Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘tutela’

Tutela della salute di tutti e per azzerare le disuguaglianze fra le Regioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 luglio 2021

Associazioni di pazienti a confronto, per una nuova medicina del territorio, in grado di azzerare le disuguaglianze fra le Regioni. Occasione di incontro il webinar ‘MEDICINA DEL TERRITORIO E RECOVERY PLAN: UN’OPPORTUNITÁ DI CAMBIAMENTO’, promosso da Motore Sanità, che ha visto la partecipazione di importanti relatori, i quali non hanno mancato di far sentire la loro voce offrendo spunti di riflessione importanti, in vista dei circa 10miliardi del Recovery Plan previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). “Non ho idea se questi miliardi messi a disposizione siano sufficienti o meno, non ho elementi di competenza in questo senso, so però che occorre passare dall’annunciazione delle cose da fare al farle realmente, perché il tempo non è tantissimo”, ha sentenziato Marcello Grussu, Coordinamento Diabete Italia e Presidente Aniad. E ancora: “Tra le malattie cosiddette non trasmissibili, il diabete è sicuramente la malattia maggiormente diffusa nel mondo. Da noi in Italia ne soffrono oltre 3milioni e mezzo di persone, con un grosso impatto sull’organizzazione sanitaria, sociale e sui costi. Persone che, quando è iniziata la pandemia, hanno avuto una serie di problemi che si sono scontrati con tutte le carenze dei nostri 21 sistemi sanitari regionali e nazionali. Carenze già esistenti, che il Covid ha soltanto accentuato. In questi giorni il gruppo di lavoro dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS) sta portando avanti un documento importante. I punti sono: migliore e maggiore assistenza domiciliare, realizzazione di strutture e di Case di comunità, riorganizzazione degli ospedali di comunità, sviluppo della telemedicina. Speriamo che queste intenzioni possano rispondere alle necessità degli oltre 23milioni di persone che soffrono di qualche cronicità in questo Paese. Tra gli obiettivi anche ridurre l’accesso inappropriato dei ricoveri negli ospedali e nei pronto soccorsi, favorendo un’assistenza all’interno di un contesto più congeniale, che è l’ambito domestico, piuttosto che quello di residenza. Più raggiungeremo tutti questi obiettivi, maggiori saranno le chance di superare criticità e disuguaglianze che ci contraddistinguono. Non possiamo non tenere conto dei ritardi che esistono tra i territori, come ad esempio la scarsa viabilità di certe Regioni”. Parla di disuguaglianze fra Regioni anche Andrea Vianello, Presidente A.L.I.Ce. Italia ODV: “Dati alla mano, sono 150mila gli italiani che ogni anno hanno un ictus. Una patologia importante, che in alcuni presenta danni importanti da gestire: da qui la nostra richiesta che parte dei soldi del Recovery plan vengano destinati a rafforzare le stroke unit, non distribuite uniformemente in ugual misura in tutte le regioni. Importantissime, dal momento che il tempo è l’alleato fondamentale per la gestione dell’ictus”. Altri temi importanti, infine, sono stati portati alla luce da Anna Lisa Mandorino, Segretario Generale Cittadinanzattiva: “Quello che manca nel PNRR sono tre cose, secondo noi: tutto il capitolo della prevenzione, tutto il capitolo di misure ad hoc per gli altri determinanti di salute (rischi ambientali, climatici, sociali collegati alle questioni sanitarie) e, infine, un investimento significativo sul personale, a fronte del fatto che sappiamo che nel 2027 ci sarà il 16% di medici di medicina generale in meno e che il modello degli ospedali di comunità si basa su un potenziamento forte della figura degli infermieri, su cui però i numeri non ci fanno ben sperare nel medio termine”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il fattore umano e la prevenzione come elementi chiave nella tutela della Proprietà Intellettuale

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 giugno 2021

Prevenire il furto di dati aziendali non è una missione impossibile ma è necessario che ci sia una cultura aziendale virtuosa associata a momenti di training e migliori tecnologie. Questo il tema del webinar “La difesa della Proprietà Intellettuale e delle informazioni riservate” organizzato da Ruling Companies in collaborazione con Kroll, dove sono intervenuti Marco De Bernardin, Associate Managing Director & Country Manager Italy Kroll Business Intelligence and Investigations, Cesare Galli, Partner IP Law Galli s.r.l., Germana Mentil, General Counsel di Ferragamo, Caterina Strippoli, Head of Intellectual Property Innovability Enel e Umberto Simonelli, Chief Legal & Corporate Affairs Officer – Company Secretary Brembo S.p.a. Le proprietà intellettuali e le informazioni riservate di un’azienda sono sottoposte a continue minacce interne che sono diventate più comuni di quelle esterne. Il decentramento della produzione e l’aumento delle attività in smart working, spesso con connessioni internet non sicure, hanno fatto emergere come la sicurezza dei dati sia un passaggio decisivo per l’azienda. Il costo dell’implementazione delle misure di sicurezza per ovviare a questa grave problematica è in aumento del 31% negli ultimi due anni, per arrivare ad una spesa complessiva di $ 11,45 milioni

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: sentenze sulla tutela dei precari

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Arrivano da Catania ben cinque sentenze di pieno accoglimento per l’Anief nella tutela dei diritti dei lavoratori precari della scuola da anni sfruttati dal Ministero dell’Istruzione: riconosciuto il diritto all’estensione dei contratti dal 30 giugno al 31 agosto di ogni anno e alle progressioni stipendiali in favore di alcuni docenti cui l’Amministrazione dovrà corrispondere le mensilità mancanti per l’estensione dei contratti oltre agli scatti di anzianità. Ancora possibile aderire ai ricorsi Anief.Stavolta è il Tribunale del Lavoro di Catania che bacchetta il Ministero dell’Istruzione e lo condanna a risarcire i lavoratori precari per l’illegittima apposizione del termine al 30 giugno di ogni anno in luogo del 31 agosto per coprire posti risultati, invece, vacanti e disponibili. I legali Anief Fabio Ganci, Walter Miceli e Marco Di Pietro travolgono ancora una volta il Ministero dell’Istruzione in tribunale e ottengono delle sentenze esemplari che rilevano l’illegittimità dell’attribuzione dei contratti su posto vacante con scadenza al 30 giugno e riconosce il diritto di cinque docenti, alcuni con più di 10 anni di precariato alle spalle, a percepire le medesime progressioni stipendiali riconosciute solo al personale di ruolo.“Sono anni che denunciamo il bluff del Ministero dell’Istruzione che attribuisce sistematicamente e illegittimamente contratti al 30 giugno di ogni anno anche se il posto è vacante e la normativa impone, in questi casi, di apporre al contratto il termine del 31 agosto. Queste storture devono essere sanate direttamente in contrattazione e l’Anief si farà portavoce dei diritti di tutti i precari per rivendicare la medesima progressione di carriera riconosciuta al personale di ruolo e per far luce sui “falsi” posti in organico di fatto che dovrebbero, invece, risultare da anni in organico di diritto ed essere utilizzati per le immissioni in ruolo e per stabilizzare, finalmente, i precari della scuola”.L’Anief ricorda che è ancora possibile ricorrere per vedersi riconosciuti i propri diritti e per ottenere il risarcimento del danno subìto per l’illegittima reiterazione di contratti a termine, l’estensione dei contratti su posto vacante e uno stipendio commisurato agli anni di servizio effettivamente svolti, anche se con contratti a tempo determinato.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regno Unito: “Il Governo tuteli gli italiani incarcerati, non abbassi la testa”

Posted by fidest press agency su martedì, 18 Maggio 2021

“Presenterò un’interrogazione parlamentare al premier Draghi e al ministro Di Maio per sapere cosa intende fare il Governo per tutelare gli italiani che, da diversi giorni, vengono incarcerati e successivamente espulsi al loro arrivo nel Regno Unito”. Lo dichiara, in una nota, il Questore della Camera e membro della Commissione Affari Esteri Edmondo Cirielli (FdI): “Non è accettabile che vengano trattati come se fossero degli immigrati clandestini. Sono persone, soprattutto giovani, che si sono recati in Inghilterra per un colloquio di lavoro o per fare un’esperienza da ragazzi alla pari. Ad alcuni di loro – aggiunge Cirielli – sarebbero stati sequestrati finanche i telefonini per evitare che fotografassero le celle di detenzione in cui sono stati rinchiusi prima dell’espulsione. Tutto ciò è davvero indegno. Per questo, è assolutamente necessario un intervento diretto della Farnesina presso le autorità britanniche affinchè la nostra Ambasciata possa essere tempestivamente informata in caso di detenzione di cittadini italiani per garantire loro l’adeguata assistenza. Episodi non genere, comunque, non devono più accadere: l’Italia non abbassi la testa” conclude Cirielli.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza alimentare e tutela produttori e consumatori

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 Maggio 2021

“Potenziare e rafforzare le norme a tutela di produttori, trasformatori e commercianti ma soprattutto dell’anello più debole della filiera agroalimentare, ossia gli agricoltori e i consumatori finali. Sono questi gli obiettivi delle novità normative che introduciamo riguardo gli illeciti amministrativi in materia di sicurezza alimentare”. Così il deputato Alberto Manca (M5S), durante la discussione generale a Montecitorio sulla conversione in legge del Dl Sicurezza Alimentare. “Con questo provvedimento e con l’approvazione del mio emendamento – prosegue -, diamo forza all’attività di controllo degli organi preposti in particolare dell’Icqrf (Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari) che ringrazio per l’impegno costante nel contrasto agli illeciti e ai reati nel settore agroalimentare, portato avanti anche durante la pandemia con oltre 70mila controlli nel 2020”. “Invito tutte le forze politiche a impegnarsi, in futuro, per portare avanti soluzioni normative per il settore che si ritrova ad affrontare nuove sfide nei mercati internazionali dove abbiamo tutte le necessarie potenzialità per competere e imporci” conclude.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Italia in prima linea a tutela del lavoro creativo

Posted by fidest press agency su sabato, 24 aprile 2021

“Dopo il voto del Senato, si definisce la strada che porta all’approvazione del decreto di recepimento della direttiva copyright in Italia: un passo di fondamentale importanza per la tutela dell’industria creativa nel nostro Paese” dichiara il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi. Il Senato ha infatti approvato in via definitiva la legge di delegazione europea 2019-2020 che, all’articolo 9, prevede l’attuazione della direttiva Ue 2019/790 a tutela del diritto d’autore. “Il governo italiano – spiega Levi – sarà così in prima linea in Europa per dare al nostro Paese regole capaci di dare nuove tutele al lavoro creativo, agli autori e a tutti gli attori del mondo del libro promuovendo allo stesso tempo la diffusione della conoscenza”. “L’impegno nostro e del Governo non finisce qui; – conclude Levi – la direttiva e il suo recepimento vanno considerati come un punto di partenza e non di arrivo. Perché possano dispiegare i suoi effetti benefici, infatti, devono essere accompagnati da nuovi strumenti che consentano la gestione del diritto d’autore online in maniera semplice ed efficiente. Come AIE siamo impegnati da dieci anni per la costruzione di una infrastruttura tecnologica aperta che assolva questo compito. Il lancio da parte della presidenza di turno dell’Unione europea dell’iniziativa “Copyright infrastructure” e la scelta della Commissione europea di definire prioritario gli investimenti per realizzarla nel suo “Piano d’azione sulla proprietà intellettuale per rafforzare la resilienza e la ripresa economica dell’UE” vanno nella direzione da noi auspicata e sulla quale abbiamo richiamato l’attenzione nelle interlocuzioni con il Governo”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aggressioni e tutela operatori della scuola

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2021

ANCODIS: Solidarietà e vicinanza alla Preside Notaro e alla comunità scolastica dell’IC Calderone di Carini da Ancodis. L’aggressione subita è un gesto che deve farci riflettere e deve portare le Autorità istituzionali a trovare le necessarie risposte per tutelare tutti gli operatori della scuola che in questi anni sono stati vittime di gratuita e ingiustificata violenza. Collaboratori scolastici, docenti, Collaboratori dei DS e DS sembrano essere divenuti in questi anni “preda” di azioni violente da parte di alunni e genitori che hanno perso il senso del rispetto per una Istituzione e per i suoi operatori. Siamo davvero preoccupati di quanto leggiamo: occorre provare ad alzare un argine alla crescente sensazione di insicurezza e dare un segnale di massima attenzione a livello giuridico. ANCODIS propone di:
a) Prevedere l’aggravante per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale nella scuola proprio per la sua specificità (luogo di formazione e di educazione) e per la presenza di minori (spesso queste aggressioni avvengono in presenza di minori che subiscono turbamenti psicologici);
b) Risarcire il docente vittima di aggressione fisica – sulla base dei danni biologico e morale rilevati – con una specifica indennità economica ed un riconoscimento giuridico da valere nella progressione di carriera;
c) Risarcire l’Istituzione Scolastica – anch’essa vittima dell’aggressione – sulla base del danno cagionato alla sua immagine;
d) Determinare una forma di “D.A.SCO.” (Divieto di Accedere alle manifestazioni SCOlastiche) temporaneo per alunni e permanente per i genitori violenti a tutela della serenità dell’ambiente scolastico;
e) Obbligare alla costituzione di parte civile per legge del MIUR e dell’Istituzione Scolastica in sede di processo penale;
f) Prevedere – nel caso di gravi violenze verbali da parte di un alunno -il temporaneo affidamento ad Enti di volontariato riconosciuti e presenti nel territorio per favorire un processo di riflessione e di recupero educativo;
g) Istituire una giornata nazionale contro ogni forma di violenza verso le scuole e gli operatori (furti e danni ed aggressioni fisiche e verbali);
h) Convocare urgentemente una conferenza nazionale della Scuola per discutere le opportune soluzioni (preventive e difensive) al fine di fronteggiare una vera e propria emergenza sociale (la scuola teatro di violenze fisiche e psicologiche).
Il patto educativo con i genitori è fondamentale: quali principali responsabili dell’educazione dei loro figli, il loro coinvolgimento nel processo di prevenzione deve essere rigenerato! Non possiamo più aspettare: si rischia una deriva sociale che toglie dignità ai docenti, sottrae autorevolezza alle istituzioni scolastiche, favorisce il misconoscimento del valore educativo del sistema scolastico italiano.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Slitta al 1° gennaio 2023 stop mercato tutela

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 marzo 2021

Il Milleproroghe diventa legge. Definitivo, quindi, il rinvio di un anno, dal 1° gennaio 2022 al 1° gennaio 2023, dello stop del mercato di maggior tutela per luce e gas. “Evviva! Vittoria per i consumatori! Accolte le nostre denunce” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori. “Non ci può essere un mercato davvero libero fino a che i primi cinque operatori detengono l’82,5% del settore domestico per la luce e i primi tre gruppi controllano il 44,3% del mercato del gas. Sono ancora troppi, poi, i clienti nel mercato tutelato, il 45% dei clienti domestici del settore elettrico e il 44% per il gas” prosegue Vignola. “Ora speriamo che il legislatore si dia una bella svegliata e invece di passare, all’italiana, da una proroga all’altra, creando incertezza per i mercati e i consumatori, faccia quello che serve per creare le premesse di un mercato davvero libero, colmando ad esempio il vuoto normativo sul destino da riservare ai clienti che non effettueranno alcuna scelta entro il 1° gennaio 2023, prevedendo aste competitive e introducendo un serio albo dei venditori” conclude Vignola.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutela integrativa per lavoratori autonomi, atipici e caregiver

Posted by fidest press agency su sabato, 20 febbraio 2021

A quasi un anno dallo scoppio della pandemia e di fronte ad un’assistenza sanitaria che ha impiegato sul fronte della guerra al nuovo coronavirus la maggior parte delle risorse economiche e umane del sistema sanitario pubblico, il IX rapporto sulla Sanita’ Pubblica, Privata e Intermediata non poteva che registrare l’inevitabile aumento del bisogno di protezione e di salute dei cittadini italiani. L’indagine, condotta come ogni anno dalla Fondazione Censis per conto di Intesa Sanpaolo RBM Salute, approfondisce le prospettive del Sistema Sanitario del nostro Paese tra sostenibilita’, equita’ e promozione della salute.Il bisogno di salute nel nostro Paese, come attestano i circa 40 miliardi spesi in sanita’ privata in Italia ogni anno, e’ forte e gestito attraverso un significativo impiego di risorse personali da parte di ciascun cittadino. Certo, esistono forme di assicurazione sanitaria integrativa sostenute dalle aziende per I propri dipendenti e collaboratori ma riguardano, per lo piu’, imprese medio-grandi. Eppure il rapporto rileva che, per 2 italiani su 3, proteggere la propria salute durante la pandemia, che ancora imperversa, e’ la principale fonte di preoccupazione.E un dato ancora piu’ importante, che emerge anch’esso dal rapporto, e’ quello che riguarda il rinvio delle prestazioni sanitarie a causa del Covid-19, che ha riguardato almeno un terzo degli italiani. A fronte dei circa 25 milioni di pazienti con patologie croniche che necessitano di cure, terapie e assistenza continuativa, il rinvio e la rinuncia alle prestazioni rendono il quadro clinico ridelineato dal Covid ancora piu’ drammatico.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutela dei consumatori contro TikTok

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2021

Nella giornata di oggi il BEUC, l’Organizzazione Europea dei Consumatori, ha inviato una denuncia alla Commissione Europea e alla Rete di cooperazione per la tutela dei consumatori contro TikTok. Il noto social network, che riscuote un grande successo fra bambini e adolescenti, è accusato di non tutelare adeguatamente gli utenti da contenuti inappropriati, pubblicità occulta e di violarne numerosi diritti. Insieme al BEUC, le organizzazioni di consumatori di 15 Paesi del network, fra cui Altroconsumo in Italia, si sono rivolte alle autorità – in Italia, il Garante privacy e l’Autorità garante della concorrenza e del mercato – chiedendo di indagare sulla condotta del social.Già nel 2019, Altroconsumo aveva chiesto l’intervento del Garante privacy poiché TikTok consentiva l’iscrizione dei minori fino a 13 anni senza il consenso dei genitori, come invece previsto dal Regolamento europeo per la protezione dei dati personali.Alla luce di una nuova ricerca del BEUC, oggi TikTok torna ad essere accusato per il mancato rispetto di numerosi diritti degli utenti, come la poca trasparenza delle condizioni d’uso e le pratiche di marketing scorrette che colpiscono maggiormente bambini e adolescenti:
· clausole vessatorie nei Termini di Servizio che si presentano poco chiari, ambigui e comportano uno squilibrio tra il professionista che fornisce il servizio e gli utenti, a danno di questi ultimi;
· clausole vessatorie e pratiche commerciali scorrette nella Politica per gli articoli virtuali[2] che include, tra le altre cose, carenza di chiarezza delle informazioni precontrattuali e assenza di un meccanismo efficace di autorizzazione che prevenga abusi del sistema di pagamento in-app utilizzato per acquistare le “monete virtuali” di TikTok;
· mancata adozione di misure efficaci per tutelare gli utenti, tra i quali ricordiamo numerosi bambini e adolescenti, dalla pubblicità occulta delle aziende, attraverso influencer, e da contenuti potenzialmente dannosi.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malattia e infortunio, le tutele per il paziente Covid-19

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 gennaio 2021

Medico in quarantena perché contatto stretto di paziente positivo al Covid-19? L’Inps verserà metà stipendio. Seguito a casa come asintomatico dopo tampone positivo? Prenderà il 10% in più. Il medico con Covid è anche dipendente? Difficilmente sarà licenziato anche dopo il periodo di comporto di 18 mesi, se l’ospedale lo ha messo in prima linea. Se medico di famiglia la storia cambia. Un tema abbastanza noto, ma oggi sulle tutele in caso di esposizione o contagio si può tracciare un quadro e tratteggiare come, e per chi, agiscono le coperture per infortunio e malattia. Copertura Inail – La circolare Inail 13 del 3 aprile 2020 equipara i contagi di Covid-19 avvenuti sul lavoro a infortuni se di durata superiore a 3 giorni. Ma si rivolge ai dipendenti: medici, infermieri ed altri sanitari, e ancora cassieri, banconisti, personale ospedaliero dei reparti infettivi, tecnici e portantini. Fuori ospedale ci sono altre regole. Al dipendente contagiato, il datore di lavoro deve conservare il posto per il periodo di comporto (18 mesi per il medico ospedaliero); il datore di lavoro copre al 100% il giorno di contagio e al 60% i tre successivi, dopodiché Inail paga il 60% dello stipendio dal 4° fino al 90° giorno e il 75% dal 91° giorno alla fine della malattia. Se ci sono condizioni nocive di lavoro (sentenze di Cassazione 2579/2020 e 26498/18), il datore di lavoro non può licenziare il dipendente anche dopo il periodo di comporto nella misura in cui il disagio che ha creato tali condizioni è da imputare a lui.Copertura Inps – Per gli altri contagiati “fuori” dal contesto lavorativo non vale la copertura Inail ma l’indennità Inps ordinaria; al paziente in quarantena, contatto stretto di un malato, va il certificato di malattia del medico di famiglia; in caso di tampone positivo, in base alla circolare Inps 5445/2020 il medico di famiglia, allertato dal servizio d’Igiene Asl o dall’Unità speciale di continuità assistenziale che gestisce il paziente a casa, certifica la malattia. Diversi i codici: V07 per i positivi asintomatici, V29 per altri soggetti in quarantena e V15 per i lavoratori in condizioni di rischio. Invece il codice del paziente sintomatico è 480.3 e il codice del coronavirus se conclamato è 079.82. Con l’indennità i primi 3 giorni sono in franchigia (“carenza”), poi Inps versa il 50% dello stipendio dal 4° al 20° giorno, e i due terzi dal 21° al 180° giorno. By Mauro Miserendino fonte: Doctornews33 abstract)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutela dei centristorici e delle aree di pregio

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

“Il Governo non faccia il passo del gambero – ammonisce la presidente di Italia Nostra Ebe Giacometti appellandosi alle forze politiche in Parlamento – e tenga il punto fermo sulla norma recentemente approvata con l’emendamento della Sen. De Petris nel DL Semplificazioni. L’esecutivo respinga tali richieste poiché in gioco è il volto e il patrimonio dei centri storici del nostro Paese. Abbiamo avuto contezza del triste caso delle demolizioni dei villini di Roma ma anche di abbattimenti in altre città che hanno lasciato sfregi in tessuti storicamente rilevanti. Ora non si può permettere che questo drammatico fenomeno si replichi sull’intero territorio nazionale”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Indice Internazionale sulla tutela dei diritti di proprietà: Italia 47°

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2020

E’ stato presentato l’International Property Rights Index 2020 (Indice Internazionale sulla tutela dei Diritti di Proprietà). Lo studio, realizzato dalla Property Rights Alliance di cui fa parte il think tank Competere.eu, misura la tutela della proprietà in oltre 129 Paesi, rappresentanti il 98 per cento del PIL mondiale ed il 94 per cento della popolazione. L’Italia peggiora ulteriormente la propria posizione da 46° a 47°, tra le peggiori nella UE, troppo distante dagli altri Paesi del G7 e dopo il Sud Africa e l’Uruguay, con un punteggio finale di 6.2 su 10. Il distacco con i vertici della classifica è significativo. Finlandia, Svizzera, Singapore, Nuova Zelanda e Giappone, che occupano i vertici, hanno tutte un punteggio superiore a 8. I Paesi del G7 mediamente hanno ottenuto un punteggio medio pari a 7.7. L’indice si compone di 3 voci principali che riguardano il “sistema politico e giuridico”, la “tutela dei diritti fisici” e la “tutela dei diritti intellettuali”. L’Italia è insufficiente nella prima voce, soprattutto per quanto riguarda la stabilità politica e l’efficienza e l’efficacia della giustizia civile, oltre agli alti livelli di corruzione percepiti, mentre raggiunge una risicata sufficienza nelle altre due. Altri punti deboli sono la tutela del copyright e la capacità di accesso al credito i cui punteggi sono molto bassi (intorno a 3.1).Nell’edizione 2020 particolare peso nel giudizio finale è stato dato alla parità di genere. In molte nazioni questo obiettivo è ancora lontano dall’essere raggiunto e questo condiziona anche la tutela della proprietà intellettuale e fisica. Inoltre, dove la parità tra i sessi e gli individui non è pienamente raggiunta vengono rallentati i processi di innovazione e sviluppo. Il problema deve essere affrontato in modo prioritario sostengono gli esperti di Competere.eu insieme alle potenziali conseguenze della pandemia Covid-19. La premessa all’Indice della curatrice Sary Levy-Carciente mette l’accento anche sulla necessità di rafforzare la tutela dei diritti di proprietà durante eventi emergenziali come la pandemia. I governi devono lavorare per garantire che la proprietà sia difesa – si pensi anche alla necessità di produrre vaccini e nuove terapie – per far sì che la ripresa economica e sociale sia ancora più forte.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

“È ora di estendere la tutela dell’Inail ai Vigili del Fuoco

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 settembre 2020

Una battaglia per il riconoscimento di un’assicurazione alle donne e agli uomini contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali che conduciamo da tempo, segnata anche da una raccolta di firme a sostegno, con primo firmatario il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini”. Ad affermarlo è la Funzione Pubblica Cgil Vigili del Fuoco.Per queste ragioni, aggiunge il coordinatore nazionale della Fp Cgil Vigili del Fuoco, Mauro Giulianella, “sosteniamo l’emendamento al Decreto Agosto presentato in commissione Bilancio del Senato dai senatori del Pd, Fedeli, Laus e Ferrari, che mira proprio ad estendere le tutele che rivendichiamo ai componenti del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. L’attività da questi svolta, infatti, è soggetta a gravi rischi, sia di infortuni che di malattie professionali, non ultimo il Covid19, ed è doveroso che siano nelle condizioni di operare tutelati e garantiti”. Secondo Giulianella, inoltre, “non è più tollerabile che coloro che, quando serve, chiamiamo eroi, che salvano vite ogni giorno e che sono al servizio della collettività, debbano operare senza garanzie e privi tutele. I Vigili del Fuoco non hanno infatti un’assicurazione per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, che devono assurdamente affrontare a proprio spese. Per questo sosteniamo l’azione politica intrapresa del Pd e sfidiamo tutte le altre forze politiche a fare altrettanto, riconoscendo ai Vigili del Fuoco quanto gli spetta per poter operare, ogni giorno e per tutti, con le necessarie tutele e garanzie”, conclude.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Ata, Anief ascoltato al Mi: un passo in avanti ma le richieste a tutela della categoria continuano

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2020

Al via 11.323 unità per nuove assunzioni per i profili Ata, dopo le richieste pressanti di Anief al ministero dell’Istruzione, Lucia Azzolina. Il colloquio tra una delegazione Ata e il dottore Filippo Serra del ministero è stato un importante punto per l’avvio delle prossime trattative a difesa della categoria. Marcello Pacifico (Anief): Auspichiamo maggiori immissioni in ruolo poiché in alcuni casi risultano insufficienti alle esigenze di igienizzazione per la riapertura delle scuole in sicurezza, rispetto alle nuove classi richieste dai dirigenti scolastici che non vengono, peraltro, sempre assegnate dai dirigenti degli Uffici scolastici. È fondamentale ripristinare il taglio di un quarto dei posti in organico che è avvenuto in questi anni a parità dello stesso numero di alunni iscritti
Marcello Pacifico, presidente nazionale dell’Anief, ha dichiarato che “auspichiamo maggiori immissioni in ruolo poiché in alcuni casi risultano insufficienti, per quanto concerne lo stesso turn over, alle esigenze di igienizzazione per la riapertura delle scuole in sicurezza, rispetto alle nuove classi richieste dai dirigenti scolastici che non vengono, peraltro, sempre assegnate dai dirigenti degli Uffici scolastici. È fondamentale ripristinare il taglio di un quarto dei posti in organico che è avvenuto in questi anni a parità dello stesso numero di alunni iscritti. Mentre nel nuovo contratto dovrà essere chiara la necessità di altri 20mila posti per il coordinamento degli assistenti tecnici e amministrativi e dei collaboratori scolastici. Sulle risorse, infine, si dovranno utilizzare parti di quelle destinate alla scuola nel Recovery Fund per rivedere le qualifiche e i livelli professionali”.La delegazione dell’Anief ha chiarito al dottor Serra, che ne ha chiesto espressamente l’opinione, di poter assumere i Dsga dalle graduatorie che saranno definite dopo il primo di settembre. “Per motivi legati alla preparazione sul campo e alla formazione – ha chiarito Pacifico – sollecitiamo l’assunzione privilegiata dei facenti funzione. Abbiamo, inoltre, chiesto l’assunzione dei lavoratori fragili e un aumento dei collaboratori scolastici, in particolare nelle scuole dove è alto il numero degli allievi diversamente abili. Riconosciamo uno straordinario lavoro delle scuole polo che si occuperanno di valutare le Gps, perciò richiediamo per queste realtà uno stanziamento di fondi aggiuntivi”. L’Anief accoglie positivamente lo stanziamento aggiuntivo per organici pari a 1300 milioni e una quota per la formazione di tutto il personale Ata, compresi in Dsga neoassunti. I posti che si sono resi liberi dopo i movimenti di mobilità del personale Ata per l’anno scolastico 2020/21, ovvero i cosiddetti posti vacanti, sono 24.920 con un incremento in più pari al 25% rispetto all’anno scolastico 2019/2020.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Cisal amplia i servizi di tutela a disposizione dei propri iscritti

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 agosto 2020

Sottoscritta con lo studio Studio Legale “Di Monda & Partners” una convenzione per la consulenza e l’assistenza legale in materia di infezioni nosocomiali. Consulenza, assistenza e tutela dei propri iscritti che lamentano una lesione all’integrità della propria salute, dovuta alle cosiddette infezioni nosocomiali. Con questo obiettivo la Cisal amplia il ventaglio dei servizi a disposizione dei propri associati sottoscrivendo la Convenzione-Quadro per l’attività professionale e divulgativa in materia di infezioni correlate all’assistenza (I.C.A.) con lo Studio Legale “Di Monda & Partners”. «Mettiamo nelle mani dei nostri associati un ulteriore strumento di informazione e tutela – spiega il Segretario Generale della Cisal Francesco Cavallaro – avvalendoci della professionalità di un team di avvocati e consulenti, guidato dai legali Raffaele Di Monda e Francesco Giliberti, che da anni studia l’incidenza di questo fenomeno, divenuto, purtroppo, con l’emergenza COVID-19, ancor più di strettissima attualità». La Convenzione-Quadro, riserva a tutti gli iscritti/associati/ referenti Cisal un incontro preliminare gratuito con lo Studio Legale “Di Monda & Partners” volto a verificare le concrete esigenze di assistenza legale in relazione al tema della I.C.A. e relativi profili medico-legali e/o giuridici.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Editoria: “Tutelare l’Ansa è tutelare il Paese”

Posted by fidest press agency su sabato, 30 Maggio 2020

Per questo considero criticabile il comportamento dell’azienda che, dopo oltre una settimana, non ha ancora dato risposte concrete e convincenti ai dipendenti in agitazione per difendere le proprie condizioni lavorative. Si mettono a rischio 75 anni di gloriosa attività dell’Ansa, cioè della prima agenzia italiana, che pure in emergenza Covid ha svolto brillantemente il proprio lavoro al servizio dell’informazione. Ritengo che le misure proposte dall’azienda con massiccio ricorso alla cassa integrazione e soprattutto col taglio del budget dei collaboratori (quindi dei più deboli e meno tutelati), sarebbero pesantemente negative per i lavoratori, e determinerebbero conseguenze negative su tutto il sistema informativo nazionale, anche per le conseguenze sulle sedi locali ed estere. Il governo dimostri sensibilità per l’Ansa e l’azienda rifletta sulla natura e sulla mission della storica agenzia nazionale, che è parte del nostro Paese”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal Governo solo slogan, nessuna tutela per i consumatori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 Maggio 2020

Il nulla oltre gli annunci. Delle tante conferenze stampa tenute in queste settimane dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte resta ben poco per i consumatori. Come dimostrano le segnalazioni e le richieste di aiuto che arrivano sempre più numerose all’associazione Codici, gli impegni del Governo finora non hanno trovato un’applicazione reale ed efficace, ed i cittadini iniziano a pagarne le conseguenze.“La politica dell’emergenza – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – non sta dando i risultati promessi ed auspicati. Gli annunci, purtroppo, sono rimasti tali, delle iniziative per tutelare i consumatori non si è vista nemmeno l’ombra. Registriamo soltanto ritardi nell’attivazione di strumenti di sostegno. Al momento non c’è nessuna reale protezione per i cittadini, che anzi sono stati lasciati in balia delle società private per quanto riguarda, ad esempio, le richieste di sospensione delle rate dei mutui o dei prestiti. Il tessuto economico del nostro Paese non è rappresentato dall’impresa, ma dal consumatore che spende. Se non viene messo nelle condizioni di poterlo fare, c’è il rischio di andare verso una crisi drammatica da cui sarà difficilissimo riprendersi”.L’associazione Codici ha attivato su tutto il territoriale nazionale un servizio di assistenza speciale ai consumatori per le problematiche legate all’emergenza Coronavirus.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutele aggiuntive al personale impiegato nell’emergenza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 Maggio 2020

È stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano e le Organizzazioni Sindacali FP Cgil, Cisl FP, Uil FPL, per l’individuazione e la destinazione di specifiche risorse finalizzate a remunerare le particolari condizioni dei lavoratori impegnati nell’emergenza Covid-19 negli Enti e Aziende del SSN. Un testo costruito grazie anche al coinvolgimento del Comitato di Settore Regioni-Sanità.Regioni e sindacati, con il protocollo, chiedono di riconoscere “la grande professionalità, la capacità di adattamento organizzativo e la dedizione al lavoro” degli operatori, attraverso un pacchetto di interventi “che incrementi in misura sensibile le risorse disponibili, anche con un ulteriore stanziamento da parte del Governo”, escludendo le risorse “dal computo dei limiti previsto dall’attuale art.23 comma 2 del D.Lgs. 75/2017 e dai vincoli previsti dalla legislazione vigente in materia di spesa di personale”.
Regioni e sindacati del pubblico impiego elencano le leve retributive impiegabili, tra le quali: una particolare maggiorazione della produttività, a titolo di “progetto covid-19”, individuata previo passaggio in contrattazione integrativa; l’estensione di un’indennità di malattia infettiva a tutto il personale sanitario ed oss, con la richiesta di intervenire, da un punto di vista normativo, per permettere l’estensione dell’indennità a tutto il personale; infine, la possibilità di ampliare i reparti e i servizi destinatari dell’indennità di terapia intensiva e sub-intensiva, attraverso il confronto e la contrattazione regionale.Per rendere operative queste misure – proseguono le Regioni e le organizzazioni sindacali firmatarie del presente protocollo -, è stato condiviso “l’invio al Governo di una serie di proposte tra le quali, in particolare, alcuni emendamenti all’ex art.1 del Cura italia”.È stato inoltre richiesto “di dare compiuta attuazione a quanto previsto nel Patto per la Salute 2019-2021, prevedendo la possibilità per le Regioni in equilibrio economico, che hanno garantito i LEA e avviato il processo di adeguamento alle disposizioni di cui al DM 2 aprile 2015, n. 70, di destinare alla contrattazione integrativa risorse aggiuntive rispetto a quelle già previste nel CCNL, nel limite del 2 per cento del monte salari regionale, rilevato nell’anno 2018, nonché ulteriori risorse aggiuntive di derivazione nazionale e comunitaria”.A tal fine, “risulta poi necessario per poter pienamente utilizzare le auspicate ulteriori risorse, che interventi finanziari di carattere europeo e nazionale per la gestione dell’emergenza, siano escluse dal computo dei limiti previsti dall’attuale art. 23 comma 2 del D.Lgs. 75/2017 e dai vincoli previsti dalla legislazione vigente in materia di spesa di personale”.Si ritiene infine – concludono Regioni e Sindacati – che “debba essere previsto, in relazione all’eccezionalità dell’emergenza sanitaria in atto, un intervento normativo che tuteli tutto il personale coinvolto che ha operato nella fase emergenziale da responsabilità civili e penali, salvo il caso di condotte poste in essere con dolo o in ipotesi particolarmente qualificate di colpa grave”.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutela scuole paritarie

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2020

Con l’approvazione dell’ordine del giorno a prima firma Rampelli di Fdi sul sostegno alle scuole pubbliche paritarie, alle scuole private e agli asili nido il Governo ha preso impegno di fronte al Parlamento a valutare una serie di norme e interventi economici per salvare questi istituti.“Una prima vittoria dedicata a un mondo prezioso per la nostra comunità e alla sua insostituibilità – ha dichiarato Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi. Ora vigileremo per fare in modo che questo indirizzo politico sia trasferito nei Decreti. Abbiamo difeso la nostra proposta con le unghie e con i denti, ribaltando l’ostracismo di questi giorni e portato a casa un risultato positivo. Se le famiglie non possono pagare le rette, le scuole e i nidi non possono morire, né possono andare per strada insegnanti e operatori sociali.Con la difesa della libera scelta del modello educativo si deve proteggere la facoltà delle mamme di conciliare la famiglia con il lavoro, una conquista insopprimibile”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »