Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Archive for the ‘Università/University’ Category

University

A proposito dei distretti industriali ed universitari

Posted by fidest press agency su martedì, 25 luglio 2017

parma universitàDisporre sul territorio di una struttura universitaria costituisce per le imprese che vi ruotano attorno un valore aggiunto non indifferente. Questa valutazione comprovata dalla crescita di rapporti sempre più intensi tra il mondo del sapere e quello del lavoro ci ha indotti a considerare un altro aspetto che andrebbe considerato in una diversa realtà sociale ed ambientale. Da qui è partito il progetto per la costituzione di cooperative internazionali di sostegno sociale (Copiso) da tenere sotto l’alto patrocinio dell’Onu per lo sviluppo delle aree depresse ed in particolare, per i Paesi del sottosviluppo. Esse dovrebbero beneficiare di un’area apposita nell’ambito degli Stati più depressi del mondo per costruirvi una “cittadella del sapere” d’affiancare alle produzioni locali e alle attività del terziario e, quindi, agricola, commerciale, turistica e per la preparazione professionale degli autoctoni e per la formazione di una loro classe dirigente a tutti i livelli di operabilità. Un altro aspetto sarebbe quello di indirizzare lo sviluppo delle telecomunicazioni, delle infrastrutture, dei trasporti per persone e beni ecc. Una caratteristica di queste cooperative è rappresentata dal personale di provenienza occidentale che ne costituirebbe l’ossatura: essi dovrebbero avere un’età superiore ai 70 anni ed essere provenienti da ambienti universitari e dell’imprenditoria con altissima professionalità nel loro campo d’azione. L’età dovrebbe garantire la provvisorietà del loro ruolo una volta realizzato il progetto di formazione di una cultura del progresso e delle tecniche per i residenti. Vi sono, ovviamente, altri aspetti che sorvoliamo per ragioni di spazio ma che confidiamo di colmare nei nostri approfondimenti futuri su queste pagine. (Riccardo Alfonso direttore centri studi politici ed economici della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La notte europea dei ricercatori

Posted by fidest press agency su domenica, 23 luglio 2017

notte ricercatoriIl 29 settembre torna la Notte Europea dei Ricercatori, la più importante manifestazione europea di comunicazione scientifica che coinvolge oltre 300 città europee. In Italia l’evento, coordinato da Frascati Scienza, sarà preceduto dal consueto appuntamento con la Settimana della Scienza che si svolgerà dal 23 al 30 settembre 2017, con un calendario ricco di eventi e aperitivi scientifici, incontri con i ricercatori, conferenze e visite nei più autorevoli centri di ricerca italiani.La Notte Europea dei Ricercatori, che quest’anno compie 12 anni, è promossa dalla Commissione Europea. In Italia il progetto, coordinato dall’Associazione Frascati Scienza, è realizzato in collaborazione con Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CINECA, CREA, ESA-ESRIN, GARR, INAF, INFN, INGV, ISPRA, ISS, Sapienza Università di Roma, Sardegna Ricerche, Università di Cagliari, Università di Cassino, Università LUMSA di Roma e Palermo, Università di Parma, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Università degli Studi Roma Tre, Università di Sassari, Università della Tuscia, Astronomitaly, Associazione Tuscolana di Astronomia, Explora, G.Eco, Ludis, Osservatorio astronomico di Gorga (RM), Fondazione GAL Hassin di Isnello (PA), Sotacarbo.La manifestazione ha l’obiettivo di avvicinare i ricercatori ai cittadini di tutte le età e di evidenziare l’importanza e l’impatto positivo della ricerca nella vita quotidiana. Un’opportunità per creare un legame tra scienza e società, per un confronto/dibattito continuo su temi cruciali della ricerca scientifica. Un’occasione, inoltre, per far incontrare i giovani e i ricercatori, per comprendere da vicino questo affascinante mestiere in grado di cambiare concretamente le nostre vite, diventare anche solo per un giorno ricercatore divertendosi e scoprendo discipline scientifiche e, perché no, restare affascinati dalla carriera scientifica pensando un giorno di intraprenderla.Anche quest’anno il filo conduttore della manifestazione organizzata da Frascati Scienza è il Made in Science, per una scienza intesa come vera e propria ‘filiera della conoscenza’. Tutto quello che ci circonda è scienza e lo strumento essenziale per conoscere, spiegare e interpretare il mondo è proprio il metodo scientifico. Tutti noi siamo immersi tra oggetti, strutture, modi di vita, lavori o divertimenti che sono frutto della ricerca scientifica. Ecco quindi che noi tutti siamo “Made in Science”, non certo solo Laboratori o Enti. La ricerca scientifica è molto più vicina a noi di quanto possiamo immaginare. La Notte Europea dei Ricercatori e Frascati Scienza vogliono ricordarci quanto dobbiamo, ogni giorno, a chi vi si dedica, a chi vi lavora, a chi costruisce giorno dopo giorno l’innovazione ed il futuro.“La manifestazione – sottolinea Colette Renier, Coordinatrice della European Researchers’ Night presso la Commissione europea – è ormai un appuntamento fisso. Il suo effetto positivo è così potente che nell’ottica della futura call per il 2018-2019 si pensa a una durata più lunga dell’evento (fino al sabato sera) nonché ad un aumento del bilancio globale dedicato all’azione”.Come gli anni scorsi, Frascati Scienza oltre a coordinare tutte le attività dell’area tuscolana, zona della Regione Lazio che presenta molte delle infrastrutture di ricerca più importanti d’Italia e d’Europa, sarà presente in tantissime città da nord a sud della Penisola, isole comprese: Bari, Cagliari, Carbonia, Cassino, Cave, Cosenza, Ferrara, Frascati, Frosinone, Gorga, Isnello, Lecce, Milano, Monte Porzio Catone, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Roma, Sassari, Trieste, Viterbo. Durante gli eventi i visitatori potranno sperimentare, discutere, giocare e perfino affrontare i ricercatori in quiz e competizioni. Un modo per scoprire la ricerca e i ricercatori, definiti da Renier: “persone con un lavoro straordinario”.
La Notte Europea dei Ricercatori di Frascati Scienza è finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito della call MSCA-NIGHT-2016/2017 (Grant Agreement No. 722952).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova carta di pericolosità sismica

Posted by fidest press agency su domenica, 23 luglio 2017

universita-camerinoCamerino. Partirà dal convegno di Camerino una proposta condivisa dal mondo scientifico di redigere una nuova carta di pericolosità sismica: con riferimento alle faglie attive, le loro caratteristiche in termini di magnitudo massima attesa e ciclo deformativo e quindi tempi di ritorno dei terremoti. Perché è importante la sua redazione? “Semplificando, – afferma il prof. Tondi, coordinatore del team che ha organizzato il convegno camerte, – con l’impostazione di tipo probabilistico oggi il terremoto è trattato come se si parlasse di temporali: è probabile che ne accada uno dove ieri ce n’è già stato un altro e invece non è così. Infatti, con i dati geologici a nostra disposizione, oggi siamo in grado non certo di prevedere quando avverrà un terremoto, ma di dire in quale luogo avverrà in futuro, con che magnitudo massima ed indicare le aree dove è più probabile accada prima di altre. E’ necessaria quindi una carta condivisa delle faglie attive e capaci d’Italia.
Il mondo della geologia, dunque, si ritrova a Camerino oggi per discutere di questo e molto altro: accanto al prof. Emanuele Tondi, geologo Unicam, a dare il benvenuto agli oltre 100 scienziati provenienti da tutto il mondo (Nuova Zelanda, Giappone, Cina, America, Regno Unito, Germania, solo per citarne alcuni) il prof. Graziano Leoni, Prorettore vicario Unicam designato e il prof. Carlo Doglioni, Presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La particolarità dell’evento è data anche dalla sua strutturazione: tre giorni di Field Trip per permettere agli scienziati di osservare sul campo gli effetti dei terremoti che a partire dal 1997 hanno interessato la nostra area, tavola rotonda finale a L’Aquila dove emergeranno risultati e proposte operative.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Master di I livello in “International Business and Intercultural Context”

Posted by fidest press agency su sabato, 22 luglio 2017

Università per Stranieri di PerugiaPerugia, 18 luglio – Università per Stranieri di Perugia e ONAOSI realizzeranno, in partnership, un Master in International Business and Intercultural Context.
È questo il contenuto di un accordo presentato oggi nella Sala Goldoniana di Palazzo Gallenga, alla presenza del prof. Serafino Zucchelli, Presidente nazionale di ONAOSI, del Magnifico Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia, prof. Giovanni Paciullo, e dei due Direttori Generali, Cristiano Nicoletti e Mario Carena. All’incontro erano presenti anche Simone Olivieri, capo Area dei Servizi Generali e Rita Mariotti, responsabile del Servizio Ricerca e Alta Formazione.Il Master di I° livello intende modulare profili professionali a misura della crescente domanda che emerge dai mercati internazionali.“I contenuti del Master – ha dichiarato il Rettore Giovanni Paciullo – articolano saperi diretti a guidare le politiche di marketing, attivare analisi dei nuovi mercati di sbocco, individuare linee di credito, contestualizzare l’offerta formativa nei mercati di riferimento”.“Con questo master – ha affermato Serafino Zucchelli, presidente ONAOSI – frutto della collaborazione con l’Università per Stranieri di Perugia, la Fondazione potenzia l’offerta formativa disponibile per i più meritevoli tra i propri assistiti ed i figli dei contribuenti. Il mondo globalizzato di oggi e la crisi economico-sociale in cui viviamo esigono per i giovani cittadini europei il possesso di conoscenze adeguate per potersi muovere con competenza sui mercati internazionali ed ampliare così le occasioni di lavoro per i singoli e le imprese italiane”.Un particolare canale è stato previsto per l’accesso alla Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo Sviluppo, con apprezzato riconoscimento di crediti da parte dell’Università per Stranieri di Perugia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corsi di mediazione culturale

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 luglio 2017

ministero-pubblica-istruzione“La prevenzione e il contrasto alla radicalizzazione e all’estremismo violento passa anche attraverso la formazione universitaria e post-universitaria di figure professionali specializzate nelle relazioni interculturali. Questa legge lo riconosce in maniera esplicita, destinando risorse immediate alle nostre scuole e università”. Così Luigi Dallai, deputato del Pd e membro della Commissione cultura, scienza e istruzione, commenta l’approvazione della proposta di legge “Misure per la prevenzione della radicalizzazione e dell’estremismo jihadista”, che assegna stanziamenti a favore del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per specifici progetti di formazione. Il testo, che era approdata in Aula per la discussione all’inizio di aprile, si propone di potenziare le misure repressive e di intelligence con una serie di norme finalizzate alla prevenzione.Tra i cardini della legge, l’istituzione di un Centro nazionale sulla radicalizzazione, con una funzione di monitoraggio e di audizione, la previsione di un nuovo organo parlamentare, una serie di interventi in ambito scolastico, sul piano della formazione universitaria, della comunicazione istituzionale e della rieducazione dei detenuti. “Le azioni di repressione e di intelligence – sottolinea Dallai – sono fondamentali ma da sole non sufficienti per maturare un’integrazione culturale duratura e per indagare in profondità i canali in cui si sedimenta il radicalismo islamista. La scuola e l’università, sia nel suo ruolo di promotore del dialogo interculturale e interreligioso, che attraverso gli obiettivi primari di formazione e ricerca scientifica, hanno un ruolo importante in questa partita: ad esempio creando figure adeguatamente formate per contrastare la radicalizzazione e favorire il dialogo, le relazione interculturali ed economiche e lo sviluppo dei paesi di emigrazione, previsti ed organizzati da accordi di cooperazione fra università italiane e università dei paesi aderenti all’Organizzazione della cooperazione islamica, con i quali l’Italia ha stipulato accordi di cooperazione culturale, scientifica e tecnologica”. “Le nostre due università – l’Ateneo senese presso la sede di Arezzo e l’Università per Stranieri – da tempo si sono dotate di corsi di mediazione culturale per rispondere con la formazione e la cultura alle grandi sfide sociali che viviamo quotidianamente e a quelle che ci attendono. Questa legge, destinando specifiche risorse alla formazione di figure professionali altamente specializzate, è un’opportunità concreta per i nostri atenei per intercettare risorse e potenziare l’offerta formativa in questo ambito”.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Living History: Israel and Palestinian Territories”

Posted by fidest press agency su domenica, 16 luglio 2017

renata salvaraniGerusalemme mercoledì 19 luglio 2017, a partire dalle ore 15.30, all’interno della summer school “Living History: Israel and Palestinian Territories”, organizzata dall’Università Europea di Roma in collaborazione con l’Associazione Diplomatici presso il Pontificio Istituto Notre Dame of Jerusalem Center.
L’Università Europea di Roma promuove a Gerusalemme, presso il Pontificio Istituto Notre Dame of Jerusalem Center, il Forum interreligioso “Jerusalem and the monotheistic religions: symbols, attitudes, real life”, dedicato al valore della città per i fedeli ebrei, cristiani e musulmani e al suo ruolo nella definizione delle diverse identità.
Parteciperanno il rabbino David Rosen, presidente dell’International Council of Christian and Jews-ICCJ e protagonista del dialogo ebraico cristiano fin dal pontificato di Giovanni Paolo II, Sari Nusseibeh, filosofo palestinese, presidente della Università al Quds, Cyril Aslanov, studioso di lingua e tradizioni ebraiche, Alexander Greenberg, analista del mondo islamico, esperti di geopolitica e testimoni di esperienze di dialogo interreligioso.
“Questo forum ha l’obiettivo di agevolare l’incontro e il confronto fra visioni differenti, nonché di favorire la formazione dei giovani in una prospettiva di dialogo e di conoscenza delle differenze – spiega la professoressa Renata Salvarani, che coordina l’evento e che all’Università Europea di Roma insegna Storia del Cristianesimo – La base è la ricerca e la conoscenza scientifica: per questo è importante il ruolo dell’università”. (foto: renata salvarani)

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studenti coreani della Chonbuk National University ospiti alla Stranieri di Perugia

Posted by fidest press agency su martedì, 11 luglio 2017

studenti coreaniPerugia. Studenti coreani, provenienti da otto diversi dipartimenti della Chonbuk National University di Seoul, sono ospiti dell’Università per Stranieri di Perugia per un corso di alta formazione che comprenderà, insieme alla lingua, la storia dell’arte e laboratori di ceramica e di cucina.
All’Ateneo di provenienza degli studenti è stato affidato dal Governo Coreano l’importante compito di promuovere in Europa la cultura coreana; negli anni scorsi docenti e studenti della Chonbuk University hanno fatto tappa, nel loro itinerario di missione, a Londra e a Parigi; quest’anno hanno scelto Perugia e l’Università per Stranieri che con la Chonbuk University e il sistema delle Università coreane ha uno storico rapporto.
La permanenza degli studenti coreani a Palazzo Gallenga si concluderà, alla fine di luglio, con l’organizzazione del New Corean Wave Festival al quale parteciperanno vari artisti coreani. (foto: studenti coreani)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università Camerino: “Voi: il nostro sguardo più bello”

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 luglio 2017

camerinoIl Rettore Flavio Corradini ed il Rettore eletto Claudio Pettinari hanno presentato stamattina in Ateneo la nuova campagna di comunicazione dell’Università di Camerino in vista dell’apertura delle iscrizioni all’anno accademico 2017/2018. Presenti anche il prorettore vicario designato Graziano Leoni e la presidente del Consiglio degli Studenti Francesca Borghetti, nonché quasi tutti gli studenti che hanno partecipato.“Voi: il nostro sguardo più bello” è il pay off scelto quest’anno dall’Ateneo camerte, che vede protagonisti ancora una volta, come di consuetudine negli ultimi anni, gli studenti iscritti all’Ateneo che si fanno “testimonial” della loro positiva esperienza, di studio e di vita. Protagonista è lo sguardo di Unicam, metaforicamente rappresentato da un paio di occhiali a specchio, che riflette l’immagine degli studenti, immagine fondamentale per l’Ateneo camerte, immagine fulcro dell’Ateneo. E’ per gli studenti e con gli studenti che Unicam ha reagito subito dopo il sisma, con grinta e determinazione. E’ sempre guardando agli studenti che Unicam è riuscita anche quest’anno a mantenere il primo posto nelle camerino1classifiche Censis, è guardando avanti, al futuro e cioè agli studenti, che Unicam si migliora ogni anno nella didattica e nella ricerca. Ma in questo pay off c’è anche il ringraziamento di Unicam alle studentesse e agli studenti, colonne portanti della comunità universitaria, sostenendo tutte le scelte ed apprezzando tutti gli sforzi profusi dall’Ateneo.E’ uno sguardo che riflette l’immagine più bella di ogni Ateneo: le donne e gli uomini del nostro domani.Uomini e donne come Alessio, Andrea, Ferdinando, Andrea, Giorgia, Alessandro, Giulia, Sara, Sabrina, Angelica, Silvia, Carmela, Jennifer, Matteo Simone, che, come moltissimi altri loro colleghi, hanno scelto Unicam per la loro formazione universitaria.
Lo sguardo di Unicam per il futuro degli studenti significa per questi ultimi beneficiare, oltre ad attività didattiche di qualità, anche di tutti i servizi e le agevolazioni che l’Ateneo mette a disposizione quali conoscenze, stage, internazionalizzazione, borse di studio, formazione in toto della persona anche attraverso attività extracurricolari e competenze trasversali.“Anche quest’anno – ha dichiarato il Rettore Corradini – abbiamo voluto che fossero ancora i nostri studenti, coloro che stanno trascorrendo in Unicam e con Unicam un periodo molto importante della loro vita, a farsi promotori dell’Ateneo che hanno scelto. Li voglio ringrazio davvero molto per la loro disponibilità e per aver sempre sostenuto l’Ateneo, affrontando il periodo di difficoltà con grande coraggio e determinazione”. (foto: camerino)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Statistica e probabilità avanzata

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 luglio 2017

villa del grumelloComo 10 – 22 luglio Villa del Grumello. La prima edizione sarà dedicata a Statistical Causal Learning. Le dipendenze statistiche sorgono a causa di una connessione più fondamentale tra variabili: la causalità. Durante la scuola si studierà quindi come la conoscenza causale possa aiutare la previsione nell’apprendimento automatico e le diverse implicazioni che i modelli causali hanno in questo approccio. Direttori della scuola sono Pietro Muliere e Sonia Petrone, dell’Università Bocconi.
L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Alessandro Volta di Como che realizza attività di formazione post universitaria rivolte a giovani ricercatori. Ospiterà la Bocconi Summer School in statistica e probabilità avanzata. Lo scopo della Summer School è stabilire un percorso di corsi di alto livello su argomenti all’avanguardia in Statistica e Probabilità, continuando così la tradizione delle scuole estive in statistica e probabilità organizzate dall’ateneo milanese sin dai primi anni ’90.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Parma” Nano-Day

Posted by fidest press agency su domenica, 9 luglio 2017

parma universitàParma. Da mercoledì 12 a venerdì 14 luglio si terrà, al Centro Congressi delle Aule delle Scienze del Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma (via Langhirano), il terzo “Parma” Nano-Day: per tre giorni Parma sarà al centro dell’innovazione scientifica e tecnologica.
Il “Parma” Nano-Day sarà aperto dal saluto delle Autorità, a cui farà seguito la Tavola Rotonda “Sviluppo tecnologico e Sviluppo sostenibile”. Alla Tavola Rotonda parteciperanno, oltre agli organizzatori, il Rettore Vicario dell’Università di Parma Giovanni Franceschini, gli Assessori Regionali all’Agricoltura e all’Industria, Dirigenti di ENEA, Ministero dell’Agricoltura MIPAAF, CNR, ISPRA, ASTER Regione Emilia-Romagna, Istituto Superiore di Sanità oltre a rappresentanti del mondo accademico e industriale.
Il “Parma” Nano Day accoglierà anche la voce delle imprese e del lavoro con il Job Day che si terrà il 12 luglio a partire dalle ore 14.30. Un gruppo di aziende selezionate per la loro forte impronta innovativa avrà la possibilità di esporre ai presenti, studenti e giovani ricercatori, la missione dell’azienda e l’opportunità di ricercare nuove competenze.Non c’è ormai giorno in cui la stampa e la televisione non informino il loro pubblico sulle sfide della cosiddetta Industria 4.0, un complesso e articolato sistema di interazioni tra ricerca scientifica e tecnologica e loro applicazioni in tutti i campi, dalle telecomunicazioni, elettronica, medicina e farmaco, agro-food e ambiente. Questo impulso, che viene principalmente dal mondo dell’industria, sta tuttavia provocando delle reazioni anche nell’Università e nella ricerca, con lo sviluppo di nuovi curricula formativi, progetti di ricerca e curricula di Dottorato di Ricerca.
Nel corso di questi ultimi anni ci sono stati in Europa alcuni convegni su nanotecnologie e su nanomateriali, coinvolgendo di volta in volta i diversi aspetti, ma mai prima d’ora un convegno ha cercato di mettere insieme tutti quanti in un unico evento. Una sfida nella direzione di una visione “olistica” della scienza e della tecnologie, per una ricomposizione delle conoscenze e delle competenze: sarà un carattere distintivo del Nano-Day vedere insieme scienziati, tecnologi, imprenditori, normatori, pubblici e privati, discutere complessivamente di tutti gli aspetti legati alle nanotecnologie e ai nanomateriali, da quelli ingegneristici ai sanitari e medici, agro-alimentari e ambientali.
Che cosa sono la nanotecnologie e che cosa sono i nanomateriali? Siamo nel campo dell’infinitamente piccolo, o nano, cioè in una scala da frazioni di micrometri (miliardesimi di metri). Non si tratta tuttavia di molecole ma di materiali veri e propri. Questi nuovi e innovativi materiali possono avere diverse caratteristiche strutturali: filamenti, tubi, puntini, e possono essere costituiti da materiale inorganico, come silice, metalli e metalloidi, o da materiale organico, carbonio, idrossiapatite. Questi nanomateriali vengono utilizzati per tante applicazioni che hanno la scala “nano” come presupposto, come ad esempio le telecomunicazioni, l’elettronica, la produzione di energie rinnovabili, la costruzione di arti e protesi, il disegno di farmaci innovativi e di sostanze per l’industria, alimentari ed ambientali.Nell’ambito del “Parma” Nano-Day non ci saranno solo sessioni dedicate alla ricerca e alla tecnologia, ma anche interventi in ambito etico, normativo ed economico: questa è una novità importante, perché raramente si affrontano tali aspetti, che pure sono cruciali quando si parla di tecnologie altamente innovative che hanno un impatto sulla vita di tutti. Al convegno parteciperanno ricercatori e studiosi italiani, europei e di altri paesi extra-europei.Nel corso del “Parma” Nano-Day particolare rilevanza verrà riservata alla comunicazione e alla discussione dei lavori scientifici presentati come poster. Tutti i presentatori di poster avranno a disposizione sia uno spazio per colloqui individuali sia la possibilità di una breve comunicazione. Tutti i poster saranno valutati da una Commissione apposita e alla fine i migliori saranno premiati in una sessione ufficiale.
Il “Parma” Nano-Day vuole tuttavia essere un evento “aperto” per il contributo e l’ascolto di tutti, specialisti e non, che vogliano avere una visione di insieme in un argomento di grande attualità e di grande interesse e valenza per lo sviluppo del nostro Paese e dell’Europa.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Approccio ingegneristico al cambiamento climatico

Posted by fidest press agency su sabato, 8 luglio 2017

Philippine climateParma Lunedì 10 luglio con inizio alle 9.30 si svolgerà, al Centro Congressi del Plesso Didattico-Congressuale del Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma (via Langhirano), il Seminario “Approccio ingegneristico al cambiamento climatico: esperienze nazionali e internazionali”.L’evento è organizzato da Maria Giovanna Tanda, Marco D’Oria e Chiara Cozzi, del gruppo di ricerca sui cambiamenti climatici del Dipartimento di Ingegneria e Architettura – Unità di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Parma, insieme ad Alberto Montanari, docente del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali dell’Università di Bologna.Il seminario si propone di promuovere uno spazio di riflessione e confronto per gli ingegneri professionisti sul cambiamento climatico attraverso la presentazione di alcune significative esperienze in ambito nazionale e internazionale. In particolare, verranno mostrati alcuni degli strumenti e degli approcci metodologici già adottati e a cui i professionisti potranno fare riferimento per tradurre gli obiettivi di mitigazione e adattamento al cambiamento climatico in specifici criteri di progettazione.Dei numerosi campi dell’ingegneria interessati al cambiamento climatico, nel seminario si tratteranno prevalentemente le problematiche relative all’ingegneria delle acque nei diversi aspetti, quali la disponibilità delle risorse idriche, il drenaggio urbano, le piene fluviali, le alluvioni e le ricadute sui piani di adattamento al cambiamento climatico che gli Amministratori sono chiamati a mettere a punto.La partecipazione al Seminario è gratuita; per gli ingegneri sono riconosciuti 4 CFP come deliberato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Parma. Iscrizioni dal portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Parma entro mercoledì 5 luglio 2017. Gli studenti dei corsi di laurea magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e in Ingegneria Civile sono invitati a partecipare. L’evento è patrocinato dal Centro Acque–eu.watercenter dell’Università di Parma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Erasmus+: aumentano gli studenti italiani all’estero

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 luglio 2017

erasmusL’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire ha fornito i dati definitivi del 2016 e una proiezione dei numeri relativi agli studenti italiani in uscita nel prossimo anno accademico.
Per l’anno accademico 2017/2018 l’Agenzia ha attribuito i fondi per finanziare le attività di mobilità Erasmus+ di 32.109 studenti italiani. Tuttavia, sulla base dei numeri della partecipazione negli anni precedenti, si stima una crescita di oltre il 40% del numero degli studenti in partenza dagli Atenei italiani, in base a una diversa distribuzione delle borse di mobilità. Ciò significa che gli universitari italiani in uscita nel 2017/18 saranno oltre 41.000 (vedi allegato).Per quanto riguarda l’anno accademico in corso (2016/2017), il budget disponibile in Italia per finanziare attività di mobilità e progetti di cooperazione per il settore Università è di 72 milioni di euro. L’Agenzia ha impiegato il 95,6% del budget disponibile e ha utilizzato i fondi restanti per finanziare le borse Erasmus di studenti e personale universitario con bisogni speciali.
Dall’inizio del programma (1987) fino a oggi, gli studenti universitari complessivamente coinvolti a livello europeo hanno superato i 4 milioni. L’Italia ha contribuito per il 10%, posizionandosi tra i quattro principali paesi per numero di giovani in partenza per esperienze di studio verso destinazioni europee (dopo Spagna, Germania e Francia). Riguardo al tirocinio all’estero, l’Italia ha raggiunto il terzo posto in Europa dopo Francia e Germania.
Se si guarda all’accoglienza il nostro paese è al quinto posto, poco dopo Spagna, Germania, Francia e Regno Unito, con 21.915 studenti europei ospitati nelle università italiane nel 2015-16 (anno su cui sono disponibili dati definitivi). Rispetto alla mobilità in uscita, nell’anno accademico 2015-2016 l’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire ha ricevuto 245 candidature da parte di Istituti di Istruzione Superiore per le attività di scambio previste con i Paesi del programma, che includono gli Stati membri insieme a Islanda, Turchia, Liechtenstein, Ex Repubblica di Macedonia. Nel corso dell’anno sono partiti dall’Italia 33.977 studenti, di cui 7.666 per tirocinio, principalmente verso Spagna (9.903 studenti), Francia (4.319), Germania (4.036) e Regno Unito (3.082).
Per il 2017/2018 sono stati finanziati 49 istituti di istruzione superiore italiani con un budget di quasi 14 milioni assegnato all’Italia dalla Commissione europea. I fondi finanzieranno 3.386 tra studenti e docenti, (+9% rispetto al 2016), così suddivisi:
2.156 mobilità in entrata dai paesi extraeuropei tra studenti, docenti e personale accademico, provenienti principalmente dalla Tunisia (190), Albania (174), Serbia (167), Federazione Russa (135), Ucraina (129)
1.230 mobilità in uscita, che dall’Italia hanno come destinazione paesi del resto del mondo, in primis l’Albania (143), seguita dalla Federazione Russa (108), Serbia (103), Tunisia (94), Georgia (61).Tra le università italiane che riceveranno più studenti dal resto del mondo, il Politecnico di Torino è al primo posto, seguito dall’Università degli Studi di Padova, dall’Università degli Studi della Tuscia, dall’Alma Mater di Bologna e dall’Università degli Studi di Torino. Rispetto alla mobilità verso i paesi extra UE, i primi cinque istituti italiani per numero di studenti in partenza sono l’Alma Mater di Bologna, l’Università degli Studi della Tuscia, il Politecnico di Torino, dall’Università degli Studi di Torino e l’Università degli Studi di Padova.
Lo studente Erasmus che ha scelto l’Europa come destinazione ha un’età media di 23 anni, che diventano 25 per un tirocinante. Nel 59% dei casi è una studentessa, valore che sale al 63% quando lo scopo della mobilità è uno stage in azienda. Spagna, Francia, Germania e Portogallo sono i Paesi con i quali si effettuano più scambi per studio, con una permanenza media di 6 mesi; gli studenti privilegiano, nell’ordine, Spagna, Regno Unito, Germania e Francia per i tirocini che in media durano 3 mesi. (foto: erasmus)

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con Enrico Letta su ‘La nuova Europa’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

lumsa-universitaRoma giovedì 6 luglio alle 15.30 LUMSA – Aula Magna Borgo Sant’Angelo, 13 ci sarà un dibattito dal titolo “La nuova Europa” con ospiti Enrico Letta, esponenti della Fondazione De Gasperi e il presidente Monica Maggioni che modererà l’incontro.
Il 25 marzo 1957 con la firma dei Trattati di Roma che istituirono la Comunità economica europea e la Comunità europea dell’energia atomica prese avvio ufficialmente il progetto di integrazione europea. Oggi a sessant’anni da quell’evento storico è opinione condivisa che il progetto europeo sia chiamato a ritrovare un nuovo slancio e una nuova identità per poter affrontare le complesse sfide sociali, economiche ed ambientali con cui le società europee e i suoi cittadini si stanno misurando.
È necessario dunque favorire una discussione ampia sul futuro dell’Unione europea che coinvolga non solo le istituzioni politiche ma tutti i cittadini, sempre più critici verso un progetto di integrazione non in grado di dare risposte adeguate e distante dai problemi socio-economici delle comunità locali. Per questi motivi l’Università LUMSA e l’Associazione ALUMNI LUMSA – in collaborazione con la Fondazione De Gasperi – promuovono un momento di riflessione non formale sulle sfide politiche e sociali da affrontare in una fase storica complessa ma ricca di stimoli e opportunità per l’Unione europea e per i suoi cittadini.L’evento vedrà la partecipazione, in qualità di keynote speaker, di Enrico Letta, Dean della Paris School of International Affairs di Sciences Po, cui si affiancheranno, in una sessione di dialogo e discussione Lorenzo Ornaghi, presidente del comitato scientifico della Fondazione De Gasperi e Carlo Secchi, vice-presidente dell’ISPI. In apertura ci saranno i saluti istituzionali di Francesco Bonini, Rettore LUMSA. L’incontro sarà moderato da Monica Maggioni, presidente RAI. Nel corso dell’evento saranno assegnati i premi di laurea LUMSA: Giorgio Petrocchi, Giuseppe Pizzardo e Luigia Tincani.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The statistics of fluctuations in amorphous materials

Posted by fidest press agency su martedì, 4 luglio 2017

università studi milanoMilano There may be a general physical law behind the way many materials change irreversibly their own shape when pressed or pulled. This is what a group of scientists from the Center for Complexity and Biosystem (CC&B) of the University of Milan may have discovered while studying the deformation processes in amorphous solid materials.The structure of most solids is crystalline, which means that their atoms or molecules are organised in a regular and periodic manner. On the other hand, liquids have a completely random structure. There is also an intermediate case, represented by amorphous solids: they lack the crystalline structure of many solids but, differently from liquids, their randomly arranged atoms cannot flow easily. The most famous examples of amorphous solid is glass, but the categories also includes gels, thin films and many polymers, some of which may consist of both crystalline and amorphous regions.When an object is exposed to external forces, something happens within its atomic structure: a series of micro-events that eventually results in the deformation, or even the wreckage, of the object itself. Material scientists know this, and they also know that different materials deform in different ways.“There are two kinds of deformation, plastic and elastic”, explains Stefano Zapperi, professor of theoretical physics at the University of Milan, head of the CC&B and coordinator of the research, just published on Nature Communication. “A deformation is plastic when the shape of a material changes in an irreversible way but without breaking. Conversely, when a material can revert to the initial state, its deformation is called elastic. For this work, we chose to focus on plasticity in disordered solids”.In 2011, Zapperi obtained an Advanced Grant from the European Research Council to conduct research on these topics, with a project called SIZEFFECTS. Within this project, he and his colleagues developed a computer model that mimics the deformation of an amorphous material following the exposure to different kinds of external forces, like tension and bending, with different intensities and directions.“Our aim was to compare the material response at the microscopic scale to its deformation behaviour at bigger scale”, says Zapperi, “and to analyse this relationship from a statistical point of view”.They measured how the atoms moved, how the structure changed and what patterns resulted from the different kinds of stress applied. All their findings were consistent with previous experimental studies and showed movements that occur as microscopic avalanches of atoms. Finally, they studied the distribution of these micro-events with a statistical approach and what they found is of great importance: regardless of the initial differences and the experimental conditions, all the deformation patterns shared a common statistical distribution.“Our findings provide compelling evidence for generic dynamics of the statistics of fluctuations. Clearly, there is some sort of universality behind all these plastic deformation processes in amorphous materials, differently from previous explanations”, concludes Zapperi. “It is not different from what happens in earthquakes, where the sum of small and large events eventually results in the motion of a geological fault. We believe that our results might be of great help for future applications like materials engineering and design, especially for the production of metallic glasses”.
Paper references Universal features of amorphous plasticity, Nature Communications, Zoe Budrikis, David Fernandez Castellanos, Stefan Sandfeld, Michael Zaiser & Stefano Zapperi, DOI: 10.1038/NCOMMS15928

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sei premi di studio per studenti in mobilità internazionale

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 luglio 2017

parma universitàMercoledì 5 luglio, alle ore 10, nell’Auditorium dell’Accademia Barilla (largo Piero Calamandrei 3/A, Parma), si svolgerà la cerimonia di conferimento di sei premi di studio per studenti in mobilità internazionale nell’ambito del Progetto Erasmus per l’a. a. 2017-2018.I premi di studio sono stati finanziati da Barilla nell’ambito del Network Università di Parma -Imprese grazie a una convenzione, siglata con l’Università di Parma, rivolta a studenti di alcuni corsi di laurea magistrale di Ingegneria.
Nel corso della Cerimonia interverranno Sara Rainieri, Delegata del Rettore per l’Orientamento in uscita e Politiche di raccordo con il mondo del lavoro/job placement, Ruggero Rabaglia, Hr Director Supply Chain Job Family Barilla, e il Chief Supply Chain Officer di Barilla Antonio Copercini. Sono inoltre in programma le testimonianze di Ilaria Bolsi, Daniela Matalone e Alberto Raffi, tre dei premiati dell’a.a. 2016-17, e di due vincitori di questa seconda edizione.Grazie al contributo erogato da Barilla, che in passato ha già sostenuto significativamente la crescita dei corsi di studio di Ingegneria dell’Università di Parma, i sei studenti premiati riceveranno un contributo finanziario che integrerà la borsa di studio Erasmus, per supportare le spese che i giovani sono chiamati a sostenere durante la propria esperienza all’estero.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studio del laboratorio di Probiogenomica dell’Università di Parma sulla rivista scientifica Microbiome

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 luglio 2017

biblio università parmaE’ stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Microbiome un lavoro riguardante l’identificazione e la caratterizzazione delle comunità microbiche (microbiota) intestinali nelle prime fasi di vita dell’uomo. Lo studio è stato realizzato dal Laboratorio di Probiogenomica, diretto dal prof. Marco Ventura, nel Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma.
La caratterizzazione del microbiota intestinale di diversi neonati e delle rispettive madri nonché del latte materno, ha evidenziato come esistano dei microrganismi appartenenti al genere Bifidobacterium che vengono ereditati per via materna tramite un meccanismo di trasmissione verticale. Questo studio evidenzia come esista una stretta co-evoluzione microrganismi-ospite che consente a ben precise specie e ceppi microbici di essere trasferiti dalle madri ai rispettivi figli. Il trasferimento avviene anche grazie al latte materno, che non solo agisce come vettore per il trasferimento di un microbiota ma anche come fonte di sostanze nutritive, per lo più carboidrati, che agiscono in modo selettivo per la colonizzazione di alcuni ceppi microbici.Nell’ambito di questo studio, sono stati caratterizzati per la prima volta i batteriofagi che vengono tramessi per via verticale dalla madre al neonato e che sono essenziali al fine di garantire la stabilità delle comunità microbiche nell’intestino del neonato. Lo studio è stato reso possibile grazie alla presenza, nel Laboratorio di Probiogenomica, di una divisione di genomica microbica, affiancata da un team bioinformatico specializzato, unico nel suo genere grazie alla presenza di sequenziatori di DNA di ultima generazione.
Questo articolo scientifico si colloca nell’ambito delle attività di ricerca condotte dal Laboratorio di Probiogenomica, dalla sua costituzione nel 2007 ad oggi, nel campo della microbiologia applicata e genomica microbica destinata allo studio del microbiota intestinale e alla sua interazione con l’uomo e gli alimenti. L’attività di ricerca del Laboratorio in questi importanti campi ha ricevuto nel corso degli anni numerosi riconoscimenti sia nazionali che internazionali. http://probiogenomics.unipr.it

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo di lusso: le nuove opportunità per gli studenti LUISS Business School

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 luglio 2017

luiss business schoolROMA/PRNewswire/ Gli studenti del Master in Tourism Management della LUISS Business School avranno occasione di approfondire le dinamiche del settore del turismo di lusso grazie alla partnership con Lungarno Collection. La partnership arricchirà il percorso di formazione della classe e contribuirà alla finalizzazione dei field project a conclusione del programma.Il Master in Tourism Management conta già un Corporate Advisory Board che include i membri delle più importanti aziende nel campo al fine di garantire agli studenti una formazione immediatamente spendibile nel mercato del lavoro.Tra le partnership del Master, quella di Lungarno Collection è una presenza esclusiva nell’ambito del dell’industria alberghiera italiana, grazie alle sedi di lusso nei quartieri più prestigiosi di Firenze e Roma. Il brand Lungarno Collection è stato lanciato nel 1995 come società di gestione alberghiera di proprietà del Gruppo Ferragamo.
“Il turismo di lusso è in rapida crescita – ha dichiarato il direttore del programma Prof. Matteo Giuliano Caroli. – La partnership con Lungarno Collection permette ai nostri studenti di fare esperienza in questa importante azienda italiana ed avere l’opportunità di approfondire il concetto di ‘Made in Italy’ per il turismo di lusso”.Come ha dichiarato Elena Cipollini, Direttore HR & Quality di Lungarno: “La partnership con il programma LUISS Master in Tourism Management ci offre l’opportunità di condividere le nostre conoscenze ed esperienze così come di entrare direttamente in contatto con il talento e le competenze che i giovani laureati possono portare alla nostra azienda.”
Il Master in Tourism Management della LUISS Business School è un programma di dodici mesi che ha l’obiettivo di fornire competenze analitiche e manageriali per lo sviluppo di una carriera nel settore turistico. L’Italia è una delle prime 5 destinazioni turistiche nel mondo con 51 siti UNESCO, più di qualsiasi altro Paese. È un contesto che offre agli studenti l’opportunità applicare immediatamente sul campo le skill apprese nel corso del programma.La LUISS Business School è la Scuola di Business e Management dell’Università LUISS Guido Carli di Roma. La scuola rappresenta l’eccellenza nell’educazione manageriale e guida lo sviluppo personale e professionale degli individui e delle aziende. L’offerta formativa comprende MBA, BA e MS (Dipartimento di Business e Management), Master specialistici, programmi executive e programmi personalizzati per le aziende.

Posted in Università/University, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studio geologico e morfostrutturale delle faglie attive

Posted by fidest press agency su martedì, 27 giugno 2017

tettonicaCamerino La sezione di Geologia dell’Università di Camerino ha ottenuto l’associatura al Centro di Microzonazione Sismica e le sue applicazioni (CentroMS) del CNR.“Il CentroMS – ha dichiarato il prof. Piero Farabollini, docente della sezione di Geologia Unicam e coordinatore delle attività legate alla microzonazione sismica – che fa capo al CNR e al quale partecipano università e enti di ricerca, è la struttura individuata dal Commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani per coordinare le attività di microzonazione sismica della zona del cratere e di conseguenza è anche il punto di riferimento per tutte quelle attività che riguardano la ricostruzione post-sismica.
Questo accreditamento all’interno del Centro è quindi molto importante perché riconosce l’impegno di Unicam in questo settore e conferma la qualità del lavoro che l’Ateneo svolge da tempo mettendo a disposizione del territorio le proprie competenze e conoscenze”.
“Il progetto che ci è stato assegnato – ha affermato il prof. Emanuele Tondi, Responsabile della Sezione di Geologia Unicam – riguarda lo studio geologico e morfostrutturale delle faglie attive e capaci del territorio del cratere che insiste nella Regione Marche.
Lo studio va effettuato seguendo le linee guida che riguardano le faglie attive e capaci del 2015: per attive si intendono quelle faglie che in futuro possono generare dei terremoti, per capaci si intendono quelle che sono in grado di generare fagliazione superficiale e quindi associate a terremoti medi e forti. Lo studio di microzonazione, quindi, oltre a valutare le amplificazioni che vari terreni di fondazione possono avere nel momento in cui si verifica un terremoto, riguarda anche la presenza di faglie, che vanno individuate, caratterizzate e zonate”.“Conoscere dove sono le faglie e caratterizzarle – ha proseguito il prof. Tondi – sarà poi molto importante anche per avere una pianificazione territoriale legata alle infrastrutture, quali strade, dighe, viadotti che attraversano l’Appennino”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«La gestione appropriata delle fratture da fragilità»

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 giugno 2017

osteoporosiRoma Martedì 27 giugno (ORE 11.00) CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche (sala Arangio Ruiz), via dei Marrucini: Gestione dell’osteoporosi e delle fratture da fragilità in occasione del Workshop «La gestione appropriata delle fratture da fragilità». Interverranno:
· Prof. Paolo Falaschi, Componente Commissione Intersocietaria per l’Osteoporosi, Università La Sapienza
· On. Federico Gelli, Deputato Commissione Affari Sociali della Camera
· Prof. Giancarlo Isaia, Coordinatore Commissione Intersocietaria per l’Osteoporosi e past President SIOMMMS
· Cav. Lav. Claudia Matta, Presidente Fondazione Osteoporosi
· Prof. ssa Silvia Migliaccio, Segretario Commissione Intersocietaria per l’Osteoporosi, Università degli Studi di Roma Foro Italico
· Prof. Ranuccio Nuti, Coordinatore gruppo di lavoro sulle Linee Guida della Commissione Intersocietaria per l’Osteoporosi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Home Festival

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 giugno 2017

home festivalVenezia mercoledì 28 giugno alle ore 11.30 nell’Aula Magna Silvio Trentin di Ca’ Dolfin, Università di Ca’ Foscari, Dorsoduro 3825/D a Venezia sarà presentato il Festival che, giunto all’ottava edizione, si tiene anche quest’anno nella consueta sede dell’ex Dogana a Treviso: sono attese circa centomila persone grazie ad un camping, alla presenza di ospiti internazionali del livello di Duran Duran e Liam Gallagher e ad una organizzazione che propone centinaia di show su un’area attrezzata da 98 mila metri quadri.
Nell’occasione sarà presentata anche l’intera programmazione artistica e tutte le ultime novità di un evento che assume valenza sempre più internazionale anche grazie ai flussi di turismo festivaliero che è capace di indirizzare verso l’asse che unisce Treviso a Venezia.Saranno presenti
Federico Caner, assessore al Turismo della Regione Veneto
Amedeo Lombardi, founder di Home Festival
Paolo Camolei, assessore alla crescita del Comune di Treviso
Mara Manente, direttore del Ciset (foto: home festival)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »