Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Al Congresso ESMO presentati i dati aggiornati sulla terapia agnostica

Posted by fidest press agency su sabato, 17 settembre 2022

Larotrectinib, terapia mirata antitumorale con indicazione agnostica, cioè indipendente dall’organo colpito dal cancro, offre un beneficio clinico rilevante, rapido e duraturo nel tempo. In particolare, nel carcinoma del polmone la sopravvivenza globale mediana ha raggiunto 40,7 mesi, nell’analisi dei tumori dell’adulto e pediatrici, esclusi i primitivi del sistema nervoso centrale, la durata della risposta (DoR) mediana è stata di 34,5 mesi e nel cancro delle ghiandole salivari il tasso di risposta obiettiva (ORR) è stato dell’84% con un tasso di sopravvivenza globale dell’82% a 3 anni. Sono questi i risultati principali derivanti da un’analisi ampliata della terapia oncologica di precisione larotrectinib, che mostrano il beneficio clinico duraturo nei pazienti con tumori solidi con fusione dei geni NTRK (Neurotrophic Tyrosine Receptor Kinase) in diversi tipi di tumori, compreso quello del polmone. I risultati, coerenti con profili di efficacia e sicurezza di larotrectinib osservati in precedenza, sono stati presentati alla World Conference on Lung Cancer (WCLC), che si è svolta dal 6 al 9 agosto, e al Congresso della Società europea di Oncologia Medica (European Society for Medical Oncology , ESMO), in corso a Parigi dal 9 al 13 settembre.A settembre 2021, l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha approvato la rimborsabilità di larotrectinib per il trattamento delle neoplasie caratterizzate da fusione dei geni NTRK. Larotrectinib è stato investigato in studi clinici che hanno arruolato diversi istotipi di tumori solidi, inclusi quelli del polmone, della tiroide, melanoma, tumori gastrointestinali stromali, tumore del colon, sarcomi dei tessuti molli, tumori delle ghiandole salivari e fibrosarcoma infantile. Ha mostrato efficacia nei tumori primitivi del sistema nervoso centrale, così come in pazienti con metastasi cerebrali, in età e istologie tumorali diverse. I tumori con fusione TRK si manifestano quando un gene NTRK si fonde con un altro gene non correlato, producendo una proteina TRK chimerica. Questa proteina alterata, o proteina di fusione TRK, diviene costitutivamente attiva o sovraespressa innescando una cascata di segnale. Le proteine di fusione TRK agiscono come driver oncogenici che promuovono la crescita e la sopravvivenza cellulare, portando al tumore con fusione TRK. Il tumore con fusione TRK non è ristretto a certi tipi di tessuto e può manifestarsi in ogni parte del corpo umano. Il tumore con fusione TRK si manifesta, con frequenza variabile, in diversi tumori solidi in età adulta e pediatrica, che includono tumori del polmone, tiroide, tratto gastrointestinale (colon, retto, colangiocarcinoma, pancreas e appendice), sarcoma, tumori del SNC (glioma e glioblastoma), ghiandole salivari (carcinoma secretorio della ghiandola salivare) e tumori pediatrici (fibrosarcoma infantile e sarcoma dei tessuti molli).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: