Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 8 agosto 2021

Mantova concerto di Stella Bassani

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

Domenica 5 settembre alle ore 17.30 presso il Cortile del Museo Diocesano di Mantova (in piazza Virgiliana) ritorna Stella Bassani, cantante mantovana di famiglia ebraica, con un concerto dedicato alla festività di Rosh haShana (ovvero il Capodanno Ebraico). Stella, coadiuvata dai colleghi mantovani Emiliano Paterlini (al pianoforte) e Luca Bonaffini (alla chitarra) si esibirà con una scaletta varia, comprendente canzoni Sacre e quello tradizionali folcloriche, per toccare le corde più pop e melodiche del repertorio israelitico, per raccontare – in musica – le emozioni dell’anno 5782 che, per il popolo ebraico, inizierà il 6 settembre.L’evento, organizzato dalla agenzia milanese Long Digital Playing Srls, sarà ad ingresso gratuito ma con obbligo di prenotazione. Inoltre, i partecipanti dovranno essere in possesso di Green Pass e mostrarlo all’entrata come a norma di legge. Per la prenotazione gratuita, è sufficiente telefonare al 333 7695979.Stella (Iolanda Elena) Bassani inizia fin da bambina a girare con il nonno Cesare Galli, polistrumentista e direttore d’orchestra, nonché fondatore della Fisorchestra di Verona, respirando musica e diventandone piano piano parte integrante.Gira con lui l’Italia, la Svizzera, la Francia e altri paesi, ben presto imparando anche il significato del palco, del musicista e del pubblico. Crescendo inizia a scoprire il pianoforte, il solfeggio, la chitarra e soprattutto la voce. Soprano, con un’inclinazione naturale verso le note lunghe, inizialmente viene introdotta al canto lirico che, però ben presto, abbandona perché troppo competitivo e rigido. Stella ama anche la danza, il movimento fisico, il ballo.Infatti, attraverso le feste tradizionali della Comunità organizzate dal padre Italo (attivissimo a livello locale, nazionale e internazionale) conosce la musica TRADIZIONALE EBRAICA, antica e religiosa, ma soprattutto laica e vivace, tipica della terra mediorientale che ha conosciuto in Europa e nel mondo diverse contaminazioni. Dopo la scomparsa del nonno e anche del padre (il quale, dopo essere scampato al genocidio della shoah e che nel dopoguerra diventò Presidente della Comunità Ebraica di Mantova dal 1973 al 1985, all’età di soli cinquant’anni restò gravemente paraplegico a causa di un ictus) Stella – dopo essersi occupata per oltre dieci anni della cura del papà – decide di intraprendere un viaggio spirituale, e materiale, di conoscenza verso il suo popolo, facendosi da sola.Israele, l’Olocausto, il dolore ancestrale e la rabbia per ogni tipo di genocidio e discriminazione, la portano verso la sua lingua (l’ebraico) e la canzone popolare.Proprio in questi anni incontra Luca Bonaffini (cantautore e chitarrista che aveva già collaborato col nonno Cesare) che, ispirato dalla lettura appassionante di Tanzbah di Italo, scrive per lei una canzone, intitolata I GIARDINI DI ISRAEL.Nel 2011, a quindici anni dalla scomparsa del padre, Luca crea un evento a lui dedicato, chiedendo a Stella di riprendere in mano il vecchio progetto.La serata scatena consensi e applausi e, nel gennaio 2012, riceve una targa a Roma per l’impegno sociale, al Campidoglio, in occasione dell’evento ambientalista “UN BOSCO PER KJOTO” e viene invitata a numerose manifestazioni per LA GIORNATA DELLA MEMORIA.Nel gennaio 2013 pubblica il suo primo album, intitolato I GIARDINI DI ISRAEL, ed è subito un successo.La maggiori associazioni e riviste ebraiche accolgono il progetto come importante e coraggioso, in un momento estremamente complicato dal punto di vista internazionale. L’album viene presentato nelle maggiori città italiane come Milano, Roma, Siena, Brescia, Mantova e Parma.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Jammin’ 2021, i concerti dall’8 al 27 settembre

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

Roma. Le serate di Jammin’ 2021, dall’8 al 27 settembre, saranno ospitate sui palchi di diverse location all’aperto: Casa del Jazz, Monk Club, Alcazar Summer – Terrazza del Gianicolo. Concerti alla Terrazza del Gianicolo – 8, 14 15 e 27 settembre 2021 Piazza Giuseppe Garibaldi Ingresso gratuito Concerto al Monk – 19 settembre 2021 Via Giuseppe Mirri, 35 Ingresso: €10 Concerti alla Casa del Jazz – 20, 21, 22 e 23 settembre 2021 Viale di Porta Ardeatina, 55 Ingresso: €10 Jammin’ è la rassegna promossa dal Saint Louis College of Music, dedicata ad artisti emergenti e alla scoperta di nuovi talenti in ogni ambito musicale. Giunto alla sua XIX edizione, il Festival, con la direzione artistica di Stefano Mastruzzi e Francesca Gregori, nel corso degli ultimi 19 anni ha promosso la sperimentazione a livello internazionale e i migliori artisti emergenti italiani, dando spazio alla più variegata offerta musicale di multiversi sonori.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ori olimpionici. Il gigante che non c’è, l’Unione europea

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

La classifica degli ori, al momento, è guidata dalla Cina, seguita da Usa e Giappone. L’Italia è al nono posto con 8 medaglie gialle. Se l’Unione Europea fosse, per esempio, Stati Uniti d‘Europa, stravolgerebbe la classifica balzando al primo posto con 71 ori e la Cina passerebbe al secondo posto coi suoi 34. Un gigante!Eppure l’unione economica del nostro continente è una realtà. Non lo è quella sanitaria, come stiamo sperimentando con la pandemia covid (anche se senza Ue saremmo in alto mare sanitario ed economico). E soprattutto non è realtà l’unione politico-istituzionale al pari di qualunque altro Stato sovrano di quelli che, per esempio, siedono alle Nazioni Unite (ora l’Ue all’Onu ha un seggio come osservatore permanente). E non è realtà, ovviamente, l’unione sportiva … che se qualcuno potrebbe considerare fattibile anche allo stato attuale dell’Unione, non potrebbe essere altrimenti in caso di unione politico-istituzionale: un esecutivo espressione del Parlamento (e non degli Stati come ora) e quindi di nomina elettorale.Forse il medagliere dei giochi olimpici potrebbe essere di stimolo per i federalisti dubbiosi e di maggiore sprone per quelli convinti. Vantaggi anche per quell’entusiasmo che accomuna un Paese quando vince in una competizione sportiva. Nel nostro caso sarebbe l’entusiasmo per per la nazione Stati Uniti d’Europa.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mercato del lavoro US

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

A cura di Antonio Cesarano, Chief Global Strategist, Intermonte. I segnali di miglioramento che la Fed ha dichiarato di attendersi dal mercato del lavoro stanno iniziando ad emergere. Questo consente alla Fed di portare avanti il conto alla rovescia del tapering, senza accelerare però troppo il conteggio. Questo consente alla banca centrale di riservarsi di intervenire tramite tapering per cercare di moderare l’inflazione in maniera non frettolosa, per tenere conto anche dell’impatto dei vari colli di bottiglia e della evoluzione della pandemia e attendere quindi ulteriori miglioramenti, soprattutto dal fronte del tasso di partecipazione che nel mese di luglio è salito marginalmente al 61,7%, ancora distante dal circa 63% della fase pre-pandemica. Lo scenario per i prossimi 3-6 mesi rimane al momento improntato a tassi mediamente più bassi con curva in flattening, in vista dei rallentamenti prospettici che potrebbero derivare dall’effetto congiunto colli di bottiglia/convivenza con la variante in autunno, con particolare focus sul fatto che buona parte della catena di fornitura utilizza anche i lockdown per controllare il virus.Il mese di agosto presenta la possibilità di un rimbalzo dei tassi (primo obiettivo area 1,40% del tasso decennale US) e conseguente steepening della curva, soprattutto se la prossima settimana i dati sull’inflazione confermeranno ancora un posizionamento su livelli elevati. Lo scenario descritto si presenta mediamente supportivo per il comparto azionario in vista di tassi complessivamente contenuti e Fed che si avvicina al tapering senza fretta + BCE accomodante a lungo. Nelle fasi di temporaneo rimbalzo dei tassi ritorna in auge il comparto value e quindi maggiormente l’area Euro. Su un orizzonte più lungo, o scenario delineato, è complessivamente più favorevole agli Usa, data la maggiore presenza di settori più sensibili al calo dei tassi. Sul fronte cambio, confermato lo scenario di un’estate mediamente a favore del dollaro (obiettivo area 1,16, senza la pretesa di centrare con precisione il target) in vista di un diverso atteggiamento di Fed vs BCE, il che è anche benvenuto da un paese come gli USA con forte disavanzo commerciale, per contenere almeno l’inflazione importata

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Capracotta: sarà presentato il 26 agosto il libro su Sebastiano Di Rienzo

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

Un appuntamento per onorare un concittadino illustre, Sebastiano Di Rienzo, a lungo presidente dell’Accademia nazionale dei sartori, il massimo organo di rappresentanza dei maestri sarti. Il prossimo 26 agosto, nella sua Capracotta, sarà presentata il libro biografico “Sebastiano Di Rienzo, maestro del fashion internazionale” (de Luca editore), scritto dal giornalista Giampiero Castellotti.Il volume di 244 pagine, con oltre 500 immagini, racconta la storia umana e professionale di Di Rienzo, cittadino del mondo, nominato docente onorario dell’Università cinese di Xi’An.L’autore nella prima parte si sofferma sull’emigrazione molisana, evidenziando come il fenomeno abbia dato vita a tante storie di successo analoga a quella di Di Rienzo.Nella seconda parte, costruita su una lunga intervista con il maestro sarto, vengono raccontati una ventina di viaggi tra i più significativi dell’esperienza professionale di Di Rienzo: tra questi, i numerosi in Cina, sorta di seconda patria dello stilista di Capracotta, che nel continente asiatico aveva un proprio rappresentante commerciale e un ufficio, oltre che una propria linea di abiti femminili di successo.“Sebastiano Di Rienzo rappresenta egregiamente il professionista di talento che si è fatto da solo, con una storia analoga a quella di tanti meridionali che nel dopoguerra si sono rimboccati le maniche e hanno messo a frutto la propria intelligenza – racconta Castellotti, legato da una trentennale amicizia con lo stilista con atelier a Roma nella prestigiosa via Sistina. Nel libro anche i tanti nomi del jet-set internazionale vestiti da Di Rienzo, tra cui Silvana Pampanini e Katia Ricciarelli.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Copernicus entra nel capitale delle società CPA e Work & Fashion

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

Copernicus, Asset Manager svizzero specializzato, tra le altre cose, in investimenti di Private Equity, ha perfezionato, attraverso il fondo dedicato Gaea, una importante operazione di investimento a valere su un gruppo integrato di aziende operanti nel settore moda Italia. Si tratta del gruppo di aziende facenti capo alla famiglia Zecchin, da sempre al fianco di eccellenze internazionali nella produzione di capi di abbigliamento di fascia alta e luxury, tra i quali, ad esempio, Ermenegildo Zegna. Il gruppo, oltre allo storico marchio Pence 1979, del qualeGaea ha rilevato il controllo, è rappresentato dalla CPA (Centro Produzione Abbigliamento) e dalla Work & Fashion, le cui attività produttive sono organizzate tra l’Italia e la Romania. Marco Boldrin, CEO di Copernicus, ha dichiarato che l’intenzione è quella di favorire il processo di sviluppo del Gruppo da una parte favorendo la brand extension di Pence 1979, e dall’altra valorizzando l’eccellenza produttiva di CPA e W&F, sia attraverso una maggiore penetrazione del mercato, sia ottimizzando i processi produttivi, anche rendendoli sempre più sostenibili e meno impattanti. Otello, Dora e Davide Zecchin si sono detti entusiasti di poter iniziare questo nuovo percorso con un gruppo finanziario come Copernicus, sia per il suo focus sulle eccellenze del Made in Italy, sia per l’orientamento ai processi di sviluppo, di crescita e di consolidamento. Copernicus è stata assistita da Kontainer SA per gli aspetti di business e da LCA, con un team coordinato dall’avv. Vittorio Turinetti di Priero, con Matteo Montironi e Gianmarco Corradi per gli aspetti legali e da Roberto Pellizzari per gli aspetti tax, mentre La famiglia Zecchin è stata supportata da Grant Thornton Financial Advisory Services, con un team composto da Sante Maiolica e Giovanni Menna, per tutti gli aspetti di M&A, e da NASaW Avvocati, con gli avvocati Domenico Mastrangelo e Cristiana Fani, per la parte legale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comuni: Approvazione bilanci al 15 settembre

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

Roma – “Diamo tempo, fino al 15 settembre, ai Comuni per approvare bilancio preventivo e rendiconto d’esercizio. Stiamo facendo un lavoro molto importante con gli enti locali, supportando quelli in maggiore difficoltà nella loro azione di risanamento e riequilibrio finanziario. Questo differimento dei termini va visto proprio in questa ottica. L’obiettivo è individuare soluzioni su misura. Ci sono realtà che si trovano oggettivamente in una situazione difficile, come i Comuni Siciliani. Per affrontare le loro difficoltà, viste anche le prerogative della Regione, abbiamo attivato uno specifico Tavolo tecnico-politico. È estremamente importante che tutte le Amministrazioni, anche i previsione dell’attuazione del PNRR, possano ritrovare un giusto equilibrio. Del resto la qualità della vita dei cittadini dipende dai servizi che i Comuni riescono ad erogare”. Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, al termine della Conferenza Stato – Città e Autonomie locali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Carbonio controlla la profondità di genesi dei magmi nel mantello superiore della Terra

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

In un nuovo studio (https://www.nature.com/articles/s41561-021-00797-y), pubblicato sulla rivista Nature Geoscience un team di ricercatori italiani guidato da Alessandro Aiuppa (Università di Palermo) e che vede fra i co-autori Federico Casetta (Università di Ferrara), Massimo Coltorti (Università di Ferrara), Vincenzo Stagno (Sapienza Università di Roma) e Giancarlo Tamburello (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Sezione di Bologna), ha sviluppato un nuovo approccio per ricostruire la quantità di Carbonio immagazzinato nel mantello superiore della terra, dalla cui fusione sono segregati i magmi. Il Carbonio, il quarto elemento più abbondante in termini di massa nell’universo, è un elemento chiave per la vita. Il suo ricircolo, da e verso l’interno della Terra, regola i livelli di CO2 nell’atmosfera, giocando quindi un ruolo fondamentale nel rendere il nostro pianeta abitabile. Il Carbonio è un elemento unico, perché può essere immagazzinato nelle profondità della Terra in varie forme: all’interno di fluidi, come componente di fasi minerali, oppure disciolto nei magmi. Si ritiene, inoltre, che il Carbonio giochi un ruolo chiave nella geodinamica terrestre, in quanto questo elemento è in grado di controllare i processi di fusione che avvengono mantello superiore. Vista la sua tendenza ad essere incorporato nei magmi prodotti per fusione delle rocce peridotitiche nel mantello superiore, il Carbonio è facilmente trasportato verso la superficie terrestre, ove viene poi rilasciato come CO2 nelle emissioni gassose di vulcani attivi o quiescenti. I magmi ed i gas derivati dal mantello sono, pertanto, i mezzi di trasporto più efficaci per portare il Carbonio verso l’idrosfera e l’atmosfera, dove gioca un ruolo primario nel controllo dei cambiamenti climatici su scala geologica. Ma quanto Carbonio è immagazzinato all’interno della Terra? Questa domanda ha ispirato ricerche in diversi ambiti delle geoscienze, che si sono avvalse di molteplici approcci empirici, quali lo studio dei gas emessi in aree vulcaniche, del contenuto in CO2 nelle lave eruttate lungo le dorsali medio-oceaniche e/o nelle inclusioni di magma all’interno dei cristalli, delle inclusioni fluide in xenoliti di mantello portati in superficie dai magmi, e le misure sperimentali sviluppate con lo scopo di comprendere la massima quantità di CO2 che può essere disciolta nei magmi a pressioni e temperature tipiche dell’interno della Terra. Sfortunatamente, questi approcci hanno portato spesso a conclusioni contrastanti, al punto che le stime sul contenuto di Carbonio del mantello (così come dell’intera Terra) divergono di più di un ordine di grandezza. Le “melt inclusions”, o inclusioni di magma, cioè piccole goccioline di fuso silicatico intrappolate nei cristalli al momento della loro formazione nei magmi, possono essere sorgenti di informazione uniche per quantificare il contenuto di Carbonio del mantello da cui i magmi stessi sono segregati. Tuttavia, il massivo rilascio di gas (degassamento), tra cui CO2, a cui i magmi sono soggetti durante la loro risalita verso la superficie (prima della loro messa in posto ed eruzione) ha rappresentato un fattore limitante nella comprensione delle variazioni di concentrazione di Carbonio nel mantello. Nel loro studio, Aiuppa e co-autori hanno revisionato e catalogato i dati relativi al contenuto in CO2 (e zolfo) nei gas vulcanici emessi da 12 vulcani di hot-spot e di rifting continentale, i cui magmi sono generati da sorgenti mantelliche più profonde rispetto a quelle del mantello impoverito da cui derivano i magmi delle dorsali medio-oceaniche. È possibile che la Terra, nelle sue porzioni interne, sia in grado di contenere ancora più Carbonio, come suggerito dai diamanti provenienti da profondità sub-litosferiche (fino a 700 km), i quali mostrano evidenze dell’esistenza di minerali e fusi che contengono significative quantità di C. L’esistenza di un mantello ricco in Carbonio, evidenziata da Aiuppa e co-autori, ha profonde implicazioni rispetto alle modalità di immagazzinamento del Carbonio primordiale nel mantello, e per il suo riciclo nel tempo e nello spazio. I risultati ottenuti con questo studio sono anche importanti per comprendere le possibili variazioni nel ciclo geologico del Carbonio causate da eventi vulcanici di grande magnitudo, quali la messa in posto delle “Large Igneous Provinces (LIP)”, o grandi province ignee. Se i magmi prodotti dai “plume”, o pennacchi, di mantello sono ricchi in Carbonio, come suggerito da questo studio, allora il rilascio di Carbonio dalle grandi province ignee nel Fanerozoico può aver contribuito a causare le estinzioni di massa, le cui tracce sono preservate nei record sedimentari in tutto il mondo. Sezione schematica dall’Oceano Atlantico all’Oceano Indiano (passando attraverso il cratone Africano), che mostra le variazioni nelle concentrazioni di Carbonio ricostruite nelle sorgenti di mantello da cui sono prodotti i magmi delle Isole Oceaniche e dei Rift Continentali. La ricerca è stata finanziata dal Deep Carbon Observatory (https://deepcarbon.net/) e dal Miur, Progetto PRIN2017 Connect4Carbon (https://prin2017.wixsite.com/connectforcarbon)

In un nuovo studio (https://www.nature.com/articles/s41561-021-00797-y), pubblicato sulla rivista Nature Geoscience un team di ricercatori italiani guidato da Alessandro Aiuppa (Università di Palermo) e che vede fra i co-autori Federico Casetta (Università di Ferrara), Massimo Coltorti (Università di Ferrara), Vincenzo Stagno (Sapienza Università di Roma) e Giancarlo Tamburello (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Sezione di Bologna), ha sviluppato un nuovo approccio per ricostruire la quantità di Carbonio immagazzinato nel mantello superiore della terra, dalla cui fusione sono segregati i magmi. Il Carbonio, il quarto elemento più abbondante in termini di massa nell’universo, è un elemento chiave per la vita. Il suo ricircolo, da e verso l’interno della Terra, regola i livelli di CO2 nell’atmosfera, giocando quindi un ruolo fondamentale nel rendere il nostro pianeta abitabile. Il Carbonio è un elemento unico, perché può essere immagazzinato nelle profondità della Terra in varie forme: all’interno di fluidi, come componente di fasi minerali, oppure disciolto nei magmi. Si ritiene, inoltre, che il Carbonio giochi un ruolo chiave nella geodinamica terrestre, in quanto questo elemento è in grado di controllare i processi di fusione che avvengono mantello superiore. Vista la sua tendenza ad essere incorporato nei magmi prodotti per fusione delle rocce peridotitiche nel mantello superiore, il Carbonio è facilmente trasportato verso la superficie terrestre, ove viene poi rilasciato come CO2 nelle emissioni gassose di vulcani attivi o quiescenti. I magmi ed i gas derivati dal mantello sono, pertanto, i mezzi di trasporto più efficaci per portare il Carbonio verso l’idrosfera e l’atmosfera, dove gioca un ruolo primario nel controllo dei cambiamenti climatici su scala geologica. Ma quanto Carbonio è immagazzinato all’interno della Terra? Questa domanda ha ispirato ricerche in diversi ambiti delle geoscienze, che si sono avvalse di molteplici approcci empirici, quali lo studio dei gas emessi in aree vulcaniche, del contenuto in CO2 nelle lave eruttate lungo le dorsali medio-oceaniche e/o nelle inclusioni di magma all’interno dei cristalli, delle inclusioni fluide in xenoliti di mantello portati in superficie dai magmi, e le misure sperimentali sviluppate con lo scopo di comprendere la massima quantità di CO2 che può essere disciolta nei magmi a pressioni e temperature tipiche dell’interno della Terra. Sfortunatamente, questi approcci hanno portato spesso a conclusioni contrastanti, al punto che le stime sul contenuto di Carbonio del mantello (così come dell’intera Terra) divergono di più di un ordine di grandezza. Le “melt inclusions”, o inclusioni di magma, cioè piccole goccioline di fuso silicatico intrappolate nei cristalli al momento della loro formazione nei magmi, possono essere sorgenti di informazione uniche per quantificare il contenuto di Carbonio del mantello da cui i magmi stessi sono segregati. Tuttavia, il massivo rilascio di gas (degassamento), tra cui CO2, a cui i magmi sono soggetti durante la loro risalita verso la superficie (prima della loro messa in posto ed eruzione) ha rappresentato un fattore limitante nella comprensione delle variazioni di concentrazione di Carbonio nel mantello. Nel loro studio, Aiuppa e co-autori hanno revisionato e catalogato i dati relativi al contenuto in CO2 (e zolfo) nei gas vulcanici emessi da 12 vulcani di hot-spot e di rifting continentale, i cui magmi sono generati da sorgenti mantelliche più profonde rispetto a quelle del mantello impoverito da cui derivano i magmi delle dorsali medio-oceaniche. È possibile che la Terra, nelle sue porzioni interne, sia in grado di contenere ancora più Carbonio, come suggerito dai diamanti provenienti da profondità sub-litosferiche (fino a 700 km), i quali mostrano evidenze dell’esistenza di minerali e fusi che contengono significative quantità di C. L’esistenza di un mantello ricco in Carbonio, evidenziata da Aiuppa e co-autori, ha profonde implicazioni rispetto alle modalità di immagazzinamento del Carbonio primordiale nel mantello, e per il suo riciclo nel tempo e nello spazio. I risultati ottenuti con questo studio sono anche importanti per comprendere le possibili variazioni nel ciclo geologico del Carbonio causate da eventi vulcanici di grande magnitudo, quali la messa in posto delle “Large Igneous Provinces (LIP)”, o grandi province ignee. Se i magmi prodotti dai “plume”, o pennacchi, di mantello sono ricchi in Carbonio, come suggerito da questo studio, allora il rilascio di Carbonio dalle grandi province ignee nel Fanerozoico può aver contribuito a causare le estinzioni di massa, le cui tracce sono preservate nei record sedimentari in tutto il mondo. Sezione schematica dall’Oceano Atlantico all’Oceano Indiano (passando attraverso il cratone Africano), che mostra le variazioni nelle concentrazioni di Carbonio ricostruite nelle sorgenti di mantello da cui sono prodotti i magmi delle Isole Oceaniche e dei Rift Continentali. La ricerca è stata finanziata dal Deep Carbon Observatory (https://deepcarbon.net/) e dal Miur, Progetto PRIN2017 Connect4Carbon (https://prin2017.wixsite.com/connectforcarbon)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: produzione giugno +1% su mese, +13,9% su anno

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, la produzione industriale a giugno sale dell’1% sul mese precedente e del 13,9% su base annua. “Dati altalenanti e insufficienti. Già in aprile la produzione aveva recuperato sui valori pre-crisi, con un balzo eccellente, per poi a maggio ridiscendere in territorio negativo. Quindi, anche se a giugno l’andamento sembra positivo, è decisamente troppo presto per cantare vittoria. Bisogna aspettare i prossimi dati per capire se si tratta di un’inversione del trend oppure di un fuoco di paglia” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Peraltro, secondo il nostro studio, è vero che a giugno la produzione è superiore dello 0,3% su febbraio 2020, ultimo mese pre-lockdown, peccato che in aprile fosse già maggiore dell’1%. Non per niente i dati di oggi sono inferiori dello 0,7% su aprile 2021. Nel confronto, poi, con i valori pre-crisi del gennaio 2020, ultimo mese pre-pandemia, il divario ora è pari all’1,1%, che sale al 6,8% per i beni di consumo non durevoli. Un abisso!” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Petizione Coldiretti contro consumo suolo

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

“Ho sottoscritto con piena convinzione la petizione di Coldiretti contro il consumo di suolo, in particolare dei terreni agricoli. Non esiste sostenibilità ambientale né vera transizione energetica se rendiamo possibile la trasformazione di appezzamenti di terreno in distese di pannelli fotovoltaici. Su questo tema occorre una forte opera di sensibilizzazione e auspico una mobilitazione trasversale delle forze politiche: io mi metto a disposizione”. Lo dichiara la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), rendendo noto di aver sottoscritto la petizione lanciata da Coldiretti Giovani Impresa “Sì all’energia rinnovabile senza consumo di suolo agricolo”. “L’agricoltura è una grande e irrinunciabile risorsa del nostro Paese che – spiega la parlamentare – dà lavoro ai giovani, tutela un patrimonio paesaggistico e sociale, sopperisce al fabbisogno alimentare rendendo unica la nostra offerta enogastronomica. Per tutto questo il Governo dovrebbe dare norme precise d’attuazione del Dl 72/2021 sul posizionamento di impianti fotovoltaici, perché adesso queste strutture potrebbero essere realizzate indifferibilmente e con urgenza sulle aree rurali”. “La transizione energetica è un obiettivo da perseguire ma – aggiunge Mura – senza aprire la porta a speculazioni, magari di anonimi fondi di investimento, che sfrutterebbero il territorio senza lasciarvi quasi nulla. Con il pensiero rivolto anche alla mia Sardegna, da sempre penalizzata sul fronte dell’autonomia energetica, mi unisco a Coldiretti e spero a tanti altri per chiedere energia pulita e difesa dell’agricoltura”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Luisella Franchini e Valerio Lopane: Il mio pensiero per te

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

Per la prima volta viene pubblicato in questo libro tutto l’epistolario fra Ettore Bastianini e Emanuela Bianchi Porro. Lettere, telegrammi, cartoline scritti tra il 1958 e il 1963. L’epistolario, donato da Manuela Bianchi Porro nel 2019 alla Biblioteca Musicale Donizetti di Bergamo, racconta una storia di altri tempi un amore tra un uomo di 35 anni, già molto famoso nel mondo della musica lirica, e una giovane ragazza di 17 anni. Si conoscono nel 1957 nel tempio della lirica italiana – il teatro la Scala di Milano – durante le prove dell’Adriana Lecouvreur, ed è li che nasce uno amore “infinito” che assorbe entrambi per 5 anni, fino al 1963. Manuela non perde occasione per rivolgere il pensiero e il cuore al suo Ettore che ricambia con una amore cortese che prende forma e sostanza nello scambio continuo di lettere, cartoline e telegrammi con i quali i due condividono una vita fatta di distanza, attesa, incontri, partenze. Soprattutto l’attesa dell’incontro è a tratti struggente e commovente. Una storia a tratti incredibile che sembra appartenere ad un’altra epoca, un amore, certo non privo di passione e desiderio, che però è incredibilmente distante da quello dei nostri tempi dichiarato e vissuto su Facebook e whatsApp. L’amore con la A maiuscola finisce nel 1963 con un colpo di scena. Ettore Bastianini invita la sua amata a lasciarlo, ad allontanarsi: “non puoi restare a curare un uomo tanto più vecchio di te. Parti!”. In realtà, anche in questo triste frangente, emerge la grandezza di un amore generoso a gratuito dove il bene della persona amata conta più di qualunque altro bene o interesse personale. La parole di Ettore Bastianiani scritte alla sua amata nascondono un’altra verità: Il grande tenore è gravemente ammalato. Manuela apprenderà questa verità molto più tardi e tornerà da Lui accompagnandolo nelle sue sofferenze fino alla morte avvenuta nel 1967. Il libro pur avendo un valore unico – raramente nel mondo della lirica è stato possibile conoscere la vita privata dei protagonisti (sono stati pubblicati solo alcune lettere di Enrico Caruso alla amata moglie Ada, e una parte dell’epistolario tra la Callas e Meneghini) -, in realtà ha una valenza straordinaria per la cronaca di un amore che sembra descritto dal Manzoni, da Dostoevski o da Milosz. Un amore che rappresenta la sintesi perfetta di quanto descritto da San Paolo nel Suo inno alla Carità. “La carità (amore) è paziente, è benigna la carità; la carità non invidia, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, ma si compiace della verità; tutto tollera, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non verrà mai meno”. Cantagalli 2021 | pp. 192 | Euro 23,50

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Protocollo sulla sicurezza: obbligo vaccinale per il personale

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

Ecco come la scuola riapre a settembre senza la sicurezza di evitare i contagi nonostante i ripetuti appelli e avvisi del sindacato. Questo è il primo commento a caldo della bozza di documento che è arrivata alle segreterie dei sindacati rappresentativi in notturna ieri notte, dopo l’annuncio dell’approvazione in Consiglio dei ministri del Green Pass per gli insegnanti della scuola e gli studenti dell’università. Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief, criticità aspramente la superficialità di chi continua a ignorare che con la vaccinazione si è comunque a rischio contagio come lo stesso Comitato tecnico scientifico ammette nel precedente la riduzione della quarantena a sette giorni o ancora l’isolamento in caso di temperatura sopra i 37.5. Questo pomeriggio ci sarà un nuovo incontro per capire se è possibile cambiare il testo sempre con la previsione di almeno tamponi gratuiti giornalieri da somministrare al personale non vaccinato o lavoro agile oppure dad, sempre che il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi in mattinata nell’incontro con un sindacato firmatari del Patto per la Scuola s’impegna a lavorare prioritariamente alla revisione delle norme sul dimensionamento e alla risoluzione del problema del precariato.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Servizi sociali territoriali, l’Italia si pone al di sotto dei livelli medi europei per risorse finanziarie allocate

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

È un quadro sconfortante quello che emerge dal Report ISTAT sui servizi sociali territoriali 2008-2018. Come già emerso dall’ultima Relazione 2020 del CNEL al Parlamento e al Governo sui livelli e la qualità dei servizi offerti dalle Pubbliche Amministrazioni centrali e locali alle imprese e ai cittadini nello scorso marzo, l’Italia si pone ben al di sotto dei livelli medi europei per risorse finanziarie allocate: solo lo 0,7% del PIL, ossia un terzo rispetto alla media europea, un decimo rispetto alle risorse spese per il sistema sanitario, un trentesimo rispetto al sistema pensionistico. A ciò si aggiunga la distribuzione disomogenea dei servizi e ampi divari fra i territori che potrebbero portare a forti difficoltà in fase di recupero post pandemia. Il sistema dei servizi sociali è posto a fondamento di due missioni delle sei che compongono il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e precisamente: “M5 Coesione e Inclusione” e “M6 Salute” ma la lettura del report, che trova origine nelle elaborazioni dei dati pubblicati da ISTAT per il decennio 2008-2018, pone forti interrogativi circa lo stato della spesa per i servizi sociali territoriali in Italia.Di fatto, i servizi sociali sono garantiti dai comuni e programmati a livello regionale, in un contesto nel quale la programmazione nazionale, accompagnata dalla definizione di indirizzi e linee guida, dovrebbe incentrarsi, ma finora lo ha fatto solo in misura alquanto limitata, sulla definizione dei livelli essenziali delle prestazioni e dei servizi sociali. A differenze del sistema previdenziale e di quello sanitario, il sistema dei servizi sociali stenta ad affermarsi come elemento costitutivo del sistema di welfare.Dalla lettura del report si evince che i servizi sociali vengono finanziati principalmente attraverso le risorse proprie dei comuni (57,1% nel 2018), oltre che da fondi nazionali e regionali e dalla compartecipazione degli utenti e del Sistema Sanitario Nazionale. Nel 2018 la spesa sociale al netto delle compartecipazioni è stata di 7,4 miliardi di euro (lo 0,42% del PIL, valore identico a quello del 2008), mentre al lordo delle compartecipazioni è stata di circa 10 miliardi di euro, lo 0,7% del PIL contro il 2,1-2,2 della media UE, ovvero un terzo della spesa media dei paesi UE per i servizi sociali territoriali e meno di un decimo rispetto al sistema sanitario e di un trentesimo del sistema previdenziale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bando Ministero Istruzione: diffida di Stampa Romana

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

“Il Ministero per la Pubblica Istruzione ha preannunciato un bando nazionale al cui interno sono previste 7 posizioni da funzionario per la comunicazione e l’informazione, incurante della legge del giugno 2000 che obbliga le pubbliche amministrazioni a rivolgersi a iscritti all’albo dei giornalisti (professionisti o pubblicisti). Per questo motivo l’Associazione Stampa Romana ha ritenuto illegittimo l’avviso di bando e ne ha chiesto l’immediato ritiro diffidando il Ministero ad adempiere a formalizzazioni e operazioni di selezione per quanto riguarda il personale che dovrebbe occuparsi di comunicazione e informazione, ritenendo indispensabile un nuovo bando corretto. Che lo Stato ignori le leggi o le dimentichi in un momento così pesante per l’occupazione è un fatto molto grave”.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Page Turner Awards Judging Update

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2021

The Page Turner Awards judging process is well under way. Finalists will be announced by the end of August, Shortlists in September and the winners will be publicly announced after our online Awards Ceremony in early October. It’s very exciting to see the results behind the scenes and to know that some writers will be stunned when they hear the results! We will update you. Promise! Lots of authors, screenwriters and novel writers have been asking if they can take some of the optional extras that were available during the submission process. They were all officially closed when the award submissions closed, but due to popular demand, we have asked the various experts doing the different critiques and feedback if they would continue.They have all agreed to help writers and authors to either prepare for entering awards, and you can use their advice and guidance for improving your first ten pages if you are going to submit it to agents or publishers, or even if you are planning to self-publish.Feedback and critiques are now available here: https://pageturnerawards.com/prepare-for-the-2022-awards

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »