Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Archive for 1 luglio 2020

Nuove graduatorie provinciali per le supplenze, incontro ministero-sindacati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Comincia a prendere corpo la trasformazione delle graduatorie d’istituto in provinciali: le modalità concepite dall’amministrazione sono state comunicate oggi ai sindacati. La delegazione Anief ha presentato un corposo documento con le osservazioni sui singoli articoli della bozza. In occasione dell’incontro odierno di presentazione della bozza di ordinanza, ANIEF ha espresso soddisfazione per l’istituzione delle nuove graduatorie provinciali per il conferimento di incarichi a tempo determinato annuali e fino al termine delle attività didattiche (GPS) che consentiranno maggiore efficacia e trasparenza nella gestione delle operazioni di nomina dei supplenti. Riteniamo, altresì, importante che l’istituzione di tali nuove graduatorie e la digitalizzazione integrale delle graduatorie di circolo e d’istituto, da utilizzare per il conferimento delle supplenze brevi e saltuarie, avvenga in tempo utile per le operazioni di nomina per l’anno scolastico 2020/2021.Tuttavia, dichiara Marco Giordano, segretario generale ANIEF, “siamo convinti che questo passaggio, per molti versi importante, rimanga ancora monco a causa della limitazione dell’utilizzo delle nuove GPS ai fini della sola stipula di contratti a tempo determinato e non anche per le immissioni in ruolo, come invece sarebbe opportuno per garantire la continuità didattica ed evitare l’abuso nella reiterazione dei contratti a termine in violazione della normativa comunitaria vigente”.
Per l’inserimento nelle nuove Graduatorie provinciali per le supplenze (GPS), si potrà scegliere una sola provincia. Le GPS, distinte in prima e seconda fascia rispettivamente per abilitati e docenti in possesso del titolo d’accesso (con o senza 24 CFU a seconda se già inseriti o meno nelle GI o se in possesso di abilitazione per altro insegnamento), saranno utilizzate per l’attribuzione delle supplenze al 31 agosto o 30 giugno, in subordine allo scorrimento delle graduatorie ad esaurimento. Novità anche per il sostegno, le cui GPS saranno suddivise in una prima fascia per specializzati e una seconda riservata ai docenti che hanno tre anni di servizio su sostegno. Anche per infanzia e primaria importanti novità: prima fascia per abilitati con laurea SFP o diploma magistrale conseguito entro il 2001/02 e seconda fascia per gli iscritti al quarto o al quinto anno di Scienze della formazione primaria con almeno rispettivamente 150 o 180 crediti. Previsto anche l’inserimento successivo in coda alla prima fascia per chi conseguirà abilitazione/specializzazione entro il 1° luglio 2021.
ANIEF ha chiesto tempi certi e rapidi per l’aggiornamento delle graduatorie d’istituto e che, in caso di ritardo nelle pubblicazioni delle graduatorie, l’Amministrazione fornisca indicazioni chiare su quali liste utilizzare nelle more della loro pubblicazione.
L’obiettivo dovrà essere quello di consentire il recupero degli apprendimenti da parte degli studenti, previsto dallo stesso ministero dell’Istruzione già dal 1° settembre, ma anche garantire finalmente la continuità didattica.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lettera aperta al presidente Conte: Vox clamantis in deserto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Ho scritto molte parole al vento e queste rischiano di fare la stessa fine, ma ci provo. Durante le mie revocazioni storiche ho evidenziato la mancata occasione offerta all’Italia, nel secondo dopo guerra, di fare un salto di qualità. Ora mi rendo conto che esiste una seconda opportunità per rigenerare il sistema Paese. Per anni abbiamo teorizzato sul rinnovamento, sulle promesse e sui piccolissimi passi fatti sino ad ora, ma ci è mancata la consapevolezza, e subito dopo la determinazione, che l’Italia per imprimere una svolta decisiva ha bisogno d’avere chiare le idee per il suo futuro. Parto da una riflessione che ha per oggetto la “globalizzazione”. È il totem della nostra contemporaneità. In suo nome sono stati creati dei mercati che hanno attratto le imprese che potevano guadagnare con una manodopera a bassissimo costo e con produzioni qualitativamente mediocri e con la logica dell’usa e getta. E mi sono chiesto: quale potrebbe essere l’alternativa? E la risposta l’ho trovata pensando ad una governance efficiente, una intermodalità nei trasporti (strade, aeroporti, vie marittime lagunari e fluviali) che consenta rapidità nel trasferimento delle produzioni e una eccellente rete informatica e tecnologica che copra l’intero territorio nazionale. Alla base di tutto questo si deve prevedere una giustizia, nel penale e nel civile, che soddisfi la rapidità decisoria con l’efficacia delle norme e una burocrazia che non si emenda con minori controlli ma con la loro qualità e pragmatismo. Il tutto, ovviamente, non può prescindere, da un agire politico che tenga conto che oggi il fattore tempo non ci permette indugi perché non sarebbero compresi dall’opinione pubblica e, in ultima analisi, dagli elettori. In altri termini non è più il tempo di convegni, dibattiti, riunioni. Ne abbiamo avuti abbastanza. Non è il tempo della posa della prima pietra ma delle chiavi in mano per aprire la nuova casa. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mostra estiva sul tema “Carbonaie e Carbonai”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

mostra_Carbonai_LusernaLuserna San Giovanni sabato 4 luglio alle 11,via Beckwith mostra estiva sul tema “Carbonaie e Carbonai: Storie di un antico mestiere delle nostre Valli”. La mostra verrà allestita alla presenza delle autorità locali e dei responsabili degli enti che hanno contribuito alla sua organizzazione, tra cui il Museo regionale dell’Emigrazione di Frossasco e il Museo Etnografico del Pinerolese. L’inaugurazione avverrà durante il consueto mercato rionale. Nell’arco della giornata sono previsti i contributi dell’associazione Hari che pubblica“L’Ora del Pellice” e dell’associazione “Musicainsieme”, organizzatrice della Scuola di Musica Intercomunale della Val Pellice. In serata, a partire dalle 18, aperitivo in piazza XVII Febbraio, con prenotazione telefonando a Manuela Campra al numero 348-7933644 o alla Ferramenta Malan di via I maggio a Luserna San Giovanni allo 0121-909310, oppure ancora a Tullio Parise al 348-0382734. Alle 21, su proposta di Musicainsieme”, in piazza XVII febbraio si terrà il concerto “Paris qui chante”, con il cantante Alessandro Cora e il pianista Gilberto Bonetto, che apriranno la rassegna “Samedi et dimanche avec la français, la musique et le chant”. Domenica 5 luglio la mostra “Carbonaie e Carbonai: Storie di un antico mestiere delle nostre Valli” sarà visitabile dalle 10 alle 18. (foto: mostra carbonai copyright museo regionale dell’emigrazione)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Altre 38 Frecce arricchiscono l’offerta estiva di Trenitalia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Luglio, per chi sceglie il treno per muoversi, s’inaugura con il ritorno sui binari di altre Frecce Trenitalia sospese per l’emergenza Covid. In tutto 38 corse in più, introdotte nell’offerta ferroviaria estiva tra domenica 28 giugno e domenica 5 luglio, che comprendono il Frecciarossa Trieste-Roma, l’Udine-Milano, il Perugia-Torino e il Genova-Milano-Venezia, oltre al Frecciargento fra Vicenza e Roma. Dal 28 giugno prende il via anche il prolungamento a Sapri, nel fine settimana, del Milano-Napoli con fermate nel Cilento.Queste novità di inizio luglio, con il ritorno di collegamenti tanto attesi come i Frecciarossa Perugia-Torino e Genova-Venezia, insieme al Roma-Trieste con fermata a Trieste Airport, concomitante con il progressivo ritorno all’operatività dell’aeroporto giuliano, e la reintroduzione di tutti i 108 InterCity Giorno e Notte sono un segnale di normalizzazione e di ripartenza dell’intero sistema di mobilità ferroviaria nazionale.Un altro deciso passo che arriva dopo altre iniziative adottate per stimolare l’interesse di tanti nuovi potenziali viaggiatori con scelte forti e inedite che stanno riscuotendo grande attenzione. Come far costeggiare al Frecciarossa 1000 il litorale tirrenico di Liguria Toscana e Lazio con un Milano-Roma versione balneare e inserire in orario le due coppie di Frecciarossa con 12 vetture tra Torino e Reggio Calabria, in un testa-coda della Penisola che, percorsa l’intera linea AV, non si arresta fino allo Stretto di Messina.Del resto, come è stato più volte ribadito nelle ultime settimane dai vertici sia di FS Italiane sia di Trenitalia, l’offerta ferroviaria estiva è parte integrante di un nuovo piano di sviluppo del turismo nazionale, volto alla riscoperta – nel rispetto delle normative vigenti in materia di sicurezza sanitaria – di mete e itinerari di assoluto interesse e richiamo.Uno stimolo perché l’intero settore riprenda slancio, con l’appello (R)estate in Italia, impresso nella copertina dell’ultimo numero della rivista del Gruppo, La Freccia di giugno. (fonte FSNews)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Driving Equity and Quality in Education with Technology

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Shenzhen. Si è tenuto il webinar ‘Driving Equity and Quality in Education with Technology’ durante il quale Ken Hu, Deputy Chairman di Huawei, ha illustrato la visione e le azioni concrete dell’azienda a supporto dell’istruzione nell’ambito dell’iniziativa di inclusione digitale TECH4ALL, sottolineando come “la trasformazione digitale delle scuole e lo sviluppo delle competenze siano fondamentali per garantire l’accessibilità e la qualità dell’istruzione”. Hanno partecipato al webinar leader ed esperti dell’UNESCO, della GSMA, del Ministero della Pubblica Istruzione del Senegal, così come molti altri speaker d’eccezione provenienti da università e istituzioni nel campo dell’istruzione nonché dal settore privato.La tecnologia digitale svolge un ruolo importante nell’istruzione. Tuttavia il 50% della popolazione mondiale non ha ancora accesso a Internet, mentre molti non dispongono delle competenze necessarie per poter utilizzare i dispositivi digitali. Di conseguenza il divario digitale nell’istruzione continua ad ampliarsi sempre più. “Crediamo che tutti, in ogni parte del mondo, abbiano il diritto all’istruzione e all’accesso alleopportunità che questa offre. Da azienda di tecnologia, Huawei mette a disposizione connettività, applicazioni e competenze con l’obiettivo di favorire la digitalizzazione delle scuole e lo sviluppo delle competenze digitali”, ha dichiarato Ken Hu.Per quanto riguarda le scuole, Huawei fornirà accesso a risorse educative di alta qualità come corsi digitali, applicazioni di e-learning e formazione a distanza offerta dai nostri partner. Ad esempio, in Sudafrica, Huawei ha recentemente lanciato il progetto ‘DigiSchool’ in collaborazione con l’operatore Rain e l’organizzazione no-profit Click Foundation, con l’obiettivo di digitalizzare 100 scuole primarie – urbane e rurali – entro il 2021, oltre alle 12 già precedentemente connesse in 5G. “L’educazione digitale non solo ci permette di affrontare la crisi dell’alfabetizzazione nel Paese, ma anche di fornire agli alunni le competenze digitali necessarie per il loro successo futuro”, ha aggiunto Nicola Harris, CEO di Click Foundation, nel corso del webinar.In termini di sviluppo delle competenze digitali, Huawei offrirà training di competenze digitali alle comunità più vulnerabili delle aree remote, con particolare attenzione alle studentesse attraverso progetti quali ‘DigiTruck’, parte dell’iniziativa più ampia ‘Skills on Wheels’. Dal lancio di ‘DigiTruck’ in Kenya alla fine del 2019, Huawei ha formato oltre 1.500 giovani e insegnanti nelle aree rurali. Huawei intende replicare il progetto anche in Francia, nelle Filippine e in altri Paesi nei prossimi due anni. “Queste aule mobili, alimentate a energia solare e con accesso wireless alla banda larga, sono estremamente versatili, tanto da poter essere utilizzate anche nelle aree più remote”, ha affermato Olivier Vanden Eynde, CEO di Close the Gap, partner del progetto ‘DigiTruck’.Il webinar ha posto l’attenzione su due temi principali: ‘L’e-learning per garantire la continuità dell’istruzione’ e ‘Il mondo ICT al servizio della didattica inclusiva’. Le best practice e le esperienze di Cina, Francia, Lussemburgo, Senegal, Sudafrica e molti altri Paesi sono state condivise e ampiamente discusse. In particolare, Borhene Chakroun, Director of UNESCO’s Policy and Lifelong Learning Systems, ha ribadito che “con almeno 63 milioni di insegnanti delle scuole primarie e secondarie, l’emergenza Covid-19 ha evidenziato la necessità di sviluppare la capacità degli insegnanti di garantire l’apprendimento a distanza che, nel futuro, diventerà parte integrante dell’offerta di istruzione e formazione”.
Inoltre i partecipanti al webinar hanno concordato sul fatto che la cooperazione tra il settore pubblico e privato è fondamentale per promuovere un’educazione inclusiva grazie alla tecnologia digitale. “Quest’anno abbiamo imparato molto da quelle nazioni a basso e medio reddito che hanno adattato i loro servizi per soddisfare le esigenze degli utenti e hanno saputo contenere l’impatto della pandemia attraverso lo sviluppo di partnership commerciali essenziali. La GSMA e il settore mobile stanno offrendo un grande supporto e hanno confermato il proprio sostegno agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite”, ha aggiunto Stephanie Lynch-Habib, Chief Marketing Officer di GSMA. Per realizzare una maggiore inclusione digitale nel campo dell’istruzione, sono necessari sforzi intersettoriali da parte di governi, organizzazioni di settore, istituti di istruzione e aziende tecnologiche in grado di contribuire con le rispettive esperienze e risorse. Così si potrà raggiungere più velocemente l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile n.4 entro il 2030, ossia quello di garantire “un’istruzione di qualità inclusiva ed equa e promuovere opportunità di apprendimento a lungo termine per tutti”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

«La ricetta per il futuro sulla pandemia è impegnarsi politicamente»

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

È l’appello lanciato dal professor Walter Ricciardi, docente di Igiene all’Università Cattolica del Sacro Cuore e Consigliere scientifico del ministro della Salute per la pandemia da Coronavirus, nel corso del webinar “Covid-19 a tavola: tra falsi miti e realtà scientifica. Cosa pensano gli italiani e cosa consigliano gli esperti” promosso dal centro di ricerca Engage Minds Hub della Cattolica, campus di Cremona.«Anche per noi scienziati – ha detto Ricciardi – non è più il tempo di dedicarci solo ai lavori scientifici, di pubblicare lavori ad alto impact factor, di parlare ai congressi. Se la decisione politica non viene basata sull’istruzione, sull’alfabetizzazione, sulla messa in sicurezza e sui comportamenti corretti corriamo il rischio di ricadere nella stessa situazione a breve. Se questo terremoto non ci ha insegnato qualcosa»«Dobbiamo impegnarci politicamente e invito tutte le persone di buona volontà a farlo. Questo significa distogliere purtroppo un po’ di tempo e di risorse dai lavori scientifici per far sì che le nostre intuizioni, le nostre evidenze, le nostre proposte vengano recepite, perché se no si tornerà a ricostruire sulla stessa falda e questo genererà nuovi terremoti e nuove paure». Secondo il professor Ricciardi «questo fa la differenza tra i paesi antisismici, cioè quelli che fanno le cose prima, e i paesi sismici che costruiscono le cose soltanto dopo le distruzioni».
«Impegnarsi politicamente, non c’è altra ricetta», ha affermato Ricciardi. «Io vengo da una università in cui questo incoraggiamento viene direttamente dal Papa. Francesco ha detto: “Se volete che le cose cambino, i cristiani, i cattolici devono diventare rivoluzionari. Io non arrivo a dire tanto, ma bisogna impegnarsi a cambiare le cose».Ricciardi ha concluso il suo intervento con uno sguardo all’Europa: «In Italia ci stiamo giocando un campionato del mondo in condizioni di difficoltà: il 17 e il 18 luglio al Consiglio d’Europa si giocherà una partita decisiva sul Recovery Fund. L’Italia non ci arriva molto bene: il “liberi tutti” della pandemia è come l’“abbassiamo le tasse” sul fronte fiscale: è come sventolare un panno rosso davanti ai Paesi rigoristi del Nord-Europa. Ma se andiamo a dire che i soldi che chiediamo ci servono per fare quello che abbiamo fatto fino a ora non penso che si vada lontano, soprattutto per un Paese che ha il 150% di debito pubblico e che quindi dipende dagli altri per la sopravvivenza».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il cash serve al sommerso, ma non basta a generarlo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

La riduzione della circolazione del contante per essere efficace necessita dell’esistenza di condizioni utili alla sua diffusione e attuazione, contemperando anche esigenze di natura sociale ed economica. Il report della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro “L’uso del contante in Italia tra necessità e abitudini” si sofferma sugli effetti dei provvedimenti intervenuti negli ultimi anni in materia, sia in Italia che in Europa, comparandone in particolare l’incidenza sulla lotta all’evasione fiscale. Il ricorso diffuso all’uso del contante viene infatti tradizionalmente associato alla presenza di alti livelli di economia sommersa: pagamenti in nero, sotto-fatturazioni, retribuzioni irregolari implicano transazioni in moneta svolte al di fuori del circuito tracciabile dei pagamenti. Eppure, guardando ai periodi interessati da queste restrizioni, non si evidenziano variazioni particolari, pur a fronte di interventi restrittivi. Il valore assoluto dell’economia irregolare, al contrario, è cresciuto, passando da 202 miliardi di euro del 2011 a 210 del 2017 (+3,9%) e aumentando sia in corrispondenza dei periodi in cui il limite massimo di utilizzo del contante era di 1.000 euro, che negli anni successivi in cui la soglia veniva portata a 3.000 euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat: la fiducia dei consumatori cresce ma aumenta anche la pressione fiscale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

L’Istat ha rilevato che a giugno la fiducia dei consumatori migliora rispetto al mese precedente, attestandosi a 100,6 punti. Un dato sicuramente positivo, che con ogni probabilità deriva dalla speranza delle famiglie di aver superato, almeno in parte, le criticità degli ultimi mesi. Gli altri indicatori economici relativi al primo trimestre del 2020, però, non sono altrettanto incoraggianti: l’Istituto di statistica ha infatti registrato una pressoché insostenibile pressione fiscale (+0,5% rispetto allo stesso periodo del 2019), un rapporto deficit-PIL che nei primi tre mesi di quest’anno sale al 10,8% rispetto al 7,1% dello scorso anno nonché un calo del -1,7% del potere d’acquisto.Tali percentuali dimostrano ancora una volta l’estrema fragilità della nostra economia, che richiede con la massima urgenza interventi incisivi ed efficaci con cui avviare la costruzione di basi solide per una vera e propria ripresa. La pandemia, oltre a provocare drammatiche conseguenze sanitarie, ha avuto gravi ripercussioni sul piano economico e sociale e l’attuale contesto rende necessari interventi mirati per la crescita e lo sviluppo nonché misure che diano nuovo impulso alla crescita e all’occupazione.“La redistribuzione dei redditi e la riforma fiscale restano questioni centrali da affrontare per avviare, finalmente, una ripresa stabile” – dichiara Emilio Viafora, Presidente della Federconsumatori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E’ la Sicilia, la regione italiana a maggiore rischio di desertificazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Lo afferma il Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.). Questa eventualità incombe sul 70% dell’isola e tale dato è ora confermato dall’analisi dei dati diffusi dall’Osservatorio ANBI sulle Risorse Idriche.Ad accentuare il pericolo, infatti, non sono solo i quantitativi pluviometrici, ma l’andamento delle piogge con forti differenziazioni territoriali.L’andamento pluviale di Maggio è esemplificativo: la media regionale è stata pari a 9,88 millimetri, ma si va da mm. 65,6 caduti in località Ziriò di Saponara, nel messinese, a mm.0,1 a Ramacca, comune in provincia di Catania; altri rilevamenti, testimoni dell’estremizzazione atmosferica, sono il comune di Floresta, nel messinese (mm. 43,2) ed il capoluogo Messina (mm. 42,2) contrapposti alla diga don Sturzo sul lago di Ogliastro, in provincia di Enna (mm.0,2) ed al comune di Misilmeri, nel palermitano (mm.0,3).“Tali dati fortemente diversificati fra aree dell’isola confermano la fondamentale importanza di bacini, che raccolgano le acque di pioggia, quando arrivano per utilizzarle nei momenti di bisogno idrico – sottolinea Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – In Sicilia, purtroppo, la rete di distribuzione irrigua è insufficiente e la capacità degli invasi è fortemente condizionata dagli interrimenti, contro i quali è necessaria una vera e propria campagna di escavi.”Ad aggravare la situazione c’è l’attuale stagione particolarmente siccitosa: nel solo mese di Maggio, il deficit idrico nei bacini siciliani si è aggravato di oltre 16 milioni di metri cubi, passando da – 53,8 milioni di metri cubi a -69,9.“Anche in Sicilia, come nel resto d’Italia – conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – mettiamo a disposizione delle autorità competenti, l’esperienza e le capacità tecniche, presenti nei Consorzi di bonifica ed irrigazione. Ribadiamo, però, la necessità di una loro ristrutturazione secondo principi di efficienza e sostenibilità economica, riconsegnandoli all’ordinario regime democratico, fondato sui principi di autogoverno e sussidiarietà; da troppi anni, infatti, una mal interpretata funzione della politica ne condiziona l’operatività a servizio del territorio, possibile nell’isola come già avviene nel resto d’Italia.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Constitutional Affairs Committee Highlights

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Brussels Thursday 2 July, 13.45 – 15.45 room: József Antall (4Q2) & videoconference. Temporary changes to the European citizens’ Initiative Regulation in view of the COVID-19 outbreak. Rapporteur: Loránt Vincze (PPE, RO). Vote of the provisional agreement resulting from interinstitutional negotiations, preceded by a brief debate on the outcome of the negotiations.
In an effort to reduce the spread of the COVID-19 virus, Parliament is reducing the need for physical meetings on its premises, without compromising its role of democratic scrutiny nor its ability to approve the necessary legislative measures to combat the virus and support the public, consumers, businesses and emergency services.The required social distancing of 1.5 m will be respected on EP premises at all times. Any parliamentary activities, like committee and plenary meetings, which are still taking place will be web-streamed and can be followed by the media without requiring their physical presence on EP premises. MEPs, Commissioners and Council representatives will be able to participate remotely.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del volume “I Centri di Ricerca del CREA”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Roma. A cura di Carlo Gaudio (subcommissario CREA con delega all’attività scientifica), che si terrà venerdì 3 luglio, a partire dalle ore 12, in presenza ed in streaming, presso la sede centrale del CREA, in via Po 14 Roma. La pubblicazione permette di scoprire, Centro per Centro, la ricchezza di istituti, conoscenze, mezzi tecnici e professionalità che il più importante Ente italiano di ricerca sull’agroalimentare mette a disposizione per il progresso della nostra agricoltura.
Alla presenza del Commissario Gian Luca Calvi e del subcommissario Massimo Baragani, il prof. Carlo Gaudio ne discuterà con il pubblico presente e collegato.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ustica: Le pagine strappate della storia repubblicana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

“L’ultimo “cablo” di Giovannone svelato da un autorevole quotidiano nazionale segue le rivelazioni del già ministro Giovanardi impone obblighi precisi: al premier Conte la necessità della desecretazione di tutti i documenti relativi al Lodo Moro e alla strage di Ustica, al Parlamento la costituzione di una commissione d’inchiesta parlamentare per continuare a indagare sulle pagine strappate della storia repubblicana; alla procura di Roma, che ha ancora aperto una singolare indagine sui mandanti e sugli esecutori, di chiedere direttamente ai servizi segreti l’acquisizione dei documenti relativi che potrebbero ribaltare completamente la tesi giudiziaria – qualora fossero confermati – andando a supportare la tesi della dinamica dell’attentato con riflesso internazionale mediorientale per Ustica. Infine, va abolito il segreto funzionale, come proposto anche dal senatore Marilotti.” Così il fondatore dell’Intergruppo “La verità oltre il segreto”, deputato Federico Mollicone.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Memoria dei 2024 caduti per la libertà nelle Valli di Susa, Lanzo, Sangone e Chisone

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Domenica 5 luglio, con le dovute prudenze, al Colle del Lys si onorerà a partire dalle 10 del mattino la memoria dei 2024 caduti per la libertà nelle Valli di Susa, Lanzo, Sangone e Chisone. Finalmente, la commemorazione non sarà affidata solo alle maratone web di video e documenti sulla Resistenza, che comunque hanno aiutato gli italiani a celebrare degnamente il 25 Aprile e il 2 Giugno. La commemorazione sarà ancora una volta l’occasione per una riflessione sulle cause dell’ultimo conflitto mondiale, sulla liberazione del continente dalle dittature, sull’importanza e sul ruolo dell’Unione Europea, sulle nuove identità, sui valori costituzionali e sul senso della cittadinanza europea.
Per 24 anni giovani provenienti da numerosi paesi del Vecchio Continente si sono incontrati a cavallo tra le Valli di Lanzo e di Susa, in occasione della manifestazione “Eurolys” organizzata dal Comitato Colle del Lys, con il patrocinio della Comunità europea, della Regione Piemonte, della Città Metropolitana di Torino e con la collaborazione di numerosi Comuni del territorio metropolitano. L’esperienza di incontro, conoscenza e confronto tra decine di giovani europei dai 16 ai 25 anni quest’anno non sarà possibile, a causa delle restrizioni dovute al Covid-19, ma questo non significa che il Comitato Colle del Lys abbia rinunciato alla commemorazione delle vicende della guerra di Liberazione che ebbero come teatro luoghi cari alla memoria di ogni sincero democratico.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nissoli e Mule’ (FI): Il programma “Cristianità”punto di riferimento per i connazionali all’estero

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

“Con una lettera al Direttore di Rai Italia, Marco Giudici, abbiamo sollecitato l’emittente a dare maggiore risalto al programma “Cristianità” prevedendo una messa in onda maggiormente fruibile dagli utenti, come effettivamente chiedono molti connazionali residenti in Sud America. Il programma “Cristianità” e’ espressione profonda della cultura italiana e strumento efficace per la sua diffusione ed e’ per questa ragione che chiediamo di prevedere delle repliche facilmente accessibili per fascia oraria. Abbiamo chiesto di effettuare una replica del programma, come ci chiedono coloro che vivono all’estero, nel cuore della domenica, ovvero in orario più consono a quel “fuso orario” che risponderebbe ad un sentimento diffuso, che lega questa giornata di festa alle loro tradizioni cattoliche. In questo momento di pandemia, che sta colpendo duramente le Americhe, una programmazione in un orario più accessibile, consentirebbe loro di vivere questo appuntamento come una consuetudine acquisita con quella partecipazione alla Messa che, ora, è più complessa.” Lo hanno dichiarato i deputati di Forza Italia Fucsia Fitzgerald Nissoli e Giorgio Mule’.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Promoting Italian book publishing throughout the world

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

The new digital platform that internationalizes Italian book publishing, newitalianbooks.it, will launch officialy on July 2nd. The aim of New Italian Books is the promotion of Italian publishing, language and culture in the world. It is bilingual, and aimed at Italian and foreign publishers, literary agents, translators, Italianists, Italian cultural institutes, Italians abroad, and all literature lovers. New Italian Books is a project promoted by Treccani with the support of the Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation and the Ministry of Cultural Heritage and Activities and Tourism, in collaboration with the Italian Publishers Association.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Majesty: Illusion between Canada and Italy

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Majesty. Illusion between Italy and Canada originated during a series of conversations with curators Francesca Molteni and Maria Cristina Didero. The Istituto Italiano di Cultura Toronto was eager to present new young protagonists of the most innovative and remarkable Italian design by exploring one of the real and symbolic territories that define Canadian culture and identity: the relationship of humans with wild nature. In this area, designers Chiara Andreatti and Francesco Faccin were able to listen, interpret and represent the tension between the two extremes made up of the artifact and the natural. Ultimately, the exhibition is the result of this dialogue and this exploration, effectively summarized in the video collection and catalogue that accompany it. The exhibition was to open in May and welcome visitors with an immersive installation in the gallery of the Istituto Italiano di Cultura. Things, as we know, have gone differently. Nature, invoked, has imposed an unexpected direction on events and even our small exhibition project has been suspended during this rarefied time of social distancing.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

¿Sabías que las utopías escritas y prácticas están en la génesis de las Organizaciones de la Economía Social (OESs)?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Según mi apreciado profesor, ya fallecido, Henry Desroche, Director del Colegio Cooperativo de París, por utopía puede entenderse “un proyecto imaginario pero realizable de una sociedad alternativa”, han existido tanto utopías escritas como prácticas, entre las primeras destacan La Republica de Platón (428-347 a. de C); Utopía de Tomás Moro (1480-1535); La Nueva Atlántida de Francis Bacon (1561-1626); La Ciudad del Sol de Tommaso Campanella (1568-1639); y Viaje a Icaria de Etienne Cabet (1788-1856). En este panorama puede incluirse al cristiano Peter Cornelius Plockboy (1620-) con u documento calificado de panfleto, intitulado “Ensayo sobre un proceso que les haga felices a los pobres de esta nación y a los de otros pueblos, consistiendo en reunir cierto número de hombres competentes en reducida asociación económica, o pequeña república, en la cual cada uno conserve su propiedad y pueda, sin necesidad de acudir a la fuerza, ser empleado en la categoría de trabajo para la cual tenga más capacidad.” A esta pléyade se agregan John Bellers (1654-1725), quien en 1695 hizo una exposición de sus doctrinas en el trabajo “Proposiciones para la Creación de una Asociación de Trabajo de Todas las Industrias Útiles y de la Agricultura” y Robert Owen (1771-1858), autodidacta e industrial innovador en técnicas y sistemas sociales con su Asociación de Todas las Clases de Todas las Naciones (Londres, 1835).Destacan también Claude Henrri de Rouvroy o Henri de Saint Simon o Conde de Saint Simon (1760-1825), socialista francés que entusiasmaba a ciertos sectores y fue exponente de una suerte de socialismo y Philippe Joseph Benjamin Buchez (1796-1865), alumno de Saint Simon, socialcristiano, considerado como el padre del cooperativismo francés, trabajó con Louis Blanc y fue impulsor de sistemas cooperativos a partir de asociaciones de trabajadores como agentes de cambio ya que pensaba que “la asociación ofrece los medios para crear la nueva sociedad, sin revolución, en el seno de la sociedad existente”, en 1831 fundó la Asociación de los Ebanistas, que sirvió de modelo a sociedades cooperativas de producción.Buchez fue quien notó que los cooperativistas con cierto tiempo laborando, rechazaban el ingreso directo de nuevos asociados y la conversión de los aprendices en asociados pues gozarían ipso facto de los mismos beneficios de ellos sin haberlos producido; gracias a esta reflexión propuso el establecimiento de los fondos del capital social y su irrepartibilidad como barrera de contención que impediría el usufructo de excedentes por quienes no los produjeron; esta propuesta la plasmó Bouchez a propósito de las empresas de trabajo asociado (1831) mediante cinco principios, Ciurana citado por García Müller, afirma que son los siguientes:Complementando las utopías escritas están las utopías prácticas como la de del mismo Owen que intentó llevar sus ideas a la práctica al organizar las colonias de New Lanark en Inglaterra y la de Nueva Armonía en Indiana (USA); Charles Fourier (1772-1837), quien pregonaba una sociedad fundada sobre pequeñas asociaciones autónomas denominadas falansterios, una suerte de sistemas de viviendas con actividades productivas y de consumo en el medio rural que impulsaría cambios en la humanidad a partir de preceptos cooperativos, él adoptó la bandera arcoíris como símbolo de la unidad en la diversidad.Continúa el médico William King (1786-1865), anticapitalista de Brighton quien, animado por las acciones de Owen, publicó The Co-operator entre 1828 y 1830, periódico mensual en Brighton con el que difundió reflexiones sobre las cooperativas, impulsó el cooperativismo de consumo de espíritu cristiano e influyó en la experiencia de la Sociedad de los Equitativos Pioneros de Rochdale; y el comerciante francés Michel Derrion (1802-1850) quien fundó en Lion la cooperativa: “Le commerce veridique et social”, 1835.
Se sumaron más utopías prácticas. George Mudie que entre 1821 y 1822 publicó el semanario The Economist con la finalidad de propagar el “socialismo cooperativo” de Owen en los medios obreros, lográndolo sobre todo entre artesanos, obreros y tipógrafos de Londres por cuya iniciativa se puso en marcha en 1821 la primera cooperativa owenita con el nombre de Economic and Co-operative Society (1821) con la finalidad de crear una “aldea de la unidad y de la mutua cooperación”, que combinara agricultura, industria y comercio, según un plan de Owen; John Francis Bray (1809–1897); Thomas Hodsgkin (1787-1869), crítico del capitalismo y defensor del libre comercio y de los primeros sindicatos; y William Thompson (1775-1833) promotor del cooperativismo con propuestas que influyeron en los sindicatos y en Carlos Marx.Desde la perspectiva anarquista sobresalen Bakunin, Malatesta y Pierre-Joseph Proudhon (1809-1865), filosofo francés considerado uno de los padres de ese pensamiento quien, con cimientos en el mutualismo y las propuestas federativas, escribe su obra fundamental El Principio Federativo. Otro anarquista, el ruso Piotr Kropotkin, escribió el libro El apoyo mutuo: un factor en la evolución con base en su experiencia en expediciones científicas en Siberia, en él aborda el tema de ese valor y el de la cooperación al observar cómo, gracias a ellos, las comunidades de animales sobrevivían y evolucionaban; esta obra, publicada como ensayos en una revista literaria británica fue publicada finalmente como libro en 1902.Se suma Ferdinand Johann Gottlieb Lassal (Ferdinand Lassalle, 1825-1864) abogado y político socialista alemán de origen judío que impulsó la idea de cooperativas de producción y el apoyo estatal a fin de proteger al débil del fuerte, colaboró con el movimiento obrero y los sindicatos y fue co-fundador de la Asociación General de Trabajadores de Alemania (ADAV) impulsora del Partido Obrero Socialista de Alemania que cambiaría su nombre por el de Partido Socialdemócrata de Alemania (SPD). También desde la órbita socialdemócrata opinarían August Bebel (1840-1913) y Eduard Bernstein (1850-1932), político alemán de origen judío, también del SPD, que opinaba la no necesidad de una revolución violenta para alcanzar el socialismo pues pudiera lograrse mediante una evolución pacífica a través del sindicalismo y de la acción política. (abstract) Prof. Oscar BASTIDAS DELGADO (UCV).

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrazione: l’emozione di Roberts sul DACA “tradisce” Trump

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

“Dal 2012, i beneficiari del DACA si sono iscritti a università, iniziato carriere, messo su aziende, comprato case e si sono anche sposati e hanno avuto figli, tutto questo basato sull’esistenza del programma DACA”. Così il presidente della Corte Suprema americana John Roberts, scrivendo per la maggioranza (voto 5 a 4), che ha impedito all’amministrazione di Donald Trump di eliminare il programma che ha beneficiato i “dreamers”, giovani portati in America dai loro genitori senza autorizzazione legale. Si tratta di individui cresciuti negli Usa che a tutti gli effetti sono cittadini americani eccetto per i documenti. Il DACA (Deferred Action for Childhood Arrivals), ordine esecutivo di Barack Obama del 2012, ha offerto protezione a questi individui, offrendo loro un permesso di soggiorno temporaneo, rinnovabile ogni due anni. In sintesi, si tratta di una “green card”, il cartellino verde di residenza legale negli Usa, anche se non permanente né valido come porta aperta alla cittadinanza.Facile pensare che quando Roberts ha scritto le sue parole pensava sicuramente a uno di questi giovani adesso adulto, uno degli avvocati che ha difeso il programma DACA nelle deliberazioni della Corte Suprema. Luis Cortes Romero, infatti, un membro della squadra di avvocati che è riuscita a salvare il programma, è proprio uno di questi beneficiari. Nato in Messico, Cortes Romero è stato portato dai suoi genitori negli Usa senza autorizzazione legale quando aveva solo un anno. Dopo tanti sacrifici è riuscito a laurearsi in giurisprudenza alla University of Idaho dove studiava senza residenza legale e nessuna speranza di potere esercitare la sua futura professione. Poi nel secondo dei tre anni di studi emerse il DACA, fece domanda e riuscì a qualificare, ottenendo la residenza legale temporanea. Dopo la laurea ha iniziato a esercitare la sua professione e ha persino avuto l’onore e l’onere di difendere individui nella sua stessa situazione. Cortes ha dichiarato a Democracy Now, la rete progressista televisiva americana, di essere sicuro che le storie di tanti giovani come lui hanno avuto un impatto nella decisione di Roberts di consegnare una seria sconfitta a Trump.Non si tratta di una sconfitta totale poiché il 45esimo presidente potrebbe riprovarci anche se ovviamente richiederebbe tempo. Roberts nella sua decisione ha detto che i legali di Trump non hanno specificato una ragione legalmente valida per la revoca dell’ordine esecutivo di Obama. Inevitabile la tipica reazione di Trump che ha caratterizzato questa sentenza ed altre di “fucilate verso coloro che sono repubblicani”. L’attuale inquilino della Casa Bianca era decisamente deluso specialmente perché dei nove giudici della Corte Suprema cinque pendono a destra, essendo stati nominati da presidenti repubblicani. Il “traditore” in questo caso è stato Roberts, nominato da George W. Bush nel 2005, il quale secondo Cortes, ha usato la logica giuridica ma anche le sue emozioni per la decisione.Roberts non è stato l’unico ad usare argomentazioni extralegali. La giudice Sonia Sotomayor, la quale ha votato con la maggioranza, ha però dissentito in un aspetto che tocca direttamente la politica. Sotomayor sottolinea che Trump ha espresso malanimo verso gli ispanici che la maggioranza non ha incluso nella decisione. Cita specificamente alcune frasi arcinote di Trump politico e presidente che caratterizzano gli ispanici come “criminali”, “spacciatori” e “stupratori”. Sotomayor sa benissimo che dal punto di vista legale questi suoi punti hanno solo valore storico per sottolineare i comportamenti politici dell’attuale presidente.Anche Clarence Thomas e Brett Kavanaugh, due dei quattro giudici che hanno votato per Trump, hanno dissentito, nascondendosi principalmente in una giungla di argomentazioni legalistiche comprensibili solo agli specialisti. Thomas però si tradisce quando riconosce che la legge conferisce al ministro della Giustizia il potere di proteggere dalla deportazione alcuni stranieri per ragioni “umanitarie”. Quindi non ignora la tragica situazione dei “dreamers” i quali se deportati potrebbero ritrovarsi nel Paese natale che conoscono a malapena poiché sono cresciuti negli Stati Uniti. Poi però Thomas si rifugia in argomentazioni giuridiche asserendo che l’ordine esecutivo di Obama ha creato una nuova classe di immigrati concedendo loro benefici non supportati dalla legge.Roberts controbatte però citando gli aspetti umanitari e pratici asserendo che l’amministrazione di Trump non ha considerato gli effetti della rescissione del decreto di Obama. Cita specificamente il fatto che i beneficiari del DACA hanno negli otto anni del programma creato famiglie e 200mila bambini nati in America i quali sono cittadini americani a tutti gli effetti. Aggiunge anche il valore pratico dei contributi dei “dreamers” poiché hanno generato più di 215 miliardi di dollari in attività economiche e in dieci anni produrranno 60 miliardi alle casse del tesoro in contributi fiscali. I “dreamers”, dopotutto, sono giovani e il 90 percento di loro possiede posti di lavoro e quindi contribuiscono notevolmente di più grazie al loro status di residenti legali conferitogli dal DACA.I giudici della Corte Suprema devono essere obiettivi e basare le loro decisioni sulla legge. Sono però esseri umani oltre a essere “animali politici” poiché nominati da inquilini della Casa Bianca. La sentenza sul Daca ce lo dimostra. Roberts però, da presidente della Corte Suprema, si preoccupa anche della reputazione del gruppo da lui condotto. Gli attacchi dei politici ai magistrati, specialmente quelli di Trump, da candidato ma anche da presidente, hanno eroso in parte la credibilità della Corte Suprema. Nel 2016 il 48 percento degli americani approvava l’operato della Corte Suprema. Adesso la cifra è salita al 58 percento essendo dunque ritornata in terreno positivo. Inoltre un recente sondaggio ci dice che il 64 percento crede che la Corte Suprema usi la legge per determinare le sue sentenze. Si vedrà fra breve se Roberts continuerà a fare da ago della bilancia con altri importantissimi casi attualmente in considerazione come l’aborto e il rilascio delle informazioni sul reddito di Trump. (By Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Enac: nessun extra-costo per bagaglio in stiva

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Enac ha precisato che nessun costo aggiuntivo può essere richiesto dalle compagnie aeree al passeggero per l’imbarco del bagaglio in stiva.”Ottima notizia! Vigileremo, pronti a segnalare ogni eventuale violazione” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Anche eventuali aggiramenti della disposizione, attraverso un aumento del prezzo del biglietto, saranno oggetto di un esposto. Non sarebbe accettabile, infatti, approfittarsi di queste nuove regole” prosegue Dona.”Resta da capire come mai altri Paesi non abbiamo introdotto analogo divieto di utilizzare le cappelliere, peraltro valido solo per gli aerei, quando il problema di un possibile assembramento e di contatti ravvicinati per recuperare il proprio bagaglio c’è anche per i treni” conclude Dona.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Perugia: Nuovo corso di laurea triennale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

E’ stato presentato all’Università per Stranieri di Perugia il nuovo corso di laurea triennale dell’Ateneo in Studi internazionali per la sostenibilità e la sicurezza sociale. Alla conferenza stampa di annuncio erano presenti, insieme alla rettrice Giuliana Grego Bolli, il prof. Valerio De Cesaris, futuro presidente del corso, ed il prof. Mario Giro, ex viceministro degli Esteri e docente di Relazioni internazionali e Geopolitica presso l’ateneo. <> ha detto il prof. Valerio De Cesaris nel tratteggiarne le caratteristiche, <<Poiché – ha continuato – la sostenibilità economica, e quindi il legame con l’economia umbra ed il suo genius loci, ne costituiscono il primo fattore di collegamento sistemico, con il fine di concorrere alle sue istanze di crescita>>.Il piano di studi del SISS declina inoltre la sostenibilità in chiave sociale, avendo a diretto riferimento l’agenda 2030 delle Nazioni Unite in termini di inclusione, estinzione dei conflitti e dialogo tra le compagini multietniche che compongono oggi le Nazioni.Per primo in Italia il corso ha un approccio volutamente interdisciplinare, con la finalità di garantire una formazione ‘rotonda’ all’operatività sostenibile, in senso economico, ambientale e sociale, su scala territoriale come in ambito transazionale. Ne costituisce diretta conseguenza il suo piano di studi, comprendente un intero anno di docenza in lingua inglese e ben due esperienze di stage sia in imprese private che nell’ambito di organizzazioni internazionali direttamente impegnate nel settore di riferimento (Croce Rossa Italiana, Comunità di Sant’Egidio, FAO, ecc.).<>.Ad inaugurare questo nuovo corso di studi saranno tre incontri online, il primo con l’economista Carlo Cottarelli (1 luglio), il secondo con l’ex Presidente del Consiglio Enrico Letta (3 luglio), ed il terzo con L’architetto Tito Boeri (6 luglio).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »