Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Archive for 18 gennaio 2022

Roberta Metsola eletta nuova Presidente del Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Stamani i deputati hanno eletto Roberta Metsola (PPE, MT) Presidente del Parlamento europeo fino al 2024, con 458 voti al primo turno su 690 (voti necessari 309). Roberta Metsola è stata eletta al primo turno di votazione, in cui ha ricevuto una maggioranza di 458 voti su 616 voti validi, fra tre candidati presenti. All’inizio della giornata, Kosma Złotowski (ECR, PL) aveva ritirato la sua candidatura. La Presidente Metsola guiderà il Parlamento nella seconda metà dell’attuale legislatura, fino alla costituzione di un nuovo Parlamento dopo le elezioni europee del 2024. Nata a Malta nel 1979, Roberta Metsola è deputata europea dal 2013. È stata eletta primo vicepresidente nel novembre 2020 ed è stata Presidente ad interim dopo la scomparsa del Presidente Sassoli, l’11 gennaio. Sarà la terza donna Presidente del Parlamento europeo, dopo Simone Veil (1979-1982) e Nicole Fontaine (1999-2002).Rivolgendosi ai deputati subito dopo la sua elezione, la Presidente Metsola ha dichiarato: “La prima cosa che vorrei fare come Presidente è pensare all’eredità di David Sassoli: era un combattente, ha lottato per l’Europa e per noi, per questo Parlamento. […] Onorerò David Sassoli come Presidente difendendo sempre l’Europa, i nostri valori comuni di democrazia, dignità, giustizia, solidarietà, uguaglianza, Stato di diritto e diritti fondamentali”.“Voglio che la gente recuperi un senso di fiducia e di entusiasmo per il nostro progetto. […] Cari europei, nei prossimi anni, le persone in tutta Europa guarderanno alla nostra istituzione per la leadership e la direzione, mentre altri continueranno a testare i limiti dei nostri valori democratici e dei principi europei. Dobbiamo lottare contro la narrativa anti-UE che si diffonde così facilmente e così rapidamente. La disinformazione e la cattiva informazione, amplificate ulteriormente durante la pandemia, alimentano il facile cinismo e le soluzioni a buon mercato di nazionalismo, autoritarismo, protezionismo, isolazionismo”. “Queste sono delle false illusioni che non offrono soluzioni. L’Europa è esattamente il contrario. Rappresenta tutti noi che ci difendiamo l’un l’altro, che avviciniamo i nostri popoli. Si tratta di difendere i principi dei nostri padri e madri fondatori, che ci hanno portato dalle ceneri della guerra e dell’olocausto alla pace, alla speranza e alla prosperità. […] Ventidue anni fa, Nicole Fontaine è stata eletta, 20 anni dopo Simone Veil. Non passeranno altri due decenni prima che la prossima donna sia qui”, ha concluso.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una riflessione sulla Poesia, tra umanità e tecnologia

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Roma.Venerdì 21 gennaio alle 17.00 online sulla pagina Facebook Incontro I Think dell’hub AI Open Mind Cristiana Freni, Michele Laurelli e Michelangelo Tagliaferri Modera Simonetta Blasi per proseguire il confronto sullo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale favorendo il dialogo tra enti, istituzioni, università, imprese e, soprattutto, cittadini. C’è poesia e poesIA – Una riflessione tra umanità e tecnologia con Cristiana Freni docente di Estetica, Filosofia del Linguaggio e Letteratura Italiana presso l’Università Pontificia Salesiana (UPS), Michele Laurelli CEO di Algoretico appassionato di umanità e tecnologia e Michelangelo Tagliaferri sociologo e fondatore di Accademia di Comunicazione. L’incontro sarà moderato da Simonetta Blasi socia FERPI, consulente di comunicazione e docente presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione Sociale dell’UPS. L’incontro vuole essere l’occasione per indagare oltre i confini noti dell’Intelligenza Artificiale e scoprire nuovi linguaggi e contaminazioni. La Poesia è una delle espressioni più nobili della cultura mondiale, l’Italia in particolare vanta nomi illustri da cui ogni generazione continua a trarre ispirazione. Negli ultimi anni si è verificato un fenomeno che ha visto cimentarsi l’IA nella realizzazione di poemi come il caso cinese di Xiaoice e dell’italiano PoAltry elaborato da Michele Laurelli https://www.poesiadelnostrotempo.it/poaitry-michele-laurelli/. Insieme a Cristiana Freni, docente presso la Facoltà di Filosofia dell’UPS e giurata della Laurea Apollinaris Poetica e a Michelangelo Tagliaferri, sociologo ed esperto di comunicazione si ripercorreranno le vie e i benefici della poesia in una società sempre più frammentata,dispersiva e automatizzata così da esplorare le strade nonché le implicazioni che hanno visto la Poesia incrociare la PoesIA intesa come l’elaborazione di poemi con l’impiego dell’IA. A quali forme espressive approda questa innovativa metodologia (PoesIA) e in che termini, eventualmente, la Poesia può beneficiarne? Queste alcune delle domande alle quali si cercherà di rispondere nel corso di questo particolarissimo incontro. Ai Open Mind (http/www.aiopenmind.it) è uno spazio – fisico e virtuale – di incontro e condivisione sui temi più ampi legati all’evoluzione della società dell’informazione. Tra questi, creatività, tecnologia e design sono gli ingredienti fondamentali per progettare nuovi modi di lavorare, studiare, dare servizi, assistenza e cooperazione. L’ambizione che l’hub si propone è quella di contribuire alla diffusione di una corretta alfabetizzazione e informazione su AI mantenendo una chiara distinzione tra ciò che è analogico, reale, umano e ciò che è digitale, virtuale e prodotto dall’uomo. Perché è la differenza che fa la differenza.Il ciclo di incontri “I THINK”, sostenuti dalla Mediapartnership dell’agenzia di stampa nazionale DIRE, Dirittodell’informazione.it, MediaDuemila/Osservatorio TuttiMedia e Città Nuova, rappresentano uno spazio nello spazio, aperto a chi lavora, studia e si applica nell’IA. Spazio di visibilità per progetti in essere e futuri. Spazio, come sempre, per le idee.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ottava edizione del Festival della Lentezza

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Novellara (RE) Dal 10 al 12 marzo 2022, presso il Teatro della Rocca “Franco Tagliavini” , la rassegna “La porta accanto” apre il percorso del Festival della Lentezza attraverso il nuovo anno. Più che di un’anteprima, si tratta della costola di un corpo di eventi che, mescolando i linguaggi e le forme artistiche, porterà la manifestazione in giro per l’Italia per tutto il 2022. Tentando di non limitarsi a puntare il dito sulle criticità, per suggerire invece una rotta da seguire con l’obiettivo di ottenere un cambiamento in meglio, il programma si articola in incontri, concerti ed eventi teatrali che invitano a indagare sulle emergenze della contemporaneità e sugli errori sistemici che continuano a produrre disastri umanitari, climatici e sociali.Si parte giovedì 10 marzo, alle 10.30, il rapper Murubutu incontra le scuole in “Il migrante ha un solo colore”, dialogo con Pierluigi Senatore, giornalista e direttore di Radio Bruno. Sarà un’occasione per approfondire il concetto di uno stile peculiare che si prefigge lo scopo di diffondere contenuti culturali attraverso l’hip-hop. Ingresso gratuito su prenotazione.Storica figura del Teatro Valdoca, è invece Mariangela Gualtieri a salire sul palco alle 21:00 di venerdì 11 marzo, per portare in scena l’armoniosa partitura ritmica de “Il quotidiano innamoramento”. Intrecciandoli a componimenti del passato, la poetessa romagnola dà voce ai versi della sua ultima fatica letteraria, pubblicata da Einaudi, nel tentativo di generare un bagno acustico tanto privato quanto collettivo. Sabato 12 marzo, alle 10.30, la narrazione e i disegni di Gianluca Foglia “Fogliazza” e le composizioni originali di Emanuele Cappa per oud e chitarra si uniscono in un momento di teatro civile che ripercorre la storia, il pensiero e i viaggi del compianto attivista Vittorio Arrigoni. Esplicitato nelle pagine del diario “Piombo Fuso”, il suo desiderio di dedicarsi alla difesa dei diritti umani acquista una nuova forza in “Vittorio – Restiamo umani”, assumendo la forma di un messaggio universale che invoca la necessità immediata della pace in tutte le Palestine del mondo.
A seguire, l’incontro con Egidia Beretta Arrigoni. Ingresso gratuito su prenotazione. “Futura umanità – Canti e poesie di libertà e rivolta – dedicato a Mimmo Lucano”
è infine il reading-concerto con cui, alle 21:00 di sabato 12 marzo, Mara Redeghieri e il suo trio elettroacustico chiudono questo primo assaggio di Festival della Lentezza. La prestigiosa produzione artistica di Stefano Melone arricchisce la resa di quello che si presenta come un inno alla libertà e alla resistenza senza tempo, in cui l’ex voce degli Ustmamò propone brani del suo ultimo lavoro discografico, canti partigiani e anarchici di rivolta, scritti e poesie che narrano l’identica disperazione e tribolazione dei poveri e degli oppressi.I biglietti degli spettacoli a pagamento sono in prevenditaall’indirizzo https://teatronovellara.it/biglietteria/, mentre è possibile prenotare gli eventi a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, scrivendo a festivalentezza@gmail.com. Per partecipare a tutti gli appuntamenti in programma è necessario essere muniti di super green pass e indossare la mascherina, come da normativa Covid vigente.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Primeur acquisisce il polo tecnologico di software engineering JetLab e conferma la strategia di crescita

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Primeur, società italiana leader nei servizi di data integration presente in 28 paesi nel mondo e con un portafoglio clienti di oltre 300 grandi aziende come Intesa Sanpaolo, Unilever, FCA e Banca d’Italia, consolida la propria crescita ultimando l’acquisizione di JetLab srl. Fondata nel 1998 JetLab è una azienda specializzata in progetti innovativi e di integrazione con capacità di sviluppare tools e componenti basati su tecnologie eterogenee: da quelle più consolidate a quelle emergenti e più innovative. L’acquisizione è finalizzata a sostenere la crescita di Primeur sul territorio italiano e internazionale per favorire la creazione di nuove opportunità di business nell’ambito della Data Integration. “Grazie a questa operazione, JetLab costituirà in Primeur una nuova business unit strategica, ‘Software Bespoke’, dedicata allo sviluppo di soluzioni su misura per i clienti ed al potenziamento delle nostre soluzioni tecnologiche. Contiamo così da un lato di migliorare l’experience dei nostri clienti, rispondendo alle loro esigenze sempre più velocemente e con elevata qualità mentre dall’altro di avviare progetti innovativi e costruire nuove opportunità nel mondo della Data Integration e delle tecnologie Primeur – ha affermato Stefano Musso, CEO di Primeur –. Sono convinto che l’innovazione non debba riguardare solo la parte tecnologica, per quanto importante e fondamentale, ma anche l’approccio che l’azienda ha verso il mercato e i clienti. Per noi essere unconventional significa differenziarci dai nostri competitor, fornendo al cliente una experience di qualità e rendendo sempre più semplici e accessibili aspetti complessi come quelli della Data Integration”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prezzi. Al peggio non c’è limite ed argine

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Confcommercio ci fa sapere che l’aumento dei consumi 2021 rispetto al 2020 è del 5,1%, ma che c’è ko per alberghi e ristoranti. Percentuale di crescita abbastanza prevedibile visto che il paragone è con l’anno dei lockdown duri. Percentuale però ancora bassa e che, visto l’aumento 2022 delle bollette energetiche, è prevedibile che non solo non dovrebbe migliorare, ma peggiorare. Un contesto di prezzi energetici che porta con sé un rincaro notevole di tutti i prodotti e servizi, a fronte di un potere d’acquisto delle famiglie dove lo stipendio medio (a livello europeo) è l’unico in calo ed è il peggiore tra i Paesi cosiddetti ricchi, nonché il migliore tra quelli cosiddetti poveri. E mentre il Governo sta tamponando come meglio può gli aumenti delle bollette energetiche, con i politici che si parlano addosso per un nucleare impossibile e tardivo, non si intravedono al momento vie d’uscita. Un’emergenza nazionale come per il covid non viene presa in considerazione e tutti, carnefici e vittime, aspettano che la situazione degeneri per poi ritrovarsi con provvedimenti insufficienti e più costosi rispetto ad una prevenzione e azione di risparmio energetico.Oggi i dati di Confcommercio, seguiti da un coro di richieste di intervento del governo… molto distratto da come continuare o se venir meno sul rinnovo della presidenza della Repubblica. Aspettiamo inerti i prossimi dati? http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le prime indicazioni idrologiche di stagione

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Indicano un inverno particolarmente arido nelle regioni del Nord, mentre al Centro e soprattutto al Sud le piogge hanno riequilibrato un bilancio idrico, deficitario dopo l’autunno: a renderlo noto è il report settimanale dell’Osservatorio ANBI sulle Risorse Idriche. I grandi laghi settentrionali sono in sofferenza tranne il Garda, che si mantiene saldamente al di sopra delle medie storiche; sorprendente è la differenza di riempimento fra il Lario (11,8%) ed il Benaco (78,6%). Pur confermandosi largamente sopra la media mensile, è in calo la Dora Baltea in Valle d’Aosta, mentre restano sostanzialmente stabili le portate dei fiumi piemontesi, generalmente dimezzate, però, rispetto ad un anno fa (Tanaro: 33,2 metri cubi al secondo, ma un anno fa erano mc./sec. 91,50); in Dicembre le precipitazioni hanno registrato -65,6% (fonte: ARPA Piemonte). Il fiume Po, pur risultando in crescita nelle stazioni a monte, man mano che si avvicina alla foce registra un crescente deficit di portata, che lo pone in linea con gli anni più critici: le portate sono sotto media, ma soprattutto sono dimezzate rispetto a 12 mesi fa (fonte: ARPAE). Tutti con portate largamente inferiori allo scorso anno, i fiumi veneti si assestano su valori simili alle annate peggiori con il Brenta, che segna l’altezza idrometrica minima dal 2018 (cm. 0,46); a certificare questo stato di sofferenza è anche il report di Dicembre dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (A.R.P.A.V.), che segnala un deficit pluviometrico mensile sul Veneto, quantificabile in -47%. Condizionati dagli andamenti climatici localizzati, i fiumi emiliani si mantengono stabili sotto media con l’eccezione di Trebbia e Savio, che comunque crescono, mentre Secchia e Nure, quasi per contrappasso, precipitano al di sotto dei minimi storici mensili; scarsi sono i volumi invasati nei bacini del piacentino: la diga del Molato trattiene solo il 15,5% del volume autorizzato, mentre la diga di Mignano è al 31,3%. Anche l’Adda, in Lombardia, registra la portata più bassa dal 2017.Nell’Italia centrale le cose vanno meglio con i fiumi toscani in netta ripresa (Arno, Sieve ed Ombrone sono finalmente tornati sopra la media mensile); idem per i fiumi delle Marche, che registrano andamenti superiori agli anni più recenti.In Dicembre, pur inferiore al 2020, è tornata ad essere buona la quantità di precipitazioni sull’Umbria (fonte: Servizio Idrografico Regione Umbria).In Abruzzo, Dicembre è stato piuttosto secco in alcune località, mentre in Marsica e nell’Aquilano si è registrato un surplus di piogge; in provincia di Pescara, l’invaso di Penne è ai massimi livelli dal 2016 (5,83 milioni di metri cubi d’acqua). Diversa è la situazione nel Lazio, dove le portate dei fiumi Liri-Garigliano e Sacco sono praticamente dimezzate rispetto allo scorso anno.Rimanendo sul versante tirrenico, in Campania i livelli idrometrici dei fiumi Volturno, Sarno e Sele risultano in aumento, a causa del ritorno delle precipitazioni, mentre è in lieve calo il Garigliano, così come i bacini del Cilento ed il lago di Conza.“L’andamento climatico sta accentuando la diversificazione idrologica fra versanti della Penisola – annota Francesco Vincenzi – E’ una condizione, su cui riflettere e che pone una crescente necessità infrastrutturale per poter trasferire risorse idriche da un territorio all’altro.”Crescono di circa 13 milioni di metri cubi i volumi d’acqua, trattenuti negli invasi della Basilicata, raggiungendo un surplus di oltre 51 milioni sull’anno scorso; i bacini pugliesi, invece, segnano quasi 7 milioni di metri cubi in più nell’arco di una settimana, rimanendo leggermente superiori alle disponibilità del 2021. E’ ottima la performance dei bacini calabresi, ai livelli massimi dal 2016: il bacino Sant’Anna trattiene 8,48 milioni di metri cubi d’acqua, l’invaso di monte Marello ne conserva Mmc. 8,94. Infine, è una stagione da incorniciare anche per la Sardegna, che con oltre 592 milioni di metri cubi d’acqua dispone di quasi l’89% della capacità complessiva degli invasi; un anno fa, tale percentuale era di poco superiore al 73% (fonte: Autorità di bacino regionale della Sardegna).“I dati evidenziano che stanno cambiando le condizioni climatiche, ma altrettanto palesemente sottolineano la fondamentale funzione dei bacini, capaci di trattenere le acque, quando arrivano. In questo campo si sta aprendo una questione settentrionale” conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: la variante Omicron premia i titoli difensivi e di crescita in Usa”

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

A cura di Christophe Nagy, Gestore del fondo Comgest Growth America di Comgest. L’indice S&P ha registrato un calo a fine novembre, quando la nuova variante Omicron del Covid-19 ha sollevato preoccupazioni. I titoli “ciclici” hanno ceduto parte dei loro guadagni del 2021 (con il settore dell’energia e i finanziari in calo di circa il 4%) mentre i titoli difensivi e di crescita hanno sovraperformato.L’inflazione è salita al 6,2%. ad ottobre, a causa soprattutto dell’energia in aumento del 30% su base annua, spingendo la Fed a porre fine, prima del previsto, all’allentamento monetario. La disoccupazione continua a diminuire, al 4,6%, ossia pari a sette milioni di disoccupati, avvicinandosi ai livelli pre-pandemici del 3,5%. I consumatori statunitensi continuano a conservare un eccesso di risparmio, corrispondente a circa il 10% del PIL nazionale.Il Presidente degli Stati Uniti ha rinnovato il mandato del Governatore della Fed, Powell, garantendo continuità alla politica della Banca centrale. Biden, inoltre, ha firmato il lungamente discusso disegno di legge sulle infrastrutture da 1.000 miliardi di dollari, liberando fondi per i trasporti, la banda larga e le utility, negli USA. È in fase di discussione l’approvazione di un ulteriore pacchetto di 1,75 mila miliardi di dollari per gli ammortizzatori sociali e la politica climatica.Il tira e molla sul mercato riguarda, al momento, i costi per il raggiungimento degli obiettivi di neutralità carbonica (i prezzi dei combustibili fossili, a breve termine, saliranno se si interromperanno gli investimenti a monte), ma anche la carenza di forniture nel settore manifatturiero “near shoring” (carenza di manodopera, carenza di chip e domanda volatile), e gli interrogativi sul corso che imboccherà l’economia, una volta usciti dalla recessione dovuta al Covid-19. Continuiamo a preferire le società che evidenziano una solidità dei margini e patrimoniale, un’intensità di lavoro e di capitale relativamente bassa e ricavi ricorrenti.Gli utili del terzo trimestre hanno mostrato la capacità di recupero delle società in portafoglio, tra le quali troviamo Roblox, Trex e Costco, che hanno messo in evidenza il passaggio storico ai giochi online, il miglioramento durevole del settore abitativo e di quello alimentare di qualità a prezzi bassi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Robeco: La Cina mostra la sua forza politica, ma saprà ancora reagire alle situazioni più complicate?

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

A cura di Peter van der Welle, Strategist del team Multi Asset di Robeco Nel 2022, la Cina sarà probabilmente in cima ai pensieri degli investitori, a prescindere dalle Olimpiadi invernali in programma a febbraio nella città di Pechino. La sola Cina negli ultimi dieci anni ha generato il 30-40% della crescita annuale del PIL globale e nel 2020 ha ricondotto il ciclo economico globale verso la ripresa. Nel 2021, tuttavia, una decelerazione indotta dalla politica interna ha ridotto il contributo cinese alla crescita globale, mentre le economie sviluppate hanno recuperato terreno.In vista dell’atteso ridimensionamento dell’impulso monetario e fiscale in Occidente, a partire dal 2022, la traiettoria di crescita cinese assumerà ancora maggior rilevanza per l’economia globale. Quindi, ora più che mai, con il sopraggiungere del nuovo anno gli investitori devono chiedersi: ‘Cosa c’è nella lista dei desideri di Pechino per il 2022?’ Il potere economico della Cina è tale per cui anche piccole oscillazioni nella sua traiettoria di crescita sono in grado di influenzare gli altri Paesi asiatici. Negli ultimi anni le azioni dei mercati emergenti hanno sottoperformato quelle dei Paesi sviluppati e perso appeal in un portafoglio multi-asset. La prima questione da affrontare riguarda l’iniqua distribuzione della ricchezza prodotta dai circa 1,4 miliardi di abitanti del Paese, che ha portato il governo a introdurre il programma “Prosperità comune”. In termini di disparità della ricchezza, la società cinese è pressoché al livello degli Stati Uniti: l’1% delle famiglie più ricche possiede un terzo della ricchezza del Paese. Il presidente Xi Jinping teme però che l’eventuale perdurare di questa disuguaglianza scaturirebbe in una polarizzazione e aumento del populismo osservato negli Stati Uniti, con potenziali rischi per il Partito comunista. L’establishment politico cinese sa che i maggiori problemi del Paese si annidano al suo interno, considerando l’elevatissimo rapporto debito totale/PIL del 270%, una popolazione che invecchia e che inizia a peggiorare gradualmente l’indice di dipendenza demografica e, infine, i costi ambientali crescenti. Per affrontare queste sfide a lungo termine, il programma ”Prosperità comune” si concentra su tre settori problematici, immobiliare, tecnologico e istruzione nei quali si assiste a forti concentrazioni di ricchezza e potere di mercato. Per esempio, la politica delle “tre linee rosse” della People’s Bank of China (PBOC) – un rapporto passività/attività inferiore al 70%, un rapporto di indebitamento netto inferiore al 100% e un rapporto liquidità/debito a breve termine superiore a 1x – ha imposto un deleveraging forzato al settore immobiliare. A farne le maggiori spese è stata Evergrande, avviata verso un processo di ristrutturazione del debito. Queste restrizioni frenano i prezzi e le vendite immobiliari cinesi e, di conseguenza, danneggiano anche la crescita dei consumi interni perché erodono “l‘effetto ricchezza”. Storicamente, infatti, esiste una forte correlazione positiva tra la crescita dei consumi cinesi e i prezzi degli immobili residenziali nazionali, poiché la ricchezza delle famiglie è in maggior parte costituita dagli asset immobiliari.Nel frattempo, la pandemia da Covid-19 continua a preoccupare il mondo e, data la strategia contro il Covid a tolleranza zero e le prove emergenti circa l’inefficacia del vaccino Sinovac contro Omicron, anche in Cina l’isolamento potrebbe intensificarsi di qui a poco. Ciò potrebbe comportare un’ulteriore riduzione della domanda interna, per di più alla vigilia delle Olimpiadi invernali e, con il Congresso del Partito alle porte, probabilmente il presidente Xi interverrà per salvaguardare la stabilità sociale predisponendo una serie di misure economiche utili nel breve termine.L’allentamento della politica monetaria attraverso ulteriori tagli alla percentuale della riserva obbligatoria (RRR) e un’inversione positiva del credit impulse nel primo semestre 2022 saranno, insieme all’impiego di stimoli fiscali e ad un allentamento della regolamentazione immobiliare, saranno gli strumenti economici applicabili fin da subito.Visto l’acuirsi delle tensioni geopolitiche con gli Stati Uniti (soprattutto riguardo a Taiwan), i vantaggi derivanti al presidente Xi da un ulteriore aumento della produttività interna attraverso politiche fortemente interventiste non sono venuti meno. Il programma “Prosperità comune” non è destinato ad esaurirsi a breve. Per gli investitori ne consegue grande incertezza.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sindacato Italiano Salute Pensionati: Roberto Messina eletto Segretario Generale

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Roberto Messina, già Presidente di Senior Italia FederAnziani, è stato eletto Segretario Generale di SISPEN, il Sindacato Italiano per la Salute dei Pensionati. L’elezione è avvenuta nel primo Congresso dell’organismo nato con l’obiettivo di tutelare la salute dei pensionati e la loro qualità della vita. Il sindacato lavorerà per promuovere l’accesso alle cure, la prevenzione, il rispetto della persona, elaborando iniziative finalizzate a ottimizzare i percorsi in sanità e ad offrire soluzioni migliorative per i servizi sanitari. Il sindacato inoltre tutelerà i pensionati anche nella loro veste di datori di lavoro domestico, e le molte famiglie alle prese con problemi di non autosufficienza gestiti attraverso assistenti domiciliari. «La pandemia ha reso ancora più necessario dare voce ai pensionati, che in questo periodo si sono ritrovati non soltanto ad essere i soggetti maggiormente a rischio quando si parla di Covid 19, ma anche a incontrare crescenti difficoltà nell’accesso alle cure ordinarie, alle diagnosi, agli interventi, a causa delle ormai interminabili liste d’attesa, pagando un prezzo assai elevato in termini di salute.», dichiara Roberto Messina, «Alla luce di queste considerazioni è parso doveroso dar vita a un soggetto che possa porsi quale interlocutore delle Istituzioni in un momento come quello attuale, in cui si pone l’esigenza di ridisegnare il Sistema Sanitario di questo Paese, attraverso un grande slancio di modernizzazione, partendo dal rafforzamento del territorio, dalla tutela della non autosufficienza, dal rafforzamento delle cure domiciliari, dall’implementazione di progetti di e-health, e puntando alla creazione di un ecosistema socio-sanitario capace di rispondere efficacemente ai bisogni di una popolazione sempre più longeva. A tal fine SISPEN lavorerà in sinergia con la comunità medico-scientifica, con le associazioni dei pazienti e con gli altri stakeholder, portando un contributo competente e autorevole alle Istituzioni impegnate nel fronteggiare una sfida di cruciale importanza.»

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli stili di vita per un intestino sano

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Mercoledì 26 gennaio, ore 18.00 L’evento si svolgerà esclusivamente on line. Verrà trasmesso su questa pagina del sito, sul canale facebook di Auxologico, sul sito di Auxologico e su youtube di Auxologico. La partecipazione è gratuita e l’iscrizione è obbligatoria. Effettuata l’iscrizione, riceverete il link per seguire l’evento. Modera la Dott.ssa Cecilia Invitti, Endocrinologo, Direttore del Laboratorio di Ricerca in Medicina Preventiva e Responsabile del progetto di Lifestyle medicine, Istituto Auxologico Italiano e intervengono la Dott.ssa Raffaella Cancello, Nutrizionista, Centro Obesità e Laboratorio di Ricerca sulla Nutrizione e l’Obesità, Istituto Auxologico Italiano; la Dott.ssa Anna Guerrini Usubini, Psicologa, Servizio di Psicologia Clinica, Istituto Auxologico Italiano; la Dott.ssa Marzia Rossi, Gastroenterologa, Servizio Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, Istituto Auxologico Italiano e Moira Fagotto, specialista in Scienze motorie, Istituto Auxologico Italiano. L’intestino è un ecosistema dove risiedono milioni di microrganismi (microbiota) che contribuiscono a mantenere la nostra salute influenzando l’integrità della parete intestinale, modulando infiammazione e sistema immunitario e inviando segnali diretti al cervello. Esiste quindi un rapporto bidirezionale tra benessere dell’intestino e benessere psichico. Uno dei disturbi più frequenti più frequenti dell’interazione cervello-intestino è il colon irritabile che è caratterizzato da alterazione della motilità intestinale legate ad alterazioni del microbiota intestinale, predisposizione genetica, stress e dieta scorretta. Uno stile di vita corretto, basato su un’alimentazione “sana” limitando i potenziali fattori scatenanti come alcol, caffeina, cibi piccanti e grassi, evitando pasti abbondanti, mangiando lentamente e masticando bene è fondamentale nella cura dei disturbi intestinali. In alcuni casi può essere utile per un periodo limitato di tempo ridurre il consumo cereali, frutta, verdura, legumi e latticini che contengono i FODMAP, carboidrati a catena corta che vengono fermentati dai batteri del colon con accumulo di acqua e gas e conseguente distensione del colon. Fumo, inattività fisica e la distruzione dei ritmi circadiani indotta da un sonno cattivo favoriscono l’insorgenza di colite. La buona salute del microbiota intestinale viene quindi mantenuta dal condurre una vita attiva possibilmente all’aria aperta, che oltre a ridurre la disbiosi intestinale e la stipsi, migliora lo stato di stress e ansia e promuove un buon sonno. Di questo e molto altro parleranno gli specialisti di Auxologico durante l’evento on line. Durante l’evento sarà possibile porre le domande agli specialisti che risponderanno in diretta.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“I Re di Sangue” di Matteo Glendening

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Esce il 19 gennaio 2022 I Re di Sangue, romanzo epic fantasy che segna l’esordio di una nuova penna della scena italiana, Matteo Glendening, accompagnato dalle illustrazioni di Giorgia Mameli.Classe 1998 e dall’animo cosmopolita – date anche le sue origini romane, siciliane, inglesi e svedesi -, appassionato e studioso di sociologia del potere, Matteo Glendening debutta con una riflessione in chiave epic fantasy sul concetto universale di potere e popolo, società e politica ambientata in un tempo sospeso e in una terra forse lontana o forse fin troppo vicina.Un romanzo di genere e in pieno stile che si fa specchio e interprete della visione politica e sociologica delle nuove generazioni, di quella Generazione Z dal profilo sfocato che affida alla metafora letteraria la sua riflessione sul contemporaneo.Forte dell’evidente cosmopolitismo culturale e formativo dell’autore, tra cavalieri e principesse, guerre medievali e scontri a campo aperto, punti di vista che si intersecano, piani che si sovrappongono, I Re di Sangue sviscera vizi, rimpianti, solitudini, dinamiche universali che si ritrovano nella letteratura mondiale di ogni tempo, e che qui si rinnovano attraverso l’occhio dei giovani della pandemia, dei lockdown, degli isolamenti, delle paure e dei dubbi.Il romanzo segue le vicende di due fratelli, Lyonard e Steffard che, dieci anni prima, erano scesi in guerra da alleati per deporre il re, loro padre, uomo corrotto e malvagio. Ma “la guerra della prole” non ha prodotto i risultati sperati perché Lyonard si è rivoltato poi contro Steffard, legittimo erede al trono. Una tregua che dura da allora ha portato alla divisione del regno in Hangerval, governata da Steffard, e in Baggherdhal, su cui regna Lyonard. Ma questa situazione di stallo non può durare in eterno: entrambi sanno che prima o poi dovranno affrontarsi e solo uno dei due sopravvivrà allo scontro. Quello che invece non sanno è che un’oscura potenza sta agendo alle loro spalle per forzare loro la mano e condurli verso il loro destino. Matteo Peter Glendening nasce a Roma il 12 Novembre 1998. Famiglia per metà svedese e inglese, per metà siciliana. Il nonno, Peter, da cui prende il secondo nome, è originario di Eastbourne una piccola cittadina sotto Londra. La nonna nasce nell’isola di Visby, terra natale di “Pippi Calzelunghe”. Dopo liceo scientifico si laureo in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla Sapienza di Roma. Nel frattempo si cimenta come articolista per testate online come Revenews, Funweek e EvolveMag. Nel 2019, fonda il blog indipendente “Frammenti di Politica” e, nel 2021. Giorgia Mameli nasce a Roma nel 1997, da una famiglia per metà ecuadoriana e metà sarda. Sin da bambina ha sempre mostrato una grande passione per il disegno che la porta a frequentare il liceo artistico e un corso di fumetto per ampliare e migliorare le sue capacità artistiche. Si cimenta in varie tecniche pittoriche e stili, tra cui l’iperrealismo, ritratti ad olio, disegno umoristico, acquerello, manga, e molti altri. Nel 2018 lavora alle illustrazioni per il libro per bambini “Grandma’s coming to do my hair”. Inizia nel 2021 un progetto artistico indipendente “shary.art” principalmente sulle piattaforme di Instagram e Twitch. “I Re di Sangue di Matteo Glendening, con le illustrazioni di Giorgia Mameli, è disponibile dal 19 gennaio 2022 su Amazon e su tutti i circuiti online.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »