Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 4 giugno 2021

Inaugurazione mostra “A Line Made by Walking”

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Castel Belasi, Campodenno 5 giugno 2021 – 30 ottobre 2021 opening 5 giugno h 17.00.I castelli della Val di Non, in Trentino, sono tra i meglio conservati di tutto l’arco alpino e la loro riapertura al pubblico li vedrà trasformarsi in un bellissimo spazio espositivo diffuso, che, ospiterà la mostra A Line Made by Walking. Pratiche immersive e residui esperienziali in Long, Fulton, Griffin, Girardi, prevalentemente incentrata su opere, per lo più inedite, provenienti dalla prestigiosa Panza Collection di Biumo. Delle 21 opere in mostra a Castel Belasi, edificio affrescato tardo duecentesco recentemente restaurato e fulcro della mostra, 15 sono inedite e 6 sono state parte della Collezione Guggenheim New York dal 1996 al 2003.Filo conduttore, pensato come un dialogo tra il territorio, i suoi castelli e le opere, la pratica del camminare quale esperienza estetica. Oltre a quelli di Long, Fulton e Griffini, a Castel Belasi, sarà inoltre presentata una serie di lavori di Daniele Girardi, frutto principalmente di una residenza artistica in Val di Non, concretizzata anche in un’installazione site specific. Castel Valer, Castel Nanno e Castel Coredo gli altri manieri coinvolti dal percorso espositivo che ospiteranno opere, quaderni d’artista e approfondimenti. Un progetto voluto dall’APT Val di Non e riavviato dopo l’interruzione causata dall’epidemia Apice di un progetto biennale a più mani, creato da APT Val di Non e dell’associazione culturale Urbs Picta, in collaborazione con Panza Collection avviato lo scorso anno e interrotto dalla pandemia, la mostra ruota attorno alla particolarità dei castelli della valle trentina: sono immaginati, appunto, quali spazi perfetti per un percorso espositivo dedicato esperienza estetica insita nel camminare. Il titolo scelto dai curatori deriva, infatti, da una celebre opera di Richard Long del 1967, A Line Made by Walking, una linea disegnata calpestando l’erba di un campo, e tutte le opere esposte sono legate alle ricerche dei quattro artisti che si fondano sul concetto di esperienza dello spazio attraversato, e sulla volontà di recuperare una relazione più autentica non solo con la natura e il paesaggio, ma anche con il fare arte. Un’arte che si misura con una dimensione ancestrale alla base della quale stanno il rapporto tra uomo e natura e un’idea di lavoro artistico come processo, di cui l’oggetto-opera non è che un residuo, una traccia dell’esperienza vissuta. Per informazioni e orari: http://www.castellivaldinon.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Alessandria. Rievocazione della storica Battaglia di Bonaparte a Marengo

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Alessandria 12/20 giugno 2021. Il Comune di Alessandria celebra lo storico evento con una rievocazione immersiva della battaglia, tra la Villa napoleonica Delavo, sede del Marengo Museum, il suo Parco e i terreni che circondano il complesso – aperto al pubblico – con la partecipazione di veri ufficiali, cavalli e cavalieri. Il 12 e 13 giugno a Marengo, assisteremo alla battaglia dal vivo con un centinaio di rievocatori provenienti da diversi Paesi europei che si “scontreranno” indossando le uniformi dell’epoca e con tanto di maestosi cavalli e di cavalieri che sfileranno negli ampi luoghi aperti dello scontro. Con l’Armèe d’ Italie (Stato Maggiore), la 59ème Demi Brigade d’Infant de Ligne di Marengo sul fronte francese, che ricostruisce un reggimento di fanteria sotto napoleone dall’epoca rivoluzionaria. I Granatieri austriaci 26° Reggimento Fanteria e il 1° Jaeger Vienna e ancora il Gruppo Storico Montichiari, i bersaglieri bresciani, 4ème Règiment d’Artillerie, si raduneranno in anticipo per allestire gli accampamenti e prepararsi, con dimostrazioni di addestramento alla battaglia.L’Associazione storico-culturale Amaltea riproporrà le ambientazioni dell’accampamento e dei civili al seguito dell’esercito. Fra fucili, tende da campo, cannoni, spade e cavalli si potrà rivivere l’atmosfera delle ore antecedenti la battaglia. La sera del 12 giugno a partire dalle 20,30 avrà luogo la rievocazione della ”petite bataille” lo scontro che anticipò la battaglia del 14 giugno. Domenica 13 sarà dedicata alle commemorazioni ufficiali: alla colonna monumentale con l’Aquila di Marengo e successivamente gli onori al monumento di Napoleone Primo Console all’ossario dei caduti in battaglia e al Generale Desaix. Sempre il 13 giugno dalle ore 15,00 la Lectio Magistralis sulle Strategie Militari di Napoleone, a cura dello studioso napoleonico alessandrino prof. Giulio Massobrio. L’iniziativa avrà luogo nell’area antistante la Piramide d’ingresso al Marengo Museum. E naturalmente il Marengo Museum, proprio dedicato alla Battaglia, sarà aperto ai visitatori per scoprire i dettagli delle strategie della vittoria di Napoleone e i personaggi che passarono con lui alla storia. Il Museo sarà aperto sabato dalle ore 9,30 alle 22,00; domenica sarà aperto dalle ore 9,30 alle 19,00.Nel percorso commemorativo avranno luogo anche una serie di iniziative storico-culturali organizzate dall’Unione Giornalisti e Comunicatori, legate al periodo napoleonico. Sabato 12 giugno alle ore 18 nell’Auditorium Marengo, sarà presentato il volume “Gli assedi di Napoleone”, un’opera specificatamente dedicata alla guerra d’assedio in Italia dal 1796 al 1814, realizzata dall’Associazione Napoleonica d’Italia, mentre domenica 13 giugno avrà luogo la celebrazione dei 220 anni della posa della colonna con l’Aquila di Marengo, con una ricostruzione delle vicende legate a questo importante simbolo della vittoria napoleonica. All’interno del Parco, saranno a disposizione specialità , ricette del posto per meglio accogliere in queste due giornate pubblico e rievocatori. Domenica 20 giugno l’Azienda CulturAle Costruire Insieme del Comune di Alessandria proporrà l’iniziativa “Rivivere Marengo nel Bicentenario di Napoleone. Storia, cultura e spettacolo”. Il Marengo Museum sarà aperto ai visitatori dalle ore 11 alle 20, per le visite guidate negli ambienti che ripropongono le diverse fasi cruciali della battaglia del 1800. Nel pomeriggio a partire dalle ore 16 l’attore Massimo Bagliani reciterà l’ode “Il cinque maggio” che Manzoni compose in soli tre giorni, appreso della morte di Napoleone. Ci sarà inoltre uno spettacolo equestre in costumi d’epoca napoleonica (uno dei figuranti rappresenterà il Generale Desaix caduto al termine della Battaglia di Marengo) con i cavallerizzi della Cascina Monticello di Asti e la presenza di figuranti dell’Atelier Principessa Valentina, per immergersi nell’epoca napoleonica. Il tutto nell’area antistante la Piramide che caratterizza l’ingresso del Museo. marengomuseum.it Sempre nel pomeriggio sarà presentato in anteprima nazionale il libro del prof. Paolo Palumbo intitolato “Fermi nel pericolo. Soldati Italiani e Napoletani nella campagna di Spagna 1808-1913”. Il volume, sarà in vendita dal 14 giugno 2021, Edizioni il Maglio che inaugura una nuova collana proprio in occasione del Bicentenario di Napoleone, della storia militare dall’era antica a quella moderna. In particolare questo primo volume, racconta le vicissitudini dei soldati italiani che combatterono per Napoleone in una delle campagne più difficili e rischiose della storia delle imprese di bonaparte. Per l’occasione sarà presente l’autore Paolo Palumbo, storico militare, esperto dell’epoca napoleonica, responsabile dell’Associazione Souvenir Napoléonien. CulturAle Costruire Insieme ha siglato un protocollo d’intesa con l’associazione francese ed una delle iniziative realizzate in collaborazione e un video dove il Prof. Palumbo racconta nelle diverse ambientazioni, il Museo di Marengo e la storica Battaglia. Il video-documentario inedito sarà per la prima volta proposto al pubblico nel pomeriggio di domenica 20 giugno. Per partecipare all’iniziativa del 12 e 13 giugno è necessaria la prenotazione all’indirizzo e- mail serviziomusei@asmcostruireinsieme.it -entro le ore 14 di venerdì 11 giugno.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XIX edizione di “Con il Cuore, nel nome di Francesco”

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Martedì 8 giugno 21.25 su Rai1, conduce Carlo Conti, dalla piazza della Basilica Superiore di San Francesco. Saranno Massimo Ranieri e Renato Zero gli straordinari ospiti della XIX edizione di “Con il Cuore, nel nome di Francesco” la maratona di solidarietà dei frati del Sacro Convento di Assisi per i poveri del nostro Paese e i dimenticati del mondo. L’evento condotto da Carlo Conti, in diretta dal sagrato della Basilica Superiore di San Francesco d’Assisi, andrà in onda martedì 8 giugno alle 21.25 su Rai1 e in simulcast su Rai Radio1. Quest’anno verranno aiutati, tra gli altri, le mense francescane in Italia, le famiglie colpite economicamente dall’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia del Covid-19 e le missioni francescane nel mondo. Per partecipare alla gara benefica basta inviare un sms o chiamare al 45515.Una serata unica che unisce musica, cultura e spiritualità vedrà la partecipazione di testimoni di solidarietà e fraternità civile, medica e religiosa. L’edizione 2021 di Con il Cuore prevede la partecipazione di due ospiti d’eccezione che si esibiranno con i loro brani di maggior successo anche dal vivo con le loro band e che hanno scelto questo consueto appuntamento televisivo dedicato alla solidarietà per aiutare gli ultimi. Ogni anno i frati del Sacro Convento di Assisi organizzano una maratona di beneficenza e chiedono, a tutti gli uomini di buona volontà, un aiuto per le persone più disagiate e bisognose nel mondo.Immersi in un’atmosfera unica Conti, Zero e Ranieri daranno luogo ad uno straordinario evento, una serata unica di musica, racconto e solidarietà. Anche quest’anno “Con il Cuore” andrà in onda in diretta radiofonica su Radio1 con la conduzione affidata a Gian Maurizio Foderaro e a Marcella Sullo. Il programma televisivo andrà in onda in replica domenica 13 giugno alle 17.20 sempre su Rai1. L’iniziativa è promossa dal Sacro Convento di Assisi e dall’Istituto per il Credito Sportivo. Alla sua realizzazione ha contribuito Poste Italiane. La produzione televisiva del programma “Con il Cuore, nel nome di Francesco” è affidata alla Rai con il patrocinio di: Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Assisi. Media partner dell’iniziativa Radio Subasio e Tv Sorrisi e Canzoni. Un evento in collaborazione con Rai Radio1.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Maestro Riccardo Frizza ha vinto la terza edizione del Premio Ópera XXI

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Riccardo Frizza, direttore musicale del festival Donizetti Opera di Bergamo, ha vinto la terza edizione del Premio Ópera XXI. La cerimonia si è tenuta al Teatro de la Zarzuela di Madrid. Alla presentazione hanno partecipato il presidente di Ópera XXI e direttore del festival Peralada, Oriol Aguilà; il segretario dell’Ópera XXI e direttore generale del Palau de les Arts de Valencia, José Monforte; il direttore del Teatro de la Zarzuela, Daniel Bianco.Il Premio, assegnato per la direzione della “Lucia di Lammermoor” del 2019 all’ABAO Bilbao Opera, ha una motivazione molto dettagliata che merita di essere riportata interamente:“Director musical del Festival de Ópera Donizetti de Bérgamo desde 2017, Riccardo Frizza dirige habitualmente en los teatros, instituciones musicales y festivales más importantes de la escena internacional y ha estado al frente de varias de las principales orquestas del mundo. Su presencia también es habitual en coliseos y festivales de nuestro país, donde en 2021 ha dirigido en el Gran Teatre del Liceu Les Contes d’Hoffmann y el concierto Las Tres Reinas con las escenas finales de la trilogía Tudor de Donizetti (Anna Bolena, Maria Stuarda y Roberto Devereux) junto a la soprano Sondra Radvanovsky. En septiembre regresará al Teatro Real inaugurando su temporada con La Cenerentola. Está especializado en repertorio italiano de compositores como Donizetti, Bellini, Rossini, Verdi y Puccini.”Gli altri premiati sono i cantanti Carlos Álvarez e Xabier Anduaga, il regista Robert Carsen, il Gran Teatre del Liceu per la Turandot e il Teatro de la Zarzuela per il progetto artistico ed educativo Zarza. È stato assegnato anche il premio Best Digital Initiative, ex aequo alla piattaforma MyOperaPlayer del Teatro Real e al Peralada Livestream Festival.I premi verranno consegnati nel corso di un galà, l’11 settembre al Teatro de la Zarzuela.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fed: nuovi rischi finanziari sistemici

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

By Mario Lettieri e Paolo Raimondi. Dopo aver cercato, come sempre, di rassicurare gli animi, l’ultimo Financial Stability Report (FSR) della Federal Reserve presenta una lista impressionante di rischi per la stabilità finanziaria negli Usa e a livello mondiale. Nelle orecchie dei governatori della Fed fischia ancora quanto è successo a marzo con il collasso del fondo hedge Archegos Capital Management, che ha lasciato un buco di oltre 10 miliardi di dollari in alcune della maggiori banche internazionali. In verità, c’è che dice che il problema potrebbe essere cinque volte più grande. Il FSR è pubblicato due volte l’anno con l’intento di prevenire il ripetersi della Grande Crisi del 2008. La presentazione del rapporto è stata centrata sul significato e sugli strascichi proprio di Archegos, evidenziando che le difficoltà di istituti finanziari non bancari (il famoso shadow banking) influiscono sull’intero sistema finanziario. “ Stanno aumentando le vulnerabilità associate all’elevato appetito al rischio”, si afferma. Il che evidenzia “la limitata visibilità delle esposizioni dei fondi hedge e che le loro disponibilità, create con la leva finanziaria, potrebbero non essere sufficienti per far fronte a rischi importanti.”.I valori di molti asset sono cresciuti enormemente, superando i record dell’anno scorso. Gli indici azionari e i prezzi delle azioni sono ai lori massimi storici. Per esempio, dall’inizio del 2021 l’indice azionario Standard & Poor’s 500 è cresciuto del 12%. Inoltre, il Bloomberg Commodity Index, che traccia tutte le materie prime e i beni alimentari, è cresciuto del 19% in un anno. Nello stesso periodo, il prezzo delle case negli Usa è aumentato del 12%. Sono tutti effetti dell’insaziabile “appetito” di profitti più alti. Del resto l’eccessiva liquidità, gli interessi quasi negativi e i bassi rendimenti offerti dai tradizionali titoli, come le obbligazioni del Tesoro americano, spingono verso investimenti speculativi, tanto che invece di comprare bond pubblici, i grandi della finanza preferiscono acquistare le obbligazioni corporate o quelle già ritenute come speculative. Il pericolo vero sta in un possibile repentino cambiamento di valutazioni. La Fed, infatti, teme che qualche evento possa ridefinire i prezzi degli asset, delle azioni, obbligazioni o altri titoli. Proprio com’è avvenuto nel caso Archegos, quando determinate azioni vennero vendute per poter coprire le perdite di gestione, determinando un improvviso e forte calo del loro valore. In altre parole, si teme che gli speculatori possano mitigare il loro “appetito al rischio” e ridurre la frenesia proprio verso i titoli e le operazioni più rischiose. Il sistema è drogato e ha bisogno di dosi sempre più forti, il che rischia di crollare in un momento di astinenza. Come il drogato ha bisogno di un autorevole aiuto, così la finanza speculativa ha bisogno dell’intervento correttivo dei governi e degli Stati, quando occorre. Il Rapporto elenca altri rischi di vulnerabilità del sistema, il peggioramento della pandemia e l’aumento dei tassi d’interesse per fronteggiare a un’impennata dell’inflazione. Anche il governatore del Fed, Jerome Powell, esprime una certa preoccupazione per l’aumento dei prezzi in alcuni settori, come quello immobiliare e ha ammesso che “non è proprio un bene che negli Usa i prezzi aumentino così tanto”. Non sorprende, quindi, che la Fed cerchi di scaricare su altri le cause dei rischi della sua vulnerabilità finanziaria. Prima di tutto sull’Europa e sui paesi emergenti. “Sviluppi negativi nelle economie dei mercati emergenti, stimolati in parte da un aumento dei tassi d’interesse a lungo termine, potrebbero avere delle ripercussioni negli Stati Uniti”. Si dimentica, però, di riconoscere le proprie responsabilità. Infatti, gli andamenti economici di questi paesi sono di solito determinati dalle politiche monetarie e finanziarie degli Usa. Anche le misure adottate dalla Cina per contenere la speculazione sui mercati immobiliari, si dice, potrebbero creare situazioni di stress finanziario interno con ripercussioni globali, anche negli Stati Uniti. Il Rapporto, in definitiva, presenta una serie di analisi e di preoccupazioni, in parte anche condivisibili. Però sono enunciazioni scritte che possono al più suscitare discussioni mediatiche e accademiche ma non far adottare azioni efficaci da parte delle istituzioni preposte, come sarebbe necessario. Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sigillo d’oro per l’Irccs di Brescia

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

L’IRCCS Centro San Giovanni di Dio – Fatebenefratelli di Brescia ha ottenuto il riaccreditamento Joint Commission International per il triennio 2021-2024, che certifica l’aderenza a standard di eccellenza nell’ambito sanitario.Causa la pandemia la verifica è stata effettuata da remoto (in video conferenza), ma ciò non ha impedito che avvenisse in modo rigoroso in quanto sono state utilizzate modalità tecniche ed organizzative specifiche (collegamenti diretti alla nostra cartella clinica, carrelli appositi dotati di videocamera che in diretta accedeva presso i reparti e/o i locali dedicati ai servizi di supporto logistico-amministrativo, visualizzando in diretta i documenti richiesti). La verifica di quest’anno si è arricchita di una particolare attenzione anche nei confronti dell’attività di ricerca scientifica che l’IRCCS svolge, con un confronto diretto con i nostri ricercatori e clinici, con l’obiettivo di verificare l’effettiva traduzione nelle attività cliniche delle evidenze scientifiche che i nostri ricercatori hanno acquisito. I “percorsi diagnostico terapeutici assistenziali” (PDTA) che sono stati adottati presso l’IRCCS, così come alcune attività ambulatoriali complesse, sono l’esempio di come la ricerca scientifica e l’attività assistenziale possono trovare punti di connessione (sia in quanto luogo di applicazione di protocolli innovativi, sia come ambiti di osservazione per studi clinico-scientifici).Il fine ultimo è garantire un servizio umano, professionale e innovativo ai nostri ospiti, per dare loro il meglio con le risorse a nostra disposizione. Il miglioramento a cui tendere, sapendo di agire in un ambiente in evoluzione (in termini di nuovi bisogni, di nuove tecnologie, scoperte clinico-scientifiche, programmazione e organizzazione dei servizi, tutela dei diritti, ecc) ci pone l’obbligo di dare il nostro contributo.Per garantire la centralità della persona dobbiamo considerare come la qualità sia oggi un sottosistema di un sistema più ampio, diremmo “integrato”. Privacy, sicurezza, responsabilità amministrativa, sicurezza dell’ambiente, utilizzo di nuove tecnologie, sono solo alcuni degli altri sottosistemi nei quali siamo già coinvolti, ma che dobbiamo interpretare e vivere in una quotidianità. Il rischio infatti è sempre quello di viverli come “adempimenti”, e non come quegli “strumenti” che ogni buon artigiano utilizza per un “servizio personalizzato”. Questa è e sarà la nostra sfida per i prossimi anni.”- ha dichiarato Renzo Baldo, il direttore generale del Centro San Giovanni di Dio-Fatebenefratelli di Brescia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Misure per Polizia Penitenziaria, 10 giugno presidio a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Roma La Polizia Penitenziaria ha bisogno di assunzioni, di contrasto alle aggressioni e del rinnovo di un contratto che dia risposte non solo economiche ma anche in tema di diritti e tutele per il personale. Per rivendicare queste ragioni la Fp Cgil promuove per giovedì 10 giugno a Roma nei pressi del Ministero della Giustizia in via Arenula un presidio nazionale di protesta dalle ore 11 alle ore 13.“Da mesi – osserva la Fp Cgil – stiamo chiedendo un intervento della ministra della Giustizia Cartabia che possa portare un minimo di sollievo al personale di Polizia Penitenziaria, che continua a lavorare in condizioni al limite della sopportabilità umana, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Una situazione, già critica prima dell’inizio della pandemia, diventata insostenibile: mancano circa 5.000 Poliziotti Penitenziari nella dotazione organica del Corpo e ogni anno vanno in pensione circa 1.300 unità, questo significa che nei prossimi due anni servono almeno 7.000 assunzioni. Anche perché a questa carenza si sono aggiunte, da un anno a questa parte, le assenze dovute al contagio e alle misure di isolamento, con la conseguenza che un poliziotto è costretto a coprire più posti di servizio nello stesso turno e a lavorare fino a 16 ore al giorno, senza poter fruire dei diritti soggettivi”.Inoltre, prosegue ancora il sindacato, “ogni giorno si ha notizia di aggressioni nei confronti del personale, in un crescendo continuo che desta forte preoccupazione. Questo significa che c’è un evidente problema nell’attuale organizzazione del lavoro. Anche su questo tema abbiamo avanzato le nostre proposte senza ricevere alcun riscontro. Questa drammatica situazione genera forte stress nei Poliziotti Penitenziari, con un aumento anche dei casi di burn out. Se a tutto questo aggiungiamo che il personale è ancora in attesa del rinnovo del contratto di lavoro, per cui abbiamo chiesto un ulteriore stanziamento di risorse, e della possibilità di poter aderire a fondi di previdenza complementare, risulta evidente il motivo per cui abbiamo deciso di portare la protesta davanti al dicastero cui è preposta la Ministra Cartabia”. Per queste ragioni, quindi, la Fp Cgil, dopo dopo aver manifestato davanti a molti istituti penitenziari del nostro Paese, porta la protesta davanti al Ministero della Giustizia il prossimo 10 giugno.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I quattro ambiti di evoluzione digitale per la banca post-Covid

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

La transizione verso un ambiente finanziario pienamente digitalizzato non è più un nice-to-have, riservato alle istituzioni più innovative, ma è diventato un must per la sopravvivenza dell’intero settore.Per quanto riguarda i sistemi di pagamento, è necessario continuare a sostenere la transizione verso una società cashless investendo in tecnologie e nuovi metodi di pagamento sicuri. Secondo i dati del decimo rapporto Minsait Payments, oggi solo il 20% degli italiani “bancarizzati” usa il contante come principale mezzo di pagamento, mentre le carte sono il mezzo di pagamento preferito da sei italiani su dieci. In questo contesto, il settore finanziario deve affrontare diverse priorità per incoraggiare ulteriormente questa tendenza, come la garanzia della sicurezza, la lotta contro le frodi e la conformità normativa.La pandemia ha anche accelerato la trasformazione del modello di relazione tra cittadini e istituzioni finanziarie. I nuovi clienti, più digitali e informati che mai, chiedono un servizio personalizzato e una maggiore autonomia nello svolgimento delle transazioni. La risposta a questa nuova domanda comporta tre azioni: investire in una nuova generazione di filiali bancarie che combinano il mondo fisico e digitale applicando un concetto di “opticanalità” che permette di offrire al cliente il servizio più appropriato al momento giusto; adottare un ruolo più attivo, più vicino ed empatico di “emotional banking” con i clienti per accompagnarli durante l’intero ciclo di vita, e stabilire canali di comunicazione liquidi, capaci di adattarsi a ogni profilo, situazione e contesto, offrendo un’interazione più dinamica, flessibile e personalizzata.La soddisfazione del cliente dipende anche dall’ottimizzazione dei processi finanziari che passa attraverso l’automazione e l’outsourcing dei processi di business. In questo senso, gli istituti finanziari dovrebbero optare per un modello di BPO evoluto, che permetta loro di trasformare l’agilità dei processi in vantaggi differenziali. Anche nell’automazione e nell’ottimizzazione dei processi, grazie alla combinazione di tecnologie di Robot Process Automation e Intelligenza Artificiale, il cliente deve essere al centro della strategia, incorporando ai tradizionali KPI focalizzati sul risparmio e sui benefici economici, indicatori che misurino la soddisfazione del cliente.Infine, con l’obiettivo strategico di migliorare la customer experience, è essenziale e urgente adottare una concezione olisitica del cliente. Solo attraverso questa visione è possibile creare esperienze coerenti e attraenti per i clienti che rafforzino il concetto di loyalty. Per far ciò è imprescindibile l’adozione di un approccio data-oriented che, grazie a tecnologie di Big Data Analytics e Business Intelligence, fornisce una visione unica del cliente e contribuisce alla definizione di una strategia aziendale comune e sinergica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Canali digitali e punti vendita sono sempre più integrati

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

La crescita dell’eCommerce di prodotto continua anche nel 2021, seppure in maniera più misurata rispetto al 2020. Le prime stime prevedono un incremento del +18% che porterà i prodotti a raggiungere i 30,6 miliardi di euro di transato. Il Food&Grocery rimane il settore trainante (+38%), seguito dall’Abbigliamento e accessori (+26%) e dal Beauty (+20%). Per soddisfare l’incremento di domanda online e per supportare le mutate esigenze dei consumatori, i player hanno investito nell’innovazione digitale, sia per ottimizzare i processi operativi sia per abilitare e/o potenziare i canali di vendita e di interazione.Queste alcune delle evidenze emerse dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano in occasione del convegno “eCommerce B2c: i nuovi equilibri dell’omnicanalità nella pandemia” Nel 2020 l’eCommerce di prodotto in Italia ha registrato una crescita del +45% raggiungendo una penetrazione sul totale acquisti Retail del 9% (era poco più del 6% nel 2019) mitigando la crisi del settore, che nello stesso periodo ha registrato un forte calo degli acquisti Retail e la chiusura di oltre 9.000 negozi.Il digitale è diventato sempre più centrale nelle strategie dei player e questi trend stanno generando nuovi equilibri tra offline e online basati sia su un riassetto dell’infrastruttura fisica, sia su modelli multi e omnicanale: se guardiamo nel dettaglio ai canali di vendita e interazione, i merchant si sono focalizzati sull’attivazione e sul rafforzamento di canali relazionali – prevalentemente sui social e sulle piattaforme di instant messaging – e sull’abilitazione di nuove iniziative in particolare sui marketplace e su siti aggregatori.Il cambiamento indotto dall’emergenza sanitaria ha contribuito alla diffusione dell’eCommerce anche tra le piccole imprese italiane che, rispetto al passato, sono state incentivate ad avvicinarsi al digitale e a comprenderne le potenzialità. In molti casi l’approccio all’eCommerce e alla multicanalità è stato piuttosto “artigianale”, fondato su modalità di interazione online e su modelli di acquisizione dell’ordine attraverso piattaforme social e/o di instant messaging (non propriamente di eCommerce). I più evoluti hanno investito in siti diretti, in vetrine sui marketplace e in iniziative sugli aggregatori online. Per le PMI italiane non si può ancora parlare di omnicanalità in maniera diffusa, ma stiamo assistendo ai primi passi verso una multicanalità online più consapevole. Si tratta comunque per il nostro Paese di un segnale della centralità e del maggior grado di maturità dell’eCommerce, che lascia presagire un’integrazione sempre più solida tra l’offline e l’online.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scarcerazione di Giovanni Brusca: una sconfitta per tutti!

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Scrivere della vita di Giovanni Brusca significa immergersi nella lista infinita di uomini che ha ucciso, oltre 150, o fermarsi a pensare quando sulla collina di Capaci ha azionato il tasto che ha trucidato Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Significa anche riflettere sul fatto che non ha avuto scrupoli nell’immergere nell’acido un bambino di poco più di 10 anni. Ieri, Giovanni Brusca, è stato scarcerato dopo 25 anni di prigione: “All’indomani delle celebrazioni in ricordo delle vittime di Capaci la notizia della liberazione di Giovanni Brusca per fine pena, uno degli autori della strage, è un insulto per tutti coloro che hanno pagato con la vita la difesa dei principi di democrazia e legalità del nostro Paese – il commento di Stefano Paoloni, Segretario Generale del SAP – Un essere che ha ucciso un centinaio di persone e sciolto nell’acido il piccolo Nino di Matteo, da oggi potrà girare libero per il Paese e magari incrociare i famigliari delle persone di cui è stato il carnefice. Guardandolo passeggiare sereno non potranno che pensare ai loro cari a cui questa possibilità è stata da lui stesso impedita”. “Il giorno del suo arresto i colleghi della “catturandi” di Palermo festeggiarono in modo vistoso il grande e difficile risultato raggiunto, oggi invece è una sconfitta per tutti: per le vittime, per i loro famigliari, per la democrazia, per tutti i colleghi che hanno rischiato la vita per arrestarlo e per tutti coloro che credono nella giustizia.”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mafia, Cirielli (FdI): “Indegna scarcerazione di Brusca

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

“Leggo con stupore le dichiarazioni di Enrico Letta sulla indegna scarcerazione del mafioso Giovanni Brusca. Al segretario nazionale del Pd ricordo che le leggi si possono cambiare e che Giovanni Falcone non c’entra nulla con la legge del comunista Gozzini. Letta, il Pd e le sinistre sono pronte a cambiarla?”. Lo dichiara, in una nota, il Questore della Camera e coordinatore della Direzione Nazionale di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli: “Mi domando che Paese è quello in cui un feroce assassino, ancorché collaboratore di giustizia, può uscire dal carcere dopo appena 25 anni nonostante si sia macchiato di oltre 150 omicidi. Lo Stato si scusi con le famiglie di Falcone, del piccolo Giuseppe Di Matteo e di tutte le vittime della mafia. Mi auguro – sottolinea Cirielli – che il ministro della giustizia Marta Cartabia assuma in Parlamento l’impegno di eliminare categoricamente qualsiasi forma di beneficio per i mafiosi E’ urgente ripristinare la certezza della pena riformando la legge Gozzini e la legislazione premiale per i detenuti. Troppi sconti facili ed eccessivi oltretutto senza nessuna reale volontà di redimersi da parte dei criminali e senza alcun reale percorso di redenzione e rieducazione. Il sistema di esecuzione della pena detentiva è completamente fallito perchè ridotto a mera riduzione della pena stessa. Il Governo Draghi dia subito un forte segnale di discontinuità, perché non si può continuare a calpestare in questo modo la memoria delle vittime e ad oltraggiare i superstiti. Questa non è giustizia” conclude Cirielli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Referendum Giustizia. Perché sono importanti anche per i consumatori

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

L’Iniziativa riguarda anche i cittadini consumatori, che ogni giorno devono lottare e resistere per affermare i propri diritti, di fronte alle istituzioni e ai privati. Il motivo principale per gli abusi che i consumatori subiscono è il mancato funzionamento della giustizia. I profittatori pubblici e privati lo sanno bene, soprattutto per le ingiustizie legate a piccole somme: fruire della giustizia (e spesso anche dei sistemi extragiudiziali) quasi sempre viene a costare più di quanto viene rivendicato. Questo scoraggia il ricorso da parte dei consumatori e moltiplica gli illeciti e le truffe dei profittatori.E’ chiaro che questi referendum, raccolte le firme, tenute le consultazioni e vinte le stesse, non sono automaticamente un toccasana. Rappresentano il primo fondamentale passo verso una giustizia per il cittadino, invertendo l’attuale trend in cui il cittadino è solo suddito.Aduc si mobilita accanto ai promotori, mettendo anche le sue strutture e sedi a disposizione per coloro che volessero firmare.Sono sei i referendum promossi dalla Lega e dal Partito Radicale: 1) Elezioni del Csm; 2) responsabilità diretta dei magistrati; 3)equa valutazione dei magistrati; 4) separazione delle carriere dei magistrati; 5) limiti agli abusi della custodia cautelare; 6) abolizione del decreto Severino.Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chinese Ming Dish Sets Record Hammer Price at Bruun Rasmussen

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

A Chinese Ming porcelain dish achieved a hammer price of a staggering DKK 46.2 million / EUR 6.2 million / USD 7.6 million (including buyer’s premium) when it was sold at auction at the Danish auction house Bruun Rasmussen on Wednesday afternoon on 2 June. It therefore also became the most expensive lot ever sold in the history of the auction house and the most expensive piece of Asian decorative art ever sold in Scandinavia. The beautiful and approximately 600-year-old antique dish comes from a prominent private collection by the Swede Salomon Sörensen (1856-1937), who for three decades worked as Malmö’s city architect and designed and built more than 100 buildings in the city with inspiration from the Renaissance period and the city of Florence. Sörensen was a passionate collector of Chinese and Japanese decorative art and had an enormous knowledge within this field. The motif on the dish is quite imaginative: A scaly dragon twists and turns in a rolling sea surrounded by lotus flowers. The dragon as a motif has been used in Asia for centuries, and the mythological creature is often depicted as a mixture of different animal species with, for example, a snake’s body and a lion’s head. In Chinese mythology, it is associated with happiness, nobility and strength – traits that are far removed from the legends of the Western world about dragons as frightening, fire-breathing monsters. The three-clawed version of the dragon that we encounter on this dish has traditionally been associated with nobility, where the imperial dragon is always depicted with five claws. Bruun Rasmussen Auctioneers is one of Scandinavia’s leading international auction houses, and one of Denmark’s oldest. It all started on 6 October 1948, when Arne Bruun Rasmussen conducted the first traditional auction in the saleroom at Bredgade 33 in Copenhagen. Today, Jesper Bruun Rasmussen stands at the helm of the family-run business together with the third generation of the family, his son Frederik and daughter Alexa, and the company’s CEO Jakob Dupont.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Il decreto Sostegni-bis non cancella la supplentite

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Dare la possibilità al personale di abilitarsi all’insegnamento o di specializzarsi sul sostegno permetterebbe loro comunque di avere “accesso per merito nella pa”, riprendendo, si legge nell’emendamento Anief, “le normative precedenti atte ad aggiornare il doppio canale di reclutamento, risponde al reclamo collettivo accolto dal Comitato europeo dei diritti sociali n. 146/2017 e alla procedura d’infrazione 4231/2014 ancora attiva, e risolve la carenza di disponibilità per le immissioni in ruolo registrate negli ultimi anni, favorendo la continuità didattica, a invarianza finanziaria”. Oltre che collocare in ruolo tutti coloro che sono in prima fascia, senza vincoli temporali sul servizio svolto, è fondamentale aprire pure alla seconda fascia a tutti coloro che raggiungono una soglia minima di supplenze. L’esigenza è stata manifestata anche a livello politico. “La Lega, spalleggiata da una parte del Pd e dalle altre forze del centrodestra, chiede sia la possibilità di “pescare” i docenti dalle Gps di seconda fascia, e dall’altro lato, di togliere a questo punto il requisito dei 36 mesi di servizio”, scrive Orizzonte Scuola. Una “scelta che vedrebbe d’accordo anche i sindacati, insoddisfatti del testo licenziato dal Governo, piuttosto distante dalle previsioni del Patto per l’Istruzione firmato pochi giorni fa”. Secondo l’organizzazione sindacale rappresentativa Anief, procedere in questo verso avvicinerebbe molto di più dunque l’Italia all’Unione europea e risponderebbe in modo convincente pure al Comitato europeo dei diritti sociali n. 146/2017 e alla procedura d’infrazione 4231/2014 che rischia sempre più di porre l’Italia in una condizione di difetto e soggetta a multe considerevoli per l’abuso reiterato delle supplenze senza alcuna possibilità di stabilizzazione dello stesso personale impiegato in questo modo illegittimo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima presentazione del libro “Dillo a Curvy Pride”

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Nei giorni scorsa c’è stata la prima presentazione del libro “Dillo a Curvy Pride” alla Mediateca di San Lazzaro di Bologna. Si tratta di un’antologia nella quale hanno scritto una storia diverse autrici, tra cui anche Barbara Braghin. Il libro parla di traguardi, obiettivi, violenza verbale e fisica, amore, felicità, autostima. E’ curato da Antonella Simona D’Aulerio, ed è frutto di un contest letterario promosso da Giraldi Editore in collaborazione con l’associazione Curvy Pride presieduta da Marianna Lo Preiato. Alla presentazione, avvenuto nel giardino della Mediateca erano presenti alcune autrici e alcuni autori, che con coraggio, hanno raccontato frangenti della loro vita, episodi ed emozioni troppo spesso tenuti nascosti perfino allo sguardo delle persone più care. “E’ stato emozionante conoscere da vicino le autrici e gli autori – dice Barbara Braghin -. E’ bello sentire leggere le varie storie dalle voci di chi le ha scritte. Si sentono le emozioni dal vivo”.Nell’antologia hanno scritto Federica Annunziata, Alice nel Paese delle Meraviglie, Alessandra Balocchi, Alessia, Tiziana Bernardini, Monia Bolognini, Barbara Braghin, Beniamino Cardines, Sergio Casoni, Silvia Corradin, Annalisa “La Pantera Di Bologna” Donini, Donatella Fenio, Elena Guerrini Bella Tutta, Gloria Hoffmann Boemia, Benedetta Iusco, Lady Vee, Lara Lago, Isabella Lodi, Marika Loiacono, Silvia Massaferro, Valeria Menapace, Davida Milloshas, Sara, Valentina Parenti Ferrari, Santa Pentangelo, Melania Pericolini, Gabriella Pirazzini, Francesca Beyouty Ragone, Silvia Russo, Maria Schiavoni, Stefania Spalletti, Iris Vareselo, Andrea Zuffa e, per la conclusione, Fabiana Sacco Curvy Coach. L’idea di Dillo a Curvy Pride nasce con la pubblicazione del libro La mia resilienza in un corpo morbido di Marianna Lo Preiato, a cura di Marzia Di Sessa, sempre edito dalla Giraldi Editore. La prefazione è dell’attore Luca Ward e c’è un omaggio del cantautore Tony Santagata. Nel corso della presentazione tutti sono stati invitati a scrivere una storia per il nuovo libro “Dillo a Curvy Pride 2”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le nuove nomine nel Gruppo Randstad Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Il Gruppo Randstad, leader mondiale nei servizi per le risorse umane, prosegue la sua espansione, con un nuovo assetto organizzativo e una governance sempre più specializzata, per favorire la crescita lungo le diverse aree di business. Presente in 38 Paesi con 4.715 filiali e 34.680 dipendenti per un fatturato complessivo di 20,7 miliardi di euro nel 2020, il Gruppo Randstad Italia conta oltre 2000 dipendenti e 300 filiali a livello nazionale, con una crescita del fatturato del 20% nel primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo 2020.La capogruppo Randstad Group Italia Spa controlla al 100% Randstad Italia Spa, agenzia per il lavoro che si occupa di somministrazione di lavoro a tempo determinato e indeterminato, ricerca e selezione del personale, Randstad HR Solutions Srl, la realtà che offre servizi specializzati per la gestione delle risorse umane nelle organizzazioni, supporta le aziende nel miglioramento dei processi HR attraverso servizi di consulenza e formazione e nell’ottenimento di possibili fondi di finanziamento, Randstad Services Srl, che si occupa di servizi in appalto e outsourcing in diversi settori, e Ausy Italy Srl, specializzata nel settore engineering e ICT. Randstad Italia Spa controlla, a sua volta, la società Intempo S.p.A, agenzia per il lavoro a vocazione “specialistica” in ambito portuale. In coerenza con l’evoluzione del Gruppo, a partire dal 30 aprile 2021, Marco Ceresa, confermato nella carica di Amministratore Delegato di Randstad Group Italia Spa, ha assunto anche il ruolo di Group Chief Executive Officer, come responsabile della mission di Randstad in Italia e del business delle società del Gruppo, con la responsabilità della direzione strategica delle stesse. Mantiene, infine, la responsabilità di Randstad Grecia e Randstad Turchia.Tre manager, già Chief Operations Officer delle relative aree di business, assumono nuovi incarichi all’interno delle società del Gruppo, con l’obiettivo di affrontare ancora più efficacemente le sfide di continuità e crescita, cogliendo al meglio le opportunità di mercato e continuando a garantire una governance attenta, credibile e solida. La valorizzazione della leadership al femminile non è una novità per Randstad che vede il 43,24% di donne in posizioni di Senior Management (in crescita rispetto al 40,22% dell’anno precedente), così come il 43% di figure femminili nel Management Team.Elena Parpaiola, già COO dei business Staffing, Permanent e Welfare, è stata nominata Amministratore Delegato di Randstad Italia Spa con il compito di dirigere l’attività della società e di definirne le politiche strategiche e di sviluppo.Simona Tansini, già COO dei business Inhouse, Verticals, Public Sector, Consigliere Delegato di Randstad Services e Amministratore Delegato di Ausy Italy Srl., è stata nominata Amministratore Delegato di Randstad Italia Spa con delega specifica sui business Inhouse, Verticals, Public Sector.Fabio Costantini, già COO dei business education, training, executive academy, consulenza HR, talent development e talent acquisition, oltre che sulle attività di career management attraverso le linee di business Randstad Risesmart e di Randstad Sport, è stato nominato Amministratore Delegato di Randstad HR Solutions Srl, con il compito di dirigere l’attività sociale e di definire le politiche strategiche e di sviluppo della Società.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deutsche Bank Italia: Maria Giuseppina Cerè nuova Chief Information Officer

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Deutsche Bank annuncia la nomina di Maria Giuseppina Cerè a Chief Information Officer Italy. Nel suo nuovo incarico, Cerè guiderà il team italiano nel percorso di creazione di una struttura integrata a livello globale, che prevede l’allineamento di ruoli organizzativi, funzioni e operations in un modello ad alta cooperazione, con l’obiettivo di migliorare ulteriormente la qualità dei servizi offerti e l’esperienza tecnologica dei clienti e del personale. Una volta conclusi gli iter autorizzativi, Cerè entrerà inoltre a far parte del Consiglio di Gestione di Deutsche Bank SpA e opererà a diretto riporto diRoberto Parazzini, Chief Executive Officer (CEO) di Deutsche Bank SpA e Chief Country Officer Italia, e di Walter Giger, CIO della International Private Bank del gruppo Deutsche Bank.Laureata in Ingegneria Elettronica all’Università degli Studi di Firenze, Cerè ha cominciato la sua carriera come Project Manager in Accenture per poi approdare, nel 1999, nell’IT di Deutsche Bank, dove ha ricoperto negli anni ruoli di crescente responsabilità, fino alla nomina, nel 2004, a Chief Technology Officer e, nel 2007, a COO Transformation Manager. Nell’ambito di un’esperienza quasi decennale nella divisione Regional Management, Ceré ha ricoperto poi anche i ruoli di Deputy Country Chief Operating Officer e di Direttore Generale della Fondazione Deutsche Bank Italia, l’ente non profit creato nel 2013 per promuovere, realizzare e gestire progetti di responsabilità sociale nel Paese a favore delle comunità del territorio in cui opera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Calenda è un chiacchierone?

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

“Da qualche tempo il buon Carlo Calenda ripete nelle numerosissime trasmissioni televisive nelle quali è invitato che il suo partito Azione è l’unico ad essersi dotato di un Ufficio studi. Evidentemente questo ufficio studia ben poco, altrimenti saprebbe che Fratelli d’Italia ha costituito da molto tempo un Ufficio Studi, di cui i media hanno parlato più volte per l’importante materiale prodotto: dal primo studio italiano sulla mafia nigeriana, il primo dossier sul Nutriscore, il primo studio statistico italiano sull’eccesso di mortalità in Italia in epoca Covid, solo per citarne alcuni. È questa la grande differenza tra i chiacchieroni alla Calenda e lo spessore politico di Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia”.Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari, responsabile nazionale del programma di FdI.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Calder’s Untitled and Kirchner’s Pantomime Reimann

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

London – Ernst Ludwig Kirchner’s Pantomime Reimann: Die Rache der Tänzerin (1912, estimate: £6,000,000-9,000,000) and Alexander Calder’s Untitled (circa 1944, estimate: £3,500,000-5,500,000) will be highlights of Christie’s 20th/21st Century: London Evening Sale, part of a series of sales taking place on 30 June, which are anchored around the culturally dynamic cities of London and Paris. Following the successful relay format at Christie’s in October, ‘London to Paris’ will present iconic works by artists who defined the diverse and influential movements that shaped the 20th century, situating them alongside those working throughout the last 20 years who have continued to radicalise artistic practice in the 21st century. Kirchner’s Pantomime Reimann: Die Rache der Tänzerin is being offered at auction for the first time and has remained in the same collection since the 1980s. The narrative in the painting seems to be based on a pantomime by Hans Reimann, a young writer from Leipzig, who would become best known for his satirical writings following the end of the First World War. Untitled (circa 1944) is a superb early mobile by Calder, conjured from found fragments of glass, pottery shards and Plexiglas.Keith Gill and Tessa Lord, Co-Heads of Sale, 20th/21st Century: London Evening Sale, Christie’s: “Following the success of our London to Paris season in October 2020, Christie’s is thrilled to unite our collectors once more in a dynamic series of sales that will celebrate the pioneering spirit of artists in both the 20th and 21st centuries. Kirchner and Calder exemplify the bold zeitgeist as artists who carved very different paths in representation and figuration. Joined by our international colleagues, the London to Paris series will present exceptional works to our global audience in person and via livestream.”Filled with glowing colours, Pantomime Reimann: Die Rache der Tänzerin of 1912 is a testament to the growing complexity and sophistication of Ernst Ludwig Kirchner’s compositions following his move to Berlin, as he began to explore new questions of identity, sexuality and the psychological dynamics between characters in his work. While the artist had long been fascinated by dancers, cabaret artists and circus performers, these subjects gained a new prominence in Kirchner’s work following his move to the capital in the autumn of 1911 – here, they came to represent the heady experience of life in the city, their forms a reflection of the innumerable amusements and vices that were available to the artist. Aided by his constant sketching, Kirchner would record his personal impressions of the many performances he attended, committing the whirl of movement, vivid costumes and interactions of the different characters to memory, in order to study them at length upon his return to the studio. The addition of dynamic lines of hatched brushwork along the edges of the dancer’s contours in Pantomime Reimann: Die Rache der Tänzerin, meanwhile, hint at the important shifts that would soon take hold in Kirchner’s painterly style. Here, they subtly enhance the three-dimensional quality of the woman’s form, granting her a greater sense of monumentality and presence within the scene. By using translucent materials, Alexander Calder’s Untitled (circa 1944) heightens the mobile’s interaction with light as well as movement. Its elements sparkle and glow with jewel-like colour, shifting as they dance through space and through changing light. Calder’s works do not consist of single objects, but are animated by the dialogues, links and forces that operate among multiple bodies moving through the world. In this sense, as Jean-Paul Sartre said, they are truly ‘mid-way between matter and life’. Calder’s delicate use of found objects testifies to his resourcefulness and ingenuity. He would shatter bottles against the wall of his barn studio in Roxbury, Connecticut, or collect sea-glass from nearby beaches. Transforming these found fragments, which appear to have originated in crockery, bottles, and glasses, into a dynamic constellation of floating, interactive forms, Calder furthers the legacy of his 1920s years in Paris, where the Surrealists sought magic in the materials of everyday life. Unlike the objets trouvés of Duchamp or Man Ray, however, Calder’s objects were chosen more for their structure and colour rather than their evocative qualities. Untitled was included in the major 1998 retrospective ‘Alexander Calder: 1898-1976’, which travelled from the National Gallery of Art, Washington, D.C., to the San Francisco Museum of Modern Art.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

President Filipe Jacinto Nyusi of Mozambique launches IFAD-supported project to boost aquaculture

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Rome. Filipe Jacinto Nyusi, President of the Republic of Mozambique, launched a new project to reduce poverty and increase production and incomes through aquaculture for more than 88,000 rural small-scale fish farmers. The launch took place in Chitima, Tete Province. Supported by the International Fund for Agricultural Development (IFAD), the PRODAPE project will play a crucial role in the socio-economic development of the country and improve nutrition and food security.Mozambique is home to a wide variety of fish, which can be farmed and thus help to address the country’s nutritional challenges, as well as providing exports for regional markets. However, aquaculture development in the country has been challenging due to the lack of access to inputs such as fish feed, seeds and financial services.Funding includes an $8.6 million loan and $34.4 million grant from IFAD. In addition, the Government of Mozambique is providing $3.1 million, with a further $2.9 million contributed by beneficiaries themselves.The new project aims to develop a cheap protein source for improved diets, and to create jobs and income-generating opportunities for rural people in 23 districts in seven provinces. The project will also reduce the participants’ vulnerability to climate change through sustainable practices and draw lessons from the cyclone Idai and Kenneth disasters of 2019.The project will promote a range of sustainable fish production technologies such as earthen ponds, use of solar and wind-generated energy along the cold chain, fishponds integrated with livestock and crops, and cage culture in large inland water and modern aquaponics systems. It will establish and consolidate local commercial input supply networks for fish feed and fingerlings at competitive and affordable prices. Since 1983, IFAD has invested more than $386.47 million in 15 rural development programmes and projects in Mozambique worth a total of almost $585million. These interventions have directly benefited 2,391,789 rural families.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »