro russo che oggi si oppone alla guerra”

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

L’Associazione Italiana Editori (AIE) sostiene con forza la decisione della Bologna Children’s Book Fair di sospendere ogni collaborazione con le organizzazioni ufficiali russe per la partecipazione alla prossima edizione della Fiera. “È una decisione dolorosa ma doverosa – ha affermato il presidente AIE Ricardo Franco Levi – come gesto concreto di supporto alla cittadinanza ucraina e al mondo della cultura in particolare che oggi subisce l’aggressione militare russa”. “Allo stesso tempo – ha aggiunto Levi – sosteniamo e applaudiamo al coraggio di editori, librai, distributori, autori, bibliotecari, traduttori russi che in più di mille hanno firmato un appello a favore della pace e per la fine delle operazioni militari in Ucraina, dimostrando così il loro dissenso rispetto alle scelte del presidente Vladimir Putin. Sappiamo tutti quanto in condizioni come queste manifestare e comunicare il proprio dissenso possa essere pericoloso: consapevoli e ammirati di tanto coraggio, siamo loro vicini”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostegno al comparto brassicolo nazionale

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 dicembre 2021

“Approvato al Senato l’emendamento alla Legge di Bilancio per il sostegno al comparto brassicolo nazionale. Per i piccoli birrifici artigianali con una produzione sino a 10mila ettolitri prevediamo che lo sconto sulle accise salga sino al 50 per cento; per chi produce sino a 30mila ettolitri sarà pari al 30 per cento mentre, per le imprese sino a 60mila ettolitri lo sconto arriva al 20 per cento. Si tratta di una misura che segue il lavoro fatto con la Legge di Bilancio 2019 dove inserimmo, per la prima volta, uno sconto sulle accise così da sostenere le produzioni nazionali emergenti. Al contempo, l’emendamento prevede anche una graduale riduzione d’accisa, sino a scendere a 2,90 euro per ettolitro e per grado Plato nel 2023”. Lo rende noto la deputata Chiara Gagnarli, capogruppo M5S in commissione Agricoltura alla Camera. “Si conclude così un lungo lavoro di concerto con le associazioni Unionbirrai, Assobirra e Coldiretti, che ringrazio insieme ai colleghi senatori che hanno depositato e sostenuto l’emendamento – aggiunge – Rimaniamo in attesa, infine, dal Ministero dello Sviluppo economico del decreto attuativo del fondo di ristoro che abbiamo fortemente voluto inserire nel Dl Sostegni-bis, così da supportare le produzioni artigianali italiane, uno dei settori più in crescita degli ultimi anni e che, a causa delle restrizioni legate alla pandemia, ha subito crolli di fatturato pari anche al 90 per cento” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, alunni disabili vittime delle norme sbagliate

Posted by fidest press agency su domenica, 19 dicembre 2021

L’Ufficio Studi Anief ha stimato che anche quest’anno sono 90.000 i posti di sostegno coperti con supplenza annuale, con ripercussioni negative sul diritto allo studio e la continuità didattica di tantissimi alunni disabili: di questi, oltre 66.000 (quindi almeno uno ogni tre dell’organico complessivo) risultano in deroga, assegnabili solo ai supplenti. Inoltre, ben 40.000 vanno a precari privi di specializzazione, a causa del mancato incontro tra domanda ed offerta, in quanto il ministero dell’Università e Ricerca affida agli atenei l’avvio dei TFA per non più di 20-22.000 posti totali a livello nazionale e anche distribuiti in pessimo modo, in barba alla sentenza n. 140/19. Il giovane sindacato ha chiesto al Parlamento di intervenire, collocando una volta per tutte i posti in deroga nell’organico di diritto.È una disposizione, si legge nella motivazione prodotta nell’emendamento Anief, che produrrebbe “una piena integrazione degli alunni con disabilità; in ossequio al disposto di cui alla L. 104/1992 e alla sentenza della Corte Costituzionale n. 80/2012, è necessario eliminare qualsiasi limite all’organico dei docenti di sostegno, la cui consistenza deve necessariamente essere adeguata alla popolazione degli studenti in situazione di disabilità e ricomprendere, senza eccezione alcuna, la deroga al rapporto 1:2 per tutte le situazioni certificate di grave disabilità”.Anief, pertanto, chiede di superare la Legge Carrozza 128 del 2013, con la quale si sono trasformate per legge delle cattedre vacanti in posti da potere assegnare a solo personale precario. Una norma che porta, in otto casi su dieci, a nominare supplenti nemmeno specializzati, mentre gli specializzati e formati non vengono assunti. Nel frattempo continuano i ricorsi gratuiti Anief nei tribunali per attribuire le ore non assegnate e per impugnare gli organici sbagliati.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Donazioni online per potenziare le ore con insegnanti di sostegno

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 dicembre 2021

In pochi giorni, la campagna di raccolta fondi su piattaforma online lanciata nella Giornata internazionale delle persone con disabilità, ha ottenuto alcune migliaia di euro di donazioni, a riprova che nelle Scuole Faes di Milano il tema dell’accoglienza e dell’inclusione non è solo uno slogan. Il progetto di crowdfunding solidale (crowdfunding.faesmilano.it/projects/inclusione) servirà infatti a costituire un tesoretto per potenziare le ore in cui gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado con bisogni educativi speciali (BES) saranno affiancati da insegnanti di sostegno. All’origine dell’idea, anche una frase di Papa Francesco: “L’educazione è un movimento inclusivo. Un’inclusione che va verso tutti gli esclusi: quelli per la povertà, per la vulnerabilità a causa di guerre, carestie e catastrofi naturali, per la selettività sociale, per le difficoltà familiari ed esistenziali”. “Una scuola più inclusiva e più giusta è una scuola migliore per tutti, perché permette a ciascuno di dare il meglio di sé e di contribuire con i propri talenti al bene dell’intera comunità – spiega Sam Guinea, Direttore della Scuola Faes Argonne, che ha lanciato il progetto perché è nella scuola dell’obbligo che si concentra il maggior numero di bambini con BES -. La nostra non è un’iniziativa assistenzialistica, ma un modo per stare tutti meglio, per imparare tutti di più: le risorse comunali, provinciali e regionali a cui possono accedere le famiglie con figli disabili iscritti alla scuola paritaria coprono appena 9/10 ore settimanali su 30/35 di didattica effettiva, dunque vanno integrate se si vuole disporre più a lungo del sostegno”. Ma ben pochi possono permetterselo con risorse proprie: il monte ore andrebbe aumentato almeno del 50%, o raddoppiato, per fruire maggiormente di docenti che sono una ricchezza per l’intera classe, perché sono a disposizione di tutti gli alunni, affiancano e supportano l’insegnante ‘della materia’ e contribuiscono con la propria competenza alla progettazione didattica. “Come Scuole FAES continueremo a lavorare nelle sedi opportune, insieme alle altre scuole paritarie, per ottenere le giuste risorse da destinare agli alunni BES – conclude Guinea -, ma nel frattempo diamo il nostro contributo a creare un ambiente ancora più inclusivo, sensibilizzando le famiglie, che sempre rispondono con generosità, e facendo adeguata formazione ai docenti attraverso i corsi di Faes Campus, aperti a tutti i colleghi”. Quella per aumentare le ore di sostegno non è l’unica raccolta fondi che Scuole Faes Milano conduce in nome dell’inclusione: negli ultimi 10 anni sono stati versati da 1.120 benefattori oltre 3,5 milioni di euro per garantire rette agevolate a 2.625 alunni, aiutando così 1.050 famiglie che non avrebbero potuto sostenere i costi di iscrizione. Solo nell’anno 2021-22, il 20% dei quasi 1.300 alunni che frequentano le classi dal nido ai licei, e il 12% delle famiglie, ha ricevuto un contributo medio di circa 1.300 euro a ragazzo (3.000 euro a famiglia), per un importo totale di 330.570 euro. Il Faes, ente morale no-profit nato nel 1974, gestisce infatti la scuola paritaria con il maggior numero di rette agevolate erogate, attribuite attraverso un processo rigoroso e trasparente, perché è un’associazione di famiglie per famiglie che vuole rendere i suoi istituti accessibili a chiunque lo desideri e puntare sul valore sociale di un’istruzione di qualità. Il fondo rette agevolate vuole contribuire agli obiettivi di Sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu, in particolare: istruzione di qualità, parità di genere, lavoro dignitoso e crescita economica, riduzione delle disuguaglianze.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Emergenza sostegno disabili

Posted by fidest press agency su martedì, 14 dicembre 2021

Secondo il rapporto di “Save the Children” nell’anno scolastico 20/21 c’erano 268.671 disabili e 152.521 docenti di sostegno (tra specializzati e non). Paradossalmente, il Nord Italia è il grande dimenticato in questa vicenda risultando incomprensibile perché in Settentrione i corsi di specializzazione siano rivolti ad un numero di persone inferiore al fabbisogno. Tuttavia anche in Sicilia la situazione è paradossale: su oltre 23.500 cattedre quasi 12.000 sono state assegnate a insegnanti di sostegno precari e in parecchi casi (il 20% circa) senza titolo di specializzazione, per non parlare del balletto delle supplenze che porta un alunno ad avere anche fino a quattro docenti diversi nel medesimo anno.Per il futuro, Portuesi ha spiegato che “il PNRR non contiene misure specifiche relative ai soli docenti di sostegno, ma rientrano negli interventi più generali previsti dall’obiettivo M4c1.2 miglioramento dei processi di reclutamento e di formazione degli insegnanti, laddove si prefigura una riforma del sistema di reclutamento dei docenti ridisegnandone le procedure concorsuali per l’immissione nei ruoli insieme ad una migliore pianificazione del bisogno di insegnanti. Con la promulgazione della legge prevista nel 2022 e la piena attuazione della riforma solo entro il 2025”.Il segretario generale Anief ha ricordato che “Anief da diversi anni ha lanciato una vera e propria campagna, #sostegnononunoradimeno, con la quale è stato messo e continuato a mettere a disposizione delle famiglie gratuitamente i legali del sindacato per fare rispettare le ore previste nel PEI. Il diritto all’istruzione, a maggior ragione degli alunni disabili, è un diritto costituzionalmente protetto e le nostre iniziative giudiziarie, ancora una volta, ci hanno dato ragione ottenendo ogni volta la cessazione del comportamento discriminatorio del Ministero e l’immediata attribuzione all’alunno con disabilità grave del massimo delle ore di sostegno consentite.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, tanti alunni ancora senza docente “fisso”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 novembre 2021

Ad un mese dalle vacanze natalizie e a 75 giorni dall’inizio delle lezioni, un numero non indifferente di alunni disabili non ha ancora il suo docente di sostegno annuale e almeno uno su tre non ha un insegnante specializzato nella didattica speciale: lo scrive Il Fatto Quotidiano, ricordando anche che “il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi aveva annunciato in pompa magna che dal primo settembre i docenti sarebbero stati tutti al loro posto, ma la promessa del professore è smentita dai fatti”. I numeri sono implacabili: il rapporto di “Save the Children” dice che in Italia nell’anno scolastico 20/21 c’erano 268.671 disabili e 152.521 docenti di sostegno (tra specializzati e non), con i problemi maggiori nelle regioni del Nord. Ma anche “in Sicilia la situazione è paradossale: su oltre 23mila e 500 cattedre quasi dodici mila sono state assegnate a insegnanti di sostegno precari e in parecchi casi (il 20% circa) senza titolo di specializzazione”. Sempre il quotidiano scrive che “al Nord non si trovano i docenti di sostegno specializzati perché l’Università non li ha formati. Al Sud ci sono invece migliaia di professionisti disoccupati. Parlano i numeri: negli atenei delle otto regioni meridionali e peninsulari l’offerta formativa è pari a circa 13mila posti contro i 3.500 dell’intero Centro Nord”. E “l’anno scolastico 2021/22 è cominciato con 278mila disabili in classe e solo 112.370 specializzati di ruolo e non. Le altre sono cattedre “in deroga”, cioè docenti senza la specializzazione. In quest’ultime settimane molti dirigenti per trovare i docenti di sostegno sono ricorsi alle cosiddette ‘Mad’”. Quindi, senza considerare migliaia di cattedre di sostegno attivati in corso d’anno dai giudici, sono 40mila quelle affidate a non specializzati. In realtà, secondo l’Ufficio Studi Anief, sono circa 90mila le cattedre sono andate o stanno andando a supplenza annuale, con l’aggravante che di queste ben 66mila (dunque quasi il 40% dell’organico totale di sostegno), risultano in deroga, quindi assegnabili solo a precari e non utilizzabili nemmeno per i trasferimenti benché si tratti di cattedre vacanti a tutti gli effetti. E in gran numero vanno a docenti non specializzati.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

In manovra prosegue sostegno alle imprese agricole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 novembre 2021

“I redditi dominicali e agrari dei coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, non concorrono, anche nel 2022, alla formazione della base imponibile ai fini Irpef. È ciò che prevede anche per il prossimo anno la Legge di Bilancio. Il sostegno ai giovani si estende anche alla contribuzione. Gli under 40, infatti, saranno esonerati per un periodo massimo di 24 mesi dal versamento al 100% dell’accredito contributivo presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti”. Lo dichiara la deputata Chiara Gagnarli, capogruppo M5S in commissione Agricoltura, commentando la Legge di Bilancio 2022.“Ringraziamo il ministro Stefano Patuanelli per aver voluto confermare queste misure di sostegno al comparto primario che continuano a dare respiro alle imprese e sono da stimolo ai giovani a intraprendere questo non facile percorso lavorativo – aggiunge -. Del resto, parliamo di un comparto che necessita di un forte ricambio generazionale su cui ci stiamo adoperando anche attraverso gli strumenti messi in campo da Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare, del Ministero delle Politiche agricole” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno alle imprese

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2021

Radio 24 organizza il 16 novembre dalle 14.30 alle 16.30 una tavola rotonda digitale in streaming ‘’Sostegno alle imprese’’. Sebastiano Barisoni, Vice Direttore Esecutivo di Radio 24 e conduttore di Focus Economia, insieme ad ospiti ed esperti, farà il punto sull’attualissimo tema degli incentivi alle imprese nel periodo della ripresa. Risollevarsi e ripartire per inseguire l’onda lunga della ripresa dopo il buio della pandemia: è l’imperativo di imprenditori, artigiani, professionisti. Con il decreto “Liquidità” dell’aprile 2020 fino all’ultimo “Sostegni bis” è stato potenziato il Fondo di garanzia per fare fronte alle esigenze immediate di liquidità. Le procedure di accesso sono state semplificate, le coperture della garanzia incrementate e la platea dei beneficiari ampliata. Le misure straordinarie in deroga alle regole europee sulla concorrenza saranno in vigore fino al 31 dicembre 2021. Per beneficiare della garanzia del Fondo, occorre rivolgersi a banche e confidi che effettueranno la domanda. Come avviene l’approvazione della domanda? Quali imprese possono partecipare? Cosa si intende per data di avvio del programma di investimenti? Sono previste agevolazioni a fondo perduto? Si parlerà del Fondo di garanzia, elementi di valutazione dell’impatto sui conti pubblici con Francesco Salemi, Amministratore delegato Gruppo NSA, Marco Oriani, Direttore Dipartimento di Scienze dell’economia e della gestione aziendale UNICATT e Francesco Schlitzer, founder e managing director VERA. Su Eba- risvolti futuri per la valutazione del merito di credito- nuovi modelli di monitoraggio intervengono Pasquale Ambrosio, partner KPMG, Guido Tirloni, associate partner KPMG; Gaetano Stio, presidente gruppo NSA; William Zuin, responsabile area organizzazione processi e controlli NSA. Inoltre sul tema delle coperture assicurative danni per le Pmi ne discutono: Alberto Floreani, Dipartimento di Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale UNICATT; Federico Papa, Presidente NSA. Infine sul PNRR: quali scenari per imprese, banche ed enti pubblici a parlarne saranno Francesco Cerri, partner KPMG; Giovanni Salemi, Amministratore delegato ALA. Infoline: http://www.radio24.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, anche quest’anno 90mila cattedre a supplenza

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2021

Anche quest’anno i posti di sostegno assegnati ai supplenti ha raggiunto livelli da record: perché a fronte di più di 172 mila cattedre complessive, solo poco più della metà continuano ad andare a personale di ruolo. Le 14mila immissioni in ruolo su sostegno dell’anno in corso, considerando pensionamenti e spostamenti su posto comune, oggi abbiamo non oltre 85mila posti coperti con personale a tempo indeterminato. Secondo l’Ufficio Studi Anief, ne consegue che le rimanenti 90mila cattedre sono andate o stanno andando a supplenza annuale, con l’aggravante che di queste ben 66mila (dunque quasi il 40% dell’organico totale di sostegno), risultano in deroga, quindi assegnabili solo a precari e non utilizzabili nemmeno per i trasferimenti benché si tratti di cattedre vacanti a tutti gli effetti. Ma l’aspetto più paradossale è che una percentuale alta, sicuramente la maggior parte, dei 90mila contratti a tempo determinato (con Sicilia e Lazio che detengono i numeri più alti) continuano ad essere sottoscritti con dei supplenti annuali non specializzati.“I numeri del sostegno sono altisonanti – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – e anche destinati a crescere per via dei tanti ricorsi presentati per via del mancato affiancamento del docente specializzato. Ma anche a seguito della campagna gratuita #nonunoradimeno, che continua a garantire ad ogni alunno con disabilità le ore settimanali di sostegno richieste dalle scuole come da consolidata giurisprudenza. Il paradosso è che abbiamo decine di migliaia di cattedre di sostegno che vanno a docenti non specializzati e non riusciamo ad andare oltre l’avvio di cicli di Tfa che non vanno oltre 20-22mila posti a disposizione. Con l’aggravante della pessima distribuzione dei posti a livello regionale: dove vi sono migliaia di posti liberi, si specializzano centinaio di docenti; dove vi sono meno posti vacanti, invece, si specializzano in migliaia. Per non parlare dei paletti eccessivi sui requisiti di accesso. Eccoci qui, ancora una volta, a dire basta a tutto questo, che si va a ripercuotere negativamente, lo ricordiamo, prima di tutto sulla formazione di oltre 280mila alunni con disabilità certificata”, conclude il leader dell’Anief. A questo proposito, Anief consiglia di impugnare il decreto sul VI ciclo Tfa sostegno ed aderire al ricorso del sindacato, da presentare in tutti i casi di individuazione di un numero inadeguato di posti tenendo conto delle effettive esigenze territoriali: l’obiettivo del sindacato è infatti quello di incrementare il numero dei posti di accesso e permettere quindi l’ammissione ai corsi universitari specializzanti a chi è stato ingiustamente escluso.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cia, più sostegno al grano duro Made in Italy

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2021

L’aumento del costo del grano duro su scala internazionale va inserito nel contesto generalizzato del rincaro dei costi delle materie prime e del calo di produzione del Canada, primo nostro fornitore estero. Tuttavia, Cia-Agricoltori Italiani getta acqua sul fuoco sul presunto allarme immediato del prezzo della pasta, che non si sta attualmente riscontrando sugli scaffali dei supermercati. Cia pone, invece, l’attenzione sulla valorizzazione dell’origine del prodotto e sui contratti di filiera che favoriscano le produzioni domestiche, incentivando la coltivazione del grano duro Made in Italy, per andare incontro al fabbisogno dell’industria pastaria. Servono, inoltre, forti investimenti in ricerca per aumentare le rese e favorire produzioni sempre più sostenibili anche in chiave ambientale. Il rafforzamento della filiera aumenterebbe, così, gli investimenti dei nostri produttori e ridimensionerebbe il ricorso all’import.L’Italia, con circa 4 milioni di tonnellate di produzione su base annua, è il primo Paese produttore europeo di grano duro, ma è contemporaneamente anche primo importatore mondiale per soddisfare la domanda dell’industria nazionale, che ne trasforma circa 7 milioni. Quest’anno il Canada, leader mondiale nella produzione di grano duro e principale esportatore, ha realizzato una pessima annata, riducendo l’offerta e aumentando il prezzo del grano duro, su cui pesa anche l’aumento dei costi di produzione per il rincaro energetico, ma anche di sementi e fertilizzanti.Cia auspica, dunque, che le risorse del Pnrr la nostra cerealicoltura possano dare una forte spinta propulsiva al comparto, per ridurre drasticamente la dipendenza dal prodotto estero, spesso legato a situazioni climatiche complesse, difficoltà di trasporto e problemi geopolitici. L’aumento della produzione domestica, grazie all’adozione di contratti di filiera trasparenti, diventerebbe sicuramente un requisito importante per un corretto approvvigionamento della nostra industria agroalimentare, rendendo più remunerativa la coltivazione del grano duro agli agricoltori.Cia ricorda che la produzione di grano è importante per il nostro Paese non solo per gli impatti economici, sociali, occupazionali, ma anche per le ricadute ambientali, culturali e paesaggistiche, oltre a rappresentare un importante presidio ambientale, proteggendo le aree interne dal rovinoso effetto del dissesto idrogeologico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »