Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°56

Archive for the ‘Politica/Politics’ Category

Politics

Formigoni. M5S Lombardia: Garantita certezza della pena, ora Lombardia faccia investimenti su sanità pubblica

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 febbraio 2019

“I privati non hanno mai reso eccellente la sanità lombarda. Al contrario, hanno generato un sistema di corruzione, di spreco di risorse pubbliche e di grandi disservizi come le liste d’attesa infinite. Finita l’era Formigoni la Lombardia deve voltare pagina e tornare a investire nel settore pubblico per ridurre gli sprechi, ogni forma di speculazione sanitaria e per garantire la sicurezza sanitaria e la salute dei cittadini.L’arresto di Formigoni dimostra che il Paese è cambiato. Abbiamo restituito ai cittadini la certezza delle pene: La chiedevano da anni.Prima del nostro ingresso nelle istituzioni solo i ladri di galline finivano in carcere. Ora ci va anche chi ha commesso reati gravi contro la collettività, i corrotti e i corruttori. Chi ha abusato della fiducia della persone e utilizzato il proprio enorme potere contro l’interesse dei cittadini se condannato è giusto che sconti la pena”, così Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia, torna sulla condanna e sull’arresto di Roberto Formigoni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fusione San Paolo e San Carlo: al momento non c’è nulla di concreto

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 febbraio 2019

Milano. In Commissione regionale Sanità e politiche sociali è stato ascoltato l’Assessore al Welfare Giulio Gallera, venuto a illustrare le intenzioni della Giunta regionale sul progetto di costruzione del nuovo presidio ospedaliero della A.S.S.T. Santi Paolo e Carlo di Milano.
Il Consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Gregorio Mammì, ha così commentato le risultanze dell’incontro con l’Assessore: “Alla fine i nodi vengono al pettine.
Dopo mesi di sontuosi proclami da parte dell’assessorato sulle testate giornalistiche, nonché di nostre richieste di accesso agli atti volte a consultare progetti, accordi di programma e tutte le carte relative alla costruzione del nuovo polo ospedaliero Santi Paolo e Carlo, l’Assessore è dovuto uscire allo scoperto. Il risultato?
Al momento non c’è nessuna determinazione formale, né è stato siglato alcun accordo di programma; vi è, semplicemente, la volontà politica interna alla Giunta di iniziare l’opera. Il che non significa, necessariamente, che si tratti di un’idea fallimentare; magari può anche essere apprezzabile. Ma questo lo si potrebbe evincere solo a seguito di opportuni ed esaustivi studi di fattibilità, di analisi costi-benefici, di consultazioni con gli Enti e gli operatori interessati; certamente inopportuna, quindi, è stata la narrazione di questi mesi, che ha presentato il progetto come già bello e pronto, solo in attesa di realizzazione. Invece, se soltanto di idea si tratta, risulta fine a se stessa la celebrazione propagandistica sbandierata in questi mesi sui giornali.
L’impressione che si ha, come al solito, è quella di una politica interessata a ottenere un facile e immediato consenso, piuttosto che volta ad affrontare le problematiche con serietà per offrire le dovute soluzioni. Mi auguro, quantomeno, che la maggioranza di governo regionale provveda al più presto a concretizzare queste semplici dichiarazioni di intenti, passando dalle parole ai fatti, svolgendo le necessarie valutazioni preliminari per poi attuare le soluzioni più rispondenti ai bisogni sanitari della popolazione”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia: “Modello Formigoni è stato fallimentare, ora tornare al pubblico”

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 febbraio 2019

“Si chiude un periodo buio per la Lombardia: Formigoni è stato condannato in via definitiva. Aveva il dovere di garantire una sanità d’alto livello ai lombardi, non di trascinarla negli scandali e corrompere.
Chi governa oggi la Lombardia prenda atto che il modello Formigoni è stato fallimentare e ha generato un sistema corruttivo. Ora dobbiamo tornare a investire sulla sanità pubblica, è l’unica strada per garantire servizi eccellenti. Questa sentenza faccia da lezione per chi amministra la Lombardia e si inverta la rotta: è ora di dire basta a governi regionali fotocopia a quello di Formigoni.
L’applicazione della Spazzacorrotti è un primo risultato della nostra azione di governo in barba a chi dice che non stiamo facendo nulla. Noi difendiamo chi lavora onestamente e i cittadini che sono i primi danneggiati da Formigoni”, così Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia, sulla condanna di Roberto Formigoni.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legislazione di emergenza in caso di Brexit senza accordo, a che punto siamo?

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 febbraio 2019

Finora la Commissione ha presentato 19 proposte legislative, sulle quali sono stati compiuti progressi significativi in seno al Parlamento europeo e al Consiglio, che ne hanno adottate o concordate 7. Dodici proposte devono ancora essere finalizzate dai colegislatori, che stanno procedendo speditamente. Sono anche stati adottati alcuni atti non legislativi, compresi 10 atti delegati, 6 atti di esecuzione e 3 decisioni della Commissione. Tutti i testi sono disponibili qui. Come sottolineato nelle precedenti comunicazioni della Commissione sui preparativi in vista della Brexit, le misure di emergenza non mitigheranno né potranno attenuare l’impatto complessivo di un mancato accordo, non compenseranno in alcun modo la mancanza di preparazione, né replicheranno tutti i vantaggi dell’appartenenza all’UE o le condizioni favorevoli di un eventuale periodo di transizione, come previsto nell’accordo di recesso. Queste proposte hanno un carattere temporaneo, una portata limitata e saranno adottate unilateralmente dall’UE; non si tratta di “mini accordi” e non sono state negoziate con il Regno Unito.Oltre a questa attività legislativa, la Commissione ha intensificato il proprio impegno ad informare proattivamente il pubblico sull’importanza di prepararsi ad una Brexit senza accordo. Ha pubblicato 88 avvisi e 3 comunicazioni dettagliate sui preparativi in vista della Brexit. Questa settimana ha inoltre intensificato l’attività informativa rivolta alle imprese dell’UE per quanto concerne dogane e imposte indirette.La Commissione continua a tenere dibattiti tecnici con i 27 Stati membri sia su questioni generali relative alle misure preparatorie e di emergenza che su questioni specifiche settoriali, giuridiche e amministrative.Tra gennaio e marzo 2019 la Segretaria generale aggiunta della Commissione Céline Gauer e un gruppo di funzionari della Commissione hanno programmato visite alle capitali dei 27 Stati membri per fornire i chiarimenti necessari sulle azioni preparatorie e di emergenza della Commissione e per discutere dei preparativi e dei piani di emergenza nazionali. Oggi si trovano in Lettonia. Finora le visite hanno evidenziato un elevato grado di preparazione degli Stati membri a tutte le eventualità.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Meloni: Più Italia in Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 febbraio 2019

«In Europa andiamo a cambiare tutto, non a lasciare le cose come stanno. Qualcuno dice “più Europa”, ma io dico “più Italia in Europa”. Vogliamo difendere il nostro interesse nazionale, le nostre imprese, i nostri prodotti, il nostro lavoro, i nostri confini e la nostra identità. Penso che Fratelli d’Italia possa fare davvero un ottimo risultato alle elezioni del 26 maggio e, se gli italiani ci daranno una mano, porteremo in Parlamento europeo una pattuglia di gente combattiva». Lo ha detto, nel corso della trasmissione “Pomeriggio cinque” di Barbara D’Urso, il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in vista del summit dei conservatori europei che si terrà a Roma venerdì 22 febbraio e che formalizzerà l’ingresso di Fratelli d’Italia nell’Alleanza dei Conservatori e Riformisti europei (ACRE).

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Plans to double the funding of the Internal Security Fund (ISF) designed to support EU

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 febbraio 2019

Countries in the area of security were backed by Civil Liberties MEPs on Tuesday. The reinforced Internal Security Fund (ISF) will focus on tackling terrorism, violent extremism, radicalisation, organised crime and cybercrime and assisting and protecting victims of crime. MEPs emphasized that while national security remains solely a competence of the member states, protecting it requires cooperation and coordination at EU level. Civil Liberties Committee MEPs agreed on a €2.5 billion budget in current prices (€2.2 in 2018 prices) for the Internal Security Fund for 2021-2027. This more than doubles the fund’s 2014-2020 budget. Of the agreed budget, 60 % will be allocated to member states. The remaining 40 % of funds will be reserved for unforeseen security challenges, allowing for rapid response to emergencies and the channelling of funds to the member states that need them most.The new Internal Security Fund will:
improve and facilitate the exchange of information between law enforcement and judicial authorities of the member states, other relevant EU bodies like Europol and Eurojust as well as with non-EU countries and international organisations;
improve and intensify cross-border coordination and cooperation, including joint operations in relation to terrorism and serious and organised crime with a cross-border dimension;
strengthen the capabilities of EU countries to combat and prevent crime and to tackle radicalisation; and help to develop a common intelligence culture by supporting mutual trust, understanding and learning, the dissemination of know-how and best practices among the intelligence services of the member states and with Europol.
Next steps The draft report was adopted by 44 votes to 10, no abstentions. The Full House will vote on the draft report in the first March Strasbourg session, ahead of the negotiations with the Council.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Civil Liberties MEPs back rules improving data exchange between EU information systems

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 febbraio 2019

The new rules aim to improve data exchange between EU information systems used in security, border and migration management. They will facilitate the tasks of border guards, migration officers, police officers and judicial authorities by providing them with more systematic and faster access to various EU security and border-control information systems.Civil Liberties MEPs backed the deal regarding borders and visa information systems by 43 in favour, 11 against, no abstentions and the agreement on police and judicial cooperation, asylum and migration information systems by 44 in favour, 10 against, no abstentions.
The agreed texts now needs to be formally approved by the Parliament as a whole and the Council of the EU before entering into force.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migration and asylum: EU funds to promote integration and protect borders

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 febbraio 2019

MEPs backed on Tuesday increasing the EU budget for migration and asylum policies and to reinforce borders.The Civil Liberties Committee endorsed the renewed Asylum, Migration and Integration Fund (AMIF), the 2021-2027 budget of which will increase up to €9.2 billion (€10.41 billion in current prices, 51% more than in the previous financial framework). It also backed the creation of a new Integrated Border Management Fund (IBMF) and agreed to allocate €7.1 billion (€8 billion in current prices) to it.The AMIF should contribute to strengthen the common asylum policy, develop legal migration, in line with the member states’ economic and social needs, contribute to countering irregular migration and ensure effective, safe and dignified return, readmission and reintegration in non-EU countries.But it should also ensure “solidarity and fair sharing of responsibility between the member states, in particular towards those most affected by migration challenges, including through practical cooperation”, MEPs state.MEPs also want to make sure that funds can be allocated to local and regional authorities, and to international and non‑governmental organisations, working in the field of asylum and migration.
IBMF will provide funding to build and enhance member states’ capacities in border management and visa policy. The funding dedicated to member states (60 % of the total envelope) will reflect their needs and take into account additional pressures. Furthermore, a new EU thematic facility (40% of the total envelope) will ensure flexibility to channel emergency funding to member states and EU-level projects when urgent action is needed.
MEPs also added safeguards to ensure that actions and measures funded through the Instrument comply with the EU’s fundamental rights obligations, in particular with the principles of non-discrimination and non-refoulement. (COMP 3) Both funds will operate in full synergy. They will also work closely with the reinforced Internal Security Fund (ISF) focusing on tackling terrorism, organised crime and cybercrime.
The draft proposal on the renewed AMIF passed with 40 votes to 7 and 6 abstentions. The new IBMF was backed by 41 MEPs, 9 voted against and 2 abstained. The full House will have to confirm its position in the first March plenary, ahead of the negotiations with the Council of the EU.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Malta and Slovakia: serious shortcomings in the rule of law

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 febbraio 2019

The Civil Liberties Committee adopted on Tuesday a draft resolution summarising the conclusions of the working group set up within the Civil Liberties Committee to monitor the situation of rule of law in the EU, particularly in Malta and Slovakia, following the murders of journalists Daphne Caruana Galizia and Ján Kuciak and his fiancée Martina Kušnírová.MEPs condemn the “continuous efforts of a growing number of EU member states’ governments to weaken the rule of law, the separation of powers and the independence of the judiciary”. They underline that the assassinations of Ms Caruana Galizia in Malta and of Mr Kuciak and Ms Kušnírová in Slovakia, and the murder of journalist Viktoria Marinova in Bulgaria, had “a chilling effect on journalists” across the EU.
MEPs urge the Maltese government to set up a full and independent enquiry into the murder of Ms Caruana Galizia and demand that all libel cases brought by members of the government against her and her family be withdrawn.They denounce that the Prime Minister´s chief of staff and the current Minister of Tourism are “the only acting high-ranking government officials in any EU member state who were found to be beneficial owners of a legal entity revealed in the Panama Papers”. They insist that all suspected government links with opaque structures, such as Egrant and the “17 Black” company, deserve to be investigated.
The text points to the many shortcomings in the rule of law in the country identified by the Venice Commission and urges the Maltese government and Parliament to implement all of the Commission’s recommendations without exception.Regarding the investor citizenship and residence schemes -which allow foreigners to gain residence or citizenship rights in Malta in exchange for a large investment-, MEPs want them terminated without delay, as these programmes pose “serious risks” to the fight against money laundering and “result in the actual sale of EU citizenship”.
MEPs acknowledge the progress made in the investigation into the murder of Mr Kuciak and Ms Kušnírová, but insist it should continue both at national and international level. They also demand in-depth investigations into all the alleged cases of corruption and fraud brought up during their inquiries in the country.The resolution voices concern about the allegations of corruption, conflicts of interest, impunity and revolving doors in Slovakia’s circles of power. It also warns against the politicisation and lack of transparency in selection and appointment processes, such as for the position of Head of the Police.The draft resolution was passed by the Civil Liberties Committee with 40 to 7 and 6 abstentions. It will be put to the vote by the full House in the March II plenary session (25-28 March) in Strasbourg.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SI dalla Ue alle impronte digitali nella carta d’identità

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 febbraio 2019

I negoziatori di Parlamento Ue hanno raggiunto un accordo informale sulle nuove regole che si applicheranno ai documenti dei cittadini europei e che ora passeranno all’approvazione definitiva. Secondo i nuovi standard concordati le carte di identità dovranno essere prodotte in un formato di carta di credito, includere una zona leggibile con i dispositivi, contenere una fotografia e due impronte digitali del titolare della carta, memorizzate in un formato digitale, su un chip contactless con livelli minimi di sicurezza stabiliti dall’Icao, l’International Civil Aviation Organization. Sempre più tecnologiche e ricche di informazioni avranno un periodo minimo di validità di 5 anni e uno massimo di 10 anni. Con una mossa, insomma, per evitare le falsificazioni che però rischia di diventare troppo invasiva della privacy dei cittadini europei e anche complicata da implementare. Questi nuovi standard di sicurezza per i documenti di identità permetteranno di prevenire le frodi e i furti di identità dei documenti, rendendo più difficile l’azione di terroristi e criminali e facilitando al contempo la libera circolazione dei normali viaggiatori. Le carte d’identità, dunque, saranno uguali in tutti i Paesi ma conterranno il codice del Paese dello Stato membro che le emette, all’interno di una bandiera dell’Ue. Secondo Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, la raccolta delle impronte digitali obbligatoria per le carte d’identità in tutta l’UE solleva seri problemi sulla privacy. I chip su cui sono archiviati i dati potrebbero essere facilmente hackerati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il decreto semplificazione è legge

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 febbraio 2019

Il testo, recante disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione, snellirà talune procedure, anche riguardanti il mondo della scuola. Una nuova, che certamente renderà più semplice l’immissione in ruolo dei candidati al ruolo di dirigente scolastico del concorso in corso, è l’immissione in ruolo, per i quasi 3 mila vincitori, dal 1° settembre 2019.Altro punto importante, l’aggiornamento delle graduatorie a esaurimento che sarà proposto quest’anno, senza alcuna proroga; infatti sarà possibile, per decine di migliaia di insegnanti non di ruolo, integrare i loro punteggi e cambiare provincia di collocazione, per agevolare la loro assunzione in località dove risultano posti disponibili. Il sindacato si è battuto affinché ciò accadesse, per far fronte al turn over che ci sarà in estate, oltre a riaccendere il doppio canale di reclutamento, poiché, in caso contrario, le immissioni in ruolo andranno nuovamente deserte anche quest’anno. Purtroppo sono stati respinti insensatamente anche gli altri emendamenti presentati da senatori dell’opposizione e richiesti da Anief tesi a riaprire le GaE, estendere il doppio canale di reclutamento alle graduatorie d’istituto, stabilizzare i precari con 36 mesi e assumere tutti gli idonei dei precedenti concorsi.Altra buona notizia, non ci sarà il blocco quinquennale nei trasferimenti per tutti i doventi: Anief ha lottato affinché ciò non avvenisse; infatti il ministro Marco Bussetti voleva la sua introduzione nell’ottica di una continuità didattica che di fatto non si può assicurare per via della durata diversa dei cicli e dell’obbligo anagrafico scolastici. Ma non è tutto, poiché non potrebbe essere mantenuta dall’alto numero di precari chiamati su posti in organico di diritto, come per quelli di sostegno, dove 50 mila precari dovrebbero essere subito nominati in ruolo. Rimane pertanto il blocco per i docenti di sostegno e per i soli insegnati neo-assunti mentre continuano a rimanere esclusi dai trasferimenti gli assunti attraverso il FIT, nonostante alcuni emendamenti suggeriti da Anief che anzi avrebbero autorizzato pure una mobilità straordinaria sul 100% dei posti senza alcun vincolo e la frequenza di corsi on-line per facilitare i passaggi di ruolo con altre abilitazioni.Nessun intervento, nonostante l’annuncio del Governo al presidente della Consulta, di evitare il giudizio di legittimità sulla norma relativa all’ultimo corso-concorso riservato del 2015 e uno specifico emendamento a lungo accantonato proposto da diversi senatori dell’opposizione, su richiesta di Anief. La norma ha prodotto una disparità di trattamento nei confronti dei ricorrenti al bando del 2011, consentendo l’immissione nei ruoli dei dirigenti scolastici, previa procedura riservata, ai soli ricorrenti delle procedure concorsuali 2004 e 2006 e ai quei candidati che pure avevano ottenuto una sentenza favorevole almeno nel primo grado di giudizio alla data di entrata in vigore della legge 107/2015. Dunque non si è rispettato il principio di uguaglianza né salvaguardata la posizione dei dirigenti scolastici già assunti, rischiando ora di compromette gli interessi di tutti per una scelta fatta che la Corte Costituzionale potrebbe dichiarare incostituzionale, già il 2 aprile prossimo.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Per Fratelli d’Italia la difesa è sempre legittima

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 febbraio 2019

“Il testo sulla legittima difesa approvato in Senato è un primo importante passo avanti ma rimane ancora troppo debole per quelle che sono le aspettative di Fratelli d’Italia su una sua battaglia storica. Ci auguriamo, pertanto, che la Camera accolga i nostri emendamenti che puntano a facilitare l’attività interpretativa dei giudici sull’eccesso colposo di legittima difesa: se un ladro entra nel domicilio, non si deve indagare lo stato psicologico e la reazione della vittima che si difende, ma le modalità oggettive dell’aggressione. Senza nulla togliere allo Stato nel monopolio dell’uso legittimo della forza, va affermato con chiarezza il diritto naturale a difendersi in casa propria quando lo Stato non può intervenire. Se un delinquente entra in una casa si presume il rischio maggiore, cioè alla vita e all’incolumità e si deve perseguire il delinquente e non la vittima che si difende. Per Fratelli d’Italia insomma, la difesa è sempre legittima”.
Lo dichiara Ciro Maschio, deputato di Fratelli d’Italia e componente della commissione Giustizia.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Convegno: “Fantastico Mediterraneo – La via italiana all’Immaginario”

Posted by fidest press agency su martedì, 19 febbraio 2019

Roma 20 febbraio dalle ore 17 presso la Biblioteca della Camera dei Deputati (Palazzo San Macuto, via del Seminario, 76) il convegno rappresenta un inedito assoluto nel quale l’autorevole cornice istituzionale sottolinea l’importanza che l’eredità mediterranea, ed italiana in particolare, hanno avuto nello sviluppo della mitopoiesi dell’immaginario. Dall’epopea sumera di Gilgamesh ai capolavori omerici, da Virgilio all’Ariosto, dalle fiabe di Basile alle moderne declinazioni dell’avventura immaginate da Salgari, la narrativa dell’Altrove (rinata nel Novecento nel mondo anglofono con il genere “fantasy” oggi assurto, tra kolossal hollywoodiani e industria dei videogiochi, a fenomeno mediatico globale) si è nutrita per secoli di un retaggio storico, leggendario e folclorico dalle influenze paragonabili, se non addirittura superiori, alle parallele influenze di provenienza nordeuropea. Antico crogiuolo di latinitas e sensibilità celtica, luogo di geografie scolpite dalle vicende di un Medioevo e di un Rinascimento intriganti come il migliore dei romanzi, epicentro culturale dell’antico Mare Nostrum e delle sue inesauribili suggestioni, il retaggio identitario del nostro Paese torna con questo convegno al centro della riflessione critica sulle origini dell’epos fantastico di ieri e di oggi. Un momento importante per rivalutare – col supporto di studiosi di varie discipline ed esperti del settore – l’importanza di un contributo troppo spesso sottovalutato, il cui potenziale visionario può e deve tornare ad ispirare il racconto collettivo di una nuova generazione di autori italiani. Intervengono all’incontro: Gianfranco de Turris (Giornalista, critico ed esperto di letteratura fantastica), Mario Polia (Antropologo e storico delle religioni), Andrea Gualchierotti (scrittore), Francesco La Manno (Saggista, presidente di Italian Sword and Sorcery), Greta Cerretti (Psicologa), Maria Burani Procaccini (scrittrice). Introduce e coordina i lavori Adriano Monti-Buzzetti (Giornalista RAI e scrittore). Conclude il vicepersidente della Camera Fabio Rampelli.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le città e le regioni dell’UE chiedono un vero e proprio fascicolo sanitario elettronico europeo

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

By ​Fernando López Miras. Il Comitato europeo delle regioni appoggia all’unanimità il parere di Fernando López Miras, presidente della regione di Murcia, sulla digitalizzazione del settore sanitario in Europa La digitalizzazione dei sistemi sanitari può favorire l’efficienza e l’efficacia delle risorse, migliorando nel contempo la qualità e l’assistenza personalizzata dei pazienti. Negli ultimi decenni la speranza di vita è aumentata rapidamente e in modo costante in tutta l’UE, ma dal 2011 ha subito un netto rallentamento. Una migliore prevenzione delle patologie e interventi di assistenza sanitaria più efficaci potrebbero evitare 1,2 milioni di decessi prematuri all’anno nell’UE (CE). Gli Stati membri dell’UE spendono in media l’8,3% del PIL per l’assistenza sanitaria ( Eurostat ).
I membri del Comitato europeo delle regioni (CdR) hanno adottato all’unanimità un parere sulla digitalizzazione del settore sanitario . Il parere risponde e contribuisce alla comunicazione della Commissione europea relativa alla trasformazione digitale della sanità e dell’assistenza nel mercato unico digitale, alla responsabilizzazione dei cittadini e alla creazione di una società più sana , pubblicata nell’aprile 2018.
L’aumento delle patologie croniche e della multimorbilità in Europa è alla base di un crescente fabbisogno di risorse e di un incremento della spesa sanitaria in tutti gli Stati membri.
Gli Stati membri dell’UE spendono in media l’8,3% del PIL per l’assistenza sanitaria. La Germania (11,2%), la Svezia (11%) e la Francia (11%) sono i paesi che presentano il più elevato rapporto tra spesa sanitaria e PIL. In Polonia, Lussemburgo e Lettonia la spesa sanitaria ha rappresentato invece meno del 6,5% del PIL, mentre in Romania, con il 5%, si registra il rapporto più basso di tutta l’UE (Eurostat).Le soluzioni digitali per la salute contribuiscono a ridurre i tempi di consultazione medica e a facilitare il coordinamento multidisciplinare per il trattamento dei pazienti.La digitalizzazione del settore sanitario sarebbe di particolare importanza per superare l’isolamento e migliorare l’assistenza personalizzata dei cittadini che vivono nelle zone rurali, nelle regioni remote, nelle isole e nei territori a scarsa densità di popolazione.I membri sottolineano che i formati e gli standard dei sistemi di cartelle cliniche elettroniche utilizzati nell’UE continuano a essere incompatibili tra loro.I leader locali ritengono imprescindibile instaurare un dialogo tra l’offerta e la domanda, e favorire i processi di co-creazione delle soluzioni digitali.Il CdR chiede un sistema UE di accreditamento, certificazione e convalida delle nuove applicazioni e apparecchiature per pazienti e operatori sanitari, al fine di individuare quelle da considerarsi realmente utili o che potrebbero addirittura essere oggetto di prescrizione da parte di un operatore sanitario. Tale sistema ridurrebbe gli ostacoli amministrativi, consentendo alle soluzioni approvate in uno Stato membro di essere facilmente commercializzate anche in un altro paese. (fonte: Comitato europeo delle regioni)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Riunioni commissioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Bruxelles Settimana 18 – 24 febbraio 2019. Erasmus. La Commissione CULT, cultura e istruzione, voterà le regole di finanziamento per il nuovo programma Erasmus per il periodo 2021-2027. Il nuovo programma punta a creare, entro il 2025, uno Spazio europeo dell’istruzione, promuovendo la mobilità transfrontaliera per l’apprendimento di studenti, tirocinanti e studenti adulti (mercoledì).
Asilo e migrazione. La commissione LIBE per le libertà civili voterà le norme di finanziamento per il Fondo europeo per l’asilo e le migrazioni per il periodo 2021-2027. Il fondo fornirà sostegno agli Stati membri per gestire i flussi migratori, in particolare in materia di asilo, integrazione e contrasto all’immigrazione irregolare (martedì).
Sicurezza stradale. Gli standard di sicurezza a livello UE, da includere nei veicoli per limitare gli incidenti mortali e le lesioni gravi dovute a incidenti stradali, saranno sottoposti al voto della Commissione IMCO per il mercato interno e la protezione dei consumatori. Le caratteristiche proposte includono l’assistenza intelligente alla velocità, il monitoraggio della sonnolenza dei conducenti e altri strumenti per mitigare le lesioni in caso di collisione con pedoni e ciclisti.Questa proposta apre anche la strada ai veicoli a guida autonoma (giovedì).
Cambio climatico. La Commissione ENVI per l’ambiente darà il proprio contributo alla strategia climatica a lungo termine dell’UE, proponendo l’obiettivo di limitazione delle emissioni di gas a effetto serra entro il 2050. La strategia determinerà il modo in cui l’UE attuerà l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici (mercoledì).
Stato di diritto a Malta e in Slovacchia. La Commissione LIBE per le libertà civili voterà le conclusioni formulate dal gruppo di lavoro sul rispetto dello Stato di diritto, in particolare sulla corruzione e la libertà di stampa, istituita in seguito agli omicidi dei giornalisti Daphne Caruana Galizia e Ján Kuciak, a Malta e in Slovacchia (martedì).
Negoziati commerciali con gli Stati Uniti. La Commissione INTA per il commercio internazionale deciderà in merito al suo contributo al mandato negoziale della Commissione europea per i futuri negoziati commerciali con gli Stati Uniti. Il progetto di risoluzione suggerisce di non approvare il progetto di direttive di negoziato. Sono stati presentati anche emendamenti che vanno nella direzione opposta (martedì).
Agenda del Presidente. Il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani terrà un intervento alla riunione interparlamentare del semestre europeo per la coordinazione economica e il discorso di apertura della tavola rotonda di alto livello sui Media audiovisivi e la Sfida della rivoluzione digitale (martedì).
Mercoledì, il presidente del Parlamento europeo incontrerà il presidente della Repubblica di Slovenia, Borut Pahor.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovo sistema UE per il controllo sugli investimenti esteri

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Il Parlamento ha approvato giovedì il primo strumento UE per il controllo degli investimenti diretti esteri, con l’obiettivo di tutelare i settori strategici.Sebbene l’UE rimanga aperta agli investimenti, gli investimenti diretti esteri (IDE) devono essere verificati per evitare che possano mettere in pericolo gli interessi strategici dell’UE. Le nuove disposizioni sulle modalità di controllo, già concordate in via negoziale con il Consiglio, sono state approvate con 500 voti favorevoli, 49 contrari e 56 astensioni. La proposta approvata dal Parlamento istituisce il primo sistema a livello UE per verificare gli IDE negli Stati membri.
Il nuovo regolamento protegge i settori industriali chiave come l’energia, i trasporti, le comunicazioni, i dati, lo spazio e la finanza, oltre che le tecnologie come i semiconduttori, l’intelligenza artificiale e la robotica. I negoziatori del Parlamento europeo hanno aggiunto l’acqua, la salute, la difesa, i media, la biotecnologia e la sicurezza alimentare.
I deputati hanno rafforzato il meccanismo di cooperazione per includere lo scambio di informazioni tra gli Stati membri, che potranno formulare osservazioni sugli investimenti diretti per altri Paesi UE. La Commissione europea potrà chiedere informazioni e fornire il suo parere al Paese cui è destinato l’investimento, ma la decisione finale spetterà al Paese interessato.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antonio Tajani e la protezione dei diritti d’autore online

Posted by fidest press agency su sabato, 16 febbraio 2019

“Con l’accordo raggiunto tra Parlamento, Consiglio e Commissione Ue sulla nuova direttiva per la protezione del diritto d’autore, l’Unione europea ha dimostrato la sua determinazione a proteggere e valorizzare l’inestimabile patrimonio di cultura e creatività europea. Abbiamo finalmente definito un quadro di regole moderno ed equo per la tutela dei diritti d’autore per il più grande mercato digitale al mondo.Le industrie culturali e creative sono tra i settori più importanti e dinamici dell’economia Ue, generando il 9% del PIL e dando lavoro a 12 milioni di persone. Senza un’adeguata remunerazione del loro lavoro, questi posti sono a rischio, così come l’indotto. Non è accettabile che i giganti del web, che pagano nell’Unione tasse irrisorie trasferendo ingenti guadagni negli USA o in Cina, si arricchiscano a spese dei contenuti creati in Europa.Le nostre nuove regole mirano a mettere fine all’attuale far-west digitale, garantendo una giusta remunerazione ai creatori e difendendo autori, giornalisti, scrittori, tutti gli artisti, dai musicisti ai commediografi, dai designer agli stilisti.Gli europei beneficeranno di questa riforma, che fa chiarezza sulle regole per le piattaforme online. I detentori dei diritti d’autore potranno concludere accordi con le grandi piattaforme digitali per vedersi riconosciuti i diritti sull’utilizzo dei loro contenuti. Ci sarà anche maggiore trasparenza e un meccanismo adeguato per la risoluzione delle controversie.Garantendo ai giornalisti un equo compenso per il loro lavoro, salvaguardiamo l’indipendenza e la qualità dei media. Solo così possiamo assicurare una vera libertà di stampa, e la professionalità indispensabile per contrastare il fenomeno sempre più diffuso delle fake news.Nelle democrazie liberali, libertà e responsabilità devono sempre andare insieme. È giusto che anche le piattaforme digitali siano responsabili per contenuti che violano i diritti d’autore e facciano la loro parte per garantire il rispetto delle regole. Non ci sarà nessuna forma di censura. Ad esempio, l’utilizzo dei meme sarà libero e garantito. Inoltre, le nuove regole prevedono deroghe per start-up, e micro e piccole imprese”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Right to peaceful protest in the EU: MEPs condemn use of disproportionate force

Posted by fidest press agency su sabato, 16 febbraio 2019

Parliament stressed on Thursday that public debate is vital to the functioning of democratic societies and called on member states to respect the right of freedom of peaceful assembly.
In a resolution passed with 438 votes to 78 and 87 abstentions, MEPs condemned the restrictions in several member states to the freedom of assembly and denounced the use of violent and disproportionate interventions by state authorities during protests and peaceful demonstrations.They called for transparent, impartial, independent and effective investigations when the use of disproportionate force is suspected and underlined that law enforcement agencies must always be held accountable for the fulfilment of their duties.“Violence against peaceful demonstrators can never be a solution in a debate or in politics”, notes the text, whilst acknowledging that the police is operating “in difficult conditions, owing in particular to the hostility of some protesters, but also to an excessive workload”.MEPs condemn “every kind of violence against individuals or property by violent, militant protesters, who only come for a violent purpose and harm the legitimacy of peaceful protests” and emphasise the importance of guaranteeing the safety of law enforcement officers, police officers and soldiers during public protest demonstrations.The resolution also notes the important role of journalists and photojournalists in reporting cases of disproportionate violence, and condemns all instances in which they have been deliberately targeted.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EP calls for measures fully protecting LGTBI people’s rights

Posted by fidest press agency su sabato, 16 febbraio 2019

In a non-legislative resolution approved on Thursday by show of hands, MEPs ask member states for legislation ensuring promotion and protection of lesbian, gay, bisexual, transgender and intersex (LGTBI) children’s fundamental rights.They ask the EU for a comprehensive strategic framework on LGTBI rights, similar to those on other topics such as gender equality and disability, and calls on the Commission to adopt a new strategic document to promote equality for LGTBI people.MEPs also voice concern over the non-binding nature of the Commission’s List of Actions to advance LGTBI equality, and calls for EP and civil society organisations involvement in the design of future LGTBI Lists of Actions. They underline that the promotion of LGTBI rights in external action is binding for both the EU and its Member States but the lack of a binding internal strategy “poses a threat to internal and external cohesion”.They denounce some EU countries require sterilisation and mental health diagnoses to access legal gender recognition, and call on the European Commission to assess whether these requirements are in line with the Charter of Fundamental rights.
In another non-legislative resolution, also adopted on Thursday by show of hands, the Plenary stressed that intersexuality should no longer be dealt with as a pathology, and called on member states to pursue the removal of the category of “gender incongruence in childhood” in the International Classification of Diseases of the World Health Organisation.
MEPs condemn the high prevalence of sex normalising treatments and surgery, despite not being medically necessary in most of the cases, and encourage EU countries to follow the example of those, such as Portugal and Malta, where these surgical procedures are banned. They also demand more flexibility in birth registration procedures and facilitating the change of names on identity cards.EP calls on the European Commission and member states to increase their support, including financial aid, to organisations fighting the stigmatisation of intersex people. Parliament also demands the Commission to make sure that EU funds do not support research or medical projects that further contribute to human rights’ violations of intersex people.
Intersex individuals are born with physical sex characteristics that do not fit medical or social norms for female or male bodies. These variations may manifest in primary characteristics (such as the inner and outer genitalia, the chromosomal and hormonal structure) and/or secondary characteristics (such as muscle mass, hair distribution and stature).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Latte: filiera non equa

Posted by fidest press agency su sabato, 16 febbraio 2019

«Le proteste dei pastori sardi sono il sintomo evidente del fatto che qualcosa non funziona nella gestione delle filiere e nel meccanismo dei fondi della PAC», dichiara Federica Ferrario, responsabile campagna Agricoltura sostenibile di Greenpeace Italia, commentando la crescente ondata di manifestazioni contro il basso prezzo del latte. «Troppo spesso assistiamo a filiere non eque, che non sono in grado di garantire ai produttori non solo una remunerazione adeguata, ma neppure di coprire i costi di produzione. La produzione zootecnica, inoltre, è sempre più concentrata in grandi aziende, mentre i piccoli produttori scompaiono. Solo in Italia, nell’ultimo decennio, hanno chiuso oltre 320 mila aziende, un calo del 38 per cento. Mentre il numero delle aziende agricole “grandi” e “molto grandi” è aumentato complessivamente del 44 per cento», continua Ferrario.
«I fondi pubblici della PAC dovrebbero essere invece spesi per sostenere agricoltori e allevatori, in direzione di una transizione necessaria verso una produzione basata su metodi ecologici. Questo per ridurre la quantità complessiva di animali allevati, aumentare la qualità, preservare l’ambiente e garantire il sostentamento di agricoltori e comunità rurali, e non solo di pochi attori industriali», conclude.Greenpeace, con la sua campagna Il Pianeta nel Piatto, chiede dunque una Politica Agricola Comune davvero “nuova” ai parlamentari europei che si esprimeranno sulla riforma della PAC domani, 14 febbraio, in Commissione Ambiente del Parlamento Ue, e il 6 o il 7 marzo prossimi in Commissione Agricoltura.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »