Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Archive for 7 gennaio 2022

Mostra personale: “Paesaggio dentro” di Antonella Linda Barone

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Roma 8 -14 gennaio ‘22 Orari: lun. / sab. 16:00 – 19:3 (Inaugurazione: sabato 8 gennaio 2022 ore 18:00) Art GAP, Modern & Contemporary Art Via di Santa Maria in Monticelli 66. Testi di prof. Fabrizio Dell’Arno e dott.ssa Francesca Papi. “Nella mostra personale “Paesaggio dentro”, presentata da Antonella L. Barone, troviamo una selezione di dipinti ad olio e acrilico che raccontano luoghi esplorati dall’autrice attraverso una ricerca pittorica lontana dai tradizionali vincoli rappresentativi della pittura del paesaggio. Troviamo, in quasi tutti i lavori, segni e macchie ricreati in modo spontaneo, guidati dal colore e dallo stesso impasto ad olio. Resta sempre l’intenzione che fissa un luogo da raccontare, ispirato a volte a un viaggio lontano o altre a una semplice passeggiata nel proprio quartiere. È possibile far emergere un filo comune che leghi gli elementi delle opere presentate. L’esperienza del paesaggio può essere identificata su due livelli: da una parte, l’oggetto della visione e, dall’altra, il soggetto interiore. Questi due livelli, che nell’esperienza dell’artista sono compresenti, si staccano per poi riunirsi, si mescolano, si dividono e s’inseguono, si muovono su dimensioni differenti. Il vissuto e l’immaginato si uniscono, senza soluzione di continuità, nel ricordo. Non esiste, dunque, un solo paesaggio in queste opere. E non esiste una sola pittura di paesaggio, ma tanti paesaggi quanti sono gli sguardi che li osservano”. By prof. Fabrizio Dell’Arno E per la dott.ssa Francesca Papi: “Antonella L. Barone ha dedicato questo ciclo di opere al racconto del paesaggio interiorizzato, una narrazione frutto di un lavoro di indagine e perlustrazione di luoghi nascosti, di ricerca ed esposizione di sé, di composizione e stratificazione dei materiali, di apertura e dialogo con possibilità espressive sempre più radicali, sempre meno ancorate alla standardizzata gestualità pittorica che riproduce senza produrre e creare alcunché. La pittrice L. Barone si dimostra in particolar modo interessata non tanto alla riproduzione del mondo esterno, che implica l’adozione di uno sguardo eteroreferenziale, attento alla semplice resa di un mondo inteso come oggetto a sé stante, ma dà riprova del proprio interesse di tipo percettivo, che si ripropone di rendere visibile l’apparenza delle cose, come quindi le cose appaiono al suo occhio emotivo: tutto ciò comporta l’assunzione di uno sguardo prettamente autoreferenziale, indirizzato verso la propria più intima e profonda esperienza viscerale”. http://www.artgap.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Stenen i Forsen songs for two pianos”

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

E’ uscito in tutti gli stores musicali l’ultimo progetto musicale di Luigi Bozzolan edizioni Terre Sommerse. Che cos’é l’intelligenza in musica? La domanda puó sembrare bizzarra se si considera che il luogo comune dominante vuole l’arte dei suoni – ogni arte, in veritá – caotico territorio delle emozioni piú varie, possibilmente allo stato puro. Per provare a dare una risposta possibile diró che l’intelligenza in musica (e forse in ogni creazione artistica) é la capacitá di scegliere con cura i materiali di partenza e, soprattutto, l’abilitá nel saperli organizzare in maniera, appunto, “intelligente”, distinguendo cioé (qui ci aiuta l’etimología della parola) tra il necessario e il superfluo, tra il significativo e il poco significativo, tra ció che é importante dire e, soprattutto, ció che non va detto. Ebbene evidentemente considero Stenen i Forsen (Il sasso nel ruscello) un lavoro molto intelligente. Si avverte lungo il dipanarsi delle varie tracce una intensa ricerca di visione e di spazio che rende del tutto irrilevanti questioni di stile e di linguaggio, felicemente scavalcate nel corso dell’opera da un’acuta sensibilitá per la dimensione narrativo-teatrale del suonare. Decisiva per la realizzazione del disegno espressivo che attraversa tutto il CD é l’idea di un piano solo…a due pianoforti. Due entitá o se si vuole due personaggi in costante relazione-conflitto che miracolosamente – intelligentemente direi, a costo di ripetermi – sembrano un solo strumento. Un “due in uno” che consente a Bozzolan, grazie a un sapiente gioco di dosaggio, manipolazione e distribuzione della materia, di ampliare, dar forma a e deformare il nucleo ideativo iniziale dei brani facendo delle sue “Canzoni per due pianoforti” vere e proprie sculture liquido-sonore i cui contorni vediamo pian piano definirsi fino al loro completo manifestarsi. Procedimento di grande fascino che forse raggiunge il massimo dell’efficacia nel bellissimo Aquarium Life. Un CD che trasuda sincera originalitá da ogni nota e che colpisce con forza l’attenzione di chi ascolta. Un’attenzione che questo lavoro merita veramente tutta.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo: Il Miracolo

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Roma dall’11 al 23 gennaio 2922 ( Dal martedì al sabato ore 21 Domenica ore 18) debutta sul palcoscenico del Teatro Cometa Off Via Luca Della Robbia, 47 “Il miracolo”, spettacolo scritto da Franca De Angelis e diretto da Christian Angeli. Anna Cianca e Galliano Mariani, con la partecipazione di Patrizia Bernardini, portano in scena uno spettacolo contemporaneo, sentito, forte, in un certo senso provocatorio, in equilibrio tra dolore, speranza, fede, attualità, riflessione. Da quando il suo compagno – un ex sacerdote – è morto, dopo una devastante malattia, Sergio ha perso la voglia di vivere. Una sera, nel suo studio medico, ben oltre l’orario di ricevimento si presenta una donna sulla cinquantina, che sostiene di essere suora di clausura in un convento poco distante e di essere incinta, senza essere stata con un uomo. Sergio fa non poca fatica a convincere suor Teresa a sottoporsi agli esami di routine. Quando infine ci riesce, il referto sembra confermare ciò che il medico sospettava: la donna non aspetta alcun bambino. Un brutto tumore la sta devastando. Suor Teresa rifiuta però di credere alle parole di Sergio e di sottoporsi a qualsiasi cura, opponendo alla diagnosi la propria fede nell’evento miracoloso che, secondo lei, sta per accadere. Il miracolo tocca temi di scottante attualità – il diritto a decidere del proprio fine-vita, la possibilità per le coppie gay di avere figli – ma è soprattutto uno spettacolo sulla fede, intesa come speranza attiva e come tale costruttrice di realtà, e sull’elaborazione del lutto.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

​​​​​​Il 2021 per il Parco di Ercolano si chiude con la crescita del 50% dei visitatori

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Da poco concluso il 2021, si tirano le somme del secondo anno di pandemia. Il Parco Archeologico di Ercolano rialza fiero la testa, registrando un +50% di presenze; sono stati infatti 155.154 i visitatori che hanno varcato la soglia dell’ingresso del sito, rispetto ai 100.424 dello scorso anno. Alla flessione dell’anno scorso è corrisposta una impennata nella crescita dei visitatori virtuali del Parco; il lavoro di tutto lo staff è stato infatti rivolto alla trasposizione dei contenuti del Parco sui canali social, permettendo un intrattenimento culturale di qualità ma allo stesso tempo leggero, nei mesi bui di lockdown, creando un legame con i visitatori che hanno partecipato agli appuntamenti con costanza e regolarità.E’ del 2021 il lancio della nuova identità visiva del Parco, tutta incentrata sulle connessioni territoriali, a partire dalla scelta del segno grafico: il nodo di Ercole, alle numerose occasioni in cui il Parco si è reso catalizzatore e volano di sviluppo territoriale. Proficue e costanti le azioni di connessione del Parco con il territorio a partire dall’illuminazione in diverse occasioni dell’ingresso di Corso Resina, simbolicamente il nodo che collega l’antico al moderno, il sito archeologico alla città moderna di Ercolano.Nel 2021 si è svolta inoltre la fortunata rassegna ‘Gli Ozi di Ercole, Materia e corpi tra antico e moderno’, che registrando continui sold out, ha dato voce alla cultura materiale, al desiderio, all’appetito in un costante rimpallo tra antico e moderno.Durante il periodo estivo, è tornato l’appuntamento con ‘I Venerdì di Ercolano’, aperture serali con percorsi guidati nel sito illuminato artisticamente, con proiezioni di alcuni capolavori di pittura provenienti dagli scavi del 1700 ad Ercolano e di tableaux vivants. Ulteriore appuntamento molto apprezzato dal pubblico è stato ‘Close up cantieri’ dove i visitatori entrano in prima persona nelle domus in corso di restauro. Molto buono il riscontro per il 2021 dell’abbonamento ‘Un anno=un giorno’, la possibilità di visitare il sito archeologico per un intero anno al costo di 13€, lo stesso di un biglietto singolo; tanto che si ripropone per l’anno 2022 la stessa promozione.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bookmaker: “Belfast” miglior film, “Drive my car” batte Sorrentino

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Un solo rivale sulla strada tra Paolo Sorrentino e il Golden Globe al miglior film straniero. A pochi giorni dalla cerimonia che assegnerà i premi della stampa estera (in programma nella notte tra domenica e lunedì) il regista italiano sfida il giapponese Ryusuke Hamaguchi, che con “Drive My Car” guida le previsioni dei bookmaker: il riconoscimento al film che ha conquistato la critica si gioca a 1,48 su Planetwin365, con “È stata la mano di Dio” in seconda posizione a quota 3,40. Più lontani gli altri concorrenti: “Un eroe” dell’iraniano Farhadi è a 5, “Madres paralelas” di Almodovar vale 13, mentre il finlandese “Scompartimento n. 6” chiude a 19.Sfida a due anche per il miglior film drammatico: in questo caso è Belfast (a 1,90) a partire favorito su Stanleybet.it, seguito da “Il potere del cane” a 2,50 e da “Una famiglia vincente” a 5. Lontani invece “Dune” (16) e “CODA” (23). Tra i musical e le commedie vola “West side story” a 1,30, con “Licorice Pizza” a 3,00. Snobbato “Don’t look up”, solo a 16 alla pari con “Tick, Tick Boom”, “Cyrano” è ultimo a 26. Nette le scelte per i premi agli attori: tra i protagonisti maschili in film drammatici la strada è in discesa per Will Smith (“Una famiglia vincente”) a 1,47, mentre per i musical e commedie le preferenze vanno ad Andrew Garfield (“Tick, tick boom”) a 1,34. Kristen Stewart si prende la scena tra le attrici drammatiche, a 1,50 per “Spencer”, Rachel Zegler è invece la prima scelta per la categoria musical e commedie, a 1,65 con “West side story”. Unanime, infine, il giudizio per il miglior regista, con Jane Campion (“Il potere del cane”) che svetta tra 1,47 e 1,50, seguita da Kenneth Branagh (2,70, “Belfast”), Steven Spielberg (7,00, “West side story”), Denis Villeneuve (18 “Dune”) e Maggie Gyllenhaal (36, “The Lost Daughter”). By Lucia Laudando

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accademia di medicina di Torino: “L’eradicazione del virus dell’Epatite C”

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Martedì 18 gennaio alle ore 21, l’Accademia di Medicina di Torino terrà una riunione scientifica, sia in presenza, sia in modalità webinar, dal titolo “L’eradicazione del virus dell’Epatite C”. L’incontro verrà introdotto da Mario Rizzetto, Professore Onorario di Gastroenterologia, Università di Torino e socio dell’Accademia. Il relatore sarà Alessia Ciancio, Professore Associato di Gastroenterologia, Dipartimento di Scienze Mediche, Ospedale Molinette di Torino. L’infezione da HCV è nella maggior parte dei casi asintomatica e troppo spesso molte persone scoprono l’infezione HCV quando la malattia è già in stato di fibrosi avanzato o in cirrosi. Dal 2015, grazie all’arrivo dei farmaci innovativi ad azione diretta (DAA), l’epatite C può essere sconfitta. Questi farmaci non curano solo la malattia, ma bloccano la trasmissione del virus e risultano efficaci anche nel curare le manifestazioni extraepatiche HCV-correlate, come il diabete, la sindrome metabolica e alcuni tipi di linfomi. Poiché la malattia è asintomatica, spesso i soggetti portatori del virus non sanno di essere malati. La sfida adesso è intercettare il sommerso. Questa strategia è stata promossa dal recente decreto Milleproroghe (Legge N. 8/2020) che ha stanziato 71,5 milioni di euro per lo screening gratuito per il biennio 2020-2021, per raggiungere l’obiettivo dell’OMS di sconfiggere l’epatite C entro il 2030. Si potrà seguire l’incontro sia accedendo all’Aula Magna dell’Accademia di Medicina di Torino (via Po 18, Torino), previa prenotazione da effettuare via mail all’indirizzo accademia.medicina@unito.it e dietro presentazione del Green Pass, sia collegandosi da remoto al sito http://www.accademiadimedicina.unito.it.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capital Group: 3 modi in cui il cloud può cambiare il nostro futuro

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

A cura di Andy Budden, Responsabile degli investimenti di Capital Group. Durante la crisi del COVID-19, l’economia globale ha registrato una forte accelerazione della trasformazione digitale. Secondo i dati raccolti da Statista, la spesa mondiale per la trasformazione digitale dovrebbe aumentare da 1.300 miliardi di dollari USA nel 2020 a 2.400 miliardi di dollari USA nel 2024. Se da un lato la pandemia ha avvantaggiato le aziende della new economy in settori come l’e-commerce, i pagamenti digitali e l’intrattenimento online, dall’altro molte aziende della old economy si sono anch’esse ritrovate a passare all’era digitale.Di seguito tre modi in cui le aziende innovative sfruttano il potenziale delle tecnologie cloud per rivoluzionare il proprio settore, creando una crescita trasformazionale. 1. L’agricoltura, uno dei settori più tradizionali, sta vivendo una continua trasformazione. Sempre più spesso, i droni connessi al cloud consentono un’agricoltura di precisione che può aumentare sia l’efficienza che la sostenibilità. Il monitoraggio intelligente del bestiame (ad esempio, smart tag per monitorare la salute e le attività di una mucca), i macchinari agricoli autonomi e gli “edifici intelligenti” sono altre soluzioni praticabili basate sul cloud. Queste tecnologie offrono guadagni incrementali in termini di efficienza, che hanno un effetto concreto sul miglioramento delle prestazioni agricole. Si stima che oltre 500 miliardi di dollari USA in prodotto interno lordo globale potrebbero essere sbloccati dalla connettività nell’agricoltura entro il 2030. I vantaggi delle soluzioni basate sul cloud vanno ben oltre il settore agricolo. Sempre più aziende provenienti da settori diversi come la produzione, i trasporti e l’energia stanno adottando servizi cloud nel tentativo di acquisire agilità aziendale e migliorare le loro posizioni competitive. Ma anche con l’attuale rapido tasso di adozione del cloud, le aziende e i governi potrebbero non andare oltre la superficie di ciò che il cloud è in realtà capace di offrire. 2. L’uso dei big data è diventato sempre più importante nel corso degli anni. Nel settore delle energie rinnovabili, i big data vengono utilizzati per prevedere il clima e il consumo di energia, così da aiutare le aziende a gestire meglio la domanda e l’offerta. Le prestazioni dei parchi eolici, ad esempio, possono essere ottimizzate grazie all’analisi dei big data. La fluidodinamica delle turbine eoliche è un problema complesso che le formule matematiche non riescono a risolvere con precisione. Tuttavia, i big data memorizzati nel cloud possono essere utilizzati per simulare ciò che accade al vento intorno ai rotori delle turbine eoliche in modo da ottimizzare le efficienze. Fondamentale per il successo finanziario di un parco eolico è sapere quanto offrire per un progetto. Gli ingegneri prendono in considerazione l’effetto scia, ovvero la perdita di prestazioni di un aerogeneratore che è sottovento (nella direzione del vento) rispetto ad un altro, per calcolare la resa energetica di un progetto potenziale. Tuttavia, la perdita di energia dovuta all’effetto blockage, ovvero la perdita di prestazioni di un aerogeneratore che è sopravento (nella direzione opposta a quella del vento) rispetto ad un altro, non è stata pienamente riconosciuta fino a poco tempo fa. 3. L’applicazione della tecnologia all’assistenza sanitaria è stata ampiamente riconosciuta durante la pandemia di COVID-19. Una delle ragioni principali per cui dei vaccini efficaci hanno potuto essere prodotti e offerti ai popoli così rapidamente risiede nel cloud. La capacità di decodificare il DNA del virus COVID-19 negli anni ’90 avrebbe richiesto mesi e sarebbe costata circa 1 miliardo di dollari USA. Questo lasso temporale è stato drasticamente ridotto durante la pandemia con il processo di decodificazione divenuto pressoché istantaneo dopo che la tecnologia è stata messa in atto, costando meno di 100 dollari USA. Una volta decodificata, la sequenza del DNA del COVID-19 è stata messa a disposizione sul cloud e team di immunologi di tutto il mondo hanno potuto iniziare a lavorare per trovare un vaccino praticabile. L’applicazione della tecnologia cloud non si è limitata alla fase di scoperta dei farmaci. Negli studi clinici sul COVID-19, i big data sono stati utilizzati per selezionare i candidati agli studi e comprendere i dati che sono emersi dai risultati. Alcune società biotech dispongono di funzionalità relative al cloud computing e ai big data, ma molte altre ricorrono a soluzioni in outsourcing. Thermo Fisher Scientific è nota per la fornitura di strumenti al settore sanitario, ma dispone anche di una capacità cloud in outsourcing in cui sono memorizzati 40 esabyte di dati del genoma umano. L’offerta di questo servizio alle società biotech consente loro di accedere al potere trasformazionale del cloud. Se guardiamo al futuro, le società abilitate dalla tecnologia sono destinate a continuare ad alimentare l’economia digitale e a trasformare il panorama aziendale globale. Ma non tutte le aziende che intraprendono un percorso di digitalizzazione riusciranno a prosperare. Disporre di team di gestione innovativi e presentare bilanci resilienti sono solo alcuni degli attributi importanti da considerare per scoprire quali saranno i vincitori a lungo termine. La ricerca fondamentale resta un elemento chiave per comprendere il vero valore di un’azienda.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cambi Casa d’aste: 2021 anno record

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Con un fatturato di 36 milioni e mezzo. Dopo le restrizioni del 2020, le vendite sono ricominciate con la speranza di poter finalmente tornare dal vivo. L’arrivo della bella stagione ha segnato il ritorno del pubblico in sala, con l’organizzazione di conferenze e incontri, nel pieno rispetto delle normative; un graduale “ritorno alla normalità” che ha sicuramente giovato a tutti i settori, tra cui quello dell’arte.L’entusiasmo dei buyer si è percepito sia nella folta partecipazione a tutte le aste, sia nella curiosità di scoprire i “nuovi mondi” con cui sono entrati in contatto – maison compresa – per la prima volta.L’anno si è aperto con l’inaspettata vendita del primo dinosauro nel nostro Paese, e si è concluso con il secondo, Henry, entrambi aggiudicati alla cifra di 300.000 euro. Un dato significativo per l’intero 2021: un anno insolito, ricco di novità e di nuove sfide.Prima fra tutte, quella degli NFT. Cambi è stata la prima Casa d’Aste in Italia a interessarsi a questo ambito emergente, organizzando non solo un’asta, ma anche un vero e proprio panel formativo per la clientela. Dystopian visions è stato un riuscitissimo tentativo di approcciarsi a questa nuova sezione del mercato, oltre che uno strumento per fare interagire attori diversi creando interessanti sinergie. Un’esperienza positiva che Cambi desidera ripetere anche nel 2022. Nel corso dell’anno hanno anche avuto la fortuna di poter alienare importanti House Sales e Unique Properties, un percorso che intendono perseguire e incrementare nel prossimo futuro. Queste occasioni sono cornici perfette per raccontare al meglio le collezioni e la visione dei collezionisti, e – come Casa d’Aste – Cambi crede fermamente nell’idea di poter raccontare una storia, piuttosto che vendere pezzi singoli “non-dialoganti”. Il Design si è nuovamente confermato un fiore all’occhiello per la maison, arrivando a muovere da solo un giro d’affari complessivo di oltre 7 milioni, ovvero il 20% del totale ottenuto quest’anno. Un settore sempre più dinamico che riscuote grandissimo successo sia tra il piccolo che tra il grande collezionismo.Un altro settore in evoluzione è stato quello dell’antico, che ha vantato alcune delle vendite più emozionanti dell’intero anno: parliamo del recente San Girolamo attribuito a Salvator Rosa, che ha stupito tutti arrivando a 158.000 euro, e la grande tempera su tavola centinata del Ghirlandaio, aggiudicata a 100.000 euro. Segno che il settore continua a interessare i bidder, entusiasti ogni volta della scoperta di qualche “meraviglia” nascosta.I top lot che si sono susseguiti sono però eterogenei: si parte dal Solitaire aggiudicato a 450.000 euro, alla Jar cinese in porcellana del XIII-XIV secolo che ha concluso la vendita a 346.000 euro, ai due dinosauri, all’olio su tela di Wifredo Lam venduto a 121.000 euro. Sono lotti che rispecchiano le mille sfaccettature dell’arte proposta dalla nostra Casa d’Aste, sempre innovativa e mai statica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un mercato immobiliare stanco e nuove restrizioni non scalfiscono la Cina

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

A cura di David Raper, Gestore del fondo Comgest Growth China di Comgest. L’economia cinese rimane sottotono nonostante una leggera ripresa recente; la produzione industriale è aumentata del 3,5%, le vendite al dettaglio sono cresciute del 4,9% e l’indice PMI manifatturiero dei direttori degli acquisti è salito al 50,1%. Il flusso di notizie suggerisce che la flessione del mercato immobiliare del Paese e la crescita delle vendite al dettaglio continueranno ad essere moderate dopo le rinnovate restrizioni dovute al Covid-19.NetEase ha potuto contare sul successo di diversi titoli di videogiochi, sia in Cina sia all’estero. Inoltre, le prospettive in termini di lanci di nuovi titoli restano solide. Dingli ha assistito a un calo delle tariffe, negli USA, inferiore al previsto (persino molto più basse di quelle dei suoi omologhi cinesi) delle sue piattaforme aeree di lavoro. Lepu ha annunciato un piano di riacquisto di proprie azioni e ha tratto vantaggio dalla notizia che il suo kit per test antigenici per il Covid-19 può rilevare la variante Omicron.Tra i titoli che hanno registrato performance positive, segnaliamo Alibaba, Weigao e TravelSky. Nonostante abbia registrato una crescita del 16% dei ricavi ricorrenti, l’attività commerciale di Alibaba è cresciuta solo del 3% a causa di un contesto macroeconomico debole e della perdita di quote di mercato. Ci aspettiamo di assistere a una ripresa della crescita delle vendite al dettaglio dell’azienda, a livello mondiale, nei prossimi trimestri. I materiali di consumo medicali di Weigao potrebbero essere inclusi, in futuro, nell’offerta di una centrale d’acquisto, il che potrebbe portare a una significativa riduzione dei prezzi. Riteniamo che un aggiornamento del prodotto dovrebbe ridurre questo rischio. TravelSky continuerà a far fronte a pressioni se il Covid-19 e la nuova variante Omicron continueranno a diffondersi rapidamente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unc: Italia inguaiata! Da giugno inflazione triplicata

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Secondo i dati provvisori di dicembre resi noti oggi dall’Istat, l’inflazione sale su base annua dal +3,7% di novembre al +3,9%. “Italia inguaiata! Se a dicembre, nonostante non sia ancora arrivata l’impennata astronomica di luce e gas di gennaio, +55% luce e +41,8% gas, pari a una mazzata da 1008 euro, i prezzi già svettano a questi livelli, è evidente che a gennaio sarà una carneficina per le tasche dei consumatori. Da giugno a dicembre, in appena 6 mesi, l’inflazione è triplicata proprio per colpa dei rincari dei beni energetici, senza i quali oggi l’inflazione sarebbe pari solo all’1,6%” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Non si tratta di aspettative di inflazione che possono indurre le famiglie a rinviare gli acquisti a titolo precauzionale, aumentando la propensione al risparmio, ma di una riduzione netta del loro reddito disponibile dovuta alla stangata che stanno pagando. L’inflazione a 3,9% significa, per una coppia con due figli, un aumento del costo della vita pari a 1407 euro su base annua, 535 solo per Abitazione, acqua ed elettricità, 519 euro per i Trasporti. Per una coppia con 1 figlio, la maggior spesa annua è pari a 1303 euro, 537 per l’abitazione, 452 per i trasporti, in media per una famiglia il rialzo complessivo è di 1094 euro, 504 per l’abitazione e 332 per i trasporti. Ma il record spetta alle coppie senza figli con meno di 35 anni che, spendendo di più di quelle con i figli per viaggiare e per la cura della casa, hanno un aggravio annuo di 1438 euro, 635 per l’abitazione e 515 per i trasporti” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Inflazione al 3,9%. Aspettiamo che tutto ci crolli addosso o variamo un piano al pari del covid?

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Notizia scontata, ma non ancora drammatica, quella che arriva da Istat sulle stime dell’inflazione di dicembre 2021: +3,9% rispetto ad un anno fa. Alimentari e prodotti energetici sono quelli che contribuiscono al massimo, altrimenti si parlerebbe di crescite poco superiori all’1%.Non ancora drammatica perché a dicembre erano lievi e quasi inesistenti le ricadute della crescita dei prodotti energetici. Che dal 1 gennaio sono, grazie ai tamponi del governo, “solo” del 55% per l’elettricità e del 41,8% per il gas… e siccome l’energia muove il mondo, va da sé che ogni tipo di prodotto e servizio subisce aumenti, non solo delle stesse percentuali, ma anche di più (la speculazione e gli “arrotondamenti” fanno parte dei mercati, specialmente quelli non proprio liberi come l’italiano).Prepariamoci, quindi. Certo, è un po’ strano il nostro governo. Sa già cosa succederà, sa già quali sono i propri limiti e reagisce in due modi schizofrenici: alcuni suoi componenti sostengono che occorrono più provvedimenti tampone (da dove prendere i soldi… non è dato sapere), altri stanno zitti e si coltivano il proprio orto. Noi (con qualche accenno simile da alcuni partiti di maggioranza -3) continuiamo a chiedere un piano di emergenza energia/prezzi/risparmio al pari del covid, ma per ora sembra che ci siano altre priorità. By http://www.aduc.it.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La Polonia si allontana sempre più dalla Unione europea

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Stando alle decisioni che sono state assunte dalla Corte Costituzionale polacca, infarcita di nomine governative, il percorso è già segnato, poiché si ribadisce l’autonomia legislativa nazionale su quella comunitaria.In questo modo si mina alla base quello che è il pilastro fondamentale sul quale si è costituita l’UE: il rispetto delle norme concordate e approvate da tutti i Paesi membri.Inizia, così, un percorso fatto di sentenze che vengono contestate dalla Commissione europea, che il governo polacco impugna, per cui si ricorre alla Corte di giustizia europea, i cui verdetti, però, non sono riconosciuti.Attualmente sono aperte 193 procedure di infrazione comunitarie, delle quali 21 riguardano lo Stato di diritto e la giustizia. Per comminare le sanzioni la Ue ha bisogno della unanimità di voto degli altri Stati comunitari e qui si innesca il gioco delle parti tra Polonia e Ungheria che vota contro le sanzioni, ricevendone eguale favore. I polacchi sostengono fermamente l’adesione alla Ue ma votano per partiti che fanno di tutto per allontanarsene. I benefici dei fondi europei hanno fatto la differenza nell’economia polacca, uscita stremata da decenni di subordinanza all’Urss, ma questo non ha convinto i polacchi a votare per i partiti filoeuropei. Occorrerà stringere i cordoni della borsa comunitaria e, probabilmente, si accorgeranno dell’importanza e dei vantaggi dello stare insieme. Purtroppo non esiste un meccanismo normativo che consenta di espellere la Polonia – o altri Stati- dall’Unione europea ma la decisione spetta ai singoli Paesi, come è avvenuto con la Brexit, i cui effetti dovrebbero far riflettere il governo e i cittadini polacchi. La domanda da porre è semplice: volete impoverirvi? Primo Mastrantoni, Aduc http://www.aduc.it

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il disboscamento illegale nella UE

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Gli immigrati non c’entrano, ma i problemi rimangono. Si tratta del disboscamento illegale di alcune aree dell’Europa centrale, in particolare in Polonia, Romania e Croazia, paesi che fanno parte della Unione europea.Per questo motivo la Corte di Giustizia dell’Unione europea ha condannato la Polonia e la Commissione europea ha avviato una procedura di infrazione nei confronti della Romania. L’associazione ecologista croata Green Squad Forum, ha denunciato il Governo per la gestione non sostenibile del patrimonio forestale e ha richiesto l’intervento delle autorità europee.Il problema della deforestazione non riguarda solo i paesi asiatici o sud americani ma, anche, quelli europei, che si pensava immuni da azioni illegali che lasciano intere aree distrutte da interventi radicali. Deforestazione significa diminuzione dell’assorbimento di anidride carbonica, erosione e distruzione della biodiversità, cioè esattamente il contrario di quanto si sta cercando di fare con le politiche ambientali varate con accordi internazionali. L’UE ha avviato una modifica delle proprie direttive per rendere più incisiva l’azione di contestazione e condanna nei confronti dei governi che non intervengono contro le attività di deforestazione. Primo Mastrantoni, Aduc

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tornano a riempirsi gli invasi della Sicilia: La situazione idrica in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

È la performance ormai inusuale dei bacini siciliani, la buona notizia di questo avvio d’anno: complici le abbondanti piogge, trattengono oltre 428 milioni di metri cubi d’acqua contro i circa 283 di un anno fa (fonte: Dipartimento Regionale dell’Autorità di Bacino del Distretto Idrografico Sicilia). “Il paradosso è che buona parte di questa ricchezza, tanto più importante in una regione toccata dal rischio desertificazione, non potrà essere utilizzata per il mancato completamento degli allacciamenti irrigui” si rammarica Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI). È invece la costante decrescita del fiume Adda, in Lombardia, l’emblema di un’Italia, che continua a vedere il Nord Italia in sofferenza idrica: l’immissario del lago di Como è passato da una portata di 258 metri cubi al secondo, ad inizio Novembre, agli attuali mc/sec 93, cioè il peggior dato dal 2017. Ne consegue che il bacino del Lario è abbondantemente sotto media (il riempimento è all’11,2%), così come tutti i grandi invasi settentrionali, ad eccezione del Garda.Registrano un calo le portate dei corsi d’acqua in Val d’Aosta (la Dora Baltea continua comunque a registrare una condizione idrica marcatamente migliore della media storica: mc/sec 24,1 contro mc/sec 6,00), mentre sono in leggera crescita i fiumi piemontesi a dispetto di un calo dell’85,6% nelle piogge dicembrine con punte localizzate fino a – 80% (fonte: ARPA Piemonte); ciò fa ritenere che temperature mediamente elevate per il periodo possano avere già comportato lo scioglimento di un primo strato nevoso. A beneficiare dell’eventualità è anche il fiume Po, che segna potate in crescita nel tratto iniziale per tornare sotto media man mano che ci si avvicina al delta (a Pontelagoscuro: mc/sec 982,6 contro una media mensile di mc/sec 1506 ed una portata dicembrina 2021 pari a mc/sec 1819,04). In linea con le annate di scarsità idrica sono i fiumi veneti con l’eccezione del Piave (in meglio) e del Brenta (in peggio),Pur in ripresa, i fiumi dell’Emilia Romagna restano abbondantemente sotto media (Reno: mc/sec 6,4 contro una media storica mensile di mc/sec 38,4; Secchia: mc/sec 3,5 contro una media pari a 26,5!).Con l’eccezione della Sieve, restano sotto media, pur avvicinandola, anche i fiumi toscani, che evidenziano, ad iniziare dall’Arno, una grande difficoltà ad abbandonare lo stato di sofferenza idrica, che ha caratterizzato la gran parte dei mesi nel 2021 (fonte: Centro Funzionale Regione Toscana).I fiumi marchigiani hanno invece recuperato il deficit idrico dei mesi scorsi, così come i bacini della regione che, trattenendo oltre 39 milioni di metri cubi d’acqua sono tornati in linea con gli anni scorsi.Nel Lazio cresce il livello del lago di Bracciano, mentre i fiumi Liri-Garigliano e Sacco restano lontanissimi dalla condizione idrica registrata un anno fa.In Campania, rispetto a 7 giorni fa, i livelli idrometrici dei fiumi Volturno, Garigliano, Sarno e Sele risultano in consistente diminuzione, a causa della fine della fase di intense piogge, che avevano caratterizzato lo scorso mese di dicembre; in ripresa sono i volumi dei bacini del Cilento, mentre il lago di Conza è attestato poco oltre la quota massima di regolazione autorizzata.Anche nei bacini della Puglia sono in ulteriore crescita le disponibilità idriche, che segnano circa 40 milioni in più rispetto allo scorso anno (fonte: Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale).Infine, va segnalata la condizione idrica della Sardegna dove, per il quarto anno consecutivo, è in crescita l’attuale percentuale di riempimento degli invasi, che tocca l’83,07% contro l’80,87% d’un anno fa (cioè circa 40 milioni di metri cubi d’acqua in più).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Leave a Comment »