Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for the ‘Università/University’ Category

University

Restare umani in un mondo che cambia

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 dicembre 2019

GerusalemmeGerusalemme. “Le nuove sfide antropologiche: tra memoria e visione del futuro” è il tema di un convegno internazionale organizzato l’11 e 12 dicembre 2019 nell’ambito delle attività di Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma, presso il Pontificio Istituto Notre Dame di Gerusalemme. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di tracciare un’immagine, quanto più precisa, della realtà sociale ed etica contemporanea. I relatori hanno dedicato particolare attenzione all’esperienza della memoria collettiva e individuale, offerta dalla ricerca archeologica, e alle prospettive etiche rivolte al futuro.Per questo la conoscenza dei luoghi, degli spazi, delle rovine della città e della terra nel suo insieme sono così importanti, sia sul piano scientifico dei Religious Studies, sia su quello della comunicazione e del turismo.
Proseguire e sviluppare progetti di ricerca su Gerusalemme e la Terrasanta significa coinvolgere una pluralità di discipline e di temi e consolidare collaborazioni con gli altri soggetti presenti, a partire dalle università israeliane e dallo Studium Biblicum Franciscanum, punto di riferimento chiave per l’elaborazione del l’archeologia cristiana”.Fra i vari interventi, nel convegno si è parlato delle nuove sfide antropologiche, frutto degli sviluppi della scienza e della tecnologia.
L’uomo, di fronte al rischio di essere ridotto a spettatore passivo di flussi informatici, sembra perdere quella posizione di centralità che gli veniva attribuita dalla tradizione umanistica rinascimentale per approdare a un nuovo umanesimo che da più parti viene indicato, appunto, come un Post-umanesimo. Emerge, allora, la necessità di strutturare un’analisi filosofica delle dinamiche antropologiche al fine di rendersi in grado di interpretare prima e gestire poi, i repentini cambiamenti dei paradigmi esistenziali imposti dallo sviluppo tecnologico. Affinché l’uomo del Post-umanesimo rimanga sempre e comunque uomo”.Padre Alberto Carrara, L.C., Direttore del Gruppo di ricerca in Neurobioetica (GdN) e Membro della Pontificia Accademia per la Vita, ha parlato dell’Intelligenza artificiale.“La sfida che l’I.A. pone – ha detto Padre Carrara, non è solo di carattere gestionale. Essa Gerusalemme1.JPGinterpella la stessa autocomprensione di noi stessi come esseri umani e ci permette di riconsiderare, ancora ed in modo più approfondito, la perenne domanda su chi, ciascuno di noi, è, cioè ci permette di continuare ad indagare ed esplicitare la nostra costituzione”.Secondo Padre Carrara “il potenziale che l’evoluzione degli algoritmi offre oggi all’umanità può, da una parte suscitare entusiasmo e speranza, dall’altra anche gravi preoccupazioni. Non c’è dubbio che la nostra storia è legata allo sviluppo della tecnologia e, nell’ultimo secolo, alla crescita esponenziale delle innovazioni computazionali. È urgente una riflessione interdisciplinare in materia che sia in grado di offrire lo stato dell’arte, le reali evoluzioni prossime, le applicazioni positive e i pericoli dell’utilizzo dell’I.A”.Nel corso del convegno si è parlato anche del rapporto tra l’uomo e l’ambiente, con un intervento di Padre Rafael Pascual, L.C., Professore ordinario di Filosofia Teoretica e Direttore scientifico del Master in Consulenza Filosofica e Antropologia Esistenziale presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. “L’uomo – ha ricordato Padre Pascual – non può fare un uso arbitrario, capriccioso, della natura, dell’ambiente, delle risorse, ma deve fare un uso responsabile. L’uomo non è il padrone della natura, ma casomai l’amministratore. Inoltre, deve condividere questo patrimonio della natura, che gli è affidato, con gli altri, anche con le future generazioni. Possiamo parlare di casa comune e di buon vicinato, allargando il discorso a livello planetario, o anche di solidarietà ambientale”. seconda foto: Pontificio Istituto Notre Dame di Gerusalemme copyright Univerità europea di roma)

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Laurea e imprenditoria

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 dicembre 2019

Roma 16 dicembre 2019 ore 14 Unioncamere Piazza Sallustio, 21. L’indagine su Laurea e imprenditorialità è stata resa possibile dalla collaborazione tra il Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea, il DiSA-Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna e Unioncamere.Il Report che verrà presentato esplora le caratteristiche del fenomeno dell’imprenditorialità studentesca, analizzando le caratteristiche sia dei laureati imprenditori (con riferimento a genere, contesto familiare, percorso formativo, performance universitaria, esperienze maturate nel corso degli studi) sia delle imprese fondate o partecipate da laureati (con riferimento a tipo di impresa, settore economico, collocazione territoriale, carattere di start-up innovativa) ed esaminando anche la sua evoluzione temporale.La base di dati utilizzata nell’analisi, che consente di esaminare il fenomeno da una duplice prospettiva, deriva dall’integrazione dei dati statistici sui laureati di AlmaLaurea con quelli sulle imprese di Unioncamere. L’indagine riguarda circa 3 milioni di laureati presenti nella banca dati di AlmaLaurea che hanno conseguito un titolo tra il 2004 e il 2018. L’integrazione delle due banche dati ha permesso di individuare e caratterizzare i laureati che hanno una carica o una partecipazione in impresa: si tratta di oltre il 10% della popolazione esaminata, di cui oltre la metà risulta aver fondato un’impresa.Dopo i saluti istituzionali da parte di Marcella Gargano (Direttrice Generale del MIUR), Marina Timoteo (Direttore di AlmaLaurea) e Claudio Gagliardi (Vice segretario generale di Unioncamere), nella prima sessione del Convegno sarà presentato il Report sull’Imprenditorialità dei laureati.Nella stessa sessione è prevista la partecipazione di due ospiti stranieri: Jonathan Eckhardt (Professore Associato presso Wisconsin School of Business; Direttore del Weinert Center for Entrepreneurship) e Philippe Mustar (Professore ordinario presso École Nationale Supérieure des Mines di Parigi).La successiva sessione si incentrerà su una tavola rotonda che approfondirà il tema “Formazione universitaria e imprenditorialità” e che prevede la partecipazione di: Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Ministero dello Sviluppo economico, Fondazione CRUI, Ufficio Studi Unioncamere, Comitato Scientifico-Strategico AlmaLaurea.Le conclusioni saranno affidate al Presidente del Comitato Scientifico-Strategico di AlmaLaurea, prof. Gilberto Antonelli.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seminario: “Machiavelli, oggi”

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 dicembre 2019

Firenze 13 e il 14 dicembre presso l’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento (Palazzo Strozzi, Firenze). L’evento è promosso dall’INSR (https://www.insr.it), in collaborazione con la Scuola Normale Superiore (www.sns.it). I lavori si apriranno venerdì 13 dicembre, alle ore 9:30, con un’introduzione del presidente dell’Istituto, il prof. Michele Ciliberto (Scuola Normale Superiore); si chiuderanno, nel pomeriggio di sabato 14 dicembre, con un intervento del prof. Roberto Esposito (Scuola Normale Superiore).
La figura e le opere di Niccolò Machiavelli continuano ad attirare l’attenzione della comunità scientifica internazionale: nonostante la copiosa messe di studi a lui dedicati, Machiavelli resta infatti un “problema aperto”. Avvalendosi del contributo dei massimi esperti di Machiavelli, il seminario Machiavelli, si propone di mettere a fuoco i termini delle più recenti discussioni sul pensiero e l’opera del Segretario fiorentino, e di capire cosa Machiavelli abbia oggi da dirci sulla politica moderna e sul futuro dell’Europa.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dall’Università Statale di Milano congratulazioni alla presidente della Corte Costituzionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 dicembre 2019

Giungono le congratulazioni e i più fervidi auguri di buon lavoro alla Alumna Marta Cartabia, appena nominata Presidente della Corte Costituzionale. Ha commentato Marilisa D’Amico, Prorettrice ai Diritti dell’Università degli Studi di Milano: “La nomina di Marta Cartabia, prima donna Presidente della Corte Costituzionale, segna una tappa storica nel cammino per la effettiva parità di accesso fra uomini e donne agli uffici pubblici e alle cariche elettive ed inoltre rappresenta il riconoscimento alla sua profondità di studiosa, riconosciuta a livello nazionale ed internazionale. Una Alumna della quale il nostro Ateneo è oggi particolarmente orgoglioso.”

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tecnologia e gestione del business: la School of Management del Politecnico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 dicembre 2019

Milano tra le 3 migliori scuole di Università “tecniche” in Europa secondo il Financial Times.I ranking 2019 editi dal Financial Times e dedicati al mondo delle business school europee posizionano la Scuola milanese tra le prime 50 in assoluto (45) su un totale delle top 95, e sul podio se la si confronta con le altre appartenenti ad Atenei focalizzati su innovazione e ingegneria. Meglio solo Imperial College (UK) e Aalto University (Finlandia). I prodotti in classifica vanno dall’MBA all’EMBA,al Master of Science in Ingegneria Gestionale, ai programmi per le imprese e i professionisti
Affiancare ai corsi di management, economia e finanza l’apprendimento di competenze ingegneristiche e tecniche, indispensabili per comprendere e gestire con successo la trasformazione digitale nelle imprese. E’ questo “orientamento” a contraddistinguere le business school legate a Università con un focus tecnologico come la School of Management del Politecnico di Milano, posizionato tra le prime 3 in Europa con le stesse caratteristiche secondo il Financial Times, che ha pubblicato i consueti ranking annuali sulle 95 migliori scuole di business europee.Per l’undicesimo anno in classifica, la School of Management del Politecnico di Milano regge bene il confronto con il resto d’Europa anche nella classifica generale, dove compare al 45esimo posto con cinque linee di prodotto. Si va dai “classici” MBA full time ed Executive EMBA al Master of Science in Ingegneria gestionale, a un’ampia e innovativa offerta di programmi ad hoc per le imprese e per il mercato Open di manager e professionisti, con una marcata impronta tecnologica sia nei contenuti, sia nella forma: sempre più corsi infatti sono fruibili in distance learning grazie allo sviluppo di specifiche piattaforme informatiche che permettono di gestire la formazione in maniera flessibile e attenta alle esigenze dell’utente.
L’FT European Ranking 2019 valuta i migliori programmi di MBA, Executive MBA, master of science, corsi a catalogo e su commessa. I parametri che determinano il posizionamento in classifica sono numerosi, tra cui l’opinione che gli stessi diplomati hanno dei docenti e del prodotto formativo, la retribuzione o l’avanzamento di carriera che si raggiungono dopo avere frequentato il master e l’esposizione internazionale della Scuola.La School of Management del Politecnico di Milano è composta dal Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dal MIP, la business school dell’Ateneo milanese. “Da anni abbiamo puntato sull’internazionalizzazione dei corsi e sulle competenze legate alla trasformazione digitale, che sarà la principale sfida per le nostre aziende, perché un buon manager dovrà essere un esperto nella gestione dell’innovazione”, commentano Alessandro Perego e Andrea Sianesi, rispettivamente Direttore del Dipartimento e Dean di MIP.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bach con Andrea Bacchetti a Roma Sinfonietta

Posted by fidest press agency su martedì, 10 dicembre 2019

Roma mercoledì 11 dicembre 2019 alle 18.00 nell’Auditorium “E. Morricone” (Università di Roma “Tor Vergata”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) per la stagione di Roma Sinfonietta presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” il pianista Andrea Bacchetti, uno dei più noti e apprezzati interpreti a livello internazionale della musica di Bach, da lui incisa anche in vari CD per Decca, Sony e altre case discografiche, sarà il protagonista del concerto. Il programma è interamente dedicato ad una magnifica serie di capolavori di Johann Sebastian Bach. Di Andrea Bacchetti la critica britannica ha scritto “ha suonato con il massimo di eleganza, lavora meravigliosamente al piano” (The Observer”) e “geniale in ogni più piccola invenzione di Bach”. È stato inviato a suonare In Europa, America ed Estremo Oriente, nei più importanti festival, come come quelli di Salisburgo, Lucerna e Spoleto, e nelle sale più prestigiose, tra cui Konzerthaus di Berlino, Salle Pleyel di Parigi, Teatro alla Scala di Milano, Teatro Real di Madrid e Teatro Coliseo di Buenos Aires.
Nella prima parte eseguirà la Suite inglese n. 5, Suite francese n. 5 e Suite inglese n. 2, che fanno parte dei due guppi di suites per strumenti a tastiera composti da Bach. Perché siano distinte in “francesi” e in “inglesi” non è chiaro, in quanto sono fondamentalmente simili, trattandosi sempre di serie di danze – correnti, sarabande, gighe, ecc. – che Bach arricchisce di un contenuto musicale che va ben al di là della musica da ballo pura e semplice. Alla base di queste composizioni sta l’influsso della musica francese, che allora dettava legge nel campo della danza.Segue l’Ouverture nello stile francese, anch’essa composta da una serie di danze, precedute da un’ouverture. È un omaggio allo stile francese e insieme al Concerto italiano, costituisce un dittico, con cui Bach volle dare un sua personale esemplificazione dei caratteri propri dei due stili musicali predominanti nell’Europa del tempo.Le ultime composizioni in programma sono il trionfo di quell’arte del contrappunto in cui Bach ha espresso al massimo grado la sua genialità ed è rimasto insuperato. Il titolo dei Quattro duetti potrebbe far pensare al duetto operistico, si tratta invece di splendidi esempi di Fughe in un elaborato conrappunto, con la parziale eccezione del terzo Duetto, simile ad una danza. La Fantasia cromatica e fuga, posta a conclusione il concerto, è uno dei maggiori monumenti dell’arte di Bach. Comincia con una grande Fantasia, probabilmente dapprima improvvisata e solo successivamente fissata sul pentagramma: un brano caratterizzato da accordi dissonanti, scale turbinose e drammatici recitativi strumentali, in una tonalità resa instabile e incerta da cromatismi e armonie estremamente libere e audaci. La Fuga a tre voci – che è stata scritta in un secondo momento ma ha nel cromatismo il punto di contatto con la Fantasia precedente – è caratterizzata da un processo di intensificazione sonora che le conferisce un dinamismo irresistibile e un aspetto grandioso.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convenzione tra Fondazione Zeffirelli e Università di Firenze

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 dicembre 2019

In considerazione la comunanza d’intenti tra le due istituzioni, è stata siglata nei giorni scorsi una convenzione tra la Fondazione Franco Zeffirelli e l’Università degli Studi di Firenze. L’accordo prevede un rapporto privilegiato tra i due enti sia nell’ambito della diffusione culturale, sia in quello della collaborazione su determinati progetti, per ognuno dei quali è prevista comunque la stipula di un protocollo d’intesa specifico.«Su proposta della Fondazione Zeffirelli – ha detto il Rettore dell’Università di Firenze, Luigi Dei, che oggi ha visitato la Fondazione Zeffirelli di Firenze -, con la quale avevamo già in essere una convenzione per ospitare i tirocinanti, abbiamo recentemente approvato nel Senato Accademico e Consiglio di Amministrazione una convenzione più generale per iniziative a 360 gradi tra questa fondamentale e significativa istituzione, da poco qui a Firenze, e la nostra Università perché penso ci siano tanti punti di intersezione. Mi auguro quindi che la nuova convenzione, che è una carta scritta, possa originare anche iniziative concrete, cosa di cui sono certo». Da parte sua Pippo Zeffirelli, Presidente della Fondazione intitolata al Maestro Franco, ha aggiunto di essere «sicuro di questa collaborazione. Per noi si tratta di un importante punto di arrivo e soprattutto mi preme l’opportunità di poter attrarre l’Università in questo mondo straordinario, di fantasia ma anche di grande professionalità, costituito dalle arti dello spettacolo».
http://www.fondazionefrancozeffirelli.com

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Yehoshua e Ravasi dialogano su letteratura e Bibbia

Posted by fidest press agency su sabato, 7 dicembre 2019

Roma Mercoledì 11 dicembre 2019, ore 18:00 Pontificia Università Gregoriana Piazza della Pilotta 4 Il Cardinal Card. Bea per gli Studi Giudaici della Pontificia Università Gregoriana continua la sua serie di conferenze 2019-2020 “Arte come / in Dialogo” con un secondo appuntamento, intitolato «Letteratura ebraica e cristiana». Il Centro è lieto di presentare questo programma insieme al Pontificio Consiglio per la Cultura e al Centro per lo Studio del Cristianesimo all’Università Ebraica di Gerusalemme, con la collaborazione del Dipartimento di Cultura Ebraica della Comunità Ebraica di Roma. L’evento è gratuito e aperto al pubblico.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il fine della politica nella fine della politica”: lectio magistralis del filosofo Salvatore Natoli

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 dicembre 2019

Bologna Martedì 17 dicembre, ore 17.00 Oratorio di San Filippo Neri – via Manzoni 5 nell’ambito della consueta “Lettura Dossetti 2019” organizzata dalla Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII (Fscire), il filosofo Salvatore Natoli terrà la lectio magistralis “Il fine della politica nella fine della politica”. La categoria di éschaton ha perso oggi di significato: dalla fine dei tempi si è passati a un tempo senza fine. Dal “definitivo compimento” all’idea di progresso: in questa impresa si è consumata l’“iperpolitica”, che oggi è divenuta “fine delle ideologie”. Il futuro resta però ineliminabile: per operare sensatamente per esso è necessario assumere una misura. Quale? Le generazioni. Non l’umanità, nozione astratta, ma i venturi. La generazione presente è vincolata a preservare il futuro per loro e, magari, a lasciare un mondo migliore di quand’essa vi è entrata. Se si può dire, dall’utopia all’eutopia.La lectio sarà preceduta dai saluti dell’arcivescovo di Bologna Matteo card. Zuppi e di Alessandro Pajno, presidente Fscire.
Salvatore Natoli è docente di Filosofia teoretica presso l’Università di Milano-Bicocca. Tra le sue numerose pubblicazioni citiamo L’animo degli offesi e il contagio del male (2018), La felicità. Saggio di teoria degli affetti (2017), Dizionario dei vizi e delle virtù (2017), Il rischio di fidarsi (2016), L’esperienza del dolore. Le forme del patire nella cultura occidentale (2016), Il buon uso del mondo. Agire nell’età del rischio (2015), L’edificazione di sé. Istruzioni sulla vita interiore (2015), Nietzsche e il teatro della filosofia (2011), Soggetto e fondamento. Il sapere dell’origine e la scientificità della filosofia (2010), Stare al mondo. Escursioni nel tempo presente (2008) e La salvezza senza fede (2008). Per Bollati Boringhieri ha pubblicato Giovanni Gentile filosofo europeo (1989) e Il fine della politica. Dalla «teologia del regno» al «governo della contingenza» (2019).
Per ricordare la morte del suo fondatore, Giuseppe Dossetti, avvenuta il 15 dicembre 1996, la Fondazione annualmente offre alla città di Bologna una conferenza sui grandi temi a lui cari. Negli anni sono intervenuti, tra gli altri, Tullio Gregory sui concili e la chiesa, Romano Prodi e Michel van Parys sui conflitti in medio oriente e le comunità cristiane, Giorgio Agamben e Paolo Prodi su Ivan Illich, Graziano Del Rio sull’attesa della povera gente.La Fondazione per le scienze religiose (Fscire) è un istituto di ricerca, presieduto da Alessandro Pajno e diretto da Alberto Melloni (segretario della Fondazione) che ha sede a Bologna e dal 2014 è riconosciuta come infrastruttura di ricerca nazionale per le scienze religiose. Pubblica, sviluppa, fornisce, organizza, approfondisce e diffonde la ricerca nell’ambito delle scienze religiose studiando in particolare il cristianesimo e i suoi rapporti con le altre confessioni e dal 2018 ha aperto una Biblioteca e un centro di ricerca a Palermo – intitolati a Giorgio La Pira – dedicati alle dottrine e alla storia degli Islam.La Fondazione prosegue il percorso di studio e di ricerca iniziato nel 1953 da un’idea di Giuseppe Dossetti e sviluppata dall’impegno di Giuseppe Alberigo, che ne fu per quasi mezzo secolo animatore e segretario, con il proposito di approfondire la conoscenza delle discipline storico-religiose. La scelta di un percorso storico comparativo delle religioni vuole essere lo stimolo per una partecipazione culturale e spirituale plurale capace di rispondere al grande interesse del mondo contemporaneo per le problematiche religiose. Ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Uncategorized, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Bene e il Male in Pinocchio

Posted by fidest press agency su martedì, 3 dicembre 2019

Roma. Mercoledì 4 dicembre 2019, alle 10:30, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190), si terrà il convegno “Il Bene e il Male in Pinocchio”, organizzato dalla Fondazione Nazionale Carlo Collodi in collaborazione con lo stesso ateneo.L’incontro, con ingresso libero, sarà un’occasione di riflessione sui messaggi e sui valori proposti dalla celebre fiaba, conosciuta in tutto il mondo. Attraverso il linguaggio della fantasia, Collodi ha saputo offrire ai lettori numerosi insegnamenti che ancora oggi riescono toccare il cuore delle persone.Coordinatore del convegno è il Prof. Lorenzo Franchini, che oltre a far parte della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, è anche Docente di Diritto Romano e Diritti dell’Antichità nell’Università Europea di Roma.“Pinocchio è un libro veramente universale”, spiega il Prof. Lorenzo Franchini. “Carlo Lorenzini detto Collodi era imbevuto di culture e sensibilità diverse, vuoi cristiane, vuoi laico-risorgimentali. Eppure in lui l’orizzonte dei valori rimase solidamente unitario, netta la distinzione tra bene e male, e solo da una adesione piena al primo e da un rifiuto totale del secondo poté derivare l’evoluzione del pezzo di legno in persona in carne ed ossa. C’è qualcosa di misteriosamente archetipico in questa favola, più che in ogni altra, e non c’è da stupirsi se anche in questo periodo le grandi produzioni cinematografiche e televisive si accingano a dedicarle sempre più attenzione, su scala nazionale e internazionale”.Il convegno sarà aperto dal saluto introduttivo di Padre Pedro Barrajón, L.C. Rettore Università Europea di Roma, del Prof. Umberto Roberto, Direttore del Dipartimento di Scienze Umane, del Prof. Emanuele Bilotti, Coordinatore del Corso di Laurea di Giurisprudenza, e del Prof. Luigi Russo, Vice-Coordinatore del Corso di Laurea di Scienze della Formazione Primaria.Interverranno: la Prof.ssa Marina D’Amato, Fondazione Nazionale Carlo Collodi e Università di Roma Tre (“Verità e bugia”), il Prof. Carlo Serafini, Università “La Sapienza” di Roma (“Il Bene e il Male” nelle riscritture novecentesche di Pinocchio”), il Prof. Andrea Dessardo, Università Europea di Roma (“Chiamo brutti i libri che mi annoiano. Collodi, tra parodia e intento educativo”), il Prof. Filippo Vari, Università Europea di Roma (“Pinocchio per un giurista”), il Prof. Andrea Panzarola, Università Lum “Jean Monnet”- Bari e il Prof. Aniello Merone, Università Europea di Roma (“Pinocchio e la funzione educativa del processo”). Concluderà l’incontro il dott. Pier Francesco Bernacchi, Presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I Concerti delle “Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 dicembre 2019

Roma martedì 3 dicembre 2019 alle 20.30 nell’Aula Magna della Sapienza (Piazzale Aldo Moro 5) il grande violinista americano Robert McDuffie esegue le “Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi e il Concerto per violino n. 2 “The American Four Seasons” di Philip Glass, composto su richiesta di McDuffie stesso e a lui dedicato. Con McDuffie suona l’ensemble La Barocca diretto da Ruben Jais.
I Concerti delle “Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi sono tra i brani più famosi non solo della musica classica ma della musica in assoluto: ormai si è perso il conto esatto di quanti dischi abbiano venduto, ma sono varie decine di milioni di copie. E pensare che fino a meno di un secolo fa erano totalmente dimenticati! Vari compositori moderni, spinti dall’esempio di Vivaldi, si sono cimentati col tema delle stagioni: tra questi brani ha avuto grande successo soprattutto il Concerto per violino n. 2 “The American Four Seasons” di Philip Glass, senza dimenticare le “Cuatro Estaciones Porteñas” di Astor Piazzolla.Per anni Robert McDuffie ha cercato di convincere Glass, padre e massimo esponente della musica minimalista, a scrivere un brano che potesse essere accostato alle Stagioni di Vivaldi e infine la spuntò. Mentre nel 1725 Vivaldi dedicò un Concerto a ognuna delle stagioni, nel 2009 Philip Glass riunì le quattro stagioni in un unico Concerto, diviso in quattro movimenti. “Ho accettato – dice Glass – l’idea di un brano in quattro movimenti, ma all’inizio non ero sicuro di come avrebbe funzionato in pratica la relazione tra i concerti di Vivaldi e la mia musica. Tuttavia, Robert (McDuffie) mi ha incoraggiato a iniziare la mia composizione e poi avremmo visto come si sarebbe correlata al famosissimo originale”. Quando la musica fu completata, McDuffie riconobbe immediatamente come i quattro movimenti del Concerto di Glass fossero collegati alle stagioni, ma la sua interpretazione, sebbene simile a quella dell’autore, era anche in parte diversa. “Mi è quindi sembrato – dice ancora Glass – che questa fosse l’opportunità per l’ascoltatore di dare la propria interpretazione”. Pertanto il compositore non fornisce chiari indizi su quale stagione sia rappresentata da ognuno dei quattro movimenti del suo Concerto. Un’altra particolarità di questo Concerto è la sua insolita struttura: si divide infatti in quattro movimenti, ognuno dei quali è però preceduto da un “a solo” del violino, che all’occorrenza può essere eseguito anche come pezzo a sé stante. Questa è la prima esecuzione a Roma della versione orchestrale completa.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Decima edizione del Premio di Laurea ACAT

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 dicembre 2019

Roma lunedì 9 dicembre alle ore 9.30 presso l’Aula Magna della Facoltà Valdese di Teologia in Via Pietro Cossa 40, si terrà la decima edizione del Premio di Laurea ACAT Italia 2019. Realizzato con il contributo prezioso dell’Otto per mille della Chiesa Valdese, il premio, che si propone di divulgare l’attenzione e l’interesse nel campo dei diritti umani in ambito universitario, ha avuto una diffusione notevole negli ultimi anni e ha subito una trasformazione, sintomo dei tempi. Destinato inizialmente a tesi di laurea dedicate ai temi della tortura e della pena di morte ha ampliato il proprio campo di interesse alle questioni inerenti immigrazione e diritto d’asilo. Trentuno, quest’anno, le tesi partecipanti al premio, a testimonianza di un accresciuto interesse da parte degli studenti per la tutela e la salvaguardia dei diritti umani.
Alla cerimonia di consegna del Premio, farà seguito un incontro dal titolo “Diritti oltre le sbarre”, un’occasione per parlare ancora una volta di diritti e, in questo caso, di diritti negati o violati in contesti detentivi o in situazioni di privazione della libertà personale: dal carcere, ai centri di detenzione amministrativa per migranti, fino ai trattamenti sanitari obbligatori. Un panorama ampio e complesso all’interno del quale ci faremo guidare dalle voci autorevoli dei relatori invitati per l’occasione: Daniele Garrone, pastore valdese, professore ordinario di Antico
Testamento presso la Facoltà valdese di Teologia di Roma, Mauro Palma, Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, Don Benoni Ambarus, direttore Caritas Diocesana di Roma e Valentina Calderone, presidente dell’associazione A buon diritto.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nestlé e l’Università Federico II di Napoli per identificare nuovi packaging sostenibili

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 dicembre 2019

La collaborazione, al via da settembre 2019, nasce dall’impegno preso da Nestlé che punta a rendere il 100% dei suoi imballaggi riciclabili o riutilizzabili entro il 2025. In Italia, Nestlé ha già raggiunto il 95% di materiale riciclabile all’interno dei packaging dei propri prodotti, trovandosi perfettamente in linea con gli obiettivi. In questa direzione, l’Università mette a disposizione il Dipartimento di Scienze Chimiche, un centro d’eccellenza nel campo della scienza dei polimeri, che dispone delle risorse e del know-how necessari per svolgere attività di ricerca scientifica nel campo dello sviluppo di materiali polimerici innovativi.Il contributo della Federico II fa parte di una serie di partnership internazionali, tra le quali figurano quella con PureCycle Technologies, azienda con base a Chicago specializzata nella rimozione di colori, odori e contaminanti dai rifiuti di plastica per trasformarli in una resina vergine e con Danimer Scientific, azienda della Georgia che sta sviluppando una bottiglia riciclabile e biodegradabile in mare. Non è la prima volta che Nestlé e il Dipartimento di Scienze Chimiche incrociano le loro strade: già 10 anni fa nell’ambito del progetto Axia – in collaborazione con la CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) – la Federico II aveva ricevuto il sostegno di Nestlé per la ricerca di nuovi materiali polimerici per l’imballaggio rigido e flessibile di alimenti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce alla Khalifa University di Abu Dhabi il Joint Lab for Embodied Artificial Intelligence

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 dicembre 2019

Elio Franzini, Rettore dell’Università degli Studi di Milano, e Arif Al Hammadi, Executive Vice President della Khalifa University of Science and Technology di Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti, hanno siglato oggi a Milano, nel rettorato della Statale un accordo per la creazione del Joint Lab for Embodied Artificial Intelligence, con sede alla Khalifa University presso il nuovo Artificial Intelligence and Intelligent System Institute diretto dal Prof. Ernesto Damiani.La Khalifa University è la prima Università degli Emirati e la seconda nel mondo arabo secondo i principali ranking internazionali. L’Artificial Intelligence and Intelligent System Institute creato presso la Khalifa University riunisce sette diversi Centri di Ricerca attivi nella robotica, nell’apprendimento computazionale, nelle architetture di calcolo ad alte prestazioni, nei sistemi cyber-fisici, nella sicurezza informatica e nell’analisi dei dati.Il Joint Lab for Embodied AI è il risultato di un accordo trilaterale che coinvolge anche la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e rappresenta il primo laboratorio dell’Università Statale di Milano operativo al di fuori dell’Italia. Il laboratorio costituirà un punto di snodo della cooperazione fra le tre istituzioni, che vantano competenze di altissimo livello, diverse ma complementari, nel campo dell’intelligenza artificiale applicata e dei sistemi intelligenti (Khalifa University), della bio-robotica (Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa) e dei modelli per organismi biologici complessi (Università degli Studi di Milano). Al Joint Lab istituito presso l’Università di Khalifa si affiancherà una seconda struttura presso l’Università di Milano.L’intelligenza artificiale embodied (intelligenza artificiale negli organismi) è un’area di ricerca interdisciplinare che si occupa dell’applicazione dell’intelligenza artificiale a sistemi altamente complessi, sia biologici che artificiali, utilizzando l’apprendimento computazionale per identificane la struttura e il comportamento. I risultati di questa identificazione sono usati per fare previsioni sull’evoluzione futura dei sistemi e decidere gli interventi necessari per raggiungere gli obiettivi terapeutici o di ottimizzazione.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Videomapping contest FUTURE+CITY

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 novembre 2019

Teramo. Si terrà il prossimo 30 novembre in Piazza Martiri della Libertà a Teramo il videomapping contest FUTURE+CITY, promosso dall’Associazione Tetraktis – Istituto di cultura urbana, ed organizzato dalla Scuola di Architettura e Design di Unicam, sede di Ascoli Piceno, con il coordinamento scientifico del prof. Daniele Rossi.In occasione dell’inaugurazione della mostra sui progetti presentati al concorso di idee per la progettazione della cittadella della cultura a Teramo, che nascerà dal recupero dell’Ex Ospedale psichiatrico Sant’Antonio Abate, l’Istituto di cultura urbana Tetraktis ha voluto promuovere una riflessione sul tema della cittadella della cultura e sul futuro della città di Teramo. Più in generale, il tema della città del futuro è stato d’ispirazione per tutti i concorrenti.
Mediante i contenuti audiovisivi proiettati, i partecipanti al contest, studenti, giovani laureati e professionisti, avranno l’opportunità di raccontare la propria idea di futuro della città e di città del futuro.
A partire dalle ore 19.00 sulla facciata del Duomo di Teramo saranno proiettati i video di tutti gli iscritti. La premiazione avverrà al termine delle proiezioni ed i vincitori saranno decretati dalla commissione composta da un membro dell’Istituto di cultura urbana Tetraktis, e dai rappresentanti della Facoltà di Scienza delle Comunicazioni dell’Università di Teramo e della Scuola di Architettura e Design di Unicam, che valuteranno sia l’aspetto tecnico che quello artistico.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I manoscritti greci della Biblioteca Palatina

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 novembre 2019

Parma giovedì 28 novembre, dalle 9.30, al salone Maria Luigia della Biblioteca Palatina giornata di studio Parma 32° 43’ 30°. I manoscritti greci della Biblioteca Palatina: codice, testo e immagine La giornata giunge a conclusione del progetto di digitalizzazione dei manoscritti greci palatini e parmensi del fondo de’ Rossi, approvato dalla Commissone Ricerca del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali e curato da Massimo Magnani. La digitalizzazione dei manoscritti è stata possibile grazie alle donazioni liberali di Alberto Chiesi (Chiesi SpA) e di Andrea Toso (Dallara).L’evento, promosso e sostenuto dall’Ateneo, coinvolge studiosi di paleografia, codicologia e filologia greca di rilevanza internazionale e sarà accompagnato dall’esposizione dei manoscritti nella Galleria “Petitot”, a cura della Biblioteca Palatina e precisamente di Paola Cirani (direttrice) e Maria Elisa Agostino. Le riproduzioni digitali e le relative schede codicologico-paleografiche saranno prossimamente accessibili sul portale Manus OnLine, curato dall’Istituto centrale per il catalogo unico. Dopo i saluti istituzionali di Simone Verde (direttore del Complesso Museale della Pilotta), di Paola Cirani (direttrice della Biblioteca Palatina) e, per l’Università di Parma, di Simonetta Anna Valenti (Pro Rettrice con delega per l’Internazionalizzazione) e di Marco Mezzadri (vicedirettore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali), la sessione mattutina, presieduta da Paola Degni (Università di Bologna), sarà inaugurata dall’intervento di Paolo Eleuteri (Università Ca’ Foscari Venezia), autore del catalogo scientifico I manoscritti greci della biblioteca Palatina di Parma (Milano, Il polifilo, 1993), quindi di Giuseppe Ucciardello (Università di Messina), Stefano Martinelli Tempesta (Università di Milano La Statale) e Renate Burri (Università di Berna). Nella prima sessione pomeridiana, presieduta da Paolo Eleuteri, interverranno Elisa Bianchi e Paola Degni (Università di Bologna), Paolo Scattolin (Università di Verona) e Mariella Menchelli (Università di Pisa). Nella seconda sessione pomeridiana, presieduta da Renate Burri, chiuderanno i lavori le relazioni di Daniele Bianconi (Università di Roma Sapienza) e Nicola Reggiani (Università di Parma).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” forma i nuovi Data Scientist

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 novembre 2019

Il prossimo 3 febbraio 2020 partirà all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” a Roma, in collaborazione con SAS, la settima edizione del Master di II livello in Customer Experience & Social Media Analytics. E’ il primo master in Italia che ha l’obiettivo di formare Data Scientist, scienziati dei dati capaci di trasformare in conoscenza i Big Data, ed esperti altamente qualificati che, nell’ambito del settore Sales & Marketing di organizzazioni pubbliche e private, siano in grado di pianificare, implementare e monitorare strategie e piani di marketing.Molte le aziende che promuovono questo Master, fornendo ai candidati più meritevoli borse di studio a copertura parziale dei costi di iscrizione, oltre all’opportunità di accedere alle borse INPS per figli di dipendenti pubblici e alle borse istituite dalle Regioni.
Il 2 dicembre avrà luogo l’Open Day presso l’Università degli studi di Roma “Tor Vergata” nell’Aula TL della Facoltà di Economia. Interverrà il prof Enrico Giovannini, sul tema “La Data Revolution per lo sviluppo sostenibile: opportunità e rischi per le imprese e la società”.Sempre nei primi giorni di Dicembre verrà pubblicato il Bando sul sito del Master che darà il via alle procedure di ammissione.La didattica full time del Master alterna momenti di lezione frontale, esercitazioni pratiche e testimonianze aziendali. L’approccio pratico consente agli studenti di provare in laboratorio le conoscenze teoriche acquisite anche grazie alla presenza di esperti di SAS e delle aziende partner che trasferiranno agli studenti le loro competenze maturate presso i clienti. I corsi sono contenuti in quattro macro moduli:Generale, dove si acquisiscono le conoscenze di Digital Marketing e Management, Programmazione in Python, Programmazione SAS, Advanced Statistical Reasoning; Analytics, con i corsi di Data Mining & Web Mining, Big Data Exploration & Visualization, Machine Learning & Deep Learning;
Social Media Analytics, dove si approfondiranno le tematiche dei Social Media & Textual Analysis, Sentiment Analysis e la Social Network;
Customer Experience, dove si vedranno le tecniche legate all’ottimizzazione delle Campagne di Marketing (Marketing Automation) e al Real Time Decision Management.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bombardieri e Granata, due grandi promesse della musica italiana in concerto

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 novembre 2019

Roma La stagione concertistica dell’Associazione Roma Sinfonietta presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” prosegue mercoledì 27 novembre 2019 alle 18.00 nell’Auditorium “E. Morricone” (Università di Roma “Tor Vergata”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) con due grandi promesse della musica italiana, il direttore d’orchestra Cosimo Bombardieri e il pianista Francesco Granata, che si cimenteranno in un programma interamente beethoveniano, dove potranno far vedere quel che realmente valgono. Si tratta di tre sublimi capolavori del periodo “eroico” di Ludwig van Beethoven: Cosimo Bombardieri dirigerà l’Orchestra Roma Sinfonietta le due grandi ouverture Coriolano op. 62 e Egmont op. 84 e poi il Concerto n. 4 per painoforte e orchestra, op. 58, con Francsco Granata come solista.
Le due ouverture furono scritte come introduzione a due grandi tragedie: il Coriolano di Shakespeare rielaborato da un poeta tedesco oggi dimenticato e l’Egmont di Goethe. In comune hanno l’eroismo nell’accezione etica incui l’intendeva Beethoven: eroe non è chi trionfa sui campi di battaglia ma chi sacrifica sé stesso in nome di grandi principi etici. Coriolano affronta la morte per non tradire la patria, che pure è stata ingiusta nei suoi confronti. Egmant lotta per la libertà dei Paesi Bassi contro l’oppressione spagnola e viene condannato a morte: ma salire al patibolo non è per lui una sconfitta ma l’ascesa alla gloria imperitura. Per questi sgegtti Beethoven scrisse una musica dai forti contrasti, che rappresetano gli opposti principi della libertà e dell’oppressione, della giustizia e della violenta sopraffazione, dell’amore per l’umanità e dell’amore per il potere. Il Concerto n. 4 ci rivela un’altra faccia di Beethoven. È una musica fondamentalmente serena e gioiosa, in cui Beethoven raggiunge una straordinaria libertà formale anche all’interno di un’architettura musicale ampia e complessa. Da sempre è una delle sue composizoni più amate sia dai pianisti sia dal pubblico.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Idee e buone pratiche per la scuola primaria oggi

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 novembre 2019

Roma Giovedì 28 novembre 2019 l’Università Europea di Roma organizza il seminario di studi “Idee e buone pratiche per la scuola primaria oggi”, dalle 9:30 alle 17:30, in via degli Aldobrandeschi 190, con ingresso libero. Vi prenderanno parte i docenti di discipline pedagogiche dell’Ateneo (Andrea Dessardo, promotore dell’iniziativa, Gianluca Amatori, Francesca Bracci e Stefano Zucca; ma anche Rebecca Honorati e Luigia Palmiero, tutor dei tirocini e docenti di psicologia) e alcuni colleghi dalla LUMSA, dall’Università degli Studi di Bergamo, quella di Torino e dall’ISSR dell’Ateneo Pontificio “Regina Apostolorum”.Le conclusioni saranno affidate al prof. Giuseppe Tognon, ordinario di Storia dell’educazione alla LUMSA di Roma e, in quanto sottosegretario alla Ricerca dal 1996 al 1998, tra i principali autori della riforma del corso di laurea in Scienze della formazione primaria.Il seminario è stato pensato nell’ambito del Corso di laurea magistrale in Scienze della formazione primaria dell’Università Europea di Roma che il prossimo anno, avendo ormai attivato il quinto anno di corso, è pronto a laureare i suoi primi studenti, futuri maestri nelle scuole primaria e dell’infanzia. “L’insegnamento è certamente una missione – spiega il Prof. Andrea Dessardo, promotore del seminario – ma è anche un mestiere delicato che richiede continuo aggiornamento. L’incontro vuole dunque offrire alcuni spunti, toccando alcune delle competenze specifiche richieste oggi, più che nel passato, ai maestri di scuola primaria. Particolare spazio sarà dedicato al trattamento delle disabilità e dei disturbi specifici dell’apprendimento; senza soffermarsi sulla didattica delle singole discipline, il seminario intende però illustrare le più importanti competenze che un maestro moderno deve padroneggiare nella scuola di oggi, chiamata a tessere alleanze educative non solo con la famiglia, ma con i più diversi soggetti, aiutando a riconnettere una rete sociale spesso sfilacciata. Saranno offerti momenti di riflessione sulle attività di tirocinio, elemento fondamentale nella formazione del maestro, e su proposte didattiche come il service learning e il metodo Montessori”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »