Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for agosto 2018

Il sostegno di Maria Voce e dei Focolari a Papa Francesco

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

In una lettera la presidente dei Focolari esprime al Santo Padre la vicinanza “di fronte alle insidie volte a gettare discredito sulla Sua persona e sulla Sua azione di rinnovamento”.
«Conti veramente, Santo Padre, sulla nostra piena unità e fervida preghiera anche di fronte alle insidie volte a gettare discredito sulla Sua persona e sulla Sua azione di rinnovamento». Con queste parole Maria Voce si rivolge a papa Francesco in una lettera inviatagli ieri, 30 agosto, in cui esprime sostegno e preghiera in seguito ai pesanti attacchi che lo hanno colpito in queste ultime settimane.La presidente dei Focolari manifesta al Santo Padre la propria gratitudine per il recente meeting mondiale delle Famiglie in Irlanda che ha evidenziato tra l’altro lo straordinario rapporto creatosi tra il Papa e quanti hanno partecipato. Maria Voce esprime a nome suo e dell’intero movimento, riconoscenza per l’accorata e ripetuta richiesta di perdono che Francesco ha rivolto alle famiglie delle vittime e la piena adesione al suo messaggio d’amore.Continua la presidente dei Focolari: «In ogni piaga della Chiesa e dell’umanità – scrive Maria Voce – riconosciamo Gesù crocifisso e abbandonato e, insieme a Lei, guardiamo a Maria per vivere con coraggio sul Suo esempio da autentici discepoli».Maria Voce ringrazia infine per la sua recente “Lettera al Popolo di Dio” che, oltre ad esprimere la sollecitudine e l’amore del Santo Padre verso l’umanità, indica «come condividere il “grido” che sale al Cielo di chi ha sofferto e soffre e come impegnarsi perché tali mali non si perpetuino. Facciamo nostre le sue preoccupazioni e le sue parole».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È ad Abu Dhabi la nuova ‘Dolce Vita’ dei Vip

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Abu Dhabi. Tutti conoscono ” La dolce vita” di Montecarlo con il suo lusso sfrenato e le sue bellezze naturali, ma in quanti sanno cosa si cela dietro il lusso ed i divertimenti dei Vip ad Abu Dhabi? La dolce vita della capitale degli Emirati Arabi tocca il picco nel weekend del suo leggendario Gran Premio, quando orde di milionari, attori e modelle invadono la marina della città per partecipare ad eventi e party esclusivi in locali e mega yacht da urlo.Il circuito del Gran Premio, l’unico intitolato ad una città e non ad una nazione (e già questo la dice lunga), sorge sull’isola artificiale di Yas Marina, situato a pochi passi da meravigliosi parchi a tema e hotel di lusso, e il week end del GP a Yas Island può essere paragonato, senza dubbi, ad una “Montecarlo d’Oriente”.Ma come si vive il weekend del Gran Premio a Yas Island?
Lo chiediamo a Giovanni Sorrentino (www.sultanofwind.com), yacht designer italiano e operatore del lusso che da anni vive e lavora negli Emirati Arabi, a contatto con milionari e Vip di tutto il pianeta.
“È vero, tutti aspettano con ansia il week end della Formula 1 di Abu Dhabi qui negli Emirati Arabi, che è ormai una tappa obbligatoria per tutti “quelli che contano” ci dice Sorrentino.
“Gli arrivi e la partecipazione dei Vip al Gran Premio è ben organizzata da società specializzate, con package a seconda delle possibilità dei visitatori. Ed è inutile nascondere che quello che tutti aspettano sono le esclusive feste in barca a Yas Island, dove si socializza con gente importante da tutto il mondo”.
“La marina affaccia direttamente sul circuito ed è difficilissimo recuperare dei posti barca durante quei giorni. Ogni anno io stesso mi trovo ad organizzare in prima persona questi eventi, e con i miei partner abbiamo 2 o 3 tra le migliori postazioni della marina, dove ormeggiamo yacht e megayacht. Naturalmente vista l’importanza degli ospiti non possiamo essere meno che perfetti, dall’aereo privato con cui i nostri ospiti arrivano negli emirati arabi alle auto di lusso come Ferrari, Lamborghini e Limousine che li attendono all’aereoporto, mentre uno yacht resta parcheggiato nella marina per lo spettacolo della Formula 1 ed il party. Durante il giorno poi gli ospiti, oltre a intrattenersi negli hotel a 5 stelle e in ristoranti di lusso pluripremiati, partecipano ad attività diverse a seconda dei gusti: di solito le donne vengono accompagnate a fare shopping nelle migliori boutique di Dubai, mentre gli uomini si dilettano in una battuta di pesca o con gli sport d’acqua” continua Sorrentino.
D: Quanto costa tutto questo?
R: I costi variano ovviamente a seconda dei servizi, noi operiamo solamente per una fascia di clienti alta, tra cui ci sono attori, personaggi dello spettacolo, calciatori, pugili, e Ceo di grandi aziende. Il pacchetto base parte dai 50 mila euro in su ma ci sono persone che acquistano la loro barca esclusivamente per il Gran Premio e poi la tengono qui negli Emirati per le loro vacanze. In questo caso parliamo di barche personalizzate al massimo realizzate in stile ‘Italian Design’ in un unico esemplare e costruite qui negli Emirati Arabi tramite Riviera Boat.
D: Chi ti piacerebbe incontrare a questo Gran Premio?
R: Mi piacerebbe rivedere negli Emirati Pio e Amedeo di Emigratis , quando sono venuti l’anno scorso non ho avuto la possibilità di incontrarli, ma ho visto abbastanza sui social per dire di volerli ancora qui.
D: Qual’ è stata la richiesta più strana ricevuta per il gran premio di Abu Dhabi?
R: Due anni fa era ospite al gran Premio Rihanna, e uno dei nostri clienti di cui non posso far nome per questione di privacy, prenotò una barca da 160 piedi completa di equipaggio, allestita per un mega party con fiumi di champagne per una spesa totale di 800 mila euro circa. “Per Rihanna non bado a spese” ci disse. Alla fine però la barca, interamente pagata, pronta per uno dei più esclusivi party del GP, rimase vuota, senza ospiti.
Giovanni Sorrentino è uno di quegli italiani che ha fatto successo all’estero, vive e lavora negli Emirati Arabi ed è famoso tra i Vip per il suo lavoro di yacht designer e per l’organizzazione di eventi di lusso. http://www.sultanofwind.com. (fonte: eu-west-1.amazonses.com)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione della mostra: Romanticismo

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Milano martedì 11 settembre 2018, ore 11.00 Gallerie d’Italia, piazza della Scala 6, conferenza stampa di presentazione della mostra Romanticismo, in programma dal 26 ottobre 2018 al 17 marzo 2019 alle Gallerie d’Italia – Piazza Scala e al Museo Poldi Pezzoli. La mostra, a cura di Fernando Mazzocca, affronta per la prima volta in Italia il tema del Romanticismo, con oltre 200 opere di artisti sia italiani che stranieri, da Hayez a Corot, da Turner a Molteni, fra cui alcune esposte al pubblico per la prima volta. La rassegna è anche un invito a conoscere la Milano romantica, alla scoperta dei luoghi e dei protagonisti che ne fecero la capitale italiana del movimento.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Dal M5S un piano per mettere in sicurezza le nostre strade”

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

La tragedia che ha colpito la città di Genova, e l’Italia intera, è ancora negli occhi di ognuno di noi. Il crollo del viadotto Polcevera ha drammaticamente imposto all’ordine del giorno i rischi legati alla stato di salute delle infrastrutture sulle quali ogni giorno viaggiamo, ci rechiamo al lavoro e raggiungiamo i nostri cari.In Lombardia la situazione è allarmante. Negli ultimi due anni la frequenza del susseguirsi di episodi di cedimento di strade e ponti è aumentata in maniera allarmante. Nell’ottobre del 2016 il crollo di un cavalcavia sulla Superstrada “Valassina” è costato un morto e diversi feriti. Da allora numerose strade sono state chiuse. Come il Ponte sul Po di Casalmaggiore o il cavalcavia di Isella a Civate.Il Movimento Cinque Stelle non vuole restare a guardare. Il Movimento Cinque Stelle non vuole attendere fino ad assistere alla prossima tragedia. Le segnalazioni, relative allo stato di degrado di alcune infrastrutture della nostra Regione, arrivano a noi portavoce quotidianamente. Per dar voce alla loro, comprensibile e giustificata, preoccupazione abbiamo presentato una mozione (che potete trovare a questo link): un piano regionale di tutela delle nostre strade. Un documento che impegni la giunta in un percorso da realizzare in tre fasi.La prima riguarda un’azione di verifica e monitoraggio delle nostre strade, da portare avanti in maniera coordinata e nel rispetto delle reciproche competenze, assieme ai gestori delle infrastrutture. Contemporaneamente intendiamo attivarci presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la stesura di un piano concreto che porti non solo a monitorare, ma ad intervenire su di ogni situazione critica. Infine chiediamo l’impegno diretto di Regione Lombardia, per cofinanziare la messa in sicurezza dei nostri ponti, dei nostri viadotti e delle nostre strade. Come cittadini dentro le istituzioni non vogliamo più sentire, non vogliamo più pensare, che si sarebbe potuto fare di più. (Fonte: Massimo De Rosa – Commissione Infrastrutture e Trasporti, Regione Lombardia)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Living witness, justice, and hospitality: General Assembly highlights issues for public concern

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

The 2018 Novi Sad General Assembly of the Conference of European Churches recommended to CEC Member Churches six areas for concern in the coming years: economic and climate justice, security, arms and nonviolence, refugees and migration, human rights, populism, and the family.
Today, it is the poorest who suffer the most to adapt to climate change and ecological devastation. It is unjust that those who have contributed the least to climate change suffer the most. Jesus teaches that we must care for the least of these, and so we must confront profound economic and climate injustice through advocacy and action. Churches are called to use the international Sustainable Development Goals in their efforts in ecological and economic justice, support grassroots efforts, work for intergenerational justice, and continue advocacy efforts at the European level.
Recent developments at European and global levels risks the European Union’s role as an instrument of peacebuilding and reconciliation. Arms development, production, and export is a major contributor to the outbreak and continuation of armed conflict and war, and forced migration. Churches are called to strengthen their voices against the militarisation of the EU, advance a Christian perspective on security, advocated against any further development of nuclear weapons, and explore the theological dimensions of security, arms, and non-violence.
The mass movement and displacement of people touches all CEC Member Churches and peoples in Europe today. Economic conditions, climate change, youth unemployment, and so on, prompt many people to leave their homes in search of better lives elsewhere. Churches are called to advocate for safe and legal access to Europe, as well as fair and just asylum procedures, and humane return policies. Churches are also encouraged to speak out against the criminalization of solidarity with undocumented migrants and support humanitarian initiatives for search and rescue at sea.
Building a Europe for all is an important task for European churches. Diversity and plurality in Europe is a richness, and churches and religious communities are an important part of this. Existing European frameworks favour extended freedom of religion or belief, and the 2001 Charta Oecumenica encourages dialogue between minority and majority churches. Churches are called to support each other in working for freedom of religion or belief, including access to holy places and places of worship, and in strengthening universality of human rights, such as civil political, social, economic and cultural rights.
The situation in Kosovo is particularly complex. The significant factors include control of arms trade, EU’s support to protection of cultural heritage, engagement of UN forces in preventing conflict and opening of a political dialogue between the Albanian authorities in Kosovo and the representatives of persecuted Serbian Orthodox minority.European Churches are supporting the Serbian Orthodox Church and other religious communities in Kosovo, northern part of Cyprus (area not under the effective control of the Government of the Republic of Cyprus) and elsewhere in their fight for full implementation of fundamental human rights, including freedom of religion or belief.
Today, populist parties are on the rise, and take advantage of democratic processes to gain power and recognition. Decline in living standards and rising unemployment rates, especially among young people, undoubtable goes in favour of strengthening extreme nationalism and increasing populism. Exclusionary politics shrinks public discourse—a serious problem for European societies. Churches are called to be a uniting force in their local communities, build bridges with other partners with common values and commitments, and continually work for greater youth engagement.
A Christian family should be a shelter where one learns to love, to support, to care about the other, to offer hospitality and be attentive to sufferings. This path for justice and love can begin in the home and expand outward, reaching entire communities. Growing circles of nurture draw on the gifts and love of others and draw them into what we call family. We must not underestimate the importance of this understanding of family for the fate of our societies. It is, therefore, unacceptable that this right is undermined or violated for so many, especially asylum seekers, refugees, and minors who arrive to Europe unaccompanied. Member Churches are called to start a dialogue on the condition and attitudes toward family life, including gender justice, and how this impacts life in Europe today.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Orchestraccia live a Parco Schuster

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Roma Parco Schuster Via Ostiense, Basilica di San Paolo ore 21.30 le Canzonacce di Marco Conidi, Edoardo Pesce, Luca Angeletti e Giorgio Caputo. Nata dall’idea e dalla voglia di attori e cantanti di unire le loro esperienze reciproche e confrontarle cercando una formula innovativa di spettacolo nel panorama italiano, l’Orchestraccia rappresenta sulla scena un unicum in grado di dare vita a una forma che comprende musica e teatro in una lettura assolutamente attuale.
Usando delle misture di suono estremamente moderne, dal dub, al punk-rock al patchanka, l’Orchestraccia fa cantare, ballare, ridere, riflettere, commuovere: lo spunto è prendere dal folk degli autori romani tra Ottocento e Novecento tutte quelle canzoni e poesie che sono patrimonio della cultura italiana e che sono nell’immaginario tradizionale collettivo di ognuno di noi.Dimostrando la loro attualità e la loro freschezza rivisitandone gli arrangiamenti, canzoni come “Alla renella” o “Fortunello” sembrano scritte oggi, così come le poesie di Belli e di Pascarella, delineando il ritratto di un paese che evidentemente nei confronti degli oppressi e delle fasce più deboli si è sempre comportato in una maniera prevaricatrice ed arrogante. A tutto questo si aggiungono anche degli inediti, che ben si sposano alle storie dei ragazzi di oggi che non riescono a trovare una casa o un lavoro per farsi una famiglia oppure dolci ballate d’amore dell’Ottocento, quando gli amori dei poveri erano amori proibiti.
“CANZONACCE” è il secondo album dell’Orchestraccia, uscito ad aprile 2016: 15 tracce dove la tradizione si miscelano con sonorità e canzoni nuove. Come nel precedente album anche in questo l’Orchestraccia ospita amici che recitano e cantano, Francesco Montanari in “Sole a mezzanotte”, Lele Propizio in “Nun ce vojo stà”e Stefano Fresi nel “Barcarolo romano”.L’Orchestraccia ha condiviso negli anni il palco con Elio Germano, Edoardo Leo, Marco Bonini, Virginia Raffaele, Diane Fleri, Francesco Montanari, Sabrina Impacciatore, Ilaria Spada, Alessandro Roja, Luca Barbarossa, Vinicio Marchioni, Pino Marino, Lillo (di Lillo e Greg) Roberto Angelini e Diego Bianchi (Zoro) oltre al concerto del I° maggio a Roma e all’Aquila. I loro live sono sempre degli eventi unici, divertenti ma mai superficiali, dove la musica e le parti recitate si fondono perfettamente. http://www.parcoschuster.it biglietto 10 euro / ridotto 8 euro.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Capitale mondiale dell’equitazione: torna il Global Champions Tour

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Roma Dal 6 al 9 settembre al Foro Italico le più grandi stelle mondiali del salto ostacoli di scena allo Stadio dei Marmi. La grande equitazione sbarca al Foro Italico di Roma, dove dal 6 al 9 settembre allo Stadio dei Marmi “Pietro Mennea” si terrà la quindicesima tappa del Longines Global Champions Tour 2018, il più prestigioso circuito internazionale di salto ostacoli che vedrà in gara le migliori amazzoni e i migliori cavalieri del mondo. Il circuito, definito ‘la Formula 1 dell’equitazione’, approderà nella Capitale per il quarto anno consecutivo con un montepremi di quasi 900mila euro e si articolerà come di consueto con la competizione a squadre, la “Global Champions League”, e con la competizione individuale, il “Global Champions Tour”. In una cornice scenografica senza eguali, i big del jumping internazionale promettono anche quest’anno di incollare alla poltrona migliaia di appassionati del genere che potranno seguire gratuitamente quattro giorni di grande equitazione, impreziosita da numerosi eventi di contorno che intratterranno il pubblico tra il campo gara, le tribune e il villaggio allestito per l’occasione al Foro Italico. La tappa di Roma sarà presentata alla stampa martedì 4 settembre 2018 alle 11:30 presso lo Stadio dei Marmi “Pietro Mennea”: alla conferenza interverranno i vertici del Global Champions Tour, rappresentanti istituzionali federali e alcuni dei cavalieri che prenderanno parte alla competizione.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caro scuola

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Con la riapertura imminente dell’anno scolastico, l’Unione Nazionale Consumatori ha analizzato gli aumenti relativi alla scuola effettivamente registrati dall’Istat nei mesi di settembre degli ultimi anni, stimando il trend di quest’anno.Secondo l’associazione, i rialzi per il 2018 sono abbastanza contenuti (cfr. tabella), se confrontati con gli anni precedenti.I rincari maggiori sono per i libri scolastici, che salgono dell’1,9%, come lo scorso anno, seguiti al secondo posto dall’istruzione primaria, che peggiora rispetto al 2017, passando dal +1,5% al +1,8% di quest’anno. Al terzo posto la scuola dell’infanzia, che pur segnando un rallentamento della crescita rispetto all’anno precedente, registra un significativo +1,7%.Per quanto riguarda le mense scolastiche, rincarano dello 0,2%, come nel 2017.Stabili gli articoli di cartoleria e materiale da disegno, voce, però, che non si riferisce solo al materiale scolastico, ma a tutti gli articoli di cartoleria. Variazione nulla anche per l’istruzione secondaria.
“I rialzi sembrano abbastanza contenuti, ma non dobbiamo dimenticare che gli aumenti stimati si riferiscono ad un solo mese, da agosto a settembre, e che si tratta di spese obbligate per le famiglie” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Winston Graham: La luna nera La saga di Poldark

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Traduzione di Matteo Curtoni e Mauro Parolini, pp. 544, euro 19,00 In libreria dal 6 settembre 2018. Ambientata in Cornovaglia tra il 1783 e il 1820, con 40 edizioni internazionali e milioni di copie vendute, la saga di Poldark rappresenta un classico tra i romanzi storici. Due gli adattamenti televisivi di straordinario successo, entrambi prodotti dalla BBC: nel 1975 e nel 2015, con una serie tv trasmessa anche in Italia e in onda su laF (canale 135 Sky), che dal 21 settembre manderà in onda i nuovi episodi. La luna nera è il quinto capitolo della saga.
Cornovaglia, 1794. Tra Inghilterra e Francia infuria la guerra, ma gli affari di Ross Poldark finalmente prosperano, e il suo amore per Demelza, passato attraverso prove tanto difficili, sembra ora aver ritrovato la serenità. Tanto più che Elizabeth, la vecchia fiamma di Ross andata in sposa a George Warleggan, ha appena dato alla luce un bambino, nato prematuramente in una notte di eclissi lunare. Intorno a loro, però, le passioni avvampano, e nuovi personaggi entrano in scena. Compare infatti il giovane Drake, fratello di Demelza, affascinante e povero come lei, che suscita l’amore di Morwenna, sorella di Elizabeth, promessa a un ricco reverendo. E intanto Ross dovrà lanciarsi in nuove avventure per salvare l’amico Dwight, fatto prigioniero dai francesi. Ma la vera minaccia alla felicità dei Poldark è un oscuro segreto che sta per essere rivelato e rischia di distruggere ogni cosa.
Winston Graham (1908-2003), nato a Manchester e poi trasferitosi a diciassette anni a Peranporth in Cornovaglia, è stato un prolifico romanziere inglese, noto principalmente per la saga di Poldark, la grande opera della sua vita in dodici volumi, e per il thriller Marnie, portato sul grande schermo da Alfred Hitchcock. Sonzogno ha pubblicato finora i primi quattro capitoli della saga: Ross Poldark (2016), Demelza (2017), Jeremy Poldark (2017), Warleggan (2018).

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Gli sforzi degli istituti bancari devono concentrarsi sulla “digitalizzazione per valore”

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

La meta è chiara, ma le rotte sono diverse. È quello che accade nel processo di digitalizzazione del sistema bancario, un obiettivo che accomuna, appunto, gli istituti di credito di tutte le latitudini ma che procede con velocità e strategie diverse da paese a paese. Lo scenario mondiale di questa evoluzione è fotografato nel rapporto “Global Retail Banking 2018: The Power of Personalization” di The Boston Consulting Group. Secondo la ricerca, il processo in atto nelle banche commerciali sta già portando quasi ovunque a raggiungere un primo obiettivo, quello del risparmio nei costi di gestione, attraverso l’implementazione dei servizi online o da mobile; oggi però gli sforzi degli istituti devono concentrarsi sulla “digitalizzazione per valore”, ovvero sull’uso delle tecnologie per migliorare l’esperienza dei clienti, personalizzare i servizi per ciascun profilo e infine aumentarne la fidelizzazione.Le opportunità della digitalizzazione movimentano ulteriormente un contesto già ricco di sfide per gli istituti di credito, alle prese con tassi di interesse ai minimi, una sempre maggiore concorrenza sul territorio e regolamentazioni più severe e molto diversificate. La realtà, tuttavia, non lascia alternative, se è vero che già oggi, nelle aree più sviluppate del pianeta, quattro interazioni su cinque tra cliente e banca e tre transazioni su cinque (depositi, pagamenti su prestiti, trasferimenti…) avvengono tramite strumenti digitali. Questo ha favorito, come detto, la possibilità di snellire il personale in filiale e abbattere i costi, ma non ha ancora portato a una conversione automatica dei nuovi punti di contatto (dalle app per smartphone o sui social network) in vendite digitali. Le banche classificate Q1 (di “primo livello) hanno registrato nell’ultimo anno circa il 34% delle vendite in digitale (dato invariato rispetto all’anno precedente, e già questo non è un segnale incoraggiante), ma quelle Q4, per esempio, ricavano dal digitale solo il 10%.Il problema non è da poco, perché – ricorda il rapporto di BCG – le banche retail sono responsabili di circa metà dei ricavi globali delle banche nel mondo. Uno scenario che, da qui al 2021, non dovrebbe subire significative modifiche, se si esclude che entro quel termine il settore bancario dei paesi asiatici avrà superato quello del Nord America come ricavi dal retail. Il totale dei ricavi raggiungerà probabilmente i 2,54 trilioni di dollari mentre la crescita media prevista si attesta sul 5,3% annuo, ma con differenze significative tra le aree asiatiche (qui l’incremento atteso è dell’8%, spinto anche dall’inclusione finanziaria di soggetti finora rimasti del tutto fuori dal sistema) e i deboli aumenti nell’Europa occidentale.Nell’analizzare la trasformazione in atto nei diversi paesi, lo studio BCG ha individuato alcune strategie comuni che le banche dovrebbero mettere in atto per accelerare la digitalizzazione dei propri processi. L’esigenza più evidente è quella di rendere più fruibile e immediato l’accesso a tutti i prodotti, compresi mutui, prestiti personali, piani di risparmio. Nello stesso tempo non può più essere rimandata l’implementazione delle più moderne tecnologie per la raccolta omnicanale di big data, la loro analisi, la profilazione automatica del cliente, la qualifica immediata delle richieste che l’utente pone al sistema e dunque della direzione verso la quale indirizzarle. È qui che emerge in tutto il suo valore l’aspetto della personalizzazione. Il sondaggio BCG dimostra quanto un’esperienza personalizzata sia decisiva per i clienti: il 54% degli intervistati ha dichiarato che la motivazione per decidere di diventare cliente di una nuova banca è stato proprio un dettaglio nel servizio che ha personalizzato la sua esperienza con quell’istituto. Per lo stesso motivo il 68% degli intervistati ha dichiarato di aver approfondito i legami con la propria banca, acquistando prodotti o servizi aggiuntivi, e, specularmente, il 41% di chi ha lasciato la sua vecchia banca ha affermato di averlo fatto per non aver ricevuto un trattamento sufficientemente customizzato. La personalizzazione dunque oggi non può limitarsi a comprendere i bisogni e le esigenze del cliente, ma richiede un intervento ancora più tempestivo, che anticipi al cliente quei vantaggi di cui ha bisogno prima ancora che li chieda, che configuri le interfacce web o mobile con le proposte più in linea con i suoi comportamenti e le azioni che compie più frequentemente, che utilizzi le informazioni per proporre le pianificazioni più adeguate e cogliere i primi segnali delle intenzioni di abbandonare l’istituto. Un insieme di operazioni, insomma, rese possibili attraverso il coinvolgimento di tutta la catena del valore della banca, l’integrazione di robot e software di intelligenza artificiale con l’esperienza umana, e l’applicazione su larga scala per garantirne la sostenibilità economica. (fonte: http://www.dicomunicazione.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra personale del fotografo Giorgio Cutini

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Capri. Si inaugura sabato 8 settembre 2018 per la prima volta a Capri – all’interno di Villa Lysis, la storica dimora che il Conte Fersen fece costruire a inizi ‘900 sull’isola azzurra – la mostra personale del fotografo Giorgio Cutini, concepita appositamente per questa occasione espositiva, dal titolo Sequenza/Occasioni, a cura di Marina Guida. Il progetto, organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Capri, con il Patrocinio del Comune di Capri ed il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, si compone di 15 fotografie in B/N, e due fotografie a colori di medio e grande formato. Aperta fino al 9 ottobre 2018, la mostra accoglie i visitatori in un’atmosfera visionaria.
Il titolo Sequenza/Occasioni delinea la prassi operativa del fotografo anconetano, descrive la volontà dell’autore di utilizzare il medium fotografico in modo anticelebrativo e conoscitivo, indagando lo statuto stesso della fotografia: il riferimento al dato reale.
La sua indagine iconica si spinge oltre il visibile, racconta mediante i due corpus di fotografie in esposizione, la differenza di procedimento e ricerca della visione, che si struttura per sequenze ed occasioni.Il primo corpus è costituito da una “sequenza” di fotografie in bianco e nero, stenopeiche, nelle quali Cutini indaga il rapporto dell’uomo con la natura, per sconfinare in una più profonda riflessione esistenziale. Il secondo corpus è costituito dalle “occasioni”: serie di fotogrammi recuperati, ovvero frammenti della visione riaffioranti dalla nebulosa dei ricordi, attimi di vita che raccontano di visioni improvvise – alcune delle quali dedicate a Capri – momenti speciali nei quali l’immagine si rende perfetta alla mente del fotografo, che riesce a cristallizzarla nel suo scatto; queste non sono frutto di una ricerca intenzionale, bensì, si presentano come doni del caso, dell’imprevisto, del fuori controllo, preziosi emblemi dell’istante inatteso. La mostra sarà visitabile fino al 9 ottobre, durante l’orario di apertura della Villa-Museo affidata dal Comune di Capri a Ápeiron, l’associazione incaricata dei servizi turistici di assistenza, promozione e valorizzazione del sito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima edizione arteparco

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Pescasseroli (AQ) sabato 1 settembre 2018, ore 10.00 Centro Visite PNALM via Colli dell’Oro. La prima edizione di ARTEPARCO inaugura con l’installazione site-specific Animale – Vegetale (Il Cuore) dell’artista-designer Marcantonio.“Il Parco da sempre si contraddistingue a livello internazionale per il suo impegno rivolto alla conservazione di specie vegetali e faunistiche: la natura stessa qui è un’opera d’arte che va protetta e salvaguardata con la stessa cura che rivolgiamo ad una scultura del Bernini o al Colosseo”, afferma Antonio Carrara, Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. “Siamo felici che i nostri visitatori con questo progetto abbiano la possibilità di scoprire nella cornice stupefacente delle nostre montagne un’opera che condivide i nostri valori e la nostra visione”.
ARTEPARCO è un progetto che nasce con la volontà di portare l’arte contemporanea all’interno di uno dei luoghi naturalistici più antichi e suggestivi d’Italia: il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.Ogni anno un artista sarà invitato a confrontarsi con le Foreste Vetuste del Parco – dichiarate nel 2017 Patrimonio dell’Unesco – rendendole così, non solo cornice, ma parte stessa dell’opera che, realizzata interamente con materiali ecologici, si trasformerà seguendo i ritmi e le condizioni dettate dall’ambiente, dichiarando la sua appartenenza al Parco.Il progetto ARTEPARCO è ideato dall’agenzia di comunicazione Paridevitale che lo ha realizzato insieme all’Ente Parco e al Comune di Pescasseroli, e sviluppato in collaborazione con BMW Italia, azienda che si distingue per il suo consolidato impegno rivolto alla sostenibilità e alla protezione ambientale, e Sky Arte, il primo canale televisivo dedicato all’arte in tutte le sue forme. BMW metterà a disposizione le sue e-Bike offrendo ai visitatori la possibilità di avvicinarsi all’opera nel Parco in un modo alternativo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Argenta: torna la rassegna “Oro d’Argenta”

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Argenta (Ferrara) Da venerdì 7 a domenica 9 settembre torna Oro d’Argenta, il cuore gustoso della storica Fiera d’Argenta, alla 61° edizione. Questa edizione di Oro d’Argenta è sostenuta dalla Destinazione Turistica Romagna, le cui finalità del piano di promozione turistica sono legate alla valorizzazione dell’enogastronomia regionale e delle identità dei territori a livello nazionale; elementi fondamentali delle elaborazioni innovative avanzate dagli chef stellati presenti nella rassegna.
Anche quest’anno piazza Garibaldi sarà il quartier generale della rassegna che valorizza i sapori e le atmosfere delle valli del parco del Delta del Po, patrimonio Unesco, ma anche delle altre regioni d’Italia. La manifestazione sarà l’occasione, infatti, per un viaggio nel gusto tra alcune delle eccellenze agroalimentari del territorio, dalla vasta gamma dei Bia CousCous, prodotti dall’azienda leader in Italia per produzione e commercializzazione di cous cous e al primo posto nel mondo per la produzione di cous cous bio, ai prodotti della Coop Giulio Bellini caposaldo nelle produzioni agricole di qualità del territorio, con i prestigiosi vini di Tenuta Garusola del Consorzio Bosco Eliceo, dalle farine di Sima, leader nei prodotti di macinazione di alta qualità bio, alle patate e cipolle di Ruggiero Spa, azienda principe nella commercializzazione nazionale di queste orticole fino alla frutta di Spreafico, come la pera Angélys, prodotta nel rispetto dell’ambiente e senza l’impiego di trattamenti per la conservazione, che si inserisce in un ampio quadro di produzioni di eccellenza nazionali ed internazionali. Il “palcoscenico del gusto” di Oro d’Argenta sarà aperto anche ai prodotti enogastronomici che hanno reso celebre l’Emilia Romagna in tutto il mondo: l’aceto balsamico di Modena, il Parmigiano Reggiano, il Sale di Cervia, i Marinati di Comacchio, il Pane Ferrarese con il grano Gentil Rosso di Ro Ferrarese.
Il programma della rassegna prosegue anche al tramonto del sole con un calendario di spettacoli e concerti gratuiti in piazza Garibaldi. Venerdì sera si ride con Giobbe Covatta, uno degli attori più amati dal pubblico che si divide tra teatro, televisione, cinema e scrittura che sarà protagonista dello spettacolo “La divina commediola”. Il comico napoletano interpreta la sua spassosa versione della Divina Commedia, totalmente dedicata ai diritti dei minori. Sabato sera la musica del dj-set, mentre domenica alle ore 17 si ride con l’umorismo raffinato di Dario Vergassola, protagonista dello spettacolo “Sparla con me”, che prende spunto dai successi televisivi di Parla con me e ripercorre a ritroso la strada segnata dal calore degli amici del bar, la non semplice relazione familiare con l’impertinente suocera, la movida davanti all’unico bancomat di La Spezia e i suoi ricordi di bambino mettendo in scena l’esilarante sconcerto di chi si rende conto che solo una risata potrà seppellire la vacuità, il silicone e il sorriso a trentadue denti. Lunedì cala il sipario di Fiera di Argenta con il concerto degli Stato Sociale, il gruppo pop che farà ballare, a partire dalle ore 21:30, tutto il pubblico della rassegna. Dopo la fortunata avventura sanremese con un “Una vita in vacanza” la band bolognese torna ad esibirsi di fronte al proprio pubblico portando sul palco ogni volta qualcosa di completamente inaspettato: groove elettronici, rime e melodie che ti si incollano al cervello per un live che è una vera e propria forza della natura. http://www.fieradiargenta.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dalla disoccupazione allo scoraggiamento

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Al primo trimestre 2018, le persone inattive che ritengono di non riuscire a trovare lavoro e quindi non lo cercano – gli scoraggiati – in Italia sono 1.489.000 (dati Istat). Come il lavoro è una parte essenziale dell’identità e del ruolo sociale, così, in modo complementare, la disoccupazione agisce profondamente sulla vita delle persone, colpendone non solo la dimensione professionale ma anche quella psicologica ed esistenziale. Dalla disoccupazione si rischia di scivolare in una condizione di scoraggiamento, in una spirale negativa che porta alla perdita di speranza e motivazione che rende ancora più difficile il rientro nel mondo del lavoro. L’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna vuole suonare un campanello di allarme perché, con la consapevolezza e gli interventi mirati, si spezzi il circolo vizioso. (fonte: Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

103° Congresso Universale dell’UEA

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Lisbona. Messaggio di saluto di Audrey Azoulay, Direttrice Generale dell’UNESCO al 103° Congresso Universale dell’UEA: “Sono felice di poter indirizzare queste parole di sostegno ai partecipanti del 103° Congresso Universale dell’UEA. Avete l’opportunità di riunirvi in questa bellissima città di Lisbona, una città con una grande storia, che fu eretta al crocevia di diverse culture, una città aperta al mondo, all’estremità occidentale della penisola iberica.Non ho dubbi che questa cornice eccezionale riuscirà ad ispirarvi degli interscambi fruttuosi.
Come sapete, l’UNESCO sostiene l’insegnamento dell’esperanto da molti anni. E’ noto che la nostra Organizzazione condivide con il Movimento esperantista dei valori comuni: la speranza nella costruzione di un mondo in pace, la coesistenza armoniosa tra i popoli, il rispetto della diversità culturale, la solidarietà oltre le frontiere. Il cemento di tutti questi valori è la capacità di dialogare, ascoltare, condividere. Le lingue sono il vettore che rende possibile questo dialogo; esse costituiscono quindi lo strumento essenziale per raggiungere gli obiettivi che noi dobbiamo concretizzare, come anche per difendere i nostri valori. Noi dobbiamo difendere le lingue, soprattutto le lingue rare, le lingue autoctone, che ora sappiamo estinguersi al ritmo di una ogni due settimane. Questa è una perdita gigantesca per il patrimonio dell’umanità. Dobbiamo difendere maggiormente il plurilinguismo nell’istruzione con delle politiche pubbliche adeguate, ma anche nello spazio virtuale della Rete, affinché sopravviva la diversità linguistica e culturale di tutti i gruppi umani. E’ importante che ognuno riesca a rimanere in contatto con la propria storia, la propria identità e le risorse simboliche della sua comunità d’origine. Questa attività dell’UNESCO è anche la VOSTRA azione. Perché l’Esperanto non vuole cancellare il grande numero di lingue parlate nel mondo; al contrario, rappresenta lo strumento adatto per comunicare nel rispetto di tutte le lingue, sia minoritarie che maggioritarie. Esso permette l’esistenza di una comunità di parlanti indipendenti da ogni egemonia economica, politica o culturale. Parlare in esperanto è elevarsi al livello di una coscienza cosmopolita, è essere un cittadino del mondo – senza lasciare i propri legami particolari.
Il tema scelto per il vostro congresso di quest’anno è: “Culture, lingue, globalizzazione: dove andiamo? »La direzione da scegliere è certamente quella che il vostro Movimento e la nostra Organizzazione mostrano da anni: essere coinvolti sempre più per salvare e far vivere questa parte essenziale del patrimonio immateriale dell’umanità: le lingue. Difendere la diversità linguistica e incoraggiare l’educazione plurilingue.Così riusciremo a costruire un mondo più aperto, più inclusivo e in pace.«Molte voci, un mondo» Ecco lo slogan della nostra famosa pubblicazione “Il Corriere dell’UNESCO”. «Multaj voĉoj, unu mondo », così si traduce in esperanto questo ideale, che abbiamo noi e voi, e che sta sulla versione della nostra rivista, che ora è pubblicata in esperanto: UNESKO-KURIERO. Infine voglio trasmettere, a nome dell’UNESCO, auguri di cuore per il successo del Vostro congresso”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Passeggiata nel bosco” Visita guidata con l’artista e Tiziana Gazzini

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

DSCN0660.JPGRoma Villa Torlonia Domenica 2 settembre ore 11.30. Nell’ambito della mostra “Bosco magico. Gli alberi sciamanici di PaoloMartellotti” ospitata presso il Giardino e la Dipendenza della Casina delle Civette – Musei di Villa Torlonia dal 9 giugno al 30 settembre 2018, ci sarà la “Passeggiata nel bosco”: visita guidata con l’artista e Tiziana Gazzini.
L’esposizione permetterà di far ammirare le ultime opere del Maestro: 30 sculture e 25 dipinti che l’artista, anche architetto e museografo di rango internazionale, ha sapientemente inserito nel prezioso contesto liberty dove architettura, arti applicate, natura coltivata, dialogano
da sempre. La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è a cura di Tiziana Gazzini e Maria Grazia Massafra. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura.
Martellotti ha arricchito il Giardino della Casina con sculture di legno di tiglio, abete rosso, quercia, castagno, biancospino. Un intervento che salda cultura e natura. Anche la pittura di Martellotti entra in questo gioco di riflessi e specchi. I dipinti su tela (tempere, acrilici, collage, tecniche miste) sono esposti nella Dipendenza della Casina delle Civette che diventa la galleria di ritratti delle sculture. Quadri astratti e figurativi allo stesso tempo. Martellotti, in un gesto, questo sì, sciamanico, ha osato cogliere le espressioni della
natura, indovinando i sentimenti nascosti degli alberi e svelandoli con le sue sculture. Biglietto d’ingresso Casina delle Civette: € 6,00 intero; € 5,00 ridotto. La mostra è parte integrante della visita. Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza) € 5,00 intero; € 4,00 ridotto. http://www.museivillatorlonia.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La rivoluzione della stampa in Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Venezia, La mostra, dall’1 settembre al 7 gennaio 2019 presso il Museo Correr e la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, documenta l’impatto della rivoluzione della stampa sullo sviluppo economico e sociale della prima Europa moderna. Un percorso di scoperta attraverso strumenti digitali e metodi di comunicazione innovativi, che permettono di documentare e rendere accessibili decine di migliaia di dati raccolti da un ampio network internazionale – coordinato dal progetto 15cBOOKTRADE dell’Università di Oxford – in anni di rigorose ricerche.
Un’invenzione non è una rivoluzione, ma solo l’inizio di un percorso. La stampa con blocchi di legno debuttò in Cina nel IX secolo; 400 anni dopo, la stampa a caratteri mobili di metallo cominciò a essere usata in Corea, ma fu in Europa che la stampa divenne una rivoluzione, perché è qui che modificò radicalmente la vita di ogni giorno. Fino al 1450 circa i libri erano scritti a mano, ma nel 1455 venne stampata la Bibbia di Gutenberg a Magonza, cambiando la società per sempre. Nei 50 anni successivi milioni di libri a stampa circolarono in tutta Europa, mezzo milione di essi sopravvive ancora oggi in circa quattromila biblioteche europee e americane. Una ricerca ha rintracciato 50mila di questi libri sparsi oggi tra 360 biblioteche europee e americane con la collaborazione di oltre 130 editors. L’esposizione è il risultato di un grande progetto di ricerca europeo che usa i libri come fonte storica: basato all’Università di Oxford, alla British Library, a Venezia, e finanziato dal Consiglio Europeo delle Ricerche, il 15cBOOKTRADE applica le tecnologie digitali alle fonti storiche ampliando la capacità di comprendere la rivoluzione della stampa: è diretto dall’italiana Cristina Dondi, professoressa del Lincoln College di Oxford, che è anche curatrice di questa mostra, organizzata in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia – Biblioteca del Museo Correr, la Biblioteca Nazionale Marciana e in partnership con Intesa Sanpaolo; con il sostegno di Venice in Peril, l’Ambasciata d’Italia a Londra, Fedrigoni, la Fondazione Giorgio Cini, e la Scuola Grande di San Rocco.Attraverso una decina di sezioni, l’esposizione mette in evidenza come nel 1500 in Europa ci fossero milioni di libri, non solo per le élite, come comunemente si ritiene, ma per “tutti”, con una vasta produzione per la scuola. La rivoluzione della stampa è una delle colonne portanti dell’identità europea perché si è tradotta in alfabetizzazione diffusa, promozione del sapere, formazione di un patrimonio culturale comune. In quei primi decenni (dal 1450 al 1500) la stampa coincise con la sperimentazione e l’intraprendenza. I libri a stampa furono il prodotto di una nuova collaborazione tra diversi settori della società: sapere, tecnologia e commercio. Anche la Chiesa comprese immediatamente l’enorme potenzialità dell’invenzione e ne divenne precoce promotrice. Le idee si diffusero veloci come mai prima. Ora si è in grado di tracciarne la circolazione seguendo il movimento e l’uso dei libri stessi.
Ciò che rende originale questa mostra è l’incontro di cultura umanistica e sapere scientifico-tecnologico. E così, accanto a decine di libri a stampa del ‘400 provenienti dalle collezioni della Biblioteca del Museo Correr e della Biblioteca Nazionale Marciana, vengono presentate centinaia di immagini digitali da biblioteche europee e americane oltre a strumenti innovativi che consentono di tracciare la circolazione dei volumi, seguendo il movimento e l’uso dei libri stessi.
Il Venice Time Machine (diretto da Frédéric Kaplan dell’École Polytechnique Fédérale de Lausanne) fornisce una versione digitale della famosa Pianta di Venezia del De Barbari (1500) sulla quale sono tracciate le oltre 200 officine di stampa della città, mostrando il legame di tanti stampatori alle confraternite a cui appartenevano, ai colleghi con i quali collaboravano, ai libri che insieme producevano: ciò che fece di Venezia la principale città europea di produzione e distribuzione dei primi libri a stampa.
E poi, decine di videostorie che approfondiscono tematiche diverse, tra cui: i libri più stampati nel ‘400, i più venduti e più distrutti, il rapporto tra il costo dei libri e il costo della vita, con le prove che i libri a stampa diventano presto alla portata di quasi tutti (i prezzi di migliaia di libri sono comparati al costo del cibo, salari, e altri beni di consumo), il ruolo fondamentale della Chiesa nella promozione della stampa, donne autrici e tipografe, i libri letti da Leonardo da Vinci, la circolazione di libri fondamentali come la Bibbia di Gutenberg, e la ricostruzione virtuale della collezione ora dispersa di San Giorgio Maggiore di Venezia. Ma anche le prime forme di abuso del nuovo mezzo di comunicazione di massa. Senza dimenticare torchi e materiale per la stampa, portati alla mostra dalla Tipoteca di Cornuda.
Ad ogni sezione il visitatore è stimolato a mettere in relazione quanto presentato con la rivoluzione digitale in corso.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il Fantasma della Miniera”

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Nuovo romanzo di Lucia Galliani e Guido Saletti ambientato nel Tarvisiano, dopo “Le quattro stagioni del giallo”. Pubblicazione edita da Froogs (300 pagine circa, prezzo 15 euro). Una gita nell’ex miniera di Cave del Predil si trasforma in tragedia. Una donna viene trovata morta durante un’escursione con il trenino all’interno dell’ex compendio minerario dove si estraevano, fino al 1991, piombo e zinco. E da qui, è tutto un susseguirsi di misteri, con altre persone destinate a perdere la vita e indagini tutt’altro che semplici.
A scriverlo, mescolando suspense e particolari del territorio, sono Lucia Galliani e Guido Saletti, emiliani di natali e residenza, ma innamorati di questo lembo del Friuli Venezia Giulia. Apprezzano così tanto la zona da aver già scritto dei racconti, “Le quattro stagioni del giallo”, con Sella Nevea e Cave del Predil quale cornice delle storie. E ora, nel loro nuovo lavoro, ritornano alcuni personaggi che hanno caratterizzato il volume precedente: su tutti, il giornalista-investigatore Guido Pizzul, chiamato ancora una volta sul luogo di un fatto di sangue. Con lui, riecco anche Paola Marcon, una delle due gemelle – l’altra è Patrizia – che sono l’oggetto del desiderio (ma anche dei dubbi) di Pizzul, tanto talentuoso come indagatore quanto limitato sotto il profilo affettivo. Con loro, rientrano in scena anche altri personaggi, per esempio il maresciallo Ferri che comanda la stazione dei carabinieri di Chiusaforte, punto di riferimento per Pizzul e che anche ne “Il Fantasma della Miniera”, seppure fuori giurisdizione, rimarrà centrale nella vicenda.Delitti e intrighi, dunque, sono alla base di un romanzo capace di appassionare fino all’ultima riga. Il libro, però, è anche altro, come racconta Lucia Galliani: «Lo hanno definito un “B.I.T.”, acronimo che sta per Book Identity Territory. Si tratta di un volume che racconta un intero territorio, assoluto protagonista e non semplice ambientazione della storia». Nelle 300 pagine della pubblicazione, infatti, ogni capitolo del romanzo è intervallato da una pagina con notizie, mappe, foto, illustrazioni – realizzate dalla giovanissima Gaia Bolognesi – curiosità e pillole poetiche, legate alla miniera di Cave e alla vita della piccola frazione. Una storia, quella del compendio minerario di Cave del Predil, dei suoi abitanti e della faticosa vita dei minatori, che non è semplice sfondo del volume, ma ne diventa parte integrante.
Lucia Galliani e Guido Saletti, coniugi, vivono a Finale Emilia, cittadina in provincia di Modena. Scrivono per passione e durante le loro vacanze tra Sella Nevea e Tarvisio hanno ricevuto importanti stimoli dagli abitanti di questi luoghi, posti che hanno imparato ad amare e apprezzare. Il fascino e la magia dei boschi, la natura aspra e la maestosa bellezza delle vette10 li hanno ispirati in diversi loro lavori, come per esempio la fiaba “Gemelle d’acqua”. Lucia Galliani ha pubblicato i romanzi “Giallo a Capo Verde”, “Controvento”, “Cuore orfano” (per i ragazzi) e il racconto “L’ultima castellana”. Guido Saletti, invece, oltre a essere l’autore di testi di canzoni, ha anche scritto soggetto e sceneggiatura del film fantastico “Arcatrek e il segreto delle tre pergamene”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master “Manager dei processi innovativi nelle start-up culturali e creative”

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Camerino. L’Università di Camerino mette in campo un’offerta formativa altamente professionalizzante volta al rilancio e allo sviluppo dei territori dell’entroterra appenninico. L’anno Accademico 2018-2019 si apre infatti con il Master Universitario di I livello MANAGER DEI PROCESSI INNOVATIVI PER LE START-UP CULTURALI E CREATIVE. Un progetto ampio ma mirato, che punta a far ripartire concretamente lo sviluppo imprenditoriale delle zone montane delle Marche colpite dal sisma. L’iniziativa è frutto dell’impegno sinergico di Università di Camerino, Comune di Amandola e Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.L’iscrizione al Master è GRATUITA in quanto interamente sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. Inoltre, grazie alla collaborazione dell’Amministrazione comunale di Amandola, i corsisti potranno usufruire di convenzioni molto vantaggiose per il vitto e per l’alloggio, per tutta la durata del master.L’obiettivo – come spiega il direttore del master, prof. Francesco Casale, è quello di stimolare la nascita di nuove start up nate dalla fattiva sinergia tra giovani disoccupati con conoscenze elevate (economia, ingegneria, architettura, biologia, ecc..) e imprese esistenti dotate di altrettanto elevato know-how nei settori culturali e creativi del turismo, dello spettacolo e delle produzioni tipiche e d’eccellenza, al fine di creare PMI che possano resistere sul mercato e che siano orientati allo sviluppo intelligente, sostenibile e solidale.Il progetto universitario si compone, oltre che del master “Manager dei processi innovativi nelle start-up culturali e creative”, di una summer school (Archimastro 4.0) e di tre corsi di formazione (Mastro pastaio, Mastro norcino, Operatore della piccola ricettività) e sarà operativo già a partire da settembre 2018.
Il master si rivolge a: giovani laureati e/o giovani professionisti che intendono inserirsi con mansioni direzionali e gestionali in enti e imprese di produzione o servizio, operanti nel settore cultura. Il numero di corsisti ammessi è minimo 10 e fino a un massimo di 40 e dovranno essere inoccupati o disoccupati, in possesso di un diploma di laurea. Non potranno iscriversi al master coloro che risultino essere già iscritti ad altro corso di laurea, master, scuola di specializzazione, dottorato di ricerca o altro corso di impegno annuale per lo stesso anno accademico 2018/2019 ai sensi della Legge 270/04, art. 5, c. 2. Le lezioni si svolgeranno il venerdì (9-13; 14-18) e il sabato (9-13) dal 5 ottobre 2018 al 20 luglio 2019, presso l’Auditorium Vittorio Virgili in piazza Matteotti ad Amandola. Scadenza iscrizioni 15 settembre 2018 http://www.unicam.it/amandolatrainingcentre

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Da gennaio 2018 le nuove regole della compagnia low cost Ryanair

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 agosto 2018

Era stato convenuto che, per tutti quei viaggiatori che avessero voluto portare il proprio trolley in cabina, divenisse obbligatorio il pagamento per l’imbarco prioritario, che aumentava il costo del biglietto di 6 euro. Per tutti gli altri viaggiatori il bagaglio veniva prelevato all’imbarco e sistemato gratuitamente in stiva, cosa che comportava per il viaggiatore un impiego di tempo maggiore per ritirare il proprio bagaglio.Se le regole per coloro che avranno acquistato il biglietto con imbarco prioritario rimangono tali, per il momento, diverso sarà il discorso per chi non sceglie questa opzione e vuole comunque imbarcare un secondo bagaglio oltre quello a mano. In tal caso, infatti, il viaggiatore si troverà a dover pagare un sovrapprezzo che va dagli 8 ai 10 euro. Una scelta, quella di Ryanair, che la compagnia giustifica con una più rapida procedura nelle operazioni di imbarco e sbarco. Il risparmio di tempo sperato dalla compagnia ricade inevitabilmente sulle tasche dei viaggiatori: si stima che il 40% di chi acquista un biglietto Ryanair si troverà di fronte ad un aumento del costo del viaggio ingiustificato. Un’altra speculazione ai danni dei Consumatori che non porta a migliorare la qualità del servizio, dal momento che i tempi di imbarco e sbarco bagagli dovranno comunque essere calcolati; mentre l’aumento del costo del biglietto lieviterà senza un effettivo motivo o miglioramento del servizio, già in calo progressivo in questi ultimi anni.L’Associazione CODICI non crede sia giustificabile una misura che porta all’aumento del prezzo sul costo del biglietto per un servizio che è sempre stato compreso finora nella tariffa e non ritiene corretto che il deterrente per non incentivare l’imbarco del bagaglio in stiva debba essere a carico dei Consumatori.Si informano i Consumatori che l’Associazione CODICI, da sempre a difesa degli utenti/viaggiatori, è a disposizione per affiancare coloro che hanno avuto problemi per ritardi e cancellazioni di voli Ryanair, sottolineando che, per coloro che hanno già acquistato biglietti per voli in partenza dopo il 1° novembre, sarà obbligatorio pagare un costo integrativo o, in caso di rinuncia, è possibile chiedere il rimborso per l’intero costo del biglietto.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »