Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Archive for 2 agosto 2022

Parma: Festival della creatività contemporanea

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

Parma 10 settembre – 30 ottobre 2022 presenta i percorsi di alcuni protagonisti del sistema artistico contemporaneo le cui opere saranno in dialogo con gli spazi espositivi della città, in un percorso multimediale e sinestetico dedicato al tema PASSAGGI / PAESAGGI. Non solo mostre e progetti espositivi ma anche talk e incontri che confermano la natura partecipativa e relazionale di PARMA 360, nonché la sua vocazione a incoraggiare e diffondere l’arte contemporanea e gli artisti emergenti, attraverso la valorizzazione del patrimonio artistico parmense trasformato in un vero e proprio museo diffuso sul territorio. Anche in questa edizione, infatti, luoghi sia istituzionali che privati come palazzi storici, torri medioevali, spazi di archeologia industriale riconquistano il loro valore aggregativo e si arricchiscono di nuove valenze semantiche. Ogni visitatore, attraverso il proprio device, è in grado di aggiungere e amplificare gli elementi sonori nello spazio. ánemos si configura come un ambiente contemplativo, un percorso di ascolto e di scoperta in cui la percezione temporale è sospesa. L’installazione sarà accompagnata da due percorsi paralleli che ne permetteranno un’ulteriore lettura: la mostra fotografica di Vito Frangione, un’esplorazione autoriale del lavoro di Tresoldi con un testo critico di Bianca Felicori, e i block notes di Studio Azzurro, un racconto dei loro processi e delle loro visioni artistiche. Nell’ambito della macro-opera realizzata dall’autore israeliano Yuval Avital con il titolo Bestiario della Terra, progetto dell’anno di Reggio Parma Festival 2022, che si snoda nel corso dei mesi con un palinsesto composto da esposizioni monografiche, installazioni e grandi eventi, Persona è la terza mostra e rappresenta l’indagine sulla maturità, dopo le due precedenti svolte sull’infanzia, con Anatomie squisite (Musei Civici di Reggio Emilia), e sull’adolescenza, con Lessico Animale. Prologo (APE Museo di Parma). In questa tappa, che si svolge nel settecentesco edificio di Palazzo Marchi, sono in mostra le celebri maschere sonore di Yuval Avital. Persona in passato significava maschera in quanto il termine italiano proviene dal verbo latino personare, formato da per = attraverso + sonare = risuonare, con riferimento agli attori del teatro classico che “parlavano attraverso” la maschera lignea che indossavano in scena. Il Torrione Visconteo, Torre medievale che sorge in via dei Farnese, di fronte al palazzo della Pilotta, ospita il progetto site-specific Camminando contaminando dell’artista Francesca Pasquali, autrice riconosciuta nel campo dell’arte contemporanea nazionale e internazionale per la sua ricerca legata alle materie plastiche. Lo Spazio Vetreria di Italia Veloce, sede e laboratorio di “Italia Veloce”, storica officina di Parma all’avanguardia nella realizzazione di biciclette di lusso e design, a partire dal 30 settembre 2022, ospita CINEMATICA illustrazione in movimento, mostra curata dalla galleria torinese Caracol e Camilla Mineo, dedicata a quattro grandi illustratori e illustratrici tra i più affermati del panorama italiano: Riccardo Guasco, Fabio Consoli, Marina Marcolin, Ilaria Urbinati. Come ogni anno, anche in questa sesta edizione del festival, l’Edicola liberty di Piazza della Steccata viene rivestita con un progetto dedicato all’illustrazione contemporanea, realizzato in collaborazione con illustation.it e con il supporto di Servizievole. Il Festival abbraccia attivamente tutta la città e si arricchisce del Circuito off 360 VIRAL per coinvolgere il pubblico in un percorso nel centro storico con l’obiettivo di rilanciare e promuovere la fervida cultura artistica già presente sul territorio e supportare le attività commerciali. All’appello sono chiamati gli spazi creativi della città: ristoranti, negozi, esercizi vari per una ricca e curiosa offerta espositiva. (abstract) http://www.parma360festival.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Attacchi ransomware: colpita 1 organizzazione su 40 a settimana

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

Dopo la notizia dell’attacco ransomware indirizzato all’Agenzia delle Entrate, Check Point Software Technologies condivide i preoccupanti numeri mondiali del fenomeno ransomware: gli attacchi colpiscono 1 organizzazione su 40 a settimana e i tre settori più bersagliati sono: governo/militare, istruzione/ricerca e sanità. Le tensioni geopolitiche in aumento e l’hybrid working hanno portato a un aumento del ransomware del 59% su base annua. Nel secondo trimestre del 2022, CPR ha registrato un picco storico: un aumento del 32% degli attacchi informatici globali, rispetto al secondo trimestre del 2021, raggiungendo una media settimanale di 1,2 mila attacchi. Consigli per la prevenzione del ransomware Eseguiti il backup. Assicuratevi di eseguire il backup dei dati, possibilmente in modo costante e per tutta l’azienda. Siate proattivi. Vale la pena di mettere a punto una strategia di risposta; in altre parole, cosa fareste se la vostra organizzazione dovesse essere colpita da ransomware? Utilizzate la scansione e il filtro dei contenuti. Un metodo comune per gli hacker è quello di indurre i dipendenti a fornire le proprie credenziali di accesso tramite un link o a scaricare un file contenente malware. Potete proteggervi da queste minacce implementando una scansione e un filtro dei contenuti. Mantenete i sistemi aggiornati. Assicuratevi di mantenere i vostri sistemi aggiornati con le ultime patch. Formate i vostri dipendenti. Gli attacchi ransomware sono spesso il risultato di una scarsa formazione e/o di cattive abitudini dei dipendenti. Assicuratevi conoscano le best practice della sicurezza informatica, come la scelta di una buona password, evitare la divulgazione delle proprie password, o fare attenzione a link e contenuti che appaiono sospetti.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dl aiuti: Unc, decontribuzione? Quanto e quando?

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

“E’ evidente che un provvedimento strutturale che intervenga definitivamente sulla decontribuzione dei lavoratori dipendenti, destinato tutto ad aumentare il netto in busta paga e non a ridurre il costo del lavoro per le imprese, è da preferire a un bonus una tantum” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”L’unico problema è quando e quanto? Molte famiglie, infatti, non ce la faranno a pagare le bollette della luce di luglio e agosto. Il vantaggio del rinnovo del bonus di 200 euro e che i soldi sarebbero potuti arrivati tutti subito e non diluiti nel tempo. Inoltre, se il taglio dei contributi non durerà per sempre, ma solo fino a dicembre, allora si tratta sempre di un intervento una tantum, con l’unica differenza che i soldi arriveranno a rate” aggiunge Dona. “Per il resto, il taglio dell’Iva potrebbe funzionare solo se riguardasse anche l’Iva al 10% e non solo quella al 4%, che produrrebbe invece un risparmio teorico a famiglia pari in media solo a 90 euro, peraltro ipotizzando che i commercianti riducano il prezzo senza trattenerne neanche una minima parte dell’azzeramento dell’Iva. Anche in caso di famiglie numerose, la sostanza non cambierebbe. Il risparmio per una coppia con 2 figli sarebbe pari solo a 122 euro e 78 cent su base annua, ben sotto il bonus di 200 euro. Senza contare che la coppia potrebbe incassare due bonus da 200 euro” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mastella (Sindaco di Benevento): “In Campania valiamo il 9%, il 5% in Puglia, ma nessuno ci chiama”

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

“Noi abbiamo presentato un sondaggio: in Campania noi siamo una forza reale e valiamo il 9%. In Puglia arriviamo al 5%, in Basilicata al 4% e in Molise al 5%. Noi siamo un’entità: avere un 2% nazionale non ha senso, ma il 9% in Campania è essenziale perché modifica lo status delle vicende, si instaura così un effetto di trascinamento.” Così Clemente Mastella, sindaco di Benevento e leader di Noi di Centro, intervenuto a 24 Mattino su Radio 24. “La formula è già stata usata con De Luca, occasione in cui le aree di centro sono state talmente forti (7%) per cui abbiamo vinto rispetto al centro destra. Però se questa logica non si segue io non chiedo nulla a nessuno, né qualcuno mi ha chiamato. Noi ci presentiamo per i fatti nostri.” Aggiunge Mastella: “In alcuni collegi noi ce la giochiamo contro il PD, per esempio a Benevento domani per eleggere il Presidente della provincia e noi vinceremo. Letta non mi ha chiamato, dal territorio sì, sono tutti preoccupati. La mia tesi è questa: l’Ulivo ha vinto con me nel 2006, dopo non ha più vinto un’elezione. La Sinistra è arrivata al governo con espedienti, una volta pur essendo contro la Lega è stata con la Lega e anche con i 5 Stelle, per giochetti parapolitici, non per la politica. Noi correremo da soli, perché in alcune realtà come quella di Benevento e Avellino, mancando al PD la spinta del 5 Stelle che oggettivamente in Campania raggiunge comunque il 9%, il PD perde il 20%” Mastella (Sindaco di Benvento): “Il PD si rischia il sud. Perdendo la Campania, perdono in partenza” “Il Sud se lo rischia il PD. In Molise e in Basilicata con noi può vincere una coalizione o l’altra, mentre Campania e Puglia sono numeri grandi a livelli nazionali. Lo scarto per tentare di recuperare può avvenire in queste regioni e non in altre.” Così Clemente Mastella, sindaco di Benevento e leader di Noi di Centro, intervenuto a 24 Mattino su Radio 24. “La Campania è la seconda in Italia, dopo la Lombardia. Perdendo la Campania perdono in partenza.”

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Senato. Malan (FdI): no a ideologismi sul linguaggio

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

“Fratelli d’Italia è l’unico grande partito della storia d’Italia ad essere guidato da una donna, e oltre a lei annovera molte donne in ruoli di spicco. Così si dimostra attenzione all’apporto femminile nel mondo delle istituzioni. Non con norme-manifesto ideologiche da campagna elettorale. Ci siamo astenuti sull’emendamento Maiorino sul cosiddetto ‘linguaggio di genere’ perché riteniamo che l’evoluzione del linguaggio non si faccia per legge o per regolamento, ma attraverso l’evoluzione del modo di pensare e parlare dei popoli. Imporre che in tutti i documenti del Senato si debba scrivere, ad esempio, non più ‘i senatori presenti’ ma ‘i senatori e le senatrici presenti’, non più ‘i componenti della Commissione’ ma ‘le componenti ed i componenti’, ha davvero poco senso. Nessuno, infatti, né oggi né all’epoca della Costituente, ha mai pensato che quando la Costituzione dice che ‘I senatori sono eletti a suffragio universale’ si intende che le senatrici sono elette in un altro modo. Le donne si difendono con il criterio del merito, con adeguati sostegni a chi le assume, con città sicure dove possono uscire da sole, con attenzione a donne e uomini che si occupano della famiglia. È curioso notare, infine, che quasi tutti i sostenitori del linguaggio ‘di genere’ hanno sostenuto il Ddl Zan, per il quale il ‘genere’ è opinabile, auto-attribuita e mutevole”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Lucio Malan, componente della Giunta del Regolamento del Senato.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Letta: “Ci siamo noi o Fdi”

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

“Dobbiamo immaginare un ritorno al sistema bipolare che può essere agevolato politicamente visto che il maggioritario è stato indebolito. Per questo ha ragione Letta quando fa la constatazione: ‘Ci siamo noi o Fdi’. Una frase che bipolarizza la campagna elettorale con due partiti che si assumono la responsabilità del governo”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia intervenendo ad Agorà mattina. Sulle osservazioni relative al simbolo di Fratelli d’Italia, il vicepresidente osserva: “La fiamma c’era anche nel simbolo di Alleanza nazionale con Gianfranco Fini e non è mai stato un problema. Era vicepresidente del Consiglio e perfino ministro degli esteri, non mi risulta che qualche Capo di Stato straniero gli abbia contestato l’uso di quel simbolo. La fiamma poi non è affatto simmetrica alla falce e martello perché, diversamente dal simbolo del comunismo, esiste dal secondo dopoguerra. Quindi smettiamola con questa storia. Fratelli d’Italia nasce da una costola di An. Anzi addirittura del Msi, e ne rappresentava l’ala anti-nostalgica e modernizzatrice, quella che collaborava con il Direttore della Caritas diocesana Mons Luigi Di Liegro il quale partecipò, con Enrico Gasbarra e Roberto Giachetti, a una storica assemblea antirazzista dentro una sede missina. Dopo che i nostri militanti avevano dormito in tenda a fianco agli immigrati che subirono l’aggressione da parte di naziskin. Quella che consegnò nell’inaugurazione dell’anno accademico de La Sapienza al Rabbino capo Toaff una lettera aperta contro ogni forma di razzismo e antisemitismo, quella che difese il centro per malati di Aids nel quartiere romano dei Parioli dall’assalto di quei Comitati benestanti che oggi stanno col Pd. Racconto questi fatti perché un conto è fare dichiarazioni e proclami altro conto è mobilitare un intero mondo e assumere concretamente posizioni radicali verso fenomeni di intolleranza o complicità con il razzismo”. Per quanto riguarda la ripartizione dei seggi Rampelli precisa: “Non siamo così voraci e prepotenti. Il criterio da cui si desumono le conclusioni che questi giorni campeggiano sui giornali è quello che è stato sempre usato e che ha fatto valere la media di tutti i principali sondaggi, stabilendo conseguentemente la ripartizione. In questo modo si avrebbe la ripartizione delle candidature con il 50% a Fdi e il 50% suddiviso tra Forza Italia e Lega. Queste sono le regole. Poi troviamo assurdo che a ogni legislatura si cambi la legge elettorale con l’intenzione di alterare gli equilibri.” Saremmo in un sistema maggioritario, previsto all’origine dal Mattarellum, che però è stato manipolato per arrivare a un pareggio sostanziale che consentisse il varo del modello ‘premier esterni’. E dal 1993 a oggi l’Italia ha avuto con Ciampi, Dini, Monti, Conte e Draghi una serie di premier non eletti dai cittadini, tradendo così- ha concluso Rampelli- la natura stessa della democrazia parlamentare, e abbiamo avuto premier frutto di manovre di palazzo come anche per D’Alema, Amato, Letta, Renzi e Gentiloni”.

Posted in Politica/Politics | Leave a Comment »

Rincari. Ma guarda se ci tocca difendere Amazon…

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

E’ la classica espressione con gli occhi al cielo di chi, giocoforza ma onesto (crediamo ed auspichiamo….), non può che riconoscere che anche il più riccazzo dei riccazzi ha ragione. Amazon ha deciso, dal prossimo gennaio, di aumentare il costo del suo servizio Prime (consegna veloce pacchi e tv on demand), da 36 si passa a 50 euro. Fior fiore di analisti, pro e contro, si stanno spendendo nel capire, giustificare o attaccare, non rendendosi conto che se a casa tua decidi che nel piatto di pasta consideri 100 grammi invece dei classici 125, sono fatti tuoi e i tuoi ospiti, se si lamentano, vadano pure a mangiare altrove. Noi prendiamo atto che dopo il divampare delle crisi low cost in generale (aerei soprattutto), sarebbe stato strano che tale “crisi” non avrebbe dovuto toccare la più assurda delle assurdità della globalizzazione: comprare un fiocchetto da 3 euro su Amazon e vederselo recapitare il giorno dopo (magari domenica) a casa propria da corriere privato in livrea e spesso sorridente. A suo modo, è quello che sta facendo l’altro gigante dell’economia transnazionale Netflix, con l’aumento dei suoi prezzi e l’introduzione di una fascia di pubblicità con riduzione delle scelte di film. Chi si lamenta, si metta pure un tappo in bocca ed imploda per propria borosità. Sembra come quei consumatori che talvolta chiamano i nostri uffici e si lamentano che a qualunque ora del giorno dall’altro capo del telefono non ci sia un esperto in successioni ereditarie o in investimenti in borsa e, quando si degnano di ascoltare le spiegazioni su come avere un consiglio, si indignano perché, oltre il consiglio che diamo comunque gratuitamente, non ci facciamo carico di rappresentarli – gratis ovviamente – financo in Cassazione o alla Corte di Giustizia europea. Ora, il paragone Aduc/Amazon lascia il tempo che trova. Per carità. Ma è specchio di una degenerazione umana ed economica che democrazia e globalizzazione – mescolate con furbizia, propensione permanente all’evasione fiscale, finta povertà, disperazione ideologica continua, etc – che ha preso piede e che ci vorrà tempo prima che capisca che non si trattava di realtà. In queste settimane, sui social, va per la maggiora sputare su un famoso quanto antipatico imprenditore che nei suoi ristoranti vende la pizza a prezzi 5 volte superiori alla media. A parte che immaginiamo i prezzi siano noti agli avventori, per noi la può vendere anche a quanto fa un famoso chef campano che propone una pizza a 8.000 euro ma… basta non andarci e, per chi lo ritene saggio, prendere in giro chi apre il proprio portafoglio a certe “oscene” offerte gastronomiche. Bene, queste persone che vorrebbero la messa all’indice di questi riccazzi delle pizze, hanno le stesse logiche di chi si lamenta che Aduc non risponde H24 con esperti ai suoi telefoni e che Amazon si è posto il problema che è finita l’era dei regali per promuovere i propri servizi, al pari delle low cost aeree e non solo.Torniamo e incominciamo a vivere in un mondo dove 2+2 faccia quattro, anche se – vicenda della caduta del governo Draghi docet – abbiamo tendenza a credere in santi, madonne, fattucchieri e imbonitori che sono tali per il nostro bene. Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La campagna di trasformazione del pomodoro 2022 è partita

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

Lo è stata con qualche giorno di anticipo e, purtroppo, con qualche preoccupazione in più. Uno scenario particolare nel quale si combinano la precoce maturazione dei frutti conseguente alle alte temperature delle scorse settimane, per cui ormai tuti gli stabilimenti produttivi hanno avviato la trasformazione, e le tante incognite che caratterizzano un contesto economico quanto mai incerto, di cui bisogna tenere conto già in questo inizio di campagna. In ordine sparso: la siccità, in particolare nel bacino Nord, la difficoltà nel reperire manodopera stagionale sia nei campi che nell’industria, l’esponenziale aumento dei costi delle materie prime, degli imballaggi primari e secondari e soprattutto delle risorse energetiche e il crescente rischio di pericolose speculazioni, mettono in grande difficoltà uno dei comparti più rappresentativi e importanti dell’industria alimentare italiana.Per questa campagna di trasformazione, in Italia sono stati messi a coltura 65.180 ettari – con una riduzione dell’8,5% rispetto all’anno record 2021 – di cui 37.024 nel Bacino Nord (-4,1% rispetto alla scorsa campagna) e 28.156 nel Bacino Centro Sud (- 13,6% sul 2021). Sulla base di questi dati e considerando quanto fatto in media negli anni scorsi, si può prevedere una produzione tra 5.2 e 5.4 milioni di tonnellate.Naturalmente, si tratta di stime e il volume delle produzioni dipenderà sia dalle rese agricole che da quelle industriali, anche in ragione della qualità della materia prima conferita sulla quale l’attenzione dell’industria resta alta dovendo garantire un prodotto finito che rispetti gli elevati standard dei nostri derivati: la qualità rappresenta, infatti, da sempre un must per le nostre aziende.“I rincari, che hanno raggiunto livelli senza precedenti non solo in termini di quantità ma soprattutto per la generalità degli elementi di costo interessati, hanno fatto lievitare enormemente i costi di produzione. – dichiara Marco Serafini, Presidente di ANICAV – Il comparto sarà messo a dura prova, ma restiamo fiduciosi confidando nelle capacità di resilienza dei nostri imprenditori che cercheranno, almeno in parte, di attutire le conseguenze di tali aumenti incidendo sui propri margini”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La sfida “ALL Organic” per rendere resiliente e autonoma la produzione alimentare dell’Unione europea

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

Il progetto di ricerca ALL Organic, coordinato dal CREA, il maggiore ente di ricerca italiano in agroalimentare, intende promuovere e mettere a rete esperienze e modelli in grado di supportare lo sviluppo di sistemi alimentari biologici diversificati, con l’obiettivo di attivare e sostenere le produzioni biologiche in condizioni di resilienza, coinvolgendo gli attori del sistema alimentare, dal campo alla tavola.Sette partner di 5 nazioni dell’Europa e del Nord Africa (Estonia, Polonia, Romania, Italia e Algeria) uniranno i loro sforzi per testare le ipotesi che lo sviluppo di sistemi di coltivazione biologica diversificati, co-progettati, adattati localmente, sia una strategia efficace per migliorare la biodiversità, per ridurre l’impatto di parassiti e malattie diminuendo la dipendenza dai prodotto per la difesa fitosanitaria, per utilizzare in modo efficiente le risorse e i sottoprodotti agricoli, riducendo gli sprechi e le perdite di nutrienti e per mitigare l’impatto dei cambiamenti climatici, garantendo la stabilità delle rese.In Italia, il Living Lab agroecologico è attivo in Basilicata, aggregando aziende biologiche di produzione e della trasformazione con la facilitazione di ricercatori Crea e della Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica (FIRAB). A seguito di un primo incontro promosso a fine aprile presso la stazione sperimentale del Crea a Metaponto, al quale hanno partecipato una trentina di operatori biologici, è stato appena attivato un percorso di confronti con singole aziende biologiche e attori territoriali per far emergere competenze, esperienze e saperi che potranno arricchire il bagaglio informativo collettivo all’interno del Living Lab e l’identificazione di persone/aziende risorsa su tecniche e approcci rilevanti sui temi della diversificazione. Il primo giro di incontri ha messo in evidenza una grande ricchezza di esperienze sui fronti dell’autoproduzione di mezzi tecnici (quale il vermicompost), della coltivazione e selezione di materiale genetico eterogeneo (come le popolazioni evolutive di frumenti, fagioli e pomodori) e della integrazione consociativa di colture erbacee ed arboree in seno alle aziende biologiche e a un’azienda pubblica del territorio quale quella dell’ALSIA di Rotonda.È a partire da queste esperienze che si nutrirà il Living Lab nel corso di una serie di scambi socio-tecnici e di approfondimenti scientifici ed esperienziali conseguenti. Attraverso il coinvolgimento attivo di agricoltori, ricercatori e gli altri attori del sistema agroalimentare interessati nella co-progettazione, monitoraggio e valutazione di pratiche e tecnologie agricole, la comunità dei living lab potrà infatti identificare e affrontare gli ostacoli in modo più efficace.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso ordinario secondaria

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

L’amministrazione scolastica dovrà fare svolgere a chi era in quarantena da Covid, e non si era potuto presentare alle verifiche fissate dal Ministero, delle prove suppletive del concorso ordinario organizzato per assumere 32.000 nuovi docenti su posti comuni e di sostegno nella scuola secondaria di primo e secondo grado previsto dal decreto n. 499/20 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 34 del 28 aprile 2020: l’importante risultato è stato voluto e raggiunto dai legali Anief, in difesa di decine di docenti candidati in più regioni italiane, la cui tesi è stata ritenuta corretta dal Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (terza sezione bis). Il concorso, ricordiamo, prevede lo scritto e poi un’orale di non oltre 45 minuti.Il Tar del Lazio, accogliendo l’istanza cautelare, ha disposto un’Ordinanza nella quale spiega che “considerato che la parte ricorrente, posta in quarantena per motivi attribuibili ai provvedimenti adottati dall’autorità sanitaria in relazione all’emergenza epidemiologica da Covid-19, non hanno potuto partecipare alla prova concorsuale” per titoli ed esami, “in quanto oggettivamente impossibilitati”, dovrà ora “essere predisposta una sessione suppletiva quando ci saranno le condizioni di sicurezza sanitaria”. “Abbiamo portato a casa l’ennesima vittoria di giustizia – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – perché non era possibile escludere dei candidati costretti a stare a casa perché positivi al Covid. Si tratta di una motivazione eccezionale che necessita di risposte eccezionali, invece ancora una volta l’amministrazione si è chiusa nel suo ‘fortino’ di norme e di burocrazia. Noi però potevamo accettare questo sopruso e abbiamo portato la questione dal giudice. Che ha giustamente permesso l’organizzazione di prove aggiuntive. Ancora una volta possiamo dire che, sempre grazie ad Anief, alla lunga la giustizia ha avuto il sopravvento sull’indifferenza e le rigidità amministrative”, conclude Pacifico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Mancate immissioni in ruolo docenti, da Gps assunzioni solo su sostegno

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

Quanti saranno i posti non assegnati, per mancanza di candidati, delle oltre 94mila immissioni in ruolo di nuovi docenti? Anief ha previsto che a finire a supplenza annuale sarà circa la metà del contingente autorizzato dal Mef per l’individuazione dei nuovi insegnanti a tempo indeterminato. Il problema è noto: vi sono diverse graduatorie ad esaurimento vuote, soprattutto nella scuola secondaria e al Nord, e anche molte graduatorie concorsuali non ancora pubblicate. Anche la stessa call veloce, creata “per mettere a disposizione di GaE e docenti inseriti nelle Graduatorie di merito dei concorsi di altre regioni/province i posti residui dalla procedura ordinaria di immissioni in ruolo – potrebbe, dopo il flop del 2020 (solo 2.000 assunzioni) essere ancora una volta scartata a causa dei vincoli di territorialità dopo l’assunzione”, scrive giustamente la stampa specializzata. Come “scialuppa di salvataggio” si sarebbero potete utilizzare le graduatorie provinciali per le supplenze, solo che l’amministrazione considera utili per le immissioni in ruolo solo i docenti precari inseriti nella prima fascia GPS per i posti di sostegno.“Quello di limitare le immissioni in ruolo da Gps alla prima fascia di sostegno – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – è un grave errore dell’amministrazione, che farà perdere tantissime assunzioni a tempo indeterminato e andrà a gonfiare ulteriormente il numero delle supplenze annuali. Considerando i ritardi nella formazione delle graduatorie di merito e la mancanza di aspiranti in tante GaE, occorreva estendere la procedura anche alle discipline comuni, dove sono collocati tanti docenti abilitati all’insegnamento e con anni di esperienza. Non è stato fatto e dopo avere denunciato tutto al Comitato europeo per i diritti sociali e al Comitato dei Ministri del Consiglio europeo, ci accingiamo a portare la questione nei tribunali italiani, perché dalle Gps possono arrivare tanti docenti per essere assunti in ruolo”, conclude Pacifico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma ha finalmente il suo Patto per la Lettura

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

E’ lo strumento previsto dalla legge Piccoli-Nardelli del 2020, che ha come obiettivo la promozione e la valorizzazione del libro e della lettura, mettendo in rete il comune con tantissime realtà territoriali pubbliche e private. La Giunta di Roma Capitale ha infatti dato il suo via libera a una delibera, proposta dall’assessore alla Cultura, Miguel Gotor, con la quale si approva il “Patto locale per la lettura di Roma Capitale”, all’interno del quale il comune verrà rappresentato dall’istituzione Biblioteche di Roma. Il patto vedrà il coinvolgimento dei Municipi e vi hanno già aderito 417 tra associazioni, asili, scuole di ogni ordine e grado, Onlus, case editrici, teatri, università, librerie, aziende ed enti pubblici.I Patti locali per la lettura sono strumenti riconosciuti dalla legge n. 15 del 2020 come principali mezzi per l’attuazione del Piano Nazionale d’Azione per la Promozione e il Sostegno della Lettura e sono promossi dal Centro per il Libro e la Lettura (Cepell). L’obiettivo è quello di facilitare il radicamento della lettura come abitudine individuale e sociale diffusa, promuovendo la creazione di una rete territoriale che coinvolga le istituzioni pubbliche e realtà del mondo della formazione, della cultura, del sociale e dell’economia.Il Patto per la Lettura di Roma Capitale, oltre a promuovere il valore della lettura, punta alla valorizzazione della lingua italiana attraverso la diffusione delle opere dei grandi autori del passato e del nostro tempo. Inoltre, promuoverà interventi mirati per specifiche fasce di lettori e per territori con più alto tasso di povertà educativa e culturale, anche al fine di prevenire o di contrastare fenomeni di esclusione sociale.I primi sottoscrittori hanno potuto aderire al progetto attraverso un avviso pubblico pubblicato dalle Biblioteche di Roma il 14 luglio e in pochi giorni sono state raccolte centinaia di adesioni da parte di realtà locali e nazionali operanti nella Capitale. L’avviso resterà aperto per i prossimi tre anni e sarà aggiornato periodicamente.“Il compianto Luca Serianni, tragicamente scomparso pochi giorni fa, era solito ricordare che ‘la lettura rientra in quelli che sono i bisogni fondamentali, niente è in grado di sostituirla’ – così l’assessore Gotor – E con questa iniziativa Roma intende proprio riconoscere la lettura come diritto fondamentale e imprescindibile per tutti e come strumento centrale per promuovere lo sviluppo culturale, civile e sociale della città. Il fatto rilevante – ha aggiunto Gotor – è che in poco più di dieci giorni hanno aderito al Patto per la Lettura una galassia di realtà di ogni tipo diffuse su tutto il territorio cittadino, dall’Accademia romanesca ai ragazzi di Zalib, passando per le librerie, le scuole e importanti attori del mondo della cultura e dell’editoria che operano a Roma. Un risultato eccezionale che vogliamo rafforzare ancora: in autunno, infatti, organizzeremo un grande appuntamento durante il quale, insieme ai sottoscrittori presenteremo pubblicamente il progetto alla cittadinanza”, ha concluso.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Ospedale Papa Giovanni XXIII, ha effettuato i primi due interventi su bambini con la chirurgia robotica

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

Bergamo. È un intervento al colon per la malattia di Hirschsprung la prima operazione robot-assistita realizzata all’Ospedale di Bergamo su una paziente in età pediatrica, di soli 10 anni. Il secondo intervento, effettuato su una bambina di tre anni, ha permesso la rimozione di una neoplasia toracica. Le due operazioni sono state effettuate nei mesi di giugno e luglio 2022. La malattia di Hirschsprung o megacolon congenito agangliare, è una patologia rara che rende necessaria una complessa operazione chirurgica in più fasi, tra le quali rientra una delicata asportazione chirurgica del tratto terminale del colon e del retto, privo di cellule nervose e quindi malato. È stata questa la fase effettuata per la prima volta a Bergamo su una paziente di soli dieci anni con l’ausilio del robot. Nel caso del secondo intervento, l’approccio tradizionale avrebbe richiesto un’ampia incisione chirurgica e difficoltà tecniche. L’utilizzo del robot ha permesso una rimozione della neoplasia toracica rapida e sicura, ma soprattutto radicale, anche grazie all’ingrandimento ottico (la cosiddetta ‘magnificazione’) delle immagini consentita dal sistema robotico. Al termine solo minime incisioni chirurgiche che nel tempo non lasceranno traccia. Un vantaggio da un punto di vista psicologico per la bimba e la sua famiglia. L’equipe chirurgico-pediatrica del Papa Giovanni, diretta da Maurizio Cheli, ha realizzato le due procedure con il tutoraggio del Gaslini di Genova, con il quale esiste una stretta collaborazione reciproca per la chirurgia digestiva ed epatologica. Prosegue l’estensione dell’utilizzo del robot ad un impiego multidisciplinare, per la cura cioè di patologie appartenenti a diverse discipline medico-chirurgiche, in linea con le indicazioni di Regione Lombardia. Da anni, anche grazie a un periodo di utilizzo del robot in condivisione e per periodi alternati con un altro ospedale lombardo, al Papa Giovanni sono trattati sia i tumori della prostata e renali dalla Urologia sia alcuni tumori dell’utero, tra cui quello dell’endometrio, dalla Ginecologia. Con l’arrivo, a novembre 2020, del nuovo robot in dotazione esclusiva al Papa Giovanni sono stati introdotti gli interventi di rimozione dei tumori del colon da parte della equipe della Chirurgia 1 addominale e toracica. La Chirurgia pediatrica rappresenta la quarta linea di sviluppo del programma.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Webidoo incentiva manager e consulenti commerciali con un piano di stock option

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

Webidoo spa, azienda italiana specializzata nella digital transformation delle PMI, ha varato un piano di stock option (SOP) emettendo un basket di azioni da destinare alle figure strategiche per la crescita del gruppo.Il beneficio non riguarderà infatti solo i manager della società ma anche i consulenti commerciali, con il chiaro intento di evidenziare l’importanza della forza vendita per lo sviluppo industriale atteso nei prossimi anni.La decisione è stata presa nel 2021, in occasione dell’ultimo aumento di capitale, che ha visto l’ingresso del fondo 8a+ di Banca Generali e di Tim Venture nella compagine societaria. Il consiglio di amministrazione ha deliberato il regolamento e individuato i beneficiari del piano con l’obiettivo di premiare i collaboratori che hanno contribuito in maniera significativa al business e allineare i beneficiari agli obiettivi di crescita della società, il cui raggiungimento determina un progressivo incremento del valore delle azioni stesse.Il Piano SOP 2022-2026 è uno strumento in grado di focalizzare l’attenzione dei beneficiari verso fattori di interesse strategico, favorendo la fidelizzazione e incentivando la permanenza in azienda di soggetti di particolare rilievo per lo sviluppo del piano industriale del gruppo. Il regolamento prevede, per ciascun beneficiario, la possibilità di esercitare il 100% delle opzioni assegnate anno dopo anno, fino al 2026, in funzione dell’effettiva permanenza nel gruppo.webidoo lancia questa iniziativa in un momento di forte crescita, supportata da un piano di assunzioni e ricerca del personale in tutta Italia, con focus particolare sull’ampliamento del team commerciale. recruiting.webidoo.it/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fish Oil Producer Daudruy Van Cauwenberghe finds in Sustainability the Key to Thriving in a Booming Global Market

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2022

In recent years, the global fish oil market has experienced exponential growth due to the increasing interest in its beneficial properties. Business projections indicate that this upward trajectory will continue, with an annual growth of 6%. As a result, the global fish oil market is expected to reach USD 3603 million by 2030. Under this scenario, the need for the fish oil sector to align with the Sustainable Development Goals is even more urgent.In this context, French fish oil producer Ch. Daudruy Van Cauwenberghe & Fils (DVC) has earned special recognition from Friend of the Sea, the certification program from the World Sustainability Organization, for persistently working to implement sustainable practices. Daudruy Van Cauwenberghe achieved the Friend of the Sea sustainability certification in 2019 and has since maintained the distinction thanks to its effective commitment to sustainability.Based in Dunkirk, in Northern France, the history of Ch. Daudruy Van Cauwenberghe & Fils goes back to 1827. The refinery plant was established in 1966 by Charles Daudruy. Until today, it’s managed by the Daudry Van Cauwenberghe family, who has successfully led the company into the XXI century, standing up to the new challenges.DVC produces and commercializes a wide range of marine oils for different industries, from animal feed and aquaculture to pet food. Fish oil comes from the tissue of oily fish such as anchovies, sardine, sprat, and herring, among many other species, rich in omega-3 fatty acids. These precious acids are indispensable in aquaculture, animal nutrition, supplements.A specialist in marine oils, DVC developed high expertise in producing and supplying elaborate oils. The company uses fish oil from Friend of the Sea sustainable-certified sources. Likewise, Daudruy Van Cauwenberghe has successfully proven to comply with the Friend of the Sea criteria for refining fish oil. That includes well-managed sources of fish oil and fishmeal ingredients, traceability, and social accountability.Being part of the Friend of the Sea certification program is part of the broader sustainable management policy by the company’s leadership, following a CSR approach that seeks to engage in the ecological transition, revitalize the territory and ensure the quality of life at work.In addition, Daudruy Van Cauwenberghe started a carbon footprint project in January 2022 to assess the environmental impact of the company’s activities.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »