Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 17 giugno 2021

Il Partito: una cantata politica

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Teatro Vascello via Giacinto Carini 78 Roma Monteverde Lunedì – martedì – mercoledì 21 – 22 – 23 giugno 2021 h 21 Opera a due mani di Camilla Ravera e Fausto Amodei Concertazione di Giovanna Marini Esecuzione del Coro Inni e Canti di Lotta diretto da Sandra Cotronei Con la Piccola Orchestra diretta da Giulia Accardo. Una storia cantata o, meglio, una cantata che racconta la storia della nascita del PCI nell’anno del suo centenario. Un racconto coinvolgente sulle note particolari ed inaspettate del cantautore Fausto Amodei che si è ispirato al “Diario di trent’anni” di Camilla Ravera appassionata artefice della nascita del partito. Una storia raccontata dalle tante voci diverse di chi ha creduto, sperato, lottato e combattuto per un mondo nuovo che fosse capace di rivendicare giustizia ed uguaglianza. Un’occasione per riflettere sul nostro recente passato, sugli errori e le conquiste, su ciò che è stato e che avrebbe potuto essere, su quello che siamo. La concertazione, realizzata con sicura maestria dalla musicista Giovanna Marini ispiratrice di tutto il progetto, dà forza e potenza allo spettacolo, impreziosito dalla mise en espace di Antonella Talamonti, dall’istallazione di Maria Chiara Calvani e dal disegno luci di Alberto Grilli e Marcello d’Agostino. Il Coro Inni e Canti di Lotta diretto da Sandra Cotronei, nato sotto la preziosa guida di Giovanna Marini all’interno della Scuola Popolare di Musica di Testaccio e che da anni è presente con i suoi canti in situazioni politicamente e culturalmente significative, insieme ai musicisti della Piccola Orchestra diretta da Giulia Accardo, saranno la voce narrante di questa storia non semplice da raccontare, ma a cui era importante restituire uno spazio adeguato. Prezzo posto unico € 16 comprensivo di servizio di prenotazione

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Vivere come dipingere: i segreti dell’Ars Combinatoria” di Silvia Vannozzi

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Vivere come dipingere è il libro che unisce saggistica e narrativa di Silvia Vannozzi, edito da Terre Sommerse; è una filosofia, una proposta, un modo di vivere, dove non esistono né assolutismi né fallimenti irreversibili. Siamo noi gli attori delle nostre scelte e dei nostri percorsi di vita e siamo noi gli artefici degli eventi che generiamo, anche qualora dovessimo essere inerti a causa delle avverse e a volte spigolose proposte che la vita ci offre, possiamo sempre fermarci, riflettere, comprendere a fondo e decidere il momento più opportuno per agire o compiere scelte. Spesso situazioni complesse possono essere, con i tempi e la consapevolezza giusta, da noi scomposte e ridotte in realtà più semplici e trasparenti ai nostri occhi. Attraverso questo gioco di composizioni e scomposizioni costruiamo il tessuto connettivo che collega passato presente e futuro, all’interno di uno spazio predefinito che è la vita stessa, così come la tela bianca di un quadro delimita i numerosi e molteplici processi di combinazioni tra colori e forme che continuamente si possono generare. Tra tutte le combinazioni possibili, ne troveremo una più adatta a noi, in relazione al momento storico di riferimento e alla nostra volontà e consapevolezza. L’equilibrio raggiunto durerà per sempre? Sarà quello giusto? L’unico modo per scoprirlo è vivere, sperimentare, provare e tentare di trasformare negatività in positività, difficoltà in conquiste e fallimenti in successi. Il tempo e l’attesa faranno il loro gioco e saranno insieme all’esperienza, alla ragione, all’istinto e alla creatività, gli elementi necessari per proseguire la nostra strada in evoluzione e in continua costruzione. Silvia Vannozzi ha 36 anni ed è nata a Roma. Ha vissuto la sua infanzia e adolescenza nel quartiere di Trastevere, per poi andare a vivere a Monteverde.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Visita animata a Palazzo Cisterna

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Torino Sabato 19 giugno ospite il Gruppo storico della Fenice. Tornano a giugno, dopo il successo del mese scorso, le visite gratuite animate dai Gruppi storici a Palazzo dal Pozzo della Cisterna. L’appuntamento alla scoperta dell’antica dimora dei Savoia Aosta è previsto sabato 19 giugno a partire dalle ore 10. Ad accogliere il pubblico ed ad animare la visita ci sarà una nuova realtà culturale che recentemente è entrata a far parte dell’Albo dei Gruppi Storici della Città metropolitana di Torino. Si tratta del Gruppo storico della Fenice della Città di Pianezza, un insieme di persone con ventennale esperienza nell’ambito delle rievocazioni storiche, nel teatro e nella danza in costume. Con abiti, dialoghi, usi e atteggiamenti ricostruiti nel pieno rispetto dell’epoca, il gruppo accoglierà i visitatori nel cortile d’onore con una breve narrazione, ambientata del Settecento, sul cioccolato, alternando storia, aneddoti curiosi e divertenti scenette tra nobili amanti di questa dolce e voluttuosa bevanda che insieme ai pizzi, ai minuetti e ai ventagli, approda nelle corti europee in modo prepotente nei suoi svariati e pittoreschi utilizzi.La visita è gratuita con prenotazione obbligatoria dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13 al numero 011-8612644 e all’indirizzo email urp@cittametropolitana.torino.it. Per quanto riguarda le prescrizioni di sicurezza necessarie per partecipare alla visita sarà in vigore l’obbligo di indossare la propria mascherina e di igienizzarsi le mani con il gel posto all’ingresso. Per il rispetto della distanza fisica sono previsti due gruppi di visita da 10 persone: uno alle ore 10 e uno alle ore 11.La prossima visita animata si svolgerà sabato 17 luglio alle ore 10 e alle ore 11.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccinazioni, ormai l’intera Penisola è “off label”: fermateli!

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Dalla vaccinazione eterologa al richiamo Pfizer e Moderna posticipato fuori dall’approvazione Ema e Aifa, ormai l’intera Penisola è “off label” e i cittadini italiani sono soggetti a una sperimentazione sul campo dopo aver firmato il consenso informato e in palese violazione del legittimo affidamento. Un errore dopo l’altro che rischia di creare un grosso problema di salute pubblica in conseguenza delle tantissime rinunce alla seconda dose. Un favore ai NoVax e un disincentivo per i titubanti.«Basta con le bugie propinate agli italiani – dichiara Francesco Iacovone, del Cobas nazionale – non esiste alcuno studio pubblicato sulla seconda dose dopo i 21/28 giorni dei vaccini a mRna né tanto meno sul mix di vaccini. Nessun ente regolatorio ne ha approvato l’utilizzo. E chi dice il contrario mente.»«Il disastro derivante dalla spregiudicatezza e dall’ansia di prestazione del generale Figliuolo e dei presidenti di Regione – prosegue il sindacalista – mette a repentaglio l’intera campagna vaccinale e rischia di innescare una tempesta giudiziaria. Ma soprattutto mette in pericolo la salute dei cittadini e segna un gomito della storia: il metodo scientifico viene sostituito dalle convenienze politiche.» «Una valanga di NO alla seconda dose eterologa e alla posticipazione del richiamo dei vaccini a mRna fanno si che il raggiungimento della sicurezza collettiva sarà una chimera. Gli Open Day sono stati il modo per smaltire un vaccino rischioso per alcune fasce d’età e lo sprezzo per il pericolo a cui sono stati esposti i cittadini ci mostra la cifra di questa classe dirigente. Forse qualcuno dovrebbe rassegnare le dimissioni.»– conclude Iacovone Per il Cobas Nazionale Francesco Iacovone

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Governo. Coronavirus. Vaccinazioni e vaccini: gli illustri pareri

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Perché non documentate quello che affermate? Lo sollecitiamo agli esperti del settore che ogni giorno ci “allietano” con i loro illustri pareri su virus e vaccinazioni. Non vogliamo tappare la bocca a nessuno, ovviamente, ma vorremmo che questi “illustri pareri” non fossero solo tali, ma il risultato di ricerche, auspicabilmente, pubblicate su riviste scientifiche, adducendo prove, di quanto sostenuto. Dovrebbe, insomma, essere adottato il famoso metodo scientifico: si raccolgono dati, si elaborano ipotesi e si fanno verifiche, per arrivare alla conoscenza della realtà. Ai giornalisti, consigliamo, dopo aver raccolto “l’illustre parere”, di chiedere quali siano i dati a disposizione dell’esperto per confermare le affermazioni rilasciate.Vero è che, in un mondo che dialoga con messaggini, l’intervista sarebbe troppo lunga a scapito dell’ascolto e, quindi, della pubblicità che sostiene i media, però la soluzione potrebbe essere una pre-intervista, con una domanda finale: egregio professore, lei ha le prove di quanto sostiene? Si eviterebbero le passarelle giornaliere di questo o quell’esperto. Magari ci si potrebbe occupare di altro. Nel frattempo, ri-chiediamo al Governo di parlare con una voce sola: quella del responsabile della sanità pubblica, cioè, il Ministro della Salute, protempore, Roberto Speranza. Prenda atto il Ministro degli illustri pareri scientifici e organizzativi e assuma la responsabilità di decisioni chiare, nette e precise. Oneri e onori sono tutti suoi. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo corso di laurea in Giurista del Terzo Settore

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Padova. Il Terzo Settore ha un ruolo strategico nella nostra società, poiché supporta il settore pubblico e quello privato. Secondo le più recenti rilevazioni Istat, in Italia il Terzo Settore riguarda circa 6 milioni di volontari e 700mila lavoratori ed è l’ambito economico che presenta la maggiore crescita sul piano dell’incremento occupazionale. Ne è prova il rilievo che il Recovery Plan assegna al Terzo Settore, dove volontariato e impresa sociale trovano la propria collocazione. Il nuovo corso di laurea in Giurista del Terzo Settore attivato dall’Università di Padova a partire dall’anno accademico 2021-22, frutto anche della testimonianza fornita dalla cittadinanza in anno straordinario e difficile, il 2020, durante il quale Padova è stata Capitale Europea del Volontariato per divulgare e promuovere le migliori prassi in materia, investe in questo comparto. La formazione teorica ma anche sperimentale, in collaborazione con gli enti del Terzo settore, è il punto di forza del nuovo corso di laurea. Nato da un’iniziativa del Dipartimento di Diritto privato e critica del diritto, la concretizzazione della quale è stata affidata ad Adriana Topo, professoressa ordinaria di Diritto del lavoro e Presidente del Comitato ordinatore del progetto, il corso di studi, accanto alle tradizionali lezioni frontali, prevede anche laboratori: momenti interattivi che daranno agli studenti l’opportunità di mettersi alla prova in prima persona confrontandosi con situazioni reali sotto la guida di accademici e operatori del settore; si tratta di stanze di sperimentazione dirette a rafforzare nello studente capacità di analisi e di problem solving. Il nuovo percorso di studi rappresenta un unicum nel panorama dell’offerta universitaria italiana proprio in relazione alla modulazione specifica dei contenuti degli insegnamenti per la gran parte declinati con specifica attenzione alla realtà del Terzo Settore, composta da associazioni di volontariato e imprese anche di grandi dimensioni, tra le quali le cooperative sociali. Il piano di studi è stato pensato nel dialogo con i soggetti che operano nel Terzo Settore, che hanno fornito il proprio contributo per la costruzione del curriculum e che saranno coinvolti nei momenti laboratoriali. L’erogazione degli insegnamenti in remoto e in presenza, con una articolazione degli orari in fascia pomeridiana, si adatta, poi, alle esigenze di chi lavora o opera attivamente nel volontariato. Il corso di laurea, strutturato in esami obbligatori e a libera scelta, propone, quindi, un programma solido e coerente con le sue finalità, che spazia dal Diritto alla Finanza Sostenibile, al Diritto delle Fondazioni di origine bancaria, passando per Psicologia dell’inclusione e Gestione dei conflitti, abilità indispensabili per affrontare situazioni diverse, sempre più spesso all’insegna della multiculturalità, con capacità relazionali volte all’accoglienza e all’integrazione. Alla conclusione del terzo e ultimo anno, infine, è previsto un periodo di stage e/o tirocinio presso gli enti del territorio convenzionati con l’Università. Nelle intenzioni della Presidente del Comitato ordinatore quest’esperienza “rappresenta un formidabile trampolino di lancio per introdurre i neolaureati nel mondo del Terzo Settore dando loro subito la possibilità di collocarsi nel mondo del lavoro”. https://www.facebook.com/terzosettoreunipd

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Un’Estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta”

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

6 luglio – 4 agosto 2021 Piazza Carlo di Borbone e Aperia alla Reggia di Caserta. Un’edizione straordinaria per esaltare la bellezza di uno dei monumenti più importanti al mondo e per celebrare, con alcuni degli appuntamenti imperdibili della stagione italiana, i protagonisti della grande musica internazionale, in un momento in cui sono la cultura, l’arte e lo spettacolo i formidabili strumenti per la rinascita sociale e economica del dopo Covid. E proprio Riccardo Muti, infatti, dopo l’emozionante performance nel teatrino di corte della Reggia di Caserta lo scorso inverno (registrata e andata in onda su Rai Cultura) ha voluto fare un ulteriore omaggio alla sua terra e a questo monumento patrimonio dell’Umanità, con un concerto, alla guida della ‘sua’ Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, che si preannuncia come l’evento più importante della stagione. Anna Netrebko, Yusif Eyvazov, Vittorio Grigolo, Ludovico Einaudi, Daniel Oren, Piergiorgio Morandi, Jordi Bernàcer sono le altre stelle di un programma eccezionale che “Un’Estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta” propone per la sua sesta edizione che durerà dal 6 luglio al 4 agosto, con un palcoscenico mozzafiato nella piazza Carlo di Borbone e con il tradizionale teatro nell’Aperia del Giardino inglese. Finanziata dalla Regione Campania, con la direzione artistica affidata al Maestro Antonio Marzullo, “Un’Estate da Re” vede anche quest’anno un’intensa collaborazione tra il Teatro di San Carlo di Napoli e il Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno. Organizzata e promossa dalla Scabec, società campana per la cultura e i beni culturali, la rassegna – nata da un progetto ideato e sostenuto dal Presidente Vincenzo De Luca nel 2016 per promuovere sia il monumento della Reggia che le realtà musicali campane – è oggi un appuntamento fisso dell’estate della musica lirica e sinfonica in Italia, che vedrà quest’anno anche un concerto in omaggio a Enrico Caruso, “la voce più bella al mondo” per i 100 anni dalla sua morte.La manifestazione è realizzata in collaborazione con la direzione della Reggia, il MIC e con il Comune di Caserta. Si inizia martedì 6 luglio a piazza Carlo di Borbone con un’apertura reale: “Sotto le Stelle”, che vedrà esibirsi la star della lirica internazionale, il soprano Anna Netrebko e il tenore Yusif Eyvazov, compagno sul palco e nella vita, e l’Orchestra Filarmonica Giuseppe Verdi di Salerno diretta dal Maestro Piergiorgio Morandi. Giovedì 8 luglio alle ore 21 si prosegue con il concerto dal titolo “Phoenix” dell’ensemble di fiati Mnozil Brass, il gruppo austriaco di incredibili virtuosi della tromba e del trombone che regalano a ogni concerto un’ora di emozionante coinvolgimento e allegria. Sabato 10 luglio, sempre alle ore 21, Riccardo Muti dirigerà l’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini” in un raffinato programma dedicato a due opere di Schubert: l’Overture in do maggiore “in stile italiano” d591 e la Sinfonia n. 9 in do maggiore “la grande” d944. Domenica 18 luglio alle ore 21.00 si inaugura la stagione all’Aperia con l’Orchestra del Teatro di San Carlo diretta da Jordi Bernàcer, con al violino Gennaro Cardaropoli. In programma il Concerto n. 1 Op. 26 in Sol minore di Max Bruch e la Sinfonia n. 4 in la maggiore “Italiana” Op. 90 di Mendelssohn. Mercoledì 21 luglio sarà la volta di uno spettacolo multidisciplinare di video-art e musica dal vivo dal titolo “Et Manchi Pieta’” con una videoproiezione a cura di Anagoor e musiche interpretate dall’ Accademia D’arcadia. “Les Percussion De Strasbourg”, sono i protagonisti della serata di domenica 25 luglio con “Omaggio a Iannis Xenakis”. Il gruppo di musica da camera per strumenti a percussione si esibirà in due delle opere maggiori del compositore franco- greco, Persephassa (1969) e Pléiades (1979). Lunedì 26 luglio alle ore 21 si apre il sipario sullo spettacolo “Ma l’amore no” omaggio all’eclettico e raffinato gallerista Lucio Amelio, con la regia di Giorgio Verdelli e con la partecipazione di Mario Martone, Patrizio Trampetti, Lino Vairetti, Lalla Esposito, Toni Esposito, Tomas Arana, Mario Franco. Fu Lucio Amelio dopo il sisma del 1980 a richiamare a Napoli e a ispirare i nomi più importanti dell’arte contemporanea internazionale e proprio alla Reggia di Caserta ha lasciato in eredità la straordinaria collezione di opere che scaturì da quella stagione dando vita alla mostra Terrae Motus. Mercoledì 28 luglio il Maestro Daniel Oren dirige l’Orchestra Filarmonica Giuseppe Verdi di Salerno per l’omaggio a Enrico Caruso “Caro Enrico…” con la regia di Riccardo Canessa, il tenore Vittorio Grigolo e l’attrice Pamela Villoresi voce recitante. Lo spettacolo, che rientra nelle celebrazioni dei 100 anni dalla morte di Enrico Caruso, è un recital liberamente tratto da “Ridi Pagliaccio, Vita, morte e miracoli di Enrico Caruso” di Francesco Canessa, e metterà in scena arie di Puccini, Verdi e Leoncavallo. Mercoledì 4 agosto “Un’estate da Re 2021” si chiude in bellezza con Ludovico Einaudi, uno dei più importanti e amati compositori e pianisti del contemporaneo, in uno straordinario concerto del suo Summer Tour accompagnato da Federico Mecozzi al violino e alla viola e Redi Hasa al violoncello. “Continuiamo anno dopo anno a proporre un cartellone con spettacoli di qualità e protagonisti di rilievo internazionale – spiega il Direttore artistico Antonio Marzullo -. L’intuizione e il sostegno del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ci permettono di allestire delle serate indimenticabili, capaci di soddisfare i gusti degli esperti più appassionati quanto di coloro che si avvicinano per la prima volta a questo genere meraviglioso di spettacoli”. “Estate da Re sarà anche quest’anno un viaggio appassionante tra epoche, generi, emozioni in quella location meravigliosa che è la Reggia che esalta i protagonisti sul palcoscenico – sottolinea Marzullo -. Tante suggestioni tra la musica barocca e la tradizione bandistica, il belcanto regale, i virtuosismi e le bacchette superstar, gli omaggi a Caruso e Amelio. E soprattutto centinaia di musicisti, coristi, scenografi, addetti ai lavori che tornano a lavorare dopo mesi terribili”.Tutte le informazioni su “Un’estate da Re. La Grande musica alla Reggia di Caserta” sono sul sito http://www.unestatedare.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I vincitori del Fedrigoni Top Award 2021

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Il momento è arrivato: giovedì 1 luglio alle 14.30, durante una cerimonia a cui si potrà partecipare in streaming, verranno proclamati i vincitori del Fedrigoni Top Award 2021, il contest internazionale riservato a designer, stampatori, editori e brand che Fedrigoni organizza ormai da dodici edizioni per dare risalto alle migliori creazioni realizzate in tutto il mondo con le sue carte ed etichette, nel packaging come nella grafica, nella corporate communication come nell’editoria.Sarà l’ADI Design Museum Compasso d’Oro, appena inaugurato a Milano in via Ceresio 7, a fare da cornice all’evento e ospitare la mostra dei 50 lavori scelti tra gli oltre 1.100 pervenuti da 32 Paesi, visitabile dal pubblico venerdì 2 e sabato 3 luglio dalle 10.30 alle 20 in slot di 90 minuti ciascuno prenotabili sul sito https://www.fedrigonitopaward.com/register/: la registrazione, obbligatoria ma gratuita, darà libero accesso anche al museo, all’interno della fascia oraria prescelta. Allo stesso link ci si potrà iscrivere per assistere in streaming alla cerimonia di premiazione. Chi non riuscirà a prenotarsi per la visita, a causa degli accessi ridotti dalle misure anti-Covid, potrà comunque apprezzare i lavori in un tour virtuale sul sito https://live.fedrigonitopaward.com/, dove, da giovedì 1 luglio, saranno anche proposti video, interviste e altri contenuti multimediali.Dalle scatole da tè più raffinate alle confezioni per profumi, alle shopper per i negozi di alta gamma; dalle etichette – piccole opere d’arte – per conserve gourmet, birre artigianali, vini e liquori pregiati a preziosi cataloghi illustrati, calendari, libri d’arte, accessori coordinati per aziende. È questo il mondo di chi usa carte o etichette Fedrigoni, e qui hanno preso corpo i 17 progetti pronti all’ultimo confronto per aggiudicarsi la palma della vittoria, ognuno nella sua categoria: Publishing, Corporate Identity, Packaging e Labels.Brasile, Cina, Portogallo, Spagna, Francia, Gran Bretagna, Germania, Repubblica Ceca e Italia sono i Paesi da cui provengono i finalisti, valutati da una giuria internazionale di designer ed esperti di produzione in relazione all’originalità del progetto grafico, alla funzionalità, all’accuratezza di esecuzione e all’uso appropriato delle diverse carte.E proprio il parterre di giurati, oltre ai vincitori, sarà tra i protagonisti della cerimonia di premiazione: giovedì 1 luglio, a partire dalle 14.30, esperti di fama mondiale dibatteranno su alcuni dei temi più caldi legati alla grafica e al design in brevi “confronti” moderati da Chiara Medioli Fedrigoni, Chief Sustainability & Communication Officer di Fedrigoni.Dopo il saluto dell’Amministratore Delegato del Gruppo, Marco Nespolo, prenderanno il via gli interventi di Juan Mantilla (Global Head of Creativity di KIKO) sul packaging; di Roger Botti (Direttore Generale e Creativo di Robilant Associati) sulle etichette; di Simon Esterson (Presidente della giuria e Art Director di Eye Magazine e di Pulp) e Martina Corradi (Marketing Manager per HP Indigo®) sulla stampa digitale; di Silvana Amato (docente ed esperta di grafica editoriale) e Frank Goerhardt (Global Publishing Director di Taschen) sull’editoria; di Simon Esterson sulla corporate identity.Al termine verranno proclamati i vincitori, le cui creazioni, insieme alle altre selezionate ed esposte nella mostra, sono state inserite in un catalogo che verrà distribuito in tutto il mondo. La giuria attribuirà inoltre un riconoscimento speciale alla migliore proposta di ciascuna categoria realizzata con una tecnologia a stampa digitale HP Indigo®, patrocinatore del premio insieme a Fedrigoni. Né va dimenticato il lavoro più votato online dalla community di appassionati e operatori: “ITsocase”, nella categoria packaging, realizzato da I’M comunicazione per Teorema Mediterraneo su carta Fedrigoni Arena White Smooth 450gr.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto ISPRA sui rifiuti speciali

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Il Presidente di FISE Assoambiente (Associazione delle imprese di igiene urbana, riciclo, recupero e smaltimento di rifiuti urbani e speciali ed attività di bonifica) – Chicco Testa, commenta così i dati del Rapporto ISPRA sui rifiuti speciali, presentato venerdì 11 giugno.“Sono molti i numeri che come ogni anno ISPRA pubblica nel Rapporto sui rifiuti speciali in Italia, vediamone alcuni. Primo: in barba ad ogni ipotesi di disaccoppiamento fra crescita economica e produzione di rifiuti, nel 2019 i rifiuti speciali aumentano del 7,3% rispetto al 2018, pari ad oltre 10 milioni di tonnellate (un terzo del totale dei rifiuti urbani per avere un’idea). Il PIL era cresciuto solo di qualche decimale. Un aumento importante che viene dopo una crescita registrata anche fra il 2017 e 2018, e che è prevalentemente generato dai rifiuti da costruzione e demolizione (+14%). Crescono i rifiuti non pericolosi, da 133 a 144 mln di tonn., i pericolosi sono sostanzialmente stabili intorno ai 10 milioni. Secondo: oltre un quarto dei rifiuti speciali sono “rifiuti da rifiuti”, per oltre 38,6 milioni, cioè scarti prodotti dalle attività di recupero e smaltimento e dalle attività di bonifica e risanamento ambientale. A questi vanno aggiunti i rifiuti del trattamento delle acque. Dopo quelli da costruzione e demolizione, i “rifiuti da rifiuti” sono il principale flusso di rifiuti nazionale. Dato su cui riflettere per impostare la nostra strategia di economia circolare. Terzo: rimaniamo un polo industriale europeo del riciclo con oltre due terzi dei rifiuti speciali che vanno ad operazioni di recupero. Ottima notizia, ma ci sono segnali di fragilità del sistema. L’export registra un aumento del 13,4% rispetto al 2018 e circa il 25% è diretto verso recupero energetico e discariche. Aumenta, anche se di poco, la discarica e gli stoccaggi assorbono l’11% del totale dei rifiuti. Un valore che segnala la difficoltà del sistema dei trattamenti finali nell’assorbire il flusso. Quarto: la produzione e gestione di rifiuti speciali si concentra nel Nord Italia dove si genera il 57,6% del totale dei rifiuti delle attività economiche. Circa 6.000 gli impianti di recupero di materia, 81 gli inceneritori e circa 300 le discariche (di cui 142 per soli rifiuti inerti), 173 gli impianti di compostaggio e digestione anaerobica. Nella sola Lombardia viene smaltito il 26% del totale rifiuti speciali italiani. Uno squilibrio territoriale nord-sud ancora molto forte. Quinto: praticamente non si incenerisce niente, vanno ad incenerimento 1,2 milioni di tonnellate e a coincenerimento 2 milioni di tonnellate. Ma esportiamo verso inceneritori europei. Sesto, la produzione di fanghi da depurazione civile aumenta di circa 280.000 tonnellate rispetto al 2018: segno che i processi di depurazione si stanno diffondendo ancora. Ma la maggior parte dei fanghi viene ancora oggi avviato a smaltimento e non a recupero. Bassissima la quota di rifiuti contenenti amianto trattati e gestiti. Vedremo l’anno prossimo gli effetti della Pandemia sulla produzione dei rifiuti e come il sistema italiano ha affrontato la crisi economica conseguente. Restiamo un distretto del riciclo importante a livello globale, ma per affrontare le sfide del prossimo decennio occorrerà prestare attenzione ai segnali di criticità che il Rapporto indica con chiarezza”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo tra Pininfarina, MT Distribution e Helbiz

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Nasce una collaborazione tra player internazionali: Helbiz, leader nella micro-mobilità e protagonista di una recente fusione con GreenVision Acquisition Corp. (Nasdaq: GRNV) e dell’acquisizione di MiMoto Smart Mobility S.r.l., leader italiano del mercato dello sharing di motorini; Pininfarina, la design house di fama internazionale, emblema dello stile italiano nel mondo che affonda le proprie radici nelle storia del Belpaese con una propensione naturale all’innovazione e al futuro della mobilità; MT Distribution, azienda della Motor Valley italiana leader nella progettazione e nello sviluppo di soluzioni di micro-mobilità, una solida realtà riconosciuta a livello mondiale nel panorama della mobilità elettrica urbana, grazie all’offerta completa di monopattini elettrici, e-bike, e-scooter, accessori e ricambi.Con questo sviluppo dei mezzi elettrici annunciato oggi prosegue, in questo momento cruciale per il Paese, l’ampliamento del portafoglio attività di Helbiz che continua ad investire in particolare in Italia, a cercare talenti e a generare nuovi posti di lavoro.Helbiz è la prima società di micro-mobilità sharing ad avviare lo sviluppo in Italia, per di più con una collaborazione di prestigio, che prevede lo sviluppo da parte di Pininfarina per Helbiz di una nuova gamma di mezzi della micro-mobilità elettrica dal design coordinato e customizzabile; MT Distribution con le sue competenze e la sua specializzazione nelle soluzioni di e-mobility si occuperà dell’ingegnerizzazione dei mezzi Helbiz. In una prima fase il focus saranno i monopattini utilizzati per lo sharing, successivamente quelli destinati alla vendita consumer, segnando un ampliamento del business di Helbiz che integrerà lo sharing con la vendita diretta. Sia il cliente sharing sia l’acquirente potranno dunque avere accesso ad un monopattino elettrico disegnato da Pininfarina, ingegnerizzato da MT Distribution e distribuito sul mercato da Helbiz.I prodotti frutto della collaborazione tra le tre aziende saranno progressivamente svelati al pubblico nel corso dell’anno, assecondando il trend di forte crescita del mercato a favore della micro-mobilità urbana.Si tratta di un progetto globale, con particolare riferimento ad Italia, Europa e Stati Uniti, che riguarda tutti i mezzi della micro-mobilità elettrica, green e condivisa. L’intera flotta, monopattini, e-bike, e-scooter, avrà un “family feeling” di design rendendo tutti i mezzi unici e immediatamente riconoscibili.Si parte subito dal monopattino, simbolo della sostenibilità ecologica targata Helbiz, attraverso un team di ingegneria e sviluppo dedicato, trasversale alle tre aziende, per poi in seguito proseguire con le biciclette elettriche e gli scooter elettrici. Questa collaborazione è la dimostrazione concreta della capacità di fondere mondi fisici e digitali utilizzando le più ampie competenze. Helbiz è stata la prima azienda ad aver intercettato la micro-mobilità elettrica in Italia coniugando un beneficio concreto per il cliente, per le amministrazioni e per l’ambiente, ciò ha permesso una solida espansione. Alla sua nascita contava poche decine di dipendenti, attualmente, dopo circa tre anni ha 300 dipendenti a livello globale e un piano strategico di crescita significativo. Helbiz è leader del mercato italiano con oltre il 20% di quota e in Europa continua ad espandersi e ad assumere personale locale per gestire le sue operazioni. Il piano industriale pluriennale prevede un incremento delle attività, in particolare in Italia, con una conseguente crescita del personale impiegato in Helbiz. Con circa 30 città in tutto il mondo dove opera, Helbiz è un’azienda strutturata che ha deciso di investire in Italia in questo momento di post pandemia, cruciale per il Paese ed entro le prossime settimane sarà la prima società di micro-mobilità quotata in borsa, al Nasdaq di New York.Pininfarina, casa di design globale con sedi in Italia, Germania, Cina e Stati Uniti, vanta un’esperienza nella mobilità unica nel suo genere – Automotive e Trasporti, Design industriale e User Experience – ed è in grado di influenzare lo stile di vita, l’architettura e tanto altro fornendo know-how, capacità e intuizioni trasversalmente a tanti settori. In oltre 90 anni dalla sua fondazione, Pininfarina ha sviluppato oltre 1.200 progetti Automotive e oltre 600 nell’Industrial Design e Architettura, ricevendo più di 50 premi internazionali di design negli ultimi dieci anni. MT Distribution ha saputo rilevare e cogliere le opportunità dell’elettrico, posizionandosi oggi come punto di riferimento a livello internazionale nel campo della mobilità urbana sostenibile. L’italianità è il segno distintivo della proposta aziendale, che accomuna il brand proprietario Argento e le linee di micro mobilità elettrica sviluppate in partnership con i maggiori player del settore automotive. La vision aziendale è infatti quella di espandere l’utilizzo quotidiano della mobilità elettrica urbana, con un’offerta caratterizzata dalla ricerca di qualità, stile e innovazione che da sempre identifica il know-how italiano nel mondo. Il Gruppo si avvale della professionalità di oltre 80 collaboratori in Italia e all’estero e conta tre sedi a Bologna, Milano e Shenzen.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro: Mura (Pd), in Parlamento portiamo blocco selettivo licenziamenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

“Ritengo ci siano le condizioni perché nel dibattito parlamentare si possa giungere a una mediazione, che potrebbe essere il blocco selettivo dei licenziamenti, proposto dal gruppo del Pd. Ci sono territori e settori produttivi che presentano alti rischi, in particolare quelli ad alto contenuto di manodopera e poco propensi all’innovazione”. Lo ha detto oggi la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura, nel corso del digital debate “Il futuro del mercato del lavoro tra innovazione, tutela e welfare” organizzato dal fondo interprofessionale Fonarcom e da Consenso Europa.Parlando degli ammortizzatori sociali, Mura ha spiegato che “l’accesso dev’essere universale per abbattere in maniera definitiva la barriera tra lavoratori garantiti e non garantiti, come autonomi e partite Iva”. “Sulle politiche attive – ha aggiunto la parlamentare dem – si tratta di inserire nel nostro ordinamento il principio della formazione a vita. Dobbiamo mettere i lavoratori in condizione di acquisire competenze e reggere la transizione passando in altri settori produttivi”. Mura ha definito “ingiusti e ipocriti gli attacchi di chi dice che i ragazzi preferiscono stare sul divano e percepire il reddito di cittadinanza piuttosto che fare gli stagionali: spesso è un lavoro sottopagato e non rispetta i minimi diritti”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bocciatura referendum svizzero su agrofarmaci

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

“Era logico che finisse così! Sarebbe stato come chiedere ai cittadini di abolire farmaci per loro stessi o per gli animali. Dobbiamo lavorare per un uso consapevole di tutte le sostanze, punire chi non rispetta le regole e promuovere una vita sana e una dieta equilibrata”. È il commento del deputato Filippo Gallinella (M5S), presidente della commissione Agricoltura, relativo al referendum svizzero sul divieto di utilizzo degli agrofarmaci di sintesi nelle coltivazioni che ha visto prevalere il ‘no’ al 60%. “Attraverso le nuove tecnologie, penso all’agricoltura di precisione e alla digitalizzazione, potremo migliorare l’uso dei fitofarmaci calibrandone le giuste dosi necessarie al benessere delle piante ed evitando di disperderne inutilmente nell’ambiente – prosegue – Con i fondi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza potremo migliorare le tecniche produttive, coniugando sostenibilità ambientale ed economica per garantire cibo di qualità, a prezzi accessibili a più persone possibili con il minor impatto sul Pianeta”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Agricoltura: Rifinanziamento della nuova Sabbatini

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

“Auspichiamo che le rassicurazioni governative sul rifinanziamento della ‘Nuova Sabatini’, fornite in risposta a una interrogazione di Luca Sut, capogruppo M5s nella commissione Attività produttive, diventino presto realtà. È necessario, infatti, riattivare quanto prima una misura che rappresenta uno dei principali strumenti agevolativi nazionali che persegue l’obiettivo di rafforzare il sistema produttivo e competitivo delle piccole e medie imprese, agricole e agroalimentari in particolare, attraverso il sostegno all’acquisto o leasing di macchinari, impianti, beni strumentali, attrezzature, hardware e beni immateriali come software e tecnologie digitali a uso produttivo”. Lo dichiara il deputato Giuseppe L’Abbate (M5S) in merito alla misura del Ministero dello Sviluppo economico ‘Beni strumentali – Nuova Sabatini’ che ha visto la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande a partire dallo scorso 1° giugno.“Grazie alle modifiche introdotte nell’ultima Legge di Bilancio – prosegue L’Abbate – che hanno permesso l’erogazione in un’unica tranche del contributo, a fronte delle sei precedenti, si è registrato un boom di richieste nell’ultimo periodo che ha visto prosciugare le risorse a disposizione, pari a 93 milioni di euro. E’ necessario che il rifinanziamento avvenga in tempi celeri per non rallentare la ripresa post-pandemia e vengano così agevolati gli investimenti”. “Si tratta, del resto, di una misura di successo che, dal 2014, ha visto più di 67.000 imprese beneficiarie con un investimento medio di circa 200mila euro. L’ammontare complessivo di finanziamenti concessi dalle banche, a valere sulla misura, supera i 25 miliardi di euro, per un numero complessivo di domande ricevute pari a 126.237 con un contributo erogato di circa 2,1 miliardi di euro” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola. Decreto Sostegni-bis: tante richieste per salvare il prossimo anno scolastico

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

È davvero ampio il ventaglio di richieste di modifica del decreto Sostegni-bis: si va dalla soppressione della norma, presente nel testo approvato dal Cdm, che comporta l’anticipo dell’anno scolastico e contestuale recupero degli apprendimenti, alla richiesta di introduzione di una deroga ai vincoli per l’assegnazione provvisoria motivata del personale; dalla soppressione della sospensione della call veloce per docenti e DSGA precari, introdotta nel 2020 e stoppata inspiegabilmente dopo un solo anno, alla proroga dell’organico dei 75 mila docenti-Ata Covid, con deroga dei criteri di formazione classi, altrimenti destinate ad un numero di alunni per aula incompatibile con la pandemia e le regole sulla sicurezza minima.Il sindacato chiede, inoltre, la proroga dei contratti già stipulati con gli assistenti tecnici, l’assunzione a titolo definitivo dei dirigenti scolastici già vincitori di concorso o risultati idonei. Come pure l’estensione del servizio riconosciuto a quello svolto nell’intero sistema nazionale di istruzione e la riapertura delle Gae per tutti gli abilitati all’insegnamento. E anche la formazione di una graduatoria finalizzata all’immissione in ruolo dei docenti precari storici di religione cattolica.Tra le richieste formulate dall’Anief figura anche una nuova decorrenza normativa sulla mobilità del personale, la soppressione del divieto di mobilità per l’assegnazione su sedi non richiesta, l’immissione in ruolo da prima fascia Gps senza limitazioni legate al numero di supplenze svolte e da seconda fascia Gps con corsi PAS-TFA da conseguire a regime, oltre che l’introduzione di una fase transitoria nel doppio canale di reclutamento, l’assunzione a tempo determinato dai docenti con 36 mesi, l’assunzione dei precari su tutti i posti vacanti, l’esonero per lo svolgimento dell’anno di prova per chi l’ha già superato anche se con riserva, la ripetibilità della partecipazione alle prove concorsuali su tutte le classi di concorso anche per chi non ha superato l’ultima, l’introduzione di una graduatoria per soli titoli del personale educativo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Italian National Day a Dallas in Texas

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Domenica scorsa la Comunità Italiana ed Italo-Americana si e’ riunita nell’area metropolitana di Dallas/Ft Worth in Texas (dopo 18 mesi dall’ultimo evento avvenuto di presenza, causa Covid)a seguito dell’iniziativa del Rappresentante del Cgie Vincenzo Arcobelli che in cooperazione con le Associazioni che operano sul territorio Texano, la CSNA, il CTIM, l’Italian Club di Dallas e la SAAT, per celebrare due anniversari di alto significato, il 75mo Anniversario dalla nascita della Repubblica Italiana ed il 160 mo anniversario dell’Unità d’Italia. L’evento si e’ svolto presso la sala cerimoniale del Ristorante Italiano Calabrese Southlake, dopo l’inno nazionale ed il video “Ripartiamo” messo a disposizione sul sito del Maeci , ed i discorsi di benvenuto dai vari rappresentanti, con la motivazione dell’incontro, i numerosi ospiti hanno potuto gustare le delizie offerte dallo Chef Italiano Luciano Salvadore. Tra gli interventi quello del “Cons. del Cgie, nonché Presidente del Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo (CTIM) Vincenzo Arcobelli, il quale dopo aver ringraziato tutti i partecipanti, ha voluto evidenziare che aveva preso l’impegno formale durante la riunione del CGIE del 2 Giugno, in occasione della Festa della repubblica Italiana , di voler organizzare un evento che potesse promuovere due anniversari così altamente significativi, dichiarando infine che bisogna ritornare alla normalità, quanto prima possibile, Ripartiamo tutti!

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auguri di buona estate da AnpiLibri

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Si conclude anche questa stagione di AnpiLibri, l’ottava, con la bellezza di 134 libri presentati, sempre con i loro autori e con autorevoli commentatori. Quest’anno abbiamo sperimentato, con grandi timori all’inizio, la versione via web degli incontri. E’ andata bene, oltre ogni aspettativa: il nostro pubblico è cresciuto numericamente moltissimo, e così la frequenza degli incontri. In questa stagione 2020/2021 abbiamo incontrato gli autori Giuseppe Filippetta, Siegmund Ginsberg, gli studenti e gli insegnanti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, Claudio Facchinelli, Alessandro Marchi, Vincenzo De Lucia, Dario Arkel, Marco Puppini, Carlo Maria Bussolati, Fiorenza Pistocchi, Luciana Laudi, Massimiliano Castellani, Adam Smulevich, Michele Nardini, Valeria Palumbo, Maurizio Cicardini, Anselmo Palini, Natale Caminiti, Antonello D’arrigo, Mario Avagliano, Marco Palmieri, Paolo Berizzi, Massimo Pisa, Sandra Bonsanti, Nino Iacovella, Bruno Maida, Giuseppe Lorentini, Edgardo Bertulli, Zita Dazzi, Marcello Flores, Gianni Orecchioni, Antonio Mercurio, Noemi Ghetti, Antonella Tiburzi, Patrizia Zangla, Claudio Vercelli, Edgardo Bertulli, Marco Fraquelli, Nerio Grandi, Piero Picelli, Massimo Castoldi, Angelo Calvi, Matteo Dendena, Marco Cavallarin, Elisa Mereghetti, Marco Mensa, Piero Purich, Andrej Marini, Lidia Maggioli, Antonio Mazzoni, Massimo Lunardelli, Adriano Prosperi.Con gli autori hanno partecipato agli incontri Carlo Smuraglia, Giancarlo Bosetti, David Bidussa, Silvia Roggiani, Silvia Roggiani, Rouben Vitali, Simonetta Heger, Roberto Carusi, Emanuele Fiano, Lorella De Luca, Gabriele Colleoni, Rosalba Maletta, Silvia Guetta, Pablo Rossi, Antonio Quatela, Silvia Maria Ramasso, Andrea Bienati, Pietro Macchione, Ambrogio Vaghi, Chiara Zangarini, i Burattini della Fondazione Famiglia Sarzi, Mauro Sarzi, Chiara Frugoni, Simone Campanozzi, Giuseppe Gorla, Angelo Proserpio, Carla Bianchi Iacono, Paolo Bolognesi, Andrea Parodi, Roberto Cenati, Edmondo Bruti Liberati, Enrico Deaglio, Mirco Dondi, Wlodek Goldkorn, Gabriela Fantato, Miguel Gotor, Costantino Di Sante, Massimo Tiberini, Eric Gobetti, Andrea Giannasi, Adriana Giussani Kleinefeld, Maria Grazia Meriggi, Maria Rosaria La Morgia, Giuseppe Lorentini, Michele Citro, Francesca Berté, Mariagrazia Maffina, Roberta Cairoli, Ardemia Oriani, Carlo Saletti, Saverio Di Bella, Marco Brunazzi, Sergio Fogagnolo, Mauro Magistrati, Massimo Castoldi, Massimo Pisa, Paolo Dendena, Anna Di Gianantonio, Angela Persici, Roberto Monacchi, Tullio Vorano, Andrea Giannasi, Uoldelul Chelati Dirar, Vincenzo Lavenia. Nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile senza la preziosissima collaborazione di Daniele Leonardi, e le collaborazioni di Angelo Longhi e Mariagrazia Maffina.Tutti gli incontri di questa stagione si possono rivedere sul canale Youtube dell’Anpi Provinciale di Milano (https://www.youtube.com/channel/UCiProW3iNwI13U1f8G6NtxA/videos).Orgogliosi e soddisfatti, adesso andiamo in vacanza. Ma non ci mancherà il lavoro per preparare la prossima stagione. AnpiLibri vorrebbe anche ritornare agli incontri dal vivo alla Casa della Memoria. Ci auguriamo che presto sia possibile. Buona estate da Marco Cavallarin e Maria Grazia Maffina

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

No alle grandi navi lungo il litorale romano

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Quanti sono i porti tra Ostia e Fiumicino? Tanti ma a quanto pare per qualcuno non bastano…. Fiumicino è un porto canale, Fiumara Grande è un porto esteso dal mare fino a oltre il ponte della Scafa su entrambe le sponde con il Porto Romano all’interno, poi il Porto turistico di Ostia all’Idroscalo e il porticciolo sul Canale dei Pescatori e lungo le sponde. Quante barche sono ormeggiate in questi porti? Migliaia e migliaia …ma a quanto pare per qualcuno sembrano non essere sufficienti visto che si pensa ancora ad un altro porto turistico alla foce del Tevere per ospitare anche imbarcazioni molto più grandi e impattanti, per non parlare del faraonico progetto di porto commerciale a nord della Fossa Traianea. Insieme al porto per piccole imbarcazioni, accanto al vecchio Faro di Fiumicino, si vuole infatti realizzare un porto per accogliere le navi da crociera, il progetto iniziale del 2009 non lo prevedeva. Questa non è una semplice variante al progetto precedentemente approvato – e miseramente annegato tra i flutti delle inchieste giudiziarie; è necessario quindi, come afferma il Ministero dei beni culturali (oggi Ministero della Cultura): un “nuovo progetto per il quale risulta necessaria un’approfondita valutazione degli aspetti di competenza di questo Ministero”. E’ stato consegnato nel 2019 il “nuovo progetto” per accogliere anche le navi da crociera. Siamo sul mare di Roma, circa 3 milioni di abitanti, la città più popolosa di tutta Italia.La viabilità è esigua. In questi ultimi anni è stato grande l’impegno dell’Amm. Comunale di FIUMICINO nell’organizzare in modo idoneo il reticolo viario, introducendo diversi dissuasori e zone 30, con buoni risultati in termini di qualità della vita. Condividiamo le osservazioni del Ministero della Cultura sulla necessità di “una più accurata analisi degli impatti cumulativi…in termini di mobilità sul territorio”. L’idea è quella di arrivare con questi enormi palazzi galleggianti alle porte della capitale per poterla visitare. Ancora il parere del Ministero che osserva: “particolare attenzione andrà posta per superare il problema della presenza del “fuori scala” costituito dalle navi da crociera (caratterizzate da dimensioni, forme e materiali estranei al contesto) nella realtà dell’Isola Sacra, evitando impatti negativi – non solo visivi- che potrebbero scaturire dalla stridente differenza dimensionale-volumetrica rispetto a quelle circostanti.”Pensiamo alle migliaia di turisti che scendono dalle navi da crociera per raggiungere la città di Roma: 2000, 3000, 4000 persone che nello stesso momento in autobus si muoveranno verso la capitale. Numeri consistenti, dai 50 agli 80 autobus che partono contemporaneamente attraverso le strade non molto ampie di Fiumicino, via Trincea delle Frasche e via Coni Zugna per immettersi su via dell’Aeroporto e arrivare a Roma. Autostrada, via Portuense, via del Mare, hanno da tempo esaurito la propria capacità di carico, lo sappiamo bene, ne abbiamo tutti fatto esperienza. Rileviamo inoltre che il fondale non è idoneo, poco profondo per accogliere le navi da crociera. Questo impone “importanti dragaggi per realizzare le batimetrie necessarie al passaggio delle navi, e non solo all’interno del bacino portuale”. Da questo deriva un rischio archeologico sul patrimonio sommerso, come osserva sempre il Ministero ma anche un fortissimo impatto sull’ambiente marino e costiero. Ricordiamo che ci troviamo alla foce del Tevere è che l’afflusso di sedimenti trasportati dal fiume, seppur diminuito negli ultimi 50 anni – da qui il problema dell’erosione costiera – esiste comunque. L’apporto di sedimenti andrà in qualche modo a generare problemi di insabbiamento (un destino segnato dai tempi dell’Imperatore Claudio), quindi la necessità di mantenere periodicamente le batimetrie.Le escavazioni in mare di sicuro avranno un impatto sul Sito di Interesse comunitario, denominato “Isola Sacra” che si trova nelle adiacenze del vecchio faro. La cementificazione produrrà ulteriori drammatici fenomeni di erosione nei tratti più pregevoli della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano. I monitoraggi costanti, auspicati e promessi, non risolveranno certamente le gravi ripercussioni in termini di inquinamento e di rumore, con conseguenze negative sulla salute degli abitanti di Fiumicino e del litorale.In attesa del parere del Ministero dell’Ambiente che affronterà gli aspetti più propriamente legati all’alterazioni provocate sull’ambiente naturale, le nostre Associazioni esprimono enormi preoccupazioni nei confronti di questo progetto.Altra prospettiva che ci inquieta profondamente, anche se il suo iter rimane ancora lungo e complesso, è il mega-porto commerciale previsto a nord del Canale di Fiumicino. Mentre il 31 marzo scorso il Consiglio dei Ministri ha finalmente approvato un decreto-legge che escluderà, in sintonia con l’Unesco, l’approdo della Grandi Navi dalla Laguna di Venezia, Fiumicino dovrebbe accogliere ancora altre navi da crociera (per 230.000 passeggeri all’anno), nonché imponenti cargo (per 3 milioni di tonnellate di merce all’anno) e traghetti (per 565.000 passeggeri all’anno).Per il nuovo scalo, cofinanziato dalla Banca Europea per gli investimenti (BEA) si prevede una spesa complessiva di 195 milioni di euro, di cui 39 già stanziati per la darsena pescherecci, unico progetto finora approvato. Estensione complessiva 1,750 milioni di metri quadrati. Tutto ciò andrebbe ad aggiungersi al traffico di prodotti petroliferi, oggi di 3,5 milioni di tonnellate all’anno.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Continua la politica degli scudi umani da parte del terrorismo palestinese

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

E’ stata resa pubblica una foto scattata da un drone israeliano in cui vengono mostrate una serie di rampe di lancio di missili sotterranee all’interno del cortile di una scuola (nell’immagine in verde) nella Striscia di Gaza. Dopo il tunnel scavato dai terroristi palestinesi sotto il complesso scolastico elementare maschile Zaitoun, nel quartiere Rimal di Gaza, scoperto dalla UNRWA pochi giorni fa, la foto scattata dal drone è l’ennesima testimonianza di come Hamas e gli altri gruppi di terroristi che controllano la Striscia di Gaza non siano minimamente interessati alla salvaguardia della popolazione dell’enclave, che viene invece biecamente sfruttata per i propri cinici calcoli.Se la stampa internazionale fosse libera di svolgere il proprio lavoro questo tipo di notizie verrebbero diffuse, cosa che invece non accade, e la domanda è sempre la stessa: perchè? Free palestine, ma da Hamas e dal terrorismo palestinese!

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gaza: Palazzo stampa internazionale usato da Hamas contro Iron Dome

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Il palazzo di Gaza che ospitava, fra l’altro, gli uffici della Associated Press AP veniva utilizzato da Hamas per cercare di ostruire elettronicamente il sistema di difesa missilistico israeliano #IronDome (“Cupola di ferro”) che ha salvato la vita a centinaia di migliaia di israeliani bersagliati da più di 4.000 razzi terroristici lanciati da Gaza.Lo ha spiegato l’ambasciatore israeliano alle Nazioni Unite, גלעד ארדן | Gilad Erdan, ai massimi dirigenti dell’agenzia di stampa incontrati lunedì a New York. “Ecco perché divenne un obiettivo prioritario delle Forze di Difesa israeliane durante i combattimenti del mese scorso”, ha detto Erdan al CEO di AP Gary Pruitt e al vicepresidente per le notizie estere, Ian Phillips.“Israele non dubita che i dipendenti AP fossero all’oscuro che un’unità segreta di Hamas stava usando l’edificio in questo modo – ha twittato Erdan – e abbiamo fatto di tutto per assicurarci che nessun civile fosse colpito durante l’operazione. Al contrario, Hamas è un’organizzazione terroristica che piazza intenzionalmente le sue armi in aree civili, compresi gli edifici utilizzati dai mass-media internazionali. Israele sostiene l’importanza della libertà di stampa, si sforza di garantire ovunque la sicurezza dei giornalisti ed è disposto ad assistere l’AP nella ricostruzione dei suoi uffici a Gaza”.Poco dopo, anche Forze di Difesa israeliane hanno affermato che nell’edificio al-Jalaa (abbattuto il 15 maggio senza causare vittime) Hamas stava sviluppando un sistema volto a bloccare “Cupola di ferro” mediante azioni di SIGINT (signals intelligence), ELINT (electronic signals intelligence) e EW (electronic warfare). La demolizione dell’edificio si rese necessaria per assicurarsi la distruzione completa di tutte le attrezzature speciali dell’unità di Hamas.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Head of a Bear by da Vinci

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

London. Christie’s London announces a digital companion piece to Leonardo da Vinci’s penetrating study Head of a Bear, via a collaboration with digital artists Hackatao, an artist duo born in Milan and who have been pioneering the crypto art space since 2018. In response to Head of a Bear by Leonardo da Vinci, to be offered in the Exceptional Sale in London this July, Hackatao have created a work inspired by this Old Master drawing, bringing the bear majestically to life. This specially commissioned digital work will be unveiled at Christie’s King Street from 3 July, as part of the Classic Week view, visible via the Aria AR app. The digital work has been donated to The Museum of Crypto Art where it will subsequently appear.Hackatao’s response to the masterpiece Head of a Bear by da Vinci is based on the concept of the continuum; a continuous sequence in which adjacent elements are not perceptibly different from each other, but the extremes are quite distinct. A never-ending pattern, a curve or geometrical figure, each part of which has the same statistical character as the whole, and which leads to infinite circularity and the eternity of art. Hover over the image of da Vinci’s Head of A Bear and, via the Aria App, the bear head becomes animated, fur undulating and ruffling and head turning, and ultimately the mouth of the bear opens and the viewer enters into its jaws. The transition from Leonardo’s drawing, through the mapped 3D head, to the final digital drawings resembles an ocean wave. Throughout this very technical metamorphosis from physical to digital, the attention to detail driven by nature’s movement ties the two works together. Leonardo da Vinci was at the forefront of art in his age and now, in 2021 his work has inspired this response by Hackatao, with each artist taking their inspiration and vision from everyday subject matter.Hackatao are currently living and working immersed in nature in the mountains beyond Milan, where Leonardo once was court artist. The artist duo have been integral in the revolution of crypto art and a significant influence in disrupting the way in which art is presented. They demonstrate that it is possible to remove oneself from urban life, whilst using technology to keep them fully engaged in the advancing digital world. Hackatao have been a core part of an art movement born from communities based on the web, where space and time no longer exists and where the creators can remain anonymous, being judged only for their art. Behind every art movement there are visionary pioneers, and the name ‘Hackatao’ was born out of the fusion of two words ‘Hack’ the pleasure of discovery, and ‘Tao’ meaning all living.Their work has been lauded for its vision and interpretation of issues in today’s society including the environment, cryptocurrencies and humanity, whilst Hackatao also render the ever present question in today’s world probing ‘what is art’, as Leonardo may have done as an experimental and pioneering artist in his lifetime. Hackatao has been experimenting with technology and believe that digital art is the new means to create and demonstrate artistic expression albeit via modern technology. As such Hackatao’s work Hack of a Bear is brought to life today in the metaverse (a virtual-reality space in which users can interact with a computer-generated environment and other users) manifesting as a digital work inspired by the original 15th century drawing.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »