Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

I roghi che hanno devastato l’Australia

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2020

Passerà tristemente alla storia come un’estate nefasta per l’ambiente, sono un’indicazione di quanto accadrà se permettiamo alle temperature di continuare a salire. È questo il pensiero di molti scienziati, tra i quali Richard Betts, professore di Geografia alla Exeter University: “stiamo sperimentando quelle che potrebbero essere le condizioni normali in un mondo dove la temperatura media è più alta di 3 gradi Celsius, è esattamente questo che significa cambiamento climatico”.Uno scenario poco incoraggiante, considerando che gli sforzi dei singoli paesi per limitare l’emissione di gas serra, secondo l’accordo di Parigi, saranno appena sufficienti per limitare il surriscaldamento a tre gradi Celsius. Gli scienziati dell’organizzazione no-profit Climate Central stimano che circa 275 milioni di persone al mondo vivono attualmente in zone che saranno inondate o sommerse a seguito di un tale e repentino riscaldamento. Un quadro desolante, ma di cui è assolutamente necessario parlare.È vitale un cambio radicale, anche e soprattutto nella percezione del problema, affinché chiunque possa essere informato circa la gravità della situazione ambientale e agire di conseguenza. Le università, in quanto centri di conoscenza, stanno cominciando a riconoscere l’importanza della formazione di figure manageriali in grado di comprendere e affrontare le implicazioni economiche e gestionali del cambiamento climatico e di sostenere le imprese moderne nel fronteggiare i rischi determinati dal cambiamento climatico, principale sfida sociale ed economica del XXI secolo.In questo contesto la UNINT, l’Università degli Studi Internazionali di Roma, ha introdotto nella propria offerta formativa il corso di laurea triennale in Economia e management d’impresa – curriculum in Green management, che sarà attivato in seno alla Facoltà di Economia a partire dall’anno accademico 2020/2021 al fine di contribuire alla formazione di professionisti in possesso di una forte sensibilità ambientale e degli strumenti operativi idonei a coniugare l’efficienza della gestione aziendale con il rispetto del pianeta, dei suoi abitanti e delle sue risorse naturali.Sono oggetto di approfondimento i concetti di sviluppo sostenibile e di responsabilità sociale d’impresa, nonché i più recenti modelli economici e gestionali alla base delle cosiddette “green practices”, quali l’economia circolare, l’innovazione sostenibile, la comunicazione sociale, la gestione dei rischi ambientali e la finanza etica. Particolare attenzione è inoltre dedicata alle normative e alle politiche economiche in atto a livello nazionale e internazionale per conformare i modelli di business all’esigenza di garantire la tutela dell’ambiente, l’utilizzo efficiente delle risorse naturali, l’adozione di fonti energetiche rinnovabili e l’ottimizzazione dei cicli di produzione mediante il riciclo degli scarti e l’impiego di tecnologie “verdi”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: