Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘stretto’

Mobilitazione contro il ponte sullo stretto

Posted by fidest press agency su sabato, 22 gennaio 2011

Gli Indipendentisti du Cumitatu Missinisi du Frunti Nazziunali Sicilianu – “Sicilia Indipinnenti” proseguono nella loro mobilitazione coerente contro il “Ponte -iattura” sullo Stretto di Messina. Da sempre Noi du F.N.S. siamo apertamente, pacificamente, civilmente e democraticamente impegnati a contrastare, in modo argomentato, il “mito” del ponte. Ponte sullo Stretto di Messina che se realizzato non sarebbe come insinuano taluni né “l’ottava meraviglia del mondo” e neppure la panacea di tutti i mali siciliani o calabresi,una simile “opera”,semmai, avrebbe invece effetti reali e infausti. Attenzioniamo, ad esempio, il malaugurato impatto che “’u punti”avrebbe soprattutto per la Città di Messina e con questa immancabilmente per l’intero territorio provinciale. Messina rischierebbe realmente di venire “condannata a morte”, spegnendosi economicamente, socialmente e politicamente. Se, infatti, si accettasse la logica “pontista” si finirebbe per assistere alla vanificazione di una tradizione antica e gloriosa, quella della nobile Città siciliana di Messina. La città verrebbe così sacrificata sull’altare di un posticcio “moloch”, quello della “città-regione dello Stretto”. Una entità meramente politico-burocratica, auspicata e voluta, solo da una minoranza che vi intravede concrete occasioni per realizzare un nuovo, ennesimo “carrozzone burocratico”, una “regionicchia” con posti e ruoli burocratici a iosa. Sembra che nessuno voglia o sappia pensare a Messina, ai messinesi. Gli Indipendentisti du Cumitatu Missinisi du Frunti Nazziunali Sicilianu – “Sicilia Indipinnenti” invece sì e non tacciono né volgono strumentalmente lo sguardo altrove. Invochiamo invece l’esercizio del “buon senso” da parte di tutti i Messinesi per Dire no,definitivamente, all’ipotesi ponte.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come si finanzia il ponte sullo stretto

Posted by fidest press agency su sabato, 20 novembre 2010

“Nei 34 giorni di pedaggi sulla Siena-Firenze e sulla Bettolle-Perugia, lo Stato ha incassato 15 milioni di euro, circa 440mila euro in media al giorno. Rapportando la cifra ad un anno si otterrebbe un introito di 160 milioni di euro, una cifra tre volte superiore al budget assegnato ad Anas per gli interventi sulle strade toscane, per le manutenzioni ordinarie e straordinarie”. Ad affermarlo è Franco Ceccuzzi, deputato del Pd, commentando la risposta del Ministero delle infrastrutture all’interrogazione presentata nel mese di luglio dal parlamentare senese per sapere quante fossero le risorse che lo Stato avrebbe ricavato dal pedaggio e, di quelle, quante sarebbero state trasferite all’Anas per ammodernare e mettere in sicurezza le strade toscane. “Nel 2009 i milioni assegnati sono stati 47 – prosegue Ceccuzzi – mentre nell’anno in corso, per il momento, Anas ha ricevuto solo 16 milioni di euro. Come avevamo denunciato nei mesi scorsi, le risorse del pedaggio servono a compensare il taglio di 1,4 miliardi di euro subìto dal bilancio Anas a vantaggio del finanziamento del Ponte sullo Stretto, la cui società vede al vertice lo stesso Presidente di Anas, Pietro Ciucci. Ciò diventerebbe ancora più evidente nella malaugurata ipotesi, che faremo di tutto per scongiurare, della reintroduzione del pedaggio. Chiediamo che i 15 milioni di euro incassati dallo Stato sulle strade locali vengano immediatamente trasferiti ad Anas per la messa in sicurezza della Siena-Firenze”. Continuare la battaglia contro il pedaggio. “Che ora al danno del pedaggio ingiusto si aggiunga la beffa – continua Ceccuzzi – ovvero che i ricavi tirati fuori dalle tasche dei cittadini toscani potrebbero non andare a finanziare l’ammodernamento delle nostre infrastrutture, ci rende ancora più determinati nella nostra battaglia per scongiurare ogni possibilità di ritorno al pedaggio. I veicoli in transito ai caselli dell’autostrada A1 Firenze Certosa e Valdichiana, nel 2009, sono stati 16 milioni. La gara per l’acquisto delle apparecchiature elettroniche e dei telepass per l’inserimento del pedaggio sulla Siena-Firenze è ancora aperta. C’è una clausola, però, che obbliga il vincitore a prendere atto della variazione delle strade sottoposte a pedaggio. Possono essere ancora assunte, dunque, iniziative efficaci per opporsi ad un balzello iniquo e per giunta applicato, solo per far cassa, ad una strada come l’Autopalio, priva di banchine e con un fondo stradale dissestato e pericoloso”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I precari hanno bloccato lo stretto

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 settembre 2010

Il PMLI esprime solidarietà militante ai precari della scuola di Sicilia, Calabria, Campania, Puglia e Basilicata in lotta, che domenica 12 settembre, in migliaia, scandendo la parola d’ordine “Vogliamo una sola disoccupata, ministro Gelmini sei licenziata”, hanno bloccato le due sponde dello Stretto e la stazione di Messina per  protestare duramente contro i pesantissimi tagli che penalizzano soprattutto i lavoratori della scuola, le masse studentesche e popolari del Mezzogiorno d’Italia.
Il PMLI stigmatizza l’intervento della polizia che ha tentato di forzare il blocco dei manifestanti e identificato e denunciato 25 lavoratori. La lotta dei precari meridionali per salvare il proprio lavoro, la scuola pubblica e il diritto allo studio delle masse studentesche meridionali è sacrosanta e gli unici fuorilegge sono Berlusconi e la Gelmini, che stanno scaricando sul Sud la maggior parte del peso della controriforma della scuola, scatenando la protesta dei lavoratori. Auspichiamo che intorno alla forte mobilitazione dei precari della scuola si costituisca un largo fronte unito che comprenda studenti, lavoratori, sindacati, associazioni ed organizzazioni che hanno a cuore il diritto allo studio con l’obbiettivo comune dell’abrogazione della controriforma Gelmini, l’assunzione a tempo indeterminato di tutti i precari della scuola, interventi straordinari per la messa in sicurezza delle scuole del Sud.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A nuoto attraverso lo stretto

Posted by fidest press agency su sabato, 31 luglio 2010

Messina 2 agosto la traversata a nuoto dello Stretto di Messina da parte di 40 donatori di sangue della FIDAS (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue). La partenza avverrà alle ore 10,00 dal litorale antistante Torre del Faro (Ganzirri – Messina), la punta più settentrionale della Sicilia, e si concluderà presumibilmente dopo 1h – 1h,30  sul litorale calabrese di Cannitello (Villa San Giovanni – Reggio Calabria). <La manifestazione è un mezzo per parlare anche in estate di donazione del sangue – spiega il dr. Aldo Ozino Caligaris, presidente nazionale della FIDAS -. L’estate rappresenta, infatti, uno dei momenti più critici nella raccolta del sangue, e l’estate 2010 si presenta in maniera abbastanza grave, tanto che le Regioni tradizionalmente eccedentarie, si trovano già in difficoltà nel trasferire le unità di sangue alle Regioni carenti. Ma quest’iniziativa è anche un modo per educare le persone ai corretti stili di vita – prosegue Ozino Caligaris -. I donatori di sangue, con il loro stile sobrio e costantemente sotto controllo medico, possono essere additati come esempio di chi persegue uno stile di vita sano>. I nuotatori che parteciperanno alla Traversata dello Stretto arrivano da Sicilia, Calabria, Campania, Lazio, Veneto, Piemonte. Il più giovane ha 21 anni, il più anziano 64.
L’iniziativa è resa possibile grazie al supporto della Fidas Calabria e dalla Adspem Fidas di Reggio Calabria, oltre che dalla Lega Navale Italiana Delegazione di Villa San Giovanni, dal Centro Nuoto Sub Villa e dalla A.S.D. Blu Team Villa San Giovanni. Un centinaio i volontari impegnati nell’iniziativa.
La FIDAS è una federazione alla quale aderiscono 69 associazioni autonome presenti in 16 regioni italiane. I donatori iscritti sono 438.520, quelli sotto i 28 anni 52.444.
Nel corso del 2009 ha raccolto 410.252 donazioni, di cui 334.477 di sangue intero e 75.555 in aferesi. Le donazioni di plasma sono state, invece, 55.665

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ponte sullo stretto, via libera dal Cipe

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2009

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha annunciato che “i lavori del Ponte sullo Stretto di Messina inizieranno il 23 dicembre di quest’anno per terminare nel 2016. L’apertura del ponte è prevista per il primo gennaio 2017. Le risorse per far partire il progetto – stanziate con il decreto legge n.78/2009 – hanno ricevuto il via libera del Cipe nella riunione del 6 novembre scorso. A disposizione ci sono milletrecento milioni di euro. Si partirà con i primi lavori propedeutici alla realizzazione del manufatto che riguarderanno lo spostamento della linea ferroviaria di Cannitello nei pressi di Villa San Giovanni, in un’area dove sorgerà un pilone del Ponte. Da Gennaio 2010 partiranno anche i primi cantieri sul versante siciliano, con la realizzazione di un raccordo autostradale a Messina. L’opera costerà circa 6,3 miliardi di euro – la cifra non si discosta molto da quanto preventivato già nel 2003 – e sarà finanziata in gran parte con capitali privati, attraverso il project financing. Secondo il ministro Matteoli, il Ponte “a caduta riuscirà a migliorare le infrastrutture sia in Sicilia che in Calabria”. Il progetto del ponte sullo stretto di Messina, come è noto, aveva avuto una battuta d’arresto nel 2006, con la finanziaria per il 2007 che aveva stralciato l’opera dalle priorità del programma di governo. In conseguenza, di tale decisione si era aperto un contenzioso con le imprese aggiudicatarie dell’opera. Il governo attuale, in carica da maggio 2008, ha ridato centralità al progetto reinserendolo nel programma delle infrastrutture strategiche e dopo aver chiuso il contenzioso con le imprese ha deliberato il primo stanziamento.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »