Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 27 settembre 2021

Sapienza e Pontificio Consiglio della Cultura insieme per la ricerca

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

Il Pontificio Consiglio della Cultura e Sapienza Università di Roma hanno firmato un importante accordo di collaborazione culturale e scientifica per dare vita a progetti congiunti di ricerca, corsi, giornate di studio e seminari sui temi attinenti alle aree sociali, umanistiche e scientifiche. Sapienza è il primo ateneo italiano a stipulare un accordo di collaborazione con il dicastero della cultura del Vaticano. Tra i temi oggetto della partnership lo studio delle nuove forme di comunicazione digitale e dei nuovi linguaggi, la valorizzazione del ruolo delle donne e dei giovani in ambito sociale, la collaborazione sui temi d’interesse artistico e archeologico e sulle tematiche scientifiche. Le prime attività in partenza riguardano collaborazioni sullo sport, la cultura digitale, l’umanesimo post-pandemico, la biofabbricazione. Il coordinamento scientifico dell’accordo quinquennale è stato affidato, per la Sapienza, ad Alessandra Talamo del Dipartimento di Psicologia dei processi di sviluppo e socializzazione e per il Pontificio Consiglio della Cultura al Sottosegretario Mons. Carlo Maria Polvani.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Università Cattolica, un secolo di futuro

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

Primo appuntamento giovedì 30 settembre, alle ore 17.00. Ad aprire il ciclo sarà Luciano Floridi, professore all’Università di Oxford e tra le voci più autorevoli della filosofia contemporanea, con la conferenza dal titolo “Tempi digitali. Riflettere sul cambio d’epoca in corso per mettere a fuoco i nuovi contorni di quel peculiare rapporto fra generazioni che è la sfida educativa. Con questo obiettivo l’Università Cattolica, in occasione del Centenario, dal 30 settembre promuove l’iniziativa “Un secolo di futuro: l’Università tra le generazioni”, il ciclo di Conferenze dove studiosi di fama internazionale offriranno alcune chiavi di lettura per interpretare le grandi trasformazioni imposte dalla tecnologia e per affrontare le sfide future che attendono le nuove generazioni. Tra loro, Luciano Floridi, Jeffrey Sachs, Maryanne Wolf, José Tolentino de Mendonça, Antonio Spadaro, Pierangelo Sequeri, Michael Sandel, Gianfranco Ravasi. «La domanda di fondo che abbiamo posto a tutti i relatori di questo ciclo è: come condividere con i giovani di oggi il valore di un sapere orientato alla ricerca della verità e del bene, che tenga conto criticamente delle radicali trasformazioni tecnologiche e delle nuove sfide globali?» spiega Fausto Colombo, Delegato alle attività di comunicazione e promozione dell’immagine in Cattolica. L’idea è «promuovere e avviare una riflessione sul cambio d’epoca in corso, cui con insistenza ci richiama Papa Francesco, alla luce non soltanto delle nuove scoperte scientifiche e tecnologiche, ma anche delle contraddizioni e delle attese nel campo dell’eguaglianza, della giustizia, dell’ambiente e di un’economia a misura della persona». Due i filoni di riflessione che caratterizzano il ciclo di Conferenze: «Uno più scientifico e disciplinare, orientato alla descrizione e all’interpretazione del “mondo esterno”, l’altro costituito dagli studi teologici, con il compito di leggere le nostre radici religiose come chiave di interpretazione del presente e del futuro: una soluzione inedita che testimonia la nostra visione olistica e umanistica della conoscenza» chiarisce il professor Colombo.www.cattolicanews.it

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola Sostegno: Oltre 100mila posti a supplenza anche quest’anno, la metà in deroga

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

Le supplenze continuano a far dannare i dirigenti scolastici: a oltre tre settimane dall’inizio del nuovo anno scolastico, sono migliaia gli istituti che devono ancora completare la copertura di posti non coperti da personale di ruolo. In assoluto, la categoria che continua a essere più ricercata è quella degli insegnanti di sostegno. Lo scorso anno In pratica, su oltre 185 mila posti di sostegno, meno della metà 80mila sono stati assegnati a docenti di ruolo specializzati. I restanti 100mila sono stati conferiti a precari, in netta maggioranza nemmeno specializzati: un numero altissimo, spropositato, che rappresenta anche la metà delle cattedre assegnate a personale non di ruolo. Quest’anno – dopo le 59mila immissioni in ruolo attuate, di cui poco più di 14mila su sostegno – delle circa 114mila supplenze annuali finora sottoscritte quelle di sostegno hanno rappresentato anche stavolta oltre la metà del totale. Gli Uffici Scolastici regionali e provinciali stanno pubblicando le tabelle con le disponibilità: “i posti entreranno a far parte di quelli attribuibili con sistema informatizzato non appena si concluderanno le operazioni di immissione per il ruolo per l’anno scolastico 2021/22”, scrive in queste ore Orizzonte Scuola. A questi vanno aggiunti circa altri 60mila posti di sostegno in deroga, con scadenza imposta al 30 giugno 2021. Un numero, peraltro, destinato a crescere per via dei tanti ricorsi in atto. I posti vuoti di sostegno sono presenti in tutte le Regioni, anche al Sud: solo in Calabria ve ne sono oltre 7mila: in Puglia se ne conteggiano altri 6.501 posti ripartiti tra infanzia (787), primaria (2.647), secondaria di primo grado (1.113) e di secondo grado (1.954).

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anief in Europa con Cesi

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

Ettore Michelazzi ha partecipato all’ incontro organizzato dalla CESI, introduttivo di tematiche attuali e urgenti causate dalla pandemia di COVID-19. Ha introdotto l’incontro il Segretario Generale CESI Klaus Heeger, ma il punto focale è stato dato dalla presenza di Maria Teresa Fabregas, direttrice del segretariato generale per il Recovery Plans della Commissione Europea. Fabregas ha chiarito che ormai quasi tutti i piani dei diversi stati membri della UE sono stati approvati o sono in fase di approvazione, con l’eccezione dei Paesi Bassi e della Bulgaria causa alcuni loro problemi interni che hanno causato ritardi; la direttrice ha inoltre confermato la garanzia degli organismi di controllo, secondo i quali senza un’effettiva rilevazione di quanto presentato nel piano nazionale i pagamenti per le fasi successive non saranno erogati, anche se ci potranno essere eccezioni, adeguatamente motivate, nel caso non sia stato possibile raggiungere gli obiettivi previsti in origine.Il piano italiano, essendo il più corposo e rilevante della comunità europea, è stato presentato dal vice-presidente CESI Roberto Di Maulo, che ha spiegato chiaramente il piano, molto valido nelle sue idee, ma parlando anche delle possibili difficoltà dell’Italia nel gestire fondi così importanti e in così breve tempo della UE, dicendosi comunque fiducioso rispetto alle azioni del governo Draghi. Altri aspetti importanti sono stati segnalati dalla Spagna e non solo, rispetto all’abbondanza di contratti iterinali e a tempo determinato, e la difficoltà nei rapporti tra sindacati ed istituzioni, non sempre adeguati; ad esempio, sempre in Spagna, lo smart working non è ancora stato compiutamente legiferato. La dott.ssa Fabregas ha recepito con attenzione la mancanza di inclusività nel rapporto tra istituzioni e sindacati, specie quelli cosiddetti minori, in queste trattative, ed ha espresso l’auspicio che queste problematiche siano risolte nell’immediato futuro. L’Anief è pronta a dare il suo contributo, in Italia come in Europa, e condivide le preoccupazioni sulla mancanza di inclusività dei sindacati, specialmente in Italia; appare evidente che in questo momento il governo Draghi sta agendo in totale autonomia e senza interpellare le parti sociali, vedi ad esempio l’uso del Green Pass sui luoghi di lavoro, e sembra che non ci siano molti margini di azione per i sindacati nemmeno sullo stesso piano nazionale per la ripresa e la resilienza, nonostante le molte proposte presentate.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Pensionamenti 2022

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

Entro la data di scadenza, al momento prevista per il 31 ottobre, tutto il personale del comparto scuola, dovrà presentare le domande di cessazione per dimissioni volontarie dal servizio o delle istanze di permanenza in servizio ai sensi dell’articolo 1, comma 257, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 e successive modifiche e integrazioni, ovvero per raggiugere il minimo contributivo tramite l’applicazione POLIS – Istanze on line. Due le istanze Polis che saranno attive contemporaneamente. La prima conterrà le tipologie con le domande di cessazione ordinarie: domanda di cessazione con riconoscimento dei requisiti maturati entro il 31 dicembre 2020 (art.16 Decreto-Legge 28 gennaio 2019 n. 4 convertito con modificazioni dalla L. 28 marzo 2019, n. 26 – art. 1 comma 336 Legge 30 dicembre 2020 n. 178) (opzione donna); domanda di cessazione con riconoscimento dei requisiti maturati entro il 31 dicembre 2022 (Art. 24, commi 6, 7 e 10 del D.L. 6 dicembre 2011, n.201, convertito in L. 22 dicembre 2011, n.214 – Art.15, D.L. 28 gennaio 2019, n.4 convertito con modificazioni dalla L. 28 marzo 2019, n.26 – Art.1 commi da 147 a 153 della L. 27 dicembre 2017 n. 205); domanda di cessazione con riconoscimento dei requisiti maturati entro 31 dicembre 2022, pensione di vecchiaia, requisiti minimi 67 anni e almeno 20 di contributi; domanda di cessazione con riconoscimento dei requisiti contributivi maturati entro il 31 dicembre 2022, pensione anticipata a domanda, con i requisiti contributivi di 41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini; domanda di cessazione dal servizio in assenza delle condizioni per la maturazione del diritto a pensione; domanda di cessazione dal servizio del personale già trattenuto in servizio negli anni precedenti. La seconda conterrà, esclusivamente: domanda di cessazione per la maturazione del requisito alla pensione “quota cento” entro il 31 dicembre 2021, 62 anni di età e 38 anni di contributi. Nella domanda di cessazione gli interessati devono dichiarare espressamente la volontà di cessare comunque o di permanere in servizio una volta che sia stata accertata la eventuale mancanza dei requisiti.Il personale che invece opterà per l’APE sociale e la pensione anticipata per i lavoratori precoci potranno, una volta ottenuto il riconoscimento dall’INPS, presentare la domanda di cessazione dal servizio con modalità cartacea entro il 31 agosto 2022. Attenzione, le domande, oltre che inviate all’amministrazione tramite l’applicazione POLIS – Istanze on line, devono essere inviate anche all’Ente Previdenziale – INPS. A tal proposito ANIEF, in convenzione con CEDAN, garantirà l’assistenza ed il supporto specializzato per l’invio delle domande.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

International Day of Older Persons

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

30 settembre 2021 Ore 11:00 – 12:30. La Conferenza stampa, organizzata da Senior International Health Association (SIHA), in collaborazione con la European Society of Hypertension e in stretta cooperazione con il Vice Presidente del Parlamento Europeo, Fabio Massimo Castaldo, si svolgerà in vista della Giornata Internazionale delle persone anziane (1 ottobre). La Conferenza porterà un messaggio dei vertici delle istituzioni europee sul cambiamento demografico e l’invecchiamento e presenterà un Progetto centrato sull’aderenza alla terapia promosso da SIHA. L’evento riunirà esponenti del mondo delle istituzioni e della sanità europea con l’obiettivo di portare la salute al centro dell’agenda politica, promuovendo l’invecchiamento attivo attraverso l’attuazione di strategie per la longevità e la promozione dell’aderenza alla terapia. Quasi il 50% dei pazienti in Europa, infatti, non segue le indicazioni del medico di base. La scarsa aderenza, oltre all’impatto negativo sulla qualità della vita dei pazienti attraverso l’aumento del rischio di eventi avversi e di ricoveri, ha come conseguenza un aumento dei costi a carico dei Servizi sanitari, rappresentando oggi una delle principali cause di spesa sanitaria inappropriata. L’incontro offrirà inoltre l’occasione per ricordare l’importanza della vaccinazione anti-Covid per la tutela della salute collettiva in Europa, in particolare delle persone fragili e l’importanza del Green paper on ageing adottato dalla Commissione Europea il 27 gennaio 2021, che mette in evidenza come l’invecchiamento in salute e attivo e l’apprendimento continuo siano due concetti che consentono di promuovere una sana longevità. Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea, interverrà con uno speech. Fabio Massimo Castaldo, Vice Presidente del Parlamento Europeo presiederà l’evento.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Autografo di Morgan Freeman venduto all’asta per 22.500 Euro

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

Morgan Freeman è sul set del suo ultimo film dal titolo “Muti” per la regia di George Gallo. Il film racconta la storia di un detective prossimo alla pensione, interpretato da Cole Hauser che fa squadra con un professore di Studi Africani di nome Dr. Mackles (interpretato da Morgan Freeman), per rintracciare un serial killer che sta eseguendo un’antica pratica di magia nera: il Muti. Il film, le cui riprese sono iniziate il giorno 11 agosto in Mississipi, termineranno prossimamente in Italia. Freeman durante la lavorazione del film ha autografato alcuni suoi ritratti che sono stati battuti all’asta sulla piattaforma digitale TaTaTu, il primo quadro è stato acquistato per un valore di ventiduemilacinquecento euro. L’asta live è durata poco più di 2 ore. In totale, ci saranno 12 quadri autografati di Morgan Freeman disponibili su TaTaTu. TaTaTu è infatti la prima piattaforma social che promuove la sharing economy dei dati premiando gli utenti con TTU Coins per la visualizzazione di contenuti e attività di social media. Facendo un esempio pratico, 106,001 TTU Coins, sono equivalenti a €22,572, il valore del quadro di Freeman. Il film “Muti” è prodotto dalla Iervolino & Lady Bacardi Entertainment, società di produzione di Andrea Iervolino, ideatore della piattaforma. Il produttore fa sapere che le aste di cinema saranno sempre più frequenti su TaTaTu. Fans di tutto il mondo o semplici appassionati di cinema potranno così acquistare oggetti rari e preziosi legati ai loro idoli.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

24° Festival CinemAmbiente

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

Torino, dall’1 al 6 ottobre 2021 al Cinema Massimo – Museo Nazionale del Cinema, sia online. A partire dal giorno successivo alla proiezione in sala, i film saranno disponibili, fino al 13 ottobre, sulla piattaforma OpenDDB, che avrà una capienza di 500 accessi per ciascun titolo .Accompagnata dal claim “Time for Change” – che focalizza l’attenzione sulla necessità improcrastinabile di avviare una transizione ecologica in grado di contenere ulteriori effetti devastanti dei cambiamenti climatici – l’edizione 2021 presenta 89 film, in arrivo da oltre 30 Paesi. Due le sezioni competitive. Il Concorso documentari presenta 10 film selezionati tra la migliore e la più recente produzione internazionale di cinema ambientale. Tra questi, il film inaugurale, Animal, del regista francese Cyril Dion, che a cinque anni dal successo di Demain, allarga lo sguardo dai cambiamenti climatici all’emergenza del collasso della biodiversità, e The Ants & the Grasshopper, firmato dal pluripremiato regista inglese Zak Piper e da Raj Patel, l’autore di I padroni del cibo, economista e scrittore tra i massimi studiosi della crisi alimentare mondiale. Il Concorso cortometraggi vede 20 titoli in gara, provenienti da quattro continenti, specchio di un cinema “breve” in costante crescita e diffusione in ogni parte del mondo come strumento di immediata denuncia e rappresentazione delle emergenze ambientali del territorio.Tra le sezioni non competitive, Made in Italy, un’ampia vetrina di 40 film riservata alla più recente produzione nazionale di cinema ambientale, in grande crescita negli ultimi due anni nonostante le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria: un viaggio, geografico e umano, tra le emergenze del nostro Paese, le sue bellezze (spesso sfigurate), le esperienze di chi ha trovato una propria via verso la transizione.Nella sezione non competitiva Panorama internazionale, una selezione di 16 film, tra corti, medi e lungometraggi non inediti in Italia, ma ritenuti, per la qualità della realizzazione o l’incisività dei temi trattati, meritevoli di un’ulteriore circuitazione. Tra i titoli proposti, per lo più di recentissima produzione, anche un classico da riscoprire, Serengeti non morirà, premio Oscar nel 1960, e il documentario presentato nella serata di chiusura del Festival, Legacy, il nuovo film-testamento di Yann Arthus-Bertrand, l’autore francese tra i massimi esponenti mondiali della fotografia e del cinema ambientali, a cui quest’anno il Festival assegna il premio alla carriera Movies Save the Planet.Molti gli appuntamenti collaterali alle proiezioni. Tra gli Ecoeventi di quest’edizione: incontri, presentazioni di libri e di progetti, “conversazioni sul mondo che verrà” con scrittori ed esperti, iniziative alla Mole Antonelliana (visioni in VR, una mostra fotografica dedicata a “Il Quinto elemento”) e due panel: uno dedicato a “Il cinema ambientale oggi”, in cui registi e studiosi discuteranno della trasformazione di un settore in crescita accelerata, e l’altro a “Un festival più verde”– organizzato in collaborazione con AFIC — in cui direttori di festival e rappresentanti di enti e istituti di ricerca si confronteranno sul progetto finalizzato all’elaborazione di un protocollo green per la riduzione dell’impatto ambientale delle manifestazioni culturali.L’ingresso e l’accesso a tutti gli eventi del Festival sono gratuiti. Le proiezioni al Cinema Massimo e online su OpenDDB sono a prenotazione obbligatoria, che si può effettuare sul sito http://www.cinemambiente.it. La prenotazione in sala è consentita per max 2 persone. L’ingresso alle proiezioni e agli eventi del Festival sarà consentito solo dietro presentazione del Green pass.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aras aderisce al Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

Aras, fornitore di soluzioni PLM leader di mercato, entra a far parte, in qualità di socio ordinario, del Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente (CFI). L’associazione, riconosciuta dal MIUR, è composta da tutti gli stakeholder più rappresentativi coinvolti nella creazione del mercato manifatturiero italiano del futuro: aziende, associazioni di impresa, regioni, istituzioni, università ed enti di ricerca. Il Cluster ha l’obiettivo di sviluppare ed attuare una strategia basata sulla ricerca e l’innovazione per la competitività del manifatturiero italiano. Il manifatturiero è un pilastro fondamentale dell’economia italiana, crea benessere e occupazione, genera attività complementari nel mondo dei servizi ed è fondamentale per lo sviluppo delle soluzioni e per le sfide della società. La competitività del manifatturiero italiano deve essere costantemente rafforzata attraverso la promozione continua di attività di ricerca e innovazione, così da garantire nel tempo performance eccellenti nei settori strategici del made in Italy e nei settori industriali del futuro.I nuovi modelli di business, presenti nel mercato, introducono nuove sfide per il settore manifatturiero e per il ciclo di vita del prodotto, che dovranno essere affrontate, con rapidità, in quanto è il mercato a richiederlo.Il futuro del Manufacturing, secondo Aras, dovrà forzatamente prevedere il Digital Thread, così da migliorare l’intera catena produttiva, dando forza al ciclo di vita del prodotto grazie ai dati e alle informazioni, attuali e contestualizzate, rese sempre disponibili attraverso di esso. Il Digital Thread contribuirà ad anticipare le tendenze e a supportare il processo produttivo verso nuove metodologie che collaboreranno all’avanzamento strategico del business.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

L’impatto del lockdown 2020 sul particolato atmosferico a Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2021

In una analisi svolta sul territorio di Roma è risultato che le emissioni metalliche automobilistiche, prevalentemente dovute all’abrasione dei freni, sono mediamente raddoppiate rispetto a quelle riscontrate nel periodo di chiusura totale per il contenimento della pandemia da Covid 19. Lo studio The effect of Covid-19 lockdown on airborne particulate matter in Rome, Italy: A magnetic point of view, condotto dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) e dall’Agenzia Regionale Protezione Ambientale del Lazio (ARPA Lazio) è stato appena pubblicato sulla rivista scientifica ‘Environmental Pollution’.“Lo studio”, spiega Aldo Winkler, ricercatore dell’INGV e primo autore del lavoro, “è stato ispirato dall’ampio dibattito suscitato dalla modesta diminuzione dei livelli di PM10 a Roma durante il lockdown, nonostante la sostanziale riduzione del traffico veicolare, superiore al 50%, secondo i dati forniti da Comune di Roma, Apple, ANAS e società Teralytics per il quotidiano ‘La Repubblica’”. “Abbiamo comparato le proprietà magnetiche dei filtri di rilevazione della qualità dell’aria durante e dopo il lockdown”, prosegue il ricercatore, “scoprendo che le emissioni metalliche automobilistiche, prevalentemente dovute all’abrasione dei freni, sono mediamente raddoppiate al termine delle misure di contenimento più restrittive, durate dal 9 marzo al 18 maggio 2020, quando il traffico è tornato in linea con i livelli pre-Covid 19”. “Le analisi magnetiche”, aggiunge Winkler, “hanno avuto un ruolo determinante nella distinzione delle sorgenti naturali e antropiche del particolato atmosferico, dimostrando che livelli stabili di concentrazione del PM10, come quelli mediamente riscontrati durante e dopo il lockdown, possono nascondere importanti variazioni del contenuto di particolato metallico inquinante dovuto al traffico automobilistico. Inoltre”, conclude l’esperto, “con questi metodi è stato dimostrato che l’impatto ambientale delle emissioni da usura dei freni sta ormai superando quello dei particolati dovuti ai carburanti”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »