Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘mondo’

Dialoghi con il mondo del cinema

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

E’ la nuova rubrica della Consulta Universitaria del Cinema (CUC), l’associazione italiana dei docenti e dei ricercatori universitari di cinema, fotografia, televisione e media audiovisivi.La rubrica dedicata al confronto con il mondo delle istituzioni e dei diversi operatori coinvolti nella produzione e nella promozione culturale del cinema. Direttori di festival, registi, sceneggiatori, attori ed esponenti dell’ambito produttivo, film commission, esercenti, responsabili di archivi e istituzioni cinetecarie, critici cinematografici e referenti ministeriali interverranno in dialogo con la Consulta.«L’urgenza di una riflessione intorno alle conseguenze della pandemia sul settore dello spettacolo, e del cinema in particolare – spiega Giulia Carluccio, presidente CUC – è stata espressa con forza, attraverso mozioni e interventi di associazioni di categoria, e discussa in diverse sedi istituzionali, oltreché ampiamente segnalata dai media. Una riflessione che necessariamente deve accompagnarsi (e si è accompagnata) a una nuova progettualità, all’elaborazione di risposte e modalità inedite che devono poter trovare adeguate forme di sostegno, unitamente alla difesa e al recupero di quanto l’emergenza Covid-19 ha messo fortemente in crisi».
MAKING ØF intende intervenire nel vivo di questa riflessione e di questa progettualità, mettendo in dialogo la Consulta Universitaria del Cinema con i diversi interlocutori del mondo politico e culturale del cinema. I primi tre appuntamenti sono in programma a luglio 2020 e riguarderanno i festival, le cineteche e la critica. Si comincia lunedì 6 luglio con Alberto Barbera, direttore artistico della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, e Stefano Francia di Celle, direttore del Torino Film Festival. Si prosegue lunedì 13 luglio con Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna e co-direttore del festival Il Cinema Ritrovato. Si conclude prima della pausa estiva lunedì 20 luglio con Steve della Casa, critico cinematografico e conduttore del programma radiofonico “Hollywood Party”. Fanno parte della redazione di MAKING ØF Giulia Carluccio (Università di Torino), Emiliano Morreale (Sapienza Università di Roma), Andrea Minuz (Sapienza Università di Roma), Vito Zagarrio (Università Roma Tre) e Giovanna Maina, membri della Consulta Universitaria del Cinema.I soci e le socie CUC potranno partecipare attivamente agli incontri accedendo alla piattaforma Zoom alle ore 18.30. Per tutto il pubblico gli incontri verranno trasmessi anche in live streaming sulla pagina Facebook http://www.facebook.com/consultacinema.
http://www.consultacinema.org/makingof

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Necessità di un importante ed urgente sostegno per il mondo del libro

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2020

L’Associazione Italiana Editori (AIE) torna a chiedere un buono libri a sostegno dei consumi delle famiglie per superare la crisi Covid-19, nel giorno dopo l’incontro online tra i rappresentanti del mondo della cultura e il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini.“Esprimiamo soddisfazione per l’incontro di ieri organizzato da Editori Laterza – spiega il presidente di AIE Ricardo Franco Levi -. Dobbiamo ricordare che il mondo del libro è centrale tanto nella creazione e nel nutrimento di qualsiasi espressione di cultura (perché non può esserci cultura che non si nutra di libri) quanto nel suo peso economico, in quanto di gran lunga la prima industria culturale del Paese, con oltre 3 miliardi di fatturato e un corrispondente, elevatissimo, numero di posti di lavoro”.
“A fronte del durissimo colpo subito, tanto che si parla di una perdita di fatturato che potrebbe arrivare a sfiorare il miliardo, riaffermiamo la necessità di un importante e urgente sostegno – conclude Levi –. In questa prospettiva, dopo aver salutato con soddisfazione il primo passo compiuto con le due misure di sostegno approvate a favore delle biblioteche e delle librerie, riproponiamo con forza e convinzione la proposta avanzata insieme all’Associazione Librai Italiani e all’Associazione Italiana Biblioteche per un buono libri da 100 euro per l’acquisto di libri a favore delle famiglie con figli che iniziano il loro percorso scolastico. Si tratta di una misura che unisce l’urgenza dell’intervento alla costruzione del futuro”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Intelligence Studies. Una comparazione tra l’Italia e il mondo anglo-americano

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2020

Un libro di Mario Caligiuri e Giangiuseppe Pili edito da Rubbettino. “Intelligence Studies. Un’analisi comparata tra l’Italia e il mondo angloamericano” è il titolo del testo scritto da Mario Caligiuri, Presidente della Società Italiana di intelligence e uno dei massimi accademici europei del settore, e Giangiuseppe Pili che da anni presenta i suoi studi sulla filosofia dell’intelligence negli Stati Uniti e in altri Paesi, insegnando anche alla Dublin City University. Il testo, pubblicato da Rubbettino nella collana del Laboratorio sull’Intelligence dell’Università della Calabria, rappresenta uno studio originale e prezioso che colloca per la prima volta l’evoluzione degli studi sull’intelligence italiana nel panorama internazionale. Attraverso un efficace confronto, il testo ricostruisce lo stato dell’arte su quanto è accaduto negli ultimi dieci anni, in cui nel nostro Paese l’intelligence si è imposta come argomento scientifico e nel contesto angloamericano ha ulteriormente ampliato gli orizzonti culturali. Nonostante si stia affermando a livello planetario come un’attività fondamentale, l’inquadramento scientifico dell’intelligence è spesso ancora incerto. Questo volume si prefigge di applicare il rigore necessario per chiarire una complessa materia in modo da inserirla a pieno titolo nel dibattito culturale e politico del nostro Paese, anche per diradare le ombre del passato. Gli intelligence studies vengono qui dettagliatamente presentati in modo chiaro, informato e incalzante. Gli autori offrono una prospettiva originale e comparativa sull’intelligence tra l’Italia, gli USA e Regno Unito mettendo in rilievo le tematiche, gli autori, gli studiosi e i modelli dell’intelligence in diversi contesti culturali e politici che rappresentano due diverse concezioni del mondo. Una ricerca appassionata, documentata e illuminante per condurre il lettore italiano nelle affascinanti sfaccettature sulla natura e sulle ragioni dell’intelligence. Una ricostruzione intrigante, unica per prospettiva e dettaglio, sul mondo scientifico dell’intelligence internazionale.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Misure insufficienti per il mondo della cultura e del turismo

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 maggio 2020

“Le misure del governo per fronteggiare le restrizioni e le chiusure che hanno colpito la cultura e il turismo sono insufficienti. Parliamo di un mondo che riguarda i settori balneare, museale, ricettivo, editoriale, ludico e sportivo. Fratelli d’Italia è sempre stata collaborativa e ma dobbiamo registrare che su quanto si sta facendo su queste materie di alto impatto pubblico non ci siamo. La crisi provocata dall’epidemia del coronavirus fa sì che questo mondo sarà uno degli ultimi a ripartire e non basta prendere atto di alcuni interventi come quello della proroga ai balneari fino al 2033. E’ necessario ad esempio rimodulare per il 2020 i criteri di accesso alle risorse del Fondo unico per lo spettacolo e del tax credit, prevedere risorse aggiuntive per la filiera del libro e dell’editoria, gli archivi, le biblioteche, i musei, compresi quelli statali o comunali, istituire un fondo con funzione di investimento sia con la Cassa depositi e prestiti sia con l’Istituto per il credito sportivo. Non vogliamo restare sordi alla voce di una Nazione che chiede di più e quindi non mancheremo di essere presenti mantenendo vivo il nostro contributo”. E’ quanto ha dichiarato il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanna Petrenga, nel suo intervento in aula sull’informativa del ministro Franceschini.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il mondo chiede più democrazia non meno”

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 maggio 2020

Sono le parole del Presidente del Parlamento europeo David Sassoli pronunciate giorni fa e che riprendo con una riflessione perché sono convinto che abbiamo eretto un simulacro intorno a talune parole svuotandole, in pratica, del loro reale significato. In questo caso, sia chiaro, non da chi le ha pronunciate ma da chi dovrebbe farne un uso quotidiano nel suo agire politico ed istituzionale. Ciò mi fa dire che esistono due linguaggi distinti, e a volte incomunicabili, se pensiamo a cosa è l’Europa e cosa vorremmo che fosse. Non dimentichiamo che l’idea di un’Europa unita aveva per i padri costituenti un primo importante obiettivo: provvedersi di un salvacondotto per evitare in futuro lo scatenarsi di altre guerre mondiali che avessero il proprio innesco in Europa. Ma non abbiamo fatto i conti con i singoli stati e i loro retrogusti. La Germania, ad esempio, che ha provocato due guerre mondiali perdendole, ora sembra rifarsi con il suo potere finanziario ed industriale e volendo avere la pretesa di considerarsi democratica nella logica del primus inter pares ma in pratica sfalsandone il significato per restare “primus” senza “pares”. Oggi questo scollamento comportamentale lo avvertiamo ancora di più in quanto stiamo vivendo una stagione di cambiamenti radicali della società che è divenuta complessa e frammentata con la conseguente crisi dei tradizionali partiti di massa e della loro capacità di rappresentare settori ben definiti della stessa società. A questo punto dovremmo dire che la parola “democrazia” resta ma a quale prezzo? L’abbiamo svilita ed umiliata facendoci perdere la visione di una forma di governo in grado di assicurare stabilità, efficienza decisionale, chiaro funzionamento della responsabilità politica dei governanti e dello stesso ruolo di stimolo e di pragmatismo delle opposizioni. A questo punto, mi chiedo, dobbiamo continuare a parlare di democrazia senza ridicolizzarla? (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un aiuto straordinario per salvare il mondo del libro e ripartire

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 maggio 2020

E’ la richiesta, “un appello che non può essere disatteso”, che, unite, AIB – Associazione Italiana Biblioteche, AIE – Associazione Italiana Editori e ALI – Associazioni Librai Italiani tornano a rivolgere al governo e al parlamento nelle ore decisive prima del varo del decreto che definirà le misure di sostegno all’economia italiana colpita dall’emergenza Covid-19. “La priorità in questo momento è salvare il settore con un piano di aiuti immediati che diano liquidità e sostegno a tutti i soggetti della filiera” spiegano i tre presidenti Rosa Maiello (AIB), Ricardo Franco Levi (AIE) e Paolo Ambrosini (ALI).Secondo le tre associazioni, che già lo scorso 21 aprile avevano presentato un appello congiunto, sono urgenti “interventi immediati a sostegno di imprese, specie le più piccole, di biblioteche, di lavoratori, autori e traduttori”. Accanto alle misure immediate sul fronte del lavoro, con gli ammortizzatori sociali, e sul fronte della liquidità per le imprese, le tre associazioni chiedono un sostegno diretto alla domanda “lungo due linee: risorse alle biblioteche di pubblica lettura per un piano straordinario di acquisti di libri, con particolare attenzione alle librerie del territorio, e un sostegno diretto che favorisca l’acquisto dei libri destinato ai consumatori, ai lettori, alle famiglie con uno strumento analogo al bonus cultura, la cosiddetta 18App, che si è dimostrato di straordinaria efficacia”. Costo della carta, spesa per gli affitti e per l’adeguamento delle sedi sono altre leve su cui intervenire per dare sollievo alla filiera.“Passata questa prima fase di emergenza – concludono i tre presidenti –, presenteremo ancora una volta assieme quelle che a nostro avviso dovrebbero essere le linee guida per uno sviluppo equo e sostenibile del settore del libro, centrale per lo sviluppo culturale e democratico del Paese”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Michael Cunningham: Una casa alla fine del mondo

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 aprile 2020

Trad. Ettore Capriolo, pp. 368, euro 7.99 (La Nave di Teseo editore) Il romanzo d’esordio del premio Pulitzer Michael Cunningham è la storia delicata e potente di tre anime ribelli alla ricerca del proprio posto nel mondo. Jonathan, un ragazzo introverso e insicuro, e Bobby, attraente, benvoluto ma un po’ grossolano, non potrebbero essere più diversi: eppure diventano amici inseparabili e poi amanti nel corso di un’intensa e tormentata adolescenza a Cleveland, Ohio. Durante gli anni del college si perdono di vista, per poi ritrovarsi a New York dove Jonathan vive con l’amica del cuore Clare. Quando Bobby si trasferisce da loro e comincia una relazione con la ragazza, gli equilibri sentimentali e interiori dei tre ne vengono inevitabilmente sconvolti.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Secondo il rapporto OMS tra il 2013 e il 2018 il numero di infermieri nel mondo è aumentato di 4,7 milioni

Posted by fidest press agency su sabato, 11 aprile 2020

Ma questo lascia ancora una carenza globale di 5,9 milioni. In Italia ne mancano almeno 53mila, soprattutto sul territorio, dove anche con COVID si stanno dimostrando le problematicità maggiori. Il decalogo OMS sugli infermieri raccomandato a tutti i Paesi:
Aumentare i finanziamenti per istruire e assumere più infermieri
Rafforzare la capacità di raccogliere, analizzare e agire sui dati sulla forza lavoro sanitaria
Monitorare la mobilità e la migrazione degli infermieri e gestirla in modo responsabile ed etico
Educare e formare gli infermieri nelle competenze scientifiche, tecnologiche e sociologiche di cui hanno bisogno per guidare il progresso nell’assistenza sanitaria primaria
Stabilire posizioni di leadership, tra cui un capo infermiere del governo e sostenere lo sviluppo della leadership tra i giovani infermieri
Garantire che gli infermieri delle squadre di assistenza sanitaria primaria lavorino al massimo delle loro potenzialità, ad esempio nella prevenzione e nella gestione delle malattie non trasmissibili
Migliorare le condizioni di lavoro, anche attraverso livelli di personale sicuro, salari equi e rispetto dei diritti alla salute e alla sicurezza sul lavoro
Implementare politiche della forza lavoro infermieristica sensibile al genere
Modernizzare la regolamentazione infermieristica professionale armonizzando gli standard di istruzione e pratica e utilizzando sistemi in grado di riconoscere ed elaborare le credenziali degli infermieri a livello globale
Rafforzare il ruolo degli infermieri nelle squadre di assistenza mettendo insieme diversi settori (sanità, istruzione, immigrazione, finanza e lavoro) con le parti interessate infermieristiche per il dialogo politico e la pianificazione della forza lavoro.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emergenza Coronavirus nel mondo

Posted by fidest press agency su sabato, 28 marzo 2020

L’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) e L’unione medica Euro Mediterranea (UMEM) con il Movimento internazionale Transculturale inter professionale Uniti per Unire (UXU) continuano con il loro impegno costante in italia e nel mondo. Si è partiti dalla constatazione che tutti i paesi hanno sottovalutato l’emergenza #Coronavirus per motivi economici, politici e paura di dichiarare l’emergenza.
Possiamo dire che la porta d’ingresso del virus è diversa a seconda dell’etnia. Ad esempio per gli asiatici e gli europei c’è una porta aperta e con essi gli americani. Gli africani hanno queste porte chiuse e semichiuse e dipende dai recettori del virus per alcune popolazioni africane oltre al fatto che i loro sistemi sanitari sono al collasso. Prova ne è che i migranti passati dalla Libia non registrano contagiati perchè già erano in quarantena ed isolati dal mondo. Nei paesi in conflitto, invece, i servizi sanitari sono al collasso (con un 20% del personale medico e paramedico contagiato per mancanza di un’adeguata protezione) e non hanno laboratori sufficienti per fare abbastanza tamponi. I paesi Arabi maggiormente coinvolti sono: Arabia Saudita, Qatar, Libano,Tunisia, Egitto e Iraq.
A pagare un prezzo più alto sono i pazienti con età superiori a 75 anni con patologie pregresse. In Italia sono più di 250 i medici di origine straniera che hanno dato la loro disponibilità per sostenere il SSN Italiano e il prezzo pagato è stata la morte di 29 medici italiani di cui 3 di origine araba e 5280 contagiati. Per Foad Aodi Presidente Amsi e UMEM e Membro del Registro Esperti Fnomceo per sconfiggere l’emergenza ed evitare contagi da rientro occorre, innanzitutto, rallentare l’ansia, la depressione, la paura nella popolazione oramai stressata da gennaio.
“Il covid 19 ci ha dimostrato finora che è un virus ad altissima contagiosità e che in gran parte dei casi il decorso può essere asintomatico. L’unica cosa che sappiamo con certezza sono i decessi ma non abbiamo una percentuale reale di mortalità perchè i casi contagiati non sono tanti rispetto al numero della popolazione. Riteniamo opportuno in questa fase l’esecuzione dei tamponi a tappeto inizialmente per le persone più esposte, in particolare il personale sanitario, e, successivamente, a domicilio per il resto della popolazione cominciando dalle zone più colpite del nord italia. Di pari passo occorre investire sulla ricerca di laboratorio e per i tamponi è necessario reclutare microbiologi esperti e anche mettere in atto protocolli terapeutici approvati dall’Aifa. Lo affermano il portavoce dell’Amsi dr.Mihai Petre Baleanu di origine romena, la Coordinatrice del Dipartimento Medici Giovani Amsi la Dottoressa Artes Memelli di origine Albanese e il Segretario Generale Amsi Kamran Pakned di origine curda. http://www.amsimed.org

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra “Un mondo fluttuante”

Posted by fidest press agency su domenica, 8 marzo 2020

Casina delle Civette, Musei di Villa Torlonia, ospita dal 2 aprile al 31 maggio 2020 la mostra “Un mondo fluttuante. Opere su carta di Anna Onesti”, che presenta otto arazzi e otto aquiloni in carta giapponese, frutto del recente lavoro dell’artista che da oltre venti anni approfondisce tradizioni artistiche diverse e spesso lontane. Inaugurazione 1 aprile 2020.
La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con il patrocinio della Fondazione Italia Giappone, è a cura di Alessia Ferraro. Nell’ambito della mostra si svolgeranno alcune conferenze e visite guidate condotte dall’artista e dalla curatrice, un laboratorio didattico per gli alunni delle scuole elementari e medie e altri eventi in occasione del finissage della mostra.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’olio di Cori tra i migliori del mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 marzo 2020

“L’essenziale è invisibile agli occhi”. È con questa frase del Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery che si presenta online l’Azienda Agricola ed Agrituristica Molino 7Cento situata nelle dolci colline di Cori. E con queste qualità, invisibili agli occhi, ha raggiunto risultati eccellenti nella produzione di olio EVO bio. All’inizio di febbraio era arrivato il riconoscimento come 1° Classificato nel XV Concorso L’olio delle Colline nella Categoria Fruttato Leggero, organizzato dalla CAPOL presso il Comune di Bassiano.Ora è arrivato anche il prestigioso riconoscimento internazione del concorso Sol d’Oro 2020 Nothern Hemispher che si tiene a Verona dal 2002, dove una giuria internazionale ha valutato il suo olio tra i migliori nella Categoria Absolute beginners.Un riconoscimento di cui l’Azienda va, a buon ragione, fiera, e che trova le radici nei suoi valori di rispetto della natura e dei suoi cicli, nella valorizzazione delle professionalità, nel rispetto delle materie prime nel processo di trasformazione.Ma tra le cose essenziali ci sono anche cose visibili agli occhi.“L’espansione dell’Azienda Molino 7Cento – dice il Sindaco di Cori Mauro Primio De Lillis – rappresenta un indicatore della presenza di fattori competitivi sul nostro territorio. Oltre alle indiscutibili caratteristiche del suolo, del micro-clima e dei millenari saperi della coltivazione dell’ulivo, non da meno, anche l’attenzione che l’Amministrazione sta ponendo allo sviluppo ed alla promozione del settore agro-alimentare rappresentano fattori che favoriscono l’insediamento e lo sviluppo delle imprese agricole ed innovative”.Infatti, come sottolinea l’Assessore all’Agricoltura, Simonetta Imperia – “stiamo assistendo ad un significativo fenomeno di implementazione dei progetti delle aziende agricole che, utilizzando anche le norme regionali, stanno ampliando e diversificando la propria produzione ed offerta”.“Tutto ciò apre un promettente scenario – conclude il Sindaco – perché, come sappiamo, un tessuto socio-economico cresce se si fa massa critica e se si sviluppa la qualità. Quindi non possiamo che sostenere i risultati del Molino 7Cento e delle altre realtà del territorio che stanno lavorando in questa direzione”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il centro di Osnago celebra il 54° anniversario del programma Narconon nel mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 febbraio 2020

Nel lontano 19 febbraio 1966 William Benitez ricevette dal direttore del carcere federale di Florence, in Arizona, il permesso di dare inizio al programma sperimentale per la riabilitazione delle tossicodipendenze che aveva chiamato Narconon (in inglese, narcotics none = nessuna droga) traendolo dal libro del filosofo L. Ron Hubbard “I Fondamenti del Pensiero”.
Quello stesso giorno, senza saperlo, il primo gruppo di 15 studenti detenuti iniziò a scrivere una delle pagine più importanti nella storia della riabilitazione dalle tossicodipendenze.
Da quel giorno è iniziata l’espansione del programma Narconon e che, ancora oggi, sta scrivendo nuovi capitoli di questa storia fantastica che ha salvato la vita a diverse decine di migliaia in Italia, Canada, Colombia, Danimarca, Egitto, Inghilterra, Macedonia, Messico, Nepal, Olanda, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Taiwan, Turchia, Ucraina e Ungheria.
Ad Osnago opera la comunità Narconon Aurora che ha salvato numerose persone e le loro famiglie dalla devastazione della tossicodipendenza e dell’alcolismo.
Narconon Aurora è inoltre molto attiva in campagne di prevenzione organizzando conferenze educative nelle scuole allo scopo di istruire i giovani studenti sui pericoli derivanti dal consumo di droghe e alcol.
Negli scorsi giorni presso il centro di Osnago alla presenza dei famigliari degli ospiti, amici e sostenitori è stata celebrata la ricorrenza del 54° anniversario del programma Narconon nel mondo. Nel corso dell’evento sono intervenuti alcuni di coloro che hanno superato la tossicodipendenza raccontando le loro avvincenti storie di totale disperazione prima e di ritrovata felicità e serenità al termine del loro percorso riabilitativo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La pirateria nel mondo del libro

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 gennaio 2020

Si è tenuto, presso il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, il convegno organizzato da Gli Editori – l’accordo di consultazione e azione comune di AIE-Associazione Italiana Editori e FIEG-Federazione Italiana Editori Giornali – “la pirateria nel mondo del libro. danni e indispensabile contrasto”, nel corso del quale è stata presentata l’indagine IPSOS commissionata da Aie su ampiezza del fenomeno, necessario contrasto, ricadute sull’economia nazionale.Il Presidente della Fieg, Andrea Riffeser Monti, ha lanciato un appello alle Istituzioni affinché supportino una campagna di comunicazione per la lettura di giornali e libri. I dati sulla lettura, infatti, confermano il grande interesse per l’informazione.Riffeser ha ribadito la necessità di garantire una diffusione capillare dei giornali, per raggiungere i lettori e facilitarne l’acquisto, favorendo anche la crescita degli abbonamenti. Il digitale, inoltre, significa opportunità, ma anche rischi, come le molteplici forme di utilizzo abusivo dei contenuti, dalle rassegne stampa online realizzate e diffuse senza autorizzazione, alla condivisione non autorizzata di pdf di giornali, anche attraverso piattaforme social, applicazioni telefoniche o di messaggistica. È necessario migliorare gli strumenti di tutela contro ogni forma di sfruttamento parassitario del diritto d’autore.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fame nel mondo

Posted by fidest press agency su sabato, 25 gennaio 2020

Riaccendere i riflettori e sensibilizzare le persone sul fenomeno crescente e drammaticamente attuale della fame nel mondo. È lo scopo che si propone Azione contro la Fame Italia Onlus, organizzazione umanitaria internazionale leader nella lotta contro le cause e le conseguenze di fame e malnutrizione infantile, che ha recentemente lanciato l’iniziativa «Libri contro la Fame».
Si tratta di un premio letterario suddiviso in tre sezioni – narrativa, saggistica e libri per ragazzi – che, nel solco dell’impegno quarantennale di Azione contro la Fame sugli scenari più critici del globo, intende individuare e valorizzare opere letterarie capaci di sensibilizzare i lettori sui temi della fame e della malnutrizione. Nuovi approcci e testimonianze in merito alla trattazione di una ferita ancora aperta in molti Paesi del Sud del mondo situati in Asia, Africa e Sudamerica. La fame coinvolge ancora oggi 821 milioni di persone nel mondo e da tre anni registra numeri crescenti, principalmente a causa dei conflitti e dei cambiamenti climatici. La malnutrizione è, ancora oggi, la minaccia più grave per la sopravvivenza dei più piccoli o per un loro sviluppo sano: nel mondo 148,9 milioni di bambini ne soffrono in modo cronico e 50,5 milioni nella sua forma acuta. Di questi, 16,4 milioni sono affetti dalla forma peggiore: la malnutrizione acuta grave. Si tratta di dati allarmanti e drammatici, anche in considerazione di una circostanza verificata, ogni giorno, sul campo dagli operatori Azione contro la Fame: la malnutrizione si può prevedere, prevenire e curare.“Azione contro la Fame, con questa nuova iniziativa, intende riaccendere i riflettori sulla fame nel mondo e osservare con nuovi occhi il fenomeno della malnutrizione alla luce della realtà odierna – ha dichiarato il direttore generale di Azione contro la Fame Italia Onlus, Simone Garroni -. Ogni anno muoiono quasi tre milioni di bambini per cause legate alla fame e alla malnutrizione Si tratta di un dato drammatico, che consideriamo inaccettabile. L’organizzazione, da oltre 40 anni, è impegnata in 50 paesi del mondo con interventi concreti di salute, nutrizione, acqua, igiene e sicurezza alimentare ma anche attraverso opere di sensibilizzazione capaci di porre all’attenzione dell’opinione pubblica quanto accade nel sud del mondo. È il caso di Libri contro la Fame, che si rivolge alle case editrici, agli scrittori e al pubblico dei lettori”.Le case editrici, per le quali è stato predisposto un bando consultabile sul sito http://www.azionecontrolafame.it, potranno presentare opere pubblicate nel periodo compreso tra ottobre 2018 e dicembre 2019; verranno accettate anche bozze di opere in via di pubblicazione nei primi mesi del 2020. La raccolta dei libri – pubblicati o in bozza – si concluderà il 29 febbraio 2020.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La pirateria nel mondo del libro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 gennaio 2020

Per la prima volta un’indagine condotta su tutto il territorio nazionale alza il velo sui danni che la pirateria arreca al mondo del libro e all’economia nazionale. Sarà presentata il prossimo 22 gennaio a Roma, durante il convegno “La pirateria nel mondo del libro. Danni e indispensabile contrasto”, organizzato da Gli Editori, l’accordo di consultazione e azione comune dell’Associazione Italiana Editori (AIE) e della Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG). Con questa iniziativa viene così inaugurata la collaborazione tra l’associazione degli editori di libri e quella degli editori di quotidiani e periodici su un tema fondamentale per l’intero mondo dell’industria culturale e informativa.La ricerca, condotta da Ipsos per AIE, sarà presentata dal suo presidente Nando Pagnoncelli durante una giornata di confronto che si terrà a partire dalle 11 (registrazione e welcome coffe dalle 10.30) alla Sala Spadolini del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e a cui parteciperanno i principali protagonisti del settore e interlocutori istituzionali.La ricerca fotografa l’ampiezza del fenomeno, i danni arrecati all’industria del libro nel suo complesso e ai principali settori (editoria di varia, editoria universitaria, editoria professionale), l’impatto sull’economia nazionale e i mancati introiti per il fisco. Verranno proposte iniziative per il contrasto all’illegalità e il sostegno alla domanda legale.Il programma. Dopo l’introduzione dei presidenti di AIE e FIEG, Ricardo Franco Levi e Andrea Riffeser Monti, ci sarà un saluto del sottosegretario per i beni e le attività culturali e per il turismo Anna Laura Orrico, cui seguiranno, dopo l’illustrazione della ricerca, gli interventi di Innocenzo Cipolletta (presidente Confindustria Cultura Italia), dello scrittore Giacomo Mazzariol, di Angelo Marcello Cardani (presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni), di Renzo Nisi, generale di brigata e comandante del nucleo speciale beni e servizi della Guardia di Finanza. Le conclusioni saranno a cura di Andrea Martella, sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega all’informazione e all’editoria.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il mondo nel 2020: opportunità e rischi per le imprese italiane

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Milano Giovedì 23 Gennaio alle ore 10.00 a Milano presso l’Auditorium di Assolombarda (via Pantano 9) si terrà la Conferenza ‘Il Mondo nel 2020: opportunità e rischi per le imprese italiane’ promossa da ISPI e Assolombarda (cfr. Programma allegato).
Per l’occasione, ISPI distribuirà ai presenti una pubblicazione speciale dedicata ai Top risks 2020 per le imprese. Il 2020 rappresenta un turning point degli attuali assetti politici ed economici internazionali: inizierà con l’entrata in carica della nuova Commissione europea e terminerà con le elezioni americane di novembre. Quali saranno, in questo contesto, i principali driver politici ed economici? L’Europa può ritrovare sé stessa o rimarrà schiacciata nelle logiche del confronto bipolare? Come rilanciare il multilateralismo? Di questo si discuterà con i vertici di aziende, istituzioni e autorevoli esperti tra cui Manlio di Stefano, Sottosegretario di Stato, Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Silvia Candiani, Amministratore Delegato, Microsoft Italia; Fabrizio Di Amato, Presidente, Maire Tecnimont; Roberto Gavazzi, Amministratore Delegato, Boffi; Paolo Magri, Vicepresidente Esecutivo e Direttore, ISPI; Giampiero Massolo, Presidente, ISPI e Fincantieri; Alessandro Scarabelli, Direttore Generale, Assolombarda; Marco Sesana, Amministratore Delegato, Generali Italia e Alessandro Terzulli, Chief Economist, Sace.La conferenza è organizzata nell’ambito delle attività di ISPI per le imprese e in particolare dell’Osservatorio Geoeconomia promosso da ISPI e Intesa Sanpaolo, in collaborazione con Sace.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Europa potrà guidare il mondo verso la sostenibilità?

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Il programma di investimenti “verdi” presentato dalla Commissione von der Leyen conferma il grande impegno per il prossimo decennio. Ma per una leadership globale serve un’Europa più coesa e determinata. 17/1/20 Al riguardo Donato Speroni scrive:
“Non sono stato originale nei miei doni di Natale: ho regalato libri. Visitando alcune librerie mi ha colpito la quantità di volumi ben esposti, soprattutto nelle sezioni internazionali, che parlavano del futuro. Insomma, il futuro vende: sembra aumentata la voglia di guardare avanti e di interrogarsi sui possibili scenari, forse alimentata anche dalle crescenti preoccupazioni sul clima e sulle sorti del Pianeta. O meglio, sulle sorti dell’umanità, visto che il Pianeta se la caverà comunque ancora per qualche miliardo di anni.La preoccupazione può davvero trasformarsi in azione? Mira proprio a questo la “Decade of action”, che le Nazioni unite avvieranno il 22 gennaio. Si tratta di un piano che prevede tre livelli, in vista dell’attuazione dell’Agenda 2030: un’azione globale per soluzioni più efficienti nell’uso delle risorse; un’azione locale che incorpori transizioni significative nelle politiche, nelle istituzioni e nei quadri normativi di governi, città e autorità locali; un’azione individuale da parte di giovani, società civile, media, settore privato, sindacati, università e altre parti interessate. Amina Mohammed, vicesegretaria generale delle Nazioni Unite, presentando l’iniziativa ha sottolineato che “il Decade of action è un’opportunità per correggere la rotta”.In questo contesto, l’Europa può davvero assumere una funzione di leadership, ben delineata dallo “European green deal”. Una parte importante di questo piano, lo “European green deal’s investment plan”, è stato presentato martedì 14 dalla Commissione von der Leyen al Parlamento europeo: un piano da mille miliardi di investimenti in dieci anni. Come spiega il sito della Commissione. La normativa europea sul clima sancirà per la prima volta nella legge l’obiettivo della neutralità climatica dell’Ue entro il 2050. Ciò significa emettere meno biossido di carbonio ed eliminare dall’atmosfera quello emesso. Per farlo è necessario estendere ad altri settori il sistema di scambio di quote di emissione che già aiuta l’Ue a ridurre le emissioni dei settori energetico e industriale. Lo sviluppo di fonti di energia più pulite e di tecnologie verdi ci consentirebbe di produrre, viaggiare, consumare e vivere rispettando di più l’ambiente. Occorre sviluppare un’economia realmente circolare e proteggere la biodiversità. In particolare, il Green deal europeo prevede un percorso per una transizione giusta e socialmente equa. È concepito in modo da non lasciare indietro nessun individuo e nessuna regione in questa grande trasformazione.Più in dettaglio, il Piano si basa su tre dimensioni:
Il finanziamento: ci si propone di mobilitare almeno mille miliardi di investimenti sostenibili nel prossimo decennio, con una spesa sulle azioni climatiche ed ambientali senza precedenti nel budget dell’Unione, ma con un contributo importante anche di fondi privati e un ruolo fondamentale della Banca europea degli investimenti.
L’abilitazione: fornire incentivi per liberare e reindirizzare investimenti pubblici e privati. La Ue metterà a disposizione degli investitori nuovi strumenti che mettano la finanza sostenibile al centro del sistema finanziario; faciliterà investimenti sostenibili da parte delle autorità pubbliche, attraverso forme di incoraggiamento ad acquisti e bilanci verdi; verranno delineate procedure per facilitare l’aiuto di Stato nelle regioni più colpite dalle esigenze di giusta transizione.Il supporto pratico: la Commissione aiuterà le autorità pubbliche nella programmazione, messa a punto ed esecuzione di progetti sostenibili.Particolare attenzione verrà dedicata alla Giusta transizione, con un meccanismo ad hoc, il Just transition mechanism (Jtm), finanziato con 100 miliardi di euro dal 2021 al 2027, per aiutare i territori maggiormente esposti sul piano socioeconomico. Si precisa che il Jtm non riguarda soltanto il finanziamento, ma:sulla base di una piattaforma per la giusta transizione, la Commissione fornirà assistenza tecnica agli Stati membri e agli investitori e si assicurerà che le comunità, le autorità locali, i partner della società civile e le Ong vengano coinvolti nella gestione. Il Jtm includerà un forte contesto di governance basato su piani territoriali di giusta transizione. (fonte: ASviS)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il temperamento umano alla conquista del mondo

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 gennaio 2020

Nel suo rapporto con la natura e i propri simili l’essere umano si distingue per le sue diverse sensibilità. Lo ritroviamo, infatti, a misurarsi con il suo temperamento artistico, impulsivo, socievole e negativo.Il temperamento artistico si riconosce dalla capacità di discernere la bellezza in senso lato. E’ un genere di comportamento che troviamo anche in chi non ha alcuna inclinazione verso fantasie artistiche. Le tappe del processo creativo sono essenzialmente tre: la capacità di recepire e di immagazzinare una serie di informazioni importanti, l’abilità di rielaborarle più o meno coscientemente, si dice che la solitudine sia la scuola del genio, e l’improvvisa illuminazione che si concretizza poi nell’opera d’arte. La creatività è essenziale e funzionale al processo di adattabilità della specie e l’atto creativo del singolo si riflette sul presente e sull’avvenire dell’intera comunità.
L’impulsività si estrae da soggetti che amano il rischio misto ad uno spiccato senso di intraprendenza. Un temperamento impulsivo spinto agli estremi porta ad effetti deleteri, cioè alla ricerca dell’eccitazione a tutti i costi. Per contro un grado equilibrato di impulsività può rappresentare una buona spinta.Il socievole e il suo opposto entrano nella categoria degli introversi e degli estroversi. Sono sempre esistiti. Gli estroversi non avranno mai chiusure davanti ad un estraneo. Gli introversi, invece, rimarranno timidi ed isolati tutta la vita. L’ideale sarebbe quello di stabilire un equilibrio tra queste due tendenze. Per i soggetti introversi esiste una base neurologica per il loro lato caratteriale con bassi livelli di capacità di eccitazione per cui necessiterebbero di più stimoli rispetto agli introversi più “autosoddisfacenti”. Sull’argomento ne ha parlato diffusamente il psicologo americano Perry Buffington, in un recente convegno.La figura negativa, a sua volta, è da ritenersi la componente caratteriale più studiata. Si tratta della propensione individuale a rispondere in modo positivo o negativo ad una situazione stabilita. Ad un lato estremo troviamo rabbia, depressione, ansietà e preoccupazione e dal lato opposto felicità, allegria e serenità. Ed è proprio la componente “negatività” quella che si è mostrata più importante per la salute psichica e fisica dell’uomo. I soggetti con preponderanza di “negatività” tendono ad ammalarsi più di frequente ed impiegano più tempo a guarire. Sono in genere individui che hanno un’opinione negativa di se stessi. Si preoccupano più degli insuccessi che dei successi. Invecchiando hanno più disturbi e dolori degli altri. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conferenza dei ricercatori italiani nel mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

La manifestazione, giunta alla sua XIV edizione, è stata organizzata dal CTIM in collaborazione con la Miami Scientific Italian Community, con i patrocini del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del Ministero della Salute, dell’Istituto Superiore della Sanità, del Consiglio Nazionale delle Ricerche, della Camera dei Deputati e del Consiglio Generale degli Italiani all’estero.
L’evento ha ricevuto apprezzamenti e messaggi istituzionali di saluto rivolto ai ricercatori partecipanti da parte della Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, del Ministro dell’Istruzione-Università e Ricerca, Lorenzo Fioramonti, del Ministro della Salute, Roberto Speranza, del Presidente dell’Istituto Superiore della Sanità, Silvio Brusaferro, del Presidente del CNR, Massimo Inguscio, del Console Generale d’Italia a Miami, Cristiano Musillo, e del Segretario Generale del CGIE, Michele Schiavone.
I partecipanti all’evento sono stati ricercatori che hanno presentato tematiche di vario genere, dalla medicina all’alta tecnologia, dall’aerospazio alla fisica, dal biotech all’umanistica, e provenienti da Florida, Minnesota, Illinois e Messico, con collegamenti esterni dall’Italia, Massacchussettes e Texas.
Il presidente del Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo, Vincenzo Arcobelli, arrivato per l’occasione dal Texas, dopo aver portato i saluti ed i ringraziamenti per l’ottima organizzazione locale della Miami Scientific Italian Community, per l’ospitalità al Miami Dade College, ha rivolto un sentito apprezzamento a tutti i partecipanti, per il loro contributo alla ricerca e per la loro presenza, evidenziando di come sia importante creare networking e nuove collaborazioni, e che tra i compiti principali della manifestazione vi è l’intenzione di coinvolgere altre realtà scientifiche localizzate in diversi Stati non solo degli Usa.
Arcobelli, a nome di tutto il CTIM, ha letto la motivazione citata nel Diploma d’Onore consegnato per meriti speciali al Presidente della Miami Scientific Italian Community (MSIC), Fabio De Furia, che al di là delle capacità professionali, ha saputo promuovere le eccellenze italiane, in aggiunta alle varie attività svolte come il progetto Leonardo Way in US e la giornata dedicata al PMI, contribuendo a favorire rapporti bilaterali tra l’Italia e gli USA. (fonte: aise)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovazione per un mondo più sano

Posted by fidest press agency su sabato, 28 dicembre 2019

A cura di Lydia Haueter, Senior Investment Manager di Pictet Asset Management. Dai big data ai letti smart, la tecnologia sta rivoluzionando la nostra salute, spalancando interessanti opportunità di investimento.La tecnologia sta ridefinendo il nostro mondo. E la salute non fa eccezione. La pressione per lo sviluppo di nuovi farmaci e altri prodotti sanitari è in aumento, grazie alla domanda di una popolazione mondiale che invecchia ed è sempre più attenta alla salute.Questa situazione sta creando un intero universo di opportunità di investimento. Si prevede, ad esempio, che il settore dell’informatica legata alla salute sia destinato a più che raddoppiare nei prossimi cinque anni fino a raggiungere 390 miliardi di dollari entro il 2024. Ciò che cresce a un ritmo ancora maggiore è l’importo di dati relativi alla salute che vengono generati.Grazie a un sequenziamento del genoma ormai a costi convenienti, dilagano le iniziative per sequenziare intere popolazioni e trovare i geni responsabili delle malattie. Ma i principali protagonisti del settore sanitario IT sono le compagnie assicurative sanitarie, come United Health. Per loro, i dati sono fondamentali per gestire i costi e migliorare i risultati per i beneficiari. Identificare i gruppi a rischio elevato e disporre di un check up medico sul paziente dal punto di vista della profilassi possono consentire di risparmiare denaro e vite umane.Un altro settore in cui i dati possono rivelarsi utili è la possibilità di impedire reazioni avverse ai farmaci – la quarta causa principale di morte negli Stati Uniti e in Canada dopo le malattie cardiache, i tumori e gli infarti. Gli algoritmi software, come quelli sviluppati dalla società del New Jersey Tabula Rasa HealthCare, possono contribuire a prevedere in che modo i pazienti reagiranno ai farmaci, e in che modo farmaci diversi interagiranno tra loro se assunti nello stesso momento. I medici quindi potranno utilizzare le informazioni per regolare il dosaggio e ridurre gli effetti laterali o prescrivere farmaci alternativi.
Questa tecnologia sarà sempre più importante man mano che la popolazione invecchia. Le Nazioni Unite prevedono che entro il 2050, un quarto della popolazione di Europa e Nord America avrà almeno 65 anni. E quella è la fascia d’età che assume più medicine: secondo i dati di CDC, il 40% negli Stati Uniti e il 50% nel Regno Unito assume più di cinque farmaci.
Il ruolo della tecnologia nella salute non è limitato alle cure mediche. Le aziende innovatrici stanno fronteggiando la crescente domanda di strumenti che consentano alle persone di condurre una vita più sana – una domanda che prevediamo aumenterà ulteriormente di pari passo con il maggiore benessere delle società.Le società come Sleep Number, un produttore di letti smart, operano proprio in questo mercato in sviluppo. La mancanza di sonno è connessa ai problemi di salute fisica e mentale, eppure molte persone non dormono abbastanza e le poche ore di sonno che conquistano sono spesso di scarsa qualità.I letti Sleep Number sono direttamente connessi allo smartphone dell’utente e dispongono di funzioni come le regolazioni automatiche per il cambio di posizione o il riscaldamento dei piedi per aiutare ad addormentarsi prima. Esiste anche una funzione anti-russamento, che solleva delicatamente il busto in modo da liberare il flusso d’aria.Acqua pulita, aria pulita e di buona qualità, alimenti ricchi di nutrienti sono anch’essi ingredienti vitali per una vita sana. Man mano che le preoccupazioni per i problemi globali come l’inquinamento e l’obesità aumentano, i consumatori sono sempre più attenti nelle loro scelte e privilegiano i prodotti con chiari vantaggi per la salute e per l’ambiente. La salute è una delle principali preoccupazioni della società. Situazioni di vita diverse generano sfide diverse per la salute, alcune delle quali saranno affrontate dal nostro sistema sanitario e altre dai singoli che se ne occuperanno direttamente.Considerare la salute non solo attraverso le limitate lenti della sanità, ma attraverso un’ottica più olistica ci aiuta a identificare i veri trend di crescita alla base di questo affascinante tema.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »