Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for the ‘Università/University’ Category

University

A Luigi Allegri conferito il titolo di Professore Onorario

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Parma Il prof. Luigi Allegri, già docente ordinario dell’Università di Parma, è stato insignito del titolo di Professore onorario, con decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti.L’onorificenza conferita al prof. Luigi Allegri, proposta dal Consiglio del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma, riconosce l’eccellenza dell’attività scientifica e accademica svolta ed è motivo di orgoglio per l’Ateneo.Il titolo di professore onorario è attribuito a docenti che hanno svolto almeno quindici anni di attività nell’Università nel ruolo di professori ordinari e che si sono distinti per aver contribuito in maniera particolarmente rilevante ed incisiva, con attività di ricerca di eccellenza, allo sviluppo del sapere e della conoscenza.Luigi Allegri è stato docente di Storia del teatro e dello spettacolo all’Università di Parma fino all’ottobre 2018. È stato Direttore di Master sullo spettacolo e sullo sport, Presidente di Corso di Laurea, Direttore di Dipartimento, membro del Senato Accademico, Presidente del Centro Studi e Archivio della comunicazione – CSAC e Delegato del Rettore in più occasioni. Ha fondato e diretto sino ad ora il Centro per le attività e le professioni delle arti e dello spettacolo – CAPAS e ha contribuito a fondare il nuovo Corso di Laurea in Comunicazione e media contemporanei per le industrie creative. Ha inoltre svolto attività didattica presso varie Università e centri di ricerca stranieri, tra cui l’Université de Paris III Sorbonne Nouvelle, l’Institut del Teatre de Barcellona e la Escuela Nacional de Teatro di Città del Messico.Per il periodo 1992-1995 è stato Presidente dell’Associazione che riunisce gli studiosi di teatro medievale di tutto il mondo, la Société Internazionale pour l’étude du Théâtre Médiéval – SITM. Dal giugno 1994 al giugno 1998 è stato Assessore alla Cultura del Comune di Parma. È stato membro dei Consigli di Amministrazione di Ater e della Fondazione Toscanini. Per il periodo 2004-2007 è stato Presidente della Consulta Universitaria Teatrale, l’Associazione dei docenti universitari italiani di discipline teatrali. Dal 2012 al 2015 è stato Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Umberto Artioli – Mantova Capitale Europea dello Spettacolo di Mantova. Dal settembre 2018 è Presidente della Fondazione Paese di Don Camillo e Peppone di Brescello.È membro del Comitato di direzione della rivista Il Castello di Elsinore. Dirige la serie “Nel laboratorio del teatro” e condirige la serie “Istituzioni dello spettacolo”, entrambe per l’Editore Laterza. Ha scritto numerosi saggi e volumi sul teatro medievale, il Teatro di Figura, la teoria e la storia dell’attore, la drammaturgia contemporanea, la teoria del teatro. Recentemente ha curato il volume Storia del teatro per Carocci.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tecnologia Ising

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Il team di ricerca del Dipartimento di Fisica della Sapienza e dell’Istituto dei Sistemi complessi del Cnr, costituito da Davide Pierangeli e Giulia Marcucci e coordinato da Claudio Conti, ha progettato e realizzato sperimentalmente la più grande macchina di Ising mai dimostrata prima. Il risultato, pubblicato sulla rivista Physical Review Letters, apre importanti prospettive per lo sviluppo di tecnologie future. I ricercatori hanno implementato nei laboratori di fotonica della Sapienza il primo dispositivo con un numero di spin potenzialmente illimitato: sono riusciti a codificare e processare decine di migliaia di variabili, utilizzando fasci ottici modulati spazialmente da display attivi. Il nuovo prototipo ottico si basa infatti sulla tecnologia dei display ad alta risoluzione e potrebbe permettere di affrontare problemi di ottimizzazione considerati come computazionalmente intrattabili, per esempio quello della determinazione della struttura proteica a partire dalla sequenza amminoacidica, della generazione di bit-coin o di password sicure.Il risultato apre importanti prospettive per lo sviluppo di tecnologie applicabili a numerosi ambiti disciplinari: dal sequenziamento genico, alla generazione di bit-coin e password sicure. Lo studio, condotto da un gruppo di ricerca del Dipartimento di Fisica della Sapienza e dell’Istituto dei Sistemi complessi del Cnr, è pubblicato sulla rivista Physical Review LettersTrovare il tragitto più corto che collega molte città, confrontando i numerosi e diversi percorsi, è un compito che diventa sempre più arduo al crescere del numero di città da visitare. Calcoli di ottimizzazione combinatoria, simili a questo, sono molto frequenti nella quotidianità, nella scienza e nell’ingegneria, ma sono difficilmente trattabili su larga scala dai computer tradizionali.Lo sviluppo di nuovi sistemi hardware che possano risolvere efficacemente complesse ottimizzazioni è una delle sfide della scienza moderna. Una direzione promettente è quella di codificare tali problemi in modelli di Ising, modelli fisico-matematici definiti da un insieme finito di variabili (spin), che possano essere risolti da specifici processori ottici, definite macchine di Ising. Queste macchine di calcolo codificano lo stato delle variabili e le loro connessioni nell’ampiezza e nella fase del campo elettromagnetico. Elaborando i dati alla velocità della luce attraverso diversi canali spaziali e di frequenze, promettono di essere estremamente più rapide di quelle elettroniche.
Lo studio, che dimostra un nuovo schema computazionale su grande scala, porta le macchine di Ising vicine alla risoluzione di problemi di ottimizzazione fondamentali per lo sviluppo economico e sociale e per la sua sostenibilità. Le sue applicazioni spaziano dalla realizzazione di processori ottici ultraveloci a dispositivi fotonici per l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le università italiane più presenti sui media

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

“Politecnico di Milano” (3.005 citazioni), “La Sapienza” di Roma (2.221) e “Alma Mater” di Bologna (2.187) sono le università italiane di cui più si è parlato sui mezzi di informazione italiani nell’ultimo mese. A mettere in evidenza questi dati è il monitoraggio svolto da Mediamonitor.it su oltre 1.500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani nazionali, locali e periodici), siti di quotidiani, principali radio, tv e blog, utilizzando tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da oltre 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato.
A spingere sui media il Politecnico di Milano ha contribuito il posizionamento della sua School of Management tra le migliori 80 al mondo, mentre de “La Sapienza” di Roma si è parlato molto per l’incontro organizzato con l’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano, che un gruppo di sostenitori di Forza Nuova ha cercato di impedire.Nella top five delle università più presenti sui media c’è anche la “Federico II” di Napoli che nell’ultimo mese, secondo quanto rilevato da Mediamonitor.it, ha raccolto 1423 menzioni sui mezzi di informazione, circa il doppio rispetto alla Bocconi di Milano (885) che di recente ha ospitato la finale dei Campionati Internazionali di Giochi Matematici.
Al sesto posto della classifica elaborata da Mediamonitor.it c’è il Politecnico di Torino (708 citazioni), che ha avviato una collaborazione scientifica con il CNR per contrastare i cambiamenti climatici. A seguire la LUISS di Roma (546), dove durante un incontro il ministro Tria ha ribadito la necessità di investire nel capitale umano e sociale per “non amplificare la società della rabbia”.Completano la top ten degli istituti universitari più menzionati sui mezzi di informazione l’Università della Calabria (513 citazioni), l’Università “La Statale” di Milano (403) e l’Università Politecnica delle Marche (396).

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ancora importanti finanziamenti europei per la ricerca Unicam

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

Due progetti di ricerca che vedono coinvolta nel partenariato anche l’Università di Camerino, in particolare l’unità di ricerca coordinata dalla prof.ssa Piera Di Martino della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, hanno ottenuto un importante finanziamento nell’ambito del primo pillar di Horizon2020 (Excellent Science), programma operativo Azioni MARIE SKŁODOWSKA-CURIE.Il programma finanzia progetti per la ricerca scientifica, la formazione di giovani ricercatori e la loro mobilità. Obiettivo delle azioni Marie Skłodowska-Curie è infatti quella di assicurare una formazione eccellente e innovativa alla ricerca e interessanti opportunità di carriera e di scambio di conoscenze attraverso la cooperazione transfrontaliera e la mobilità intersettoriale dei ricercatori.Il risultato ottenuto è ancora più eccezionale se si analizzano i numeri relativi al bando in oggetto: 1565 proposte presentate a livello europeo alla data della scadenza del bando, e cioè gennaio 2019, di cui solo 128 (8,17%) proposte finanziate (103 progetti in cui partecipano partner italiani). Nel complesso sono 1389 le organizzazioni coinvolte in 56 paesi diversi, con un budget totale di 470 milioni di euro; 1800 i dottorandi e giovani ricercatori che avranno l’opportunità di completare la loro formazione dottorale all’estero. I due progetti finanziati, della durata di 48 mesi ognuno, sono “Active Monitoring of Cancer As An Alternative To Surgery (CAST)” e “Novel Applications in 19F Magnetic Resonance Imaging (NOVA – MRI)”, vedono coinvolte 24 istituzioni di diversi Paesi europei ed hanno ottenuto un finanziamento complessivo di poco oltre gli 8 milioni di euro, di cui 523.000 euro vanno ad Unicam.“Con il primo progetto – ha sottolineato la prof.ssa Piera di Martino – svilupperemo delle nanoparticelle composte da biopolimeri biodegradabili capaci di “attaccare” il tumore solido con una elevata specificità, potenziando quindi l’azione di farmaci antitumorali immunoterapici, riducendo la loro tossicità e migliorando la vita del paziente sottoposto ad immunoterapia. Obiettivo del secondo progetto è invece di sviluppare sistemi diagnostici capaci di individuare in maniera precoce la formazione di tumori solidi, così da consentire una tempestiva azione antitumorale personalizzata per ogni singolo paziente.
Tra i partner europei che contribuiranno allo sviluppo dei due progetti e che lavoreranno in sinergia con Unicam ricordiamo il Leiden University Medical Center, le Università di Liverpool, Manchester, Cambridge, Edimburgh, e Duesseldorf, e alcuni partner privati che sono coinvolti nel trasferimento tecnologico delle tecnologie che verranno sviluppate durante il progetto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Le ipersonnie di origine centrale: fisiopatologia, clinica, diagnosi e terapia”

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

Parma Mercoledì 19 giugno, dalle ore 14.30 alle ore 17.30, nell’Aula 5 delle Aule Nuove del Plesso Ospedaliero-Universitario di via Gramsci, si terrà il convegno-corso di formazione “Le ipersonnie di origine centrale: fisiopatologia, clinica, diagnosi e terapia”. Tra i relatori, per l’Università di Parma, interverranno il prof. Liborio Parrino e il dott. Christian Franceschini. Il corso di formazione è aperto anche a professionisti non dipendenti del Servizio Sanitario dell’Emilia-Romagna. Sono stati richiesti 3 crediti ECM per medico-chirurgo e tutte le professioni sanitarie e psicologiche.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Partecipazione al Corso IDEA

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 giugno 2019

Parma. Scade il prossimo mercoledì 17 luglio il termine per i docenti delle scuole superiori per presentare domanda di partecipazione al Corso IDEA (corso di aggiornamento-formazione teorico e pratico di Matematica, Fisica, Chimica, Economia e Informatica) per l’a.a. 2019-20.È infatti attiva anche per il prossimo anno accademico la Convenzione tra l’Università di Parma e l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna (Ambiti Territoriali di Parma, Piacenza e Reggio Emilia) per la realizzazione di un corso di aggiornamento-formazione teorico e pratico rivolto ai docenti delle scuole secondarie superiori di Matematica (43 posti), Fisica (13 posti), Chimica (7 posti), Informatica (1 posto) ed Economia (1 posto).Le domande devono pervenire entro mercoledì 17 luglio al Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma.
Il progetto IDEA nasce nel 1998. Nei suoi diciannove anni di attività ha permesso a numerosi docenti delle scuole superiori delle province di Parma, Reggio Emilia e Piacenza di partecipare alla didattica universitaria, effettuando un consistente e motivante aggiornamento professionale. D’altra parte, ha offerto agli studenti del primo anno dell’Ateneo di Parma la fruizione di esercitazioni di matematica, fisica, chimica, disegno, informatica ed economia.Tutte le informazioni e il fac-simile della domanda sono reperibili sulla pagina web del progetto IDEA (https://smfi.unipr.it/it/progetto-idea).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Monitoraggio e diagnostica strutturale applicata ai ponti

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 giugno 2019

Torino. Ingegneri progettisti e ingegneri incaricati della direzione dei lavori, esperti di infrastrutture stradali e ferroviarie e amministratori locali a confronto sul monitoraggio e la diagnostica strutturale applicata ai ponti: è accaduto oggi nell’Aula Magna del Politecnico di Torino, che ha ospitato un convegno su di un tema molto sentito dall’opinione pubblica: la sicurezza delle infrastrutture stradali e le garanzie che un adeguato monitoraggio di tali infrastrutture può offrire all’utenza e agli Enti proprietari delle strade. L’iniziativa del Politecnico, del Centro Interdipartimentale per la Sicurezza di Infrastrutture e Costruzioni SISCON e dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Torino era patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino, che ha partecipato con un saluto istituzionale affidato al Consigliere delegato ai lavori pubblici e infrastrutture, Antonino Iaria. “Il nostro Ente di area vasta non è certamente all’anno zero in tema di monitoraggio dei ponti. – ha sottolineato il Consigliere Iaria – Un centinaio dei mille ponti che sono presenti negli oltre 3.000 Km della rete stradale di nostra competenza ha unaluce superiore ai 90 metri. (con il temine “luce” nelle costruzioni civili si identifica la dimensione maggiore degli elementi strutturali portanti orizzontali, o leggermente inclinati – Nd.R.) Stiamo investendo risorse nella progettazione di nuove opere e nella diagnosi visiva e strumentale delle infrastrutture esistenti, utilizzando anche nuove tecnologie come i droni. Investiamo sulla professionalità dei nostri tecnici, con corsi di formazione e momenti di approfondimento. Con il Politecnico abbiamo in corso di attuazione un protocollo d’intesa per la valutazione statica e sismica di manufatti realizzati alcuni decenni orsono, come il cavalcavia di corso Grosseto a Torino”.
La giornata di studio e approfondimento tecnico è stata organizzata per porre a confronto le esperienze americane e italiane in tema di procedimenti operativi per il controllo e la diagnostica delle opere d’arte. La riflessione si è soffermata su come si è operato sinora e su come procedere in futuro, riqualificando e valorizzando le competenze tecniche di diversi soggetti professionali e istituzionali e facendole dialogare sempre più tra di loro.È un tema che interessa soprattutto le pubbliche amministrazioni che realizzano e gestiscono opere infrastrutturali e hanno la responsabilità della qualità della progettazione ed esecuzione dei lavori, del monitoraggio, della manutenzione delle opere esistenti e del loro miglioramento dal punto di vista statico e sismico. Nel convegno si è parlato di una prevenzione da attuare in fasi successive e della modulazione degli interventi in base alla disponibilità di risorse.Come ha sottolineato il professor Francesco Bellino, docente al Politecnico di Torino, un corretto monitoraggio può allungare la vita tecnica delle strutture, perché la manutenzione ordinaria non è sufficiente a rallentare il degrado delle infrastrutture. Occorre investire nella formazione e nell’aggiornamento dei tecnici, perché non basta posizionare sensori sui ponti: occorre sapere dove e come usarli e come elaborare ed interpretare i dati raccolti. L’ingegner Bruno Ifrigerio, coordinatore della Commissione strutture dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Torino, ha ricordato a sua volta che il Ministero delle Infrastrutture ha dato vita ad un gruppo di lavoro che elaborerà linee guida per il monitoraggio dei ponti. L’elaborazione di procedure standard non potrà però escludere una certa discrezionalità, affidata alla sensibilità dei tecnici.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del volume: “Sostenibilità e Capability Approach”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 giugno 2019

Roma Mercoledì 26 giugno 2019, dalle ore 15:30 alle ore 18:00, presso l’aula C. Volpi del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, sita in via del Castro Pretorio 20 la Prof.ssa Giuditta Alessandrini presenterà il volume “Sostenibilità e Capability Approach” pubblicato nella Collana di “Pedagogia del Lavoro” della casa editrice FrancoAngeli (Milano, 2019). E’ necessario iscriversi previa prenotazione.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce l’Executive Master Operations & Supply Chain Management di CUOA Business School

Posted by fidest press agency su martedì, 11 giugno 2019

Altavilla Vicentina (VI) CUOA Business School, da oltre 60 anni all’avanguardia nell’interpretare le esigenze di formazione delle imprese grandi e piccole, integra la propria offerta formativa con un nuovo executive master. In partenza il prossimo 20 settembre, l’Executive Master Operations & Supply Chain Management è rivolto a manager, responsabili di funzione e professionisti, che vogliono apprendere le strategie necessarie per rendere efficace la gestione della catena di costruzione del valore verso il cliente finale.
La globalizzazione non implica solo che i mercati di vendita siano sempre più internazionali, ma soprattutto che lo diventino i mercati di fornitura. La competitività va necessariamente cercata, quindi, a livello di global supply network. A ciò si deve aggiungere l’elemento della trasformazione digitale che agisce in tutti i processi coinvolti e che impatta sulle diverse strategie di produzione messe in atto dalle aziende del supply network.Il percorso proposto da CUOA è modulare, con il corso JobLeader Operations & Supply Chain Management, che ne costituisce asse portante, e prevede oltre 300 ore di attività d’aula. I percorsi specialistici, tra i quali i partecipanti potranno scegliere sulla base delle proprie esigenze, sono tre: Procurement, Supply Chain Planning & Control, Lean Transformation, e sono sempre integrati con un modulo dedicato allo sviluppo di soft skills.Fattori distintivi del master sono la centralità di metodi didattici esperienziali, quali visite aziendali, testimonianze di professionisti e manager, e l’utilizzo di una Faculty eterogenea, composta da docenti universitari, formatori esperti, manager, consulenti, che assicura concretezza e aderenza alle reali esigenze delle aziende e rappresenta un canale preferenziale per l’aggiornamento professionale dei partecipanti. Inoltre, ogni partecipante sarà seguito singolarmente da un coach durante il percorso. Le selezioni sono aperte fino al 13 settembre 2019.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno Retail Design

Posted by fidest press agency su martedì, 11 giugno 2019

Roma giovedì 13 giugno al Plesso Aule delle Scienze del Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma, nel convegno Retail Design: Le dimensioni fisiche nell’era digitale, organizzato da RetaiLab con il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali e con il patrocinio della Società Italiana di Marketing.Nel corso dell’appuntamento, che si aprirà alle 9.30 e sarà caratterizzato dalla presenza di diversi docenti dell’Università di Parma in veste di relatori (Silvia Bellini, Guido Cristini, Beatrice Luceri, Maria Grazia Cardinali, Davide Pellegrini, Edoardo Sabbadin, Tania Vergura, Cristina Ziliani del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali), ci si confronterà su come l’architettura, il layout, i servizi, le persone e il packaging siano elementi fondamentali per influenzare la shopping experience.RetaiLab, laboratorio di ricerca nato dalla pluriennale esperienza dei ricercatori di marketing dell’Università di Parma, intende offrire un’occasione di confronto tra la comunità scientifica e la business community sui temi di frontiera che riguardano la relazione tra l’industria di marca e la distribuzione moderna: branding, neuromarketing, nutrition shopper marketing, digital law, retail design innovation e omnichannel retailing. https://www.retail-lab.it/workshop-2019/
Programma:
9.30 Welcome coffee e registrazione dei partecipanti
10.00 Saluti di apertura Gaetano Aiello, Accademia Italiana di Economia Aziendale
10.10 Presentazione di RetaiLAB e delle attività sviluppate Cristina Ziliani e Davide Pellegrini, Università di Parma
10.25 Introduzione ai temi dell’incontro e moderazione degli interventi Luigi Rubinelli, Retailwatch.it
10.30 Il punto vendita del futuro: costruire relazioni e valore con il design thinking
Sigurdur Thorsteinsson, Design Group Italia
10.50 Pack design: da emozioni a scelte di acquistoBeatrice Luceri e Tania Vergura, Università di Parma Discussant: Federico Casotto, Design Group Italia
11.30 La differenziazione d’Insegna attraverso i reparti del fresco: la comunicazione di packaging Guido Cristini e Silvia Bellini, Università di Parma Discussant: Vittorio Brinati, Esselunga, Francesco Mandolini, Esselunga
12.20 La Blockchain: uno strumento per rifondare la fiducia nei mercati Andrea Ausili, Gs1
12.45 Traiettorie evolutive del punto vendita: la dimensione della sostenibilitàDialogo tra Mariagrazia Cardinali, Università di Parma, e Chiara Faenza, Coop Italia
13.20 Considerazioni conclusive e lancio ricerca 2020 Edoardo Sabbadin, Università di Parma

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Seminario “Mediterraneo del futuro e le nuove vie della seta”

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 giugno 2019

Il prossimo 13 Giugno a Reggio Calabria, dalle 15 alle 19, presso l’Università eCampus (via Cavour 12) si terrà il seminario sul tema “”Mediterraneo del futuro e le nuove vie della seta”.Il seminario, organizzato dall’Università eCampus, è patrocinato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Reggio Calabria, dall’Ordine degli Architetti pianificatori, paesaggisti, conservatori della Provincia di Reggio Calabria, dal Collegio Provinciale Geometri e Geometri laureati di Reggio Calabria e dal Comitato per la Macroregione Mediterranea Centro Occidentale (C-MMCO).
Il convegno è accreditato presso l’Ordine degli Ingegneri, l’Ordine degli Architetti P.P.C. ed il Collegio dei geometri di Reggio Calabria e verranno rilasciati i crediti formativi professionali.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lectio magistralis su: “Intelligenza della Salute”

Posted by fidest press agency su sabato, 8 giugno 2019

Bologna venerdì 14 giugno alle ore 11 all’Aula Magna di Santa Lucia (via Castiglione, 36, Bologna) per la consueta lectio magistralis conclusiva della manifestazione, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e da Genus Bononiae. Musei nella Città, in collaborazione con l’Università di Bologna e con il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo, dedicata quest’anno alla “Intelligenza della Salute”. Il DNA è una molecola instabile, sottoposta in ogni momento a danneggiamenti dovuti sia a fattori esterni – radiazioni ultraviolette, radicali liberi, sostanze cancerogene – sia fisiologici. Allo stesso modo però, in ogni momento, le nostre cellule sono in grado di attivare spontaneamente processi di riparazione del DNA: processi di invecchiamento, malattie neurodegenerative, cancro sono legati ad un indebolimento di tale capacità. Una scoperta di portata enorme, frutto di anni di studi, che nel 2015 valse a Tomas Lindahl il Nobel per la Chimica: il professore sarà ospite del Festival della Scienza Medica.
E di intelligenza “innata” del nostro corpo si può senz’altro parlare, se si pensa allo straordinario meccanismo con il quale gli enzimi intervengono a riparare quotidianamente le minuscole porzioni di DNA, salvaguardando in tal modo la correttezza dell’informazione genetica. L’ importanza della scoperta di Lindahl sta nell’aver aperto la strada allo sviluppo di nuove cure per il cancro e le malattie genetiche rare: ciascuno degli enzimi coinvolti nei processi di riparazione – una vera e propria “cassetta degli attrezzi”, come la definì la Royal Swedish Academy of Sciences nelle motivazioni di assegnazione del Nobel – diventa infatti un interessante punto di partenza per sviluppare nuovi farmaci antitumorali. Non solo: come le cellule in buona salute, anche quelle tumorali utilizzano gli enzimi per auto-conservarsi. Ecco perché le nuove terapie anti-tumorali puntano ad intervenire e inibire i processi di riparazione delle stesse cellule tumorali da parte di determinati enzimi. Uno dei tanti enzimi coinvolti nella riparazione del DNA si chiama PARP. La sua attività, in caso di mutazioni dei geni BRCA1 o BRCA2, favorisce lo sviluppo di cellule tumorali. Per comprendere il potenziale patologico di questi due geni mutati basti pensare che i portatori femminili delle mutazioni BRCA sono cinque volte più soggetti a sviluppare il cancro al seno e hanno fino a trenta volte più probabilità di sviluppare il cancro ovarico: il caso dell’attrice hollywoodiana Angelina Jolie, che nel 2012 si sottopose doppia mastectomia ed asportazione delle ovaie e delle tube di Falloppio a causa della mutazione al gene BRCA1, ereditata dalla madre, contribuì enormemente ad accendere i riflettori su tale mutazione e la sua correlazione con lo sviluppo di tumore. Nel 2017 l’Agenzia statunitense per il farmaco ha approvato in via definitiva l’Olaparib, farmaco in grado di inibire l’azione dell’enzima, e al contempo sono cresciute enormemente le richieste di test del DNA da parte delle donne per verificare lo stato di BRCA. Secondo il professor Lindahl esistono molte altre piccole molecole che potrebbero danneggiare il DNA, il che significa “che ci sono potenzialmente ancora molti enzimi di riparazione del DNA in attesa di essere scoperti”: ognuno di essi può essere considerato come una nuova speranza per i pazienti affetti da tumore.
La lectio del professor Lindahl sarà preceduta, alle ore 10, dall’intervento del dottor Marcello Allegretti, Chief Scientific Officer di Dompé, dal titolo “Antarex calcola con intelligenza i farmaci per bloccare le epidemie”. Il dottor Allegretti illustrerà al pubblico EXSCALATE, la piattaforma di supercalcolo intelligente più potente e a basso costo al mondo a supporto della ricerca farmacologica in caso di epidemie: un progetto che nasce grazie alla creazione del Consorzio pubblico-privato Antarex, frutto della collaborazione – tutta italiana – tra Dompé Farmaceutici, Politecnico di Milano e CINECA. La piattaforma si compone di una “biblioteca chimica” di oltre 500 miliardi di molecole, che può valutare più di 3 milioni di molecole al secondo su 30 target biologici contemporaneamente, con un costo computazionale per lo screening medio (1 miliardo di molecole) di 4 mila euro, accelerando così la ricerca di nuovi farmaci a costi significativamente più bassi di quelli fino ad ora affrontati. Attualmente le performance della piattaforma, finanziata dalla comunità europea nell’ambito dei progetti H2020 dedicati all’High Performing Computing, sono sfruttate per individuare molecole efficaci nel contrastare il Virus Zika, ma le possibilità di applicazione sono molto ampie: bloccare o circoscrivere pandemie o gli effetti di un’epidemia su larga scala è ad oggi una delle più grandi sfide della comunità scientifica internazionale. Ma è anche un importante modello per la ricerca scientifica e per l’industria farmaceutica, che apre la possibilità di abbreviare la strada verso trattamenti importanti per la salute pubblica, favorendo la rapida disponibilità di candidati farmaci da valutare in tempi brevissimi.
Martedì 18 giugno alle ore 18:30 la Biblioteca Universitaria (via Zamboni, 35) ospiterà infine la cerimonia di donazione all’Università di Bologna del testo originale del De curtorum chirurgia per insitionem (1597) di Gaspare Tagliacozzi, docente dal 1570 dell’Università di Bologna (lo rappresenta una delle statue che ornano il magnifico Teatro Anatomico seicentesco della Biblioteca dell’Archiginnasio, antica sede della Facoltà di Medicina) ed universalmente considerato il maestro della Chirurgia Plastica Ricostruttiva in Occidente. Il libro descrive il “metodo italiano” per le ricostruzioni chirurgiche del volto, in particolare della piramide nasale, labbra e padiglione auricolare: alla cerimonia prenderanno parte il Magnifico Rettore, Francesco Ubertini, l’AD dell’Istituto Ganassini, Dr. Giuseppe Ganassini di Camerati, e il Professor Fabio Roversi Monaco, Presidente del Festival della Scienza Medica, mentre Paolo Morselli, Professore di Chirurgia Plastica presso l’Università di Bologna e Dirigente Medico dell’Unità Operativa di Chirurgia Plastica presso il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi, presenterà l’attività di docente di Gaspare Tagliacozzi presso l’Alma Mater, le metodologie di ricostruzione descritte nel testo e alcuni aspetti della sua vita nella città di Bologna.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Programmi Executive per individui e imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Milano E’ un’offerta formativa di altissimo livello quella che la School of Management del Politecnico di Milano dedica agli executive. A sancirlo, ancora una volta, sono i ranking 2019 del Financial Times sull’Executive Education, pubblicati oggi, che vedono la Business School tra le 80 migliori del mondo e tra le prime Scuole che appartengono a Università europee “tecniche”, cioè con uno specifico focus su ingegneria e tecnologia e quindi capaci di unire la propensione all’innovazione alle competenze di management.
Il quotidiano economico inglese stila due differenti ranking relativi all’offerta per executive. Uno riguarda i programmi ‘custom’, cioè quelli ideati appositamente per le specifiche esigenze delle aziende ed erogati alle loro persone, manager, quadri o impiegati ad alto potenziale: la School of Management del Politecnico di Milano vi compare per il nono anno consecutivo nonostante la lista degli ammessi al ranking si sia ridotta di 10 posizioni, migliorando la propria performance.
L’altro invece è relativo ai programmi ‘open’, cioè rivolti a manager e professionisti che scelgono individualmente il proprio percorso formativo e di crescita all’interno delle proposte della Management Academy di MIP. La SoM è entrata nel ranking per la prima volta due anni fa e oggi si posiziona nella “top ten” delle Università tecniche d’Europa.
I parametri che contribuiscono alla valutazione sono numerosi (ad esempio la relazione con le imprese per la progettazione e valutazione del percorso formativo, o l’internazionalizzazione della faculty) e si basano sul giudizio diretto dei partecipanti, oltre su quello dei CEO e dei Direttori HR delle aziende che hanno fruito della formazione. La School of Management quest’anno si distingue in particolare per il livello delle partnership con altre business school.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricercatrice italiana in Australia, riceve la John Booker Medal dall’Australian Academy of Science

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 giugno 2019

A darne notizia è l’Ambasciata italiana a Canberra, che ha ricevuto la giovane studiosa. Dopo aver conseguito il dottorato all’Università di Parma, Anna Giacomini si è trasferita in Australia, dove prosegue le sue ricerche alla University of Newcastle: i suoi studi riguardano la meccanica delle rocce e l’analisi della loro caduta applicata all’ingegneria civile e mineraria. Il Rettore, Paolo Andrei, commenta: «I miei più sinceri complimenti alla dott.ssa Giacomini per il brillante risultato ottenuto, che premia il suo impegno e le sue qualità di ricercatrice. Questo riconoscimento testimonia anche l’attenzione che l’Università di Parma rivolge alla formazione dei giovani ricercatori, che, come in questo caso, raggiungono importanti traguardi anche nel contesto internazionale».

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

DLA Piper: quasi 56 milioni di euro di sanzioni nel primo anno del GDPR in Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 maggio 2019

Italia quinta in Europa per sanzioni emesse ai sensi del GDPR, preceduta da Danimarca, Polonia, Portogallo e Francia, che guida la classifica con la sanzione emessa contro Google.DLA Piper – il principale studio legale internazionale presente in Italia – ha organizzato, in collaborazione con AIGI – Associazione Italiana Giuristi d’Impresa – presso l’Aula Magna dell’università LUMSA di Roma l’evento “A un anno dal GDPR, cosa è successo e cosa succederà”, con l’obiettivo di fare il punto della situazione a un anno dall’inizio dell’efficacia del GDPR e ipotizzare degli scenari per il futuro.
Ai lavori – dopo i saluti iniziali del Prof. Francesco Bonini (Rettore LUMSA) e di Giacomo Gargano (Presidente Federmanager Roma), i rappresentanti del Garante per la protezione dei dati personali, Luigi Montuori (Responsabile Relazioni Internazionali e con l’UE) e Michela Massimi (Responsabile Ufficio Relazioni con il Pubblico) hanno affrontato le problematiche più rilevanti dei primi 12 mesi di vita del GDPR con Giulio Coraggio (DLA Piper) e Maurizio Rubini (Responsabile AIGI).Successivamente si è tenuta una tavola rotonda – moderata da Giulia Zappaterra ed Elisa Rosati (DLA Piper) – a cui hanno partecipato: Giorgio Aprile (Data Protection Officer, Ferrovie dello Stato Italiane SpA), Enrico Ferretti (Managing Director Protiviti Srl), Emanuele Greco (Partner Opentech Srl), Giuseppe Mastantonio (Senior Legal Counsel & DPO Open Fiber SpA e socio AIGI), Paolo Quaini (General Counsel Alitalia SAI Spa e socio AIGI) e Stefania Trogu (Director Litigation & Privacy Lottomatica SpA).L’incontro si è chiuso con la dimostrazione da parte di Tommaso Ricci delle potenzialità e delle funzionalità del chatbot “Prisca” realizzato da DLA Piper per supportare le aziende nelle problematiche quotidiane da affrontare per mettersi in conformità con il GDPR.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Ricerca ed uso sostenibile delle risorse marine”

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 maggio 2019

San Benedetto del Tronto martedì 4 giugno presso la sede Unicam, con inizio alle ore 15. L’occasione è fornita dalla Giornata Mondiale degli Oceani, che ricorre l’8 giugno, istituita dall’ONU come momento di sensibilizzazione sullo stretto intreccio tra effetti dell’inquinamento delle acque marine e qualità della vita sulla terra.
Il seminario rappresenta l‘opportunità per fare il punto sui risultati delle ricerche condotte su questo tema dal CNR-IRBIM di Ancona presentati dal Direttore dott. Gian Marco Luna e dal Primo Ricercatore dott. Mauro Marini, a cui si affiancherà l’intervento del prof. Francesco A. Palermo, della Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria di Unicam, sugli effetti delle attività antropiche sull’ecosistema marino e sulla salute umana.
Il prof. Alberto Felici presenterà poi il Master in “Management aree risorse acquatiche costiere”, il percorso formativo per la gestione delle risorse marine promosso da UNICAM, mentre il Comandante della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto dott. Mauro Colarossi condividerà con i presenti i risultati e le prospettive delle azioni sinergiche intraprese degli stakeholders dell’economia portuale di San Benedetto del Tronto per migliorare la qualità dei fondali e implementare una nuova sensibilità sulle tematiche dell’inquinamento da rifiuti solidi.
Ulteriore contributo sarà fornito dal Direttore del FLAG (Gruppo di Azione costiera) Marche Sud dott. Sergio Trevisani sui progetti elaborati dai 15 partner strategici che compongono il FLAG, tra i quali il Comune di San Benedetto del Tronto riveste il ruolo di responsabile amministrativo e finanziario, progetti volti a coniugare le necessità di un ecosistema fragile e le necessità di un settore dell’economia, quello della pesca, anch’esso messo a dura prova.
I lavori saranno aperti dai saluti del Rettore prof. Claudio Pettinari e del Presidente del Club per l’UNESCO di San Benedetto arch. Laura Cennini, unitamente ai saluti dell’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto. Moderatore del seminario sarà invece il prof. Sauro Vittori, docente della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute di Unicam.L’evento è inserito all’interno del calendario internazionale degli eventi organizzati in occasione della Giornata Mondiale degli Oceani e partecipa al Festival dello Sviluppo sostenibile 2019 (21 maggio – 6 giugno) promosso da ASVIS.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’Università di Parma è entrata in carcere, con un Open Day dedicato ai detenuti

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 maggio 2019

Parma. Dopo i saluti istituzionali da parte di Sara Rainieri, Pro Rettrice alla Didattica, Brunella Marchione e Sara Cametti della U.O. Comunicazione Istituzionale hanno illustrato agli oltre 50 detenuti presenti l’organizzazione dell’Università di Parma e l’ampia offerta formativa. A seguire, docenti di diverse aree hanno presentato i propri ambiti di insegnamento con brevi Seminari in pillola.Questo l’elenco delle presentazioni tenute dai docenti, coordinate dalla prof.ssa Vincenza Pellegrino, delegata del Rettore ai rapporti Università-carcere:
Alessandro Pagliara, docente di Storia: “I libri che io lessi per amore”: cosa si studia a Lettere?
Maria Candida Ghidini, docente di Letteratura: La letteratura come cura. Il caso del Dottor Živago di Boris Pasternak
Francesco Nonnis Marzano, docente di Zoologia: Le situazioni complesse della vita. La biologia animale tra evoluzione biologica ed evoluzione culturale
Gualtiero Rota, docente di Filologia: L’enigma Gesù
Roberto Pinzani, docente di Logica: Le origini del linguaggio
Paola Palanza, docente di Biologia: Quanto Contano le Madri? Effetti genetici e comportamentali della cura materna
Nadia Monacelli, docente di Psicologia: Nessuno si salva da solo. Le relazioni sociali come fonte di sicurezza
Dimitris Argiropoulos, docente di Pedagogia: La gentilezza come competenza. L’azione sociale ed educativa per e con le persone con disabilità”
Stefano Magagnoli, docente di Storia: Confini e attraversamenti nell’economia globalizzata: avvicinarsi alla Global History
Vincenza Pellegrino, docente di Sociologia: Immaginare il futuro. Utopie e distopie di oggi
L’incontro, cui ha partecipato il Direttore reggente degli Istituti penitenziari di Parma, dott.ssa Lucia Monastero, è stato organizzato anche grazie al coordinamento della dott.ssa Annalisa Andreetti, Responsabile amministrativa dell’Ateneo per le attività negli Istituti Penitenziari.
L’intento di fondo dell’Open Day non è stato solo quello di fornire informazioni tecniche su quali lauree e quali corsi si possano seguire, ma soprattutto di sensibilizzare le persone detenute sull’importanza dello studio, per un possibile lavoro futuro e più in generale per migliorare il proprio percorso personale, dotandosi di strumenti culturali e coltivando i propri interessi.
Dopo la stipula dell’accordo con gli Istituti penitenziari di Parma presentato il 4 dicembre 2018, l’Università di Parma sta lavorando alla costituzione di un vero e proprio Polo Universitario Penitenziario, che prevede lo sviluppo di diverse modalità di supporto agli studenti detenuti: dal tutoraggio in carcere ai colloqui con docenti, dai seminari con studenti iscritti alle facilitazioni per il pagamento delle tasse.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovi materiali ibridi: l’Università di Parma leader di uno studio pubblicato su “Nature Materials”

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 maggio 2019

Parma. Un gruppo di alto profilo internazionale guidato da Massimo Ghidini, docente di Fisica al Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma, ha raggiunto un importante risultato nella ricerca su nuovi materiali ibridi, fabbricati giustapponendo materiali con proprietà complementari, per ottenere funzionalità e applicazioni innovative. Lo studio è stato pubblicato su “Nature Materials”, prestigiosa rivista internazionale con “impact factor” elevato per le scienze fisiche e dei materiali. I ricercatori hanno accoppiato un materiale ferroelettrico con un materiale ferromagnetico, per investigare la possibilità di scrivere e memorizzare informazioni usando campi elettrici anzichè magnetici (come avviene nelle memorie magnetiche attuali) e porre le basi per una nuova generazione di memorie a basso consumo energetico. Se considerati individualmente, materiali ferroelettrici e ferromagnetici sono già da tempo utilizzati in comuni applicazioni oggi in commercio, come ad esempio i dispositivi piezoelettrici o i condensatori ad alta efficienza (per i ferroelettrici), e le calamite o gli hard-disk dei computer (per i ferromagneti). Tuttavia, la scienza e le potenziali applicazioni che si possono ottenere combinandoli sono ancora tutte da esplorare. Ad esempio, una ricaduta inattesa di questo studio è stata quella di mettere in evidenza per la prima volta una proprietà fondamentale delle deformazioni elettromeccaniche del materiale ferroelettrico utilizzato (che pure è molto noto e sfruttato commercialmente da anni).Il risultato di questa ricerca è stato raggiunto grazie alle immagini dettagliate del materiale ibrido ottenute usando speciali raggi X prodotti da Diamond Light Source, il sincrotrone britannico, una delle più avanzate strutture di ricerca al mondo, con cui l’Università di Parma ha stipulato un accordo bilaterale di cooperazione scientifica – promosso dal Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche – per l’utilizzo di radiazione di sincrotrone per progetti in scienza dei materiali, scienze della vita, chimica e fisica.Il progetto è stato concepito al Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma e quindi condotto con il Department of Materials Science dell’Università di Cambridge (UK) e Diamond Light Source (UK). Hanno collaborato anche il Department of Materials Science and Engineering dell’ University of Wisconsin-Madison (USA) ed il Cavendish Laboratory, Università di Cambridge (UK).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce all’Università di Genova il Centro del Mare

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 maggio 2019

Genova. 5 corsi di laurea triennale, 8 corsi di laurea magistrale, 1 dottorato di ricerca con 23 borse di studio e 6 curricula (il più grande in Italia dedicato al mare): la più ricca offerta formativa a livello nazionale dedicata alle Scienze e Tecnologie del mare. La ricerca sul mare coinvolge oltre 400 studiosi tra docenti, assegnisti, dottorandi e collaboratori. Grazie alle loro attività, l’Ateneo genovese costituisce un punto di riferimento internazionale nella ricerca e nel trasferimento tecnologico in tali discipline, rispetto alle quali si posiziona tra le migliori 10 università al mondo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’ On. Nissoli (FI) incontra gli studenti di italiano della Rice University (USA)

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 maggio 2019

Roma. Oggi l’On. Nissoli ha ricevuto a Montecitorio gli studenti di italiano della Rice University, Texsas – USA, che successivamente hanno visitato il Parlamento.
“Bello vedere studenti americani appassionati della nostra lingua che studiandola li aiuta a comprendere pienamente la cultura italiana. Infatti, la lingua italiana è fondamentale per lo studio dell’arte e della musica. Quindi studiare l’italiano è importante per conoscere meglio il patrimonio culturale che abbiamo ereditato ma anche la cultura odierna che trae ispirazione continua anche dai classici. Inoltre, la lingua di Dante educa al bello con la sua ricchezza di vocaboli e la sua sonorità, per cui auguro che gli studenti possano fruire pienamente di questi studi linguistici non solo come semplice conoscenza ma anche come esercizio culturale che li porta ad incontrare e comprendere quell’umanesimo che ci caratterizza come italiani sia in Patria che all’estero”. Lo ha dichiarato l’On. Nissoli, eletta nella Circoscrizione estero – Ripartizione Nord e Centro America.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »