Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘agricole’

Finanziamenti alle imprese agricole del Fondo di Garanzia gestito da Mediocredito Centrale

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 agosto 2021

“Ad un anno dall’avvio dell’operatività, l’accesso diretto al Fondo di Garanzia di Mediocredito Centrale ha concesso finanziamenti alle imprese agricole e della pesca per oltre 3.587 milioni di euro, a fronte di 23.035 domande presentate. La novità per il credito al comparto primario è divenuta realtà grazie a un emendamento del MoVimento 5 Stelle al decreto ‘Cura Italia’ e ha permesso di supportare le aziende durante la pandemia sia con iniezioni di liquidità che con pianificazioni di investimenti. L’importo medio della singola pratica, infatti, è pari a circa 155mila euro, segno che vengono istruite pratiche più complesse di quelle sino a 30mila euro, notoriamente più semplici grazie alla garanzia statale al 100%”. A dichiararlo è il deputato Giuseppe L’Abbate (M5S), il quale da sottosegretario alle Politiche agricole ha avviato il ‘Progetto Credito’ al Mipaaf per riavviare il dialogo tra banche e imprese del comparto primario.“La palma dell’istituto di credito più operativo – aggiunge – spetta a Intesa Sanpaolo con circa 668 milioni di euro di pratiche istruite, con un valore medio di 153mila euro per ogni pratica, che da sola rappresenta il 20% del totale finanziato. Seconda Unicredit (318 milioni di euro e 1.814 pratiche), terzo il Banco BPM (369 mln e 1.788 pratiche): ben 378 gli istituti coinvolti. Tra i territori che attingono maggiormente al fondo troviamo la Lombardia con 519 milioni di euro, frutto di 2.749 pratiche, seguita dal Veneto (572 milioni e 2.715 domande), Piemonte (310mln), Emilia-Romagna (471mln) e Toscana (347mln). Prima regione del Sud è la Sicilia con 211 milioni di euro e 1.739, seguita dalla Puglia (204 milioni e 1.639 domande)”.“Alla garanzia del Fondo di Mediocredito Centrale è possibile, poi, sommare l’ipoteca grazie a un’ulteriore novità normativa che abbiamo introdotto nel Sostegni-bis – prosegue L’Abbate – così da agevolare ancor di più l’accesso al credito delle imprese agricole. Ai 3,6 miliardi del Fondo di Garanzia, si aggiungono i circa 1,5 miliardi garantiti da Ismea a oltre 2.000 aziende”.”L’Ente vigilato dal Mipaaf, infine, è riuscito ad ottenere dall’Ue l’estensione della durata dei finanziamenti sino a 10 anni. Il ‘Progetto Credito’ continua con l’intento di affiancare il lavoro di rilancio post-Covid portato avanti dal comparto agricolo e alimentare italiano” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

‘Fondo per favorire la qualità e la competitività delle imprese agrumicole’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 luglio 2021

Nel corso della conversione in legge del decreto Sostegni-bis è stato accolto il rifinanziamento con 5 milioni di euro per il 2021. L’obiettivo è incentivare l’aggregazione, gli accordi di filiera, l’internazionalizzazione, la competitività e la produzione di qualità del comparto, anche attraverso il sostegno ai contratti e agli accordi di filiera”. Lo dichiara la deputata Maria Marzana, esponente M5S in commissione Agricoltura. “Il settore agrumicolo – prosegue – rappresenta il fiore all’occhiello del Sud e di regioni come la Sicilia e la Calabria, prime per produzione. Le risorse messe a disposizione possono da un lato sostenere le imprese che hanno subito contraccolpi dalla pandemia o dalle avversità naturali, dall’altro aiutarle a superare le criticità che caratterizzano il comparto per rafforzarsi nei confronti delle sfide che pone il mercato. Quest’anno la produzione è stata di qualità ma di piccolo calibro ed è importante che si incrementi l’aggregazione lungo la filiera, nell’attesa che venga finalmente realizzato il catasto frutticolo che permetterà mirate politiche di settore” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riparto delle risorse agricole del FEASR

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 giugno 2021

“La promessa fatta in Aula a Montecitorio dal ministro Patuanelli in risposta al nostro question time è divenuta realtà: con uno stanziamento pari a 92,7 milioni di euro si supera la querelle relativa al riparto del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) per il periodo transitorio 2021-2022. Dall’impasse del mancato accordo tra le Regioni dello scorso autunno, si giunge a una soluzione in grado di accontentare le singole richieste, garantendo a tutti le somme percepite in passato a fronte del nuovo riparto che applica per il 90% i cosiddetti criteri storici e per il 10% quelli nuovi per il 2021 e 70-30% per il 2022. Siamo pienamente soddisfatti per aver raggiunto un obiettivo per cui abbiamo sempre lavorato dietro le quinte e che riesce a sbloccare finalmente i fondi tanto attesi dalle imprese agricole”. Lo dichiara il deputato Dedalo Pignatone, esponente M5S in commissione Agricoltura.“Agli oltre 3 miliardi di euro complessivi del FEASR – prosegue -, si sommano così 40,2 milioni per la Campania, 26,5 milioni per la Sicilia, 19 milioni per l’Umbria, 5,6 milioni per la Basilicata e 1,4 per la Calabria. Si viene incontro alle richieste soprattutto delle Regioni del Sud Italia che, a fronte dei criteri stabiliti nella Conferenza delle Regioni nel 2014 e dell’accordo sul riparto del biennio 2021-2022, senza questa soluzione avrebbero visto perdere il relativo stanziamento”. “Alla soddisfazione di aver raggiunto questo risultato, dopo un lavoro di concerto con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, si aggiunge l’invito agli assessori regionali a spendere in maniera rapida ed efficace queste somme così da evitare qualsiasi disimpegno e garantire concreto sostegno alle imprese agricole, che di certo non si nutrono di polemiche ma di risorse e fatti” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I prezzi delle materie prime agricole alle stelle

Posted by fidest press agency su sabato, 29 Maggio 2021

E’ diventato economicamente insostenibile per gli allevatori alimentare gli animali mettendo così a serio rischio una filiera fondamentale dell’agroalimentare italiano”. Lo dichiara Marcello Veronesi, presidente di ASSALZOO – Associazione Nazionale tra i Produttori di Alimenti Zootecnici. “Ci uniamo alle richieste sia di Agrinsieme e Coldiretti al Ministero delle Politiche Agricole per la convocazione di un tavolo sull’emergenza latte, sia di Assocarni e Uniceb perché si apra subito un confronto con la GDO per sostenere le produzioni nazionali”, prosegue Veronesi. “Che un litro di latte fresco italiano valga al supermercato meno di un caffè è inaccettabile”. Secondo le ultime stime della FAO, aprile è stato l’undicesimo mese consecutivo di aumento dell’Indice dei prezzi dei prodotti alimentari. Dopo una breve flessione in marzo, sono tornate a salire le quotazioni dei cereali (+1,2%), che si assestano su un valore del 26% in più rispetto ad aprile 2020. In particolare, per il mais i prezzi si portano a un livello più alto del 66,7% rispetto a un anno fa. Anche per la soia, principale fonte proteica per l’alimentazione animale, secondo i dati Crefis, i prezzi del prodotto nazionale segnano un aumento di circa il 50% da inizio anno. “C’è il rischio – aggiunge il presidente di ASSALZOO – che il forte aumento delle quotazioni delle materie prime crei un cortocircuito per la zootecnia italiana che vede i costi di produzione superare nettamente i prezzi di vendita di carni, latte, uova e pesce”.“Il settore è stato già colpito duramente dalle conseguenze della pandemia che ha ridotto i consumi e gli scambi commerciali, aumentando l’incertezza sul mercato e sulle abitudini dei consumatori. Nei mesi scorsi i mangimisti hanno cercato di non scaricare il rincaro delle materie prime sugli allevatori ma, a fronte della consolidata tendenza rialzista, questa posizione diventa ormai impraticabile, con inevitabili conseguenze lungo tutta la filiera”. Infine “serve rilanciare i consumi interni di prodotti italiani, eliminare tutte le barriere che impediscono ai nostri prodotti di presentarsi sui mercati internazionali a più forte crescita, garantire la sostenibilità finanziaria della zootecnia nel suo complesso e un piano di potenziamento delle produzioni nazionali. È a rischio la sopravvivenza stessa della zootecnia italiana”, conclude Veronesi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crediti alle imprese agricole

Posted by fidest press agency su sabato, 29 Maggio 2021

“Le aziende agricole potranno sommare alla garanzia del Fondo per le Piccole e Medie Imprese, gestito da Mediocredito Centrale, anche altre garanzie, come quella ipotecaria, tipica del settore primario. Ciò è previsto dal Sostegni Bis dove abbiamo fortemente voluto che il cumulo di garanzie, attualmente consentito solo per il settore turistico-immobiliare ai sensi del Decreto Liquidità, fosse esteso al comparto primario che basa la propria attività appunto su una base immobiliare e necessita, per questo, di investimenti a lunga scadenza”. Lo dichiara il deputato Giuseppe L’Abbate, esponente M5S in commissione Agricoltura, che al Mipaaf da sottosegretario del Governo Conte II ha portato avanti il ‘Progetto Credito’. “Raggiungiamo oggi – prosegue – un ulteriore importante risultato per il comparto primario dopo il traguardo dell’accesso diretto al Fondo PMI gestito da Mediocredito Centrale, introdotto dal MoVimento 5 Stelle nel Decreto Cura Italia, che ha permesso finanziamenti ad agricoltura e pesca per oltre 3 miliardi di euro da luglio 2020 a oggi. Nel settore agricolo, caratterizzato da bassi indici di sofferenza rispetto agli altri settori produttivi, l’accoppiamento tra garanzia ipotecaria e una bassa garanzia del Fondo PMI renderà fattibili tutte quelle operazioni creditizie complesse, a lunga scadenza, destinate agli investimenti cosiddetti ‘durevoli’. Sono investimenti che affrontano gli elementi cruciali del rilancio delle aziende agricole: l’aumento della ‘dimensione’, l’innovazione di processo e di prodotto, la green economy, il passaggio generazionale”. “L’innovazione nel campo delle garanzie – aggiunge L’Abbate -, insieme alla attivazione dei ‘Regolamenti in Esenzione’ da parte del Fondo PMI, renderanno tutto il comparto delle garanzie pubbliche in grado di supportare il rinnovamento delle imprese agricole”. ‘Il motto, che rivendico con orgoglio, è sempre lo stesso: l’agricoltura non è la cenerentola che chiede nuovi sostegni bensì uno dei settori in grado di guidare il rilancio dell’economia nazionale alla sola condizione di ricevere strumenti idonei al suo sviluppo. Il credito, grazie all’effetto leva e per la verifica che impone ai progetti imprenditoriali, assume valore centrale in questo importante ruolo assegnato al settore primario” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investimenti imprese agricole

Posted by fidest press agency su domenica, 9 Maggio 2021

“La possibilità di cedere il credito di imposta per spese di investimento in beni materiali e immateriali nuovi, previsto con la misura Transizione 4.0, estesa all’agricoltura nella Legge di Bilancio 2020, rappresenta un volano ulteriore per l’innovazione delle nostre imprese del comparto primario. Ringraziamo i senatori M5S per aver sostenuto la nostra proposta emendativa al Dl Sostegni che, ci auguriamo, diventi presto legge”. Lo dichiara il deputato Paolo Parentela (M5S) alla luce dell’approvazione della cessione del credito d’imposta avvenuta in Commissione Finanze e Bilancio a Palazzo Madama. “Questa novità – prosegue – permetterà alle imprese agricole e alimentari di effettuare investimenti ulteriori, con maggiore serenità. A dare ovviamente maggiori indicazioni al comparto primario sarà la relativa circolare esplicativa ma quello raggiunto oggi è un risultato molto importante e determinante per raggiungere l’innovazione tecnologica che ci guiderà nella transizione ecologica” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo: Patuanelli a Direzione Cia, lavoro di squadra per vincere grandi sfide agricole

Posted by fidest press agency su sabato, 6 marzo 2021

Per vincere le sfide che aspettano il mondo agricolo “l’unico modo che abbiamo è quello di stare assieme, di confrontarci quotidianamente, di ascoltare le esigenze. Questo per me sarà un vero mantra”. Così il nuovo ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli ha aperto la Direzione nazionale di Cia-Agricoltori Italiani, con un videomessaggio dedicato.“La mia porta sarà sempre aperta -ha detto- ho bisogno di voi per impostare in modo corretto le attività del Mipaaf. Non abbiamo un arco temporale lungo, la legislatura ormai è oltre la metà della sua durata, quindi dobbiamo essere concreti”, mettere in campo subito “azioni per dare le risposte che tutti gli agricoltori italiani aspettano”.Nel suo videomessaggio, il ministro ha voluto sottolineare la centralità del settore dall’inizio della pandemia: “L’agroalimentare è un settore fondamentale per il nostro Paese. Non avete fatto mai mancare il cibo ai nostri concittadini in un momento così difficile”. Eppure, il comparto “ha patito comunque la crisi pandemica, in modo non simmetrico. Ci sono settori che hanno lavorato di più magari guadagnando meno, dei settori che invece hanno avuto un fermo, penso a tutta la filiera legata all’Horeca -ha ricordato Patuanelli-. Oggi è il momento di fare i conti, di ristorare chi ha perso” ma anche “il momento di programmare il futuro”.“Al ministero dello Sviluppo economico mi sono occupato del settore tramite alcuni strumenti che abbiamo implementato, come Agricoltura 4.0, con la possibilità di innovare attraverso un aiuto da parte dello Stato -ha evidenziato-. Il tema dell’innovazione, lo sviluppo delle tecnologie emergenti, come la sensoristica, è fondamentale per il settore agricolo, per continuare a produrre aumentando la propria competitività”.Patuanelli ha quindi elencato le prossime sfide del comparto, dal “mantenimento dell’alto valore delle nostre esportazioni” con “la protezione del Made in Italy”, una questione su cui il Mipaaf “insieme al ministro Di Maio e al ministero degli Affari esteri sarà sempre in prima linea, per combattere fenomeni distorsivi, frodi, italian sounding” e poi “la grande sfida della nuova Pac, che impegnerà il ministero per tutto il 2021”. Infine, il ministro ha sottolineato “la battaglia che dobbiamo fare sul Nutriscore. Non possiamo permettere che vengano paragonati cibi diversi e che alcuni abbiano il semaforo rosso ancorché molto sani e altri abbiano il semaforo verde e invece siamo tutti consapevoli che non andrebbero utilizzati con grande frequenza. Dobbiamo incoraggiare il sistema a batteria che, invece, dà informazioni nutrizionali reali dei cibi che vengono portati sulle tavole dei cittadini europei”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banche: Urso (FdI), Agricole acquisirà CreVal con i soldi degli italiani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2021

“Agricole acquisirà Credito Valtellinese con i soldi degli italiani: è questo l’effetto paradossale della decisione del governo di non porre la golden power, a fronte della norma DTA contenuta nel Bilancio che in tal caso vale circa 400milioni di euro. E ciò malgrado vi sia già in Italia una eccessiva presenza della finanza francese come denunciato nella recente Relazione del Copasir al Parlamento approvata alla unanimità. Il denaro degli italiani servirà quindi a finanziare la scalata della finanza francese in Italia! Un paradosso che la dice lunga su quale sia lo stato di sudditanza in cui versa il nostro Paese. Noi non difendiamo nemmeno le nostre banche mentre la Francia considera strategica persino la grande distribuzione alimentare, come dimostra il caso Carrefour che ha visto il governo francese porre la golden power nei confronti della proposta di acquisto canadese”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, vicepresidente del Copasir.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo prodotto di finanziamento a disposizione delle imprese agricole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 gennaio 2021

Si sono concluse le operazioni sul SIAN, il portale informatico del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, per permettere alle imprese di attivare il cosiddetto “pegno rotativo” ma anche agli istituti bancari di visionare direttamente le produzioni certificate di qualità delle singole aziende loro clienti. Lo strumento, introdotto per norma da un emendamento al Cura Italia promosso dal deputato Alberto Manca (M5S), permette alle imprese agricole di ottenere da un istituto di credito le risorse finanziarie di cui necessitano ad un tasso inferiore, mettendo a pegno la propria produzione ma mantenendo il bene nelle proprie disponibilità per le successive fasi di maturazione e affinamento. Una volta posto in vendita, il bene vincolato verrà sostituito con un altro bene della stessa qualità che inizierà il processo a sua volta. Quindi, il pegno “ruota”, cioè si sposta di volta in volta sul nuovo bene prodotto quando quello precedentemente dato a garanzia viene venduto. Non mancano gli istituti bancari che hanno già siglato i primi accordi con le imprese agricole, con una stima iniziale di oltre cento milioni di euro. Molto attivo soprattutto il comparto vitivinicolo dove l’affinamento è direttamente collegato ad un aumento del valore del bene. Lo strumento finanziario permetterà di garantire maggiore liquidità agli imprenditori agroalimentari ma anche maggiore tranquillità dal punto di vista finanziario per consentire loro di impegnarsi nel lungo periodo di affinamento dei prodotti che remunerano gli investimenti solo dopo la loro definitiva maturazione. Questo prodotto non ha richiesto ulteriori risorse ma solo un “tavolo di lavoro” e il mettere a sistema le potenzialità già esistenti. Infatti, si utilizzano le registrazioni delle produzioni che le imprese effettuano sul SIAN, gestito dal Mipaaf e perciò avente caratteristiche di Registro Pubblico. Le annotazioni sono utilizzate dalle banche per farne un finanziamento garantito, in grado di diminuire l’assorbimento patrimoniale dovuto alla concessione del credito e quindi il tasso applicato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Misure agricole inserite nella Legge di Bilancio 2021

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 dicembre 2020

Con la conclusione dell’esame parlamentare degli emendamenti alla Legge di Bilancio 2021 in Commissione a Montecitorio, si arricchiscono le misure per il comparto primario italiano. Confermati l’esonero contributivo biennale per le nuove imprese agricole di giovani under40 (8,3 milioni di euro), l’esenzione Irpef per redditi dominicali e agrari, le assunzioni al Ministero delle Politiche Agricole e ad Agea, a cui vengono stanziati ulteriori 10 milioni per il miglioramento delle funzioni. Il Fondo per lo sviluppo e il sostegno delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura viene sostenuto con 150 milioni di euro mentre 40 milioni sono destinati al Fondo per la distribuzione di derrate alimentari alle persone indigenti. Per l’indennità onnicomprensiva per i lavoratori della pesca marittima per il fermo volontario e obbligatorio sono stanziati 12 milioni di euro a cui si aggiungono altri 31,1 milioni di euro per il sostegno al reddito dei lavoratori della pesca marittima, delle acque interne e lagunari decisi in sede parlamentare. Le altre novità che giungono da Montecitorio riguardano 70 milioni di euro per le aziende agricole danneggiate da avversità atmosferiche e fitosanitarie; 10 milioni di euro per il fondo per la tutela e il rilancio della filiera apistica, brassicola, della canapa e della frutta a guscio; 10 milioni di euro per il fondo suinicolo per contributi destinati alla realizzazione di progetti finalizzati a migliorare la misurabilità e l’accrescimento delle condizioni di sostenibilità nelle aziende zootecniche, di produzione e trasformazione della carne; 20 milioni di euro per la rideterminazione delle percentuali di compensazione IVA relativa alle cessioni di animali vivi, bovini e suini, e l’IVA al 10% per piatti pronti e pasti cotti. Interventi anche per il comparto vitivinicolo con 10 milioni di euro per lo stoccaggio privato di vini DOC, DOCG e IGT e 5 milioni di euro come credito di imposta per chi aderisce alle “Strade del Vino” per la realizzazione di infrastrutture informatiche per il commercio elettronico. Infine, con un milione di euro nasce “Granaio Italia” che ha lo scopo di monitorare le produzioni cerealicole sul territorio nazionale come già accade con olio e vino; 1,5 milioni di euro è dedicato a sostenere le spese degli atti di trasferimento di terreni e pertinenze sotto i 5.000 euro per la ricomposizione fondiaria mentre 6,5 milioni di euro vengono dedicati al rafforzamento del Mipaaf, sia per il piano di stabilizzazione precari del Crea che per indennità degli ispettori dell’Icqrf.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aiuti alle imprese agricole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2020

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del Ministero delle Politiche Agricole dello scorso 19 maggio, diviene realtà il nuovo limite dell’importo complessivo degli aiuti “de minimis” per le imprese attive nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli, nell’arco di un triennio. Alla base di una miriade di agevolazioni statali ma soprattutto regionali, il “de minimis” è stato portato dall’Unione europea nel febbraio 2019 a 20mila euro ma occorreva dare operatività concreta al “Registro degli aiuti” per avere finalmente l’importo massimo riportato nel Regolamento n. 316 del 2019, ovvero 25mila euro. Una volta accertata la funzionalità del registro, si è potuto procedere alla ripartizione dell’ammontare tra le singole regioni, a cui spetta il 75% della cifra totale che per l’Italia è pari a oltre 840 milioni di euro, e alla pubblicazione del relativo decreto ministeriale.
“Sebbene si tratti di un importante passo in avanti, basti pensare che sino al 2014 il de minimis è stato pari ad appena 7.500 euro, anno in cui fu portato a 15mila – dichiara il Sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate – parliamo comunque di un importo modesto se paragonato a quello delle imprese non agricole che possono contare su un de minimis a 200mila euro, in situazione standard no-Covid19. Ciò è frutto della convinzione da parte della Commissione Ue che la quota molto importante di bilancio comunitario in favore del settore agricolo non si concilia con aiuti di stato consistenti che potrebbero ledere la concorrenza tra imprese. Purtroppo questa considerazione non tiene conto, però, delle situazioni di blocco degli aiuti del secondo pilastro della PAC, erogati tramite i PSR, come accade attualmente in grandi regioni, come la Puglia. L’agricoltura, pertanto – prosegue il Sottosegretario L’Abbate (M5S) – non chiede maggiori aiuti ma l’utilizzo di quelli già concessi, in linea con quanto accade in tutti i Paesi industrializzati. Per il futuro, il corretto funzionamento del Registro consentirà anzitutto di semplificare l’accesso delle imprese a tali aiuti ma potrà anche essere la base per ulteriori auspicati incrementi”?

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo non affronta crisi delle filiere agricole

Posted by fidest press agency su sabato, 13 giugno 2020

“Per quanto riguarda gli aiuti all’agricoltura, ricordo che degli 80 milioni di euro stanziati con il dl Cura Italia prima e il dl Rilancio adesso, solo il 2% è destinato al comparto agroalimentare. Risorse insufficienti e quasi pari allo zero se si pensa l’importanza del settore per l’Italia soprattutto in termini di Pil” così il senatore Patrizio La Pietra capogruppo di FdI in commissione Agricoltura durante l’audizione di oggi sulla crisi delle filiere agricole.
“Sulla promessa liquidità e sui 450 miliardi di garanzie che lo Stato diceva di mettere a disposizione, ad oggi risultano solo 25 miliardi di finanziamenti. Il motivo è che sembra che il fondo di garanzia in questione non sia coperto da risorse vere ma che la cifra reale messa a disposizione dal governo corrisponda a poco meno di 3 miliardi. E poi c’è il problema delle risorse a pioggia, che intervengono un pò su tutto senza essere sufficienti a nessuno. Su questo aspetto invito il governo a pensare interventi più diretti, che permettano di agire in maniera specifica su quei settori che richiedono attenzioni particolari. Un esempio su tutti è il florovivaismo, caratterizzato da peculiarità e caratteristiche che necessitano interventi mirati” conclude La Pietra.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Imprese agricole: Accesso diretto al fondo garanzia

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2020

Con l’approvazione definitiva del Cura Italia alla Camera dei Deputati, il testo viene convertito in legge e, con esso, la norma che estende alle imprese agricole la possibilità di avvalersi in maniera diretta degli interventi del Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese, comprendendo ovviamente i benefici previsti dalle ultime disposizioni normative. L’obiettivo è quello di permettere un rapido e consistente afflusso di liquidità alle imprese del settore primario che diviene ancor più cruciale in questo momento drammatico per l’economia italiana, bloccata dalle misure di contrasto alla diffusione del COVID-19. L’intera filiera agroalimentare sta continuando ad operare ma il mondo agricolo va sostenuto attraverso strumenti in grado di iniettare finanziamenti in modo immediato.“Sarà, pertanto, presto attivo un ulteriore canale per l’accesso al credito delle imprese agricole, oltre quello previsto da Ismea – dichiara il Sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate – Si tratta di un risultato importante che ho fortemente voluto e che risponde alle esigenze e alle richieste del mondo agricolo, soprattutto in questo periodo d’emergenza sanitaria. Fino ad oggi, infatti, l’agricoltura poteva accedere solo attraverso i Confidi agricoli che, però, di fatto non esistono a livello nazionale e, quelli esistenti, riescono a far erogare finanziamenti in poche province per importi di entità modestissima. Come già verificatosi per l’agroalimentare, con 1 miliardo di euro concesso nel solo 2019, il Fondo di Garanzia – prosegue L’Abbate – sarebbe in grado di concedere agevolmente erogazioni di prestiti di liquidità, ripianamento passività e investimenti in grado di sostenere e rilanciare il settore agricolo, anche in previsione della cosiddetta Fase 2. Risulterà determinante, infatti, mettere gli istituti finanziari nelle condizioni di poter sostenere in maniera agile e immediata anche il comparto agricolo. Un risultato raggiungibile con l’accesso diretto al Fondo di Garanzia, su cui convergono anche le stesse banche con cui mi sono confrontato. Questo settore dell’economia nazionale – conclude il Sottosegretario L’Abbate – ancor di più in questa fase di emergenza, si sta rivelando strategico per l’interesse del Paese e l’economia nazionale e va sostenuto nel modo adeguato”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crédit Agricole Group – ResearchAndMarkets.com

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 dicembre 2019

 

The “Enterprise Tech Ecosystem Series: Crédit Agricole Group” report has been added to ResearchAndMarkets.com’s offering.
Crédit Agricole is a provider of banking and related financial services. It offers a range of retail and corporate banking, investment banking, and insurance solutions. Its retail banking portfolio includes savings products, accounts, debit cards, and credit cards, as well as loans for mortgages, students, vehicles, real estate, agriculture, and personal needs. Its corporate banking offering comprises business financing, term deposits, treasury management, cash management, and other services. The bank offers investment banking solutions such as asset management and merger and acquisition advisory. It has a presence across Europe, the Americas, Africa, the Middle East, and Asia. Crédit Agricole operates under various brands such as LCL Bank and Insurance, BforBank, LCL Private Banking, Amundi, CPR Asset Management, Crédit Agricole Assurances, Eurofactor, Sofinco, and Indosuez Wealth Management, among others.This report provides insight into Crédit Agricole Group’s fintech activities, including its digital transformation strategies, its innovation programs, its technology initiatives, its estimated ICT budget, and its major ICT contracts.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Proteggere le superfici agricole

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 settembre 2018

I tentativi parlamentari di proteggere le superfici agricole dai processi di urbanizzazione e cementificazione – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – risalgono alla fine del 2012, ma non si sono mai tradotti in nessuna legge specifica. Nonostante l’acclarato valore dell’agricoltura italiana, infatti, non si evidenzia ancora una sostanziale attività di tutela della territorio nostrano utile alla produzione agroalimentare; anzi, va preso atto, semmai (secondo gli ultimi dati Eurostat del 2015) di come il nostro Paese sia tra i primi in Europa nel rapporto tra superficie “costruita” e superficie nazionale complessiva.Elementi come questi – continua Tiso – evidenziano: sia la scarsa cura del mondo agricolo avuta fino ad oggi, sia l’esigenza di una pianificazione strategica che si occupi anche di questi aspetti e che introduca al suo interno elementi di tutela paesaggistica ed ambientale. Naturalmente – prosegue Tiso – il nostro auspicio è che il governo tenga fede agli impegni presi e che agisca con determinazione per dare presto, agli agricoltori e ai cittadini, una legge per fermare il consumo del suolo; ma quel che speriamo ancor di più – conclude Tiso – è che attraverso provvedimenti di questo genere si possa finalmente comprendere il vero ruolo del primario; da vedere non più esclusivamente come un fattore economico, ma come un modello culturale e di sviluppo da valorizzare e utilizzare a pieno.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Politiche agricole: Buon lavoro al neo ministro

Posted by fidest press agency su martedì, 5 giugno 2018

Nell’auspicio che possa contribuire al riscatto dell’agricoltura italiana e alla crescita del comparto agroalimentare nazionale – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – rivolgiamo al nuovo ministro per le Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio, i nostri più sinceri auguri di buon lavoro.A tal proposito – continua Tiso – non possiamo esimerci dall’evidenziare positivamente le sue prime parole sulla centralità del Sud nel processo di rinascita del Bel Paese e su quanto questo possa divenire il volano per l’economia italiana in Europa. Naturalmente le riforme da fare per raggiungere questo obiettivo sono numerose e vanno da un migliore accesso al credito alla salvaguardia delle produzioni locali; dalla tutela delle tante Pmi del settore al corretto utilizzo dei fondi locali, nazionali ed europei, ma le premesse fatte dal ministro sul potenziale del Meridione lasciano comunque sperare nell’attuazione di politiche in forte discontinuità con quel passato in cui si parlava del Sud solo in maniera estremamente retorica. Come Confeuro – conclude Tiso –, nel ribadire ancora una volta i nostri auguri per un buon lavoro, vogliamo ribadire la nostra totale disponibilità a collaborare con il nuovo ministro Centinaio e con tutte le forse istituzionali interessate al benessere del mondo agricolo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

2014: rilancio dei consumi?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 gennaio 2014

Tasty Food Abundance in Healthy Europe

Tasty Food Abundance in Healthy Europe (Photo credit: epSos.de)

I problemi che nel corso degli anni hanno indebolito il settore agroalimentare sono diversi e complessi, molti dei quali strutturali. Ma uno in particolare, quello dell’abbassamento del livello dei consumi dei prodotti agroalimentari, – dichiara il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – richiede interventi immediati che consentano al 2014 di essere finalmente l’anno della svolta.
Nonostante a Natale il primario abbia retto meglio di altri settori alla crisi economica – continua Tiso –, non si può più consentire che sia “l’eccezionalità” a divenire l’unico strumento di speranza per un comparto che di fatto ha rappresentato e rappresenta la storia italiana. Il nostro auspicio – conclude Tiso – è che, comprendendo la difficile situazione del settore e i rischi futuri a cui va incontro, il governo decida di inaugurare il nuovo anno con delle politiche agricole che sappiano finalmente incidere.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le assicurazioni agricole sono una necessità imprenditoriale

Posted by fidest press agency su martedì, 14 febbraio 2012

Un Fondo di garanzia per superare le calamità naturali (gelo compreso) e le crisi di mercato, è un’assoluta priorità per gli agricoltori. Ne hanno convenuto in un recente incontro con l’assessore regionale alle risorse rurali, Claudio Violino, Giorgio Giacomello, presidente di Fedagri Fvg-Confcooperative Fvg, il responsabile del settore agricolo di Confcooperative nazionale, Pier Luigi Romiti, il presidente del Comitato Cooperazione Agricola Europea, Paolo Bruni; Tiziano Portelli, presidente di Assicura (società plurimandataria di intermediazione assicurativa delle Bcc, Confcooperative e Confartigianato) e Luigi Gazzola di VH Italia (compagnia mandante di Assicura con 6,15 mld di euro assicurati in Italia, nel 2011). Il Fondo, compartecipato dagli stessi agricoltori, dovrà intervenire nei momenti in cui, per vari motivi, il livello dei prezzi di mercato rende impossibile l’equilibro economico e finanziario delle imprese agricole. «La situazione economica impone la necessità di strumenti nuovi, che permettano all’agricoltore di affrontare con più serenità i momenti di crisi di mercato e di scarsa remunerazione del prodotto. L’imminente revisione della Pac può essere l’opportunità per sviluppare questi nuovi strumenti», spiega Giacomello. Bisogna rafforzare la capacità d’intervento in situazioni di crisi, agendo con strumenti, anche di tipo assicurativo, che intervengano non solo per le calamità atmosferiche, ma anche nelle crisi determinate da fluttuazioni di prezzo. La nuova Pac, infatti, privilegerà la tutela del reddito agricolo attraverso strumenti assicurativi e fondi di mutualità. A partire dal 2013, inoltre, il Fondo di solidarietà nazionale (che attualmente interviene, a posteriori, nel sostegno alle aziende investite da calamità naturali), resterà senza risorse.
Si tratta di una svolta epocale che richiede un cambio di mentalità profondo da parte degli agricoltori, al fine di utilizzare al meglio le nuove opportunità messe a disposizione dall’Ue. «I rischi da eventi atmosferici per gli agricoltori diventano sempre più specifici e, di conseguenza, hanno bisogno di forme assicurative sempre più specializzate», sottolinea Gazzola. «Dobbiamo allontanarci dalle assicurazioni mono rischio e orientarci verso le multi-rischio. Un’azienda orientata al futuro non accetta più l’idea di un’assicurazione solo contro il gelo o la grandine».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cooperative agricole: stabile il bilancio 2009

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 marzo 2010

Leader tra le organizzazioni di rappresentanza della cooperazione agricola, Confcooperative-Fedagri Fvg riunirà i soci in assemblea venerdì 5 marzo alle 10, per il rinnovo degli organi direttivi a villa Manin (Codroipo). Nel 2009, le 188 cooperative rappresentate da Confcooperative-Fedagri Fvg hanno realizzato un fatturato pari a 573 milioni di euro impiegando un numero di addetti pari a 1.182 unità e 16 mila 474 soci. A tracciare un primo bilancio dell’anno da poco concluso, è il segretario regionale di Confcooperative Fvg, Nicola Galluà. «Il 2009 si è chiuso con risultati sostanzialmente stabili per le nostre cooperative agricole, influenzato dal positivo andamento del 2008. All’orizzonte, molte incertezze. Sui prezzi all’origine, a esempio, – sottolinea Galluà – che, finalmente quest’anno, ci auguriamo possano crescere affinché diminuisca il differenziale rispetto al prezzo al consumo. E’ auspicabile anche una riduzione dei costi e degli oneri sociali che incidono pesantemente sui bilanci delle imprese. Ci aspettano tempi difficili e, per questo – conclude il segretario regionale – , dobbiamo attrezzarci con misure specifiche salvaguardando i soci, le loro produzioni in Italia e all’estero, nonché valorizzando le peculiarità del modello d’impresa cooperativa, il più importante caposaldo a difesa del reddito degli agricoltori». In questo contesto si inseriscono i progetti sui quali Fedagri Fvg intende investire primo fra tutti Fedagrirete, iniziativa varata dalla direzione nazionale che si concretizzerà nell’offerta di nuovi servizi (agricoli ma anche assicurativi e fiscali) ai soci agricoltori e alle loro famiglie. Orientato a valorizzare le produzioni dei soci agricoltori attraverso la vendita diretta è il progetto “Qui da noi”,  il nuovo marchio che aiuterà i consumatori friulani e italiani a riconoscere i prodotti delle cooperative agricole associate a Fedagri-Confcooperative. Il progetto intende valorizzare gli oltre 2 mila negozi e spacci aziendali (120 quelli in Fvg) delle cooperative aderenti a Fedagri e l’operato degli oltre 500 soci agricoltori che lavorano e trasformano prodotto italiano, di assoluta qualità, garantito da rigorose certificazioni di filiera.  Ad introdurre l’assemblea sarà il presidente di Confcooperative Fvg Franco Bosio al quale seguirà la relazione del presidente uscente di Fedagri Fvg, Noè Bertolin. Maurizio Gardini, presidente nazionale di Confcooperative-Fedagri illustrerà il progetto nazionale per la cooperazione agricola. Concluderà i lavori, l’assessore regionale alle risorse agricole Claudio Violino.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »