Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 26 gennaio 2022

Dopo tanti scandali, il Libor va in pensione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

By Mario Lettieri e Paolo Raimondi. Dal primo gennaio 2022 il London Interbank Offered Rate (Libor), per anni alla base degli scambi di prestiti, è arrivato al capolinea. Lo stesso vale anche per l’Euribor e per altri tassi di riferimento (benchmark). Essi verranno sostituiti da altri benchmark, che dovrebbero essere più affidabili, tra cui: il Sofr (Secured overnight financing rate), tasso di interesse che misura il costo della raccolta di denaro con scadenza a un giorno (overnight) nel mercato «pronti contro termine» dei titoli del Tesoro Usa; il Sonia (Sterling overnight index average), sviluppato dalla Bank of England; il Saron (Swiss average rate overnight), basato su effettivi scambi di mercato in franchi svizzeri. Il nuovo sistema sarà fondato su un insieme di tassi overnight, ritenuti quasi privi di rischio (acronimo: rfr), perché basati su transazioni effettivamente avvenute su un mercato attivo e liquido il giorno precedente. I nuovi tassi si decideranno in conformità a contratti già chiusi e non su stime, su sondaggi tra le banche coinvolte. Di conseguenza, con il nuovo sistema l’ammontare degli interessi da pagare sarà determinato dalla media dei tassi overnight durante il periodo del contratto e non conosciuto in anticipo, come avveniva prima. Com’è noto, il Libor è stato per 45 anni il principale benchmark di riferimento per le transazioni sul mercato interbancario internazionale. A esso erano collegati tutti i tassi applicati ai prodotti bancari, influenzando operazioni finanziarie per circa 800.000 miliardi di dollari. Il Libor era un tasso variabile, calcolato giornalmente dalla British Bankers’ Association sulla media di otto valori forniti da sedici grandi banche. A sua volta, l’Euribor era fissato dalle banche, organizzate nella Federazione bancaria europea. Va rilevato che esso continuerà a operare fino alla metà del 2023 per circa 230.000 miliardi di dollari di contratti esistenti. Il cambiamento è dovuto a ragioni di trasparenza, di correttezza e di migliore controllo, a seguito dei tanti scandali e delle manipolazioni fatte dal 1991. Le banche coinvolte avevano fatto “cartello” e, violando l’antitrust, operavano di comune accordo e fornivano valori giornalieri differenti da quelli veri. Lo scandalo più grande esplose nell’estate del 2012, quando l’inglese Barclays ammise le sue colpe e concordò con le autorità britanniche e statunitensi il pagamento di una multa di 453 milioni di dollari. Molte altre anomalie vennero a galla e coinvolsero le principali banche mondiali. L’Ubs svizzera dovette pagare alle autorità di regolamentazione 1,5 miliardi, la Royal Bank of Scotland 612 milioni, la Deutsche Bank 2,5 miliardi. Anche la Federal Deposit Insurance Corporation (Fdic), l’organismo federale USA per la garanzia dei depositi bancari, portò in tribunale ben sedici grandi banche internazionali per aver manipolato il Libor, causando ingenti perdite ad alcuni gruppi finanziari americani. Le banche coinvolte, processate e sanzionate, comprendevano le americane Jp Morgan, Citigroup, Bank of America; le europee Ubs, Credit Suisse, Deutsche Bank, Société Générale, Hsbc, Barclays e Royal Bank of Scotland e le asiatiche Bank of Tokyo e Mitsubishi. Simili scandali avvennero anche con l’Euribor. Si certificò che la Barclays manipolò il tasso d’interesse in collaborazione con altri quattro istituti bancari, quali la Deutsche Bank, il Crédit Agricole, la Société Générale e l’Hsbc. Tanto che nel 2013, gli organismi di controllo di Bruxelles multarono un altro gruppo di banche per un totale di 1,7 miliardi di euro. Con il pagamento di una multa, le banche si garantivano che i procedimenti penali fossero chiusi. L’ammissione di colpa e le sanzioni irrogate alle banche diventavano delle “scene teatrali” per l’opinione pubblica. Negli Usa, per esempio, dal punto di vista penale non si applicava il corpus legislativo RICO (Racketeer Influenced and Corrupt Organizations Act), che sancisce che, quando più persone concorrono in un atto criminale, scatta l’accusa di “conspiracy”. La riforma ci sembra valida e più trasparente. E’ il caso, però, di ricordare che spesso “fatta la legge trovato l’inganno”. Speriamo che non sia così. Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’utilizzo dei fanghi in agricoltura deve essere fermato quanto prima

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

Ciò per evitare seri danni all’ambiente e alle persone – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Con una mozione presentata in questi giorni, 36 senatori del gruppo misto hanno chiesto di fermare immediatamente lo sversamento dei fanghi di depurazione nei campi agricoli per scongiurare un’ulteriore intossicazione del suolo. Nel mirino c’è in particolare la norma del cosiddetto decreto Genova del 2018, che consente di aumentare gli idrocarburi pesanti C10-C40 da 50 a 1.000 milligrammi per chilo.L’aumento dei limiti di idrocarburi consentito dal decreto è dieci volte superiore per pericolosità e tossicità ai limiti previsti per i fanghi industriali tossici da portare in discarica – continua Tiso. I campi hanno insomma meno tutele delle discariche ed è possibile riversarvi sostanze altamente tossiche, con conseguenze nefaste per le coltivazioni e i residenti. Mentre tutta la discussione sulle politiche agricole europee si concentra sul Green Deal, non è tollerabile che simili pratiche possano continuare con l’avallo della legge.Ai rischi già esposti, si aggiunge anche quello che i fanghi tossici possano facilitare la diffusione del Covid, come già segnalato da organizzazioni come l’Oms e l’Istituto Superiore di Sanità. La nostra Confederazione sostiene quindi la mozione presentata dai 36 senatori e chiede al ministro Patuanelli un intervento immediato, oltre a un chiaro impegno affinché lo sversamento dei fanghi tossici non sia mai più consentito.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nell’ultimo mese tasso mortalità over 60 scende dal 9,56% all’1,19% grazie ai vaccini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

«Ancora troppi senior purtroppo continuano a morire per il Coronavirus (sono 3.921 i decessi over 60 nel corso dell’ultimo mese) ma fortunatamente c’è un nuovo dato che ci conforta e che sbugiarda, semmai ce ne fosse ancora bisogno, i no vax: grazie ai vaccini, negli ultimi trenta giorni il tasso di mortalità tra gli over 60 è sceso dal 9,56% all’1,19%» lo dichiara Roberto Messina, Presidente di Senior Italia FederAnziani, il cui centro studi ha analizzato gli ultimi dati provenienti dall’Istituto Superiore di Sanità. «Al 14 dicembre scorso, secondo il bollettino dell’ISS, il totale dei decessi provocati dalla pandemia erano 134.463, di cui 127.837 erano over 60, pari al 95,07% del totale. – dichiara Messina – Oggi il numero complessivo dei decessi è salito a 138.645, di cui 131.758 over 60, con 3.921 decessi tra i senior nell’ultimo mese. Il dato importante da sottolineare, però, è che i percorsi vaccinali hanno portato a un considerevole miglioramento della situazione: infatti nei trenta giorni appena trascorsi il tasso di mortalità (deceduti/contagiati) dei senior è stato dell’1,19%, contro un dato da inizio pandemia a metà dicembre 2021 del 9,56%. Un calo determinato certamente dall’espansione delle vaccinazioni. Oggi la percentuale dei vaccinati con 3 dosi over 60 è il 74,9% della popolazione, con due è l’87,8%, con solo una è il 5,5%. A non essere ancora vaccinati (né guariti) sono il 9,5% della popolazione in questa fascia d’età, così distribuiti: il 13,6% della popolazione d’età compresa tra 60 e 69 anni, il 9,4% tra i 70 e i 79, e il 3,5% tra gli 80 e gli 89. Si tratta di un grande successo che conferma ancora una volta l’efficacia della vaccinazione specialmente rispetto a questa fascia della popolazione. Non dobbiamo quindi abbassare la guardia, ma continuare a concentrarci su questa fascia d’età in cui il rischio di morire per Covid è superiore di ben 56 volte per le persone non vaccinate rispetto a quelle vaccinate. Si è smesso, infine, di parlare delle RSA, dove la situazione è ancora molto problematica, i contagi continuano a moltiplicarsi, molte strutture sono in sofferenza per la scarsa disponibilità di infermieri e personale sanitario, e dove molte irregolarità gravi sono state rilevate dai controlli dei NAS nelle scorse settimane, incluse le mancate vaccinazioni dei sanitari e l’inosservanza delle misure anti-Covid, oltre alle classiche carenze igieniche e strutturali. Anche rispetto a queste strutture il nostro appello è a non fare passi indietro, a risolvere le criticità che ben conosciamo, e soprattutto a vaccinarsi non solo per doverosa osservanza delle norme vigenti, ma anche per non rendersi responsabili di ulteriori contagi e morti. Infine – conclude Messina – occorre ritornare alla presa in carico dei pazienti affetti dalle diverse cronicità e all’erogazione delle cure ordinarie, perché altrimenti aggiungeremo tante altre morti evitabili in più come i pazienti oncologici, dializzati, fratturati, ai decessi dovuti al Covid.»

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Osservatorio Blockchain PoliMi Continua la crescita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

Continuano ad aumentare i progetti di Blockchain e Distributed Ledger, un ambito che evolve sempre più velocemente, con applicazioni diverse, dalle criptovalute agli Nft, passando per il DeFi. Nel 2021 si contano a livello globale 370 iniziative (progetti e annunci) sviluppate da aziende e pubbliche amministrazione, +39% rispetto al 2020, che portano a 1.615 il totale dei casi censiti dal 2016 ad oggi. Quest’anno sono stati sviluppati più progetti implementativi (243, +25%), a discapito dei semplici annunci (127), che portano a 751 il numero complessivo tra progetti operativi, pilota o proof of concept (escludendo gli annunci) censiti negli ultimi 5 anni. I settori più attivi sono quello finanziario con il 38% dei progetti e la Pubblica Amministrazione con il 16%, seguiti dai Media con il 7% e l’Agrifood con il 6%. Le applicazioni di questa tecnologia nata nel 2008 con Bitcoin si stanno evolvendo velocemente in diverse direzioni, ma tutte hanno in comune la spinta verso una nuova versione del Web. La Blockchain, infatti, è alla base della “next web revolution”: il Web3, una sorta di Internet “decentralizzato” che potrebbe essere la naturale evoluzione dell’attuale Web “centralizzato” dominato dalle big tech. Nel mondo del Decentralized web, la Blockchain permette di creare l’infrastruttura che abilita nuove soluzioni di business indipendenti, spesso basate su applicazioni decentralizzate (le cosiddette DApp) o gli Nft, token unici che rappresentano una proprietà privata digitale. A livello internazionale, i progetti implementativi sviluppati in questo ambito sono ancora pochi (solo 71, il 10% del totale), ma la crescita del 382% in un anno lascia intuire grandi prospettive. E, considerando le principali piattaforme permissionless, sono già oltre 8.000 nel mondo le Dapp sviluppate da startup.A fronte di questo fervore internazionale, il mercato italiano è in fase di attesa. Ancora non si vede una crescita decisa dell’adozione delle tecnologie Blockchain e gli investimenti delle aziende sono pari a 28 milioni di euro nel 2021, più o meno stabili rispetto ai 23 milioni del 2020 e ai 30 milioni del 2019. In Italia il settore più attivo si conferma quello finanziario e assicurativo, con il 50% degli investimenti. Seguono la pubblica amministrazione (15%), in forte crescita anche grazie allo sviluppo dell’Italian Blockchain Service Infrastructure, l’agroalimentare (stabile all’11%) e le utility (10%) che, dopo numerose sperimentazioni negli scorsi anni, ha visto un deciso incremento. In continuità con il 2020, il mercato italiano è focalizzato soprattutto sullo sviluppo di progetti pilota e sull’evoluzione di quelli già in produzione: solo il 13% degli investimenti riguarda Proof of Concept o attività di formazione. Se l’adozione delle aziende stenta ancora a decollare, i consumatori italiani sono sempre più orientati all’utilizzo delle applicazioni Blockchain, in particolare le criptovalute: ben il 12% degli italiani ha già acquistato Bitcoin o altre criptocurrencies, il 17% è interessato a farlo in futuro, mentre il 58% le conosce ma non è interessato a possederle e solo il 13% non le conosce affatto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Monica Sabolo: Eden

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

Collana Oceani, pp. 288, 20 euro. Dove aleggia la cattiveria umana, un paradiso terrestre può trasformarsi facilmente in un inferno. Dall’autrice di Summer, 50.000 copie vendute in Francia, finalista al Premio Goncourt e al Premio Interralié, arriva il nuovo romanzo della nuova stella nel firmamento del thriller psicologico francese. In una regione remota, ai margini di una foresta minacciata di distruzione, vive Nita, che sogna di fuggire da questo luogo senza futuro. A quindici anni ha smesso di credere nella bellezza della foresta, nel suo potere, nei suoi spiriti, da quando suo padre vi è scomparso in maniera inspiegabile. Quando una ragazza di città, Lucy, si stabilisce davanti a casa sua, si risveglia la consapevolezza di Nita di un mondo invisibile. Segreta e solitaria, Lucy si avventura spesso nei boschi, dove osserva le tracce di strani rituali… Pochi mesi dopo, Lucy viene trovata addormentata ai piedi di un albero, nuda e coperta di ferite. Cosa gli sia successo, nessuno lo sa. Innocenza, colpa e castigo sono al centro di questo romanzo in cui la foresta, luogo di pericolo e fascino, è un personaggio a sé stante. Eden esplora anche la nostra connessione con le origini e la memoria in un mondo sull’orlo dell’estinzione. Combinando una prosa inquietante e una suspense implacabile, Eden mette in discussione la parte occulta e selvaggia dell’uomo, e della sua perduta innocenza.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Elena Stancanelli: Il tuffatore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

Collana Oceani, pp. 256, 18 euro Un romanzo che racconta la fine di un’epoca. Quella degli uomini come Raul Gardini, i vincitori, i pirati. Gardini è l’archetipo di una mascolinità che è stata sconfitta dalla storia. La sua vicenda, dall’eredità di Serafino Ferruzzi fino a Tangentopoli e il crollo della prima Repubblica, passa davanti agli occhi di una donna che ha l’età di sua figlia, intreccia la vita di Fabrizio de André, si muove sullo sfondo della provincia romagnola. Coi suoi fantasmi felliniani, i miti eroici, l’ascesa e poi la caduta rovinosa. “Qualche anno fa mi sono appuntata questa frase: ‘Nel 1982 Raul Gardini licenziò il padre di Fabrizio De Andrè.’ L’avevo trovata in una biografia. Da un po’ di tempo raccoglievo articoli, interviste, foto, compravo e leggiucchiavo tutto quello che mi capitava su Gardini. Non ero sicura che avrei scritto questo libro ma ci ronzavo intorno. Chiedevo in giro, soprattutto alle persone più giovani di me. Di Mani Pulite e Antonio Di Pietro sapevano, ma quasi nessuno si ricordava del Moro di Venezia e dell’America’s Cup, dell’epopea dei Ferruzzi. Raul Gardini non lo avevano mai sentito neanche nominare. Tutti invece conoscevano Fabrizio De André.” – Elena Stancanelli

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cesare Brandi: teoria del restauro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

Collana i Delfini, pp. 224, 13 euro A cura di Massimo Carboni, con i saggi critici di Antonio Paolucci e Giuseppe Basile La nuova edizione di un classico che ha fondato la disciplina teorica del restauro in Italia, e ne ha fatto un modello in tutto il mondo. In un volume indirizzato a chiunque voglia approfondire il rapporto con l’arte, Cesare Brandi espone il significato e i metodi del restauro, il suo rapporto con la storia e il pubblico, e ne afferma il ruolo cruciale nel trasmettere al futuro il patrimonio di cui disponiamo.“C’è un libro italiano del Novecento che è stato tradotto nelle principali lingue del mondo. Non solo in inglese, in francese, in spagnolo, ma anche in cinese, in giapponese, in polacco, in portoghese, in greco, in rumeno. Si tratta della Teoria del restauro di Cesare Brandi uscito nel 1963. Se oggi l’italiano è lingua franca nei principali laboratori di conservazione, dal Getty di Los Angeles a Xian in Cina, se quel libro resta il manuale base nelle università e nelle scuole di restauro da Tokio a Varsavia, il merito è di Cesare Brandi.” Antonio Paolucci In libreria dal 17 febbraio

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giorgio Scerbanenco: Traditori tutti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

Un’indagine di Duca Lamberti collana Oceani, pp. 256, 17 euro, illustrazione di copertina di Manuele Fior. Duca Lamberti era un medico prima di finire in carcere per essersi spinto troppo in là nell’alleviare le sofferenze di una sua paziente. Forse è un uomo giusto, certamente sa frequentare con un certo talento i lati oscuri dell’esistenza. Questa qualità lo rende particolarmente apprezzato quando si tratta di incarichi molto particolari, come aiutare una giovane apparentemente sprovveduta che non vuole deludere il suo futuro sposo. Ma Lamberti ha un intuito speciale per scoprire quando le persone mentono, e in questa vicenda troppe cose puzzano di bruciato. Una coppia annegata in macchina nel Naviglio fuori Milano, in un modo che ricorda quello di un omicidio accaduto diversi anni prima. Una valigia misteriosa che porta a un ristorante di provincia dove il piatto forte del menù non va molto d’accordo con la legge. Una storia di spie e tradimenti che riapre le ferite della Seconda guerra mondiale. In un’Italia dove tutto è possibile ma non ci si può fidare di nessuno, che guarda incantata la televisione mentre il crimine allunga le mani sottobanco, la polizia ha di nuovo bisogno di Duca Lamberti.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giorgio Scerbanenco: Venere privata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

Il primo caso per Duca Lamberti collana Oceani, pp. 248, 17 euro, illustrazione di copertina di Manuele Fior Prosegue la pubblicazione delle opere di Scerbanenco, questa volta con i primi due romanzi della memorabile serie di Duca Lamberti. “Duca Lamberti è un investigatore atipico, disincantato e arrabbiato, immerso nella folla e nella sua città, tra mafie, seduttori, ipocrisie di ogni specie e grandezza. Nei romanzi di Lamberti, il suo aggressivo e per nulla politicamente corretto alter ego, forse Scerbanenco può finalmente far venire a galla il motivo per cui anche lui, come il suo personaggio, non riesce a dormire.” Cecilia Scerbanenco Si imparano molte cose in tre anni di carcere passati a raccogliere le storie d’innocenza dei propri compagni di cella, tutti Abele uccisi da Caino e tutti Adamo corrotti da Eva. Duca Lamberti – un ex medico condannato per aver aiutato un’anziana paziente a morire – in prigione ha imparato ad ascoltare, e a non parlare troppo. Per questo un ricco imprenditore, Pietro Auseri, lo ha scelto per un compito che gli sta particolarmente a cuore: salvare il figlio Davide da un’improvvisa depressione annegata nell’alcool. Forse per riscattare la sua vita dedicata agli altri, o forse solo per curiosità, Lamberti accetta di prendersi cura del giovane Auseri, entrando in confidenza con lui fino a stanare il segreto che lo ha gettato nel buio. È una storia che porta alle strade poco battute della periferia di Milano, dove la nebbia custodisce i segreti di amanti e criminali che si dividono la notte, fino al corpo di una giovane ragazza che cercava una vita migliore e ha trovato la morte. Gli unici indizi, un rullino di fotografie bollenti e una donna combattiva, Livia, che applica alla realtà gli imperativi categorici della filosofia che ha studiato. In una città tentacolare e seduttiva come le anime peccatrici che la abitano, Duca Lamberti ha cominciato a indagare.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Boris Pahor: Oscuramento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2022

Collana Oceani, pp. 480, 21 euro. In occasione del Giorno del Ricordo, un romanzo inedito di Boris Pahor, essenziale per capire la nostra storia e il percorso letterario e umano di questo grande scrittore. Oscuramento è il primo volume della trilogia con protagonista Radko Suban, alter ego dell’autore. Radko Suban è un giovane triestino di origine slovena che, nell’autunno del 1938 sentendosi inadeguato, sbagliato e incompreso abbandona il seminario e una strada già decisa per partire in cerca di se stesso. Si trova però impigliato nelle pieghe della Storia: da un lato insegue in modo quasi ossessivo il reinserimento a pieno titolo nella società laica, dall’altro cerca di ricostruire il suo universo di giovane uomo attraverso un’educazione sentimentale tardiva resa più difficile dalla situazione politica del periodo e dall’incombere della guerra. È in questo contesto che incontra Mija, ma proprio quando la loro amicizia si sta trasformando in qualcosa di più Radko è chiamato al servizio di leva e viene inviato in Libia. Mentre lui è lontano Mija sposa Darko Licen, militante comunista come lei, ma al ritorno di Radko, dopo l’8 settembre, Darko è in galera e Trieste è occupata dai nazisti. È qui che lui e Mija si ritrovano pienamente, in un incontro necessario, quasi un appuntamento sancito dal destino. Ma la guerra non si ferma e travolge tutto quello che incontra, anche Radko, Mija e Darko. Boris Pahor, uno dei grandi testimoni del Novecento e il più grande scrittore sloveno vivente, ha fatto di Radko Suban il proprio alter ego per raccontare le vicissitudini sue e del suo popolo all’alba e durante il secondo conflitto mondiale.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »