Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Archive for 20 luglio 2020

Ue: Urso (FdI) incontra Lászlo Lövér, “ora alleanza Italia Ungheria”

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

“Italia e Ungheria possono realizzare un’alleanza strategica tra i Paesi dell’Europa meridionale e i Paesi di Visegrad. Insieme per fronteggiare il ‘fronte del Nord’ e riaffermare i valori fondamentali dell’Unione Europea. Oggi più che mai è necessario anche a fronte di quanto sta accadendo a Bruxelles. È quanto emerso nell’incontro che ho avuto oggi pomeriggio con il presidente della Assemblea Nazionale ungherese, Lászlo Lövér, in cui abbiamo riaffermato i valori della solidarietà europea anche sulla base della comune identità storica tra Roma e Budapest. La determinazione con cui Orban sta sostenendo le ragioni dell’Italia, insieme con i leaders di Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca è di straordinaria importanza perché segna una svolta nella narrazione delle vicende europee che nessuno può misconoscere. Non riguarda i partiti ma le Nazioni”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, presidente della Associazione parlamentare di amicizia Italia Ungheria, in visita politica e istituzionale a Budapest.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sassoli: “Siamo preoccupati per la solidarietà europea e il metodo comunitario”

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

Dichiarazione del Presidente del Parlamento europeo sulla riunione in corso del Consiglio europeo.”Dopo giorni di discussioni, i cittadini europei si aspettano una conclusione all’altezza di questa fase storica. Siamo preoccupati per un futuro che mortifichi la solidarietà europea e il metodo comunitario. Il Parlamento europeo ha indicato le proprie priorità e si aspetta che vengano rispettate. Il Quadro finanziario pluriennale deve assicurare nel medio periodo la copertura adeguata delle principali sfide europee, come il Green Deal europeo, la digitalizzazione, la resilienza e la lotta alle disuguaglianze.Occorrono subito nuove risorse proprie e una efficace difesa dei principi dello stato di diritto. Inoltre, il Parlamento ha più volte chiesto la soppressione dei rebates. Senza queste condizioni il Parlamento non darà il proprio consenso. Il Covid-19 non si è esaurito e ci sono nuovi focolai in Europa. È più che mai necessario agire presto e con coraggio.” (n.r. I cittadini europei si rendono sempre più conto che esistono due Europe: quella nominale e quella reale. Quest’ultima è la più deteriore e corrosiva perché è subalterna ad interessi che negano la solidarietà, i valori fondanti e favoriscono gli arricchimenti illeciti come è il caso dell’Olanda che agevola le multinazionali a scapito delle mancate entrate fiscali degli altri partner europei e poi vi è un “odio strisciante” nei confronti di alcuni stati in specie l’Italia.)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ue. Urso (FdI): alleanza Italia-Visegrad contro Olanda

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

“Oggi tutti i principali giornali ungheresi danno grande rilevanza al ruolo di Fratelli d’Italia e all’alleanza tra Italia e Ungheria da noi prospettata. Orban e i Paesi di Visegrad si sono dimostrati in questa occasione i migliori amici dell’Italia. Ora è necessario fare fronte comune tra i Paesi Mediterranei, Italia, Spagna e Portogallo con quelli dell’Europa centrale, Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca contro l’arroganza dell’Olanda che vuole decidere a casa nostra”. A dirlo il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, presidente della Associazione parlamentare di amicizia Italia Ungheria in vista degli incontri politici e istituzionali che avrà oggi e domani a Budapest, in un post su Facebook in cui riporta le testate ungheresi che evidenziano la posizione della destra italiana e il supporto di Orban all’Italia nella trattativa in sede europea. “Auspichiamo – ha aggiunto Urso – che la ritrovata intesa possa contribuire a riaffermare i valori della solidarietà dei padri fondatori della Comunità Europea”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il processo di Internazionalizzazione dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

20 docenti di elevata qualificazione scientifica, provenienti da 15 Paesi di 3 continenti, sono stati selezionati grazie al bando Unipr dedicato ai Visiting Professor.I nuovi Visiting Professor insegnano in alcune delle più prestigiose Università del mondo, quali Cambridge o l’Istituto Nazionale di Salute di Washington DC, ma non solo: l’Università di Parma ha infatti esteso le relazioni e i rapporti internazionali anche con Atenei di regioni diverse e di centri grandi e medio-piccoli, a livello globale, per rafforzare la possibilità di realizzare progetti e ottenere fondi europei e internazionali congiunti.Si tratta di docenti stranieri di chiara fama che, assumendo un incarico in Ateneo, si impegnano formalmente non solo a insegnare nei corsi di laurea di primo e secondo livello, ma anche a sostenere l’attività di ricerca dei dottorandi e a implementare e rafforzare le partnership e i progetti scientifici esistenti, finalizzando la loro collaborazione alla creazione di titoli multipli, doppi e congiunti.Il 90% degli insegnamenti sarà tenuto in lingua inglese, anche se non mancheranno insegnamenti in altre lingue straniere. I corsi si terranno in modalità blended oppure in presenza, quando sarà di nuovo possibile, in base alle misure di prevenzione sanitaria dettate dall’emergenza COVID-19.L’Ateneo ha introdotto infine nuove importanti novità, quali un questionario di valutazione rivolto agli studenti che seguiranno le lezioni e nuove forme di monitoraggio e audit dell’attività svolta dai Visiting Professor.
Ecco i nomi dei Visiting Professor, con Università di provenienza e Paese, divisi per Dipartimento:
Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali
Maria Teresa Schettino, Università dell’Alta-Alsazia (Francia), Inmaculada Gonzalez Falcon, Università di Huelva (Spagna)
Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali: Anna Wysocka-Bar, Università Jagellonica di Cracovia (Polonia)
Dipartimento di Ingegneria e Architettura: Giuseppe Caire, Politecnico di Monaco di Baviera (Germania) Uwe Schroder, Università Tecnica di Aquisgrana (Germania) José Colaço, Università di Rio de Janeiro (Brasile) Adalberto Da Rocha Gonçalves Dias, Università di Porto (Portogallo) Marat Dosaev, Università statale Lomonosov di Mosca (Russia) Francesco Iannuzzo, Università di Aalborg (Danimarca)
Dipartimento di Medicina e Chirurgia: Luigi Notarangelo, Istituto Nazionale di Salute (NIH) Washington DC (Stati Uniti)
Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale: Lia Addadi, Istituto Weizmann per le Scienze (Israele), Jurriaan Huskens, Università di Twente (Olanda), Ben Francesco Luisi, Università di Cambridge (Regno Unito)
Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali: Pedro Dario Reissig, Università di Buenos Aires (Argentina), Dao Thi Thanh Binh, Università di Hanoi (Vietnam)
Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche: Federica Bianco, Università del Delaware (Stati Uniti) Maximiliano Cristià, Università Nazionale di Rosario (Argentina), Nicolas Saintier, Università di Buenos Aires (Argentina)
Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie: Maria del Mar Blanco Gutierrez, Università Complutense di Madrid (Spagna) Manuela Schnyder, Università di Zurigo (Svizzera)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riapertura scuole a settembre e tavoli tecnici

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha incontrato i rappresentanti delle organizzazioni sindacali per confrontarsi sulle norme di sicurezza anti-Covid da adottare a settembre, in coincidenza dell’avvio del prossimo anno scolastico: si è parlato, tra le altre cose, della possibilità di modificare le norme contenute nel famigerato articolo 64 della legge Gelmini 133 del 2008 che ha introdotto la possibilità di creare classi con numeri di alunni anche superiori alle 30 unità, oltre che di fondi da stanziare per il rientro, la stabilizzazione del personale, le regole per rispettare il distanziamento fisico nelle aule durante le lezioni, l’organizzazione scolastica in generale.Il ritorno sui banchi di scuola si sta dimostrando molto complesso: la conferma è giunta oggi, durante l’incontro tra la ministra dell’Istruzione e le organizzazioni sindacali rappresentative. Diverse sono le richieste poste dal presidente Anief, Marcello Pacifico, assieme alla necessità di un nuovo provvedimento legislativo urgente per il settore dell’istruzione, anche in vista della Legge di Bilancio.Se è vero che il Governo da una parte, grazie anche all’intervento di Anief, ha già comunicato la volontà di destinare una porzione consistente di una parte delle risorse straordinarie provenienti dall’Europa per ripensare alla scuola come a un investimento del Paese, partendo dalle deroghe alle norme sulla formazione degli organici e dall’assegnazione del personale suppletivo per riaprire le scuole a settembre, rimane fondamentale per il sindacato avere ben chiara l’attuazione di determinati obiettivi.“Occorre assolutamente reclutare tutto il personale precario – spiega Marcello Pacifico, leader del sindacato Anief – , semplificandone le procedure di assunzione, anche alla luce del record prossimo di 250 mila supplenze annuali, ma anche ripristinare gli organici utilizzati prima di 15 anni fa. Sono infatti più di 200.000 i posti tagliati per il personale docente, 50.000 per il personale Ata, 4.000 quelli della dirigenza scolastica non più esistenti, 15.000 i plessi dismessi: questi ultimi, tra l’altro, sarebbero utilissimi per individuare gli spezi necessari ad accogliere gli alunni in soprannumero per via del rispetto del distanziamento minimo statico di un metro tra ogni alunno. Bisogna – ha concluso Pacifico – realizzare un decisivo cambio di rotta, costruendo insieme la prossima legge finanziaria di fine anno”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Circular economy: Nuovo volume di Monica Cocconi

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

È stato pubblicato in queste settimane il volume scritto da Monica Cocconi, docente di diritto amministrativo al Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma, su La regolazione dell’economia circolare. Sostenibilità e nuovi paradigmi di sviluppo, per i tipi della Franco Angeli, nella Collana degli Studi di diritto pubblico. La pubblicazione è stata possibile grazie al contributo del Dipartimento di Ingegneria e Architettura ed è preceduta da una prefazione di Antonio D’Aloia, docente di diritto costituzionale al Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali.È la terza monografia che l’autrice dedica ai temi correlati alla sostenibilità, sia pure su versanti del tutto differenti. Nel 2017 sul fronte della sicurezza alimentare nel volume collettaneo, Sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa e nuove aspettative dei consumatori: nuovi paradigmi di qualità, Atti del convegno del 12 ottobre 2018 sullo stesso tema e nel 2014, sul fronte dell’energia, Poteri pubblici e mercato dell’energia. Fonti rinnovabili e sostenibilità ambientale.La tematica scelta dall’autrice investe una delle principali aree di ricerca del Piano strategico del Dipartimento di afferenza, ossia quella connessa alla circular economy, ai suoi processi di funzionamento e di gestione.Inoltre incrocia uno dei princìpi fondamentali e dei valori dello Statuto dell’Università di Parma, ossia quello della sostenibilità rispetto alla cui attuazione esiste uno specifico gruppo di lavoro coordinato dal Pro Rettore vicario. Lo scorso anno il Rettore ha firmato il Manifesto degli Atenei italiani per la sostenibilità.La stessa direzione è stata intrapresa all’Unione Europea dalla nuova Commissione presieduta da Ursula von der Leyen, grazie al programma del Green Deal per i prossimi anni.Il passaggio verso un modello più efficiente nell’utilizzo delle risorse, a basse emissioni nocive, e quindi resiliente rispetto al climate change, costituisce la principale sfida, a livello internazionale, per conseguire una crescita economica sostenibile. Non si tratta, in realtà, di una riforma del modello attuale, ma di un vero e proprio cambio di paradigma, che impone mutamenti rilevanti nell’utilizzo delle risorse naturali, nella gestione dei rifiuti e nel ciclo di vita dei beni.
Il nuovo paradigma viene qualificato, a livello nazionale ed europeo, come economia circolare, ovvero “un’economia concettualmente rigenerativa che riproduce la natura nel migliorare ed ottimizzare in modo attivo i sistemi mediante i quali opera” (Fondazione Ellen MacArthur).Attraverso l’accrescimento della sostenibilità dello sviluppo europeo, infine, si concretizza la visione di un modello più coerente con la tradizione democratica europea, caratterizzata dalla garanzia dei diritti universali e dalla ricerca di equità sociale. Il saggio individua il ruolo del diritto amministrativo dell’ambiente e dei suoi mutamenti nell’assicurare il rafforzamento di questo modello.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge rilancio e professioni sanitarie

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

“La conversione in legge del decreto Rilancio porta con sé due meriti: l’estensione a tutti i professionisti sanitari del ‘bonus’ grazie al quale si intendono già maturati di un terzo i crediti Ecm del triennio 2020-2022 (Art. 5-bis Disposizioni in materia di formazione continua in medicina 3) e, all’Art. 10 (Modifiche al decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020 n. 27) del Fondo di solidarietà per i famigliari di vittime del Covid-19. Per il resto, si tratta di una legge che prosegue sulla via di una inadeguata e non paritaria attenzione della politica verso tutte le professioni sanitarie, in particolare quella ostetrica, dimostrando un’altrettanta grave disattenzione per la salute delle donne”, commentano le componenti del Comitato centrale della Federazione Nazionale della Professione di Ostetrica (FNOPO).“Sembra quanto mai surreale dover ancora una volta bacchettare la politica perché ponga sullo stesso piano tutte le professioni sanitarie e, con esse, gli interessi e la tutela dei bisogni di salute di tutti i cittadini e le cittadine. Ora più che mai, anche alla luce dei dati dell’ultimo rapporto Istat è doveroso che le Istituzioni introducano azioni di serio contrasto alla denatalità, anche a seguito del clima di smarrimento e di timori per il futuro che l’epidemia da Covid-19 ha lasciato nella popolazione. Per fare questo, serve una nuova concezione della tutela, protezione e promozione della salute – affermano i vertici FNOPO -. La professionalità ostetrica, in tale nuova prospettiva, svolge una funzione cruciale potendo intervenire nelle fasce di popolazione femminile fertile, realizzando campagne informative sui sani stili di vita, sulla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili ma anche, per le adolescenti, sugli effetti negativi delle sostanze di abuso sulla fertilità. Tali obiettivi sono raggiungibili attraverso la piena implementazione del modello di ostetrica di famiglia e di comunità. Trattandosi infatti di un modello, la professionalità e la competenza ostetrica non sono legate a uno specifico luogo (ospedale, consultorio, etc) ma si realizza lì dove vi è necessità della sua presenza rispondendo in maniera funzionale al bisogno reale o potenziale della donna/coppia. L’ostetrica di famiglia, inoltre, radicandosi sul territorio riesce a intercettare una fascia di popolazione femminile non più giovanissima, che è quella più longeva ma che, pur vivendo più a lungo, vive meno bene e fa maggiore ricorso a cure del Servizio Sanitario Nazionale anche a causa di diverse patologie legate all’età, quali le disfunzioni pelvi-perineali. Patologie per le quali nella fase di emergenza epidemica non è stato possibile proseguire percorsi di riabilitazione già intrapresi, mentre per molte donne non è stato nemmeno possibile sottoporsi a diagnosi a causa della doverosa interruzione delle attività ambulatoriali specialistiche. Nella fase due dell’epidemia, la Federazione chiede che le Aziende Sanitarie Locali e le istituzioni tutte prestino la necessaria attenzione alla popolazione anziana fragile, che prova disagio ad approcciarsi a un servizio di riabilitazione pelviperineale e che quindi deve essere intercettata anche presso gli ambulatori di medicina generale dove in modo funzionale trova l’ostetrica adeguatamente formata.Le ostetriche e le donne di tutte le età non possono più aspettare, serve una politica più attenta e interessata e che prenda provvedimenti adeguati alle esigenze di tutti”, concludono i vertici FNOPO.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decreto rilancio: assunzione di 9600 infermieri di famiglia

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

On. Mammì (M5S): “Un’immensa soddisfazione per me annunciare che oggi in Senato è passata la conversione in legge del DL Rilancio e che finalmente diventerà operativa la figura dell’Infermiere di Famiglia, per la quale ho presentato un anno fa una Proposta di Legge. Con l’assunzione a tempo indeterminato di 9.600 infermieri di famiglia potremo migliorare la qualità delle cure e spostarne la centralità dall’ospedale ai servizi territoriali riconoscendo a questa nuova figura un ruolo di responsabilità nell’ambito dei processi infermieristici a livello distrettuale. Mi auguro che la norma venga attuata subito e resa al più presto operativa da tutte le Regioni. La recente emergenza sanitaria ha palesato l’esigenza di rafforzare la medicina territoriale mettendo figure specializzate il più vicino possibile ai pazienti garantendo il diritto alla salute a tutti i cittadini”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raggiunta intesa per rinnovo Dirigenza Funzioni Locali

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

“Raggiunta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale dei dirigenti delle Regioni ed Autonomie Locali, della Dirigenza PTA del Servizio Sanitario Nazionale e dei Segretari comunali e provinciali. L’intesa, relativa al triennio 2016-2018, è stata sottoscritta oggi all’Aran, l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle Pubbliche Amministrazioni, dopo una complessa trattativa svoltasi in video conferenza. Si tratta, infatti, del primo contratto del pubblico impiego definito in via telematica e che riguarda una platea di oltre 15 mila lavoratrici e lavoratori, tra personale dirigenziale degli enti locali, nonché le professioni tecnico amministrative della sanità e i segretari comunali”. A darne notizia sono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl nel sottolineare come l’intesa preveda, sulla parte economica, un incremento pari al 3,48%.L’intesa, sostengono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, “afferma e valorizza la funzione e il ruolo della dirigenza pubblica, riconoscendone, proprio con lo strumento contrattuale, la necessaria autonomia e responsabilità nei confronti del decisore politico, rimarcando il valore della dirigenza pubblica, utile all’ammodernamento delle amministrazioni pubbliche e il diritto all’incarico per tutti i dirigenti. Tra i punti del contratto da sottolineare, la ridefinizione di un sistema di relazioni sindacali in grado di far ripartire la contrattazione e improntato alla massima partecipazione delle organizzazioni sindacali”.Previste poi norme, proseguono, “che introducono maggiori tutele delle condizioni di salute come per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro; l’istituzione di un organismo paritetico, nel campo delle relazioni sindacali, per l’innovazione anche per le lavoratrici e i lavoratori di questo contratto con l’obiettivo di migliorare il funzionamento delle amministrazioni e la qualità dei servizi offerti; misure sui congedi per le donne vittime di violenza, unioni civili, tutele per assenze in caso di gravi patologie e ferie solidali”. L’intesa raggiunta verrà ora sottoposta alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori in vista della stipula definitiva del contratto, con l’impegno di lavorare da subito al rinnovo per la vigenza 2019-2021. Rimane così da chiudere un ultimo contratto, per quanto riguarda la vigenza contrattuale 2016/2018, ovvero il contratto di comparto e dirigenza della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agli italiani di Baltimora: uniti riusciremo a salvaguardare la figura di Colombo contro ogni tentativo di revisionismo storico!

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

“Recentemente ho partecipato ad una riunione online con gli italiani che vivono a Baltimora (USA) e che hanno protestato per quanto accaduto alla statua di Cristoforo Colombo. Infatti, il 4 luglio scorso dei manifestanti hanno divelto la statua di Colombo, a Baltimora, nel quartiere di Little Italy, nell’ambito delle proteste iniziate a fine maggio dopo l’uccisione dell’afroamericano George Floyd durante un fermo di polizia a Minneapolis. Un episodio di intolleranza che ha reso molto triste la festa del 4 luglio ai cittadini italoamericani che hanno contribuito alla costruzione della città’ di Baltimora.Un fatto che potremmo definire luttuoso per molte associazioni come L’italiano American Organizations United che ha costruito la Columbus Piazza, dove e’ stata posta la statua del navigatore genovese, quella che i vandali hanno distrutto e gettata nel porto interno.Di fronte a questo scempio,la Comunità italiana di Baltimora si è subito unita e tutti insieme sono andati a recuperare i pezzi della statua.Al recupero hanno partecipato, assieme ad attivisti italoamericani, anche il Delegato Nino Mangione, l’ex Senatore John Pica, Tom Iacoboni, Santo Grasso.Inoltre, voglio ringraziare in modo particolare, oltre questi rappresentanti della Comunità, anche le associazioni coinvolte nella causa di recupero e restauro della statua di Cristoforo Colombo in Little Italy e cioè l’Italian American Civic Club of Maryland Inc., l’Italian American Organizations United, the Associated Italian American Charities of Maryland, l’OSIA Grand Lodge of Maryland, e l’OSIA Little Italy Lodge.Nella riunione online sulla piattaforma zoom, ho portato loro il mio sostegno e solidarietà in qualità di parlamentare italiana eletta in Usa e dato la mia disponibilità a lavorare insieme per tutelare il nostro patrimonio culturale a partire dalla figura di Colombo. Ho comunicato loro che, a tal proposito, ho presentato una mozione alla Camera dei Deputati per impegnare il Governo ad attivarsi sul piano politico e diplomatico per la difesa della figura di Colombo quale espressione della nostra identità culturale.Sono convinta che lottando uniti per il nostro diritto alla salvaguardia del nostro cultural heritage sapremo dare forza alle nostre ragioni e salvaguardare anche la figura di Colombo contro ogni tentativo di revisionismo storico!”Lo ha dichiarato l’On. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

De Rosa (M5S): “Ancora opacità nella gestione del denaro pubblico, è da un anno che pretendiamo chiarezza”

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

“Un anno fa il Movimento Cinque Stelle aveva portato questa vicenda all’attenzione del Consiglio Regionale, ma le risposte fornite dalla Giunta non avevano fatto chiarezza su di una vicenda le cui opacità oggi si traducono nell’avvio di indagini da parte della magistratura e sembrerebbe anche di un fermo vero e proprio. Una volta la gestione del denaro pubblico da parte della Lega, partito che governa la nostra Regione, porta a indagini e opacità. Ogni volta che la Lega tocca soldi pubblici ci sono problemi, forse sarebbe meglio non farglieli gestire. La cui gestione del partito più vecchio della scena politica italiana è in tal senso in continuità con quanto fatto dai suoi predecessori. Torneremo a pretendere chiarezza. I cittadini hanno il diritto di sapere come mai Lombardia Film Commission ha pagato un capannone ad un prezzo doppio rispetto a quanto pagato, solo un anno prima, da Immobiliare Andromeda” così il capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Regione Lombardia Massimo De Rosa commenta la notizia del presunto fermo di Luca Sostegni liquidatore della società Paloschi srl, che avrebbe venduto l’immobile ad Andromeda che a sua volta l’ha venduto alla Lombardia Film Commission.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alberti (M5S Lombardia): “Scongiurata la cancellazione della stretta sugli aiuti pubblici alle imprese che delocalizzano”

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

Milano. “Abbiamo scongiurato il tentativo del centrodestra di cancellare, con un articolo nella legge di semplificazione, la sospensione degli aiuti di stato alle aziende che delocalizzano. Il metodo è stato totalmente sbagliato: la norma regionale non può sovrastare quella nazionale e che chi prende denaro pubblico deve reinvestire in Italia. se lo scopo è quello di aiutare le aziende, anche molto piccole, ad accedere a fondi per l’emergenza Covid è necessario farlo rispettando i confini legislativi.
Alla nostra richiesta di un parere legale hanno fatto immediatamente marcia indietro. Mi auguro che sulla legge di semplificazione non si proceda con questo dilettantismo”, così Dino Alberti, consigliere regionale del M5S Lombardia che IV Commissione nel corso della discussione del progetto di legge semplificazione ha polemizzato con il centrodestra sulla proposta di legge di semplificazione.
Per Alberti: “Le aziende che percepiscono il sostegno di stato devono restare in Lombardia e contribuire attivamente allo sviluppo economico e al sostegno dell’occupazione nella nostra regione”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il sito della città di Napoli in fondo alla classifica

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

In un momento di crisi ed emergenza in cui sono proibiti o limitati gli spostamenti anche all’interno delle proprie città, come quello affrontato negli scorsi mesi, la digitalizzazione ha svolto un ruolo cruciale anche per i servizi della Pubblica Amministrazione. Altroconsumo ha quindi realizzato un’indagine che ha coinvolto i siti internet di otto città italiane. Per portare a termine la ricerca, tra l’8 e il 20 aprile 2020, degli incaricati Altroconsumo hanno effettuato l’accesso ai siti di 8 Comuni come normali cittadini per verificare i servizi disponibili rispetto a tre ambiti: certificati ed estratti anagrafici, invii telematici e pagamenti. Inoltre, si sono anche verificate le diverse possibilità di accesso, nello specifico la presenza della modalità SPID.
Per quanto riguarda i servizi disponibili sui siti analizzati, i risultati sono eterogenei: il 50% dei siti presenta un funzionamento e dei servizi buoni o ottimi. Milano occupa la prima posizione – offrendo, soprattutto[1], il maggior numero di servizi e dando anche la possibilità di ricevere tutti i certificati richiesti via mail – seguita da Bari, Roma e Palermo. Segno che la digitalizzazione della pubblica amministrazione comunale è possibile al Nord come al Sud, ma anche che serve ancora tanto lavoro per rendere le situazioni uniformi. Tre città fra quelle coinvolte nell’indagine, Reggio Calabria, Padova e Firenze, raggiungono solo la sufficienza in quanto sono disponibili soltanto alcuni dei servizi online indagati. Infine, la città di Napoli occupa la posizione più bassa a causa dell’impossibilità di effettuare invii telematici e della scarsa accessibilità ai pagamenti, limitata a quelli per la mensa scolastica.Durante i tre mesi di lockdown in Italia sono state create un milione di nuove identità digitali, SPID, +16% rispetto al trimestre precedente, complice la necessità di evitare gli sportelli fisici e gli incentivi statali accessibili via SPID. Dall’inchiesta emerge tuttavia come l’accesso tramite SPID non sia stato adottato in maniera efficace e uniforme in tutti i comuni. Risulta che nella maggior parte dei casi si utilizza questo meccanismo unicamente per certi servizi e a volte sono anche richieste ulteriori registrazioni. Solo nel sito dei comuni di Roma e Bari può essere utilizzato come strumento unico per accedere a tutti i servizi indagati, mentre a Reggio Calabria non è prevista la possibilità di accesso tramite identità digitale.Attualmente sono 4.200 circa le amministrazioni che offrono la possibilità di accedere ai servizi tramite SPID, cifra che conferma il distanziamento del Paese dagli standard europei.Al momento l’Italia si posiziona al 25esimo posto su 28 nella classifica della Commissione Europea relativa alla digitalizzazione dell’UE (Desi, 2020).Tuttavia, lo slancio dato dall’emergenza Covid-19, l’utilizzo dei fondi europei, del decreto Rilancio e il recente decreto legge Semplificazioni, potrebbero finalmente dare una spinta a un sistema, ancora da potenziare, ma con grandi possibilità di sviluppo nell’arco di poco tempo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Agenzia Spaziale Europea promuove Scuolab

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

L’Agenzia Spaziale Europea (ESA) promuove la piattaforma di didattica innovativa realizzata da Protom e concede i dati provenienti dai propri sistemi satellitari per lo sviluppo di nuovi contenuti per i laboratori virtuali di Scuolab (www. scuolabonline.com).Ideato e prodotto da Protom, la prima KTI (Knowledge & Technology Intensive) company italiana, Scuolab è stato riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione come strumento di didattica innovativa, capace di ampliare e migliorare l’offerta didattica per studenti e docenti, mettendo a loro disposizione, in ogni momento e luogo, esperienze laboratoriali che supportano la tradizionale lezione frontale con un approccio di learning-by-doing.Nell’ambito di una recente “call for ideas” per la presentazione di proposte innovative in ambito didattico a livello europeo, l’ESA ha selezionato il progetto di Protom mettendo a disposizione la propria banca dati e di immagini satellitari. Il database Esa andrà così a potenziare l’offerta della piattaforma Scuolab allargando il ventaglio delle esperienze attualmente disponibili dei Laboratori di Fisica, Chimica e Scienze della Terra.
I nuovi contenuti didattici interattivi permetteranno di rappresentare con ancora più efficacia nozioni e processi e di trasformarli in esperienze didattiche per tutti gli studenti sia a livello nazionale che internazionale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Emergenza sanitaria e lettori di libri in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

L’emergenza Covid-19 ha provocato un forte calo dei lettori di libri in Italia e ha anche fiaccato la domanda di acquisto, specie da parte di chi prima della crisi leggeva più di 12 libri l’anno. È il quadro disegnato dall’Indagine Cepell-AIE. La lettura nei mesi dell’emergenza sanitaria, con la collaborazione di Pepe Research. A maggio del 2020 la percentuale di italiani (15-74 anni) che dichiarava di aver letto negli ultimi 12 mesi almeno un libro (compresi eBook e audiolibri) è in calo di 15 punti percentuali rispetto al marzo dell’anno precedente, attestandosi al 58%. Il valore scende di altri 8 punti percentuali (50%) quando si prendono in considerazione solo le letture degli ultimi due mesi, ovvero marzo e aprile. Chi non ha letto libri a marzo e aprile è il 50% della popolazione, mentre su base annua questa stessa percentuale è del 42%.”I numeri dell’indagine Cepell-AIE confermano le criticità per la lettura e la filiera del libro, indispensabili per la crescita, culturale ed economica, del Paese – ha spiegato Paola Passarelli, Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo –. Il governo è consapevole di ciò e per questo ha dato una significativa risposta prevedendo interventi diretti sulla domanda come ad esempio il fondo per gli acquisti di libri da parte delle biblioteche pubbliche e la carta della cultura per le famiglie bisognose” Leggere un libro è un’attività a cui gli italiani dedicano prevalentemente meno di un’ora al giorno, con valori in diminuzione nell’ultimo anno, mentre la televisione, il telefono, whatsapp, i social network sono tutte attività che mediamente impegnano per più di 60 minuti, con valori in crescita. Quasi la metà di chi non ha letto durante il lock-down (il 47%) dichiara che il motivo è stato la mancanza di tempo, il 35% la mancanza di spazi in casa dove concentrarsi, il 33% le preoccupazioni, il 32% ha sostituito i libri con le news.I dati raccolti a maggio, infine, ci dicono che si è fortemente ridotto il numero di lettori che hanno acquistato libri nei 12 mesi precedenti (sono il 35% nel 2020, erano il 63% nel 2019) e che il mercato rischia una pesante flessione a causa del comportamento dei forti lettori. Gli acquirenti che si definiscono forti lettori passano infatti da 4,4 milioni a 3,5 milioni, con una flessione del 20%. A maggio 2020, i forti lettori hanno acquistato nei 12 mesi precedenti 30,2 milioni di copie, in calo del 45% rispetto al dato di fine 2019 (51,4 milioni di copie).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via «A\Way Together»

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

E’ il progetto di Janssen per immaginare una “strada comune” per affrontare le prossime sfide sanitarie. Medici e operatori sanitari sono stati gli eroi dell’emergenza e, a maggior ragione, lo potranno essere anche in futuro, aiutandoci a capire quale sia la direzione che il nostro sistema sanitario deve prendere per poter far fronte alle necessità dei prossimi anni. Janssen, da sempre al fianco dei medici – nell’area dell’infettivologia ed in particolare nell’area dell’HIV – ha voluto rafforzare ancora di più la propria vicinanza a questa categoria di specialisti, facendo emergere la loro dimensione professionale e umana e la loro visione attraverso una serie di video racconti.
Tre le testimonianze di altrettante eccellenze dell’infettivologia e della virologia italiana: il Prof. Massimo Galli, Ordinario presso il Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche L. Sacco di Milano, il Prof. Massimo Andreoni, Ordinario di Malattie Infettive della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, e il Prof. Carlo Federico Perno, Direttore Microbiologia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’. I tre Professori racconteranno le loro storie a partire dal percorso universitario per poi attraversare la loro esperienza personale e professionale nel difficile periodo dell’emergenza COVID-19, così da costruire un percorso – “A\Way Together” – per il futuro della sanità.Secondo il Prof. Galli “Esiste la necessità di utilizzare la tecnologia a supporto della medicina. Il contatto telematico e tutto quello che la tecnologia può mettere a disposizione deve poter essere parte del processo complessivo non in termini sostituivi ma integrativi”. Il Prof. Galli spende parole incoraggianti anche in merito alla ricerca vaccinale: “In questo particolare momento storico, a causa del virus SARS-CoV 2, si stanno facendo investimenti nel campo dei vaccini, più di prestigio che di profitto. È raro, ma è anche questa malattia ad essersi dimostrata così rara e così inusitata e straordinaria che può giustificare questo tipo di atteggiamento” e aggiunge “È una bella scommessa riuscire ad avere un vaccino efficace contro il virus. Ma questo riuscirà a veder remunerati gli sforzi fatti.”Il Prof. Andreoni ha evidenziato invece il ruolo strategico della medicina territoriale: “L’esperienza del COVID ci ha insegnato che dobbiamo trasformare la nostra sanità, certamente eccellente quando paragonata ad altre sanità mondiali, affinché sia meglio gestita in termini di sistema. La sanità pubblica deve però cambiare pelle, ovvero fare in modo che patologie quali quelle onco-ematologiche, ora curabili e perciò croniche, possano essere seguite sul territorio e non più all’interno dell’ospedale, che deve invece rimanere la sede per pazienti “acuti”. E aggiunge “Sul territorio deve essere rafforzata la presenza di specialisti che sappiamo collaborare con altri specialisti all’interno degli ospedali”.Infine, il Prof. Perno ha sottolineato l’importanza della prevenzione: “La Sostenibilità del SSN totalmente gratuito rimane una ricchezza straordinaria e unica dell’Italia da preservare al meglio. L’aumento dei costi della sanità stessa ha creato delle difficoltà oggettive di gestione. Per implementare la sostenibilità della sanità italiana è necessario arricchire la prevenzione migliorando la medicina sul territorio, primo grande presidio per garantire la salute pubblica. Prevenire implica spendere subito ma significa anche evitare sprechi”. Un altro elemento fondamentale per il Prof. Perno è la professionalizzazione dei medici “È indispensabile che ognuno dei colleghi abbia una professionalità molto elevata” prosegue infatti il Prof. Perno “Con l’eccedenza di richieste diagnostiche e una scarsa capacità di interpretare i segni delle patologie se si demanda solo alla diagnostica strumentale di laboratorio, non solo si incrementano i costi ma si diminuisce la qualità del servizio”.A sigillare le mini-serie di video pillole, che saranno disponibili nel corso del mese di luglio sul sito web e il canale LinkedIn di Janssen, due video con la Dr.ssa Bergamini, Direttore Medico di Janssen, una in apertura ad introdurre il progetto e i suoi obiettivi, l’altra in chiusura per mettere a fuoco i principali messaggi delle testimonianze video. “Questo progetto vuole essere un omaggio alla professionalità e all’impegno di questi esponenti del mondo della sanità, ma vogliamo che sia anche una testimonianza che faccia da viatico, una specie di eredità per i futuri medici che tutti ci auguriamo non debbano mai vivere nella loro vita una simile drammatica esperienza” ha dichiarato la Dr.ssa Bergamini.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Nasce un polo made in Italy da 30 milioni di euro

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

Tre stabilimenti produttivi a Meda (MB), Cassano Magnago (VA) e Ormelle (TV), 130 dipendenti, 30 milioni di euro di fatturato consolidato, di cui il 70% da export: questi, in estrema sintesi, i numeri del Gruppo di illuminazione Penta, capitanato da Andrea Citterio, che a luglio 2020 ha incorporato Castaldi, storica azienda italiana specializzata nel lighting tecnico indoor e outdoor di alta gamma, ampliando a 360° l’offerta made in Italy nel mondo della luce: dal design e contemporaneità di Penta, alle grandi firme di Arredoluce, all’illuminazione tecnica di Castaldi.«Le ambizioni che il Gruppo Penta riserva a Castaldi sono alte. Nei prossimi mesi è previsto un significativo progetto di rinnovo e rilancio dell’azienda: l’obiettivo dichiarato è quello di portare Castaldi ad essere punto di riferimento per il mondo dell’illuminazione tecnica di alta gamma in Italia e nel mondo», dichiara Walter Camarda, attuale CEO di Castaldi, che continuerà a rimanere coinvolto nel progetto.«L’obiettivo è raddoppiare il fatturato di Castaldi nei prossimi 3 anni», continua Andrea Citterio. «La strategia di crescita prevede in primis di sfruttare a pieno le sinergie di Gruppo, un importante restyling sia di immagine che di prodotto e il rafforzamento e consolidamento della propria posizione sui mercati internazionali, nel rispetto della tradizione e dei valori dell’azienda».Advisors di Penta nell’operazione sono stati Dentons e New Deal Advisors, mentre Castaldi si è avvalsa di Watson Farley & Williams e BoardWalk.IL GRUPPO PENTALIGHT comprende Penta, azienda specializzata nel design decorativo contemporaneo, Arredoluce azienda storica nata a Monza nel 1943 con focus nel comparto high end con le collezioni dei grandi maestri del design e Castaldi specializzata nell’illuminazione tecnica outdoor e indoor.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emigranti rotta balcanica

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

“Da tempo denuncio l’incapacità di questo governo a fronteggiare l’emergenza migranti sul confine balcanico e la sottovalutazione della maggioranza, che oltre ai porti mantiene aperte anche le linee di frontiera. Su Trieste abbiamo una nuova Lampedusa, ma il governo fa finta che tutto vada bene e va accolto con grande attenzione il grido d’allarme lanciato dal Sindacato autonomo di Polizia del Fvg. Addirittura la ministra Lamorgese qualche giorno fa in visita nella città ha affermato che ‘la rotta balcanica sta andando abbastanza bene’. Non è così, ogni settimana centinaia di clandestini scavalcano il confine per entrare illegalmente in Italia. A questo si aggiunge anche il rischio legato al Covid-19 su cui al ministero dell’Interno era stata chiesta attenzione e un monitoraggio più scrupoloso. Ma anche su questo punto dobbiamo registrare l’inadeguatezza del governo. Per Fratelli d’Italia è necessario rafforzare i controlli, aumentare uomini e mezzi per la Polizia di frontiera, e se serve anche utilizzando l’esercito, ma soprattutto alzare il livello di protezione sanitaria per gli agenti. Ci auguriamo che anche stavolta i nostri appelli non cadano nel vuoto, perchè ormai è necessario che il governo consideri la rotta balcanica al pari dell’emergenza sbarchi sulle nostre coste del Mediterraneo”. Lo dichiara il presidente dei senatori di Fratelli d’Italia, Luca Ciriani.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auto: i giovani scelgono quella a noleggio

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

L’automobile è una delle voci di costo che più incide sul budget delle famiglie italiane e se l’auto è intestata ad un giovane neopatentato, la spesa totale può arrivare alle stelle; secondo l’analisi di Facile.it, considerando un veicolo nuovo dal valore di 16.800 euro, il costo complessivo nei primi 3 anni di vita del mezzo, includendo RC auto, bollo, manutenzione e spese accessorie, sfiora i 22.000 euro. Con costi così alti non sorprende vedere come anche tra i più giovani si stiano diffondendo formule alternative all’acquisto, ad esempio il noleggio dell’auto a lungo termine. Facile.it, in occasione del lancio della nuova sezione dedicata al confronto delle tariffe per il noleggio a lungo termine, ha voluto fare due calcoli scoprendo che, dati alla mano, grazie a questa modalità non solo non occorre avere un capitale per acquistare il veicolo, ma si può risparmiare più di 500 euro l’anno e, al contempo, contare su una serie di servizi accessori aggiuntivi che non si hanno quando si sceglie di comprare l’auto.L’analisi di Facile.it è stata realizzata confrontando il costo totale di acquisto e mantenimento di un’auto intestata ad un neopatentato diciottenne ed una, di pari tipologia, presa a noleggio lungo termine, considerando un arco temporale di 3 anni*.
Se si sceglie di acquistare l’auto, la spesa più importante è il prezzo del veicolo che, per il mezzo preso in esame, è pari a 16.800 euro. Il secondo costo più rilevante è quello dell’RC auto; secondo Facile.it, un automobilista neopatentato che parte dalla classe 14, in media, deve mettere in conto una spesa di circa 1.000 euro l’anno. A questa voce vanno aggiunti i costi delle garanzie accessorie che normalmente vengono attivate quando si acquista un veicolo nuovo; la copertura furto incendio, la polizza cristalli e quella per gli eventi naturali. In totale, nei 3 anni, l’importo complessivo stimato per assicurare il veicolo è di 3.900 euro. Alla lista delle spese obbligatorie va aggiunto anche il bollo, che per il modello preso in analisi è pari, in 3 anni, a 472 euro. Ultima, ma non meno importante, è la manutenzione ordinaria, che anche nel caso di un veicolo nuovo non va sottovalutata; considerando un utilizzo di circa 10.000 km l’anno e un paio di tagliandi, la spesa può arrivare, nell’arco dei 36 mesi, a circa 600 euro. Il costo totale tra acquisto, spese obbligatorie e manutenzione arriva così a 21.772 euro, esclusi gli eventuali imprevisti che potrebbero far salire ulteriormente il conto; se al termine di questi 3 anni il proprietario decidesse di rivendere l’auto, ipotizzando un guadagno di 10.000 euro, la spesa netta sostenuta scenderebbe a 11.772 euro.
E se l’auto, invece di comprarla, fosse stata noleggiata per un periodo di pari durata (36 mesi)? In questo caso il risparmio sarebbe significativo. Guardando alla miglior tariffa disponibile su Facile.it, il costo per il noleggio dell’auto analizzata è pari a 285 euro al mese, senza alcun anticipo. Si tratta di un costo all inclusive che comprende tutte le altre voci di spesa prese in considerazione: l’RC auto e le garanzie accessorie (furto-incendio, cristalli, eventi naturali), il bollo, la manutenzione ordinaria, ma anche alcuni costi straordinari, come ad esempio l’invio del soccorso stradale o la copertura in caso di atti vandalici, eventi socio-politici e danni accidentali.Il costo complessivo per il noleggio a lungo termine, in 3 anni, raggiunge i 10.260 euro, vale a dire 1.512 euro in meno rispetto alla spesa netta emersa dall’analisi dell’acquisto dell’auto. Un risparmio che potrebbe essere addirittura più alto se si mettono in conto eventuali imprevisti o, anche, se si considera che il costo dell’RC auto per un veicolo intestato ad un neopatentato è, in alcune province italiane, estremamente elevato; variabili che graverebbero ulteriormente sul portafogli di un proprietario d’auto ma non su quello di un giovane che ha scelto il noleggio a lungo termine.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Ragazzo di Luna” di Alexander Korotko

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

La casa editrice Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno, continua la sua azione editoriale di voler diffondere in Italia latitudini altre della scrittura, autori che provengono da altri paesi nel mondo, ma che vale la pena conoscere per il loro spessore, la loro qualità, e il messaggio narrativo che in questa selezione, viene sempre legato in maniera indissolubile alla nostra contemporaneità. In questa opera di diffusione di poesia e letteratura di rilievo internazionale, nel nostro Paese, la casa editrice salentina si avvale della collaborazione della Casa della Poesia di Como e del suo Presidente Laura Garavaglia, che da anni organizza a Como il Festival Europeo della Poesia. Eccolo che viene presentato ai lettori italiani “Ragazzo di Luna” di Alexander Korotko
Alexander Korotko è un poeta-filosofo e narratore ucraino. «Ufficialmente» Alexander Korotko entra sulla scena letteria nella seconda metà degli anni ‘80 del ‘900 con le sue prime pubblicazioni sul giornale « Litératournaïa gazeta ». La sua prima raccolta di poesie vede la luce con la casa editrice «Molod» nel 1989. Oggi è autore di una trentina di libri (opere poetiche e di prosa). I suoi testi sono inseriti in antologie, almanacchi e riviste letterarie. Le sue poesie sono state tradotte in ebraico, inglese, francese, tedesco, polacco, greco e ucraino. È membro dell’Unione degli scrittori d’Israele, dell’Accademia Europea delle scienze, delle arti e delle lettere, vincitore del premio letterario dell’Accademia Mihai Eminescu (Romania, 2017) e del premio letterario « L’amour de la liberté » (Paris, 2017). Alexander Korotko ha lavorato con successo a generi diversi di poesia e di prosa. Suoi testi sono stati messi in scena e alcune poesie sono state musicate da compositori di fama e sono entrate nel repertorio di cantanti famosi. Ha concesso lunghe interviste alla stampa, alla televisione e alla radio. Le sue opere, interpretate dall’autore stesso, sono disponibili sul suo portale You Tube.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »