Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 27 giugno 2021

Trasformazione digitale del Paese

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

“Oggi, come mai prima d’ora, si sono realizzate due importanti condizioni per la trasformazione digitale di cui l’Italia ha bisogno per recuperare il gap accumulato negli ultimi 20 anni rispetto i paesi più avanzati. Da un lato, la pandemia ha imposto un vero e proprio “elettroshock culturale” che ha permesso a tutti i livelli di scoprire il valore del digitale. Dall’altro, è stata finalmente definita una chiara priorità all’innovazione digitale nell’agenda politica, grazie al PNRR che ne ha fatto uno degli ambiti prioritari per le politiche industriali del paese. Il Piano mette a disposizione circa 50 miliardi di euro per la digitalizzazione: una dotazione di per sé significativa, anche se da sola insufficiente a recuperare il nostro gap digitale, ma che dovremo essere in grado di moltiplicare. Imprese e pubbliche amministrazioni dovranno realizzare progetti di grande portata per amplificarne l’effetto, lavorando insieme, con l’obiettivo comune dell’innovazione. Mai come oggi possiamo giocare la partita per la trasformazione digitale”. Lo ha detto Andrea Rangone, Presidente di DIGITAL360, aprendo l’intervento a FORUM PA 2021 del Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao, a confronto con rappresentanti della PA centrale e locale e del mondo delle imprese.“Lo sviluppo sostenibile del paese passa necessariamente dalla definizione di una nuova, coerente ed efficace politica per l’innovazione volta a trasformare la PA in chiave digitale e sostenere la competitività delle imprese – ha detto Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA – Per accelerare la digitalizzazione è necessaria una chiara governance tra i soggetti pubblici e privati, con una definizione dei ruoli e degli obiettivi tra il sistema locale e nazionale dell’innovazione”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Baker Hughes annuncia una collaborazione con Borg CO2

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

HOUSTON, LONDRA e FREDRIKSTAD, Norvegia Baker Hughes, azienda di tecnologia al servizio dell’energia, e Borg CO2 AS, sviluppatore norvegese di cattura e stoccaggio di CO2 per siti industriali, hanno annunciato oggi la sigla di un protocollo di intesa per la collaborazione su un progetto CCUS che fungerà da hub per la decarbonizzazione di alcuni siti industriali in Norvegia, nella regione di Viken.Il progetto mira a catturare e stoccare fino al 90% delle emissioni di CO2 dai siti industriali coinvolti, giocando un ruolo importante nel contribuire agli obiettivi dell’Accordo di Parigi, agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e ai target di riduzione delle emissioni del Governo norvegese.Il progetto Borg CO2 vede la collaborazione di diversi partner industriali e del Porto di Borg, e ha l’obiettivo di catturare e stoccare le emissioni di diversi impianti industriali – situati nelle città di Fredrikstad, Sarpborg e Halden – responsabili di circa 700.000 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno. Dopo essere stata catturata, l’anidride carbonica sarà trasformata allo stato liquido, trasferita e infine stoccata in depositi offshore al largo del Mare del Nord. Nell’aprile 2021, Borg CO2 ha annunciato la sigla di un protocollo d’intesa con Northern Lights JV, che si occuperà delle infrastrutture di trasferimento e stoccaggio per conto di Borg CO2.Dopo un primo studio di fattibilità, i partner del progetto stanno procedendo con uno studio di fattibilità esteso da completare entro la fine del 2021, che Baker Hughes sosterrà con il suo portafoglio di tecnologie CCUS e di ingegneria per lo studio e lo sviluppo dell’hub. Inoltre, Baker Hughes e Borg CO2 valuteranno congiuntamente la struttura ottimale per l’implementazione degli impianti di cattura della CO2 e perseguiranno opportunità di sovvenzioni e incentivi sia a livello nazionale che europeo. Il progetto rappresenta un’opportunità di primo livello per Baker Hughes per implementare il suo ampio portafoglio di tecnologie CCUS su diversi tipi di processi, tra cui le sue soluzioni Chilled Ammonia Process (CAP) e Compact Carbon Capture (CCC).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maria Bolignano: Profumo comico di donna

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Ironica, sagace, tagliente. In una sola parola: donna. Edizioni MEA presenta “Profumo comico di donna” di Maria Bolignano, un libro con cui l’attrice napoletana si presenta al suo pubblico in una nuova veste, che non è solo quella di scrittrice. L’attrice scende dal suo amato palcoscenico e, con la dirompente carica comunicativa che da sempre la contraddistingue, dà prova del suo innato talento di autrice. Raffinata e attenta, sottile e mai banale, la penna di Maria intrattiene e fa trattenere il respiro, diverte ed emoziona il lettore attraverso i tanti personaggi che, come in un colorato presepe, vivono nelle sue storie. “Profumo comico di donna” è una raccolta di racconti umoristici che la comica napoletana tira fuori dal cassetto in cui da tempo erano rinchiusi, e che vanno ad aggiungersi ad altri concepiti e scritti durante il lockdown. Tra questi, il testo da stand-up comedy scritto a quattro mani insieme all’amica e collega Fabiana Fazio. A introdurvi nel mondo di Maria Bolignano è la brillante prefazione dell’attore Maurizio Casagrande molto amato dal pubblico partenopeo. ‘La Bolegna’, come si fa chiamare sui suoi canali social, si racconta e reinventa, rompendo lo stereotipo della donna “rosa” tutta tacchi a spillo e rossetto. Come sempre sopra le righe, Maria Bolignano dà sfoggio della vera femminilità, quella che, come anticipa la splendida copertina del libro, si mostra, fiera, vulcanica e vanitosa, senza mai rinunciare all’arguzia e alla battuta della vera femmina. Quella capace di parlare anche solo con un occhiolino 😉 CENNI BIOGRAFICI dell’artista Maria Bolignano, attrice poliedrica dalla formazione teatrale, vanta una carriera ricca di collaborazioni con numerosi protagonisti del panorama teatrale, televisivo e cinematografico italiano. Tra questi ricordiamo Lello Arena e Luciano Melchionna, con i quali ha condiviso la recente esperienza di una versione teatrale 3.0 del classico ‘Miseria e Nobiltà’ di Eduardo Scarpetta, dove interpreta la famigerata Luisella. Nota al grande pubblico grazie alle trasmissioni di Rai 2 “Made in Sud” e “Fatti Unici”, tra le sue partecipazioni a film e serie tv ricordiamo: “I bastardi di Pizzofalcone” (Rai 1, regia di Carlo Carlei, con Alessandro Gassman), “Un Ciclone in famiglia 2-3- 4” (Canale 5, regia di Carlo Vanzina, con Massimo Boldi), “Ma che bella sorpresa” (regia di Alessandro Genovesi, con Claudio Bisio e Valentina Lodovini), “La nuova squadra” (Rai 3, con Lisa Galantini e Rolando Ravello). Coach di recitazione e assistente del maestro Lello Arena per la Cilea Academy di Napoli (Teatro Cilea), è ideatrice del workshop “Come essere attori e nonostante tutto vivere felici”, che tiene periodicamente in collaborazione con la TCC Teatro di Napoli. Nei panni di scrittrice esordisce con il libro di racconti umoristici “Anche i capitoni hanno un’anima”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coop Bilanciai investe in personale e ricerca nell’anno del Covid

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

CAMPOGALLIANO (MO). Personale dipendente che cresce di numero nonostante il periodo economico segnato dagli effetti della pandemia Covid-19, investimenti in ricerca che non si fermano e conti decisamente solidi, nonostante una leggera flessione del fatturato. Sono questi i segnali tangibili che fanno guardare al futuro prossimo con pragmatico ottimismo e che caratterizzano i risultati ottenuti nell’anno 2020 dalla Cooperativa Bilanciai di Campogalliano che nei giorni scorsi ha presentato all’Assemblea dei Soci i risultati del bilancio e il consolidato di Bilanciai Group: nell’anno del “lockdown” e dell’insorgere del Coronavirus l’azienda ha assunto 15 persone che, al netto dei pensionamenti, fanno sei dipendenti in più in organico, ha investito in modo significativo in innovazione, in particolare nell’area di sviluppo di nuovi software e consolidato il patrimonio netto. Questo accade in un anno difficile durante il quale la storica azienda leader del settore della pesatura grazie ad una gestione particolarmente oculata è riuscita a contenere la riduzione del fatturato, pur dovendo fare i conti con un mese di chiusura forzata. «Sia il bilancio annuale che il consolidato – spiega il presidente della Società Cooperativa Bilanciai, Enrico Messori – sono caratterizzati da una difesa del margine per effetto del contenimento dei costi e al ricorso, seppur limitato, alla cassa integrazione guadagni ordinaria, oltre che dal miglioramento della posizione finanziaria netta per effetto della capacità dell’azienda di generare cassa, in virtù anche di una revisione della credit policy orientata alla tutela del rischio di credito».Venendo ai dati, Società Cooperativa Bilanciai chiude il 2020 con un consolidato di 66 milioni e 890 mila euro se si considera tutto il Gruppo che presenta società in altri sette Paesi europei e un utile netto di 4 milioni 788 mila euro a fronte dei 5 milioni 575mila euro dell’anno precedente. Se si guarda il risultato della sola Cooperativa Bilanciai di Campogalliano scorporato dalle altre aziende del Gruppo, parliamo di un fatturato di 35 milioni e 971 mila euro con un utile di 2 milioni e 304 mila euro. L’organico aziendale grazie ai nuovi innesti, è passato adesso a un totale di 230 dipendenti nella società operativa in Italia, che diventano 439 se si considerano le altre aziende presenti all’estero.«La fine del “lockdown” a inizio maggio 2020 – prosegue il presidente Messori – ha determinato un’importante risalita della domanda, che in molti settori si era sostanzialmente azzerata, e ha rilanciato l’attività nell’industria con incrementi rilevanti nel terzo trimestre, che tuttavia non hanno colmato la perdita dei primi due. Le aspettative per il 2021 sono ancora messe in discussione dagli eventi imprevedibili connessi alla diffusione del Coronavirus, per cui si rafforza l’obiettivo di difesa delle posizioni di mercato conseguite negli ultimi anni. L’obiettivo strategico è di mantenere il trend positivo delle diverse realtà e di tutelare i livelli di redditività raggiunti».

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro: Cia, non ci sarà manodopera per frutta e verdura senza interventi su Reddito di cittadinanza

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

C’è grande bisogno di manodopera nei campi per la raccolta estiva di frutta e verdura e occorre, dunque, incoraggiare i percettori di Reddito di cittadinanza ad accettare il lavoro stagionale nelle aziende agricole. Cia-Agricoltori Italiani lancia l’allarme, rilevando che la quasi totalità delle negoziazioni in tema di lavoro agricolo avviene fuori dai Centri per l’impiego, gli unici abilitati alla cessazione del sussidio al secondo rifiuto di un’offerta lavorativa. Attualmente, chi beneficia del sussidio può rifiutare offerte nella contrattazione diretta con le aziende, senza alcuna conseguenza. Cia, che ha accolto con favore il rifinanziamento del fondo per il Reddito di Cittadinanza, ritiene tuttavia necessario superare l’impasse della crisi estiva di manodopera, con un intervento del legislatore nel Decreto Sostegni Bis o nel Semplificazioni, attualmente in fase di riconversione. Occorre, infatti, trovare strumenti che consentano di mantenere il diritto all’assegno, nell’eventualità di proposte di lavori agricoli, che per loro natura possono avere un arco temporale limitato. Un intervento del legislatore in questa materia è urgente anche per sconfiggere la piaga del lavoro irregolare.Cia propone, dunque, di reinserire una norma (fu in vigore fino al 31-12-20), che permetta al percettore di Reddito di cittadinanza di stipulare con i datori di lavoro del settore agricolo contratti a termine non superiori a 30 giorni, rinnovabili per ulteriori 30 giorni, senza subire la perdita o la riduzione dei benefici previsti, nel limite di 2.000 euro per l’anno 2021.“Dobbiamo riuscire a impiegare anche temporaneamente nel settore agricolo quei lavoratori che percepiscono il Reddito di cittadinanza o un sussidio, perché hanno perso il lavoro –dichiara il presidente Cia, Dino Scanavino-. E’ vero, il lavoro agricolo richiede spesso competenza e conoscenza specifica, ma alcune tipologie di lavoro non richiedono particolare specializzazione. Quello che conta è non perdere ulteriore tempo perché la raccolta di frutta e verdura estiva nei campi comincia adesso e finisce a settembre”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

1,2 miliardi di euro sui contratti di filiera e di distretto per il rilancio post-pandemia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

“Contrastare la volatilità dei prezzi, rafforzare i rapporti tra gli operatori dando sostegno alla parte più debole ossia quella agricola, migliorare la produzione rispondendo meglio agli indirizzi del mercato e alle richieste dei consumatori. Sono questi gli obiettivi che possiamo raggiungere con i contratti di filiera e di distretto inseriti nel Fondo complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) approvato oggi in commissione Agricoltura alla Camera”. Lo dichiara la deputata Chiara Gagnarli, capogruppo M5S, a margine della votazione del parere al provvedimento denominato ‘misure urgenti relative al Fondo complementare al PNRR e altre misure urgenti per gli investimenti’. “Crediamo fortemente – prosegue – in questi strumenti, che valorizzano il lavoro delle filiere agroalimentari italiane e rafforzano le sinergie territoriali, su cui il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali destina sino al 2026 ben 1.203,3 milioni di euro. L’attenzione nei ‘contratti di filiera e distrettuali per i settori agroalimentari, della pesca e dell’acquacoltura, della silvicoltura, della floricoltura e del vivaismo’ sarà rivolta, ovviamente, verso le pratiche agronomiche sostenibili. Un indirizzo inserito all’interno delle strategie comunitarie del ‘Green Deal’ e ‘Farm to fork’ affinché si possa raggiungere una vera, concreta e proficua transizione ecologica anche nel comparto primario, garantendo sia la sostenibilità ambientale che quella economica e sociale” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rischio raccolti: meno acqua nelle risaie e nell’ambiente

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Tutto come previsto e ripetutamente denunciato: nell’area a cavallo tra Piemonte e Lombardia, la progressiva riduzione della semina tradizionale in sommersione (nel comprensorio dell’Associazione Irrigazione Est Sesia solo il 15% della superficie a riso è ancora coltivata con tale tecnica), non sta consentendo la ricarica della falda, con la conseguente, ridotta riattivazione dei fontanili a valle; il patrimonio agricolo ed ambientale novarese, vercellese e lomellino è minacciato dalla crescente diffusione della nuova tecnica della semina del riso a file interrate, la cosiddetta “semina in asciutta”.“Chiediamo una presa di coscienza ed adeguati interventi, affinchè sconsiderate scelte agronomiche e miopi tesi ambientaliste non pregiudichino un territorio, candidato ad essere patrimonio Unesco” commenta Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue). In questi giorni, infatti, nonostante le portate dei canali (ad iniziare dal “Cavour” e dal “Regina Elena”) siano a pieno regime, si evidenziano gravi ed estese situazioni di carenza idrica, localizzate soprattutto nella parte Sud del comprensorio a causa dei mancati apporti di falda, conseguenza delle ridotte sommersioni delle risaie a monte e che apportavano circa il 30% del fabbisogno irriguo.“Lo diciamo da tempo: è riduttivo considerare il riso solo come una coltivazione idroesigente; le risaie sono un delicato elemento equilibratore dell’assetto idraulico. Non a caso sono considerate delle dighe in orizzontale, giacché trattengono l’acqua, permettendo il ravvenamento delle falde, ma sono anche un esempio di sostenibilità circolare, perché la stessa risorsa viene utilizzata più volte nel suo scorrere verso valle” aggiunge Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI. Attualmente, per compensare la situazione aggravatasi in pochi giorni con l’incremento delle richieste, si è resa necessaria l’adozione di forti riduzioni nelle forniture irrigue (-35%). I problemi inoltre sono destinati ad aumentare, in assenza di precipitazioni, allorché la sommersione delle risaie seminate “in asciutta” coinciderà con la prima bagnatura del mais; questa concomitanza determinerà inevitabili criticità negli approvvigionamenti d’acqua, causando danni che possono arrivare, in alcuni casi, alla perdita dei raccolti come non avveniva dagli anni ’70 del secolo scorso.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovi treni in arrivo per la flotta diagnostica di RFI

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Cinque nuovi convogli impiegati per garantire l’efficienza della rete. La flotta di “treni diagnostici” di RFI (Gruppo FS Italiane) si arricchirà di cinque nuovi convogli capaci di viaggiare su tutte le linee ferroviarie ed effettuare una serie di test e controlli sull’infrastruttura utili a supportare le attività di manutenzione, con l’obiettivo di garantire la massima efficienza della rete. RFI ha infatti sottoscritto un accordo con Stadler e Mermec per la realizzazione e la consegna di cinque nuovi mezzi diagnostici, per un investimento complessivo di circa 130 milioni di euro. Si tratta del primo progetto integrato, con consegna nella formula “chiavi in mano” del veicolo ferroviario equipaggiato dei sistemi diagnostici. Di fatto Stadler e Mermec collaboreranno in sinergia per consegnare a RFI nuovi mezzi, attrezzati già con le tecnologie di bordo per la diagnostica dell’infrastruttura ferroviaria. RFI imprime così un’accelerazione al progetto di rinnovo e ampliamento della propria flotta diagnostica, iniziato concretamente nei primi mesi di quest’anno con l’arrivo sui binari di Aldebaran 2.0 e con il prossimo imminente debutto di Diamante 2.0. I cinque nuovi treni – a composizione bloccata a tre casse, con trazione bimodale (diesel ed elettrica) e compatibili con l’evoluto sistema ERTMS – saranno operativi in tutta Italia per ispezionare l’infrastruttura ferroviaria, controllando in tempo reale binari, linea elettrica, sistemi di segnalamento e telecomunicazione. I nuovi convogli diagnostici saranno in grado viaggiare su tutte le linee, di monitorare e di acquisire le informazioni necessarie per mantenere in efficienza gli oltre 16.700 chilometri di rete ferroviaria nazionale e di aumentare la sicurezza operativa di tutti i treni. La loro omologazione e messa in servizio è prevista per il 2023.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

VatiVision compie un anno di vita

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Inaugurata ufficialmente il 23 giugno del 2020, dopo 365 giorni di attività ha raggiunto un pubblico sempre crescente. Cresce il pubblico e anche la selezione curatissima di titoli che oggi sono oltre 300, provenienti da più di 50 fornitori. Ogni film, documentario e serie TV viene passato al vaglio del comitato editoriale e inserito in una serie di “percorsi” di Cultura, Arte e Fede per l’arricchimento spirituale ed intellettuale della “community” di utenti, con la mission di dare a tutti accesso alla più ampia e curata selezione di contenuti di carattere culturale, artistico e religioso ispirati al messaggio cristiano.Il film più scaricato e più visto nel corso del primo anno di vita di VatiVision degli oltre 300 titoli presenti nel catalogo, è stato “La mia autostrada per il cielo” (2016), toccante testimonianza della breve vita di Carlo Acutis, morto nel 2006, a 15 anni, per una leucemia fulminante e beatificato nel 2020 per sua capacità di coniugare fede e passione per i new media. Un anno fa Papa Francesco, nel corso della presentazione di VatiVision, ha ricordato che “l’ambiente digitale caratterizza il mondo contemporaneo e larghe fasce dell’umanità vi sono immerse in maniera ordinaria e continua. Proprio per questo è necessario procedere con genio creativo e responsabilità educativa”. “Il messaggio e l’augurio del Pontefice” – affermano gli amministratori delegati Elisabetta Sola e Nicola Salvi – “è stato alla base del nostro impegno nello sviluppo del progetto in questo primo anno di vita”. “Alla base del progetto – continuano i responsabili della piattaforma – c’è un impegno fondato sulla consapevolezza che chi si occupa della creazione e divulgazione di contenuti, digitali e non, ha una grande responsabilità educativa”.VatiVision affronta il suo secondo anno con rinnovata determinazione nel perseguire la sua missione di divulgazione per diventare il punto di riferimento mondiale della comunità cristiana nella settore della distribuzione di contenuti digitali, anche attraverso il supporto di partner commerciali, enti e partner media.La piattaforma di distribuzione realizzata da Vetrya e Officina della Comunicazione, con il supporto di Intesa Sanpaolo, è disponibile su http://www.vativision.com e in versione app su smartphone, tablet, smart tv e TIMVISION.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Miti e leggende sulla morte di Mario Contino

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Esce per I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno un singolare libro dal titolo LA MORTE UMANIZZATA: SHINIGAMI E TRISTI MIETITORI (Miti e leggende sulla morte) di Mario Contino. Chi si occupa di storia delle religioni e gli antropologi hanno quasi sempre considerato che la Morte sia, soprattutto nelle culture arcaiche e primitive, un “fatto sociale”, un avvenimento che genera una crisi, non soltanto nel gruppo familiare, ma anche in quello più ampio del sociale, della comunità; e che per questo le strutture sociali reagiscono alla morte attraverso una serie di mezzi simbolici mitici e rituali, talora magici, che conducono gli individui a vivere la morte secondo i paradigmi offerti dalla stessa struttura sociale. Ma la Morte, questo grande mistero, custodisce anche segreti affascinanti da dover essere indagati e interpretati … Dichiara l’autore Mario Contino. “Cosa è la morte? Cosa c’è dopo la morte? A queste domande tentano di dare risposta, da secoli, alcune delle menti più brillanti del pianeta che hanno trattato l’argomento dal punto di vista filosofico e scientifico. Io non sono né uno scienziato né un filosofo, ma ugualmente ho voluto tentare di comprendere l’essenza della morte attraverso lo studio del folklore, dei miti e delle leggende ad essa collegate, senza tralasciare né la scienza né la filosofia. Perché l’ho fatto? Perché la Morte fa parte della vita è ogni uomo dovrebbe riflettere su questo importantissimo e inevitabile traguardo.” “In un contesto particolare, come quello del XXI secolo, dove accanto a posizioni scettiche legate a un’imperante secolarizzazione, resta viva la speranza che la morte non sia la fine di tutto, l’idea di riprendere e approfondire il tema della morte, in questo lavoro fatto da Mario Contino, diventa non solo prezioso, ma addirittura coraggioso. Un percorso graduale e fatto nei dovuti modi che partendo dal naturale approccio scientifico alla morte, si immerge progressivamente nell’incantevole e prezioso mondo della tradizione, un mondo spesso denso di verità più di quanto noi stessi possiamo immaginare…“ Estratto dalla prefazione del Prof. Lamanna Cosimo

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Soluzioni cloud al servizio delle imprese

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

In diretta streaming il 29 giugno, dalle 15.00 alle 17.00 su Radio 24.it, sezione Iniziative Speciali e moderato da Enrico Pagliarini, giornalista esperto di tecnologie di Radio 24 e conduttore del noto programma radiofonico 2024, farà il punto, insieme ad esperti, sul mercato del cloud computing, di sicurezza, privacy, disponibilità dei dati, affidabilità delle infrastrutture, per capire quali sono le soluzioni disponibili e le più performanti. La Digital Round Table si aprirà con l’intervista a Francesco Bonfiglio, CEO di Gaia-X, progetto volto a creare regole e standard per lo sviluppo del cloud europeo. Tra i relatori: Antonio Baldassarra, CEO Seeweb, Alberto Carrai, Chief International Business Development di Able Tech – Arxivar, Emilio Turani, Managing Director per Italia, South Eastern Europe, Turchia e Grecia di Qualys, Alfonso Fuggetta, CEO e Scientific Director di Cefriel, Claudio Santiago Abad, General Manager Dedagroup Business Technology & Data.Durante la diretta di “Soluzioni cloud al servizio delle imprese” , fruibile previa iscrizione gratuita dalla sezione Iniziative Speciali su Radio24.it, gli utenti potranno porre le domande ai relatori tramite il portale interattivo. Sarà inoltre possibile seguire l’evento dal pc, smartphone o tablet.Partner dell’iniziativa: Arxivar , Seeweb, Qualys Partner tecnico: 24Ore eventi

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migliorare la formazione scientifica nel settore industriale

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Far fronte alle richieste di competenze scientifiche e tecniche di alto livello da parte dell’industria e la formazione delle figure che dovrebbero avere tali competenze per il settore elettromagnetico: è l’obiettivo del progetto COMPETE – “COMPutationally empowered Electromagnetic industrial TalEnts” che, grazie al finanziamento come European Industrial Doctoral, darà la possibilità a cinque giovani ricercatori di sviluppare, attraverso un training, un progetto di ricerca individuale presso la Scuola di Dottorato del Politecnico di Torino, sotto la supervisione congiunta dell’Ateneo e del partner industriale Thales, gruppo multinazionale che opera nell’alta tecnologia per i settori dell’aerospazio, dei trasporti, della difesa e della cybersecurity. Il progetto individuale di ciascun ricercatore sarà altamente multidisciplinare: includerà elementi di ingegneria elettromagnetica avanzata, matematica applicata e sistemi computazionali ad alto rendimento che, con la doppia supervisione inter settoriale, genereranno risultati impattanti non solo sulla comunità scientifica e industriale dell’elettromagnetismo computazionale ma anche su una comunità scientifica di più ampio raggio. In questo particolare settore industriale infatti, le simulazioni e le tecniche computazionali di modellizzazione multiscala e funzionanti in un ampio spettro sono di fondamentale importanza per le applicazioni d’avanguardia: in questa prospettiva il progetto svilupperà nuove tecnologie di livello industriale, tecnologie di modellizzazione e predizione numerica per rispondere alle sfide del design innovativo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Promotica avvia il percorso di corporate social responsability

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Desenzano del Garda (BS) Promotica S.p.A. (AIM:PMT) – agenzia loyalty specializzata nella realizzazione di soluzioni marketing atte ad aumentare le vendite, la fidelizzazione e la brand advocacy. Il percorso è dettato dalla volontà di Promotica di voler operare concretamente in modo trasparente e sostenibile nel tempo, sia da un punto di vista economico sia sociale e ambientale, rendendosi quindi socialmente responsabile nei confronti dei propri stakeholder. La Società, infatti, è attenta al proprio impatto sulle comunità e sull’ambiente in cui si trova ad operare e ha sempre portato avanti il proprio business avendo chiara l’importanza delle proprie risorse, valorizzandole. L’adesione al percorso nasce dall’esigenza di Promotica di impegnarsi ancora più concretamente sul piano della sostenibilità, seguendo una strategia graduale e strutturata di CSR, con la finalità ultima di qualificarsi come società modello in ambito ESG. Il contributo di AcomeA SGR in questo percorso è legato alla sua natura di fondo attivista, natura che si concretizza in azioni mirate alla definizione di una strategia di engagement verso gli investitori. In particolare, si sviluppa tramite un attivismo societario collaborativo, a supporto delle piccole e medie imprese italiane quotate, accompagnandole in un processo di miglioramento, valorizzazione ed efficace comunicazione al mercato. Il focus sulla sostenibilità di AcomeA SGR si esplicita attraverso il fondo AcomeA PMI Italia ESG, il primo fondo in Italia, PIR compliant, che integra criteri ESG all’interno della strategia di investimento sulle aziende che oggi possono offrire il più alto potenziale di miglioramento sul fronte della sostenibilità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna il CICAP Fest

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Padova. Il Festival della scienza e della curiosità, giunto quest’anno alla sua quarta edizione. Un’edizione che, dopo l’inedita, ma riuscitissima, esperienza online only del 2020, riporterà nuovamente a Padova, dal 3 al 5 settembre, grandi nomi della scienza, della divulgazione e della cultura con un programma ibrido di eventi in presenza e online.Il titolo e il tema scelto quest’anno è NAVIGARE L’INCERTEZZA. Con il dubbio come bussola… per tornare a riveder le stelle. Perché, anche se spesso attribuiamo all’incertezza un valore negativo, in realtà, oltre a essere una caratteristica imprescindibile di ogni ambito della nostra vita, essa rappresenta il motore della scienza e del cambiamento.Promosso dal CICAP, in collaborazione con l’Università, il Comune, la Provincia, la Camera di Commercio di Padova e Venicepromex – Agenzia per l’internazionalizzazione, con Regione del Veneto e con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, l’inizio del festival sarà preceduto, giovedì 2 settembre alle ore 21.00, presso l’Agorà del Centro Culturale San Gaetano, da una serata di benvenuto in compagnia del noto giornalista e debunker Paolo Attivissimo, appropriatamente intitolata: “È difficile fare previsioni, specialmente per il futuro”. L’inaugurazione ufficiale si terrà venerdì 3 e fino a domenica 5 settembre si succederanno oltre un centinaio di incontri, presentazioni, laboratori e spettacoli in presenza a Padova, che in parte saranno trasmessi anche in streaming, affiancati da un palinsesto di eventi solo online, così da raggiungere anche chi non potrà essere presente.“Quest’anno” spiega Massimo Polidoro, Segretario nazionale del CICAP e Direttore del Festival, “abbiamo deciso di intitolare il CICAP Fest: ‘NAVIGARE L’INCERTEZZA. Con il dubbio come bussola… per tornare a riveder le stelle’, perché ci sembrava il modo migliore per inquadrare il momento storico che stiamo vivendo e per sottolineare l’importanza in una situazione simile del pensiero critico. L’incertezza, lo sappiamo, genera dubbi e il dubbio può mettere a disagio. Da qui la necessità, per molti, di cercare rassicurazioni, talvolta costruendo spiegazioni confortevoli ma false o distorte. L’incertezza che muove la scienza, in quanto metodo per conoscere il reale in continua evoluzione, può invece rappresentare la stella capace di condurci verso il “glorioso porto”, come lo chiamava Dante, una figura straordinaria che, nei 700 anni dalla morte, non mancherà di essere ricordata anche al Festival con alcuni incontri ispirati dalla sua opera”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Morire a Roma non è solo una tragedia, ora è anche un lusso

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Chi ha avuto la malaugurata sciagura di subire un lutto in questi mesi di emergenza sanitaria, si sarà di certo scontrato con le sconcertanti attese che si verificano nei cimiteri romani. Le operazioni di cremazione e tumulazione, gestite da Ama Spa sono paralizzate da mesi. Mancano gli operatori cimiteriali, diventati insufficienti per coprire le attività ordinarie, figuriamoci quelle straordinarie, effetto dell’aumento delle morti per Covid. Un servizio pubblico al collasso, con operatori allo stremo delle forze, trattati come palline da pingpong, costretti a saltare da un cimitero all’altro. Senza contare che si lavora con ritmi incessanti, con tutte le condizioni climatiche sfavorevoli, come l’eccezionale caldo di questi giorni.Ma il dramma è anche per i familiari, costretti a subire un doppio lutto, visto che l’attesa stimata tra una cremazione e la tumulazione è finanche di 4 mesi. Una situazione inaccettabile che ha visto l’interessamento anche delle forze dell’ordine ma che a quanto pare non è servito a risolvere questa drammatica problematica. Per questo USB ha inviato una richiesta di intervento urgente ad Ama, a Roma Capitale e alla Prefettura di Roma, affinché i responsabili agiscano in fretta per ripristinare adeguati livelli di gestione del servizio, a partire dell’incremento degli operatori cimiteriali. Se gli organi competenti continueranno a sonnecchiare, siamo disposti ad avviare le procedure di sciopero e a presentare un esposto alla Procura della Repubblica.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia: Stabilità e rilancio economico

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

“Siamo contenti delle parole del commissario Von der Leyen sull’Italia, anche se per farsi perdonare l’accusa all’Italia di untrice d’Europa troppa strada dovrà ancora percorrere, mentre nell’intervento del presidente Draghi c’è un deficit di certezze e di ottimismo. In alcuni passaggi sembrava di ascoltare Walter Veltroni con i suoi ‘sì ma anche, sì però”. Draghi è capo del governo e in quanto tale ha il dovere di dare segnali di incoraggiamento e di rappresentare gli italiani nelle sedi europee anche con capacità critiche. Non è ancora il commissario europeo come viceversa è sembrato in alcuni passaggi, tra questi l’immigrazione, su cui stiamo all’anno zero ed è inaccettabile che ogni presidente del Consiglio venga in aula rinviando la soluzione del problema a data da destinarsi. Sulla Cina non c’è stata una sola parola, invece si è giustamente dato spazio a un richiamo al rispetto dei diritti civili e politici per Turchia e Russia. Evidentemente i cittadini di Hong Kong e gli Uiguri sono figli di un Dio minore. La Cina oltretutto, approfittando dell’assenza di iniziativa dell’Europa, ha sviluppato una presenza nel continente africano che ingigantisce il suo monopolio di ‘terre rare’ su cui paradossalmente si fondano la svolta digitale e la transizione ecologica sul cui sviluppo stiamo indebitando l’Italia e l’Europa.Grazie agli investimenti fatti da Pechino in Etiopia la Cina è riuscita perfino a condizionare la presidenza dell’Oms, con tutte le conseguenze ben note sulla pandemia e sulla trasparenza delle origini del Covid.L’Italia deve ricominciare a occuparsi del continente africano, non svuotandolo dando soddisfazione ai trafficanti di uomini, ma aiutandolo a emanciparsi dalla povertà e dalle tirannidi, spesso funzionali a certa voracità neocolonialista occidentale”.E’ quanto ha dichiarato Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi, intervenendo in Aula alla Camera in replica alle comunicazioni del premier Draghi in vista del Consiglio Europeo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Benno Albrecht è il nuovo rettore dell’Università Iuav di Venezia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Benno Albrecht, professore ordinario di Composizione architettonica e urbana, è il nuovo rettore dell’Università Iuav di Venezia, il dodicesimo in 95 anni di storia dell’Ateneo. È stato eletto al secondo turno con 107 voti (102 i voti necessari), con 87 preferenze del corpo docente e ricercatore, 13 voti degli studenti e 7 voti equivalenti del personale tecnico amministrativo. Il nuovo rettore si insedierà il 1 ottobre 2021, guiderà l’ateneo per i prossimi sei anni e non sarà rieleggibile; succederà nella carica ad Alberto Ferlenga, che fu eletto l’11 giugno 2015 con la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto ed entrò in carica nell’ottobre dello stesso anno. È nato a Caracas, Venezuela, da famiglia triestina. Si è laureato allo Iuav con Vittorio de Feo e ha lavorato con Vittorio Gregotti e Leonardo Benevolo. Ha ricevuto premi di architettura per le opere e per i progetti realizzati, e ha vinto concorsi di progettazione nazionali e internazionali. Ha collaborato alla redazione di numerosi piani regolatori, tra cui quello vigente di Venezia. Ha tenuto conferenze e insegnato in università e centri di ricerca tra Europa, Asia, Africa e Americhe. Ha curato mostre alla Triennale di Milano, esportate anche all’estero. È professore ordinario di composizione architettonica e urbana all’Università Iuav di Venezia. Ha fondato e diretto la laurea magistrale di architettura per la sostenibilità, primo insegnamento dedicato alla sostenibilità in Italia e tra i primi in Europa. Ha partecipato alla prima edizione di WAVe, Workshop di Architettura a Venezia, riformato i Master e la Scuola di Dottorato e inventato, assieme ad Alberto Ferlenga, il format di Iuav Abroad. È Direttore della Scuola di Dottorato e co-direttore di EPIC Earth and Polis Research Center.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marcello Pacifico eletto presidente dell’Accademia Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

Durante la seconda sessione dell’incontro, sulla piattaforma telematica Zoom, sul Futuro dell’Europa Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, è stato eletto presidente dell’Accademia Europa per i prossimi 4 anni dal Consiglio direttivo della Cesi.La Conferenza è stata organizzata dalla Confederazione Europea dei Sindacati Indipendenti CESI e co-finanziata dall’Unione; ha visto la partecipazione di tutti i maggiori esponenti e rappresentanti dei sindacati membri europei.Dopo uno degli anni più difficili per l’Europa e per il mondo intero, l’Unione Europea lancia una serie di dibattiti e discussioni guidati dai cittadini sul nostro futuro. La Conferenza sul futuro dell’Europa (COFOE) è un importante passo che mira a offrire un forum digitale nuovo, pubblico, aperto e inclusivo, che consentirà ai cittadini e alle organizzazioni di essere coinvolti nel plasmare il futuro dell’Unione. Entro la primavera del 2022 la Conferenza dovrebbe giungere a conclusioni e fornire indicazioni sui prossimi passi.Secondo un recente sondaggio Eurobarometer condotto congiuntamente dalla Commissione Europea e dal Parlamento Europeo, la maggior parte dei cittadini concorda sul fatto che la pandemia di Covid-19 ha fatto riflettere sul futuro dell’Unione. Lo studio ha mostrato che la stragrande maggioranza (92%) in tutti gli Stati membri chiede che le voci dei cittadini siano “prese maggiormente in considerazione nelle decisioni relative al futuro dell’Europa”; circa il 75% degli europei ritiene che il COFOE influirà positivamente sulla democrazia all’interno dell’UE, mentre la metà di essi ha espresso il proprio interesse a partecipare alla Conferenza.Presente al convegno la vicepresidente della Commissione Europea Dubravka Šuica, che è intervenuta sull’importanza dello Stato dell’Unione, menzionato dalla Presidente Von der Leyen; la lotta per le sfide cruciali della Commissione e l’attività del Parlamento e del Consiglio sono e restano comuni e volte ai cittadini; tra i temi principali, quello della parità di genere e l’interesse per incentivare il dialogo sociale europeo. Secondo la vicepresidente della Commissione Eu, il dialogo con i cittadini serve affinché le istituzioni possano realmente agire a tutela dell’individuo, e i sindacati, in questo processo, sono fondamentali nelle pratiche di attuazione della protezione sociale; si invitano dunque i sindacati a organizzare eventi e pratiche di informazione, che verranno poi inserite in una nuova piattaforma digitale europea, strumento di dialogo e di interventi successivi delle istituzioni. La libertà di espressione è al centro della politica europea, e nella firma della Dichiarazione Congiunta, le tre istituzioni EU (Commissione, Parlamento e Consiglio) si impegnano non solo in un esercizio di ascolto dei cittadini, ma in un dialogo sociale attivo che porterà a nuove frontiere e cambiamenti. Si ricorda che Anief ha ottenuto l’accoglimento del reclamo collettivo del Comitato Europeo dei Diritti Sociali. Ci sono circa 200mila precari della scuola italiana che hanno diritto a veder riconosciuto un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Riforma reclutamento docenti

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

“La riforma mira a istituire un nuovo modello di reclutamento dei docenti, collegato a un ripensamento della loro formazione iniziale e lungo tutto l’arco della loro carriera. Tale misura ha l’obiettivo strategico di comportare un significativo miglioramento della qualità del sistema educativo italiano. La riforma semplificherà in particolare le attuali procedure di concorso. Le misure introdurranno requisiti più rigorosi per l’accesso all’insegnamento, un quadro di mobilità più efficace per gli insegnanti che ne limiti l’eccessiva mobilità, e un chiaro collegamento tra la progressione di carriera, la valutazione delle prestazioni e lo sviluppo professionale continuo”.A proposito di reclutamento dei docenti stamani Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief, è intervenuto per parlare di Concorsi e riforma reclutamento all’interno della trasmissione radiofonica di Italia Stampa. “In futuro – ha affermato il leader dell’Anief – ci saranno concorsi annuali, che grazie ad Anief saranno semplificati anche per la scuola. Non più una prova scritta, ma un test e poi una prova orale per andare a misurare la preparazione. Però ancora una volta il sindacato ritiene che bisogna abbassare la soglia a 60 su 100 rispetto ai 70 su 100 previsti. Chi è idoneo dovrebbe avere la sufficienza”. Per quanto riguarda la semplificazione vera e propria, il sindacalista autonomo ha sottolineato come “sembrerebbe che questo concorso sia semplificato solo su quello bandito, per le classi di concorso Stem. Ci chiediamo perché non per tutte le classi di concorso e perché non ripartire i termini. È necessario garantire il diritto di tutti i cittadini ad accedere ai concorsi pubblici, ma anche avere i migliori insegnanti in cattedra. Queste sono le proposte che presenteremo in parlamento quando si discuterà della semplificazione dei concorsi ordinari e di come semplificarli in base alle norme volute dal ministro Brunetta”, ha concluso Pacifico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Abbandoni scolastici

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

“Complessivamente – sintetizza Tuttoscuola – nelle tre tipologie di abbandono (e nel passaggio di ciclo) la scuola secondaria di I grado ha registrato 18.566 abbandoni nel biennio 2017-18/2018-19 e 15.767 nel biennio 2018-19/2019-20 per un totale superiore a 34,3mila abbandoni, con percentuali rispettivamente dell’1,1% e dello 0,9%. Da un punto di vista meramente statistico percentuali intorno all’1% hanno forse poca rilevanza, ma da un punto di vista sociale e umano 34 mila ragazzi che lasciano la scuola dell’obbligo suonano quasi come una sconfitta, per loro e per le istituzioni pubbliche (scuola compresa)”. Il problema è che questi dati “smentiscono una convinzione diffusa secondo cui nelle scuole dell’obbligo (secondaria di I grado in particolare) non dovrebbe esserci dispersione e abbandono”, ma soprattutto essendo questi dati riferiti al biennio che ha preceduto la pandemia, si crea più di un “interrogativo sulle incidenze che il Covid 19 potrebbe avere indotto sugli abbandoni degli anni successivi”, conclude la testata specializzata. Secondo Marcello Pacifico, leader dell’Anief, molto dipende dalla concentrazione di alunni in una sola classe, che proprio nella secondaria tocca l’apice: “è una condizione – dice il sindacalista autonomo – che confligge, inevitabilmente, sul grado di attenzione massima che il corpo docente può attuare per prevenire e rispondere alle difficoltà dello studente, il quale non “sentendo” la scuola come luogo a lui congeniale arriva a lasciare e ad ampliare la categoria dei neet. Ridurre le classi, però, non basta: serve anche più tempo scuola, come indicato nel Patto per la Scuola, dello scorso mese di maggio, oltre a un migliore orientamento”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »