Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 6 giugno 2021

Prima edizione di Future Respect

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Dal 10 al 12 giugno 2021 si terrà la prima edizione di Future Respect. Impresa sostenibile, pratiche a confronto: congresso che rappresenta una grande occasione a livello nazionale per uno scambio di idee e un confronto di esperienze tra imprese pubbliche e private, terzo e quarto settore, esperti e cittadini consumatori sul tema della trasformazione sostenibile. L’evento si terrà in presenza allo Stadio di Domiziano di Roma per gli addetti ai lavori, mentre per il pubblico si terrà in diretta sui canali social YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM (dal sito future-respect.it o consumerlab.it). Tutte le pratiche che verranno presentate sono esemplari per la trasformazione sostenibile, messe a vantaggio di tutti. Alcuni esempi: Coldiretti, presenta un’innovazione per rendere sostenibile la zootecnia, Aboca illustra il percorso di trasformazione in Società Benefit; Banca Mediolanum, la responsabilità verso i clienti e le nuove generazioni; Caes, l’assicurazione mutualistica in una società che cambia; Ferrero, lo sviluppo si coniuga con il passato; Esselunga, l’educazione alimentare per acquisti consapevoli; Oleificio Zucchi, il percorso d’innovazione dalla sostenibilità aziendale alla sostenibilità dei prodotti; Asdomar, la sostenibilità al centro; De Cecco il significato del suo metodo tra tradizione-innovazione; Mercatino, i boschi “Mercatino franchising” dalla CO2 all’ossigeno; Alfasigma, solidarietà locale e responsabilità globale; FNM, la mobilità al servizio del lavoro, Le FayResort, la sostenibilità al centro di un progetto turistico di eccellenza; Oleificio Coricelli, sostenibilità e imprese familiari. Le proposte di solidarietà, per la coesione e l’equità sociale, presentate dalle diverse Onlus/Fondazioni presenti, forniscono opportunità di impegni mirati per risultati consolidati di successo. I contributi degli Enti di ricerca completeranno la portata innovativa del Congresso. econdo una recente indagine Istat (2020) tra 4,4 milioni di Imprese italiane, poco più di un milione è interessata ad avviare un percorso di “trasformazione sostenibile”; più precisamente il 68,9% si dichiara attenta a migliorare il benessere lavorativo, il 66,6% a ridurre l’impatto ambientale, il 31,3% a sostenere o realizzare iniziative d’interesse collettivo, il 29,4% a sostenere o realizzare iniziative a beneficio del tessuto produttivo del territorio, il 64,8% a incrementare i livelli di sicurezza all’interno dell’impresa o nel territorio in cui opera.In realtà solo una esigua minoranza di Imprese ha metabolizzato la necessità di questa radicale trasformazione e conquistato la flessibilità per aggiornarsi in maniera continua e capillare; infatti neanche duemila Imprese redigono un Bilancio di Sostenibilità, avviando in concreto il percorso della trasformazione sostenibile, rendicontandone l’andamento.Un secondo paradosso è che oltre il venti per cento delle pubblicità parla di sostenibilità. Una sproporzione tra realtà e comunicazione, troppe parole, pochi fatti; gli impatti sono perlopiù autoreferenziali; piuttosto diffusa la fallacia che confonde le idee; insomma disinformazione che non aiuta. Anche la stragrande maggioranza dei cittadini consumatori ha idee confuse e parziali sulla sostenibilità, ritenendola essenzialmente un fatto ambientale, clima e inquinamento; questo comporta l’assunzione limitata di quel ruolo determinante per cambiare le cose, che spetta a loro.I dati elaborati da diverse fonti per il Congresso evidenziano due trend paralleli: crescono la consapevolezza dei cittadini e l’importanza della reputazione aziendale negli acquisti ma sono troppo poche le imprese che sanno come valorizzarle. Link alla tesi congressuale: https://www.consumerlab.it/wp-content/uploads/2021/05/ricerca-LA TRASFORMAZIONE SOSTENIBILE.pdf

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Talk online con l’Archivio Franco Vimercati

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Lunedì 7 giugno 2021, si terrà l’ultimo appuntamento con il ciclo di incontri online SUL FILO DELLA MEMORIA. Gli archivi d’artista si raccontano, organizzato da AitArt – Associazione Italiana Archivi d’Artista in versione online sulla piattaforma GoToMeeting https://www.gotomeeting.com/it-it/meeting/join-meeting (codice accesso: 571-741-077).L’incontro questa volta è con l’Archivio Franco Vimercati, fondato nel 2015 e dedicato alla figura di Franco Vimercati (Milano, 1940 – 2001), tra i più sofisticati fotografi italiani della seconda metà del Novecento. Introduce l’incontro Filippo Tibertelli de Pisis, Presidente di AitArt, intervengono Martino Vimercati, Presidente dell’Archivio Franco Vimercati, Liliana Dematteis, Curatrice dell’Archivio Franco Vimercati, ed Elio Grazioli, Storico dell’arte e membro del Comitato Scientifico dell’Archivio Franco Vimercati.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un dialogo sulla nuova centralità del mondo rurale

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

07.06.2021 H 18:00 Registrazione online. L’incontro presenta i progetti degli studenti dello Studio Sergison ambientati nella Valle di Muggio, e un dialogo sulla nuova centralità del mondo rurale in compagnia di Jonathan Sergison – professore ordinario USI e direttore dell’Istituto di Studi Urbani e del Paesaggio dell’Accademia di architettura di Mendrisio – e di alcuni dei giovani autori. Jonathan Sergison: si è laureato presso la Architectural Association nel 1989 e ha maturato esperienza lavorando per David Chipperfield e Tony Fretton, prima di fondare Sergison Bates architects nel 1996. Il lavoro dello studio è stato vastamente pubblicato ed esibito e molti dei palazzi sono stati premiati. Lo studio è stato anche investito di un riconoscimento internazionale per ‘sviluppi innovativi in architettura’ (Erich Schelling Medal for Architecture) ed eccellenza architettonica (Heinrich Tessenow Gold Medal for Architecture) ed è stato invitato a partecipare alla Biennale di Architettura di Venezia nel 2008 e nel 2012. Jonathan Sergison ha insegnato in diverse scuole di architettura, incluse l’Architectural Association a Londra, il Politecnico federale di Zurigo (ETH), il Politecnico federale di Losanna (EPFL), la Oslo School of Architecture and Design e la Harvard Graduate Design School. Ha preso parte a numerose giurie di competizioni architettonica internazionali, ed è stato esaminatore esterno alla University of Cambridge. Dal 2008 è professore di Progettazione architettonica all’Accademia di architettura di Mendrisio, presso la quale è titolare dell’atelier Studio Sergison, che promuove un approccio sperimentale e collaborativo, incoraggiando gli studenti a sviluppare solide posizioni che diano fondamento ai loro progetti. Swiss Talks è un ciclo di incontri dedicati agli orientamenti dell’architettura contemporanea in Svizzera. A cinque anni dalla loro istituzione, gli Swiss Talks s’interrogano sulla natura sperimentale dell’architettura coinvolgendo le tre principali scuole di architettura svizzere: EPFL, ETHZ, USI-Accademia di architettura. Un progetto di Istituto Svizzero e Casabella Formazione, a cura di Federico Tranfa. Con il patrocinio di USI-Accademia di architettura. Con il sostegno di Laufen, Gruppo Mondadori, ProViaggi Architettura.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di laurea magistrale in Scienze e Tecnologie Alimentari

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Parma università. è stato pubblicato il bando per l’anno 2021/2022 relativo al numero di posti e alle modalità di accesso per il corso di laurea magistrale in Scienze e Tecnologie Alimentari.L’accesso programmato a livello locale prevede la disponibilità ad accogliere 103 studenti comunitari ed extracomunitari residenti in Italia e 5 studenti extracomunitari, di cui 1 riservato “Marco Polo”.Non è previsto un test di ingresso. La graduatoria di merito verrà stilata sulla base della media ponderata, calcolata su almeno 80 CFU scelti dal candidato e relativi a esami di profitto negli insegnamenti riferiti agli SSD citati nel bando. In caso di parità di punteggio, sarà data priorità al candidato con voto di laurea più elevato e, nel caso di ulteriore parità, al candidato anagraficamente più giovane.I candidati cittadini italiani, cittadini dell’Unione Europea e cittadini non comunitari equiparati, in possesso dei requisiti indicati nel bando potranno iscriversi alla graduatoria dalle 9 del 1° luglio alle 12 del 27 luglio, esclusivamente con la procedura on line indicata nel bando.Immatricolazioni aperte dall’8 luglio. Allargando il campo all’intera offerta formativa, l’Ateneo ricorda infine che l’apertura generale delle immatricolazioni è fissata all’8 luglio.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Covid e la strage silenziosa

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Torino martedì 8 giugno alle 17,30 sul canale YouTube del Centro Studi Africani di Torino, con il patrocinio della Città Metropolitana sarà presentato il libro dello storico Roberto Morozzo Della Rocca. Dialogheranno con l’autore il giornalista e inviato de “La Stampa” Domenico Quirico, l’ambasciatore Renzo Mario Rosso, presidente del Centro Strudi Africani, Raffaella Ravinetto, senior researcher dell’Istitute of Tropical Medicine di Anversa, la biologa Susanna Ceffa, che lavora per il programma DREAM della Comunità di Sant’Egidio. Modererà l’incontro Daniela Sironi, responsabile della Comunità di Sant’Egidio per il Piemonte. “Nessuno si salva da solo”, ha ribadito più volte Papa Francesco, indicando alle nazioni una via condivisa per uscire dall’emergenza Covid, a partire dall’accesso universale al vaccini. L’errore da non ripetere è quello di non estendere ai paesi poveri i trattamenti sanitari, com’è avvenuto per lunghi anni con le pandemie di Ebola e di HIV. A documentare questo tragico errore nella strategia globale di contenimento dei virus è il libro del professor Morozzo della Rocca, ordinario di Storia contemporanea all’Università RomaTre e impegnato nei progetti di cooperazione internazionale della Comunità di Sant’Egidio. Il tema è particolarmente attuale per la connessione all’emergenza SARS-COV-2. Mentre in Occidente erano disponibili le cure per l’HIV e per Ebola, tra 1996 e 2002 in Africa quelle cure erano considerate impossibili. Poiché la gran parte dei malati di AIDS era in Africa, si registrarono decine di milioni di decessi evitabili. Secondo Morozzo della Ricca, a cavallo tra XX e XXI secolo si dubitava della capacità degli africani di assumere regolarmente le medicine, le fragili sanità pubbliche africane erano considerate inefficienti, i costosi farmaci antiretrovirali contro l’AIDS che in Occidente salvavano vite apparivano un lusso (senza però che i corrispettivi farmaci generici, a basso costo, fossero presi in considerazione). Dominava insomma un afro-pessimismo: curare i malati di AIDS nelle regioni subsahariane veniva giudicato una perdita di tempo e denaro. Intanto, la durata media della vita crollava e le economie collassavano. Malgrado gli sforzi di figure come Kofi Annan, Stephen Lewis, Jeffrey Sachs e di tanti medici e volontari sul campo, l’opzione terapeutica si sarebbe affermata in Africa lentamente. L’accesso universale alle terapie sarebbe stato convenuto a livello internazionale soltanto intorno al 2015. La storia di come si è invertita la rotta, nel nome della necessità di salvare il numero più alto possibile di vite, è una lezione esemplare che può aiutare ad affrontare meglio l’attuale pandemia, tutt’altro che contenuta in molti paesi africani, latino-americani e asiatici.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Per una Roma sempre più inclusiva e accessibile”

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

“Il nostro impegno per una città sempre più inclusiva e rispettosa dei diritti dei cittadini con disabilità continua a essere massimo. Come emerso stamane in Commissione congiunta Lavori Pubblici e Politiche Sociali, infatti, sin dal 2017 abbiamo ricostituito il gruppo di lavoro sul tema dell’accessibilità, dopo quello avviato nel 2014 e, assieme alle associazioni di categoria e ai Municipi, negli anni successivi abbiamo individuato e realizzato diversi interventi tesi a rendere più accessibili alcuni punti critici della città, stanziando per tali lavori un budget di 2 milioni di euro.Nel febbraio 2020, con l’approvazione della delibera n.39 da parte della Giunta Capitolina, Roma Capitale e grazie all’enorme lavoro profuso dal Delegato della Sindaca all’Accessibilità Universale, dottor Andrea Venuto, Roma Capitale ha adottato il manuale operativo contenente le indicazioni relativa alla realizzazione dei P.E.B.A. (Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche) da parte dei singoli Municipi.Non solo. In data 30 aprile 2021 la Sindaca Virginia Raggi ha emanato un’ordinanza con cui nomina i singoli componenti dell’Osservatorio Permanente sui Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, che avrà il compito di conformare totalmente le politiche di Roma Capitale alle prescrizioni contenute nella Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. L’Osservatorio, composto dal dottor Venuto, dal presidente della Consulta cittadina permanente per i diritti delle persone con disabilità ingegner Gialloreti, da membri degli ordini professionali degli ingegneri e dei geometri e delle associazioni di categoria, non percepirà alcun compenso o rimborso per le prestazioni effettuate”.Lo dichiara, in una nota stampa, la presidente della Commissione Lavori Pubblici di Roma Capitale Alessandra Agnello.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiuti elettronici, cinque azioni per aiutare il pianeta

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Contribuire al ripristino dell’ecosistema significa anche assicurarsi che i propri rifiuti seguano una corretta strada di raccolta, recupero e smaltimento evitando così che possano essere dispersi. In occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente, che si celebra il 5 giugno fin dal 1972 e che si prefigge non solamente di richiamare l’attenzione pubblica sulle questioni ambientali, ma di indicare delle azioni concrete che possano contribuire al miglioramento dell’ambiente stesso, il consorzio Ecolight pone l’accento sui rifiuti elettronici. Una tipologia di scarti che sta crescendo a ritmi sostenuti e che rappresenta una vera sfida ambientale per le potenzialità di recupero che ha. «Solamente il 20% dei RAEE segue un iter corretto. Il resto finisce nella raccolta indifferenziata oppure, nel peggiore dei casi, viene esportato illegalmente», osserva Giancarlo Dezio, direttore generale di Ecolight, consorzio nazionale per la gestione dei RAEE, delle pile e degli accumulatori esausti. «Conoscere il valore ambientale di questi rifiuti, ma soprattutto assicurarsi che questi siano conferiti correttamente è un impegno che ci deve vedere tutti coinvolti se vogliano contribuire in modo fattivo alla tutela del nostro pianeta».Nel rispetto delle indicazioni della Giornata mondiale dell’Ambiente, Ecolight ricorda le azioni concrete che possono dare una mano al miglioramento dell’ambiente. In cinque punti, le indicazioni su come gestire frigoriferi, frullatori, smartphone e lampadine a risparmio energetico non più funzionanti:1. innanzitutto, i RAEE possono essere portati direttamente alla piazzola ecologica del proprio comune. Qui ci saranno cinque contenitori dove conferire rispettivamente: frigoriferi e congelatori, forni e lavatrici, schermi e televisori, piccoli elettrodomestici ed elettronica di consumo e lampadine a risparmio energetico e a fluorescenza; 2. è bene ricordarsi che, al momento dell’acquisto di una nuova apparecchiatura, è possibile consegnare gratuitamente al rivenditore (negozio o portale e-commerce) l’apparecchiatura vecchia non più funzionante secondo il principio dell’Uno contro uno; 3. i RAEE di piccole dimensioni, ovvero fino a 25 cm, possono essere consegnati in negozio anche senza alcun obbligo di acquisto (principio dell’Uno contro zero). Questo vale per i negozi con una superficie di vendita di apparecchiature elettroniche superiore ai 400 mq; 4. le lampadine a incandescenza e quelle alogene non sono RAEE, devono quindi essere messe nel sacco della raccolta indifferenziata; 5. è bene togliere le pile da ogni apparecchiatura elettrica prima di buttarla. Le pile esauste devono essere conferite negli appositi contenitori che si trovano nelle ecoisole comunali oppure in prossimità di alcuni esercizi commerciali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Ambiente: Cia, agricoltura in prima linea. Solo 7% di emissioni

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

L’agricoltura oggi pesa solo il 7% circa sul totale delle emissioni prodotte che si riversano sull’ambiente. Un impegno sulla strada della sostenibilità che in Italia va avanti da anni: diminuisce drasticamente l’uso di chimica impattante; crescono le superfici biologiche e le agroenergie; si riduce di netto il consumo d’acqua grazie all’irrigazione di precisione; aumenta la manutenzione del verde, nelle aree rurali e urbane, realizzata dagli agricoltori. Così Cia-Agricoltori Italiani, in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente che si celebra domani 5 giugno, fa il punto sul settore e lancia il suo piano per il futuro: l’agricoltura è pronta a cogliere la sfida del Green Deal europeo, così come gli obiettivi dell’Agenda 2030, però chiede strumenti e risorse adeguate per affrontare la transizione verde puntando su innovazione, ricerca e nuove tecnologie.In questo senso -spiega Cia- i fondi del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza, così come la nuova Pac, sono essenziali per consentire all’agricoltura di impattare sempre meno su clima e ambiente, tutelando al contempo competitività, reddito e qualità. Questo vuol dire continuare a produrre cibo sano e sicuro per tutti, ma anche assicurare la tenuta e lo sviluppo delle aree rurali, difendendo il paesaggio e la biodiversità; gestendo le risorse idriche; incentivando la produzione di energia da fonti rinnovabili, dal biogas alle biomasse al fotovoltaico sui tetti delle strutture agricole; salvaguardando il suolo e le foreste per prevenire il dissesto idrogeologico, migliorando la sostenibilità dei processi produttivi con nuove tecnologie digitali, blockchain e rinnovo del parco macchine per non inquinare.“La sfida green vogliamo giocarla da protagonisti -sottolinea il presidente nazionale di Cia, Dino Scanavino- continuando sempre a migliorare la sostenibilità di allevamenti e coltivazioni e valorizzando i servizi ecosistemici del nostro settore, ma con una visione dell’agricoltura che tutela l’ambiente senza penalizzare la produzione”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Richieste credito famiglie italiane

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Il mese di maggio 2021 ha confermato il trend di recupero delle richieste di credito da parte delle famiglie italiane rispetto ai volumi pre Covid, già in atto da qualche mese. Nello specifico, la componente dei mutui immobiliari fa segnare un +39,3% mentre i prestiti, nel complesso di personali più finalizzati, vedono una crescita del +34,2% rispetto al corrispondente mese del 2020. In questa fase di incertezza va però segnalato come gli italiani continuino a privilegiare piani di rimborso più lunghi, con il 79,2% delle richieste che prevede una durata superiore ai 15 anni, e un valore della rata non eccessivamente impattante rispetto al reddito disponibile, con i mutui al di sotto dei 150.000 Euro che rappresentano il 70,7% del totale. Più nel dettaglio, l’importo medio richiesto nel mese di maggio si è attestato a 139.109 Euro. Nello specifico, le richieste di finanziamenti finalizzati all’acquisto di beni e servizi quali auto, moto, articoli di elettronica e di arredamento, ecc. hanno fatto registrare un incremento del +31,3% rispetto al corrispondente periodo del 2020. Andamento sostanzialmente speculare per i prestiti personali, che fanno segnare un balzo del +38,7%.Un’ulteriore evidenza del ritrovato clima di fiducia riguarda l’importo medio dei finanziamenti richiesti, che nell’aggregato di prestiti personali e finalizzati si è attestato in maggio a 9.472 euro, in crescita (+9,8%) rispetto al valore di maggio 2020. Nello specifico dei prestiti finalizzati, l’importo medio richiesto si è attestato a 7.209 euro (+14,7% rispetto alla corrispondente rilevazione del 2020), mentre per i prestiti personali è risultato pari a 12.851 euro (+4,3%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Borse di studio per gli Usa: al via gli incontri con le università americane

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

È fissato per il 7 giugno il prossimo incontro online per conoscere i college americani che offrono delle vantaggiose borse di studio ai ragazzi italiani interessati a frequentare le università negli Stati Uniti. Durante quest’anno senza precedenti, sono sempre di più i giovani italiani che decidono di proseguire gli studi all’estero e, gli Stati Uniti sono da sempre la destinazione più gettonata, grazie alla vastissima scelta di corsi, all’ambiente internazionale con studenti provenienti da tutto il mondo e all’ottima introduzione nel mercato del lavoro.Questo dato è confermato anche dalle agenzie di programmi di studio e lavoro all’estero come Mondo Insieme, ad esempio, che ha avuto un record di richieste quest’anno.Non solo da parte degli studenti delle scuole superiori che vogliono frequentare il quarto anno all’estero, ma anche da parte dei ragazzi che, dopo il diploma, hanno deciso di proseguire gli studi negli Stati Uniti.Sono tantissimi gli studenti che, dopo aver frequentato un anno scolastico all’estero completamente in presenza, non vogliono rientrare in Italia per completare il quinto anno del liceo, per paura di tornare in DAD e hanno deciso quindi di completare gli studi direttamente in America.“Viste le tante richieste”- afferma Valeria Sessini, responsabile del Programma Campus USA di Mondo Insieme che offre borse di studio garantite in grado di coprire fino al 70% dei costi di vitto, alloggio e tasse scolastiche – “quest’anno abbiamo organizzato una serie di eventi online per dare l’opportunità ai ragazzi di conoscere da vicino alcune delle università partner”.Questa serie di appuntamenti dal nome “Incontra le Università Americane” ha riscosso molto successo, sono tante le famiglie che hanno partecipato per capire come funziona il sistema universitario americano, molto diverso dal nostro, e per ascoltare le testimonianze di alcuni studenti internazionali.Il prossimo incontro online è fissato per lunedì 7 Giugno alle ore 18.00, dove ci sarà la possibilità di conoscere il Menlo College, la prestigiosa Business School nel cuore della Silicon Valley, a soli 30 minuti da San Francisco e a pochi passi dalla Stanford University. Grazie alla sua location, apre le porte a tante opportunità di tirocinio e crescita professionale. Qualche esempio? Google, Netflix, YouTube, Instagram e tanti altri! Studiare in California con una fantastica borsa di studio può facilmente diventare realtà. Sono sempre di più le opportunità messe a disposizione dei giovani italiani che hanno il coraggio di mettersi in gioco e di investire nel loro futuro, con queste esperienze che cambiano la loro vita.Maggiori dettagli su come partecipare agli incontri e su come ottenere le borse di studio per studiare negli Stati Uniti sono reperibili sul sito internet http://www.mondoinsieme.it,contattando Mondo Insieme allo 051 236890

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rilancio scuole italiane all’estero

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Con uno specifico emendamento, Anief propone alle forze politiche di ripristinare le graduatorie d’istituto nelle scuole statali italiane all’estero, dalle quali attingere per conferire incarichi annuali sulle ore non costituenti cattedra e per l’abrogazione dei contratti locali sulle discipline dell’ordinamento scolastico italiano.Attualmente gli spezzoni di cattedra vengono affidati ai docenti italiani che operano nella scuola anche se non in possesso della specifica abilitazione nella classe di concorso e intere discipline dell’ordinamento italiano sono affidate a contratto locale a docenti reclutati localmente. Queste misure hanno abbassato di molto l’offerta formativa delle scuole italiane statali all’estero. Da quando è entrato in vigore il decreto legislativo 13 aprile 2017 numero 64, intere cattedre o spezzoni di cattedra sono rimaste vacanti per mesi o assegnate a personale senza nessuna conoscenza del sistema scolastico italiano, nel caso dei contratti locali, o a docenti italiani non abilitati nella classe di concorso dello spezzone. Con lo stesso emendamento propone delle modifiche al periodo di servizio da garantire all’estero in caso di nomina, riducendolo da sei a tre anni, restituendo il diritto a tutti di arrivare a svolgere 12 anni di servizio all’estero in due mandati.Infine Anief propone anche di portare da 674 a 700 il contingente del persole scolastico operante nelle scuole, nei corsi e nei lettorati italiani all’estero.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Docenti, lunedì 7 la verità sui trasferimenti bloccati

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

È giunta quasi al termine l’attesa per conoscere l’esito della domanda volontaria o obbligatoria di trasferimento di sede. Tra pochi giorni verranno pubblicati i trasferimenti. Nel frattempo, scrive Orizzonte Scuola, “gli Uffici Scolastici stanno pubblicando i posti disponibili per le operazioni. In maniera preventiva quindi il docente potrà conoscere se il posto desiderato è ancora disponibile, o quali potrebbero essere le opzioni”.Il giovane sindacato Anief intende venire incontro alle legittime richieste di spostamento che molto docenti hanno presentato e si sono visti negare, pur in presenza di posti liberi per accogliere la loro istanza. Anief, quindi, con le sue proposte di modifica del decreto legge 73 intende cancellare i vincoli di permanenza sulle sedi attraverso la contrattazione collettiva, almeno lasciando spazio all’assegnazione provvisoria annuale per esigenze di famiglia; ma anche di adottare lo stop triennale in caso di soddisfazione ‘puntuale’, nella scuola indicata dal richiedente.Come pure si intende accordare l’assegnazione provvisoria a “tutto il personale scolastico che abbia presentato relativa domanda”, in modo da “consentire la contemplazione del diritto al lavoro e del diritto alla famiglia, ad invarianza finanziaria, nel rispetto delle norme contrattuali”, in “deroga ai vincoli introdotti dalla legge 159/19 sulle domande di assegnazione provvisoria per i neo-assunti degli ultimi due anni”. Una disposizione che risponde anche “al divieto di spostamento tra le regioni durante la pandemia”.L’organizzazione sindacale chiede, infine, di attivare una serie di corsi di abilitazione all’insegnamento “destinati al personale docente già di ruolo” da svolgere “in modalità telematica come da Decreto del Ministero dell’Università del 18 novembre 2020, n. 858” e ridefinendo “i numeri degli iscritti e le quote di iscrizione”: in tal modo si potrebbe agevolare la mobilità professionale del personale di ruolo, garantendo quel diritto al ricongiungimento della famiglia, in presenza di posti vacanti, oggi invece negato da norme ingiuste e assolutamente da superare.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: rimuovere gli ostacoli nella ricerca del lavoro

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Udir ha suggerito degli emendamenti inviando proposte alla V Commissione Bilancio della Camera del deputati all’AC 3132 “Conversione in legge del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, recante misure urgenti connesse all’emergenza da Covid-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali”. Tante le proposte: misure urgenti in materia di responsabilità sulla sicurezza dei dirigenti delle Istituzioni scolastiche; dimensionamento scolastico: conferma a regime della norma in Legge di Bilancio sulle iscrizioni con 300/500 alunni; misure urgenti in materia di mobilità dei dirigenti scolastici; perequazione interna ed esterna dello stipendio tabellare; reclutamento degli idonei del concorso a dirigente scolastico di Trento e Bolzano. Per visionare tutte le proposte emendative suggerite dal giovane sindacato Udir, cliccare qui. Come indicato, tra le tematiche le “Misure urgenti in materia di mobilità dei dirigenti scolastici”, il sindacato che tutela i dirigenti scolastici, con emendamenti all’articolo 58, vuole favorire la mobilità dei dirigenti scolastici alla luce delle nuove norme sul dimensionamento scolastico introdotte dalla legge 178/2020 e a ristoro delle norme sul divieto di spostamento tra le regioni prorogate per contenere l’emergenza epidemiologica che hanno reso illogici i divieti esistenti previsti dagli artt. 19 e 25 del d.lgs. 165/2001 e dalle norme contrattuali su conferme, mutamenti, mobilità interregionale con decorrenza 01/09/2020, alla luce anche dei 900 posti che sono vacanti. Inoltre Udir si pone l’obiettivo di sboccare la grave situazione di disagio a cui sono soggetti numerosi dirigenti scolastici collocati fuori regione e di evitare l’ulteriore stallo della mobilità interregionale a cui sarebbero soggetti molti dei presidi vincitori del concorso 2017 e collocati fuori regione, nonché i dirigenti scolastici in ruolo da anni e assegnati fuori della propria regione, a seguito dei divieti di spostamento dettati dalla pandemia.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Nuovi concorsi per diventare docente

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Le prove concorsuali per accedere all’insegnamento necessitano di modifiche importanti. Le richieste del sindacato Anief toccano più punti: c’è la valorizzazione dei candidati idonei dei precedenti concorsi; si chiede quindi di portare il punteggio minimo per il superamento di tutti i concorsi per diventare docente di ruolo da 70/100esimi a 60/100esimi, ovvero alla soglia della sufficienza prevista per legge; di riaprire i termini per la presentazione delle istanze o la modifica dei requisiti di partecipazione ai concorsi che hanno subìto delle modifiche procedurali. Ma anche di permettere ai candidati insegnanti che partecipano ad una qualsiasi procedura e non superano le relative prove, di presentare comunque domanda di partecipazione alla procedura concorsuale successiva per la medesima classe di concorso o tipologia di insegnamento, salvaguardando quindi la parità di accesso ai concorsi pubblici. L’organizzazione sindacale autonoma chiede infine ai deputati della V commissione della Camere di attuare tutti i concorsi per l’accesso all’insegnamento così già come previsto per quelli cosiddetti Stem, quindi senza differenziazioni di prove e di valutazione delle stesse in base al tipo di disciplina da andare ad insegnare.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Su parità salari sentenza storica Ue

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

“Una sentenza storica che fa fare un passo avanti a tutta l’Europa. Nel momento in cui le donne sempre più fanno sentire la loro esigenza di partecipazione, presenza e affermazione, la Corte Ue ha colto non solo un dato di principio ma soprattutto la necessità di dare strumenti per esercitare il diritto alla parità retributiva. E’ anche una sentenza che, rispetto alla proposta di legge in esame in commissione Lavoro dove abbiamo un testo base condiviso da tutti i gruppi politici, richiama a procedere velocemente con un lavoro congiunto tra Parlamento e Ministeri del Lavoro e delle Pari opportunità. Se lo vogliamo, siamo ancora in tempo per portare a casa una legge di importanza storica in un momento in cui si intende ricostruire secondo effettiva equità”. Lo afferma la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), a proposito della sentenza della Corte di giustizia della Ue, che ha stabilito che il principio della parità di retribuzione tra lavoratori e lavoratrici costituisce uno dei principi fondamentali dell’Unione e può essere fatto valere in sede giudiziale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legge danese sul trasferimento dei richiedenti asilo in paesi terzi

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Il Parlamento danese ha approvato gli emendamenti alla legge sugli stranieri (Danish Aliens Act).Gli emendamenti entreranno in vigore se la Danimarca stringerà un accordo formale con un paese terzo. Questo potrebbe comportare il trasferimento forzato dei richiedenti asilo e l’abdicazione da parte della Danimarca delle responsabilità relative alle procedura di asilo e alla protezione dei rifugiati vulnerabili.L’UNHCR si oppone fermamente agli sforzi che mirano ad esternalizzare o a fare gestire ad altri paesi gli obblighi relativi all’asilo e protezione internazionale. Tali sforzi per eludere le responsabilità sono contrari alla lettera e allo spirito della Convenzione sui Rifugiati del 1951 e al Global Compact sui Rifugiati, nell’ambito del quale gli Stati hanno accettato di condividere più equamente la responsabilità della protezione dei rifugiati. Già oggi quasi il 90% dei rifugiati del mondo vive in paesi in via di sviluppo o meno sviluppati che – nonostante le risorse limitate – sono disponibili e rispettano i loro obblighi e responsabilità legali internazionali.L’UNHCR ha espresso ripetutamente le proprie preoccupazioni e obiezioni rispetto alla proposta del governo danese e ha offerto suggerimenti e alternative pragmatiche.L’UNHCR continuerà ad impegnarsi nel dialogo con la Danimarca, che rimane un partner prezioso e di lunga data, con l’obiettivo di trovare un modo pratico per progredire che rassicuri la popolazione e rispetti gli impegni internazionali della Danimarca.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Strasburgo: Parlamento europeo Anteprima della sessione del 7-10 giugno 2021

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Strasburgo. Certificato COVID-19 UE: viaggiare in sicurezza senza subire discriminazioni. I deputati dovrebbero approvare in via definitiva il certificato digitale COVID-19 dell’UE, per facilitare i viaggi in UE durante la pandemia e contribuire alla ripresa economica. http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngBielorussia: il PE discute la reazione dell’UE alla diversione del volo Ryanair. Il Parlamento discuterà con il Capo della politica estera Borrell la risposta UE all’atterraggio forzato di un volo Ryanair a Minsk e all’arresto del giornalista bielorusso Pratasevich. http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngVaccini COVID-19: il Parlamento vota la richiesta di revoca dei brevetti. I deputati voteranno una richiesta all’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) di revoca dei diritti di proprietà intellettuale per i vaccini COVID-19. http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngPremio LUX del pubblico: il vincitore sarà annunciato a Strasburgo Il Presidente del Parlamento, David Sassoli, annuncerà il vincitore del Premio LUX del pubblico 2021 nel corso di una cerimonia che si terrà mercoledì a mezzogiorno in Plenaria. http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngBiodiversità: obiettivi vincolanti per proteggere esseri umani e fauna selvatica. I deputati discuteranno lunedì e voteranno martedì la nuova strategia dell’UE per la biodiversità 2030, per chiedere una migliore protezione delle aree terrestri e marine dell’Unione. http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngBrexit: riserva di adeguamento da 5 miliardi di euro La Plenaria adotterà il mandato per negoziare con il Consiglio la creazione di un fondo di riserva per aiutare i Paesi UE a contrastare le conseguenze negative dell’uscita del Regno Unito. http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngIl PE chiede di rafforzare la difesa UE contro le minacce informatiche.Mercoledì, i deputati discuteranno i recenti attacchi informatici contro le istituzioni UE e le infrastrutture critiche, e adotteranno una risoluzione giovedì. http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngI deputati chiederanno di eliminare l’uso delle gabbie negli allevamenti animali. In risposta all’Iniziativa dei cittadini europei “End the Cage Age”, il PE discuterà e voterà una risoluzione per porre gradualmente fine all’uso delle gabbie negli allevamenti animali. http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngCechia: il Parlamento chiede un’indagine sulle violazioni dello Stato di diritto http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngEuropa globale: uno strumento unificato per la cooperazione esterna dell’UE http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngVotazione finale sul Fondo sociale europeo + da 88 miliardi di euro http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngUn miliardo di euro a supporto del controllo doganale http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngAffrontare la sotto-rappresentanza delle donne nella scienza e nell’ingegneria http://www.europarl.europa.eu/external/img/scribo_webmail_temp/scribo-webmail-arrow.pngG7: il Parlamento discute i preparativi per il G7 e il Summit UE-US

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Patrocinio del Parlamento Europeo per la commemorazione di Matteotti

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

“Desidero esprimere il più vivo e sentito apprezzamento ed un sincero ringraziamento all’Ill.mo Presidente, On. David Sassoli, per aver concesso il Patrocinio gratuito del Parlamento Europeo alla commemorazione dell’On. Giacomo Matteotti che si terrà, come ogni anno, il 10 giugno a Lungotevere Arnaldo da Brescia in Roma, presso il monumento commemorativo a Lui dedicato ” -cosi Vincenzo Pirillo, Presidente del Circolo Culturale Saragat Matteotti di Roma-“Aver ricevuto il patrocinio del Parlamento Europeo è fonte di grande soddisfazione e ripaga di anni di duro e costante lavoro a livello sociale, civile ed istituzionale. Il Presidente Sassoli ha dimostrando grande sensibilità ed attenzione per questo evento, riconoscendo evidentemente la dimensione Europea della figura e del pensiero di Matteotti, Uomo libero, europeista ante litteram, esempio di coraggio e baluardo dell’antifascismo. Quest’ultimo – conclude il Presidente Pirillo – è stato valore fondante non solo della nostra Repubblica, che proprio ieri ha festeggiato il 75° anniversario, ma dell’Europa intera nata dalle macerie delle guerre mondiali e dalla lotta a tutti i totalitarismi, per l’unione ed il progresso dei Popoli. Anche per questo il Patrocinio del Parlamento Europeo assume, per noi, un particolare valore simbolico e ci spinge a continuare, anzi ad aumentare, il nostro impegno per la diffusione e la difesa dei valori antifascisti di Libertà e Giustizia”. Vincenzo Pirillo Presidente del circolo culturale “Saragat Matteotti” – Roma

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La proposta del budget di Biden: fra aspirazione e realtà

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

By Domenico Maceri. La manovra di bilancio del presidente Joe Biden è la “più spericolata e irresponsabile proposta di budget” della storia. Con queste parole Kevin McCarthy, parlamentare di Bakersfield, California, e leader della minoranza repubblicana alla Camera, ha espresso il suo giudizio di parte sull’annuncio dell’attuale presidente. Nancy Pelosi, parlamentare democratica di San Francisco e speaker della Camera, invece, ha controbattuto che si tratta di “un’evidente dichiarazione dei valori dei democratici” per i bisogni dei lavoratori e le famiglie americane. Nessuno dei due giudizi coglie appieno il piano di bilancio di Biden per il 2022 ma quello della Pelosi si avvicina molto di più.La manovra di budget per il 2022 di Biden costerebbe 6 mila miliardi di dollari e rappresenta una spesa che non si vedeva dalla Seconda Guerra Mondiale. Quando vi si aggiungono agli investimenti di 1900 miliardi dell’American Rescue Plan, legge firmata da Biden per affrontare la pandemia, si cominciano a capire le sue priorità. L’attuale inquilino della Casa Bianca interpreta il ruolo del governo in modo attivo per il bene dell’America. Si tratta anche di una ridistribuzione delle risorse che mirano a ridurre, anche se in maniera leggera, il divario creatosi fra ricchi e poveri negli ultimi decenni. La spesa della manovra corrisponde a un aumento del 35 percento in comparazione a quella prima della pandemia. Biden investirebbe su programmi che sono popolari con gli americani incluso la pubblica istruzione, la ricerca, i ponti, le strade, la banda larga, asili nido e scuole per l’infanzia per tutti i bambini e l’ampliamento della sanità per gli anziani. Include inoltre investimenti per le ricerche necessarie per affrontare il riscaldamento globale e investimenti anche per coprire le rette dei primi due anni di università. I costi verrebbero coperti in parte da prestiti come pure da aumenti alle tasse dei redditi alti e le corporation.La manovra di bilancio di Biden riflette in buona misura la sua piattaforma elettorale ma non in maniera completa. Per la sanità il candidato Biden aveva respinto le richieste di Medicare for All, il sistema governativo per gli over 65, a tutti gli americani, come insistevano i due candidati liberal Bernie Sanders (Vermont) e Elizabeth Warren (Massachusetts). Il candidato Biden aveva promesso invece una “public option”, una opzione di assicurazione pubblica da comprare, con benefici simili a quelli del Medicare. Nel suo piano di bilancio questa “public option” non è menzionata. Manca anche l’aumento del salario minimo a 15 dollari l’ora, cavallo di battaglia dei due senatori liberal, sostenuto anche da Biden anche se in maniera poco convincente.Una delle critiche sollevate è stata la questione delle spese e l’impatto al deficit che aumenterebbe a 1800 miliardi nel 2022 e poi scenderebbe a 1300 nei prossimi dieci anni. Considerando i tassi di interesse a bassissimi livelli, però, Biden ha spiegato che questa è una buonissima opportunità per investire nel futuro. Nonostante tutto, però, le spese del governo americano continuerebbero a rappresentare una percentuale del Pil inferiore a quella di altri Paesi industrializzati dell’Europa Occidentale.Secondo Biden si tratta di investimenti che stimolerebbero la prosperità per le famiglie in un’economia globale in costante e rapido cambiamento. La classe media e i poveri ci guadagnerebbero senza però avere un impatto negativo sulla crescita. L’attuale inquilino alla Casa Bianca ha continuato spiegando che più soldi nelle tasche dei consumatori alla fine aiuterebbero anche le corporation con l’aumentata richiesta di prodotti e servizi.Il piano sul bilancio annunciato tipicamente dai presidenti americani non significa che sarà necessariamente approvato dalle due Camere legislative. Si tratta di una road map sulle priorità dell’inquilino alla Casa Bianca che saranno riprese dai legislatori. Non tutte le aspirazioni del presidente verranno effettuate anche se i democratici, persino quelli di sinistra, hanno benedetto il piano di Biden. L’eccezione verte sulle spese per la difesa. Il Congressional Progressive Caucus, l’ala sinistra dei parlamentari democratici, ha criticato il bilancio americano sulla difesa considerandolo eccessivo. Difatti, i costi per le spese militari superano il totale di quelle degli altri dieci paesi che più spendono per la difesa. Come si aspettava, i repubblicani hanno dissentito, asserendo che il budget di Biden riflette tagli alla difesa.Il nodo però rimane l’arduo percorso legislativo, tenendo conto delle leggerissime maggioranze del partito del presidente sia alla Camera che al Senato. L’altro ostacolo ovviamente rimane la salita nella Camera Alta, dove, secondo la regola del filibuster, ci vogliono non 51 dei 100 voti favorevoli ma 60, permettendo alla minoranza repubblicana di dare filo da torcere ai disegni di legge approvati dai democratici.In un discorso a Tulsa in Oklahoma per commemorare l’eccidio di più di 300 afro-americani avvenuto il 31 maggio 1921, Biden ha anche toccato il tema dei progressi fatti della sua amministrazione per la giustizia razziale. Ha però anche chiarito che le sue mani sono legate dal fare di più poiché ha solo una maggioranza risicata alla Camera di solo 4 voti e al Senato solo 50 dei 100 senatori sono democratici. Inoltre, Biden ha anche rilevato che con due senatori democratici che spesso votano con i repubblicani è difficile approvare leggi che favoriscano il diritto al voto. Il 46esimo presidente si riferiva senza però citare i nomi a Joe Manchin (West Virginia) e Kyrsten Sinema (Arizona), ambedue democratici i quali con frequenza si schierano con i repubblicani e difatti sono ambedue contrari all’eliminazione del filibuster. Questa regola che richiede 60 voti al Senato per procedere ai voti dà alla minoranza in Senato il potere di bloccare leggi favorite dalla Camera, dal presidente, e spesso dalla stragrande maggioranza degli americani. L’esempio più eclatante si è visto recentemente quando la legge sulla Commissione per gli assalti al Campidoglio ha ricevuto solo 55 dei 60 voti necessari. Biden non ha esplicitamente fatto richiesta di eliminare il filibuster ma lo ha suggerito, ricordando a Manchin e Sinema che ha bisogno del loro aiuto.Fino ad adesso questi due senatori democratici provenienti da Stati conservatori sembrano non sentire le parole di Biden. In una recente intervista Sinema ha risposto che il filibuster mantiene la protezione della minoranza e protegge anche la democrazia. La sua definizione di democrazia non richiede il 51 ma il 60 percento al Senato. Una definizione anomala di democrazia che dà alla minoranza troppo potere. Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

NatWest Group, Deutsche Bank, and 9 Additional Banks Trial Intraday FX Swaps Solution

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

NatWest Group, Deutsche Bank, Bank of Ireland and Banca Mediolanum, together with Treasury teams from some of the world’s other largest banks have trialled a solution for intraday FX swaps. The banks plan to support the initiative further with, with live transactions expected in 2021 or early 2022.Eleven banking groups participated in the trial. They were a diverse group of large and midsize players from Europe and North America, including clearing banks for five different home currencies – Canadian dollar, Euro, Pound sterling, Swiss franc and US dollar. The combined balance sheets of the participating banks was $14.5 trillion, making it among the largest groups of banks ever to trial a new piece of market infrastructure.The FX swaps market is among the largest in the world, with $3.2 trillion of daily volume, according to BIS. However, FX swaps have traditionally been overnight and longer, and the technology has evolved very little in the past 15 years. This intraday FX swaps initiative from the banks creates a new tenor. An intraday FX swap involves a payment-versus-payment exchange of currency on the same day that the transaction is agreed, with a second exchange at a predefined time later that day.Using intraday FX swaps, bank treasury teams can borrow for hours at a time, enabling them to efficiently meet a temporary liquidity need. This helps banks to optimise intraday liquidity buffers, which have been in focus since Basel III. Banks can also use intraday FX swaps to lend excess funds, representing a new revenue stream. In a poll during the trial, the majority of banks estimated they could each save millions of dollars in costs every year.The banks’ initiative to create an intraday FX swaps market is enabled by a platform built by Finteum, a London fintech company. Finteum has been improving its intraday FX swaps platform since the solution was first announced with R3 and Fnality in September 2019, recently adding Request for Quote (RFQ) functionality. The Finteum initiative will integrate with the best possible settlement solutions, which could include non-DLT technology such as CLSNow, and also DLT-based technology such as the Fnality Payment System.During the trial, the banks engaged in simulated trading and discussion sessions, focused on the capabilities and features of the software, and its potential benefits. Over the course of one of the hour-long simulated trading sessions the banks executed 76 intraday FX swap transactions, based on 66 orders in a central limit order book and 69 bilateral RFQs.Brian Nolan, Finteum co-founder, said “We are excited for the next phase of development. The engagement and feedback from the banks during the trial was very encouraging. It reinforces the value the initiative can offer to banks across all geographies. While every bank treasury team is focused on controlling costs, efficient optimisation of liquidity buffers is often overlooked by senior management. It is great to see the banks from the trial encouraging their peers to join the initiative and optimise the cost savings for all involved.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »