Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘sostegno’

Scuola: Assunti nei ruoli 59mila nuovi docenti e appena 10mila Ata e cattedre a sostegno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 settembre 2021

Sono 87.209 i posti aggiuntivi in deroga concessi sul sostegno agli alunni portatori di disabilità: lo ha comunicato oggi il Ministero dell’Istruzione rendendo pubblici i dati nazionali sui contratti a tempo indeterminato stipulati: ci sono anche 59.425 docenti (di cui 12.840 incarichi conferiti in base alle procedure del decreto sostegni bis) e 10.729 tra amministrativi, tecnici e collaboratori scolastici. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “questi numeri rappresentano il fallimento delle politiche del reclutamento degli ultimi anni. Va in ruolo solo la metà degli insegnanti che il Mef aveva autorizzato e appena 12mila con le Gps, dove rimangono in attesa centinaia di migliaia di precari con 24-36 mesi, molti dei quali in base a direttive e risoluzioni UE, oltre che per la Corte di Giustizia europea, dovevano invece essere immessi in ruolo in modo automatico e dire così basta all’abuso dei contratti a termine. L’apice dell’inefficienza si tocca con le cattedre di sostegno: ormai quelle in deroga, non utilizzabili per assunzioni a tempo indeterminato e mobilità, sono quasi 90mila. Cosa aspettiamo a specializzare con Tfa non selettivo in entrata tutti i docenti che lo chiedono, senza più limitare i loro ingressi sulla base delle esigenze degli atenei e non a quelle effettive dei territori? Cosa attendiamo a spostare in organico di diritto tutti i posti di sostegno, facendo cadere la Legge 128/2013 che autorizza le deroghe fino al 30 giugno? E che dire dell’esiguo numero di amministrativi, tecnici e ausiliari stabilizzati, dopo avere cancellato 50mila posti negli ultimi 12 anni? Anche per questi motivi, per il perdurare della supplentite, Anief chiede ai lavoratori in servizio di dieci regioni di scioperare domani e nei giorni successivi a tutti gli altri”, conclude Pacifico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostegno alle imprese agricole femminili

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 agosto 2021

“Con la conversione in legge del decreto Sostegni-bis, diviene norma l’estensione alle donne senza limiti d’età delle agevolazioni previsto sinora per i giovani imprenditori agricoli con la misura ‘Più Impresa’ di Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare del Ministero delle Politiche agricole. Una modifica che abbiamo fortemente voluto e che mira a sostenere il ‘lato rosa’ dell’agricoltura italiana che oggi rappresenta il 26% del totale”. A dichiararlo è il deputato Giuseppe L’Abbate, esponente M5S in commissione Agricoltura e che già da sottosegretario al Mipaaf avviò il ‘Progetto Credito’ per rinnovare l’accesso ai finanziamenti per le imprese del comparto primario. “Le imprese agricole – aggiunge – a totale o prevalente partecipazione femminile potranno beneficiare di un contributo a fondo perduto fino al 35% delle spese ammissibili e di un mutuo a tasso zero per la restante parte nei limiti del 60% dell’investimento. A fine 2020, le donne in agricoltura risultano 233mila su un totale di 912mila occupati, con 56.300 imprese iscritte. L’incidenza maggiore rispetto alla media nazionale la si registra in Campania (39%), Basilicata (39%), Molise (36%), Liguria (34%), provincia autonoma di Trento (32%) e Abruzzo (32%) e, soprattutto al Sud, l’agricoltura ha una funzione sociale e contribuisce ad attenuare la disoccupazione femminile”.“Continua il nostro impegno parlamentare per sostenere con norme la realizzazione di strumenti semplici, utili nonché adeguati alle necessità delle imprese agricole. Tutto ciò nel solco di una collaborazione proficua con i vertici Ismea, che ringrazio” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Assunzioni da GPS, per Anief il servizio su sostegno deve essere valutato su posto comune

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 agosto 2021

Le supplenze di didattica “speciale” sono da considerare alla pari di quelle prestate su cattedra comune nel sistema nazionale di istruzione. Il sindacato consiglia a tutti i docenti inseriti nella prima fascia delle Graduatorie provinciali delle supplenze di presentare la domanda per partecipare al piano straordinario di immissioni in ruolo e di ricorrente per ottenere il riconoscimento di tale diritto. Per l’ufficio legale Anief, inoltre, ha facoltà di presentare domanda anche chi non ha maturato i tre anni di servizio, al pari di chi è inserito in seconda fascia. Per aderire cliccare qui.Anief non ha dubbi: i servizi di supplenze vanno considerati tutto allo stesso modo. Non ci sono differenze di sorta. Il servizio su sostegno, quindi, è da considerare alla pari di quello svolto su cattedra curricolare nel sistema nazionale di istruzione: pertanto, il giovane sindacato ha avviato un ricorso specifico presso il Tar Lazio per ottenere l’ammissione alla procedura per l’assegnazione anche ai docenti nella seconda fascia delle Graduatorie provinciali delle supplenze dei posti comuni e di sostegno vacanti e disponibili residui dopo le immissioni in ruolo per l’a.s. 2021/2022

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

2,5 miliardi di € a sostegno dei lavoratori autonomi e degli operatori sanitari nel contesto della pandemia di coronavirus

Posted by fidest press agency su sabato, 17 luglio 2021

La Commissione europea ha approvato un regime da 2,5 miliardi di € dello Stato italiano a sostegno dei lavoratori autonomi e di determinati operatori sanitari, che nel contesto della pandemia di coronavirus saranno parzialmente esentati dal versamento dei contributi previdenziali. La Commissione ha adottato un quadro temporaneo per consentire agli Stati membri di avvalersi pienamente della flessibilità prevista dalle norme sugli aiuti di Stato al fine di sostenere l’economia nel contesto dell’emergenza del coronavirus. La Commissione consentirà inoltre agli Stati membri di convertire fino al 31 dicembre 2022 gli strumenti rimborsabili concessi in applicazione del quadro temporaneo (quali garanzie, prestiti e anticipi rimborsabili) in altre forme di aiuto, ad esempio sovvenzioni dirette, a patto che siano soddisfatte le condizioni del quadro.Il quadro temporaneo permette agli Stati membri di combinare tra loro tutte le misure di sostegno ad eccezione dei prestiti e delle garanzie sullo stesso prestito, sempre nel rispetto dei massimali fissati nel quadro stesso. Gli Stati membri possono inoltre combinare tutte le misure di sostegno autorizzate nell’ambito di tale quadro con le possibilità già previste per concedere aiuti de minimis alle imprese, fino a un massimo di 25 000 € nell’arco di tre esercizi finanziari a quelle che operano nel settore dell’agricoltura primaria, di 30 000 € nell’arco di tre esercizi finanziari a quelle nel settore della pesca e dell’acquacoltura e di 200 000 € nell’arco di tre esercizi finanziari a quelle attive in tutti gli altri settori. Al tempo stesso gli Stati membri devono impegnarsi ad evitare cumuli indebiti delle misure di sostegno a favore delle stesse imprese, limitandone l’importo a quanto necessario per sopperire al fabbisogno effettivo.Il quadro temporaneo integra inoltre le numerose altre possibilità di cui gli Stati membri già dispongono per attenuare l’impatto socioeconomico dell’emergenza coronavirus, in linea con le norme dell’UE sugli aiuti di Stato.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: TFA Sostegno VI ciclo, soltanto 22 mila posti banditi

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2021

La pubblicazione del D.M. 755/2021 ha dato avvio al VI ciclo del TFA Sostegno. Ancora numerose, però, le criticità rilevate da ANIEF che si trascinano dai precedenti cicli.Arrivano timide risposte al problema dell’esiguità dei posti attivati in numerose regioni, grazie anche all’azione giudiziaria gratuita promossa dall’ANIEF che ha portato, ad esempio, al raddoppio dei posti in Piemonte (saranno 400 per il VI ciclo, lo scorso anno erano stati 205, due anni fa 200).“Qualcosa dopo il nostro contenzioso si è mosso – dichiara Marcello Pacifico, presidente ANIEF – ma siamo ancora ben lontani dai livelli necessari per soddisfare realmente il fabbisogno di docenti di sostegno specializzati dei territori e per garantire l’inclusione degli studenti disabili. Siamo pronti – conclude Pacifico – a tornare in tribunale e riportare il caso all’attenzione dei giudici”.Moltissime, inoltre, le categorie di docenti escluse, tra le quali spiccano quella dei docenti in possesso di diploma di Conservatorio, Belle Arti o Accademia di Danza e del titolo di dottore di ricerca, non considerati come personale abilitato all’insegnamento e cui viene imposto comunque il possesso dei 24 CFU. Illegittima, inoltre, l’esclusione del personale educativo cui, come sempre, viene precluso l’accesso ai posti per il sostegno nella scuola primaria, e quella di fatto dei diplomati in possesso di titolo valido solo per la classe di concorso ad esaurimento A-66.L’ufficio legale ANIEF continua, infine, a ritenere irricevibile anche la soglia di sbarramento nella preselettiva per l’accesso alle prove scritte: anche quest’anno, infatti, saranno ammessi a sostenere la prova scritta solo i candidati che rientreranno nel numero pari al doppio dei posti messi a bando, pur se hanno superato i test preliminari raggiungendo la soglia minima di 18/30.Inoltre, ANIEF ribadisce la necessità di garantire l’accesso diretto alla prova scritta di tutti i docenti con tre anni di servizio, anche curricolare, e quello diretto ai corsi dei docenti con tre anni di servizio su sostegno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Europa: 6,1 miliardi di euro per la pesca sostenibile e per sostenere i pescatori

Posted by fidest press agency su sabato, 10 luglio 2021

Il nuovo Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l’acquacoltura (FEAMPA) incoraggia i Paesi UE a investire per rendere i settori della pesca e dell’acquacoltura più competitivi e per sviluppare un’economia blu sostenibile, nuovi mercati e tecnologie, oltre a proteggere e ripristinare la biodiversità. Almeno il 15% degli stanziamenti nazionali dovrà essere speso in azioni per favorire il controllo della pesca e la raccolta di dati per contrastare la pesca illegale e non regolamentata.Su richiesta del Parlamento, gli Stati membri dovranno prendere in considerazione le esigenze della piccola pesca costiera e precisare le misure che intendono adottare per aiutarla a svilupparsi.Inoltre, il Fondo continuerà a compensare i costi aggiuntivi che queste regioni affrontano a causa della loro posizione remota. Per portare i più giovani nelle comunità di pescatori, dove l’età media supera i 50 anni, il nuovo FEAMPA può finanziare la prima imbarcazione o la proprietà parziale (di almeno il 33%) per i pescatori che, alla data di presentazione della domanda di sostegno, non superino i 40 anni e che abbiano lavorato per almeno cinque anni come pescatori (o acquisito un’adeguata formazione).Le azioni nell’ambito del FEAMPA non comportano un aumento della capacità di pesca, a meno che ciò non derivi direttamente da un aumento della stazza lorda di un peschereccio, necessario per migliorarne la sicurezza, le condizioni di lavoro o l’efficienza energetica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cattedre di sostegno affidate a precari non abilitati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 luglio 2021

Uno dei motivi del boom di cattedre di sostegno affidate a precari non specializzati è quello del basso numero di posti per la frequenza dei corsi di specializzazione, soprattutto nelle province dove, paradossalmente, c’è maggiore richiesta di personale specializzato in didattica speciale. “A maggior ragione – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – vanno inclusi automaticamente nei nuovi corsi Tfa sostegno tutti coloro che hanno svolto almeno trentasei mesi di servizio su sostegno senza titolo specializzante: diamogli la possibilità di frequentare questi corsi universitari ed ottenere il titolo”.Il sindacalista sa bene che qualora si dovesse continuare come è stato fatto sino ad oggi, non si potrà mai ridurre l’altissimo ricorso a nuovi supplenti da parte di presidi: una pratica, affidata ai dirigenti scolastici, che ogni anno riguarda decine di migliaia di docenti. “Senza l’allargamento dei corsisti – spiega ancora Pacifico – avremo sempre insegnanti non specializzati, perennemente precari, nominati su posti di sostegno. Tutto questo, se confermato, non aiuta la didattica, non aiuta le famiglie con giovani disabili, non aiuta tanto meno il diritto all’inclusione degli alunni. Anief, pertanto, annuncia la volontà di volere ricorrere ancora in Tribunale per allargare il numero di posti di specializzazione programmati e di far frequentare a tutti i corsi di sostegno”.In particolare, sul Tfa sostegno il Consiglio di Stato ha di recente dato ragione all’Anief: il numero di posti dei docenti da specializzare si stabilisce in base alle necessità effettivi. A questo proposito, Uno dei casi più clamorosi di mancata attivazione di posti adeguata fu, nel 2018, quello del Piemonte, prontamente denunciato dall’Anief, dove il fabbisogno di insegnanti da specializzare nel 2018 ammontava a 4.657 posti, ma nell’ultimo ciclo di TFA erano stati autorizzati solo 200 posti. Anche in Emilia Romagna la differenza fu enorme: a fronte del fabbisogno di insegnanti da specializzare pari a 4.860 posti (oggi diventati 6.000), nell’ultimo ciclo di TFA sostegno ne furono autorizzati appena 320. Mentre la sola Università di Messina organizzò i corsi per ben 2.000 posti di specializzazione e l’Università di Enna 1.125. Mentre altri atenei, come quello di Bologna, non ne avviarono nemmeno uno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sostegno dei pazienti con melanoma

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 luglio 2021

Bruxelles, Belgio; Castres, Francia. L’Organizzazione Europea per la Ricerca e il Trattamento del Cancro (EORTC) e Pierre Fabre annunciano una partnership strategica a sostegno dei pazienti con melanoma BRAF mutato in stadio II resecato. La partnership include la pianificazione, la progettazione e l’esecuzione di un ampio studio di fase 3, attualmente in fase di approvazione da parte delle autorità regolatorie, che ha l’obiettivo di studiare l’utilizzo di terapie a bersaglio molecolare, mirate verso i geni BRAF e MEK, nel ridurre il rischio di ricaduta in questa popolazione di pazienti.Pierre Fabre ha un impegno di lunga data nei confronti della comunità di pazienti con melanoma e adotta un approccio olistico unico alla salute della pelle attraverso l’esperienza combinata di oncologia, dermatologia e dermocosmesi. EORTC, una rete che riunisce 2.800 esperti di ricerca clinica sul cancro in tutto il mondo, condivide l’impegno di Pierre Fabre per migliorare lo standard di trattamento del cancro per i pazienti.Il melanoma si sviluppa quando un danno al DNA delle cellule della pelle innesca mutazioni che possono portarle a moltiplicarsi e a formare tumori maligni.1 Ogni anno vengono diagnosticati circa 324.000 nuovi casi di melanoma nel mondo, di cui circa la metà presenta mutazioni a carico di BRAF, un obiettivo chiave nel trattamento del melanoma metastatico.2,3,4 Entro il 2025 si prevede che i casi aumentino a oltre 340.000.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: Piano caldo e sostegno persone anziane

Posted by fidest press agency su martedì, 29 giugno 2021

Al via il Piano Caldo di Roma Capitale per offrire alle persone anziane momenti di svago, intrattenimento e socializzazione durante i mesi estivi, con un programma di iniziative intenso e variegato.Otto associazioni coinvolte, con date diverse tra il 28 giugno e il 19 settembre propongono possibilità differenti, con prenotazione obbligatoria per rispettare le misure di sicurezza sanitaria. Attività ricreative, culturali, sportive, anche all’aperto per un’estate da vivere in relax e sicurezza, tra mare, piscina, circoli di lettura, laboratori, corsi e momenti di socialità ricreativa.L’associazione “Sentieri popolari” (06-31079007) propone, dal 1° luglio al 19 settembre, presso la libreria Todomodo in via Bellegra 46, nel vicinissimo parco di Villa Gordiani (via Prenestina 325), e presso altri parchi della città un percorso di sostegno della terza età con attività ludico-didattiche, motorie e culturali, ma anche visite del territorio, laboratori riciclo creativo, corso di scacchi, alfabetizzazione informatica, circolo di lettura e altre attività culturali. Dal 28 giugno al 10 settembre, la Uisproma work in progress s.s.d. a.r.l. (06-4182111) organizza attività motoria in acqua presso la piscina dell’impianto sportivo Fulvio Bernardini (via dell’Acqua Marcia, 51) e attività motoria e ricreativa fuori dall’acqua nello spazio ombreggiato nei pressi della piscina. Dal 12 luglio al 3 settembre, il Circolo Montecitorio s.s.d. in via dei Campi Sportivi, 5 (06-8084776) mette a disposizione l’utilizzo della piscina e delle aree verdi annesse, con fruizione dell’area ristoro, libero accesso alla biblioteca, sala carte e TV, corsi in acqua ed eventi culturali gratuiti. Dal 1° luglio al 3 settembre anche la Free sport s.s.d. a.r.l. presso la sede dello Sporting Club Ostiense in via del Mare, 128 (06-5923306) offre lezioni di acqua fitness, uso di lettino e ombrellone, ping pong, biliardino e palestra.Dal 1° luglio al 10 settembre la Baila dance s.s.d. a.r.l. in via Gregorio XI, 211 (06-45677924) dà il via ad attività motorio-sportive, in particolar modo la danza; attività ludico-ricreative e giochi di abilità (quiz e tornei di carte), ma anche a laboratori teatrali con spettacolo finale. Alcune attività saranno svolte nel Parco di Val Cannuta in via Vezio Crisafulli n. 68/72. Dal 28 luglio al 10 agosto 2021 l’Associazione educativa pedagogica “Petrarca” in via delle Dalie, 13 (392 840 4895) propone un soggiorno diurno marino presso lo stabilimento Orsa Maggiore Cral Poste (Lungomare Amerigo Vespucci 32, Lido di Ostia) con servizio navetta inclusa. Previste attività motorie, ludico/ricreative e di socializzazione: corso di ginnastica in acqua e\o sul bagnasciuga, attività di canto e ballo, giochi socio-ricreativi, spazio di ascolto di gruppo. Sono inoltre inclusi: servizio di trasporto (sarà garantita la partenza da punti di raccolta da definire in base alla zona di appartenenza), pranzo, servizio spiaggia comprensivo di ombrellone e lettino, servizi igienici, cabine di spogliatoi e la presenza di un accompagnatore e un educatore. Dal 1° luglio al 30 settembre l’Accademia nazionale di cultura sportiva (06-40410287) presso il CSA “Giardinetti” (via Carlo Santarelli angolo via Casilina) e presso il CSA “Pierino Emili” (via Bompietro, 19), propone attività motorie di tipo aerobico (ginnastica educativa/posturale, camminate di gruppo, balli di gruppo) e ludico-ricreative, nonché seminari su attività motoria, sanitaria e alimentare. E ancora, dal 1° luglio al 3 settembre, accesso libero alla piscina e utilizzo dell’ampio spazio verde attrezzato dello Sporting Club Ostiense in via del Mare, 128 (06-5923306). Un ventaglio di possibilità per ogni tipo di esigenza e di interesse, per garantire anche a chi resta in città durante l’estate di vivere nel migliore dei modi i mesi caldi.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Istruzione: Bianchi vuole eliminare le classi pollaio e più docenti di sostegno

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 giugno 2021

Il ministro dell’Istruzione ammette gli errori dei governi degli ultimi 15-20 anni. “Il tema classi sovraffollate, classi pollaio, è frutto di una scelta fatta in passato – ha detto oggi Bianchi – : sono stati concentrati gli istituti nei grandi capoluoghi ma si è rivelata una trappola e sta creando problemi di gestione. Su questo io sto facendo le mie battaglie, non metto certezze sui risultati. Io sto cercando di fare sì che non ci siano classi da 28 studenti e di prevedere istituti superiori non solo nelle grandi città, cambiando modo di fare politica che negli ultimi 20 anni ha guardato altrove”. Bianchi ha anche parlato di sostegno agli alunni con disabilità. “Agire sull’inclusione – ha detto – significa agire su un punto forte della nostra storia: stiamo lavorando molto con le forze in Parlamento per giungere alla possibilità di una soluzione che permetta non solo 15mila assunzioni di insegnanti di sostegno, ma qualcosa in più. Ma bisogna che anche le nostre università mettano a disposizione più posti per la specializzazione nel sostegno, serve un’azione di sistema. Se moltiplichiamo i 300mila casi di studenti che in Italia hanno bisogno del sostegno, per il numero dei ragazzi che sono nelle classi in cui quei ragazzi vivono, si vede come questo coinvolge tutta la scuola italiana”. “Avere persone specializzate dalle nostre università, in grado di agire come sostegno a un cambiamento dell’intera classe è un elemento fondamentale. Su questo con molta fatica stiamo raccogliendo anche un consenso tra le forze politiche”, ha spiegato ancora Bianchi. Il ministro ha quindi evidenziato il tema dei troppo pochi posti per le scuole di specializzazione, “un elemento che dobbiamo risolvere: ne ho parlato a lungo con la ministra dell’Università. Dobbiamo portare le persone alla specializzazione avvalendoci delle esperienze che hanno avuto”. È evidente, quindi, l’intenzione del titolare del dicastero dell’Istruzione di portare avanti gli impegni presi meno di un mese fa a Palazzo Chigi, a iniziare dall’esigenza di assumere nuovi docenti con modalità più snelle e moderne, in linea con quelle adottate dall’Unione europea, anche per evitare che la prossima estate si arrivi a coprire nemmeno il turn over. “Per noi – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – è troppo importante rivedere il rapporto alunni-classi, oltre che quello alunni-plessi scolastici, alunni-insegnanti: se si vuole davvero migliorare l’offerta formativa e ridurre la dispersione scolastica, sono tutti passaggi ineludibili”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno – Straordinaria sentenza ottenuta dall’Anief

Posted by fidest press agency su domenica, 13 giugno 2021

La novità normativa su cui il TAR Lazio è stato chiamato a decidere dai legali Anief circa la sua interpretazione è l’art. 10 del d.lgs. n. 66/2017, che prevede, nello specifico, che l’individuazione e l’assegnazione delle ore di sostegno debba avvenire, da parte del dirigente scolastico, “[…] sulla base del PEI di ciascun alunno, raccolte le osservazioni e i pareri del GLI, sentito il GIT, tenendo conto delle risorse didattiche, strumentali, strutturali presenti nella scuola, nonché della presenza di altre misure di sostegno, al fine di realizzare un ambiente di apprendimento favorevole allo sviluppo dell’autonomia delle bambine e dei bambini, delle alunne e degli alunni, delle studentesse e degli studenti con accertata condizione di disabilita’ in eta’ evolutiva ai fini dell’inclusione scolastica […]”, mentre il quadro legislativo previgente in materia, vedeva quale unica fonte di attribuzione delle ore di sostegno proprio il P.E.I., residuando in capo al dirigente scolastico un potere amministrativo interamente vincolato in sede di successiva adozione del decreto di assegnazione delle misure di sostegno spettanti all’alunno disabile.Lo stesso TAR del Lazio, dunque, con la sentenza emanata oggi, rileva come proprio l’articolo 10 del d.lgs. n. 66/2017, sembri “attribuire al dirigente scolastico il potere/dovere di individuare ed assegnare le ore di sostegno senza vincolarlo ai contenuti del P.E.I., che sembra piuttosto dover rappresentare una base di partenza e non un punto di arrivo. La norma, quantomeno dal punto di vista squisitamente letterale, pare prevedere un procedimento di individuazione e di assegnazione delle ore di assistenza agli alunni affetti da disabilità “a formazione progressiva” che, prendendo le mosse dal P.E.I. (come confermato dalla locuzione “sulla base del […]”), consentirebbe al dirigente scolastico, previa acquisizione del parere reso da due organi collegiali (G.L.I. e G.I.T.), di assegnare le ore di sostegno sulla scorta anche di ulteriori apprezzamenti discrezionali con riferimento al complesso delle risorse didattiche, strumentali e strutturali della scuola, nonché sulla presenza di altre, e non meglio precisate, misure di sostegno”. Ma lo stesso Tribunale Amministrativo per il Lazio, tiene a precisare che “Volendo assecondare la succitata scansione procedimentale sancita dalla lettera della riforma normativa de qua, invero, sia la presenza di ben due pareri postumi rispetto al P.E.I., rilasciati da organi di natura territoriale e diversi rispetto al G.L.O., sia il residuare di uno spazio per valutazioni discrezionali riservate al dirigente scolastico, sono elementi che finiscono per far vacillare l’ormai assodata intangibilità dei contenuti del P.E.I., al punto che lo stesso rischierebbe di essere declassato a mero atto endoprocedimentale, espressione di un potere amministrativo ancora in fieri”.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno ai lavoratori adibiti alla pesca

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

“I pescatori italiani potranno presto presentare domanda per accedere ai 31,1 milioni di euro stanziati nella scorsa Legge di Bilancio. È giunto, infatti, a conclusione il lavoro di interlocuzione tra Inps e Ministero del Lavoro e verrà presto emanata una disposizione per l’avvio della raccolta delle domande, che si concluderà a fine settembre”. Ad annunciarlo è il deputato Filippo Gallinella (M5S), Presidente della commissione Agricoltura, promotore della misura di sostegno al reddito in favore dei lavoratori adibiti alla pesca che abbiano subito una sospensione o una riduzione dell’attività lavorativa, o una riduzione del reddito, a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Un aiuto che potrà essere riconosciuto per una durata massima di 90 giorni, nel periodo tra il 1° gennaio e il prossimo 30 giugno.“Mi auguro che accanto a questo sostegno per il periodo emergenziale Covid – prosegue Gallinella (M5S) – si aggiungano presto ammortizzatori sociali stabili e duraturi per i lavoratori della pesca. Una proposta che approderà nei prossimi giorni in Aula a Montecitorio, contenuta nella proposta di legge del collega Giuseppe L’Abbate (M5S) e su cui sono al lavoro i ministri Patuanelli e Orlando affinché si giunga ad una soluzione della situazione previdenziale dei pescatori italiani”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Docenti di sostegno, Anief presenta il reclamo collettivo al Comitato europeo dei Diritti Sociali

Posted by fidest press agency su martedì, 8 giugno 2021

È stato presentato al Comitato europeo dei Diritti Sociali il reclamo collettivo del giovane sindacato a seguito delle plurime violazioni della Carta Sociale Europea commesse dallo Stato italiano riguardo lo scarso numero posti di sostegno attivati in organico di diritto, il conseguente irrisorio numero di posti utili per le immissioni in ruolo e le scarse possibilità di accesso a procedure di specializzazione da parte dei precari. Marcello Pacifico (Anief): “Insegnanti di sostegno e alunni con disabilità sono vittime di un sistema contorto volto a ‘risparmiare’ proprio su un settore così delicato dell’Istruzione pubblica. Il nostro sindacato non può più tollerare una simile situazione, per questo abbiamo denunciato al Comitato Europeo l’irregolarità del nostro sistema nazionale, richiedendo il suo intervento”.Dopo il reclamo collettivo n. 146/2017 già accolto dallo stesso Comitato europeo dei Diritti Sociali per la tutela dei diritti dei docenti con 36 mesi di servizio e quello n. 159/2018 presentato in favore dei docenti con diploma magistrale abilitante di cui è ormai prossimo l’esito, l’Anief si rivolge nuovamente al CEDS per sottoporre al vaglio del Comitato la disastrosa condizione in cui versa il sostegno didattico agli alunni con disabilità in Italia. Nel reclamo appena depositato, infatti, il giovane sindacato ha tenuto a evidenziare l’ormai congenita situazione di precarietà di gran parte dei docenti di sostegno (ben 104.000 ossia oltre il 56% dell’organico complessivo), la mancanza della necessaria specializzazione didattica per oltre il 79% degli insegnanti precari impegnati nelle attività didattiche di sostegno dovuta anche ai numeri esigui di posti attivati per i percorsi di specializzazione in molte zone d’Italia, il mantenimento di 82.509 posti di sostegno nel così detto “organico di fatto”, ossia nell’organico utilizzabile soltanto per conferire contratti con scadenza al 30 giugno causando, conseguentemente una discontinuità didattica particolarmente corposa e che danneggia annualmente ben 170 mila alunni con disabilità (il 59% del totale). È stato segnalato, inoltre, l’inevitabile ricorso allo strumento del contenzioso giudiziario, da parte delle famiglie, per ottenere ogni anno l’attribuzione del corretto monte ore con l’insegnante di sostegno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Precariato, servono modifiche al decreto Sostegni-bis

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 giugno 2021

Sono diverse lo modifiche che il sindacato Anief chiede di apportare al decreto Sostegni-bis: reintrodurre la call veloce per assumere i docenti e anche gli idonei del concorso per DSGA; attuare il doppio canale di reclutamento come una procedura a regime e non transitoria, da associare solo alla pandemia in atto; stabilizzare docenti con 36 mesi di servizio svolto, come chiede l’Unione europea, a prescindere dagli esiti dalla eventuale partecipazione ai concorsi; assumere in modo definitivo tutti coloro che sono stati assunti con clausola rescissoria e dopo avere superato positivamente l’anno di prova; tranne eventuali deroghe, la prova disciplinare per l’accesso al percorso annuale di formazione deve essere di una durata massima di trenta minuti; dare la possibilità di ripetere la prova disciplinare dell’anno di prova senza prevedere l’immediata “decadenza della procedura”; attuare il doppio canale di reclutamento attraverso l’aggiornamento annuale delle graduatorie ad esaurimento, dove potere dare accesso a tutto il personale docente ed educativo in possesso dell’abilitazione, come già avvenuto nel 2008 e nel 2012.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno alle imprese attive nel trasporto passeggeri su strada

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 Maggio 2021

La Commissione europea ha approvato un regime italiano del valore di 20 milioni di € a sostegno delle imprese attive nel trasporto passeggeri su strada colpite dalla pandemia di coronavirus. Il regime è stato approvato a norma del quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato. Gli aiuti saranno erogati sotto forma di sovvenzioni dirette. Il regime è aperto alle imprese di autobus che gestiscono servizi di trasporto passeggeri su strada su tratte a medio e lungo raggio che non sono soggette a obblighi di servizio pubblico. Scopo della misura è attenuare l’improvvisa carenza di liquidità che le imprese colpite si trovano ad affrontare a causa della pandemia di coronavirus.La Commissione ha constatato che il regime è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, il sostegno i) non supererà 1,8 milioni di € per impresa; e ii) sarà concesso entro il 31 dicembre 2021. La Commissione ha concluso che la misura è necessaria, adeguata e proporzionata per porre rimedio al grave turbamento dell’economia di uno Stato membro, in linea con l’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE e con le condizioni del quadro temporaneo. Su queste basi la Commissione ha approvato le misure in conformità delle norme dell’Unione sugli aiuti di Stato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Yemen: si amplia il sostegno del WFP nelle aree a rischio carestia

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 Maggio 2021

L’agenzia ONU World Food Programme (WFP) sta aumentando il ivello di assistenza alimentare nei luoghi di maggiore fame in Yemen nello sforzo di prevenire una devastante carestia. Tuttavia, rimane incerta la capacità dell’agenzia di mantenere questo livello di risposta fino alla fine dell’anno a causa delle limitate previsioni di finanziamento.“La continua fragilità in Yemen, associata ai fattori persistenti alla base dell’insicurezza alimentare, ha messo lo Yemen in condizioni di acuta vulnerabilità ad un peggioramento dei livelli della fame, e delle condizioni per la carestia”, ha detto Laurent Bukera, Direttore WFP in Yemen. “L’escalation del conflitto, il declino economico, l’aumento dei prezzi mondiali dei beni e il COVID-19 hanno tutti insieme contribuito all’allarmante aumento della fame acuta nell’ultimo anno”.Quasi 50.000 persone vivono già in condizioni simili alla carestia e 5 milioni di persone vi sono pericolosamente vicine, con un bambino che muore ogni 10 minuti per malattie prevenibili come la diarrea, la malnutrizione ed infezioni del tratto respiratorio.Per rispondere a questi bisogni acuti, il WFP a febbraio ha ripreso le distribuzioni mensili per 350.000 persone in 11 distretti che vedono condizioni simili alla carestia (livello 5, il massimo, dell’Integrated Phase Classification*).Ad aprile e maggio di quest’anno, dopo la conferma di nuovi finanziamenti, il WFP ha iniziato ad aumentare l’assistenza a circa 6 milioni di persone nei 9 governatorati con i tassi più alti di “insicurezza alimentare emergenziale” (IPC4): Hajjah, Al Jawf, Amran, Al Hodeidah, Raymah, Al Mahwit, Sa’ada, Dhamar e Taiz. A partire da giugno, queste persone riceveranno di nuovo razioni alimentari complete ogni mese.Il WFP sostiene un totale di 12,9 milioni di persone con assistenza alimentare in Yemen, dando priorità alle aree con i tassi più alti di insicuezza alimentare e fornendo sostegno rapido a famiglie sfollate a causa del conflitto, come nel governatorato di Marib. Tuttavia, ad aprile 2020, in un contesto operativo difficile e tenuto conto dei ridotti finanziamenti, il WFP è stato costretto a fornire assistenza ogni due mesi invece che ogni mese, nelle aree settentrionali dello Yemen.Quest’anno, i donatori hanno finora contribuito con quasi 947 milioni di dollari agli sforzi del WFP nella prevenzione della fame in Yemen, incluso un forte sostegno da Stati Uniti, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Germania e Unione europea. Il servizio di monitoraggio del WFP della sicurezza alimentare, che registra i consumi di cibo, la varietà alimentare e strategie di adattamento a livello alimentare, mostrerà presto l’impatto del graduale potenziamento dell’assistenza, come già successo con il significativo aumento di assistenza nel 2019 nel momento dell’ultima minaccia di carestia.“Inizieremo a vedere gli effetti nei prossimi mesi, ma i primi miglioramenti saranno fragili”, è l’allarme di Bukera. “La capacità del WFP di mantenere una risposta di questo livello fino alla fine dell’anno rimane incerta. Sono necessari, immediatamente, finanziamenti continuati, prevedibili e flessibili, altrimenti vedremo sfumare ogni progresso fatto e i bisogni cresceranno rapidamente in quello che è un contesto operativo difficile ed imprevedibile”.La fame è aumentata in Yemen con il deteriorarsi del conflitto, che costringe le famiglie ad abbandonare le proprie case per la terza o addirittura la quarta volta con la guerra che entra nel suo settimo anno. Con gli aumenti dei prezzi alimentari – fino al 200 per cento rispetto a prima del conflitto –il cibo è fuori dalla portata per milioni di persone. In aggiunta, una seconda mortale ondata di Covid-19 sta attraversando il paese e il sistema sanitario non riesce a farvi fronte.Come chiaramente espresso nella Risoluzione 2417 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite – votata esattamente tre anni fa – il ciclo corrosivo di fame e conflitti segnala come solo la pace può essere una soluzione duratura alla crisi della fame in Yemen. Fino a quando ciò non avverrà, l’assistenza umanitaria sarà vitale mentre devastanti potrebbero essere, per i yemeniti, le conseguenze di un altro deficit di finanziamenti.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Tfa sostegno, quando il nuovo corso di specializzazione?

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 Maggio 2021

Nella scuola la docenza del sostegno continua a essere contraddistinta per l’altissima percentuale di personale non specializzato a insegnare agli alunni disabili. L’amministrazione, però, continua incredibilmente a rifiutare le candidature di chi chiede di specializzarsi in questo campo. E addirittura di chi è stato dichiarato idoneo. Gli idonei in attesa di specializzazione sul sostegno, provenienti da tutta Italia, hanno quindi fatto bene, stamane, a manifestare davanti al ministero dell’Istruzione proprio per chiedere la pubblicazione del bando del VI ciclo e iniziare il prima possibile il corso e l’inserimento in graduatoria, così da “evitare di rimanere congelati un altro anno scolastico, con conseguenze negative anche sul piano dell’inclusione dei ragazzi e delle ragazze con disabilità”. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief “hanno ragioni da vendere”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola Sostegno: i posti per la specializzazione devono rispettare il fabbisogno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 Maggio 2021

;”Il Consiglio di Stato, sulla scorta di quanto denunciato dai legali ANIEF Walter Miceli, Fabio Ganci e Nicola Zampieri, ha confermato che, a titolo esemplificativo, in Piemonte “il fabbisogno di insegnanti da specializzare nel 2018 ammontava a 4.657 posti, ma nell’ultimo ciclo di TFA sono stati autorizzati solo 200 posti. In Emilia-Romagna il fabbisogno di insegnanti da specializzare ammontava a 4.860 posti (oggi sono diventati 6.000), ma nell’ultimo ciclo di TFA ne sono stati autorizzati solo 320”.Fatto ancora più grave, l’attivazione di un numero di posti per la specializzazione del tutto insufficiente a coprire il fabbisogno locale è avvenuta senza alcuna consultazione preventiva degli atenei con i rispettivi uffici scolastici regionali, come invece previsto a livello procedurale.L’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, ad esempio, in adempimento all’ordinanza istruttoria ordinata dal TAR Lazio, ha espressamente confermato che “non risulta essere stata inviata a questo Ufficio dal Comitato regionale di coordinamento delle Università alcuna richiesta relativa al fabbisogno di personale specializzato di sostegno” nonché “l’impossibilità di riunire il Coreco in tempo utile”. I giudici di Palazzo Spada, pertanto, hanno appurato che “per ammissione della stessa amministrazione resistente è mancata la necessaria preventiva consultazione tra le Università e gli Uffici scolastici regionali in merito ai fabbisogni di personale da specializzare per le attività didattiche di sostegno”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: “Decreto Sostegni, ultimo treno per i docenti “immobilizzati”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 Maggio 2021

Nella scuola ci sono molti docenti che guardano con attenzione ad alcuni degli emendamenti segnalati dai gruppi parlamentari e proposti anche dall’Anief: un paio di questi riguardano la cancellazione dell’obbligo di permanenza nella sede di assunzione per cinque anni. “Siccome tra i lavoratori della scuola la realtà è variegata – spiega Marcello Pacifico – c’è molta mobilità tra le varie zone del Paese. E diventa fondamentale per la politica”. Il sindacato ricorda che per quanto riguarda il Decreto Legge “Sostegni”, già approvato dal CdM, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e che oggi approda nell’Aula di Palazzo Madama per la votazione finale, sono state formulate delle precise richieste per trovare una soluzione ai docenti “immobilizzati. Tra questi, sono presenti quelli a firma del senatore Antonio Iannone (FdI) suggeriti dal sindacato Anief per la riduzione da cinque a tre anni del vincolo sulla mobilità (31.0.8) e sulla prossima assegnazione provvisoria (31.0.16).

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sace: sostegno tradizionale all’export e all’internazionalizzazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 aprile 2021

“Il nostro mandato, nel corso dell’anno passato, è stato oggetto di un’evoluzione oltre il sostegno tradizionale all’export e all’internazionalizzazione, con una SACE sempre di più in prima linea nel supporto alla competitività del Sistema Paese”. Questo il commento dell’Amministratore Delegato di SACE Pierfrancesco Latini, intervenuto alla sessione straordinaria per l’attrazione degli investimenti esteri della Cabina di Regia per l’Italia Internazionale, organizzata dai Ministeri degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dello Sviluppo Economico. “In un 2020 particolarmente complesso abbiamo mobilitato risorse per 46 mld di euro tra le nostre attività tradizionali a sostegno dell’export e dell’internazionalizzazione, in crescita rispetto all’anno precedente nonostante il contesto, e la nuova operatività di Garanzia Italia e Green New Deal. Il tutto al servizio di circa 15.000 imprese, di cui oltre il 90% PMI e MID corporate”.“SACE in questo ambito – prosegue Latini – è peraltro già in grado di supportare lo sviluppo infrastrutturale sul territorio domestico. Interviene con le proprie garanzie a sostegno del sistema finanziario per la realizzazione di progetti di rilevanza strategica destinati ad esempio al rafforzamento del sistema di trasporto nazionale, alla diversificazione delle fonti energetiche e al potenziamento delle reti di telecomunicazione. A questo si aggiunge l’ampio programma di garanzie domestiche previsto dal Decreto Liquidità, in corso di implementazione con apposito Decreto attuativo, nonché l’operatività legata a progetti green in grado di agevolare la transizione ecologica italiana”. “Ma il nostro ruolo a supporto della capacità del Paese di attrarre gli investimenti internazionali va oltre le garanzie finanziarie. Negli ultimi anni abbiamo lavorato accanto a grandi EPC esteri – le società di ingegneria e costruzioni internazionali – e alle filiere d’impresa. Intervenendo da un lato a supporto finanziario degli EPC favorendone una presenza stabile in Italia, dall’altro sostenendo proattivamente lo scouting di fornitori italiani (in particolare PMI) attraverso iniziative di business matching. L’insediamento degli EPC esteri in Italia può essere davvero strategico, sia per lo sviluppo di un loro business a livello locale, sia per favorire l’accesso diretto alle filiere di eccellenze italiane, presso le quali reperire le expertise e le tecnologie per competere con successo in gare internazionali”. “In conclusione: sostegno all’export partendo dalle vocazioni settoriali nazionali, quelli del Made in Italy e delle filiere produttive a cui si aggiunge un impegno trasversale per le infrastrutture e l’innovazione digitale. Tutto questo per creare un sistema più competitivo, più attrattivo e più sostenibile”.“Questo – conclude – è in sintesi l’impegno che SACE sta mettendo in campo. Un impegno che è parte di uno sforzo collettivo e di sistema che ci vede tutti orientati, istituzioni, finanza e imprese, in un gioco di squadra diretto a un unico obiettivo: quello della ripartenza anche attraverso una maggiore competitività e attrattività del nostro Sistema Paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »