Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 19 agosto 2019

Italia campione del mondo di parapendio

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

parapendio italia-mondialiDopo il successo nei mondiali di deltaplano lo scorso luglio, il tricolore sventola anche sul podio del 16° Campionato del Mondo di volo in parapendio che si è chiuso a Krushevo in Macedonia. Joachim Oberhauser, pilota di Termeno (Bolzano), 43 anni, esperto di macchine agricole nella vita, è il nuovo Campione del Mondo. Insieme a lui il team Italia vince per la prima volta identico titolo a squadre in condivisione con la Francia. Oltre che da Oberhauser, la nazionale azzurra comprendeva la milanese Silvia Buzzi Ferraris, Christian Biasi di Rovereto (Trento), Marco Busetta di Paternò (Catania), Alberto Vitale pilota ragusano trapiantato a Bologna e Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano) in veste di CT.
Il successo è scaturito al termine di dieci task, una al giorno, su percorsi dai 65 ai 130 chilometri. Giudici di gara i funzionari della FAI, Fédération Aéronautique Internationale.
Osso duro da battere per i 150 piloti iscritti in rappresentanza di 48 nazioni quelli francesi, campioni del mondo uscenti a squadre, individuale maschile e femminile. In pratica tutte le medaglie erano loro e non si sono smentiti neppure nei cieli macedoni prendendo all’inizio il comando della gara. Per gli azzurri sono stati dieci giorni di passione, su è giù per la graduatoria fino alla svolta nella settima giornata quando Oberhauser è riuscito a scalzare Honorin Hamard dal comando. Alla fine al francese para-mondo-2019.jpgandrà la medaglia di bronzo a pari merito con Vladimir Bacanin (Serbia) e dietro al russo Gleb Sukhotskiy, vice campione del mondoUn altro momento importante per l’Italia quando Marco Busetta ha vinto la penultima prova portando al team i punti necessari per prendere il comando della classifica a squadre. La reazione dei francesi non si è fatta attendere, tanto che a giochi chiusi i transalpini raggiugeranno gli azzurri sul gradino numero uno del podio. Seguono Giappone e Svizzera.Tra le quote rosa, impossibile battere Méryl Delferriere (Francia) che ha mantenuto il comando sulle 21 colleghe per tutto il campionato. Medaglia d’argento alla svizzera Yael Margrlisch; quella di bronzo a Ellis (Australia).Dopo questa impresa possiamo guardare all’Italia come la nazione più forte al mondo nel volo libero in parapendio e deltaplano, laddove per libero si intende il volo senza motore, sulle ali del vento e delle correnti d’aria ascensionali. Non si ricorda neppure un altro sport nel quale atleti azzurri abbiano vinto di più. (foto copyright Gustavo Vitali – Ufficio Stampa FIVL)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Borgo d’estate: Narrazioni teatrali, musicali e letterarie nella quiete di Borgo

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Roma Piazza delle vaschette 21, 22, 23, 24, 25 agosto 2019 Spettacoli teatrali, concerti, laboratori di scrittura, conversazioni, presentazione di libri, crossbooking e la pratica del Tai Chi Chuan sono gli ingredienti che renderanno Piazza delle Vaschette una location condivisa ma raccolta; crocevia di linguaggi classici e sperimentali. Dal tramonto a sera, dalle 17.30 alle 23.30, il programma è ricco di contenuti inediti.
Mercoledì 21 agosto alle 19.00 si parte con le letture, i racconti e le leggende per ripercorrere la storia del rione Borgo, quartiere antichissimo, più compiutamente realizzato, nella veste attuale, dal Pontefice Pio VI nel 1565.
La serata prosegue alle 21.30 con il concerto: ITINERARI NEL NOVECENTO. Open live che spazia da Maurice Ravel ad Astor Piazzolla, dal cinema alle colonne sonore di Ennio Morricone. Una musica contemporanea delicata, arguta, e accessibile. Con la direzione del Maestro Stefano Cucci, si esibiranno Guglielmo Cetto (sax), Alessandro Rasi (tromba), Clementina Savini (flauto), Fabio Sepe (clarinetto) e Aldo Maria Taggeo (trombone). Un programma fitto che proporrà altri concerti, come quello del Billi Brass Quintet, in programma venerdì 23 agosto; un repertorio che spazia dalla musica classica al jazz, dalle colonne sonore del grande cinema alla proposta di composizioni originali per quintetto d’ottoni. E nel solco della valorizzazione del territorio, una serata, l’ultima, sarà dedicata a canti della tradizione popolare di Roma e della campagna Romana – “Pe strada passo cantanno”, con Stefania Placidi, voce e chitarra.
Ampio spazio al teatro e ai suoi molteplici codici rappresentativi. Una selezione accurata, grazie alla esperienza di ArgillaTeatri porterà in scena, giovedì 22 agosto, EL DOTOR DEI MATI – Storia di un neurologo a Venezia, dalle Fondamenta alla legge Basaglia, di e con Claudia Fontanari, regia di Sara Valerio. Il monologo ripercorre la storia della nascita della neurologia ospedaliera a Venezia sullo sfondo della rivoluzione di Franco Basaglia. Sabato 24 agosto torna LE HERBARIE. Le chiamavano streghe. Una produzione firmata ArgillaTeatri, con Claudia Fontanari, Brunella Petrini e Elena Stabile, regia di Ivan Cozzi. Un viaggio nella storia d’amore e di lotta delle Herbarie, erboriste medievali, definite streghe o ciarlatane di potere. Le protagoniste sono farmaciste, levatrici e “accabadore”, coloro che sanno dare la buona morte. L’inquisizione cambierà il corso della storia, ma per chi sopravvive, la missione sarà quella di tramandare, nei secoli, la cura e il sapere.
Domenica 25 agosto la proposta teatrale si chiude con MINOTAURO di Friederich Durrenmatt. Con Ivan Cozzi (voce recitante), Albino Taggeo (pianoforte) e la performance pittorica di Stefano Hos Giagnotti. Il Minotauro, espressione della mostruosità dell’essere, differente eppure innocente della propria non appartenenza alla “normalità”. Alla lettura teatralizzata si unisce una nuova partitura musicale ad opera del Maestro Albino Taggeo ed una performance pittorica, guidata dal ritmo delle parole.
Trasversale la scelta delle letture, delle conversazioni a tema e l’incontro con gli autori. Un romanzo picaresco con un finale a sorpresa prosegue il programma della rassegna. Giovedi 22 agosto, Francesco Randazzo, presenta: “I duellanti di Algeri” (Ed. Graphofeel). Le vicende di Miguel Cervantes, futuro autore del Don Chisciotte e Antonio Veneziano, irrequieto poeta e avventuriero palermitano. Il ritrovamento di un manoscritto di Cervantes in una segreta biblioteca di Salamanca, le avventure dei due particolarissimi compagni di prigionia ad Algeri e le loro fantastiche fughe al centro della storia. Venerdì 23 agosto, Piazza delle Vaschette si mescola ai colori intensi dell’India. Con la partecipazione musicale di Kalipada Adhikary, un viaggio narrante condurrà il pubblico nel paese asiatico. Attraverso le favole e i libri di viaggio ci si potrà immergere nelle tradizioni e nelle contraddizioni di una cultura millenaria. Le donne fra Magia e Cura, è il titolo dell’incontro con Silvia Pietrovanni in calendario il 24 agosto. Gli aspetti mitologici e antropologici delle donne di medicina condannate dall’Inquisizione. Una narrazione tra storia e mitologia declinata al femminile. Sito web: http://www.argillateatri.eu

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio a Luciana Boccardi per “Lettera a Casanova”

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

La Città di Pomarico (Matera) Capitale per un Giorno nell’ambito degli eventi di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, per ricordare che qui nacque la madre di Antonio Vivaldi, indice ogni anno il Festival Vivaldiano, al quale è legato il concorso letterario “Vincenzo Asselta” per poesia e narrativa. A vincere quest’anno il primo premio, praticamente all’unanimità (con un punteggio di 97, 7 su 100), per la categoria Narrativa – Racconti brevi – è la giornalista veneziana Luciana Boccardi, esperta di moda e costume, con “Lettera a Casanova”. Una “lettera” immaginaria che affronta in modo diretto l’ineguagliabile libertino con l’ironia tutta veneziana che caratterizza la giornalista-scrittrice. L’idea di considerare il famoso “sciupafemmine” con un’ottica del tutto attuale e “femminile” è stata suggerita alla Boccardi da una serie di incisioni elegantissime della veneziana Nicola Sene, prodotte dal Centro Internazionale della Grafica come “Omaggio a Casanova”). Nella foltissima letteratura dedicata alla vita e alle opere di Casanova risultano in misura ridottissima le firme di autori – donna: inconsueta e curiosa – quasi polemica – l’immagine di Casanova proposta dal racconto della Boccardi che del famoso seduttore veneziano ha opinioni evidentemente diverse da quelle legittimate dalla storia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Stipendi peggiori e boom di supplenti

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

La Ragioneria dello Stato certifica la sconfitta della scuola pubblica. Insegnanti e Ata tra i meno pagati dei dipendenti pubblici e quasi il doppio il tasso di precarietà. A niente sono servite le politiche sul reclutamento attraverso concorsi straordinari degli ultimi anni, né risolverà niente l’accordo coi sindacati di aprile che, peraltro, potrebbe non vedere mai la luce vista la crisi di Governo. E la Commissione Ue si prepara a multare l’Italia sull’abuso dei contratti a termine. Per il presidente Anief, Marcello Pacifico, è la prova del fallimento delle politiche scolastiche degli ultimi Governi.
Basta un programma in sette punti per cominciare a rispondere a questa emergenza: 1) sbloccare i soldi destinati alla scuola dalla legge 133/2008 per aumenti di almeno 200 euro mensili e immediati; 2) assumere su tutti i posti vacanti anche di Quota 100 e in organico di diritto o in deroga su sostegno; 3) salvaguardare i ruoli a qualunque titolo già assegnati, in caso di superamento dell’anno di prova; 4) stabilizzare tutti gli idonei dei concorsi ordinari e straordinari e i precari con 36 mesi, i docenti dalle graduatorie di istituto e gli Ata, educatori, assistenti alla comunicazione al pari dei lavoratori delle cooperative; 5) favorire una mobilità ordinaria, annuale con passaggi di ruolo e passaggi verticali; 6) garantire la parità di trattamento tra personale precario e di ruolo sancita dalla giurisprudenza; 7) avviare concorsi ordinari regolari con graduatorie nazionali.
È ancora una volta della scuola il primato dei compensi annuali più magri della pubblica amministrazione. Con l’aggravante che tra i lavoratori della scuola la percentuale di personale supplente è quasi doppia al 10% medio del comparto pubblico.
Marcello Pacifico (Anief): Diventa sempre più indispensabile attuare una svolta nel settore della scuola, dove, però, si continua a tagliare viste anche le riduzioni progressive di spesa pubblica previste nell’ultimo Def. Non ci aspettavamo molto dal vago accordo del 24 aprile scorso, una vera farsa all’italiana, siglato a Palazzo Chigi tra il capo del Governo e gli illusi sindacati maggiori che, dopo avere esultato per i promessi aumenti a tre cifre e il ritorno dei concorsi riservati, sono tornati a minacciare quello sciopero ritirato prima delle elezioni europee. Come sapevamo che gli aumenti-mancia del 3,48% del Governo Gentiloni più l’indennità di vacanza contrattuale, di poco superiore allo 0,5%, introdotta da aprile dalla maggioranza giallo-verde, non avrebbero mosso più di tanti i compensi dimezzati rispetto al resto d’Europa dove si lavora anche meno rispetto all’Italia, né recuperato l’inflazione degli ultimi dieci anni (+14%).

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Lega di Matteo Salvini ha tradito gli italiani e il Governo del Cambiamento

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Godeva del sostegno del 60% dei cittadini, precipitando il Paese nel caos in pieno agosto e rischiando di provocare danni innumerevoli: dall’aumento dell’IVA, al blocco della riforma della Giustizia e delle leggi sull’acqua pubblica, sul salario minimo o per salvare il nostro mare.Salterà anche il lavoro della Commissione d’inchiesta sugli affidi che avrebbe dovuto restituire giustizia alle famiglie coinvolte nel “Caso Bibbiano” e, in questa settimana di dolore in cui ricorre l’anniversario del crollo del Ponte Morandi, è triste ricordare che questa decisione scellerata farà saltare anche la revoca delle concessioni ad Autostrade.
È stata probabilmente proprio la necessità di preservare i potenti di sempre, la vera causa di una crisi innescata da chi, oltre a preservare gli interessi dei Benetton, doveva scongiurare che si arrivasse all’ultimo voto utile sulla riforma portata avanti dal MoVimento 5 Stelle per tagliare ben 345 parlamentari e altrettante poltrone di amici degli amici.Il MoVimento 5 Stelle ha tenuto la barra dritta: prima il taglio dei parlamentari e poi torniamo al voto subito e senza problemi. Salvini messo alle corde prima si è detto sfavorevole (ad una riforma che la stessa Lega ha votato favorevolmente per ben tre volte), poi dopo essere stato contestato in piazza, incalzato dal MoVimento e dai suoi stessi sostenitori che stanno abbandonando in massa la sua pagina Facebook, martedì in Senato si è detto favorevole a tagliare le 345 poltrone. Peccato che fosse un bluff, la “mossa della disperazione”: se la Lega sfiducerà il Governo il 20 agosto, infatti, le attività parlamentari si bloccheranno e salterà il voto sul taglio dei parlamentari previsto per il 22 agosto. Insomma solo un altro tentativo di prendere in giro gli italiani. Cosa aspettarsi d’altronde da chi, nell’ultima settimana, ha annunciato di voler votare contro il suo stesso Governo e quindi anche contro se stesso. Salvini infatti, nonostante gli annunci, non ha ancora neanche rassegnato le dimissioni da ministro del Governo che intende sfiduciare.
La verità è che Salvini ha tradito gli italiani, ha gettato la maschera ed è tornato subito ad Arcore dall’amico di sempre Silvio Berlusconi. A difendere i cittadini italiani rimane ancora una volta soltanto il MoVimento 5 Stelle. Saremo al fianco del Presidente Conte in aula e accetteremo le decisioni del Presidente della Repubblica, l’unico a poter decidere come e quando si va al voto.

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La diffusione delle paure e lo sviluppo delle tendenze totalitarie

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Un mio illustre maestro mi faceva notare che tutti i fattori che alimentano la diffusione delle paure e lo sviluppo delle tendenze totalitarie finiscono con il provocare il declino dei sistemi democratici. E soggiungeva: “Dobbiamo renderci conto che l’individuo nel mondo occidentale subisce l’indebolirsi di quei “sistemi di protezione” costituiti dalla cultura e dalla politica e in particolare subisce lo svilirsi della funzione dello Stato.”
Se poi ci caliamo nella realtà italiana le tendenze mi appaiono illuminanti. Una paura, ovviamente, che si fonda sulla mancanza di certezze. Se avessimo, ad esempio, un sistema capace di dirimere le varie controversie sia in sede civile, penale e amministrativa in tempi brevi e comminando sanzioni e pene certe e definitive potremmo tranquillizzare i cittadini sulla possibilità che siano ben protetti. Non solo. Quante volte mi sento dire dei furti in casa, degli scippi, dei borseggi dei raggiri truffaldini e che, una volta denunciati, non succede nulla. La pratica nel giro di qualche giorno viene archiviata. In questo frangente chiunque ha la netta sensazione di essere ignorato come per dire è poca cosa e che non abbiamo tempo per indagare. Proprio per questo motivo facemmo una proposta che meritò quanto la esponemmo, agli addetti ai lavori, solo una un’alzata di ciglio ma nulla di più. Noi avevamo messo a punto un progetto nel quale avevamo pensato di coinvolgere le associazioni d’arma: carabinieri, finanzieri, poliziotti. Il loro compito, svolto su base volontaria, sarebbe stato quello di raccogliere le denunce per i piccoli reati, catalogarli, analizzarli, cercare impronte e quanto altro e inserirli in un database per compararli con gli altri casi a livello locale e nazionale. In ogni caso si sarebbe trattato di un lavoro a “tavolino” e di supporto agli inquirenti ma sotto il profilo psicologico di grande importanza in quanto la vittima non si sarebbe sentita trascurata dallo Stato. A questo punto mi sorge un dubbio: Non è che la paura fa comodo a chi pensa di farne l’uso indicato dal mio mentore? (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Staffetta escursionistica

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Trento. Sabato 24 e domenica 25 agosto riprende la staffetta non continuativa del Club alpino italiano “Cammina Italia CAI 2019”, con due escursioni in provincia di Trento, fra il Passo del Tonale e Rabbi. Organizza la Commissione escursionismo della SAT, in collaborazione con le Sezioni di Pejo e Rabbi-Sternai. Iniziate all’inizio dello scorso marzo in Sardegna, le escursioni hanno via via risalito la penisola lungo la dorsale appenninica prima e l’arco alpino poi, per promuovere il rilancio degli oltre 7000 km di un itinerario che parte da Santa Teresa di Gallura per terminare a Muggia, in provincia di Trieste. In ogni regione le escursioni hanno visto la partecipazione di decine, in diversi casi anche centinaia, di appassionati.
Sabato 24 agosto si camminerà dal Passo del Tonale a Pejo (difficoltà EE, dislivello positivo 1000 metri, negativo 1150 metri, durata cinque ore): dopo la salita all’Ospizio San Bartolomeo, i partecipanti raggiungeranno Malga Valbiolo (2244 metri), per poi risalire ed entrare nell’anfiteatro morenico fino al Passo dei Contrabbandieri (2681 metri, punto più alto dell’escursione), ricco di testimonianze della Grande Guerra. Dopo aver percorso un tratto di sentiero scavato nella roccia, si raggiungeranno i Laghetti di Montozzo, dove si trova il Rifugio Angelo Bozzi (2471 metri). Qui, un luogo dove il fronte della Grande Guerra non si è mai mosso (anche dopo Caporetto) e dove sono visibili i resti delle trincee, si intercetta la prima tappa trentina del Sentiero Italia CAI e si prosegue fino al Forcellino di Montozzo (2612 metri), che offre uno dei migliori panorami sulle montagne circostanti. Si scende sui declivi a pascolo dell’ampia e suggestiva Val Montozzo, dove si trovano numerose marmotte che hanno trovato un habitat ideale nella conca glaciale cosparsa di splendidi laghetti, per poi proseguire fino al gradino inferiore della valle da dove si può godere una splendida veduta del sottostante Lago di Pian Palù, con, purtroppo, ancora evidenti i segni della tempesta dell’ottobre 2018. Si continua infine il percorso, fino ad arrivare sulla sponda meridionale del lago, fino al Fontanino di Celentino (1676 m). L’ultima parte del tracciato è stata modificata rispetto al percorso originale, chiuso dopo Vaia dal Comune di Pejo.
Domenica 25 agosto sarà il turno dell’escursione lungo la seconda tappa trentina del Sentiero Italia CAI, da Pejo a Fonti di Rabbi (difficoltà EE, dislivello positivo 1200 metri, negativo 1450 metri, durata otto ore). Una tappa lunga e caratterizzata da un dislivello elevato, che porta in val di Rabbi dall’abitato di Pejo. Ci si inoltra nella valle formata dal Torrente Noce Bianco fino a raggiungere una strada carrozzabile prima di deviare verso Malga Ponte Vecchio, dove inizia una salita che in quasi 1000 metri di dislivello porta al Passo Cercen. Da qui scende verso la Val di Rabbi lungo un vallone selvaggio fino alla frazione Fonti di Rabbi.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Passitaly Sound Festival

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Pantelleria. 26 – 27 – 28 settembre 2019 Porto di Scauri Il Comune di Pantelleria e Otr presentano la prima edizione del Passitaly Sound Festival, tre giorni di Musica inseriti all’interno della manifestazione enogastronomica Passitaly (21 – 28 settembre) dedicata alla salvaguardia del Passito di Pantelleria , per rimarcare il ruolo fondamentale di Pantelleria nella produzione mondiale di vini passiti e non solo. Il Passitaly vuole mettere in primo piano la natura duplice di Pantelleria, terra di acqua e di fuoco, di pescatori e contadini. Il Passitaly Sound Festival vuole unire natura, cultura, turismo e tradizione, i concerti andranno in scena al Porto di Scauri, circondati dallo splendore del mare blu cobalto dell’isola e dai vigneti unici nel mondo, la cui pratica di coltivazione è iscritta dall’Unesco tra “i beni immateriali dell’umanità”. Un paradiso a metà strada tra l’Europa e l’Africa dove la pratica di coltivazione della vite si tramanda da padre in figlio, tecnica rappresentativa della cultura e della storia degli isolani. Il Passitaly Sound Festival è un evento fortemente voluto dal Comune di Pantelleria e da Otr, il primo Festival nato sull’Isola che unisce la tradizione enogastronomica e culturale di Pantelleria a quella musicale, chiuderà l’estate 2019 e diventerà un appuntamento fisso per le stagioni a venire. A rendere omaggio alla magia dell’Isola saranno Irene Grandi (26 settembre), Max Gazzè (27 settembre) e Carmen Consoli (28 settembre).
Irene Grandi porterà a Pantelleria il suo Grandissimo Tour, il live di presentazione del suo ultimo album che celebra i suoi 25 anni di carriera. Un live che ha lo spirito di Irene, quello di guardare sempre avanti, tra brani inediti e nuovi arrangiamenti per i classici che hanno puntellato la sua carriera.
Max Gazzè, ininterrottamente in tour da giugno, arriva sull’Isola con On The Road, un grande concerto per il suo intero repertorio, dagli inizi alle ultime hit.Insieme a lui, in questo nuovo viaggio, i suoi musicisti di sempre: Giorgio Baldi (Chitarre), Cristiano Micalizzi (Batteria), Clemente Ferrari (Tastiere) e Max Dedo .
Carmen Consoli chiuderà il festival con un concerto ideato ad hoc per il pubblico di Pantelleria, i suoi brani saranno suonati e cantati con la naturalezza e l’energia che la rendono una delle artiste più eclettiche del panorama musicale italiano e internazionale e fanno di ogni live un evento unico.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settima edizione del Campus di danza contemporanea “Uni-Tanz”

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Lecce Da lunedì 26 a sabato 31 agosto appuntamento con la settima edizione di Uni-Tanz.
Uni-Tanz 2019 Organizzato dall’Associazione Koreoproject, con la direzione artistica di Giorgia Maddamma e il coordinamento di Sara Bizzoca, in collaborazione con Comune di Lecce, Teatro Pubblico Pugliese, Liceo Coreutico Ciardo Pellegrino di Lecce e Folkwang Universität der Kunste di Essen (prestigiosa università tedesca dove hanno insegnato maestri del calibro di Pina Bausch, Jean Cebron, Susanne Linke, Malou Airaudo, Dominique Merci, Lutz Forster e molti altri conosciuti nomi della danza internazionale), Uni-Tanz è un’occasione unica nel panorama italiano per la presenza di artisti di altissimo profilo e di grande esperienza. Nel corso delle prime edizioni Uni-Tanz ha ospitato partecipanti provenienti da Italia, Argentina, Brasile, USA, Germania, Francia, Inghilterra, Svizzera, Austria, Grecia, Spagna, Turchia, Russia e Giappone e Taiwan. Il Campus è stato anche un’occasione per molti allievi di partire verso sedi universitarie europee della danza. Dalla sua prima edizione, infatti, oltre una decina sono stati i partecipanti ammessi a studiare presso la Folkwang Universitet der Kunste di Essen in Germania e l’Accademia Nazionale di Danza di Roma. Il programma prevede:
Dal 26 al 30 agosto nel Liceo Coreutico Ciardo Pellegrino di Lecce il campus proporrà corsi intensivi (dalle 10 alle 20, con una pausa di un’ora), rivolti a un gruppo di 50 partecipanti (età minima 15 anni). Rodolpho Leoni (docente di Tecnica contemporanea alla Folkwang Universitaet der Kunste di Essen e direttore della Compagnia Folkwang Tanzstudio) e la direttrice artistica Giorgia Maddamma (docente di tecnica contemporanea presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma e già docente presso la Folkwang Universitet der Kunste) terranno lezioni di tecnica contemporanea. La danzatrice Marigia Maggipinto (che dopo una lunga formazione e varie collaborazioni, ha fatto parte della compagnia Tanztheater Wuppertal Pina Bausch dal 1989 al 1999, danzando in ben 14 differenti coreografie) e Kenji Takagi (che dopo essersi diplomato alla Folkwang Hochschule di Essen, dal 2001 al 2008 è stato membro del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch dove lavora tutt’oggi come danzatore ospite e direttore di prove con la compagnia) cureranno un laboratorio coreografico. Il contrabbassista e compositore salentino Marco Bardoscia si occuperà infine di body percussion e della relazione tra musica e danza.
Venerdì 30 agosto (ore 21), nelle vie nel centro storico di Lecce i partecipanti al campus e i docenti riproporranno “The Nelken Line”, una delle coreografie più emblematiche nella carriera di Pina Bausch. Quest’anno ricorrono, infatti, i dieci anni dalla scomparsa della coreografa tedesca e in tutto il mondo si sono susseguiti e alternati momenti di ricordo per il suo straordinario e innovativo lavoro. Con pochi gesti distinti, la linea racconta l’alternanza delle quattro stagioni – primavera, estate, autunno, inverno – con una lunga fila che danza sulle note del celebre brano “West End Blues” di Louis Armstrong & His Hot Five.
Sabato 31 agosto (ore 21:30 – ingresso 8 euro), infine, il chiostro dell’Ex Convento dei Teatini (non il Teatro Apollo come annunciato in precedenza) di Lecce ospiterà “Dance Evening – Guests”, spettacolo conclusivo del percorso dei laboratori coreografici, con i partecipanti al campus diretti dai maestri e con artisti ospiti che partecipano alla serata.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arriva la festa dei ceci di Cicerale: novità dell’anno la Spirulina

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Cicerale (Salerno) Si terrà dal 21 al 23 agosto prossimi la Festa dei Ceci di Cicerale, piccolo felice borgo in provincia di Salerno.Il cece di Cicerale, pregiato legume della dieta mediterranea e presidio Slow Food dal 2012, come sempre sarà il protagonista delle ricette tradizionali e ogni sera sarà possibile partecipare ad un percorso gastronomico tra sapori, mestieri, musiche e tradizioni.Le tre serate saranno all’insegna delle ricette tradizionali, soprattutto a base del pregiato legume, con il piacevole sottofondo della musica popolare.La novità di quest’anno della festa sarà la presenza dell’alimento degli astronauti, ovvero la Spirulina.Sarà presente infatti tra gli stand anche l’azienda AlghePAM, (www.alghepam.bio) startup cilentana che coltiva e produce la preziosa alga Spirulina.Una speciale alga che è uno degli alimenti che la NASA invia agli astronauti in orbita, perche ricca di nutrienti e considerato come un elisir di lunga vita. Un prezioso alimento la spirulina, che è stata definita perfino dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come “l’alimento più completo del mondo”.Gli stand gastronomici saranno aperti al pubblico a partire dalle ore 19.30. Un appuntamento da non mancare quella della festa dei ceci di Cicerale 2019, anche per provare l’alga.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutelare l’ambiente per salvaguardare la salute

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Una necessità non più rinviabile come dimostrano i “numeri”: il 75% delle malattie e delle cause di morte è legato proprio al degrado ambientale e a stili di vita scorretti. Ne sono convinti i medici italiani che nel corso di un convegno ne hanno evidenziato l’aspetto.
Occorre, quindi, “individuare tutte le strategie efficaci e in grado di agire sulle condizioni socio-ambientali, cercando di ridurre il peso di tante malattie che gravano sulla collettività”.
“Le esposizioni a sostanze nocive, ai rifiuti e all’inquinamento atmosferico – dicono i medici – sono tra le maggiori cause dei pericoli per la salute.”
“Secondo la più recente letteratura, danni possono esserci anche a causa delle tante sostanze chimiche che usiamo quotidianamente: la maggior parte, infatti, non è ancora stata adeguatamente testata e valutata per la sua sicurezza”. I pericoli provengono anche dalle frodi commerciali.
Anni fa è stato registrato negli Stati Uniti un vertiginoso aumento dei casi di contraffazione di farmaci. In un editoriale pubblicato dalla rivista The Lancet, dedicato all’argomento parla di una crescita dell’800% e si esorta un rafforzamento delle norme sui farmaci, soprattutto nei Paesi dove non esistono o sono troppo blande. Proprio la mancanza di regole rigide e a volte le inadempienze degli stessi organismi di controllo, in specie nei Paesi in via di sviluppo, si rileva come si possa arrivare fino al 30% dei medicinali contraffatti. In particolare, a essere oggetto di falsificazione sono i farmaci antimalaria, che una volta alterati raggiungono il commercio, soprattutto nel Sud-Est asiatico, senza incontrare ostacoli. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, solo il 20% degli Stati membri ha un sistema regolatorio sui medicinali ben sviluppato e circa il 30% non ha alcun impianto legislativo in materia.
C’è bisogno di collaborazione fra governi, autorità, industrie, consumatori, forze di polizia, scienziati e operatori sanitari per combattere il problema. Le aziende, in particolare, dovrebbero riportare volontariamente casi sospetti di contraffazione e abbassare i prezzi dei loro prodotti nei Paesi in via di sviluppo per ridurre l’incentivazione economica alla falsificazione.
Vi è poi vi è un altro fronte critico nel campo dei prodotti alimentari.
Non solo i pomodori ma anche tartufi, formaggi, arance, limoni, aglio, funghi, miele e olio, sono i “falsi alimentari” che invadono il nostro mercato e ingannano il consumatore.
Se un prodotto, sia chiaro, viene dall’estero, non è detto che sia necessariamente cattivo, dipende, semmai, dalla qualità e dalle tecniche di coltivazione. Rimane il problema dei controlli, soprattutto per gli alimenti provenienti dai Paesi extra Ue, sulla presenza di sostanze non ammesse dalla normativa comunitaria (antibiotici, insetticidi, ecc.), perché il commercio globalizzato espone ad alcuni rischi se le regole non sono altrettanto globalizzate. Il problema è dovuto al fatto che questi prodotti sono spacciati come “made in Italy”, cioè come prodotti nostrani, quando invece non lo sono, ingannando così i consumatori.
Si consumano, in tal modo, passate di pomodoro italo-cinesi, o si grattugiano tartufi afro-cino-albanese messi accanto a quello italiano per farne assorbire l‘odore, o a tagliare formaggio danese, o a sbucciare arance e limoni maturati al sole del Sud America e del Sud Africa, o a soffriggere con aglio cinese venduto a pochi euro nei mercatini rionali, o a mangiare una pizza ai funghi dell’Est Europa, o a far colazione con il miele ungherese e a condire con olio mediterraneo. Il tutto pensando che stiamo mangiando prodotti della nostra terra.
Ora ci si mette anche la crisi che spinge molte persone titolari di redditi modesti, e in Italia ci avviciniamo ai dieci milioni, ad acquistare, soprattutto prodotti alimentari a costi molto bassi e di provenienza dubbia. In questo modo si rischia seriamente d’ammalarsi provocando un nuovo aggravio della spesa sanitaria. (Riccardo Alfonso)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salute: Le insidie più gravi per l’essere umano

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

L’impegno che coinvolge ognuno di noi riguarda il discorso sulla medicina partendo proprio dalle più inquietanti e insidiose calamità che colpiscono il corpo umano, e non solo.
Il nostro costante assillo è, infatti, come difendersi dai tumori e dalle malattie cardiovascolari che sono la causa maggiore di mortalità. (Il 75% dei decessi).
Stabilito che le cause più remote risalgono al nostro Dna taluni ricercatori si sono chiesti se è proprio l’ambiente a determinare, in qualche modo, i livelli difensivi del nostro organismo oppure i fattori debbano risalire ad altre cause compreso il fattore ambientale o dalle abitudini alimentari o da tutte e due messe insieme in qualche modo. Da qui il passo ci appare conseguente quando parliamo degli investimenti nella sanità.
Lo scopo è d’investire nello sviluppo di start-up e aziende biotecnologiche che offrono approcci terapeutici rivoluzionari e tecnologie che contribuiscono al progredire dell’innovazione in medicina. Tra questi, ancorché a essi non limitati, concetti terapeutici nuovi quali le cellule staminali e il silenziamento dell’RNA, i vaccini e le proteine di nuova generazione, le tecnologie basate sugli anticorpi, i nuovi bersagli (target) molecolari e composti che sono i primi nella loro classe. Una successiva area d’interesse è quella dei biomarcatori specifici per date patologie.
E mentre da una parte si producono farmaci cosiddetti “innovativi” per combattere taluni malanni gravi si fanno strada altri sia perché si riacutizzano come la Fibromialgia, una patologia dell’apparato locomotore associata a dolori cronici, rigidità e a segni d’affaticamento a livello dei muscoli, legamenti e tendini con coinvolgimento dell’apparato nervoso centrale, sia perché si fanno accompagnare da altre due sindromi egualmente invalidanti, quali la Sindrome da Stanchezza Cronica (CFS) e la Sensibilità Chimica Multipla (MCS).
Va precisato che la Fibromialgia è stata, già da molti anni, riconosciuta dall’OMS, ma in Italia, i malati sono abbandonati a se stessi e considerati invisibili agli occhi delle Istituzioni. Se è vero che la Costituzione Italiana sancisce il diritto alla salute e al benessere di tutti i cittadini, sarebbe opportuno da parte dello Stato riconoscere tali patologie con tutti gli effetti terapeutici.
Da qui scatta un’altra considerazione. La finanza pubblica non sembra voler tenere in debito conto la salute dei cittadini tenendo ermeticamente allacciati i cordoni della borsa ma quando lo fa non si comporta di certo come il classico buon padre di famiglia. “Da un calcolo di massima, si può stimare, infatti, che circa il 5-10% del Fondo sanitario nazionale finisca in sprechi”. (Riccardo Alfonso)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Lo stato dell’arte della medicina

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Trattiamo di un aspetto della medicina in continua evoluzione dal punto di vista della ricerca tecnologica e scientifica ma, al tempo stesso, in forte ritardo nella sua azione pratica nell’interesse del suo destinatario naturale: il paziente. La situazione ci presenta un quadro dalle tinte forti e segnatamente marcate.
Non mancano i contrasti cromatici tra una spinta alla ricerca della salute che allunga la speranza di vita ma non garantisce per chi se ne appropria una forma di salute altrettanto buona.
La voglia d’ offrire il meglio di se, a tutti indistintamente, con quella che potremmo chiamare l’assistenza universale e le obiettive difficoltà nel reperire risorse per rispondere a tali aspettative, sono i nostri limiti culturali. E’ il cinismo di chi trasforma la medicina in un bene di lusso e non una necessità inderogabile per tutti.
La ricerca attraverso la farmacopea mondiale di cure palliative che creano dipendenza ma non sempre si possono considerare indispensabili per assicurare un miglior profilo salutare. Nello stesso tempo il fronte dei nemici avanza e si fa aggressivo. Penso a tutte le diverse forme tumurali che attaccano in vario modo, e con conseguenze spesso devastanti, il corpo umano.
Penso alle sofferenze che generano e alle dipendenze che creano per le quali la società non riesce a contenere e a sostenere con terapie adeguate.
Penso alle famiglie che vivono con il dramma di un loro caro che soffre, si dispera e che vedono spegnersi un poco alla volta irreversibilmente.
Penso all’impotenza di una medicina che per molti versi ha toccato traguardi impensabili solo qualche anno prima e che ora sembra voler gettare la spugna al cospetto di un nemico, riguardo a certe forme tumorali aggressive, che appare invincibile. Ci sono, ovviamente, dei successi o dei tentativi che tendono a bloccare o, per lo meno, a rallentare il corso del male, ma diventano ben poca cosa rispetto alle tante sconfitte che si devono, tuttavia, mettere in conto. Su tutto questo vi è la consapevolezza che si possa fare di più e di meglio se sapessimo ottimizzare le pur modeste risorse disponibili.
Dovremmo mettere da parte, ad esempio, gli sprechi.
Dovremmo ricercare una migliore organizzazione del sistema sanitario sul territorio senza lasciarci sedurre dai facili guadagni e nel trasformare la medicina in una sorta di roulette in cui si gioca la salute sul tavolo di chi ha, rispetto a chi è.
Manca spesso una medicina dal volto umano, una medicina che sappia coniugare il cuore la mente in un solo afflato umanitario e solidale per un valore che ci appartiene ed è indivisibile.E’ anche una questione di priorità rispetto all’impiego delle risorse in altri campi come quello degli armamenti. (Riccardo Alfonso)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La medicina, le malattie rare e la logica dei numeri

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Oggi esistono 70.000 schede censite di malati rari mentre, da anni, le stime ci parlavano di circa 2.000.000 di malati con patologie definite rare nel nostro Paese, allora è vero che i conti ancora non tornano. Per varare un piano Nazionale c’è bisogno di certezza sui numeri, e il sovrastimare o sottostimare rende impossibile capire il problema e stanziare sufficienti risorse economiche per affrontarlo.
A decine sono le denunce che arrivano all’Osservatorio dell’Associazione Giuseppe Dossetti dedicato ai malati rari “Officina Malattie Rare” per i farmaci che non ci sono, per i farmaci che ci sono ma che il SSN non passa, per le malattie rare non ancora riconosciute dallo Stato, per la legge 104 non concessa.
E, tra l’interrogativo più frequente, “Dove finiscono i fondi stanziati per le malattie rare?”, questa è la domanda che quotidianamente c’è rivolta da chi, oltre alla malattia oggi, per via del disagio esistenziale di molti italiani, vede svanire le possibilità di cura perché ogni giorno la povertà incalza. Questa è la domanda che i malati rari si pongono al risveglio ogni mattina perché risposte ancora non ne vedono.
Perché, come diceva Don Dossetti “non si superi l’insuperabile” e l’insuperabile è il baratro tra malato e Istituzioni. Nel frattempo c’è chi predica che mancano le risorse e c’è chi ci informa degli sprechi.
Il 50% dei farmaci in circolazione è inutile e potrebbe essere eliminato senza problemi. E’ la dura “sentenza” di Silvio Garattini, past direttore dell’Istituto ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, che punta il dito anche contro l’uso non appropriato o esagerato di buoni medicinali. Per Garattini la nostra è una società sempre più “farmacocentrica, perché vede la soluzione di tutti i problemi nel medicinale” e dimentica, invece, la prevenzione. Inoltre gli “enormi interessi economici che gravitano attorno alle medicine” e la “tendenza al consumismo sanitario”, sono il quadro in cui si inserisce l’utilizzo non sempre migliore di pillole, fiale e sciroppi.” C’è evidentemente – spiega l’esperto – poca appropriatezza”, che si esprime a diversi livelli. “Il primo è dato dai farmaci totalmente inutili – precisa – come gli epatoprotettori, gli integratori, gli immunostimolanti, i dimagranti, ecc.” “Una paccottiglia che è solo frutto di pubblicità”. Ci sono poi i tanti medicinali “usati solo per curare le cattive abitudini, dal fumo all’eccesso di alcol, dal sovrappeso all’uso di droga.” Anche in questo caso si tratta di una spesa evitabile.
“Il Servizio sanitario nazionale potrebbe risparmiare moltissimo con interventi più decisi sulle abitudini di vita”, dice Garattini, che sottolinea come “non esiste solo un diritto alla salute ma anche un dovere. E’ necessario un lavoro d’informazione e educazione su questo: chi si “procura” una malattia deve sapere che attinge da fonti comuni e sottrae risorse a chi si è ammalato senza colpe.”
Vi è poi un discorso, di più ampia portata, che si rileva dai casi di patologie ambientali prodotte dall’inquinamento chimico, elettromagnetico e da emissioni di CO2. Il tutto si contorna di altri stimoli culturali e informativi quando l’Associazione culturale “Giuseppe Dossetti” affronta il tema su “i Valori – Sviluppo e Tutela dei Diritti” (www.dossetti.it) per aprire il dibattito sui “Farmaci Innovativi, tra Consumismo e Appropriatezza nei 21 Sistemi Diversi di Accesso.” L’appropriatezza dei Farmaci Innovativi non può significare solo qualità nell’indicazione terapeutica, ma deve misurarsi anche con un’accessibilità capillare e veloce su tutto il territorio nazionale per non correre il rischio di permettere solo a chi ha più soldi di curarsi meglio.
In Italia, con l’approvazione del federalismo sanitario ci si potrebbe trovare davanti a diciannove sistemi di sanità diversi, nel senso che ogni regione può permettere, o no, ai propri residenti di accedere ai farmaci nuovi per le migliori terapie di cura. S’intersecano, tra loro, in un mix di ardua comprensione, i diritti del paziente, i tetti di spesa, i prontuari regionali e aziendali, i farmaci anticancro, la prevenzione e l’innovazione. (Riccardo Alfonso)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Manuale diagnostico e statistico DSM-5

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Caserta, 21 e 22 settembre 2019 Le diverse ideologie psichiatriche sembrano alimentare una dissociazione che spinge il pluralismo integrativo della ricerca psico-patogenetica in un dominio caotico prossimo a una commedia pirandelliana.Lo Psicologo David Rosenhan, negli anni ’70, pubblicò un lavoro sulla rivista Science in cui aveva reclutato finti pazienti, educandoli poi nella simulazione dei sintomi primi della schizofrenia. Egli riuscì, così, ad indurre un grande bluff psicodiagnostico nelle diverse strutture specialistiche di recezione dei falsi pazienti, che confermarono per tutti l’errata diagnosi.
C’è ancora spazio nella nostra coscienza e nella speculazione scientifica per la carismatica psicanalisi?
Il DSM 5 nasce, dunque, dallo sforzo durato 14 anni e dal lungo lavoro dialettico frutto della sintesi di una task force composta da più di 1000 scienziati e ricercatori nord americani e non solo. Ma tale fatica sarà riuscita a dare una risposta a un dilemma di shakespeariana memoria?
È più utile tendere verso una classificazione di tipo funzionale-dimensionale o verso quella di tipo nosografica-categoriale?
L’opera è nata non per essere la bibbia degli psichiatri ma in essa si è cercato di rispettare un orientamento classificativo-ateoretico, direi quasi “algebrico”, fondato sulla sommatoria dei diversi sintomi che andavano a confluire poi in un disturbo. La principale agenzia di ricerca federale americana, Il National Institute of Mental Health (NIMH) ha lanciato un progetto ambizioso sui criteri da utilizzare nell’ambito della ricerca (Research Domain Criteria – RDoC) nell’intento di legare, con il sottile filo della obiettiva consapevolezza, la fisiopatologia, la genomica e le neuroscienze per arrivare a una futura classificazione dei disturbi mentali (forse, l’ottava meraviglia del mondo è in corso d’opera).
Non ci sono più spirochete, treponemi o bacilli di Kock che possano tradurre e giustificare un’etiopatogenesi lineare, ma esiste la possibilità di costruire modelli complessi orientati a contemplare nel loro interno il rischio genetico, in relazione all’ambiente.
Ogni teorema e ogni rete presentano dei limiti, ed è proprio grazie a questi limiti che noi cerchiamo di mettere ordine nella realtà; è necessario però considerare alcuni caveat, avvertimenti o riserve: non possiamo più sostenere che il livello fondamentale della psicopatologia si trovi solo nei circuiti cerebrali, ciò potrebbe essere penalizzante per la psicoterapia, anche se tale assioma può diventare una piattaforma di lancio e di significato per lo sviluppo di nuovi farmaci. L’empatia, l’autoriflessione e la meta-rappresentazione consentono di rinunciare, in ragione dell’umiltà e della sensibilità, agli imperativi categorici dell’evidence based per proiettarsi verso una psichiatria complex systems based, dove il senso del limite diventa il motore di ricerca per navigare nella complessità.
La complessità nella schizofrenia è una parola “problema” e non una parola “soluzione” (Edgar Morin).La nostra navigazione, attraverso la complessità, toccherà i temi della salienza aberrante, dell’anedonia consumatoria e di quella anticipatoria propria della schizofrenia e attraverserà ciò che Jaspers, il padre della psicopatologia, ha definito Wahnstimmung – concetto tradotto con il termine di “atmosfera delirante”.Si cercherà, in uno stile abbastanza ateoretico, di percorrere il cammino classificativo e tassonomico seguito nel DSM-5 facendo riferimento alle patologie più importanti. L’interattività del workshop consentirà la possibilità di tradurre, in una dimensione interpersonale, credenze o pezzi di coscienza che noi potremmo aver troppo personalizzato e forse troppo ego-centrato.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

90th Anniversary of Listing on the New York Stock Exchange

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Curtiss-Wright Corporation (NYSE: CW) will commemorate the 90th anniversary of its listing on the New York Stock Exchange (NYSE) by ringing The Closing Bell® on Friday, August 23 at 4:00 p.m. EDT. The Company began trading on the NYSE on August 22, 1929. In recognition of this milestone, Chairman and Chief Executive Officer David C. Adams will ring the NYSE Closing Bell®, accompanied by members of the leadership team, executives and guests.“We are honored to be the 56th longest continuously listed company on the New York Stock Exchange and excited to celebrate our rich and distinctive history by ringing The Closing Bell®,” said Adams.Curtiss-Wright‘s legacy of innovation began with the earliest pioneers of the aviation industry. As a result of their successes, Curtiss-Wright was formed on July 5, 1929, by the merger of companies founded by Glenn Curtiss, the father of naval aviation, and the Wright brothers, renowned for history’s first flight.The event will be webcast live via the Internet on Livestream beginning at 3:56 p.m. EDT via https://www.nyse.com/bell.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marketing Application for Filgotinib for the Treatment of Rheumatoid Arthritis

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Gilead Sciences, Inc. (NASDAQ: GILD) and Galapagos NV (Euronext & NASDAQ: GLPG) today announced that the Marketing Authorization Application (MAA) for filgotinib, an investigational, oral, selective JAK1 inhibitor, for the treatment of adults with rheumatoid arthritis (RA) has been validated and is now under evaluation by the European Medicines Agency (EMA).“We are excited about the validation of this application which is an important milestone in our ongoing work to improve the lives of people living with rheumatoid arthritis and other inflammatory conditions,” said John Sundy, MD, PhD, Senior Vice President, Inflammation and Respiratory Diseases, Gilead Sciences.The MAA for filgotinib is supported by 24-week data from the Phase 3 FINCH clinical trials in which once-daily treatment with filgotinib achieved improvements in clinical signs and symptoms, achievement of low disease activity and remission, and inhibition of structural damage for different sub-populations of patients living with RA. Across the FINCH program, safety data were consistent with previously reported results.“We are very happy with the validation of the filgotinib MAA by the EMA, as this represents the latest step forward in our partnership with Gilead to bring filgotinib as a new treatment option to RA patients across Europe,” said Dr. Walid Abi-Saab, Chief Medical Officer at Galapagos.The filgotinib filing will be reviewed by the EMA under the centralized licensing procedure for all 28 member states of the European Union, as well as Norway, Iceland and Liechtenstein. In early July, Gilead announced plans to submit a New Drug Application (NDA) for filgotinib for the treatment of RA in the United States before the end of the year.Filgotinib is an investigational agent and is not approved anywhere globally. Its efficacy and safety have not been established by any regulatory authorities.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cubic to Deliver CBRND Collective Training Simulation System for Australian Army

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Cubic Corporation (NYSE: CUB) today announced Cubic Defence New Zealand, which operates within its Cubic Global Defense business division, was selected to deliver a new simulation-enabled collective training capability, to better prepare soldiers for chemical, biological, radiological or nuclear defense (CBRND) missions. The capability will be delivered jointly by Cubic Defence Australia and New Zealand, expanding the offering for the Australian Army Combat Training Centre based in Townsville, North Queensland. The Cubic-developed CBRND training sub-system employs simulated CBRN threats projected within a synthetic environment to live instrumented soldiers in the exercise environment. “Cubic’s capability includes simulation of detection, casualty status, treatment and weather impacts,” said Miles Macdonald, general manager of Cubic Defence Australia and New Zealand. “The system is capable of projecting synthetic CBRN effects over large numbers of soldiers exercising on Australia’s training areas, enabling highly realistic scenarios to be exercised under simulated battlefield conditions.” “This training capability allows commanders and their units to experience the tactical and logistical impacts of operations in a CBRN threat environment,” added Macdonald. “It’s about enabling soldiers to realistically undertake threat identification, to test their mitigation and decontamination procedures and to understand the consequence of a threat and their own actions within the safety of a training environment.” The capability will be incorporated to the training activities available through the Combat Training Centre. Cubic is the market leader in providing live instrumented training capability to armed forces globally. Its training systems replicate the combat environment, allowing performance assessment and development of units and their commanders.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fostering Cultural Transformation in Healthcare, Education and Economic Empowerment

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

Experts at identifying opportunities to improve the human condition in a significant way, Thought Leadership & Innovation Foundation (TLI) announces the release of its white paper, “Engineering Cultural Change for Community Health Improvement.” Authored by Bill Oldham, founder and chairman of the Board, TLI, the paper highlights the value of TLI’s innovative, collaborative approach to helping communities across the country that are struggling to come up with a coordinated, cohesive set of actions to effect change and generate social capital for the common good.“TLI takes a deeply human-centered strategy, designed to empower individuals while tackling complex social problems and nurturing innovation,” says Oldham. “It requires seeing the world in a new light and forging the most optimal partnerships to avoid changes that are simply cosmetic or ineffective. Even the largest and highest profile organizations, municipalities, academic institutions and other entities need help to amplify and augment existing programs, using new methods and technologies where they add value.”TLI engages leaders from all business and academic sectors, inviting them to share their stories, ideas and innovation – moving them from dialogue to vision and action – by managing the engagement and interaction of stakeholders, analyzing critical data, synthesizing data for decisions, tracking outcomes and measuring results.The white paper features several case studies showcasing TLI’s role in a number of impactful projects aimed at bettering lives, communities and the nation as a whole across a number of areas, including infectious determinants of chronic diseases, the opioid epidemic, technological innovation, clinical healthcare workflow, human performance measurement and outcomes metrics, using data analytics to determine the quality of medical care patients receive, and economic empowerment through education.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

AM Best Downgrades Credit Ratings of Westminster American Insurance Company

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 agosto 2019

AM Best has downgraded the Financial Strength Rating to A- (Excellent) from A (Excellent) and the Long-Term Issuer Credit Rating to “a-” from “a” of Westminster American Insurance Company (Westminster) (Owings Mills, MD). The outlook of these Credit Ratings (ratings) remains stable.The ratings reflect Westminster’s balance sheet strength, which AM Best categorizes as strong, as well as its strong operating performance, limited business profile and appropriate enterprise risk management (ERM).The rating downgrades reflect the significant level of adverse loss reserve development Westminster has reported recently, which has led to a steady decline in the company’s operating performance. The adverse reserve development added 12.3 and 6.9 points, respectively, to the 2017 and 2018 combined ratios. In response, management has taken aggressive actions through a comprehensive claims audit, which has resulted in additional case reserve strengthening, specifically on liability claims, through second-quarter 2019. Going forward, the company has implemented a much more conservative approach when establishing initial loss reserves for all liability claims, which should lessen adverse reserve development. As a result, AM Best anticipates that future operating performance will remain strong as the company continues to grow and expand, but the company will not achieve past levels of performance.The stable outlooks reflect AM Best’s expectation that Westminster will maintain its strong balance sheet strength and operating performance, and that the recent corrective measures taken by management will meaningfully improve the company’s overall ERM effectiveness. Westminster’s overall risk-adjusted capitalization remains supportive of its strong balance sheet strength assessment, and the company continues to maintain a conservative investment portfolio. Although recent adverse reserve development has dampened Westminster’s underwriting profitability, the company has continued to achieve underwriting and pre-tax operating profits, as well as surplus growth.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »