Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Archive for the ‘Università/University’ Category

University

Bilancio delle prime tre settimane delle attività on line organizzate dall’Università di Parma

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 aprile 2020

Parma 1.181 studenti laureati, 2.976 studenti che hanno sostenuto esami, 9.072 videolezioni caricate, 429mila visualizzazioni delle videolezioni, 743 insegnamenti coperti, pari all’89% del totale.È più che lusinghiero il bilancio delle prime tre settimane delle attività on line organizzate dall’Università di Parma a fronte dell’emergenza coronavirus, a seguito della sospensione delle attività in presenza disposta dai provvedimenti del Governo e della Regione.L’Ateneo si è infatti prontamente organizzato per garantire la continuità formativa e la regolare prosecuzione del percorso accademico degli studenti, trasferendo sul web lezioni, esami e sedute di laurea. E l’ha fatto con uno sforzo corale di tutto il personale, dagli aspetti legati alle piattaforme informatiche a quelli strettamente didattici, che hanno comportato una nuova modalità e un nuovo approccio anche da parte dei docenti. Gli studenti hanno così potuto frequentare le lezioni, sostenere esami e anche laurearsi, da casa, davanti al proprio pc, rimandando di qualche mese abbracci e festeggiamenti.I numeri parlano da soli, e sono la testimonianza più eloquente dello slogan che in questi giorni difficili accompagna tutte le attività dell’Università di Parma: #uniprnonsiferma, a dimostrazione della volontà dell’intera comunità universitaria di perseguire la “normalità” pur in un periodo complicato come quello che stiamo vivendo. Uno sforzo che mira a consentire a tutti gli studenti di non sentirsi “abbandonati” nel loro percorso e di rispettare i tempi e le modalità con cui ciascuno ha programmato il proprio iter universitario.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetti di ricerca su informazione quantistica, filologia latina e bioarchaeologia

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2020

L’Erc-European Research Council, l’organismo dell’Unione europea che finanzia i ricercatori di eccellenza, ha approvato tre progetti della Sapienza nella categoria Erc Advanced 2019 per un ammontare complessivo di 5.744.775 euro, risultando l’università italiana con il maggior numero di Erc grant.I vincitori sono Michela Rosellini del Dipartimento di Scienze dell’Antichità, Fabio Sciarrino del Dipartimento di Fisica, entrambi Principal Investigatorsrispettivamente dei progetti PAGES e QU-BOSS che vedono Sapienza come Hosting Institution e Mary Anne Tafuri del Dipartimento di Biologia ambientale con il progetto ANCESTORS coordinato dall’Università di Cambridge e del quale l’Ateneo è co-beneficiario.
PAGES – Michela Rosellini docente di Lingua e letteratura latinapresso il Dipartimento di Scienze dell’Antichità. Il progetto PAGES è dedicato all’Ars grammaticadi Prisciano di Cesarea, una monumentale opera sulla lingua latina, scritta nel contesto bilingue di Costantinopoli all’inizio del sesto secolo d. C., che ha segnato lo sviluppo delle teorie e delle conoscenze linguistiche in Occidente. Lo studio e la trascrizione di questo testo, contenente anche molte parti in greco, ha costituito anche uno stimolo per la ripresa di interesse per la lingua greca in Europa da parte dei dotti dell’epoca carolingia e, successivamente, del primo umanesimo. PAGES prevede una nuova edizione critica dell’Ars(oltre 150 anni dopo la precedente) fondata sull’analisi sistematica dei manoscritti e corredata da una traduzione in italiano e in inglese; inoltre mira alla ricostruzione complessiva del ruolo di Prisciano nella rinascita degli studi di greco in Occidente e nella storia della linguistica e della scuola. Il progetto persegue questi obiettivi con un approccio multidisciplinare, che unisce filologia, Digital Humanities, paleografia, linguistica e analisi multispettrale dei manoscritti. I materiali e risultati dello studio saranno resi disponibili in una piattaforma digitale dedicata. Per il progetto la Sapienza disporrà di un finanziamento di €2.486.375,00.
QU-BOSS – Fabio Sciarrino docente di Informazione e Computazione Quantistica presso il Dipartimento di Fisica. Dopo decenni di progressi nell’informazione quantistica, l’aspettativa attuale è quella di osservare nei prossimi anni le prime applicazioni pratiche in diversi ambiti: dalla simulazione di processi chimici e di materiali, all’utilizzo di protocolli avanzati di crittografia quantistica. Affinché queste applicazioni siano realizzate con successo, un obiettivo intermedio di fondamentale importanza è il raggiungimento del cosiddetto regime di vantaggio quantistico, lo scenario in cui i dispositivi quantistici superano sperimentalmente i computer classici in alcuni processi computazionali. Il problema del Boson Sampling rappresenta il paradigma di un compito complesso per i computer classici, ma che può essere risolto efficientemente con un dispositivo quantistico. Questo processo sfrutta singoli fotoni che si propagano in un interferometro lineare a molti modi. Lo scopo del progetto QU-BOSS è di sviluppare una nuova piattaforma basata sulla tecnologia fotonica integrata per rendere ancora più complesso il problema del Boson Sampling. Questo approccio rappresenta dunque un candidato promettente per raggiungere il regime di vantaggio quantistico con meno risorse rispetto a quanto richiesto dagli approcci attualmente adottati. L’attività di ricerca si svilupperà lungo diversedirezioni, con contributi sia di “hardware” che di “software”. Verranno adottate varie metodologie basate sulla fotonica quantistica integrata sviluppando così una piattaforma versatile e flessibile per la manipolazione di stati fotonici quantistici ad alta dimensionalità. Questa tecnologia sarà quindi sfruttata per realizzare sperimentalmente diversi protocolli di quantum machine learning. QU-BOSS mira a collocare la fotonica integrata nell’era NISQ (noisy, intermediate-scale quantum) aprendo nuovi orizzonti scientifici alla frontiera dell’informazione quantistica, del controllo quantistico, del machine learning e della fotonica integrata.
Il progetto QU-BOSS ha ottenuto un budget complessivo di € 2.875.000,00. Per il progetto la Sapienza disporrà di un finanziamento di € 2.305.000,00, sono coinvolti come partners del progetto il gruppo di ricerca di Roberto Osellame dell’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del CNR (budget di 380.000 €), ed il gruppo di ricerca di Ernesto Galvao dell’International Iberian Nanotechnology Laboratory (budget di 190.000 €).
ANCESTORS- Mary Anne Tafuri docente di Antropologia presso il Dipartimento di Biologia Ambientale. Il progetto ANCESTORS si basa su una prospettiva osteobiografica, integrando analisi scheletriche, isotopiche e genetiche di un robusto campione di resti umani della preistoria italiana. Con un focus cronologico che copre oltre 4000 anni – Neolitico, Età del bronzo, Età del ferro – la ricerca permetterà di valutare la struttura familiare, le relazioni sociali e la figura degli antenati nell’Italia preistorica e protostorica, analizzando stato di salute, dieta e dinamiche di mobilità. Il progetto è coordinato dall’Università di Cambridge e vede Sapienza impegnata come co-beneficiario. Il gruppo di ricerca di Roma, guidato da Mary Anne Tafuri, si concentrerà sulle analisi isotopiche dei resti scheletrici umani. La ricerca ha ricevuto un finanziamento complessivo di € 1.943.547,50 di cui la Sapienza disporrà di € 383.400,00.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le stampanti 3D di Unicam realizzano valvole per respiratori

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2020

Camerino. La Scuola di Architettura e Design “E. Vittoria” di Unicam sostiene e collabora attivamente al progetto lanciato da IsInnova (https://www.isinnova.it/easy-covid19/), progetto che vuole far fronte alla scarsa dotazione negli ospedali di maschere C-PAP per la terapia sub-intensiva, riadattando una maschera da snorkeling già in commercio e mettendo in rete il produttore delle maschere, i makers, i laboratori di prototipazione e le strutture sanitarie che ne hanno bisogno.Trasformare una maschera da sub in un respiratore di emergenza da utilizzare nelle terapie intensive dei Covid-Hospital è quindi possibile? Sì, si può. E dunque l’Università di Camerino non poteva non dare il proprio contributo a questo importante progetto. Unicam ha deciso di sostenere il progetto Easy-covid19 producendo le valvole necessarie “all’hackeraggio”, per così dire, della maschera: le stampanti 3D che sono disponibili nel Laboratorio #Prototype, presso la sede di Sant’Angelo Magno ad Ascoli Piceno, laboratorio di cui è responsabile il dott. Davide Paciotti in collaborazione con i colleghi Daniele Rossi, Alessandro Di Stefano, Jacopo Mascitti, Antonello Garaguso e Carlo Scartozzi, sono state subito messe in funzione e con il coordinamento dalla Regione Marche, è iniziata la produzione di circa 250 valvole, per l’equivalente numero di maschere che sono state donate dalla ditta produttrice, che saranno consegnate alla Regione stessa per essere assemblate, testate e distribuite nei vari presidi provinciali marchigiani.
“Come Ateneo abbiamo ricevuto tanto – ha sottolineato il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari – ora è tempo di restituire in tutti i modi possibili e questo è uno di quelli. Sostengo da sempre che l’innovazione tecnologica che si produce nei laboratori universitari debba essere messa a disposizione del territorio, in ogni sua forma; questo è uno dei principi della Terza Missione degli Atenei e questa volta abbiamo voluto declinarla in una azione concreta a beneficio della collettività e della salute pubblica. Ringrazio il prof. Losco ed i colleghi designer ed architetti che si sono subito attivati per la messa in produzione delle valvole, utilizzando la moderna strumentazione a disposizione nei nostri laboratori”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Fratelli d’Italia ritiene utile una modifica del “numero chiuso” alla facoltà di medicina

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

Più che la sua abrogazione che in questo momento non porterebbe a breve termine nessun vantaggio per contrastare le difficoltà attuali della gestione dell’epidemia da COVID-19. Per tale emergenza sarà più utile una modifica della legge sulla formazione specialistica, già presentata come emendamento al decreto cura Italia. Per quanto riguarda il numero chiuso per medicina invece, ribadiamo con forza che va modificato, affinché divenga più equo e meritocratico, e sia elastico di anno in anno a seconda delle esigenze comunicate dal Ministero della Salute. Anche su questo tema, sono state presentate e stiamo per presentare concrete proposte di legge. Per il prossimo anno accademico, se proprio necessario, sarà opportuno potenziare il sistema dell’effettuazione dei test “da remoto” implementando però le norme di sicurezza che garantiscano la serietà della prova”. Lo dichiara Paola Frassinetti Vicepresidente della Commissione Cultura ed Istruzione della Camera e responsabile settore Università di FdI.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università di Camerino aderisce al progetto “iorestoacasa.work”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

Camerino. E’ una piattaforma informatica che consente di offrire gratuitamente strumenti di videoconferenza basati su software open. L’iniziativa è stata promossa da un gruppo di professionisti di Fabriano (AN), che tra tempo supporta lo sviluppo e l’uso di FOSS (Free and Open Source Software). Del gruppo fa parte anche Francesco Coppola, studente di Informatica dell’Università di Camerino, che ha ideato e realizzato l’iniziativa insieme al PDP Free Software User Group d Fabriano, Luca Ferroni, Riccardo Serafini e Dawid Weglarz, e la BeFair.Unicam metterà a disposizione del progetto un proprio server, che consentirà agli organizzatori di poter ampliare la piattaforma rendendola fruibile ad un sempre maggiore numero di utenti.“Si tratta di un progetto di grande utilità sociale – sottolinea il prof. Andrea Polini, docente della sezione di Informatica e delegato del rettore per lo Sviluppo delle infrastrutture digitali – che offre la possibilità a tutti di poter comunicare in questo periodo di emergenza in cui tutti dobbiamo rimanere a casa. Per questo abbiamo voluto subito rispondere positivamente alla richiesta del nostro studente ed abbiamo messo a disposizione una nostra macchina”.“Ancora una volta mi piace sottolineare – afferma il Rettore Unicam Claudio Pettinari – come Unicam sia sensibile ai temi di utilità sociale e declini la terza missione degli Atenei in azioni concrete per lo sviluppo ed il benessere della collettività. In questa occasione siamo stati doppiamente lieti di aderire al progetto sia perché offre gratuitamente uno strumento per la videoconferenza sia perché a promuoverlo è stato un nostro studente di Informatica, a dimostrazione, ancora una volta, di quanto siano importanti la scienza e la tecnologia per il nostro vivere quotidiano”. La piattaforma, (https://iorestoacasa.work/) che sta già riscuotendo notevole successo, consente agli utenti, in particolare quelli che hanno minori risorse, di effettuare videochiamate in modo immediato, semplice e gratuito e può essere utilizzata sia per esigenze lavorative che per lezioni ed attività didattiche.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Matematica e Coronavirus

Posted by fidest press agency su martedì, 24 marzo 2020

Può la matematica aiutarci a capire il modo in cui l’epidemia si diffonde ed eventualmente predirlo? Ne abbiamo parlato con il prof. Roberto Giambò, docente della sezione di Matematica della Scuola di Scienze e Tecnologie dell’Università di Camerino.
“L’idea di usare la matematica per modellare la diffusione epidemica – afferma il prof. Giambò – risale praticamente a circa un secolo fa, all’indomani della spagnola, che fece decine di milioni di morti in tutto il mondo. I modelli elaborati vengono chiamati modelli compartimentali, perché ripartiscono la popolazione in gruppi, definiti appunto compartimenti, che rispondono in modo simile rispetto al fenomeno che si sta studiando. Ad esempio, in questo caso, potremmo ripartire la popolazione in sani, malati e guariti. Complicando queste idee iniziali attraverso gli strumenti matematici delle equazioni differenziali, si elabora un sistema dinamico che è in grado di rappresentare l’andamento in funzione del tempo e della numerosità di questi gruppi”.Il problema che si presenta è che questi modelli dipendono da alcuni parametri, quali ad esempio, in questo caso, il tasso di contagio, ossia quante persone può contagiare un infetto, e conoscere questi numeri è fondamentale per una predizione attendibile dei fenomeni. Nel nostro caso abbiamo però a che fare con un virus che stiamo iniziando a conoscere ora ed è dunque difficile predire adesso quanto durerà l’epidemia.E’ possibile comunque fare qualche considerazione qualitativa. In assenza di misure di contrasto, la diffusione è esponenziale, significa che la crescita è proporzionale al valore. Se il numero di infetti è basso, quindi, è bassa anche la crescita. Ecco perché all’inizio se ne può sottostimare la pericolosità; in quella fase non è semplice distinguere una banale influenza da una possibile pandemia. Quando però i numeri diventano grandi, anche la velocità con cui essi crescono aumenta ed è quello che abbiamo sperimentato finora. Ma quando si arresteranno i contagi? “Purtroppo finora il numero di casi giornalieri – aggiunge il prof. Giambò – è sempre aumentato; solo quando il numero dei casi giornalieri inizierà a diminuire in modo sistematico, allora sarà un segnale che ci stiamo avvicinando al picco di contagio. I matematici direbbero che abbiamo incontrato un punto di flesso!! Solo allora potremmo cominciare a guardare al futuro con ottimismo, ma sempre senza abbassare la guardia. Limitare al massimo i contatti sociali come stiamo facendo ora, ha l’effetto di modificare i parametri del modello, rallentando la curva di crescita in modo tale da evitare ad esempio il collasso del sistema sanitario”. Solo se ciascuno di noi rispetterà le regole che ci hanno imposto, potremmo effettivamente dire con sicurezza che… andrà tutto bene! Questo ed altri consigli e curiosità le potete trovare nella nuova rubrica “Pillole di… Scienza e Lode”, a cura della redazione di Scienza e Lode, il webmagazine per la divulgazione della ricerca di Unicam http://www.unicam.it/scienzaelode. Nuovi video sono disponibili ogni lunedì e ogni giovedì nel canale IGTV UniversitaCamerino

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coronavirus, in Università Cattolica la Quaresima

Posted by fidest press agency su domenica, 22 marzo 2020

Si vive riflettendo sulla Parola del giorno Per iniziativa del Centro pastorale i 50 tra assistenti pastorali e docenti di Teologia propongono riflessioni sul Vangelo del giorno in tempi di emergenza. Una community virtuale di preghiera al Collegio Augustinianum In tempo di Quaresima l’Università Cattolica si affida al web e ai social media per le riflessioni teologiche. In questa fase di emergenza sanitaria legata al Covid-19 il Centro pastorale d’Ateneo ha intrapreso un cammino spirituale “virtuale” intitolato “Le voci della Cattolica sulla Parola del giorno”. Gli oltre 50 tra assistenti pastorali e docenti di Teologia delle quattro sedi dell’Università quotidianamente, prendendo spunto dal Vangelo del giorno, offrono brevi spunti di riflessione e testi evocativi che aiutano a interpretare, alla luce delle Sacre Scritture, le giornate che stiamo vivendo. I commenti sono online sul sito http://www.unicatt.it e sui social dell’Ateneo. Ci sarà anche una versione podcast su PodCatt.it.«Anche questo può esser un prezioso contributo per affrontare un momento così difficile dove tutto viene messo in discussione – dichiara monsignor Claudio Giuliodori, assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica –. Di fronte allo smarrimento e alle tante domande che ci assillano, diventa ancor più importante ricevere luce e conforto dalla Parola di Dio e andare assieme alle sorgenti della fede e della sapienza umana».L’iniziativa, che ha preso il via 14 marzo, ha già raccolto i contributi di Gaia De Vecchi, docente di teologia, Renato Delbono, cappellano, don Claudio Stercal, docente di teologia, padre Enzo Viscardi, assistente pastorale, Roberto Maier, docente di teologia, Fr. Marco Salvioli, docente di teologia.Tra le altre iniziative, quella degli studenti del Collegio Augustinianum. La storica residenza di Milano, sotto la guida dell’assistente spirituale don Daniel Balditarra, ha dato vita a un percorso di fede “a distanza” fra tutti i collegiali sparsi per il Paese ma in contatto tra loro grazie alla piattaforma Microsoft Teams. Tre i momenti fissi di questo percorso: il Rosario, la Santa Messa, celebrata ogni Domenica mattina, e la Via Crucis. (Katia Biondi)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Didattica a distanza e studenti stranieri

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 marzo 2020

In queste settimane di didattica a distanza nelle scuole e nelle università di tutto il paese gli studenti stranieri dei corsi d’italiano dell’Università per Stranieri di Perugia si sono resi promotori di una bella iniziativa di sostegno in favore dell’Ateneo in cui studiano, lanciando una campagna social attraverso l’hashtag: #iOSTOACASAmaconlaSTRANIERIpg, iniziativa che si è subito estesa anche agli studenti dei corsi di laurea. E quali migliori testimonial poteva avere l’Ateneo in questo particolare momento se non i propri studenti? Questa idea positivamente contagiosa non si è peraltro ‘fermata’ ai ragazzi e alle ragazze che studiano ora alla Stranieri di Perugia, ma si è estesa anche a coloro che dopo aver frequentato le aule di palazzo Gallenga sono tornati nei loro paesi d’origine e desiderano dimostrare all’Unistrapg il loro affetto da ogni parte del mondo. Ed è così che si è diffuso l’hashtag #UNISTRAPGsemprenelcuore, cui via via stanno aderendo non solo coloro che hanno frequentato un corso di lingua italiana a Perugia, ma anche chi alla Stranieri si è laureato, chi vi ha lavorato o insegnato, chi vi ha svolto uno stage formativo.
Anche i docenti e il personale amministrativo dell’Università si sono uniti in questo abbraccio telematico, inviando immagini e messaggi nell’universo social che documentano la loro attività lavorativa da remoto. Come l’Italia, la Stranieri, dunque, non si ferma, e anzi dà continuità alla sua missione istituzionale con rinnovato slancio, grazie all’affetto ed al senso di attaccamento che le stanno manifestando le ragazze e i ragazzi di tutto il mondo, insieme a coloro che vi operano. (sonia giugliarelli)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

All’Università di Parma si laureano 44 nuovi infermieri

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 marzo 2020

L’Ateneo ha risposto così, anticipando a oggi la seduta di Laurea straordinaria in Infermieristica originariamente prevista per aprile, alla richiesta di personale sanitario, in questo caso infermieri, espressa nei giorni scorsi sia dalla Regione Emilia-Romagna sia dalle Aziende Sanitarie per poter fronteggiare al meglio l’emergenza coronavirus.La seduta, che si è svolta on line con prova pratica e dissertazione della tesi, ha preso il via questa mattina alle 9 ed è poi proseguita per il corso della giornata. I membri delle commissioni hanno ascoltato i candidati e hanno potuto fare domande. Al termine gli studenti sono stati proclamati Dottori con stretta di mano virtuale.Nel complesso 44 i laureandi interessati. Ai 29 che erano previsti se ne sono infatti aggiunti altri 15 nelle ultime ore: studenti che hanno sostenuto esami tra venerdì 13 e lunedì 16 marzo e che quindi, con un ulteriore sforzo, l’Università di Parma ha potuto inserire nella lista delle lauree di oggi per dare un contributo ulteriore alle esigenze del sistema sanitario messo a dura prova dall’emergenza COVID-19. I nuovi infermieri possono essere assunti fin da subito: l’esame di Laurea ha infatti valore di Esame di Stato abilitante alla professione.All’Università di Parma le sedute di Laurea programmate per l’intera sessione primaverile si svolgeranno in modalità a distanza, secondo calendari stabiliti dai singoli Dipartimenti. Per ogni seduta, sul sito del Dipartimento di afferenza è pubblicato il link relativo, così da consentire a chiunque di accedere e assistere assicurando la natura pubblica dell’evento.Terminata l’emergenza sarà organizzata una cerimonia nella quale dare il giusto rilievo a un momento così importante per tutti gli studenti e le studentesse e per le loro famiglie quale è quello della Laurea.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Colloqui di supporto a distanza per l’emergenza Coronavirus

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

L’Università di Torino, in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia, offre a tutta la Comunità Universitaria di oltre 80 mila persone fra studentesse, studenti, docenti, ricercatori e personale Tecnico Amministrativo di Unito la possibilità di fruire di colloqui di supporto psicologico a distanza che si terranno a partire da oggi. L’iniziativa, attivata in questi giorni di emergenza da Coronavirus, prevede un ciclo di colloqui di a distanza, con psicologi abilitati alla psicoterapia, specialisti e specializzandi del Dipartimento di Psicologia, erogati garantendo la massima tutela della privacy e nel rispetto dei principi deontologici della professione psicologica.In questo frangente, caratterizzato da un clima di incertezza che può abbracciare sia la vita lavorativa sia quella familiare e personale, i bisogni delle persone si complicano e si diversificano, e può essere di sostegno l’accompagnamento alla riflessione e all’analisi, alla gestione delle criticità vissute e allo sviluppo delle proprie risorse.Il servizio è gratuito, e costituisce un’estensione e un potenziamento dello Spazio di Ascolto, attivo da maggio 2019 e gestito dalla Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute del Dipartimento di Psicologia, dedicato al personale, agli studenti e alle studentesse di Unito per chi vive situazioni di disagio o di malessere psico-fisico, con possibili conseguenze sulla qualità del proprio lavoro o dello studio. Il servizio permetterà anche di compiere azioni di orientamento sulle tipologie di richieste. Qualora le questioni si configurassero come specifiche di altri ambiti/professionisti, come ad esempio l’orientamento rispetto alla didattica on line per gli studenti, il monitoraggio di fenomeni di discriminazione, harassment o lo stalking, di competenza della Consigliera di Fiducia, oppure in presenza di specifiche richieste relative a tematiche strettamente sanitarie, gli utenti saranno indirizzati verso altri servizi più idonei interni o esterni ad UniTo.
Per accedere allo Spazio di Ascolto, che sarà attivato per tutta la durata dell’emergenza, è necessario compilare il form che sarà inviato a tutta la comunità Universitaria. La registrazione permetterà di organizzare il calendario dei colloqui.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Università: fissate le date dei test dei corsi di laurea a numero programmato nazionale

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 marzo 2020

Il MUR (Ministero dell’Università e della Ricerca) ha reso note le date delle prove di ammissione ai corsi di laurea e di laurea magistrale a ciclo unico ad accesso programmato a livello nazionale per l’anno accademico 2020-21.Di seguito le date che riguardano i corsi attivati per l’a.a. 2020-21 all’Università di Parma:
Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria – martedì 1 settembre 2020
Medicina Veterinaria – mercoledì 2 settembre 2020
Architettura Rigenerazione Sostenibilità – giovedì 3 settembre 2020
Professioni sanitarie (Fisioterapia, Infermieristica, Logopedia, Ortottica e assistenza oftalmologica, Ostetricia Tecniche audioprotesiche, Tecniche di laboratorio biomedico, Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia, Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro) – mercoledì 9 settembre 2020
Scienze infermieristiche ed ostetriche (laurea magistrale delle Professioni sanitarie) – venerdì 30 ottobre 2020.
Con successivi decreti saranno definiti dal MUR il numero dei posti disponibili, le modalità e i contenuti delle prove di ammissione; queste informazioni saranno pubblicate sul sito web di Ateneo http://www.unipr.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Programma Huawei ICT Academy nella sua fase 2.0.

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2020

Nato nel 2013, Huawei ICT Academy è un progetto di partnership senza scopo di lucro tra Huawei e le università di tutto il mondo con l’obiettivo di fornire corsi di qualità e servizi di supporto al mondo dell’istruzione per supportarlo nella formazione degli insegnanti, definire e ottimizzare le migliori pratiche ICT, migliorare il sistema di selezione e realizzare di laboratori nel più totale rispetto degli standard vigenti. Inoltre, la Huawei ICT Academy ha fatto conoscere le tecnologie e i prodotti ICT di Huawei agli studenti delle università di tutto il mondo, incoraggiandoli a partecipare ai processi di certificazione aziendali e sviluppando talenti tecnici innovativi e orientati all’applicazione concreta della tecnologia per la società e l’industria ICT. Di seguito i vantaggi offerti dal programma:
Riconoscimento globale delle certificazioni, sia per insegnanti sia per studenti
Supporto costante nella fase di apprendimento, tramite materiali didattici, attrezzature di laboratorio e strumenti di simulazione
Priorità occupazionale, grazie alle decine di incontri Huawei destinati a giovani talenti e professionisti nell’ambito ICT con oltre 1000 aziende partner e altrettante opportunità di impiego
Ampio spettro di risorse, con 17 corsi e metodi di insegnamento flessibili e innovativi su tecnologie quali Network Technology (base e avanzata), Routing/Switching, Sicurezza e Storage, Cloud Computing, Big Data, ICT, Intelligenza Artificiale (AI) Internet of Things (IoT) e specificità legate al tipo di lavoro Secondo il Rapporto annuale 2018 dell’Istat, l’80% delle aziende italiane è caratterizzato da un basso profilo tecnologico sul piano dell’ICT. Con l’obiettivo quindi di promuovere le digital skills nel nostro paese, Huawei ha attivato 4 collaborazioni in Italia e, per superare le sfide contemporanee, formerà attraverso un piano quinquennale 2 milioni di professionisti ICT e aggiornerà continuamente le modalità di cooperazione tra scuola e impresa con tecnologie all’avanguardia:
Università degli Studi di Perugia, per sviluppare le competenze ICT dei propri studenti al fine di renderli maggiormente competitivi
Agenzia Sarda per le Politiche Attive del Lavoro (ASPAL) della Regione Sardegna, per promuovere lo sviluppo di competenze finalizzate alla realizzazione del progetto “Smart Region” per la Sardegna, Politecnico delle Marche, Scuola Vega di Roma

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E-learning all’università di Camerino anche gratis

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2020

L’Università di Camerino ha attivato già da molti anni una piattaforma di e-learning, che tra gli altri eroga corsi a pagamento, in particolare per la Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, per venire incontro alle esigenze degli studenti lavoratori, di chi non può frequentare, oltre che degli studenti che intendono avvalersi delle metodologie dell’e-learning e dei supporti multimediali per approfondimenti o ripassi.In questo particolare momento il Rettore prof. Claudio Pettinari, in accordo con il Direttore della Scuola prof. Francesco Amenta e con il Delegato per l’e-learning prof. Andrea Perali, ha voluto che tale opportunità fosse estesa gratuitamente a tutti gli studenti di tutti i corsi di studio della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute.“Abbiamo voluto dare alle nostre studentesse ed ai nostri studenti questa ulteriore opportunità – ha sottolineato il Rettore Pettiari – con l’obiettivo di fornire loro materiale didattico multimediale aggiuntivo, predisposto dai nostri docenti titolari dei rispettivi corsi e già disponibile nella piattaforma. L’accesso alla piattaforma sarà gratuito fino al prossimo mese di giugno”.Una ulteriore opportunità, dunque, che Unicam ha voluto offrire alle studentesse ed agli studenti, in questa occasione in particolare a quelli della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, per superare questo momento di difficoltà nel miglior modo possibile.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Formazione personale sanitario

Posted by fidest press agency su sabato, 14 marzo 2020

A seguito dell’epidemia globale di COVID-19 (Coronavirus), Newcross Healthcare – uno dei principali fornitori di personale sanitario e di supporto del Regno Unito – fornirà conoscenze essenziali e formazione al proprio staff utilizzando Docebo, leader globale nel settore delle piattaforme eLearning basate su IA. Con oltre 8.500 dipendenti in tutto il Regno Unito, Newcross metterà a disposizione del proprio personale informazioni e indicazioni pratiche sul coronavirus, garantendo la sicurezza degli operatori durante l’assistenza ai clienti e agli utenti del servizio sanitario.Data la rapida evoluzione dell’epidemia di Coronavirus, Newcross aveva bisogno di fornire una formazione clinica a tutto il suo personale nel modo più tempestivo ed efficace possibile. La collaborazione con Docebo ha permesso all’azienda di espandere il roll-out della formazione relativa alla protezione e al controllo del virus. Questo permetterà a ogni membro del personale sanitario di accedere al training necessario. In quanto azienda che opera in un settore altamente regolamentato e critico per la sicurezza, Newcross è oggi in grado di comunicare tutti gli aggiornamenti ai propri partner, ai Gruppi di Assistenza, agli organismi di regolamentazione, alle case di cura, alle case di riposo e alle strutture di accoglienza.Mark Story (Head of Learning Innovation di Newcross Healthcare) ha dichiarato: “Il nostro personale ha un ruolo fondamentale nel sistema sanitario e sociale del Regno Unito, e potrebbe essere chiamato a curare i pazienti affetti da Coronavirus. Abbiamo la responsabilità nei confronti del nostro personale di garantire una formazione aggiornata e tutto il supporto necessario per garantire la sicurezza e fornire un eccellente standard di assistenza agli utenti del servizio sanitario. L’uso di strumenti di formazione digitale come Docebo ci ha dato la possibilità di erogare training a chi ne ha più bisogno, in modo rapido, flessibile e con piena tracciabilità.”La tecnologia sta aiutando le aziende a reagire sempre più rapidamente ai cambiamenti del settore, nonché ad affrontare le problematiche inerenti la salute globale. In pochi giorni Docebo ha supportato Newcross nell’implementazione di un programma di formazione globale, consentendo al suo personale di partecipare ai corsi. Un training in presenza avrebbe comportato 900 eventi faccia a faccia e oltre 9 settimane per coinvolgere tutti gli utenti, laddove il primo caso di Coronavirus nel Regno Unito è stato segnalato il 31 gennaio (ovvero meno di sei settimane fa).
La formazione online permette alle aziende di acquisire messaggi e informazioni cruciali, aggregandole in un’unica fonte. Questo è particolarmente importante nel settore sanitario, in quanto la conformità è essenziale per far sì che il giusto personale sia impiegato nei giusti ambienti. Una formazione aziendale di tipo eLearning consente di monitorare e documentare in modo efficace il processo formativo.“L’attuale emergenza sanitaria globale del Coronavirus ha colpito duramente l’economia e la popolazione mondiale in modi che non avevamo mai sperimentato prima. Attraverso la lente del business e della formazione aziendale, ci ha anche portato a ripensare il modo in cui lavoriamo, apprendiamo e ci muoviamo,” ha dichiarato Claudio Erba, CEO di Docebo. “In questo caso, Newcross è stata in grado di rispondere rapidamente a questa sfida, e ora è pronta a fornire contenuti formativi al suo personale per far fronte ai cambiamenti relativi alla consulenza e ai requisiti normativi. La tecnologia è il catalizzatore di grandi cambiamenti, e la piattaforma eLearning Docebo ha permesso a Newcross di adottare rapidamente un nuovo modo di pensare e di apprendere.”Con l’evolversi della situazione di Covid-19, Docebo continuerà a sostenere Newcross e altre organizzazioni che hanno bisogno di supporto per affrontare questa sfida globale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quali sono le connessioni davvero fondamentali per un sistema complesso?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 marzo 2020

Quali link, se allentati o rimossi, possono portarlo al collasso? Se consideriamo che le reti (dalla rete neurale del cervello alle reti sociali e a quelle stradali, per citarne solo alcune) sono elementi strutturali del mondo concreto in cui viviamo – che è a sua volta una grande rete – l’importanza scientifica del tema è evidente. Una recente ricerca condotta dall’Università di Parma ha compiuto la più ampia analisi comparativa tra strategie volte a individuare i legami importanti nelle reti reali ad alta complessità. Lo studio è confluito nell’articolo A comparative analysis of link removal strategies in real complex weighted networks, pubblicato sulla rivista scientifica internazionale “Scientific Reports”.
Lo studio è stato condotto da un gruppo di ricerca coordinato da Davide Cassi, docente di Fisica della materia al Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma, in collaborazione con Francesco Scotognella del Politecnico di Milano e Daniele Bevacqua del Centro INRA di Avignone. Per il Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma, oltre al prof. Cassi, lo studio ha coinvolto Michele Bellingeri, post doc al Dipartimento ed esperto in sistemi complessi, in qualità di primo autore della ricerca, e Roberto Alfieri, che ha coordinato le simulazioni effettuate tramite la rete di calcolatori per calcolo a elevate prestazioni (High Performance Computing, HPC) dell’Ateneo. L’utilizzo dell’infrastruttura di calcolo HPC dell’Università di Parma ha consentito di raggiungere in poche ore risultati che avrebbero richiesto diverse settimane su calcolatori tradizionali o, per le reti più complesse e di maggior dimensione, che non sarebbe stato possibile ottenere.Le reti o grafi sono astrazioni matematiche composte da nodi e legami (link) capaci di rappresentare un gran numero di sistemi complessi reali. Il mondo concreto può infatti essere descritto da una moltitudine di reti complesse interconnesse tra loro e funzionanti in parallelo. Il cervello umano è una rete di neuroni che comunicano tra loro tramite sinapsi, e rendono cosi possibile l’intricato funzionamento dell’encefalo, coordinando movimento, ideazione, memoria e molto altro. Le reti sociali sono composte da individui e dalle relazioni che intrattengono: rapporti di amicizia, collaborazione lavorativa o affettiva. Le reti stradali connettono città, luoghi di lavoro e di svago, permettendo lo sviluppo delle relazioni sociali. Data la loro presenza ubiqua, comprendere i meccanismi che governano il funzionamento delle reti reali è un problema interdisciplinare di grande importanza scientifica.Lo studio pubblicato su “Scientific Reports” propone e compara l’efficacia di undici strategie computazionali nel classificare l’importanza dei legami nelle reti reali. Per capire se un legame è importante nel funzionamento della rete, i ricercatori hanno utilizzato un procedimento di ingegneria inversa, simulando il funzionamento della rete tramite parametri, prima e dopo la rimozione dei legami. I legami che producevano il maggior collasso dei parametri di funzionamento della rete sono stati quindi identificati come importanti per il sistema. Lo studio fornisce metodi generali e interdisciplinari per gerarchizzare l’importanza dei legami tra nodi in reti derivanti da diversi ambiti scientifici.I ricercatori hanno anche scoperto come i link più importanti per il funzionamento del sistema siano molto spesso i legami sopra cui transita il maggior numero dei cammini più corti tra coppie di nodi. Questi legami fungono da snodi fondamentali nella trasmissione di informazione nella rete e si rivelano componenti cruciali per il funzionamento del sistema. Reti provenienti da ambiti del reale molto differenti tra loro, dai sistemi neurali ai legami di amicizia, fino alle connessioni intercorrenti tra aeroporti, possiedono caratteristiche comuni e universali di struttura. Questa similarità di struttura preluderebbe a una più profonda somiglianza di funzionamento ed evoluzione tra reti, aprendo la strada a future indagini volte a chiarire i meccanismi fondanti i sistemi che sostengono la complessa rete-mondo in cui viviamo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Luca Serianni ai “Seminari di Europa”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 marzo 2020

Parma lectio magistralis che Luca Serianni terrà martedì 10 marzo alle 17 al Palazzo del Governatore nell’ambito dei Seminari di Europa, ciclo d’incontri organizzati dall’Università di Parma con il Comune di Parma e numerosi partner istituzionali, con il contributo della Fondazione Cariparma. La lectio del prof Serianni sarà incentrata sulla novella del Decameron Melchisedech e il Saladino. La conferenza è la terza della serie di incontri che, nell’ambito del secondo ciclo dei Seminari di Europa, sono stati programmati per le celebrazioni di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020.I saluti istituzionali saranno portati dal Vice Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali – DUSIC dell’Università di Parma Marco Mezzadri e dall’Assessore alla Cultura del Comune Michele Guerra. L’incontro sarà moderato da Alessandro Pagliara, docente di Storia romana all’Università di Parma e responsabile organizzativo dei “Seminari di Europa”.Linguista e filologo, Luca Serianni è stato professore incaricato di Storia della lingua italiana alle Università di Siena, L’Aquila e Messina, prima di diventare ordinario a Roma “Sapienza” (1980-2017). Socio dell’Accademia della Crusca e dell’Accademia Nazionale dei Lincei, nonché direttore delle riviste “Studi linguistici italiani” e “Studi di lessicografia italiana”, nel 2010 è stato nominato Vice Presidente della Società Dante Alighieri e nel 2017 consulente del MIUR per l’apprendimento della lingua italiana.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master online

Posted by fidest press agency su martedì, 3 marzo 2020

Milano. L’international Flex MBA della School of Management del Politecnico di Milano è l’unico programma italiano in distance learning tra i migliori 10 al mondo e il quarto se si considerano solo le business school europee. A sancirlo è il Financial Times che oggi ha reso pubblico l’FT Online MBA 2020 Ranking relativo alle performance dei migliori Master in Business Administration fruibili a distanza.
“In un momento in cui tanto si parla della necessità di accedere da remoto alla didattica, come approccio innovativo, flessibile e inclusivo, non come risposta a un’emergenza, la School of Management del Politecnico di Milano dimostra ancora una volta di avere perseguito questa strada da tempo e con risultati eccellenti – commentano Federico Frattini e Vittorio Chiesa, di recenti nominati rispettivamente Dean e Presidente del MIP, che progetta ed eroga i master e i corsi per conto della School of Management -. La nostra offerta formativa infatti è oramai in gran parte fruibile in modalità smart learning.”.
Erogato grazie a una specifica piattaforma sviluppata in partnership con Microsoft, l’international Flex MBA è la versione full English del Flex MBA, il primo MBA in smart learning lanciato in Italia nel 2014 e divenuto il maggior successo della Scuola, con quasi 500 studenti che hanno frequentato le due aule, italiana e internazionale, ad oggi. Selezionato nel 2016 tra i più innovativi MBA al mondo da AMBA (Association of MBAs), il Flex MBA ha ottenuto per primo in Italia nel 2017 l’accreditamento EOOCS dell’EFMD, che certifica la qualità dei programmi online, e lo scorso anno si è piazzato settimo al mondo nel QS Distance/Online MBA Rankings 2019.
Più in dettaglio, l’International Flex MBA ha ottenuto ottime valutazioni nell’FT Online MBA 2020 Ranking per quanto riguarda l’altissima qualità dell’interazione online tra i colleghi di corso, la faculty e lo staff della Scuola grazie alla piattaforma progettata ad hoc per questo tipo di master, per la capacità di incidere sulle retribuzioni dei partecipanti (che in media aumentano del 40% a tre anni dal diploma) e sulla loro progressione di carriera, per l’ottimo rapporto costi-benefici, per l’alta percentuale di donne (47%) e di profili internazionali (65%) nel Board della Scuola e per le politiche di Corporate Social Responsability.
“Sono risultati straordinari – continuano Frattini e Chiesa – raggiunti grazie ai continui sforzi di miglioramento del programma e di internazionalizzazione del curriculum. Ormai è sotto gli occhi di tutti l’eccellenza del MIP Graduate School of Business nello sviluppo di soluzioni digitali a supporto dei processi di education e la validità dell’offerta formativa online, tesa a rendere ottimale la fruibilità e l’accessibilità dei contenuti senza trascurare la qualità dell’insegnamento e la personalizzazione dell’esperienza formativa”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli invisibili della nostra società

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 marzo 2020

Roma martedì 3 marzo 2020, alle 14.30, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190) incontro “Censimento degli invisibili”, nell’ambito delle attività di Responsabilità sociale dello stesso ateneo.Sarà un viaggio alla ricerca degli invisibili nel mondo di oggi, attraverso riflessioni e letture di poesie. Interverranno Cesare Davide Cavoni, curatore della trasmissione di TV2000 “Buone notizie” e autore del libro “Censimento degli invisibili”, e il giornalista Carlo Climati.Gli incontri di Responsabilità sociale fanno parte delle attività di Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma. Il progetto educativo di questo ateneo punta a sviluppare tutte le sfaccettature della persona, le sue facoltà, le sue abilità e competenze, in modo armonico e completo. Si cerca di favorire l’inserimento dei giovani nella società, offendo strumenti che possano aiutarli a scoprire il senso più profondo della vita.
Sono tanti gli invisibili della società contemporanea: i migranti che muoiono in mare cercando una speranza, i disabili che affrontano ogni giorno una vita piena di ostacoli, le nuove schiave della prostituzione e della tratta, gli anziani soli, le persone malate, le vittime della droga e delle nuove forme di dipendenza. Queste persone esistono. Ma a volte sembriamo non accorgercene, perché vivono in eterne periferie dell’anima e dello spazio, ai margini della storia. Ce ne ricordiamo soltanto attraverso statistiche e numeri.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Master in “Materiali innovativi per Economia Circolare”

Posted by fidest press agency su domenica, 1 marzo 2020

Camerino. E’ stata prorogata a venerdì 6 marzo 2020 la data di scadenza delle iscrizioni al master in “Materiali innovativi per Economia Circolare”, attivato dall’Università di Camerino in collaborazione con sei prestigiose realtà industriali marchigiane. Il master, diretto dal prof. Roberto Gunnella, docente della sezione di Fisica della Scuola di Scienze e Tecnologie di Unicam, rappresenta un percorso di studi unico in Italia, che colma una lacuna nella preparazione specifica di metodo di approccio nel settore dei materiali e che nasce dalla proficua esperienza dell’Università di Camerino con diverse ed importanti realtà del mondo imprenditoriale, quali ICA, iGuzzini Illuminazione, Clementoni, Tod’s, Elantas ed Elica. I materiali e la loro gestione ricopriranno un ruolo centrale nelle attività formative del master, che si prefigge come obiettivi la promozione delle tecnologie a bassa impronta di carbonio, il trasferimento e interazione tra laboratorio e industria e tra pubblico e privato, nonché la riduzione dei rischi di innovazione attraverso un eco-sistema che condivida i processi virtuosi
Il nuovo master è rivolto in particolar modo a laureati nei settori della Chimica, della Fisica, delle Scienze dei materiali ed affini, che al termine del percorso saranno in grado di operare e di prendere decisioni informate ed ottimizzate su tutti gli aspetti della produzione e della gestione dei materiali, dall’approvvigionamento al suo smaltimento, ed in particolare sul controllo della materia prima, sulla certificazione e qualità del prodotto, sul consumo energetico e produzione CO2 durante tutto il ciclo di vita, sullo smaltimento e salute del luogo di lavoro.Tutte le informazioni sono disponibili nel sito http://193.205.94.21:8080/index.htm

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parma: Una nuova piattaforma

Posted by fidest press agency su domenica, 1 marzo 2020

Parma. E’ online il sito https://attrezzature.unipr.it/, una nuova piattaforma predisposta dall’Università che permette a chiunque di visionare le numerose attrezzature scientifiche dell’Ateneo, sia navigando fra le strutture dipartimentali e i Centri, sia facendo una ricerca libera partendo dal nome dell’apparecchiatura.Per ogni attrezzatura è visualizzabile una scheda che riporta il responsabile scientifico, i referenti per eventuali informazioni tecniche, la struttura universitaria di riferimento, il tipo di strumento e il suo campo di utilizzo, le modalità di utilizzo da parte di esterni.Conoscere le dotazioni esistenti, il loro campo d’azione e i loro referenti costituisce un grande passo verso l’ottimizzazione dell’uso delle risorse strumentali universitarie.«La necessità di censire il vasto patrimonio strumentale esistente nel nostro Ateneo era da tempo sentita per evitare di duplicare attrezzature esistenti e per stimolare nuove collaborazioni fra i gruppi di ricerca di diversi Dipartimenti e Centri. Oltre a costituire un grandissimo supporto alla ricerca sperimentale, questo database potrà contribuire ad intensificare i rapporti con le imprese, in special modo quelle del nostro territorio, producendo anche positive ricadute in termini di servizi conto terzi», spiega il Pro Rettore per la Ricerca Roberto Fornari.É la prima volta che l’Ateneo si dota di un tale database, uno strumento prezioso la cui realizzazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione di alcuni uffici dell’Ateneo: l’Area Servizi Informativi, la UO Ricerca e Trasferimento Tecnologico e l’Area Economico-Finanziaria.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »