Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Archive for 5 luglio 2020

10° edizione di Mezzano Romantica: Spettacoli dal 10 luglio al 5 settembre 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Mezzano (Trentino). Il cartellone, organizzato dal Comune di Mezzano e affidato alla direzione artistica di Francesco Schweizer, prenderà il via venerdì 10 luglio con un appuntamento teatrale, che vedrà in scena Lisa Galantini e Denis Fontanari in “BOCCACCesco”, letture e racconti liberamente ispirati al Decamerone di Giovanni Bocaccio. Sarà una piacevole serata in cui si potranno ascoltare alcune delle più divertenti novelle scritte da Boccaccio, in cui a colpi di arguzia, sensualità̀ e riso, le donne e gli uomini del suo tempo (ma anche del nostro) si sfidano, si raccontano, si traggono in inganno e si amano. Dal Decameron gli attori spazieranno ad altri testi e autori, sempre rielaborando la tematica del racconto durante l’isolamento, tornato di attualità con le recenti vicende.Un concerto corale si terrà nella chiesa di Mezzano domenica 19 luglio, tradizionale e partecipatissima festa della Madonna dei Carmeni: ad esibirsi il coro femminile Francesco Sandi di Feltre diretto da Maria Canton, che si è distino in numerosi concorsi corali tra cui il prestigioso Concorso Internazionale Guido d’Arezzo e che presenterà opere di Mendelssohn, Schultz, Sato e melodie tradizionali.Per la musica da camera, venerdì 31 luglio il diciannovenne pianista tedesco Jakob Aumiller, talentuoso studente del Conservatorio di Trento, già premiato in numerosi concorsi, presenterà un impegnativo e coinvolgente programma spaziando fra le più significative composizioni di Beethoven, Chopin, Rachmaninof e Prokovief.
Un’altra serata teatrale sarà proposta giovedì 6 agosto: in scena lo spettacolo dal titolo “Ciò che non può morire mai”, con l’autore e attore Claudio Tomaello e il chitarrista Stefano Bonato. Si tratta di un percorso musicale e narrativo all’interno del mondo delle fiabe, alla scoperta delle loro origini, del loro linguaggio e della loro inestimabile potenza di cambiamento. La narrazione musicale condurrà gli spettatori attraverso fiabe provenienti da diverse tradizioni, rivelando quale sia l’ingrediente segreto dell’Amore.
Sabato 22 agosto si avrà la straordinaria occasione di ascoltare il Quartetto di Venezia, così definito dalla critica “La perfetta padronanza tecnica e la forza delle interpretazioni, caratterizzate dalla spinta verso un valore assoluto propria dei veri interpreti, pongono il Quartetto di Venezia ai vertici della categoria e fra i pochissimi degni di coprire il ruolo dei grandi Quartetti del passato”. Il Quartetto di Venezia ha suonato in alcuni tra i maggiori Festival Internazionali e in luoghi iconici in Italia e nel mondo, tra cui la National Gallery a Washington, il Palazzo delle Nazioni Unite a New York, la Sala Unesco a Parigi, IUC e Accademia Filarmonica Romana a Roma, le Serate Musicali – Società del Quartetto – Società dei Concerti di Milano. In programma musiche di Mozart, Wolf e Brahms. Lo compongono Andrea Vio e Alberto Battiston al violino, Mario Paladin alla viola, Angelo Zanin al Violoncello.
L’ultimo appuntamento della stagione si terrà sabato 5 settembre: sarà ospite del Festival una formazione cameristica di grande prestigio, l’Hèsperos Piano Trio, formato da Filippo Lama al violino, Stefano Guarino al violoncello e Riccardo Zadra al pianoforte. Il Trio è stato apprezzato dalla critica per “l’eccezionale equilibrio sonoro che regna tra i tre artisti, per non parlare della chiarezza, della pulizia tecnica, del naturale scambiarsi le frasi in nome di una musicalità accesa e matura”. Il sodalizio tra i tre musicisti, forte di uno spontaneo e naturale affiatamento, è basato sulla condivisione di percorsi di vita musicale molto diversi ma convergenti, che comprendono una ricca rete di esperienze solistiche, cameristiche, orchestrali e didattiche di livello internazionale. In programma musiche di Martucci e Brahms.Gli spettacoli sono gratuiti e si terranno tutti (salvo quello di domenica 19 luglio) al Centro Civico di Mezzano alle ore 21.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra personale dedicata all’artista contemporaneo Maurizio Donzelli

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Cortesi Gallery LUGANO espone la mostra personale dedicata all’artista contemporaneo Maurizio Donzelli – THRESHOLDS. L’esposizione presenta un progetto site-specific, caratterizzato dalla selezione di nuove opere, concepite per essere in dialogo con lo spazio della galleria.Attraverso la mostra, è possibile vedere come l’artista sperimenti i materiali; infatti, ogni serie di opere ha un involucro completamente diverso.Ogni opera tratta il tema del crossing over, mettendo in evidenza uno degli aspetti paradigmatici della ricerca di Maurizio Donzelli: il suo lavoro sull’immagine tra evidenza e latenza, trasformazione e apparenza. Cortesi Gallery è lieta di condividere un video realizzato in occasione della mostra in cui sarà possibile visualizzare le opere esposte accompagnate dall’intervento dell’artista stesso.
Cortesi Gallery LUGANO is delighted to invite you to visit the solo show dedicated to the contemporary Italian artist Maurizio Donzelli – THRESHOLDS.The exhibition presents a site-specific project, characterized by new works, specifically conceived to be intended in a dialogue with the gallery space.Through the show, it is possible to see how the artist experiments with materials; in fact, each series of works has a completely different wrapping.Each work treats the theme of crossing over, highlighting one of the paradigmatic aspects of Maurizio Donzelli’s research: his work on the image between evidence and latency, transformation and appearance. Cortesi Gallery is pleased to share a video made on the occasion of the exhibition in which it will be possible to see the works displayed accompanied by the presentation of the artist.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Trasferimento di sede, 40 mila docenti non l’hanno ottenuto

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Nelle ultime ore si sono completati i trasferimenti dei docenti, con poca soddisfazione per tantissimi candidati della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado: sono infatti oltre 40 mila gli insegnanti di ruolo a cui è stata respinta la domanda. I numeri sono stati forniti dallo stesso ministero dell’Istruzione: guardando i dati ufficiali, a fronte di “96mila i docenti effettivamente coinvolti – al netto delle domande non accoglibili – 78.881 le donne e 17.696 gli uomini – ha comunicato il MI – le domande soddisfatte a livello nazionale sono state 55.008”. Degli oltre 40 mila docenti rimasti “al palo”, molti avevano chiesto uno spostamento interprovinciale: “Siamo ancora tantissime fuori regione, 8.000 trasferimenti sono solo briciole”, scrive una docente sui Social. Tra gli scontenti ci sono gli immessi in ruolo 2019 (ex Fit) “bloccati per 5 anni senza possibilità di chiedere la mobilità”, coloro che hanno svolto servizio nelle paritarie, chi si è visto valutare parzialmente il servizio pre-ruolo, chi non si è visto valutato il periodo di sostegno da supplente, chi è portatore di disabilità o deve assistere un genitore invalido. Secondo l’Ufficio Studi dell’Anief le lamentele hanno fondamento, perché in diversi casi la loro richiesta poteva essere accolta: per questo motivo il sindacato ha avviato una serie di ricorsi al Giudice del Lavoro.Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “soltanto una parte delle domande di mobilità sono state accolte, nonostante ci siano migliaia e migliaia di posti disponibili. Questo è avvenuto senza tenere conto di una precisa Ordinanza del Consiglio di Stato, in base alla quale i posti vacanti vanno assegnati ai trasferimenti. Ci sono migliaia di casi di docenti che stanno da anni e anni lontano da casa, per via dei blocchi quinquennali, pure in presenza di insegnanti che godono dei benefici della Legge 104 del 1992. Ancora di più dopo il Covid, che ha portato al distanziamento sociale e alla mancata libertà di movimento, esasperando i problemi di lontananza dai propri familiari. Bisogna capire perché è stato negato loro il diritto alla famiglia, che invece va contemplato con quello al lavoro. Il sindacato può dare le opportune istruzioni per capire se vi sono i presupposti per ricorrere e ottenere il trasferimento”.Le domande di trasferimento dei docenti di ruolo hanno avuto esito positivo nel 49.053 dei casi: il ministero dell’Istruzione ha comunicato che ad avere avuto accesso alla mobilità territoriale sono stati il 54,3%, “per un totale di 8.000 spostamenti circa fuori Regione garantiti agli insegnanti”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Le priorità per uscire dalla crisi sono creare reti pronte al futuro e puntare all’inclusione digitale”

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

“Dietro alla pandemia ci sono altre sfide che daranno forma al nostro futuro: il cambiamento climatico e l’impatto delle attività umane sull’ambiente, l’urbanizzazione, lo sviluppo economico e umano, la debolezza di infrastrutture, servizi e sistemi che credevamo più resilienti”: è sul domani che si snoda la riflessione di Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia pubblicata su “Genio & Impresa” (genioeimpresa.it). Come spiega sul web magazine di Assolombarda, la situazione generata dallo scoppio del Coronavirus impone una riflessione sulla rete, strumento che nei mesi dell’emergenza si è rivelato vitale: “Mai come oggi è emersa l’importanza di creare reti pronte al futuro, una necessità che può materializzarsi d’improvviso sotto la spinta di fenomeni nuovi. Da qui il bisogno di lavorare per eliminare le disparità di accesso alla rete e porre fine al digital divide culturale”. Cambiare è fondamentale, soprattutto perché la situazione attuale è destinata a durare secondo l’AD di Cisco Italia: “Ogni azienda deve rendersi conto che la “nuova normalità” è qui per restare ed è importante affrontarla insieme”. Come fare dunque per far fronte a questo mutamento epocale? Prosegue Santoni: “Le competenze devono evolversi. Non possiamo più permetterci né l’esclusione economica, culturale e infrastrutturale dall’accesso alle reti e alle possibilità che offrono, né di non sfruttare il potenziale delle persone, delle comunità, della trasformazione sociale che è possibile alimentare anche attraverso la tecnologia”. Non solo, l’AD di Cisco Italia ritiene centrale il potenziamento delle reti per supportare il lavoro da remoto: “Solo nella prima settimana di lockdown il traffico online è aumentato del 33%. Sono necessarie reti che sappiano offrire la fluidità e le caratteristiche utili a sfruttare con efficacia gli strumenti di comunicazione e collaborazione in video. È importante poter accedere in modo efficace e scalabile alle risorse in cloud”. Un altro fattore fondamentale secondo Santoni è la sicurezza, dal momento che più si amplia l’accesso alla rete tanto più aumenta la superficie di attacco. Sulla ricetta per uscire dalla crisi Agostino Santoni sembra avere le idee chiare: “Se vogliamo che il nostro sistema economico e il sistema Paese recuperino e mantengano la competitività, dobbiamo fare leva su un digitale disponibile per tutti e moltiplicarne il valore grazie al nostro ricco capitale umano e alla nostra creatività. È necessario che tutte le controparti adottino una visione collettiva nello sviluppo del loro business, puntino sulle competenze delle persone, si considerino cittadine di una comunità in cui il digitale diventi il motore per costruire un futuro più inclusivo e al contempo per avere un business più competitivo”. Cogliere questa sfida e saper trarre vantaggio dalla situazione attuale diventa quindi un imperativo: “È un’occasione che non possiamo perdere. Il digitale offre alle aziende la possibilità di ripensare i propri processi e la propria operatività, ottenere più efficienza, produttività e tagliare i costi. Con il cloud è possibile ottenere le soluzioni più evolute senza “importare” nell’azienda la complessità, con l’IOT si possono far “parlare” gli asset delle nostre imprese, raccogliere dati e informazioni con cui alimentare i processi decisionali, avere tecnologie di rete sempre più autonome, intelligenti e intrinsecamente sicure”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

No al Mes sì a Bot patriottici e moneta fiscale

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

“La moneta fiscale può rappresentare la principale alternativa all’eccessivo indebitamento, verso il quale vogliono spingerci gli alleati europei e la loro avanguardia italiana, il Pd. È inaccettabile, che dopo avere per anni impedito all’Italia qualunque appesantimento dei conti pubblici sul filo dei decimi di punto, ora gli stessi protagonisti del rigore insistano forzatamente per farci indebitare di molti punti percentuali rispetto al Pil. È questo il caso del Mes, un trattato internazionale ad oggi immodificato e contenente condizionalità, come ben chiarito in queste ore dal presidente Commissione Bilancio del Parlamento europeo Overtveldt, e che prevede concretamente il rischio della Troika in Italia. Fratelli d’Italia ritiene, invece, che con la strada dei Bot patriottici e della moneta fiscale, cioè dei crediti di imposta cartolarizzati, sia possibile immettere liquidità nel sistema senza aggravare la posizione debitoria verso l’estero, che ci porrebbe -de facto- in uno stato di subordinazione”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi segretario della Commissione Finanze e Tesoro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dialoghi con il mondo del cinema

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

E’ la nuova rubrica della Consulta Universitaria del Cinema (CUC), l’associazione italiana dei docenti e dei ricercatori universitari di cinema, fotografia, televisione e media audiovisivi.La rubrica dedicata al confronto con il mondo delle istituzioni e dei diversi operatori coinvolti nella produzione e nella promozione culturale del cinema. Direttori di festival, registi, sceneggiatori, attori ed esponenti dell’ambito produttivo, film commission, esercenti, responsabili di archivi e istituzioni cinetecarie, critici cinematografici e referenti ministeriali interverranno in dialogo con la Consulta.«L’urgenza di una riflessione intorno alle conseguenze della pandemia sul settore dello spettacolo, e del cinema in particolare – spiega Giulia Carluccio, presidente CUC – è stata espressa con forza, attraverso mozioni e interventi di associazioni di categoria, e discussa in diverse sedi istituzionali, oltreché ampiamente segnalata dai media. Una riflessione che necessariamente deve accompagnarsi (e si è accompagnata) a una nuova progettualità, all’elaborazione di risposte e modalità inedite che devono poter trovare adeguate forme di sostegno, unitamente alla difesa e al recupero di quanto l’emergenza Covid-19 ha messo fortemente in crisi».
MAKING ØF intende intervenire nel vivo di questa riflessione e di questa progettualità, mettendo in dialogo la Consulta Universitaria del Cinema con i diversi interlocutori del mondo politico e culturale del cinema. I primi tre appuntamenti sono in programma a luglio 2020 e riguarderanno i festival, le cineteche e la critica. Si comincia lunedì 6 luglio con Alberto Barbera, direttore artistico della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, e Stefano Francia di Celle, direttore del Torino Film Festival. Si prosegue lunedì 13 luglio con Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna e co-direttore del festival Il Cinema Ritrovato. Si conclude prima della pausa estiva lunedì 20 luglio con Steve della Casa, critico cinematografico e conduttore del programma radiofonico “Hollywood Party”. Fanno parte della redazione di MAKING ØF Giulia Carluccio (Università di Torino), Emiliano Morreale (Sapienza Università di Roma), Andrea Minuz (Sapienza Università di Roma), Vito Zagarrio (Università Roma Tre) e Giovanna Maina, membri della Consulta Universitaria del Cinema.I soci e le socie CUC potranno partecipare attivamente agli incontri accedendo alla piattaforma Zoom alle ore 18.30. Per tutto il pubblico gli incontri verranno trasmessi anche in live streaming sulla pagina Facebook http://www.facebook.com/consultacinema.
http://www.consultacinema.org/makingof

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Un Borgo di Libri ed Autori» alle «Grotte Mangiapane»

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

«Verrà riproposta anche per l’estate 2020, nel pieno rispetto delle attuali restrizioni sanitarie, la rassegna letteraria (curata dal «Centro Studi Dino Grammatico») che lo scorso anno ha visto un’entusiasmante partecipazione di pubblico proveniente da tutto il territorio della provincia e di turisti presenti nell’Isola. Il proposito è quello (attraverso la diretta Facebook) di essere alla portata di tutti e, soprattutto, che possa far trascorrere dei sereni momenti di approfondimento culturale, riportandoci alla normalità di un tempo. L’edizione 2020, che si svolgerà sempre presso la suggestiva sede dell’«Associazione Museo Vivente» (che annualmente organizza il celebre «Presepe Vivente di Custonaci»), prevede tre presentazioni di libri ed ha ricevuto il patrocinio dell’«Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana». Nel merito «Un borgo di Libri ed Autori – Letture sotto le Stelle», in omaggio proprio al celebre borgo di Scurati, inizierà (23 luglio) con la presentazione di «Ammagatrici», coinvolgente raccolta di undici storie di arcane figure femminili siciliane dal fascino intramontabile, di Marinella Fiume. La seconda serata (6 agosto) vedrà come protagonista «Mercato nero», ovvero l’avvincente racconto di un’indagine condotta nelle vie intricate e caotiche del centro storico di Palermo, di Gian Mauro Costa. La terza serata (20 agosto) concluderà la rassegna con il volume «L’Ora, edizione straordinaria», che è uno spaccato, raccontato direttamente da un suo importante cronista, della storia recente della Sicilia, con Francesco La Licata. Ciascuna presentazione verrà trasmessa, a partire dalle 21.30, in diretta streaming sulla pagina Facebook del «Centro Studi Dino Grammatico» (www.facebook.com/csdinogrammatico/).

Posted in Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Covid e lo spettro della stagflazione

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

A cura di Patrick Zweifel, Chief Economist di Pictet Asset Management. I grossi quantitativi di denaro che le banche centrali hanno immesso nel sistema finanziario globale per contenere l’impatto economico della pandemia di Covid hanno sollevato lo spettro dell’inflazione. Potrebbero portare a una crescita incontrollata dei prezzi? Oppure, peggio ancora, a quel processo di stagflazione debilitante che ha travolto diverse parti del mondo negli anni Settanta? Riteniamo di no.L’esperienza del decennio scorso ha reso evidente che il quantative easing (QE) non porta automaticamente a un aumento dei prezzi al consumo. Per molti, tuttavia, gli attuali timori di inflazione si basano sul fatto che le più recenti misure adottate dalle banche centrali sono in molti casi più incisive rispetto al QE che fu lanciato all’indomani della crisi finanziaria globale. Sempre più spesso, queste comprano infatti asset privati e stanno di fatto monetizzando gli enormi deficit pubblici. Il timore è che gli stimoli monetari e fiscali – rispettivamente mezza volta e tre volte superiori a quanto fatto in risposta alla crisi finanziaria globale – potrebbero trasformarsi in un carburante per l’inflazione. La buona notizia è che il Covid difficilmente condurrà a quella stagflazione che ha aggredito il mondo durante la crisi energetica degli anni Settanta. La combinazione di una rapida crescita dei prezzi di un elevato tasso di disoccupazione è stata un caso unico avvenuto 50 anni fa, ma che non sembra ripresentarsi in questo momento. La questione adesso risiede nel capire se l’impatto della pandemia di Covid sulle economie sarà analogo a quello registrato negli anni Settanta. Riteniamo di no. Da un lato, l’attuale shock dell’offerta non è come lo shock petrolifero di cinquant’anni fa, al quale l’economia di allora non era preparata. Ma questo non significa che non vi siano rischi.
Ci paiono possibili due tipi di shock dell’offerta. Nel primo caso, i lavoratori potrebbero chiedere aumenti salariali in vista dell’aumento dell’inflazione, minacciando di alimentare una spirale negativa. La situazione potrebbe essere rafforzata da salari minimi ancora più alti, in quanto i politici potrebbero cedere alle pressioni populistiche. Nel secondo caso, alcune merci e servizi potrebbero diventare più costosi, in quanto i produttori devono rispondere ai nuovi regolamenti imposti dai timori delle autorità per la salute pubblica – come gli aumenti dei costi nell’ambito della ristorazione e dei mezzi di trasporto, per adeguarsi alla necessità di distanziamento fisico. La deglobalizzazione potrebbe ulteriormente danneggiare le reti di offerta e imporre un aumento dei costi. Le restrizioni sulle importazioni ora coprono il 7,5% del commercio mondiale, rispetto a meno dell’1% nel 2009.Nel frattempo, un impulso potrebbe ancora alimentare un aumento della domanda. Soprattutto da quando, diversamente da una decina d’anni fa, il sistema bancario gode di una migliore condizione di salute, il che lo rende più disposto e capace a trasferire liquidità all’economia sotto forma di creazione di credito. Contemporaneamente, una porzione maggiore dell’impulso attuale è diretta agli utenti finali, alle famiglie e alle aziende.In ultimo, tutti questi stimoli potrebbero accelerare la produzione in anticipo rispetto al potenziale dell’economia. Ciò si potrebbe verificare se le misure adottate per controllare il Covid dovessero causare un crollo della produttività. O, più probabilmente, se le reazioni della politica fossero esagerate, come potrebbe suggerire il recente aumento del reddito delle famiglie statunitensi – salito del 13,4% in un mese, ossia il doppio del precedente maggiore aumento, avvenuto nel mese di maggio del 1975. In questo caso, l’inflazione potrebbe ripresentarsi. Ma non è un rischio che intravediamo nel breve termine. E certamente non ci aspettiamo ritorno agli anni Settanta.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Leave a Comment »

Alberghi per la Gioventù: il Parlamento sollecita intervento

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Non ha ancora una soluzione la salvaguardia delle funzioni dell’ente Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù, anche a seguito delle reiterate sollecitazioni da parte del Parlamento, compreso un ordine del giorno approvato all’unanimità dalla Camera dei Deputati, la cui rete di strutture, la distribuzione e il radicamento in ogni regione italiana svolgono un prezioso ruolo sociale ed educativo, oltre ad essere opportunità di conoscenza del nostro Paese, a livello nazionale e internazionale, garantendone anche crescita e coesione sociale. Solo negli ultimi 60 giorni sono state presentate, proprio sul tema, 8 interrogazioni parlamentari, da parte dei Gruppi Parlamentari di maggioranza e opposizione, al Ministro del Turismo, Dario Franceschini, ed al Governo. Ma, ad oggi, ancora nessuna risposta. E intanto l’ente rischia la definitiva chiusura.
«Ho sempre ritenuto che il territorio debba essere al centro del sistema mentre c’è sempre stata una profonda spaccatura tra questo e gli ospedali, due mondi che hanno sempre dialogato poco e male. Nessun ospedale riuscirà mai a soddisfare il bisogno del territorio, per questo serve una rete che funzioni, che scambi informazioni, che ottimizzi lo sforzo che ognuno quotidianamente fa nel proprio ambito. Chiedo a Senior Italia un nuovo incontro anche con la Commissione Salute per parlare del futuro della presa in carico del paziente cronico alla luce di quanto emerso oggi, per lavorare a un modello nuovo basato sulla prevenzione, sulla comunicazione tra i vari attori, sulle nuove tecnologie» ha dichiarato Giuseppe Simeone, Presidente della Commissione Sanità della Regione Lazio.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cup Lazio: Soluzioni per ridurre le liste di attesa

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Criticità nell’accesso al Cup, sale operatorie ancora quasi ferme anche nell’ambito della cardiologia, crollo dell’aderenza alla terapia e aumento degli infarti per timore del contagio da parte dei pazienti, queste alcune delle difficoltà dei pazienti in questo periodo segnalate da Senior Italia FederAnziani nell’incontro con il Presidente della Commissione Sanità della Regione Lazio Giuseppe Simeone che ha visto coinvolte le diverse società medico-scientifiche e organizzazioni dei medici riunite nell’Advisory Board costituito da Senior Italia FederAnziani per presentare proposte ai decisori in questa fase post-lockdown.Tra le criticità segnalate, la difficoltà dei pazienti anziani nel seguire le terapie in queste mesi di sospensione delle visite e dei controlli. In particolare nel paziente iperteso si è riscontrato un calo del rispetto delle terapie assegnate dal medico, fatto che, assieme alla riduzione del monitoraggio della salute attraverso le visite, genera potenziali problemi per la salute dei pazienti. La cardiochirurgia sta riprendendo in maniera molto lenta, la specialistica ambulatoriale in ambito cardiologico ha programmato ma ancora ci sono problemi logistici e di organizzazione del personale, quindi siamo di fronte a una ripresa lenta che penalizza le patologie croniche che riguardano soprattutto gli over 65. Nel periodo di lockdown si è registrato un calo del 50% per infarto rispetto all’anno precedente a causa del timore di contagio, superiore al timore del rischio infarto. Nel lockdown si è persa anche la possibilità di essere seguiti dal medico per i pazienti affetti da malattie respiratorie che richiedono un monitoraggio costante della loro salute. In quest’ambito l’altro grave problema è lo stop alle nuove diagnosi, venute meno in questi mesi. Occorre recuperare il sommerso, per curare al meglio i pazienti e impedirne l’accesso in ospedale dove devono arrivare solo i pazienti con grave insufficienza respiratoria. In area diabetologica è emersa più che mai la necessità di investire in tecnologia per far sì che tutti gli ambulatori siano forniti di strumenti adeguati, cartella clinica in primis, e ben collegati ai medici di medicina generale. Anche gli interventi di cataratta stanno ripartendo tra mille difficoltà.
«Nel Lazio abbiamo 1.700 specialisti con una media di 20 ore settimanale. Portandole a 38 potremmo recuperare ogni mese mezzo milione di prestazioni. Nel Lazio al momento ci sono 1.200.000 prestazioni da recuperare e altrettante di diagnostica per immagini. Non c’è bisogno di andare a cercare i medici da altre parti: sono risorse umane già presenti nel sistema, e questa soluzione avrebbe costi inferiori rispetto ad altri progetti che si stanno mettendo in campo in questo momento. Con un investimento strutturale potremmo ridurre anche le attese che c’erano prima del Covid» ha dichiarato il Segretario Generale di Sumai Assoprof Antonio Magi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Imprese: principi di revisione e controlli interni

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Il Consiglio e la Fondazione Nazionale dei Commercialisti hanno pubblicato l’informativa periodica “Valutazione e Controlli”, uno strumento incentrato sulle iniziative del Consiglio Nazionale in tema di principi di revisione e controlli interni, principi italiani contabili e principi italiani di valutazione. In questo dodicesimo numero, nella sezione dedicata ai Principi Contabili Nazionali, si fa un richiamo all’OIC 33, con il quale l’Organismo di Contabilità ha portato a termine il progetto di transazione agli OIC per le imprese che adottano gli IFRS. In relazione agli ultimi eventi, ci si è soffermati, inoltre, sull’analisi dell’impatto dell’emergenza sanitaria da COVID-19, richiamando il documento di ricerca redatto dalla Fondazione Nazionale Commercialisti e da S.I.D.R.E.A, la Comunicazione dell’Organismo di Contabilità relativa all’OIC 9, il Documento interpretativo sempre dell’Organismo di Contabilità, con cui si analizzano le “Disposizioni temporanee sui principi di redazione del bilancio” in relazione al D.L. n.23/2020 e, per finire, il documento di ricerca redatto dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti con il Consiglio Nazionale in ordine al trattamento contabile relativo alla cancellazione dell’imposta IRAP.Tra i temi analizzati nella sezione sui Principi Italiani di Valutazione, spazio al documento edito dall’OIV con il contributo del CNDCEC che ha esaminato, attraverso un confronto tra esperti, gli aspetti più controversi in fase di valutazione e identificato le soluzioni più consone in base allo specifico contesto valutativo.Nell’area dedicata ai principi di revisione, invece, tra gli argomenti trattati, vi è il documento congiunto CNCDEC e FNC sull’attività svolta dai sindaci-revisori ai tempi dell’emergenza COVID-19, oltre al documento del CNDCEC relativo al primo incarico di revisione legale nelle nano-imprese. Con quest’ultimo documento si vogliono fornire alcune indicazioni per il sindaco-revisore nominato in ottemperanza a quanto previsto dal D.Lgs. n. 14/2019.L’informativa si chiude con un paragrafo dedicato ai controlli interni, in cui viene analizzata una pronuncia del Giudice del registro delle Imprese, in merito all’iscrizione della delibera assembleare di nomina dell’organo di controllo monocratico (sindaco unico), in quanto carente del requisito di professionalità specifica rappresentato dalla iscrizione nel registro dei revisori legali di cui all’art. 6 del D.Lgs. n. 39/2010.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Osservatorio Anbi sulle risorse idriche italiane

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Pur rimanendo superiore allo scorso anno, la portata del fiume Po è più che dimezzata rispetto alla media storica (a Pontelagoscuro, 922 metri cubi al secondo contro una media di mc/sec 1.999): è questo il dato più significativo del bollettino settimanale diffuso dall’Osservatorio ANBI sulle Risorse Idriche.“Non è ancora tempo di lanciare allarmi ma, considerando il periodo estivo che stiamo per affrontare, è evidente la necessità di cominciare a concordare scelte che, nel rispetto delle priorità di legge, rendano compatibili i diversi interessi, che gravano sulla risorsa acqua – sottolinea Massimo Gargano, Direttore Generale dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e della Acque Irrigue (ANBI) – L’Autorità di Bacino Distrettuale monitora costantemente la situazione e fornirà utili indicazioni in occasione della prossima riunione dell’Osservatorio sul fiume Po, già convocata per il 9 Luglio.”
In linea con il trend, che si sta registrando, è il progressivo, seppur previsto, abbassamento del livello dei grandi laghi del Nord (solo quello di Como, però, è sotto media), che fungono da riserva per la sete della Pianura Padana; conseguentemente restano in media i fiumi lombardi (Brembo, Adda, Mincio, Ticino, Chiese), mentre sono in calo i corsi d’acqua piemontesi (ad eccezione della Dora Baltea), ma soprattutto quelli dell’Emilia Romagna, dove Savio, Taro, Trebbia sono sotto media e dimezzati rispetto all’anno scorso, così come il Secchia che registra addirittura il minimo storico mensile con una portata di mc/sec 1,91.Non va meglio per i fiumi veneti, ad eccezione del Piave: in una settimana, l’Adige è calato di 70 centimetri.Nel Centro Italia, i bacini delle Marche, con circa 49 milioni di metri cubi d’acqua, registrano livelli superiori solo al 2017 nel più recente quinquennio, mentre restano confortanti le situazioni del lago di Bracciano nel Lazio, dell’invaso della diga di Penne in Abruzzo e dei bacini della Sardegna.In Campania, il leggero calo del Volturno è compensato dalla ripresa del Sele: entrambi i fiumi, comunque, registrano altezze idrometriche, superiori allo scorso anno.In assenza di piogge significative è senza fine la discesa delle riserve idriche in Basilicata e Puglia dove, in ciascuna regione, viene prelevato indicativamente, dai bacini, un milione di metri cubi d’acqua al giorno: in Lucania sono attualmente invasati poco meno di 338 milioni di metri cubi (erano quasi 406, lo scorso anno); negli invasi pugliesi, ce ne sono circa 151 milioni contro gli oltre 266 del 2019.Mentre sembra essersi positivamente stabilizzata la situazione idrica calabrese, diventa sempre più consistente il rischio desertificazione per il territorio siciliano, penalizzato non solo da un andamento delle precipitazioni “a macchia di leopardo”, ma da livelli pluviometrici decisamente insufficienti: secondo l’Osservatorio Europeo sulla Siccità (European Drought Observatory) dall’inizio dell’anno solo il mese di marzo avrebbe registrato piogge quantitativamente significative sull’isola.“Di fronte a questo quadro – conclude Francesco Vincenzi, Presidente di ANBI – è quantomai importante la sollecitazione lanciata dalla Ministra alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Teresa Bellanova, per mettere a valore risorse del Fondo Sviluppo e Coesione non ancora allocate o non utilizzate da altri dicasteri, tra cui almeno 1 miliardo e 600 milioni di euro per avviare un Piano Acqua per l’Agricoltura sulla base degli oltre 3.600 progetti definitivi ed esecutivi, redatti dai Consorzi di bonifica ed irrigazione, per un importo complessivo di circa 8 miliardi e mezzo.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La nuova frontiera per la gestione del diabete

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Arriva dalle soluzioni hi-tech, tra queste il sistema MiniMed™ 780G in grado di automatizzare l’infusione dell’insulina per la terapia del diabete di tipo 1 nei pazienti dai 7 agli 80 anni. Il sistema MiniMed™ 780G, prodotto da Medtronic, ha recentemente ottenuto la marcatura CE.MiniMed™ 780G sfrutta la più avanzata versione della tecnologia SmartGuard™ per aiutare le persone con diabete di tipo 1 a gestire con maggiore facilità la terapia, modulando autonomamente la somministrazione, senza necessità di intervento da parte dei pazienti, sia dell’insulina basale che dei boli per la correzione di rialzi glicemici, ogni cinque minuti. Il sistema consente infatti di personalizzare l’obiettivo terapeutico di controllo glicemico per l’erogazione automatica della basale a partire da un valore di glucosio sensore di 100 mg/dl (5,5 mmol/L), aiutando in questo modo a stabilizzare e tenere sotto controllo l’andamento della glicemia.I pazienti che hanno partecipato allo studio clinico hanno espresso un parere positivo sul device, spiegando che questo sistema ha migliorato notevolmente la loro qualità di vita, grazie a un controllo della terapia molto più semplice, reso possibile dall’algoritmo di automazione di funzioni terapeutiche che include una tecnologia sviluppata da DreaMed Diabetes e prevede una ridotta necessità di intervento da parte del paziente.
Il sistema MiniMed 780G, grazie alle soluzioni di connettività e alla tecnologia Bluetooth, permette infine di visualizzare in tempo reale i dati sull’andamento del glucosio e condividerli con le proprie persone di supporto tramite applicazioni per smartphone.Secondo i risultati dello studio clinico pilota, presentato all’80° conferenza dell’American Diabetes Association (ADA), il sistema MiniMed 780G ha soddisfatto tutti gli endpoint di sicurezza.
Sempre durante l’80° conferenza dell’American Diabetes Association (ADA) sono stati presentati anche i dati di un secondo studio clinico randomizzato cross-over, effettuato in Nuova Zelanda su una popolazione di pazienti complessa, tra cui pazienti con diabete scarsamente controllato e pazienti più giovani, a partire dai sette anni di età. Questo studio ha dimostrato un miglioramento dei risultati clinici ottenuti dai pazienti che hanno utilizzato il sistema di closed loop avanzato (AHCL) di Medtronic rispetto al sistema con algoritmo di sospensione predittiva per glucosio basso (PLGM).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Governo e Mes: come utilizzarlo. Due esempi

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

“Il buon senso c’era; ma se ne stava nascosto per paura del senso comune”. E’ il Manzoni ne “I Promessi Sposi”.Il buon senso nasce dall’esperienza e quindi è figlio della conoscenza della realtà (metodo scientifico); il senso comune nasce dalla ignoranza e dalla paura, opportunamente istillata dagli interessati di turno.
I fondi del Mes, 36 miliardi, dei quali abbiamo illustrato la convenienza finanziaria, devono essere utilizzati per fini sanitari, ma trovano l’opposizione di alcune forze politiche (M5S, Lega e FdI).Vediamo un paio di esempi di utilizzo del Mes.
1) A inizio della pandemia da Coronavirus, l’Italia aveva circa 5.000 reparti di terapia intensiva, la Germania, invece, ne aveva 28 mila e, anche per questo motivo, la Germania ha un quarto dei morti dell’Italia. I fondi del Mes possono essere utilizzati per aumentare i reparti di terapia intensiva, senza sottrarre le strutture ospedaliere alle prestazioni ordinarie. Negli ultimi mesi sono stati trasformati interi reparti ospedalieri in aree a terapia intensiva; questo ha determinato una carenza di offerta di medicina e chirurgia.
2) L’ospedale “Forlanini” di Roma, fu inaugurato nel 1934 proprio per la cura delle malattie respiratorie. Fu concepito come cittadella autosufficiente: dall’approvvigionamento idrico al fabbisogno alimentare, dai trasporti interni al funzionamento energetico, il tutto, in una struttura urbanistica dotata di viali alberati e illuminati, chiese, campi di bocce, biliardi, cinema, teatri, centrale termica, scuole per bambini, emittente radiofonica, barbiere, parrucchiere e refettori. Ora è chiuso. Potrebbe essere riaperto e diventare un centro per le malattie infettive, in generale, e respiratore in particolare. Si libererebbero reparti ospedalieri che in questi mesi sono stati trasformati in terapie intensive, così da riconsegnarli alla cittadinanza per la normale assistenza sanitaria.Tutto questo si può fare con i fondi del Mes. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Burocrazia e sistema politico

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Di Tom Corradini. Nella Cina del Partito Comunista esiste un funzionario pubblico ogni 9 lavoratori privati. Nella Francia di Macron (non doveva stupire il mondo?) vi è un funzionario pubblico ogni 3 lavoratori privati. Nella Germania, arrotondando, vi è un funzionario pubblico ogni 5 lavoratori privati. In altre parole la Cina, in proporzione, ha meno burocrati delle due più grandi economie europee.La moda del linguaggio politico italiano dell’estate 2020 è: “Meno burocrazia” cosa sui cui ci troviamo più o meno tutti d’accordo, ma nessuno spiega cosa farne dei burocrati. Il risvolto viene evitato con destrezza, la burocrazia non vota ma i burocrati sì e questo è un problema complicato. Con la caduta delle ideologie il politico part-time (massimo 2 mandati) e semi-professionista (reclutato tra assicuratori, baristi, segretarie, e dee-jay) non pesa più le idee ma i voti. E quelli dei burocrati pesano.Continuiamo il nostro ragionamento condividendo il linguaggio teatrale (dato che mi occupo prevalentemente di teatro). Vi sono parole che producono automaticamente un’immagine e una carica emotiva: se si dice sangue, mamma, sole queste vengono immediatamente associate, a seconda della nostra esperienza, ad un incidente stradale, all’abbraccio di nostra madre, o a una calda giornata in spiaggia. Ora prendiamo la parola burocrate, la maggioranza l’assocerà ad una persona con un completo grigio, prevalentemente maschio, di mezza età, in sovrappeso, chiusa in un triste ufficio pieno di moduli e con un fare noioso sia nel parlato che nei movimenti. E’ un tragico errore.Il burocrate 2020 è l’esatto contrario, è grintoso, fa sport, va in bici, sa usare il computer e lo smartphone, spesso è donna, sa ballare la salsa e lindy hop. È laureato, perennemente abbronzato, segue una dieta sana, a volte è persino vegetariano. Associare la parolaburocrate a questa immagine fa capire perché sconfiggere la burocrazia è una battaglia persa e incompresa. Parliamo di un esercito di persone fisicamente e intellettualmente dotate, con una rete di conoscenze fittissima, il politico va e viene ma il burocrate resta. Con un esercizio di empatia guardiamo il mondo dal suo punto di vista e capiremo che il suo ideale è avere una classe politica debole, spaventata, senza idee, che non vuole prendersi assolutamente nessun rischio.L’indicazione appropriata, allora, dovrebbe essere “riformiamo il sistema politico”, “eliminiamo la burocrazia” è uno slogan vacuo e perenne, oggi ridotto a moda passeggera. Ed é noto che quando si parla di moda l’Italia non è seconda a nessuno, il nostro presidente del consiglio ne è un superfluo testimone. (fonte Società Libera online)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Truffa sui farmaci

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

“Con l’avviso di conclusione delle indagini sulla vicenda dei file F che venivano fatturati dal Gruppo San Donato a Regione Lombardia senza che venissero depurate delle relative note di credito a titolo di sconto che i fornitori inviano all’ente privato si potrà fare chiarezza circa l’eventuale truffa ai danni di Regione Lombardia.È già di per sé incredibile che tra case farmaceutiche e colossi della sanità privata ci si dimenticava di “girare” gli sconti a Regione Lombardia”, dichiara Marco Fumagalli, capogruppo del M5S Lombardia.“Quello che però risulta più strano è che questo contestato è stata commesso tra il 2013 e il 2018 proprio sotto la presidenza Maroni che proprio in questi giorni è stato nominato nel consiglio di amministrazione del Gruppo San Donato. Appare molto poco opportuno che il legale rappresentante dell’ente truffato sia ora nell’organo di gestione dell’ipotetico truffatore. Queste ‘porte girevoli’ tra politica e sanità privata deve cessare perché è poco opportuna. È evidente come ci siano dei pesanti condizionamenti politici nella programmazione dell’attività sanitaria per favorire il sistema privato.  Non vorremmo che in futuro il Gruppo San Donato diventi il Partito San Donato”, conclude Fumagalli.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il ruolo dell’osteopatia è preventivo

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Soprattutto per quanto riguarda i Disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa). Mi capita spesso di visitare bambini di 6-7 anni con Dsa e riscontrare, per esempio, delle plagiocefalie che non sono state attenzionate in età neonatale. Mi sono reso conto che c’è una differenza sostanziale tra bambini in cui la plagiocefalia è stata trattata a pochi giorni di vita e bambini in cui non è stata trattata, una differenza che andrebbe valutata in ambito clinico”. A dirlo è Maurizio Montoro, osteopata D.O., introducendo quello che sarà il suo intervento al Venerdì culturale su ‘Osteopatia: il corpo nei disturbi sensoriali dell’età evolutiva’, promosso dalla Fondazione Mite in collaborazione con l’Istituto di Ortofonologia (IdO), in programma venerdì 10 luglio alle 21 sulla piattaforma Google Meet.Montoro punterà ad esplicitare il legame tra plagiocefalie e Dsa: “Nei bambini con la plagiocefalia, essendo una deformazione delle placche craniche, spesso si crea una sorta di distorsione della zona occipitale, una zona che è legata a quella vestibolare- sottolinea l’esperto- questo può creare in futuro problemi di natura sensoriale, sia visivi che uditivi. Il problema, però, è che i bimbi non segnalano di vedere poco o sentirci male perché hanno una grande capacità di adattamento. Il risultato è che arrivano ai 4-5-6 anni con dei deficit che comportano problemi di attenzione o apprendimento. In sostanza vanno incontro ai famosi Dsa, i disturbi specifici dell’apprendimento- sottolinea Montoro- E’ quando i neonati hanno pochi giorni di vita, invece, che si può capire verso quale futuro andranno”. Sono circa “quattrocento i neonati con plagiocefalie che visito ogni anno. Un bambino con 15-20 giorni di vita è molto plastico, cartilagineo- sottolinea- quindi se ha dei disturbi al sistema cranio sacrale, l’intervento preventivo è molto importante”, dice l’esperto. “L’obiettivo dell’osteopata- continua Montoro- è quello di sensibilizzare il mondo medico, i pediatri e i neonataologi in particolare su questi temi, perché sono le figure che valutano il bambino inizialmente”. Prevenzione e sensibilizzazione dunque le parole d’ordine secondo l’osteopata. “Fino a una decina di anni fa c’era molta resistenza nei confronti dell’osteopatia. Oggi, invece, mi arrivano tanti bambini mandati dai pediatri e per me questo è importante perché il pediatra valuta il bambino ed esclude la sfera patologica, io mi occupo della sfera funzionale. E’ importante che questa relazione si instauri e diventi sempre più funzionale a vantaggio del bambino”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

5 milioni in più alle Camere di Commercio Italiane all’Estero per sostenere le imprese italiane nel mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Nissoli (FI): Approvato il mio emendamento al Decreto Rilancio che ha creato un asse tra maggioranza e opposizione: 5 milioni in più alle Camere di Commercio Italiane all’Estero per sostenere le imprese italiane nel mondo.“Sono molto orgogliosa di come l’emendamento al decreto rilancio, a mia prima firma, che dispone lo stanziamento di 5 milioni di euro in favore delle Camere di Commercio Italiane all’Estero (CCIE) affinché possano debitamente promuovere l’Internazionalizzazione delle nostre imprese italiane, sia riuscito ad unire maggioranza, opposizione e Governo nel riconoscere il valore delle CCIE e ncentivarne le attività per lo sviluppo del nostro export.Il mio emendamento firmato, oltre che da me e dal collega di partito Martino, anche da deputati di Italia Viva, Carè e Ungaro, del PD , La Marca e Schirò, e dei 5 Stelle con Sut, ha avuto il parere favorevole del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero degli Esteri e dei relatori, dimostrando che maggioranza e opposizione lavorano insieme per il bene delle Comunità italiane all’estero. L’importanza di questo emendamento è stato riconosciuto anche dal Sottosegretario Merlo che ha espresso grande soddisfazione per l’obiettivo raggiunto. Come dico spesso: l’unione fa la forza ! Se sappiamo lavorare in sinergia possiamo ottenere risultati positivi per il bene dell’Italia nel mondo!”Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta nella Circoscrizione estera – Ripartizione Nord e Centro America.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso Premio Solinas Italia-Spagna 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Il premio è stato rinviato al 15 luglio 2020 per l’invio via web e al 16 luglio 2020 per l’invio via posta. Gli organizzatori invitano gli sceneggiatori a scrivere soggetti cinematografici da proporre al mondo della produzione e del cinema italiano, spagnolo ed internazionale.Il Concorso si rivolge a sceneggiatori maggiorenni, senza limiti di nazionalità.Al Concorso si partecipa in forma anonima a tutela della parità di condizione di tutti i Concorrenti partecipanti.Ogni Concorrente può partecipare con un massimo di 1 soggetto in lingua italiana o spagnola adatto per una coproduzione tra Italia e Spagna, e possibilmente anche con Paesi dell’America Latina, scritto da un Autore singolo o da un gruppo di Autori o co-Autori intesi in senso unitario. I materiali da inviare al Premio Solinas Italia – Spagna dovranno consistere in:
a) il “pitch” o presentazione – lunghezza massima 10 righe.
b) il Soggetto – sono ammesse al concorso opere di minimo 5 e massimo 7 pagine.
– Premio Solinas Italia-Spagna di 1.000 euro;
– Traduzione del soggetto;
http://www.festivaldecineitalianodemadrid.com e http://www.premiosolinas.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Syrian authorities must redouble their efforts to find a political solution

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Without progress on a political settlement, we will not be in a position to assist in longer-term relief and reconstruction, warns the Chair of the Mashreq delegation. Following the fourth Brussels Conference on “Supporting the future of Syria and the region”, the Chair of the European Parliament’s delegation for relations with the Mashreq countries, Isabel Santos (S&D, PT), said:“Yesterday’s conference on ‘Supporting the future of Syria and the region’ is the fourth of its kind, taking place as Syria is entering its tenth year of conflict. The point was made during the conference that the Syrian conflict has now lasted almost as long as the two World Wars combined, and has wrought terrible destruction and inflicted tremendous hardship on the Syrian people.It is heartening to see that the international community continues to support the people of Syria, both inside the country and in host communities in the region. We must step up our assistance to the Syrian people to ensure that they can realise their dreams of building a new and better future for their country. Syrian refugees in host countries must have access to adequate education and long-term socio-economic opportunities to enable them to contribute to the future of Syria, if and when the time comes that they would like to return, and it is safe for them to do so. More immediately, we must ensure that humanitarian corridors remain open and safe to allow humanitarian relief to reach those who desperately need it.
Finally, I hope that the Syrian government will accept the urgent need for a political resolution of this crisis and will engage more actively with the Geneva process, which will eventually allow funds to be made available for longer-term relief and reconstruction. The EU, the EU Member States and the European Parliament have repeatedly made it clear that, without progress on a political settlement through the Geneva process, we will not be in a position to assist with reconstruction. I therefore urge the Syrian authorities to redouble their efforts in this direction.”The European Union and the United Nations co-chaired the fourth Brussels Conference on “Supporting the future of Syria and the region” on 30 June 2020.The situation in Syria and the region is highly critical with millions of Syrians internally displaced and having sought refuge in Syria’s neighbouring countries. The humanitarian crisis is being further compounded by the consequences of the COVID-19 pandemic.The Conference highlighted the importance of the solidarity shown by host countries and communities in Lebanon, Jordan and Turkey, as well as other host countries in the region such as Egypt and Iraq.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »