Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 22 giugno 2021

Behind the Mask, mostra-evento di Giuseppe Piccione nei bassi di Palazzo Nicolaci

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Noto (SR). Dal 26 giugno al 25 luglio i bassi di Palazzo Nicolaci di Villadorata ospiteranno la personale di Giuseppe Piccione dal titolo “Behind the Mask”, a cura di Vincenzo Medica (Studio Barnum Contemporary) e con testo critico di Antonio Casciaro. L’inaugurazione si terrà sabato 26 giugno, alle ore 19.“Behind the Mask”, inserita nella rassegna “Percorsi di NOTOrietà” e realizzata con il patrocinio del Comune di Noto, è stata già definita una delle mostre-evento più importanti in programma quest’anno in Sicilia.Giuseppe Piccione (Siracusa, 1967), artista visivo, versatile e completo, comunica con installazioni, pittura, video arte, fotografia e tecniche digitali, sfuggendo a ogni classificazione di genere o di corrente. L’artista siracusano sembra tradurre in immagini un vissuto sonoro, nel quale risuonano rulli di tamburi tribali, voci di periferia e testi cantati da un rapper suburbano.“Piccione – scrive Antonio Casciaro nel testo critico – è un artista che si fa contaminare dal dolore degli altri, degli emarginati, dal caos interno della disabilità, dalla ricerca di purezza della prostituta, dalla pietà di un padre in braccio a un figlio. Dietro queste maschere si cela un’aurea, quella della serialità; e ci fa comprendere come l’arte contemporanea possa erodere spazi alla religiosità tradizionale facendo rivivere una spiritualità che si ispiri a sentimenti autentici. Siamo in presenza di un tentativo di costruire una vera e propria religiosità estetica”.La sua è una visione spirituale dell’arte sociale: “Piccione – continua Casciaro – sembra voglia far diventare le maschere-tribe un simbolo di una spiritualità perduta dalla cultura di massa; andando a ricercare – dalla cosa all’invisibile – l’angelo custode che dorme dentro ciascuno di noi e che necessita di essere risvegliato. Per far compiere un atto religioso: quell’atto a cui anela l’arte del post-moderno”.La mostra potrà essere visitata negli orari di apertura (da lunedì a venerdì, ore 17-22; sabato e domenica, ore 18-23) oppure su appuntamento, telefonando ai numeri 347 6390763 / 349 5205385. L’ingresso è gratuito.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: musica “à la carte” a Villa Torlonia

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Martedì 22 giugno nel Teatro di Villa Torlonia riparte il Maurizio Baglini Project, la rassegna curata dal pianista toscano, organizzata dalla Roma Tre Orchestra, e caratterizzata da una programmazione sempre fuori dagli schemi. Per esempio quest’anno durante una della serate verrà proposto un concerto “à la carte” nel quale il pubblico in sala sarà invitato a scegliere il programma sulla base di una lista di brani proposta dagli artisti, che saranno due solisti tra i più apprezzati sulla scena internazionale: la violoncellista Silvia Chiesa e lo stesso Maurizio Baglini al pianoforte. Raffinato e sostanzioso il “menù” musicale che comprende ben venti titoli tra i più significativi del repertorio per violoncello e pianoforte, spaziando tra capolavori di diverse epoche e aree geografiche: da Chopin a Britten, da Cilea a Rachmaninov. La serata inaugurale – il 22 giugno alle ore 19 – sarà nel segno di Beethoven e delle sue Sinfonie trascritte per pianoforte da Liszt. Sul palco tre pianisti: Axel Trolese eseguirà la Sinfonia n. 2, Simone Librale la n. 5, Baglini la n. 6 “Pastorale”. Mercoledì 23 giugno, sempre alle ore 19, il pianista Giuseppe Rossi affronterà la Sonata op. 106 “Hammerklavier” di Beethoven, mentre nella seconda parte Chiesa e Baglini, da solisti e in duo, eseguiranno il programma “ordinato” appunto “à la carte” dal pubblico. Giovedì 24 giugno alle ore 20.30 prenderà vita un progetto nel progetto: “Giovani artisti per giovani compositori” realizzato nell’ambito del programma LazioSound di GenerAzioni Giovani e finanziato dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per la Gioventù. La pianista Lucrezia Liberati eseguirà il Concerto per pianoforte e archi di Mendelssohn con la direzione del giovane Sieva Borzak, direttore in residenza di Roma Tre Orchestra, poi i pianoforti in scena si moltiplicheranno: Baglini suonerà prima il Concerto per due pianoforti K 365 di Mozart insieme con Axel Trolese, poi il Concerto per tre pianoforti K 242 con Giuseppe Rossi e Filippo Tenisci. Protagonista della serata anche la Roma Tre Orchestra impegnata insieme ai solisti in tutte le esecuzioni del programma. Un repertorio inusuale, di grande impatto virtuosistico e scenografico.Informazioni e biglietti: http://www.2tickets.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quinta edizione di LacMus Festival

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Il grande Festival internazionale di musica a Tremezzina, sul Lago di Como, si terrà dall’8 al 18 luglio e ha in serbo interessanti novità, sia tra le sedi dei concerti che nel programma artistico e musicale. Oltre alle ormai tradizionali – e sempre meravigliose – sedi del Festival a Tremezzina, come Villa Carlotta, Villa del Balbianello, Santuario della Beata Vergine di Ossuccio (sito Unesco), Grand Hotel Tremezzo, quest’anno LacMus approderà infatti sulla riva opposta del lago per un concerto nella splendida Villa Melzi d’Eril a Bellagio.Inoltre, per la prima volta, il 10 luglio ospiterà uno straordinario concerto con orchestra nientemeno che sull’Isola Comacina (l’unica isola del Lago di Como) insieme ai due direttori artistici del Festival, il pianista Louis Lortie e il direttore d’orchestra Paolo Bressan.Ma sarà soprattutto l’edizione delle celebrazioni perché molti sono gli anniversari che verranno ricordati nel programma di quest’anno, a partire dalla giornata inaugurale del Festival, l’8 luglio a Villa Carlotta, che proporrà ben tre concerti (alle 11, alle 18 e alle 21) nella maratona pianistica “Angeli e demoni” in omaggio ai 700 anni dalla nascita di Dante. Si rinnova anche quest’anno la “silent wi-fi experience” che l’anno scorso ha riscosso grande entusiasmo da parte del pubblico: i concerti a Villa Carlotta saranno infatti ascoltabili in parte dal vivo, seduti di fronte ai musicisti, e in parte in cuffia wi-fi, visitando contemporaneamente il parco o le sale del museo.Ancora a Dante sarà dedicato il recital pianistico “Après une lecture du Dante” di Louis Lortie il 15 luglio a Villa Melzi d’Eril a Bellagio, con letture tratte dalla Divina Commedia.La seconda grande celebrazione sarà “Isola Comacina 100°”, dedicata ai 100 anni dalla restituzione dell’Isola Comacina all’Italia da parte del Re del Belgio, anniversario che in realtà cadeva nel 2020 ma che non è stato possibile ricordare a causa del Covid. Il luogo migliore per questi festeggiamenti non poteva che essere la stessa Isola Comacina, che ospiterà il 9 luglio un gala lirico e il 10 luglio un gala sinfonico. Villa Balbianello ospiterà invece l’11 luglio una doppia celebrazione: quella per i cento anni dalla morte del compositore francese Camille Saint-Saëns e i 100 dalla nascita del musicista argentino Astor Piazzolla.Ancora Piazzolla, insieme a Debussy, Prokofiev, Stravinsky e Bartók, sarà nel programma del secondo concerto a Villa Balbianello, il 13 luglio.Originali le proposte in programma nei giorni successivi, dal concerto di musica della liturgia russa ortodossa il 16 luglio con il Sestetto vocale Doros di Mosca al Santuario della Madonna di Ossuccio, raggiungibile solo a piedi con una piacevole salita panoramica, all’evento “Il carnevale degli animali” dedicato a famiglie e bambini nella Piazzetta di Lenno il 17 luglio, fino al concerto all’alba per arpa e violino alla Rotonda del Parco di Mezzegra il 18 luglio, seguito da una sessione di yoga e dalla colazione offerta a tutti i partecipanti.Gran finale, come ormai da tradizione per LacMus, allo scenografico Grand Hotel Tremezzo con un protagonista d’eccezione: il virtuoso della fisarmonica Richard Galliano.Ad arricchire ulteriormente il Festival celebrando altri importanti anniversari, sarà la mostra “Artur Schnabel e la sua famiglia. Storie di musicisti in Tremezzina, Lago di Como” –, allestita presso il Museo del Paesaggio del Lago di Como a Tremezzina (CO) e promossa dal Comune di Tremezzina in collaborazione con l’Associazione Ars Aeterna e la Schnabel Music Foundation con il contributo di prestiti di collezioni private e documenti inediti di archivi storici italiani (tra cui quello del Comune di Tremezzina).Per la prima volta – e in occasione di due anniversari che cadono nel 2021: i 70 anni della morte di Artur Schnabel, e i 20 anni della morte del figlio Karl Ulrich Schnabel – la mostra illustrerà e racconterà il vissuto umano e artistico di una famiglia di musicisti che, a partire da Artur, hanno intrecciato vicende personali e storie ricche di ammirazione ed interesse verso la Tremezzina, il territorio e i suoi abitanti.La mostra sarà aperta dal 1 luglio al 26 settembre.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

II edizione del Carditello Festival

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Nella Reggia di Carditello dal 3 luglio al 29 agosto il programma prevede: 11 eventi e oltre 60 artisti coinvolti per celebrare Ennio Morricone, Enrico Caruso, Domenico Modugno, Dante Alighieri e Astor Piazzolla Aprono i Coma_Cose, poi il talento di Sarah Jane Morris, Tosca, Mario Incudine, Vinicio Capossela, l’Orchestra del Teatro di San Carlo e Giovanni CaccamoChiude la sezione jazz con Javier Girotto, Steinar Raknes, Luca Aquino, Natalino Marchetti e Michelangelo Scandroglio. È un inno alla resistenza e alla rinascita della Campania Felix quello che, dal 3 luglio al 29 agosto, ispirerà la II edizione del Carditello Festival, la rassegna musicale organizzata nel suggestivo ippodromo della Reggia borbonica dalla Fondazione Real Sito di Carditello (San Tammaro, Caserta), guidata dal 2016 dal presidente Luigi Nicolais, con il sostegno della Regione Campania attraverso Scabec SpA. Nella dedica alla resilienza, valore che esalta lo spirito dei nostri giorni, si realizza pienamente la missione del Real Sito di Carditello, fino a quattro anni fa simbolo del degrado e dell’abbandono nella Terra dei Fuochi e oggi – dopo anni segnati dal malaffare e dalla criminalità organizzata – esempio di riscatto per l’intero territorio e sito anticamorra, aperto a bambini, famiglie e rifugiati politici.Il Carditello Festival 2021, intitolato #ReSpira, celebra il genio di artisti resi immortali dalle proprie opere e la capacità del Real Sito di misurarsi con i diversi linguaggi artistici che in estate animeranno il sito borbonico, integrando l’offerta culturale e i percorsi benessere nei boschi: Tosca e Roma Sinfonietta con Omaggio a Morricone (18 luglio, unica data per il centro-sud e una delle tre date in Italia con La Milanesiana a Villafranca di Verona e il Ravenna Festival) e una sorpresa speciale per ricordare Enrico Caruso, nel centenario della morte del grande tenore napoletano; Mario Incudine con Omaggio a Domenico Modugno (24 luglio, unica data per il centro-sud); Vinicio Capossela con il concerto dantesco “Bestiale Comedia” (28 luglio, unica data in Campania), in occasione del settecentesimo anniversario della morte del Sommo Poeta; Javier Girotto (26 agosto) per il centenario dalla nascita di Astor Piazzolla.Spazio anche al talento di Sarah Jane Morris con “Let The Music Play” (10 luglio, unica data in Campania), al “Nostralgia Tour” di Coma_Cose (3 luglio, unica data in Campania) e al “Parola Tour” di Giovanni Caccamo (7 agosto, anteprima del disco in uscita a settembre), con Michele Placido dal vivo e i contributi audio di Willem Dafoe e Aleida Guevara. E non solo.Confermate, dopo il successo dello scorso anno, le due sezioni dedicate alla grande musica e al jazz, con l’Orchestra del Teatro di San Carlo (30 luglio) – una formazione speciale diretta dal maestro Maurizio Agostini – nell’ambito del programma regionale “Campania by Night” e la rassegna “Jazz & Wine” con Javier Girotto Trio (26 agosto), Steinar Raknes (27 agosto, in esclusiva per il centro-sud), Luca Aquino e Natalino Marchetti duo (28 agosto), e Michelangelo Scandroglio (29 agosto, in esclusiva per il centro-sud).Un grande moto di orgoglio per la comunità, ancora tristemente nota in Italia come Terra dei Fuochi, e una sfida culturale per la Fondazione che, condividendo emozioni e valori, intende promuovere una campagna di comunicazione sostenibile per riaffermare l’identità e l’estro del territorio, imprimendo con coraggio e passione una svolta e valorizzando prodotti a km zero e cantine locali con le degustazioni di Asprinio e Pallagrello. Vini particolarmente apprezzati da Ferdinando IV di Borbone, che oggi tornano in produzione proprio nella Reggia con il brand “Carditello”. Il Real Sito di Carditello, dunque, conferma ancora una volta la sua vocazione di fattoria sperimentale, rilanciando le proprie ambizioni come hub di impresa e modello di inclusione e sviluppo territoriale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid-19, molti farmaci già approvati potrebbero essere usati nel trattamento

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Un gruppo di ricercatori ha affermato su Nature Communications di aver identificato 90 farmaci con attività antivirale contro Sars-CoV-2, 13 dei quali hanno un forte potenziale per essere riproposti come farmaci orali per Covid-19. Inoltre, 19 dei farmaci che hanno impedito al coronavirus di replicarsi nelle cellule umane sembrano supportare l’attività di remdesivir. «Anche se ora disponiamo di vaccini contro il Covid-19, ci mancano ancora farmaci antivirali efficaci nel prevenire le infezioni da Covid-19 o nell’impedirne il peggioramento. I nostri risultati mostrano la possibilità di riutilizzare alcuni farmaci somministrabili per via orale esistenti contro Sars-CoV-2» spiega Peter Schultz, di Calibr, una divisione dello Scripps Research Institute, a La Jolla (Stati Uniti), co-autore del lavoro.I ricercatori hanno testato più di 12.000 farmaci, provenienti dalla libreria di riutilizzo dei medicinali ReFRAME, nata per affrontare aree di urgente bisogno medico insoddisfatto. La libreria contiene farmaci approvati dalla Food and Drug Administration (Fda) e altri composti sperimentali che sono stati testati per la sicurezza nell’uomo. Gli esperti hanno trattato due diversi tipi di cellule umane infettate da Sars-CoV-2 coltivate in laboratorio con ciascuno dei 12.000 composti contenuti in ReFRAME e, dopo 24 o 48 ore, hanno misurato il livello di infezione virale nelle cellule per determinare se i farmaci fossero in grado di impedire la replicazione del virus. In alcuni casi, hanno applicato due farmaci insieme per vedere se i composti avessero la possibilità di funzionare meglio in combinazione contro il virus. Sulla base dei risultati degli screening di coltura cellulare, i farmaci con le migliori prestazioni sono poi stati testati in cellule di tessuti umani e in un modello animale per determinare quali avessero maggiori probabilità di funzionare nei pazienti umani. E tra tutti i farmaci esaminati, i ricercatori hanno identificato un totale di 90 composti che hanno impedito a Sars-CoV-2 di replicarsi in almeno una delle linee cellulari umane. Di questi, 13 hanno mostrato un più alto potenziale per essere riproposti come terapie contro Covid-19, in base alla loro potenza, all’attività indipendente sulla linea cellulare o a un probabile meccanismo d’azione, alle proprietà farmacocinetiche e ai profili di sicurezza umana.Quattro dei farmaci – alofantrina, nelfinavir, simeprevir e manidipina – sono già stati approvati dalla Fda, e altri nove sono in varie fasi del processo di sviluppo. Gli autori sottolineano che, quando hanno provato a combinare i vari medicinali, hanno osservato che 19 di essi avevano un effetto additivo quando somministrati con remdesivir, approvato dalla Fda per l’uso in pazienti con diagnosi di Covid-19. Due farmaci, un composto che è stato testato per prevenire la nausea e le infezioni chirurgiche (riboprina) e un derivato dell’acido folico (10-deazaamminopterina), addirittura sono andati oltre, e hanno mostrato un effetto sinergico con remdesivir, aumentandone la capacità di sopprimere il virus. (fonte: doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid-19, via libera ufficiale al mix di vaccini ma gli esperti sono in disaccordo

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Via libera del ministero della Salute al mix di vaccini sotto i 60 anni per la seconda dose a chi ha ricevuto la prima di J&J o AstraZeneca. Si adegua anche la Campania. L’Emilia-Romagna non ha perso tempo e ha già cominciato le vaccinazioni eterologhe. Sulle seconde dosi miste «dobbiamo essere più che tranquilli», ha detto a Rainews24 il dg Aifa, Nicola Magrini. «Nelle decisioni assunte in questa fase di pandemia, meno pesante di qualche settimana fa, la scelta è stata fatta – ha spiegato – per evitare che in questa fase alle popolazioni giovani siano potenzialmente offerti vaccini che hanno un rischio molto remoto di un evento grave, e pertanto la sicurezza è stata privilegiata per garantire a tutti dei vaccini massimamente sicuri».Perplesso Luca Pani, ex direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa, oggi docente alla University of Miami negli States e a Modena in Italia, che su colonne de ‘Il Foglio’ bolla come «pericolosa» la decisione dell’Aifa, oltre che «incomprensibile e irrazionale». «Studi su tutto questo non ce ne sono e la tendenza a usare quando conviene ricerche estemporanee, invece che sperimentazioni ufficiali con decine di migliaia di pazienti si rivelerà un pericoloso boomerang al primo effetto collaterale che sarà invece grave, gravissimo o potenzialmente fatale – avverte Pani – A quel punto l’associazione con il mix vaccinale sarebbe difficile se non impossibile da difendere e nessuno avrà il coraggio di assumersi le proprie responsabilità che sembra veramente essere l’unica preoccupazione che guida certe scelte altrimenti incomprensibili». «La cosa è così complicata e illegittima (perché í vaccini li approva Ema e non Aifa) che l’Agenzia nazionale è infatti costretta a usare un cavillo giuridico, invocando la legge 648 del 1996 perché, altrimenti, non sarebbe stato possibile attuare le sue decisioni – osserva -. Un semplicissimo ricorso urgente al Tar da parte di un cittadino che volesse esercitare il suo diritto di ricevere la seconda dose di un vaccino approvato, e per cui ha già espresso un consenso informato che resta valido, farebbe probabilmente saltare questa ennesima pezza. Mi sbaglierò, ma pare una reazione emotiva e scomposta in seguito alla tragica morte di Camilla Canepa – osserva – e alle preoccupazioni espresse dal generale Figliuolo che la campagna vaccinale potesse non ottenere i risultati sperati». Dal canto suo, il commissario Francesco Figliuolo fa sapere: «Stiamo riprogrammando con le Regioni, dando supporto nelle riprenotazioni e andando a bilanciare con riserve strategiche. Abbiamo bilanciato con 11 Regioni per mitigare i disagi ai cittadini», dice. Si lavora all’ipotesi di arrivi anticipati di dosi Pfizer e Moderna per rifornire i centri vaccinali. Alla base della vaccinazione eterologa, sostiene Magrini «ci sono studi clinici che sono stati fatti nel massimo rigore etico, ma non erano studi particolarmente problematici. Il dubbio era se si sarebbero riscontrati maggiori effetti indesiderati e di che entità, e sono per lo più effetti lievi o moderati. La sicurezza per quanto riguarda la somministrazione, dunque, è molto elevata». In merito alla decisione di non somministrare i vaccini a vettore virale sotto i 60 anni e del via libera al mix delle dosi, l’immunologo e membro del Cts, Sergio Abrignani, in un’intervista al ‘Corriere della Sera’ si dice soddisfatto dei suggerimenti del Cts. «Probabilmente eviteranno almeno una quindicina di trombosi da vaccino considerando che le dosi sarebbero andate a una decina di milioni di persone». «Il mix per i vaccini anti-Covid prima che in Italia è stato approvato in Germania, Canada, Francia, Svezia, Spagna, Norvegia e Finlandia. Le evidenze di sicurezza ed efficacia sono state riaffermate da studi che riportano i dati raccolti su diverse centinaia di persone. – ha aggiunto – Confermano quello che ci aspettavamo e cioè che il mix è più potente a parità di sicurezza».Chi è stato vaccinato con una prima dose di AstraZeneca e una seconda dose di un altro vaccino autorizzato dall’Ema dovrebbe ottenere comunque il Green pass, il certificato Ue digitale che sarà un diritto per gli europei dal primo luglio e che dovrebbe facilitare i viaggi nell’Ue per chi si è vaccinato, per chi è guarito dalla Covid-19 o per chi ha fatto un test Covid ed è risultato negativo. Lo spiega il portavoce della Commissione europea Christian Wigand, durante il briefing con la stampa a Bruxelles. Il regolamento che istituisce il pass, dice Wigand, menziona solo le persone «pienamente vaccinate» e non scende così «nel dettaglio», ma l’ultima raccomandazione della Commissione, adottata dal Consiglio, che mira a facilitare la libertà di movimento, consiglia agli Stati di riconoscere ai fini del Green pass questo «mix» di vaccini alla stessa stregua delle altre modalità di vaccinazione, a patto naturalmente che si tratti di farmaci «autorizzati dall’Ema». (fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Fino al 25 giugno forum P.A.

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

FORUM PA 2021, il grande evento online organizzato da FPA, società del Gruppo Digital360, che si terrà fino al 25 giugno, con oltre 200 eventi in streaming, tutti a partecipazione gratuita. dedicati ai temi della trasformazione digitale, della transizione verde, dell’inclusione sociale e dell’innovazione della Pubblica Amministrazione.In programma cinque grandi eventi di Scenario, i Talk, le Rubriche PA, le Academy di aggiornamento, i seminari e le “Conversazioni con…”, interviste a ministri e studiosi, esponenti di spicco del mondo pubblico e privato. Nella giornata di apertura interverrà il Ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta; il 22 giugno il Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao; il 23 giugno saranno ospiti il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini e il Ministro per gli affari regionali e le autonomie Maria Stella Gelmini; il 24 giugno il Ministro dell’Università e della ricerca Maria Cristina Messa e Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione; il 25 giugno Elena Bonetti, Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia; il 21 giugno Laura Castelli, Vice-Ministro dell’Economia. Segnaliamo, inoltre, il 23 giugno il Presidente della Regione Sardegna Christian Solinas e il 25 giugno il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.Tra gli ospiti internazionali l’economista e premio Nobel Joseph Stiglitz; Elisa Ferreira, Commissaria europea per le Riforme e la coesione; Sir Geoff Mulgan, ex direttore esecutivo di NESTA UK oggi docente di Collective Intelligence Public Policy and Social Innovation presso la University College London (UCL); Robyn Scott, Co-Founder e CEO di Apolitical, azienda che si occupa di trasferire ai governi tutte le buone pratiche utili a rendere le PA più smart; Alec Ross, esperto di politiche tecnologiche e consigliere per l’innovazione nell’amministrazione Obama, oggi visiting professor presso la Business School dell’Università di Bologna; Sangeet Paul Choudary, fondatore di Platformation Labs e autore del best seller “Platform Revolution”; Carlo Ratti, architetto e ingegnere, è docente al Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston dove dirige anche il Senseable City Lab; Francesca Gino, docente di Business Administration presso la Harvard Business School (HBS) e autrice del libro “Talento ribelle”. La partecipazione agli eventi in streaming di FORUM PA 2021 è gratuita, per iscrizioni e maggiori informazioni: https://forumpa2021.eventifpa.it/it/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mario Draghi. Il ritorno del Cavaliere bianco il nuovo libro di Roberto Napoletano

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

E’ edito da La nave di Teseo, un saggio per conoscere l’uomo a cui il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha deciso di affidare le sorti del nostro Paese. Chi è Mario Draghi? Perché il Cavaliere bianco, che ha salvato l’euro e l’Italia dal suo Cigno nero del 2011, viene chiamato esattamente dieci anni dopo dal capo dello stato, Sergio Mattarella, a disincagliare il Titanic Italia? Perché viene indicato come il primo attore politico della nuova Europa e ha la stima dei grandi leader internazionali? Che cosa può signi care tutto questo per un paese che da vent’anni ha crescita zero? Avrà Draghi la forza persuasiva per cambiare il modello malato della politica italiana e il dibattito pubblico che lo ha generato? Per animare la ripartenza economica e sociale dopo la pandemia? Roberto Napoletano, che ha raccolto con Alessandro Merli l’unica intervista rilasciata a un giornale italiano da Draghi in otto anni di presidenza della BCE, ci restituisce la gura di un premier che vuole essere trattato alla pari, che ascolta tutti, ma che sa prendere le decisioni importanti al momento giusto. Roberto Napoletano è stato direttore del “Sole 24 Ore” (dal 2011 al 2017) e di tutte le testate del gruppo (Radio 24, l’agenzia di stampa Radiocor, l’informazione web e specializzata), e direttore editoriale del gruppo multimediale 24 Ore. Dal 2006 al 2011 è stato direttore del “Messaggero”. Dall’aprile 2019 è direttore del “Quotidiano del Sud – l’Altravoce dell’Italia”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La rigenerazione del bene comune di Giannozzo Pucci

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Un libro agile che ambisce a invitare la gente a passare dalla mentalità che vede il pubblico e lo stato come nemici, a cui si deve delegare il potere e a battersi per obiettivi precisi e pretendere dalle istituzioni atti e risposte conseguenti. A prima vista potrebbe sembrare un’utopia il contenuto di questo libro, ma vi invitiamo ad andare oltre, a non fermarvi alle apparenze. Nel libro si delinea una visione di governo rivolta a tutti (compresi i rioni e le frazioni) per fare del nostro paese la punta avanzata della rivoluzione ecologica.Questo opuscolo vorrebbe sollecitare le persone, i comitati, le associazioni che lavorano per la rigenerazione ecologica a formare una rete di liberazione nazionale per aiutare ad applicare l’ecologia integrale nella nostra casa, nel nostro vicinato nel territorio circostante perché è il modo più concreto che abbiamo per prenderci direttamente cura del mondo, la nostra casa comune.L’inquinamento delle acque, dell’aria e della terra, il cambiamento climatico sono effetti della privatizzazione di beni comuni essenziali che i poteri pubblici non hanno potuto o voluto custodire e proteggere. Non basta più smettere di inquinare, occorre rigenerare. Si tratta di scoprire l’anima comune, in forza della quale superare vecchie lotte ideologiche e politiche, rancori, antipatie, torti.Di fronte all’emergenza occorre andare oltre, perché tutto è interconnesso. Questo libro indica finalità e obbiettivi, secondo il proverbio per cui “è meglio sapere dove bisogna andare senza sapere come, che sapere come senza sapere dove”.Giannozzo Pucci: fin da ragazzo ha sentito il problema della degradazione della natura e della società industriale, ha aderito alle idee della nonviolenza gandhiana, è entrato in amicizia coi principali ispiratori del movimento ecologista internazionale: Edward Goldsmith, Ivan Illich, Masanobu Fukuoka, Wendell Berry… È stato fra i promotori del movimento antinucleare in Italia, ha fondato il primo mercato contadino senza veleni in Italia, “La Fierucola”, ha partecipato alla fondazione della Federazione delle Liste Verdi, come consigliere comunale a Firenze si è occupato di agricoltura contadina, di acque, di urbanistica, di scuola, trasporti elettrici, dal 2004 guida la Libreria Editrice Fiorentina ditore: Libreria Editrice Fiorentina Collana: Manifesti Pagine: 90 € 12,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Famosa copia della Gioconda venduta per 2,9 milioni di euro da Christie’s

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

La “Mona Lisa Hekking”, una famosa replica del XVII secolo che il suo proprietario, Raymond Hekking, aveva sostenuto come autentica negli anni ’60, è salita a 2,9 milioni di euro (costi inclusi) in un’asta di vendita online da Christie’s. Segno che il fascino intorno alla Gioconda di Leonardo da Vinci esposta al Louvre non si sta attenuando, questa copia di ottima qualità è stata acquistata da un collezionista straniero, mentre quattordici offerenti si sono fatti avanti, ha detto la casa d’aste di Parigi. La vendita sul sito web di Christie’s è iniziata una settimana fa. Senza i costi, l’importo ha raggiunto 2,4 milioni di euro, ben al di sopra della stima di partenza dei lavori tra 200.000 e 300.000 euro. Questo dipinto, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, aveva fatto notizia su giornali e radio fino agli Stati Uniti, dopo essere stato acquistato da un antiquario della regione di Nizza da Raymond Hekking.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legame biologico tra carne rossa e rischio di cancro

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Mangiare meno carne rossa è un consiglio medico diffuso per prevenire il cancro del colon-retto, ma finora non tutti gli esperti erano convinti che ci fosse un vero legame tra i due, non riuscendo a comprendere appieno la mutazione delle cellule coinvolte dal suo consumo. Un nuovo studio, pubblicato questa settimana sulla rivista scientifica Cancer Discovery, è riuscito a identificare le caratteristiche specifiche del danno al DNA causato da una dieta ricca di carne rossa. E incrimina quest’ultimo come cancerogeno, consentendo al tempo stesso di aprire la strada alla diagnosi precoce della malattia o allo sviluppo di nuove cure. Non si tratta di smettere del tutto di mangiare carne rossa: “Raccomando moderazione e una dieta equilibrata”, afferma Marios Giannakis, oncologo presso il Dana-Farber Cancer Institute. Gli studi scientifici hanno finora stabilito un legame tra i due chiedendo alle persone con questo cancro le loro abitudini alimentari. Ma questo tipo di lavoro dipende molto dai dati su cui si basa e nel 2019 un team di ricercatori ha creato polemiche, affermando che era altamente incerto che ridurre il consumo di carne rossa avrebbe ridotto la mortalità per cancro. “Se diciamo che la carne rossa è cancerogena, (…) deve esserci un meccanismo che la causa”, ha detto Marios Giannakis, che ha guidato questo nuovo studio. Dopotutto, gli scienziati molto tempo fa hanno scoperto come funziona il fumo di sigaretta per causare il cancro e come determinati raggi UV penetrano nella pelle per causare mutazioni genetiche, controllando il modo in cui le cellule crescono e si dividono. Marios Giannakis e i suoi colleghi hanno quindi sequenziato il DNA di 900 pazienti con cancro del colon-retto, selezionati da un gruppo di 280.000 persone che hanno partecipato a studi di diversi anni, comprese domande sul loro stile di vita. La forza di questo approccio è che i partecipanti non potevano sapere che avrebbero sviluppato questo cancro, a differenza di un interrogatorio sulle abitudini alimentari effettuato una volta iniziata la malattia. Le scansioni hanno rivelato una mutazione specifica, che non era mai stata identificata prima, ma che indicava un tipo di mutazione del DNA chiamata alchilazione. Non tutte le cellule contenenti queste mutazioni diventeranno necessariamente cancerose ed erano presenti anche in campioni sani. Ma questa mutazione era significativamente associata al consumo di carne rossa (sia lavorata che non trasformata) prima dell’insorgenza della malattia. Al contrario, non è stato esaminato il consumo di pollame, pesce o altri fattori. “Con la carne rossa, ci sono composti chimici che possono causare alchilazione”, spiega Marios Giannakis. Si tratta di composti che possono essere prodotti dal ferro, molto presente nelle carni rosse, o dai nitrati, che si trovano spesso nelle carni lavorate. Questa mutazione era molto presente anche nel colon distale, che è una parte del colon che studi precedenti hanno suggerito fosse fortemente legata al cancro del colon-retto derivante dal consumo di carne rossa. Inoltre, tra i geni più colpiti dall’alchilazione ci sono quelli che il lavoro precedente ha dimostrato essere i più probabili innescare il cancro del colon-retto quando mutato. Questi diversi elementi presi insieme costruiscono un caso solido, come nel lavoro investigativo, secondo Marios Giannakis. I pazienti con il più alto livello di tumori da alchilazione avevano un aumento del rischio di morte del 47%. Alti livelli di alchilazione sono stati osservati solo nei tumori di pazienti che mangiavano in media più di 150 grammi di carne rossa al giorno. Per il ricercatore, questa scoperta potrebbe aiutare i medici a identificare quali pazienti sono geneticamente più predisposti all’alchilazione, al fine di consigliare loro in modo specifico di limitare il consumo di carne rossa. E individuare i pazienti che hanno già iniziato ad accumulare queste mutazioni potrebbe aiutare a identificare quelli a maggior rischio di sviluppare tale cancro o di rilevare la malattia molto presto. Inoltre, poiché il livello di alchilazione sembra essere un indicatore della gravità della malattia, potrebbe essere utilizzato per fornire loro una prognosi sulla loro aspettativa di vita. Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, comprendere come si sviluppa il cancro del colon-retto apre anche la strada allo sviluppo di trattamenti per interrompere o invertire questo processo, per prevenire l’inizio della malattia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia. Rauti (FdI): 200 militari italiani bloccati da 10 mesi

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

“Oltre 200 militari italiani sono bloccati in Libia da aprile scorso, senza poter fare ritorno in patria” lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Isabella Rauti, capogruppo in Commissione Difesa. “Il contingente italiano, prosegue la senatrice di FdI, impegnato nella missione bilaterale di assistenza e supporto in Libia (MIASIT), doveva essere avvicendato dopo i 6 mesi di ingaggio ma le autorità libiche non rilasciano le autorizzazioni necessarie all’ingresso dei militari del nuovo contingente. E non si tratta dell’unico blocco imposto dai libici. Infatti, anche i carichi di rifornimenti alimentari che partono dall’Italia, e che sono destinati al nostro contingente, restano fermi per mesi nei porti libici con il conseguente deterioramento delle merci”. “Ho presentato un’interrogazione ai ministri degli Esteri Di Maio e della Difesa Guerini per ottenere informazioni e chiarimenti sulla vicenda, che appare vergognosa nei suoi duplici aspetti, e per sollecitare una soluzione tempestiva. Non possiamo consentire che i nostri militari siano trattenuti ulteriormente. Subire tale prepotenza significa ledere la dignità dei nostri soldati e l’importanza della missione, nonché perdere autorevolezza a livello internazionale come Nazione”, conclude la senatrice Rauti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Con “Esodo” di e con Simone Cristicchi al via

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Maranello. Con “Esodo” – sottotitolo ‘Racconto per voce, parole e immagini sull’esodo istriano, fiumano e dalmata’ – di e con Simone Cristicchi si apre martedì prossimo 22 giugno in piazzetta Nelson Mandela la stagione estiva dell’Auditorium Enzo Ferrari di Maranello curata da ATER Fondazione in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Lo spettacolo – anche scritto da Cristicchi con Jan Bernas – inizia alle ore 21.30, biglietto unico 10 euro. In caso di pioggia ci si sposterà all’Auditorium Ferrari. Al Porto Vecchio di Trieste c’è un ‘luogo della memoria’ particolarmente toccante: il Magazzino n.18. Racconta di una pagina dolorosa della storia d’Italia, di una complessa vicenda del nostro Novecento mai abbastanza conosciuta, e se possibile resa ancora più straziante dal fatto che la sua memoria è stata affidata non a un imponente monumento ma a tante, piccole, umili testimonianze che appartengono alla quotidianità. Nel Porto Vecchio di Trieste, il Magazzino n.18 conserva sedie, armadi, materassi, letti e stoviglie, fotografie, giocattoli, ogni bene comune nello scorrere di tante vite interrotte dalla storia, e dall’Esodo: con il Trattato di Pace del 1947 l’Italia perse vasti territori dell’Istria e della fascia costiera, e circa 300 mila persone scelsero – davanti a una situazione dolorosa e complessa – di lasciare le loro terre natali destinate a non essere più italiane. Non è difficile immaginare quale fosse il loro stato d’animo, con quale e quanta sofferenza intere famiglie impacchettarono le loro cose lasciandosi alle spalle le case, le città, le radici. Davanti a loro difficoltà, paura, insicurezza, e tanta nostalgia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libertà di stampa e sentenza Tar-Lazio

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

“Piena e totale solidarietà a Sigfrido Ranucci, alla Redazione di Report ed a RAI3, per il gravissimo attacco politico fascio-leghista, perpetrato per mezzo di una assurda sentenza del TAR Lazio, che mina pesantemente l’attività del giornalismo d’informazione, la libertà di stampa ed i diritti fondamentali previsti dalla nostra Costituzione! -cosi Enzo Pirillo Presidente del Circolo Saragat Matteotti- Oggetto del contendere è stato la puntata di Report del 28 ottobre 2020, in particolare il servizio sull’avvocato Mascetti e sul sistema di potere leghista in Lombardia. Nella sentenza odierna il Tar del Lazio ha paragonato il lavoro giornalistico a degli atti amministrativi, ed ha imposto alla Redazione di Report ed alla RAI di svelare le fonti che hanno reso possibile l’inchiesta, peraltro rivelatasi veritiera! Ben venga la scelta della RAI che ha appena comunicato di voler impugnare la sentenza del TAR Lazio davanti al Consiglio di Stato, precisando che <>. Pertanto auspico fortemente l’intervento del Presidente della Repubblica nonché del Ministro Giustizia che è custode dell’Albo dei giornalisti. Tutt’Italia -conclude Pirillo- dovrebbe scendere in piazza per la difesa del lavoro di Ranucci, della Redazione di Report e per la tutela dei diritti costituzionali e della della libertà di stampa, noi siamo pronti!” Enzo Pirillo Presidente del Circolo Culturale “Saragat-Matteotti” Roma

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Passeggiata di ascolto sulla Centralità urbana

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Si terrà mercoledì 23 giugno alle ore 17 una passeggiata di ascolto attivo sulla Centralità Urbana Santa Maria della Pietà. Un percorso – con il supporto tecnico di Risorse per Roma – che partirà da piazza Santa Maria della Pietà per lavorare insieme ai cittadini sulla complessità del luogo e sulle sue vocazioni principali. Dal 23 giugno i cittadini potranno anche visitare l’infopoint allestito presso il Centro sociale anziani Monte Mario (in via Chiarugi 5) e compilare il questionario per poter condividere le proprie proposte. Sarà inoltre possibile iscriversi ai laboratori che si terranno nel mese di giugno e luglio sia presso il Centro sociale anziani Monte Mario sia presso la sede del Municipio XIV in piazza Santa Maria della Pietà. L’articolazione del percorso partecipativo è stato presentato alla Consulta, istituita per l’attuazione della centralità urbana del Santa Maria della Pietà, che contribuirà alla fase della partecipazione partendo dal lavoro svolto attraverso i tavoli dedicati alle singole vocazioni. L’obiettivo è quello di lavorare insieme al territorio, ai cittadini e alle associazioni sulla funzione strategica della Centralità urbana nel suo complesso: dagli orti urbani alle fattorie sociali e didattiche, ad aree dedicate allo sport e ad attività ludiche, parcheggi di scambio di servizio alle linee di trasporto pubblico e di servizio alla Centralità, all’implementazione delle aree ciclopedonali ai nuovi sistemi di accessibilità e nuovi usi dei padiglioni aperti al pubblico con servizi e attività dedicate a cultura, servizi turistico-ricettivi, spazi per la ricerca e lo scambio, attività di promozione del benessere, progetti di formazione, spazi e padiglioni da assegnare alla sede del Municipio Roma XIV fino al riconoscimento della funzione degli agro-ecosistemi come elementi centrali del sistema ambientale favorendone l’integrazione nei processi di pianificazione e gestione del territorio e del paesaggio.Tutte le informazioni per partecipare alle diverse iniziative e gli aggiornamenti del percorso partecipativo si possono trovare sul portale di Roma Capitale all’indirizzo: http://www.urbanistica.comune.roma.it/santa-maria-della-pieta.html

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Il concorso STEM va cambiato, Anief non transige

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Va bene bandire concorsi veloci che portano in cattedra docenti preparati, ma bisogna farlo con regole corrette: a dirlo è Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, commentando il bando di concorso semplificato per le materie scientifiche (STEM), che consentirà nei primi giorni di luglio di valutare i candidati per arrivare all’assunzione immediata di oltre 6.000 insegnanti, il doppio dei posti rispetto a quelli banditi un anno fa. Dopo avere ricordato, durante una video-intervista all’agenzia Teleborsa, che la procedura consisterà nel “rispondere a una batteria di 50 quesiti, 2 punti per ogni risposta esatta, ogni quesito è a risposta multipla e si dovrà rispondere in due minuti, chi prenderà 70 punti può accedere alla prova orale”, Pacifico chiede la riapertura del bando, per dare la possibilità di partecipare oggi anche a chi aveva deciso di non partecipare ad una selezione ben diversa, l’allargamento ad altre classi di concorso e la collocazione della soglia minima per superare la prova.Il concorso STEM è un’ottima opportunità per arrivare all’immissione in ruolo, ma va cambiato: il sindacato ne è convinto. Vanno quindi cambiate le norme che regolano il bando del concorso ordinario, per titoli ed esami, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, finalizzato al reclutamento del personale docente per posti comuni e di sostegno nella scuola secondaria per le sole classi di concorso A020, A026, A027, A028 e A041, rispettivamente riconducibili alle discipline Fisica, Matematica, Matematica e Fisica, Matematica e Scienze, Scienze e Tecnologie informatiche. A questo proposito, Anief ha predisposto degli emendamenti emendamenti al decreto Sostegni-bis proprio per risolvere questi problemi.Secondo il presidente dell’Anief “C’è poi il problema della soglia” di superamento della prova scritta: “70 su 100 è una soglia molto alta”, Pacifico, indicando “noi riteniamo la soglia della sufficienza, 60 su 100, potesse essere più agevole, anche perché c’è un orale da superare”, conclude Pacifico. Il sindacato ha quindi deciso di impugnare il DM n. 826/21 di rettifica del bando del concorso ordinario docenti 2020 per le discipline STEM (classi di concorso A020, A026, A027, A028 e A041), nella parte in cui non riapre i termini per la partecipazione a tutti i candidati con i titoli d’accesso validi, viste le modifiche intercorse del numero dei posti e dello svolgimento delle prove. Per aderire all’iniziativa legale, entro il 30 giugno, bisogna inviare lavoro domanda cartacea all’Ufficio Scolastico della Regione di proprio interesse. Adesioni al ricorso aperte fino al 30 giugno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Governo. L’antiscienza al potere

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

“Anni fa, con un amico sostenitore della astrologia, feci una scommessa. Acquistai una rivista di astrologia e la conservai per un anno; al termine ci fu una verifica e quello che era stato previsto non si era avverato. Fiducioso, attendo che qualcuno dimostri che gli influssi astrali determinino la mia esistenza. Sull’argomento, l’Aduc ha lanciato una iniziativa sul proprio sito, per chiedere, al presidente della Commissione parlamentare sui servizi radiotelevisivi, che le trasmissioni astrologiche siano bandite dai programmi RAI, visto che il contribuente paga il canone, lasciando le previsioni sugli influssi astrali alle testate private. Purtroppo, l’antiscienza si insinua anche nelle più alte rappresentanze istituzionali, Senato e Camera, sicchè abbiamo il tentativo di riconoscimento della agricoltura biodinamica (da non confondere con quella biologica), perché ricongiunge le forze astrali cosmiche con quelle terrene. Previsione che va remunerata con fondi pubblici, cioè del contribuente. Fiducioso, attendo che qualcuno dimostri che il ricongiungimento astrale contribuisce alla fertilità della terra. Torneremo al sistema geocentrico? E perché no! D’altronde è assodato che il Sole nasce a est e tramonta a ovest, dal che si crede che è il Sole che gira intorno alla Terra.Sentiamo dei subbugli nelle tombe di Copernico e Galilei. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Referendum giustizia. Come gli utenti spiegano la loro legittimità ad un sindacato di magistrati

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

“Valutazione di gradimento della magistratura” per formalizzare la scarsa fiducia che sembra ci sia nei confronti della magistratura”, e per questo l’Associazione nazionale magistrati (Anm) deve fermamente reagire. Questo il pensiero del presidente del sindacato dei magistrati nei confronti della prossima campagna referendaria per alcune riforme. Tristezza e preoccupazione. Il sindacato di alcuni amministratori di un potere dello Stato si mobilita contro la possibilità che cambino leggi che, evidentemente, per loro vanno bene come sono. E che, aggiungiamo noi semplici utenti dei loro servizi… leggi intorno alle quali alcuni magistrati hanno consolidato l’esercizio del loro potere. Come parte in gioco, invece di contestare i singoli quesiti entrando nel merito degli stessi e accettando che ognuno possa usare le leggi per quello che sono, anche per cambiare ciò che loro vogliono rimanga immobile, all’Anm scatta l’accusa della delegittimazione del fatto in sé, che si raccolgano le firme per dei referendum. Tristezza e preoccupazione. Anche per quando, sul banco degli imputati, ci dovesse capitare di essere da loro giudicati. E’ proprio anche grazie a questa levata arrogante di scudi che la raccolta firme per i referendum è importante. Non per contrapporsi a questo sindacato, ma per spiegare loro che così funziona la democrazia. Che i referendum servono anche a loro che sono “solo” un potere dello Stato, servitori di questo Stato e non lo Stato assoluto. Stato fatto da tutti, anche quelli per cui sarebbe un bene cambiare: 1) Elezioni del Csm; 2) responsabilità diretta dei magistrati; 3) equa valutazione dei magistrati; 4) separazione delle carriere dei magistrati; 5) limiti agli abusi della custodia cautelare; 6) abolizione del decreto Severino. Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al Festival dello Spazio di Busalla i progetti per la creazione di coltivazioni sulla Luna e su Marte

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

By Christian Flammia. Alla quinta edizione del Festival dello Spazio – a Busalla dall’8 all’11 luglio ed il cui programma completo sarà svelato mercoledì 23 giugno alla Sala Trasparenza della Regione Liguria, in piazza De Ferrari a Genova – tra i tanti ed interessanti argomenti si parlerà anche di insediamenti lunari e marziani e di come creare delle coltivazioni su questi corpi celesti. «Gli ingegneri di Thales Alenia Space illustreranno i piani per la costruzione di moduli abitati attorno alla Luna (il primo è Halo) e di future stazioni abitate sulla superficie del nostro satellite – anticipa Franco Malerba, primo astronauta italiano e creatore del Festival –. Il programma Nasa Artemis è in pieno volgimento e Thales Alenia Space, forte dell’esperienza maturata nella progettazione dei moduli della Stazione spaziale internazionale, è riuscita ad accaparrarsi il contratto Grumman per un elemento importante della stazione orbitante lunare Gateway. Ma al Festival dello Spazio ci spingeremo ancora più lontano, grazie alla presenza degli stand del progetto Rebus e della startup Space V, idealmente collegati tra loro, che anticipano un tema interessantissimo: quello delle coltivazioni nello spazio». Il progetto Rebus (acronimo di Resource Bio Utilization) coinvolge Cnr, Enea, Thales Alenia Space, Telespazio e molte Università: a Busalla sarà presente la responsabile scientifica, la professoressa Stefania De Pascale, docente di orticoltura e floricoltura al dipartimento di Agraria della Federico II di Napoli. In estrema sintesi, il progetto mira a inventare il modo per produrre vegetali come cereali, patate e soia in terreni ostili quali, appunto, quelli della Luna e di Marte. Si parte dalle risorse disponibili in situ, le regoliti lunare o marziana (terreno simulato) arricchite delle sostanze organiche di scarto generate dagli astronauti, e si sperimentano colture idroponiche e, soprattutto, terreni variamente modificati. «La disponibilità di cibo fresco a bordo – spiega Malerba – è di grande valore per gli astronauti, siano essi in viaggio nel lungo itinerario per raggiungere Marte, oppure stabili su una base lunare o marziana. Questo non soltanto per gli aspetti nutritivi, ma anche per produrre ossigeno a spese dell’anidride carbonica e per filtrare l’acqua attraverso la traspirazione delle piante stesse. Gli studi per lo spazio, tra l’altro, insegnano come rigenerare le scarse risorse disponibili e preludono all’agricoltura circolare sulla Terra». La startup SpaceV punta invece a sviluppare una serra multipiano adattiva per la coltivazione di vegetali in ambiente spaziale. SpaceV è uno spin-off di Germina, azienda che ha già brevettato una serra adattiva per il mercato indoor: a Busalla verrà presentata questa soluzione “terrestre” che anticipa la sua evoluzione spaziale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La fiera di Modena nel solco della tradizione e delle novità

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Caledoscopica, ricca di proposte originali a volte inaspettate. Ancora una volta la Fiera di Modena riesce a sorprendere pur rimanendo nel solco della tradizione. Nei primi due giorni ha sicuramente colpito nel segno il firmacopie con il giovane cantante Deddy, oltre trecento le giovanissime fan che si sono messe ordinatamente in fila per un autografo e una foto. Successo analogo per la serata con i Nomadi che, durante la presentazione del loro ultimo album, grazie alla simpatia e bravura di Beppe Carletti e Yuri Cilloni, hanno anche fatto cantare al pubblico alcuni dei loro successi più noti. Ma la Fiera non si ferma e anche per domani, ultimo giorno della manifestazione, apertura dalle 10 alle 21, le proposte e le occasioni di svago sono tantissime. Tante le iniziative nell’area sport: al campo di pallavolo della Fipav Modena, ad esempio, le società protagoniste dell’ultima giornata sono Modena Volley, Modena 18 e Volley San Cesario. Alla Combat Arena è di scena alle 12 il campionato italiano XFC Spartan Fight di MMA e Grappling a cura dei Guerrieri del Tiepido, con annesse dimostrazioni di boxe e kickboxing. Sarà anche una giornata di presentazioni sportive: alle 18 arriva “Calcio PASSION & PLAY”, il nuovo format di SportMore, in collaborazione con SubutteoLand e Subbuteo LabShop, sul Subbuteo e lo storytelling (Padiglione C, stand 602), in contemporanea l’Aics presenta il suo calendario 2021/22 allo stand 61. Per l’area gastronomia, Modena Food Lab attende il pubblico a mezzogiorno per uno show cooking in programma allo stand 301 del Padiglione A. Proseguono i momenti di degustazione promossi nello spazio Assaggiare per Conoscere dall’Associazione Esperti Degustatori Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, oltre alle iniziative di Fiesa Confesercenti legate all’intaglio artistico e della CNA con focus sul Superbonus 100%. L’ultimo “aperitivo letterario” vedrà invece come ospite Antonella Riccò e il suo ultimo lavoro “Il carrozzario è andato a Cuba”. Tantissimi come sempre i laboratori per grandi e piccini spalmati per tutto l’arco della giornata. Infine, per la danza, da segnalare alle 15 le esibizioni del Pantheon Omvina Dance Studio Lab di Carpi e di Aneser di Novi di Modena, che spazieranno su danza classica, contemporanea e di carattere, hip hop e video dance (Padiglione C, stand 611).Alle 16 saranno assegnati in Sala 400 i riconoscimenti della 16° edizione del Premio “Fedeltà e solidarietà” Istituito dall’Unione delle Società Centenarie Modenesi.L’82esima Fiera Campionaria di Modena è organizzata da ModenaFiere, con il sostegno di BPER Banca, in collaborazione con CONAD e con il patrocinio di Comune e Provincia di Modena. Tutti i giorni attive aree tematiche, con attenzione particolare all’artigianato di qualità e alle eccellenze del territorio. L’ingresso è gratuito, previa pre-registrazione sul sito http://www.fieradimodena.com.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »