Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 299

Archive for the ‘Università/University’ Category

University

24° Congresso Mondiale di Filosofia

Posted by fidest press agency su martedì, 14 agosto 2018

E’ iniziato il 13 agosto nella Sala Grande del Popolo di Pechino. Il conclave di pensiero si riunisce sotto il motto “Imparare ad essere umani” e si svolgerà durante tutta la settimana, fino al 20.Gli interventi e i dibattiti previsti promettono un lunghissimo viaggio attraverso diversi sistemi di pensiero, approfondendo con particolare rilevanza le discipline filosofiche dell’Oriente, ma anche dando luogo a nuove proposte.Tra questi Vito Correddu, ricercatore presso il Centro Studi Umanisti Salvatore Puledda di Roma, sarà presente a nome del Centro Mondiale di Studi Umanisticon una dissertazione su “La Rivoluzione come modo per essere completamente umani” venerdì prossimo, 17 Agosto.Insieme a lui, Mehdi Parsakhanqah (Università Allameh Tabataba’i, Teheran), Anastasiya Kriman (Università Statale Lomonosov, Mosca), Mirko Garasic (Cattedra UNESCO di Bioetica e Diritti Umani, Roma) e Youngmin Kim (Università Dongguk, Seul) interverranno alla tavola rotonda “Umanesimo e Post-Umanesimo”, moderata da Sigridur Thorgeirsdottir dell’Università d’Islanda. Il programma prevede centinaia di presentazioni, tavole rotonde, masterclass e sessioni plenarie, che riuniranno senza dubbio non solo le migliori intuizioni e analisi del passato, ma cercheranno anche di risolvere in una sintesi armoniosa le questioni del presente e le prospettive della vita umana nel futuro. (by Pressenza international press agency About The Author Centro Mundial de Estudios Humanistas)

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The 24th World Congress of Philosophy began on August 13 at the Great Hall of the People in Beijing

Posted by fidest press agency su martedì, 14 agosto 2018

The conclave of thought meets under the motto “Learning to be Human” and will take place throughout the week, to be closed on the 20th.The planned panels promise a very long journey through different systems of thought, deepening with special relevance into the philosophical disciplines of the East, but also giving rise to new proposals.Among these, Vito Correddu, a researcher at the Salvatore Puledda Centre of Humanist Studies in Rome, will be present on behalf of the World Centre for Humanist Studies. He will speak about “The Revolution as a way to be completely human” on Friday 17 February.Together with him, Mehdi Parsakhanqah (Allameh Tabataba’i University, Tehran), Anastasiya Kriman (Lomonosov State University, Moscow), Mirko Garasic (UNESCO Chair in Bioethics and Human Rights, Rome) and Youngmin Kim (Dongguk University, Seoul) will be presenting at the “Humanism and Post-Humanism” table, moderated by Sigridur Thorgeirsdottir from the University of Iceland.The programme includes hundreds of presentations, round tables, master classes and plenary sessions, which will undoubtedly bring together not only the best intuitions and analyses of past times, but will also attempt to resolve in a harmonious synthesis questions of the present and perspectives of human life in the future. (by Pressenza international press agency About The Author Centro Mundial de Estudios Humanistas)

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

All’Università di Parma Delegazione della Hanoi University of Home Affairs

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

Parma. Una delegazione della Hanoi University of Home Affairs è stata ricevuta nei giorni scorsi all’Università di Parma. Ad accogliere gli ospiti, guidati dal Rettore Nguyen Ba Chien, sono stati i Pro Rettori Simonetta Anna Valenti (Internazionalizzazione) e Fabrizio Storti (Terza missione). Con loro Guglielmo Wolleb, Delegato a Progetti e programmi per titoli multipli e congiunti con Atenei Internazionali, Barbara Panciroli, Vice Direttore generale, Alessandro Bernazzoli, responsabile della U.O. Internazionalizzazione, Paolo Fabbri, docente del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali, e alcuni funzionari dell’Ateneo. Nel corso dell’incontro, che ha avuto esiti estremamente positivi, sono state gettate le basi per future collaborazioni tra le due Università, i cui vertici a breve firmeranno un accordo ad hoc.
Il meeting si è concluso con la visita del Campus Scienze e Tecnologie.
La Hanoi University of Home Affairs è sotto la diretta supervisione del Ministero dell’Interno vietnamita. Ha 4 campus, 8 dipartimenti amministrativi, 8 facoltà, 3 centri. Si occupa in particolare di formazione universitaria e post-universitaria e ricerca in pubblica amministrazione, politica pubblica, giurisprudenza, management sociale, culturale, pubblico e delle risorse umane.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pompei: nuovi scavi e ricerche

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

A Pompei proseguono le attività di ricerca e di studio condotte in collaborazione con università italiane e straniere in città e nel suburbio. Dal Foro Triangolare al Tempio di Esculapio, dalle fulloniche della Regio VI alla Necropoli di Porta Sarno, dalle botteghe di via dell’abbondanza nell’Insula VII, alla Casa del Leone presso l’Insula Occidentalis sono diverse le campagne di studio condotte dal Parco archeologico in collaborazione con l’Università Federico II o le concessioni come quelle dell’Università degli Studi di Genova, l’ École Française de Rome e l’Università di Rouen, la Universidad Europea de Valencia sotto la supervisione del Parco, nonché l’attività di scavo presso il sito di Civita Giuliana con il supporto della Procura della Repubblica di Torre Annunziata.
Le indagini di scavo del 2017 avevano portato alla luce due tratti murari posti in prossimità della Schola (tomba a esedra): il primo, una porzione di muro in grandi blocchi di tufo, rinvenuto dal Maiuri, l’altro un muro in opera incerta. Le indagini hanno analizzato il rapporto tra i due tratti murari rintracciati, per chiarirne la cronologia e contribuire a definire lo sviluppo delle mura urbane in questo tratto e la loro strutturazione nel corso del tempo. E’ molto probabile che questo settore del Foro Triangolare fosse interessato tra III e II secolo a.C. dalla presenza di un imponente sistema difensivo costituito da una struttura a doppia cortina e nucleo interno.Nell’ambito dello stesso progetto è stato condotto e concluso lo scavo al Tempio di Esculapio (Asclepio in greco), posto nel Quartiere dei Teatri, all’incrocio tra via di Stabia e la cosiddetta via del Tempio di Iside, allo scopo di riesaminare la struttura dell’edificio per ricostruirne le fasi edilizie, dalla sua costruzione all’eruzione del 79 d.C.
L’evoluzione delle installazioni produttive e le produzioni tessili e dell’antica Pompei, sono, invece, oggetto del programma di ricerca “Spazi urbani di produzione e storia delle tecniche a Pompei e Delo” condotto dall’ École Française de Rome e dall’Università di Rouen sulle fulloniche e su una bottega della Regio VI, con l’obiettivo di comprendere il funzionamento dell’economia urbana attraverso le attività produttive di due città antiche.
Presso la necropoli di Porta Sarno, invece, durante uno scavo di emergenza del 1998-99 furono scoperte alcune tombe sannitiche e due recinti funerari romani. Quest’estate si è avviata la prima campagna del progetto di studio e indagine scientifica , oggetto della convenzione con il Colegio de Doctores y Licenciados de Valencia, la Universidad Europea de Valencia e l’Institut Valencià de restauració I Conservació sotto la direzione di R. Albiach e L. Alapont, finalizzata al restauro dei monumenti funerari e alla documentazione fotogrammetrica e planimetrica della necropoli.Gli scavi archeologici in alcune botteghe di Via dell’Abbondanza (in corrispondenza della Regio VII, Insula 14,) condotti dall’Università degli studi di Genova (coordinamento equipe universitaria prof. Silvia Pallecchi), hanno permesso il recupero di varie tipologie di materiali (ceramica, intonaci, metalli, reperti faunistici, malacofauna, monete, carporesti), utili per la comprensione di questi spazi e della loro articolazione in un periodo compreso tra il II sec. a.C. ed il 79 d.C. Lo studio, attualmente in corso, dei reperti qui ritrovati è preziosa fonte di informazione sugli aspetti della vita quotidiana, degli usi e costumi degli abitanti di Pompei.Presso l’Insula Occidentalis, un nuovo tratto del peristilio della Casa del Leone (VI 17, 25), è emerso nel corso delle recenti indagini condotte dal Parco, in collaborazione con l’ Università di Napoli Federico II, (coordinatore dell’equipe universitaria Prof. Luigi Cicala). L’area del peristilio, posta su uno dei terrazzamenti inferiori del complesso abitativo era, difatti, stata reinterrata dopo gli scavi borbonici. Oggi lo studio di tali ambienti e’ fondamentale, anche in funzione del progetto di musealizzazione del soprastante Laboratorio di Ricerche Applicate.Nel suburbio settentrionale dell’antica Pompei, in località Civita Giuliana, infine, il Parco Archeologico di Pompei ha ripreso gli scavi nell’area di una grande villa rustica oggetto di cunicoli clandestini intercettati dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Gli scavi negli scorsi mesi hanno portato in luce cinque ambienti pertinenti al quartiere servile della villa. E’ stato possibile realizzare i calchi di due letti e per la prima volta, il calco integro di un cavallo, rinvenuto con gli elementi della bardatura nella stalla di fronte a una mangiatoia. L’intervento, da poco avviato in un’ottica di tutela del territorio, mira a completare lo scavo della stalla dove è stato rinvenuto l’equino, riportando in luce tutto l’ambiente e le murature perimetrali.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio per due studentesse del Master in Turismo Culturale dei Territori

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Parma. Da Sinapsi Group due premi da mille euro per due studentesse del Master in Turismo Culturale dei Territori dell’Università di Parma: le vincitrici, Carlotta Stefanini e Patrizia Ferrari, saranno inoltre accolte dall’azienda di consulenza commerciale parmigiana per mettere in pratica quanto appreso in aula; potranno così cimentarsi nelle strategie di sviluppo del territorio attraverso la promozione e la riqualificazione di specifiche zone cittadine, cercando di individuare opportunità strategiche di crescita dei flussi turistici in entrata affiancate dai professionisti di Sinapsi Group.I progetti sono stati valutati da una commissione formata da cinque docenti dell’Università di Parma, tra i quali il prof. Salvatore Puliatti, presidente del Master, e da Davide Battistini, amministratore unico di Sinapsi Group, sulla base di alcuni criteri tra i quali l’idea progettuale, la definizione del valore aggiunto, la selezione dei partner, le attività di networking, la definizione del budget, la pianificazione e programmazione delle attività e la modalità di monitoraggio dei risultati.Sinapsi Group ha inoltre dato la possibilità a un proprio dipendente di partecipare gratuitamente al Master in Turismo Culturale dei Territori dell’Università di Parma, percorso formativo post-lauream che intende formare figure di elevato profilo professionale capaci di unire a un’organica preparazione tecnico-giuridica nella legislazione dei beni culturali e del turismo approfondite competenze culturali, economico-manageriali e comunicative legate al settore delle Digital Humanities, in costante e rapida evoluzione.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetti internazionali: all’Università di Parma 285mila euro per la mobilità extra UE

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Per il terzo anno su quattro, l’Università di Parma ottiene dall’Agenzia Nazionale Erasmus+ l’approvazione di importanti progetti per la mobilità internazionale di studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo: 285.000 euro saranno a disposizione dell’Ateneo per il supporto alla mobilità verso Myanmar, Tanzania e Ucraina; l’iniziativa con il Myanmar è stata finanziata al 100% del budget richiesto, come successo a pochi altri Atenei in Italia.
“Questi finanziamenti – commenta la Pro Rettrice all’Internazionalizzazione Simonetta Valenti – premiano il valore dei progetti dell’Università di Parma e l’impegno dei Docenti del nostro Ateneo, nel favorire lo scambio internazionale, sia a livello della didattica, sia a livello della ricerca. Ad essi siamo particolarmente grati per il lavoro svolto con passione e dedizione. L’internazionalizzazione è infatti una delle linee di attività e di sviluppo strategiche dell’Ateneo, che negli scambi e nella mobilità internazionale di studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo crede molto: tanto più in un contesto come quello attuale, sempre più globale. Il fatto che l’Agenzia Nazionale Erasmus+ approvi e finanzi le nostre proposte testimonia che ci stiamo muovendo nella giusta direzione”.I fondi sono disponibili a seguito dell’approvazione dei progetti di mobilità internazionale presentati dall’Ateneo di Parma lo scorso febbraio nell’ambito dell’Azione International Credit Mobility (KA017) del Programma Erasmus+. Nei prossimi due anni saranno erogate 67 borse di mobilità: 18 in uscita e 49 in entrata, queste ultime, in particolare, per consentire la crescita e la collaborazione scientifica con realtà strategiche dell’Asia e dell’Africa, secondo le linee di sviluppo indicate dalla CRUI (Conferenza dei Rettori Italiani) e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione (MAECI).Il progetto, appena approvato, si aggiunge alle precedenti esperienze già “premiate” con un finanziamento comunitario, per un contributo complessivo di oltre 845.000 euro, destinato a opportunità di mobilità al di fuori dell’Europa (Bielorussia, Brasile, Russia, Kyrgyzstan, Myanmar, Tanzania, Ucraina).A tutto ciò vanno poi aggiunti gli 840.508 euro per la mobilità 2017/2018 e gli 869.505 per la mobilità 2018/2019 per gli scambi Erasmus+ “tradizionali” all’interno dell’Unione Europea: i finanziamenti più alti ottenuti dalla partecipazione dell’Università di Parma al Programma Erasmus (dal 1989), per una mobilità di circa 400 studenti ogni anno.Non va infine dimenticato il Programma di Ateneo Overworld, finanziato con propri fondi dall’Università di Parma per sostenere la mobilità di studenti e docenti verso Università al di fuori dell’Europa, per il quale, in soli quattro anni di vita, gli studenti partecipanti sono passati da 64 a 180.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Previsioni sulla crescita economica con la fisica dei sistemi complessi

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

Un articolo pubblicato online questa settimana sulla rivista Nature Physics riporta un nuovo metodo di previsione per la crescita del Prodotto interno lordo (PIL) che integri e supporti le previsioni del Fondo Monetario Internazionale. Il nuovo approccio di previsione considera la crescita economica come un sistema fisico le cui dinamiche possono essere predette analizzando i dati di esportazione a livello di prodotto, tramite tecniche derivate dalla fisica dei sistemi complessi.Sistemi di modellazione così elaborati quali l’economia di un paese sono estremamente complicati e impegnativi. Sebbene gli economisti possano accedere a una quantità sempre maggiore di dati, produrre risultati affidabili e riproducibili rimane qualcosa tutt’altro che banale. Un aiuto potrebbe arrivare dalla fisica della complessità, dove esistono delle tecniche per modellare quei sistemi che non possono essere compresi, in termini di componenti individuali -come, ad esempio, la diffusione delle epidemie, o i movimenti del traffico.Andrea Tacchella e i suoi colleghi sviluppano un metodo per la previsione del PIL basato sull’idea che un sistema complesso e la cui dinamica microscopica non è nota, possa essere previsto ricercando tra i dati storici disponibili un analogo vicino e osservandone l’evoluzione temporale. Tali metodi funzionano in maniera affidabile solo quando il sistema utilizzato è di bassa dimensionalità -dove la dimensione corrisponde al numero di variabili considerate. L’aggiunta incontrollata di ulteriori dati, quindi, produce risultati meno affidabili. Gli autori del metodo dimostrano, invece, che è possibile fare una previsione del PIL competitiva usando un modello con sole due dimensioni, inserendo il PIL pro capite di un paese e la sua “Fitness”. Quest’ultima è una quantità che caratterizza la competitività di un paese, che gli autori ricostruiscono dai dati di esportazione, tramite opportuni algoritmi matematici.
Confrontando le loro previsioni con quelle stimate sulla base di dati passati pubblicati dal Fondo Monetario Internazionale, gli autori dimostrano che le loro previsioni sono, in media, del 25% più accurate.Inoltre, gli errori dei modelli non sono correlati – ciò suggerisce che i due forniscono visioni complementari circa la crescita del PIL, offrendo un potenziale per previsioni combinate migliori. (fonte: La previsione del PIL come sistema fisico dinamico di A. Tacchella, D. Mazzilli e L. Pietronero – Nature Physics – DOI: 10.1038/s41567-018-0204-y L. Pietronero (Univ. Sapienza e ISC-CNR, Roma, Italia).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Camerino: inaugurato il nuovo studentato

Posted by fidest press agency su martedì, 7 agosto 2018

Oggi a Camerino, nelle Marche, è stato inaugurato il nuovo studentato universitario, realizzato grazie al contributo finanziario della Provincia autonoma di Trento, di quella di Bolzano e del Land austriaco del Tirolo. Dal prossimo ottobre, con l’inizio del nuovo anno accademico, ospiterà 456 studenti. Alla cerimonia sono intervenuti il rettore Claudio Pettinari, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Salvatore Giuliano, il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, l’assessore provinciale alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi, il commissario straordinario alla ricostruzione Paola De Micheli, il capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui.
“Vi porto il saluto dei presidenti Kompatscher e Platter con i quali abbiamo condiviso la volontà di realizzare questo studentato – ha sottolineato il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi – Abbiamo deciso di rispondere affermativamente alla richiesta che ci era stata fatta perché per noi la speciale autonomia che caratterizza il Trentino significa, innanzi tutto, responsabilità e disponibilità a mettersi al servizio di chi ha bisogno di un aiuto. Il nostro sì è la risposta di un popolo abituato a darsi da fare e ad esercitare con responsabilità l’autogoverno. Sono convinto che i cittadini trentini siano orgogliosi di questa inaugurazione e che il valore dei territori ed il lavoro in squadra siano decisivi per il nostro Paese. Concludo con l’augurio di continuare a crederci come ci hanno creduto tutti quelli che in questi mesi hanno reso possibile la realizzazione di quest’opera”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master in “Turismo Culturale dei Territori”

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 agosto 2018

Parma. È stato pubblicato sul sito web dell’Università di Parma il bando (link https://www.unipr.it/node/21724) per il Master di I livello in “Turismo Culturale dei Territori” 2018-19, rivolto a laureati triennali o magistrali che intendono qualificarsi nel campo del turismo culturale per essere in grado di elaborare strategie di sviluppo del territorio a sostegno di enti pubblici o imprese private.Le iscrizioni alla selezione d’accesso al Master, promosso dal Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali, devono essere effettuate on line sul sito web di Ateneo entro il 12 novembre 2018, cliccando sul banner “Iscrizioni on line” http://www.unipr.it/iscrizioni, scegliendo la voce “Iscrizione a corsi post laurea ed Esami di Stato” e seguendo la procedura guidata.Il Master mira a formare “Progettisti in Turismo Culturale dei Territori”, figure di elevato profilo che uniscano a un’organica preparazione tecnico-giuridica nella legislazione dei beni culturali e del turismo approfondite competenze culturali, economico-manageriali e comunicative-informatiche idonee a consentirne l’inserimento nei processi di valorizzazione turistica delle risorse che costituiscono il peculiare patrimonio culturale degli ambiti territoriali in cui operare.I “Progettisti” che usciranno dal Master saranno in grado di individuare le opportunità strategiche di crescita del turismo nel territorio di riferimento, in modo da inserirsi a pieno titolo nei processi di valorizzazione turistica in contesti sia pubblici (istituzioni, enti) sia privati (imprese).Gli insegnamenti affronteranno tematiche tecnico-giuridiche, culturali-comunicative ed economico-manageriali, grazie a una collaborazione tra i Dipartimenti di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali, delle Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali (DUSIC) e delle Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma.
Il percorso formativo del Master, che durerà da gennaio a dicembre 2019 per un totale di 1.500 ore (esame finale tra gennaio e marzo 2020), si articola in didattica frontale e seminariale, attività integrative di carattere pratico-operativo e tirocini formativi o project work in enti pubblici e privati.
Il Master è rivolto a chi sia in possesso di una laurea triennale, quinquennale, specialistica, magistrale o di vecchio ordinamento. È considerato titolo preferenziale il possesso di un diploma di laurea afferente a uno di questi ambiti: giuridico, politologico e delle relazioni internazionali, umanistico, sociologico, economico.
La prova di selezione si svolgerà il 21 novembre 2018 alle 10 nell’Aula 1 del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali (via Università, 12).

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C’è tempo fino al 10 agosto per iscriversi agli incontri gratuiti organizzati dall’Università di Parma

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 agosto 2018

Parma. Per gli studenti che per l’anno accademico 2018-2019 intendono partecipare alle prove di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nazionale. Per iscriversi è necessario compilare i form online aperti sul sito web di Ateneo fino a venerdì 10 agosto alle 12:
https://www.unipr.it/node/20880 per i corsi di area medico-sanitaria
https://www.unipr.it/node/20881 per il corso di Architettura Rigenerazione Sostenibilità
Gli studenti interessati ai test per l’ammissione ai corsi di Professioni sanitarie, Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentaria e Medicina Veterinaria per l’anno accademico 2018-2019 potranno partecipare gratuitamente, dal 23 al 31 agosto 2018, ad alcune lezioni che forniranno un inquadramento sui contenuti essenziali delle principali discipline oggetto delle prove di ammissione e sulle modalità di svolgimento dei test. Le lezioni saranno tenute da alcuni docenti dei Dipartimenti di Medicina e Chirurgia, Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale, Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche e Scienze Medico-Veterinarie e si terranno nelle Aule Nuove dell’Ospedale Maggiore, in via Gramsci 14.
Per gli studenti che provengono da fuori sede, ER.GO – Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori mette a disposizione un certo numero di alloggi nella Residenza universitaria Volturno, in via Rossellini 1, al costo di 140 euro per l’intero periodo 22-31 agosto. La domanda dovrà essere presentata, inviando una e-mail con i propri dati personali, al sito istituzionale http://www.er-go.it, ERGO RISPONDE/SCRIVICI, con l’intestazione “Corso di preparazione Università di Parma – Richiesta Alloggio”. Le domande verranno accolte fino ad esaurimento dei posti: lo studente riceverà comunque una e-mail, sia in caso di disponibilità (con le indicazioni del pagamento), sia in caso di indisponibilità.
Per gli studenti interessati al test di Architettura Rigenerazione e Sostenibilità si terrà un incontro di informazione e orientamento lunedì 3 settembre, dalle ore 10 alle ore 13, nell’Aula A della Sede Didattica di Ingegneria – Campus Scienze e Tecnologie – Parco Area delle Scienze 69/A. L’incontro sarà tenuto da alcuni docenti del Dipartimento di Ingegneria e Architettura.
Per informazioni relative alla didattica dei corsi: prof. Stefano Grolli, (per il corso di lezioni relative all’area medico-sanitaria) prof.ssa Eva Coisson, (per l’incontro relativo ad Architettura Rigenerazione e Sostenibilità)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adtalem Global Education Announces Barbados as New Location for Ross University School of Medicine

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 agosto 2018

Adtalem Global Education (NYSE: ATGE), a leading global education provider, today announced it is relocating Ross University School of Medicine (RUSM)’s medical sciences campus to Barbados. The academic center will be in Bridgetown, leveraging existing facilities centrally located in the vibrant capital city. Student housing will be located in the parish of Christ Church at an existing housing community that includes access to a community center, shopping, day care, student services and transportation to campus. Students will begin the January 2019 semester at the new location, pending final regulatory approval from the U.S. Department of Education.
Prime Minister Mottley, in welcoming Ross University to Barbados, said, “This is the type of investment that is very important to the advancement of the Barbadian economy, and which will also add immeasurably to our diversity. I am confident that this prestigious university campus will impact significantly on the Barbadian landscape on many levels. We are committed to transforming Barbados into a hub for educational and medical services, including educational and medical tourism. We recognise that these areas of tourism are among the fastest growing areas in travel and tourism worldwide. This venture will be an important pillar in that mission. We are very proud of our infrastructure and expect RUSM students and faculty to settle very quickly within our community, benefitting not only academically but also from the rich cultural experiences that they will have while living here.”
Founded in 1978, RUSM is a significant contributor to the U.S. medical workforce. RUSM’s 14,000 diverse alumni practice medicine throughout North America and across all specialties, including a high percentage of graduates who enter the in-demand field of primary care. In September of 2017, Dominica was severely damaged by Hurricane Maria, causing devastation to the island, its buildings and infrastructure, and leading to the safe evacuation of our students and faculty. Since that time, the institution has maintained the quality and continuity of its medical education program at temporary locations while damage assessment, repair and rebuilding has occurred on the Dominica campus.Adtalem is very mindful of the people of Dominica and the needs of the community, and is creating a plan in close coordination with Prime Minister Roosevelt Skerrit and the government of Dominica that will take these matters into meaningful consideration, including an appropriate transition of our campus property and buildings. Furthermore, Adtalem is committed to providing support to colleagues during the transition.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Borse di studio su Due diligence e regolarizzazione dei patrimoni immobiliari

Posted by fidest press agency su domenica, 5 agosto 2018

Roma Sapienza. Due borse di studio verranno assegnate per frequentare la quarta edizione del corso di alta specializzazione su Due diligence e regolarizzazione dei patrimoni immobiliari, ideato nel 2015 dall’Università Sapienza di Roma e da Sogeea SpA, che oggi lo gestisce. Potranno farne richiesta dirigenti e tecnici di enti pubblici, istituti bancari, società di servizi immobiliari; architetti, ingegneri, geometri, liberi professionisti che operano nell’ambito del real estate; neolaureati.
Per avanzare la propria candidatura, entro il 7 settembre 2018 va inviata una mail all’indirizzo formazione@sogeea.it, allegando il proprio curriculum vitae sottoscritto e con l’autorizzazione al trattamento dei dati, il reddito dell’ultimo triennio (diviso per anno) e una lettera motivazionale. L’assegnazione avverrà in base ai seguenti criteri: titolo di studio e votazione, conoscenza delle lingue straniere, esperienze professionali, situazione economico-finanziaria. I vincitori usufruiranno di un abbattimento del 50% dei costi d’iscrizione.
Il corso, in programma dal novembre 2018 al giugno 2019, prevede 200 ore di lezioni suddivise in 20 moduli specialistici di docenza frontale e prove pratiche sia indoor che outdoor (esercitazioni, rilievi metrici e fotografici, sopralluoghi). La frequenza è strutturata in modo da permettere ai partecipanti di coniugare la propria attività lavorativa con l’impegno formativo. Si articola in due lezioni settimanali da cinque ore ciascuna: il venerdì dalle ore 15 alle 20 ed il sabato dalle 9 alle ore 14. L’offerta formativa della quarta edizione è stata ulteriormente arricchita con l’inserimento di moduli sul procedimento amministrativo, la valorizzazione dei patrimoni immobiliari e la rigenerazione urbana. (fonte: http://www.drpi.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master Executive in Global Governance, Intercultural Relations and Peace Process Management

Posted by fidest press agency su domenica, 5 agosto 2018

Per il secondo anno consecutivo Rondine e l’Università degli Studi di Siena (Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive) promuovono il Master Executive in Global Governance, Intercultural Relations and Peace Process Management.
Sono aperte fino al 12 settembre le iscrizioni al percorso di alta formazione pensato per preparare una classe internazionale di giovani professionisti sui molteplici aspetti legati agli effetti della globalizzazione e alle mutevoli variabili delle relazioni internazionali.
In particolare, il Master intende approfondire le tematiche riguardanti le recenti trasformazioni in termini di mobilità, diritti umani, conflitti transnazionali e transculturali, per poi offrire un approccio ai nuovi strumenti diplomatici e professionali di peacemaking.
Il Master prepara professionisti nel campo delle relazioni interculturali, della diplomazia culturale e dell’analisi delle politiche globali. Nel corso dell’anno, gli studenti acquisiscono conoscenze specifiche nello studio della governance globale – storia, evoluzione dei rapporti internazionali, implicazioni geopolitiche ed economiche – e concrete competenze su gestione negoziale, risoluzione dei conflitti e utilizzazione delle nuove tecniche di comunicazione istituzionale e dell’informazione.Il piano formativo è arricchito da corsi interdisciplinari e seminari dedicati a temi di stretta attualità: crisi di migrazione, questione dei rifugiati, conflitti internazionali, questioni relative ai diritti umani e al ruolo delle organizzazioni governative e Ong. Durante la prima parte del Master le lezioni si tengono all’Università di Siena. Project work, stage e seminari ad hoc si svolgono, invece, nello stimolante ambiente multiculturale di Rondine, ad Arezzo. (fonte: http://www.rondine.org)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il ritorno del Salvan, il “piccolo elfo delle Marittime”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 agosto 2018

Primi risultati dello studio su un piccolo coleottero verde, considerato scomparso da oltre un secolo e ritrovato lo scorso anno dal team di ricercatori della Sapienza nel cuneese. La ricerca, associata al ritrovamento della specie, fa luce su importanti aspetti della sua ecologia, biogeografia e biologia della conservazione. Lo studio è pubblicato sulla rivista Insect Conservation and Diversity. Quando ormai era data per estinta, lo scorso anno il team di ricercatori della Sapienza, coordinato da Paolo Audisio del Dipartimento di Biologia e biotecnologie “Charles Darwin”, ha ritrovato, durante una breve spedizione in una località delle Alpi Marittime sopra l’abitato di Palanfré, pochi esemplari dell’elusivo insetto Brassicogethes salvan. Qui i ricercatori hanno finalmente individuato anche la sua pianta ospite, la rara e subendemica Brassicacea Descurainia tanacetifolia.Il ritrovamento ha permesso ai ricercatori di studiare l’insetto anche a livello molecolare e approfondire importanti aspetti della sua ecologia, biogeografia e biologia della conservazione. I risultati della ricerca sono stati recentemente pubblicati in early view sulla rivista internazionale Insect Conservation and Diversity. Di color verde metallico scuro e di meno di 3 millimetri di lunghezza, la specie si muove molto lentamente nelle infiorescenze gialle della Descurainia e sembra essere presente solo in un tipo di ambiente particolare, ovvero ai margini umidi di piccoli bacini lacustri di altitudine delle Alpi Marittime con elevata qualità ambientale, dove venne ritrovata per la prima volta da un entomologo tedesco nel 1912.Del tutto diverso, per molte caratteristiche, dalle altre specie europee del suo genere, tutte analogamente associate per il loro sviluppo larvale a fiori di Brassicaceae, il coleottero venne attribuito, in seguito al rinvenimento casuale di due esemplari una quindicina di anni fa in una vecchia collezione del Museo di Storia naturale di Francoforte, a una specie sorprendentemente nuova per la scienza.“L’uso del termine “salvan” nella classificazione – spiega Paolo Audisio – voleva mettere in risalto sia le sorprendenti peculiarità morfologiche, sia la grande elusività di questo coleottero”.La storia particolare e avventurosa del Salvan ha reso il nome di questa specie ancor più calzante, dal momento che anche una decina di spedizioni scientifiche dedicate, effettuate tra il 2002 e il 2016 in molti siti delle Alpi Marittime, non avevano dato alcun risultato.
La specie, oltre a costituire un elemento di grande rilievo biogeografico, è anche un marcatore di notevole importanza in termini di qualità biologica degli ecosistemi montani colonizzati e un taxon di notevole valore conservazionistico a livello dell’intero comprensorio protetto transfrontaliero del Parco naturale delle Alpi Marittime/Parco Nazionale del Mercantour.
(fonte: Paolo Audisio Dipartimento di Biologia e biotecnologie “Charles Darwin”, Sapienza Università di Roma)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Psoriasi: le Università di Genova e Verona identificano i geni della Psoriasi

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 agosto 2018

Uno studio effettuato dai ricercatori dell’Università di Genova e dell’Università di Verona, guidati rispettivamente dal Prof. Antonio Puccetti e dal prof Claudio Lunardi e dalla Prof.ssa Marzia Dolcino, e pubblicato sulla prestigiosa rivista “Frontiers in Immunology”, ha svelato che esistono dei fattori genetici che determinano lo sviluppo della malattia psoriasica nella sua forma cutanea, osteoarticolare (artrite psoriasica) e metabolica.La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica immuno-mediata della pelle diffusa in tutto il mondo (frequenza variabile da 0.6 a 4.8%) L’artrite psoriasica (PsA) è un’artrite infiammatoria, caratterizzata da infiammazione delle entesi (zone di inserzione dei tendini e legamenti sulla superficie ossea) che porta ad erosione ossea e neo-formazione di tessuto osseo. Colpisce il 10-30% dei pazienti con psoriasi cutanea e ha una frequenza stimata di circa l’1%.La malattia psoriasica è considerata una malattia immuno-metabolica in quanto si associa spesso a sindrome metabolica, caratterizzata da obesità addominale, ipertensione, dislipidemia aterogenica, diabete di tipo 2 dell’adulto, insulino-resistenza e steatosi epatica non alcolica.La malattia psoriasica è una malattia autoimmune, la cui origine è ancora ignota, ma che dipende dalla combinazione di fattori ambientali, genetici, epigenetici.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova edizione del Master in Public History

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 agosto 2018

Milano. Per rispondere a un mondo del lavoro in continua evoluzione, un Master dedicato a chi intende trasformare la propria passione per la storia e per la ricerca e diventare un professionista della cultura a 360°. Attraverso lezioni e laboratori interattivi, workshop e tirocini in azienda, Università degli Studi di Milano e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, istituzioni attive nella formazione e nella promozione della cultura storica, promuovono “Il racconto della storia, i mestieri della cultura’, seconda edizione del Master di I livello in “Public History” per l’anno accademico 2018/2019.Un percorso di studi di alta formazione che intende la storia come mestiere del futuro nel panorama del lavoro 4.0, con insegnamenti che vanno dal project management alla comunicazione nell’ambito culturale, dalla storiografia applicata ai new media alla produzione di audiovisivi per una formazione crossdisciplinare, professionalizzante e focalizzata su competenze trasversali. L’offerta formativa che comprende sessioni teoriche e metodologiche, si arricchisce di laboratori, stage ed esperienze sul campo in collaborazione con istituzioni culturali, aziende e realtà private operanti nel settore editoriale e dei media, nell’ambito museale e di beni archivistici, bibliografici e storici.
Il master in Public History è rivolto a laureati in scienze umanistiche, ricercatori, insegnanti o tirocinanti dell’insegnamento storico, operatori culturali e curatori di patrimoni di carattere storico, con un forte orientamento per la storia e per la ricerca, comprenderà lezioni frontali, laboratori e workshop tenuti da docenti di livello internazionale per un totale di 504 ore. Oltre 25 i partner del Master fra enti, istituzioni, aziende connesse alla narrazione storica, alla comunicazione e alla valorizzazione di un patrimonio culturale. Previste tre borse di studio, dell’importo pari a € 900,00 ciascuna, per i primi candidati ammessi a partecipare al corso in merito alla graduatoria.
Calendario: da novembre 2018 a luglio 2019 – venerdì e sabato, dalle 10 alle 17.30. Frequenza obbligatoria.
Sedi: Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Studi Storici, via Festa del Perdono 7 e negli spazi didattici di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli in viale Pasubio 5, Milano.
Iscrizioni: pagina del sito Unimi http://www.unimi.it/studenti/master/111699.htm fino al 1 ottobre 2018 Posti: 25 Quota: 3.200 euro
Selezione: Le prove di selezione si terranno il giorno martedì 16 ottobre 2018, alle ore 9.30, presso il Dipartimento di Studi Storici, via Festa del Perdono n. 7, 20122 Milano. La selezione per l’ammissione sarà effettuata attraverso una prova orale volta ad accertare le capacità progettuali dei candidati e l’attitudine alle materie oggetto del corso di alta formazione. I candidati saranno chiamati a elaborare un progetto dedicato alla Public History che discuteranno con la commissione d’esame.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

UNICAM: finanziamento Bando Cassini 2018 da Institut Français

Posted by fidest press agency su martedì, 31 luglio 2018

L’Università di Camerino ha partecipato al Bando Cassini 2018, programma ideato dall’Institut Français in collaborazione con l’Ambasciata di Francia in Italia ottenendo il finanziamento di un progetto presentato dalla prof.ssa Lucia Ruggeri, Direttore della Scuola di Specializzazione in Diritto Civile.L’Institut Français promuove le relazioni franco-italiane nel settore culturale e con il bando Cassini incentiva collaborazioni nel campo universitario. Il progetto risultato vincitore si inserisce nella tematica “lotta al cambiamento climatico: climatologia, analisi del sistema terrestre, scienze e tecnologie nella transizione energetica”.
UNICAM in collaborazione con il prof. Nouredine Hadjsaid dell’INP, Istituto Politecnico di eccellenza dell’Università di Grenoble, realizzerà un evento dal titolo “Energy Market. New Technologies and challenges for improving the access to Energy”.
L’incontro vedrà la partecipazione di studiosi coinvolti in importanti progetti europei dedicati ai problemi posti dalla transizione energetica e sarà incentrato sull’impatto delle nuove normative europee in materia di energia sulle attività umane.
Si discuterà, in particolare, della regolamentazione del mercato immobiliare dopo l’Accordo di Parigi, delle politiche dei trasporti dirette alla riduzione dell’emissione di CO2. Una speciale sessione sarà dedicata a nuove problematiche quali la lotta alla povertà energetica e al perseguimento della concorrenza nel mercato dell’energia elettrica.
Partner dell’iniziativa sarà il Consorzio ENSIEL, Consorzio interuniversitario nazionale per energia e sistemi elettrici, con il quale UNICAM ha avviato una collaborazione che coinvolge la Scuola di Giurisprudenza per attività di studio e di ricerca in àmbito giuridico.
L’incontro di studi è programmato per il 2019 in collegamento con il Forum Mediterraneo dell’Energia in programma in Italia a Napoli nella prossima primavera.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovazione: Giffoni firma accordo con Campania New Steel

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 luglio 2018

Alfabetizzazione digitale delle startup, crescita e formazione di giovani talenti per innovare le imprese, valorizzazione dello spirito imprenditoriale attraverso laboratori e percorsi formativi, sviluppo e progettazione di format, workshop ed eventi di educazione digitale rivolti al target bambini, ragazzi e famiglie. Firmato un accordo di collaborazione finalizzato al potenziamento dei talenti innovativi delle nuove generazioni tra Giffoni Innovation Hub e Campania NewSteel.II primo incubatore del Mezzogiorno – promosso dall’Università degli Studi di Napoli Federico II e dalla Fondazione IDIS-Città della Scienza – e la creative agency nata nel segno del Giffoni Film Festival per avvicinare i giovani all’innovazione e al mondo delle industrie creative e culturali – hanno siglato il protocollo durante l’incontro “Hub Campania – Competenze Digitali e Ambienti per lo Sviluppo”, parte del programma della 48 esima edizione festival del cinema, in corso a Giffoni Valle Piana fino al 28 luglio. A stringere l’intesa, Luca Tesauro, CEO di Giffoni Innovation Hub, ed Edoardo Cosenza, presidente di Campania NewSteel.
“Giffoni e Campania NewSteel sono due ecosistemi importanti – afferma Edoardo Cosenza – Campania NewSteel è l’unico incubatore del Sud riconosciuto dal ministero dello Sviluppo economico, con più di 100 startup all’attivo mentre Giffoni è un luogo unico al mondo nel suo genere. Da questo accordo ci aspettiamo tanto. La Campania ha bisogno di creare opportunità per i giovani. Ne abbiamo tanti di straordinario valore, ma poi devono andare all’estero a cercar fortuna. Le idee, fortunatamente, valgono ancora molto ma si deve passare dalla creatività alla creazione d’impresa. La cultura digitale sta avanzando fortemente. Vedi l’arrivo di Apple ma anche di Cisco e di altre realtà importanti che dimostrano uno straordinario fermento e una capacità d’attrarre dall’estero che affermano una forte controtendenza”.All’evento hanno partecipato Valeria Fascione, assessore Startup, Innovazione ed Internazionalizzazione della Regione Campania, Jacopo Gubitosi, strategist manager di Giffoni Experience, Giorgio Ventre, direttore Apple Developer Academy Napoli, Amleto Picerno Ceraso, CEO di Medaarch. Un ruolo fondamentale nella neonata collaborazione sarà rivestito dalla Apple Developer Academy, la prima iOS Developer Academy d’Europa, in considerazione del suo ruolo di riferimento strategico per la conoscenza e cultura digitale dei giovani talenti. Obiettivo: sperimentare le applicazioni sviluppate dall’Academy nell’ambito dell’universo giovanile di Giffoni e realizzare stage formativi nell’ambito delle attività e degli eventi promossi da Giffoni Innovation Hub in Italia e all’estero (giffonihub.com).
Questi gli ambiti di intervento dell’accordo appena ufficializzato: digital education for kids and adults, digital tourism, new media, digital and corporate storytelling, multimedia e web marketing, media e interattività, App development, cultural and creative industries (CCI), kids-tech startups, formazione, enterteinment, eventi, comunicazione, promozione, social entrepreneurship, Corporate Social Responsabilities, impact investing. Con una missione ulteriore: la condivisione di strategie e opportunità per contribuire alla crescita dell’ecosistema dell’innovazione regionale e meridionale.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

AURAK Enters into a Memorandum of Understanding with Al-Farabi Kazakh National University

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 luglio 2018

The American University of Ras Al Khaimah (AURAK) President, Professor Hassan Hamdan Al Alkim, and the Al-Farabi Kazakh National University (KazNU) Rector, Professor Galimkair Mutanov, of the Republic of Kazakhstan, signed a Memorandum of Understanding (MoU), agreeing to exchange students, faculty, and research.In the spirit of fostering a close international relationship between the Republic of Kazakhstan and the United Arab Emirates, developing bilateral relations in educational and scientific fields, and wishing to make their own contributions to the development of cooperation between the two institutions, AURAK and the Al-Farabi Kazakh National University signed an MoU.
The memorandum of understanding aims to promote educational and scientific cooperation, which would be facilitated through the exchange of students and faculty, as well as collaboration in research. The newly-signed agreement also provides a basis for cultural exchange between the United Arab Emirates and the Republic of Kazakhstan, as well as the possibility for even closer academic ties between the two institutions, through dual degree programs.Dr. Lee Waller, AURAK Dean of Student Success and Enrollment Management, was overjoyed with the opportunity to solidify cultural connections this partnership enables, “The celebrated signing between Al-Farabi Kazakh National University and American University of Ras Al Khaimah will increase collaboration between these two highly respected international universities and open the door of opportunity for the peoples of both nations.”Assuredly, both AURAK and Al-Farabi Kazakh National University will experience student success fostered from the collaborations of this partnership. Prof. Hassan asserted, “In Al-Farabi Kazakh National University we have an esteemed collegiate cohort which will bolster the educational experience for our students with ample opportunities to advance them both in their studies and in making international connections.”At present AURAK has a range of international partners across Africa, Asia, Europe, and North America, opening a wide spectrum of possibilities to students including exchange and study abroad programs for up to one year, as well as shorter summer sessions.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce al Politecnico di Torino il primo Impact Campus

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 luglio 2018

Diventa realtà il sogno dell’Ingegner Giovanni Cottino, realizzare il primo campus dedicato all’impact education, che vuole innovare il modello della formazione. L’obiettivo è generare cultura “impact” attraverso un nuovo modello formativo, per trasmettere l’importanza della sostenibilità sociale, non solo ambientale ed economica, integrandola in tutti i modelli di business, per un futuro più sostenibile.L’ingegnere, 91 anni, imprenditore e filantropo, nel 2002 ha dato vita alla Fondazione, che è oggi impegnata a sostenere e promuovere una cultura d’impresa dal chiaro impatto sociale, abbracciando educazione e innovazione in modo coerente e connesso.La Fondazione Giovanni e Annamaria Cottino ha individuato nel Politecnico di Torino il partner ideale per realizzare questo progetto: una visione comune per un’iniziativa ambiziosa, il primo in Italia in questo settore. Una fondazione privata e una delle migliori università tecniche in Europa e nel mondo, fianco a fianco per creare un luogo unico, ibrido, interconnesso ed esperienziale. Sviluppare il talento, generare conoscenza, cultura e leadership attraverso attività di formazione e sperimentazioni innovative. Un percorso unico, altamente distintivo pensato per studenti, manager, organizzazioni private e istituzioni.Sede del campus sarà un’area dedicata del Politecnico di Torino, all’interno della Cittadella Politecnica, in attesa della costruzione del nuovo Learning Center. Un’alleanza dal forte valore simbolico: il Presidente si è laureato al Politecnico nel 1950, punto di partenza della sua lunga carriera imprenditoriale.“Questo è il progetto che meglio interpreta l’anima della fondazione, seguire le sue fasi e collaborare con partner solidi e riconosciuti per la sua realizzazione è per me fonte di soddisfazione – spiega Giovanni Cottino, Presidente della Fondazione –. Nel corso della mia carriera imprenditoriale ho capito i punti di forza che un manager deve avere per confrontarsi al meglio sul mercato e, in un mondo sempre più competitivo ed internazionalizzato, non possiamo trascurare una formazione completa e soprattutto gli scenari futuri in continua crescita ed evoluzione. Sono lieto di condividere questa sfida con il Politecnico di Torino e con SocialFare”.“La collaborazione tra il nostro Ateneo e la Fondazione Cottino rappresenta un esempio unico in Italia e significativo anche a livello internazionale di progettazione condivisa di spazi, programmi educativi e iniziative che potranno avere una forte ricaduta sul territorio, producendo benefici per la società e contribuendo alla creazione di posti di lavoro e alla costruzione di un ecosistema in cui formazione, ricerca e impatto sociale dialogano tra loro e si arricchiscono a vicenda”, commenta il Rettore del Politecnico Guido Saracco.Il Cottino Impact Campus mira a costruire un nuovo modello di riferimento nel settore education ed executive education, in modo verticale, esperienziale e trasformativo con un obiettivo di ampio respiro. La Fondazione Cottino ha individuato in SocialFare| Centro per l’Innovazione Sociale, nato dall’impegno della Congregazione dei Giuseppini del Murialdo, un partner strategico e verticale per l’articolazione e l’erogazione dell’offerta impact culture.Per Don Danilo Magni, Presidente SocialFare e referente Congregazione Giuseppini del Murialdo, “nel Cottino Impact Campus potremo valorizzare i prototipi educativi e formativi di inclusione e sviluppo di impresa sociale che abbiamo positivamente sperimentato in questi anni e inventarne di nuovi”.“Lavorare con la Fondazione Cottino su un tema sfidante e di visione come quello della creazione di impact culture ci rende felici e consapevoli che una tale ambizione si potrà costruire solo con un ampio coinvolgimento di attori nazionali ed internazionali”, afferma Laura Orestano, CEO di SocialFare.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »