Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 9 luglio 2021

Il futuro della professione infermieristica

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

La Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche incontra le Organizzazioni Sindacali.Proseguendo nell’impegno preso nel programma quadriennale della FNOPI di promuovere con i sindacati, nel rispetto delle rispettive prerogative, una sinergia funzionale allo sviluppo e riconoscimento della professione infermieristica all’interno dei contratti pubblici e privati e all’interno dell’organizzazione del lavoro.Nell’incontro con Cgil, Cisl, Uil e negli incontri con FSI Usae e Nursind, la Federazione ha analizzato e condiviso con i sindacati sulla necessità di una sinergia al confronto e al fatto che gli infermieri meritano nel ridisegno della professione e nelle politiche contrattuali un riconoscimento maggiore di quello attuale.Obiettivo: una collaborazione e un supporto proattivo alla crescita della professione anche dal punto di vista dell’organizzazione del lavoro, del trattamento economico e della carriera.FNOPI ha ricordato a questo proposito l’erogazione delle indennità di specificità, il tema del vincolo di esclusività, , lo sviluppo contrattuale delle specializzazioni, la salvaguardia degli incarichi delle funzioni di organizzazione.A questi argomenti si aggiunge anche l’opportunità la necessità del superamento dei limiti di legge alla costituzione dei fondi contrattuali adeguati a per dare risposte adeguate alla professionalità infermieristica.E non è mancata l’attenzione a standard per staffing – l’organizzazione del personale – adeguati, ma anche al ruolo centrale nel PNRR. In questo senso di attualità il decreto-legge 80/2021 sulle misure urgenti per il rafforzamento della capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni, funzionale all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) nel quale gli infermieri riaffermano un ruolo di primissimo piano per quanto attiene al nuovo modello di assistenza sanitaria. Sul tavolo anche i temi della carenza infermieristica (programmazione universitaria, rischi svalutazione, mancate cure ai cittadini, confronto con livelli Europei);; lo sviluppo di dirigenza e management; la gestione e il governo dei processi assistenziali, autonomi, responsabili e proattivi, nei vari contesti di esercizio professionale; particolare attenzione è stata riservata al tema delle strutture socio sanitarie del mondo privato e convenzionato. FNOPI continuerà a programmare incontri con i Sindacati al fine di sviluppare, in un dialogo comune e rispettoso delle reciproche prerogative e priorità, i tempi per trasformare i vari temi sia per inserirli non solo nelle leggi in discussione in Parlamento, che per valorizzarli ai tavoli negoziali per il rinnovo del ccnl 2019-2021

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

IPO – Per Outbrain 200 milioni di dollari da The Baupost Group

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Outbrain, una delle principali piattaforme di recommendation dell’open web, ha annunciato oggi che, nell’ambito del suo piano di finanziamento strategico, si è assicurata un finanziamento di 200 milioni di dollari da parte del gestore di investimenti The Baupost Group con sede a Boston.”Siamo entusiasti di annunciare questo investimento da parte di The Baupost Group, che condivide la nostra visione e l’impegno per il nostro business, il nostro team e le nostre prospettive future” ha detto David Kostman, Co-CEO di Outbrain. “Siamo orgogliosi di guidare lo spazio di raccomandazione che abbiamo creato. Abbiamo piani audaci per il futuro per continuare a fornire innovazione critica ai nostri partner media Premium in tutto il mondo ed espandere la nostra potente piattaforma pubblicitaria globale nell’open web” ha aggiunto Yaron Galai, Co-Fondatore e Co-CEO di Outbrain. Jefferies e Citigroup hanno operato come intermediari per Outbrain. Mayer Brown LLP è stato il consulente legale di Outbrain. Ropes & Gray LLP è stato il consulente legale di Baupost.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dubai: La soluzione distributiva della moda per i paesi del Golfo

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

ITADISTRIBUTION nasce nel 2021 da gruppo imprenditoriale con forte esperienza nel mondo della moda e lancia la sua filiale a Dubai. L’intesa è stata stipulata da Pasquale Corvino AD del gruppo. La nuova sede che comprende 10000 mq di logistica e 500 mq di show room nel centro della città, prevede il potenziamento dell’area GCC compresa Africa e Asia, con l’obiettivo di diventare un vero e proprio riferimento distributivo della moda made in Italy nel mercato del golfo.Alla guida come direzione commerciale Francesco Donadio con esperienza in molti brand moda come Roberto Cavalli, Versace e Hugo Boss. Il piano acquisizioni dei brands prevede 30 milioni di investimento, di cui 90% nel mercato moda Italia e 10% mercato moda estero.La mission di ITADISTRIBUTION è espandere e posizionare la vendita e la visibilità degli articoli nella fascia medio-alta del mercato Middle Est e sviluppare soluzioni di e-commerce diventando come un ponte di connessione tra la distribuzione off line e quella on line del mercato di riferimento, con una forte presenza multichannel tra retail, marketplace, sectorwebsite.Introdurre la tecnologia è stata quindi la chiave di svolta, sistemi operativi sofisticati creati a doc per gestire il controllo dei canali e la distribuzione, ed un attento monitoraggio riescono a dare una situazione sempre aggiornata dei flussi. ITADISTRIBUTION è quindi la prima piattaforma B2B multilevel, nata per soddisfare un mercato esigente come quello del middle est, ma sempre all’avanguardia sui tempi, che permette di operare in maniera diversificata e competitiva, con particolare focus su brand moda.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Viaggio nella musica latinoamericana con la chitarrista Anabel Montesinos

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Parma lunedì 12 luglio 2021 alle ore 21.15 nel Cortile d’onore della Casa della Musica. La virtuosa spagnola è la protagonista del secondo appuntamento di “Un Pizzico di Luna”, la rassegna estiva all’aperto organizzata dalla Società dei Concerti di Parma con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica.Il concerto si aprirà con tre classici: le “Variaciones” su un tema di Mozart op. 9 dello spagnolo Fernando Sor, Invierno Porteño in omaggio ad Astor Piazzolla nel centenario della nascita del compositore argentino, e la Ciaccona BVW 1004 di Johann Sebastian Bach trascritta per chitarra. Poi si fa rotta verso il Messico, con le Tres Canciones populares mexicanas di Manuel Ponce. L’immersione nella splendida musica ispirata al ricco patrimonio popolare dell’America Latina porterà poi gli ascoltatori in Venezuela con El Marabino di Antonio Lauro, Totumo de Guarenas di Benito Canónico, Preludio Criollo di Rodrigo Riera, Alma Llanera di Pedro Elías Gutierrez (arrangiamento di Alirio Díaz) e infine in Brasile con A Mare Encheu di Heitor Villa-Lobos e Bate-Coxa di Marco Pereira.Anabel Montesinos, è stata la più giovane vincitrice, all’età di 17 anni, del Concorso Internazionale “Francisco Tárrega”, ed è una figura di spicco nel panorama chitarristico mondiale. Come vincitrice di oltre dieci tra i più importanti concorsi al mondo – tra cui “Michele Pittaluga” città di Alessandria in Italia, “Julián Arcas” in Spagna, “Raifeisenwettbewerb” a Salisburgo in Austria – si è esibita in concerti in tutto il mondo, debuttando alla Carnegie Hall nel 2011, suonando il Concerto de Aranjuez di Rodrigo in concerti all’aperto, suonando per oltre quattromila persone a Berlino ed esibendosi con compagini come Simón Bolivar Symphony Orchestra del Venezuela, Philarmonic Oulu Finlandia, Havana Philharmonic Cuba, Philarmonic of Moscow Russia.Cittadina onoraria della città di Solero in Italia, nel 2011 ha ricevuto il premio “Chitarra d’oro” come giovane talento e come riconoscimento alla sua attività artistica. Ha inciso per l’etichetta Naxos, ed il suo primo CD è stato scelto per i programmi musicali dei voli intercontinentali della British Airways. I suoi album hanno ricevuto ovunque gli onori della critica per la bellezza, freschezza e virtuosismo delle interpretazioni. Nel 2019 ha terminato una tournée di concerti dedicata alla musica dei Queen in una versione per coro, orchestra e chitarra, ovunque apprezzata con grandi ovazioni. Suona una chitarra del liutaio Steve Connor ed è Savarez Artist.La rassegna “Un pizzico di luna” si concluderà lunedì 26 luglio con il Duo El Tan(g)o formato da Luca Lucini, chitarra, e Mario Stefano Pietrodarchi, bandoneon.Ingressi: intero 9 €; ridotto soci Società dei Concerti 7 €; ridotto studenti 5 € I biglietti sono disponibili su http://www.liveticket.it/societaconcertiparma. In alternativa, prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail info@societaconcertiparma.com con ritiro dei biglietti da un’ora prima del concerto nel luogo dello spettacolo. In caso di maltempo gli spettacoli si terranno nella Sala dei Concerti della Casa della Musica

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pesticidi nei cibi importati

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

In un mondo globalizzato, l’impegno per garantire alimenti sani deve superare i confini nazionali ed europei per estendersi a tutte le produzioni che entrano nei nostri mercati – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Il Pesticide Action Network (Pan) ha nuovamente sollevato il problema della presenza di residui di pesticidi vietati in Europa nei cibi importati da paesi extracomunitari. L’organizzazione denuncia inoltre l’inerzia del Consiglio della Ue, nonostante le promesse di agire per porre rimedio a questo paradosso. In un’indagine svolta nel 2020, il Pan ha trovato ben 74 pesticidi messi fuori legge dalla Ue in 5.811 campioni di alimenti – spiega Tiso. Sebbene la Commissione europea si sia impegnata a una politica di tolleranza zero sui residui nei cibi importati, il Consiglio della Ue si è rifiutato in questi giorni di intraprendere azioni concrete in questa direzione.L’Unione europea dispone della forza e dell’autorevolezza necessarie per imporre precisi standard qualitativi ai grandi distributori che operano nei nostri mercati importando alimenti nel Vecchio continente. La scelta di non agire è quindi prettamente politica e si pone in aperto contrasto con la dichiarata volontà di riformare l’agricoltura europea per favorire una transizione verde. Mentre in Europa si discute di etichette alimentari e delle superfici da destinare al biologico, le produzioni extra continentali rischiano di sfuggire agli standard di sicurezza che il nostro settore agroalimentare è tenuto giustamente a rispettare.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Per una Politica Agricola Comune (PAC) a emissioni zero

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Il convegno di chiusura del progetto “CNC. Per una PAC a emissioni zero” di Kyoto Club con il contributo della Direzione Generale “Agricoltura e Sviluppo Rurale” della Commissione europea e con il patrocinio del Ministero per la Transizione Ecologica e il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, si terrà in diretta streaming il 20 luglio (ore 11-16,30). Durante l’evento a cui partecipano numerosi esperti del settore e dell’associazionismo di categoria, si farà un approfondimento sulla nuova PAC 2021-2027 e sui lavori per il Piano Strategico Nazionale e sul tema dell’agricoltura biologica insieme a rappresentati delle Associazioni di categoria. Si presenteranno i risultati raggiunti e le attività svolte nell’ambito del progetto “CNC. Per una PAC a emissioni zero”. L’evento si svolgerà martedì 20 luglio (ore 11-16,30) in diretta streaming sul canale YouTube di Kyoto Club.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Via libera al decreto sostegni bis

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

“Attenzione al settore apistico, sostegno al comparto della birra artigianale attraverso l’introduzione di contributi a fondo perduto, potenziamento dei contratti di filiere e di distretto, innovazione tecnologica in campo nonché aiuto alle imprese agricole che hanno subito danni per le eccezionali gelate e brinate, sia di aprile scorso che del novembre 2020. Per tutelare queste esigenze abbiamo presentato degli emendamenti al decreto Sostegni-bis che ci auguriamo vengano accolti in sede di conversione”. Lo dichiara la deputata Chiara Gagnarli, capogruppo M5S in commissione Agricoltura. “Dopo gli interventi economici degli ultimi due decreti Sostegni, siamo già al lavoro sul Dl Governance per snellire le procedure per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vendita diretta: Cia, un’azienda agricola su 3 è multicanale

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Sale la fiducia delle aziende agricole nella possibilità di essere multicanale, sviluppando, quindi, più strategie di vendita diretta per rafforzare e capitalizzare il rapporto diretto con i cittadini-consumatori. Un’azienda su 3, avendo attivato, durante la pandemia, la consegna a domicilio e il punto vendita in azienda, continuerà a utilizzarle come opportunità di business anche nel post Covid. A dirlo è Cia-Agricoltori Italiani con la sua Associazione per la promozione della vendita diretta, la Spesa in Campagna, in occasione del webinar “Il punto vendita in azienda come vetrina del territorio e le opportunità dell’e-commerce”. Da metà giugno, spiega la Spesa in Campagna-Cia, il fatturato delle aziende agricole tramite la vendita diretta è sceso drasticamente e fino al 5% sul guadagno totale, per quanto riguarda la sola consegna a domicilio, ma a incidere è perlopiù l’arrivo dell’estate e l’incremento delle vaccinazioni che stanno portando, soprattutto le famiglie, a una maggiore mobilità fuori dal perimetro abituale. I punti di forza della consegna a domicilio e dell’attività commerciale in azienda con il punto vendita, che tra aprile e maggio hanno complessivamente raggiunto anche un +140% di fatturato, non sono, dunque, in discussione, sebbene scoperti con lockdown e restrizioni, auspicabilmente non ripetibili. Come ricorda, infatti, la Spesa in Campagna-Cia, le oltre 1000 imprese agricole – tra le sue 6 mila aziende della vendita diretta e i 24 mila agriturismi associati a Turismo Verde-Cia che aderirono all’iniziativa Cia per la consegna a domicilio in tutta Italia, di materie prime fresche e di qualità per supportare famiglie e anziani, durante la pandemia – stanno continuando a offrire questo servizio al cittadino per consolidare il posizionamento sul territorio e fidelizzare i nuovi clienti che hanno continuato a comprare, direttamente nel punto vendita dell’azienda o tramite consegna a domicilio il sabato, i prodotti degli agricoltori, di qualità, sostenibili e che rispettano la stagionalità. Dunque, la Spesa in Campagna-Cia prevede che da qui al 2022, un’azienda su 3 sarà più orientata alla multicanalità della vendita diretta, capitalizzando l’esperienza non solo della consegna a domicilio, ma anche del punto vendita, della bottega di quartiere e dei mercati rionali. Sempre più pronta a trovare il suo spazio, anche quando di piccola e media dimensione, anche sul mercato online, così come nell’obiettivo della piattaforma Cia dalcampoallatavola.it, primo e-commerce con protagonisti gli agricoltori italiani. Di recente attivazione, il portale Cia nato con il sostegno di J.P. Morgan, permette, infatti, a tutte le aziende -soprattutto quelle che non potrebbero gestire un e-commerce in autonomia- di vendere a un prezzo congruo, recuperando così sulla catena del valore.“Il calo delle vendite estive non è una novità -ha dichiarato il presidente de la Spesa in Campagna-Cia, Matteo Antonelli-. Per questo ragioniamo già guardando a settembre-novembre, quando per via della sovrapposizione delle produzioni stagionali, ci sarà molto da vendere. Saranno mesi importanti per la ripresa -ha aggiunto Antonelli- e poter contare su più canali di vendita tornerà utile alle aziende che nel frattempo stanno migliorando il servizio per dare il meglio ai consumatori, ma anche per ridurre i costi della logistica, puntando molto anche sull’attività del punto vendita dove in tanti continuano a fare spesa. Questo -ha concluso Antonelli- sempre garantendo la massima sicurezza anti-Covid, come dalla prima ora, e rispettando l’identità aziendale legata al territorio e promossa dalla vendita diretta, punto d’incontro insostituibile con i cittadini-consumatori”.“Occorre non abbassare la guardia -è intervenuta Claudia Merlino, direttore generale di Cia-Agricoltori Italiani-. La nuova normalità richiede da parte nostra la stessa, se non maggiore, attenzione riservata alle aziende durante la pandemia. La ripresa va sostenuta, offrendo agli imprenditori strumenti oltre che supporto. Ecco perché rinnoviamo l’impegno per migliorare nei servizi e nella consulenza sulla vendita diretta e crediamo molto nell’opportunità dell’e-commerce. Il suo sviluppo tra le piccole e medie imprese va guidato nel tempo ed è quello che stiamo facendo”. Il webinar sul punto vendita è l’ultimo di tre incontri online promossi da la Spesa in Campagna-Cia sulle opportunità della vendita diretta. Sono intervenuti tra gli altri: Andrea Pagliai, Casina Olivart di Bagni di Ripoli (FI) e Mario Grillo, Fattoria Biò di Camigliatello Silano (CS).”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Quando l’acqua racconta la storia di un territorio

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Due fiumi, quattro laghi, altrettanti canali e un’infinità di torrenti. La Via Francisca del Lucomagno è interamente accompagnata dall’acqua nei suoi 135 km che da Lavena Ponte Tresa al confine con la Svizzera portano a Pavia, sulla tomba di Sant’Agostino nella basilica di San Pietro in Ciel d’Oro. Ed è dedicata all’acqua l’esperienza che un gruppo di pellegrini provenienti dal Veneto e dalla Lombardia sta facendo. Partiti domenica 4 luglio dalle rive del lago Ceresio, arriveranno al Ticino, al ponte coperto di Pavia, domenica 11 luglio. Nel mezzo le otto tappe del cammino, dove l’acqua è sempre protagonista e testimone della storia e dello sviluppo di un territorio. Acqua che ha alimentato l’insediamento di popoli antichissimi e nel tempo ha dato impulso allo sviluppo industriale, ma che è stata spesso maltrattata e adesso sta tornando a essere pulita grazie agli sforzi di Alfa, la società che gestisce il Servizio idrico integrato in provincia di Varese.La Via Francisca si apre sullo specchio d’acqua che si insinua tra Italia e Svizzera e che assume il nome di Ceresio o Lugano a seconda del lato da cui lo si guarda. Prosegue a Cadegliano Viconago nel parco dell’Argentera, dove il torrente Dovrana ha dato vita a un sistema di mulini che secoli fa permetteva di produrre la farina di castagne. Oggi questi mulini sono affrescati all’esterno e rappresentano un elemento di grande suggestione. Passa dai piccoli laghi di Ghirla (balneabile) e di Ganna con la sua torbiera. Quindi costeggia le sorgenti del fiume Olona per approdare a Varese dove l’omonimo lago ospita il più antico sito palafitticolo dell’arco alpino. Si immerge nella Valle Olona, dove la presenza di molte industrie per anni ha inquinato il fiume, passando dall’approdo dei Calimali, un luogo incantato gestito dall’omonima associazione che sorge tra l’Olona e gli stagni didattici.Ancora acqua, passando sopra il canale Villoresi, opera idraulica che collega il Ticino all’Adda e che fu costruito più di 130 anni fa per portare acqua ai campi della provincia milanese. L’ultimo tratto della Via Francisca del Lucomagno si snoda dapprima lungo il Naviglio Grande, opera che porta acqua alla Darsena di Milano e rappresenta il canale più importante del sistema navigli reso navigabile da Leonardo da Vinci; quindi passa lungo il Canale Ticinetto, costruito nel XII secolo con scopi difensivi, e il Naviglio di Bereguardo. Sono opere che consentirono non solo di alimentare una fitta rete di irrigazione, ma anche di collegare commercialmente Milano con il Po. L’ultimo passaggio è il Ticino, il secondo fiume italiano per portata d’acqua, che viene costeggiato nell’ottava tappa fino al ponte coperto di Pavia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Protagonisti dell’Ortofrutta Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Turi (Bari) il 16 luglio si svolgerà a Villa Menelao, splendida masseria del Settecento in comune di Turi, provincia di Bari. Il 21 giugno, il Comitato dei Partner, che comprende i vertici di Fruitimprese, CSO Italy, Italia Ortofrutta Unione Nazionale, Italmercati e ha stabilito di svolgere l’evento in pienezza. In particolare, valutato l’andamento della pandemia, l’organizzazione ha deciso di allargare il numero di presenze fisiche all’evento. Oltre alla presenza dei Protagonisti premiati, dei partner, di autorità, organizzatori, stampa, buyer della GDO italiana e sponsor, è stato deciso di allargare gli inviti agli ex Protagonisti e a tutte le aziende del settore ortofrutticolo interessate a prendere parte all’iniziativa.Sarà un’edizione ricca di novità, che si aprirà con un agile seminario. Seguiranno la premiazione dei 10 Protagonisti 2020 e la segnalazione dei 4 Under 35 del 2021, con la regia del presidente di CSO Italy Paolo Bruni. Nell’ambito della cena di gala, saranno assegnati altri riconoscimenti, a partire dal premio BPER Banca per la sostenibilità e l’innovazione e il premio Danila Bragantini, promosso dall’Associazione Nazionale Le Donne dell’Ortofrutta. A conclusione verrà votato e proclamato l’Oscar dell’Ortofrutta Italiana 2021. L’evento gode della partnership territoriale di APEO, l’Associazione dei produttori ed esportatori ortofrutticoli pugliesi. Sponsor sono, tra gli altri, Unitec, BPER Banca, Giardinetto, Graziani e Primo Sole.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Contraffazione alimentare

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Lottare contro la contraffazione alimentare significa tutelare la salute e il benessere dei cittadini, così come il territorio e il reddito agricolo – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Il sequestro di 30mila litri di prodotti vinosi. altre sostanze e attrezzature nell’ambito dell’operazione “Ghost Wine” coordinata dai Nas, riporta in primo piano un fenomeno che affligge ancora il nostro agroalimentare. Molto è stato fatto in passato per sconfiggere la contraffazione, ma con la globalizzazione e l’integrazione crescente dei mercati è ora indispensabile rafforzare il sistema di controlli a livello europeo, con particolare attenzione ai porti – prosegue Tiso. E’ attraverso questi ultimi, infatti, che gran parte della merce contraffatta riesce a passare eludendo i controlli alla frontiera. Una volta che i prodotti illegali fanno ingresso nel nostro territorio, è molto difficile intercettarli ed è alto il rischio che finiscano sulle tavole degli italiani. La promozione delle eccellenze alimentari italiane deve andare di pari passo con la lotta alla contraffazione. Oltre alla preoccupazione per le conseguenze sulla salute, che resta prioritaria, c’è quella per le ricadute economiche. Ogni volta che viene smascherata una truffa nel settore agroalimentare, risulta infatti minata la fiducia dei consumatori e occorrono a volte anche anni per ripristinarla. I produttori che rispettano le regole finiscono così per pagare il prezzo della condotta scorretta di pochi disonesti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Convegno dedicato ai professionisti della progettazione e dell’architettura

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Verona. Il 15 luglio torna l’appuntamento “firmato” Viessmann dedicato ai professionisti della progettazione e dell’architettura. L’evento si terrà in diretta online, a partire dalle 14:00, dalla splendida cornice della Fondazione Querini Stampalia di Venezia. La Fondazione Querini Stampalia è una realtà unica a Venezia, un luogo di promozione del sapere, di incontro e di confronto: nata nel 1869, comprende un museo, una biblioteca e spazi di architettura contemporanea realizzati da grandi maestri. Nell’ambito del progetto OpificioQuerini, dallo scorso mese di gennaio Viessmann ha avviato con la Fondazione un’importante collaborazione, che si propone di fornire nuovi sguardi su temi di forte interesse quali la sostenibilità e la cura per l’ambiente.La partecipazione al Convegno consentirà di ottenere il riconoscimento dei Crediti Formativi Professionali (CFP) per architetti, ingegneri, geometri e periti industriali appartenenti a tutti gli Ordini e ai Collegi di tutta Italia. Durante l’evento, i relatori avranno modo di approfondire alcune tematiche tra le più attuali e dibattute dell’ultimo anno. Tema principale, il Superbonus: verranno illustrate le evoluzioni, i cambiamenti e gli ultimi aggiornamenti in materia, tra i quali ricade anche un nuovo approccio alla Ventilazione Meccanica Controllata. Saranno poi presentate le proposte Viessmann in tema di detrazioni fiscali e verranno esposti gli strumenti più utili a chi progetta – oltre al Superbonus, anche gli Ecobonus 50% e 65% – con un occhio agli scenari futuri.L’evento costituirà inoltre l’occasione per approfondire il tema delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER), con un approfondimento sulla loro importanza per l’autoconsumo collettivo, tramite l’analisi del quadro normativo – sottolineando gli incentivi previsti e i vantaggi che ne derivano – e le ripercussioni rilevate sulle modalità di progettazione.Successivamente, si indagheranno gli scenari attuali, facendo riferimento anche al passato storico delle comunità energetiche ed esponendo le prospettive tecnologiche attese per il futuro. Saranno indicate, infine, le proposte che Viessmann ha messo in campo con l’obiettivo di creare un futuro smart: in particolare, si parlerà di ViShare, il progetto di Viessmann che ha lo scopo di promuovere e premiare un utilizzo efficiente dell’energia attraverso un incremento della quota di autoconsumo dell’energia prodotta da impianti fotovoltaici, a vantaggio del singolo e della collettività.Il Convegno sarà preceduto dalla premiazione dei vincitori del Concorso di Idee 2020, l’iniziativa di Viessmann che promuove ogni anno la progettazione innovativa ed efficiente e che per questa edizione ha avuto al centro il tema “Into a new decade: flessibilità e indipendenza energetica”.A premiare in diretta i cinque vincitori della competizione sarà l’Amministratore Delegato di Viessmann Italia Stefano Dallabona con il giornalista Giorgio Tartaro, mentre a salire sul podio saranno i progetti che hanno saputo declinare al meglio il tema dell’efficienza e autonomia energetica, oggi di grande attualità e molto cari a Viessmann. Durante l’evento sarà presentato anche il Concorso di Idee 2021, dal titolo “Decreto rilancio e comunità energetiche: nuove opportunità aprono nuove strade”, che proporrà fino al 31 ottobre la competizione sulla progettazione sostenibile.Maggiori informazioni sul Convegno e sulle modalità per iscriversi e assistere all’evento sono disponibili al seguente link: https://www.viessmann.it/it/azienda/eventi/convegno-progettisti-2021.html

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come funzionano le ecografie?

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Nella vita sarà capitato o potrebbe capitare di essere sottoposti ad un’ecografia. Un’indagine diagnostica in grado di visualizzare vasi sanguigni, organi, ghiandole, strutture muscolari e tendinee etc.Ma come è possibile “fotografare” in questo modo il corpo umano? Come funzionano le ecografie? Immaginiamo di essere di fronte ad una montagna e di gridare forte il nostro nome. La nostra voce infrangerà la parete e si rifletterà all’indietro. Il fenomeno fisico dell’eco ci aiuta a comprendere il funzionamento alla base delle ecografie. Il test diagnostico produce ultrasuoni, quindi onde sonore con una frequenza molto alta. Le onde sonore si dirigono verso l’area del corpo da analizzare, colpiscono il corpo e si riflettono all’indietro tornando alla sonda, lo strumento utilizzato dal medico specialista durante l’esame. Nel frattempo, i dati raccolti sono inviati al computer e convertiti in immagini anatomiche, capaci di riprodurre la realtà in modo straordinario. Per questa ragione le ecografie sono le tecniche diagnostiche tra le più rilevanti per lo studio del corpo umano. L’esame non è invasivo, non provoca dolori o fastidi, nessuna controindicazione o effetto collaterale. L’aspetto centrale è l’attendibilità dell’esame, in grado di raccontare lo stato di salute del nostro corpo, di prevenire malattie e arrivare a diagnosi. (fonte: iDoctors)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Gioco: Agenzia Monopoli propone testo unico

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

“Si alla proposta dell’Agenzia dei Monopoli di un testo unico sui giochi per razionalizzare le centinaia di norme che attualmente regolano il settore in Italia così come a un’App grazie alla quale i consumatori potranno scoprire se il punto gioco è regolarmente registrato” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, presente, in qualità di membro dell’advisory board dell’Osservatorio sui Mercati Regolati, al convegno organizzato dalla Luis per la presentazione della ricerca sul settore del Gioco in Italia con il direttore generale dell’Agenzia dei Monopoli Minenna e il sottosegretario all’Economia Durigon.”Ma attenzione a non creare grimaldelli per far rientrare dalla finestra quello che la legge vieta, ossia la pubblicità sul gioco. Ed è proprio su questo tema che ci attendiamo dall’Agenzia una presenza e una vigilanza più rigorosa” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nel pubblico impiego i vuoti di organico non si risolvono col precariato di massa

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Lo abbiamo detto per anni nell’indifferenza quasi generale: la pubblica amministrazione italiana è pesantemente sottorganico e il settore delle Funzioni Centrali (Ministeri, Agenzie Fiscali, Enti pubblici non economici) è quello che sta decisamente peggio. Adesso pare che se ne stiano accorgendo in tanti: politici, studiosi, giornalisti ed esperti di ogni sorta.Come mai si sono svegliati? Perché i dati sugli organici delle pubbliche amministrazioni diffusi dalla Ragioneria Generale dello Stato sono estremamente preoccupanti e perché col Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) i Ministeri sono chiamati a svolgere un’imponente mole di lavoro. Ma il personale manca e continuerà a mancare sempre di più.Per comprendere lo svuotamento prossimo venturo delle amministrazioni pubbliche basta ragionare sul dato anagrafico. Circa il 70% dei dipendenti delle Funzioni Centrali ha più di 50 anni e circa il 30% ne ha più di 60. Per capire la vera entità del disastro bisogna guardare a quello che succederà da qui ai prossimi 3-5 anni. Saranno gli anni del PNRR e gli anni in cui quasi metà dei dipendenti attualmente in servizio nei Ministeri andrà in pensione. Senza scivoli e senza quota 100. Solo per raggiungimento dei requisiti Fornero.Panico nel governo e nelle redazioni dei giornali: bisogna correre ai ripari, sennò finisce che perdiamo i soldi dell’Europa. E in questi giorni abbiamo assistito a una specie di gara a chi la sparava più grossa sul numero dei pubblici dipendenti da assumere nel prossimo triennio/quinquennio: 300mila, 500mila, oltre 740mila. Questo gioco al rilancio ci sembra eviti la domanda chiave: quali scelte stiamo facendo oggi per il futuro del lavoro pubblico? A leggere il PNRR e i primi provvedimenti governativi per il potenziamento della Pubblica Amministrazione non c’è da essere ottimisti. Il turn over non porterà a una sostituzione di lavoro di pari qualità anche perché la maggior parte delle nuove figure professionali avrà un contratto di lavoro a tempo determinato.Lo svuotamento della Pubblica Amministrazione, di fronte al quale oggi molti si stracciano le vesti, è frutto di una precisa strategia di pianificazione politico-economica portata avanti per oltre due decenni da governi di tutti i colori.Eppure qualcuno si illude che la soluzione al deserto di risorse umane e di professionalità sia quella di riempire le strutture pubbliche di migliaia di dipendenti a termine da collocare negli snodi essenziali per la riuscita del PNRR. Professionisti usa e getta per rilanciare il Paese, ma potenzialmente succubi di mille condizionamenti a causa della loro posizione di debolezza nei meccanismi della macchina amministrativa.Non ci piace il precariato. Non ci piace in generale, ma nella Pubblica Amministrazione lo consideriamo addirittura aberrante, contrario agli interessi di buon andamento ed efficienza dell’azione amministrativa. Questo è il grande tema di politica sindacale da mettere al centro del dibattito.E bisogna anche cominciare a parlare del pericolo enorme che la precarizzazione del lavoro comporta per il sindacato in termini di messa in discussione del proprio ruolo. Un ruolo che non deriva da concessioni politiche, ma da una rappresentatività reale, misurata e certificata. Al contrario, la precarietà delle condizioni di lavoro favorisce la dispersione e la frammentazione delle rappresentanze: fenomeno ben noto nel lavoro privato e che va di pari passo con la frammentazione degli interessi e delle rivendicazioni dei lavoratori assunti con tipologie diverse, spesso in reciproca competizione. Il gioco è sottile, ma duro. Dev’essere chiaro a tutti che noi non abbiamo alcuna intenzione di abbandonare gli spazi di rappresentatività conquistati negli anni a prezzo di dure lotte. Se questo è l’obiettivo occulto dei sostenitori della precarizzazione massiccia nel settore pubblico, è bene che sappiano sin da subito che hanno sbagliato i loro calcoli. Sandro Colombi, Segretario generale UILPA

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inflazione in Usa ai livelli di 10 anni fa, quanto durerà?

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

A cura di Richard Flax, Chief Investment Officer Moneyfarm. Negli ultimi mesi, tutti – consumatori e investitori – ci siamo accorti dell’aumento dei prezzi di beni e servizi. I recenti rapporti sull’inflazione, in particolare negli Stati Uniti, raccontano di una impennata dell’inflazione piuttosto marcata. Questo riflette ciò di cui molti consumatori si erano già accorti mentre facevano la spesa: i prezzi sono aumentati. Il grafico qui di seguito mostra che l’inflazione annua degli Stati Uniti è tornata ai livelli di 10 anni fa. Quando si pensa ai fattori che determinano l’inflazione il modo più semplice è considerare la dinamica della domanda e dell’offerta, se i beni sono più scarsi o più richiesti i prezzi salgono, se un prodotto è più abbondante o più richiesto costerà di meno. Durante la pandemia, abbiamo assistito per molte categorie di beni a veri e propri shock dell’offerta: aziende che improvvisamente chiudevano o tagliavano i costi, ampie fasce della popolazione (e quindi forza lavoro) in isolamento. E abbiamo assistito anche a shock della domanda, sia in positivo sia in negativo: non è stato un buon periodo per le compagnie aeree, ma chi vendeva disinfettanti per le mani ha visto il proprio prodotto andare a ruba. Questi scossoni della domanda e dell’offerta sono sicuramente alla base dell’aumento dei prezzi. Sebbene le persone non si muovano ancora così tanto, per le merci è vero proprio il contrario. Tutti i beni che le persone hanno deciso di acquistare durante il lockdown, come le cyclette e le scarpe da corsa, hanno esercitato una certa pressione sulle catene di approvvigionamento globali. Ora che l’economia si avvia verso una graduale normalizzazione, la domanda che tutti si fanno è se gli squilibri della domanda e dell’offerta sono destinati gradualmente a rientrare, così come la pressione sulle catene di approvvigionamento. In circostanze normali un aumento delle attività dovrebbe portare l’industria della logistica a riorganizzarsi per far fronte a una maggiore domanda, e questo sembra che stia effettivamente avvenendo. Secondo IHS Markit, oggi i nuovi ordini di navi portacontainer sono ai massimi da cinque anni (nell’ultimo periodo erano stati piuttosto limitati, così come anche prima della pandemia) ma molto probabilmente sarà solo nel 2024 che vedremo davvero i risultati di questa riorganizzazione.Il cambiamento repentino delle dinamiche di domanda e offerta sta creando dei colli di bottiglia nell’economia globale, che si traducono in prezzi maggiori per il consumatore finale. Ci aspettiamo naturalmente che alcuni colli di bottiglia si sblocchino man mano che riapre l’economia globale. Dopotutto, il numero di cyclette o monopattini elettrici da acquistare è di per sé limitato. Ma ci vorrà del tempo per aumentare considerevolmente la capacità di produzione. La storia è simile per quanto riguarda le materie prime. Il prezzo del rame, ad esempio, è aumentato drasticamente (come si può vedere nel grafico sotto), in parte sulle aspettative che sarà tra le materie prime a beneficiare maggiormente dell’aumento dell’elettrificazione del settore automobilistico. Ironicamente si costruiscono nuove miniere per un prodotto che dovrebbe fornire una risposta riguardo alle crescenti preoccupazioni ambientali. Qualcosa non quadra: il tasso di disoccupazione è ancora alto, ma i datori di lavoro devono aumentare gli stipendi per trovare lavoro. È possibile che le persone, nelle regioni in cui esiste ancora un sostegno al reddito da pandemia, abbiano deciso di aspettare fino alla fine prima di cercare lavoro. Se questa ipotesi è corretta, potremmo vedere più persone in cerca di lavoro dopo l’estate.Quindi, quando pensiamo all’inflazione, all’offerta e alla domanda, ci sono elementi differenti da considerare. C’è il mercato del lavoro, in cui ci aspettiamo di vedere più persone cercare occupazione dopo l’estate, c’è la questione dei container, dove ci aspettiamo di vedere nel breve termine i benefici di una certa normalizzazione, ma dove dovremo attendere almeno uno o due anni prima di vedere un aumento consistente della capacità di produzione. E da ultimo il rame, se la cui domanda resta alta dovremo attendere del tempo prima che l’offerta la soddisfi.Ci sono insomma molte variabili da considerare quando pensiamo all’inflazione, ma questi esempi suggeriscono che parte dell’inflazione che abbiamo visto sarà probabilmente transitoria anche se potrebbe volerci del tempo prima di tornare a dove eravamo pre-pandemia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La sindrome di Richter

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

E’ un linfoma altamente aggressivo e rapidamente fatale per il quale al momento non vi sono terapie efficaci. Questa neoplasia, come le altre malattie, si può curare o per lo meno controllare se si conoscono i meccanismi biologici che la governano e se si tiene in considerazione il fatto che non tutti i pazienti presentano le stesse caratteristiche molecolari. Il 10-15% dei pazienti affetti da leucemia linfatica cronica, la più diffusa leucemia nei paesi occidentali, può andare incontro ad una evoluzione della malattia trasformando a Sindrome di Richter, con una aspettativa di vita di pochi mesi. Avere a disposizione delle terapie mirate in grado di colpire i meccanismi chiave di queste cellule tumorali è quindi una necessità clinica.Due studi realizzati dall’Unità di Genomica Funzionale del Dipartimento di Scienze Medichedell’Università di Torino e appena pubblicati su Blood, la più prestigiosa rivista internazionale di ematologia, dimostrano come sia possibile colpire farmacologicamente le cellule di Richter, sfruttando sia anticorpi monoclonali che inibitori molecolari altamente selettivi. I risultati indicano che questi trattamenti sono in grado di bloccare la crescita tumorale, con conseguente morte cellulare e riduzione, e in alcuni casi anche remissione, della malattia.I risultati di queste due ricerche indicano che il trattamento mirato delle cellule di Richter con un anticorpo anti-ROR1 coniugato con una tossina in grado di uccidere le cellule bersaglio o con farmaci selettivi già impiegati per il trattamento di altre neoplasie, Duvelisib e Venetoclax, determina un blocco della proliferazione a cui segue la regressione del tumore fino ad arrivare, in alcuni casi, alla remissione completa. Inoltre, disporre di un profilo molecolare delle cellule tumorali permette di stratificare meglio i pazienti, individuando coloro che sicuramente beneficeranno di un determinato trattamento farmacologico, rispetto a quelli che invece non sarebbero responsivi in quanto mancanti dei bersagli di questi farmaci. Questi risultati sono stati il punto di partenza per il reclutamento di pazienti affetti da sindrome di Richter in studi clinici che hanno l’obiettivo di validare nell’uomo l’efficacia di queste nuove terapie.“Per sviluppare delle terapie anti-tumorali efficaci è necessario conoscere la malattia. Questo è possibile attraverso l’impiego di modelli sperimentali che ricapitolano le dinamiche molecolari e patologiche della neoplasia. Studiare come queste cellule si comportano è fondamentale per poter identificare i loro punti deboli e disegnare di conseguenza degli approcci farmacologici che vadano a colpire specificamente questi punti”spiega la Prof.ssa Tiziana Vaisitti, ricercatrice del Dipartimento di Scienze Mediche dell’Università di Torino. “Il primo passo che abbiamo fatto è stato quello di sviluppare dei modelli murini detti PDX, acronimo inglese che indica gli xenotrapianti derivati da cellule di pazienti. In altre parole, si tratta di topi nei quali vengono impiantate cellule di tumori umani, mimando in questo modo la malattia umana. Questo approccio ci ha permesso di derivare il profilo molecolare delle cellule di Richter e di identificare dei possibili bersagli o perché espressi unicamente sulle cellule tumorali o perché molecole chiave nella regolazione di processi biologici attivi in queste cellule”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Omotransfobia: I “giochetti” per affossare la legge

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

“Sulla legge Zan l’unico vero scenario alternativo alla sua approvazione definitiva in Senato è il tentativo di affossarla”: lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Che prosegue: “La Lega non vuole nessuna trattativa ma semplicemente distruggere la legge: è sempre stato un loro obiettivo dichiarato e che diventa ancora più evidente da quanto emerge dal proseguo dei lavori al Senato. La presentazione di emendamenti da parte della Lega su ogni articolo della legge dovrebbe rendere palese a tutte le forze politiche il fatto che non ci sia alcuna volontà di giungere ad un compromesso, semmai il tentativo è quello di un rinvio infinito, magari tramite piccole modifiche che costringerebbe la legge ad un ritorno alla Camera, dove ricomincerebbe da capo un nuovo Vietnam parlamentare fino a fine legislatura, condannando questo Paese ad un nulla di fatto in tema di contrasto e prevenzione di violenze e discriminazioni verso le persone LGBTI. M5S, PD, ITALIA VIVA e LEU hanno la possibilità di approvare il testo se votano in modo compatto a favore del testo come hanno fatto alla Camera dei Deputati”, conclude.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Cosa non funziona nel ‘nuovo mondo’ del post-covid

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

Chi più, e molti meno, hanno ricevuto sussidi dallo Stato per far fronte alla crisi economica che è derivata dalla pandemia. Ma siamo sicuri che gli aiuti così come vengono dati siano quelli che possano servire a questa rinascita, a questo “nuovo mondo”? Noi abbiamo criticato il metodo sussidi piuttosto che riduzione delle imposte. La logica dei sussidi è che la società economica così com’è vada bene, e lo Stato ti dà un aiutino per far fronte alla difficoltà temporanea. Il cittadino è suddito. La logica della riduzione delle imposte si basa su una nuova dinamicità degli individui che emerge grazie ad una fiscalità ridotta ed agile. La società economica pre-covid non andava bene, avendo alimentato il più grosso problema del nostro Stato, l’evasione fiscale. Dovendosi tutti in qualche reinventarsi per far fronte alle conseguenze economiche del covid, il metodo di creare maggiori opportunità piuttosto che “rinvangare” su quanto fino ad oggi ha funzionato male, avrebbe potuto essere quantomeno un tentativo. Il cittadino sarebbe stato dinamico. Il tentativo è stato deciso di non farlo ed ora i nodi vengono al pettine. I sussidi ricevuti dallo Stato sono serviti per sopravvivere a stento, ma tutti i doveri fiscali rimandati e non ridimensionati ora vanno onorati. Un titolo emblematico di un quotidiano nazionale di oggi martedì 6 luglio: “Ingorgo di scadenze fiscali”. Per metterla su “slogan”, ne riportiamo alcuni: Si chiedono sussidi, ma ci vorrebbe lavoro per tutti (e opportunità per creare nuovi lavori). Si chiede smartworking, ma ci vorrebbe la riduzione della giornata lavorativa. E in questa logica, ne deriverebbe: Si chiedono auto elettriche, ma sarebbe meglio maggior trasporto pubblico. Si chiedono bonus affitti, ma perché non si incrementa l’edilizia popolare? Si chiedono più asili nido, ma perché non si riduce la giornata lavorativa, per esempio, a sei ore e non si eleva il congedo a sei mesi sia per mamma che per babbo? Con più tempo libero i genitori potrebbero crescere i figli e non mollarli all’asilo e lavorare tutto il giorno con, alla fine, insegnanti che passano più tempo coi bimbi che non coi genitori. Solo alcuni “slogan”, a cui se ne possono aggiungere altri. L’impostazione è la crescita della responsabilità individuale e l’intervento dello Stato nel fornire servizi ad individui dinamici, che crescono meglio bimbi altrettanto dinamici. Una società in cui gli individui hanno i servizi base accessibili e uno Stato che li mette in condizione di amare se stessi e il mondo che li circonda. Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Scuola: Assunzione docenti solo da concorso e con riserva posti

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2021

È dovuta alle resistenze del Mef la mancanza di risposte da parte della V commissione della Camera agli emendamenti all’articolo 59 sulla scuola del decreto Sostegni-bis, a partire dal 59.76 su cui c’è sostanziale convergenza politica perché darebbe una risposta importante alla supplentite e al record di cattedre vacanti. Anziché procedere con un reclutamento straordinario e l’assorbimento nei ruoli di tutti coloro che hanno svolto almeno 24 mesi di servizio, docenti e non, “si starebbe ragionando infatti sulla conferma, da settembre, dell’organico aggiuntivo Covid: 40mila insegnanti a tempo determinato per consentire alle scuole di rispettare le regole sanitarie e di riaprire al 100%, anche sdoppiando le classi. La manovra va letta anche in rapporto alle ultime notizie in merito al ritorno a scuola a settembre, che vedrebbe ancora il distanziamento come una delle misure anti-covid, insostituibili anche per il prossimo anno”. Ma c’è dell’altro: “ci sarebbero troppe deroghe alla regola costituzionale dei concorsi, da bandire con cadenza regolare (annuale) e da svolgere sulla falsariga del modello semplificato introdotto nelle scorse settimane. Ecco perchè il governo vorrebbe puntare sui concorsi, con la proposta di riconoscere una riserva di posti fino a un massimo del 30% ai precari con 36 mesi di servizio negli ultimi 10. Una riserva che varrebbe su un’unica regione e per le classi di concorso o tipologia di posto per le quali il candidato abbia maturato un servizio di almeno un anno scolastico”. I precari, quindi, se questa ipotesi dovesse prendere corpo, andrebbero assunti non da Gps ma solo previa partecipazione ai concorsi e conseguente collocazione nelle graduatorie di merito, solo però dopo avere superato la soglia minima d’idoneità”.Il presidente Anief, Marcello Pacifico, non ha dubbi: “Questa strada porterebbe dritti al record di precari e di supplentite. Bisogna prendere coscienza degli errori. Il concorso Stem si sta rivelendo troppo selettivo, oltre che iniquo. Come pure il concorso straordinario della secondaria, che porterà una quantità residua di assunti, inferiore ai posti banditi. Invece di prendere le distanze da queste procedure, che facciamo? Perseveriamo? Diamo piuttosto ai precari storici la possibilità di conseguire abilitazione e specializzazione, con un nuovo immediato ciclo di Pas e Tfa sostegno. Apriamo alle assunzioni da prima e seconda fascia Gps, senza vincoli. Lavoriamo per aumentare gli organaci del personale e per ridurre il numero di alunni per classe. Altrimenti – conclude Pacifico -, la catastrofe organizzativa sarà inevitabile”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »