Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Archive for 12 gennaio 2022

Trasporti. FdI: MIMS e Trenitalia ripristino normalità servizi. Governo ha abbandonato settore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

“Fa sorridere la dichiarazione del presidente della Commissione Trasporti alla Camera in merito alla richiesta di ‘strategia che deve adottare il MIMS sul tema del trasporto ferroviario regionale e nazionale’. Fratelli d’Italia lo ha denunciato da tempo: il settore del TPL è in grave affanno e questo governo non lo ritiene centrale nella propria agenda così come il trasporto ferroviario regionale, asset strategico per la mobilità dei tanti pendolari che si spostano per andare a lavorare o per gli studenti che si recano a lezione. Trenitalia, di par suo, non ha proceduto ad alcun intervento dopo che avevamo segnalato la possibilità di scioperi e disagi per gli utenti. Quanto sta accadendo in questi giorni in relazione all’elevato numero di soppressioni disposte da Trenitalia non è più accettabile, visto anche la normale ripresa delle attività lavorative e scolastiche. Fratelli d’Italia denuncia da tempo la grave crisi che attanaglia il settore ed invita MIMS e TRENITALIA a ripristinare prontamente la normalità dei servizi programmati, nel rispetto delle regole per il personale attraverso una ridefinizione del coefficiente di sostituzione degli assenti ed una profonda revisione del piano di gestione del personale (miglioramento del sistema ferie, riequilibrio dei carichi di lavoro, rispetto della squadra minima di scorta)”. È quanto dichiarano il senatore di Fratelli d’Italia, Massimo Ruspandini, capogruppo in Commissione Trasporti e Responsabile Nazionale del Dipartimento Trasporti di Fratelli d’Italia, e Marco Carmine Foti, dirigente nazionale del Dipartimento Trasporti di Fratelli d’Italia.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La preoccupazione più importante è legata a come gli enti locali potranno accedere ai fondi del Pnrr”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

Abbiamo motivo di temere che le centinaia di miliardi di euro che arriveranno, se non tempestivamente impiegate, aumenteranno il divario tra Regioni e Comuni più ‘connessi’ e quelli meno. Ci sono profili professionali adeguati in seno agli enti locali in grado di rispondere ai requisiti di quei bandi? Basti pensare al piano Borghi che è una punta di diamante della proposta del Beni Culturali. Mi chiedo come un piccolo Comune di 500 anime abbia la forza di rispondere alla complessità di quel bando. Non vorrei che alla fine il Pnrr andasse ad aumentare le differenze tra Comuni ricchi e Comuni poveri, dove la ricchezza è data dalle informazioni e dalle competenze che si posseggono. È quindi necessario garantire l’accesso a tutti i Comuni in particolare quelli meno dotati di organico con un sistema di accompagnamento di cui il Governo deve farsi carico che non lasci nessuno indietro. Si inneschino subito processi sussidiari per fornire ai piccoli comuni strumenti adeguati”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia partecipando alla giornata di studi “Il PNRR, scelte di sistema per la ripartenza. Scenari e valutazioni sugli strumenti operativi. Strategie selettive ed elementi di Geopolitica”, organizzata dalla General Consulting coordinata dall’avv. Giuseppe Cavuoti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Draghi ha di fatto confermato la sua candidatura a capo dello Stato”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

Altrimenti l’avrebbe negata ufficialmente è definitivamente. Anche se noto una certa freddezza. Non c’è un gran movimento di persone che va in giro a cercare i voti dei grandi elettori e dei parlamentari per Draghi al Quirinale”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia intervistato da Simone Spetia su Radio24. Sullo scenario post Quirinale, Rampelli precisa: “Noi vogliamo le elezioni non oggi perché ci danno in forte crescita ma da quando eravamo rilevato al 4% perché vogliamo normalizzare la democrazia italiana che, nel quadro delle democrazie occidentali, è l’unica a sovranità limitata, nella quale è previsto che si possa diventare presidenti del Consiglio senza essere eletti in Parlamento e quindi senza il consenso popolare. Desideriamo che un Parlamento legittimo possa esprimere un governo autorevole che passi attraverso il voto. Ci sembra che sia questa l’essenza della democrazia”. “Silvio Berlusconi – ha concluso Rampelli -sta facendo la sua partita. Siamo tutti in attesa che ci dica a che punto è con le relazioni, le alleanze e i voti dei grandi elettori. Quando ci sarà il numero legale e quindi l’ufficializzazione Fratelli d’Italia lo sosterrà”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicilia: Modello innovativo di partecipazione civile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

Rosario Santanastasio ( Presidente nazionale di Archeoclub D’Italia): “In Sicilia, in queste ore, è nato un modello innovativo di partecipazione civile, di protezione civile a vantaggio dei Beni Ambientali, che sono anche Beni Culturali. La Scala dei Turchi è subito ritornata al suo splendore affermato nel mondo grazie alla rete che ha visto insieme: istituzioni regionali, locali, volontari, associazioni, cittadini, subito in campo per condannare l’atto vandalico, ma anche per ricondurlo allo splendore!”.“Possiamo dire che in Sicilia, in queste ore, è nato un modello innovativo di protezione civile dei beni culturali. Una rete di associazioni, volontari, cittadini, istituzioni regionali e comunali, in campo per condannare l’atto vandalico ma anche per riportarlo subito al suo antico splendore. Questo è il modello per il quale da decenni Archeoclub d’Italia si batte con orgoglio. E vorrei citare Peppino Impastato quando dice: “Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà”. La Scala dei Turchi è già ritornata al suo splendore grazie all’intervento immediato della Regione Sicilia e della Soprintendenza ai Beni Culturali di Agrigento che hanno fatto squadra con i cittadini in difesa del Patrimonio Ambientale.Ora in Italia bisognerebbe andare oltre, infatti è evidente che le responsabilità sono sicuramente anche da attribuire al legislatore del recente passato, che da troppo tempo si attarda sull’inasprimento delle sanzioni penali rispetto ai beni culturali. Pare infatti che dal 2015 siamo ancora in attesa del passaggio definitivo alla camera dei deputati della normativa che amplia i reati relativi ai beni culturali e trasferendoli dal Codice Urbani al Codice Penale. Un qualsiasi luogo che conserva siti archeologici, rifugi di guerra, testimonianze storiche e culturali, ma anche qualsiasi sito naturalistico anche di costa che narra mitologia, storia, tradizione, deve essere considerato Patrimonio Culturale alla pari di un museo!”. Lo ha affermato Rosario Santanastasio, Presidente Nazionale di Archeoclub D’Italia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltori: Freddo e caro energia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

Il freddo degli ultimi giorni, insieme al caro energia, sta causando seri danni all’agricoltura in diverse regioni italiane mettendo a rischio molte colture – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Sono più in particolare le produzioni di verdure e ortaggi coltivate in pieno campo a soffrire maggiormente gli effetti del maltempo. Il rapido passaggio dalle temperature miti dei giorni scorsi a quelle rigide ha peggiorato ulteriormente lo scenario.Tenere al caldo gli ortaggi è sempre più costoso a causa dell’impennata dei prezzi. I costi alle stelle degli input energetici possono costringere a spegnere le serre e minacciano direttamente alcune delle colture tipiche del florovivaismo, riducendo al tempo stesso il potere di acquisto delle famiglie – continua Tiso. Oltre ai necessari interventi per gli agricoltori che hanno subito danni, sono ora necessarie misure per tenere sotto controllo i costi dell’energia consentendo loro di superare questo momento difficile. Gli aumenti dei costi di gas ed elettricità si ripercuotono su molteplici fattori di produzione: dai concimi all’alimentazione per il bestiame, dalle macchine agricole ai pezzi di ricambio. Siamo insomma di fronte a una crisi energetica di vista portata, resa ora più insidiosa dalle basse temperature, che necessita di interventi mirati a sollevare il peso dei prezzi in aumento dalle spalle dei coltivatori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scomparsa del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

“Gli anziani europei sono profondamente addolorati per la scomparsa del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, che sarà sempre ricordato per il suo impegno limpido e generoso specialmente a sostegno dei cittadini europei più fragili.” Lo dichiara Roberto Messina, Presidente di Senior International Health Association. “Vogliamo ricordare il Presidente e amico Sassoli con le sue parole, ovvero con l’auspicio che le Istituzioni europee continuino a promuovere, come da lui richiesto, quei ‘cambiamenti coraggiosi e massicci che coinvolgano la nostra società e che mostrino uno spirito di rinnovata solidarietà intergenerazionale, tanto a sostegno dei giovani, quanto a protezione degli anziani’. Alla sua famiglia va il nostro più affettuoso pensiero”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mirabelli (PD): Sassoli ha dato tantissimo al nostro Paese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

“Ciao David, ci mancherai tanto. Con la tua intelligenza, la tua passione, il tuo sorriso mite e la tua determinazione hai dato tantissimo al tuo Paese, alla tua Europa e a chi ti ha conosciuto. Verrà il tempo per raccontare le cose straordinarie che hai fatto e le cose che hai ottenuto che hanno segnato per sempre il presente e il futuro dell’UE. Oggi c’è solo una grande tristezza!”. Lo ha scritto su Facebook il senatore Franco Mirabelli, Vicepresidente del Gruppo PD al Senato. By Diana Comari

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mario Tassone: l’elezione del Presidente della Repubblica!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

Tutti gli appuntamenti istituzionali rilevanti non sono agevoli ma comprensibilmente problematici. Ogni elezione del presidente della Repubblica, in particolare, è stata sempre vissuta con affanno anche quelle risoltesi nella prima votazione (Cossiga e Ciampi). Mai si era assistito all’ incertezza di oggi. Tante parole, tanti tatticismi nessun disegno, nessuna visione. Sembra una grande “riffa” in cui è in palio non la elezione della più alta magistratura dell’Italia ma il destino e le fortune di tanti personaggi. È la differenza rispetto al passato è questa. Infatti oggi tutto si complica, si aggroviglia in un crescendo di superficialità e di approssimazione culturale. Infatti la politica, i partiti e le energie di realtà rappresentative di interessi reali sono un ricordo di una vivacità oggi spenta. C’è la democrazia dei leader, dei capi che attraverso le leggi elettorali, non in sintonia con lo spirito costituzionale, hanno minato la centralità del Parlamento. E poi il grillismo (con la pace di tanti elettori ingannati) ha completato l’opera di smantellamento del Parlamento e delle istituzioni di democrazia rappresentativa, con un’azione eversiva e di linciaggio psicologico. C’è bisogno di un periodo di decantazione perché non si perdano definitivamente le condizioni per ricostruire. Questo può avvenire rieleggendo Mattarella che ha dimostrato capacità ed equilibrio nell’ inedito caos politico di questa legislatura e facendo completare il lavoro a Draghi. Oltre questo …. c’è un salto nel buio con i pericoli reali del tramonto definitivo delle garanzie costituzionali ! È in gioco non solo il nome del futuro presidente ma il futuro del Paese al bivio tra democrazia partecipata ed … altro!

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Be inspired by the multiplicity

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

Roma, 18 gennaio – 11 febbraio 2022 Curator Joe Hansen Rossocinabro Via Raffaele Cadorna 28 rossocinabro.com. In mostra: Kimberly Adamis, Ralph Aiken, Rosemarie Armstrong, Brian Avadka Colez, Tom Avino, Audrey Beharie-McGee, Monique Boudreau, Glenys Buzza, Çağla Yeliz, Carol Anne, Yenny Carruyo, André Colinet, Nathanael Cox, Patricia Delorme, Elena Dobrovolskaya, Sophie Donatien, Joel Douek, Anastasia Dubach, Heide Fennert, Graciela Garza, Susumu Hasegawa, Tondi Hasibuan, Riitta Hellén-Vuoti, Idhem San, Banke Jemiyo, Michael Jiliak, Monika Katterwe, Alice Daeun Kim, Elia Kleiber, Denisa Klemscheovà, Chikara Komura, Alexandra Kordas, Sandra Lages, Larz, Linda Liao, Tatsiana Lintouskaya, Fiona Livingstone, Kirstine Mengel, Christina Mitterhuber, Susan Nalaboff Brilliant, Bernard Pineau, Antonella Quacchia, Mark Rodgers, Erwin Rios, Belle Roth, Jerry Strohkorb, Kari Veastad, Yijun Ge, Wilma Wijnen, Peter Zarkob Proseguono le mostre con nuovi artisti di talento, all’insegna di un’offerta artistica molteplice e diversificata, che Rossocinabro dopo dodici anni di attività e più di 200 mostre, offre ai suoi estimatori, analizzando di volta in volta i diversi territori del contemporaneo, talvolta distanti tra loro, conducendoli nei loro percorsi attraverso le opere presentate secondo chiavi di lettura diverse e spesso inedite. L’esposizione, quindi, come strumento insostituibile di conoscenza e formazione abbraccia molti aspetti dell’espressione artistica dalla pittura, alla scultura, alla fotografia. Il progetto di ‘In Contemporanea’ si basa proprio su questa varietà di stimoli, con lo scopo di avvicinare il pubblico, in maniera consapevole e graduale al mondo dell’arte e delle gallerie. Il pluralismo di per sé, negando l’esistenza di una verità universale ed oggettiva, è probabilmente una delle caratteristiche più importanti e più tipiche delle società moderne, e sarà sempre più un elemento propulsore del progresso anche in campo artistico, oltre che scientifico ed economico. Quest’attività di promozione, aperta a tutte le forme di espressione e basandosi sul pluralismo delle scelte, intende garantire la molteplicità dell’offerta e quindi coinvolgerà anche in futuro artisti sempre diversi. The exhibitions with new talented artists continue, with a multiple and diversified artistic offer, which Rossocinabro after twelve years of activity and more than 200 exhibitions, offers to its public analyzing the different territories of the Contemporary, sometimes distant from each other, leading them on their paths through the artworks presented according to different and often unpublished interpretations. The exhibition, therefore, as an irreplaceable tool of knowledge and training includes many aspects of artistic expression from painting, to sculpture, to photography. The ‘In Contemporanea’ project is based precisely on this variety of stimuli, to approach the public, consciously and gradually, to the world of Art and Galleries. Pluralism in itself, denying the existence of universal and objective truth, is probably one of the most important and most typical characteristics of modern societies, and will increasingly be a driving force of progress also in the artistic, as well as scientific and economic fields. This promotional activity, open to all forms of expression and based on the pluralism of choices, intends to guarantee the multiplicity of the offer and therefore will also involve ever-changing artists in the future.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Social: censura. La stupidità dell’algoritmo e l’arroganza dei suoi padroni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

La solita denuncia verso alcuni social che fanno censura per salvare l’umanità? Il solito topolino contro l’elefante? Il solito matto che vuole vomitare quello che lui non ritiene odio e gli viene impedito dai morigerati algoritmi dei big con la felpa, l’aereo privato e il missile per lo spazio?Probabile. Ma una fotografia di dove siamo arrivati e dove stiamo andando.Dell’ultima censura, clamorosa, se ne parla già molto in Rete e non solo. E’ Instagram che ha messo un bollino rosso sulle nudità di una statua del Canova. Non è la prima volta: oggi la foto dell’opera Teseo e il Minotauro. C’abbiamo fatto il callo, dicono alla Fondazione Antonio Canova. Ci spiace che alla Fondazione si siano abituati, ché probabilmente è quello che serve a questi social per continuare a fare scempio di buon senso e (nel nostro caso) bellezza. La loro denuncia finirà nel novero delle tante e in milioni di milioni continueranno ad iscriversi, usare e dare legittimità di mercato non solo all’esistenza di questi social, ma ai loro metodi.Sono storie quotidiane, per esempio, quelle su Facebook (al secolo Meta), il gigante di questi big (anche proprietario di Instagram): cancellazioni di account senza spiegazione e quando si cerca di capire non è dato saperlo, e con l’impossibilità di recuperare quanto si era accumulato magari in anni di uso. E dire che su questo social si propaganda anche l’uso a fini economici dello stesso… un disastro per chi ci è cascato e cade vittima dei loro sistemi.Qualcuno gliela dovrà pur far pagare, oltre alle tasse che evadono per il loro corpo multinazionale e presenza territoriale specifica? Rari episodi, tra Antitrust e Agenzia nazionali del Fisco, tutte con multe che non fanno loro neanche il solletico e che riescono ad assimilare senza battere ciglio, con stuoli di studi legali per i quali contano le parcelle miliardarie con cui usano l’arte forense per scivolare tra norme e cavilli. Qualche rara sentenza per il singolo utente privato della propria identità virtuale. Tutte storie che non fanno testo e non fermano nulla perché dai miliardi che perdono da una parte ne entrano altri coi dati di miliardi di persone che continuano ad iscriversi.I social sono utili e belli, non c’è dubbio. Ma non è detto che siano l’unico sistema di comunicazione interpersonale, valutando chi e cosa foraggiamo con il loro servizio che gratis non è (usano i nostri dati). http://www.aduc.it

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Tamponi e prezzi calmierati. Un disastro istituzionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

Dopo che il Governo ha calmierato il prezzo delle mascherine FFP2 a 0,75, il mercato ha reagito come altrimenti non avrebbe potuto: a parte alcuni grandi distributori che continuano con prezzi anche più bassi, i presidi sanitari per eccellenza (farmacie) si sono adeguati e, spesso, si trovano a prezzi più alti (dipende dalle presenze più o meno monopolistiche sui territori). La calmierazione più “pesante” è invece quella per i tamponi, antigenici e molecolari. E’ di oggi l’introduzione in Toscana di una calmierazione dove il tampone antigenico rapido non potrà superare il prezzo massimo di 15 euro, mentre quello molecolare non potrà costare più di 80 euro. Se si pensa che mediamente nelle farmacie, prima di questo intervento regionale, il prezzo degli antigenici andava dai 6 ai 15 euro… e ora il prezzo max è stato fissato a 15… “bello” e “necessario” intervento quello di calmierare col prezzo massimo del mercato….. Con chi gioca la Regione Toscana? La questione è anche più articolata. Su Amazon, dove i test antigenici si trovavano a 3-4 euro fino ad alcuni giorni fa, oggi si va sempre oltre i 5-6 euro. Mentre alcuni venditori online offrono da meno di 2 euro in su (3). Se andiamo su Amazon tedesca i test antigenici si trovano a 3 euro (4) che diventano 2 euro se li cerchiamo su Lidl.de (5), azienda Ldl.it che sembra non offrire questo prodotto in Italia. Sui social c’è di parla di 1 euro a kit in Germania.Insomma abbiamo un mercato variegato che sembra non tener conto dei calmieri che le autorità impongono e che, purtroppo, confermano la distanza tra queste autorità e mondo reale. Domanda: c’è proprio bisogno di intervenire e, se proprio si sente l’opportunità di farlo, perché prima non ci si informa su come sta funzionando il mercato? Che fiducia dobbiamo avere? : http://www.aduc.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »