Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 338

Archive for the ‘Università/University’ Category

University

Master – Il Trauma in età evolutiva

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Dal 16 gennaio 2021 modalità online Il Master, a cura della dott.ssa Antonella Montano, offrirà ai partecipanti un percorso formativo di alta specializzazione fornendo strumenti diagnostici, concettualizzazioni teoriche e protocolli terapeutici, aggiornati e con la maggiore evidenza scientifica di efficacia, per la cura e la prevenzione del Trauma e dei Disturbi Dissociativi nei bambini e negli adolescenti. L’Istituto A.T. Beck è riconosciuto come una eccellenza nella formazione. Il trauma è uno dei temi maggiormente presenti sia nel programma didattico della scuola di specializzazione in psicoterapia cognitivo-comportamentale che nei workshop o seminari organizzati durante il corso dell’anno.Professionisti del settore di fama nazionale e internazionale sono stati protagonisti di incontri formativi e arricchenti. Presso l’Istituto è attivo, già da 4 anni, il Master dedicato al Trauma in età adulta che ha coinvolto docenti e partecipanti da ogni parte di Italia. Adesso abbiamo sentito l’esigenza di ampliare l’offerta formativa, dedicando un intero percorso alla età evolutiva coinvolgendo, anche in questo caso, docenti conosciuti a livello nazionale e internazionale.Durante le oltre 200 ore di formazione, non verranno trattati e discussi soltanto gli aspetti teorici, ma anche esposti gli aspetti pratici della clinica. Inoltre l’apprendimento esperienziale, tramite la partecipazione attiva, renderà la presenza al Master più coinvolgente, interessante e pratica. Per ciascun modulo di insegnamento, verranno forniti, come da prassi dell’Istituto, materiale didattico (slide, protocolli di riferimento, bibliografia, ecc.) e protocolli strutturati da usare in terapia con i bambini/adolescenti e i loro familiari. Il Master inoltre non punta soltanto alla cura, ma anche alla prevenzione, allargando il focus su tutti i contesti nei quali il bambino/adolescente si trova a vivere. Il Master, infatti, ha anche l’obiettivo di far acquisire protocolli di prevenzione ed elaborazione gruppale e nei contesti scolastici. Vuole offrire riflessioni sull’impatto delle storie traumatiche nei contesti di affido e adozione e illustrare le strategie di lavoro clinico applicabili con il minore e la famiglia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emergenza Covid e le istituzioni del territorio

Posted by fidest press agency su martedì, 1 dicembre 2020

È in programma per mercoledì 2 dicembre alle 17, sulla piattaforma Zoom, il secondo e ultimo appuntamento del webinar La gestione dell’emergenza Covid-19: un approccio multidisciplinare e la testimonianza di chi opera nelle istituzioni, organizzato dall’Università di Parma (Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali), con il patrocinio di Comune e Provincia, per proporre una riflessione multidisciplinare sull’emergenza sanitaria connessa al COVID-19. Dopo il primo incontro, con docenti dell’Ateneo, sugli aspetti normativi, di comunicazione politica e di teoria dell’organizzazione, nel secondo porteranno la loro testimonianza figure chiave nella gestione dell’emergenza nell’ambito delle istituzioni locali. Dopo l’introduzione di Giacomo Degli Antoni, docente di Politica economica all’Università di Parma, interverranno il Prefetto di Parma Antonio Lucio Garufi, il Direttore generale del Comune di Parma Marco Giorgi, il Dirigente dell’Area Pianificazione e Programmazione della Provincia di Parma Andrea Ruffini e il Capo di Gabinetto della Provincia di Reggio Emilia Federico Ferrari.L’emergenza sanitaria ha richiesto una particolare attenzione alle modalità di trasmissione delle informazioni a vari livelli che interessano la comunicazione politica come la comunicazione all’interno delle organizzazioni e a livello istituzionale. Che ruolo hanno la comunicazione e le modalità di trasmissione delle informazioni nell’ambito della gestione delle situazioni di crisi? Inoltre, la necessità di ridurre i contatti e la presenza nei luoghi di lavoro ha richiesto un enorme sforzo organizzativo nell’ambito sia delle organizzazioni private sia di quelle pubbliche. Dematerializzazione, lavoro da remoto e smart working sono solo alcuni esempi di elementi su cui si è chiesto alle organizzazioni di agire.Il seminario si propone di discutere questi e altri temi, avvalendosi del fondamentale contributo di chi ha affrontato in modo diretto, all’interno delle istituzioni, la gestione dell’emergenza.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

VIII convegno nazionale della Società Italiana di Antropologia Applicata-SIAA

Posted by fidest press agency su martedì, 1 dicembre 2020

Si tiene dal 2 al 6 dicembre corrente. coordinato da Martina Giuffrè, Selenia Marabello e Mario Turci, e organizzato dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali-DUSIC dell’Università di Parma, patrocinato dal Comune di Parma nell’ambito degli eventi di Parma Capitale della Cultura 2020+21, in collaborazione con il Museo Guatelli, il Centro Interdipartimentale per la Ricerca Sociale-CIRS, il Centro Studi Movimenti e l’Associazione Nazionale Professionale Italiana di Antropologia-ANPIA.L’incontro sarà aperto dai saluti di Paolo Andrei, Rettore dell’Università di Parma, Diego Saglia, Direttore del Dipartimento DUSIC dell’Ateneo, Michele Guerra, Assessore alla Cultura del Comune di Parma, Mara Benadusi, Presidente SIAA, e della coordinatrice e docente dell’Ateneo Martina Giuffrè.Il convegno vuole essere un’occasione di confronto sul tema del tempo nella società attuale: il tempo che percepiamo, il tempo che ci diamo, il tempo che ci resta, il tempo misurato con scale di valori difformi, il tempo che plasma la nostra vita quotidiana in rapporto con i mutamenti climatici, con l’ambiente, con la salute pubblica e la crisi. PiuÌ in generale una riflessione sulla temporalitaÌ capace di ridefinire i nostri spazi di pensiero e azione etico-sociale nel presente e di immaginare progettualitaÌ future. Negli incontri si rifletterà sul tempo, dando attenzione proprio alla sua relazione con l’incertezza, con la precarietaÌ, la caducitaÌ e con l’insieme di forze “fuori controllo” che, in maniera accelerata, incombono sul presente e comprimono i nostri spazi di azione. La tematica del tempo va anche riconsiderata in conseguenza dell’emergenza sanitaria Covid-19. Il programma del convegno prevede panel, workshop, tavole rotonde e key note lectures con la partecipazione di esperti di fama nazionale e internazionale. Le key note lectures saranno tenute da Giovanni Pizza (Università di Perugia), Thomas Hylland Eriksen (University of Oslo) e Patrizio Warren (consulente per organismi nazionali e internazionali).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area (PRIMA) di Horizon 2020

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 novembre 2020

Perugia. Una cordata guidata dall’Università per Stranieri di Perugia e composta da 13 partner di 7 paesi dell’area mediterranea si è aggiudicata la realizzazione di un progetto da 3 milioni di euro erogati nell’ambito del Programma europeo. Il progetto vincitore del bando europeo è finalizzato allo sviluppo di azioni nel settore della sicurezza idrica e alimentare in relazione alle strategie di transizione energetica. Esso mira in particolare all’integrazione dei dati e modelli di analisi multisettoriali e transdisciplinari dell’asse Water-Energy-Food, allo scopo di evidenziare i molteplici benefici di un uso equo e sostenibile delle risorse naturali per gli ecosistemi e per la società nel suo complesso. Il progetto, sviluppato nell’ambito della Stranieri dal Centro di ricerca Water Resources Research and Documentation Center (WARREDOC) si chiama NEXUS-NESS (Fair and Sustainable Resource Allocation Demonstrator of the Multiple WEFE Nexus Economic, Social and Environmental Benefits for Mediterranean Regions) – e coinvolge un partenariato di eccellenze italiane e dell’area mediterranea composto di università, PMI, centri di ricerca, enti pubblici e NGO, impegnate nell’ambito della sostenibilità e sicurezza idrica, alimentare, ambientale ed energetica. NEXUS-NESS produrrà e validerà un protocollo operativo denominato Nexus-NESS Service, la cui funzionalità verrà testata in quattro diversi siti: la Val di Cornia in Toscana, la zona del Rio Daja in Spagna, l’area costiera di Matrouh in Egitto e il bacino Oued Jir presso Gabes, in Tunisia. Le attività programmate nel suo ambito avranno una durata di tre anni, nel corso dei quali le operatività poste in essere verranno testate da gruppi di stakeholder transnazionali secondo le metodologie Living Laboratories e Responsible Research and Innovation (RRI).

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Italia vince gli “Oscar” del management grazie all’Università di Udine

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Durante la 51^ edizione della conferenza annuale, organizzata dal 21 al 23 novembre a San Francisco (USA), sono state presentate e valutate oltre mille ricerche sviluppate in ambito economico-gestionale provenienti da 55 paesi del mondo: sei le commissioni valutatrici che hanno lavorato a porte chiuse per le aggiudicazioni, due delle quali hanno assegnato un premio allo stesso gruppo di ricerca dell’Università di Udine, coordinato dai professori Guido Nassimbeni e Marco Sartor, per due studi dedicati al tema delle certificazioni d’impresa. Si tratta di un passo importantissimo e davvero epocale: “è la prima volta che l’Università di Udine si aggiudica due riconoscimenti di così alto livello – commentano con grande soddisfazione Guido Nassimbeni e Marco Sartor – Garantiscono visibilità, prestigio e nuove opportunità di collaborazione internazionale al gruppo di lavoro, ma più in generale al corso di studi in ingegneria gestionale e all’ateneo friulano. Un biglietto da visita d’eccezione per tutto il mondo universitario italiano”.Oltre a Nassimbeni e Sartor, il gruppo di lavoro è formato dalla ricercatrice Giovanna Culot, dall’ingegnere Matteo Podrecca e da Irene Marcuzzi.Il primo lavoro che ha convinto la giuria internazionale riguarda la ISO 27001, la terza certificazione al mondo più importante dopo ISO 9001 e ISO 14001, dedicata alla sicurezza informatica e alla protezione dei dati delle organizzazioni. L’articolo, sviluppato con primo autore la ricercatrice Giovanna Culot, ha effettuato una ricognizione sistematica della letteratura per comprendere lo stato attuale della ricerca nell’ambito della gestione della sicurezza delle informazioni nelle aziende, fornendo spunti di riflessione ai manager sulle sfide a cui dovranno rispondere in futuro.Il secondo riconoscimento è stato attribuito per uno studio sulla SA8000, la più importante certificazione etica di impresa che disciplina la tutela dei lavoratori. Il lavoro, sviluppato con primo autore l’ingegner Matteo Podrecca, ha affrontato “controcorrente” il crescente dibattito sulla responsabilità sociale d’impresa, al fine di far luce sulla tematica dell’abbandono della SA8000, ovvero delle aziende certificate che decidono di non esserlo più. Lo studio analizza l’impatto delle performance a valle della decertificazione e le motivazioni alla base di questa decisione.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

All’Università di Parma nuove lauree infermieristiche

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2020

L’Ateneo ha risposto ancora una volta al protrarsi della situazione emergenziale dovuta al coronavirus e alla richiesta di personale sanitario – in questo caso infermieri – espressa dalle Aziende Sanitarie: e lo ha fatto così, anticipando a ieri e oggi le sedute di Laurea in Infermieristica originariamente previste per il 14, 15 e 16 dicembre.Come già accaduto a marzo, nel corso della prima ondata epidemica, l’Università di Parma mette dunque a disposizione tutti i suoi strumenti per dare il proprio contributo ad affrontare la delicatissima situazione attuale.In questo modo l’Ateneo anticipa i tempi per l’assunzione di nuovi infermieri: l’esame di Laurea ha infatti valore di Esame di Stato abilitante alla professione.La seduta si è svolta on line con prova pratica e dissertazione della tesi, ed è poi proseguita per il corso della giornata. I membri della commissione hanno ascoltato i candidati e hanno potuto fare loro domande. Al termine gli studenti sono stati proclamati Dottori con stretta di mano virtuale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Riforma del corso di laurea in farmacia oggi più vicina

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2020

Una profonda riforma del Corso di laurea in farmacia, nella quale siano sempre più presenti elementi professionalizzanti, integrati con quella forte formazione di base che ha fatto l’eccellenza dell’Università italiana. Questa la prospettiva indicata dal Ministro per l’Università e la Ricerca, Professor Gaetano Manfredi, intervenuto al simposio ”Il Pil sapere e il valore delle competenze: la riforma dei curricula universitari e degli Esami di Stato” al quale hanno partecipato Gabriele Costantino, Direttore Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco, Università di Parma; Maria Angela Vandelli, Professore Ordinario presso Dipartimento Scienze della Vita, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia; Andrea Urbani, Docente Biochimica clinica e biologia molecolare clinica, Università Cattolica del Sacro Cuore; Carolina Carosio, Presidente Fenagifar; Andrea Mandelli, presidente della FOFI e Luigi D’Ambrosio Lettieri, presidente della Fondazione Cannavò e vicepresidente della FOFI. Al centro dell’incontro, che ha chiuso la seconda giornata di lavori del Congresso dei farmacisti italiani, il disegno di legge del Ministro che istituisce la laurea abilitante in farmacia, e pone le basi per quel profondo rinnovamento del percorso formativo oggi indispensabile alla luce del nuovo ruolo nel processo di cura che si prospetta al farmacista. Come ha sottolineato D’Ambrosio Lettieri, “non colmare e lo squilibrio oggi esistente tra le nuove competenze necessarie al farmacista e quelle acquisite nell’attuale corso di studi universitari, rischia di pregiudicare il processo evolutivo del sistema sanitario, basato sulla prossimità, e l’evoluzione del ruolo del farmacista”. Con l’abolizione dell’Esame di Stato, come detto dal Ministro, acquistano un rilievo diverso l’istituto del tirocinio e la sua valutazione. Il tirocinio, e il ruolo del tutor professionale, dovranno a loro volta essere aggiornati nella struttura e nei contenuti, e a questo scopo il Ministro Manfredi ha annunciato l’istituzione di un tavolo di lavoro con la Federazione degli Ordini e i Direttori dei Dipartimenti di farmacia. “Dal dibattito di oggi è emersa una piena sintonia tra il mondo dell’Università e la rappresentanza professionale. Da tempo la FOFI chiedeva una riforma del corso di laurea in farmacia, più orientato all’assistenza e ai processi di cura, ma anche di quello in Farmacia industriale, in ragione dei progressi farmacologici ma anche, per esempio, dell’imporsi dei prodotti salutistici” ha detto nelle conclusioni il presidente Mandelli. “L’intervento del Ministro, che ringrazio per la sua partecipazione, dimostra che siamo vicini a raggiungere questo obiettivo”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scoperta una nuova specie di pianta

Posted by fidest press agency su sabato, 21 novembre 2020

I ricercatori Sushant More del Sathaye College di Mumbai, Harshal Bhosale della Bombay Natural History Society (BNHS), e Fabio Conti dell’Università di Camerino hanno recentemente scoperto una nuova specie di pianta, Echinops sahyadricus, nella catena montuosa dei Ghati nord-occidentali in India.La nuova specie è stata rinvenuta nel corso di un’indagine sul campo svolta nell’ambito del progetto “Valutazione della biodiversità endemica degli altipiani elevati dei Ghati occidentali settentrionali” ed il lavoro di ricerca è stato pubblicato sulla rivista internazionale “Nordic Journal of Botany”. Il team ha condotto diverse spedizioni negli stati indiani del Gujarat, Maharashtra e Karnataka, e nel mese di agosto del 2019 si è imbattuto in questa specie, che dopo un attento esame si è rivelato essere nuova ed endemica dei Ghati nord-occidentali. La popolazione di Echinops sahyadricus è distribuita nel territorio che si estende da Salher (distretto di Nashik) a nord proseguendo verso sud fino a Kolhapur. È endemica dello stato del Maharashtra e cresce sui pendii delle montagne aperte. La popolazione attualmente non è in calo e non ci sono indicazioni di eventuali situazione di minaccia, anche se alcuni progetti di sviluppo, quali l’ampliamento della rete stradale ed alcune attività di manutenzione intorno ai forti indiani presso i quali vive, potrebbero influenzare negativamente la specie. Il prof. Fabio Conti da diversi anni si occupa dello studio della flora vascolare italiana e non è nuovo a scoperte di nuove piante nel nostro territorio, tanto da mettere a disposizione le proprie competenze anche a livello internazionale per poter giungere a questi importanti risultati.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

49 le borse di studio regionali per la frequenza di corsi di dottorato di ricerca

Posted by fidest press agency su sabato, 21 novembre 2020

Sono state finanziate con 3 milioni di risorse del Fondo sociale europeo. Si tratta di un intervento che destina, grazie a fondi della programmazione PO FSE 2014-2020, borse di studio aggiuntive, ciascuna del valore complessivo di circa 60 mila euro e di durata triennale, ai corsi di dottorato che le Università siciliane hanno bandito per l’anno accademico 2020-2021. Dopo avere raccolto le proposte progettuali a seguito del bando dell’Avviso 37\2020, il Dipartimento istruzione dell’Assessorato regionale all’istruzione e alla formazione professionale ha stilato la graduatoria definitiva dei corsi ammessi a finanziamento, ripartendo i fondi agli Atenei in proporzione al numero degli iscritti. Sono 18 le borse finanziate all’Università di Catania, 18 all’Università di Palermo, 10 all’Università di Messina, 2 all’Università della Kore di Enna e 1 alla Lumsa di Palermo. Tra i corsi di dottorato finanziati compaiono nuove discipline come le neuroscienze, la biomedicina traslazionale, le biotecnologie, la bioingegneria applicata alle scienze mediche, le nanotecnologie ma anche discipline più tradizionali come le scienze umanistiche, la fisica, l’informatica o le scienze dell’interpretazione. Nell’ambito del dottorato i laureati svolgeranno anche un periodo di ricerca all’estero, variabile da tre a sei mesi, per favorire i processi di internazionalizzazione degli studi.“Tre milioni di euro dal Fondo sociale europeo, 49 borse di dottorato aggiuntive a quelle ordinarie – ha affermato Roberto Lagalla, assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale – che la Regione siciliana ha messo a disposizione degli Atenei dell’isola per potenziare l’offerta accademica di terzo livello che guarda alla specializzazione e all’innovazione, alla valorizzazione dei saperi e delle competenze trasversali. Ad ogni corso di dottorato corrisponde anche un’esperienza di lavoro e di studio all’estero variabile da 3 a 6 mesi. I giovani – ha proseguito Lagalla – devono prendere il valore di queste nuove forme educative soprattutto quando vogliono guardare alle sollecitazioni di un mondo che cambia e affrontare la sfida della propria esistenza con un bagaglio di competenze adeguato e all’altezza dei tempi”.Fabio Galvano, professore ordinario di alimentazione e nutrizione umana all’Università di Catania e delegato del Rettore ai dottorati la definisce un’iniziativa “pregevolissima” della Regione Siciliana e del Fondo sociale europeo. “Il dottorato – ha detto Galgano – è un momento estremamente qualificante per un giovane che può acquisire conoscenze successive alla laurea per procedere con la carriera universitaria o per trovare impiego in azienda o in altre strutture lavorative. In Europa uno studente con il dottorato trova lavoro più facilmente e, grazie a questo titolo, viene anche retribuito di più. Auspichiamo che, anche grazie a questo strumento, l’Italia e la Sicilia possano allinearsi al trend europeo”. “A Palermo quest’anno c’è stato un forte incremento di partecipazione ai bandi di dottorato – ha detto Fabio Mazzola, pro Rettore vicario dell’Università di Palermo –. Sono arrivate oltre 1.200 domande per 23 corsi, di cui circa il 40% da parte di studenti stranieri. Il dottorato offre la possibilità di fare rientrare, per una ulteriore formazione, tanti talenti che hanno conseguito la triennale in Sicilia e che poi hanno scelto di conseguire la magistrale in un’altra sede, generalmente nel nord Italia”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Radiazione ultravioletta solare e COVID-19: c’è una relazione?

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2020

Da questa domanda ha preso spunto uno studio italiano, in pubblicazione sulla rivista “Science of the Total Environment” (Link), coordinato da Giancarlo Isaia, Professore di Geriatria all’Università di Torino e Presidente dell’Accademia di Medicina, e da Henri Diémoz, Ricercatore dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Valle d’Aosta. Al lavoro hanno partecipato ricercatori dell’Università di Bologna e di Sapienza Università di Roma, dell’ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile), della Città della Salute e della Scienza di Torino e delle Agenzie per la Protezione dell’Ambiente di Alto Adige,Veneto, Piemonte e Puglia. Lo studio ha esplorato la possibilità che l’evoluzione dell’epidemia COVID-19 veda coinvolti, tra i molteplici meccanismi di trasmissione, non solo l’interazione tra le persone, ma anche alcuni fattori ambientali: per questo, è stata valutata la diffusione spaziale dell’epidemia in Italia durante il periodo della sua prima ondata (febbraio-maggio 2020), caratterizzata da un maggior impatto nelle regioni settentrionali, ed è stata evidenziata una correlazione statisticamente molto significativa fra il numero di decessi e di pazienti affetti da COVID-19 in ciascuna regione italiana e l’intensità della radiazione ultravioletta (UV) solare, valutata alla superficie terrestre, in tutte le regioni, mediante rilevazioni sia satellitari che al suolo. Sono, inoltre, emerse correlazioni, sebbene meno significative rispetto a quella con la radiazione UV, anche con altre variabili, ambientali (la temperatura dell’aria), sociali (il numero di residenti in RSA) e cliniche (la mortalità media per malattie cardiovascolari e diabete). I risultati di questo studio statistico sono coerenti con i possibili effetti benefici, descritti nella recente letteratura scientifica, della radiazione UV solare sulla diffusione del virus SARS-CoV-2 e sulle sue manifestazioni cliniche: risulta infatti, che la radiazione UV è in grado sia di neutralizzare direttamente il virus, sia di favorire la sintesi di vitamina D che, per le sue proprietà immunomodulatorie, potrebbe svolgere un ruolo antagonista dell’infezione e delle sue complicanze cliniche. Di conseguenza, gli autori suggeriscono l’opportunità di approfondire lo studio di queste tematiche con ulteriori ricerche di tipo clinico, e sottolineano l’importanza di disporre di una rete di misure coordinate della radiazione ultravioletta sul territorio italiano. Auspicano, inoltre, che vengano organizzate campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sugli effetti sia positivi che negativi dell’esposizione alla radiazione solare e sul consumo alimentare di cibi contenenti la vitamina D, oppure la sua supplementazione farmacologica, sempre sotto controllo medico. Compensare l’ipovitaminosi D, molto diffusa nel nostro Paese, potrebbe infatti contribuire al contenimento della pandemia, soprattutto nei soggetti anziani e fragili, come peraltro già sostenuto (Link) da Giancarlo Isaia e da Enzo Medico dell’Università e dell’Accademia di Medicina di Torino.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Solar ultraviolet radiation and COVID-19: is there a relationship?

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2020

This question was answered by an Italian study, in press on the “Science of the Total Environment” (Link), supervised by Giancarlo Isaia, geriatrician of the Turin University and chairman of the Academy of Medicine, and by Henri Diémoz, researcher of the Regional Environmental Protection Agency (ARPA) of Aosta Valley. Moreover, other researchers from the University of Bologna, the Sapienza University of Rome, the Italian Agency for New Technologies, the Energy and Sustainable Economic Development (ENEA), the Città della Salute e della Scienza of Turin and the Environmental Protection Agencies of South Tyrol, Veneto, Piedmont and Apulia contributed to this analysis. The study explored how some environmental factors contributed to the evolution of the ongoing COVID-19 epidemic, in addition to the well-known transmission mechanisms. The researchers have therefore examined the spatial distribution of the outbreak in Italy during the first-wave period (February-May 2020), characterised by a greater impact in northern Italy. The investigation proved that the regional death rates and COVID-19 infections had a very significant correlation with the intensity of solar ultraviolet radiation (UV) at the Earth’s surface measured in each region by satellite and soil detection. Less significant correlations were also found with other environmental (air temperature), social (the number of residents in Nursing Home Residences) and clinical (cardiovascular and diabetes mortality) variables. The results of this statistical study are consistent with recently published findings, highlighting possible effects of the solar radiation on SARS-CoV-2 virus and its clinical manifestations: it is known that ultraviolet radiation can both directly inactivate the virus and increase the vitamin D levels. This latter effect could play an important role in the containment of the disease and in the lessening of its complications, thanks to the vitamin D immunomodulatory properties. Hence, the authors suggest further investigation on the topic by means of clinical studies and they highlight the importance of having a coordinated network of UV radiation measurements in Italy. The authors also suggest organizing campaigns to raise awareness of both the positive and the negative effects of the solar radiation. They also foster active measures to increase the vitamin D levels, either through the pharmacological supplementation, under medical supervision, or through the consumption of vitamin D rich food. Compensating vitamin D deficiency in countries like Italy, where hypovitaminosis D is widespread, could help containing the pandemic, especially in frail elderlies, as was already suggested (Link) by Giancarlo Isaia and Enzo Medico, on behalf of the University and the Academy of Medicine of Turin.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riapertura delle iscrizioni per cinque master delle Professioni sanitarie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 novembre 2020

Parma. sono stati riaperti fino al 9 dicembre i termini per le iscrizioni a cinque master delle Professioni Sanitarie: · Case/care management in ospedale e sul territorio per le professioni sanitarie · Infermieristica in area critica · Ricerca per le professioni sanitarie: l’approccio qualitativo · Infermieristica di famiglia e di comunità: assistenza integrata alla fragilità e cronicità · Management del rischio infettivo correlato all’assistenza sanitaria. In base alle disposizioni vigenti la parte teorica dei master dovrà essere frequentata esclusivamente online.La modalità online utilizzata sarà a distanza con docenti collegati in diretta (lezioni sincrone) e con possibilità per gli studenti collegati di interagire.Le lezione online verranno comunque registrate e messe a disposizione anche degli studenti che non hanno avuto la possibilità di collegarsi in diretta (lezioni asincrone).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Convegno ad Unicam in occasione dei 50 anni dall’eradicazione della malaria in Italia”

Posted by fidest press agency su domenica, 15 novembre 2020

Camerino. La Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria dell’Università di Camerino organizza per il prossimo martedì 17 novembre un convegno in modalità telematica in occasione dei 50 anni dalla dichiarazione dell’eradicazione della malaria in Italia.Unicam è infatti da tempo impegnata in attività di ricerca scientifica volte al controllo della malaria, con gruppi di ricerca che collaborano attivamente con altri Atenei italiani ed importanti istituzioni straniere. Dopo i saluti del Rettore Claudio Pettinari, il prof. Guido Favia, parassitologo e Direttore della Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria di Unicam, traccerà una breve introduzione, mentre il prof. Massimo Galli del Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche ‘L. Sacco’ dell’Università di Milano illustrerà la storia evolutiva e sociale della malaria. Il ruolo della malariologia italiana nella cooperazione internazionale sarà il tema dell’intervento del prof. Fulvio Esposito di Unicam, mentre il prof. Francesco Castelli del Dipartimento di Medicina dell’Università di Brescia parlerà di malaria e vaccini. L’esperienza a cavallo tra la malariologia italiana e quella britannica sarà al cemtro dell’intervento del prof. Tony Nolan della Liverpool School of Tropical Medicine, mentre il prof. Pierangelo Luporini di Unicam traccerà un ricordo di Mario Coluzzi, esperto di fama internazionale nel campo dell’epidemiologia della malaria.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antonella Polimeni nuova rettrice a La Sapienza

Posted by fidest press agency su sabato, 14 novembre 2020

Roma. “Congratulazioni alla professoressa Antonella Polimeni, eletta Rettrice dell’Università degli Studi La Sapienza. La prima donna in oltre 700 anni di storia della più grande università d’Europa. Una novità che sono certa potrà determinare nuove visioni anche nella società, come lascia ben sperare il programma di Governo presentato dalla Rettrice che mira – tra gli altri punti – alla valorizzazione della ‘biodiversità’, al superamento del gender gap ed alla ricomposizione della frattura tra scienza e società così cruciale a partire dalla crisi che stiamo vivendo.Alla neo rettrice ed alla sua futura squadra auguro dunque buon lavoro, con la speranza che possa contribuire insieme – con uno sguardo nuovo – alle sfide che tutte e tutti da qui in avanti siamo chiamati ad affrontare”.stampa@martabonafoni.itCosì in una nota la consigliera regionale del Lazio Marta Bonafoni, capogruppo della Lista Civica Zingaretti e componente della Commissione Formazione, Istruzione e Diritto allo studio della Pisana.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Galleria del Vento del Politecnico di Milano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2020

E’ un luogo unico nel suo genere. Struttura dal nome semplice, quasi giocoso, questo edificio del Campus Bovisa è in realtà un enorme laboratorio, il più grande in Europa, in cui si studia l’andamento del vento intorno ai corpi dalle più svariate forme e dimensioni. Come si legge su Genio & Impresa (genioeimpresa.it), il magazine online di Assolombarda, attraversando le varie stanze della Galleria è possibile assistere a simulazioni di raffiche di varia intensità, fino a 200 chilometri orari, e la loro interazione con elicotteri, ponti ed edifici, oppure con oggetti più piccoli e comuni, come il casco di un ciclista o di uno sciatore. Una sperimentazione continua, che ha come fine ultimo la realizzazione di mezzi ed infrastrutture efficienti, prestanti e sicuri. “La Galleria è luogo di ricerca di base per gli studenti e i ricercatori del Politecnico, ma anche di ricerca applicata e di servizio verso il nostro tessuto economico”, afferma Marco Belloli, direttore scientifico della Galleria dal 2001, anno della sua nascita, e custode del laboratorio insieme al responsabile tecnico Luca Ronchi. Molte grandi, medie e piccole imprese italiane, infatti, si sono affidate proprio alla Galleria del Vento per testare l’efficacia dei prodotti, affittando l’impianto per i giorni necessari alle prove. Un vero e proprio “noleggio del vento”, che nel corso degli anni ha interessato settori di varia natura: velivoli e costruzioni in primis, ma anche impianti fotovoltaici, tracker per pannelli solari, geomembrane usate come coperture e società di ingegneria strutturale. Con un occhio di riguardo per la sostenibilità: “Lavoriamo sull’efficienza energetica degli edifici o dei velivoli con il bando Ue Clean Sky, nel settore delle energie rinnovabili e dei pannelli fotovoltaici, oppure con le grandi navi da cargo che, grazie ad una rete di vele, consumano e inquinano di meno”. Ma che aspetto ha esattamente una galleria del vento? La struttura si presenta come un gigantesco tubo all’interno del quale passa l’aria che soffia nelle camere di prova; una più grande, in cui si testano gli effetti del vento su oggetti statici, e una più piccola, in cui si provano macchine che si muovono nell’aria ferma. Un impianto che si regge su una tecnologia raffinatissima, ma che a nulla servirebbe senza il fattore umano: nella Galleria del Vento scienza e ingegneria incontrano le eccellenze del sistema produttivo e nessuno esclude l’altro. Lo conferma il direttore Belloli: “Gli artigiani che costruiscono i modelli in scala e collaborano con noi da tanti anni sono una risorsa preziosissima perché senza di loro tutti i nostri studi non sarebbero possibili”. All’esterno dell’edificio ci sono poi due cabine di comando, i modelli di alcune strutture architettoniche che hanno fatto la fama di Milano, come il quartiere City Life e il Palazzo Italia di Expo 2015, treni ad alta velocità, navi e una vera e propria “wall of fame” con le firme di tutti gli atleti che hanno utilizzato le attrezzature testate dalla Galleria. Giusto per citarne alcuni: Alex Zanardi ed Elia Viviani. Al momento alla Galleria del Vento sono tanti i progetti sul tavolo e altrettanti i sogni da realizzare. Uno su tutti? La costruzione del ponte sullo Stretto di Messina.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I droni per lo studio di emissioni vulcaniche inaccessibili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2020

Un team internazionale guidato dall’University College London (UCL, UK), che ha visto la partecipazione dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) con il gruppo di ricerca di Vulcanologia del Dipartimento DiSTeM dell’Università di Palermo, ha sviluppato e utilizzato una nuova tecnologia basata sull’uso dei droni per la misura dei gas vulcanici emessi dai vulcani attivi, dimostrando così che anche nei vulcani inaccessibili e pericolosi come il Manam (in Papua Nuova Guinea), i droni rappresentano l’unico modo per realizzare importanti misure per caratterizzarne lo stato di attività in condizioni in sicurezza. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Science Advances dell’AAAS (American Association for the Advancement of Science). Questo progetto ha utilizzato tecnologie innovative, cioè droni (Unmanned Aerial System – UAS) con a bordo apparecchiature miniaturizzate di campionamento, per raccogliere misure di gas vulcanici presso i vulcani di Manam e Rabaul in Papua Nuova Guinea. Questi sono dei forti emettitori di gas, ma poco si sa su di loro perché i pennacchi sono di difficile accesso usando tecniche terrestri, specialmente in caso di eruzioni.ABOVE sta cambiando il modo in cui gli scienziati campionano le emissioni di gas vulcanici attraverso lo studio condotto nell’ambito del Deep Carbon Observatory, una comunità globale di scienziati impegnati in una ricerca decennale che punta a una migliore comprensione del ciclo naturale terreste del carbonio.Nel mese di maggio del 2019, un team internazionale di scienziati ha intrapreso un’ambiziosa campagna di misure presso i due vulcani in Papua Nuova Guinea, entrambi tra i più prodigiosi emettitori di anidride solforosa sulla Terra e tuttavia privi di qualsiasi misurazione della quantità di carbonio emessa nell’atmosfera.Il team comprende scienziati provenienti da Regno Unito, Italia, Stati Uniti, Papua Nuova Guinea, Svezia, Germania e Costa Rica. Il progetto unisce diversi gruppi che lavorano sulle misurazioni dei gas vulcanici tramite droni in tutto il mondo. I gruppi hanno schierato vari tipi di drone (ad ala fissa, ala rotante e sistemi combinati) dotati di sensori di gas, spettrometri e dispositivi di campionamento per acquisire misurazioni vicino alle emissioni di anidride carbonica e altri gas. Le diverse metodiche sono state comparate per verificarne gli ambiti di impiego ottimale.Il team italiano ha messo a disposizione la strumentazione geochimica sviluppata nei propri laboratori, per l’installazione a bordo di droni messi a punto da un team dell’Università di Bristol, sia ad ala fissa, più adeguati a voli su lunghe distanze e per fare misure di composizione attraversando i gas del plume, che ad ala rotante, più versatili per campionamento di gas in punti fissi. L’integrazione dei sistemi è stata effettuata in stretta collaborazione tra i due team. Già dalle fasi preliminari del progetto un drone ad ala rotante completo di sensoristica geochimica e altra strumentazione portatile, sono stati lasciati a disposizione dell’osservatorio vulcanologico di Papua Nuova Guinea, il Rabaul Volcanological Observatory.Utilizzando nuovi sensori di gas e spettrometri miniaturizzati, e progettando innovativi dispositivi di campionamento attivabili in maniera automatica, i ricercatori sono stati in grado di far volare droni fino a 2 km di altezza e 6 km di distanza e di raggiungere le inaccessibili aree dove eseguire le misurazioni.Infatti particolarmente impegnativa è stata la campagna sul vulcano Manam, che ha un diametro di 10 km e un’elevazione di 1800 m sul livello del mare, con gran parte delle zone sommitali totalmente inaccessibili. Si trova su un’isola a 13 km dalla costa nord-orientale della Papua Nuova Guinea.Questo vulcano era noto da misure satellitari essere uno tra i maggiori emettitori di anidride solforosa (SO2) al mondo, ma prima di questo progetto non si sapeva nulla sulla sua produzione di CO2, molto più difficile da misurare da lontano a causa delle alte concentrazioni nell’atmosfera di background.Infine, proprio il rapporto di abbondanza tra queste le specie CO2 e SO2 risulta essere fondamentale per determinare la probabilità del verificarsi di un’eruzione, perché correlata con la profondità nella quale il magma risiede, ed entrambe le specie sono state rilevate durante le campagne di misura.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Drones for the study of inaccessible volcanic emissions

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2020

An international team led by University College London (UCL, UK), which saw the participation of the National Institute of Geophysics and Volcanology (INGV) with the Volcanology research group of the DiSTeM Department of the University of Palermo, developed and used a new technology based on the use of drones to measure the volcanic gases emitted by active volcanoes, thus demonstrating that even in inaccessible, active and dangerous volcanoes such as Manam (in Papua New Guinea), drones are the only way to implement important measures to characterize the state of activity in safe conditions. The research results were published in the American Association for the Advancement of Science (AAAS) journal, Science Advances.Today, technology offers scientists the means to conduct research that was previously only a dream. What was apparently out of reach over the years is now within reach, as demonstrated in a new international project titled Aerial-Based Observations of Volcanic Emissions (ABOVE).This project used innovative technologies, i.e. drones (Unmanned Aerial System – UAS) with miniaturized gas sampling equipment to collect volcanic gas measurements at the volcanoes of Manam and Rabaul in Papua New Guinea. These volcanoes are strong emitters of gas, but little is known about them because their plumes are difficult to access using terrestrial techniques, especially in the event of eruptions.ABOVE is changing the way scientists sample volcanic gas emissions through research conducted by the Deep Carbon Observatory, a global community of scientists engaged in decades of research aimed at a better understanding of Earth’s natural carbon cycle.Taking advantage of recent advances in drone technology, the UAS are able to acquire aerial measurements of volcanic gases directly from plumes. This project transcends traditional disciplinary boundaries, bringing together scientists, engineers and pilots to study some of the most inaccessible but heavily degassing volcanoes in the world.In May 2019, an international team of scientists embarked on an ambitious campaign of measurements at the two volcanoes – in Papua New Guinea – both of the most prodigious sulfur dioxide emitters on Earth, yet lacking any measurement of carbon emitted into the atmosphere.The team includes scientists from the UK, Italy, the US, Papua New Guinea, Sweden, Germany and Costa Rica. The project unites several groups working on drone measurements of volcanic gases around the world.The groups deployed various types of drones (fixed-wing, rotary-wing and combined systems) equipped with gas sensors, spectrometers and sampling devices to acquire measurements near the emissions of carbon dioxide and other gases, and the different methods were compared to verify the areas of optimal use.The Italian team has made available the geochemical instrumentation developed in its laboratories, for the installation on board of drones developed by a team of the Bristol University, both fixed-wing, more suitable for long-distance flights and to make composition measurements by crossing the plume gases, as well as rotary wing, more versatile for gas sampling at fixed points. Systems integration was carried out in close collaboration between the two teams. Already from the preliminary stages of the project, a rotary wing drone complete with geochemical sensors and other portable instruments were left at the disposal of the volcanological observatory of Papua New Guinea, the Rabaul Volcanological Observatory. Using new gas sensors and miniaturized spectrometers, and designing innovative sampling devices that can be activated automatically, the researchers were able to fly drones up to 2 km high and 6 km away, and to reach the inaccessible areas where to perform the measurements.In fact, the campaign on the Manam volcano was particularly challenging. The volcano has a diameter of 10 km and an elevation of 1800 m above sea level, with most of the summit areas totally inaccessible, and is located on an island 13 km from the Northeast coast of Papua New Guinea.This volcano was known from satellite measurements to be one of the largest sulfur dioxide (SO2) emitters in the world, but before this project nothing was known about its CO2 production, much more difficult to measure from afar due to the high concentrations in the background atmosphere.Finally, the abundance ratio between these CO2 and SO2 species turns out to be fundamental for determining the probability of the occurrence of an eruption, because it correlates with the depth in which the magma resides, and both species were detected during the campaigns of measure.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fino al 15 dicembre all’Università di Parma le Lezioni Aperte di Politiche Sociali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2020

Parma. Queste lezioni universitarie sono “aperte” secondo diverse accezioni. Primo, sono lezioni “aperte” nel senso che in aula stanno insieme docenti universitari e studenti con persone che stanno vivendo in prima persona i problemi di cui si parla e con servizi, movimenti e associazioni che se ne occupano, con lo scopo di confrontare visioni che emergono da condizioni e punti di vista diversi. Non si tratta di sola “testimonianza”: le lezioni sono precedute da un lavoro di preparazione che prevede incontri e approfondimenti prima dell’incontro con gli studenti, in modo da maturare e rendere visibili visioni plurali intorno al medesimo oggetto di analisi. Secondo, sono lezioni che trattano di problemi “aperti”, cioè esplorano categorie e realtà dell’“emergente sociale”, vale a dire fenomeni che si ritengono difficili da concepire con le categorie dei decenni passati, qualcosa che socio-logicamente è “già” e al tempo stesso “non ancora”. Terzo, sono aperte perché i destinatari non sono solo gli studenti ma tutti i cittadini interessati, caldamente invitati a partecipare. Le Lezioni si svolgeranno a distanza su piattaforma Teams: è sufficiente connettersi ai link indicati sul sito web di Ateneo. L’iscrizione degli studenti del corso di Politiche Sociali è automatica; l’iscrizione di cittadini e operatori interessati non è obbligatoria ma è gradita scrivendo agli indirizzi

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Centro studi Africani una settimana di riflessione online sull’emergenza climatica

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2020

dal 9 al 13 novembre una settimana di riflessione online sul tema della diplomazia dell’acqua e la cultura della sostenibilità, focalizzando l’attenzione sul bacino del lago Ciad. Negli ultimi 40 anni la superficie del quarto grande bacino d’acqua dolce d’Africa si è ridotta del 90% a causa della terribile siccità che ha colpito la regione del Sahel. La prospettiva del progressivo prosciugamento del bacino condiviso da Ciad, Niger, Nigeria e Camerun, rischia di tradursi in un disastro ambientale e umanitario di proporzioni tali da minacciare ulteriormente la sicurezza alimentare dell’area, favorendo le migrazioni forzate. Questo progetto di CSA Centro studi africani nasce in collaborazione con l’IHE Delft Institute for Water Education (NL), il Centro Studi Politica Internazionale (CeSPI), l’Istituto Affari Internazionali (IAI) e Hydroaid, con il sostegno del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale e dell’ATO 3 Torinese. L’iniziativa prevede, esclusivamente on line ad accesso libero, una serie di appuntamenti multidisciplinari che stimolano la riflessione sull’emergenza climatica che investe uno dei territori chiave del Continente africano. L’intero convegno sarà in diretta sulle pagine Youtube e Facebook del Centro piemontese Studi Africani e successivamente disponibili sulle pagine dedicate sul sito http://www.csapiemonte.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parma: Inaugurazione nuovo anno accademico

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 novembre 2020

Parma Martedì 10 novembre, nell’ambito delle iniziative di avvio dell’anno accademico 2020-21, sarà all’Università di Parma il Vescovo di Lodi Maurizio Malvestiti, invitato dal Servizio di Pastorale Universitaria d’intesa con l’Ateneo. Mons. Malvestiti presiederà la Celebrazione Eucaristica di inaugurazione del nuovo anno accademico alle 18 nella Chiesa di San Rocco, in strada Università 10. A lui si uniranno il Vescovo di Parma mons. Enrico Solmi e i sacerdoti della Pastorale Universitaria. La popolazione della sua Diocesi è stata tra le prime e più duramente colpite dal Covid-19 nei primi mesi di quest’anno. La celebrazione sarà occasione per confrontarsi con una parola di testimonianza e speranza, carica dell’esperienza vissuta; sarà un momento comunitario per affidare con speranza il nuovo anno accademico, a fronte delle difficoltà con cui tutti devono misurarsi. Sono invitati tutti gli studenti, i docenti e il personale tecnico amministrativo dell’Ateneo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »