Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 3 agosto 2021

Dopo 2500 anni rivive il teatro dell’Acropoli di Elea Velia

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Salerno. Da sabato 7 a mercoledì 28 agosto ad Ascea (Salerno), sul promontorio dei filosofi torna il teatro e tornano ‘i sapienti’ con i 14 spettacoli di Teatro Classico e Teatro Filosofico, sempre preceduti da autorevoli Lectio brevis, della XXIV edizione di VeliaTeatro Festival, dedicata in memoria a Aldo Masullo. La manifestazione sarà inaugurata da Ivana Monti in Ecuba Regina il 7 e l’8 agosto, nel Teatro Antico dell’Acropoli di Elea/Velia, tornato palcoscenico dopo 2500 anni. Nella vigilia del primo G20 Cultura, la Direzione Generale Musei del Mibact – Parco Archeologico di Pestum e Velia ha autorizzato ufficialmente la “concessione in uso del Teatro Antico… nei giorni 7, 8 e 20 agosto 2021”, per un “massimo di 45 spettatori, nel rispetto delle normative covid19 e per la tutela del monumento.” Dopo i due giorni di apertura, il festival continuerà nella cornice moderna dell’Arena Zenone di Fondazione Alario, progettata da Paolo Portoghesi nei pressi dell’Area archeologica, con alcuni tra i più importanti titoli della tragedia e della commedia classica, spesso declinati al femminile: Le Baccanti, La donna di Samo, Cassandra, Medea e Clitennestra. Ma l’Acropoli tornerà ad animarsi il 20 agosto per l’evento speciale Il Viaggio di Parmenide, una conversazione-spettacolo dedicata al filosofo che in quel luogo fondò la scuola eleatica e tutta la filosofia occidentale. Parteciperanno all’evento i professori Mauro Tulli, Franco Ferrari, Emanuele Stolfi e Luigi Vecchio, con il contributo dell’attore Gianluigi Tosto accompagnato dall’arpa di Adriana Cioffi. http://aspanu.com/

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università Cattolica al Meeting di Rimini

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Fiera di Rimini da venerdì 20 a mercoledì 25 agosto. La manifestazione culturale, che sarà inaugurata venerdì 20 agosto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, prevede un calendario ricco di tavole rotonde, confronti, dibattiti, mostre tutti in presenza ma trasmessi anche in diretta su più canali digitali e in più lingue. La ricerca scientifica, insieme con l’istruzione, costituisce uno dei pilastri del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Quali sono, dunque, gli strumenti a disposizione? Quali sono le aspettative? Come raggiungere obiettivi rilevanti nei tempi previsti dal PNRR? Come promuovere il trasferimento tecnologico per trasformare la ricerca in innovazione e valore per la società? Nell’anno del Centenario il rettore dell’Università Cattolica Franco Anelli parteciperà a un dibattito martedì 24 agosto con Maria Chiara Carrozza, presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), e Ferruccio Resta, rettore del Politecnico di Milano. A introdurre l’incontro “Università e ricerca nell’epoca del cambiamento” Davide Prosperi, docente di Biochimica all’Università di Milano-Bicocca (Auditorium Intesa Sanpaolo D1, ore 17.00). L’Università Cattolica dà il suo contributo scientifico al Meeting con due mostre. La prima, “Vivere senza paura nell’età dell’incertezza”, mette a fuoco l’irriducibilità dell’umano, e ha tra i suoi curatori la docente di Filosofia morale nella facoltà di Scienze della formazione Alessandra Gerolin. Il tema sarà ripreso nell’omonimo dialogo di venerdì 24 agosto (Auditorium Intesa Sanpaolo D1, ore 15.00) tra Julián Carrón, docente di Teologia all’Università Cattolica e presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione, Charles Taylor, professore emerito di Filosofia alla McGill University di Montreal e vincitore Premio Ratzinger 2019, Rowan Williams, professore emerito di Pensiero Cristiano Contemporaneo alla University of Cambridge, già arcivescovo di Canterbury. Moderati dalla giornalista Monica Maggioni, i tre relatori rifletteranno sull’incertezza del presente e sul fenomeno della secolarizzazione.La seconda mostra, “L’alleanza scuola lavoro. Non è mai troppo tardi”, è promossa tra gli altri dalla Fondazione Costruiamo il Futuro, il cui comitato scientifico è presieduto da Lorenzo Ornaghi, già rettore dell’Università Cattolica, e curata dal giornalista Ubaldo Casotto. Il percorso, articolato in dieci pannelli, illustra attraverso immagini storiche l’importanza che l’educazione e la formazione hanno avuto per il rilancio del nostro Paese, declinando concretamente il concetto di investimento nel capitale umano.Un’ulteriore iniziativa che coinvolge l’Università Cattolica è il dibattito intitolato “Covid-19, il ruolo centrale della ricerca scientifica: la sfida del vaccino e di una terapia efficace”, che si terrà venerdì 20 agosto con la partecipazione di Walter Ricciardi, presidente della World Federation of Public Health Associations e professore ordinario di Igiene e Medicina Preventiva presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia della sede di Roma. Con lui dialogheranno Stefano Bertuzzi, Chief Executive Officer at American Society for Microbiology (ASM), e Skhumbuzo Ngozwana, CEO and President Kiara Health. Modera Riccardo Zagaria, amministratore delegato di DOC Generici (Auditorium Intesa Sanpaolo D1, ore 19.00). L’Università Cattolica sarà presente al Meeting di Rimini anche con uno stand istituzionale dedicato alle celebrazioni del Centenario. Uno spazio fisico dove, grazie all’aiuto di studenti Unicatt, sarà possibile raccogliere materiale informativo sia sull’offerta formativa 2021/2022 sia sulla vita universitaria nei cinque campus dell’Ateneo: Milano, Brescia, Cremona, Piacenza, Roma. Nello stand saranno distribuiti gadget dedicati alla Cattolica e proiettati filmati e video che raccontano tutte le iniziative finora organizzate per celebrare il suo primo secolo di storia.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mps, ma sappiamo bene chi è e cosa ha fatto? Verso una nuova Alitalia?

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Mps è il nome di una banca che dovrebbe incutere timore e sicurezza perché nel suo logo primeggia la data di fondazione (1472), evocando la grandezza rinascimentale dei banchieri senesi, Ma oggi è una banca che, in base agli stress test dell’Eba (l’autorità europea di sorveglianza sul sistema bancario) è il peggiore dei 50 istituti analizzati. E per non andare a fondo avrebbe bisogno di 2,5 miliardi; bisogno per il quale si è fatta avanti Unicredit (azionisti di ogni tipo), promossa dall’Eba. Mps è proprietà, dalla fine del secolo scorso (legge Amato per far uscire lo Stato dalla gestione) di una fondazione espressione del potere locale (Comune, Provincia, Regione, Università, tutti di sinistra con in più anche l’Arcidiocesi senese). E’ bene premettere che dal 2017 Mps è al 70% dello Stato italiano. Che ha rimediato alle politiche disastrose per i risparmiatori, smascherate anche da associazioni come Aduc (per cui ci siamo beccati anche delle denunce finite poi nel nulla): “4You” e “My Way”, schemi di indebitamento dei primi anni 2000 per risparmiatori privati che consentivano di investire in Borsa con capitali prestati dalla banca; carta straccia con lo scoppio della bolla speculativa delle dotcom, e Mps, grossomodo, ha dovuto rimborsare. Nonostante questo flop Mps subito dopo si espanse acquistando Antonveneta (16,5 miliardi tra esborso e accollo debiti) a cui rimediò, sempre grazie alla nomea del marketing e con aiuti politici di ogni dove, con un aumento di capitale di 9 miliardi. E poi (crisi finanziaria 2008) Mps attinge ai “Tremonti Bond” (diventati poi “Monti bond”) che riesce a rimborsare solo nel 2015 facendo entrare lo Stato col 4% nel capitale. Non paga, coi prodotti derivati Alexandria e Santorini (tenuti nascosti anche a Bankitalia) fa un nuovo buco di 730 milioni (conseguenza di rilevo: il presunto suicidio del capo della comunicazione David Rossi). Tutto questo, per far fede all’assioma che “le banche non falliscono mai” ha portato lo Stato, nel 2017, ad acquisire appunto il 70% di capitale per evitare il cosiddetto peggio. E siamo all’oggi. Prospettiva Unicredit con ridimensionamento o, come vorrebbero tanti politici con in testa la Regione Toscana che si preoccupa della toscanità, confermarla come carrozzone dello Stato (le nostre tasse) al pari di Alitalia, in vista di una resurrezione che suona impossibile… i fatti sopra elencati sono eloquenti. Fatti che hanno nomi e cognomi, il fior fiore di quelli che una volta si chiamavano boiardi di Stato ma che oggi si chiamano manager privati che rischiano coi soldi dello Stato. Ecco alcuni nomi dei protagonisti passati e attuali: Vincenzo De Bustis, Giuseppe Mussari, Antonio Vigni, Gianluca Baldassarri, Daniele Pirondini, Alessandro Profumo, Massimo Tononi, Fabrizio Viola , Marco Morelli, Alessandro Falciai, Guido Bastianini.Le banche devono continuare a non fallire mai? Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tracciabilità completa delle piante e dei prodotti siciliani

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

E’ stato presentato il disegno di legge a firma dell’On. Antonio Catalfamo (Lega) recante come oggetto la realizzazione di campi madri e laboratori di CTV per la tracciabilità completa delle piante e dei prodotti siciliani. “Al fine di contribuire alla ricerca in agricoltura e fronteggiare l’emergenza delle piante resistenti ai virus e ad altre patologie con la pianificazione degli interventi, questo schema normativo – ha dichiarato Catalfamo – promuove la realizzazione di campi di piante madri porta seme e porta mazze, con annessi i relativi laboratori di CTV per monitorare e limitare la diffusione di virus nelle piante. Sarà poi un successivo decreto assessoriale a stabilire le modalità di intervento affinché tutti i florovivaisti possano utilizzare prodotti tracciabili di produzione siciliana.” I campi madre sono appezzamenti di terreno destinati alla produzione di piante madri, ottenute da gemme o marze innestate su portainnesti, oppure per la coltivazione di ceppaie per portainnesti e vengono utilizzati prevalentemente per la produzione di materiale di propagazione certificata.“L’obiettivo della legge, oltre a disporre ulteriori misure fitosanitarie ritenute necessarie per evitare diffusione dei virus nelle piante, è quello di creare un prodotto siciliano autentico, tutelato, diffuso e sano. Solo in questo modo si potrà valorizzare il comparto florovivaistico già in forte stress a causa della pandemia.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piano scuola 2021-22, per Anief non è sufficiente

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Secondo il sindacato autonomo il nuovo Piano Scuola predisposto dal ministero dell’Istruzione è fin troppo in linea con quanto redatto lo scorso anno: in questo modo si finisce per ripetere gli stessi errori del precedente, non si affronta il problema principale, ovvero il sovraffollamento nelle classi di studenti non vaccinati inseriti in una comunità scolastica a cui però spetta il compito di far comprendere il valore della vaccinazione. Mentre si continua ad accennare ad un obbligo vaccinale per il personale sapendo che i numeri delle dosi somministrate non è realistico, dal momento in cui la scorsa primavera il personale non è stato più inserito nella corsia preferenziale ma trattato secondo fascia di età.Per Anief è particolarmente critico il punto del Piano Scuola riguardante le misure di contenimento del contagio. Infatti, interpretando il verbale 34 del CTS “laddove non sia possibile mantenere il distanziamento fisico per la riapertura delle scuole, resta fondamentale mantenere le altre misure non farmacologiche di prevenzione, ivi incluso l’obbligo di indossare in locali chiusi mascherine di tipo chirurgico” lasciando intendere sia possibile non fare uso di protezioni nel caso il distanziamento sia garantito all’interno dei locali della scuola e far passare il segnale che all’interno dei locali scolastici se c’è la distanza si può fare a meno delle protezioni e che non sia necessario fare lo screening in ingresso a settembre potrebbe significare fare entrare persone ignare di essere positive perché asintomatiche in gruppi classe di oltre 30 studenti e non obbligarli nemmeno a proteggere gli altri costantemente per tutta la durata del periodo scuola.Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “non si può parlare di distanziamento in una classe articolata che nelle ore comuni arriva a 51 studenti, così come non si può parlare di coordinamento con i trasporti e scaglionamento di arrivi e partenze sapendo che le piazzole di sosta dei bus sono le medesime e i tempi di sbarco e imbarco contingentati dal coordinamento con gli orari delle altre soste, dopodichè attribuire ai DDSS e al personale la corresponsabilità del coordinamento ai tavoli”“Forti delle esperienze dei precedenti anni il nuovo piano avrebbe dovuto contenere indicazioni ulteriori e più dettagliate, in particolare sul potenziamento del personale e relativa estensione dei contratti per tutta la durata dell’anno e la stabilizzazione del personale precedentemente impiegato nelle medesime mansioni”, conclude il sindacalista autonomo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Concorso straordinario docenti della secondaria, alle assunzioni anche gli idonei

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Grazie a un emendamento alla legge 106/2021 voluto da Anief. Rimane il problema degli esclusi dalla procedura per la quale già in centinaia hanno aderito al ricorso, nonché l’esclusione dagli elenchi aggiuntivi della prima delle GPS di chi tra gli stessi idonei non ha avuto per l’anno scolastico appena terminato almeno il contratto al 30 giugno e per il quale domani saranno riaperti i termini per il contenzioso. Partono le immissioni in ruolo dei vincitori del concorso straordinario dei docenti di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020 e DD n. 783 dell8 luglio 2020. Sulla carta dovrebbero essere 32mila, ma saranno molti di meno, probabilmente un terzo delle assunzioni previste dal bando andranno perse. In ogni caso, le procedure di assunzione stanno andando avanti: ad una parte di loro, da definire, spetterà anche la retrodatazione giuridica dal 1° settembre 2020. Alcuni Uffici scolastici hanno anche pubblicano l’elenco graduato, del quale fanno parte i docenti che hanno superato la prova scritta ma non rientrano nel numero dei posti a bando.Il concorso straordinario è stato eccessivamente selettivo: non è un caso se Anief l’abbia definito come la strage degli innocenti, considerando che il 70% dei candidati è stato bocciato senza nemmeno conseguire l’abilitazione. Il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico, ritorna sulla prova unica: “Ai candidati – dice il sindacalista – è stato chiesto di rispondere in pochi minuti a domande aperte complesse, una delle quali anche in inglese: una richiesta davvero eccessiva, che ha prodotto tantissimi respinti. Con questo risultato, il prossimo anno avremo ancora più posti senza titolare, che si aggiungono all’attuale fallimentare gestione anche delle Gps e prima ancora della chiusura ingiustificata delle GaE”.Anief conferma la volontà di tutelare i partecipanti al concorso straordinario che sono stati esclusi: possono chiedere di accedere alla graduatoria a prescindere dall’esito della prova svolta, in modo di ottenere lo scorrimento delle graduatorie per immissione in ruolo degli idonei al concorso straordinario 2020.Ma il problema dell’abilitazione si ripropone per gli stessi idonei e sol perché non hanno una supplenza al termine delle attività didattiche o annuale nel corso di quest’anno scolastico. Una disposizione tanto più ingiusta quanto più incostituzionale per l’evidente irragionevolezza e disparità di trattamento che Anoef intende denunciare in tribunale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Assunzioni docenti, salta la call veloce

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Anief non ci sta. Non può accettare la cancellazione di norme che va a compromettere ulteriormente il già difficile reclutamento dei docenti per andare a coprire ormai 250mila posti, di cui ben oltre la metà, considerando le cattedre in deroga di sostegno, a tutti gli effetti vacanti e disponibili. “Purtroppo per quest’anno il decreto Sostegni bis blocca l’applicazione di questa norma in maniera irragionevole, quindi vale per anni alterni, l’anno scorso sì, quest’anno no, il prossimo sì”, ha detto con una punta di ironia Marcello Pacifico, leader Anief, durante un’intervista all’agenzia Teleborsa.Pacifico ha anche spiegato che “per fare domanda occorre riempire una diffida al Ministero, dove si chiede di aprire il servizio informatico per poter essere assunti in una provincia diversa e poi bisognerà fare ricorso per sollevare la questione di legittimità costituzionale di una norma che è irragionevole, illogica, illegittima e non serve a sistemare il problema del precariato della scuola italiana”. Il sindacato non comprende le ragioni di questa scelta. Anche perché le sole assunzioni a tempo indeterminato da GPS di prima fascia non saranno sufficienti a coprire i posti effettivamente liberi, soprattutto nelle province del Nord. Non bloccare la “call veloce” avrebbe permesso a tanti insegnanti abilitati di partecipare alle immissioni in ruolo residue dopo tutte le altre procedure. Ecco perché risulta irrazionale, oltre che illegittima, questa sospensione della norma. Ed ecco perché il sindacato si rivolgerà al tribunale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Prima di obbligare i docenti a vaccinarsi eliminate le classi “pollaio”

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

La predisposizione del nuovo anno scolastico non può essere organizzata continuando a mantenere 30 alunni in 30-40 metri quadrati. Il sindacato lo dice da mesi, ma rimane inascoltato. Ora il Governo si appresta ad adottare la vaccinazione obbligatoria, che però non ci affrancherà dai contagi da Covid19. Dal CdM sembra proprio che uscirà la decisione, scrive oggi la carta stampata, “di mettere un obbligo a “livelli”, con una prima raccomandazione e poi un inasprimento delle “pene” sulla base della resistenza da parte del lavoratore”.In pratica, “dopo una prima raccomandazione, se il docente non si adegua potrebbe arrivare il trasferimento in un’altra città posizionandolo in posti lavorativi diversi dalla docenza. Infine, ultimo intervento la sospensione dello stipendio. Non vengono riportati interventi quali il licenziamento del lavoratore. Tra martedì e giovedì si attende lo schema di decreto che conterrà tali misure che potrebbero essere innescate nei casi di mancato raggiungimento della percentuale di vaccinati ritenuta di sicurezza nella Regione o provincia, oppure entrare in vigore a prescindere su tutto il territorio nazionale”.Anief lo ripete: la vaccinazione dei docenti è praticamente inutile se poi continuiamo ad avere alunni ravvicinati in classe di portata metrica ridotta. Anche il Comitato tecnico scientifico lo dice in modo chiaro: nel verbale 34 del Cts c’è scritto che “laddove non sia possibile mantenere il distanziamento fisico per la riapertura delle scuole, resta fondamentale mantenere le altre misure non farmacologiche di prevenzione, ivi incluso l’obbligo di indossare in locali chiusi mascherine di tipo chirurgico” lasciando intendere sia possibile non fare uso di protezioni nel caso il distanziamento sia garantito all’interno dei locali della scuola. Peccato che tutto questo rimarrà lettera morta.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Call Veloce sospesa per un anno – Anief avvia il ricorso

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

I docenti precari che sono inseriti nelle Graduatorie utili per le immissioni in ruolo (Concorso Ordinario 2016, Concorsi Straordinari 2018 per la Scuola Infanzia/Primaria e per la Scuola Secondaria e relativi posti sostegno, Concorso Straordinario 2020 o GPS di I Fascia e relativi elenchi aggiuntivi) per posti curricolari o di sostegno, infatti, sono danneggiati dalla sospensione per un anno operata dal decreto legge n. 73/2021 che, all’articolo 58, comma 2 ,lettera b), sospende, appunto, per un solo anno, le disposizioni contenute nel DL 126/2019, che prevedeva proprio una procedura di chiamata per l’assunzione a tempo indeterminato (cosiddetta “call veloce”), in territori diversi da quelli di pertinenza delle medesime graduatorie, di personale docente ed educativo sui posti rimasti vacanti e disponibili in ciascun anno scolastico dopo le operazioni di assunzione a tempo indeterminato, disposte ai sensi della normativa vigente. “Il Decreto “Sostegni bis” – spiega il presidente Anief Marcello Pacifico – ben avrebbe potuto semplicemente specificare che le procedure della “call veloce” sarebbero state poste in essere a conclusione delle operazioni di nomina “straordinaria” da I Fascia GPS. Come sindacato abbiamo contestato e continuiamo a contestare duramente la previsione di attingere dalle GPS solo di I fascia e con l’ulteriore requisito dei 3 anni di servizio per le nomine da posto comune ed evidenziamo che anche la sospensione della “call veloce” per un anno non ha alcun senso proprio perché la limitazione alla sola I fascia GPS non permetterà, soprattutto nelle province del Nord di coprire effettivamente tutte le disponibilità utili per le immissioni in ruolo. A noi pare che la volontà dichiarata dal legislatore con il “sostegni bis” – di coprire tutti i posti vacanti e disponibili e di risolvere il problema del precariato nella scuola – sia completamente smentita dai fatti: hanno limitato troppo le modalità di accesso “al ruolo” da GPS e hanno addirittura eliminato per un anno la chiamata diretta da altra regione. La “call veloce” lo scorso anno è stato un flop perché il vincolo dei 5 anni di permanenza nella sede di titolarità ha fatto, giustamente, paura a molti, ma ora che questo vincolo – a nostro avviso comunque illegittimo – è stato ridotto a 3 anni e che la platea dei candidati è stata ampliata ai docenti inseriti in I fascia GPS, sospendere la call veloce non ha proprio alcun senso. Così non si risolve affatto il precariato e agiremo in tribunale”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Assunzioni straordinarie da seconda fascia Gps

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

C’è una prima apertura da parte del governo: è stato accolto, infatti, un ordine del giorno della Lega che chiedeva di aprire all’immissione in ruolo direttamente dalla prima fascia delle Graduatorie provinciali per le supplenze.Il testo della proposta impegna il Governo a valutare l’opportunità di ‘assegnare, per l’anno scolastico 2021/22, in via straordinaria con contratto a tempo determinato, i posti comuni e di sostegno vacanti e disponibili che residuano dopo le immissioni in ruolo – salvo i posti di cui ai concorsi per il personale docente banditi con decreti dipartimentali numeri 498 e 499 del 21 aprile 2020 e successive modifiche – ai docenti che contestualmente siano inclusi nella seconda fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze di cui all’articolo 4, comma 6-bis, della legge 3 maggio 1999, n. 124 per i posti comuni o di sostegno. Inoltre, l’opportunità si sarebbe dovuta adottare anche per il personale insegnante che abbia svolto su posto comune, entro l’anno scolastico 2020/2021, almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, negli ultimi dieci anni scolastici oltre quello in corso, nelle scuole statali valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.Nello stesso ordine del giorno, si prevede ‘il contratto a tempo determinato esclusivamente nella provincia e nella classe o nelle classi di concorso o tipologie di posto per le quali il docente risulta iscritto nella seconda fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze’, oltre a permettere ai ‘candidati lo svolgimento, nel corso del contratto a tempo determinato, del percorso annuale di formazione iniziale e prova di cui all’articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59.Dalla stessa Lega giungono perplessità, tuttavia, sull’introduzione di questa importante novità sul reclutamento del personale precario: sempre da parte del Governo l’impegno a ‘fare’ è stato sostituito con l’ambigua formula ‘valutare l’opportunità di’. È una differenza che non sembra particolarmente positiva ai fini della possibile approvazione finale del testo di modifica. Il sindacato, pertanto, conferma la volontà di attuare il ricorso presso il Tar del Lazio per ottenere l’ammissione alla procedura per l’assegnazione anche ai docenti nella seconda fascia delle Gps dei posti comuni e di sostegno vacanti e disponibili residui dopo le immissioni in ruolo per l’a.s. 2021/2022.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

AA.VV. Drammaturgie sonore 2

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Saggi e conversazioni a cura di Valentina Valentini La distanza che intercorre fra il primo Drammaturgie sonore (2012) e questo secondo volume si percepisce dall’ispessimento delle indagini sulla pratica vocale, dalla diversificazione dei casi studio, dall’emergere di proposte metodologiche e dallo stratificarsi di un repertorio di figure vocali che richiedono ulteriore attenzione e scavo. I saggi raccolti, nati attorno al seminario “Il femminile della vocalità” (Roma 2019), mettono in risalto la ricchezza della sperimentazione vocale nel teatro italiano e lo spessore della speculazione teorica che si è sviluppata su questo terreno. Bulzoni Editore PP: 384 PREZZO: 26,00€

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ilenia Caleo: Performance, materia, affetti. Una cartografia femminista

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Come i corpi sono politici oggi? Il volume indaga quanta potenza creativa esprimono i corpi che la teoria politica non riconosce e quanta politica c’è nelle pratiche performative di cui gli studi teatrali non riescono da dare conto. All’incrocio tra i femminismi che hanno ricollocato il corpo, la sessualità, il desiderio al centro del politico e le arti performative che mettono al mondo altre corporeità, multiformi, assemblate, postumane, si vanno generando nozioni comuni per un vocabolario del presente. Corpi umani e non umani, organico e inorganico, animato e inanimato, materia agente, ecosistemi, anatomie politiche, queerness, oggetti e iperoggetti, entanglement quantistici, forze e intensità, disidentificazione, transcorporeità: u na s erie d i t urbolenze che segnano la forza espressiva dei corpi e della materia in una direzione non-antropocentrica e che sono oggi al centro dell’agenda politica e teorica. Attorno a questi nuclei la scena contemporanea compone nuove estetiche, domande e drammaturgie, ponendosi come una forma autonoma di pensiero. Attraverso una modalità cartografica, Performance, Materia e Affetti sono affrontati nelle epistemologie, nelle ontologie e nelle politiche, aprendo a un panorama più vasto anche nel dibattito italiano. Un approccio femminista neomaterialista che fornisce una lettura della performatività come teoria dell’agire per corpi umani e non umani. PP: 228 PREZZO: 20,00€ Bulzoni editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gianni Cicali: Teatro ed eresia nel Settecento italiano

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Il libro affronta il Settecento teatrale italiano attraverso quattro diversi autori che furono coinvolti in varie maniere con l’eresia e la censura della chiesa nel secolo dei lumi. Lo studio si concentra su Tommaso Crudeli e Giulio Rucellai – membri della prima massoneria fiorentina e italiana – e le loro traduzioni del commediografo francese Destouches, su Pietro Trinchera notaio e drammaturgo napoletano e, infine, su Francesco Ringhieri, monaco olivetano della Romagna e tragediografo di grande successo ai suoi tempi. Questi drammaturghi del centro, del nord e del sud Italia pur venendo da estrazioni sociali e culturali diverse hanno in comune non solo il teatro ma anche l’eresia. I massoni erano scomunicati da due papi e Crudeli fu vittima, in quanto massone, dell’Inquisizione divenendo per questo il martire della libera muratoria italiana. Giulio Rucellai, aristocratico e uomo politico toscano, vide un suo testo teatrale finire nell’Indice dei libri proibiti ed era egli stesso considerato un eretico, sebbene meno vessato dell’amico e confratello Crudeli. Trinchera scrisse la sua prima commedia ispirandosi per il personaggio di una finta suora a una vera eretica del Seicento napoletano e finì in galera per un libretto considerato blasfemo dalle autorità religiose del regno di Napoli. Ringhieri elaborò un Ragionamento apologetico sul teatro particolarmente originale in cui prendeva le difese della riforma teatrale del secolo «fortunato per i teatri» oltre che di attori e attrici scontrandosi per questo con i «rigoristi cattolici» che consideravano la sua attività per le scene come scandalosa. Lo studio si avvale di documenti d’archivio, epistolari, manoscritti inediti, e utilizza anche testi dei viaggiatori del Grand Tour settecentesco. PP: 362 PREZZO: 26,00€. Bulzoni Editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Michela Zaccaria: Mario Scaccia

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Attore eclettico, visionario e ironico, Mario Scaccia (1919-2011) attraversa da protagonista sessantacinque anni di storia dello spettacolo con lo sguardo tra i più fulminanti della scena italiana. Apprezzato interprete dei classici (soprattutto Molière e William Shakespeare), coltiva il comicogrottesco di Eugène Ionesco, Friedrich Dürrenmatt e Samuel Beckett, riscopre drammaturghi dimenticati del nostro Ottocento e propone novità di autori italiani e stranieri. Spirito autentico della sua amatissima Roma, per primo riporta al successo le commedie di Ettore Petrolini. Il libro individua le tappe salienti del percorso umano e artistico di Scaccia: dagli esordi dopo la guerra nel teatro universitario e nella compagnia di Anton Giulio Bragaglia accanto a Memo Benassi alla rivista con Macario e alle tragedie classiche a fianco di Vittorio Gassman. Negli anni Sessanta Scaccia fonda insieme a Franco Enriquez, Valeria Moriconi e Glauco Mauri la celebre Compagnia dei Quattro; poi lavora nei Teatri Stabili diretto da grandi registi e da indipendente con una compagnia a suo nome. Il metodo di lavoro e le sue idee sull’interpretazione sono fra i temi di queste pagine, che presentano una significativa scelta di documenti inediti e una puntuale ricostruzione di una lunga avventura d’attore fra teatro, cinema, tivù e radio. PP: 326 PREZZO: 25,00€ Bulzoni editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

On. Mario Tassone: nota “Dalle Signorie ai signorotti”

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Il periodo che stiamo attraversando sarà ricordato come emblematico del completo azzeramento delle grandi formazioni politiche, della ricorrente resa della ragione difronte la disinvolta instabilità di una classe dirigente e della manomissione delle istituzioni trasformate da presidio di democrazia a fortilizi di interessi. Non più Partiti con propri organi collegiali decisori, ma una composita realtà di leader. Capi, sottocapi acclamati, prodotti da un disegno destabilizzante di alcuni magistrati intraprendenti interessati ad una “semplificazione” della politica espressa da pochi più “gestibili “e più “controllabili” rispetto alla complessità degli organi di ampia partecipazione democratica. Via via i capi si sono moltiplicati a dismisura. Un capitombolo dalle Signorie ai signorotti. Questa legislatura si è segnalata per l’annullamento di ogni elementare regola della politica. Non si era mai visto che lo stesso presidente del consiglio presiedesse governi di diversa maggioranza. Come non si era mai vista che una allegra compagnia ottenesse la maggioranza parlamentare avendo come progetto il VFC che ha colpito principi di convivenza civile. Draghi oggi è a capo di un governo di quasi tutti. Una compagine in cui convivono gli opposti. La politica che è confronto su progetti e opzioni di scelte è azzerata. Draghi ha capacità. È divenuto il motore dell’esecutivo che impone le sue scelte evitando di cadere nel pantano delle contraddizioni strumentali. Draghi è un leader riconosciuto. È un lord protettore chiamato a colmare i vuoti abissali delle formazioni politiche. Ma un lord protettore non può stare per un tempo indefinito. Bisogna ritornare nella normalità. Far riprendere il corso della politica attraverso un’area che avvii un confronto teso a superare populismi, sovranismi, radicalismi e leaderismi. È necessario superare le tante divisioni e trovare nella mediazione le opportune sintesi. Le tante monadi possono appagare i capetti ma non ricostruiscono la ossatura politica e istituzionale di cui c’è bisogno. Si esce dalla opacità del presente se, quindi, un’area di elaborazione e di ricerca di scelte politiche, ritorni a essere la forza di gravità in cui il Paese ritrovi la propria visione politica dopo tanto tempo di inerzia del pensiero e sovrabbondanza di illusioni. By Lorenzo Annoni

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giffoni: I lungometraggi vincitori

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Dopo dieci giorni di emozionanti proiezioni, intensi dibattiti, curiosità e riflessioni, i giovani giurati di #Giffoni50Plus hanno decretato i lungometraggi vincitori. Quest’anno il festival ha permesso a 3000 ragazze e ragazzi italiani ed europei in presenza e a 2000 juror, in collegamento da 50 hub nazionali e 20 internazionali, di vivere storie straordinarie grazie alle numerose opere in concorso.A conquistare il Gryphon Award per la sezione Elements +6 è stato DRAGON GIRL di Katarina Launing (Norvegia, Paesi Bassi, Repubblica Ceca) ambientato nel piccolo villaggio di Borington, durante il periodo di Natale. Protagonista è Sara: temendo di essere deportata, si nasconde costantemente dalla polizia e cerca riparo in case vuote. Ma tutto cambia quando in uno dei suoi rifugi incontra un drago. Il film sarà distribuito in Italia da Koch Media. A vincere per la sezione Elements +10 è NIGHT FOREST di Andre Hörmann (Germania) incentrato su Paul, alle prese con un’incredibile avventura tra grotte e foreste in compagnia del suo amico Max.Per la sezione Generator +13 ha trionfato I DON’T WANNA DANCE di Flynn Von Kleist (Olanda), dedicato a un giovane aspirante ballerino alle prese con una madre distruttiva e la scelta della felicità.Mentre per la sezione Generator +16 è Il rapporto padre-figlia alla base di THE SHORT HISTORY OF THE LONG ROAD di Ani Simon-Kennedy (Usa) ad assicurarsi la vittoria. Nola vive alla giornata con suo padre, la sua unica ancora di salvezza in una vita fatta di caducità. La coppia attraversa gli Stati Uniti a bordo di un camper, assaporando la propria indipendenza e facendo lavoretti per sbarcare il lunario. Un evento scioccante, però, fa sì che Nola resti sola: la ragazza si dirige ad Albuquerque, nel New Mexico, alla ricerca di una madre che non ha mai conosciuto. Quando il suo camper si rompe, fa amicizia con il proprietario di una carrozzeria e capisce di poter fidarsi degli altri. Nel cast la cantante Sabrina Carpenter, tra le protagoniste del film Netflix Tall Girl, Steven Ogg della famosa serie tv The Walking Dead e il monumentale Danny Trejo.È NINJABABY (Norvegia, 2021) diretto dalla norvegese Yngvild Sve Flikke il film scelto dai Generator +18. Tratto dalla graphic novel FALLTEKNIKK di Inga Sætre, racconta della 23enne Rachel e della sua inaspettata gravidanza. L’esistenza della ragazza cambia radicalmente quando scopre di essere incinta dopo un’avventura non proprio romantica. Il fidanzato, che non è il padre, è d’accordo a tenere il bambino, ma è Rakel a non essere assolutamente pronta per essere madre. Poiché l’aborto non è più un’opzione, essendo la ragazza al sesto mese di gravidanza, l’adozione resta l’unica risposta. È allora che compare NinjaBaby, un personaggio animato che fa di tutto per rendere la vita quotidiana di Rakel un inferno. I HAVE BEEN WAITING FOR YOU (Francia, 2020) è il titolo del documentario vincitore della categoria Gex Doc. Il film della regista Stéphanie Pillonca è incentrato sulle coppie che non possono avere figli e decidono di ricorrere all’adozione. Un viaggio fatto di sofferenze, emozioni, dubbi e speranze che fa riflettere sull’essenza del rapporto tra genitori e figli.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prezzi: Unc, stangata vacanze, la top ten dei rincari

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Non c’è tregua per chi vuole andare in ferie. Dopo i rialzi record di giugno, non si arresta a luglio il rincaro dei beni e servizi legati all’estate, alla villeggiatura e allo svago. Lo denuncia l’Unione Nazionale Consumatori che ha elaborato i dati Istat resi noti ieri stilando la classifica dei prezzi più lievitati nel mese di luglio.In testa il Traporto marittimo, che vince la top ten sia degli aumenti mensili, con un astronomico +24,7% rispetto a giugno, sia nel confronto con luglio 2020, con +18,2%. Una speculazione bella e buona consentita dalla scarsa concorrenza nel settore.Al secondo posto della graduatoria mensile, il Voli nazionali, balzati del 17% rispetto al mese già vacanziero di giugno scorso, al terzo, Villaggi vacanze, campeggi, ostelli della gioventù e simili con un incremento del 15,4%. Fuori dal podio, ma per poco, i Voli internazionali letteralmente decollati del 12,3% sul mese precedente.In quinta posizione la voce che forse rappresenta più le vacanze, il pacchetto turistico: quelli internazionali sono rincarati dell’8,1%. Una mazzata anche per chi vuole fare finalmente sport dopo un anno chiuso in casa: i Servizi ricreativi e sportivi – partecipazione (piscine, palestre, impianti sportivi, stabilimenti balneari) salgono del 7,5%, mentre gli Articoli sportivi (palloni, racchette, maschere subacquee ecc. ecc.) del 4,1%. Non va molto meglio per chi vuole noleggiare un mezzo di trasporto o affittare un garage per il mese di vacanza, +3,9% sullo scorso mese. Dopo i carburanti, in nona posizione (+2,6% gasolio, +2,4% benzina), chiudono al decimo posto gli alberghi che segnano un aumento mensile dell’1,6%. Appena fuori dalla classifica i climatizzatori, con +1,5%.Nella top ten dei rincari annui, dopo il Trasporto marittimo con +18,2% e i carburanti (+16,5% la benzina, +16,2% il gasolio), che incideranno sulle tasche degli italiani che raggiungeranno la meta delle vacanze con la propria auto, in terza posizione chi ama fotografare e riprendere il luogo di villeggiatura, +8,4% le Macchine fotografiche e le videocamere.Se ne approfittano anche i musei che evidentemente intendono recuperare i giorni di chiusura e che, rispetto a luglio dello scorso anno, hanno maggiorato i prezzi del 7,4%.In quinta posizione Servizi ricreativi e sportivi – partecipazione (+5,5%), poi Alberghi, motel, pensioni e simili (+3,8%), Trasporto ferroviario passeggeri (+3,2%), in ottava posizione Trasporto aereo passeggeri (+2,3%), Ristoranti, bar e simili (+2%) e in decima posizione, gli amati gelati, che salgono dell’1,9% rispetto all’estate scorsa. “Preoccupano molto i rincari di luglio, anche perché si sommano a quelli di giugno. Inoltre va considerato che si tratta di aumenti medi. Nelle località turistiche, quindi, per alcune voci come alberghi e ristoranti i rialzi possono essere anche il triplo” commenta Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Green pass: troppi i consumatori che non riescono ad averlo

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Fioccano le segnalazioni degli utenti che non riescono a ottenere il green pass nonostante abbiano completato il ciclo vaccinale ma che non hanno mai ricevuto l’sms con il codice autorizzativo authcode, non lo trovano accedendo al loro Fascicolo Sanitario Elettronico, non riescono tramite le farmacie.E’ la lamentela più frequente che sta arrivando allo sportello di “Helplombardia: InRete oltre il Covid”, finanziato con i fondi del Ministero dello Sviluppo Economico e curato da Cittadinanzattiva Lombardia, Lega consumatori, Mdc Lombardia, U.di.con., Unione Nazionale Consumatori Lombardia per fornire assistenza gratuita ai consumatori, per tutte le problematiche legate alla pandemia. Le vacanze sono ormai imminenti per tantissime famiglie e non poter avere il green pass può implicare notevoli disagi e limitazioni, come non poter andare al ristorante al chiuso, musei, cinema, sagre, parchi di divertimento, centri termali, piscine. Fare il tampone ogni 48 ore mentre si è in vacanza trasformerebbe le ferie in una degenza, senza contare che in molte località non è tecnicamente possibile effettuarli. Le associazioni chiedono, quindi, di risolvere al più presto questi disguidi e ricordano ai consumatori che, nel caso la Certificazione verde Covid-19 non sia stata ottenuta con le modalità più note (sul sito http://www.dgc.gov.it, tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale, App Immuni e App IO), è possibile chiedere aiuto non solo in farmacia ma, così come indicato sul sito del Governo, anche al medico di medicina generale oppure si può recuperare il codice authcode chiamando il numero di pubblica utilità 1500 attivo tutti i giorni 24 ore su 24.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trade between Moscow and the European Union up 2% in the first quarter of 2021

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

In the period from January to March 2021, total trade between Moscow and EU member states rose 2% to USD 27.46 billion. According to Vladimir Yefimov, Moscow’s deputy mayor for economic policy and property and land relations, the capital city accounts for half of the volume of trade between Russian and the European Union.“In January to March of this year, the total volume of trade between Moscow and EU member states reached USD 27.46 billion, up 2% year-on-year,” the deputy mayor said. “Of that total, non-resource and non-energy exports accounted for USD 1.6 billion, an increase of 46.2% year-on-year and 79.2% from the first quarter of 2019. Germany, Italy, the Czech Republic, the Netherlands, Finland, and Sweden were key consumers of Moscow’s exports.”According to Yefimov, this upturn in exports outside of natural resources and energy is critical for Moscow as the city eyes targets set by a national program entitled International Cooperation and Exports. Under the program, Moscow and other Russian regions are tasked with increasing their non-resource and non-energy exports 70% between 2020 and 2030.Industrial goods make up a significant percentage of Moscow’s non-resource and non-energy exports to the markets of the 27 EU member states, accounting for USD 1.57 billion in Q1 2021, up 49.2% year-on-year. Key industrial exports included polyethylene, polypropylene, automobile tires, immunological treatments, vaccines, and electronic equipment for industry. “Moscow’s exporters have high-tech products to offer Europe,” said Alexander Prokhorov, head of Moscow’s department for investment and industrial policy. “Components for the electronics and automobile industries – things like integrated circuits, EMV cards, and similar products – are good examples.” Prokhorov added that he sees potential for the capital’s exporters in the comparatively new niche of organic cosmetics. Since Moscow-based companies already export cosmetics to Europe, organics are worth studying. In Q1 2021, Italy purchased USD 407.46 million of Moscow’s industrial goods, making it the city’s largest export consumer. Italy was followed by Germany, which purchased industrial goods worth USD 352.38 million, and the Czech Republic, which purchased USD 176.09 million.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The Economist this week: A special edition on our coronavirus coverage

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Throughout the United States, covid-19 is spreading rapidly, mostly owing to the highly contagious Delta variant. This fourth wave of infections is strongest in the heartland and southern states: cases per 100,000 people are highest in Arkansas, Florida and Louisiana; Missouri has the highest hospitalisations.Identifying the causes of vaccine hesitancy can help policymakers decide where to target their efforts. According to surveys and modelling by The Economist, the single greatest predictor of whether an American has been vaccinated is whether they voted for Joe Biden or Donald Trump last November.In many middle-income countries around the world, from Brazil to Belarus, the pandemic is stirring unrest. People are angry about economic hardships, and they see how the rich and well-connected go to the front of the queue for vaccinations, medical treatment and government help. They are angry that their leaders have not done a better job of containing the coronavirus. At the same time, people’s suffering has created a sense of solidarity which is fanning grievances that smouldered long before anyone had heard of covid-19.In England, it looks like Boris Johnson’s gamble to unlock society will pay off. When Mr Johnson lifted restrictions on July 19th, many observers predicted disaster. More than a week of liberty later, without masks and with clubbing, cases are still falling. Indeed, daily case counts have fallen by roughly half since the rules were relaxed. Meanwhile our Bagehot columnist observes that, with the return of summer parties, a sense of normality is returning to Westminster. A strange era in British politics could be coming to a close.Among the many emergency measures introduced by state governments in America during the pandemic, one stood out for the jollity it heralded: a change in the law to allow bars and restaurants to sell cocktails-to-go. The change in states’ alcohol laws looks set to stay. Zanny Minton Beddoes Editor-In-Chief The Economist

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »