Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘teatro’

CineTeatro L’aura – “FIGARO E…gli altri!”

Posted by fidest press agency su martedì, 23 luglio 2019

Roma Domenica 4 agosto alle ore 19 (inizio concerto) CineTeatro L’Aura Via Pietro Blaserna, 37 (Angolo Vicolo di Pietra Papa, 64 zona viale Marconi) ultimo appuntamento della stagione estiva “R-Estate con noi” al CineTeatro L’aura! Si chiude in bellezza con il concerto di musica lirica “FIGARO E… GLI ALTRI”. Le più belle arie tratte dalle più famose “opere buffe” interpretate dalle sublimi voci di Valeria D’astoli, Marie Luise Reinhard e Alberto Roccatani accompagnate al pianoforte da Giandomenico Gravina. Le note de La Serva Padrona di Pergolesi, Il Barbiere di Siviglia, L’Italiana in Algeri, La Cenerentola, L’Elisir d’Amore, il Don Pasquale, Le Nozze di Figaro e I Racconti di Hoffman (di Jacques Offenbach, che è considerato il padre dell’operetta)…. Per questa emozionante serata ci sarà un appetitoso aperitivo e a seguire un concerto estasiante (aperitivo +spettacolo costo 10 €)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Le tre sorelle di A.Cechov

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 giugno 2019

tre sorelle di cechov1Roma. Lunedì 24 giugno p.v. alle ore 21.00 presso il Chiostro del Museo di Roma in Trastevere andrà in scena Le tre sorelle di A.Cechov, a cura del Teatro ungherese di Beregszász (Ucraina). Regia di Attila Vidnyánszky. In ungherese con sopratitoli in italiano.
La compagnia di Beregszász, nata nel 1993, fa parte della cosiddetta corrente “Teatro Laboratorio”, il cui famoso rappresentante italiano è Eugenio Barba. Il lavoro di quest’ultimo ha portato alla luce alcuni importanti teatri laboratori in Italia, tra cui il Teatro Tascabile di Bergamo ed il Teatro Potlach di Fara Sabina – presso i quali è stata appunto invitata la performance di Beregszász, rispettivamente in data 26 giugno e 29 giugno 2019.
tre sorelle di cechovLa tournée italiana delle Tre sorelle, fiore all’occhiello della compagnia, infatti prevede tre tappe. Attila Vidnyánszky nel 2009 per la regia dello stesso spettacolo ha vinto il prestigioso premio teatrale internazionale Mejerhold Award. La performance precedentemente è stata ospitata sia a Mosca, sia in vari festival stranieri, tra cui il Passages Festival in Francia nel 2011.Il tempo è uno degli attori principali dell’enigmatico dramma di Cechov. La storia scorre in un flusso lento; i personaggi agiscono in tre periodi differenti: rivivendo la propria l’infanzia, riflettendo sul presente e guardando con speranza verso il futuro. Nell’interpretazione di Attila Vidnyánszky, le “Tre sorelle” è soprattutto il dramma del passaggio tra l’infanzia e l’età adulta. L’uso non convenzionale dello spazio teatrale e degli oggetti scenici, gli attori, che seguono un proprio percorso interpretativo, sempre presenti in scena, consentono agli spettatori di decidere quando e cosa osservare e il destino di quale personaggio seguire.
Lo spettacolo organizzato in collaborazione con il Museo di Roma in Trastevere, è ad ingresso gratuito con registrazione obbligatoria online. (foto copyright teatro ungherese: tre sorelle di cechov)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riparte Teatro senza Barriere all’Elfo

Posted by fidest press agency su martedì, 18 giugno 2019

Milano venerdì 21 giugno alle ore 21 e preceduto alle 19.30 da una visita tattile in scena al Teatro Elfo Corso Buenos Aires, 33. L’iniziativa fa parte del progetto “Teatro senza Barriere®” ideato da A.I.A.C.E. Milano nel 2018, in collaborazione con Teatro Elfo Puccini, AGIS lombarda e il sostegno di Fondazione Cariplo, con lo scopo di rendere accessibile il teatro anche a spettatori non udenti e non vedenti nonché all’accresciuta popolazione anziana, nella stessa sala insieme a persone normodotate. Analogamente a quanto già A.I.A.C.E. Milano propone per il Cinema, con il progetto Cinema senza Barriere, attivo dal 2005, l’evento permetterà agli spettatori con disabilità sensoriali di accedere allo spettacolo, apprezzando meglio le azioni sceniche, l’aspetto fisico dei personaggi, i costumi e le espressioni che vengono audiodescritti, tutti elementi fondamentali per avere un’esperienza completa dello spettacolo.L’intento del progetto, avviato con successo lo scorso anno, è stato anche quello di formare, attraverso seminari e workshop, operatori capaci di trasmettere al meglio ai disabili sensoriali informazioni attinenti gli spettacoli teatrali in scena, consentendo loro un’ottimale fruizione di questi, creando nuove competenze tra i giovani attori, narratori e operatori dello spettacolo dal vivo coinvolti.Le rappresentazioni, accessibili a un pubblico indifferenziato, saranno così fruibili anche dalle persone sorde che potranno leggere i sopratitoli, mentre ciechi o ipovedenti riceveranno una cuffia con l’audiodescrizione, che completa i dialoghi in scena con informazioni riguardanti la scenografia, i costumi, i movimenti degli attori.
“Teatro senza Barriere®” si connette anche al progetto “Next – Laboratorio di idee per la produzione e distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo”, ideato e promosso da Regione Lombardia, in collaborazione con Fondazione Cariplo, che ha l’obiettivo di incentivare la distribuzione di nuove produzioni di spettacoli dal vivo e, nello stesso tempo, promuovere e rafforzare la rete di contatti tra operatori a livello nazionale e internazionale.Come funziona l’accessibilità?Un software dedicato legge i file precedentemente realizzati per la rappresentazione teatrale. Personale specializzato utilizza il software per il ‘lancio’ in sala dei sopratitoli per sordi e dell’ audiodescrizione. I non vedenti ricevono una cuffia a raggi infrarossi che diffonde un commento audio. I non udenti leggono i sopratitoli contenenti, oltre ai dialoghi, anche indicazioni su rumori, musiche, suoni, provenienza della voce.Progetto a cura di A.I.A.C.E. Milano con AGIS lombarda e Teatro Elfo Puccini con il supporto di Fondazione Cariplo. Per la parte tecnica Raggio Verde srl.
Biglietti: ingresso disabili omaggio; ingresso accompagnatori euro 3,50 a persona
Le cuffie per l’audiodescrizione vanno prenotate insieme al biglietto e ritirate all’ingresso della sala Shakespeare del Teatro.Per informazioni e prenotazione posti (posti limitati, prenotazione obbligatoria):A.I.A.C.E. Milano http://www.mostrainvideo.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Fratelli e Il mecenate

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Roma Teatro Palladium Piazza Bartolomeo Romano, 8 FRATELLI (The Siblings Play) 23 maggio ore 18 – 24 maggio ore 21 e Il Mecenate (A Patron of the Arts) 23 maggio ore 21- 24 maggio ore 18. Si conclude con due spettacoli al Teatro Palladium di Roma OnStage!festival, rassegna in lingua originale nata con lo scopo di veicolare la cultura americana attraverso l’incontro “personale” ed efficace con il teatro, e di costruire un dialogo permanente fra i due paesi, attraverso un network professionale dedicato. Dopo l’intensa esperienza di gennaio di performance, premi, letture e concerti dipanatesi tra Off Off Theatre, Teatro di Roma e Teatro di Villa Torlonia, è ora la volta del Teatro Palladium, storica struttura nel cuore della Garbatella, che ospiterà due spettacoli realizzati dalle letture presentate a Roma proprio durante il festival, in collaborazione col Mentor Project, progetto ideato dallo storico Cherry Lane Theatre di New York a sostegno della nuova drammaturgia statunitense, vincitore di un Obie Award.
Gli spettacoli, in questione – entrambi in lingua italiana ed entrambi in doppia performance sono rispettivamente FRATELLI (The Siblings Play) di Ren Dara Santiago, nella traduzione di Michela Compagnoni e con la regia di Tomaso Thellung, interpretato dai giovani Simone Bobini, Teo Achille Caprio, Michele Ferlito, Barbara Folchitto, Giulia Gizzi, e IL MECENATE (A Patron of the Arts) di Kate Cortesi, con la traduzione di Annachiara Rigillo (adattamento di Kira Ialongo), diretto da Kira Ialongo e Domenico Casamassima, interpretato da Mauro Tiberi, Jacopo Carta e Luca Scognamiglio, a cura della Scuola di Recitazione Teatro Azione. Gli spettacoli saranno recitati in lingua italiana. La traduzione dei testi è realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Lingue Letterature e Culture Straniere dell’Università di Roma Tre nell’ambito del progetto per la didattica innovativa “La traduzione per il teatro” a cura di Sabrina Vellucci con la partecipazione di Barbara Antonucci, Maria Paola Guarducci, Maddalena Pennacchia e gli studenti del corso Magistrale in Letterature e Traduzione Interculturale e del Dottorato in Lingue Letterature e Culture Straniere. Entrambi i testi sono stati presentati in anteprima come letture nell’ambito della prima edizione di “OnStage! festival – l’America è di scena” (www.onstagefestival.it) il 25 gennaio 2019 presso la Sala Squarzina del Teatro Argentina di Roma, in collaborazione con Mentor Project – Cherry Lane Theatre di New York, DAMS Università Roma3, Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture straniere Università Roma3, Fondazione Roma3 Teatro Palladium e Teatro di Roma. https://www.facebook.com/teatropalladium/

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In scena i momenti salienti della vita di Camille Claudel

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 maggio 2019

Napoli Martedì 7 e mercoledì 8 maggio 2019 Sala Assoli Vico Lungo Teatro Nuovo, 110 inizio delle rappresentazioni ore 20.30. In scena i momenti salienti della vita di Camille Claudel, che, attraverso le sue opere, è riuscita a scolpire l’animo umano, cogliendone bellezza e crudezza. I differenti linguaggi dell’arte attraverso opere singolari a teatro, per offrire uno sguardo “altro” su pittura, fotografia, danza e psicologia. E’ l’essenza di Visionarie, rassegna tutta al femminile di Casa del Contemporaneo che ospiterà, martedì 7 maggio 2019 alle ore 20.30 (in replica mercoledì 8), negli spazi della Sala Assoli, lo spettacolo Ca/1000 drammaturgia di Enrico Manzo, omaggio a Camille Claudel per la regia di Luisa Corcione.Presentato da Estudio Associazione Artistica Culturale, l’allestimento si avvale della presenza, in scena, di Noemi Francesca, con le voci di Lino Musella e Giacinto Palmarini, il sound design e le musiche di Marco Vidino, le musiche di Peppe Voltarelli, le opere scenografiche di Luisa Corcione, Rosaria Corcione.
Ca/1000 porta in scena la storia di un’anima attraverso i momenti salienti della vita di Camille Claudel, artista di fine ‘800, dall’arrivo in manicomio a Monfavet alla sua “uscita”, vittoriosamente perdente. Nelle sue opere, l’artista francese è riuscita a scolpire l’animo umano, cogliendone la bellezza ma anche la crudezza, e tutti quegli aspetti solitamente taciuti.Il coraggio e la forza la resero profonda e autentica, ma fu anche logorata per aver ceduto, in seguito, alle contingenze economiche insuperabili per una donna sola in quell’epoca. Ca/1000 evidenzia quanto le vicende dell’esistenza personale e gli esiti della sua opera siano, inestricabilmente, fusi nel comune fallimento.
“Camille Claudel – sottolinea la regista Luisa Corcione – ebbe la dolorosa capacità di dare forma alle proprie visioni interiori, strappare all’ignoto la nostra parte più recondita, così come narra Rilke nelle Elegie duinesi. Erano brandelli di verità che le permettevano di vedere più nitidamente ciò che altri potevano solo superficialmente intuire, perché le sue opere sono sofferenza pagata”.Gli elementi che accompagnano in scena il vivido personaggio di Camille Claudel sono le voci, sia presenza assordante sia tenero ricordo, i dipinti, compagni di viaggio per trent’anni della sua esistenza (le “internate” del manicomio), e le sculture.Molte delle sculture presenti in scena rappresentano il suo diario, il grido disperato di un’anima che passa dalla felicità di un tormentato rapporto d’amore, quello che la legò per alcuni anni a Rodin, fino al rancore e alla rêverie, attraversando l’esaltazione amorosa, l’illusione della felicità e le promesse di fedeltà, l’abbandono, il risentimento, la solitudine estrema, l’amara consapevolezza di un’inguaribile ferita.In scena saranno presenti le opere pittoriche e scultorie dell’artista Rosaria Corcione, mentre nel foyer della Sala Assoli, la regista Luisa Corcione esporrà gli appunti visivi su tela, dai quali ha preso vita l’allestimento teatrale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Teatro. La storia di Welby: una sfida oltre la vita

Posted by fidest press agency su domenica, 5 maggio 2019

Roma 8-9 maggio 2019 Teatro Vascello Via Giacinto Carini, 78. Una sfida oltre la vita. A grande richiesta torna in Italia, in questa occasione al Teatro Vascello, “Ocean Terminal”, l’opera dedicata a Piergiorgio Welby, il giornalista e scrittore simbolo del diritto al rifiuto dell’accanimento terapeutico e favorevole all’eutanasia in Italia, che si è spento dopo una lunga battaglia il 20 dicembre del 2006. Uno spettacolo, ospitato presso vari teatri d’Europa e anche a New York, che non vuole essere un mero racconto, né un testamento, bensì la celebrazione alla vita di un uomo straordinario, interpretato sulla scena da Emanuele Vezzoli che ne cura anche la regia. “Quando ho letto Ocean Terminal, il mio primo desiderio e la mia esigenza come attore e regista – ha dichiarato lo stesso Vezzoli – sono state quelle di rendermi il tramite attraverso cui trasferire la ricchezza del tesoro Piergiorgio Welby agli altri uomini, raccogliendo la promessa fatta a Mina Welby ed in accordo con quanto egli stesso afferma: non esiste un’arte privata, un artista ha l’obbligo morale di incidere sulla realtà». Un bagaglio di emozioni e stati d’animo che intende far “vivere” questa drammatica esperienza e farla viaggiare passo dopo passo, orma dopo orma. Per questo dopo il Vascello l’opera volerà nuovamente oltre i confini italiani per approdare in Spagna, accolta dal Museo Ivam di Valencia. “Ocean Terminal” dal romanzo al palco è un insieme di prose spezzate: dall’infanzia cattolica alla scoperta della malattia, fino all’immaginario hippy e alla tossicodipendenza, passando attraverso gli squarci di una Roma vissuta nelle piazze o nel chiuso di una stanza. In un continuo susseguirsi di toni lucidi e febbrili, poetici e volgari, Welby riavvolge il nastro della propria vita, tra conflitti, speranze, sofferenze in un vero e proprio inno al valore dell’esistenza.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Minchia Signor Tenente”

Posted by fidest press agency su sabato, 4 maggio 2019

Assisi 23 maggio 2019 presso il Teatrino degli Instabili sito in Assisi, un evento teatrale con la messa in scena dello spettacolo “Minchia Signor Tenente” dell’autore Antonio Grosso.
L’allestimento è ad iniziativa dell’Associazione Teatrale Le Voci di Dentro di Assisi in occasione della ricorrenza dell’anniversario della strage di Capaci (PA) compiuta dalla mafia il 23 maggio 1992, dove persero la vita il Giudice Giovanni Falcone e la sua scorta.
L’Associazione teatrale Le Voci di Dentro collabora per questo evento con la Comunità Papa Giovanni XXIII, un’associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio. Fondata nel 1968 da don Oreste Benzi è impegnata da allora, concretamente e con continuità, per contrastare l’emarginazione e la povertà. A tal proposito questa collaborazione ha portato alla presenza nel cast artistico di Carmelo Musumeci, siciliano, ergastolano, condannato per mafia ed ora, dopo 28 anni di carcere duro, in regime di libertà vigilata, che svolge servizio di volontariato presso la suddetta Comunità. Ecco alcune sue parole:
Per più di un quarto di secolo ho sempre pensato che mi avrebbero liberato solo quando avessi finito di scontare la mia pena, nell’anno 9999, com’è scritto nel mio certificato di detenzione. Penso che solo i sogni riescano a realizzare la realtà. E in questi 28 anni di carcere non ho fatto altro che sognare la libertà perché solo se la si cerca, la si può trovare. Ed io non mi sono mai stancato di cercarla, sia nella mia mente che nel mio cuore. Uscire dopo così tanto tempo dal carcere ti fa sentire come un cieco a cui si riaprono gli occhi. Ti sembra di essere come un morto che è uscito da una tomba. Ti senti stupito persino dello stesso stupore che provi e geloso che il tuo cuore ti nasconda parte delle tue emozioni. Sei preso da mille pensieri. E ti accorgi com’è bello affacciarsi a una finestra senza sbarre. Fuori, ogni secondo è un istante di vita, ma di vita vera. Sorridi e vivi. Ti commuovi e ti senti felice. Vedi migliaia di arcobaleni. E assapori tutto quello che ti circonda. E pensi a quanta vita c’è fuori, mentre dentro è tutto buio e morto. A tratti ti senti come un ladro che sta rubando un po’ di libertà e amore alla vita. Non credi che ci sia cosa più bella che camminare tenendo per mano la persona che ami. Ti accorgi che la vita vissuta è diversa da quella immaginata e che hai sognato per tanti anni. Ti sembra che tutte le persone ti osservino. Per non dare nell’occhio ti sforzi di non guardarle. E hai paura che quello sia un modo di vivere che non ti appartiene più.
Ringrazio l’Associazione Teatrale Le Voci di Dentro e il suo presidente Gianni Bevilacqua per avermi fatto partecipare a questa commedia “Minchia Signor Tenente”, che mi ha fatto sorridere, ridere, commuovere e riflettere, perché fare teatro fa bene e ti fa amare il mondo intero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Signorotte”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 aprile 2019

Roma Dal 2 al 5 maggio 2019 Teatro Spazio 18b_ Via Rosa Raimondi Garibaldi, 18/B, 00145 Roma (zona GARBATELLA) Dal giovedì al sabato ore 21.00 – domenica ore 18.00 Spazio 18b, “Signorotte”, spettacolo scritto e diretto da Massimo Odierna e interpretato da Viviana Altieri, Elisabetta Mandalari e Sara Putignano.
Signorotte è una tragicommedia dalle tinte rosa incentrata intorno alla figura di tre amiche, Ada, Ida e Beta, ormai più che cinquantenni, che si ritrovano dopo tanto tempo in occasione dei funerali del marito di una della tre. Un viaggio tra ricordi cupi e promesse fatte che rivelerà un passato nero, violento e ambiguo. La pièce ha un taglio bizzarro e assurdo, dove l’azione scenica si sviluppa in un continuo alternarsi tra presente e passato, attraverso l’utilizzo di una drammaturgia scarna, eccessiva ed immediata.
Si affrontano tematiche come il disagio e la miseria, la ricerca di un posto nel mondo, le nevrosi ed i vizi umani, e focalizzano l’attenzione sulle contraddizioni moderne e sulla brutalità dell’uomo. Dopo Toy Boy e Posso lasciare il mio spazzolino da te?, Signorotte, è l’ultimo capito di Disalogy- La trilogia del disagio, ovvero tre spettacoli scritti e diretti da Massimo Odierna, apparentemente senza nessun legame narrativo tra loro, che affrontano l’attualità del disagio. “Esiste per tutti un momento di crisi e di disagio nel quale l’individuo si confronta con se stesso, con le proprie fobie e con il proprio tempo, in un’ epoca che sembra paralizzata e figlia dell’ ignoto. Il disagio è dunque una condizione umana, uno stato d’animo che racchiude in sé malinconia e tristezza, preoccupazione e agitazione”- annota l’autore e regista Massimo Odierna. “ Disagio, però, vuol dire anche ironia, cinismo, eccesso, tutti aspetti che i personaggi della trilogia traducono con un linguaggio grottesco, sopra le righe ed esasperato, essa si trasforma dunque in linguaggio teatrale, in condizione perenne dell’artista, che traspare dai pochi elementi di scenografia, da una drammaturgia scarna e dall’utilizzo di spazi alternativi. Ad una povertà di mezzi corrisponde un eccesso espressivo che spesso si traduce in follia, imprevisti e colpi di scena, meta teatro, tutti ingredienti che ritroveremo nelle tre pièce.” Intero € 15,00 | Ridotto € 12,00 | Giovedì promo € 10,00 tessera associativa semestrale € 3,00 Abbonamento unico libero nominale a 5 spettacoli € 45,00 06 92594210 / 3341978135 http://www.spazio18b.com

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival del Teatro di Sharm El Sheikh

Posted by fidest press agency su martedì, 5 marzo 2019

Sarà Eugenio Barba, il prossimo 1 aprile, l’ospite d’onore di Festival Internazionale di Teatro Sharm El Sheikh, uno dei più importanti di tutta l’Area Afro-Asiatica. Fondatore e direttore dell’Odin Teatret è ritenuto, insieme a Peter Brook, l’ultimo maestro occidentale vivente.Barba, presenzierà al debutto internazionale dello spettacolo “Illusion”, con i scena i giovani allievi attori della Accademia Teatrale di Roma Sofia Amendolea, guidati dal regista Fabio Omodei, vincitore della precedente edizione del Festival.
Numerosi i Paesi in gara, per una manifestazione che si appresta ad essere tra le più prestigiose del panorama teatrale internazionale. Un bellissimo esempio di come l’Italia esporta le sue eccellenze al fuori del territorio nazionale e di come queste siano apprezzate all’estero.Accoglieranno i nostri artisti Italiani il Ministro della Cultura Egiziano , il Direttore Regista Mazen El Gharbawi, il presidente del festival, l’attrice Samiha Ayoub, presidente onorario del festival e la star egiziana Mohamed Sobhi.Il Festival Internazionale di Sharm El Sheikh mira a promuovere le culture teatrali, lo scambio di esperienze teatrali e la trasmissione di promettenti artisti di talento provenienti da tutto il mondo a Sharm El-Shiekh – The City of Peace.Grande merito per la realizzazione di questa importante kermesse va dato al Direttore Mazen Al Gharabawi, direttore del Sharm El-Sheikh Festival internazionale per il teatro giovanile, che ha ricordato alla stampa di come Eugenio Barba abbia modificato il concetto di lavoro dell’attore avviato dal regista polacco, attraverso una pratica teatrale che porta l’attore a contatto con la propria ricerca interiore.Mazen ha ricordato alla stampa estera di come Barba sia stato vincitore del prestigioso Premio Sonning, riconoscimento tributato, tra gli altri, a Winston Churchill, Leonard Bernstein, Albert Schweitzer, Bertrand Russell, Niels Bohr, Alvar Aalto e Karl Popper.
La Cerimonia di inaugurazione inizierà alle ore 19.00 presso il Teatro Centrale della città di Sharm el Sheikh, a seguire lo spettacolo italiano ‘Illusion’ di Omodei. (fonte: eu-west-1.amazonses.com)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Ecce virgo

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 febbraio 2019

Napoli Venerdì 1 marzo 2019, Teatro La giostra Via Speranzella, 81, da venerdì 1 a domenica 3 marzo 2019 Inizio delle rappresentazioni ore 20.30 (venerdì e sabato), ore 18.00 (domenica) spettacolo Ecce virgo storia di una monaca di clausura, scritto e diretto da Angela Di Maso, che vedrà protagonisti in scena Gianni Lamagna e Francesca Rondinella.
Presentato da Antego Produzione, Ecce Virgo, testo vincitore del premio nazionale di drammaturgia “Fabrizio Romano”, narra di una monaca di clausura che ha una grave colpa da confessare e sente il bisogno di essere assolta.Assoluzione che per lei non significa remissione o liberazione dal peccato commesso, come da precetto cristiano, ma comprensione, condivisione dello stesso, accettazione. Sa che un prete qualsiasi non la assolverebbe mai per la gravità delle sue azioni, che vanno ben oltre l’impudicizia, ma l’allontanerebbe immediatamente dall’Ordine di appartenenza: da fuori dal mondo, per chi vive protetto dalle mura conventuali, ritornerebbe così fuori nel mondo.Paradossalmente, la libertà è proprio la condizione che più spaventa la donna, e l’unico modo per ottenere la remissione dei suoi peccati è l’essere ascoltata da chi è come lei. Se non lei stessa. Se non lui stesso.
Il disvelamento mette a nudo le coscienze e il loro peso, insopportabile da reggere nella solitudine di vite deprivate del necessario amore.
Lo spettacolo si avvale dei costumi a cura di Francesca Loreto, il disegno luci di Cinzia Annunziata, gli elementi scenici di Armando Aloisi, la musica di Angela Di Maso e Arvo Pärt, il trucco di Silvia Manco.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Winston vs Churchill di Carlo G. Gabardini

Posted by fidest press agency su martedì, 29 gennaio 2019

Napoli giovedì 31 gennaio 2019 (in replica fino a domenica 3 febbraio Inizio spettacoli ore 21.00 (giovedì), ore 18.30 (venerdì e domenica), ore 19.00 (sabato) Info e prenotazioni al numero 0814976267) al Teatro Nuovo di Napoli, Via Montecalvario, 16, uno dei più popolari personaggi del Novecento, in un allestimento tratto da “Winston Churchill, il vizio della democrazia” di Carlo G. Gabardini, presentato da Nuovo Teatro.Ad affiancare in scena l’attore, che ne raffigura le sembianze, i riti e le movenze quand’egli ha già superato l’ottantina, sarà Maria Roveran, nei panni della sua paziente e trafelata infermiera, che, oltre a curarlo, prova a scalfire quella corazza apparentemente invincibile.Convinto europeista, interventista e innamorato del brandy e del sigaro più che delle donne, qui pare riflettere su un passato che appare ormai lontanissimo, sulle imprese di guerra che hanno avuto successo, contro Hitler, e su quelle che sono miseramente fallite, come contro i Turchi sullo stretto dei Dardanelli.Churchill trova nella sua interlocutrice una sfida affascinante. In costante contrapposizione alle donne, soprattutto a Nancy Astor, la prima parlamentare donna a sedere alla camera dei comuni con cui Churchill dibatteva spesso, l’innocente infermiera, che decanta i suoi valori e la sua morale, lo mette alla prova sin dall’inizio.
“Abbiamo inventato una storia – così la regista Paola Rota – e immaginato una situazione che potesse far emergere gli aspetti di Churchill che ci interessavano senza fare una lezione di Storia. È un Churchill visto nella sua umanità, che, con la sua proverbiale ironia e senso dello humor, viaggia in una dimensione sospesa tra presente e passato, tra realtà e memoria. È un uomo che vive cento vite in una, scrive, combatte, si trova a prendere le decisioni politiche che hanno reso possibile il mondo in cui viviamo oggi”.
Leggero e allo stesso tempo intenso, didattico ma a suo modo, Winston vs Churchill è quanto di più lontano ci sia dalla politica di oggi. Lo conferma lo stesso Gabardini che, a proposito ha dichiarato “Churchill ci insegna anche l’utilità della politica come tramite per prendere delle decisioni. Non possiamo limitarci all’alzata di mano o a un voto online. Le cose non si possono decidere così, serve qualcuno che le cose le conosca davvero. Poi si discute, certamente”.Winston vs Churchill “mostra” l’uomo in un presente onirico, dove la sua intera esistenza è compresente, parlando a noi e di noi, oggi, con una precisione disarmante. Non vi è spazio per i rimpianti e per guardare indietro, come un vecchio sfoglia l’album della sua vita, ma per l’orgoglio e il vanto di essere stato ciò che è stato, pur con tutte le sue contraddizioni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Marlene D. The Legend

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 gennaio 2019

Roma Lunedì 28 gennaio 2019 ore 21.00, presso il Teatro Flaiano, in Via Santo Stefano del Cacco, 15 (Biglietto Unico 15.00€ (in Prevendita +1€) – Gruppi da 10 persone 13.00€) sarà forte l’emozione per il ritorno a casa dopo diciotto anni, della pièce Marlene D. The Legend, spettacolo di e con Riccardo Castagnari accompagnato al pianoforte da Andrea Calvani, che ha visto la luce nell’ormai lontano 2001 proprio nel teatro di Via Santo Stefano del Cacco, da cui è partito alla conquista dei palcoscenici del mondo.E’ un ritorno fatto espressamente per spegnere quelle candeline che segnano la sua maggiore età. L’opera di Riccardo Castagnari, oggi noto anche con lo pseudonimo di Quince, è dedicata ed ispirata dalla diva Marlene, un vero e proprio omaggio alla femminilità ed alla sua storia, con cui nel corso degli anni Castagnari ha incantato le platee di tutta Italia, valicando i confini nazionali e girando il mondo per luoghi come Città del Messico nel 2003, o Parigi nel 2009, dove ricevette il Premio Marius come miglior spettacolo musicale dell’anno.Quella che andrà in scena al Flaiano nella serata di lunedì 28 gennaio come da copione, è una Marlene cinquantenne, la cui parabola ha già raggiunto il suo apice e con i primi “NO” provenienti da quel patinato mondo che è il cinema, intraprende inevitabilmente la via discendente. Ma il reinventarsi una nuova collocazione professionale nel canto, con concerti in giro per il mondo, non è affatto una difficoltà per Miss Dietrich. Telefonate, prove di canto e soprattutto di costumi. Accanto a lei un giovanissimo Burt Bacharach, interpretato da Andrea Calvani sin dal principio. E poi i capricci da diva, le turbolenze, gli amori difficili e quelli più scontati. La solitudine. E poi il tempo, che scorrendo veloce si porta con sé i fasti di un passato che brilla da lontano.
Una donna. Una leggenda. Come leggenda è stata per molto tempo l’identità del suo interprete, celata dietro il nome Quince, con cui per diciotto lunghi anni Marlene ha preso vita sulla scena. Ma come può un uomo incarnare con così tanto garbo, la quintessenza della femminilità? Un quesito segreto, la cui risposta è contenuta nello spettacolo scritto, diretto e interpretato da Riccardo Castagnari, da anni sulle scene internazionali.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Miracolo di Marcellino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 dicembre 2018

Roma dal 21 al 23 dicembre 2018 Nuovo Teatro San Paolo Viale di San Paolo, 12 Orari spettacolo: Venerdì ore 21.00 Sabato ore 17.00 e ore 21.00 domenica ore 17.00 e ore 21.00 Prezzi Intero 20.00 euro Ridotto 10.00 euro (under 18 – over 65 – Soci Cral). Il musical “Il miracolo di Marcellino” è un tributo alla dolce storia più coinvolgente e divertente di sempre, raccontata attraverso gli occhi di un bambino. Ricavata da un’antica leggenda popolare spagnola, la storia narra di un neonato abbandonato, raccolto in fasce ed allevato con amore dai frati di un convento. Crescendo Marcellino sente il bisogno di un amico, che trova in un crocifisso abbandonato nella soffitta abbandonata del convento.
Ogni giorno, Marcellino porta al suo Amico pane e vino presi di nascosto dalla dispensa dei frati.Gesù ascolta i suoi desideri e quando Marcellino chiede di poter vedere la sua mamma, Gesù lo accontenta, con un gesto d’Amore che sarà poi ricordato come il Miracolo di Marcellino.Il Miracolo di Marcellino è uno spettacolo profondo che commuove e che diverte allo stesso tempo; parla al cuore di ognuno con parole dolci, semplici e rassicuranti che solo un genitore amorevole e premuroso può trovare. Uno spettacolo che riporta alla luce quei valori genuini che si sono un po’ persi, ma che aspettano solo di essere riscoperti.
Regia associata Riccardo Trucchi e Antonio Melissa Con Giosuè Karol Vagnoli/ Giorgio Marchigiani, Roberto Lovera, Myriam Somma, Giovanni De Filippi, Francesco Polizzi, Arsenio Spinillo, Andrea Lami, Emanuele Revalente, Simone Manzotti, Veronica Di Giacobbe Ensemble Giada Cambria, Piero Coffano, Mariandrea Filpo, Rachele Marchegiani, Chiara Paita e Alessandro Serio.La voce di Gesù è di Giò di Tonno, con la supervisione artistica del M°Gino Landi.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: S.E.X., Sigma, Epsilon and X.

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 dicembre 2018

Roma da martedì 11 a domenica 16 dicembre 2018 via Giulia 19-21 all’OFF/OFF Theatre è la volta di S.E.X., Sigma, Epsilon and X., lo spettacolo scritto e diretto da Salvo Valentino, in scena con il giovane Pietro Cucuzza. I personaggi raccontano di corpi in vendita e incontri sessuali che dalla rete prendono forma sempre più spesso nella vita reale. Un thriller teatrale dalle sfumature arcobaleno, poiché al centro della piéce c’è l’omicidio di un certo Leandro Dresner, trovato ucciso con 23 coltellate e attorno cui ruota tutta la rappresentazione scritta da Salvo Valentino.
Sigma (Pietro Cucuzza) vende il suo corpo a uomini e donne, senza differenza alcuna. Epsilon (Salvo Valentino) è un ispettore di polizia in incognito, chiamato ad investigare sul misterioso caso Dresner. I protagonisti, in una scena grigia ed essenziale, si avvicendano in sette serrate sequenze, in quella che viene chiamata “scatola dei desideri”, in cui si svolgono gli appuntamenti con il destino. Ma su di loro incombe l’inquietante presenza di X.“Sigma Epsilon and X è un’opera che nasce dopo mesi di lavoro e riflessioni – spiega l’autore Salvo Valentino – sull’onda di una necessità emotiva, di un’urgenza di comunicazione, sul bisogno di crescita professionale ma anche umana. In una indagine poliziesca è nascosta, come in una scatola cinese, in un continuo rimando di verità e finzioni, la ricerca psicologica di due uomini così lontani caratterialmente e anche anagraficamente, ma paradossalmente tanto vicini da cambiare per sempre le loro vite”.
Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ –Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Teatro: Il servo di Robin Maugham

Posted by fidest press agency su martedì, 6 novembre 2018

Napoli giovedì 8 novembre 2018 alle ore 21.00 (repliche fino a domenica 11) al Teatro Nuovo di Napoli Via Montecalvario, 1, che vede la regia a quattro mani di Andrea Renzi e Pierpaolo Sepe.Presentato da Napoli Teatro Festival Italia, Casa del Contemporaneo, Teatri Uniti e Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale, Il servo, è un romanzo breve di Robin Maugham, che per quest’allestimento si avvale della traduzione di Lorenzo Pavolini.In scena Tony Laudadio, Federica Sandrini, Andrea Renzi, Lino Musella e Maria Laila Fernandez, che muovono nelle scene di Francesco Ghisu, le luci di Cesare Accetta e con i costumi di Annapaola Brancia d’Apricena.Il lavoro di Andrea Renzi e Pierpaolo Sepe parte dall’adattamento teatrale che lo stesso Maugham realizzò nel 1958 ed evoca le atmosfere del celebre film di Joseph Losey del 1963 con la sceneggiatura di Harold Pinter.La traduzione di Pavolini intreccia le due versioni del testo, concentrandosi essenzialmente sulla scrittura del romanzo che, rispetto al testo teatrale, è decisamente più scarna e minima, concentrata nel raccontare un preciso costume sociale.Al centro del racconto, la vicenda di un rapporto di dominazione e assuefazione di un uomo su un altro uomo: Barrett è un domestico che prende servizio nella casa di Tony, ricco avvocato londinese. Inizialmente, “il servo” sembra assolvere con zelo il proprio incarico, ma attraverso ambigui giochi psicologici si arriverà al rovesciamento dei ruoli “servo\padrone”. Nel gioco perverso entrano in campo anche l’amico-testimone della vicenda, Richard, la fidanzata di Tony, Sally, la nipote di Barrett, Vera, e la misteriosa Mabel.Quando nel 1948 fu dato alle stampe e distribuito nelle librerie inglesi, Il servo fu considerato “un piccolo capolavoro di abiezione”, mentre la critica aveva riconosciuto al giovane scrittore un talento di narratore pari a quello dello zio, il grande Somerset Maugham. Ancora oggi, il romanzo è considerato una ‘commedia nera’ e di scavo psicologico, la cui trama, chiusa all’interno di una casa borghese, si struttura come una ragnatela, lentamente tessuta dal “servo”.Inizio spettacoli ore 21.00 (giovedì), ore 18.30 (venerdì e domenica), ore 19.00 (sabato)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Bambola” di Isabel de Lorenzo al Furio Camillo

Posted by fidest press agency su martedì, 2 ottobre 2018

Roma venerdì 5 e sabato 6 ottobre 2018 ore 21.00 domenica 7 ottobre 2018 ore 19.00 Teatro Furio Camillo Via Camilla, 44. Bambola è uno spettacolo di teatro danza ideato da Isabel De Lorenzo ed interpretato da Fabio Ciccalè e Violet Scrap. La protagonista Bambola/Antigone accompagna il padre morente e amato. Con una serie di flashback rivive la sua vita. Cresce tra nidi di bambole e giochi di adulti, percependosi come una marionetta rotta, disarticolata e goffa. Negli uomini che incontra ricerca la figura di un padre, di cui è inconsciamente innamorata, che ai suoi occhi appare unico, stimato ed ammirato da tutti. Si concede a molteplici tragicomici incontri inseguendo un’amore immaginato. Bambola scongiurerà il suo naufragio trovando il filo della sua vita e trasformandosi in una pittrice alata. Lo spettacolo è inspirato alle opere visive di Hans Bellmer, Niki de Saint-Phalle, Louise Borgeois e Morton Bartlett.
La compagnia è formata da ISABEL DE LORENZO Danzatrice di origine brasiliana, vive in Italia dal 1998. E’ laureata in Lettere Classiche (Università di São Paulo, 1993), da FABIO CICCALE’ Danzatore contemporaneo e coreografo e da VIOLET SCRAP Danzatrice e insegnante di Tribal Fusion in Italia e nel mondo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: L’Asino d’oro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 settembre 2018

Roma 14 -15 settembre 2018 ore 21 Teatro Lo Spazio, Via Locri, 42. il lavoro teatrale è tratto da Lucio Apuleio,regia di Francesco Polizzi,con Andrea Lami, Martin Loberto, Francesco Polizzi, Roberta Anna, Alessandra de Rosario, Vincenzo Iantorno.
Il giovane Lucio, apprendista mago viene prima trasformato per errore in asino e poi, attraverso una serie di peripezie, incontri e racconti, finalmente restituito alla natura umana grazie all’intervento della dea Iside. Ma prima di giungere alla liberazione, una curiosità irresistibile condurrà Lucio attraverso infinite avventure in un florilegio di incontri con maghi, briganti, dee ed animali fantastici. Nel mezzo del viaggio il nostro eroe si imbatterà nel racconto di Amore&Psìche, che riproduce in versione di favola esoterica l’intera vicenda e ne svela allo spettatore il carattere iniziatico. L’appassionante avventura on the road si rivela quindi allegoria del percorso spirituale dell’uomo, da bestia ad angelo. Una versione corale e musicale delle Metamorfosi di Apuleio. Pensato per tutte le location, dai teatri al chiuso ai teatri greci, le ville rinascimentali, archeologia industriale, giardini all’italiana, ecc – lo spettacolo accompagna il pubblico dentro e fuori gli edifici e gli spazi, attraverso le avventure picaresche dell’asino Lucio.
I sei attori guidano il pubblico nello spazio in un percorso ideato appositamente per ogni specifica location, per concludersi infine un unico luogo dove la storia dell’asino si dipanerà per il gran finale. Un’operazione di contaminazione culturale pensata per riscoprire un classico attraverso un’ambientazione inedita e contemporaneamente per valorizzare il luogo in cui essa viene rappresentata. La natura, l’architettura, la musica, gli attori e il pubblico stesso, tutto viene amalgamato e trasformato attraverso una fruizione sinestetica, grazie alle magiche vicende narrate da Apuleio e alle performance degli attori. Biglietto 10 euro tessera semestrale 2 euro.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maxim Mironov è il Conte di Almaviva

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

Pesaro 16/19 e 22 agosto 2018 torna al Rossini Opera Festival di Pesaro in una nuova produzione de Il barbiere di Siviglia, con regia, scene e costumi di Pier Luigi Pizzi: quello di Pizzi nel Barbiere è uno dei debutti più attesi della stagione.
Maxim Mironov, che sin dal 2005 cioè a soli 24 anni ha iniziato a collaborare con Pier Luigi Pizzi, ha dichiarato: “Lavorare con Pier Luigi è sempre stata una straordinaria esperienza. La sua immensa cultura e il gusto che ha sviluppato durante la sua vita hanno un forte potere seducente. Lui riesce con estrema chiarezza a trasmettere le sue idee e a ottenere da te ciò che vuole. In un certo senso è un tiranno del palcoscenico! Ma, al di fuori dell’ambiente lavorativo, è un interlocutore squisito, colto e divertente, pieno di storie incredibili e sempre pronto a raccontarle. Per anni non ci siamo più incontrati sui palcoscenici, finché l’anno scorso abbiamo fatto al ROF un’altra opera di Rossini, La pietra del paragone, molto cara a Pizzi. Dopo tutto questo tempo l’ho ritrovato ancora più motivato e pieno di estro e di energia. Mi ritengo fortunato ad avere l’opportunità di poter collaborare con lui di nuovo!”
Il barbiere di Siviglia sarà diretto da Yves Abel alla testa dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.
Maxim Mironov, tenore russo nato a Tula nel 1981, è tra gli interpreti internazionalmente più apprezzati del repertorio belcantistico.Ha iniziato i suoi studi a Mosca con Dmitry Vdovin, debuttando a soli venti anni nell’opera Pierre Le Grand di André Grétry. La sua carriera internazionale è iniziata nel 2003 grazie al primo premio vinto al Concorso Internazionale Neue Stimmen in Germania. Maxim Mironov si esibisce regolarmente in tutti i teatri d’opera più importanti, tra cui il Teatro alla Scala di Milano, La Fenice di Venezia, il Teatro Real Madrid, il Théâtre des Champs-Élysées e l’Opera Garnier de Paris, Staatsoper Wien, Théatre de la Monnaie a Bruxelles, Staatsoper Berlin, Semperoper a Dresda, Las Palmas Opera, Theater An der Wien, Vlaamse Opera ad Anversa, Théatre de Luxembourg, Los Angeles Opera, Washington National Opera, Teatro San Carlo di Napoli. Tutte le informazioni qui: http://www.rossinioperafestival.it/?IDC=569&ID=824

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ostia Antica tra fuochi, arte di strada, teatro e magia

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 agosto 2018

Ostia (Roma) 13-14 agosto, visite alla Villa di Plinio e al Borgo di Ostia Antica 15 – 16 agosto, performance al Borgo di Ostia Antica, ore 20.00 – 00.00. Sette eventi completamente gratuiti, da mattina a notte fonda, nel Borgo di Ostia Antica con performance, spettacoli e momenti culturali dedicati a tutta la famiglia, per celebrare il culmine dell’Estate: è questo FerragOstia Antica, una festa gioiosa ideata dall’Ass. Affabulazione, guardando al territorio, in rete con l’Ass Visit Ostia Antica e l’Ass. Allegra Banderuola. Si parte con un percorso di edutainment in due visite guidate performative alla villa di Plinio (“Otium, dono degli dèi”, 13/08, h 10.30, 16, 17.15) e al Borgo di Ostia Antica (“Donne senza tempo”, 14/08, h 10.30, 16, 17.30), ricchezze archeologiche del territorio del Municipio X troppo spesso trascurate: il pubblico scoprirà la Villa accompagnato anche dalla voce degli attori, e conoscerà la storia delle donne che hanno attraversato il Borgo guidato da suggestioni musicali. Gli spettacoli all’aperto, a partire dalle 20, animeranno le strade e gli scorci del Borgo coinvolgendo il pubblico con fuoco, musica e magie di fiaba. L’energia della Camillo Cromo Marchin’g Band sarà l’esilarante filo conduttore per la rutilante serata di Ferragosto: la loro Ouverture, prevista per le 20, aprirà la strada a “Vote for” degli Eccentrici Dadarò (ore 20.30): un’attesa rocambolesca; una coppia comica che si prodiga per allestire la piazza, regalandoci il tempo per immaginare, mentre lo spazio intorno a noi si trasforma. Al termine della performance, saranno ancora i Camillo Cromo ad accompagnare il pubblico all’appuntamento successivo: Le Lapille in “L’Ora del the” (ore 22), uno spettacolo ispirato alle atmosfere retrò degli anni 50, che con brio, ironia e rock’n’roll ​ racconta una storia di donne diverse ma complici, che intrecciano abilmente le tecniche di fuoco, teatro, clown, danza e musica. Gran finale musicale, affidato al talento dei maestri di cerimonia della serata, per una performance interattiva ed esaltante, con gags e sketches ispirati dalle persone e dai luoghi incontrati marciando, che trova nella strada il palco naturale, durante la quale il pubblico diventa protagonista e viene coinvolto in atmosfere surreali: impossibile smettere di danzare, ridere, condividere.
La serata del 16 agosto parte alle 21, con le macchine fiabesche di Ondadurto Teatro e le sue “C’era una volta: Actions!”: una perfida Regina lancia mele ai valletti dal suo enorme ed elegante trono in ferro, mentre un simpatico Lupo e i suoi scagnozzi si aggirano tra sparatorie e inseguimenti… Cenerentola si ritrova a dover servire due golose e mostruose sorellastre, legate l’una all’altra come sorelle siamesi e dispotiche padrone di uno stuolo di bizzarri servitori; per fortuna arriva il Principe a salvarla…a bordo di un cavallo bianco assolutamente “special”. Non è finita, perché chiuderemo con il “Nani Rossi Show”: un sorprendente spettacolo di acrobatica ed equilibrismo, realizzato da due performer d’eccezione, I Premio Festival di Ascona (CH), I Premio Milano Clown Festival, I Premio Festival di Orta, III Premio Festival di Velvey (CH).L’iniziativa è ideata dall’Associazione Affabulazione, ed è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.L’ingresso è gratuito per tutti gli eventi. La prenotazione è richiesta esclusivamente per le visite guidate, che hanno un massimo di 25 partecipanti per turno.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Evento teatrale: Tovaglia a Quadri

Posted by fidest press agency su martedì, 31 luglio 2018

Anghiari (Ar), dal 10 al 19 agosto 2018 si svolge dal 1996 l’evento teatrale: Tovaglia a Quadri fra le mura medievali di Anghiari, in provincia di Arezzo, definito dai suoi autori “cena toscana con una storia da raccontare in quattro portate” arriva quest’anno alla sua ventitreesima edizione. Promossa dall’Associazione culturale Tovaglia a Quadri, che si occupa anche degli aspetti logistici e organizzativi, realizzata in collaborazione con l’Associazione Teatro Stabile di Anghiari come responsabile della parte artistica, con il Comune di Anghiari (Ar) e la Rete Teatrale Aretina, con il sostegno della Regione Toscana e di numerosi sponsor locali, questa manifestazione raccoglie ogni anno oltre 1000 spettatori provenienti da tutto il territorio nazionale.
Lo spettacolo che avrà luogo da venerdì 10 a domenica 19 agosto, alle ore 20,15, scritto come sempre dal direttore artistico del Teatro di Anghiari Andrea Merendelli e da Paolo Pennacchini, porta in scena come di consueto una storia centrata su problematiche del nuovo millennio che si fondono con le vecchie tradizioni del paese. Le storie narrate negli spettacoli sono infatti frutto di un continuativo lavoro di ricerca d’archivio, unito alle testimonianze degli abitanti del posto, legate alla memoria di Anghiari, ai racconti dei nonni. Vicende di vecchia data che gli autori restituiscono alla collettività con un sapiente lavoro di ricerca, antiche passioni sopite, vicende più o meno note ma anche personaggi dimenticati tornano a vivere grazie alle interpretazioni degli attori locali che si fanno cantori delle loro stesse radici. I personaggi tipici del paese abitano gli amarcord che si intrecciano con il presente e con le vite, solo apparentemente quiete, dei protagonisti. Il tutto condito dagli stornelli toscani che risuonano dalla fisarmonica e dalle voci degli stessi attori in mezzo ai vicoli di Anghiari mentre, tra una scena e l’altra, il pubblico si gode la prelibatezza dei piatti e del vino rosso.
È questa tematica della memoria civile della collettività una delle caratteristiche salienti della manifestazione, che dal 1996 ci ha parlato e portato dentro piccole grandi storie che vanno dalle miniere etrusche a Leonardo, dal brigantaggio alle deportazioni nazifasciste, dall’emigrazione in Argentina alla svendita dell’acqua pubblica, dagli artigiani alla crisi della sanità fino ad arrivare alla crisi occupazionale della Buitoni, partendo dal locale fino ad arrivare al nazionale. Storie antiche o temi di potente attualità, come afferma Gianfranco Capitta “Gradualmente, con lo scorrere degli anni e delle portate, si è passati dal racconto dei fasti di una celebre cortigiana locale approdata in Vaticano (l’Anghiarina, appunto), al problema degli immigrati che qui sono molti e rendono possibili le grandi coltivazioni di tabacco pregiato”. La carica civile non viene mai meno in questi temi brucianti, che a tavola sono divenuti patrimonio comune, raccontati con l’umorismo toscano che rende “accettabili” le realtà raccontate, tutte pienamente documentate, in un vero e proprio teatro della memoria collettiva in cui la piazza del paese diviene una “zona franca” dove la memoria può essere (o non essere) condivisa da tutti. Le prime tredici sceneggiature sono state raccolte, nel volume Tovaglia a Quadri, tutte le storie, pubblicato nel 2009 con prefazione del critico teatrale Gianfranco Capitta.
Palcoscenico deputato è la piazzetta del Poggiolino, luogo denso di significati per i suoi abitanti, una piazzetta lunga e stretta che si trova nel cuore del borgo. Paese della alta Val Tiberina, adagiato tra Toscana, Umbria e Marche, Anghiari è noto ai più per il famosissimo affresco perduto di Leonardo da Vinci, giunto a noi tramite i disegni di Rubens (conservati al Louvre) e un’opera del 1470 di Biagio di Antonio (oggi alla National Gallery of Ireland di Dublino). L’opera di uno dei più grandi geni dell’arte raffigurava la famosa e omonima battaglia, che avvenne il 29 giugno 1440 proprio nella piana antistante la parte più antica della città, il Poggiolino, appunto.
Novità nel menù della cena e novità nel cast degli attori. Oltre ai consueti piatti tipici del luogo (crostini, bringoli, bocconcini di Chianina, cantucci, vino rosso e vin santo del contadino), quest’anno ci sono novità nel menù e nel cast degli attori. Il pubblico, seduto davanti alle tavole apparecchiate con le famose tovaglie a quadri della storica manifattura anghiarese, assisterà allo spettacolo messo in scena dagli attori-abitanti, affacciati a porte e finestre che danno sulla Piazzetta. Sono gli stessi cittadini, non dunque attori professionisti, a recitare tra i commensali della lunga tavolata. A scandire la performance, gli intermezzi musicali che rappresentano una sospensione del racconto e accompagnano le portate servite agli spettatori dagli stessi attori, deputati al ruolo di camerieri, sia nella finzione che nella realtà. Le materie prime che compongono il menù sono tutti a “chilometro 0”, per una spesa sostenibile ed ecocompatibile. L’evento è realizzato con il contributo della Regione Toscana e del Comune di Anghiari. Ingresso 45,00 euro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »