Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 26 settembre 2021

Scuola: Già 800 classi in quarantena

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

Per il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi docenti e studenti in quarantena sono “pochissimi”, ma i (primi) numeri lo smentiscono: lo scrive oggi la stampa specializzata, sostenendo che in questi giorni “si è completato il ritorno in classe”, ma “serpeggia tra gli addetti ai lavori la perplessità della tenuta del sistema”. Su La Repubblica si riportano le situazioni dei contagi in diverse regioni italiane: dall’Emilia Romagna (in quarantena sono i contatti stretti) passando per il Lazio che vorrebbe seguire questa linea (che comprende anche, in caso di tampone negativi per tutti gli altri il ritorno immediato a scuola). In Veneto, invece, a casa ci va solo il contagiato in modo tale da evitare la Dad generalizzata. In Toscana, invece, si prevede l’isolamento automatico per tutto il gruppo classe. Di fatto, è passata solo una settimana e il dato, rispetto all’anno scorso, è in aumento (erano 400 nello stesso periodo). “È lecito, dunque, pensare che si viaggi attorno alle 800 quarantene in tutta Italia”, dice Orizzonte Scuola.“A pochissimi giorni dall’avvio dell’anno scolastico – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – si può dire con certezza che l’impegno preso dal Governo e dall’amministrazione scolastica centrale di far tornare tutti gli alunni in presenza e dire addio alla didattica a distanza è fallito prima di essere messo alla prova. Abbiamo già migliaia di alunni e studenti in quarantena e la stagione autunnale, con i primi freddi, che porterà i pericoli di contagio maggiori, deve ancora ancora arrivare. Noi lo diciamo, inascoltati, da mesi: si doveva agire sul distanziamento, facendo di tutto per tenere lontani gli alunni, riducendone quindi il numero per classe, aumentando la capienza delle aule e mettendo a disposizione delle scuole più personale. Non è stato fatto, si è puntato tutto sul Green Pass, pensando, a torto, che fosse la panacea di tutti i mali e che sarebbe bastato a proteggere dai contagi. A questo punto, considerando che non vi sono più i tempi per agire, speriamo che almeno chi governa la scuola si decida ad indirizzare su queste necessità i finanziamenti del Recovery Plan che si appresta a mandarci l’Unione europea. In caso contrario – conclude Pacifico – il fallimento sarà completo, anche per il futuro”. Cominciano ad emergere dubbi, anche tra l’opinione pubblica, sulle garanzie che l’amministrazione ha fatto a proposito del ritorno della scuola in presenza per tutti gli alunni. Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, alla Camera, ha assicurato che sono “pochissimi” i docenti e gli studenti in quarantena. Ma è davvero così? I numeri ufficiali, secondo quanto rivelano fonti ministeriali citati da La Repubblica, non esistono. Dunque quali sono le vere cifre? Ci si affida ai report regionali e alle notizie delle agenzie di stampa. Ad esempio in Veneto già oltre 100 classi in quarantena, in Lombardia almeno 80, in Liguria oltre 25, in Basilicata più di 20. Anche in Piemonte siamo già oltre 50 (con 4 focolai). Poi ci sono diverse decine di casi nel Lazio e in Sardegna.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Direttiva Copyright

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

“L’Associazione Italiana Editori (AIE) ha sostenuto con convinzione la Direttiva sul diritto d’autore nel mercato unico digitale in tutto il suo lungo percorso dai primi studi di impatto, de lontano 2015, all’iter legislativo europeo, ai primi passi del processo di attuazione in Italia. L’abbiamo ritenuta un passaggio importante per la valorizzazione dei diritti d’autore nei mercati digitali e per riequilibrare la distribuzione del valore tra titolari dei diritti e piattaforme web. Anche per questo, siamo molto preoccupati per l’introduzione nello schema di decreto per il recepimento della direttiva di modifiche contrarie ai trattati internazionali e alla stessa direttiva e che, in alcuni casi, portano di fatto all’abolizione del diritto d’autore in Italia” ha riferito il presidente di AIE Ricardo Franco Levi oggi in audizione alle Commissioni riunite VII (Cultura, Scienza e Istruzione) e IX (Trasporti, Poste e Telecomunicazioni) della Camera. Lo schema di decreto all’attenzione del Parlamento, infatti, è diverso rispetto al testo sottoposto a consultazione pubblica e licenziato al termine dei lavori del Comitato Consultivo Permanente sul Diritto D’autore del Ministero della Cultura, lo scorso luglio. “Ci preoccupa che, all’ombra di un dibattito acceso sui due articoli più noti della Direttiva, quello sui diritti connessi degli editori di giornali e quello sull’equa distribuzione del valore prodotto dalle piattaforme web utilizzando contenuti protetti, non vi sia attenzione su altri aspetti, finora ritenuti pacifici su cui si sono innestate alcune modifiche dell’ultimo minuto che sono devastanti non solo per l’industria editoriale, ma per l’intera industria culturale del paese.” In particolare AIE giudica con preoccupazione il nuovo articolo 70-ter della legge sul diritto d’autore, che regola la possibilità per università, enti di ricerca e istituti di tutela del patrimonio culturale di utilizzare testi, dati, musiche, audiovisivi, immagini protette dal diritto d’autore al fine di applicare algoritmi di intelligenza artificiale a fini di ricerca scientifica. La Direttiva autorizza la produzione di una copia delle opere, necessaria per eseguire le analisi, e questo orientamento era presente in tutte le versioni precedenti della norma di recepimento. Nel testo inviato alle Camere è spuntata anche la possibilità di “comunicazione al pubblico” di quanto copiato, il che significa che si liberalizza, per esempio, la diffusione libera in rete di intere collezioni di ebook, o di articoli di riviste, o di annate di quotidiani, o banche dati di musiche o audiovisivi: “Rendere pubblici i contenuti riprodotti nel text and data mining è in evidente violazione della stessa Direttiva e di tutti i trattati internazionali sul diritto d’autore. Senza che sia un’esagerazione, equivarrebbe all’azzeramento del valore dei diritti d’autore su qualsiasi contenuto culturale. Operazione condotta mentre si è chiamati a recepire una Direttiva che ha come obiettivo primario quello di rafforzarlo!” Lo schema di decreto, per come è stato riscritto, prevede che tutti gli autori che contribuiscono alla creazione di un’opera siano remunerati proporzionalmente ai ricavi che derivano dallo sfruttamento dei diritti d’autore. “Nel settore librario – ricorda Levi – gli autori che contribuiscono a un’opera possono essere centinaia, si pensi alle edizioni scolastiche, con testi, immagini, grafici, esercizi, contenuti digitali aggiuntivi… Inoltre, si prevede un obbligo di rendicontazione trimestrale e non più annuale, come è nella direttiva e come avviene in tutto il mondo nei confronti di tutti gli autori. L’insieme rende la norma impossibile da applicare”, spiega Levi, “con l’aggravante sono introdotte sanzioni amministrative molto pesante per la mancata applicazione dell’impossibile, sanzioni anch’esse assenti dalla Direttiva, e mai proposte in nessuna sede italiana o europea, ma comparsi improvvisamente nei testi finali.” “Ci auguriamo – conclude Levi – che si torni al testo originario, approvato dal Comitato tecnico del Ministero, aderente alla lettera e soprattutto allo spirito della Direttiva e che costituisce un punto di equilibrio tra valorizzazione dei diritti, incentivi all’innovazione e garanzie per gli utilizzatori di una più ampia diffusione dei contenuti culturali”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Respiro” di Monica Bernacchia

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

Nuovo libro per Eretica edizioni – Quaderni di poesia di Monica Bernacchia (classe 1973). La piccola e meritevole casa editrice campana, capace di dare voce alla poesia di esordienti, ha deciso di uscire con questo nuovo libro, che nasce come ringraziamento “agli alberi, ai fiori, al mare, all’incanto della fanciullezza” a tutti quegli elementi che appunto “fanno respirare” l’autrice. In questo diario poetico– suddiviso per anni, a partire dal 2019 – Monica Bernacchia ha raccolto emozioni familiari e impressioni di città in cui tutti possono ritrovarsi. I toni sono chiari, a volte autoironici, a volte giocosi, laddove soprattutto entrano in scena i piccoli dialoghi con il figlio (9 anni), sempre meravigliati di fronte alla bellezza del creato. Bernacchia, che vive nel capoluogo marchigiano, Ancona, parla così della sua poesia: “sono versi in cui celebro la natura, senza nasconderne gli inciampi, canto l’amore per mio figlio, ritraggo i colori del mio quartiere, della mia città, esco dalle mie paure. Un inno al calore della vita.” Monica Bernacchia, da anni lavora al Museo Tattile Statale Omero di Ancona, nel settore comunicazione. Ha già pubblicato nel 2011 una favola dal titolo “Lina e Gina” con la collega Manuela Alessandrini e scritto alcune storie tattili per il Museo.Il libro è acquistabile direttamente sul sito della casa editrice https://www.ereticaedizioni.it/prodotto/monica-bernacchia-respiro/ e ordinabile in tutte le principali librerie italiane. Costo 15 euro. Pagine 98. Eretica edizioni. Collana Quaderni di poesia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat Pil: allarma caduta potere d’acquisto

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

Secondo l’Istat, nel 2020 il Pil in volume è sceso dell’8,9%. “Il dato più preoccupante, in prospettiva futura, non è il crollo senza precedenti del Pil o delle spesa delle famiglie residenti, precipitata dell’11%, visto che la ragione dell’entità di tale caduta è nota e in via di risoluzione, visto che dipende principalmente dal lockdown e, quindi, già ora, nel 2021, stiamo assistendo a un recupero notevole” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”E’ più allarmante, invece, la discesa del 2,9% del reddito disponibile delle famiglie e del loro potere d’acquisto (-2,6%), perché se questa flessione perdurasse anche nel 2021, allora ci sarebbero ripercussioni sulla ripresa dei consumi che rappresentano il 60% del Pil (57,35% secondo i dati di oggi a prezzi correnti). Per questo bisogna contrastare il rialzo dell’inflazione a cui stiamo assistendo ora per via del rincaro dei beni energetici (luce, gas e benzina), perché ha ulteriori effetti negativi sul potere d’acquisto degli italiani” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rincari bollette energia. Provvedimenti tampone e non per la benzina

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

Il premier Mario Draghi lo ha detto: “… abbiamo deciso di eliminare per l’ultimo trimestre dell’anno gli oneri di sistema del gas per tutti, e quelli dell’elettricità per le famiglie e le piccole imprese”. 3 miliardi i fondi che saranno presi dai proventi delle aste CO2. Poi aumento del bonus luce e gas, allargando la fascia dei beneficiari o aumentando gli importi per chi già ne gode. Rimandati, in luogo e modi da eventualmente definire, i tagli imposte (13% e oltre) e riforma degli oneri di sistema. Provvedimenti tampone in cui non rientra la regina dei consumi energetici, la benzina (oggi alle stelle). Si sa, per la benzina siamo abituati ad aumenti continui, oggi fanno più “scalpore” gli aumenti del 40% di luce e 31% di gas, e quindi è su questi che si interviene. Provvedimenti che daranno forse qualche respiro, ma che non saranno duraturi nel tempo. I problemi sono solo rimandati. Nessuna volontà di riforme radicali che rendano i prodotti energetici economici in assoluto, e non soggetti a diventare un dramma tutte le volte che aumentano i costi delle materie prime.La radicalità di partenza sarebbe la defiscalizzazione (-13% per luce e gas e -60/70% per la benzina): punto fermo che renderebbe permanentemente bassi i costi, e che renderebbe più incisive le altre riduzioni come quelle odierne su luce e gas. Un rovesciamento dell’attuale politica: da priorità assistenziali/tampone a priorità di stimolo, con consumatori e produttori attori principali. Sembra che questo non interessi. Al prossimo allarme/aumento.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mentre l’Antitrust sanziona Dentix la XI Commissione del Senato boccia l’emendamento per la tutela dei cittadini danneggiati dalle cliniche odontoiatriche

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

L’Antitrust si è recentemente pronunciata dando ragione ai cittadini coinvolti nella vicenda Dentix e sanzionando la società per 1 milione di Euro per “condotte e omissioni idonee a fornire una rappresentazione ingannevole dei servizi offerti e a privare i consumatori dell’assistenza post-vendita, frapponendo ostacoli all’esercizio dei diritti contrattuali dei pazienti.” Una importante vittoria per Federconsumatori che in tutta Italia ha assistito migliaia di cittadini coinvolti nella vicenda e che, attraverso le sue strutture dell’Emilia Romagna e di Perugia ha segnalato all’AGCM le gravi pratiche messe in atto dall’azienda.Ma a pochi giorni di distanza da questo importante pronunciamento è arrivata invece, dalla XI Commissione del Senato, una grave bocciatura dell’emendamento che avrebbe introdotto una maggior tutela per i cittadini nell’ambito delle cure odontoiatriche.Una scelta a nostro avviso poco lungimirante, soprattutto alla luce dei ripetuti fallimenti di cliniche per le cure odontoiatriche, che da un giorno all’altro hanno chiuso i battenti lasciando i cittadini senza cure, ma con ingenti debiti.Riteniamo sia urgente e doverosa una presa di posizione chiara e determinata da parte del legislatore per definire una più attenta verifica in materia di accreditamento delle aziende autorizzate ad operare nel settore odontoiatrico e sanitario; per implementare le cure odontoiatriche pubbliche; per l’adozione di una normativa più stringente che preveda forme di rimborso ai cittadini e di penalizzazione a carico delle società che non operano correttamente.In relazione ai contratti di finanziamento sottoscritti per sostenere le spese delle cure presso tali cliniche solo Cofidis rimane nel mirino dell’Autorità per l’adempimento degli obblighi assunti.Quello che è avvenuto con Dentix e ancor prima con Ideasorriso mettono in evidenza, invece, quanto sia urgente che le società finanziarie rendano più sollecite e fluide le pratiche per la risoluzione del contratto e il rimborso dei cittadini di quanto versato e non dovuto in caso di mancata prestazione. Nonostante siamo riusciti a raggiungere intese per il rimborso degli utenti, infatti, sono stati non pochi le criticità e gli ostacoli incontrati.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europa e Stati Uniti: La Ue dovrebbe contribuire a proteggere gli Usa dalla Cina

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

La storia della vendita di sottomarini francesi all’Australia, annullata perché il governo di Canberra ha optato per i sommergibili americani, non è un problema tecnologico (i sommergibili americani sono a propulsione nucleare, quelli francesi a diesel), ma perché l’Australia è nell’area del Pacifico dove gli Usa devono contrastare l’influenza e l’aggressività cinese. Nè la Francia, che pur ha una presenza nell’Indo-Pacifico, nè la Ue sono in grado di fornire l’alleanza strategica necessaria agli Usa. La Ue non è una potenza militare, ma potrebbe esserlo. Purtroppo i 27 Paesi comunitari non riescono ad avere una politica estera comune, il che li rende deboli alleati degli Usa nei confronti della Cina, così il presidente americano Joe Biden cerca altri alleati per la propria politica di contenimento del gigante cinese. L’Ue dovrebbe iniziare ad elaborare una propria autonomia strategica, cioè pensare non più come 27 Paesi ma come un unico Stato. Ci vorrà tempo. Primo Mastrantoni, Aduc

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

VULV’ARE la mostra sull’ultima produzione di Concetto Pozzati

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

Bologna sabato 9 ottobre 2021 dalle 18.00 alle 21.00 GALLLERIAPIÙ Via del Porto 48 a/b. Vulv’are è la prima mostra monografica di Concetto Pozzati curata dall’Archivio Concetto Pozzati in collaborazione con GALLLERIAPIU, dedicata interamente all’ultimo ciclo dipinto dall’artista prima di morire, dal 2015 al 2016. Il ciclo, totalmente inedito, è accompagnato dallo scritto di Concetto Pozzati – come era consuetudine cara all’artista quella di affiancare la parte pittorica con quella poetica e speculativa – dove si legge: “Il pittore se non guarda più immagina “vulvando”, sogna pur con la pupilla spalancata perché ha paura che il sogno svanisca addormentandosi. Un omaggio disincantato all’Origine del mondo, il dipinto di Gustave Courbet di cui Concetto Pozzati teneva una riproduzione attaccata con una puntina sulla grande parete di legno dove dipingeva; un omaggio alla pittura, al suo potere seduttivo e carnale ma anche un ritorno alla giovinezza, sottolineato da quei segnali stilizzati incollati sulle tele a ricordare gli anni Sessanta e il periodo “pop” e da quei grafismi liberi e felici che contornano spesso le vulve, come una criniera o una capigliatura ribelle. Un ritorno alla giovinezza da parte di un artista che ha voluto vivere la fine delle illusioni con un rinvigorito amore per la pittura, che è e sempre sarà al di fuori del tempo. La mostra Vulv’are è accompagnata da un apparato grafico che si sviluppa attraverso una serie di manifesti che veicolano il pensiero del Maestro e da una pubblicazione editoriale come approfondimento critico. Al suo interno il testo di Laura Rositani che ci accompagna in un excursus attraverso le origini della pittura, la genesi del mondo e delle interpretazioni psicoanalitiche rispetto ad una concezione di sguardo aptico: saper toccare con gli occhi. Contributo speciale alla pubblicazione: un testo del poeta bolognese Stefano Delfiore. Sia i manifesti che il progetto grafico della pubblicazione sono a cura del graphic designer Gabriele Colia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chiesi ottiene un rating ESG positivo dall’agenzia indipendente Cerved Rating Agency

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

Chiesi, gruppo farmaceutico internazionale orientato alla ricerca (Gruppo Chiesi), ha ottenuto da Cerved Rating Agency un rating A per l’elevata capacità di gestione dei temi ambientali, sociali e di governance (ESG). Per l’agenzia di rating italiana specializzata nelle prestazioni ESG delle aziende, con un punteggio ESG complessivo di 73,7, Chiesi è tra le realtà più virtuose nel settore farmaceutico. L’analisi del rating evidenzia come Chiesi integri con successo i fattori ESG nei propri processi aziendali. Per Cerved Rating Agency, lo status di più grande azienda farmaceutica al mondo certificata B Corp e la natura di Società Benefit in diversi Paesi, testimoniano la profonda trasformazione sostenibile del business di Chiesi e la genuinità dell’approccio basato sul concetto di valore condiviso. Il Gruppo Chiesi si distingue soprattutto per le prestazioni in ambito sociale e ambientale. Il report individua nello sviluppo di un inalatore a emissioni minime di carbonio, nell’obiettivo di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2035 e nell’adozione di criteri per la valutazione del ciclo di vita dei prodotti durante il loro sviluppo, compresa una metodologia di R&S incentrata sul paziente, gli elementi distintivi dell’impegno del Gruppo a favore della sostenibilità. Chiesi, inoltre, ottiene un punteggio elevato in riferimento al benessere dei dipendenti e alla soddisfazione sul posto di lavoro. In particolare, Cerved Rating Agency elogia le ore di formazione per dipendente, il livello di fidelizzazione del personale ed il fatto che nella R&S la maggioranza dei collaboratori sia donna.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

LGIM quota l’L&G Multi-Strategy Enhanced Commodities UCITS ETF in Borsa Italiana

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2021

Legal & General Investment Management (LGIM) annuncia oggi la quotazione del suo L&G Multi-Strategy Enhanced Commodities UCITS ETF in Borsa Italiana. Questo ETF, già quotato sulla London Stock Exchange (LSE) a luglio e da oggi anche sulla Deutsche Börse, offre un’esposizione diversificata al mercato dei futures sulle materie prime per gli investitori italiani, in un momento nel quale cercano di gestire l’inflazione e trarre vantaggio dalle opportunità di investimento offerte da molteplici commodities nel ciclo di mercato.Il Fondo punta a replicare la performance del Barclays Backwardation Tilt Multi-Strategy Capped Total Return Index, che comprende tutte le materie prime incluse nel Bloomberg Commodity Index e offre un rendimento equivalente a quello di un investimento totalmente collateralizzato in un portafoglio diversificato di futures sulle commodities, all’interno di cinque gruppi di materie prime: energia, metalli preziosi, metalli industriali, allevamento e agricoltura. Il Fondo si basa su una strategia multifattoriale, che applica degli approcci volti a fornire un’esposizione ottimale verso specifiche commodities attraverso il rolling dinamico dei rispettivi futures: Strategia “stagionale”: è applicata a commodities come i derivati del petrolio usati come combustibili e il gas naturale, che storicamente mostrano sempre una forte stagionalità. L’indice investe in future stagionali che tendono ad essere i contratti più liquidi nel corso dell’anno e permettono di esporsi a una specifica commodity in un momento particolare del suo ciclo produttivo o della domanda, in cui le dinamiche di domanda e offerta influenzano fortemente il suo prezzo. Strategia roll yield: questa strategia si applica a tutte le altre commodities appartenenti al settore dell’energia e a quelle appartenenti al settore dei metalli industriali. Per queste, l’indice cerca di individuare la posizione sulla curva dei futures delle materie prime con il roll yield implicito più favorevole. Strategia del momentum: si applica alle materie prime su agricoltura e bestiame, storicamente influenzate dai cicli delle colture e dell’allevamento, così come da fattori esogeni come le condizioni atmosferiche. L’indice investe nei futures che ottengono la più alta sovraperformance annuale su base storica rispetto a contratti simili. Non ci sono strategie specifiche per i metalli preziosi come l’oro e l’argento. Il Fondo rafforza la gamma esistente di ETF sulle commodities di LGIM, che comprende l’L&G All Commodities UCITS ETF e l’L&G Longer Dated All Commodities UCITS ETF (quest’ultimo disponibile anche su Borsa Italiana).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »