Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Archive for 23 giugno 2021

Dalla formazione all’occupazione garantita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Codognotto, FIEGE eCommerce Logistics, GRUBER Logistics e TopNetwork: queste le prime aziende che hanno aderito ad Academy 100% Employability, il progetto di Gi Group volto non solo a offrire formazione gratuita ma anche a garantire l’inserimento in azienda ai partecipanti. Insieme a queste aziende la prima multinazionale italiana del lavoro erogherà Academy, corsi in modalità gratuita con focus mirati sulla base delle esigenze delle organizzazioni, al termine dei quali i candidati verranno assunti da Gi Group con un contratto a tempo indeterminato in regime di somministrazione. Academy 100% Employability rappresenta, infatti, il primo passo di un progetto più ampio che vede Gi Group impegnata nel rendere il lavoro sostenibile, ovvero nel creare e mantenere condizioni che siano dignitose e sicure e che guardino al benessere, alla stabilità ma anche alla soddisfazione personale e professionale dei candidati.L’emergenza pandemica ha infatti aggravato un mercato del lavoro già in precedenza caratterizzato da skill mismatch, disoccupazione giovanile e gender gap. È in questo contesto di instabilità che si inserisce l’iniziativa di Gi Group, rivolta proprio a quei candidati che hanno maggiori esigenze di upskilling o reskilling.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Colmare il deficit europeo di finanziamento delle infrastrutture verdi”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

A cura di Benjamin Kelly, Analista senior, Ricerca globale e Ingrid Edmund, Gestore di portafoglio senior, Investimenti in infrastrutture di Columbia Threadneedle Investments. Negli ultimi cinque anni l’investimento responsabile è fortemente cresciuto. Tuttavia, negli ultimi sei mesi la traiettoria è divenuta molto più ripida. Stando a Google Analytics, in tutto il mondo le ricerche online incentrate sull’acronimo “ESG” (environmental, social and governance, ossia temi sociali, ambientali e di governance) hanno raggiunto il picco nel marzo 2021. Questa crescita risulta evidente nelle trascrizioni societarie anche in relazione all’aumento dell’uso di temi ESG. Uno dei fattori che hanno permesso tale crescita straordinaria è stato il forte supporto politico, soprattutto in Europa. In questa regione la costruzione di infrastrutture verdi ha registrato uno sviluppo decisamente notevole. L’Unione europea è stata una delle prime economie che si è assunta l’impegno di raggiungere la neutralità carbonica – entro il 2050; la regione ha inoltre pubblicato i piani d’investimento più ambiziosi al fine di favorire la transizione verde. Alcuni osservatori stimano che per raggiungere gli obiettivi fissati dall’UE nei prossimi 30 anni sarà necessario spendere fino a EUR 7.000 miliardi in infrastrutture, e che di questi circa EUR 3.000 miliardi proverranno da fonti private.Il 2050 sembra una data lontana, ma l’UE mira a trasformare rapidamente la propria economia. Il Green Deal, pietra angolare della transizione europea verso un futuro a basse emissioni di carbonio, punta a una riduzione del 50-55% delle emissioni di carbonio entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990. Questo obiettivo non sarà raggiunto solo tramite nuovi progetti; anche la riconversione di aree industriali dismesse fornirà un supporto chiave agli investimenti sostenibili. L’enorme appetito dell’Europa per gli investimenti in infrastrutture verdi genererà senza dubbio significative opportunità d’investimento. Considerati gli obiettivi del Green Deal, la carenza di investimenti è pari all’incirca a EUR 470 miliardi all’anno da qui al 2030. Una tale cifra renderà necessarie sostanziose iniezioni di capitale privato da affiancare alla spesa pubblica e agli incentivi, il che creerà enormi opportunità d’investimento nell’arco di diversi anni. Accanto ai benefici per l’ambiente, gli investimenti in infrastrutture verdi possono generare vantaggi economici imprimendo slancio all’attività economica: un recente studio dell’FMI ha concluso che ogni dollaro speso per attività a emissioni zero genera oltre un dollaro in attività economica; inoltre, questo effetto moltiplicatore positivo permane per almeno quattro anni e l’impatto sull’attività economica risulta essere da due a sette volte superiore a quello proveniente da misure dannose per l’ambiente. L’Europa si prepara a dare impulso alla ripresa economica dopo il Covid-19 e ha pertanto potenziato i suoi piani d’investimento in infrastrutture verdi. Affiancandosi al Green Deal, il piano di rilancio dell’UE assegna alla transizione climatica un ruolo centrale nel favorire la ripresa e la crescita economica della regione, puntando a creare i lavori del futuro e generando un impatto positivo sul clima e sulla sostenibilità tramite misure che comprendono la riduzione delle emissioni, l’aumento dell’autosufficienza energetica e bollette più basse. Il programma prevede entro il 2030 il raddoppio dell’elettricità generata da fonti rinnovabili al fine di raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni. Rispetto ai livelli di partenza, ciò implica un massiccio aumento dei tassi d’investimento delle utility europee in capacità di produzione di energia rinnovabile e reti elettriche. Stando alle ricerche condotte dalla società di consulenza AT Kearney, in Europa gli investimenti in fonti di energia rinnovabili salirà da EUR 60 miliardi nel 2020 a EUR 90 miliardi nel 2022. La transizione verso l’energia elettrica nel settore dei trasporti è un elemento centrale del Green Deal, che prevede che entro il 2030 almeno 30 milioni di automobili a zero emissioni circoleranno sulle strade europee, i viaggi su treni ad alta velocità in tutta Europa raddoppieranno e l’intero trasporto di massa pianificato per viaggi inferiori a 500 chilometri avrà probabilmente un impatto neutro in termini di emissioni di carbonio. In qualità di fonte di energia pulita, l’idrogeno è divenuto oggetto di crescente interesse malgrado sia più caro di altre fonti. Il costo del cosiddetto “idrogeno verde”, ottenuto tramite l’elettrolisi dell’acqua utilizzando elettricità rinnovabile, è diminuito grazie al forte calo del costo dell’energia rinnovabile, ma resta sette volte più alto del costo dei combustibili fossili. Circa tre quarti dei 220 milioni di edifici nell’UE sono considerati inefficienti dal punto di vista energetico. Il piano di ripresa dal Covid-19 farà confluire sostanziosi investimenti nella riqualificazione di tali immobili, dal momento che il settore immobiliare è responsabile del 36% delle emissioni di gas serra e del 40% del consumo energetico dell’UE.Il rapido progresso verso un’economia a emissioni zero rischia di escludere alcune fasce di popolazione, ad esempio coloro che non sono in grado di riqualificarsi nei settori a basse emissioni di carbonio o che non possono accedere ai vantaggi offerti dal nuovo sistema energetico. In prospettiva, la spinta in atto in Europa per rendere l’economia della regione più ecocompatibile genererà una nuova gamma di opportunità di investimento nelle infrastrutture. Le autorità europee sono consapevoli che non potranno raggiungere i propri obiettivi di neutralità carbonica senza il supporto degli investimenti privati. Considerata l’ambiziosa tabella di marcia del Green Deal nei prossimi 10 anni, questo è il momento giusto per esplorare i principali temi d’investimento.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un nuovo modello di sanità per il mondo post-COVID

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

A cura di Lydia Haueter, Senior Investment Manager del Pictet-Health e del Pictet-Biotech di Pictet Asset Management. Poco tempo fa l’OMS ha pubblicato un rapporto sulla gestione globale della pandemia. Pur ammettendo i propri errori (ad esempio il fatto di non aver dichiarato subito lo stato di pandemia mondiale), l’organizzazione ha anche sottolineato il grande fallimento della cooperazione internazionale, che ha determinato situazioni tanto diverse nelle varie parti del mondo. Di recente, inoltre, The Economist ha presentato un modello per stimare il numero reale delle vittime della pandemia di COVID-19. In tutto il mondo i decessi ufficiali ammontano a 3 milioni circa, ma considerando le morti non dichiarate, soprattutto in Asia (con particolare riferimento all’India) e in Africa, si stima che il numero reale delle vittime sfiori i 10 milioni.Solo lo 0,2% delle forniture globali di vaccini è destinato ai mercati emergenti e, benché vi siano diversi vaccini in via di sviluppo che potrebbero ampliare l’offerta mondiale, le società produttrici hanno difficoltà con la produzione e ricevono poco aiuto dai Paesi avanzati, la cui domanda è in gran parte soddisfatta dai vaccini a mRNA. Le disuguaglianze emerse con la pandemia interessano anche i Paesi più ricchi, come gli Stati Uniti o la Svizzera: la morbosità (incidenza della malattia) e la mortalità (decessi) della malattia COVID-19 sono più alte tra le fasce più povere della popolazione, probabilmente a causa di una maggiore esposizione legata alla densità di persone sul luogo di lavoro o nelle abitazioni, ma anche a causa di uno stato generale di salute peggiore per via di comorbilità come l’obesità e la mancanza di attività fisica, che possono provocare danni più gravi. È difficile ridurre le ineguaglianze sul fronte sanitario nei Paesi più ricchi, figuriamoci su scala globale. Ad esempio, negli Stati Uniti una discriminante costante nell’esito delle cure sanitarie a pazienti ricchi e poveri è il livello di istruzione e la capacità di richiedere l’assistenza medica necessaria. L’onere del controllo della qualità delle prestazioni sanitarie e della continuità delle misure preventive ricade quindi interamente sul paziente. Fortunatamente, le cose stanno lentamente cambiando. I nuovi modelli di business allineano gli incentivi per compagnie assicurative e centri medici a quelli dei pazienti. Parliamo di assistenza sanitaria basata sul valore (“value based care”), un sistema che prevede il pagamento di un servizio sanitario in base al risultato e non per la prestazione in sé. In altre parole il paziente (o il governo) acquista un “pacchetto sanitario” e poi spetta al fornitore del servizio determinare come meglio occuparsi della salute del paziente. I professionisti del settore sanno bene che prevenire le malattie è più facile (e meno costoso) che curarle, quindi a parità di compenso la scelta è obbligata. Economicamente è più conveniente assegnare al paziente un case manager che coordini i trattamenti e faccia da intermediario fra i vari specialisti, piuttosto che lasciare che il paziente faccia due risonanze magnetiche invece di una sola o si sottoponga a tre procedure non strettamente necessarie, per poi magari sentirsi esattamente come prima. Come è più conveniente far iscrivere il paziente a una palestra specializzata dove i fisioterapisti supervisionano ogni progresso anziché sottoporlo a un’operazione altamente invasiva di fusione spinale. La bellezza di questo approccio è che toglie un peso al paziente e crea un sistema che lo accompagna nella giusta direzione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Politecnico di Torino e la lotta alle discriminazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Valorizzazione della diversità e non-discriminazione: è lo stesso Codice Etico del Politecnico di Torino ad affermare i principi della dignità e del rispetto degli altri, ribadendo il diritto di tutti “a essere trattati con eguale rispetto e considerazione e a non essere discriminati in ragione di condizioni personali e sociali”. Una forte spinta all’integrazione e all’inclusione, che si ritrova anche nel Piano Strategico Polito4Impact e che ha visto l’Ateneo impegnato in numerose iniziative volte alla riduzione delle diseguaglianze e alla sensibilizzazione di tutti – studenti, docenti e personale – su queste tematiche, sempre più all’ordine del giorno anche del dibattito pubblico e politico.Per offrire un’occasione di discussione con chi di tematiche di genere e inclusione della comunità LGBTQI+, il Politecnico ha quindi proposto un momento di incontro, con la partecipazione dell’onorevole Alessandro Zan, promotore del Disegno di Legge per prevenire e contrastare la discriminazione e la violenza basate sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere o sulla disabilità. Una sensibilizzazione che l’Ateneo vuole intendere ad ampio raggio, a partire dal linguaggio inclusivo fino a porre l’accento sulla consapevolezza e sul riconoscimento della discriminazione, per mettere in luce molestie e comportamenti non rispettosi della libertà altrui. Un momento di confronto – con Alessandro Battaglia, Presidente del Coordinamento Torino Pride, Marinella Belluati, sociologa dell’Università degli Studi di Torino e Arianna Enrichens, Consigliera di Fiducia del Politecnico di Torino, moderati da Tatiana Mazali, sociologa e docente del Dipartimento Interateneo di Scienze Progetto e Politiche del Territorio – che si inserisce in un percorso che ha già dato vita a numerose azioni e iniziative: dal patrocinio al Torino Pride a partire dal 2016, fino ad ottobre del 2020 quando è stato presentato il primo Bilancio di Genere del Politecnico, che ha fotografato la situazione dal punto di vista delle pari opportunità, dell’uguaglianza di genere e delle possibilità di studio e carriera per le donne.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso STEM, un’altra “strage” di candidati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Il concorso ordinario cosiddetto STEM per la scuola secondaria si preannuncia non facilissimo. Nelle stesse discipline, i candidati che hanno partecipato di recente alla tornata selettiva straordinaria, peraltro per andare ad aggiudicarsi 32mila posti, non sono andati granché bene. Sempre la stampa specializzata riporta che “per la classe di concorso A020 – Fisica (pubblicati tutti i risultati dei sette USR preposti), hanno superato lo scritto 164 dei 560 candidati che avevano presentato domanda, pari soltanto il 29,3%. I vincitori saranno 158; rimarranno vacanti 120 dei 278 posti a bando, pari al 43,2%”. Non è andata molto meglio, prosegue Tuttoscuola, “per la classe di concorso A026 – Matematica (pubblicati tutti i risultati dei 14 USR preposti), hanno superato lo scritto 600 dei 1.568 candidati che avevano presentato domanda, pari al 38,3%. I vincitori saranno soltanto 580; rimarranno vacanti 447 posti, pari al 43,5% dei 1.027 posti messi a bando”.Anche per quanto riguarda la classe di concorso A027 – Matematica e Fisica (pubblicati tutti i risultati dei 12 USR preposti) c’è poco da rallegrarsi: “hanno superato lo scritto 809 candidati dei 1.609 che avevano presentato domanda, pari al 50,3%.I vincitori saranno 682; rimarranno vacanti 92 posti, pari all’11,9% dei 770 posti messi a bando”. E “per la classe di concorso A028 – Matematica e Scienze (mancano ancora i risultati di due dei 17 USR preposti), hanno finora superato lo scritto 1.963 candidati dei 3.797 che avevano presentato domanda, pari al 51,7%. I vincitori per il momento sono 1.783 e i posti già certamente vacanti 446 (un quinto di quelli a concorso)”. Come se non bastasse, se si va a vedere il risultato complessivo della “classe di concorso A041 – Scienze e tecnologie informatiche (mancano ancora i risultati di due dei 14 USR preposti), si scopre che hanno superato lo scritto “appena 546 dei 1.120 candidato che avevano presentato domanda, pari al 48,8%. I vincitori per il momento sono 508 e i posti certamente già vacanti sono 218, pari al 30% di quelli a bando”.È chiaro che si sta andando incontro ad una selezione eccessiva, che va oltre la ricerca del merito. Per questi motivi, Il giovane sindacato ha deciso si impugnare il DM n. 826/21 di rettifica del bando del concorso ordinario docenti 2020 per le discipline STEM (classi di concorso A020, A026, A027, A028 e A041), nella parte in cui non riapre i termini per la partecipazione a tutti i candidati con i titoli d’accesso validi, viste le modifiche intercorse del numero dei posti e dello svolgimento delle prove. Per aderire all’iniziativa legale, entro il 30 giugno, bisogna inviare lavoro domanda cartacea all’Ufficio Scolastico della Regione di proprio interesse. Adesioni al ricorso aperte fino al 30 giugno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni docenti 2021

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

“Per la presentazione della domanda occorrono requisiti specifici. I docenti assunti in ruolo dal 1° settembre 2020 sono ancora sottoposti al vincolo quinquennale, ma sono previste delle deroghe”. C’è una deroga al vincolo quinquennale per neo-immesso 20/21 con figlio minore di 3 anni. L’assegnazione provvisoria può essere chiesta soltanto per una provincia. Inoltre, il docente che chiede assegnazione provvisori per ricongiungimento familiare deve chiedere prioritariamente scuole ubicate nel comune di residenza del familiare o può esprimere direttamente preferenza sintetica per il comune di ricongiungimento. Se chiede specifiche scuole del comune con preferenza analitica e intende chiedere anche scuole ubicate in comuni diversi, prima di indicare queste ultime, deve inserire obbligatoriamente la preferenza sintetica nel comune di ricongiungimento, altrimenti le preferenze per altri comuni non saranno prese in considerazione. Il docente in possesso dei titoli e dell’abilitazione necessaria può chiedere assegnazione provvisoria anche per altra classe di concorso e per grado di istruzione diverso da quello di titolarità. Nella domanda di assegnazione provvisoria si possono esprimere fino a un numero massimo di 20 preferenze per scuola dell’Infanzia e Primaria e fino a 15 per scuola Secondaria di I e II grado. Non esiste, quindi, un numero minimo obbligatorio, per cui il docente può esprimere anche solo una preferenza.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Immissioni in ruolo docenti, il Mef ne autorizzerà 70mila

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

La supplentite ha raggiunto livelli altissimi. Considerando i pensionamenti e alcune decine di migliaia di docenti Covid, a settembre si registrerà un numero mai toccato. Sicuramente superiore ai circa 220 mila contratti annuali stipulati nell’anno scolastico 2020/21. “Tra gli insegnanti precari – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – ci sono situazioni paradossali, come quelli di religione cattolica che attendono un concorso straordinario da tre lustri, per non parlare di migliaia assunti con riserve e che dopo avere superato l’anno di prova con valutazione positiva sono tornati a fare i supplenti. Poi, certamente, ci sono tutti i precari storici con oltre 24 mesi di servizio, che vanno stabilizzati. Per tutti costoro c’è bisogno ora di attenzione: abbiamo i posti liberi, loro sono titolati, hanno svolto il servizio, manca solo la volontà politica. E a chi dice che ci sono anche non abilitati o specializzati ricordiamo che questo ultimo titolo si può benissimo acquisire nell’anno di prova, sempre con verifica finale. Basta con gli indugi, è ora di passare ai fatti. In caso contrario il danno per le nostre scuole e per i nostri alunni stavolta sarà ingente”.E i fatti si attendono dagli atti del Parlamento: l’attenzione è tutta puntata sull’esame degli emendamenti al decreto Sostegni-bis dichiarati ammissibili dalla commissione bilancio della Camera: tra questi ve ne sono alcuni, molto importanti, che riguardano anche la scuola. Secondo la stampa specializzata, “l’attenzione è altissima per quanto riguarda il precariato: le forze politiche avrebbero già trovato punti di intesa ma sappiamo bene come l’approvazione in Commissione prima e il passaggio in Aula dopo, previsto intorno all’8 luglio, saranno momenti decisivi”. In particolare, “i partiti di maggioranza avrebbero trovato l’accordo su alcuni punti in particolare: l’istituzione di percorsi per ottenere l’abilitazione destinati ai precari di seconda fascia delle Gps e la cancellazione della norma che impedisce la partecipazione al concorso successivo in caso di bocciatura”. Sono buone notizie, ma non sufficienti. Per il reclutamento immediato, che andrebbe a coprire decine di migliaia di cattedre vuote altrimenti destinate a sicura supplenza, occorre altro.In effetti, vi sarebbe la volontà “di alcune forze politiche di superare il requisito dei 36 mesi di servizio per le assunzioni da prima fascia Gps. Su questo però ancora non si conoscono i dettagli della mediazione parlamentare. Appare piuttosto fiducioso il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, che – secondo Orizzonte Scuola – attende l’esito delle operazioni parlamentari lasciando intravedere buoni spiragli soprattutto per quanto riguarda il sostegno: nel corso del question Time dello scorso 16 giugno, il Ministro ha da un lato annunciato che il MEF autorizzerà 90 mila posti per i corsi di specializzazione nel prossimo triennio”. Anche questa, commenta il sindacato, è una novità da accogliere a braccia aperte: peccato, che la situazione sia complessa e si tratterebbe solo di un “assaggio”.Uno dei temi più dibattuti è anche quello “dell’abilitazione per i docenti di seconda fascia Gps: l’assenza di percorsi abilitanti per gli insegnanti influisce sulla stabilizzazione futura dei supplenti. Oltre ad essere un arricchimento formativo che risulta essere indispensabile per completare il percorso dell’insegnante prima dell’accesso al ruolo. Eppure sono anni che i docenti chiedono di potersi abilitare”. Ora c’è l’occasione concreta per risolvere questo problema: tutto dipende dal Parlamento.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rappresentanza nel mondo del lavoro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

“Questo è un momento storico in cui, rispettando il metodo del patto sociale e del dialogo con tutti, dobbiamo provare a fare un passo avanti in tema di rappresentanza nel mondo del lavoro, in modo che i contratti collettivi firmati abbiano valore erga omnes. Anche per gli elementi di approfondimento fatti in commissione Lavoro non è un obiettivo facile da raggiungere ma aiuterebbe a portare legalità e tutele ai lavoratori”. Lo ha detto oggi la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), partecipando all’incontro “La riforma che manca: il Lavoro” organizzato nell’ambito delle Giornate del Lavoro CGIL, Futura 2021. “Mi rendo conto delle difficoltà ma – ha spiegato Mura – ci sono le risorse, c’è un Governo di unità nazionale, ci sono i sindacati, le associazioni datoriali, il terzo settore che stanno dando sollecitazioni interessanti. Vedo molta disponibilità da parte di tutti i soggetti che hanno un ruolo a voler fare un passo in avanti e – ha precisato – dentro questo contesto in commissione Lavoro noi siamo pronti a fare la nostra parte”.“Se riusciamo a costruire un pacchetto di diritti valido per tutti – ha ragionato la parlamentare – come stiamo facendo per le tutele universali, e attraverso una legge sulla rappresentanza lo affianchiamo alla possibilità che i contratti collettivi siano validi erga omnes, entreremo in un percorso virtuoso che ci consentirà di ottenere grandi risultati”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Lotta all’evasione fiscale, soprattutto internazionale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

“Vanno fatti tutti i passi necessari, perché ogni euro sottratto al fisco è un euro sottratto alla collettività, e quindi ai servizi ai cittadini. Ma mentre in Italia gli strumenti ci sono, e stanno funzionando sempre meglio, c’è una dimensione estera su cui è necessario rafforzare tutte le azioni utili ad arginare il fenomeno dei paradisi fiscali. Come Italia dobbiamo acquisire velocemente i dati degli italiani che hanno trasferito fondi in altri Paesi. In questo senso mi sono attivata con gli Uffici.Va innanzitutto capito quanti hanno utilizzato questo metodo per evadere nel nostro Paese, e non per legittimi investimenti, e poi va messa l’Agenzia delle Entrate nelle condizioni di poter utilizzare tutte le informazioni di cui dispone.Recuperare gettito vuol dire avere risorse per abbassare la pressione fiscale a cittadini e imprese. E questo percorso va fatto parallelamente al processo di riforma che lo renderà sempre più giusto, trasparente e semplice”.Così, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alla luce la Positano del 79 d.C,

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

“Stiamo portando alla luce la Positano del 79 d.C. con nuovi scavi archeologici che rappresenteranno davvero una grande sorpresa, un fiore all’occhiello. L’idea è ripartire dalla cultura ed in particolare dall’Archeologia. Anche durante il periodo di chiusura abbiamo continuato ad investire sviluppando nuove prospettive attraverso nuovi scavi e stanno venendo alla luce sorprese e reperti che porteremo all’attenzione della stampa internazionale. Siamo pronti anche a predisporre ulteriori progetti con i quali continuiamo di portare alla luce nuovi affreschi e non solo. C’è grande collaborazione e comunità d’intenti tra Enti, tra Comune e Soprintendenza!”. Lo ha annunciato Giuseppe Guida, sindaco di Positano.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Mostra “Pepi Merisio. Gioco!”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Trevi giovedì 24 giugno 2021 ore 17.00 La città di Trevi rende omaggio ad uno dei protagonisti della fotografia italiana del Novecento con la mostra “Pepi Merisio. Gioco!” ospitata nella cinquecentesca cornice di Villa Fabri dal 24 giugno al 3 ottobre 2021. È la prima esposizione a pochi mesi dalla scomparsa del celebre fotografo: cinquanta foto in bianco e nero e a colori di varie dimensioni ripercorrono il tema del gioco nella quotidianità attraverso scatti poetici e immediati realizzati dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta. “[…] Il gioco è l’alfabeto più immediato, quello che toglie i protagonisti dalla necessità di sentirsi in un ruolo predefinito, mettendoli nella condizione di rivelarsi. Il lavoro di Merisio ha per lo più questo indirizzo: lasciare che le cose accadano, si rivelino per quello che sono, mentre sta all’osservatore cercare di capire ciò che vede stampato. […] I ragazzi del Rione stella, i seminaristi che giocano a basket, gli orchestrali che attendono la scena giocando a scacchi, come la madre carica di legna e il figlio con la piccola gerla vuota che gioca alla fatica della vita, sono scorci o paradigmi della nostra esistenza. Ognuno con il suo portato di felicità e persino amarezza: il gioco finisce, si deve tornare a casa, ai compiti, al lavoro, alla normalità. Il gioco, in tal senso, è quell’attimo eroico e atemporale in cui ci si immerge per mettere uno stacco dalla cronaca ed entrare nella propria storia.” (F. Arensi). La mostra, a cura di Flavio Arensi, è coprodotta e organizzata da Le Macchine Effimere e Menti Associate con il Patrocinio del Comune di Trevi in collaborazione con il Complesso Museale di San Francesco. L’esposizione costituirà il via per Villa Fabri e per l’intera cittadina umbra di una nuova stagione culturale che si snoderà attraverso incontri, conferenze e concerti.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Europa riconosce il nostro impegno verso la transizione energetica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

“Grande soddisfazione per la risposta dell’Unione Europea sul Pnrr, soprattutto per quanto riguarda il tema ambientale: Bruxelles ha giudicato il programma presentato dall’Italia ben allineato al Green Deal, con il 37% di misure volte alla transizione climatica e attente a migliorare l’efficientamento energetico e l’impatto sull’ambiente. Con gli strumenti offerti dal Recovery Fund è stato fatto un percorso articolato per giungere a questo risultato di cui possiamo essere orgogliosi. Si tratta di un Piano che condurrà il Paese verso gli obiettivi internazionali di riduzione delle emissioni di gas serra del 55% nel 2030 e di un impatto zero sul clima entro il 2050”. Così la presidente della commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera, Alessia Rotta (Pd). “Dobbiamo proseguire su questa strada che è quella giusta. I prossimi anni – aggiunge Rotta – saranno caratterizzati dall’attuazione concreta delle proposte e al tempo stesso dalla definizione di politiche a lungo termine che pongano sempre più al centro la transizione dei sistemi produttivi verso un modello più sostenibile”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccini Covid-19 in bambini e adolescenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Il Commitee on Infectious Diseases dell’American Academy of Pediatrics (Aap) ha appena pubblicato su Pediatrics un articolo sui vaccini Covid-19 nei bambini e adolescenti. «Questa è una pre-pubblicazione di un articolo già sottoposto a revisione e accettato per la pubblicazione, ma non è la sua versione finale e potrebbe contenere informazioni imprecise in termini di fatti, cifre e dichiarazioni che verranno corrette nella versione finale» chiarisce Yvonne Maldonado, coordinatrice del gruppo di esperti che ha firmato l’articolo e professore di pediatria alla Stanford University, aggiungendo che la rivista stampa una pre-pubblicazione dell’articolo per accelerare l’accesso alle informazioni in esso contenute.«I vaccini sono sicuri ed efficaci nel proteggere individui e popolazioni dalle malattie infettive, e quelli nuovi vengono valutati dalla Food and Drug Administration (Fda) e dai Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) attraverso un processo rigoroso e trasparente durante il quale i dati di sicurezza ed efficacia vengono rivalutati in modo critico» scrivono gli esperti dell’Aap, precisando che ciò accade anche per i vaccini Covid-19 nei bambini e adolescenti. Tant’è che l’Aap raccomanda quanto segue: 1) la vaccinazione Covid-19 è raccomandata in tutti i bambini e gli adolescenti di età pari o superiore a 12 anni privi di controindicazioni somministrando vaccini autorizzati per l’età; 2) qualsiasi vaccino Covid-19 autorizzato dall’Fda, raccomandato dai Cdc e appropriato per età e stato di salute può essere utilizzato nei bambini e negli adolescenti; 3) data l’importanza della vaccinazione e di una rapida diffusione dei vaccini Covid-19, l’Aap approva la somministrazione concomitante delle consuete vaccinazioni per l’infanzia e adolescenza con i vaccini Covid-19; 4) in alternativa l’Aap raccomanda la vaccinazione Covid-19 nei giorni precedenti o successivi nei bambini e adolescenti in ritardo o in scadenza per le vaccinazioni in base al programma vaccinale suggerito da Cdc/Aap. (fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Israele come i talebani”, bufera sulla deputata dem americana Ilhan Omar

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

È bufera sulla deputata americana Ilhan Omar, causa il suo paragone fra Israele e talebani. Paragone che la democratica di religione islamica ha fatto nel corso di un colloquio avuto con Antony Blinken, il capo della diplomazia Usa, da lei stessa portato alla luce con un video, in cui chiedeva: “Quali meccanismi sono in atto negli Stati Uniti per le vittime di presunti crimini contro l’umanità in Israele, Palestina e Afghanistan”. Ilhan Omar, in maniera subdola, ha equiparato Israele, non solo ai talebani, ma anche ad Hamas, il gruppo terroristico che gestisce e detta legge all’interno della Striscia di Gaza, opprimendo il popolo palestinese, che dice di tutelare, e tenendo in pugno funzionari Onu, cacciati perché non conformi al pensiero che vuole la demonizzazione di Israele.Secondo Ilhan Omar, sostenitrice del BDS (movimento che boicotta Israele), uno stato democratico come quello ebraico può essere paragonato a due gruppi terroristici. Follia, almeno per chi non è accecato dall’odio antiebraico, ma non per la democratica islamica, che durante l’ultimo conflitto tra Israele e Hamas, aveva sostenuto che:“Gli attacchi aerei israeliani, che uccidono civili a Gaza, sono un atto di terrorismo. Molti ti diranno che Israele ha il diritto di difendersi, alla sicurezza e alla protezione, ma tacciono sul fatto che anche i palestinesi abbiano quegli stessi diritti”.Su una cosa la Omar ha ragione: il popolo palestinese ha il diritto di difendersi, da Hamas, che utilizza i finanziamenti che arrivano dall’Ue e non solo, per pagare i suoi terroristi e comprare armi, anziché destinare quei soldi a realizzare l’obiettivo per cui erano stati elargiti (come costruire scuole, ospedali etc).Se torniamo indietro al 2012, troviamo un’altra dichiarazione falsa di Ilhan Omar, secondo cui:“Israele ha ipnotizzato il mondo. Allah risveglia la gente e aiutarli a vedere le cattive azioni di Israele”. Ilhan Omar dovrebbe guardare a casa sua, all’interno di quel terrorismo islamico, che fa continuamente stragi in varie parti del mondo, uccidendo centinaia di persone innocenti.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rick Moody: La lunga impresa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Storia del mio matrimonio collana Oceani, pp. 368, 20 euro Editore: La Nave di Teseo. Il memoir struggente e implacabile del pluripremiato autore di Tempesta di ghiaccio e Rosso americano, che condivide la storia del passaggio dal primo al suo secondo matrimonio, in un movimentato e appassionato racconto mese per mese.All’inizio di questa storia, Moody, un alcolizzato in recupero e un compulsivo sessuale con una storia di depressione, è anche il padre divorziato di un’amata bambina e un uomo innamorato; la sua risposta alla domanda “Ti piacerebbe avere una relazione impegnata?” è, senza riserve e per la prima volta nella sua vita, “Sì.” E così il suo secondo matrimonio inizia quando emerge, umilmente e con tenere speranze, dalle macerie del suo passato, solo per essere battuto da un mare in tempesta di guai esterni: aborti spontanei, morte di amici e rapine, tanto per cominciare. Come ha detto Moody, “questa è una storia in cui una grande sfortuna è la quotidianità dei protagonisti, ma sono anche innamorati”. Con grande stupore di Moody, il matrimonio si rivela essere il rifugio sicuro nei tempi duri, una nave infinitamente resistente e durevole più di qualsiasi barca con cui i due coniugi avrebbero potuto viaggiare da soli. Così l’amore sostiene la coppia, sollevandola al di sopra delle difficoltà.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vittorio Sgarbi: Ecce Caravaggio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Da Roberto Longhi a oggi collana i Fari, pp. 248, 20 euro, illustrato Editore: La Nave di Teseo. Un’indagine su Caravaggio in cui si dà conto, per la prima volta, in modo molto sistematico, documentato e con un ricco apparato iconografico, dell’ultimo straordinario ritrovamento caravaggesco, L’Ecce Homo, a Madrid. Ma è anche l’occasione di percorrere un viaggio avventuroso ed entusiasmante nei labirinti, rivalità, furbizie che hanno accompagnato la riscoperta di Caravaggio.Ogni stagione ha il suo Caravaggio. Questa è la più propizia, perché l’apparizione dell’Ecce Homo a Madrid è stata accompagnata da un coro di consensi senza precedenti per un’opera apparsa dal nulla. Non capitava da tempo che un dipinto mettesse d’accordo gli studiosi, imponendosi con una evidenza inequivocabile. A partire da questa data, il 1951, il nome di Caravaggio si infiamma ancora una volta, accendendo i desideri del mercato e dei critici, che si affannano a individuarne di nuovi, anche laddove, essi, Caravaggio non sono. E a disconoscerne altri che Caravaggio potrebbero essere, a volte anche con grande furbizia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Petros Maarkaris: Quarantena

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Collana Oceani, pp. 224, 19 euro Editore: La Nave di Teseo. Il ritorno del commissario Charitos e altri impagabili compagni di avventura. Con il suo stile inconfondibile e la sua inesausta capacità di descrivere e raccontare la Grecia e la sua gente, Petros Markaris, ci regala una serie di racconti che ci ricordano di come le nostre vite siano fatte di solitudine e di gioia, di paura e di riscatto ma anche di momenti di riso, di ricordi e di nostalgia. In contemporanea anche la nuova edizione di Prestiti scaduti. “Ho a che fare con i computer e le videoconferenze quanto gli abitanti del Sahara con il nuoto,” pensa il commissario Charitos quando viene invitato a risolvere un caso senza muoversi da casa. Così il commissario torna a indagare ma, oltre ad assassini e criminali, questa volta deve affrontare anche le limitazioni e le difficoltà che la pandemia di Coronavirus ha causato a tutti noi. Il rapporto difficile con le nuove tecnologie non lo aiuterà ma il fiuto, l’attenzione e l’intelligenza del commissario rimangono sempre gli stessi anche se i casi che dovrà affrontare si fanno sempre più complessi o se dovrà risolverli senza uscire di casa. Ma non c’è solo Charitos in questi sette racconti in cui il giallo si intreccia con la commedia e la tragedia, ma anche una serie di altri personaggi indimenticabili come i barboni Socrate, Platone e Pericle, i ristoratori-nemici Achmet e Stavros, Fanis Papadakos che si riscopre artista per scappare all’ultimo terrore della sua vita, il vecchio e ospitale Sotiris e persino l’isola di Chalki.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Quentin Tarantino: C’era una volta Hollywood

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Collana Oceani, pp. 304, 19 euro Editore: La Nave di Teseo. Il primo, attesissimo romanzo del regista americano. Uscita in contemporanea mondiale.In libreria anche la nuova edizione di Pulp fiction, la sceneggiatura del capolavoro vincitore di Palma d’Oro e Oscar. Rick Dalton è un attore con alle spalle una luminosa carriera nel cinema in bianco e nero, ma a Hollywood negli anni ’60 si invecchia molto in fretta e ora Dalton deve lottare per un ruolo in una serie tv commerciale o in un film in Italia con Virna Lisi o Gina Lollobrigida. La spalla di Rick è Cliff Booth, un veterano di guerra dalla vita movimentata che gli fa da controfigura nei film, e da confidente e autista nel privato. La vita di Rick e Cliff a Cielo Drive è scandita dalle feste a casa di Roman Polanski, il regista del momento, dalla rivalità con Steve McQueen e con Bruce Lee, e dalla ricerca ossessiva di un ruolo importante per rilanciare una carriera in declino. Mentre un giovane carismatico, arrabbiato con Hollywood per avere infranto i suoi sogni artistici, progetta la sua vendetta violenta in una comunità hippy fuori città, Rick è distratto dall’attrice che recita con lui nella serie tv: una giovane lolita che lo riporta nella magia del cinema.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Michel Houellebecq: Interventi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Collana i Fari, pp. 478, 22 euro Editore: La Nave di Teseo. Per l’ultima volta, Houellebecq torna con le sue riflessioni – dissacranti, corrosive, controcorrente – sul mondo in cui viviamo, sui tempi e sul tempo, sul conformismo che impera, sulla tecnologia. Dall’8 luglio in libreria anche la nuova edizione di Le particelle elementari, probabilmente il suo capolavoro. Il 2 luglio l’autore sarà ospite della Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, in un incontro dal titolo A che cosa servono gli uomini? (ore 21, Cortile di Palazzo Reale, Milano).“Con questo libro non prometto assolutamente di smettere di pensare, ma almeno di smetterla di comunicare i miei pensieri e le mie opinioni, tranne in eventuali casi di grave emergenza morale – ad esempio una legalizzazione dell’eutanasia. Anche se non voglio essere un ‘artista impegnato’, ho cercato in questi testi di persuadere i miei lettori della validità dei miei punti di vista, qualche volta sul piano politico, ma più spesso su diversi ‘temi sociali’, qualche volta su temi letterari. Non ci sarà una nuova edizione ampliata di questo libro. Ho cercato di classificare questi ‘interventi’ in ordine cronologico, per quanto ricordassi delle date. L’esistenza almeno apparente del tempo è sempre stata una grande fonte di fastidio per me; ma si è acquisita l’abitudine di vedere le cose in questi termini. Per questa volta, quindi, mi adatto.” – Michel Houellebecq

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Valentina Ferranti: Ritorno ad Amtara

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

E’ stato scritto da Valentina Ferranti prima del febbraio 2020 e ora pubblicato da Edizioni NPE, presenta diversi punti in comune con l’attuale situazione globale.In un futuro distopico, la Terra diventa un pianeta deserto incompatibile con la vita a causa dello scellerato sfruttamento delle risorse naturali e dei disastri ambientali provocati da un’intera stirpe di uomini: i Destinati alla Grande Eternità Scura, casta eletta che da secoli domina il pianeta. Le uniche aree di sopravvivenza sono all’interno di zone create e presiedute da loro. Ed è qui che trova rifugio l’umanità inconsapevole, assoggettata al potere centrale. Ma un’altra comunità si nasconde tra le viscere della Terra: sono i Ribelli della Linea Bianca, che si oppongono al malefico dominio.È proprio in uno di questi gruppi che milita la giovane e audace Telesa che, durante una missione fallita, viene miracolosamente salvata e portata nel luogo più sacro di tutto il pianeta: Amtara. Qui Telesa ricostruirà il suo passato e si scoprirà dotata di enormi poteri. Nel frattempo il suo compagno di lotta e di vita, Adam, sarà catturato. Cosa si nasconde dietro la loro unione? Il loro destino diventerà quello del mondo intero…

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »