Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 12 luglio 2021

Sovvenzioni media per seguire la Conferenza sul Futuro dell’Europa e promuovere la partecipazione dei cittadini

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

La direzione generale per la Comunicazione (DGCOMM) del Parlamento europeo lancia una gara, destinata ad agenzie di stampa e media on line, per il cofinanziamento di progetti che assicurino la copertura della Conferenza sul Futuro dell’Europa e promuovano la partecipazione dei cittadini alla piattaforma della Conferenza. Scadenza per la presentazione dei progetti il primo settembre 2021 alle 17:00 CET.I progetti, da presentare preferibilmente in inglese, dovrebbero iniziare il primo novembre 2021 e concludersi entro il 30 giugno 2022. Ogni progetto dovrebbe avere un duplice obiettivo: da un lato produrre e fornire informazioni regolari, affidabili, pluralistiche, apartitiche sulla Conferenza sul futuro dell’Europa promuovendo la partecipazione dei cittadini alla piattaforma online della Conferenza stessa con modalità innovative e sfruttando la multimedialità; dall’altro incoraggiare un dibattito sul futuro dell’Europa per i lettori e le community di riferimento, organizzando eventi on line ed off line e convogliando i loro contributi sulla piattaforma online della Conferenza in maniera costante.L’ammontare totale del bando è di 1,8 milioni di euro, il Parlamento europeo si impegna a cofinanziare i progetti selezionati per una percentuale che potrà arrivare al massimo al 70%. La quota di finanziamento del Parlamento europeo può andare da un minimo di €30.000 a un massimo di €100.000.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

EMA: rafforzare il mandato dell’Agenzia

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

Per rafforzare i poteri dell’Agenzia nella preparazione alle crisi, nella gestione dei medicinali e dei dispositivi medici, i deputati chiedono la creazione di una banca dati digitale UE interoperabile per rilevare, prevedere e prevenire le carenze di medicinali. La nuova banca dati faciliterebbe, su base permanente, l’accesso e lo scambio di informazioni tra l’Agenzia e le corrispondenti autorità nazionali.L’esperienza nella conduzione delle prove cliniche durante la pandemia ha rivelato molte carenze, quali duplicazioni nelle indagini, la sottorappresentazione di sottogruppi importanti della popolazione rispetto al genere, all’età, all’etnia e alle comorbilità mediche, e una collaborazione carente fra le autorità predisposte che rischia di produrre sprechi nella ricerca.Per migliorare questi aspetti, i deputati chiedono studi clinici meglio coordinati e progettati e trasparenti e di rendere pubblici i risultati e i dati delle sperimentazioni cliniche. Il testo è stato adottato con 578 voti favorevoli, 28 contrari e 81 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Antartide: soluzione rapida per proteggere le aree marine

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

I negoziati sulla creazione di due aree marine protette in Antartide si sono interrotti. In una risoluzione adottata giovedì, i deputati sottolineano l’urgente necessità che le parti negoziali in seno alla Commissione per la conservazione delle risorse marine viventi dell’Antartico (CCAMLR – Commission for the Conservation of Antarctic Marine Living Resources) raggiungano un accordo.Inoltre, i deputati incoraggiano l’UE a continuare a svolgere un ruolo guida e a chiedere l’intensificazione degli sforzi bilaterali e multilaterali, in particolare con i paesi che si sono ripetutamente dichiarati contrari a un accordo.Le due nuove zone marine protette avrebbero una superficie complessiva di circa 3 milioni di km2 e la loro istituzione creerebbe una delle più vaste zone di protezione marina della storia.L’approvazione di queste zone marine protette contribuirebbe alla realizzazione degli impegni assunti dall’UE, e a livello mondiale, per la protezione della biodiversità marina. Sarebbe inoltre un importante contributo alla dimensione globale della strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030. I deputati chiedono anche obiettivi di ripristino e protezione globali, giuridicamente vincolanti, per almeno il 30% dei mari entro il 2030. Infine, i deputati ricordano alla Commissione europea di aver promesso, nella sua strategia sulla biodiversità per il 2030, di far leva sulla propria influenza diplomatica e sulle proprie capacità di mobilitazione per favorire la conclusione di un accordo sulla designazione di vaste zone marine protette nell’Oceano Australe.La risoluzione è stata approvata con 588 voti a favore, 21 contrari e 79 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Allarme idrico in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

Tecnicamente si chiama “portata di magra ordinaria”, ma in realtà è l’anticamera di una situazione di criticità idrica che, stante l’assenza di significative precipitazioni, si sta proponendo nel bacino del fiume Po, dove in alcune zone non piove da oltre 50 giorni. Le portate del principale corso d’acqua italiano sono praticamente dimezzate rispetto all’anno scorso ed alla media storica, toccando già oggi livelli consueti nel periodo centrale di Agosto. A registrarlo è il report settimanale dell’Osservatorio ANBI sulle Risorse Idriche. I recenti eventi meteo registrati sull’arco alpino ed in pianura hanno influito solo marginalmente sulle portate del Grande Fiume. Le alte temperature in pianura padana (superiori da 1 a 3 gradi alla media del periodo) stanno influendo negativamente sulle disponibilità idriche, accentuando l’evapotraspirazione (fonte: Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po). Alcuni sottobacini sono sulla soglia dell’emergenza: la pianura emiliana, dove manca l’apporto dei torrenti appenninici; la Romagna, dove solo il Canale Emiliano Romagnolo apporta ristoro a territori e colture; le zone costiere adriatiche e l’entroterra delle Marche; l’area del delta Po, dove si registra l’incremento della risalita del cuneo salino; aree del Basso Piemonte e delle province di Biella, Asti, Vercelli, Cuneo (sul territorio afferente al fiume Bormida è piovuto il 28% in meno rispetto alla media del periodo e l’indice SPI-Standardized Precipitation Index prospetta una situazione di severa siccità per i bacini Agogna-Terdoppio e Residuo Po-confluenza Tanaro, così come nella parte centro-occidentale della regione).I grandi laghi del Nord Italia sono tutti in calo con il Lario e l’Iseo, autori di una repentina performance negativa, che li colloca sotto la media del periodo. In Val d’Aosta crolla la portata del torrente Lys (da 5,2 metri cubi al secondo a mc/sec 1,9), così come scende la Dora Baltea pur mantenendo una portata largamente superiore ai valori del recente passato, ma anche della media del periodo (fonte: Centro Regionale Funzionale Valle d’Aosta).Tra i fiumi piemontesi, Tanaro e Pesio sono in leggera ripresa di portata, mentre calano tutti gli altri. In Lombardia, la portata del fiume Adda, con 234 metri cubi al secondo, è al minimo del recente quinquennio.Continuano a scendere, in Veneto, i livelli del fiume Adige, mentre il resto dei corsi d’acqua è in crescita dopo un Giugno particolarmente avaro di precipitazioni (-59%) con il bacino di pianura tra i fiumi Piave e Livenza, che segna -85%; andamento pluviometrico largamente deficitario anche lungo l’alveo del fiume Brenta: con 32 millimetri di pioggia, quello 2021 si colloca al secondo posto tra i mesi di giugno più siccitosi degli scorsi 25 anni (fonte: A.R.P.A. Veneto) In Emilia Romagna continua la decrescita idrica dei fiumi, tutti largamente al di sotto delle portate 2020.Ad eccezione della Sieve, in Toscana calano le portate di tutti i fiumi; particolarmente evidente è la magra dell’Ombrone, sceso al di sotto del Minimo Deflusso Vitale (mc/sec 2,0). Resta deficitaria la condizione idrica nelle Marche con fiumi ed invasi largamente al di sotto delle medie del recente quinquennio; stessa condizione per la diga di Penne in Abruzzo: il volume invasato (3,93 milioni di metri cubi d’acqua) è praticamente dimezzato rispetto agli anni scorsi.E’ invece stazionaria la situazione dei corpi idrici del Lazio.In Campania, rispetto alla scorsa settimana, i fiumi Sele, Garigliano e Volturno appaiono in calo, mentre il Sarno risulta stabile; diminuiscono anche le disponibilità idriche negli invasi del Cilento, comunque largamente superiori rispetto ad un anno fa.Analoga è la situazione nei bacini della Lucania, dove nella scorsa settimana sono stati prelevati oltre 12 milioni di metri cubi d’acqua, ma resta un surplus di circa 94 milioni sul 2020; ancora più evidente è la sete della Puglia, i cui grandi serbatoi sono calati di quasi 17 milioni di metri cubi in 7 giorni, conservando comunque oltre 67 milioni in più rispetto all’anno scorso.Infine, non si segnalano criticità idriche dalla Sardegna, le cui disponibilità sono in linea con lo scorso anno; va comunque evidenziato come il volume massimo, che può essere trattenuto nei bacini, sia stato ridotto di circa 90 milioni di metri cubi nel corso di un decennio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agricoltura: Fondi per uso tecnologie

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

“Mezzo milione di euro in più per le misure di sviluppo e sostegno alle innovazioni in agricoltura. È ciò che prevede la modifica normativa del MoVimento 5 Stelle approvata alla Camera in sede di conversione del decreto Sostegni-bis”. A dichiararlo è il deputato Alberto Manca, esponente M5S in commissione Agricoltura e primo firmatario dell’emendamento che prevede l’aumento della dotazione sino a 1,5 milioni di euro al fondo istituito con la Legge di Bilancio 2020 con cui vengono concessi contributi, nel limite massimo di 100.000 euro e dell’80% delle spese ammissibili, per il finanziamento di iniziative finalizzate allo sviluppo di processi produttivi innovativi e dell’agricoltura di precisione o alla tracciabilità dei prodotti con tecnologie blockchain, nei limiti previsti dalla normativa europea in materia di aiuti de minimis. “L’obiettivo è supportare la ripresa, lo sviluppo e il sostegno delle filiere agricole tramite sperimentazioni, progetti innovativi e impiego di soluzioni tecnologiche per la produzione agricola – prosegue – riducendo i costi e le spese sostenute dai produttori agricoli, aumentandone la resilienza di fronte alle costrizioni dell’emergenza pandemica, contenendo l’impatto ambientale e mitigando i cambiamenti climatici. Penso, ad esempio, a tecnologie innovative come quelle dei droni che in agricoltura possono permetterci di abbattere i consumi delle imprese e, al contempo, di evitare sprechi di risorse e prodotti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge ungherese anti-LGBTIQ: il Parlamento chiede reazione UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

In una risoluzione adottata giovedì con 459 voti favorevoli, 147 contrari e 58 astensioni, i deputati descrivono la legge adottata dal Parlamento ungherese come una chiara violazione dei diritti fondamentali sanciti dalla Carta, dai Trattati e dalla legislazione dell’UE relativa al mercato interno.Il Parlamento sottolinea che non si tratta di un caso isolato, ma “costituisce piuttosto un ulteriore esempio intenzionale e premeditato del graduale smantellamento dei diritti fondamentali in Ungheria”, dove l’ostilità nei confronti delle persone LGBTIQ e le campagne di disinformazione sono diventate strumenti di censura politica. Tali violazioni dei diritti umani sono parte di una più ampia agenda politica che sta portando allo smantellamento della democrazia e dello Stato di diritto, compresa la libertà dei media, e dovrebbero essere considerate violazioni sistematiche dei valori UE, aggiungono.Esempi recenti di questo problema includono l’emendamento alla Costituzione del paese per dichiarare che “la madre è donna e il padre è uomo”, e il divieto di fatto del riconoscimento legale del genere per le persone transgender e intersessuali. In questo contesto, i deputati affermano che la promozione della tolleranza, dell’accettazione e della diversità dovrebbero fungere da principi guida per garantire il rispetto degli interessi dei bambini. I deputati chiedono alla Commissione di avviare una procedura d’infrazione accelerata e di utilizzare, se necessario, tutti gli strumenti procedurali della Corte di giustizia, come misure provvisorie e sanzioni per inadempienza. Inoltre, chiedono ai Paesi UE di portare la questione alla Corte di giustizia UE in caso di inerzia della Commissione e di presentare un ricorso interstatale alla Corte europea dei diritti dell’uomo.Inoltre, il Parlamento indica una serie di questioni in Ungheria per le quali dovrebbe essere attivato il Regolamento sulla condizionalità dello Stato di diritto per proteggere il bilancio UE, oltre ad esprimere una profonda preoccupazione circa la conformità del progetto di piano per la ripresa e la resilienza dell’Ungheria.Il Consiglio e la Commissione sono invitati anche a sbloccare la direttiva antidiscriminazione e a dare seguito all’iniziativa del Parlamento sulla creazione di un meccanismo vincolante dell’UE sulla democrazia, lo Stato di diritto e i diritti fondamentali. Allarmati dal fatto che la legislazione ungherese assomigli alla “cosiddetta legge russa del 2013 sulla propaganda LGBT”, i deputati chiedono alla Commissione di indagare ulteriormente sul finanziamento delle campagne anti LGBTIQ nell’UE.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Leonardo da Vinci’s Head of a Bear

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

LONDON – Leonardo da Vinci’s Head of a Bear, offered as the leading lot in the Exceptional Sale held this evening at Christie’s London, realised £8,857,500 against a presale estimate of £8,000,000-12,000,000. The result sets a new world record for a drawing by the artist. The previous record for a drawing by Leonardo da Vinci offered at auction was the Horse and Rider, also sold at Christie’s in 2001 for £8,143,750 ($11,481,865).This penetrating study of a bear’s head, one of less than eight surviving drawings by Leonardo still in private hands outside of the British Royal Collection and the Devonshire Collections at Chatsworth, and measuring 2 ¾ x 2 ¾ inches (7 x 7 cm), is executed in silverpoint on a pale pink-beige prepared paper, a technique which Leonardo was taught by his master Andrea del Verrocchio. Stijn Alsteens, International Head of Department, Old Master Drawings, Christie’s comments, ‘Christie’s is greatly honoured to have brought this small but magnificent Old Master Drawing to the market in the Exceptional Sale this evening in London. I was always confident that the great quality and rarity of the work would attract bidding from around the world and would lead to an exceptional result. This wonderful example of Leonardo’s studies from life is well documented and widely published and will undoubtedly be one of the last drawings by Leonardo to ever come to the market’

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

25ª edizione Festivaletteratura Mantova

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

Mantova Dall’8 al 12 settembre 2021 Festivaletteratura torna ad abitare le strade e le piazze di Mantova e gli spazi dell’etere, festeggiando i suoi venticinque anni con un’edizione che vede più appuntamenti dal vivo rispetto allo scorso anno, tra inediti dialoghi tra autori, riprese di format di grande successo – come le lavagne e la panchina epistolare -, spazi di confronto tra saperi umanistici e scientifici (Scienceground), percorsi di “trasformazione” della città, una casa d’arte e letteratura per bambini, sperimentazioni avviate nel 2020 – il furgone poetico, piazza balcone, le collane, le storie illustrate, Radio Festivaletteratura – e alcune novità come il Dante Jukeboxe la pesca poetica.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Global Sustainable Outcomes – Notizie e previsioni T1 2021″

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

A cura di Pauline Grange, Portfolio Manager – Global Equities e Jess Williams, Global Equities & Portfolio Analyst, Responsible Investment di Columbia Threadneedle Investments. Inflazione: un termine che ha scatenato un enorme dibattito, come pure una rotazione nel mercato. Ma si tratta di un fenomeno temporaneo o permanente, utile o dannoso? Una cosa è chiara: l’inflazione è in aumento in tutto il mondo. Con il successo delle campagne vaccinali in molti paesi sviluppati, i mercati guardano con ottimismo a una completa riapertura delle economie.Tuttavia, la ripresa economica è alimentata anche dalla solidità dei bilanci dei consumatori – durante i lockdown la spesa si riduce – e dalle imponenti misure di stimolo varate dai governi. Negli Stati Uniti, ad esempio, il presidente Biden ha proposto un piano per le infrastrutture che prevede una spesa di 2.250 miliardi di dollari in otto anni per una vasta gamma di programmi infrastrutturali e sociali. Questo piano sostiene anche la transizione ecologica degli Stati Uniti, investendo nell’energia pulita, nell’elettrificazione dei trasporti e nella decarbonizzazione degli edifici e dell’agricoltura.Al contempo, le interruzioni delle catene di produzione a livello globale – dalla carenza di chip per auto alla scomparsa della Marmite dagli scaffali dei supermercati (presumibilmente a causa della carenza di lievito, dato che i birrifici hanno chiuso durante i lockdown, mentre la domanda del prodotto è aumentata) – stanno spingendo al rialzo il costo dei fattori produttivi. Laddove i produttori godono di pricing power, questo rincaro viene trasferito sui clienti. L’enfasi posta dalla nostra strategia su aziende e settori con una robusta dinamica competitiva diventa essenziale in un tale contesto, poiché queste imprese tendono ad avere una maggiore capacità di trasferire sui prezzi l’aumento dei costi e di generare rendimenti finanziari sostenuti.Le conferenze sugli utili societari del primo trimestre sono state dominate da previsioni ottimistiche dei team manageriali sulla ripresa delle vendite, ma anche da avvertimenti in merito alle crescenti pressioni inflazionistiche sui costi. Ciò, a sua volta, ha sostenuto la rotazione verso i settori ciclici di tipo value, come le banche e le materie prime, che era iniziata nel quarto trimestre 2020. Improvvisamente la crescita degli utili a breve termine in questi comparti è parsa convincente rispetto a quella dei settori growth tradizionali, come la tecnologia. La strategia Threadneedle Global Sustainable Equity ha guadagnato il 2,4% nel trimestre, ma ha sottoperformato l’MSCI All-Country World Index del 2,1%, poiché il nostro sottopeso sulle banche dei mercati sviluppati e su materie prime come petrolio e gas ha eroso il risultato relativo. Tuttavia, abbiamo ricevuto diverse buone notizie in materia di sostenibilità nel corso del trimestre. In primo luogo, Sika, un’azienda leader nel settore dei materiali edili, ha annunciato di aver sviluppato un processo innovativo per riciclare il vecchio calcestruzzo. Secondo la Commissione europea, il 25-30% dei rifiuti generati nell’UE è costituito da materiali di scarto delle demolizioni edili. Il riciclaggio di questi materiali è di vitale importanza soprattutto nelle aree urbane densamente popolate, dove si accumula la maggior parte del vecchio calcestruzzo. Nel processo di Sika, quest’ultimo viene scomposto in singole parti, in modo da riutilizzare i componenti del materiale di risulta e aumentare il riciclaggio degli aggregati di cemento. Questa innovazione, chiamata “reCO2ver”, darà un importante contributo alla riduzione dell’impronta ecologica del settore edile.Paul Schuler, CEO di Sika, ha dichiarato: “Solamente nei cinque maggiori paesi dell’UE si generano ogni anno circa 300 milioni di tonnellate di vecchio calcestruzzo. Con il riciclaggio completo di questi materiali, si possono catturare fino a 15 milioni di tonnellate di emissioni di CO2. Siamo convinti che il nostro nuovo processo possa produrre benefici sia per i nostri clienti che per l’ambiente.” Un’altra impresa innovativa del settore dei materiali speciali è Croda, che di recente ha tenuto il suo 2021 Sustainability Day

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Diritti umani: i deputati vogliono che la corruzione sia inclusa nel regime di sanzioni dell’UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

Bruxelles. Parlamento europeo. La corruzione ha un impatto devastante sullo stato dei diritti umani, e spesso mina il funzionamento e la legittimità delle istituzioni e lo stato di diritto, afferma la risoluzione approvata. Ma a differenza di regimi simili, come la legge Magnitsky degli Stati Uniti, l’attuale regime globale di sanzioni in materia di diritti umani dell’UE (in inglese Global Human Rights Sanctions Regime – GHRSR), adottato nel dicembre 2020, non include la corruzione in relazione alle violazioni dei diritti umani come un reato punibile con misure restrittive. Il Parlamento sollecita dunque la Commissione europea a presentare una proposta legislativa che estenda la portata del GHRSR per coprire tale reato. I deputati dovrebbero anche essere in grado di sottoporre casi di gravi violazioni dei diritti umani, al fine di aumentare la legittimità del regime di sanzioni. Inoltre, i deputati insistono su un processo inclusivo per facilitare il contributo della società civile nella denuncia delle violazioni. Il PE chiede anche che sia introdotto il voto a maggioranza qualificata al Consiglio, anche quando le sanzioni sono adottate nell’ambito del GHRSR.Le contro-sanzioni mirano a dissuadere l’UE dal difendere i diritti umani. Inoltre, i deputati condannano qualsiasi contro-sanzione imposta all’UE, alle sue istituzioni e ai suoi deputati, organismi o cittadini, solo per aver difeso i diritti umani, la democrazia e lo stato di diritto attraverso il GHRSR. La risposta dell’UE a tali misure di ritorsione da parte di paesi terzi deve essere rapida e coordinata, sottolineano, aggiungendo che gli accordi bilaterali con questi paesi non devono minare il regime UE delle sanzioni e la sua credibilità in politica estera in generale. Il testo è stato adottato con 584 voti a favore, 73 contro e 33 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La crescita del mercato digitale

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

“Il 2020 è stato un anno del tutto eccezionale. Un anno che per la sua portata trasformativa, per gli impatti sulle persone e sulle imprese ha condensato in 12 mesi cambiamenti che avvengono in almeno 5 anni. Nel complesso, il mercato digitale ha tenuto, facendo registrare una performance migliore rispetto all’economia nel suo complesso. Ora, grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, si aprono nuovi scenari. Nonostante le incertezze, è lecito guardare con ottimismo ai prossimi mesi e anni. La pandemia ha aperto nuove prospettive al di là dell’emergenza e la normalità sta prendendo nuove forme”. Così Marco Gay, Presidente di Anitec-Assinform, l’Associazione di Confindustria che raggruppa le principali aziende dell’ICT, a commento della 52ma edizione del rapporto annuale “Il Digitale in Italia 2021” Vol. 1 realizzata in collaborazione con NetConsulting cube e presentata quest’oggi a Milano. L’andamento del mercato digitale nel 2020 è stato migliore rispetto a quello dell’economia nel suo complesso. A fine 2020 la spesa in beni e servizi digitali ha registrato un calo dello 0,6%, per un valore complessivo di 71,5 miliardi di euro. Sul fronte dei comparti tecnologici, la diminuzione più rilevante ha riguardato le componenti più tradizionali del mercato, come i servizi di rete (-6,4%) e la componente software (-2,3%). In controtendenza la spesa in dispositivi e sistemi (+1,3%), il mercato dei servizi ICT (+3,3%), i contenuti e la pubblicità digitale (+3,6). Si conferma inoltre la dinamica a due velocità già osservata negli scorsi anni, con la componente tradizionale del mercato ICT in calo (-1,9%) e quella dei Digital Enablers, che continua ad agire da motore del mercato (+7,1%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Corte Suprema Usa e il diritto al voto: fra restrizione e democrazia

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

By Domenico Maceri. “Se crediamo a una giusta ed aperta democrazia e il principio di ogni individuo col diritto al voto, oggi è uno dei giorni più bui della Corte Suprema”. Con queste parole, Chuck Schumer, senatore democratico di New York e presidente del Senato, ha caratterizzato due recenti decisioni della Corte Suprema sul diritto al voto. Una delle due decisioni ha continuato ad erodere il Civil Rights Act del 1965 che garantisce il diritto al voto a tutti e un’altra che spalleggia una nuova legge in Arizona che avrà l’effetto di “sopprimere” le opportunità di voto ai gruppi minoritari.L’erosione del Civil Rights Act era già avvenuta in una decisione della Corte nel 2013 secondo cui Stati con una storia di discriminazione non devono più seguire certe regole per garantire il voto a tutti. Il più recente colpo assestato dalla maggioranza dei giudici vede legittime alcune restrizioni al voto introdotte dai repubblicani in Arizona poiché non limitano la disponibilità al voto dei gruppi minoritari. Scrivendo per la maggioranza, (6-3) Samuel Alito, uno dei giudici più conservatori, ha detto che l’integrità delle elezioni giustifica le nuove leggi dell’Arizona.Il concetto di integrità delle elezioni si collega ovviamente alla “big lie” (grande menzogna) di Donald Trump che la frode elettorale gli ha rubato la rielezione. Ciò non è vero e difatti la Corte Suprema, con tre giudici nominati da Trump, non aveva accettato i ricorsi dell’ex presidente di intervenire sull’elezione del 2020. Più di 60 ricorsi alla magistratura fatti dall’allora presidente sono stati respinti. L’ex presidente è rimasto completamente deluso perché vede tutti i rapporti come questioni di transazioni: lui aveva nominato 3 dei 6 repubblicani per creare una maggioranza schiacciante e quindi lo dovevano ripagare. Non ha funzionato così. La Corte Suprema non ha nemmeno riflesso completamente i desideri dei repubblicani poiché ha virato a “sinistra” in alcuni casi visibilissimi come l’Obamacare, mantenendo viva per la terza volta la riforma sanitaria del 44esimo presidente.Nel caso dei diritti civili e specialmente nel voto le recenti decisioni della Corte Suprema sono però pericolose perché basate sulla falsariga dell’integrità elettorale. Alito e gli altri giudici sanno benissimo che tutti gli studi sulla frode elettorale in America ci indicano che non esiste. Ciò che invece sappiamo è che la strategia del Partito Repubblicano è sempre quella di limitare il numero di elettori, specialmente quello dei gruppi minoritari che in grande misura favoriscono i democratici. Quest’idea di limitare l’esercizio del voto come vantaggio per i repubblicani è stato ammesso non poche volte. Proprio nella difesa della legge avvocati dell’Arizona davanti ai nove giudici della Corte Suprema hanno ammesso che senza le restrizioni i repubblicani si troverebbero “svantaggiati in comparazione ai democratici”. La maggioranza dei giudici però è andata oltre questo ragionamento di Alito che vede delle differenze di opportunità nell’esercizio del voto senza però giudicarle come disuguaglianza alle opportunità del voto. Quindi l’Arizona può rifiutare di includere nei conteggi schede elettorali votate in un distretto sbagliato. La raccolta di voti in periodi delle elezioni anticipate da portare ai seggi non sarà permessa. L’elettore stesso dovrà consegnare in persona la sua scheda. Se i seggi sono a 50 miglia dalla residenza di elettori che non hanno macchina, anche quello può essere accettato dalla maggioranza della Corte Suprema.Le due recenti decisioni sono una doccia fredda anche al Ministero di Giustizia americana che aveva esposto denuncia contro leggi simili a quelle dell’Arizona approvate dalla Georgia che restringono il voto. È possibile che Merrick Garland, procuratore generale, prevalga nella sua denuncia al livello locale e persino statale ma le prospettive di arrivare alla Corte Suprema ci fanno pensare che non avrebbe successo. Difatti la decisione della Corte Suprema sui diritti al voto in Arizona si traduce in un buon auspicio per i repubblicani in altri 17 Stati che hanno approvato leggi simili con misure restrittive al voto. In effetti, altri Stati dominati dai repubblicani potrebbero intraprendere simili strategie sapendo che la Corte Suprema li spalleggerebbe.I democratici hanno alcune carte da giocare ma fino al momento si trovano sulla difensiva. La prima di queste strade è sperare che la Commissione sulla riforma della Corte Suprema indetta dal presidente Joe Biden nel mese di aprile scorso completi il suo compito e faccia raccomandazioni per bilanciare l’organo giudiziario supremo. Attualmente, come si sa, la Corte pende a destra poiché sei dei nove giudici sono stati nominati da presidenti repubblicani. Si tratta di un’ardua e potenzialmente lunga strada che richiederebbe una ristrutturazione della Corte Suprema. L’altra carta da giocare è quella di insistere sulla riforma elettorale inclusa in HR1, For the People Act, approvata dalla Camera, ma fino ad adesso congelata al Senato. Il problema, come si sa, è che nella Camera Alta esiste la regola del filibuster che richiede una super maggioranza di 60 dei 100 voti per aprire i dibattiti che conducono al voto. I repubblicani continuano ad ostruire approfittando di questa regola.Eliminare il filibuster continua ad essere molto difficile poiché i cinquanta senatori democratici non sono compatti. Due di loro, Kyrsten Sinema (Arizona) e Joe Manchin (West Virginia), sono contrari. Il continuo comportamento ostruzionista dei repubblicani e adesso la virata a destra delle recenti decisioni della Corte Suprema potrebbero spingerli a riconsiderare. Sinema, infatti, ha reagito con grande delusione alle decisioni della Corte Suprema dicendo che “danneggeranno la capacità dei cittadini dell’Arizona di esprimersi alle urne”.La questione del voto è fondamentale nella democrazia ed è stata una battaglia su chi ne ha diritto dalla creazione degli Stati Uniti. Inizialmente solo i cittadini bianchi padroni di proprietà potevano votare. Con il quindicesimo emendamento del 1870 il voto fu esteso agli afro-americani e poi più tardi nel 1920 anche alle donne. Le restrizioni all’esercizio del voto però continuarono ma furono migliorate con il Civil Rights Act del 1965. La lotta non è però finita. La Corte Suprema, riflettendo i desideri del Partito Repubblicano, con le sue recenti decisioni ha fatto passi indietro. La speranza è che i democratici riescano a mettersi d’accordo per proteggere il futuro della democrazia e del loro potere politico. Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Retail, in Europa riprendono i consumi in-store

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

Secondo l’ultima indagine condotta da Sensormatic Solutions, a gennaio 2021 i volumi del commercio al dettaglio nella UE hanno segnato un calo del 4,4% per poi registrare un aumento rispettivamente del 3,8% e del 2,6% a febbraio e marzo 2021. A confronto con il mese di marzo del 2020, si è osservato un robusto incremento dei volumi del commercio al dettaglio, cresciuti dell’11,6%.Nel 1° trimestre 2021 il traffico passeggeri ha segnato un crollo a -81,7% in tutta la rete aeroportuale europea rispetto allo stesso periodo pre-pandemia (1° trimestre 2019). Questo dato ha segnato un’ulteriore flessione dal trimestre precedente (4° trimestre 2020 a -79,2%), portando alla perdita di oltre 395,5 milioni di passeggeri. In Italia, solo il 24% ha dichiarato di non avere modificato le proprie abitudini di acquisto dall’inizio della pandemia (la percentuale più bassa in Europa), ma il 79% degli intervistati è convinto che, nonostante l’aumento delle vendite online, i negozi fisici resteranno importanti anche in futuro.Questa convinzione deriva da un profondo desiderio di tornare alle proprie abitudini: il 64% ha dichiarato di avere sentito la mancanza dei negozi e il 76% ha vissuto come una liberazione la possibilità di fare acquisti di persona anziché attraverso uno schermo. Il 71% degli acquirenti ritiene inoltre che apprezzerà molto di più i negozi in futuro, mentre il 64% sente di apprezzare maggiormente l’interazione umana associata allo shopping in negozio. Un altro 74% invece si è dichiarato disposto a fare uno sforzo consapevole per acquistare di più nei negozi fisici in futuro, e il 75% afferma che si impegnerà maggiormente per comprare in punti vendita locali e/o indipendenti. Sempre secondo lo studio, il 72% degli intervistati ha utilizzato le consegne a domicilio, la percentuale di adozione più alta in Europa insieme alla Spagna, mentre il 25% afferma di aver adoperato le casse self-service. Il 39%, invece, ha dichiarato che la possibilità di toccare con mano gli articoli prima di acquistarli è uno dei fattori più importanti per lo shopping in negozio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat: vendite maggio, +0,2% su mese, +13,3% su anno

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2021

Secondo i dati Istat resi noti oggi, a maggio le vendite in valore al dettaglio salgono dello 0,2% rispetto al mese precedente e del 13,3% su base annua.”Dati sconsolanti e demoralizzanti. Se l’industria è già ripartita e sia la produzione che il hanno già recuperato i valori pre-crisi, le vendite sono ancora al palo. Un segno evidente della difficoltà delle famiglie di arrivare a fine mese” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Secondo il nostro studio, le vendite di maggio sono inferiori sia nel confronto con quelle di febbraio 2020, ultimo mese pre-lockdown, con un gap del 2,3%, sia rispetto a gennaio 2020, ultimo mese pre-pandemia, con un divario pari all’1,1%, che arriva, per il settore non alimentare, al 3,5%” conclude Dona. “Ancor più negativo il fatto che l’Italia sia la Cenerentola d’Europa. Nonostante il dato di oggi dell’Istat non sia del tutto confrontabile con quelli resi noti nei giorni scorsi da Eurostat, è comunque certo che l’Italia, su base congiunturale, va peggio degli altri Paesi Ue che hanno registrato un rialzo medio mensile delle vendite in volume del 4,6% sia nell’Eurozona che nei 27 Paesi Ue, contro il +0,4% in volume del nostro Paese” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »