Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Archive for the ‘Politica/Politics’ Category

Politics

Castelli, “Coefficiente familiare, principio in cui crediamo fortemente”

Posted by fidest press agency su martedì, 21 gennaio 2020

“C’è un aspetto sul quale abbiamo insistito molto mentre costruivamo il reddito di cittadinanza: il numero di componenti del nucleo familiare avrebbe dovuto “pesare”, ovvero influire sull’importo erogato. È un principio nel quale credevamo e crediamo fermamente, quello del coefficiente familiare, affinché le famiglie più numerose ricevano un supporto congruo rispetto alle loro esigenze. Un modello che riprenda i principi di equità e proporzionalità espressi nella nostra Carta Costituzionale.
Vogliamo che questo principio sia alla base anche delle future riforme che come Governo porteremo avanti, per rimettere al centro il tema delle famiglie.In un momento storico nel quale si accentuano sempre più le differenze tra i cittadini più ricchi e quelli più poveri, come ci ha ricordato l’Oxfam alla vigilia del meeting annuale del World economic Forum a Davos, noi abbiamo deciso di andare nella direzione opposta, a supporto dei più deboli, affinché nessuno rimanga indietro”. Lo ha scritto su Facebook il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovo Progetto Politico sotto il simbolo dello Scudo Crociato

Posted by fidest press agency su martedì, 21 gennaio 2020

Alla presenza di Segretari Politici, davanti a più di 36 sigle tra associazioni cattoliche e della società civile e con tantissime adesioni già arrivate da tutta Italia è nato il nuovo Soggetto Politico che riunirà tutti i Moderati e sarà l’espressione del Ceto Medio, delle Imprese e di tutti i Cittadini che vogliono rappresentare il proprio Territorio, aggregando tutti coloro che non si sentono oggi rappresentati dalle politiche e dai toni estremisti che oggi continuiamo a vedere. E’ nato il Partito del Popolo Italiano. << Abbiamo riunito 36 sigle tra associazioni politiche, cattoliche e della società civile sotto lo Scudo Crociato – comunica entusiasta il Segretario Politico dell’Udc in Sicilia, l’Onorevole Decio Terrana – e con il nostro Segretario Nazionale Lorenzo Cesa, che ha da sempre creduto nel progetto di riunire tutti i Moderati, ed una folta rappresentanza dell’Udc, presenteremo presto anche in Sicilia il nostro nuovo Progetto Politico, chiedendo l’adesione di tutti i gruppi autonomisti, sicilianisti e delle diverse associazioni territoriali. Siamo il Partito del Popolo Italiano, l’unico Soggetto Politico ancora capace di rappresentare direttamente i Cittadini ed il Territorio >>.Un “ritorno” allo Scudo Crociato già utilizzato dall’Udc Italia di Lorenzo Cesa in questi anni, vincendo tantissime battaglie per la gente e per il territorio (tra cui l’ultima, il “Caro Voli”: raggiunto l’accordo che permetterà un prezzo massimo di 50 euro negli aeroporti di Comiso e Trapani, presto anche a Catania e Palermo).<< L’utilizzo dello Scudo Crociato – spiega il Segretario Regionale dell’Udc – non vuole essere un elemento per nostalgici, né vuole che si guardi al grandissimo lavoro che la Democrazia Cristiana ha portato avanti nel dopoguerra e negli anni del Boom Economico. Noi fondiamo le nostre radici nella Democrazia Cristiana, ma rappresentiamo i Cittadini ed il Territorio guardando al Presente con una grande visione sul Futuro. E abbiamo già cominciato a farlo quando a Caltanissetta, il 16 Luglio 2019, abbiamo radunato più di 300 Giovani sotto lo Scudo Crociato nel Centenario dei “Liberi e Forti” di Don Sturzo. Partendo proprio da Caltanissetta, cuore della storica Democrazia Cristiana. E c’è grande soddisfazione nel vedere alcuni dei Giovani che hanno partecipato alla nostra formazione politica farsi già strada nelle Amministrazioni Locali e nelle Istituzioni. Lo “Scudo Crociato” vuole dare questo significato alla Vita Politica. Ci rifacciamo ai valori etici della dottrina cristiana, ai valori morali e moderati del ceto medio e dell’Uomo di Centro. Non è possibile che un Moderato possa accettare discutibili politiche Sociali e sulla Famiglia, non è possibile che un Moderato possa accettare di far morire la gente in mare, non è possibile che un Moderato accetti di vedere rubato il Futuro ai Propri Figli. Puntiamo sui Giovani e sulle loro idee, Giovani Garbati e Moderati che possano sfruttare le esperienze del passato per costruire un Futuro migliore ad un’Italia distrutta dal giustizialismo, distrutta dalla ricerca continua di un “responsabile”, distrutta da una totale assenza di Identità dell’Uomo. Nessuno vuole vivere di assistenzialismo, nessuno vuole vivere nell’ignoto: serve Visione, serve Coerenza, serve Identità. La Politica deve tornare a vivere i Territori, a toccare con mano i problemi della gente >>. (font: Ufficio Stampa Udc Sicilia)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Regional security in the Middle East: exchange of views with Adel Al Jubeir

Posted by fidest press agency su martedì, 21 gennaio 2020

Bruxelles Tuesday 21 January, 17.45 – 18.30 CET European Parliament’s Antall building, room 2Q2. Saudi Arabia’s Minister of State for Foreign Relations Adel Al Jubeir will address MEPs in the Foreign Affairs Committee.His intervention will be followed by an exchange of views with Members of the Committee. The discussions are expected to focus on the latest political developments in the Middle East, sparked by increased tensions between Iran and the US, as well as other current challenges in the region.Mr Al-Jubeir, a career diplomat, assumed his current office in December 2018 and has previously served as his country’s foreign minister and ambassador to the United States.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fenomeno migratorio a livello internazionale

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

A Parigi si è tenuta la riunione dei Paesi Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) sulle migrazioni dal titolo ”Making Migration and Integration Policies Future Ready”. A tema le politiche di integrazione. A guidare la delegazione italiana il sottosegretario al Ministero del lavoro e delle Politiche sociali fresco di Deleghe per la Direzione generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione afferenti a quel ministero. A questo riguardo il sottosegretario Steni Di Piazza ha dichiarato: “Un governo di discontinuità sul fenomeno migratorio. Il carattere strutturale delle migrazioni impone un approccio politico, è necessario un passaggio da un approccio emergenziale ad uno di sistema. Su questo si gioca la sfida della sicurezza e della coesione sociale nei nostri Paesi. Bisogna offrire soluzioni condivise e buone politiche ai nostri cittadini.A livello europeo, bisogna superare una volta per tutte l’idea che il paese di primo ingresso sia quello che debba farsi carico da solo dei migranti, solo una condivisione della responsabilità può portare a politiche capaci di conciliare sicurezza e solidarietà.In una logica di sistema dobbiamo sviluppare una strategia di integrazione attenta alle dinamiche economiche e sociali, senza enfatizzazioni né semplificazioni, senza ideologismi né allarmismi. Ma badando alla realtà del fenomeno, alle policy possibili a livello nazionale e nei contesti territoriali.In questa fase l’azione del nuovo Governo attraverso il suo Ministero del Lavoro e politiche sociali dovremo costruire metodologie e strumenti più avanzati di governo del fenomeno migratorio e di implementazione della qualità della integrazione. Preparare le politiche di integrazione del futuro è, quindi, possibile rafforzando la capacità di capire le sfide attuali e le tendenze del fenomeno, nell’operare rispetto alla concretezza delle dinamiche migratorie e migliorando le condizioni di vita delle persone migranti e dei territori ove sono accolti, contrastando, sempre e ovunque, ogni forma di discriminazione.”

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Europa potrà guidare il mondo verso la sostenibilità?

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Il programma di investimenti “verdi” presentato dalla Commissione von der Leyen conferma il grande impegno per il prossimo decennio. Ma per una leadership globale serve un’Europa più coesa e determinata. 17/1/20 Al riguardo Donato Speroni scrive:
“Non sono stato originale nei miei doni di Natale: ho regalato libri. Visitando alcune librerie mi ha colpito la quantità di volumi ben esposti, soprattutto nelle sezioni internazionali, che parlavano del futuro. Insomma, il futuro vende: sembra aumentata la voglia di guardare avanti e di interrogarsi sui possibili scenari, forse alimentata anche dalle crescenti preoccupazioni sul clima e sulle sorti del Pianeta. O meglio, sulle sorti dell’umanità, visto che il Pianeta se la caverà comunque ancora per qualche miliardo di anni.La preoccupazione può davvero trasformarsi in azione? Mira proprio a questo la “Decade of action”, che le Nazioni unite avvieranno il 22 gennaio. Si tratta di un piano che prevede tre livelli, in vista dell’attuazione dell’Agenda 2030: un’azione globale per soluzioni più efficienti nell’uso delle risorse; un’azione locale che incorpori transizioni significative nelle politiche, nelle istituzioni e nei quadri normativi di governi, città e autorità locali; un’azione individuale da parte di giovani, società civile, media, settore privato, sindacati, università e altre parti interessate. Amina Mohammed, vicesegretaria generale delle Nazioni Unite, presentando l’iniziativa ha sottolineato che “il Decade of action è un’opportunità per correggere la rotta”.In questo contesto, l’Europa può davvero assumere una funzione di leadership, ben delineata dallo “European green deal”. Una parte importante di questo piano, lo “European green deal’s investment plan”, è stato presentato martedì 14 dalla Commissione von der Leyen al Parlamento europeo: un piano da mille miliardi di investimenti in dieci anni. Come spiega il sito della Commissione. La normativa europea sul clima sancirà per la prima volta nella legge l’obiettivo della neutralità climatica dell’Ue entro il 2050. Ciò significa emettere meno biossido di carbonio ed eliminare dall’atmosfera quello emesso. Per farlo è necessario estendere ad altri settori il sistema di scambio di quote di emissione che già aiuta l’Ue a ridurre le emissioni dei settori energetico e industriale. Lo sviluppo di fonti di energia più pulite e di tecnologie verdi ci consentirebbe di produrre, viaggiare, consumare e vivere rispettando di più l’ambiente. Occorre sviluppare un’economia realmente circolare e proteggere la biodiversità. In particolare, il Green deal europeo prevede un percorso per una transizione giusta e socialmente equa. È concepito in modo da non lasciare indietro nessun individuo e nessuna regione in questa grande trasformazione.Più in dettaglio, il Piano si basa su tre dimensioni:
Il finanziamento: ci si propone di mobilitare almeno mille miliardi di investimenti sostenibili nel prossimo decennio, con una spesa sulle azioni climatiche ed ambientali senza precedenti nel budget dell’Unione, ma con un contributo importante anche di fondi privati e un ruolo fondamentale della Banca europea degli investimenti.
L’abilitazione: fornire incentivi per liberare e reindirizzare investimenti pubblici e privati. La Ue metterà a disposizione degli investitori nuovi strumenti che mettano la finanza sostenibile al centro del sistema finanziario; faciliterà investimenti sostenibili da parte delle autorità pubbliche, attraverso forme di incoraggiamento ad acquisti e bilanci verdi; verranno delineate procedure per facilitare l’aiuto di Stato nelle regioni più colpite dalle esigenze di giusta transizione.Il supporto pratico: la Commissione aiuterà le autorità pubbliche nella programmazione, messa a punto ed esecuzione di progetti sostenibili.Particolare attenzione verrà dedicata alla Giusta transizione, con un meccanismo ad hoc, il Just transition mechanism (Jtm), finanziato con 100 miliardi di euro dal 2021 al 2027, per aiutare i territori maggiormente esposti sul piano socioeconomico. Si precisa che il Jtm non riguarda soltanto il finanziamento, ma:sulla base di una piattaforma per la giusta transizione, la Commissione fornirà assistenza tecnica agli Stati membri e agli investitori e si assicurerà che le comunità, le autorità locali, i partner della società civile e le Ong vengano coinvolti nella gestione. Il Jtm includerà un forte contesto di governance basato su piani territoriali di giusta transizione. (fonte: ASviS)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo regolamento CPC sulla cooperazione tra le autorità nazionali

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

E’ entrato in vigore il regolamento (UE) 2017/2394 sulla cooperazione tra le autorità nazionali per l’esecuzione della normativa che tutela i consumatori. Il nuovo regolamento abroga e sostituisce il regolamento (CE) n. 2006/2004, con il quale la Comunità Europea ha istituito una rete di autorità nazionali, comunemente identificata con l’acronimo CPC (Consumer Protection Cooperation Network), avente lo scopo di realizzare una cooperazione tra gli Stati membri della Comunità e dello Spazio Economico Europeo, al fine di affrontare congiuntamente le violazioni del diritto in materia di tutela dei consumatori.L’entrata in vigore della nuova normativa comporta un indiscutibile rafforzamento dei poteri delle autorità nazionali responsabili individuate (la lista completa è disponibile qui) , che potranno, nel caso di violazioni delle normative menzionate del regolamento,
– richiedere informazioni a qualsiasi ente privato e pubblico per individuare l’identità dell’operatore responsabile dell’infrazione, nel rispetto della legislazione in materia di protezione dei dati
– effettuare degli acquisti campione (cd. mystery shopping) per verificare le condizioni post-vendita applicate e l’eventuale perpetrazione di discriminazioni geografiche
– ordinare, se necessario, la rimozione di contenuti online
– comminare multe o sanzioni periodiche per le violazioni commesse
– intraprendere azioni in coordinamento con la Commissione Europea nell’ipotesi di infrazioni su larga scala, che coinvolgano cioè almeno 2/3 dei cittadini europei.
Il regolamento istituisce inoltre un nuovo sistema di allerta per lo scambio efficace d’informazioni in caso di infrazione; le autorità nazionali potranno avvalersi del contributo di meccanismi di segnalazioni esterne da parte di organismi appositamente designati, quali associazioni di consumatori e i Centri Europei dei Consumatori della rete ECC-Net. Il Centro Europeo Consumatori Italia, anche prima di tale designazione, ha sempre proficuamente collaborato con il Ministero dello Sviluppo Economico, che ai sensi del regolamento CPC, funge da unico ufficio di collegamento (soggetto incaricato di coordinare le attività d’indagine ed esecutive), fornendo puntualmente informazioni e dati al fine di soddisfare richieste o esigenze specifiche dell’autorità. Il regolamento (UE) 2017/2394, nell’allegato, menziona espressamente, quali “norme dell’Unione a tutela degli interessi dei consumatori” ventisei specifiche normative, tra le quali si ricordano quelle relative alle clausole abusive, alla vendita e alle garanzie dei beni di consumo, ai diritti dei passeggeri nel trasporto aereo e ferroviario, alla multiproprietà, ai pacchetti turistici. Tale elenco potrà essere aggiornato in futuro al fine di estendere l’ambito di applicazione del regolamento a nuovi settori legislativi.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Committee on Foreign Affairs

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Brussels, Tuesday 21 January in József Antall, 2Q2 The Eastern Partnership – vision of development after 2020 09.15 – 11.15 The objective of the hearing is to discuss the achievements and shortcomings of the EU’s Eastern Partnership both at the regional and multilateral level. MEPs and invited experts will also analyse the possible evolution of the EU’s relations with its six Eastern Partners and a way forward for the Eastern Partnership in the next decade. The hearing will constitute the Foreign Affairs Committees’ contribution to the next Eastern Partnership summit, which is scheduled to take place in the spring of 2020. Full programme.
Exchange of views with the Minister of Foreign Affairs of the Republic of Paraguay (Pro Tempore Presidency of Mercosur), Ambassador Antonio Rivas, on EU-Mercosur relations (in association with the Delegation for relations with Mercosur)
14.30-15.00 Parliament’s Foreign Affairs Committee will discuss EU-Mercosur relations (Argentina, Brazil, Paraguay and Uruguay) with Paraguayan Foreign Affairs Minister Antonio Rivas. On 28 June 2019, an “agreement in principle” was reached between the EU and the four Mercosur countries on the trade pillar (free trade agreement (FTA)) as part of a wider Association Agreement (AA) including political dialogue and cooperation. This agreement still requires ratification at EU and Member State levels.
Exchange of views with Gordan Grlić Radman, Minister of Foreign and European Affairs of the Republic of Croatia, on the priorities of the Croatian Presidency 15:30 – 16.30 MEPs will discuss the political priorities of the new Croatian Presidency in the field of EU external relations with Gordan Grlić Radman, Croatia’s Minister of Foreign and European Affairs.
Exchange of views with Jens Stoltenberg, NATO Secretary General (Jointly with the Subcommittee on Security and Defence and in association with the Delegation for relations with the NATO Parliamentary Assembly)
16:30-17.30NATO Secretary General Jens Stoltenberg will address the AFET MEPs just a week after the European Parliament adopted resolutions on state of play of CFSP/CCSDP (Common Foreign and Security Policy / Common security and defence Policy) calling for close cooperation with NATO, but also stressing the need of ensuring EU-s strategic autonomy.
Exchange of views with Adel Al Jubeir, Minister of State for Foreign relations of the Kingdom of Saudi Arabia
17:45 – 18.30The committee will take stock of the latest political developments in the Middle East, in particular with regard to the recent increased tensions between Iran and the US, together with Saudi Arabia’s Minister of State for Foreign Relations Adel Al Jubeir.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

3rd EU Action Plan on Human Rights and Democracy

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Bruxelles. Subcommittee on Security and Defence Wednesday, 22 January 2020, 09.00-18.30 in meeting room Altiero Spinelli 3G-3 (Brussels)
Debates 9.00 – 11.30 Exchange of views on the military challenges in Sahel
14.30 – 18.30
• Exchange of views on the security and defence challenges of 5G
• Exchange of views on the security situation in Iraq and EUAM Iraq
Thursday, 23 January 2020, 09.00-12:00 in meeting room Altiero Spinelli 3E-2 (Brussels)Debate
Exchange of views on the 3rd EU Action Plan on Human Rights and Democracy with Lotte Knudsen, Managing Director Global – Human Rights, Global and Multilateral Issues, EEAS (tbc), Chiara Adamo, Head of Unit, Directorate General for International Development and Cooperation, European Commission, and Gaelle Dusepulchre on behalf of Human Rights and Democracy Network (HRDN)
Thursday, 23 January 2020, 09.00-18.30 in meeting room Altiero Spinelli 3G-3 (Brussels) Debates. Consideration of draft report: Recommendation to the High Representative and to the Council under Rule 118 in preparation of the 2020 Non-Proliferation of Nuclear Weapons Treaty (NPT) review process, nuclear arms control and nuclear disarmament options. Rapporteur: Sven MIKSER (S&D, ET). Exchange of views with Narcisa VLADULESCU, Chair of CONOP, Division for Disarmament, Non-Proliferation and Arms Export Control, EEAS NATO’s 70th anniversary: future challenges for the Alliance.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Next week in Trade Committee

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

The Trade Committee will meet Monday afternoon and all day Tuesday next week. Here are the highlights.Vote on EU-Vietnam free trade and investment protection agreements. Trade MEPs will vote on a consent file and a resolution to each of the two agreements at 10:00 Tue morning .The trade agreement will eliminate virtually all tariffs on goods traded between the two sides. The investment protection agreement makes investment protection enforceable through the new Investment Court System. Rapporteur: Geert Bourgeois (ECR, BE) Presentation of report on intellectual property rigths in third countries
On Mon afternoon, Trade MEPs discuss the Commission’s latest bi-annual report on how third countries regard IPR issues. Published on 20 December last year, the report gives a detailed analysis on China.Croatian presidency trade prioritiesTuesday morning at 9:00 Croatian foreign and EU affairs minister Gordan Grlić Radman presents the priorities of his country’s presidency.
A separate hearing takes place between 15:00 and 18:00 Tuesday on trade policy in turbulent times, and how trade policy can be squared wtih sustainable development goals. More information here.
Time of meeting: Monday, 20 January 15:00-17:30, and Tuesday, 21 January 9:00-12:30 and 15:00-18:00

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

European Parliament: Subcommittee on Human Rights

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Bruxelles Wednesday, 22 January 2020, 09.00-18.30 in meeting room Altiero Spinelli 3E-2 (Brussels) Debates
• Exchange of views with Eamon Gilmore, EU Special Representative for Human Rights
• Exchange of views on the human rights situation in Myanmar. With Nicholas Koumjian, Head of the United Nations Independent Investigative Mechanism for Myanmar (via webmeeting), and Yasmin Ullah, Free Rohingya Coalition (FRC)
In association with the Delegation for relations with the countries of Southeast Asia and the Association of Southeast Asian Nations (ASEAN) (tbc)
• Exchange of views on the future of the EU-Tunisia partnership: a Tunisian vision with Kamel Jendoubi, Honorary Chairman of EuroMed Rights, first President of the Independent Higher Authority for the elections and former Minister for relations with Constitutional Institutions and Civil Society, and Ouided Bouchamaoui, co-laureate of the Nobel Peace Prize 2015 and former President of the Tunisian Confederacy of Industry, Trade and Handicrafts (UTICA)
In association with the Delegation for relations with Maghreb countries

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

European Parliament:The week ahead 20 – 26 January 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Brussels Committees’ meetings. Brexit. The Constitutional Affairs Committee will vote on their recommendation to Parliament on whether it should grant its consent to the EU-UK Withdrawal Agreement. The final vote in plenary, scheduled for 29 January in Brussels, will take place if the UK has ratified fully the Agreement by then (Thursday).
EU-Vietnam free trade deal. The EU-Vietnam free trade and investment protection agreements are up for a vote in the International Trade Committee. If approved, the deal would remove all export tariffs from the EU and protect 196 GIs (products with geographical indication), while Vietnam would open its public procurement market to EU firms. The contentious issues are Vietnam’s human rights record and its labour laws (Tuesday).
Public Health. The Environment and Public Health Committee will vote on whether to veto a proposal from the Commission to promote the recycling of PVC waste containing lead. According to the draft decision, this may prolong and enhance consumers’ exposure to lead (Tuesday).
Illegal trade in pets. Members of the Environment and Public Health Committee are expected to demand immediate action against illegal trade in pets to protect animal welfare, consumers and public health (Tuesday).
Artificial Intelligence. The Internal Market and Consumer Protection Committee will vote on a resolution addressing several challenges arising from the rapid development of Artificial Intelligence (AI) technology, in particular those related to consumer choice, the problematic use of bias data and the need to adapt EU liability rules to cover new AI-enabled products (Thursday).
NATO/EU. NATO Secretary General Jens Stoltenberg will address the Foreign Affairs Committee, Subcommittee on Security and Defence and the Parliamentary Delegation to NATO just a week after Parliament adopted resolutions on the state of play of the Common Foreign and Security Policy as well as Common Security and Defence Policy. MEPs called for close cooperation with NATO, while stressing that the EU needs to have strategic autonomy (Wednesday).
Croatian Presidency. Croatian Ministers will present the rotating Council Presidency’s priorities to the relevant parliamentary committees. Croatia holds the Presidency of the Council until July (Monday to Wednesday).
President’s diary. EP President David Sassoli will attend the World Economic Forum of Davos, on Tuesday and Wednesday. On Thursday, EP President will be in Jerusalem at the World Holocaust Remembrance Centre (Yad Vashem) and will meet Yuli-Yoel Edelstein, Speaker of Knesset. On Friday, President Sassoli will deliver a speech at the Conference on the New Green Deal, in Assisi, Italy.
Press briefing. The EP Press Service will hold a press briefing on the week’s activities at 11.00 a.m. on Monday, in the “Anna Politkovskaya” EP press conference room.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libia. Urso (FdI): serve missione europea navale e terrestre

Posted by fidest press agency su sabato, 18 gennaio 2020

“Sì, in politica estera bisogna essere assolutamente uniti ma anche avere con chiarezza una strategia condivisa che persegua con convinzione l’interesse nazionale, tanto più in aree vitali per il nostro Paese, come la Libia, il Mediterraneo Orientale, il Golfo Persico”: a dirlo il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, nel corso dell’informativa del ministro degli Esteri sulla situazione in Iran, Iraq e Libia.
Per il senatore di FdI il nostro Paese “ha manifestato purtroppo in questi ultimi anni un atteggiamento ambiguo, spesso contraddittorio, che talvolta è apparso inaffidabile ai nostri tradizionali alleati, ciò ha probabilmente determinato il disimpegno degli Stati Uniti, che ha fatto precipitare la situazione in Libia. Non è sufficiente realizzare una girandola di incontri per aver peso, se non si ha anche una precisa strategia su come tornare in campo. Ci colpisce l’ondeggiare di posizioni, gli stop and go, che anche oggi si sono riproposti per esempio sulla possibilità di un intervento condiviso e multilaterale in Libia”.”Noi lo diciamo con coerenza e senza infingimenti: è assolutamente necessario che l’Italia in modo chiaro e coeso chieda all’UE di realizzare una missione militare di interposizione terreste, navale ed aerea, per evitare le interferenze esterne e porre le promesse di pace e stabilità nell’area. Se questa diventa la posizione del governo espressa con chiarezza nelle sedi internazionali, noi ci siamo e ci saremo sempre, a tutela della Nazione, dei suoi interessi, del suo futuro” conclude il senatore Urso.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grazie FdI eletti senatori a 25 anni

Posted by fidest press agency su sabato, 18 gennaio 2020

“Grazie a Fratelli d’Italia si potrà (forse) essere eletti senatori a 25 anni invece che agli attuali 40. E’ stato approvato in Commissione Affari Costituzionale al Senato l’emendamento a firma Fazzolari-La Russa al testo di riforma costituzionale dell’articolo 58 per abbassare l’elettorato passivo al Senato. Si tratta di una storica battaglia di Fratelli d’Italia e ancora prima di Giorgia Meloni, che aveva presentato una proposta di legge a sua firma in tal senso addirittura nel 2010 quando era ministro della Gioventù. Una proposta che per anni ha visto l’opposizione praticamente di tutte le forze politiche e che è stata respinta di nuovo, pochi mesi fa, alla Camera dei Deputati con la bocciatura dell’emendamento Meloni alla modifica costituzionale riguardo l’elezione dei membri del Senato. Il testo dovrà seguire ancora un lungo iter, ma si tratta di una svolta importante che dimostra ancora una volta la capacità di Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia di saper proporre battaglie di buon senso molto prima che queste diventino ‘di moda’ e siano sposate dalle altre forze politiche”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari, responsabile nazionale del programma di FdI.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Manovra Green New Deal

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

Roma – “La nostra economia sulla green economy è forte, il problema è che forse lo raccontiamo troppo poco e pensiamo sempre alla tragedia. Dobbiamo raccontare quali sono le occasione e le opportunità di un sistema produttivo, che forse ha bisogno di avere nuovi stimoli. 100 miliardi europei, più i 4,5 miliardi che abbiamo messo come Italia sono un grosso stimolo. Un Governo che intraprende questa strada e la segue insieme all’Europa, attraverso la pianificazione di riconversione delle aziende, questo significa se fatto bene, nuovi posti di lavoro e far sviluppare i territori”. Lo ha detto il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, intervenendo a Radio Anch’io su Radio 1 RAI.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Conference on the Future of Europe

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

“We are pleased to see the European Parliament take the lead in setting the agenda for the Conference on the Future of Europe, finally opening the door for long-needed Treaty changes with yesterday ‘s vote. Europe cannot win back the trust of its citizens with another so-called “listening exercise”. Instead we need to be courageous and give citizens a real say over the future of the European project. Only a Conference on the Future of Europe that puts all options of deep policy and institutional change on the table can now deliver on citizens’ expectations. If Commission President von der Leyen and the European Council are genuine about bringing Europe closer to the people, we invite the Commission and the Council to support the proposals and the level of ambition indicated by the European Parliament”, says Sandro GOZI, President of the Union of European Federalists (UEF).The Union of European Federalists (UEF) and the Young European Federalists (JEF Europe) welcome the resolution adopted yesterday by the European Parliament stating its position regarding the Conference on the Future of Europe. Both UEF and JEF have long advocated for the renewal of our European Union and put forward detailed proposals for the setup of the Conference. The Conference is a golden opportunity for European citizens to walk the path towards an “ever closer union”, as stated in the Treaties. The Conference should not shy away from proposing to expand the Union’s powers and resources and renew its institution to make Europe really sovereign, including through an overhaul of the current Treaties.The Conference on the Future of Europe must send a clear message to the Union’s citizens that their voices will be heard. For this reasons, the European federalists call on the European Commission and the Council, to engage fully and genuinely with this exercise in participatory democracy. The Conference on the Future of Europe shall not be a new dialogue exercise as seen in the past, but a democratic and participative process where citizens have a real say on the Future of the Union. Therefore, in line with the proposal of the Parliament, UEF and JEF welcome an inclusive model that allows citizens to discuss the most pressing policies and institutional reforms, both necessary to rebuild trust in the European project. UEF and JEF are however concerned that there is no credible feedback loop between the decisions ultimately taken by political representatives and the proposals put forward by the citizen agora.
“We couldn’t agree more with the European Parliament: the increase in voter turnout at the 2019 European elections showed that citizens engage with Europe when they are offered the opportunity. For too long we, European citizens, have been sidelined or only cosmetically “consulted” in discussions over the future of European integration. Those times are over. Citizens and civil society are determined to continue pushing for change. The EU’s 60-years-long record of ensuring peace on the continent is at risk if it keeps muddling through the current intergovernmental status quo. The Conference on the Future of Europe is the opportunity to address the concerns of citizens about the future of European democracy and to provide the EU with the tools – institutional and financial – to deliver on its promise”, concludes Leonie MARTIN, President of JEF Europe.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Biodiversità: il PE chiede obiettivi vincolanti a livello UE e globale

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

Il Parlamento ha adottato, per alzata di mano, la sua posizione in vista della Conferenza delle Nazioni Unite sulla biodiversità del 2020 (COP 15), che si terrà a ottobre a Kunming (Cina).Per arrestare l’attuale tendenza alla perdita globale di biodiversità, la conferenza dovrebbe portare a un accordo su obiettivi giuridicamente vincolanti con scadenze ben precise, chiari indicatori di prestazione e meccanismi di revisione inter pares o di segnalazione sulla base di norme comuni.Il Parlamento vuole che la prossima strategia sulla biodiversità per il 2030 garantisca all’UE un ruolo centrale, ad esempio:
assicurando che almeno il 30% del territorio dell’UE sia costituito da aree naturali
ripristinando almeno il 30 % degli ecosistemi danneggiati
integrando maggiormente la biodiversità in tutte le politiche
istituendo un obiettivo di spesa chiaro per l’integrazione della biodiversità nel bilancio a lungo termine 2021-2027 di un minimo del 10%
Infine, i deputati sottolineano il bisogno di assumere degli impegni forti a favore di sistemi alimentari e di agricoltura sostenibili, compresi obiettivi di riduzione vincolanti a livello dell’UE sull’uso di pesticidi.
Per il Parlamento, la tutela della biodiversità è sempre stata una priorità. La Convenzione delle Nazioni Unite sulla biodiversità è stata istituita il 29 dicembre 1993. Una delegazione del Parlamento europeo parteciperà alla sua quindicesima riunione a Kunming, in Cina, dal 19 ottobre al 1 novembre 2020.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I cittadini saranno il fondamento della Conferenza sul futuro dell’Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

Dopo un dibattito con Dubravka Šuica, vicepresidente della Commissione per la Democrazia e la Demografia, e Nikolina Brnjac, in rappresentanza della Presidenza croata del Consiglio, il Parlamento ha adottato una risoluzione che illustra la sua visione per la prossima Conferenza sul futuro dell’Europa.Commentando dopo la votazione, il Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, ha dichiarato: “La Conferenza sul Futuro dell’Europa è una prima pietra dell’edificio di questa nuova Europa. È una priorità per noi in questo Parlamento, dobbiamo lavorare a stretto contatto con le altre istituzioni dell’UE, ma anche con i parlamenti nazionali, gli enti locali e regionali, la società civile e, soprattutto, con i cittadini per far sì che sia un successo.”Il testo è stato approvato con 494 voti favorevoli, 147 contrari e 49 astensioni.I deputati vogliono che i cittadini siano al centro delle discussioni su come affrontare le sfide interne ed esterne che non erano state previste al momento dell’adozione del trattato di Lisbona (la più recente riforma dell’UE). Cittadini di ogni estrazione, la società civile organizzata e i portatori di interessi a livello europeo, nazionale, regionale e locale devono essere coinvolti nella definizione delle priorità dell’UE, con un approccio dal basso verso l’alto, inclusivo, partecipativo ed equilibrato.Il Parlamento propone di istituire diverse agorà tematiche dei cittadini (forum tematici dei rappresentanti dei cittadini), e almeno due Agorà dei giovani, ognuna composta da 200-300 persone, con un minimo di tre per Stato membro. I rappresentanti delle agorà tematiche dei cittadini e dei giovani discuteranno le loro conclusioni nella plenaria della Conferenza con gli eurodeputati e i rappresentanti dei parlamenti nazionali, i ministri del Consiglio, i vicepresidenti della Commissione e i rappresentanti di altre istituzioni, organi e parti sociali dell’UE.
Oltre al patrocinio da parte delle tre principali istituzioni dell’UE, il Parlamento esorta il Consiglio e la Commissione a impegnarsi a favore della possibilità di eventuali modifiche del trattato. Infine, dovrebbe essere preso in considerazione l’introduzione di un meccanismo permanente di dialogo con i cittadini.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brexit: MEPs concerned about citizens’ rights

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

In a resolution adopted on Wednesday, MEPs take stock of citizens’ rights in the context of Brexit and highlight that their consent to the Withdrawal Agreement will take into account “experiences gained and assurances given” about their protection. Parliament expresses concerns especially about the application-based approach used in the UK EU Settlement Scheme, the absence of physical proof for successful applicants, and its accessibility, among other issues.MEPs question the set-up and independence of the UK’s “independent authority” foreseen in the Withdrawal Agreement, stating that they would welcome the establishment of a joint European Parliament – UK Parliament scrutiny mechanism.The adopted text calls for information campaigns to be launched to prepare citizens and urges governments in EU27 member states to adopt consistent and generous measures to provide legal certainty for UK citizens residing in their territory.The resolution was adopted with 610 votes in favour, 29 against and 68 abstentions following a debate on Tuesday that focussed largely on the future of freedom of movement and limiting the impact of Brexit on citizens’ lives.Video of statements by Nikolina Brnjac, representing the Croatian Presidency of the Council and by Ursula von der Leyen, President of the Commission.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A proactive and more strategic European Union

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

In the resolution assessing the state of play on the EU´s common foreign and security policy (CFSP), MEPs note that the world is facing a global power shift, with geopolitical competition becoming a leading trend.They express their full support for new Commission President Ursula von der Leyen’s decision to transform the European Commission into a ‘geopolitical Commission’.MEPs point out that the EU has to switch from a responsive to an anticipatory approach. Teaming up with like-minded EU strategic partners, in particular NATO and emerging countries, is essential to defend the global rule-based order.Rapporteur and Chair of the Foreign Affairs Committee David McAllister (EPP, DE) said: “The recent events in the Middle East proved again that multilateralism is more challenged than ever. With the beginning of a new political cycle, there is an urgent need for a stronger, united and proactive European Union. The role of the European Parliament should therefore be reinforced as an important pillar of the Common Foreign and Security Policy”.MEPs reiterate their support for the Eastern Partnership , and call for a credible EU enlargement strategy in the Western Balkans.The resolution was adopted with 454 votes for, 148 against and 102 abstentions.In the annual resolution on common security and defence policy (CSDP), adopted with 364 votes for, 266 against and 77abstentions, MEPs warn that armed conflicts provoking massive population displacement, jihadist terrorism, cyber attacks, hybrid threats, the weakening of disarmament efforts, energy insecurity and climate change, all make the European Union’s security environment uncertain and upredictable.MEPs note that some global actors (the United States, China, Russia) and an increasing number of regional actors (Turkey, Iran, Saudi Arabia) are seeking to assert power through a combination of “unilateral diplomatic posturing”.The European Union has been slow to react and adapt to this new international context, warn MEPs. In the area of defence, insufficient investments, lack of capabilities but above all, a “political reluctance to implement the robust provisions provided for in the European treaties” hampers the European Union’s ability to play a decisive role in external crises. Rapporteur Arnaud Danjean (EPP, FR) said: “As Europe is facing tremendous security challenges, in a highly volatile international context, the European Union and its member states must take responsibility. In full respect of alliances and partnerships, Europe must assert its strategic autonomy and strengthen its capabilities in order to be a real actor and not a spectator.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parliament supports European Green Deal and pushes for even higher ambitions

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

Parliament adopted on Wednesday its position on the European Green Deal, unveiled by Commission President von der Leyen in a plenary debate in December. MEPs welcome the European Green Deal and support an ambitious sustainable investment plan to help close the investment gap. They also call for an adequately funded just transition mechanism.Parliament wants the upcoming Climate Law to include higher ambitions for the EU’s 2030 goal of emissions reductions (55 % in 2030 compared to 1990, instead of “at least 50 % towards 55 %”, as proposed by the Commission). The EU should adopt these targets well in advance of the UN climate change conference in November, MEPs say. They also want an interim target for 2040 to ensure the EU is on track to reach climate neutrality in 2050.To prevent carbon leakage due to differences in climate ambition worldwide, Parliament calls for a WTO-compliant carbon border adjustment mechanism.MEPs stress that they will amend any legislative proposals to meet the objectives of the Green Deal. Higher targets for energy efficiency and renewable energy, including binding national targets for each member state for the latter, and a revision of other pieces of EU legislation in the field of climate and energy are needed by June 2021, they add.The resolution was adopted with 482 votes for, 136 against and 95 abstentions.“Parliament overwhelmingly supported the Commission’s proposal on the Green Deal and welcomes the fact that there will be consistency between all European Union policies and the objectives of the Green Deal. Agriculture, trade and economic governance and other policy areas must now be seen and analysed in the context of the Green Deal”, said Pascal Canfin (RE, FR), Chair of the Environment Committee.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »