Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 10 giugno 2021

Foligno: Inaugurazione mostre

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Foligno sabato 12 giugno ore 10.00 Sala Conferenze Museo Capitolare Diocesano Largo Giosuè Carducci, 40 e ore 12 Corte di Palazzo Trinci Piazza della Repubblica, 25. Il Cinquecentenario dalla morte di Raffaello Sanzio è stato un pretesto perfetto per sollecitare l’arte contemporanea a riscoprire e interpretare temi e canoni estetici che sembrano oggi così distanti. La mostra Raffaello e La Madonna di Foligno: la fortuna di un modello ospitata presso Palazzo Trinci a Foligno dal 24 settembre 2020 al 24 ottobre 2021, consta di diversi capolavori ispirati all’opera di Raffaello. Il Comune e la Diocesi di Foligno, hanno fortemente voluto e lavorato verso la realizzazione di un progetto speciale che coinvolgesse l’arte contemporanea affidando dunque alla storica dell’arte e curatrice Marta Silvi due eventi dedicati al linguaggio Contemporaneo: la mostra di Nicola Samorì presso il Museo di Palazzo Trinci e una open call con la conseguente mostra dei finalisti presso il Museo Capitolare Diocesano di Foligno, entrambe aperte dal 12 giugno al 24 ottobre 2021. Nicola Samorì è chiamato a rileggere e a reinterpretare l’opera della “Madonna di Foligno” e presenterà un progetto speciale dal titolo Dei Santi e del Fuoco espressamente concepito e realizzato per questa occasione. D’altra parte gli artisti hanno accolto con entusiasmo l’invito a confrontarsi e rileggere in chiave contemporanea la “Madonna di Foligno” di Raffaello: ben 114 candidature per più di 150 progetti sono pervenute al Comune di Foligno in risposta al bando “Open call: La Madonna di Foligno, il meteorite e il punctum. Come rileggere un capolavoro” indetto a fine ottobre 2020. La votazione finale ha rilevato la presenza di diversi ex aequo che hanno consentito l’ammissione di 17 opere anziché le 10 originariamente previste, per 18 artisti. La mostra collettiva presso il Museo Capitolare Diocesano di Foligno vedrà esposte le opere di DARIO AGATI, FELICIANO BENCI, BEATRICE CARUSO, GIUSEPPE DE MATTIA, STEFANO EMILI, FABIO GIORGI ALBERTI, GIOVANNI KRONENBERG, MELETIOS MELETIOU, LEONARDO PETRUCCI, SOFIA RICCIARDI, MASSIMO RICCIARDO, GUENDALINA SALINI & DELPHINE VALLI, ALESSANDRO SCARABELLO, KARIN SCHMUCK, DANILO SCIORILLI, CATERINA SILVA, COSIMO VENEZIANO. L’opera vincitrice verrà acquistata dal Comune di Foligno per un valore di tremila euro entrando a far parte della collezione permanente di arte contemporanea del Comune.Sarà presente S.E.R. Mons. Gualtiero Sigismondi, Vescovo di Orvieto-Todi e Amministratore Apostolico di Foligno Saranno presenti gli Artisti e la Giuria: Cecilia Casorati, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma Emanuele De Donno, Docente e fondatore Via Industriae Pierluigi Metelli, Collezionista Nicola Samorì, Artista Marta Silvi, Critica e Curatrice Alle ore 16.00 proclamazione del vincitore nella Corte di Palazzo Trinci Segue apertura al pubblico della mostra

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Apre la mostra Natura vincit

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Modena. Venerdì 18 giugno,8 (e fino al 19 settembre 2021) negli spazi appena restaurati dell’Ex Chiesa di San Paolo e della Sala delle Monache a Modena, apre la mostra NATURA VINCIT di Andrea Chiesi (Modena, 1966), noto per la sua ricerca sul paesaggio contemporaneo, che lo ha portato a ritrarre, in maniera estremamente rigorosa, quasi meditativa, architetture industriali e ambienti urbani.Il titolo della mostra, a ingresso libero fino al 19 settembre, fa riferimento alla potenziale rinascita dell’uomo attraverso un percorso in cui la natura è per l’artista una guida costante e ispiratrice. La prima sala, l’ex Chiesa di San Paolo, denominata dall’artista Eschatos (“luoghi ultimi”), presenta una serie di dipinti ad olio che hanno per soggetto strutture connesse all’archeologia industriale. In queste tele Chiesi documenta le macerie lasciate dalla produzione industriale, dei corpi-fabbrica sui quali le categorie di spazio e di tempo hanno esercitato con violenza la propria azione. La Sala delle Monache, che qui prende il nome di Anastasis (“resurrezione”), è dedicata alla potenziale rinascita dello spirito, con opere a inchiostro su carta di grande formato, che caratterizzano la ricerca attuale dell’artista. I lavori raccontano la riappropriazione da parte della natura del proprio ambiente-paesaggio. Un’allusione anche al perenne rinnovamento della pittura in un’era fortemente marcata dalla digitalizzazione dei linguaggi artistici. Nello stesso ambiente, nella sezione denominata Insulae (“isole”), Chiesi mostra anche una preziosa serie di disegni su carta e taccuini, nei quali l’artista costruisce un’affascinante narrazione in progress della città di Modena. L’evento espositivo è organizzato da Associazone CerchioStella in collaborazione con D406 e Comune di Modena, con il sostegno di Gruppo Hera e il patrocinio di Regione Emilia-Romagna.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’Università di Parma propone lezioni gratuite online

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

(https://www.unipr.it/orientamento_in_ingresso) rivolte agli studenti diplomati che intendono partecipare, per l’anno accademico 2021-22, alle prove di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nazionale di settembre.Per partecipare alle lezioni è necessario iscriversi compilando i form online che saranno aperti da lunedì 14 giugno alle 9 a giovedì 15 luglio alle 13: · https://www.unipr.it/node/29944 per i corsi di area medico-sanitaria (Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentaria, Medicina Veterinaria e Professioni sanitarie) · https://www.unipr.it/node/29943 per il corso di Architettura Rigenerazione Sostenibilità. Le lezioni per l’ammissione ai corsi di area medico-sanitaria si terranno dal 22 al 30 luglio e forniranno un inquadramento sui contenuti essenziali delle principali discipline oggetto delle prove di ammissione e sulle modalità di svolgimento dei test. Le lezioni saranno tenute da docenti dei Dipartimenti di Medicina e Chirurgia, Scienze Medico-Veterinarie, Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche e Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale. Giovedì 22 luglio, dalle 10 alle 13, si terrà anche l’incontro di preparazione per gli studenti interessati al test di Architettura Rigenerazione Sostenibilità. L’incontro sarà tenuto da alcuni docenti del Dipartimento di Ingegneria e Architettura.Le lezioni si svolgeranno online. Qualche giorno prima dell’inizio saranno inviati a tutti gli iscritti le modalità e il link per l’accesso.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Resistenza negata di Fortunato Calvino

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Capodimonte (Napoli) 12 e 13 giugno 2021 Praterie della Capraia Inizio della rappresentazioni alle ore 21.00. Sarà il Campania Teatro Festival 2021 a ospitare nell’affascinante cornice di Capodimonte – Praterie della Capraia (ingresso Porta Miano) il debutto, in prima assoluta, de La Resistenza negata di Fortunato Calvino, testo vincitore della III edizione del Premio di Drammaturgia Internazionale “Carlo Annoni 2020”, di cui il drammaturgo partenopeo firma anche la regia.Presentato da Prospet – Produzione Spettacolo, l’allestimento vedrà la presenza in scena di Carlo Di Maio, Mirko Ciccariello, Ivano Schiavi, Luigi Credendino, Ivana Maione, Rossella Di Lucca, Gregorio De Paola e Antonella Cioli, avvolti dalla scenografia di Gilda Cerullo, i costumi di Annamaria Morelli e accompagnati dalle musiche originali di Enzo Gragnaniello.La drammaturgia originale de La Resistenza negata è incentrata sulla figura di Arcangelo, partigiano durante le Quattro Giornate di Napoli, che racconta al nipote la sua giovinezza in armi e la sua Resistenza.L’uomo rievoca, così, i ripensamenti di chi ha combattuto contro i nazisti in una lotta impari, i morti e i sopravvissuti alla prigionia, ma, soprattutto, coloro che hanno combattuto per la libertà. Tra essi, tante donne e femminielli, che combatteranno insieme per liberare la città dai tedeschi, in un finale dai connotati eroici.“La memoria è sacra, e con il debutto in scena de La Resistenza negata – sottolinea Fortunato Calvino – voglio ricordare il ruolo che ebbero i Femminielli di Napoli durante le Quattro Giornate. Con il loro sacrificio contribuirono con tutto il popolo a liberare la città dall’occupazione Nazifascista. A Vincenzo, alla Cecata a Mariasole e a tante altre, che lottarono perdendo la propria vita sulle barricate di San Giuvannièllo e nei vicoli e nelle strade della città. A loro, è dedicato questo mio testo”. Ci sono tutti gli stati d’animo di un popolo intrappolato in una guerra non voluta nell’allestimento, che punta sulle scene corali, seguendo le didascalie del testo e alternando ai dialoghi il suono ossessivo delle bombe, delle esplosioni che accompagnarono le giornate dei napoletani in quei giorni.E’ un passato che non si deve dimenticare quello che mette in scena Fortunato Calvino, attraverso la forza di uomini e donne, l’evocazione di quanti sono morti, di quanti sono sopravvissuti alla prigionia e di quanti si sono armati, combattendo per la libertà.La Resistenza negata nasce dalla preziosa collaborazione con ANPI Napoli e Antinoo Arci Gay Napoli, grazie ai racconti, rispettivamente, del partigiano Antonio Amoretti e al supporto di Antonello Sannino.La scena dello spettacolo è realizzata in collaborazione con gli allievi del corso di Scenotecnica dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Appalti: Mura (Pd), modificare obbligo esternalizzazione per concessionarie

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

“Dovremmo avere il coraggio di intervenire immediatamente sull’art 177 del codice degli appalti, evitando proroghe e dando risposte definitive, anche per evitare il rischio di perdere 150 mila posti di lavoro ”. Lo ha detto oggi la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), intervenendo a un webinar organizzato da Uiltec, parlando dell’articolo 177 del codice dei contratti pubblici, che obbliga le aziende concessionarie ad esternalizzare l’80% di tutte le attività oggetto di concessione, anche nei casi in cui le attività vengano svolte direttamente dal proprio personale, che sarebbe messo a rischio occupazionale.“Insieme ad altri colleghi deputati – ha spiegato Mura – siamo all’opera su un emendamento modificativo dell’art. 177” precisando al contempo che “le mediazioni sono indispensabili per raggiungere i risultati e quindi la scelta di un’eventuale proroga potrebbe essere il risultato di sintesi, in attesa di un più organico intervento che aggiorni il Codice in alcune sue parti”. “Nessuna legge è intoccabile”, ha detto Mura, ma “il codice degli appalti non rappresenta uno dei mali di questo Paese, come troppe volte si insinua. Le lentezze nella realizzazione delle opere pubbliche si realizzano nelle fasi della programmazione e della progettazione, ben prima che si pubbblichino bandi e gare”, ha precisato sottolineando che “il governo ha fatto bene a non sospendere il codice, un complesso di norme che contengono strumenti di legalità e gestione efficiente del sistema degli appalti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Formazione dei futuri professionisti digitali nelle scuole

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

La formazione scolastica è stata completamente trasformata di fronte alle esigenze imposte dalla pandemia con la Didattica a Distanza e la Didattica Integrata. Da questa nuova situazione sono emersi squilibri nell’accesso all’educazione e difficoltà legate al digital divide che riguardano ancora diverse famiglie. Basti pensare che in Italia sono oltre 7 milioni le persone senza una connessione a internet, secondo i dati 2019 DESI (Digital economy and society index). Partendo da questa situazione e dalla constatazione che l’Italia è tra i primi paesi in Europa per disoccupazione giovanile, l’organizzazione non governativa ACRA, che lavora da oltre 30 anni con il mondo della scuola promuovendo attività di educazione alla cittadinanza globale, con il supporto di STMicroelectronics Foundation, costola non profit dell’impresa STMicroelectronics di Agrate Brianza, ha messo a punto in Lombardia un programma gratuito di educazione digitale che consente un confronto proficuo tra azienda, studenti e docenti. La partnership tra le due realtà è nata proprio durante la prima fase dell’emergenza Coronavirus con la dotazione di computer per la DaD alle scuole e con una serie di corsi di formazione per rafforzare le competenze digitali degli insegnanti. Ad oggi il progetto ha visto la partecipazione di 181 docenti e 225 studenti in diversi istituti scolastici primari e secondari di Milano, Monza e Brianza e Varese. Ora il progetto prosegue raccogliendo le richieste di iscrizione delle scuole e centri di aggregazione giovanile (CAG) interessati all’iniziativa #SiamoTuttiCollegati per l’estate e per il prossimo anno scolastico. In particolare è possibile iscriversi alla Settimana di orientamento per ragazzi e ragazze delle scuole secondarie (dal 27 settembre all’1 ottobre 2021) incontri online gratuiti e rivolti ai giovani tra i 15 e i 19 anni di scuole di tutta Italia con l’intervento di dipendenti di STMicroelectronics, azienda leader nel settore delle nuove tecnologie informatiche ed elettroniche. Oltre 50 dipendenti di STMicroelectronics hanno già dato la loro disponibilità a realizzare le attività di formazione e orientamento con l’intento di generare interesse verso alcune delle professioni del settore digitale ricercate dal mondo del lavoro, ma poco conosciute ai giovani, colmando così il gap esistente.Obiettivo dell’iniziativa #SiamoTuttiCollegati è inoltre promuovere una maggiore partecipazione attiva tra i giovani di contesti sociali marginali e delle periferie, coinvolgendo ad esempio i CAG milanesi con attività esperienziali legate alla sostenibilità ambientale, ma stimolanti anche dal punto di vista tecnologico (ad esempio con la realizzazione di podcast e redazioni di web radio).Infine, a settembre riprenderanno anche i corsi di formazione per i docenti che desiderano arricchire l’offerta didattica nella propria scuola e avviare un percorso nell’ambito dell’insegnamento dell’Educazione Civica. I corsi, accreditati MIUR, permetteranno di approfondire le conoscenze sull’educazione ambientale e digitale, come previsto dal Curricolo, con uno sguardo globale (Agenda 2030 ed Educazione alla Cittadinanza Globale) e l’obiettivo di offrire agli studenti occasioni concrete di partecipazione e protagonismo, divenendo loro stessi attori del cambiamento. ACRA offre sia percorsi pronti all’uso con attività già sperimentate che percorsi di co-progettazione con i docenti al fine di calare le proposte sui bisogni della propria classe.https://www.acra.it/it/cosa-facciamo/cittadinanza-globale/proposte-educative-e-scuole

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola. Campidoglio, al via la consegna di borracce riutilizzabili ad alunni scuole infanzia

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

È partita la consegna di borracce riutilizzabili per i circa 1500 studenti delle 15 scuole dell’infanzia capitoline dove si realizza, quest’anno in via sperimentale, l’iniziativa promossa dall’Amministrazione capitolina per sensibilizzare verso l’eliminazione della plastica e il rispetto dell’ambiente.Ogni borraccia in consegna, da 400 ml con moschettone, riporta il logo di Roma Capitale e la scritta “ROMA … una scuola senza plastica!”.L’iniziativa è promossa nell’ambito degli indirizzi individuati nella Delibera di Assemblea Capitolina n. 24 del 2019, a seguito dell’adesione di Roma Capitale nel 2018 alla campagna nazionale “Plastic Free Challenge”, e secondo le modalità definite nella Delibera di Assemblea Capitolina n. 70 del 2019.Il progetto è nato in via sperimentale, coinvolgendo una scuola dell’infanzia per municipio, ma arriverà a coinvolgere tutti gli alunni che frequentano le mense di Roma Capitale. Attraverso il nuovo bando per l’affidamento del servizio di ristorazione realizzato dall’Amministrazione, infatti, è previsto che le imprese aggiudicatarie consegnino a ogni singolo iscritto al servizio, dalle scuole dell’infanzia fino alle secondarie di primo grado, una borraccia da mezzo litro in acciaio inox. “L’impegno per la tutela dell’ambiente passa anche dall’attenzione alle abitudini quotidiane dei più piccoli. Ciascuna borraccia consegnata nelle mani dei bambini delle scuole dell’infanzia può rappresentare un seme per la crescita della sensibilità e dell’impegno concreto verso l’eliminazione della plastica e il rispetto verso il mondo che ci circonda. Ogni nostra azione può fare la differenza”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Trasferimenti docenti, solo la metà cambia sede

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Il ministero dell’Istruzione ha comunicato i numeri ufficiali dei movimenti del personale docente in vista del prossimo anno scolastico: ammontano a 40.786 i trasferimenti dell’anno venturo, di cui 10.465 tra province diverse, mentre i passaggi di ruolo o di cattedra sono stati in tutto 6.444. I movimenti dei docenti tra province diverse sono 10.465, e 4.040 docenti sono passati da posto di sostegno a posto comune. Le disponibilità residue ammontano complessivamente a 112.691 posti, di cui 30.751 di sostegno: 85.000 in tutto l’anno passato. Il ministero dell’Istruzione ha anche fatto sapere che tutti coloro che hanno presentato domanda di trasferimento di sede per l’anno scolastico 2021/22 hanno ricevuto comunicazione ufficiale dell’esito dello stesso tramite posta elettronica e il portale telematico Istanze Online: in questo caso ogni insegnante interessato dovrà verificare nell’apposita sezione dedicata alla Mobilità per l’Organico di diritto del personale docente, quindi cliccando su “Visualizza il risultato”. Anche le scuole hanno la possibilità di controllare gli esiti attraverso il sistema telematico SIDI.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Governance e dirigenza scolastica

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Continuano gli incontri tra sindacati della Scuola e Ministero dell’istruzione previsti dal “Patto per la Scuola al centro del Paese”. Oggi è stata la volta dei temi che riguardano la governance e i dirigenti scolastici. La delegazione ANIEF, composta dal segretario generale Marco Giordano e dal DS Vito Lo Scrudato, ha posto l’accento sulle questioni che, insieme al nodo sui precari su cui si discute in questi giorni, ancora attendono una soluzione in vista del nuovo anno scolastico.Per prima cosa, si devono mettere le scuole in sicurezza in modo da non vanificare gli sforzi fatti con il piano vaccinale. Su tutto, quindi, servono spazi aggiuntivi, da recuperare attraverso il ripristino dei plessi e delle sedi scolastiche tagliate negli ultimi dieci anni dal dimensionamento, che ha sacrificato sicurezza, qualità dell’insegnamento e gestione ottimale delle scuole in nome delle esigenze di risparmio. Per ottenere questo, la norma transitoria prevista dal comma 978 della Legge di Bilancio 2021 deve diventare permanente e va corretta per consentire l’assegnazione in via definitiva di dirigenti e DSGA. Ma anche la consistenza degli organici va adeguata, ad iniziare dalla conferma anche per il prossimo anno scolastico dell’organico aggiuntivo Covid. ANIEF ha sottolineato anche la necessità di trasformare tutti i posti in organico di fatto in organico di diritto, compresi quelli in deroga su sostegno per dare un segnale concreto di attenzione al tema dell’inclusione, messa duramente alla prova da un anno e mezzo di pandemia e didattica a distanza.Si è, quindi, analizzata la situazione dei dirigenti scolastici e delle numerose problematiche di questa categoria, ad iniziare dalla responsabilità penale sugli eventi legati alla pandemia da Covid-19; responsabilità che permane in capo agli ex prèsidi anche se hanno scrupolosamente applicato le misure previste dal Piano Scuola 2020/2021 e dal protocollo d’intesa stipulato tra ministero e sindacati lo scorso agosto. È necessaria, quindi, una norma che protegga da possibili denunce i dirigenti scolastici che hanno operato correttamente durante l’emergenza sanitaria.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: sentenze sulla tutela dei precari

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Arrivano da Catania ben cinque sentenze di pieno accoglimento per l’Anief nella tutela dei diritti dei lavoratori precari della scuola da anni sfruttati dal Ministero dell’Istruzione: riconosciuto il diritto all’estensione dei contratti dal 30 giugno al 31 agosto di ogni anno e alle progressioni stipendiali in favore di alcuni docenti cui l’Amministrazione dovrà corrispondere le mensilità mancanti per l’estensione dei contratti oltre agli scatti di anzianità. Ancora possibile aderire ai ricorsi Anief.Stavolta è il Tribunale del Lavoro di Catania che bacchetta il Ministero dell’Istruzione e lo condanna a risarcire i lavoratori precari per l’illegittima apposizione del termine al 30 giugno di ogni anno in luogo del 31 agosto per coprire posti risultati, invece, vacanti e disponibili. I legali Anief Fabio Ganci, Walter Miceli e Marco Di Pietro travolgono ancora una volta il Ministero dell’Istruzione in tribunale e ottengono delle sentenze esemplari che rilevano l’illegittimità dell’attribuzione dei contratti su posto vacante con scadenza al 30 giugno e riconosce il diritto di cinque docenti, alcuni con più di 10 anni di precariato alle spalle, a percepire le medesime progressioni stipendiali riconosciute solo al personale di ruolo.“Sono anni che denunciamo il bluff del Ministero dell’Istruzione che attribuisce sistematicamente e illegittimamente contratti al 30 giugno di ogni anno anche se il posto è vacante e la normativa impone, in questi casi, di apporre al contratto il termine del 31 agosto. Queste storture devono essere sanate direttamente in contrattazione e l’Anief si farà portavoce dei diritti di tutti i precari per rivendicare la medesima progressione di carriera riconosciuta al personale di ruolo e per far luce sui “falsi” posti in organico di fatto che dovrebbero, invece, risultare da anni in organico di diritto ed essere utilizzati per le immissioni in ruolo e per stabilizzare, finalmente, i precari della scuola”.L’Anief ricorda che è ancora possibile ricorrere per vedersi riconosciuti i propri diritti e per ottenere il risarcimento del danno subìto per l’illegittima reiterazione di contratti a termine, l’estensione dei contratti su posto vacante e uno stipendio commisurato agli anni di servizio effettivamente svolti, anche se con contratti a tempo determinato.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza alimentare ed eccellenze italiane

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

La dieta mediterranea e il cibo italiano possono fornire le risposte a molte della sfide attuali dell’agricoltura e dell’alimentazione. Per questo vanno tutelati e promossi con ancora maggior forza nel difficile periodo che stiamo vivendo – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Nella Giornata mondiale della sicurezza alimentare che si celebra oggi, l’eccellenza delle produzioni del nostro Paese emerge ancora una volta. Sono gli stessi dati diffusi dalle istituzioni europee a confermare che il cibo italiano è più sano e può vantare una migliore qualità rispetto alla concorrenza. Un primato che possiamo rivendicare non solo nel Vecchio continente, ma anche a livello mondiale. Nel suo ultimo rapporto, l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha analizzato oltre 96mila campioni di alimenti in vendita nell’Unione europea per verificare la presenza di residui di pesticidi su frutta, verdura, cereali e vino. Dall’analisi emerge che i residui chimici irregolari sono presenti soltanto nello 0,9% dei prodotti agroalimentari italiani, contro una media Ue dell’1,3% che sale addirittura al 5.6% per i prodotti extracomunitari – spiega Tiso.Sempre in tema di fitofarmaci, la nostra agricoltura si distingue anche per un altro record: le vendite dei pesticidi in Italia sono crollate di circa un terzo (-32%) nell’ultimo decennio. Un dato che fa dell’agricoltura italiana la più verde d’Europa, davanti ad altri grandi produttori come Francia, Spagna e Germania.Mentre l’approvazione della nuova legge sul biologico ha fatto emergere resistenze e riserve che appaiono ormai anacronistiche, il primato del nostro Paese deve essere da stimolo per proseguire senza esitazioni il cammino intrapreso. C’è ancora molto da lavorare per rendere il nostro settore primario sostenibile. Ma, forte di questi numeri, l’Italia può fare da apripista per vincere la sfida della sostenibilità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sostegno ai lavoratori adibiti alla pesca

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

“I pescatori italiani potranno presto presentare domanda per accedere ai 31,1 milioni di euro stanziati nella scorsa Legge di Bilancio. È giunto, infatti, a conclusione il lavoro di interlocuzione tra Inps e Ministero del Lavoro e verrà presto emanata una disposizione per l’avvio della raccolta delle domande, che si concluderà a fine settembre”. Ad annunciarlo è il deputato Filippo Gallinella (M5S), Presidente della commissione Agricoltura, promotore della misura di sostegno al reddito in favore dei lavoratori adibiti alla pesca che abbiano subito una sospensione o una riduzione dell’attività lavorativa, o una riduzione del reddito, a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Un aiuto che potrà essere riconosciuto per una durata massima di 90 giorni, nel periodo tra il 1° gennaio e il prossimo 30 giugno.“Mi auguro che accanto a questo sostegno per il periodo emergenziale Covid – prosegue Gallinella (M5S) – si aggiungano presto ammortizzatori sociali stabili e duraturi per i lavoratori della pesca. Una proposta che approderà nei prossimi giorni in Aula a Montecitorio, contenuta nella proposta di legge del collega Giuseppe L’Abbate (M5S) e su cui sono al lavoro i ministri Patuanelli e Orlando affinché si giunga ad una soluzione della situazione previdenziale dei pescatori italiani”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lo iodopovidone a basso dosaggio al posto degli antibiotici nella profilassi preoperatoria delle infezioni oculari

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

La resistenza agli antibiotici è un problema di grande rilevanza per la salute degli uomini, per questo è necessario riservare il loro utilizzo alle situazioni di reale necessità e ridurre drasticamente il loro impiego nel periodo preoperatorio come profilassi delle infezioni. Una valida alternativa agli antibiotici nella profilassi preoperatoria dell’infezione interna dell’occhio (endoftalmite), senza creare alcun fenomeno di resistenza, è l’uso di collirio a base di iodopovidone allo 0,66%. E’ quanto emerge da uno studio multicentrico nazionale a cui ha partecipato anche l’Ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba. “Lo studio è nato dall’esigenza di trovare un’alternativa agli antibiotici nella profilassi dell’endoftalmite postoperatoria. Questa esigenza è particolarmente sentita soprattutto nei soggetti che devono sottoporsi a procedure chirurgiche ripetute come le iniezioni intravitreali. Il collirio di iodopovidone allo 0,66% riduce drasticamente la carica batterica della superficie oculare e la predispone all’intervento chirurgico in massima sicurezza “ spiega il Prof. Pasquale Troiano, Direttore dell’Unità Operativa di Oculistica all’IRCCS Fatebenefratelli di Erba.Lo iodopovidone è da anni la molecola antisettica di riferimento per la preparazione del campo operatorio in chirurgia oftalmica e ha dimostrato in anni di utilizzo diffuso ottime caratteristiche d’efficacia e di sicurezza. “I risultati del nostro studio evidenziano l’efficacia dello iodopovidone a basso dosaggio anche nei confronti di specie batteriche meticillino-resistenti che sono resistenti a quasi tutte le categorie di antibiotici. La loro rimozione dalla superficie oculare grazie allo iodopovidone ci fa ritenere che possa contribuire alla riduzione dell’incidenza dell’endoftalmite postoperatoria” conclude il Prof. Troiano.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Istat: 1,3 mln di anziani non ricevono aiuti

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Secondo il rapporto Istat, circa 1,3 milioni di over 75, su un totale di circa 6,9 milioni, pari al 18,8%, dichiarano di non ricevere aiuto adeguato in relazione ai bisogni della vita quotidiana e alle necessità di tutti i giorni.”Dati vergognosi. Abbandonare a se stessi gli anziani non è degno di un Paese civile” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “In primo luogo bisogna potenziare gli aiuti domiciliari per non costringere gli anziani a entrare in case di riposo, sostenendoli sia dal punto di vista economico che sociale nelle loro abitazioni, assistendoli nei bisogni quotidiani. Quanto alle case di riposo, le rette, anche se commisurate al reddito, sono diventate proibitive per troppe famiglie” conclude Dona.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anziani. Dopo il Covid rimangono i problemi RSA

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

“Gli anziani e la loro domanda sociale e sanitaria”, è l’indagine Istat da cui si evincono dati preoccupanti: quasi 100mila over 75 sono soli e collocati nella fascia di reddito piu’ bassa, e 1,2 milioni sono senza aiuto per le cure e le attivita’ quotidiane. Gli anziani, quelli che continuavano a morire per il covid fino a che le autorità politiche si sono rese conto che avrebbero dovuto avere priorità per i vaccini, e che talvolta (Toscana docet – 2) sono stati vaccinati anche dopo gli avvocati. Quelli anziani non autosufficienti, che prima e durante il covid, quando finivano e finiscono in una Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) o erano benestanti o prosciugavano gli averi di famigliari talvolta costretti a fare debiti per tenerli ricoverati. Con alcuni Comuni e Regioni che, pur di non pagare le rette RSA hanno sviluppato una normativa creativa in dispregio delle leggi nazionali. Il grado di civiltà di un popolo, si sa, lo si valuta dal trattamento riservato ai più indifesi e deboli. Ma qualcuno non si è ancora reso che, a fronte di un sistema sanitario che gestisce l’ospedaliero, l’urgenza e la riabilitazione post acuta, in modo gratuito ed in molte regioni efficiente, la disabilità cronica e l’anzianità, che spesso necessita di assistenza medica intensa continua, ricade, spesso e volentieri, sulle spalle dell’utenza e delle famiglie.La legge prevede che la retta di ricovero sia composta da una quota sanitaria (generalmente il 50% dell’intero) a carico del Sistema sanitario regionale erogate tramite le Asl di appartenenza e da una quota sociale o alberghiera (l’altro 50%) a carico dei Comuni con la compartecipazione del beneficiario della prestazione determinata in base all’Isee, ed in particolare all’Isee socio-sanitario. Ed è proprio nella quota comunale che avviene il pateracchio, perché per valutare chi deve pagare questa parte di retta alcune amministrazioni hanno deciso che non fa testo l’Isee del ricoverato, ma quello della sua famiglia, anche se quest’ultima a stento riesce a far fronte a se stessa. Ed ecco quindi che alcuni anziani si trovano fuori delle RSA. Aduc fa una lotta anche giudiziaria in materia, con alti e bassi (3), ma al momento non sembra che la lezione del covid abbia insegnato sulla tempestività e necessità dell’intervento pubblico.I dati Istat di oggi sono un monito per chi ancora sottovaluta e derubrica la questione anziani a mero calcolo economico. Nella nostra società gli anziani sono sempre di più. Su Covid e RSA si gioca la partita. Per il covid, in ritardo, si è fatto il dovuto. Per la RSA? E’ bene ricordare che i ritardi non fanno fare le cose con maggiore ponderazione, ma in questo caso sono mortali. (fonte Aduc)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via le riprese de Il Vecchio e la bambina

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

E’ un docufilm diretto da Sebastiano Rizzo con Totò Onnis e Maria Grazia Cucinotta. Girato tra le splendide location del Veneto, il film ripercorrerà i luoghi visitati e vissuti da Ernest Hemingway nella sua vita, dalla Grande Guerra in poi. La figura del grande letterato sarà rievocata dagli incontri, dai posti, dalle memorie e dalla stessa figura del vecchio, accompagnato dalla nipote nel suo misterioso viaggio.Il Vecchio e la bambina è prodotto da Corrado Azzollini per Draka Production con la partnership di HGV Italia, nell’ambito del progetto di cooperazione interterritoriale “Veneto rurale” ideato e promosso da un partnerariato di GAL veneti: VeGAL – capofila, GAL Alta Marca Trevigiana, GAL Patavino con il Comune di Arquà Petrarca, GAL Montagna Vicentina e GAL Adige, con il finanziamento della Misura 19 – Sviluppo Locale Leader del PSR 2014-2020 della Regione Veneto. L’obiettivo del docufilm mira a promuovere ed accrescere l’attrattiva turistica dei territori dei GAL coinvolti: Venezia orientale, Montagna e pedemontana vicentina, Colli euganei e bassa padovana, Medio polesine ed Alta marca trevigiana.“La valorizzazione del patrimonio naturalistico storico-artistico ed enogastronomico dei nostri territori è l’obiettivo principale del progetto condiviso fra i GAL e contribuisce alla strategia di promozione turistica della Regione Veneto – dichiara Giorgio Fregonese, Presidente di VeGAL soggetto capofila del partenariato. Abbiamo creduto e investito molto nella realizzazione di questo film documentario che racconterà i territori rurali dei GAL attraverso un viaggio evocativo nell’intento non solo di far conoscere luoghi e paesaggi che li contraddistinguono, ma anche di emozionare lo spettatore ed alimentare il desiderio di progettare viaggi futuri con destinazione le aree rurali venete”.Il regista Sebastiano Rizzo spiega che: “La ricchezza di set naturali del Veneto – e in particolare dei territori dei cinque GAL – ci porta in un mondo ricco di natura e storia. Montagne, laghi, fiumi e agricoltura verranno mostrati, all’occhio curioso dello spettatore, sia in chiave dimostrativa, ma ancor più in chiave suggestiva ed emozionale. La scelta, quindi, sarà quella di creare curiosità e incantare, grazie all’enorme ricchezza storica dei posti individuati. La musica di Vivaldi, e in particolare l’aria Siam navi all’onde algenti, ‘potrebbe’ essere l’ideale filo conduttore sonoro che lega il tutto senza far perdere originalità alle singole parti dedicate specificatamente al territorio di ogni GAL”.Il progetto finanziato per 450.000,00 euro nell’ambito della misura 19 – Sviluppo locale Leader del PSR 2014-2020, è sostenuto dalla Regione Veneto (Assessorati al turismo, cultura e agricoltura), dalla Fondazione Veneto Film Commission e da Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Perché bisogna tornare a puntare sui mercati Emergenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

A cura di Paolo Paschetta, Country Head Italia di Pictet Asset Management. I mercati emergenti rappresentano un’ottima opportunità d’investimento, anche se accostarsi a loro richiede un certo grado di conoscenza. Addentrarsi nel mondo degli emergenti, infatti, significa trovare all’interno un vasto numero di civiltà e mercati con caratteristiche uniche. Per questo è utile approfondirne i tratti salienti, senza fermarsi a luoghi comuni che potrebbero far perdere occasioni di rendimento interessanti o sottovalutare eventuali rischi. Queste aree del mondo – dall’Asia all’America Latina, passando per Africa, Est Europa e Medio Oriente – sono in alcuni casi caratterizzate da instabilità politica ed economica. Inoltre, lo shock esogeno causato dalla pandemia ha colpito duramente alcuni di questi mercati, ma l’avanzamento delle campagne vaccinali e la ripresa globale che tutti attendono per la seconda parte dell’anno permetterà agli emergenti di tornare velocemente ai trend di fondo che li vedevano come i protagonisti del futuro.Già prima dell’avvento della pandemia, infatti, i mercati emergenti davano la sensazione di essere sulla via di uno sviluppo particolarmente rilevante. Tant’è che secondo uno studio della società di consulenza McKinsey, pubblicato nel 2019, i Paesi in via di sviluppo entro il 2030 rappresenteranno più della metà di tutti i consumi globali. E stime della Commissione Europea ci dicono che, per allora, la classe media di Cina e India rappresenteranno il 66% del totale mondiale. Le prospettive di una graduale ripresa del commercio internazionale, poi, non potranno fare altro che tornare ad alimentare la crescita degli emergenti. A fare da volano all’area asiatica, inoltre, ci sarà la Regional Comprehensive Economic Partnership (Rcep), un accordo di libero scambio di merci, servizi e investimenti tra 15 Paesi che rappresentano insieme il 30% della popolazione mondiale, tra cui Cina, Giappone, Corea del Sud e gli Stati del Sud Est Asiatico.Per quanto Cina e India abbiano economie dinamiche e in forte crescita, con il Paese del Dragone che si è ritagliato una leadership globale nel comparto digitale, ci sono anche altre aree del mondo emergente a cui vale la pena rivolgere l’attenzione. Una di queste è certamente l’Africa. Secondo un rapporto della Brooking Institutions, infatti, si stima che il continente abbia già superato l’India per numero di famiglie classificabili come classe media e avrà un mercato i cui consumi potrebbero salire fino a 2.500 miliardi di dollari entro il 2030. E dall’inizio di quest’anno, inoltre, è entrato in vigore l’accordo di libero scambio più grande al mondo in termini di Paesi partecipanti: l’African Continental Free Trade Area, con ben 54 firmatari. Una novità in grado di dare il via a uno sviluppo ancora più spedito, favorito anche dagli investimenti esteri che cominciano a fare capolino sull’area in maniera consistente. Il continente africano è pronto a crescere e lo farà con un modello differente da quanto fatto da altri. Chi vuole cercare opportunità di diversificazione, infatti, non potrà fare a meno di notare come, per esempio, in Kenya e Nigeria esistano già migliaia di società FinTech, con un ruolo degli istituti bancari tradizionali totalmente marginale.Anche l’America Latina è un mondo interessante e ricco di opportunità, sebbene in passato sia rimasto legato a un modello di sviluppo troppo dipendente dal commercio delle materie prime, fattore che ha contribuito a creare un elevato livello di diseguaglianza all’interno della popolazione, oltre a un’eccessiva fragilità dell’economia. Ora, però, l’abbattimento di molte barriere attraverso la digitalizzazione, l’aumento della fetta di popolazione rientrante nei canoni della classe media e la diffusione dei servizi su più ampia scala potrebbero dare slancio a un nuovo sviluppo dell’area che è, e rimane, una terra dalle mille opportunità, al pari dell’America del Nord. In America Latina, infatti, si nasconde un serbatoio di eccellenze e innovazione che non si mette mai abbastanza in evidenza. Si possono citare, per esempio, il sistema sanitario all’avanguardia del Cile, ai primi posti al mondo per numero di persone vaccinate contro il Covid. Oppure il caso del Costa Rica che, dal 2019, sfrutta quasi esclusivamente energia rinnovabile. Non è poi da trascurare la grande disponibilità di materie prime e di minerali. La Bolivia, per esempio, ha la più grande riserva di litio al mondo ed è pronta a produrre localmente batterie, una potenzialità da non sottovalutare in un mondo che si prepara al boom delle auto elettriche. Questi sono solo alcuni degli aspetti più interessanti di un’area del mondo ormai pronta a smarcarsi dagli stigmi attribuitigli negli anni di corruzione, instabilità economica e politica.Anche il Medio Oriente è un’area del mondo che dà segnali di maturità. Un Paese importante di quest’area, l’Arabia Saudita, ha intrapreso una politica per diventare sempre più indipendente dal petrolio con il piano di trasformazione Saudi Vision 2030. Paesi come Oman e Qatar hanno varato alcune riforme del mercato del lavoro favorevoli agli immigrati, con il probabile effetto di una maggiore capacità di attrarre e trattenere talenti e competenze dall’estero. Spostandoci, invece, sull’Est Europa, questa era l’area del Vecchio continente a crescita media più elevata prima della crisi, con una fetta consistente di popolazione che stava vedendo aumentare salari e capacità di spesa. La pandemia ha momentaneamente arrestato questo processo, ma con la ripresa dell’attività a livello mondiale è assai probabile che l’economia di questi Paesi riprenda il percorso interrotto. Paesi come la Russia, essendo comunque legati al mercato energetico, potrebbero riprendere slancio con la ripresa dei viaggi e del trasporto merci a livello mondiale. I Paesi sotto al cappello dell’Unione europea, infine, potranno presto beneficiare degli investimenti nell’ambito del Recovery Fund.Il quadro generale che si riesce a ricavare dal mondo degli Emergenti è, quindi, molto diversificato per aree regionali. Ma tutti questi Paesi, pur nelle loro diversità, hanno la caratteristica comune di offrire grande potenziale di rendimento, pur rimanendo soggetti a repentine correzioni. Quest’ultimo è un aspetto che tende a tenere lontani gli investitori più avversi al rischio, insieme al fatto che negli ultimi 10 anni si è verificata una grande dispersione di performance: tra le asset class migliori e quelle peggiori, infatti, c’è stata una differenza media del 30 per cento. Tuttavia, questo mondo complicato può rivelarsi una fonte preziosa di rendimento, se si adotta la giusta strategia. Con il fondo d’investimento Pictet-EMMA (Emerging Markets Multi Asset), Pictet ha messo in campo un approccio globale e diversificato, multi asset, che si pone l’obiettivo di andare a selezionare le varie eccellenze locali e, al contempo, controllare il rischio che caratterizza questi mercati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Parità di genere: la Commissione pubblica raccomandazioni per colmare il divario di genere nei settori culturali e creativi

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Bruxelles. La Commissione ha pubblicato la relazione sulla parità di genere nei settori culturali e creativi, che contiene raccomandazioni e una panoramica di oltre 250 buone pratiche in tutta l’UE per migliorare le condizioni di lavoro delle donne in questi settori. La relazione, coordinata dalla Commissione europea ed elaborata da esperti degli Stati membri, fa parte del piano di lavoro del Consiglio per la cultura 2019-2022 ed evidenzia le principali sfide in questi settori, dagli stereotipi di genere alle molestie sessuali, dal divario retributivo all’accesso alle posizioni dirigenziali.Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, ha dichiarato: “I settori culturali e creativi influenzano i valori e gli atteggiamenti della nostra società. Nonostante gli importanti progressi nel miglioramento della situazione femminile, il successo delle donne incontra ancora ostacoli. Questa relazione giunge in un momento cruciale, in cui riapriamo i settori culturali e creativi e li ripensiamo affinché diventino più inclusivi e sostenibili dopo la pandemia di COVID-19. Le raccomandazioni ci aiuteranno a rimuovere questi ostacoli e a garantire che gli artisti e i professionisti dei settori creativi possano beneficiare delle stesse opportunità in tutta l’UE, a prescindere dal genere.” Oltre a fornire una panoramica della situazione relativa alla parità di genere nei settori culturali e creativi, compreso l’impatto della pandemia di COVID-19, la relazione contiene raccomandazioni dettagliate ed esempi di buone pratiche. Le raccomandazioni suggeriscono, ad esempio, di migliorare la raccolta di dati affidabili e comparabili sul divario di genere nell’UE. L’uso di un linguaggio che tenga conto della dimensione di genere, l’attuazione della parità sul luogo di lavoro, come pure l’integrazione della dimensione di genere nell’elaborazione dei bilanci e di tutte le azioni trasversali sono fondamentali per colmare il divario tra uomini e donne. L’attuazione di alcune raccomandazioni specifiche è già iniziata nel nuovo programma Europa creativa (2021-2027). La relazione completa e le informazioni supplementari sono disponibili online.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’eredità del 2020 ed il 2021 nelle prospettive di Stati Uniti e Cina

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Di Giancarlo Elia Valori Honorable de l’Académie des Sciences de l’Institut de France. Il 2020 è stato un anno cruciale a causa del Covid-19 che ha sconvolto l’evoluzione dell’ordine mondiale nella direzione di differenziazione e trasformazione. Questa è la crisi più grave che il mondo umano abbia dovuto affrontare dalla seconda guerra mondiale. Al 10 maggio 2021, secondo il Global New Crown Epidemic Statistics Report della Hopkins University, ci sono stati 158.993.826 casi confermati in tutto il mondo e 3.305.018 decessi. La pandemia è come un esiziale esperimento sociale globale. Sulla base di un ordine mondiale che è già entrato in crisi, essa non solo ha causato una pausa e quindi la decelerazione dello sviluppo economico, ma ha anche premuto l’accelerazione della divisione sociale e del trasferimento di potere dal politico al tecnico. Al momento, sebbene gli analisti più esperti e le principali istituzioni di ricerca abbiano pubblicato vari rapporti di ricerca, nessuno di loro può prevedere con precisione e in dettaglio l’enorme impatto della pandemia sulla storia del XXI secolo. Tuttavia la pandemia apporterà grandi cambiamenti in quattro aree. In primo luogo, essa accelererà il trend generale di recessione e differenziazione economica globale. Ciò è dovuto alle politiche di sovremissione di valuta adottate da vari Paesi e all’intensificata polarizzazione sociale interna. La crisi economica e finanziaria mondiale dal 2008 non ancora è stata risolta. Al contrario, la crisi è stata nascosta solo dalla risposta a breve termine della politica monetaria. In secondo luogo, la pandemia velocizzerò i cambiamenti interni e la riorganizzazione dell’ordine politico ed economico internazionale dovuti appunto dalla differenziazione sociale interna. A causa dell’influenza turbolenta della politica interna e internazionale, i rischi politici ed economici nelle fragili regioni del il mondo si intensificheranno o avranno effetti a catena. In terzo luogo, la pandemia promuoverà il rafforzamento della società digitale e la concorrenza tra i Paesi nella costruzione di nuove tecnologie diventerà più intensa. L’impatto più significativo della società digitale è l’arrivo silenzioso di una società trasparente che esiste ma non ha contatti umani. In quarto luogo, la pandemia favorisce l’ascesa del nazionalismo dei vaccini e accelera la rinascita del valore della comunità dei Paesi dell’Asia orientale, il che ha un significato epocale dal punto di vista della storia della civiltà mondiale. Per ciò che riguarda lo scorso anno l’evento politico ed economico più influente nel 2020 sono state le elezioni statunitensi e il relativo cambio di amministrazione. Le elezioni statunitensi hanno rappresentato il cambio più netto ma anche il più frustrante nella storia degli Usa. Sebbene Trump abbia perso le elezioni, 74.216.154 cittadini hanno votato per il presidente uscente. Per gli Usa, il mutamento di direzione non può essere considerato l’avvento di una politica determinata in una direzione, in quanto la realtà di base della società americana altamente divisa non è stata cambiata, ma è stata rafforzata a causa delle elezioni generali. L’enorme impatto ha promosso la diffusione della violenza politica e delle manifestazioni di protesta negli Usa.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collisions with Vessels, the Deadliest Threat for Whales

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 giugno 2021

Friend of the Sea Launches the Whale-Safe Certification to Stop the Death of 20.000 Whales Every Year.It’s a silent massacre most people are unaware of. Every year, up to 20,000 whales die because of lethal collisions with vessels. The image of a dead whale stuck in the bow of a vast container symbolizes this tragedy. However, most of the time, their bodies sink without leaving a trace that could show the magnitude of this phenomenon. Whale ship strikes have now become a significant threat to big cetaceans. Collision skill 20 times more whales than the controversial practice of whale hunting or whaling.To stop this bleeding, Friend of the Sea, a program from the World Sustainability Organization, has created the Whale-Safe international certification standard to raise awareness of this problem, engage the world shipping industry and reduce lethal collisions.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »