Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Archive for the ‘Università/University’ Category

University

112° Congresso della Società Botanica Italiana

Posted by fidest press agency su martedì, 19 settembre 2017

parma universitàParma Da mercoledì 20 a sabato 23 settembre si svolgerà a Parma, all’Auditorium del Plesso Polifunzionale del Campus Scienze e Tecnologie, il 112° Congresso della Società Botanica Italiana (IV International Plant Science Conference).Il Congresso ospiterà relatori sia internazionali che nazionali di chiara fama, che tratteranno diversi aspetti scientifici strettamente inerenti la Botanica generale, sistematica, ambientale e farmaceutica, fornendo quindi una panoramica ad altissimo livello sui recenti sviluppi e approcci per quel che concerne le ricerche di punta nelle Scienze Botaniche.Al Congresso parteciperanno non solo scienziati senior affermati, ma anche dottori di ricerca e giovani ricercatori interessati alle tematiche trattate o a presentare un proprio contributo scientifico. La lingua ufficiale sarà l’inglese.Nel pomeriggio di venerdì 22 settembre, all’Orto Botanico dell’Università di Parma (via Farini 90), si terrà un incontro su tematiche relative agli Orti Botanici, organizzato in collaborazione con il Sistema Museale dell’Ateneo. Sabato 23 settembre è prevista inoltre un’escursione scientifica nel Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, organizzata in collaborazione con l’Ente Parco.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Successi per la fisica di Unicam

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

M RossiCamerino Un altro importante risultato scientifico dei Fisici UNICAM. Stanno, infatti, per essere pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica americana Physical Review Letters i risultati di un esperimento condotto nel Laboratorio di Ottica Quantistica e Criogenia della Sezione di Fisica della Scuola di Scienze e Tecnologie UNICAM. La squadra UNICAM che ha condotto l’esperimento è composta da Nenad Kralj, Stefano Zippilli, Riccardo Natali, Giovanni Di Giuseppe e David Vitali. In questo team internazionale ha avuto la possibilità di lavorare, già a partire dalla tesi magistrale, anche lo studente Massimiliano Rossi, laureato UNICAM in Fisica e diplomato della Scuola di Studi Superiori Carlo Urbani, percorso di eccellenza per gli studenti UNICAM. Massimiliano Rossi sta ora proseguendo i suoi studi di Fisica Quantistica come dottorando presso il Niels Bohr Institute di Copenhagen. “E’ una grande soddisfazione – ha affermato Massimiliano Rossi – sia personale che per tutto il gruppo di ottica quantistica e criogenia di UNICAM in cui ho lavorato negli scorsi cinque anni. Sono stato un allievo della Scuola “Carlo Urbani” e questo è stato un aiuto fondamentale per la mia formazione, in particolar modo grazie al docente-tutor che mi è stato assegnato e che mi ha seguito per tutti e cinque gli anni e cioè il dott. Giovanni Di Giuseppe, responsabile del laboratorio di ricerca. Mi ha permesso di entrare proprio in laboratorio fin dal mio primo anno di corso, e quindi, di poter lavorare con esperti della materia, persone che sono state fondamentali per la mia crescita intellettuale e scientifica. Per questo gliene sarò sempre molto grato”. “Sono molto orgoglioso – ha concluso Massimiliano Rossi – della formazione conseguita in UNICAM, che mi permette di lavorare, in un gruppo di ricerca internazionale, alla pari con persone provenienti dalle migliori università mondiali.“Nell’esperimento in questione – ha dichiarato il prof. Vitali – un particolare tipo di luce laser, detta “schiacciata”, è stata generata e usata per fare raffreddamento laser di una membrana di nitruro di silicio larga un millimetro e spessa meno di un millesimo di millimetro. La tecnica dimostrata, con ulteriori miglioramenti, potrebbe raffreddare la membrana vicino allo zero assoluto e quindi renderla utilizzabile in un futuro internet quantistico, oppure per immagazzinare e redistribuire le informazioni elaborate da un computer quantistico”.Il team UNICAM ha anche beneficiato delle membrane realizzate presso l’Università di Delft (Olanda) in collaborazione con la sezione di Trento dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). (foto: M Rossi)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Symposium on Global Sustainability

Posted by fidest press agency su domenica, 17 settembre 2017

symposiumRoma Martedì 19 settembre p.v., alle ore 9.15 presso l’Accademia d’Ungheria in Roma si terrà il Simposio sulla sostenibilità globale (Symposium on Global Sustainability), organizzato dall’Università Cattolica Péter Pázmány e dal suo gruppo di lavoro CPSES (Centro per l’Ingegneria dei Sistemi di Processo e la Sostenibilità).Nel corso del Simposio – che si svolgerà in lingua inglese – verrà illustrato il progetto avviato dall’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti (US EPA) nel 2005 e continuato tra il 2010 ed il 2015 sotto la supervisione congiunta del Dr. Urmila Diwekar, Istituto di Ricerca Vishwamitra di Chicago e del professor Heriberto Cabezas (Centro per l’Ingegneria dei Sistemi di Processo e la Sostenibilità (CPSES) dell’Università Cattolica Péter Pázmány.Si tratta di una rappresentazione matematica delle principali dinamiche del Mondo, ispirata al modello “Limits to Growth” di Meadows, D. H., Meadows, D. L., Randers, J., & Behrens, W. W. (1972 ). Il modello matematico comprende l’ecosistema, la popolazione umana, l’industria, la generazione di energia, la macroeconomia e i rudimenti di un sistema giuridico con proprietà privata, fiscalità e regolamentazione. Relatori:
Fr. Anzelm Szuromi, Rettore dell’Università Cattolica Péter Pázmány
S.Em.a R.ma Card. Peter Kodwo Appiah Turkson, Dicastero per il Servizio Integrale per lo Sviluppo
Umano
Urmila Diwekar, Presidente e fondatore del Vishwamitra Research Institute
Heriberto Cabezas, Professore presso l’Università Cattolica Péter Pázmány
Diogo Bolster, Professore dell’Università di Notre Dame
Alex Mayer, Professore della Michigan Technological University
Ferenc Friedler, Professore presso l’Università Cattolica Péter Pázmány (foto: Symposium)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fake news, post verità e hate speech, il nuovo corso dell’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

università europea romaRoma. Sarà Marco Camisani Calzolari il docente titolare del corso sul mondo delle Fake News all’Università Europea di Roma. Servirà per comprenderne la grammatica e le dinamiche di comunicazione.Lo sviluppo di Internet ha mutato radicalmente il modo di diffondere informazioni e notizie nel mondo.
Fino alla fine degli anni ottanta, tutto passava attraverso i giornali, la radio e la televisione, tramite l’accurata selezione del giornalista. Oggi, con l’accesso al web, chiunque ha la possibilità influenzare l’opinione pubblica e creare correnti di pensiero.
Il mondo di Internet è cresciuto in fretta, alimentando un’autentica rivoluzione mediatica. Dalla semplice lettura di siti e portali sul computer si è passati presto alla frequentazione dei social network sul cellulare.Le piazze virtuali hanno preso il posto di quelle reali, creando universi paralleli in cui la gente vive e si confronta, non sempre pacificamente. Siamo in un’epoca di grandi comunicazioni. Basta premere un tasto del computer per entrare subito in contatto con Londra, Pechino, Mosca o New York.
Tutto questo offre grandi opportunità di amicizia, di dialogo e scambio culturale. Ma comporta anche qualche rischio: dalla possibilità di diffondere notizie false alla crescita di fenomeni pericolosi come l’hate speech (linguaggio dell’odio) e il cyberbullismo, soprattutto tra i giovani più fragili e indifesi.
L’Università Europea di Roma propone un corso che ha lo scopo di riconoscere questi nuovi fenomeni, comprenderne le dinamiche di comunicazione e tecnologiche che ci sono dietro e fornire gli strumenti per un uso critico e costruttivo del digitale: “Comunicazione Digitale. Fake news, post verità e hate speech”.
L’iniziativa ha l’obiettivo di preparare gli studenti ad operare nel campo della comunicazione on line, dei social media e del web marketing, facendo acquisire competenze di base e strumenti necessari per interagire con realtà pubbliche, private o legate alla propria professione.
Tra gli argomenti trattati: capacità di analisi e distribuzione di notizie sul web, errori giornalistici, bufale, teorie complottiste, contenuti satirici decontestualizzati e utilizzati come fonti giornalistiche, diffusione di notizie non verificate, propaganda politica, informazioni false lanciate per generare profitti, cyberbullismo, cyberstalking, diffamazione, interferenze illecite nella vita privata, adescamento di minori a fini sessuali. Le lezioni si terranno nel secondo semestre dell’anno accademico 2017/18.
Il corso è diretto dal Prof. Marco Camisani Calzolari, già noto al grande pubblico per la sua rubrica Pronto Soccorso Digitale in onda ogni sabato mattina su RAI 1, e del suo Spazio Tecnologia il giovedì mattina su RTL 102.5. Come noto é tra i pionieri di Internet e consulente per la comunicazione e le strategie digitali di multinazionali in Inghilterra e in Italia.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Politecnico di Torino e offerte di lavoro

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

politecnico torinoLa capacità di garantire ai propri laureati una collocazione diretta nel mondo del lavoro è da sempre uno dei plus offerti dal Politecnico di Torino: oggi la classifica internazionale Graduate Employability Rankings 2018, proposta dal prestigioso istituto britannico QS, certifica che l’Ateneo è la prima università al mondo nel garantire prospettive occupazionali ai propri laureati. L’Ateneo, infatti, si colloca al 1° posto al mondo per l’indicatore Graduate Employment Rate, uno dei cinque valutati dal ranking sull’occupabilità dei laureati, che quest’anno ha analizzato 600 università in tutto il mondo.I criteri utilizzati sono la reputazione delle università presso i datori di lavoro, le partnership realizzate con le imprese, il successo dei laureati nelle proprie carriere, la presenza delle aziende nel campus e il tasso di occupazione dei laureati a un anno dal titolo.In quest’ultimo indicatore, calcolato come rapporto tra la percentuale di occupazione dei Laureati dell’Ateneo (pari al 94%) e la media degli Atenei italiani esaminati (pari al 76.2%) il Politecnico di Torino ottiene il miglior risultato al mondo, a pari merito con il Moscow State Institute of International Relations (MGIMO University).Molto buone le prestazioni del Politecnico anche su altri due indicatori, rispetto ai quali l’Ateneo si colloca al 2° posto in Italia: Employer reputation e Employer-Student connection, che valutano rispettivamente la reputazione dell’Università presso i datori di lavoro e le opportunità offerte dalle Aziende alle Università per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro. Complessivamente, tenendo conto dei cinque indicatori utilizzati e del peso loro attribuito dal ranking, l’Ateneo si colloca tra la 121 e la 130 posizione e rientra pertanto nell’ambito del 25% delle migliori Università al mondo.“Il Politecnico di Torino ha investito molto in questi anni nella qualità della formazione, offrendo percorsi di studio impegnativi, che sanno contemperare solidi fondamenti disciplinari con un approccio trasversale e multidisciplinare. Vi sono due plus importantissimi, che valorizzano il nostro sistema formativo: da un lato partnership forti con il nostro Territorio e con grandi imprese leader nei principali ambiti industriali e dei servizi avanzati, dall’altro una politica di internazionalizzazione che consente ad un elevato numero di studenti di trascorrere significativi periodi presso prestigiose università estere ed in molti casi di conseguire titoli congiunti.
Eravamo consapevoli che la formazione dei nostri laureati fosse apprezzata dal mercato del lavoro, ma questo posizionamento ci gratifica in modo particolare perché rappresenta un grandissimo riconoscimento per il formidabile lavoro che la nostra comunità universitaria ha svolto in questi sei anni”, dichiara il Rettore Marco Gilli, che dalla Silicon Valley, dove si trova in missione, conclude: “Diventiamo sempre di più un polo di riferimento internazionale e siamo orgogliosi di contribuire, anche con questo significativo risultato, alla crescita e allo sviluppo del nostro Territorio e del nostro Paese” (Elena Foglia Franke)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’ultimo segnale della sonda Cassini

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

cassiniAlle 14 ora italiana del 15 settembre le antenne australiane della NASA riceveranno l’ultimo segnale radio della sonda Cassini, partito un’ora e 23 minuti prima dagli strati più alti dell’atmosfera di Saturno. Pochi secondi dopo la sonda si disintegrerà per effetto delle potenti forze aerodinamiche dovute alla grande velocità (30 km/s – la distanza Roma Milano verrebbe percorsa in 20 secondi).
A dare il “Goodbye kiss” alla sonda, per la Sapienza è volato negli Stati Uniti il professor Luciano Iess, che ha partecipato al progetto fin dalle fasi preliminari al lancio.Durante le fasi finali della missione, iniziate il 26 aprile di quest’anno, Cassini è passata 22 volte vicinissima a Saturno, permettendo di gettare luce per la prima volta sulla struttura interna del gigante gassoso e di rivelare l’età dei suoi anelli. Giusto ieri i ricercatori di Sapienza hanno presentato al team Cassini gli ultimi e rivoluzionari dati ricevuti.Cassini ha iniziato il suo viaggio il 15 ottobre 1997, con un lancio spettacolare dal poligono di Cape Canaveral. La missione, guidata dalla NASA con importanti contributi dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e della European Space Agency (ESA), aveva il compito di esplorare il sistema di Saturno, con le sue molte lune e i suoi anelli. Giunta a Saturno il primo luglio 2004 dopo una lunga fase di crociera, Cassini ha iniziato una complessa sequenza di orbite che hanno permesso di visitare tutti i satelliti e osservare da vicino il pianeta e i suoi anelli. Le scoperte sono andate ben oltre le attese. A queste Sapienza ha contribuito con un ruolo di primissimo piano, grazie alla realizzazione di due importanti strumenti di bordo (il radar e il traslatore di frequenza, costruiti da Thales Alenia Space Italia) e al raggiungimento di risultati scientifici tra i più importanti della missione.
Un primo traguardo è stato raggiunto già nel 2002, quando la sonda si trovava ancora tra Giove e Saturno, con la misura del ritardo nella propagazione dei segnali radio causata dalla gravità solare. A tutt’oggi questa è la più accurata conferma sperimentale della teoria einsteniana della relatività generale.
SaturnDurante il tour del sistema di Saturno, Cassini ha reso possibile la scoperta di mari e laghi di idrocarburi liquidi sulla superficie di Titano, la seconda luna del sistema solare per dimensioni, nonché la determinazione della struttura interna del satellite e la scoperta di un nucleo roccioso di circa 2000 km di raggio composto da silicati idrati. Grazie alla misura delle maree di Titano, è stata rivelata l’esistenza di un oceano di acqua liquida sotto la crosta ghiacciata del satellite. La batimetria dei mari della luna mostra come questi raggiungano la profondità di 170 m.
Nel 2014 è stato poi rilevato una grande quantità di acqua liquida nella regione polare meridionale di Encelado (pari a circa 240 volte il lago di Garda), al di sotto della fredda crosta ghiacciata (-190° C) della piccola luna (252 km di raggio). Il fatto che l’oceano “poggi” su una base di rocce e di silicati costituisce una sede ideale per lo sviluppo di reazioni chimiche complesse, quali quelle necessarie per la vita.I membri del team scientifico di Cassini e i loro gruppi di gruppi di ricerca operano presso il Dipartimento di Ingegneria meccanica e aerospaziale, sotto la guida del professor Luciano Iess, e il Dipartimento di Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni con il professor Roberto Seu. “In più di dieci anni nell’atmosfera di Saturno, Cassini ha visitato tutte le principali lune del pianeta e prodotto una serie di straordinarie scoperte” sottolinea Luciano Iess “e l’eredità che lascia in dote alla comunità scientifica internazionale è immensa.” (foto: cassini, saturn)

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Global Masters in Management 2017 Ranking

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

School of Management del Politecnico di MilanoMilano La School of Management del Politecnico di Milano ancora una volta tra le migliori business school del mondo con un suo prodotto storico, il Master of Science in Management Engineering: infatti, nel Global Masters in Management 2017 Ranking pubblicato oggi dal Financial Times, il Master of Science in Management Engineering si conferma tra i 95 migliori programmi in assoluto e tra i primi 6 al mondo in Ingegneria gestionale, quindi con le stesse caratteristiche. “Nel ranking del Financial Times compaiono solo 6 master in Ingegneria gestionale che possono essere paragonati al nostro prodotto – spiega Stefano Ronchi, Presidente del corso di laurea in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano -. La particolarità della School of Management del Politecnico di Milano infatti è affiancare ai tradizionali corsi di economia, finanza e management dei contenuti di ingegneria e tecnologia, che sono sempre più rilevanti per uno sviluppo sostenibile della nostra società. Questo ci permette di formare persone con una forte preparazione sul management e al tempo stesso un’attitudine analitica ed ingegneristica all’identificazione e alla risoluzione dei problemi”.
La School of Management del Politecnico di Milano è composta dal Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dal MIP, la Business School dell’Ateneo milanese. “La scelta di puntare sull’internazionalizzazione si conferma vincente, perché ci permette di restare al passo con le migliori scuole di management del mondo. Quello di FT è come sempre un riconoscimento importante, per tutti gli studenti del Master e per gli Alumni già diplomati”, commentano Alessandro Perego e Andrea Sianesi, rispettivamente Direttore del Dipartimento e Presidente MIP.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sapienza: I concerti dell’Aula magna

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

Anna Caterina AntonacciRoma Sabato 14 ottobre, ore 17.30 Università La Sapienza. Gerusalemme: celeste e terrena, perduta e liberata Anna Caterina Antonacci soprano Accademia degli Astrusi Federico Ferri direttore Anna Caterina Antonacci è una star internazionale, suo malgrado – si potrebbe dire – perché “si dedica interamente alla musica, non a recitare la parte della prima donna”, come ha affermato un suo grande ammiratore, Riccardo Muti. La sua fortissima personalità d’interprete la spinge a crearsi un repertorio raro e raffinato, ma di grande impatto drammatico, di cui offre un esempio perfetto il suo concerto all’Aula Magna. Con un vero tour de force interpreta tutti e tre i ruoli del Combattimento di Tancredi e Clorinda, capolavoro di Monteverdi, di cui nel 2017 si celebrano i quattrocentocinquanta anni dalla nascita. Questo madrigale in “stile rappresentativo”, che evoca un’azione drammatica senza però richiedere una vera e propria rappresentazione teatrale, mette in musica uno degli episodi più celebri della “Gerusalemme liberata”. Un altro personaggio del poema di Torquato Tasso, la maga Armida, è la protagonista dell’omonima tragédie lyrique di Jean Baptiste Lully, nato a Firenze ed emigrato giovanissimo a Parigi, dove creò l’opera francese: lo stile nobilmente declamatorio di questa musica darà modo alla Antonacci di far valere le doti di grande tragédienne per cui è ammirata in Francia, ma che gli italiani ancora non conoscono, perché non ha cantato Lully in Italia prima d’ora. Il concerto è dedicato non solo alla Gerusalemme terrena del Tasso ma anche a quella celeste della Bibbia: saranno infatti presentate in prima esecuzione moderna due Lamentazioni per la Settimana Santa di Giovanni Paolo Colonna, che fu stimatissimo maestro di cappella a San Petronio di Bologna. L’Accademia degli Astrusi e il suo direttore Federico Ferri completano il programma con musiche di raro ascolto di Corelli (una vera gemma è la Sinfonia da lui scritta per l’oratorio S. Beatrice d’Este di Giovan Battista Lulier) e Biber. (Anna Caterina Antonacci)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno sulle teorie delle interazioni fondamentali

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 settembre 2017

parma universitàParma Da lunedì 11 a mercoledì 13 settembre si terrà, al Centro Sant’Elisabetta dell’Università di Parma (Campus Universitario – Parco Area delle Scienze), la V edizione del convegno “Theories of the Fundamental Interactions”.
Il convegno ha cadenza biennale e ha lo scopo di riunire esperti nel campo delle teorie supersimmetriche, delle teorie di gauge, di gravità, di stringa e delle loro applicazioni in ambiti che vanno dalla fisica delle interazioni fondamentali, alla cosmologia e a sistemi della materia condensata.
Il convegno è organizzato dai proff. Luca Griguolo e Marisa Bonini del Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma e dal prof. Domenico Seminara dell’Università di Firenze, con il supporto dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare-INFN di Roma. Le precedenti edizioni si sono tenute a Napoli (2015), Trieste (2012), Perugia (2010) e Roma Tor Vergata (2008).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Allarme geologi: Ci sarà sempre meno acqua dolce

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 settembre 2017

Massimiliano FazziniFazzini –Università Camerino e Ferrara: “Nella stagione invernale 2016 – 2017, sui rilievi nazionali è mediamente caduto il 60 per cento di neve in meno. Avremo sempre meno acqua e di peggiore qualità. In Italia preoccupante il fenomeno di ingressione del cuneo salino, meno acqua dolce. Zero termico a 3600 metri. Puglia, Sicilia e Sardegna devono mettere in campo processi di desalinizzazione utilizzando così l’acqua del mare. I comuni del Centro Nord hanno elaborato Piani di Adattamento ai Cambiamenti, mentre al Sud è tutto fermo. Giorni siccitosi aumentati del 15 per cento. Avremo eventi sempre più irregolari ”.
“Negli ultimi 30 anni abbiamo assistito, in Italia, ad un aumento della temperatura media di circa 1.1°C ma nell’ultima estate abbiamo registrato un’ulteriore “impennata” di oltre 2 gradi rispetto alla media climatica del periodo di riferimento 1971 – 2000. Se questo segnale non dovesse essere un’eccezionalità ma confermarsi tale, significherebbe che potremmo essere dinanzi ad un’ ulteriore accelerazione del riscaldamento globale del pianeta. Sempre durante l’ultima stagione estiva, la temperatura del mare, in Italia, ha raggiunto valori di oltre tre gradi rispetto alle medie dell’ultimo ventennio. Ci dobbiamo abituare ad estati con ondate di calore intense e prolungate di origine subtropicale continentali e quadri termometrici che oggi appaiono come eccezionali tra circa 20 anni rappresenteranno la normalità, con un cambiamento radicale del nostro stile di vita. Cambieranno ad esempio le stagioni turistiche ed agricole. Durante le future estati, con ogni probabilità avremo sempre meno acqua a disposizione e di questo dovremo essere consapevoli perché dal momento in cui l’ acqua da fusione delle nevi sarà meno abbondante e si infiltrerà meno nelle falde acquifere più superficiali e le precipitazioni piovose saranno sempre più intense e meno persistenti, la risorsa idrica sarà evidentemente meno abbondante e di qualità organolettiche peggiori. Già adesso, in molte aree pianeggianti prossime alle coste, specialmente nella pianura veneta ed emiliana, nella Capitanata pugliese e nel Campidano sardo, stiamo assistendo al fenomeno di ingressione del cuneo salino che porterà ad una minore disponibilità di acqua per l’irrigazione delle aree adibite ad uso agricolo con ovvie ripercussioni sulla loro produttività”.
E’ l’allarme lanciato dal climatologo Massimiliano Fazzini, Docente dell’Università di Camerino e Ferrara, ricercatore, importante studioso di tali fenomeni ed esponente dell’Associazione Nazionale dei Geomorfologi Italiani. Fazzini sta conducendo da due decenni importanti studi al riguardo.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EUCYS 2017: la nuova sfida per i giovani scienziati

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 settembre 2017

talinnTallinn in Estonia dal 22 al 27 settembre 146 giovani neoArchimede, di età compresa tra i 14 e i 21 anni, da 37 Stati europei ed extraeuropei, presentano le loro invenzioni, prototipi, ricerche per ottenere i riconoscimenti della 29a edizione dell’importante evento. L’Italia partecipa con 6 finalisti e 2 proposte, selezionate dalla Giuria della FAST.
Parte integrante del programma Science with and for Society, tematica fondamentale di Horizon 2020, EUCYS è iniziato nel 1989, al fine di promuovere idee di cooperazione e di interscambio tra i giovani e conferire diversi premi sia in denaro che come assegnazioni scientifiche. E’ la vetrina annuale delle migliori scoperte da parte di ragazze e ragazzi che hanno così l’opportunità di confrontarsi con colleghi con simili interessi ed attitudini. Attraverso la manifestazione, la Commissione europea valorizza gli sforzi fatti in tutti i Paesi coinvolti con l’obiettivo di: avvicinare i giovani alla scienza e alla ricerca; incoraggiare i talenti migliori e più promettenti; promuovere lo spirito di innovazione e collaborazione.
Sono ammessi solo quanti vengono selezionati dalle rispettive giurie nazionali, con il limite massimo di 6 finalisti e 3 progetti per ciascuno stato. In ogni paese il National Organizer (in Italia la FAST) è responsabile della scelta dei progetti, che possono essere elaborati sia da singoli che da gruppi di non più di 3 persone. L’appuntamento si tiene annualmente in settembre in una città europea a rotazione. E’ stato ospitato in Italia, a Milano, organizzato dalla FAST due volte: nel 1997 in occasione del centenario della Federazione; nel 2015 in contemporanea con Expo.
L’Italia è presente a Tallinn con due progetti, vincitori di primo premio del concorso I giovani e le scienze 2017:
. nel settore ambiente con il prototipo “AE Space Herbs: il futuro in Aeroponica” di Marco Battisti, Alessandro Gaburro, Elia Gambarin, classe 1999, dell’ITI E. Fermi di Mantova;
. nel settore ingegneria con l’invenzione per l’identificazione personale, tramite il battito cardiaco, intitolata “Cardio ID: dimmi come batte il tuo cuore e ti dirò chi sei!” di Mattia Borgna, Andrea Domenico Mourglia, Filippo Pairotti, tutti del 1998, dell’Istituto E. Agnelli di Torino.
“L’augurio”, dice Roberto Cusolito, presidente della FAST- Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche, coordinatore della giuria che ha selezionato i due lavori,” è che continui la fase positiva che caratterizza la partecipazione italiana ad EUCYS fin dal 1989: 24 riconoscimenti di cui 3 primi premi, 3 secondi, 3 terzi, molti conferimenti speciali. Attendo pure la conferma dei risultati conseguiti dai nostri giovani negli ultimi mesi agli eventi esteri. Ricordo che è già disponibile il bando per l’edizione 2018 del concorso ‘I giovani e le scienze’ – selezione per la 30a edizione di EUCYS 2018 e quindi anche per i più prestigiosi incontri internazionali ad essa correlati e a cui possono partecipare gli studenti meritevoli che vengono premiati da FAST il 26 marzo 2018”.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un altro importante risultato scientifico dei Fisici UNICAM

Posted by fidest press agency su martedì, 5 settembre 2017

VitaliCamerino. Stanno, infatti, per essere pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica americana Physical Review Letters i risultati di un esperimento condotto nel Laboratorio di Ottica ed Informazione Quantistica guidato dal Prof David Vitali, della Sezione di Fisica della Scuola di Scienze e Tecnologie UNICAM. I risultati sperimentali sono stati ottenuti a partire dal lavoro di tesi di laurea magistrale in Physics di Massimiliano Rossi, laureato UNICAM in Fisica e diplomato della Scuola di Studi Superiori Carlo Urbani, percorso di eccellenza per gli studenti UNICAM, sotto la guida del dott. Giovanni Di Giuseppe.
Massimiliano Rossi è infatti primo autore di tale pubblicazione, ne ha già al suo attivo altre due, ed ora sta proseguendo i suoi studi di Fisica Quantistica come dottorando presso il Niels Bohr Institute di Copenhagen.Grazie alla Scuola di Studi Superiori “Carlo Urbani”, la cui domanda di ammissione per questo anno accademico scadrà il prossimo 11 settembre, l’Ateneo sceglie di premiare il talento degli studenti particolarmente meritevoli per indirizzarli verso un eccellente futuro. L’interdisciplinarietà tra le aree consente di acquisire un approccio critico al sapere e una apertura culturale necessaria per competere nelle migliori posizioni professionali.“Nell’esperimento in questione – ha dichiarato il prof. Vitali – un particolare tipo di luce laser, detta “schiacciata”, è stata generata e usata per fare raffreddamento laser di una membrana di nitruro di silicio larga un millimetro e spessa meno di un millesimo di millimetro. La tecnica dimostrata, con ulteriori miglioramenti, potrebbe raffreddare la membrana vicino allo zero assoluto e quindi renderla utilizzabile in un futuro internet quantistico, oppure per immagazzinare e redistribuire le informazioni elaborate da un computer quantistico”.L’esperimento è stato condotto in collaborazione con l’Università di Delft (Olanda) e con la sezione di Trento dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). (foto: vitali)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lo sbadiglio è contagioso

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 settembre 2017

nottingham universitiìy. Quando si dice che lo “sbadiglio è contagioso” non sbagliamo. E lo dice anche la scienza. Sono stati ricercatori dell’università di Nottingham, guidati da Stephen Jackson a scoprire le “radici” del fenomeno: affondano nei riflessi primitivi generati dall’area del cervello che controlla i movimenti, la corteccia motoria. Un impulso a cui è praticamente impossibile resistere, e che aumenta più si cerca di reprimerlo. Lo studio pubblicato sulla rivista Current Biology ha, infatti, dimostrato anche il perché più si cerca di resistere, più aumenta il bisogno di sbadigliare se si vede qualcuno vicino farlo, anche se la forza dell’impulso cambia da persona a persona. Lo sbadiglio contagioso è una comune forma di ecofenomeno, cioè l’imitazione automatica e involontaria di parole o azioni di altre persone. Un comportamento che non è solo umano, ma anche di altri animali, come cani e scimpanzé. Gli ecofenomeni sono presenti anche in diverse malattie, collegate alla risposta e sensibilità della corteccia del cervello, come epilessia, demenza, autismo e sindrome di Tourette. “Il nostro studio è utile per capire meglio l’associazione tra l’eccitabilità e sensibilità motoria e il presentarsi degli ecofenomeni anche in molte malattie”, spiega Jackson. Attraverso la stimolazione magnetica transcranica su 36 volontari, i ricercatori hanno potuto aumentare anche l’impulso a sbadigliare, e visto che “il desiderio di sbadigliare aumenta si cerca di reprimerlo. Con la stimolazione elettrica abbiamo aumentato l’eccitabilità e la propensione allo sbadiglio contagioso”, aggiunge Georgina Jackson. Insomma, per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, quello che era un fenomeno che ritenevamo quasi banale, si rivela più complesso di quanto pensavamo.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Test di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nazionale

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

parma universitàParma. Prendono il via il 5 settembre all’Università di Parma i test di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nazionale. Martedì 5 sarà la volta delle prove per i candidati di Medicina e Chirurgia e di Odontoiatria e protesi dentaria, mercoledì 6 toccherà a quelli di Medicina Veterinaria e giovedì 7 a quelli di Scienze dell’Architettura. Mercoledì 13 settembre sarà infine la volta delle prove di ammissione per i corsi delle Professioni sanitarie (Fisioterapia, Infermieristica, Logopedia, Ortottica e assistenza oftalmologica, Ostetricia, Tecniche audioprotesiche, Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, Tecniche di laboratorio biomedico, Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia).Ecco i dettagli corso per corso:
Martedì 5 settembre: Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria
Sede Didattica di Ingegneria (Campus Scienze e Tecnologie, Parco Area delle Scienze 69/A), convocazione ore 8. Numero di posti disponibili per Medicina e Chirurgia: 209 (di cui 20 riservati a extracomunitari). Numero di posti disponibili per Odontoiatria e protesi dentaria: 26 (di cui 2 riservati a studenti extracomunitari). L’Aula di destinazione di ogni candidato verrà indicata sul sito http://mc.unipr.it/it/didattica/ammissioni almeno due giorni prima della data dell’esame.
Mercoledì 6 settembre: Medicina Veterinaria
Sede Didattica di Ingegneria (Campus Scienze e Tecnologie, Parco Area delle Scienze 69/A), convocazione ore 9. Numero di posti disponibili: 44 (di cui 3 riservati a studenti extracomunitari).
Giovedì 7 settembre: Scienze dell’Architettura
Sede Didattica di Ingegneria (Campus Scienze e Tecnologie, Parco Area delle Scienze 69/A), convocazione ore 9.30. Numero di posti disponibili: 115 (di cui 3 riservati a studenti extracomunitari).
Mercoledì 13 settembre: corsi delle Professioni sanitarie
Sede Didattica di Ingegneria (Campus Scienze e Tecnologie, Parco Area delle Scienze 69/A), convocazione ore 8. Numero di posti complessivi disponibili: 421 (di cui 24 riservati a studenti extracomunitari e 1 riservato a uno studente cinese). L’Aula di destinazione di ogni candidato verrà indicata sul sito http://mc.unipr.it/it/didattica/ammissioni almeno due giorni prima della data dell’esame.
Per tutte le prove di ammissione i candidati dovranno presentarsi muniti di documento d’identità personale, ricevuta dell’avvenuto pagamento entro i termini previsti dalla tassa di ammissione e copia del modulo di avvenuta iscrizione. Tale documentazione non va trasmessa alla Segreteria Studenti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo Corso di perfezionamento in Intermediazione Assicurativa

Posted by fidest press agency su domenica, 3 settembre 2017

Duomo_e_Battistero_di_ParmaParma. Il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma, in collaborazione con la Fondazione Collegio Europeo di Parma, attiva da gennaio 2018 il Corso di perfezionamento in Intermediazione Assicurativa, di cui è Responsabile scientifico il prof. Claudio Cacciamani, docente di Economia degli Intermediari Finanziari.E’ possibile presentare domanda di partecipazione fino al 15 dicembre 2017.Il Corso, che si svolgerà da gennaio a maggio 2018, è articolato in quattro moduli:
Ø Giuridico;
Ø Gestione dei Rischi;
Ø Controllo di gestione di agenzia;
Ø Marketing e processi di offerta.
L’obiettivo del Corso è duplice:
· fornire competenze e conoscenze necessarie per il sostenimento dell’esame di iscrizione alla sezione A del RUI (Registro Unico Intermediari) ai giovani che vogliano avvicinarsi alla professione di Agente Professionale di Assicurazione;
· consentire agli intermediari già iscritti alla sezione A del Rui (Agenti) di frequentare i singoli moduli del Corso acquisendo i crediti formativi valevoli per l’aggiornamento professionale previsto dal Regolamento n. 6 dell’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni).
Il Corso è articolato, per lezioni e argomenti trattati, in modo tale da riconoscere ai frequentanti crediti universitari valevoli per il successivo o contemporaneo conseguimento di una Laurea triennale o magistrale in materie attinenti.Il Corso è rivolto a coloro che hanno conseguito:
Ø un diploma di istruzione secondaria superiore (e concorrerà a maturare crediti formativi per il conseguimento di un’eventuale Laurea triennale);
Ø un diploma di Laurea triennale (e concorrerà a maturare crediti formativi per il conseguimento di un’eventuale Laurea magistrale).
Dato il numero programmato del Corso, è previsto un colloquio attitudinale iniziale.
Del corpo docente fanno parte professori universitari, tecnici, professionisti, manager e intermediari di spicco del settore assicurativo. E’ prevista una tutorship per i frequentanti. Gli argomenti saranno trattati avendo riguardo di fornire ai frequentanti non solo conoscenze di base necessarie all’avvio alla professione, ma anche competenze tecniche assicurative e manageriali di agenzia necessarie per un efficace svolgimento dell’attività. Al termine di ogni modulo è prevista una prova di apprendimento e, una volta completato il corso, il conseguimento di un Diploma Finale.Il costo del Corso completo è di 2.000 euro + IVA, ma è possibile acquistare singolarmente dei singoli moduli. Sono previste borse di studio per i più meritevoli da parte di compagnie, enti e intermediari sponsor.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’università del rock inaugura una nuova sede in Veneto

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 settembre 2017

be-on-stage-factoryPadova. L’università del rock diretta da Emilio Bottazzi inaugura una nuova sede in Veneto: Be on Stage Factory, la più innovativa scuola di musica del Nordest sbarca ufficialmente a Padova, dopo l’esperienza più che positiva di questi ultimi anni a Selvazzano Dentro. Verrà inaugurata ad ottobre, sarà all’interno di Paradigma in via della Industria 19 a Padova, nuovo centro multimediale votato all’innovazione che punta a riunire le eccellenze della regione. Un hub a forte spinta internazionale formato da imprese e professionisti uniti in un network che aspira a diventare un riferimento anche a livello internazionale.
“Per noi si tratta di un investimento importante ma necessario – sottolinea Emilio Bottazzi, direttore di Be on Stage Factory -. Grazie all’aiuto fondamentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo infatti siamo cresciuti molto in questi anni, ed è arrivato il momento di differenziare la nostra proposta formativa. A Selvazzano continueremo a tenere una serie di corsi dedicati ai bambini con l’apertura della sezione B-Kids, mentre la nuova sede di Padova sarà dedicata ai ragazzi e agli adulti. La collaborazione di lungo corso con un’istituzione come la RockSchool London ci permette di offrire ai nostri studenti un percorso formativo completo che, grazie ai diplomi certificati, si traduce in un titolo di studio di valore europeo. Per noi è fondamentale offrire ai ragazzi la possibilità di ottenere un diploma certificato, presto anche di livello universitario: oggi per chi vuole trasformare la propria passione in una professione il tradizionale “pezzo di carta” conta molto più di quanto si creda”.
Be on Stage Factory è una scuola di musica specializzata nella didattica moderna Pop e Rock, certificata a livello europeo e in cui è possibile frequentare corsi di Diploma RockSchool London. Presto inoltre verrà inaugurata anche Be on Stage Classical con una serie di corsi dedicati alla musica classica.
Due le partnership internazionali: quella con RockSchool London (RSL), per cui Be on Stage Factory è centro esami esclusivo per le province di Padova e Rovigo, e quella con The Ace Guitar Academy, l’accademia creata dal celebre chitarrista degli Skunk Anansie, di cui Be on Stage Factory è sede unica per la provincia di Padova, Venezia e Rovigo).
Fin da subito Be on Stage Factory ha puntato sull’importanza del rilascio di Diplomi Certificati e su una visione europea, con viaggi-studio periodici a Londra grazie alla partnership con RockSchool London.
“Il mondo della musica è cambiato profondamente negli ultimi 10 anni – continua Bottazzi -, così come è cambiata inevitabilmente anche la didattica musicale. Vivere di musica, diventare professionisti a be-on-stage-factory1tutti gli effetti è possibile, ma per farlo è necessaria una solida preparazione, competenze multiple e organizzazione del lavoro. Anche per questo riteniamo imprescindibile allargare gli orizzonti dei nostri studenti: chi vuole diventare un artista a tutto tondo deve confrontarsi con le realtà internazionali. Per questo i viaggi-studio a Londra (la prossima trasferta londinese è fissata per il 30 novembre) sono una parte integrante del percorso formativo dei nostri studenti (già due i concerti-evento organizzati nella capitale britannica dagli studenti di Be on Stage Factory). Per il 2018 abbiamo inoltre preparato un nuovo format, un viaggio-studio on the road negli Stati Uniti: il programma e l’itinerario sono già pronti, a ottobre con l’inaugurazione della nuova sede si apriranno le prenotazioni”.
Visione internazionale, titoli di studio certificati a livello europeo, competenze e tanta passione, questi gli elementi che hanno portato Be on Stage Factory ad avere una media di 150 studenti all’anno. Oltre ai corsi tradizionali l’accademia si distingue anche per i percorsi post diploma professionali per Performer e Teacher, ma anche per un lavoro mirato sulla formazione dei giovani in un’ottica di inserimento nel mondo del lavoro. (foto: be-on-stage-factory)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Joint Diploma in Ecologia integrale

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 agosto 2017

gregorianaRoma venerdì 1° settembre, in occasione della Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato, data nella quale già da tempo la celebra anche la Chiesa Ortodossa anche le Università Pontificie romane hanno risposto alla richieste che papa Francesco esprime nell’enciclica Laudato si’, in particolare dove afferma che per maturare abitudini alternative al contesto di altissimo consumismo nel quale siamo immersi occorre affrontare «una sfida educativa» (LS 209). Dopo un processo di analisi e valutazione, le Università Pontificie romane hanno deciso avviare un percorso formativo quinquennale, diviso in diplomi annuali. Il programma, presentato al Santo Padre lo scorso 22 giugno nel corso di un’udienza privata con il gesuita Prem Xalxo e il Cardinale Telesphore P. Toppo, vuole diffondere la visione e la missione che Laudato si’ affida alla Chiesa tramite gli strumenti specifici della la formazione. Al progetto congiunto partecipano per la prima volta tutte e sette le Pontificie Università romane, nonché un Pontificio Istituto.
Il Joint Diploma in Ecologia integrale si svilupperà in sei moduli, corrispondenti ai sei capitoli in cui si articola l’enciclica Laudato si’. Il primo modulo, centrato sulla domanda «Cosa sta succedendo alla nostra casa comune?», sarà coordinato dal prof. Joshtrom Isaac Kureethadam (Università Pontificia pontificia università gregorianaSalesiana). Il secondo modulo approfondisce «Il Vangelo della Creazione» ed è affidato al prof. Prem Xalxo (Pontificia Università Gregoriana), che coordina l’intero Diploma. Il terzo modulo guarda alla «La radice umana della crisi ecologica», sotto la supervisione della prof.ssa Giulia Lombardi (Pontificia Università Urbaniana), mentre il successivo modulo sull’«ecologia integrale» è affidato al coordinamento del prof. Massimo Losito (Pontificio Ateneo Regina Apostolorum). Sulle concrete linee d’azione si concentra il quinto modulo, guidato dal Dr. Tomás Insua (The Global Catholic Climate Movement, Washington D.C./ Roma), mentre l’ultimo modulo su “educazione e spiritualità ecologica” sarà coordinato dal prof. Ivan Colagé (Università Pontificia Antonianum).Le lezioni frontali avranno luogo da novembre a giugno, ogni secondo giovedì del mese. Agli studenti sarà inoltre richiesto di partecipare a un convegno e a due laboratori “Segni di Speranza”, coordinati da Cecilia Dall’Oglio (Global Catholic Climate Movement, Roma), nonché la scrittura di una tesi e un esame finale.
Il Joint Diploma non è rivolto solo agli studenti delle varie facoltà pontificie e degli istituti superiori di scienze religiose, ma a tutti i professionisti delle diverse aree, operatori pastorali e sociali, sacerdoti, religiosi e laici che si sono sentiti interpellati dall’enciclica Laudato si’.
L’iscrizione deve effettuarsi presso la Segreteria Generale della Pontificia Università Gregoriana, dove si svolgeranno tutte le lezioni dell’anno accademico 2017-2018. Al termine del curriculum di studi, verrà rilasciato il Joint Diploma in Ecologia integrale. https://goo.gl/NBJzgA

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alla Stranieri corsi gratuiti di lingua italiana ed educazione civica per cittadini non comunitari

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 agosto 2017

Università per Stranieri di PerugiaPerugia. Scade il 4 settembre prossimo il termine dell’iscrizione ai corsi gratuiti di Lingua Italiana ed Educazione Civica per cittadini non comunitari di livello A1 e A2 che si terranno all’Università per Stranieri di Perugia. I corsi sono utili per il conseguimento della certificazione linguistica anche ai fini dell’accordo di integrazione e per l’ottenimento del permesso di soggiorno UE di lungo periodo e si inseriscono nell’ambito del progetto FAMI coordinato dalla Regione Umbria dal titolo “CIC to CIC, corsi integrati di cittadinanza, conoscere l’italiano per comunicare”.
“Cic to Cic” è il progetto di formazione civico linguistica per cittadini non comunitari grazie al quale la Regione Umbria, insieme ad un ampio partenariato di cui fa parte anche la Stranieri di Perugia, garantisce l’acquisizione da parte dei cittadini dei Paesi Terzi, della lingua, della storia e delle istituzioni della società italiana, nella prospettiva di una piena integrazione sociale e la costruzione di una cittadinanza interculturale e coesa.Tutti gli iscritti che avranno seguìto regolarmente il corso, almeno il 75% delle ore di lezione per ciascun livello A1 o A2, potranno acquisire l’attestato di frequenza e iscriversi all’esame per il conseguimento della certificazione di conoscenza della Lingua italiana (CELI immigrati livello A1 o A2), rilasciata dall’Università per Stranieri di Perugia. Il corso è rivolto a tutti i cittadini stranieri risultanti nell’anno 2016 non comunitari (extra Unione Europea), e residenti nel territorio umbro. Per ulteriori informazioni si può telefonare al numero 075 5746 351 – 075 5746 236 o collegarsi al sito dell’ateneo http://www.unistrapg.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Edizione 2017 di “Educational”

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 agosto 2017

universita-camerinoEdizione 2017 di “Educational”Camerino giovedì 7 settembre, con inizio alle ore 9:00 presso l’aula 2 del Campus Universitario, si terrà l’edizione 2017 di “EDUCATIONAL”, un incontro nel corso del quale il Sistema Museale d’Ateneo – Museo delle Scienze ed Orto Botanico “Carmela Cortini” – presenterà ai dirigenti scolastici e agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado il programma delle proprie attività didattiche ed espositive programmato per l’anno scolastico 2017-2018. I partecipanti potranno quindi avere tutte le informazioni sulle attività didattiche itineranti da svolgere direttamente presso i vari Istituti scolastici del territorio regionale, nonché sulle nuove date della Mostra itinerante “Super Natural, quando la realtà supera la fantasia”, l’esposizione temporanea che già ha riscosso un notevole successo e che verrà allestita dal 16 settembre presso l’Auditorium dell’Istituto Superiore “Leonardo da Vinci” di Civitanova Marche, dal 13 ottobre a Camerino presso l’Auditorium Benedetto XIII ed infine dal 4 novembre a San Benedetto del Tronto presso la Scuola secondaria di primo grado “Mario Curzi”. La Mostra concessa in prestito al Polo Museale Unicam dal Museo di Storia Naturale ed Archeologia di Montebelluna (Treviso), come sostegno per la ripresa delle attività dopo i recenti eventi sismici, presenta i vari Supereroi dei fumetti che confronteranno i loro fantastici poteri con le meraviglie del mondo dei viventi. Il tutto in un allestimento interattivo e coloratissimo, ricco di postazioni interattive, exhibit, video e multimedia. Come tutti gli anni, poi, l’Orto Botanico “Carmela Cortini” propone agli studenti degli Istituti scolastici di ogni ordine e grado, visite guidate ed attività laboratoriali, con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale, alla conservazione della biodiversità ed ai temi della corretta alimentazione che saranno anche trattati nel corso dell’iniziativa “MAN – Mangiare, Alimentare, Nutrire” quest’anno in programma nella giornata del prossimo 24 settembre organizzata in collaborazione con il Centro Sperimentale Interculturale CiSEI.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Studenti della University College of London in visita a Camerino

Posted by fidest press agency su martedì, 29 agosto 2017

studentiCamerino. Nel pomeriggio di oggi martedì 29 agosto, gli studenti del Master in Ingegneria Sismica e Gestione dei Disastri (Earthquake Engineering with Disaster Management MSc) della University College of London, uno dei più grandi e migliori atenei del Regno Unito, coordinati dai professori Carmine Galasso, Direttore del Master, e Fabio Freddi hanno visitato l’Università di Camerino, grazie alla collaborazione con il prof. Andrea Dall’Asta della Scuola di Architettura e Design di Unicam. A dare il benvenuto in Ateneo il Rettore eletto prof. Claudio Pettinari. I venti studenti, provenienti da tutte le parti del mondo (Italia, Grecia, Regno Unito, China, Chile, Colombia, Indonesia, Jamaica, Messico, Nepal, Sudafrica, studenti1Tailandia, Venezuela), hanno avuto modo di discutere delle conseguenze del sisma sia con i docenti della University College London che con il gruppo di ricerca di ingegneria sismica dell’Università di Camerino. La visita si è concentrata su quattro temi principali: la risposta sismica delle strutture (edifici, ponti, etc) di recente costruzione; la risposta sismica di beni culturali quali edifici storici e chiese, in buona parte oggetto di intervento dopo il sisma del 1997; la raccolta sistematica dei dati di danno, finalizzata allo sviluppo di modelli di valutazione della vulnerabilità sismica; la gestione dell’emergenza e della ricostruzione.
L’esperienza ed i risultati della visita saranno condivisi con il pubblico attraverso un blog, una serie di filmati e report fotografici.La University College of London, che conta oltre 40.000 fra studenti, ricercatori e docenti, è considerata una delle cinque migliori università britanniche e diverse agenzie internazionali la classificano fra le 10 migliori università al mondo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »