Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 341

Archive for 12 aprile 2017

Questione monetaria: La politica inizia ad occuparsene, ma siamo solo all’inizio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

fondo-monetario-internazionaleDopo che nel programma del Movimento 5 Stelle è entrata la proposta di moneta fiscale, sembra che il dibattito politico stia facendo i primi, timidi, passi sulla questione monetaria. La maggioranza delle reazioni sono state sguaiate, così come sono state sguaiate le reazioni alla proposta, molto meno ben definita, della “doppia moneta” accennata da Berlusconi. Nei prossimi anni si dovrà parlare sempre di più di questo tema.
C’è tanta ignoranza su una questione così centrale come il denaro. Che cos’è il denaro? Come viene creato? Cosa s’intende, esattamente, quando qualche politico dice: “non ci sono i soldi per…”? E’ vero che lo Stato italiano, con l’ingresso nell’Euro, ha completamente perso la sovranità monetaria? L’ignoranza su questi temi, purtroppo, non appartiene solo alle persone “comuni” ma c’è grandissima ignoranza anche nella classe dirigente in generale e perfino fra gli economisti.
Molti economisti continuano a pensare alla moneta come una sorta di “velo” che copre la vera natura delle transazioni economiche: ovvero lo scambio di merci e servizi. La moneta, secondo questa visione, sarebbe solo un aspetto tecnico trascurabile.
La realtà è ben diversa. La moneta ha, nell’economia, la funzione che il sangue ha nel nostro corpo. E’ evidente che quando il corpo è malato, spesso, i problemi sono legati a qualche organo specifico, ma è anche vero che un sangue “malato” o una pressione troppo alta (o troppo bassa) crea problemi a tutto il corpo. Se non guariamo il sangue è anche inutile intervenire sull’organo che mostra le principali disfunzioni. La stessa cosa accade in economia quando la moneta è troppo scarsa, oppure eccessivamente concentrata, così come quando è eccessivamente soldi-pubbliciabbondante. E’ ovvio che la moneta non è la soluzione a tutti i problemi economici. Se una nazione ha inefficienze burocratiche, problemi demografici, scarsa innovazione, ecc. è ovvio che queste questioni non si risolvono per via monetaria. Al tempo stesso, però, ci sono un’enormità di problemi che invece si possono risolvere cambiando il modo con il quale la moneta viene creata.La questione monetaria, in futuro, dovrà sempre di più entrare nel dibattito politico non tanto sulla questione (pur importante) della moneta fiscale o della doppia moneta, quanto nella questione di fondo ovvero: l’attuale sistema di creazione della moneta è il migliore possibile?Affinché questo accada è indispensabile che sempre più persone siano consapevoli di come funziona, veramente, il sistema monetario attuale e perché è così autolesionista.Non solo nella zona Euro, ma praticamente in tutto il mondo, la moneta è creata, per la quasi totalità (diciamo il 90%) dalle banche private (non dalla banca centrale, come pensano ancora in molti, la quale crea una parte minoritaria della moneta). Tutta la moneta (compresa quella piccola parte emessa dalla banca centrale e dagli Stati) è moneta fiduciaria, nel senso che è moneta non coperta (o garantita) da niente se non dalla fiducia che verrà accettata da tutti e quindi, di fatto, la moneta è coperta dal lavoro e dai beni di tutti coloro che la utilizzano. In teoria si potrebbe creare tutta la moneta che si vuole. Il limite sta solo nell’equilibrio che è necessario fra moneta in circolazione e beni/servizi prodotti.
I problemi con l’attuale sistema di creazione della moneta sono molti. In primo luogo la quantità di moneta in circolazione dipende essenzialmente dai prestiti che le banche effettuano. Le banche effettuano troppi prestiti quando c’è fiducia e troppi pochi quando c’è sfiducia. In sostanza, invece di avere una funzione anti-ciclica, hanno una funzione pro-ciclica. Detto in altri termini, le banche invece di essere parte della soluzione dei problemi sono una delle principali cause.
C’è poi un grosso problema di giustizia sociale. La moneta esiste in quanto le persone l’accettano. E’ un bene pubblico, non è giusto che una piccolissima fetta della società goda di enormi vantaggi per il fatto di poterla creare. I vantaggi derivanti dall’emissione di moneta devono essere integralmente restituiti alla società.
E’ possibile avere un diverso sistema monetario? Certo che è possibile, ma il primo presupposto per cambiare l’attuale sistema è che una fetta importante della popolazione si renda conto di quanto questo sia assurdo, autolesionista, profondamente ingiusto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: “Altro che ‘strade nuove’. E’ una ‘mandrakata M5S’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

buche stradali romaRoma. “Non c’è alcuna operazione ‘strade nuove’. Quella che la sindaca Raggi e la sua maggioranza propagandano come una iniziativa straordinaria è solo normale manutenzione stradale. Lo mostrano le cifre fornite oggi dalla stampa. Peraltro i fondi impegnati sono inferiori a quelli della passata giunta di centrosinistra. Quindi lo straordinario impegno di cui parla la sindaca altro non è che la classica ‘Mandrakata ‘. Svelato l’arcano la capitale rimane disseminata di voragini e crateri. Veri squarci che si propagano dal centro alle periferie. Un panorama desolante su cui si interviene con il contagocce e senza azioni di primo intervento per eliminare almeno i pericoli determinati dal pessimo stato del manto stradale. Sono stati persi quasi dieci mesi senza fare neanche piccole operazioni di ‘attenuazione delle asperità’ presentate dalle carreggiate stradali. Decine di pattuglie dei vigili urbani sono state impegnate per ore a vigilare vere e proprie voragini cercando di scongiurare il rischio di gravi incidenti stradali con costi sproporzionati rispetto al semplice intervento di ristabilimento di condizioni accettabili della porzione di strada interessata dal degrado dell’asfalto. Sono cresciute esponenzialmente le richieste di risarcimento danni al comune di Roma derivanti dalla condizione delle strade che sono causa anche di gravi incidenti. Il dissesto delle strade ha raggiunto livelli inammissibili anche per il codice della strada costringendo il Campidoglio ad istituire il limite dei 30 km orari a salvaguardia degli automobilisti. La giunta e la maggioranza ‘grillina’, concentrata a spartire fondi per le strade nei municipi di residenza dei propri rappresentanti, è incapace anche di predisporre l’aggiudicazione delle gare e l’apertura dei cantieri. Quella che dovrebbe essere la corretta e normale amministrazione della città sta ormai diventando un incubo per i romani.” Così in una nota il consigliere capitolino del Pd Marco Palumbo. (foto: strade)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

More justice for victims of business-related human rights abuses

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

justice for victimsBusinesses, their subsidiaries and suppliers in what they do or do not do can affect the rights of workers, clients and the public. This can infringe workers’ rights, the right to privacy, be discriminatory, can lead to ill-health, or have an impact on many other human rights. Access to justice, a right in itself, can also be jeopardised. This is being increasingly recognised by European and international bodies from the UN to the Council of Europe and the EU who have developed guidance, strategies, policies, and laws.
To explore what more the EU can do, the EU Council asked the Agency to provide its Opinion on improving access to remedies when it comes to business and human rights. Some of the suggestions include:
Making judicial remedies more accessible: Victims often turn to courts when it comes to seeking justice. However, issues such as deciding which court to turn to, costs, the complexity and length of proceedings, can cause obstacles. To make it easier for victims, the EU should create minimum standards for legal aid and improve funding for legal support, particularly for vulnerable people such as children or people with disabilities. The burden of proof should also be shifted from victims to companies with clearer minimum standards on what evidence businesses should make accessible.
Supporting cross-border cases better: As globalisation and the EU’s Single Market has made cross-border business more common, it is harder for victims to seek redress from companies based elsewhere or when rights violations happen abroad. To help, the EU should provide guidance so that there is a common understanding across Member States on how to proceed with cross-border cases. This could include drawing on how environmental cases are treated, by allowing exceptions to existing rules. This would ensure high enough EU-level damages are awarded to deter businesses from abuse in countries that can be more lenient towards business.
Using criminal justice systems: Although EU laws cover corporate crime in relation to business and human rights, they are rarely used. The EU should therefore promote the greater use of existing laws. This could include EU-wide data collection on complaints and compensation, training, improving the human and financial resources of law enforcement to tackle such crime as well as guidance for victims in claiming for damages in criminal procedures. Providing alternatives through non-judicial remedies: Non-judicial mechanisms can be more accessible, quicker and cheaper. The EU should therefore strengthen such mechanisms by creating minimum standards that also allow collective redress, by establishing well-resourced national contact points to advise victims on remedies and by encouraging companies to create their own grievance mechanisms.
Improving transparency and data collection: Different Member States take different approaches when it comes to access to remedies for business and human rights which makes it difficult for companies to operate and victims to seek justice. National action plans are often lacking and vague. The EU needs to encourage Member States to develop action plans that also include access to remedies and clear indicators to measure achievement. The EU should also provide information on available remedies, how they work and perform, possibly with comparative assessments and coordination across the region. This would provide greater transparency and would aid understanding among the public, legal practitioners and ultimately victims. Establishing EU-wide networks to share knowledge, guidance and best practices would also help. In addition, the EU should publish information from companies which must disclose the impact of their work on rights under EU law. It could also encourage Member States to oblige companies to systematically assess the impact on human rights of new activities as part of their planning.
This Opinion provides a range of advice on how the EU could improve access to remedies for victims of rights abuse by businesses. It aims to contribute to growing awareness of the need for the EU to do more to strengthen access to judicial and non-judicial remedies.FRA issues Opinions on specific thematic topics, following requests for advice from the European Parliament, the EU Council or the European Commission. These Opinions are part of the agency’s fundamental rights assistance and expertise that it provides to EU institutions and Member States. (photo: justice for victims)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dal 21 aprile il fascino de “L’Ara com’era” in programma tutte le sere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

ara_pacis_augustaeRoma Museo dell’Ara Pacis, Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli). Grande successo per L’Ara Com’era, la visita immersiva e multisensoriale dell’Ara Pacis riproposta in una versione ancora più coinvolgente grazie all’integrazione tra computer grafica, realtà virtuale e aumentata. Per soddisfare le crescenti richieste e con l’occasione della bella stagione dal 21 aprile al 30 ottobre cittadini e turisti avranno l’occasione di assistere all’innovativo archeoshow tutti i giorni della settimana (non solo il venerdì e il sabato).Il progetto, promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzato da Zètema Progetto Cultura, è stato affidato a ETT SpA. Il coordinamento, la direzione scientifica, i testi e la sceneggiatura sono a cura della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. L’interpretazione dei personaggi è affidata alle voci di Luca Ward e Manuela Mandracchia.
In un racconto che unisce storia e tecnologia, L’Ara Com’era è il primo intervento sistematico di valorizzazione in realtà aumentata e virtuale del patrimonio culturale di Roma Capitale, nello specifico di uno dei più importanti capolavori dell’arte romana, costruito tra il 13 e il 9 a.C. per celebrare la Pace instaurata da Augusto sui territori dell’impero. Lanciato il 14 ottobre 2016, l’innovativo racconto sull’Ara Pacis e sulle origini di Roma è stato ulteriormente potenziato dal 20 gennaio 2017: due nuovi punti d’interesse in Realtà Virtuale, che combinano riprese cinematografiche dal vivo, ricostruzioni in 3D e computer grafica, consentono una completa immersione nell’antico Campo Marzio settentrionale dove è possibile assistere alla prima ricostruzione in realtà virtuale di un sacrificio romano. Un’implementazione che arricchisce la narrazione e crea un impatto emozionale più profondo con il pubblico. I visitatori sono catapultati indietro nel passato per riviverlo da una posizione privilegiata. Immersi in un ambiente a 360° possono ammirare l’Ara Pacis mentre ritrova i suoi colori originali: una “magia” resa possibile da uno studio sperimentale realizzato dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali nel corso di oltre un decennio che ha portato a una ricostruzione ipotetica ma con la massima approssimazione consentita.Il colore non è la sola sorpresa ad accogliere i visitatori che possono ‘galleggiare’ in volo sull’altare, planare sul Campo Marzio e assistere al sacrificio, compiuto da veri attori, rimanendo sempre al centro della scena.
L’offerta si amplia anche da un punto di vista numerico. Ogni serata, infatti, può accogliere fino a 400 visitatori, rispetto ai 300 della precedente programmazione, organizzati in piccoli gruppi contingentati. Oltre alla vendita online o attraverso lo 060608, è possibile acquistare i biglietti la sera stessa presso il museo.
Apertura al pubblico
Fino al 15 aprile: venerdì dalle 20.15 alle 24 (ultimo ingresso ore 23.00); sabato dalle 20.15 alle 00.45 (ultimo ingresso ore 23.45)
Dal 21 aprile al 30 aprile: da domenica a venerdì dalle 20.15 alle 24 (ultimo ingresso ore 23); sabato dalle 20.15 alle 00.45 (ultimo ingresso ore 23.45)
Dal 1 maggio al 31 agosto: da domenica a venerdì dalle 20.45 alle 24 (ultimo ingresso ore 23); sabato dalle 20.45 alle 00.45 (ultimo ingresso ore 23.45)
Dal 1 settembre al 30 settembre: da domenica a venerdì dalle 19.45 alle 24 (ultimo ingresso ore 23); sabato dalle 19.45 alle 00.15 (ultimo ingresso ore 23.15)
Dal 1 ottobre al 1 novembre: da lunedì a domenica dalle 19.30 alle 24 (ultimo ingresso ore 23) Giorni di chiusura: 1 gennaio, 1 maggio, 24, 25 e 31 dicembre. Biglietti
Intero € 12; ridotto € 10. (foto: ara pacis)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come cambia l’acquisto dell’auto nell’era digitale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

automotiveVerona ad Automotive Dealer Day,dal 16 al 18 maggio 2017. Come cambia l’acquisto dell’auto nell’era digitale? Quali sono gli strumenti maggiormente utilizzati dagli acquirenti e quali le strategie messe in campo dai concessionari?
Durante Automotive Dealer Day XV, l’evento B2B leader in Europa del settore auto, organizzato da Quintegia e che si terrà a Verona, verranno fornite prospettive di personalità di riferimento del settore per contestualizzare e dare risposta a queste e altre domande.Come, infatti, dimostrano recenti studi di settore effettuati da Google (Gearshift 2016), il processo di scelta e di acquisto di un’auto nuova è un percorso “omni-channel” che comprende l’utilizzo di una vasta gamma di strumenti e canali di informazione tra cui siti web, strumenti “mobile”, test drive e visite ai concessionari.
Nel 2016, infatti, il 39% degli acquirenti di auto intervistati dice di aver consultato più fonti di informazioni (omni-canalità) rispetto ai suoi precedenti acquisti di auto nuove. Inoltre, l’81% degli acquirenti impiega fino a 3 mesi per scegliere l’auto che acquisterà e il 24% inizia il processo pensando ad un’auto ma alla fine ne compra una diversa. Sono molti i fattori che possono, dunque, contribuire a far cambiare idea all’acquirente, tra cui troviamo la valutazione del prodotto attraverso la visualizzazione di video online, di cui fa uso il 78% degli utenti. I video più visualizzati (55%) sono quelli “professionali” prodotti dalle stesse case auto, rispetto a quelli fatti produrre da terzi o a quelli amatoriali.Tra gli strumenti offline più apprezzati, invece, si posizionano in vetta alla classifica le visite al concessionario e il contatto con un addetto alle vendite. Questi fattori rimangono, quindi, fondamentali per la scelta da parte dell’utente del concessionario dove procedere con l’acquisto: il 58% degli intervistati sostiene di aver acquistato l’auto presso un concessionario che prima non conosceva e che sono, di media, 2,8 le visite che ha effettuato presso un concessionario prima di acquistare la propria auto, facendo mediamente 1 test drive.
Questo significa, dunque, che il concessionario ha bisogno di personale altamente qualificato e preparato ad interagire con un cliente sempre più informato, per sfruttare al meglio i contatti diretti che ha a disposizione per instaurare un rapporto di fiducia e indirizzare la scelta finale di acquisto.Uno dei focus dell’evento, giunto alla sua quindicesima edizione, sarà, quindi, incentrato sulle nuove tecnologie e il loro impatto nel mercato auto e nel business dei concessionari, con numerosi workshop e masterclass.
Tra i relatori più attesi: Charles Mills, Vice Presidente, Global Retail, di J.D. Power, azienda americana di fama mondiale che conduce studi e ricerche in ambito automotive; Mark N. Scarpelli, Chairman di NADA, l’Associazione Nazionale Americana dei Concessionari auto che rappresenta circa 16.000 concessionari auto statunitensi, che durante la sua carriera ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il “General Motors Mark of Excellence Award”, 2010 – 2015, (workshop di apertura “Nuova forza al business: tecnologie, processi, persone”, di martedì 16 maggio). Sarà la volta poi dell’attesissimo Trevor Finn, CEO di Pendragon, il più grande Gruppo britannico di concessionari, che nel 2016 è stato nominato dal magazine Motor Trader, nella classifica dei “Top 60 Movers & Shaker”, come il “personaggio più influente dell’industria automobilistica nel Regno Unito” (workshop di mercoledì 17 maggio “Al digitale serve il fisico: strategie omni-channel”).A completare l’area tematica sulle nuove tecnologie, due importanti premi: il Premio per l’Innovazione Gestionale 2017, che mira a individuare il dealer che ha saputo distinguersi nell’innovare la gestione della propria azienda e il prestigioso Internet Sales Award, che premia la capacità di gestione online del proprio business.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CWT nomina Simon Nowroz quale Chief Marketing Officer

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

Carlson Wagonlit TravelCarlson Wagonlit Travel, leader globale nella gestione dei viaggi d’affari, annuncia la nomina di Simon Nowroz quale Chief Marketing Officer, con effetto immediato. Riporterà a Patrick Andersen, Chief Strategy & Commerce Officer, e sarà basato a Minneapolis.«Simon unisce una profonda esperienza nel settore dei viaggi con una personale conoscenza in aree chiave quali innovazione, marketing, sviluppo del brand e business development – dichiara Patrick Andersen -. Abbiamo davanti a noi tempi stimolanti, in termini di sviluppo sia di prodotti sia del marchio, e sono perciò lieto di dargli il benvenuto nella squadra».Simon proviene da Anderson Capital Advisors, una società di consulenza specializzata che ha co-fondato, focalizzata su come massimizzare i rendimenti per i clienti grazie a strategie digitali creative, indipendenti dall’andamento del mercato. In precedenza è stato Head New Ventures di Travelport per due anni e mezzo e, prima ancora, è stato Presidente e Amministratore Delegato APAC della stessa società per nove anni.Ha oltre 25 anni di esperienza nel settore viaggi dove si è occupato di consulenza, distribuzione, autonoleggio e trasporto aereo. Simon ha vissuto e lavorato in Francia, Hong Kong, Regno Unito e Stati Uniti ed è laureato alla Insead, a Stanford e presso la Thames Valley University.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vincitore del premio ‘Nutrilite™ Award’ 2017

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

filippo maggifruttoCamerino Il lavoro di ricerca dal titolo “Polar Constituents and Biological Activity of the Berry-Like Fruits from Hypericum androsaemum” di cui è autore il dott. Filippo Maggi ricercatore Unicam della Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria, è risultato vincitore del premio ‘Nutrilite™ Award’ 2017, brand che detiene la leadership mondiale nel settore delle vitamine e integratori alimentari. “Sono estremamente orgoglioso di questo riconoscimento – ha dichiarato il dott. Maggi – Il concorso, è stato indetto per premiare la migliore ricerca scientifica che evidenzi il contributo benefico dei fitonutrienti nell’invecchiamento sano. La pubblicazione è stata valutata da un comitato scientifico di professori universitari specializzati in scienze della nutrizione e alimentazione provenienti da Italia e Olanda, ed è stata selezionata tra lavori presentati da ricercatori provenienti dalle Università di Firenze, Roma, Milano, Napoli e Camerino”.Il lavoro di ricerca si è incentrato sulla caratterizzazione fitochimica e sull’attività biologica dei frutti prodotti dalla specie Hypericum androsaemum, che ha come particolarità quella di produrre dei frutti carnosi simili a bacche che cambiano il colore durante la maturazione da rosso a nero. “I risultati dello studio – ha proseguito il dott. Maggi – hanno messo in evidenza un’elevata attività antiossidante di tali frutti, mai analizzati fino ad ora, superiore a quella di noti frutti di comune utilizzo come mirtilli, lamponi e more, attività che è da attribuire all’elevato contenuto in composti fenolici dei frutti rossi. È inoltre emersa un’interessante attività stimolante la proliferazione dei linfociti B. Tali risultati, sebbene preliminari, hanno incoraggiato ulteriori ricerche e potrebbero aprire un futuro impiego di questi frutti in nutraceutici e fitoterapici per il trattamento di patologie legate allo stress ossidativo”.La cerimonia di consegna, nel corso della quale il dott. Maggi ha avuto l’opportunità di presentare le proprie attività di ricerca, si è tenuta nei giorni scorsi a Milano. (foto: filippo maggi, frutto)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mauro Del Rio nominato Presidente del Board di DOCOMO Digital Limited, con base a Londra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

mauro del rioMilano. Mauro Del Rio lascia la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Buongiorno S.p.A. per dedicarsi interamente alla carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di DOCOMO Digital Limited, la filiale londinese del colosso della telefonia giapponese NTT DOCOMO.Nel suo nuovo ruolo, assunto da ieri 10 aprile 2017, Del Rio darà impulso a livello internazionale al profilo di DOCOMO Digital fuori dal Giappone nonché nel mercato in rapida crescita dei mobile payment e del mobile commerce. “Sono molto felice di questo nuovo incarico attraverso cui potrò supportare ancora meglio il CEO Hiroyuki Sato nell’ affrontare le nuove sfide di DOCOMO Digital – ha commentato Mauro Del Rio – Il mobile payment sta assistendo a uno sviluppo senza precedenti e la società, forte dell’esperienza giapponese in questo campo, intende portare sulla propria piattaforma di pagamenti oltre 5 miliardi di persone entro il 2020”. Del Rio è inoltre membro del board di DigiTouch S.p.A. (quotata sul Mercato AIM Italia) e di OnLine Sim S.p.A. (gruppo Ersel). Tra le attività non-business, nel 2016 ha avviato con la moglie Lucia Bonanni la BDC-Bonanni Del Rio Catalog, iniziativa di produzione e valorizzazione di attività artistiche con quartier generale presso BDC28, una chiesa sconsacrata nel centro di Parma.“Con questa confluenza in DOCOMO Digital si completa per me l’avventura di Buongiorno, iniziata come esperimento a Bologna nel 1995 e divenuta società a Parma nel 1999 – ha concluso Mauro Del Rio – Non nascondo che fa un certo effetto chiudere anche simbolicamente la mia casella email @buongiorno. Ma allo stesso tempo mi elettrizza la sfida di DOCOMO Digital Ltd. L’arrivederci è quindi su @docomodigital.com”. Dopo la nomina di Lucia Predolin a nuovo Direttore Globale del Corporate Marketing, si consolida quindi con la nuova Presidenza Del Rio la presenza italiana nel nuovo riassetto di DOCOMO Digital, parte di NTT DOCOMO. La casa madre giapponese ha acquisito e delistato Buongiorno S.p.A. circa 4 anni fa e ha altresì acquisito e integrato la società tedesca Net-mobile (2014) nonché la società austriaca fine trade gmbh (2013), consolidando il proprio processo di espansione globale. (foto: Mauro Del Rio)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I tagli alle pensioni e alla sanità uccidono lo stato sociale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

sciopero mediciAttraversiamo un periodo di trasformazione epocale, un cambiamento che non è solo frutto della crisi ormai decennale ma che investe tutte le componenti della nostra vita quotidiana dalla politica al welfare, dal fisco all’etica ed alla religione. Sicuramente nulla sarà più come prima, tutti dobbiamo prenderne atto e misurarci con questa nuova situazione”. Lo ha detto il presidente professor Michele Poerio aprendo, a Roma, i lavori del 54° congresso delle FEDER.S.P.eV., la federazione che riunisce medici, farmacisti, veterinari pensionati e loro superstiti. Il nostro è un sistema pensionistico a ripartizione, in base al quale le pensioni in essere sono pagate da chi oggi lavora: i lavoratori attivi, pertanto, versano i contributi per pagare le pensioni dei padri. Se, quindi, si riduce il numero dei lavoratori occupati, l’equilibrio salta e non ci saranno i soldi per pagare le pensioni. Pertanto i nostri giovani, il cui flusso migratorio in continuo aumento va contrastato efficacemente, devono rappresentare la forza del nostro presente e del nostro futuro, un futuro che è condizionato dalle scelte presenti e dipenderà dalla costruzione di pari opportunità per tutto il Paese: dobbiamo offrire loro opportunità e trasmettere motivi concreti per sperare; questa speranza si chiama lavoro, lotta alla disoccupazione, si chiama sviluppo e crescita.Solo così potremo rafforzare il legame che unisce giovani e anziani: meno tasse per i giovani e più tasse per i pensionati. La risposta alla mancanza di politiche in grado di rilanciare l’occupazione non può essere una nuova gabella sulle pensioni cosiddette ‘d’oro’ che sono già state penalizzate, negli ultimi 9 anni, da reiterati blocchi della perequazione e svariati ‘contributi di solidarietà’ che hanno determinato l’abbattimento del 20-25 per cento del loro potere di acquisto. È sbagliato pensare che crescita e sviluppo possano nascere penalizzando chi per anni ha versato contributi adeguati sia alla funzione svolta che allo stipendio percepito. Per la FEDER.S.P.eV. introdurre in Italia un ‘contributo solidaristico da parte di chi gode delle pensioni più generose’ alimenterebbe soltanto una ‘cultura assistenziale’ del welfare che nulla ha a che vedere con l’etica. Senza considerare che nonni e padri pensionati rappresentano attualmente uno dei più importanti ammortizzatori sociali, se non il più importante, per figli e nipoti disoccupati o sottoccupati, stimato dal Censis in oltre 6 miliardi annui. Si dimentica, infatti, che il bilancio strettamente previdenziale dell’INPS è in pareggio (in attivo se si escludono le integrazioni al minimo) e che se le condizioni economiche del Paese richiedono ancora ‘tasse straordinarie’ esse devono essere applicate, a parità di reddito, a tutti gli italiani, pensionati e lavoratori attivi, come, peraltro, stabilito da una sentenza della Consulta.Non considerano, infine, che i pensionati italiani pagano le tasse come i lavoratori attivi, diversamente da quanto succede nei più importanti paesi europei come Francia, Gran Bretagna, Germania e Spagna (Una pensione di 20 mila euro lordi annui – certamente non d’oro – versa in Italia 4 mila euro di imposta, 2 mila in Spagna, mille in Gran Bretagna, 500 in Francia e 39 in Germania). È necessario aprire una stagione in cui le riforme economiche e sociali siano veramente volte a sostegno dei soggetti che hanno più difficoltà e non ricorrere a ‘pannicelli caldi’. La povertà cresce, è difficile curarsi (11 milioni di italiani hanno dichiarato di avere dovuto rinunciare o rinviare alcune prestazioni sanitarie), crollano le nascite, ad eccezione di Bolzano ed Alto Adige dove si registra un aumento del 3,4 per cento.Indispensabile – ha detto Poerio – incentivare:
lo sviluppo di una cultura gerontologica e geriatrica per realizzare servizi per gli anziani;
la realizzazione compiuta dei LEAS (Livelli Essenziali di Assistenza Sociale) che consentono il riconoscimento e l’esigibilità di veri e propri diritti sociali;
l’eccellenza e la qualità come risposta alla limitatezza delle risorse.
C’è da rilevare che, nel pubblico impiego, la previdenza complementare non è ancora completamente decollata per la mancata applicazione, da parte dei vari governi, della delega prevista dalla riforma Maroni nella parte riguardante il pubblico impiego che ha determinato un doppio regime fiscale e normativo fra lavoratori pubblici e privati. Infatti, la delega alla riforma della previdenza complementare della legge Maroni (243/2004) è stata attuata solo per i lavoratori privati (D.Lsg. 252/2005) mentre il Governo si è ‘dimenticato’ di emanarla per i dipendenti pubblici, anche se vi era un preciso obbligo legislativo in tal senso. La conseguenza sul piano giuridico è che al dipendente pubblico non si applica la normativa fiscale di vantaggio prevista per i privati, per cui in Italia, nel mondo del lavoro, sono incredibilmente vigenti due regimi fiscali in tema di previdenza complementare.Dopo aver considerato il capitolo ‘vitalizi’, Poerio ha sottolineato lo ‘scandaloso’ livello della evasione fiscale ed ha messo in guardia contro il pericolo di decurtamento che corre il trattamento di reversibilità. Al sicuro, invece i sopravvissuti ad un parlamentare: i figli dei cittadini normali ricevono l’assegno solo se studiano e comunque al massimo fino a 26 anni. I figli dei deputati anche se non studiano. Il figlio del parlamentare ha maturato il diritto all’ignoranza pagata! Anche i genitori dei parlamentari sono più uguali dei normali cittadini (parafrasando una citazione di George Orwell): la reversibilità normalmente spetta a padri e madri a carico con più di 65 anni e senza pensione. Per i genitori dell’onorevole basta che siano a carico.FEDER.S.P.eV. e CONFEDIR stanno conducendo lotta a tutela delle pensioni con migliaia di ricorsi in tutta Italia contro la legge 109/2015.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Dal Vivo Sono Molto Meglio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

dal vivodal vivo1Roma 20 – 30 aprile 2017 Teatro Ambra Jovinelli Via Guglielmo Pepe, 43 /47 Orari repliche dal martedì al sabato ore 21:00 – domenica ore 17:00 – sabato 22 aprile doppia replica ore 16:30 e ore 21:00 Biglietti (compresa prevendita): da € 33,00 a € 17,00. Il testo è stato scritto da Paola Minaccioni con Alberto Caviglia e Claudio Fois Musiche Lady Coco Regia Paola Rota, Costumi Ursula Patzec, Foto Fabio Lovino.Gran finale di stagione all’Ambra Jovinelli. Paola Minaccioni, attrice trasformista più celebre e stimata del nostro paese, sarà la protagonista – dal 20 al 30 aprile dello spettacolo Dal Vivo Sono Molto Meglio scritto dalla stessa Minaccioni con Alberto Caviglia e Claudio Fois, musiche di Lady Coco. Regia di Paola Rota.”Dal Vivo Sono Molto Meglio” raccoglie tutti i personaggi di Paola Minaccioni nati in tv, al cinema o alla Radio ed è un viaggio in cui siamo portati a indagare sul tema dell’identità, per esplorarla e rispondere alla domanda che tutti ci facciamo: “Chi siamo davvero?”. Una surreale sequenza di personaggi che incarnano i dubbi, le paure e le nevrosi dell’attrice, cerca di consegnarci una risposta a questa domanda, con uno spettacolo fuori dagli schemi che ci invita a riflettere su noi stesse e a interpretare l’assurdità della società in cui viviamo.”Dal vivo sono molto meglio” è un flusso di coscienza leggero e irriverente con cui Paola Minaccioni ci conduce in un universo comico e paradossale.
Donne dipendenti dai social network, improbabili venditrici, raffinate poetesse, badanti e inappuntabili manager, rapper incredibili. Sembrerà strano ma vivono tutte dentro di lei e in fondo sono lo specchio delle nostre nevrosi e dell’assurdità della nostra epoca.
Paola Minaccioni ci consegna la chiave della stanza delle sue incredibili maschere, con cui si nasconde e allo stesso tempo rivela, guidata dalle note di Lady Coco, melodico contrappunto a un’esperienza teatrale unica.Ma raccontare uno spettacolo che cambia di sera in sera è impossibile, si può capire solo dal vivo. Dal vivo infatti è molto meglio!

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva Mater Terra 2

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

mater terraCosenza. Mostra collettiva Mater Terra 2 Museo delle Arti e dei Mestieri (MAM). E’ calato il sipario sulla mostra collettiva Mater Terra 2 allestita a Cosenza negli spazi del Museo delle Arti e dei Mestieri (MAM).L’esposizione, a cura di Marilena Morabito con il coordinamento di Francesco Minuti, ha visto la partecipazione dei seguenti artisti: Francesco Cisco Minuti, Diego Minuti, Fiormario Cilvini, Fabrizio Trotta, Claudio Grandinetti, Massimo Maselli, Franco Paternostro, Paolo Ferraina, Franco Ferraina, Giuseppe Celi, Valeriano Trubbiani, Salvatore Pepe, Alfredo Granata, Franco Mulas, Domenico Cordì.Di valido supporto all’iniziativa: una performance di danza contemporanea (Continuity Fluid Performers, con le coreografie di Angela Tiesi); un momento musicale (“Nidrā”, con l’artista Costantino Rizzuti) e la presentazione di un’accattivante pubblicazione (Kiwi, deliziosa guida di Rosarno, edita da Viaindustriae pubblishing).
Da segnalare, ancora, i prestigiosi patrocini ricevuti da questa interessante proposta: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Provincia di Cosenza, Comune di Cosenza, Fondazione Roberto Bilotti Ruggi D’Aragona, Fondazione Rocco Guglielmo, Accademia di Belle Arti di Catanzaro e Associazione CO.RE..
mater terra1mater terra2“Mater Terra”, simbolico rapporto fra la forza divina della vita e della morte luogo mistico dove si genera dove si produce, questa energia concettuale è alla base del progetto della collettiva per donare significato al significante in un sistema di incastri irregolari di idee e produzioni. La Madre, colei che ti concede la vita, una vita limitata a tutto ciò che ti è possibile trasportare in un ipotetico bagaglio, in un ripiegare elementi per farli stare tutti in uno spazio troppo limitato che ci vede ingordi di esperienze. La necessità di produrre arte, ancora oggi come in passato, è l’ancestrale sentimento di lasciare una parte di quello che è stato il nostro viaggio di quello che i giorni hanno scritto sul volto, sulle mani e sulla materia. L’umano sentire non lascerà alla terra il proprio trascorso ma solo il proprio corpo mentre tutte le tracce saranno sparse come ceneri in luoghi dove l’arte è stata riconosciuta. “Mater terra” è progetto, già alla seconda edizione, che presume e vuole dare origine a fecondi momenti di incontro e di interazione, attraverso una situazione espositiva in cui artisti possano dialogare con la stessa tensione esplorativa all’interno di un unico contenitore in grado di divenire contenuto e che tutto questo permetta di trasformarli in incessanti viaggiatori nelle dimensioni e nei territori dell’arte, della ricerca e dello scambio.
(SILVIO RUBENS VIVONE)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IX edizione del premio sartoriale Manichino d’Oro 27

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

ManichinoD'OroNapoli giovedì 13 e venerdì 14 aprile 2017, presso la Sala delle Contrattazioni della Camera di Commercio di Napoli, la IX edizione del premio sartoriale Manichino d’Oro. Promossa da Confartigianato Napoli, in collaborazione con l’Accademia Nazionale dei Sartori di Roma, l’iniziativa gode del Patrocinio Morale del Comune di Napoli, della Camera di Commercio di Napoli e del Consiglio Regionale della Campania. Previsto l’intervento del Sindaco Luigi De Magistris alla premiazione finale del venerdì.
Il concorso, a cadenza biennale è il principale riconoscimento che l’Accademia Nazionale dei Sartori, fondata a Roma nel 1575 da Papa Gregorio XIII come Università degli Studi e ancora oggi rappresenta la principale istituzione del settore, attribuisce al sarto artigiano che sappia mettere meglio in risalto lo stile, la capacità tecnica, l’estro creativo e il rigore formale della sartoria femminile su misura e si alterna alle Forbici d’Oro, l’omologa competizione in ambito maschile. Si tratta di una rassegna senza scopo di lucro che vede impegnati i giovani diplomati e laureati nel campo della Moda, fino a un massimo di trentacinque anni d’eta, che lavorano presso botteghe artigiane della Regione Campania i quali si sfideranno nella realizzazione, seguendo indicazioni su modello e misure fornite la momento, di un tracciato e di un capo finito e indossato da una mannequin. Una giuria di qualità, composta da Maestri valuterà il lavoro e decreterà il vincitore, il quale rappresenterà la Campania nel concorso nazionale che si terrà a Roma, in data da definire, durante una sessione di quattro giorni. Il Premio ha l’obiettivo di mantenere alto il prestigio del Sarto Italiano e del Made in Italy nel mondo e di richiamare l’attenzione del pubblico sulla qualità della creazione artigiana e l’interesse dei giovani in cerca di lavoro. Sei i trofei in palio: il Manichino d’Oro, opera dell’artista Sara Lubrano, associata di Confartigianato Napoli e iscritta al gruppo Donne Impresa, le targhe Miglior Disegno e Miglior Lavoro, le menzioni speciali Ago d’Oro e Ditale d’Oro e il Premio Napoli assegnato da una giuria eterogenea. Le ultime edizioni nazionali, femminile e maschile hanno visto per la prima volta nella storia, l’affermazione di sarti campani che verranno premiati durante l’ultima delle due giornate napoletane. Si tratta di Angela Barone, Premio Nazionale Manichino d’Oro 2015 e dei Premi Nazionali Forbici d’Oro 2016 Milena La Montagna e Giancarlo Del Prete rispettivamente nelle categorie, junior e senior.
Giuria Tecnica: Raffaele Antonelli, Luigi Di Domenico, Susy Esposito, Vincenzo Pepe, Angela Esposito, Angela Barone, Giancarlo del Prete. Presidente: Raffaele Antonelli
Giuria Premio Napoli: Enrico Inferrera, Stefania Moretti, Antonio Popolla, Roberto De Laureantiis, Danilo Iervolino, Francesco Fimmanò, Maria Mazza, Lucio Pierri. Presidente: Girolamo Pettrone
Programma di giovedì 13 aprile, 2017
Ore 9.00-13.00 Concorso sartoriale
Programma di venerdì 14 aprile, 2017
Ore 9.00 Premiazione con interventi di:
Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli, Luigi Bosco, Consigliere Regionale, Enrico Panini, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Napoli, Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato Napoli, Raffaele Antonelli, Delegato Regionale dell’Accademia dei Sartori, Ilario Piscionieri, Presidente dell’Accademia Nazionale dei Sartori
Ore 11.30 Intervento di Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli
Modera Stefania Moretti, Gruppo Sole 24 Ore Regione Campania

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Moda e Musica a “Trama Aurunca”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

concerto mostra4concerto mostraNel prestigioso Salone d’Onore del Museo della Civiltà di Roma, circa trecento ospiti hanno assistito ad un magistrale connubio di musica e moda voluto dalla stilista Lisa Tibaldi per celebrare il successo della sua mostra “Trama Aurunca … Emozioni e Creatività di un Territorio”, che sarà possibile ammirare sino al 30 aprile nello storico Museo dell’Eur.Tre splendide creazioni sartoriali “black&white” realizzate con tessuti preziosi hanno fatto da cornice al concerto “Intrecci di Note” organizzato grazie alla collaborazione dell’Orchestra sinfonica del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone, che con i concerto mostra3concerto mostra2suoi 45 anni di storia, gli oltre 130 docenti e i 1.200 alunni che affollano i corsi di musica, è da anni uno dei principali poli culturali della Terra Aurunca.I 35 elementi dell’Orchestra, diretta magistralmente dal Maestro Giorgio Proietti, Direttore Stabile della Accademia Internazionale di Roma, nonché Professore Ordinario di Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio“Licinio Refice”, hanno eseguito brani sinfonici composti da W.A. Mozart, L.V. Beethoven e F. Mendelssohn.“Voglio rivolgere – ha dichiarato Lisa Tibaldi – un sentito e doveroso ringraziamento al Direttore del Museo della Civiltà Leandro Ventura, al Presidente del Parco Naturale dei Monti Aurunci Michele Moschetta, al concerto mostra1Presidente del Conservatorio “Licinio Refice” Dott. Domenico Celenza, al Direttore del Conservatorio “Licinio Refice” M° Alberto Giraldi ed infine al M° Giorgio Proietti, che oltre a patrocinare e collaborare all’organizzazione della manifestazione, hanno colto l’importanza e le finalità dell’iniziativa. La Musica e la moda sono reali e concrete risorse culturali del nostro paese e grazie al loro sostegno credo d’aver vissuto una delle pagine più belle della mia vita professionale”.
Si ringraziano per l’immagine delle modelle: Giovanni Grieco che ha realizzato le acconciature personalizzandole con intrecci di stramma e Mauri Menga per il prezioso, intenso ed elegante make up. (foto: concerto mostra)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo accordo di distribuzione con Banca Generali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

londonLondra. Legg Mason Global Asset Management, una delle principali società di gestione globale con un patrimonio gestito di 722.9 miliardi di dollari, ha siglato in Italia un accordo di distribuzione con Banca Generali per il collocamento della gamma di fondi di diritto irlandese autorizzata e distribuita in Italia. L’accordo di distribuzione integra l’offerta Legg Mason che era già disponibili all’interno delle soluzioni contenitore di Banca Generali: BG Stile Libero e BG Solution.Grazie a questo nuovo accordo, Legg Mason mette a disposizione della rete di consulenti finanziari e private banker di Banca Generali non solo le proprie soluzioni di investimento nell’azionario Usa e nei mercati obbligazionari globali, dove la società vanta una lunga esperienza nella gestione dei fondi specializzati, ma anche i fondi obbligazionari flessibili e unconstrained, che hanno registrato un crescente interesse presso la clientela italiana.
Marco Negri, Head of Southern Europe di Legg Mason, ha dichiarato: “Siamo molto lieti dell’ampliamento della collaborazione con Banca Generali. Questo nuovo accordo con uno dei principali player della distribuzione ci permette di proseguire e potenziare il nostro percorso di crescita sul mercato italiano. Nel corso degli ultimi anni l’offerta di Legg Mason ha continuato ad arricchirsi di nuove soluzioni di investimento per rispondere alle esigenze degli investitori nell’attuale quadro macroeconomico. Sia in ambito azionario che obbligazionario, abbiamo lanciato nuove strategie con uno stile di gestione flessibile per catturare le opportunità offerte dal mercato in un contesto di crescente incertezza e volatilità.”
Legg Mason è una società di gestione patrimoniale che opera su scala globale, con attivi in gestione (AUM) pari a 722,9 mld USD al 28 febbraio 2017. Legg Mason offre soluzioni di gestione attiva degli asset presso numerosi centri d’investimento presenti in tutto il mondo. La sede ufficiale si trova a Baltimora, Maryland, e le azioni ordinarie della società sono quotate alla borsa di New York (simbolo: LM).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Milano è una città per universitari?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

milano10Milano mercoledì 12 aprile alle 17 si confronteranno sul tema “Milano e la società della conoscenza” i rettori di Statale, Bicocca, Bocconi e Politecnico: l’incontro si terrà nella Sala Alessi di Palazzo Marino. L’evento è organizzato dal Distretto 2041 del Rotary, che riunisce i club metropolitani, nell’ambito della rassegna “Milano, identità e futuro”. Questo ciclo di incontri sulla città di Milano giunge al suo terzo appuntamento, dopo aver incontrato i consoli residenti in città – interrogandoli sull’internazionalizzazione del capoluogo lombardo – e i direttori dei musei cittadini: i primi appuntamenti hanno evidenziato come Milano sia una città attrattiva, che negli ultimi anni ha saputo aggiungere al suo storico “dinamismo imprenditoriale” e di piazza finanziaria una offerta culturale di altissimo livello internazionale. Proprio in quest’occasione è emerso che una quota significativa degli stranieri che vengono a risiedere a Milano è costituita da studenti, che apprezzano i servizi offerti – Milano si conferma come una città “facile” da percorrere, di dimensioni ridotte e con una buona rete di mezzi pubblici – ma lamentano gli elevati prezzi degli affitti e, nel complesso, non riscontrano nell’organizzazione dei servizi e nella stessa vita culturale e professionale della Città la capacità di valorizzare le risorse rappresentate dalla presenza di oltre 183mila giovani distribuiti su otto università. Appunto: Milano è una città per universitari? Il dibattito è aperto al pubblico.
In serata, alle 19, il Rotary – in collaborazione con la Veneranda Fabbrica del Duomo – offrirà alla cittadinanza un concerto dell’orchestra sinfonica Giuseppe Verdi di Milano nel Duomo cittadino. Sarà eseguita la Passione secondo Matteo di J.S. Bach.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pasqua: Aperte le Gallerie Nazionali di Arte Antica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

dario foRoma Le Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma Palazzo Barberini e Galleria Corsini rimarranno aperte nei giorni di Pasqua, domenica 16, e Lunedì dell’Angelo, lunedì 17 aprile 2017.Osserveranno il riposo martedì 18 aprile.
Mostre in corso a Palazzo Barberini:
· DARIO FO E FRANCA RAME: IL MESTIERE DEL NARRATORE (apertura ore 10.00-18.00)
· VENEZIA SCARLATTA. LOTTO, SAVOLDO, CARIANI
· IL PITTORE E IL GRAN SIGNORE. BATONI, I REZZONICO E IL RITRATTO D’OCCASIONE
· MEDITERRANEO IN CHIAROSCURO. RIBERA, STOMER E MATTIA PRETI DA MALTA A ROMA
Mostra in corso a Galleria Corsini
· DANIELE DA VOLTERRA. I DIPINTI D’ELCI

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Online bando per riqualificazione giardini Piazza Vittorio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

piazza-vittorio-esquilinoRoma È da oggi online la gara d’appalto per la riqualificazione di Piazza Vittorio, cuore pulsante del rione Esquilino che rinasce grazie ad un progetto condiviso con il territorio e i suoi cittadini.
Il bando prevede la risistemazione del giardino e la manutenzione del verde per i primi due anni, per un importo complessivo di 2.875.000,00 euro: oltre ai 2,5 milioni di euro già previsti nel piano di interventi finanziato dai fondi del Giubileo, una delibera di Giunta capitolina ha previsto ulteriori 375mila euro. Il lavoro di progettazione ha visto un intenso confronto tra Roma Capitale e i comitati di quartiere. L’intervento di recupero punta a risolvere alcune criticità evidenti che coinvolgono l’area, come il degrado e la perdita in parte del verde. Saranno previste una manutenzione delle pavimentazioni e dei volumi, la realizzazione di nuovi percorsi nel verde, l’eliminazione di barriere visive e infine la creazione di un vero orto botanico con la piantumazione di 1.200 nuove essenze arboree, provenienti da ogni parte del mondo. Verranno ridisegnate le aree naturalistiche, con un nuovo percorso che si ispirerà al disegno originario, riperimetrate l’area cani e l’area gioco per i bimbi mentre, in corrispondenza dell’edificio liberty, verrà realizzata una pavimentazione in sampietrini come era in origine. La collina artificiale che nasconde l’accesso alla centrale di controllo della metropolitana verrà trasformata in una “collina acrobatica”, con strutture ludiche per i più giovani.
La recinzione dei Trofei di Mario verrà ridisegnata in modo da permettere di riaprire il percorso tra i resti monumentali e la Porta Magica. Infine verrà ripristinata la fontana del Rutelli e sarà prevista la modellazione degli spazi verdi, con percorsi trattati con ghiaia stabilizzata.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Earth Day: Giornata Mondiale per la Terra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

terra madre1Roma sabato 22 aprile, all’Aranciera di San Sisto, Via di Valle delle Camene 11 in occasione dell’Earth Day, Giornata Mondiale per la Terra, si svolgerà la prima edizione del “Green Open Data Day 2017”, una competizione per sviluppare idee innovative e applicazioni per smartphone su temi ambientali. L’iniziativa è promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Sostenibilità Ambientale e Assessorato Roma Semplice – che renderà disponibili i dati sull’ambiente.
L’evento gratuito è rivolto a sviluppatori, start-upper, esperti di open data e appassionati di progetti ambientali. I gruppi di lavoro si cimenteranno nella prima fase nello sviluppo delle proposte progettuali e a fine giornata una giuria di esperti selezionerà il progetto più innovativo che accederà alla seconda fase dell’iniziativa. Entro i quattro mesi successivi, infatti, si procederà alla realizzazione dell’applicativo, anche grazie al premio economico che verrà assegnato al team vincitore.
“Oggi grazie a uno smartphone, semplicemente scaricando un’App, è possibile compiere molte attività quotidiane: dal fare la spesa al pagare la sosta della propria auto o più semplicemente ascoltare musica e così via. Ma vogliamo sia possibile tutelare l’ambiente anche con nuove App che favoriscano comportamenti virtuosi e buone pratiche”, dichiara l’assessora alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari. “L’utilizzo delle tecnologie e dei dati aperti a difesa dell’ambiente non è solo un’idea, ma una sfida che lanciamo a tutti coloro che vogliono mettere a disposizione della città le proprie competenze per una migliore, più facile ed efficace gestione del territorio”, conclude l’assessora a Roma Semplice Flavia Marzano.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il nuovo governo delle società a partecipazione pubblica”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

campidoglioRoma Mercoledì 12 aprile 2017 ore 9.45 Sala della Piccola Protomoteca, Campidoglio. Il presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito apre il dibattito “Il nuovo governo delle società a partecipazione pubblica”, organizzato dalla Presidenza dell’Assemblea Capitolina di Roma Capitale, in collaborazione con l’Universitas Mercatorum
Il nuovo testo unico sulle società a partecipazione pubblica (d.lgs. 175/2016, c.d. “TUSP”) ha introdotto una disciplina unitaria di questo particolare tipo di società. Nel corso della mattinata verranno analizzate le più rilevanti novità, muovendo dalle modifiche statutarie che dovevano essere introdotte entro il 31 dicembre 2016, tra cui si annovera il necessario passaggio a un sistema monocratico di amministrazione (amministratore unico invece del c.d.a.). L’analisi verterà poi su altri aspetti altrettanto cruciali delle partecipate: la responsabilità contabile e amministrativa degli amministratori, dei dipendenti e delle p.a. controllanti; la valutazione aziendale dei rischi di gestione nonché i profili aventi rilievo penalistico (anticorruzione e modelli 231); infine, le prospettive di miglioramento del testo unico, in corso di valutazione da parte del Governo che emanerà un decreto correttivo. Il programma dei lavori prevedono i saluti di Marcello de Vito, Presidente dell’Assemblea Capitolina
di Giovanni Cannata, Rettore Universitas Mercatorum e di Francesco Fimmanò, Curatore volume “Le Società Pubbliche” e direttore scientifico Universitas Mercatorum
Seguiranno gli interventi con il punto di vista dell’amministratore delle partecipate
Stefano Bina, Direttore Generale di AMA Spa e a seguire: La giurisdizione della Corte dei Conti sulla responsabilità degli amministratori conStefano Glinianski, Magistrato della Corte dei Conti, segretario generale dell’Autorità per gli Scioperi nei Servizi Pubblici Essenziali, le Modifiche statutarie e organi amministrativi ai sensi del nuovo Testo Unico (e del Decreto correttivo) con Vittorio Occorsio, Notaio, Aggregato di Diritto Privato Università Telematica Pegaso, la responsabilità amministrativa degli amministratori e delle p.a. con Sergio Santoro, Presidente VI Sezione del Consiglio di Stato, i programmi di valutazione del rischio nelle partecipate con Riccardo Tiscini, Ordinario di Economia Aziendale, Prorettore Universitas Mercatorum, Anticorruzione e modelli 231 nelle partecipate con Fabio Foglia Manzillo, Avvocato, Aggregato di Diritto Penale Università Telematica Pegaso, gli ordinamenti italiano, francese, tedesco, cinese e americano sul modello delle partecipazioni pubbliche: sistemi a confronto e profili de jure condendo con Alessio Mauro, Avvocato, Docente di Partecipate pubbliche e project financing, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Chiude i lavori
Massimo Colomban, Assessore alla riorganizzazione delle Partecipate di Roma Capitale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La situazione del traffico a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

Roma “La situazione del traffico a Roma è sempre più difficile, tra scioperi dei trasporti, lavori stradali, manifestazioni di diversa natura, tutti fattori che rendono la città invivibile per i cittadini romani costretti giornalmente a far fronte alla quotidianità tra mille difficoltà. Se poi ci si mette anche una viabilità studiata in maniera sterile a tavolino senza tener conto sul campo delle vere esigenze di determinate zone, il gioco è fatto. Basti pensare all’urgente questione di viale Castrense a San Giovanni, zona estremamente trafficata, che purtroppo si trova imbrigliata in una viabilità che invece di far defluire il traffico lo crea. Abbiamo a tale riguardo presentato un’interrogazione su richiesta di tanti automobilisti e di alcuni cittadini residenti, che sono diventati ostaggio di un’insensata nuova viabilità della zona, in quanto la notevole circolazione veicolare proveniente dalla Tangenziale Est viene fatta confluire sia sulla metà di via La Spezia sia sulla prima parte di viale Castrense per poi, in quest’ultimo caso, essere nuovamente dirottata su via La Spezia passando su una piccolissima strada, via San Severo, che rimane così ostruita tutto il giorno. Questo fattore porta ai residenti diverse problematiche, a cominciare dall’aumento dell’inquinamento acustico e ambientale, perché gli automobilisti rimangono bloccati nel traffico a lungo, a cui va aggiunto il fattore che a seguito dei lavori sono stati soppressi centinaia di parcheggi su via La Spezia, aspetto che crea ulteriori problemi ai cittadini. Chiediamo all’Amministrazione Raggi delle azioni concrete e urgenti per porre fine o quanto meno attenuare questa situazione, a tutela dei cittadini costretti a vivere ogni giorno sulla propria pelle questi fastidi”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »