Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Archive for 28 agosto 2022

Mostra Franca Pisani Secret Gardens

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Capri 3 settembre – 8 ottobre 2022 Piazza Ignazio Cerio, 5 Inaugura sabato 3 settembre 2022 ore 18.30 per la prima volta a Capri il grande progetto site- specific dell’artista Franca Pisani dal titolo “Secret Gardens”. Un corpus di cento opere, in gran parte inedite e realizzate appositamente per questa occasione espositiva, dove il linguaggio della pittura e della scultura traggono ispirazione da quello della scienza. Curata da Marina Guida ed esposta presso il Museo del Centro Caprense Ignazio Cerio a Capri, che conserva fossili, invertebrati marini, manufatti preistorici e reperti archeologici dall’isola, la mostra presenta un allestimento particolarmente suggestivo che si muoverà tra arte e scienza , indagano l’importanza e la bellezza delle alghe.Le tele di varie dimensioni saranno poste in dialogo con gli esemplari di alghe marine della collezione algologica di Oronzo Gabriele Costa (1787-1867) acquisita oltre un secolo e mezzo fa da Ignazio Cerio ed esposte per la prima volta nelle sale del Museo. La terrazza del Museo, situato all’interno del trecentesco Palazzo Cerio, sulla Piazzetta di Capri, prospicente il campanile, ospiterà un’installazione scultorea, formata da una foresta di alberi di castagno con inserti in onice e marmo pregiato.Franca Pisani ha selezionato e riprodotto per questo progetto 300 specie di alghe di tutto il mondo, studiandone le proprietà e l’azione. Scrive la curatrice Marina Guida: “Pisani intreccia l’arte pittorica con il mondo scientifico. Nei suoi lavori, realizzati con fibre e pigmenti naturali, netti contrasti cromatici e forme essenziali si alternano con rigore in un susseguirsi di immagini a “senso doppio”, dove in ogni significato se ne nasconde un altro. Immaginato ed immaginario. Onirico ed ambientale. Le opere realizzate dall’artista, ritraggono dei veri e propri paesaggi, dove al posto di piante e strade troviamo alghe immerse in un meraviglioso ambiente acquatico. Le opere si offrono ai nostri occhi come paesaggi nuovi e spettacolari, nascosti e sconosciuti all’uomo, eppure reali e complessi”. Orari Dal martedì al venerdi dalle 10 alle 16 – Lunedì dalle 10 alle 13 – Sabato dalle 11 alle 16 – Domenica e festivi chiuso

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The double face of Peter Lorre

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Dal 30 agosto al 15 settembre 2022 Cineteca Milano MIC presenta THE DOUBLE FACE OF PETER LORRE, una panoramica su Peter Lorre per ripercorrere le indimenticabili interpretazioni del formidabile attore ungherese dallo sguardo folle e criminale, che nel corso della sua carriera fu diretto da alcuni dei più grandi registi mondiali, a partire da Fritz Lang in M, il mostro di Düsseldorf (1931).All’interno della rassegna da segnalare la proiezione in edizione restaurata dal Friedrich-Wilhelm-Murnau-Stiftung del film del 1931 Die Koffer des Herrn O.F. Il film ha per protagonisti due futuri divi internazionali dal carisma molto diverso e qui ancora agli esordi: la luminosa Hedwig Kiesler (che Hollywood renderà celebre come Hedy Lamarr), e l’opaco e sinistro Peter Lorre nei panni del giornalista che con l’infausto nome di Stix è al centro dell’intrigo. In programma inoltre il documentario Das Doppelte Gesicht: Peter Lorre (The Double Face of Peter Lorre), in edizione restaurata da Deutsche Kinemathek a partire dal negativo originale in 16mm. Usando numerose fotografie promozionali e fotobuste così come vari estratti di film – compreso uno spezzone muto della messa in scena di Bertolt Brecht di Un uomo è un uomo a Berlino nel 1931 – il documentario getta una luce significativa sugli alti e bassi professionali di Peter Lorre.Il ricco calendario prevede poi la prima interpretazione in lingua inglese per Lorre ne L’uomo che sapeva troppo (1934) e la proiezione di Der Verlorene, l’unico film da lui diretto, dove interpreta anche il ruolo del protagonista, un medico assassino che si deve confrontare con un segreto minaccioso: la verità. Un’immagine nitida e ben strutturata di un’epoca di fratture, sfocata e ambivalente.Completano la retrospettiva, fra gli altri, capolavori della settimana arte come il noir Il mistero del falco (1941), esordio alla regia di John Huston e apice della carriera di Peter Lorre che qui interpreta il frivolo ed effeminato Joel Cairo; Casablanca (1942), dove Michael Curtiz diede a Lorre la parte dell’indimenticabile e sinistro personaggio di Ugarte e Arsenico e vecchi merletti (1944) dove con Frank Capra Lorre dimostrò di essere grandioso anche nei ruoli comici.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Settima edizione della Maratona Fotografica della città di Bergamo

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Bergamo. la Maratona si svolge il 4 settembre. La partenza è prevista alle ore 9, presso la sede di I’Mm Spazio Cam e si concluderà alle ore 18. Nove ore durante le quali i partecipanti dovranno raggiungere alcuni dei punti della città di Bergamo, dove poter vidimare il foglietto di partecipazione e scattare fotografie. Dopo il successo delle edizioni precedenti, l’Associazione Culturale I’Mm Spazio Cam organizza la settima edizione della Maratona Fotografica della città di Bergamo, evento culturale che unisce fotografia e territorio, cammino e immagini, passeggiate e osservazione.Aperta a chiunque, cittadini e turisti, amanti e appassionati di fotografia, amici e curiosi che abbiano in dotazione un qualsiasi strumento fotografico. Bergamo è un soggetto perfetto da scoprire camminando e da fissare in uno scatto fotografico. Immergersi nei paesaggi collinari, nelle vie medievali, nell’armonia dei monumenti, nella quotidianità dei borghi, nella ruralità delle scalette e renderli immagini uniche, farne racconto, cogliendo tutte le anime della città.Quattro i temi su cui lavorare ed esprimersi, che verranno assegnati nell’arco della giornata: due temi verranno dati alla partenza e due alle 12,30 in Piazza Vecchia. I partecipanti potranno inviare un unico scatto per ogni tema, per un totale di quattro scatti.Gli scatti verranno messi on-line sul sito maratonafotograficabergamo.com e andranno a costituire una narrazione per immagini della città. Saranno poi valutati da una giuria di esperti ed entro 60 giorni verranno proclamati i vincitori. Le foto vincitrici di ogni tema saranno esposte, per un mese, presso lo Spazio Cam di Bergamo.http://maratonafotograficabergamo.it/

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In TV ci si domanda perché la guerra in Ucraina è sparita dalla campagna elettorale

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Già, perché è sparita? Chi sa un po’ di giornalismo sa che a “fare notizia” è ciò che è nuovo e fuori dell’ordinario, per esempio un padrone che morde il cane, non un cane che morde il padrone. La guerra in Ucraina non fa più notizia perché è diventata di routine, dura da sei mesi, e non accenna a finire. E perché non finisce? È una guerra bizzarra e insensata: essa non era affatto necessaria: platealmente annunciata (dall’armata russa sul confine) non ci voleva niente ad evitarla. Bastava smettere di dire che l’Ucraina doveva entrare nella NATO (come aveva osato fare il cancelliere tedesco Scholz), bastava per il Donbass rispettare gli accordi di Minsk, e l’aggressione non ci sarebbe stata; poi sarebbe bastato un negoziato in cui si stabilisse la neutralità dell’Ucraina e un’autodeterminazione per il Donbass, come ventilato subito nell’incontro tra i belligeranti ad Ankara, e la guerra sarebbe immediatamente cessata. Invece Biden e la NATO si sono affrettati a dire che sarebbe stata una guerra di lunga durata, Zelensky è andato su tutti i teleschermi del mondo a chiedere armi, gli “Alleati” e Draghi gliene hanno fornito sempre di più, e la guerra è diventata perenne, né Putin ha scatenato l’Armata ex Rossa o ha voluto rischiare i 26 milioni di morti della II guerra mondiale per occupare Kiev e farla finire in fretta. Così la guerra d’Ucraina è diventata una guerra strutturale, non più tra Russia e Ucraina, ma per il nuovo “ordine” del mondo, mettendo ai margini la Russia e la Cina. La guerra mondiale “a pezzi”, lamentata dal Papa, è diventata così una guerra mondiale intera, con un solo “pezzo” votato al sacrificio dai suoi amici, dai suoi nemici e dai suoi cattivi governanti, l’Ucraina. È questa la ragione per cui prendiamo il lutto per l’Ucraina, partecipiamo al suo immenso dolore, vittima com’è di un gioco che la supera. Ma come mai, evitata la terza guerra mondiale per tutto il Novecento, si è preso spensieratamente il rischio di farla nel 2000? La ragione è che tutti sono convinti, o sperano, che non sia una guerra nucleare; Putin ha del resto assicurato che non userà l’atomica se non nel caso che la Russia sia al limite di scomparire come Stato. D’altra parte la dottrina sulla guerra non è più quella virtuosa millantata fino a ieri, solo “di difesa” (come si chiamano ora i ministeri che prima erano “della guerra”) o di reazione a un’aggressione; dopo la catastrofe imprevista delle Due Torri la “Strategia della sicurezza nazionale americana” ha stabilito che non si può lasciare “che i nemici sparino per primi”, la deterrenza non funziona, la miglior difesa è l’attacco, gli Stati Uniti agiranno, se necessario, preventivamente: tutto testuale. Così, esorcizzata l’atomica, Il recupero della guerra, deciso subito dopo la rimozione del muro di Berlino con la guerra del Golfo, si è reso effettivo, ed ecco che ora la guerra è diventata strutturale, fondativa, è stata ripristinata cioè come strutturante delle relazioni internazionali e dell’ordine del mondo, come è sempre stata dall’inizio della storia fino ad ora, indissolubile dalla politica degli Stati; la guerra non solo come continuazione, ma come sostituzione della politica con altri mezzi. Questa è la ragione per farne il ripudio. Nella Costituzione italiana esso già c’è, ma la guerra non si fa mai da soli, se non è ripudiata anche dagli altri il ripudio non funziona. E neanche ci permettono di praticarlo: durante l’equilibrio del terrore, nella divisione internazionale (atlantica) del lavoro a noi era assegnato il compito di distruggere l’Ungheria con i missili da Comiso; chissà perché dovevamo prendercela con l’Ungheria. Poi abbiamo fatto anche noi la guerra all’Iraq, poi da Aviano sono partiti gli aerei che bombardavano Belgrado, ed ora abbiamo riempito di armi l’Ucraina e facciamo anche quella guerra là. Perciò abbiamo preso l’iniziativa di proporre ai candidati al futuro Parlamento di promuovere un Protocollo ai Trattati internazionali esistenti per un ripudio generalizzato della guerra e la difesa dell’integrità della Terra; e in pochi giorni da quando l’abbiamo annunciata, nell’ultima newsletter, le adesioni sono state molte centinaia: un successo, ma soprattutto un impegno e una speranza. E il ripudio deve essere “sovrano”: cioè deve stare sopra a tutto, ed essere propugnato non solo dai governi, ma dai parlamentari e dagli abitanti del pianeta come sovrani. Sul Corriere della Sera si sono domandati poi “dove stanno i cattolici in questa campagna elettorale”, dato che non si preoccupano nemmeno del Credo proclamato da Salvini (ma quale, il credo niceno-costantinopolitano?). Bene, se li cercassero li troverebbero, insieme agli altri, tra i sostenitori di questa iniziativa, tra quelli che vanno a portare gli aiuti all’Ucraina invasa, tra quelli che con la Mediterranea Savings Humans e le altre navi umanitarie tirano fuori i naufraghi dal Mediterraneo e li fanno scampare ai flutti e alla Guardia costiera dei lager libici, finanziata e patrocinata da noi, e in chi ogni domenica chiede la pace dalla finestra di piazza san Pietro. Nel sito pubblichiamo l’appello e il Protocollo da promuovere “per il ripudio sovrano della guerra e la difesa dell’integrità della Terra” con le firme che finora siamo riusciti a registrare; e ai firmatari chiediamo ora di rivolgersi ai candidati alle elezioni, di cui ieri sono state pubblicate le liste, per sapere se vogliono assumerne il relativo impegno.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Robeco: Green bonds, il contesto è particolarmente favorevole per l’Asia

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

A cura di Michiel de Bruin, Portfolio Manager della strategia RobecoSAM Global Green Bonds di Robeco. Il mercato dei green bond dell’Asia-Pacifico (APAC) ha registrato un boom negli ultimi anni, diventando il secondo mercato più grande dopo l’Europa e prima del Nord America. L’aumento delle emissioni di green bond nella regione APAC riflette la tendenza globale orientata agli investimenti ESG, ma lo slancio è particolarmente forte in Asia. Questo boom è il risultato del senso di urgenza nella politica globale in materia di mitigazione dei cambiamenti climatici, nonché della volontà dell’Asia di assumere un ruolo di leadership nel campo degli investimenti sostenibili. Sebbene la forte crescita del mercato sia positiva, l’armonizzazione degli standard nella regione sarà fondamentale per mantenere questo slancio.Anche gli sviluppi e le normative legate al clima in altri mercati hanno contribuito all’espansione del mercato delle “obbligazioni verdi” dell’area APAC. Un esempio fondamentale è rappresentato dalle normative dell’UE, come la Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR), la proposta di una direttiva sulla due diligence orientata alla sostenibilità delle imprese e il sistema di scambio delle quote di emissione (ETS), che hanno indirettamente imposto un nuovo onere “verde” alle imprese e alle società finanziarie asiatiche, che dovrebbero conformarsi agli standard dell’UE per mantenere i legami commerciali con i suoi Stati membri. Un modo per l’Asia di allinearsi al trend di transizione globale è quello di migliorare l’informativa ESG e di rendere più sostenibili gli investimenti attraverso i green bond.Mentre l’UE ha fatto un grande passo avanti con la sua tassonomia verde, molti Stati asiatici come Cina, Giappone, Singapore, Corea del Sud, Malesia e Thailandia hanno sviluppato grandi iniziative per stabilire le proprie tassonomie green. In questa proliferazione di tassonomie che sfidano l’unificazione del mercato dei green bond, la Common Ground Taxonomy (CGT) rappresenta un barlume di speranza. La CGT è stata pubblicata durante la COP26 ed è il risultato della fusione delle tassonomie dell’UE e della Cina. Pur essendo ancora in fase iniziale, potrebbe diventare lo standard in Asia. La stragrande maggioranza dei Paesi dell’area APAC non ha ancora stabilito requisiti obbligatori di informativa ESG, rendendo difficile il confronto tra gli emittenti e impedendo agli investitori obbligazionari di prendere decisioni informate. Le prime linee guida cinesi per l’informativa ESG delle imprese sono state emanate nel giugno 2022. Queste linee guida volontarie offrono un assaggio di ciò che ci si può aspettare dalla futura disclosure obbligatoria cinese. La Cina ha sottolineato il desiderio di sincronizzare i propri standard con i futuri standard ESG globali dell’International Sustainability Standards Board (ISSB). Questi passi segnano l’inizio del dominio cinese all’interno dell’area APAC sulle questioni ESG. Allo stesso tempo, ciò rafforza la qualità dei suoi emittenti ed evidenzia il suo crescente interesse per il mercato dei green bond. Singapore, Hong Kong e Malesia hanno recentemente reso obbligatorie le raccomandazioni di divulgazione della TCFD. Inoltre, Giappone e Taiwan hanno introdotto l’obbligo del bilancio di sostenibilità. La posizione dell’area APAC nel mercato globale dei green bond potrebbe anche essere un mezzo per dimostrare la leadership della regione in un nuovo sistema finanziario in cui l’ESG è pienamente integrato. A nostro avviso, con la prospettiva di un ulteriore miglioramento e crescita, il mercato dei green bond dell’area APAC rappresenta oggi un’interessante opportunità di investimento. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sette notizie positive dal mondo della transizione energetica

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

A cura di Xavier Chollet, Senior Investment Manager e gestore del fondo Pictet-Clean Energy di Pictet Asset Management. La decarbonizzazione, a conti fatti, è qualcosa che ci possiamo permettere. Nell’ultimo paper pubblicato a inizio agosto 2022, un gruppo di ricercatori guidati da Mark Z Jacobson, dell’Università di Stanford, ha stimato che il costo totale del passaggio a un sistema energetico basato al 100% sulle energie rinnovabili entro il 2050 sarebbe di circa 61.500 miliardi di dollari, equivalenti a circa 2.200 miliardi di dollari all’anno, o al 2,5% del PIL mondiale: poco più del 10% dell’attuale investimento annuo di capitale a livello mondiale. Jacobson ha aggiunto che, passando all’energia pulita, il consumo energetico mondiale diminuirà del 56%. Uno dei motivi di questo risparmio è che i sistemi energetici basati sulla combustione richiedono molta energia solo per funzionare. I ricercatori ritengono, infine, che il ritorno sull’investimento tipico di una spesa per la decarbonizzazione sia inferiore ai sei anni.In una ricerca dedicata, pubblicata a luglio 2022, la società di consulenza Boston Consulting Group (BCG) ha sottolineato che circa il 15% delle emissioni globali di carbonio deriva dall’allevamento di bestiame. Le linee di alimentazione di corrente continua ad alta tensione (HVDC) sono ora in grado di portare l’elettricità da aree con un’eccellente disponibilità di energia solare ed eolica alle principali regioni di consumo. Due dei progetti più importanti attualmente in fase di realizzazione sul mercato prevedono la trasmissione di energia dal Marocco al Regno Unito, e dall’Australia a Singapore. L’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA) ha pubblicato un rapporto sul futuro commercio internazionale di idrogeno. Secondo il World Energy Transitions Outlook di IRENA, l’idrogeno coprirà il 12% della domanda globale di energia e ridurrà del 10% le emissioni di CO2 entro il 2050. Il 55% del trasporto avverrà tramite condutture già presenti e riadattate e il resto principalmente via mare, sotto forma di ammoniaca (NH3), un vettore di idrogeno più facile da spostare per grandi distanze rispetto al gas liquido stesso. Tuttavia, l’idrogeno potrà essere considerato come una soluzione veramente praticabile solo quando l’energia necessaria per produrlo si appoggerà a un sistema energetico green, ponendo al centro della transizione una sempre maggiore diffusione delle rinnovabili. Man mano che l’idrogeno diverrà elemento sempre più scambiato a livello internazionale, il settore attirerà investimenti. Soddisfare la domanda globale richiede investimenti per quasi 4 mila miliardi di dollari entro il 2050. Gli strumenti finanziari netti allineati allo zero dovranno sfruttare gli investimenti necessari.La svolta che si è avuta sul mercato americano con la nuova proposta di legge, l’Inflation Reduction Act (IRA)[4], sblocca una parte delle risorse inizialmente previste dall’amministrazione Biden (tramite il piano mai approvato “Build Back Better”, pari a 2.000 miliardi di dollari) destinate alla transizione energetica. IRA è stata definita come la proposta “sull’azione per il clima più significativa della storia degli Stati Uniti”. La proposta stanzia circa 370 miliardi di dollari per programmi energetici e climatici nei prossimi dieci anni, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra degli Stati Uniti del 40% rispetto ai livelli del 2005. Prima della firma finale, il disegno di legge dovrà passare al voto del Congresso, previsto alla fine del terzo trimestre. L’impegno alla transizione energetica arriva anche dalle aziende tra cui, tra le altre, troviamo realtà come Arcelor Mittal e Stripe. Arcelor Mittal, leader della produzione di acciaio mondiale, si è impegnata a porre fine all’utilizzo del carbone al più tardi entro il 2050. Nonostante le difficili condizioni di mercato, le prospettive per la transizione energetica continuano a rimanere solide. La rapida innovazione tecnologica consentirà un’elettrificazione ancora maggiore di trasporti, edifici e fabbriche, mentre solare ed eolico saranno le principali fonti di questa nuova fornitura di elettricità basata sulla competitività dei costi. L’aumento della consapevolezza, l’innovazione tecnologica e il rapido calo dei costi, insieme all’azione politica di lotta contro l’inquinamento atmosferico e il cambiamento climatico, portano a molteplici punti di svolta in questo universo di investimento, sia a livello di iniziative pubbliche che private. Le attuali dislocazioni nei mercati dell’energia continueranno a stimolare gli investimenti delle imprese nelle tecnologie del risparmio energetico, rafforzando al contempo la necessità di abbandonare i combustibili fossili al fine di migliorare l’indipendenza energetica. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Instagram vs TikTok: cosa sta succedendo?

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Partito dall’account della fotografa Tati Bruening (@illumitati), lo slogan “Make Instagram Instagram again” ha sfruttato i meccanismi della viralità contro il suo stesso creatore diventando in poche ore un vero e proprio manifesto internazionale. Sottoscritto da oltre 300mila persone incluse due delle influencer più seguite al mondo, Kim Kardashian e Chiara Ferragni, il suo contenuto è un moto di protesta nei confronti di Instagram, un tempo social network dedicato alle fotografie e oggi sempre più simile a TikTok. L’introduzione di stories e reels, infatti, ha suscitato un malcontento progressivo da parte di sempre più utenti che chiedono a suon di petizioni un ritorno alle origini: un feed fatto solamente di fotografie scattate e pubblicate dagli amici, senza l’intromissione di contenuti pubblicati da account sconosciuti. È giusto che Instagram si sia gradualmente uniformato al colosso cinese, introducendo una struttura basata sempre più su contenuti video? Secondo l’esperto, la risposta è sì. Con oltre 2 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo (oltre 26 milioni solo in Italia) e più di 100 milioni di foto caricate ogni giorno, Instagram è passato negli anni dalle dinamiche dell’intrattenimento all’essere un vero e proprio ecosistema dedicato al business. La ragione di fondo – conclude Mik Cosentino – è proprio questa: i video sono più diretti, arrivano al cuore delle persone e coinvolgono la maggior parte dei sensi dell’essere umano, dall’udito alla vista fino alla sensazione cinestesica. Questa interazione più diretta, insomma, riesce a colmare il gap di attenzione che le persone sperimentano ogni giorno di più”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Master di I livello in Comunicazione scientifica

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Parma Dopo il successo della prima edizione, anche per l’anno accademico 2022-2023 l’Università di Parma propone il Master di I livello in Comunicazione scientifica – http://www.mastercose.unipr.it corso di studi annuale svolto interamente in modalità e-learning, rivolto sia a coloro che intendono intraprendere una professione nell’ambito della comunicazione scientifica, sia a professionisti già inseriti nel mondo della comunicazione o della scienza, che desiderano approfondire le proprie conoscenze e acquisire nuove competenze per valorizzare il proprio curriculum.Il bando recentemente pubblicato e la scheda del Master prevedono che le iscrizioni siano aperte dal 6 settembre al 27 ottobre 2022 e i posti disponibili siano 70: le domande saranno accettate in ordine cronologico di presentazione.Può iscriversi al Master, che rilascia 60 crediti formativi universitari, chiunque sia in possesso di una laurea triennale, magistrale o del vecchio ordinamento, in qualunque ambito.Competenze trasversali per gestire la comunicazione scientifica a 360°Programma didattico: L’obiettivo del Master, nato all’interno del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, è di fornire ai partecipanti, provenienti da percorsi di studio sia scientifici che umanistici, le conoscenze e gli strumenti necessari a formare figure professionali capaci di guidare le strategie e i processi comunicativi legati a tematiche scientifiche e della salute, in grado di gestire la complessità del mondo della comunicazione sfruttando conoscenze interdisciplinari.Gli iscritti saranno preparati a entrare nei campi della comunicazione e del giornalismo scientifico con i vari mezzi di comunicazione, da quelli più tradizionali ai mezzi digitali e social, a predisporre e gestire piani di comunicazione per enti di ricerca, istituzioni pubbliche e private, con particolare attenzione a strutture sanitarie, università, musei scientifici e Centri di ricerca, per il mondo della scuola, nonché per la comunicazione dell’innovazione tecnologica nelle imprese avanzate.Le lezioni saranno guidate da 100 figure tra docenti universitari, giornalisti, comunicatori e divulgatori, esperti e professionisti d’eccellenza nel settore della comunicazione scientifica. Diretto da Susanna Esposito, docente di Pediatria e Primaria all’Ospedale dei Bambini dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, il Master propone un percorso formativo di 1500 ore che comprendono lezioni on line, in modalità sincrona e asincrona, studio individuale, tirocinio o progetto di ricerca ed elaborato finale. In modalità interamente e-learning. Il Master ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e dell’Azienda USL di Parma. http://www.mastercose.unipr.it

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E’ boom per i mutui variabili con cap secondo l’analisi di Facile.it e Mutui.it

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

L’aumento dei tassi di interesse sta cambiando sensibilmente il mercato tanto è vero che, a luglio 2022, 1 domanda di mutuo su 3 era per un variabile con cap, percentuale notevole se si considera che fino a pochi mesi fa 9 su 10 puntavano al fisso. Cambia anche l’identikit dell’aspirante mutuatario: nei primi sette mesi del 2022 una richiesta su 2 è stata presentata da un Under 36 (erano il 35% del totale lo scorso anno); l’importo medio richiesto è aumentato del 2,1%, stabilizzandosi a 140.634 euro, mentre la durata dei piani di ammortamento è salita a 25 anni (era 23 nel 2021). In calo il valore medio degli immobili oggetto di mutuo, sceso a circa 195.000 euro (-6% su base annua).Cosa sta accadendo invece sul fronte dei tassi e quanto costa oggi un mutuo rispetto al passato? L’analisi completa è disponibile qui: https://www.facile.it/ufficio-stampa/comunicati/mutui-boom-per-i-variabili-con-cap.html

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le imprese familiari sono più resilienti?

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Uno studio pubblicato di recente dalla International Private Bank (IPB) della Deutsche Bank ha rilevato che molte aziende tedesche a conduzione familiare riescono ad affrontare meglio crisi complesse come la pandemia di Covid.L’analisi, condotta da Markus Eckey, Head of Investment Banking Solutions (IBS) di IPB, e da Sebastian Memmel, Product Specialist dell’IBS, è giunta alla conclusione che le aziende familiari quotate in borsa presentano dei vantaggi rispetto a quelle che non hanno una famiglia come investitore di riferimento, e ciò le rende più resilienti in tempi di crisi.Lo studio ha rilevato che i prezzi delle azioni delle aziende a conduzione familiare sono tornati ai livelli pre-Covid tre settimane prima. Eckey e Memmel hanno identificato tre fattori che garantiscono una maggiore resilienza nelle crisi: 1. Ancoraggio emotivo. In qualità di investitori di riferimento, le famiglie o i fondatori sono spesso più legati emotivamente all’azienda rispetto agli altri investitori principali. La loro attenzione è rivolta al successo aziendale a lungo termine. Soprattutto nei momenti di crisi, questo può dare maggiore stabilità all’azienda. 2. Canali decisionali brevi. Le imprese familiari sono spesso gestite a livello centrale e il processo decisionale è rapido. Ciò consente di reagire rapidamente alle situazioni di crisi e di adattarsi rapidamente ai cambiamenti. Inoltre, i membri della famiglia occupano spesso posizioni dirigenziali. 3. Stabilità finanziaria. “Le imprese familiari hanno spesso una base di capitale più conservativa, che conferisce loro maggiore stabilità in caso di crisi improvvisa”, spiega Eckey. Ciò si manifesta di solito con equity ratio più elevati. Di conseguenza, le aziende familiari hanno più facilità a garantire la propria liquidità in condizioni di mercato difficili. Un altro dato sorprendente emerso dallo studio è che le aziende familiari quotate in borsa sono più redditizie. Secondo lo studio, il loro return on equity (RoE) è stato in media del sette per cento nel 2020. Per le aziende senza azionista familiare, il RoE medio è stato di meno 11%. Ulteriori informazioni sulla metodologia e sui risultati dello studio in lingua inglese e la versione integrale (paywall) “Impact of COVID-19 on family business performance: evidence from listed companies in Germany” sono disponibili su Emerald Insight.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“L’Alloro fest” al Giardino dei Giusti

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Palermo in via Alloro 90. Si comincia già giovedì primo di settembre alle 20,30 con il concerto del tenore Salvo Randazzo in “Il mio recital per la Kalsa”, a cura dell’associazione Salvatore Pollicino. Nato a Palermo il 28 giugno 1984, sin da giovane Randazzo mostra spiccate qualità musicali che lo spingono a studiare pianoforte al Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo. È ancora adolescente quando decide di dedicarsi allo studio del canto lirico, svolgendo così una intensa attività concertistica in associazioni, fondazioni e istituzioni culturali. Il 2 settembre, sempre alle 20,30 ci sarà il concerto del fisarmonicista Pierpaolo Petta, che suonerà musica popolare albanese. Il 3 settembre alla stessa ora sarà il turno di “In Generale”, reading organizzato da Renzo Botindari dedicato a Carlo Alberto Dalla Chiesa, Emanuela Setti Carraro e Domenico Russo e a cura dell’Associazione Epruno. Il 5 settembre alle 18 c’è la presentazione del libro “L’arbulu nostru – Il nostro albero” di Guseppe Cinà. Seguirà alle 20,30 il concerto dell’Alessandro Visco Quintet con gli allievi del Conservatorio di Musica Arturo Toscanini di Ribera. Il 7 settembre alle 20,30 sarà il turno del reading di Bruna Perraro e Giana Guaiana “Donna chiamata libertà”. L’8 settembre alle 20,30, concerto di Francesca Amato e Francesco Maria Martorana intitolato “Io questo sud”. L’11 settembre alle 10, primo appuntamento con “Turismo di prossimità”, ovvero una serie di eventi per promuovere i comuni siciliani. Si comincia con Partinico e Montelepre, con la visione di una mostra estemporanea di pittura a cura dell’Associazione La Via dei Mulini e la mostra fotografica di Fatima Li Cavoli “Steel Life – La luce racconta…”. Seguirà alle 20 il concerto dei Fearless da Cinisi e dei Tarantula da Montelepre. L’ingresso è libero. Seguiranno altri appuntamenti nel corso del mese. Durante l’intera manifestazione sarà istituita una raccolta fondi per comprare il materiale tecnologico che è stato rubato alla scuola media Leonardo Da Vinci di via Serradifalco a Palermo nelle scorse settimane. L’Alloro fest, la cui direzione artistica è di Giovanni Apprendi, continuerà fino al 30 settembre.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Nuccia Albano, primo medico legale donna della storia della Sicilia, sarà candidata come deputata all’Assemblea regionale siciliana

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

«Dopo una lunga carriera – dichiara il medico – è l’ora di mettersi ad ulteriore disposizione della propria terra e dei propri conterranei. È questa la ragione primaria della mia candidatura alle prossime competizioni regionali. Ho iniziato il cammino politico partendo dalla positiva esperienza delle elezioni per il Consiglio comunale di Palermo. In questi mesi ho incontrato tante persone e, molte di loro, adesso, costituiscono parte integrante del mio progetto politico che vedrà nelle problematiche legate al turismo, prima “industria” siciliana, uno dei capisaldi del mio programma». «Ovviamente – continua Nuccia Albano – in relazione alla mia professione, non posso non pensare ai problemi della sanità, come la carenza di punti territoriali di emergenza per i territori più isolati e la carenza di servizi sanitari specialistici che ogni anno sono fonte di innumerevoli “viaggi della speranza” fuori dalla Sicilia, che arrecano ulteriore danno psicologico, oltre che economico, a famiglie già provate dalla malattia. Poi ci sono tante altre situazioni da tenere in considerazione». «E poi – conclude la Albano – c’è l’economia. Qui penso alla attuazione delle Zone economiche speciali, alle strade provinciali in ordine alle quali la pessima riforma delle ex-province targata Crocetta ha lasciato un vuoto normativo di competenze, la gestione dei fondi del Pnrr e tanto altro che potrete leggere nel programma che stiamo redigendo: dinamico, in continua evoluzione, che si arricchirà raccogliendo problematiche e soluzioni che i cittadini mi vorranno manifestare». Nuccia Albano si è laureata in Medicina e Chirurgia all’’Università di Palermo nel 1977 e si è specializzata in Medicina Legale e delle Assicurazioni nella stessa Università nel 1980, diventando la prima donna siciliana con questo ruolo.La sua storia sarà presto raccontata in un libro di prossima pubblicazione, scritto dal giornalista Vassily Sortino.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Prof. Profeti: “La democrazia ad una svolta”

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

Roma. La democrazia nel nostro paese è oggi ad una svolta? Ne parla con noi il professor Alfio Profeti, di cui pubblichiamo uno scritto sull’argomento.”Oggi più che mai mi sento in dovere di porre l’accento sulla necessità di condividere alcune riflessioni che la realtà del nostro paese impone.Sono un insegnante, ormai prossimo alla pensione, che di fronte all’acceso dibattito elettorale avverte la necessità di chiarire a se stesso come, dopo quasi ottanta anni dalla fine della seconda guerra mondiale, siano presenti nel nostro paese profonde divisioni e contrapposizioni.Durante le mie lezioni di Educazione Civica, ho mostrato ai miei allievi l’importanza di evitare quello che Calamandrei sottolineava come “sia un po’ una malattia dei giovani, l’indifferentismo”.Gli esiti delle ultime campagne elettorali comunali, regionali e nazionali hanno sempre più espresso una maggioranza di cittadini che hanno rinunciato ad esercitare il proprio diritto a scegliere i propri rappresentanti.L’appello del 26 Gennaio 1955 di Piero Calamandrei ad un impegno da parte dei giovani volto a superare quelle divisioni e contrapposizioni che la seconda guerra mondiale ha determinato, con lo scopo di realizzare una convivenza democratica, rispettosa della dignità di ogni cittadino, favorendo il pieno sviluppo di ogni persona umana, ad oggi non ha avuto un risultato concreto: la classe politica che in tutti questi anni ha governato il paese non è riuscita a dare risposte ai problemi che ogni italiano sperimenta sulla propria pelle, alimentando ed approfondendo dinamiche conflittuali.Per questo mi chiedo se il suggerimento di Mauro Scardovelli, che scrive nel suo saggio “Dall’Io al Noi, la via per un mondo nuovo”:“Abbiamo il compito, tutti noi insieme, di portare avanti una straordinaria rivoluzione, antropologica e spirituale. Una rivoluzione, un’azione collettiva, allegra, pacifica e democratica, che traghetti l’umanità dalla sponda del potere-dominio esclusivo dei pochi sui molti, alla sponda dell’amore reciproco-comunitario-inclusivo, come previsto dalla nostra Costituzione”, possa tratteggiare una strada percorribile.Purtroppo la proposta di Scardovelli ha le caratteristiche più di un sogno, di un’utopia.Ritengo comunque che sconfiggere l’esercito di quelli che bussano alle nostre porte con offerte miracolose, non sia sufficiente una difesa passiva.Ciò che può favorire i giovani ad un comune impegno è tradurre le nostre idee nel nostro mettere i piedi nella storia, attraverso una piena disponibilità all’ascolto, per comprendere, evitando fraintendimenti ed ambiguità, impegnandoci in un rispettoso dialogo inter-generazionale, evitando di parlare gli uni sugli altri, compito di cui dobbiamo assumere la piena responsabilità”.Prof. Alfio Profeti (fonte: ComunicatiStampa.net)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Akanda Bolsters Leadership Team to Scale Medical Cannabis Platform Across Europe

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

London. International medical cannabis platform company Akanda Corp. (“Akanda” or the “Company”) (NASDAQ: AKAN) today announced that it has appointed Tom Flow to the role of Chief Operating Officer of Akanda and Managing Director of Holigen, and Steven George to the role of Commercial Director, effective September 1, 2022. The Company believes that these two hires will enhance its leadership direction and boost profitability across the European medical cannabis market. Mr. Flow is an accomplished global business leader with over 15 years of direct cannabis industry experience with an emphasis on facility design and operations, including multiple large scale EU GMP certified cultivation facilities. He is the co-founder of a number of cannabis companies during this time, namely MedReleaf Corp. which was subsequently sold to Aurora Cannabis (ACB-NASDAQ) in a transaction valued at C$3.2 billion, The Flowr Corporation (“Flowr”) (FLWR-TSXV) where he held executive roles including CEO, COO, President and Managing Partner, and Holigen Limited which the Company acquired from Flowr in May 2022. Mr. George joins Akanda with extensive experience in the financial services and cannabis sectors. After beginning his career in business development roles within financial services, in 2017, he moved to Portugal to obtain his MBA and started working in the European cannabis industry the following year. In that time, he served as both Iberian Country Manager and European Alliance Manager at Tilray (TLRY-NASDAQ), where his accomplishments included Tilray receiving the first ACM (marketing approval) for a cannabis dried flower in Portugal during his tenure and managing the first medical cannabis exports out of Portugal to Europe and Israel. In July 2021, Mr. George left Tilray and started offering independent advisory services to cannabis clients across the European region. Both Mr. Flow and Mr. George will be based in offices at Akanda’s indoor premium cultivation facility in Sintra, Portugal.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ISMA -RHINA Digital 2022 – Interactive Workshops

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2022

EAACI ISMA-RHINA Digital Meeting 2022 taking place digitally on 4-5 November 2022.Besides lectures, you will have the opportunity to take part in 7 different interactive workshops and Interactive Method Workshops. These are Special sessions which allow delegates to meet in small groups with outstanding researchers and clinicians in the field.This format is designed to facilitate informal discussions, allowing participants to present their questions and gain new insights. Access is limited and reserved to pre-registered participants.The cost is 10 EUR per session to be charged in addition to the ISMA-RHINA Digital 2022 registration fee.If you have already registered to ISMA-RHINA and would like to attend a workshop, please send an e-mail to registration@eaaci.org, and we will assist you to add the workshop to your registration package! 04 November – 10:45 – 12:00: ISMA Interactive Workshop 1 Potential and Limitations of BAT & Co 04 November – 13:45 – 15:00: RHINA Interactive Method Workshop 1 How to organize your AIT- Clinic 04 November – 15:15 – 16:30: ISMA Interactive Workshop 2 Clinical Allergology for the Scientist 05 November – 10:45 – 12:00: ISMA Interactive Workshop 3 Carbohydrates as IgE Epitopes 05 November – 13:45 – 15:00: RHINA Interactive Method Workshop 2 Nasal sampling and provocation 05 November – 15:15 – 16:30: ISMA Interactive Workshop 4 Insect Venom Allergens 05 November – 15:15 – 16:30: RHINA Interactive Method Workshop 3 E-Health

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »