Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Archive for 12 gennaio 2020

Le ombre liquide della Cina contemporanea con Liquid Shadow

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Roma Opening: martedì 14 gennaio 2020 ore 18.30 Durata mostra: 15 gennaio – 6 marzo 2020 VISIONAREA ART SPACE secondo piano Via della Conciliazione 4 prosegue il suo viaggio nella Cina contemporanea, aprendo il 2020 con Liao Pei e la mostra Liquid Shadow, per la prima volta in Italia, curata da Wang Meng e Gianluca Marziani: un nuovo viaggio immersivo nelle visioni dell’estremo oriente in dialogo con il vecchio continente, ad opera di un’artista che con il suo occhio femminile scandaglia volti, toccando il metafisico.
La mostra, che si inaugura martedì 14 gennaio 2020, è il terzo appuntamento della nuova stagione di Visionarea Art Space, progetto che, per il quarto anno consecutivo, vede il prezioso sostegno della Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele. La mostra Liquid Shadow presenta una selezione di pitture ad olio su tela. Le opere, realizzate nel corso del 2019, catturano lo spazio come una costellazione omogenea e orchestrale. Dotate di forte impatto e altrettanto mistero, somigliano a particelle cellulari di un organismo sinaptico, sorta di oscuri frammenti fluidi che galleggiano nel bianco amniotico della galleria. Liao Pei dipinge volti, corpi, spiriti, fantasmi, anime… ogni quadro racchiude idealmente tutte queste identità ma nessuna supera le altre per evidenza figurativa. Il fantasma diventa solido, il volto cattura l’evanescenza, l’anima trattiene qualcosa del corpo, lo spirito poggia i piedi al suolo: ogni apparizione pittorica è il senso di un controsenso, le semplici categorie si sfaldano, gli stati fluttuanti della materia trasformano la narrazione lineare e il suo contenuto simbolico. La pittura di Liao Pei riesce dove altri linguaggi visivi si fermano: scende nella radice dello sguardo, nel sottosuolo invisibile dell’io, in una geologia spirituale dove il complemento di supporto è un certo suono elettronico, quel sistema di bordoni, glitch e field recording (Fennesz, Rafael Anton Irisarri, William Basinski, Ben Frost, King Midas Sound, Oren Ambarchi…) che ha trasformato la musica recente in una raffigurazione elettrica dei paesaggi interiori. L’artista cinese metabolizza la memoria di formazione autoctona con i processi di sintesi del globalismo linguistico. Il risultato ci trascina in un vortice distopico, dentro il mare nero delle ombre liquide che diventano segnali atavici, flash della memoria, quark retinici. Sono APPARIZIONI che non afferri, passaggi densi eppure rapidissimi, istanti che dilatano la propria stasi a due dimensioni. Non esistono polarità terrestri, alto e basso, sopra e sotto, adesso e dopo; qui si fa un salto centrifugo nell’antimateria interiore, nella veggenza aliena, nei disegni neolitici, nelle nebulose cosmiche, nel micromondo cellulare…

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sperimentazione voto elettronico/Nissoli (FI) critica il Governo

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

“Con la ripresa delle attività parlamentari, dopo il varo della legge di bilancio, nella quale viene stanziato 1 milione di euro per permettere la sperimentazione del voto in via digitale, ho presentato una interrogazione al Ministro dell’Interno e al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per avere notizie circa le modalità di tale sperimentazione. Lo stanziamento di 1 milione di euro sembra essere insufficiente a garantire una sperimentazione seria, su larga scala, come dovrebbe essere se orientata come, si prevede, a garantire l’espressione del voto in via digitale per gli italiani residenti all’estero e per gli elettori temporaneamente fuori dal comune di residenza per motivi di lavoro, studio o cure mediche, in occasione delle elezioni politiche, elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, dei referendum abrogativi e dei referendum costituzionali.Ho perorato l’introduzione del voto elettronico per la Circoscrizione Estera sin dall’inizio del mio primo mandato parlamentare, nel 2013, e mi aspetto che le cose siano fatte seriamente e non solo per far vedere che ci si sta lavorando !Inoltre, l’anno prossimo dovrebbero esserci le elezioni dei Comites, e dopo un primo incomprensibile rinvio non potremmo accettare ulteriori rinvii, e quindi sarebbe opportuno l’introduzione del voto elettronico !Per tale ragione ho chiesto al Governo di conoscere i dettagli della sperimentazione e i tempi necessari ad elaborare un modello utilizzabile sia per le prossime elezioni dei Comites che per le altre elezioni che coinvolgeranno gli italiani all’estero. Aspetto una risposta in tempi brevi e che non sia evasiva !”. Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald (FI), eletta nella Circoscrizione Estera – Ripartizione Nord e Centro America.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Vicepresidi, incarichi aggiuntivi senza indennità. Serve una svolta

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

In Italia, a differenza che in gran parte dell’Europa, gli incarichi sono considerati solo a livello di contrattazione di istituti e prevedono modesti incentivi economici. Marcello Pacifico (Anief). “La vicedirigenza merita maggiore attenzione, va regolarizzata per contratto. I vicari che per anni hanno ricoperto il ruolo meritano una riserva del 50 per cento nei concorsi per dirigenti scolastici”I “quadri intermedi” – che ai sensi dell’art. 25 comma 5 del D. Lvo 165/2001 e dell’art. 1 comma 83 della Legge 107/2015 operano nella visione dell’autonoma Istituzione scolastica al fianco dei dirigenti, dei docenti, dei dsga e del personale non docente – probabilmente restano un’utopia nel sistema scolastico italiano. Di sicuro l’Italia non è al passo con l’Europa, in tema di middle management.
Gli incarichi aggiuntivi? Solo in tre paesi europei, fra cui l’Italia, sono considerati esclusivamente a livello di contrattazione di istituto, con modestissimi incentivi economici. Lo denuncia A.N.Co.Di.S. (Associazione Nazionale Collaboratori Dirigenti Scolastici) che auspica un prossimo CCNL, in cui si passi “da una struttura di carriera piatta (fondata esclusivamente sugli anni di servizio), non corrispondente all’attuale realtà scolastica, alla struttura di carriera integrata con la previsione di figure di sistema (quadri intermedi o middle management) che tenga conto di: intensificazione del lavoro per gli incarichi aggiuntivi; formazione specifica certificata; esperienza professionale; diversificazione dell’orario di lavoro (didattico obbligatorio ed integrativo per gli incarichi); anzianità (docenza ed incarico); valutazione professionale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Scuola che esclude e le Responsabilità della Politica

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Prendiamo atto della determinazione delle scuole paritarie che nella persona dei loro gestori – eroi ordinari – decidono di restare quale voce di pluralismo educativo accanto alla scuola statale. Nessuna contrapposizione con questa ma la consapevolezza che il pluralismo educativo è un “bene necessario” da custodire.Allo stesso tempo, l’esserci consente di tenere desta l’attenzione sulle responsabilità dello Stato che non pone le condizioni per il raggiungimento di una piena parità. A 20 anni dalla Legge sulla parità (L.62/2000) è quanto mai chiaro che il diritto ad essere leso è quello dello studente – anche diversamente abile -, dei genitori, dei docenti economicamente più fragili.A questo proposito vorrei condividere con Voi la discriminazione che quotidianamente subiscono gli allievi disabili e i loro genitori. Il sistema scolastico Italiano, secondo i dati Ocse-Pisa, non è affatto inclusivo. Nel corso del Convegno promosso dalla paraolimpica Giusy Versace, è emerso con chiarezza che, oltre al dramma della protesi, il disabile affronta una barriera proprio all’ingresso della Scuola, prima di entrare e non potendolo fare, con grave compromissione del suo futuro perché, se la discriminazione parte dalla scuola, viene impedita la “madre di tutte le opportunità”.Eppure sarebbe possibile per l’allievo disabile frequentare la scuola pubblica statale non dovendo “elemosinare” l’integrazione, oppure frequentare la scuola pubblica paritaria non dovendo sentirsi dire dal gestore “a fronte di un tuo diritto reale e di un mio dovere ideale c’è lo Stato che discrimina te e blocca me”. Ah l’inganno della legge alla Azzeccagarbugli.Ma allora come stanno le cose? La famiglia del disabile a ragion veduta pretende che il figlio possa essere incluso nella scuola pubblica, sia nella statale come nella paritaria. Ma nella prima il dirigente lamenta di essere senza docente di sostegno e invita la famiglia a tenere il pargolo a casa (alla faccia delle politiche famigliari e dell’aiuto alle donne per lavorare) e il gestore della seconda dice che lo Stato non provvede alla copertura del docente di sostegno, quindi se i disabili vengono accolti, la scuola chiude. Ma all’USR la famiglia si sente rispondere che lo Stato ha destinato 20mila euro alla scuola statale e ha erogato 20 mila alla scuola paritaria… Rimbalzano le reponsabilità, la famiglia già stressata si arrende e l’ingiustizia continua senza soluzione di sorta. Pazienza: ci si abitua a tutto, al non senso, alle bugie, alle mezze verità.E’ necessario chiarire per non alimentare la discriminazione e legittimare l’inerzia politica, per non lasciare nella frustrazione il disabile, nell’impotenza il dirigente della scuola statale e il gestore della scuola paritaria nel capolavoro dell’ingiustizia che appare giusta senza esserlo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola-Università: Giurano i ministri Azzolina e Manfredi

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

I ministri Lucia Azzolina e Gaetano Manfredi hanno giurato al Quirinale, davanti al presidente del Consiglio e al capo dello Stato. Quanto alle priorità del nuovo ministro dell’istruzione, pubblicate subito dopo, Anief ritiene opportuno che sui concorsi sia ampliata la categoria dei partecipanti a quello riservato ed estesa ai docenti di religione, dell’infanzia e primaria, con corsi abilitanti aperti a tutti e senza il blocco quinquennale sulla mobilità, con la partecipazione degli assistenti amministrativi facenti funzioni senza laurea al concorso per Dsga e con una riserva di posti per i dirigenti tecnici attualmente in servizio. Non va poi dimenticato l’avvio immediato di un piano massiccio di immissione in ruolo per il personale Ata, anche nei profili professionali superiori mai attivati pur essendo previsti dal contratto.
Per quanto riguarda la specializzazione su sostegno, deve essere garantito l’accesso libero a chi ha insegnato senza titolo e adeguato il numero programmato all’effettivo fabbisogno dei posti. Nel mettere mano ai decreti attuativi del decreto scuola, bisognare retrodatare l’assunzione degli idonei di Insegnamento di religione cattolica al 2008, anno del blocco dello scorrimento delle graduatorie, mentre sul sostegno deve essere adeguato l’organico di fatto a quello di diritto con posti in deroga in base relegati ad eccezionali necessità, garantendo la determinazione degli organici in base alle richieste del PEI. Su formazione e valorizzazione del personale, siamo pronti ad ascoltare le proposte, ma per rinnovare il contratto ci vogliono a priori le risorse adeguate, al fine di recuperare almeno l’inflazione cresciuta negli ultimi dieci anni.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Educatori, docenti a tutti gli effetti ma il Miur fa finta di non saperlo

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Gli educatori che operano nei convitti nazionali statali italiani sono giuridicamente insegnanti: sono inquadrati come tali, hanno una loro classe di concorso, costituiscono anche un’importante figura di referenza educativa, di supporto e sostegno nello studio, unica nell’intero panorama scolastico italiano. Tuttavia continuano a essere considerati una categoria a parte: spesso vengono anche dimenticati dell’amministrazione, che negli ultimi anni verso gli educatori è stata capace di produrre un ingiustificato blocco delle assunzioni, l’assurda esclusione dalle GaE della primaria, come dal bonus di 500 euro per l’aggiornamento professionale, e anche da diverse tornate di immissioni in ruolo. Anief non ci sta e presenta pubblicamente delle proposte costruttive che nel corso dell’anno porterà ai tavoli di contrattazione, al fine di cancellare questo trattamento discriminante e introdurre importanti novità per la categoria all’interno del nuovo Contratto collettivo nazionale di lavoro. Nella scuola italiana operano delle figure professionali preziosissime, ma inspiegabilmente poco considerate. Come gli educatori dei convitti nazionali statali.Anief, che da anni denuncia la discriminazione nei loro confronti, non si stancherà mai di ricordare alla parte pubblica che l’inquadramento degli educatori è equiparato, in tutto e per tutto, ai docenti della primaria. Questo, è stato stabilito dal Dpr 417/74 (art. 121), ma anche attraverso diverse espressioni della Corte del Conti e del Tar del Lazio. Non è un caso che esista la classe di concorso di appartenenza del personale educativo: la L030 “Pedagogia e didattiche speciali dell’insegnamento, ordine scuola PPPP”, collocata dall’art. 3 del Dpr 23 agosto 1988 n. 399 nell’area funzione docente” e finalizzata alla formazione ed educazione degli alunni convittori e semiconvittori.
La mancata considerazione verso gli educatori dei convitti si riscontra pure nel testo della Legge 107/15, dove dopo che la figura è stata emarginata per 115 commi, si legge che “il personale docente ed educativo è sottoposto al periodo di formazione e di prova, il cui positivo superamento determina l’effettiva immissione in ruolo”. E, ancora, nel comma 117, dove si spiega che “il personale docente ed educativo personale educativo, in periodo di formazione e di prova è sottoposto a valutazione da parte del dirigente scolastico”. Infine, il personale educativo riemerge anche quando nella Buona Scuola si parla di vincolo triennale per i trasferimenti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

14ª edizione di MBA part time International Program di CUOA Business School

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Altavilla Vicentina (VI) Giovedì 16 gennaio, dalle 17 alle 18:30, sarà presentata la 14ª edizione del Master of Business Administration part time International Program, targato CUOA, in collaborazione con University of Michigan-Dearborn. La presentazione sarà curata dal direttore scientifico Prof. Andrea Vinelli.L’MBA part time International Program di CUOA Business School, indirizzato a manager e professionisti, partirà il 6 marzo 2020 e si concluderà a luglio 2021.“Con l’MBA International Program di CUOA Business School – precisa Andrea Vinelli Direttore scientifico dell’MBA part time – i partecipanti hanno l’opportunità di acquisire e sviluppare nuove competenze, intrecciare nuove relazioni, anche internazionali, e vivere una vera business e learning experience di stampo internazionale. L’MBA è la risposta formativa più allineata con le esigenze delle imprese di poter contare su persone preparate a gestire le attuali sfide internazionali”.Il Master of Business Admnistration di CUOA è un percorso di general management a matrice internazionale, in quanto vanta la partnership consolidata con la University of Michigan-Dearborn e consente agli allievi di frequentare un corso a scelta online MBA della prestigiosa Università americana e di partire per uno study tour all’estero: per l’edizione 2020 la meta sarà Singapore. Gli allievi trascorreranno una settimana nel Paese, tra i più competitivi al mondo, in contatto con i protagonisti dell’evoluzione economica internazionale. L’esperienza permetterà il confronto sui temi di frontiera del management in un contesto globale e comprenderà visite in aziende italiane e internazionali, incubatori e centri di ricerca e attività formativa in Business School o Università locali.L’MBA part time sviluppa una visione integrata e strategica dell’azienda per affrontare le sfide professionali in contesti di crescente complessità. Approfondisce tutte le funzioni aziendali e i processi che si sviluppano al loro interno e fornisce strumenti concreti immediatamente applicabili in azienda.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SIMA e l’Università IUG di Sarajevo in prima linea per la salute e l’ambiente

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Milano. È stato siglato un importante accordo tra la Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA), l’Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo (ISBEM) e l’Università Internazionale di Goradze (IUG) per portare l’Alta Formazione universitaria in tema di determinanti ambientali della salute e di cambiamenti climatici e salute nel primo Corso di Laurea internazionale in Medicina e Chirurgia che si svolgerà, a partire dal 2 marzo 2020, nella sede IUG di Sarajevo e sarà rivolto a studenti italiani.
“Grazie all’accordo appena siglato, già dal primo anno di corso, gli studenti di Medicina e Chirurgia della IUG saranno formati sui temi del binomio ambiente – salute, potendo contare sulle competenze scientifiche fornite da SIMA e ISBEM. Si tratta del primo passo internazionale del programma ‘U4ALL’ – University Rectors for Health and Environment, promosso da SIMA e presentato lo scorso 23 ottobre alla Camera dei Deputati, con il supporto e la partecipazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e della Commissione Europea”, dichiara il professor Alessandro Miani, Presidente SIMA e titolare della Cattedra di Environmental Medicine alla IUG.
“Crediamo che si tratti di una grande opportunità per una piena integrazione tra le due sponde dell’Adriatico – così vicine da essere già ricomprese dall’Unione Europea in un’unica macro – regione – con la possibilità di scambi di risorse umane, nella prospettiva della crescita di competenze e professionalità attraverso percorsi di laurea, programmi di training di alta formazione o specializzazione e Dottorati di Ricerca congiunti”, afferma il professor Alessandro Distante, Presidente ISBEM.
Il Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia della IUG – in lingua italiana dal I anno e in lingua inglese o italiana dal II anno – attua programmi modulati esattamente su quelli delle Università Italiane, nell’ottica di un completo inserimento in chiave europea – con la possibilità di ottenere il riconoscimento giuridico nei Paesi UE – dei medici formatisi alla IUG di Sarajevo.L’anno accademico prenderà il via il 2 marzo 2020. Gli aspiranti medici di nazionalità italiana hanno la possibilità di iscriversi al Corso di Laurea internazionale in Medicina e Chirurgia fino al 28 febbraio.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Ostacoli imprevisti nei percorsi di cura

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

La Fondazione per la Medicina Personalizzata FMP, ha promosso una campagna di informazione, che nasce dall’osservazione della pratica clinica sulla rabbia nei pazienti oncologici. Per il prof. Paolo Marchetti – Presidente della Fondazione per la Medicina Personalizzata e direttore dell’ Oncologia Medica B Policlinico Umberto I, professore ordinario di Oncologia Medica alla Sapienza e già direttore del reparto di Oncologia Medica dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma – gli ostacoli presenti nei percorsi di cura rappresentano dei muri spesso insormontabili, la diagnosi di una malattia oncologica influenza in molti modi la vita di una persona, annulla in un momento il progetto di vita. Tra le reazioni più comuni ci sono shock, negazione, depressione, ansia e rabbia.Secondo lo psichiatra Vittorino Andreoli il tema della rabbia sta prendendo sempre più dimensione nelle attività mediche in generale. Viviamo nell’età della rabbia, in una società difficile che genera stimoli continui e frustrazioni, dove i criteri sono quelli del successo, del benessere, dell’essere in forma. Per Alberto Castelvecchi, esperto in comunicazione e docente alla Luiss, è molto importante l’empatia tra medico e paziente, in modo da trasformare la rabbia, in volontà di combattere e il medico in alleato.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra personale di Anna Raimondo

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Roma giovedì 16 gennaio 2020, dalle ore 18.30 AlbumArte Via Flaminia 122 inaugura ad AlbumArte, spazio indipendente per l’arte contemporanea, si inaugura la mostra personale dell’artista Anna Raimondo dal titolo Fronte Nazionale Naso Partenopeo, a cura di Marco Trulli. La mostra resterà aperta fino a sabato 29 febbraio.Il titolo della mostra trae spunto da una scritta letta per caso dall’artista sui muri di Napoli. Il controverso tema dell’identità, messo a nudo ironicamente da questa frase, è al centro della mostra dell’artista che propone una selezione eterogenea di lavori in cui riscontra una costante ricerca che, partendo dalla dimensione intima, affronta questioni centrali di carattere pubblico e politico, come la questione del diritto alla mobilità o la de-costruzione delle identità di genere.
La fondazione di un partito utopico, il Fronte Nazionale Naso Partenopeo, nel quale l’artista apre una riflessione corale sulle microazioni quotidiane di trasformazione ed emancipazione sociale, attraverso un lavoro previo di interviste ad attiviste e cittadine partenopee. Un (non) partito, rappresentato da una non bandiera esposta in mostra insieme a vari materiali propagandistici, con l’obiettivo di determinare una frizione con il presente del dibattito politico.“Il lavoro di Anna Raimondo è un luogo d’incontri e scambi, che si nutre dell’ascolto nel processo e nella formalizzazione finale col pubblico. I processi relazionali che l’artista attiva interrogano spesso la costruzione di genere nei comportamenti quotidiani e pubblici, mettendo in dialogo il suo femminismo quotidiano con l’atteggiamento delle altre persone. Può essere definito un viaggio nelle diversità sociali che facilita e crea aree di possibili interazioni, dissonanze, negoziazione e creazione corale di senso.” (Nancy Casielles e N. Suarez, 2016)Molti dei suoi lavori si concentrano in maniera peculiare sulla creazione d’incursioni nello spazio e la sfera pubblica, nel suo continuo tentativo di ricreare spazi e tempi di ascolto all’interno del panorama urbano, creando in questo modo dispositivi di spaesamento e dislocazioni di senso. Attraverso la fluidità del suono l’artista connette spazi, tempi e persone e riflette su temi e identità rimosse dalla memoria o dalla società.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Spettacolo: Io, Fabrizio e il Ciocorì”

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Roma sabato 18 gennaio 2020 – ore 21 – biglietto 10 e 8 euro Spazio Rossellini via della vasca navale 58 spettacolo ispirato a Fabrizio De André nel connubio fra teatro di narrazione e canzone d’autore, arriva a Roma sabato 18 gennaio allo Spazio Rossellini di via della Vasca Navale. Sul palco, insieme all’autore Flavio Brighenti, che cura la narrazione con la regista Carmen Giardina, interagisce una formazione musicale che comprende Raffaela Siniscalchi (voce), Gabriele Coen (fiati), Mario Rivera (basso) e Stefano Saletti (corde).
“Io, Fabrizio e il Ciocorì” rappresenta un viaggio inedito e per certi versi sorprendente nel mondo del Maestro genovese attraverso vent’anni di incontri, musica, aneddoti e confidenze.Il racconto si snoda attraverso le tante interviste – e i coloriti retroscena che spesso le hanno accompagnate – che l’autore, Flavio Brighenti, ha realizzato dal gennaio del 1979, durante il tour di Faber con la Premiata Forneria Marconi, fino al febbraio del 1998, nel corso dell’ultimo tour del maestro genovese, successivo alla pubblicazione dell’album “Anime salve”.“Io, Fabrizio e il Ciocorì” gioca su una cifra stilistica netta e dichiarata, virando sul versante ironico e “leggero” del rapporto, così come è maturato tra i due, ben al di là dei rispettivi ruoli professionali.
Riflessioni, battute, semplici confidenze alimentano costantemente il percorso narrativo, con la piccola e trasparente ambizione di raccontare un’epoca dove l’arte, non solo la musica, e così pure il giornalismo, privilegiavano l’esperienza e l’iniziativa individuale anziché attingere all’immenso catino virtuale e frastornante della tecnologia.”Io, Fabrizio e il Ciocori” non rappresenta una celebrazione né tanto meno una beatificazione di De André – che di certo non ne ha bisogno – ma offre semplicemente una chiave differente e affettuosa per fare luce su di lui sotto il profilo umano prima che artistico.La sfilata dei personaggi evocati è assortita: da Vasco Rossi a Papa Wojtyla, da Beppe Grillo a Guy Debord, da Ray Charles ad Arthur Rimbaud, da Mauro Pagani a Renato Curcio, da Ivano Fossati a Carlo Marx, fra i tanti, oltre naturalmente ai volti familiari: Dori Ghezzi, i figli Cristiano e Luvi, il fratello Mauro.La regia dello spettacolo è affidata alla genovese Carmen Giardina, attrice, sceneggiatrice e regista di larga esperienza che sul palco, insieme a Flavio Brighenti, presta la voce a Faber: “De André era unico e inimitabile, al suo confronto chiunque si presterebbe a paragoni che vogliamo evitare”, spiega Brighenti, “allora ho voluto che a interpretarlo fosse una donna, anche e soprattutto per rendere omaggio all’universo femminile che Fabrizio ha cantato con inarrivabile sensibilità umana e poetica”.La narrazione musicale, che corre tra alcune tra le più amate canzoni di De André, è affidata al quartetto composto da Stefano Saletti, Gabriele Coen, Mario Rivera (provengono tutti e tre dalla Banda Ikona, e sono protagonisti in proprio di molti altri progetti), con la voce straordinaria di Raffaela Siniscalchi. I quattro artisti hanno realizzato un album con le proprie personalissime rivisitazioni dei brani di Faber intitolato “Ho visto Nina volare” di imminente uscita.
“Io, Fabrizio e il Ciocorì”, che nella sua prima versione è stato ospite per due sere dell’Auditorium di Strada Nuova di Genova nell’ottobre 2017 – sul palco con l’autore c’erano Laura Monferdini, Vittorio De Scalzi ed Edmondo Romano – va in scena con il patrocinio morale della Fondazione De André.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione del 13-16 gennaio 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Strasburgo Conferenza sul futuro dell’Europa: i cittadini e la riforma dell’UE. Nei suoi orientamenti politici per il 2019-2024, la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen si è impegnata a affrontare la questione del divario di retribuzione fra i generi nel quadro della prossima strategia per la parità di genere.Inoltre, la nuova commissaria per la parità, Helena Dalli, ha annunciato che proporrà misure giuridicamente vincolanti in materia di trasparenza delle retribuzioni nei primi 100 giorni di questa Commissione.Sebbene il principio della parità di retribuzione per lo stesso lavoro sia sancito dal trattato UE, il divario retributivo complessivo tra i generi all’interno dell’UE rimane al 16%, con enormi differenze tra gli Stati membri. La situazione peggiora ulteriormente quando le donne vanno in pensione: la loro pensione è infatti inferiore di circa il 40% a quella degli uomini. Una risoluzione a conclusione del dibattito sarà messa ai voti nella sessione di gennaio II (29-30 gennaio).
Lunedì 13 gennaio 2020 Australia: dibattito sull’emergenza incendi e i cambiamenti climatici I deputati discuteranno degli incendi in corso in Australia, insieme con altri eventi meteorologici estremi, attribuibili ai cambiamenti climatici. I devastanti incendi in Australia sono costati la vita a 24 persone. Secondo quanto riportato dai media, sono milioni gli acri di terra bruciata, pari a un’area più grande del Belgio e della Danimarca messi insieme. Si stima che nel solo Stato del Nuovo Galles del Sud almeno un miliardo di animali siano morti negli incendi boschivi di questa stagione, compreso circa 1/3 di tutti i koala dello Stato.
Lunedì 13 gennaio 2020 Colmare il divario retributivo tra generi nell’UE. Nei suoi orientamenti politici per il 2019-2024, la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen si è impegnata a affrontare la questione del divario di retribuzione fra i generi nel quadro della prossima strategia per la parità di genere.Inoltre, la nuova commissaria per la parità, Helena Dalli, ha annunciato che proporrà misure giuridicamente vincolanti in materia di trasparenza delle retribuzioni nei primi 100 giorni di questa Commissione.Sebbene il principio della parità di retribuzione per lo stesso lavoro sia sancito dal trattato UE, il divario retributivo complessivo tra i generi all’interno dell’UE rimane al 16%, con enormi differenze tra gli Stati membri. La situazione peggiora ulteriormente quando le donne vanno in pensione: la loro pensione è infatti inferiore di circa il 40% a quella degli uomini.Una risoluzione a conclusione del dibattito sarà messa ai voti nella sessione di gennaio II (29-30 gennaio).
Lunedì 13 gennaio 2020 Conflitto in Libia: dibattito con Borrell Gli attacchi aerei contro la scuola militare di Tripoli, il 4 gennaio, e la conseguente decisione del Parlamento turco di autorizzare il dispiegamento militare in Libia hanno portato a un’escalation di violenza nel Paese mediterraneo. Come sottolineato dal capo della politica estera dell’UE, Josep Borrell, l’UE è fermamente convinta che non vi sia una soluzione militare alla crisi libica e ha invitato tutte le parti ad impegnarsi in un processo politico sotto la guida dell’ONU.L’8 gennaio, il Presidente del Parlamento David Sassoli ha incontrato Fayez Al-Sarraj, Presidente del Consiglio di Presidenza della Libia e Primo Ministro del Governo di Accordo Nazionale, nell’ambito di una visita di Al-Sarraj a Bruxelles per discutere della situazione nel Paese con vari leader dell’UE.“La soluzione alla crisi non può essere militare ma passa solo attraverso un processo politico inclusivo di tutte le componenti del paese, sotto l’egida delle Nazioni Unite e senza alcuna ingerenza esterna”, ha dichiarato il Presidente David Sassoli durante l’incontro, sostenendo la posizione già espressa dall’Alto Rappresentante Borrell. Martedì pomeriggio, i deputati discuteranno con Josep Borrell quali azioni intraprendere.
Martedì alle 15.00, la Commissione presenterà le proposte legislative sul “Just Transition Mechanism and Fund”. Alla presentazione seguirà un dibattito.In conclusione del dibattito in Plenaria del dicembre scorso con la Presidente della Commissione von der Leyen sul pacchetto di proposte Green Deal, i deputati voteranno mercoledì una risoluzione che illustra il punto di vista del Parlamento. Il testo dovrebbe sostenere l’obiettivo di neutralità climatica entro il 2050 e ribadire la richiesta del Parlamento di una revisione degli obiettivi di riduzione delle emissioni UE per il 2030 prima della conferenza sul clima di dicembre 2020 dell’UNFCCC a Glasgow.Il Parlamento ha già sottolineato che l’UE dovrebbe ridurre le emissioni del 55% entro il 2030 per diventare climaticamente neutrale entro il 2050 e che un ambizioso bilancio a lungo termine dell’UE per il 2021-2027 deve essere concordato con urgenza, per dare il via alle relative politiche.
Mercoledì alle 12.00, dopo un dibattito con il Presidente del Consiglio Charles Michel e la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen, il Parlamento voterà le proprie proposte per la prossima Conferenza sul Futuro dell’Europa. I deputati vogliono che la voce dei cittadini sia al centro del dibattito su come affrontare le sfide interne ed esterne, non erano previste al momento del Trattato di Lisbona. La Conferenza dovrebbe iniziare nel 2020 e durare due anni.Nel progetto di risoluzione si sottolinea come i cittadini di ogni estrazione sociale, i rappresentanti della società civile e le parti interessate a livello europeo, nazionale, regionale e locale debbano essere coinvolti nella definizione delle priorità dell’UE, con un approccio dal basso verso l’alto, trasparente, inclusivo, partecipativo ed equilibrato. La Conferenza potrebbe portare alla revisione dei trattati e all’istituzione di un meccanismo permanente di partecipazione cittadina. Transizione verso la riduzione delle emissioni di carbonio.
Il re di Giordania Abdullah II interverrà in Plenaria Mercoledì alle 12:00, il re di Giordania, Sua Maestà Abdullah II ibn Al-Hussein si rivolgerà all’Aula nel corso di una seduta solenne a Strasburgo. Sarà la quinta visita di re Abdullah II al Parlamento europeo, dopo le precedenti visite nel 2002, 2007, 2012 e 2015. La Giordania è un partner importante per l’UE a livello globale, regionale e bilaterale, in particolare per il ruolo chiave del Paese nel promuovere la stabilità e la tolleranza interreligiosa in Medio Oriente.
Conflitti d’interesse del premier ceco Babiš: il PE chiede informazioni I deputati si aspettano che la Commissione aggiorni il Parlamento sulle indagini in corso e sulle misure previste per proteggere gli interessi finanziari dell’UE. Mercoledì pomeriggio, i deputati discuteranno con il Consiglio e la Commissione sull’indagine in corso riguardante il conflitto di interessi del Primo ministro ceco Andrej Babiš che potrebbe aver abusato della sua influenza per molti anni per moltiplicare il suo patrimonio personale attraverso i fondi UE. In una sessione successiva, il Parlamento voterà una risoluzione per concludere il dibattito.
Sulla biodiversità: Il Parlamento chiede obiettivi vincolanti. Nel progetto di risoluzione si chiede che la conferenza delle Nazioni Unite sulla biodiversità del 2020, detta COP 15, contribuisca a fermare la perdita di biodiversità in corso.I deputati invitano l’UE ad assumere un ruolo guida, ad esempio garantendo che, entro il 2030, il 30% del territorio dell’Unione sia costituito da aree naturali o inserendo degli obiettivi di protezione della biodiversità in tutte le politiche dell’UE. Inoltre, chiedono che almeno il 10% del bilancio a lungo termine sostenga gli sforzi per migliorare la biodiversità.Per il Parlamento, la tutela della biodiversità è sempre stata una priorità. La Convenzione delle Nazioni Unite sulla biodiversità è stata istituita il 29 dicembre 1993. Una delegazione del Parlamento europeo parteciperà alla sua quindicesima riunione a Kunming, in Cina, dal 19 ottobre al 1 novembre 2020. La COP15 dovrebbe adottare un quadro globale sulla biodiversità post-2020, che definisca il percorso per i prossimi 10 anni e oltre.
Iran-Iraq: i deputati discutono le crescenti tensioni in Medio Oriente. Le relazioni tra gli Stati Uniti e l’Iran hanno visto un acuirsi della tensione in seguito al raid statunitense sulla capitale irachena Bagdad, lo scorso venerdì 3 gennaio, con il quale è stato ucciso il comandante militare iraniano Qassem Soleimani.Dopo l’assassinio, l’Iran ha minacciato gli Stati Uniti con gravi ritorsioni. Subito dopo, il parlamento iracheno ha adottato una risoluzione che chiede al governo di non avere più truppe straniere presenti nel Paese. I deputati discuteranno gli ultimi sviluppi insieme con il capo della politica estera dell’UE, Josep Borrell.
Ungheria e Polonia: il Parlamento valuterà i progressi sull’articolo 7. Nel settembre 2018, il Parlamento ha chiesto al Consiglio di agire per evitare che le autorità ungheresi violino i valori fondanti dell’UE. I deputati si sono detti preoccupati soprattutto per i rischi relativi a indipendenza giudiziaria, libertà di espressione, corruzione, diritti delle minoranze e per la situazione dei migranti e dei rifugiati.
Nel caso della Polonia, la Commissione europea ha chiesto l’intervento dell’UE nel dicembre 2017, in considerazione delle minacce percepite relative all’indipendenza della magistratura. In una risoluzione adottata nel marzo 2018, il Parlamento europeo si è detto d’accordo con la Commissione i rischi per lo Stato di diritto in Polonia.Ai sensi dell’articolo 7 del Trattato sull’Unione europea, a seguito di tali richieste, il Consiglio può stabilire che esiste un evidente rischio di grave violazione dei valori UE nei Paesi interessati. Prima di procedere in tal senso, i ministri ascoltano le opinioni delle autorità nazionali.I ministri UE hanno tenuto due audizioni con il governo ungherese, nel settembre e nel dicembre 2019. I deputati hanno più volte criticato il fatto di non essere stati formalmente inclusi in queste discussioni. Le autorità polacche si sono difese davanti al Consiglio in tre occasioni, nel periodo da giugno a dicembre 2018. In una fase successiva, il Consiglio europeo potrà stabilire, all’unanimità e con l’approvazione del Parlamento, che vi è una grave e persistente violazione dello Stato di diritto, della democrazia e dei diritti fondamentali. Ciò potrebbe eventualmente portare a sanzioni, come ad esempio la sospensione del diritto di voto in seno al Consiglio.
Brexit: il Parlamento lancia un monito sui diritti dei cittadini. Il Parlamento discuterà e voterà una risoluzione su una serie di questioni che i cittadini (sia quelli dell’UE che risiedono nel Regno Unito, che i cittadini del Regno Unito che risiedono nel resto dell’UE) potrebbero dover affrontare dopo la Brexit. La bozza di risoluzione sottolinea che l’Accordo di Recesso contiene disposizioni eque ed equilibrate per tutelare i diritti dei cittadini durante e dopo il periodo di transizione. Pertanto, un’attuazione completa delle disposizioni dell’Accordo è essenziale al fine di proteggere le persone interessate, le loro famiglie e il loro diritto alla sicurezza sociale nel lungo termine, sottolineano i deputati.In particolare, nella bozza di risoluzione si fa riferimento alle questioni derivanti dal Programma di Regolamento dell’UE del governo del Regno Unito, si invitano i governi dell’UE-27 a essere coerenti e generosi nei confronti dei cittadini britannici residenti nell’UE. Per entrare in vigore, l’Accordo di Recesso deve essere approvato dal Parlamento europeo a maggioranza semplice dei voti espressi (articolo 50, paragrafo 2 del trattato sull’Unione europea). Il Parlamento voterà l’Accordo dopo che il processo di ratifica nel Regno Unito sarà stato completato.
La presidenza croata del Consiglio UE presenta le sue priorità. Il programma della presidenza croata si concentra su quattro priorità: un’Europa in via di sviluppo, un’Europa connessa, un’Europa che protegge e un’Europa influente. I temi che la presidenza croata affronterà comprendono la Brexit, il bilancio a lungo termine dell’UE, il Quadro finanziario pluriennale per il periodo 2021-2027. La Croazia è entrata a far parte dell’UE nel 2013 e ricoprirà per la prima volta la presidenza del Consiglio dei Ministri dell’UE. Dal 1° gennaio, il Paese ha preso il posto della alla Finlandia e consegnerà la presidenza alla Germania dal 1° luglio.
Un caricabatteria comune per tutti i cellulari Per ridurre i rifiuti elettronici e facilitare la vita dei consumatori, i deputati chiedono misure vincolanti per avere caricabatteria adattabili a tutti i cellulari e dispositivi portatili. Nella Direttiva sulle Apparecchiature Radio del 2014, i legislatori dell’UE hanno chiesto lo sviluppo di un caricabatteria comune e hanno conferito alla Commissione i poteri per perseguire questo obiettivo attraverso un atto delegato.L’approccio della Commissione di “incoraggiare” l’industria a sviluppare caricabatterie comuni non ha raggiunto gli obiettivi prefissati. Gli accordi volontari tra i diversi operatori del settore non hanno dato i risultati sperati. Per questo motivo, i deputati torneranno a chiedere l’introduzione di un caricabatteria comune che si adatti a tutti i telefoni cellulari, tablet, e-book e altri dispositivi portatili. Il dibattito di lunedì si concluderà con una risoluzione da votare in una delle prossime sessioni plenarie. Secondo le stime, i vecchi caricabatteria generano più di 51000 tonnellate di rifiuti elettronici l’anno.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Leave a Comment »

Plenary session, Strasbourg: The week ahead 13 – 19 January 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Future of Europe. Parliament will set out its vision on the set-up and scope of the 2020-2022 “Conference on the Future of Europe”, following a debate with Council President Michel and Commission President von der Leyen on Wednesday morning. In an unprecedented bottom-up approach, MEPs want citizens to be at the core of EU reform. (debate and vote Wednesday)Green Deal/Transition Fund. MEPs will discuss with the Commission legislative proposals on the “Just Transition Mechanism and Fund”, which seek to help EU communities succeed in making the transition to low carbon in a debate on Tuesday. Parliament will also outline its views on the overall package of the Green Deal in a vote on a resolution on Wednesday.
Croatian Presidency. Croatian Prime Minister Andrej Plenković will present the priorities of the rotating Council presidency for the next six months, focussing on a Europe that is developing, a Europe that connects, a Europe that protects, and an influential Europe.
EP President Sassoli and Prime Minister Plenković will hold a press conference at 12.00. (Tuesday)
Brexit/Citizens’ rights. MEPs are set to express their concern over how the UK and EU27 governments will manage citizens’ rights after Brexit. The draft text highlights that the fair and balanced provisions to protect citizens’ rights during and after the transition period, contained in the Withdrawal Agreement, must be thoroughly implemented. (Wednesday)
Iran/Iraq. MEPs will debate the consequences of the latest confrontation between the US and Iran with EU Foreign Policy Chief Josep Borrell. (Tuesday)
Hungary/Poland. MEPs will assess the progress made by EU ministers in determining whether rule of law and European values are at risk in Hungary and Poland. A resolution will be put to the vote on Thursday.
Saving biodiversity. To stop the current trajectory of biodiversity loss, MEPs are set to call for legally binding targets to be adopted during the 2020 global biodiversity conference COP 15. (debate Wednesday, vote Thursday)
King Abdullah II of Jordan. The King of Jordan, His Majesty Abdullah II ibn Al-Hussein, will address MEPs during a formal sitting in Strasbourg on Wednesday at 12.00.
Investigations into Czech Prime Minister Babiš. MEPs expect the Commission to update Parliament on the ongoing EU investigations into the Czech Prime Minister Andrej Babiš’ conflict of interest and on future measures to protect the EU’s financial interests. (Wednesday)
President’s Diary. EP President David Sassoli will hold a bilateral meeting with the Croatian Prime Minister Andrej Plenković on Tuesday at 8:30. At 19.30, he will attend Parliament’s annual New Year’s reception for journalists.
Pre-session press briefing. The EP Press Service will hold a press briefing at 16.30 on Monday in the Daphne Caruana Galizia Press conference room, Strasbourg.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ministro Lamorgese adotti piano straordinario di contrasto alla criminalità straniera

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

“In seguito alla recente denuncia della Fondazione di studi sulla mafia ‘Antonino Caponnetto’ e alle dichiarazioni del sostituto procuratore antimafia Cesare Sirignano, che hanno evidenziato come stia aumentando esponenzialmente la criminalità straniera in Toscana, ho presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno Lamorgese per comprendere quali interventi urgenti intenda adottare per fronteggiare questa pericolosa deriva” così in una nota il senatore di Fratelli d’Italia Patrizio La Pietra. “Nonostante il clamore mediatico e la legittima e comprensibile preoccupazione da parte dell’opinione pubblica sui dati diffusi, noi di Fratelli d’Italia non siamo per niente sorpresi, in quanto da tempo segnaliamo e denunciamo alle istituzioni competenti le più svariate situazioni di illegalità diffuse e reiterate da parte di stranieri sul territorio, in particolar modo nigeriani e cinesi. Tutto a scapito dei cittadini onesti, del fisco, della sicurezza e della legalità. Auspichiamo dunque – conclude il senatore La Pietra – che il ministro adotti al più presto un piano straordinario per il contrasto di questo fenomeno”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

44a edizione Arte Fiera: le sezioni

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Bologna dal 24 al 26 gennaio 2020 nei padiglioni 18 e 15 del Quartiere fieristico di Bologna, accessibili in auto dall’Ingresso Nord e con un servizio di navette dall’ingresso di Piazza Costituzione. L’edizione 2020 di Arte Fiera – la seconda diretta da Simone Menegoi, affiancato da Gloria Bartoli come vicedirettrice – si presenta ricca di novità. Coinvolgerà 155 gallerie tra italiane e straniere: 108 nella Main Section e 47 nelle tre sezioni curate e su invito, Fotografia e immagini in movimento (20 gallerie) a cui si aggiungono per la prima volta Focus (8 gallerie) e Pittura XXI (19 gallerie), per un totale di 345 artisti presentati in fiera. L’elenco completo degli espositori è disponibile al link: http://www.artefiera.it Le tre sezioni su invito nel dettaglio:Focus è una delle principali novità di Arte Fiera 2020: una sezione che prende in esame le ricerche artistiche della prima metà del XX secolo e del secondo dopoguerra, con un taglio differente ogni anno. Volutamente ridotta nelle dimensioni, vuole essere un meditato approfondimento su un aspetto dell’arte del XX secolo.
L’edizione d’esordio è firmata da Laura Cherubini, critica e storica dell’arte di chiara fama. Cherubini si è concentrata sul rinnovamento e sulle innovazioni linguistiche della pittura italiana tra la fine degli anni Cinquanta e la fine degli anni Settanta.
Il Focus si è quindi concentrato, in particolare, sui decenni Cinquanta, Sessanta e Settanta di quello che possiamo ormai chiamare il secolo scorso. Anni in cui la pratica della pittura in Italia è stata ricca e intensa, nonostante a più riprese venisse data per morta e sepolta. All’interno del filo conduttore di questa concisa sezione potranno essere rintracciate conferme, riscoperte e qualche sorpresa. Si tratta di presenze singolari e diversificate e non etichettabili in un’unica tendenza, movimento o gruppo. Pitture italiane. Da sempre la pittura abita qui” (Laura Cherubini).Partecipano alla sezione le gallerie A arte Invernizzi (artista: Mario Nigro), Cortesi Gallery (Giuseppe Santomaso), Galleria dello Scudo (Gastone Novelli), Michela Rizzo (Fabio Mauri, Saverio Rampin), Mazzoleni (Lucio Fontana, Gianfranco Zappettini), Richard Saltoun (Bice Lazzari), Ronchini (Franco Angeli), Tornabuoni Arte (Piero Dorazio).
Pittura XXI, a cura di Davide Ferri, è la prima sezione di una fiera, in Italia o all’estero, dedicata interamente alla pittura contemporanea. L’obiettivo del progetto è di offrire una panoramica del lavoro degli artisti emergenti e mid-career, a livello nazionale e internazionale, che lavorano con questo medium. Una proposta audace e al contempo tempestiva, poiché si colloca in una fase storica in cui la pittura si è riaffacciata prepotentemente sulla scena dell’arte.
Pittura XXI includerà il lavoro di 30 artisti mid-career, in gran parte internazionali, che hanno iniziato a dipingere dall’inizio degli anni Duemila, presentati da una ventina di gallerie, e vuole evidenziare il lavoro di quegli spazi che, soprattutto in Italia, hanno saputo sviluppare in anni recenti una programmazione in cui la pittura ha avuto un ruolo di primo piano” (Davide Ferri).La nuova sezione includerà: 1/9unosunove (artisti: Simon Callery, Jonathan Vandyke), A+B Gallery (Markus Saile), Arcade (John Finneran), Bernhard Knaus Fine Art (Giacomo Santiago Rogado, Karim Noureldin), Boccanera (Nebojša Despotović, Andrea Fontanari), CAR DRDE (Damien Meade), Cardelli & Fontana (Mirko Baricchi, Beatrice Meoni), Eduardo Secci Contemporary (Chris Hood, Pierre Knop), Ex Elettrofonica (Federico Pietrella, Pesce Khete), Francesca Antonini (Guglielmo Castelli), Galleria FuoriCampo (Eugenia Vanni, Michele Tocca), Luca Tommasi (Mark Francis, Phillip Allen), Monica De Cardenas (Gianluca Di Pasquale, Ivan Seal), Monitor (Peter Linde Busk, Matteo Fato), Norma Mangione Gallery (Michael Bauer), P420 (Adelaide Cioni), Pinksummer (Jorge Queiroz), RIBOT (Jonathan Lux), The Gallery Apart (Corinna Gosmaro, Alessandro Scarabello).
Giunta alla sua seconda edizione, la sezione Fotografia e immagini in movimento, a cura del collettivo Fantom (rappresentato da Selva Barni, Ilaria Speri, Massimo Torrigiani, Francesco Zanot), costituisce un osservatorio puntato su alcune delle più recenti ricerche nel campo della fotografia e del video, cui si aggiungono alcuni imprescindibili punti di riferimento nel passato.La fotografia e il video invadono sempre più lo spazio del quotidiano, reale e virtuale, assumendo un ruolo di cruciale importanza nelle nostre vite. Sono macchine che consentono un’elaborazione estetica, sociale, filosofica e politica di tutto ciò che ci circonda. Ormai non si limitano a registrare cambiamenti e mutazioni, ma sono agenti cruciali della trasformazione del mondo e del nostro rapporto con esso (Fantom).
Fotografia e immagini in movimento vede la partecipazione delle gallerie aA29 Project Room (artisti: Kyle Thompson, Tiziana Pers), Dep Art Gallery (Tony Oursler), Galleria Marcolini (Aneta Bartos, Christian Thompson), Michela Rizzo (Antoni Muntadas, Katerina Šedá, Francesco Jodice), Galleria Poggiali (Goldschmied & Chiari), Gallleriapiù (Matteo Cremonesi), Marcorossi (Rune Guneriussen), Martini & Ronchetti (Lisetta Carmi), MC2 Gallery (Lamberto Teotino, Justine Tjallinks, Paolo Ciregia), Metronom (Christto & Andrew), MLZ Art Dep (The Cool Couple, Discipula, Källstrӧm+Fäldt), Otto Zoo (Paul Kooiker), Pinksummer (Luca Trevisani), Podbielski Contemporary (Giulio Di Sturco, Massimiliano Gatti, Yuval Yairi), Shazar (Giacomo Montanaro), Spazio Nuovo (Marco Maria Zanin, Edouard Taufenbach), Traffic Gallery (Mattia Zoppellaro), Umberto Di Marino (Francesco Jodice, Pedro Neves Marques, Sergio Vega), Viasaterna (Alessandro Calabrese), z2o Sara Zanin (Mariella Bettineschi, Silvia Camporesi, Ekaterina Panikanova).Fotografia e immagini in movimento è sostenuta da Mercedes Benz, automotive partner della fiera con Stefauto.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Economy of Francesco”

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Assisi dal 26 al 28 marzo 2020 evento voluto da Papa Francesco. Assisi si prepara ad accogliere gli oltre 2000 economisti e imprenditori under 35 provenienti da tutto il mondo per partecipare a “Economy of Francesco”. Sono più di 3300 le richieste giunte da oltre 115 paesi. La città di San Francesco sarà organizzata in 12 “villaggi” che ospiteranno i lavori dei partecipanti sui grandi temi e interrogativi dell’economia di oggi e di domani: lavoro e cura; management e dono; finanza e umanità; agricoltura e giustizia; energia e povertà; profitto e vocazione; policies for happiness; CO2 della disuguaglianza; business e pace; Economia è donna; imprese in transizione; vita e stili di vita. L’orizzonte entro il quale leggere l’articolazione dei villaggi è dato dalle parole del Vescovo di Assisi, Mons. Domenico Sorrentino: «lo svolgimento dell’evento ha una relazione con san Francesco, con la sua esperienza di vita e con le sue scelte, che hanno valore anche nell’economia. Fu lui a scegliere tra una economia dell’egoismo e un’economia del dono. La sua spogliazione davanti agli occhi del padre e del vescovo di Assisi è una icona ispirante per l’evento di marzo ed è il motivo per cui il Papa lo ha voluto ad Assisi. Speriamo che il clima spirituale di questa città possa segnare tutto lo svolgimento dell’incontro».I partecipanti di Economy of Francesco sono giovani ricercatori, studenti, dottorandi di ricerca; imprenditori e dirigenti d’azienda; innovatori sociali, promotori di attività e organizzazioni locali ed internazionali; si occupano di ambiente, povertà, diseguaglianze, nuove tecnologie, finanza inclusive, sviluppo sostenibile: si interessano dell’uomo.«Ad Assisi i protagonisti saranno i giovani, che diranno la loro idea sul mondo, perché lo stanno già cambiando, sul fronte dell’ecologia, dell’economia, dello sviluppo, della povertà. Economy of Francesco – ha dichiarato il direttore scientifico dell’evento, Prof. Luigino Bruni – sarà un contenitore di idee e prassi dove i giovani si incontreranno a “ritmo lento” e avranno la possibilità di pensare e domandarsi, sulle orme di San Francesco, cosa significa costruire un’economia nuova a misura d’uomo e per l’uomo. Una tre giorni che si concluderà con la firma di un patto tra i giovani economisti e Papa Francesco che li ha convocati ad Assisi proprio per ascoltare il loro grido d’allarme, i loro sogni».«Francesco d’Assisi era un giovane commerciante, un party planner e un sognatore… come tanti altri oggi. Eppure, lo guardiamo con un po’ di sana invidia. Dalla sua esperienza spirituale – ha dichiarato il Custode del Sacro Convento, padre Mauro Gambetti – scaturì un movimento che contribuì in modo decisivo alla nascita del mercato moderno. Umanità, civiltà e benessere crebbero velocemente dopo di lui. Why not? Sembra questa la provocazione di Papa Francesco rivolta ai giovani. La sfida è enorme, perché non si vincerà grazie a competenza, genialità o per imitazione di qualcuno – fosse anche san Francesco -. La sfida è grande quanto la fiducia riposta nei giovani. L’ascolto dei desideri più profondi del cuore e la capacità di decidersi per le cose che contano – paradossalmente, non i soldi – apriranno la via ad una nuova economia. Noi ci crediamo».«La Città del nostro Santo è la sede naturale per ispirare un evento che si prefigge di stringere un patto tra giovani economisti e imprenditori per dare un’anima all’economia di domani che si basi sulla fraternità e sull’equità. La “convocazione” è arrivata direttamente dal Papa che richiamandosi al Santo di Assisi ci invita a esaltare il suo esempio per eccellenza nella custodia degli ultimi della terra, nell’attenzione verso i deboli e i poveri e nella necessità di una ecologia integrale. La Città di Assisi sarà pronta per l’appuntamento di marzo e lo sarà con tutta la sua forza simbolica e morale e con la coerenza al messaggio “francescano” di tutta la sua comunità. The Economy of Francesco deve parlare a tutti, e tutti si devono sentire coinvolti e partecipi di un evento eccezionale e storico. Perché il ruolo di Assisi, riconosciuto anche dal Papa con quest’incontro, è quello di “città-messaggio” capofila di un cambiamento che finalmente passi dalle parole all’azione – ha dichiarato il Sindaco di Assisi, Stefania Proietti».L’evento è organizzato dalla Diocesi di Assisi, dall’Istituto Serafico, dal Comune di Assisi e da Economia di Comunione, in collaborazione con le Famiglie Francescane.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto: A colorful act of self-promotion

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Bologna Dal 22 gennaio al 3 febbraio 2020 Opening mercoledì 22.01.2020 ore 18.30 su invito Grand Hotel Majestic già Baglioni – via dell’Indipendenza 8 ospita il progetto: A colorful act of self-promotion; opere ed installazioni site-specific di Daniele Sigalot, a cura di Eli Sassoli de’ Bianchi ed Olivia Spatola.Un racconto di idee che si fanno opera attraverso un gioco di apparenze per il quale ogni cosa appare diversa da ciò che, ad un primo sguardo, potrebbe sembrare; Il grande aeroplano, posto all’ingresso, resta ancorato a terra dalla sua anima in acciaio che, pure, riveste di una corazza scintillante la sequenza di post-it dalle scritte ironiche, rendendoli imperituri. Implicito il desiderio di leggerezza, di spiccare il volo, esplicita la forza che, nella realtà del vivere, ci trattiene al suolo.Nulla è ciò che sembra: la carta è metallo, le battute divertenti scritte sui post it sono in realtà riflessioni, ed una sottile critica, delle dinamiche interne al “sistema arte”: “I wish I were a more sophisticated piece of art”, “Anyone can do this”, “Nothing meaningful here”, “If you read this in a museum cheers on me”, “When I bought this artwork I clearly had too much champagne”. Una sorta di metalinguaggio per il quale il pensiero diventa l’essenza primaria dell’opera.Daniele Sigalot elabora un percorso fatto di idee che si fanno opera e al tempo stesso di opere che ritornano ad essere idee, creando una sorta di metalinguaggio per la presa di consapevolezza che nulla è ciò che sembra, e per il desiderio di allargare lo sguardo a cogliere anche ciò che l’occhio non vede ma che pure esiste.L’artista è allora inteso come strumento, come colui che media; il tramite per il quale il “mondo delle idee” si fa “mondo delle cose”. L’ironia sta in questo sguardo, fintamente ludico e giocoso che in realtà coglie le dinamiche implicite all’esistenza e le racconta attraverso il suo gesto d’artista. Ecco allora la “Lettera al futuro”, e la “Lettera al destino”, giocate sul doppio binario: l’uso della parola per attivare riflessioni sul piano concettuale e l’impatto visivo creato attraverso il ripetersi dei contrasti. L’eterno quesito: che cos’è la realtà? se è relativa ad ognuno di noi, secondo un sillogismo perfetto, la realtà siamo noi, dunque le cose esistono così come noi le vediamo.Sigalot ci invita alla leggerezza, a lasciare scorrere lo sguardo libero, ad attivare, attraverso il linguaggio dell’ironia, paesaggi paralleli, per aprire la nostra visione ad abbracciarne molteplici, tutte ugualmente possibili e ipoteticamente esistenti, e tutte ugualmente valide.Ed è nell’attimo in cui ci soffermiamo ad ascoltarle che esse, magicamente, prendono vita. Ed è in quell’attimo che il mondo, così come noi lo vediamo, ci appare un arcobaleno di mille colori.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Furusiyya: L’arte della cavalleria tra Oriente e Occidente

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Abu Dhabi mostra al Louvre Abu Dhabi, Furusiyya: L’arte della cavalleria tra Oriente e Occidente (19 febbraio – 30 maggio 2020), sarà la terza della stagione culturale 2019/20 Changing Societies e vedrà esposti oggetti della cultura cavalleresca medievale provenienti dal mondo islamico e cristiano. Oltre 130 manufatti singolari, tra armature, utensili legati all’equitazione o alla battaglia e manoscritti miniati, con una particolare attenzione rivolta ai valori cavallereschi. Coraggio, fede, lealtà e onore rappresenteranno la base di una cultura comune, presente tanto in Oriente quanto in Occidente.Suddivisi in tre sezioni, gli oggetti in mostra giungono da tutto il Medio Oriente, Iraq, Iran, Egitto e Siria, e dagli stati francese e germanico in Europa, e risalgono al periodo compreso tra XI e XVI secolo. I visitatori potranno scoprire i tratti comuni caratterizzanti le tradizioni cavalleresche delle diverse aree geografiche e notare lo straordinario scambio culturale che deriva da punti di incontro chiave come la Spagna meridionale, la Sicilia e la Siria. In linea con il tema dell’attuale stagione culturale del Louvre Abu Dhabi, Changing Societies, la mostra mette in evidenza opere d’arte e manufatti iconici di epoche e culture diverse, spiegando in che modo le circostanze storiche abbiano contribuito alla loro produzione o, viceversa, come queste opere fungano oggi da testimonianza dei cambiamenti storici nelle culture che le hanno prodotte.Tenuta in collaborazione con il Musée de Cluny, musée national du Moyen Âge a Parigi, e Agence France-Muséums, Furusiyya: L’arte della cavalleria tra Oriente e Occidente è a cura del capo curatore Dott.ssa Elisabeth Taburet-Delahaye, ex direttore del Musée de Cluny, musée national du Moyen Âge, accanto al co-curatore Dott.ssa Carine Juvin, curatore del Dipartimento di arte islamica al Musée du Louvre e Michel Huynh, capo curatore al Musée de Cluny, musée national du Moyen Âge.Manuel Rabaté, direttore del Louvre Abu Dhabi, ha commentato: “Furusiyya: L’arte della cavalleria tra Oriente e Occidente è una mostra perfetta per il Louvre Abu Dhabi. La nostra città è sempre stata una porta tra Oriente e Occidente ed è un palcoscenico naturale per il racconto di questo momento chiave della storia araba e per lo scambio interculturale con il mondo occidentale. I numerosi partner internazionali sottolineano l’importanza di questa materia all’interno della comunità accademica e siamo incredibilmente grati al Musée de Cluny, musée national du Moyen Âge e ai nostri partner di New York, Dublino, Parigi e non solo, per aver contribuito a rendere questo spettacolo unico nel suo genere”.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Mostra multimediale a Palazzo Dalla Rosa Prati

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Parma dal 31 gennaio al 26 aprile 2020 utilizza le infinite possibilità offerte dalle nuove tecnologie per portare nella Piccola Parigi vestita a festa, di un giallo mai così pertinente, non solo un’esposizione dedicata al genio olandese ma un autentico tuffo nel suo universo creativo. Riprodotti su supporti multimediali ad altissima qualità installati nelle splendide sale del prestigioso Palazzo Dalla Rosa Prati – a fianco del Battistero – i ritratti e gli autoritratti, le nature morte e i paesaggi del pittore prendono letteralmente vita, raccontandosi attraverso dense pennellate dall’apparenza fortemente materica e fascinazioni digitali che consentono al visitatore di vivere un’esperienza avvolgente e sentirsi totalmente immerso in opere che hanno fatto la storia dell’arte. Il percorso multimediale si rivela come un labirinto vivente attraverso i cunicoli di una mente geniale e problematica che conduce in una stanza segreta dedicata ai dipinti degli illustri amici dei quali l’artista si circondò durante la propria permanenza nella Ville Lumière. Provenienti da collezioni private, i capolavori di autori come Monet, Degas e Renoir aiutano a definire un contesto artistico unico e febbrile, popolato da giganteschi protagonisti dell’Impressionismo e del Post-Impressionismo.
«Siamo onorati di ospitare quello che riteniamo un vero e proprio appuntamento con una delle vicende più affascinanti della storia dell’arte in un anno così effervescente come Parma2020», commenta la famiglia Dalla Rosa Prati. «Il contrasto tra le forme neoclassiche del palazzo e una proposta così all’avanguardia sul piano della fruizione di grandi capolavori è un elemento particolarmente interessante, che aggiunge un ulteriore spunto e un taglio innovativo alla strabordante lista di eventi della città capitale della cultura e del ventaglio allargato di Emilia2020».
Prodotta dalla Navigare s.r.l., la mostra sarà aperta il giorno dell’inaugurazione dalle 16:00 alle 20:00 e, in seguito, dalle 9:30 alle 20:00 dal lunedì al venerdì e dalle 9:30 alle 21:00 il sabato e la domenica, con ultimo ingresso consentito al massimo 30 minuti prima della chiusura. Biglietti: intero 12 euro, ridotto 10 euro, gruppi 8 euro, scuole 5 euro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

All’Università di Parma le Olimpiadi della Matematica a squadre

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Parma 17 gennaio e il 6 marzo al Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma, valevoli per le Olimpiadi della Matematica due gare di matematica per studenti delle scuole superiori. Venerdì 17 gennaio, dalle 15 alle 17 al Centro Congressi “Aule delle Scienze” (Campus Scienze e Tecnologie), si svolgerà la Coppa Kovalevskaya, gara a squadre femminile, giunta alla terza edizione. Parteciperanno 10 squadre formate da sette ragazze provenienti da Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia e Toscana. Campione nelle prime tre edizioni è stato per due volte il Liceo Marconi di Carrara e lo scorso anno il Liceo Marconi di Parma. La gara si svolgerà in contemporanea con altre gare in tutta Italia, con più di 210 squadre coinvolte in 23 sedi. Da queste gare si qualificheranno 20 squadre per le semifinali e la finale nazionale delle Olimpiadi della Matematica, in programma a Cesenatico a inizio maggio 2020.
Venerdì 6 marzo, dalle 14 alle 16 al Palacampus (Campus Scienze e Tecnologie), si svolgerà la Coppa Nash, giunta alla XIX edizione. Chiamata in passato Coppa Hilbert e successivamente Coppa Galois, la Coppa Nash è la gara matematica a squadre più antica d’Italia, nonché tradizionalmente una delle più importanti e con la maggior partecipazione ed è inserita in un circuito di gare a squadre nell’ambito delle Olimpiadi della Matematica. Le migliori squadre classificate alla Coppa Nash parteciperanno alle semifinali e alla finale nazionale di Cesenatico delle Olimpiadi della Matematica. La Coppa Nash attira scuole non dal solo bacino locale ed emiliano-romagnolo ma anche da Lombardia, Liguria, Toscana e Veneto. Attuale campione in carica è il Liceo Fermi di Padova.Entrambe le gare sono patrocinate dal Piano Lauree Scientifiche, dal Comune di Parma, dalla Protezione Civile di Parma e da Parmalat.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »