Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Archive for 20 aprile 2017

Cattive notizie anche sul fronte della crescita

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

istatSempre secondo l’Istat, servirebbe uno scatto dell’economia per poter centrare gli obiettivi di crescita del Pil previsti dal governo per il 2017. Come dire che l’obiettivo di una crescita del Pil pari al +1,1% scritto nel Def è da libro dei sogni.La conferma è arrivata ieri dal Fondo Monetario, che ha stimato il tasso di crescita del Pil italiano a +0,8%, ben tre decimi di punto in meno rispetto alla stima del governo.
Ancora peggiori i dati sulla condizione economica delle famiglie italiane, un vero e proprio dramma sociale. Nel 2016 l’indice di disagio è peggiorato, oggi coinvolge l’11,9% della popolazione italiana. Estremamente preoccupante è l’elevato disagio economico per le famiglie del Mezzogiorno, per quelle monogenitore con figli minori e per quelle che hanno a capo una persona in cerca di occupazione o con occupazione solo part time.Ancora, secondo l’Istat in Italia ci sono 1 milione 250 mila minori in condizione di grave deprivazione, pari al 12,3% della popolazione con meno di 18 anni. Un dato terribile. E sono 7 milioni 209 mila le persone che vivono in famiglie in grave deprivazione materiale, ovvero in seria difficoltà economica.Quello che emerge oggi è quindi il quadro di una società composta da famiglie che non solo non hanno più lavoro, ma faticano addirittura a procurarsi il cibo.Se a tutto questo ci aggiungiamo il ritorno dello spread, ormai stabilmente al di sopra dei 200 punti base, il quadro del disastro compiuto dalle politiche economiche degli ultimi governi di sinistra è completo. Ci chiediamo che fine abbiano fatto le tanto sbandierate misure di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale. Tante promesse fatte dal governo, quando la cruda realtà è fatta di milioni di italiani che ogni giorno non sanno come fare per mettere assieme il pranzo con la cena”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Da 6 anni la Siria è intrappolata in un terribile conflitto che non risparmia nessuno

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

siriaDonne, uomini, bambini, anziani, la cui vita è distrutta dalla guerra. Il numero di morti, feriti e sfollati è drammatico.Strutture sanitarie sotto attacco, medici uccisi, feriti o fuggiti dal paese, persone che non vanno in ospedale per paura di essere colpite. Malattie che si possono prevenire o curare, ora portano alla morte. Siamo preoccupati perché a causa dell’intensificarsi del conflitto la maggior parte dei bambini non è stata vaccinata ed è a rischio per malattie come morbillo, rosolia, tetano o polmonite. Abbiamo riscontrato anche il ritorno di gravi malattie come la poliomielite ormai debellata da anni. C’è un disperato bisogno di cure mediche. Nonostante i limiti di accesso al paese, gestiamo direttamente 4 strutture sanitarie in Siria settentrionale e ne sosteniamo altre 150 in tutta la Siria. Tutto il nostro impegno è per fornire la migliore assistenza medica possibile: curiamo feriti di guerra e chi ha subito gravi traumi psicologici, assistiamo chi è affetto da malattie croniche e vacciniamo i bambini per prevenire la diffusione di epidemie.Le persone sono in condizioni estreme, lottano per sopravvivere. In questo dramma senza fine i Medici senza frontiere sono in prima linea.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quasi la metà degli italiani sono lettori di libri medio forti o grandi

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

amazon-libriLa maggior parte (il 32) è Tecno-curioso: persone attive e colte, con una dotazione tecnologica medio-alta e interessati alla lettura su più supporti (libri, ebook e audiolibri). A questi si affianca il 12% rappresentato da giovani e giovanissimi Trendsetter che hanno meno di 25 anni e sono grandi lettori di libri, leggono di tutto e su tutti i formati (cartaceo, digitale e audio). Sono le prime tipologie delineate dall’Osservatorio dell’Associazione Italiana Editori ideato dal Gruppo Innovazione di AIE e condotto da Pepe Research che è stato presentato oggi, 19 aprile, nell’incontro Il lato oscuro del lettore che le tecnologie ci hanno nascosto. Osservatorio sui nuovi confini della lettura e dei consumi culturali a Tempo di Libri, la Fiera dell’Editoria italiana in programma fino al 23 aprile a Fiera Milano Rho.Ai due profili si aggiungono i Tecno Basic (il 27%), lettori deboli di libri in prevalenza cartacei o altri supporti di carta mentre l’11% è Mobile Only, ovvero lettori deboli di libri che accedono ai contenuti anche attraverso social e community. Gli Sconnessi restano l’18% di persone oltre i 55 anni, professionalmente non più attive, spesso non connesse a internet e non lettori.
Il nuovo concetto di lettura su cui l’Osservatorio si è concentrato tiene conto non solo dei libri – tutti i tipi e generi di libri: manuali, guide di cucina e di viaggio, graphic novel e libri a fumetti, manuali sulla salute e il self help, di giardinaggio e di vela – ma anche di letture di articoli, testi di fan fiction, su riviste, web e social e comprende l’83% dei 14-74enni che dichiarano di aver letto negli ultimi 3 mesi contenuti narrativi o comunque culturali, come la saggistica, o di utilità quotidiana, come guide e manuali. Di questi, il 65% ha letto sia libri di carta (intesi nel senso più ampio e non solo il classico romanzo o il saggio) che contenuti in formato in formato digitale; mentre il 18% è stato lontano dai libri ma ha scelto riviste, giornali e, più raramente, web e social. “L’Osservatorio permette di capire meglio quali sono i nuovi modi di leggere – ha commentato Giovanni Peresson, responsabile dell’Ufficio studi AIE e curatore del programma professionale di Tempo di Libri – e soprattutto che cosa ha fatto cambiare le modalità di lettura negli ultimi anni. È un quadro per analizzare le nuove forme di consumo editoriale e culturale e anticipare almeno in parte cosa succederà in futuro perché il mondo tecnologico non è in contrapposizione a quello editoriale”.
La maggior parte (il 32) è Tecno-curioso: persone attive e colte, con una dotazione tecnologica medio-alta e interessati alla lettura su più supporti (libri, ebook e audiolibri). A questi si affianca il 12% rappresentato da giovani e giovanissimi Trendsetter che hanno meno di 25 anni e sono grandi lettori di libri, leggono di tutto e su tutti i formati (cartaceo, digitale e audio). Sono le prime tipologie delineate dall’Osservatorio dell’Associazione Italiana Editori ideato dal Gruppo Innovazione di AIE e condotto da Pepe Research che è stato presentato oggi, 19 aprile, nell’incontro Il lato oscuro del lettore che le tecnologie ci hanno nascosto. Osservatorio sui nuovi confini della lettura e dei consumi culturali a Tempo di Libri, la Fiera dell’Editoria italiana in programma fino al 23 aprile a Fiera Milano Rho.
Ai due profili si aggiungono i Tecno Basic (il 27%), lettori deboli di libri in prevalenza cartacei o altri supporti di carta mentre l’11% è Mobile Only, ovvero lettori deboli di libri che accedono ai contenuti anche attraverso social e community. Gli Sconnessi restano l’18% di persone oltre i 55 anni, professionalmente non più attive, spesso non connesse a internet e non lettori.Il nuovo concetto di lettura su cui l’Osservatorio si è concentrato tiene conto non solo dei libri – tutti i tipi e generi di libri: manuali, guide di cucina e di viaggio, graphic novel e libri a fumetti, manuali sulla salute e il self help, di giardinaggio e di vela – ma anche di letture di articoli, testi di fan fiction, su riviste, web e social e comprende l’83% dei 14-74enni che dichiarano di aver letto negli ultimi 3 mesi contenuti narrativi o comunque culturali, come la saggistica, o di utilità quotidiana, come guide e manuali. Di questi, il 65% ha letto sia libri di carta (intesi nel senso più ampio e non solo il classico romanzo o il saggio) che contenuti in formato in formato digitale; mentre il 18% è stato lontano dai libri ma ha scelto riviste, giornali e, più raramente, web e social.“L’Osservatorio permette di capire meglio quali sono i nuovi modi di leggere – ha commentato Giovanni Peresson, responsabile dell’Ufficio studi AIE e curatore del programma professionale di Tempo di Libri – e soprattutto che cosa ha fatto cambiare le modalità di lettura negli ultimi anni. È un quadro per analizzare le nuove forme di consumo editoriale e culturale e anticipare almeno in parte cosa succederà in futuro perché il mondo tecnologico non è in contrapposizione a quello editoriale”.

Posted in recensione, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto Paolo Recchia trio

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

istanbulIstanbul (Turchia) Giovedì 20 aprile, alle ore 19.00, presso il Teatro della casa d’Italia dell’Istituto Italiano di Cultura d’Istanbul, in Meşrutiyet Caddesi no:75, si esibirà il Paolo Recchia trio, formato dallo stesso Paolo Recchia al sassofono, da Luca Fattorini e il suo contrabbasso, dal batterista Lorenzo Tucci e special guest del concerto sarà il pianista Luca Mannutza.I concerti sono promossi dal CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica) in collaborazione con l’IIC di Istanbul; il concerto fa parte del progetto “Suono Italiano 2017 – Jazz Session” realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo – Direzione Generale Spettacolo e sotto la direzione artistica di Lucio Fumo.
Paolo Recchia si esibirà con Luca Fattorini al contrabbasso, Lorenzo Tucci alla batteria e ospiterà uno dei più grandi pianisti presenti sulla scena internazionale Luca Mannutza. La veste musicale del quartetto, composta da brani originali del sassofonista Paolo Recchia e del pianista Luca Mannutza, è ricca di elementi della tradizione jazzistica e allo stesso tempo caratterizzata dall’inserimento di poliritmie e metriche dispari che danno alla band un sound nuovo ed originale.”E’ motivo di grande soddisfazione per noi del CIDIM – afferma Lucio Fumo, presidente del CIDIM – riuscire a dare l’opportunità di esibirsi a quattro artisti del calibro del Paolo Recchia trio e del famoso pianista internazionale Luca Mannutza, per l’occasione special guest del concerto. Va’ sottolineato che un grazie particolare va’ all’Istituto Italiano di Cultura a Istanbul che, da diverso tempo, ci da’ la possibilità di far esibire i nostri artisti in una vetrina internazionale così importante”.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libertà e diritti per Gabriele Del Grande: appello al Parlamento e al Governo Italiano

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

ankaraConosciamo Gabriele del Grande da molti anni, abbiamo condiviso con lui viaggi, inchieste, racconti, avendo l’onore e il piacere di apprezzare la professionalità e l’umanità con cui ha sempre condotto le sue ricerche. Il suo contributo alla democrazia del nostro Paese è da anni di enorme valore, grazie alla sua capacità di incontrare, conoscere e capire realtà diverse e complesse, grazie alla sua lucidità nel saper collegare responsabilità politiche a quotidiane ingiustizie subite da uomini e donne delle tante culture che vivono nell’Italia e nel Mediterraneo di oggi. Leggere e vedere le storie raccontate da Gabriele aiuta l’Italia, e non solo, ad essere un Paese più civile. Il suo nuovo progetto sul conflitto siriano è un altro importante tassello di questo lungo percorso di ricerca e civiltà. È necessario che le massime istituzioni del Paese si attivino con urgenza nei confronti delle autorità turche per garantire la tutela dei diritti di un proprio cittadino, nonché di un professionista di altissimo spessore e valore civile. Chiediamo che Gabriele torni quanto prima libero e possa riacquistare i suoi diritti di cittadino e giornalista.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Esce in libreria per Rubbettino “Exeunt. La Brexit e la fine dell’Europa”

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

Exeunt“Exeunt”, se ne vanno. È emblematico il titolo del nuovo libro di Roberto Caporale, un monito e allo stesso tempo una constatazione. Un volume che affronta la svolta europea del post-Brexit in una chiave certamente originale, una sorta di terza via tra i cori benpensanti del “Serve più Europa” e i ringhi dei nuovi demagoghi che scoprono (in ritardo) le deficienze del progetto europeo. Un libro che esce in concomitanza con un momento di accelerazione dello strappo della Gran Bretagna alla bandiera stellata su campo azzurro, strappo che già molti mettevano in dubbio e che ora invece dà nuova linfa ai movimenti antieuropei. Per Roberto Caporale, economista e manager con un bagaglio di importanti esperienze internazionali, si è entrati ora in una fase complicatissima durante la quale si farebbe bene ad “abbassare la voce” e depoliticizzare il negoziato.
Una scelta, quella della Gran Bretagna, che non apre così facilmente la stura agli antieuropeisti del Bel Paese. Sempre Caporale mette in guardia dall’associare la Gran Bretagna agli altri paesi UE. La prima ha una proiezione globale di gran lunga superiore a quella degli altri paesi membri. È una potenza nucleare, è membro del Consiglio di Sicurezza dell’ONU. Per la Gran Bretagna l’Unione Europea è più un canale commerciale attraverso il quale vendere merci e servizi. Le uscite di altri Paesi dall’Eurozona sono da considerarsi catastrofiche e irrealistiche.
Come se ne esce allora? Riformando l’Europa con granelli di sabbia non con le martellate: rivedendo il principio di sussidiarietà, dando maggiore importanza ai parlamenti nazionali e riducendo al contempo il potere della Commissione, semplificando drasticamente la normative comunitaria, considerando le cooperazioni rafforzate come “regola” e non come eccezione, ma soprattutto recuperando una dimensione diplomatica che probabilmente qualcuno aveva erroneamente giudicato superflua.
Quella dell’Unione europea è la storia di due piani che si sovrappongono, si confondono e si inseguono nella cronaca e nella storia. Il primo, pragmatico e tutto da salvare, consiste nello spazio di libertà creato dal Mercato unico, dalla pace e dal dialogo voluti dai suoi fondatori, dal viaggiare senza controlli, dal lavorare, comprare ed esportare ovunque. Il secondo è quello del “credo europeista” che non ammette eresie ma solo abiure finanziarie, officiato da una sovrastruttura autocratica che nulla ha a che vedere con le ragioni dell’efficienza economica, che mette a rischio i nostri rapporti atlantici, che vuole creare un Mondo Nuovo. Grazie alla Brexit si può finalmente parlare d’Europa in modo desacralizzato, in un percorso tra passato e futuro, lontano dal confronto ormai stereotipato tra europeisti ed euroscettici. Roberto Caporale, economista e manager, ha lavorato in istituzioni bancarie internazionali e ricoperto posizioni di vertice in diverse aziende pubbliche. Ha svolto attività di Consigliere per il Ministro dell’Economia e delle Finanze e per la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ha scritto di economia e politica per numerosi quotidiani nazionali. (foto: Exeunt)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro “Moliseskine” di Giuseppe Tabasso

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

moliseskineRoma venerdì 21 aprile, dalle ore 18.30, presso la Libreria del Viaggiatore, in via del Pellegrino 165 a Roma (centro storico) sarà presentato il libro “Moliseskine” del giornalista campobassano Giuseppe Tabasso, già inviato della Rai, oggi in pensione. Introdurrà Giampiero Castellotti, giornalista, presidente dell’associazione “Forche Caudine”, circolo dei Romani d’origine molisana.
Ne parleranno: Antonio Ruggieri, direttore de “Il Bene Comune” di Campobasso e Giovanni Germano, coordinatore di “Cammina Molise”, padre dell’attore Elio Germano. Sarà presente l’autore.
A seguire degustazione di prelibatezze molisane offerte da “Capracotta in città”, punto vendita di Campobasso (piazza Savoia 5 / via IV Novembre 107). Ingresso libero. (foto: moliseskine)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Roma: stop agli sfratti delle associazioni assegnatarie di spazi del Comune

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

corte dei contiRoma. “La sentenza della Corte dei Conti n. 77/2017, che assolve i dirigenti comunali che non avevano sfrattato le associazioni assegnatarie di spazi del Comune di Roma per fini sociali, obbliga l’amministrazione ad uno stop immediato degli sfratti. La giustizia sta aiutando a fare chiarezza, ma è necessario che la parola torni al Consiglio Comunale e all’amministrazione capitolina. Sono mesi che assistiamo al teatrino delle responsabilità. Ora che la Corte dei Conti si è pronunciata, Roma Capitale non si defili ancora una volta dalle sue responsabilità: si dica stop agli sfratti e si ricominci da capo con un percorso che coinvolga associazioni e mondo del Terzo settore” lo dichiarano in una nota Erica Battaglia e Riccardo Corbucci, coordinatori dei forum “Sociale” e “Legalità” del Partito Democratico di Roma.
“La sentenza spiega chiaramente come i locali individuati e destinati comunque a usi di pubblica utilità sociale e culturale non li rendeva utilizzabili e sfruttabili alla stregua di locali da affittare sul libero mercato, perché rientranti tra quelli per i quali era prevista, dai regolamenti comunali n. 5625/1983, 26/1995 e 202/1996, una utilizzazione a prezzo ridotto e agevolato per le loro finalità” spiegano i democratici. “Ne consegue che la scadenza del termine, senza che fosse intervenuta la concessione definitiva o senza che la stessa fosse stata rinnovata, non poteva di per se cambiare la natura del bene e la sua utilizzabilità alle stesse condizioni agevolate attuate con il provvedimento originario, con conseguente impossibilità di praticare automaticamente, per esso, un prezzo di mercato” continuano Battaglia e Corbucci. “La sentenza sostiene che sarebbe alquanto singolare che l’inosservanza da parte del Comune del rispetto del termine per la conclusione o per il rinnovo del procedimento concessorio, possa persino risolversi in un pregiudizio per la parte che lo subisce” concludono Corbucci e Battaglia. “In sostanza, quindi, dal silenzio dell’amministrazione non può automaticamente derivare la risoluzione del rapporto, in quanto ciò contrasterebbe con l’art. 20 della legge n. 241/1990 di rango superiore rispetto ai regolamenti, che qualifica appunto il silenzio dell’Amministrazione come silenzio assenso”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Personalised workouts to prevent heart disease designed by new digital instrument

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

cardiologiaSophia Antipolis. Personalised workouts to prevent heart disease can be designed by a new digital instrument, according to research published today in the European Journal of Preventive Cardiology.1 The EXPERT tool specifies the ideal exercise type, intensity, frequency, and duration needed to prevent a first or repeat cardiovascular event.
“Exercise reduces cardiovascular risk, improves body composition and physical fitness, and lowers mortality and morbidity,” said lead author Professor Dominique Hansen, associate professor in exercise physiology and rehabilitation of internal diseases at Hasselt University, Diepenbeek, Belgium. “But surveys have shown that many clinicians experience great difficulties in prescribing specific exercise programmes for patients with multiple cardiovascular diseases and risk factors.” The European Association of Preventive Cardiology Exercise Prescription in Everyday Practice and Rehabilitative Training (EXPERT) tool generates exercise prescriptions for patients with different combinations of cardiovascular risk factors or cardiovascular diseases. The tool was designed by cardiovascular rehabilitation specialists from 11 European countries, in close collaboration with computer scientists from Hasselt University. EXPERT can be installed on a laptop or personal computer (PC). During a consultation, the clinician inputs the patient’s characteristics and cardiovascular risk factors, cardiovascular diseases and other chronic conditions, medications, adverse events during exercise testing, and physical fitness (from a cardiopulmonary exercise test).The tool automatically designs a personalised exercise programme for the patient. It includes the ideal exercise type, intensity, frequency, and duration of each session. Safety precautions are also given for patients with certain conditions. The advice can be printed out and given to the patient to carry out at home, and reviewed by the clinician in a few months.Professor Hansen said: “EXPERT generates an exercise prescription and safety precautions since certain patients are not allowed to do certain exercises. For example a diabetic patient with retinopathy should not do high-intensity exercise.” “This tool is the first of its kind,” said Professor Hansen. “It integrates all the international recommendations on exercise to calculate the optimum training programme for an individual patient. It really is personalised medicine.” There are different exercise goals for each cardiovascular risk factor and cardiovascular disease. In a patient who has diabetes, is overweight and has hypertension the three goals are to reduce blood glucose, fat mass, and blood pressure. The tool takes all three goals into account.Professor Hansen said: “EXPERT provides the exercise prescription a patient needs to meet their particular exercise goals, which should ultimately help them to feel better and reduce their risks of morbidity and mortality. By prescribing an exercise programme that really works patients are more likely to be motivated to continue because they see that it is improving their health.” The next step is to test the impact of EXPERT on patient outcomes in a clinical trial. Professor Hansen said: “Our hypothesis is that clinicians using the tool will prescribe exercise interventions with much greater clinical benefits. That will lead to greater reductions in body weight, blood pressure, blood glucose, and lipids, and improvements in physical fitness, with a positive impact on morbidity and mortality.”

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La popolarità di Mélenchon continua a crescere a vista d’occhio nella corsa presidenziale francese

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

Luc MélenchonLa trasmissione interattiva in 3D e in tempo reale in diverse località del 18 aprile è stata preceduta dall’acclamatissimo “Doppio comizio” di Lione e Parigi del 5 febbraio, quando Mélenchon era apparso in versione ologramma. Benché agli inizi fosse ritenuto l’outsider di queste presidenziali, questa campagna strabiliante ha dato a Mélenchon quell’impulso che nelle scorse settimane gli ha consentito di guadagnare rapidamente 19 punti in un mese, e lo ha portato per la prima volta molto vicino ai due principali candidati, Emmanuel Macron e Marine Le Pen.L’ultimo utilizzo da parte di Mélenchon della tecnologia Musion Eyeliner™ gli ha consentito di raggiungere un vasto pubblico anche dal punto di vista geografico, infatti ha presenziato fisicamente a un raduno pubblico a Digione e, in versione ologramma, è apparso in live streaming in altre cinque città francesi: Clermont-Ferrand, Grenoble, Montpellier, Nancy, Nantes, e sull’isola di La Reunion nell’Oceano Indiano.La singolare trasmissione politica di Mélenchon in versione ologramma in tempo reale è stata un evento senza precedenti al mondo.LaForceDuPeople ha iniziato a fare tendenza subito dopo che, dal suo account ufficiale di Twitter, Mélenchon aveva annunciato che 65.000 persone stavano seguendo l’evento live su Facebook e Twitter.Ian O’Connell, Direttore di Musion Events Limited, ha dichiarato: “Il successo del primo Doppio comizio e l’ascesa della popolarità di Jean-Luc Mélenchon ha portato a questa entusiasmante prima mondiale. Le nostre tecniche brevettate, implementate correttamente dai nostri partner francesi Videlio e Adrenaline, danno la chiarezza, la stabilità e la dimensione necessarie per un evento così ambizioso. Siamo orgogliosi del nostro ruolo in questa entusiasmante campagna elettorale”.Il know-how della tecnologia brevettata di proiezione olografica utilizzato per l’acquisizione dell’ologramma e la Lamina brevettata Eyeliner™, ignifuga e invisibile a occhio nudo, impiegate per questo evento, sono stati forniti da Musion Events Limited in collaborazione con il partner licenziatario Adrenaline Studio. Della fornitura tecnica per l’evento si sono occupati i project manager di Videlio, azienda francese leader nel settore della produzione di eventi e audiovisivi. Insieme, i tre team hanno creato per la campagna di Mélenchon un trampolino di lancio politico che gli permetterà di guadagnare ulteriori posizioni su diversi social media.Musion Events è leader nello sviluppo, nella commercializzazione, produzione e trasmissione di spettacoli video olografici in 3D interattivi, a grandezza naturale e incredibilmente realistici.Le tecnologie 3D brevettate da Musion consentono ai suoi clienti di creare presentazioni multimediali coinvolgenti e spettacolari per mezzo di ologrammi tridimensionali talmente reali da essere virtualmente indistinguibili dai presentatori o dagli artisti in carne e ossa. La telepresenza immersiva di Musion rende possibile la trasmissione simultanea in diversi luoghi del mondo di eventi olografici, a cui presenziano VIP in carne e ossa o in versione digitale. Questa innovazione spalanca le porte di un nuovo settore del digitale ricco di opportunità, per la creazione di qualcosa di nuovo a livello digitale di cui il pubblico avverte il bisogno. Tra le celebrità che sono apparse fisicamente o mediante telepresenza olografica in 3D pre-registrata da Musion ricordiamo: Sua Altezza Reale il Principe Carlo, Tupac, Sir Richard Branson, David Beckham e Madonna. (foto: luc Mélenchon)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiara Taigi incanta la Russia

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

Chiara TaigiDopo lo straordinario successo riscosso nel ruolo di Tosca, a grande richiesta, il soprano di fama internazionale Chiara Taigi ritorna in Russia, indossando stavolta i panni di Liza e misurandosi con una delle più grandi opere di Pëtr Il’iĉ Čajkovskij: “La Dama di Picche”. Accompagnata dall’orchestra Tchajkowsky, che quest’anno festeggia il Jubileum dalla nascita, l’opera, andata in scena nel mese di aprile, ha conquistato il plauso di pubblico e critica. La Dama di Picche, un capolavoro russo della prosa di Aleksandr Sergeevič Puskin, è tra le opere più rappresentate al mondo. Nel 1890, il musicista Pëtr Il’iĉ Čajkovskij rappresentò a Pietroburgo l’opera in tre atti, ispirata al racconto di Puskin. Tutti i personaggi si saldano con l’invenzione musicale, adeguandosi al supremo testo puskiniano. La storia è ambientata in una Russia post-rivoluzione che, da un lato, vuole mostrarsi ancora sfarzosa, con numerosi servitori che attorniano la Contessa e le dame di compagnia che affollano la stanza di Liza, dall’altro non può impedire alle ristrettezze di insidiarsi nelle dimore nobiliari, lasciate all’incuria e poverissime di mobilia. Chiara Taigi ha ammaliato il pubblico con la sua Liza, regalando una voce potente, particolarmente comunicativa e ricca di acuti penetranti. Assolutamente emozionanti i momenti che ricorrono di fronte alla nonna morta, gli attimi del primo duetto d’amore e del suicidio. Il racconto focalizza l’attenzione sui valori che gli intellettuali del tempo vissero con consapevolezza, illustrando gli atteggiamenti idonei per mezzo dei quali si poteva far fronte alle problematiche emergenti dell’epoca. Il personaggio di Liza può esser inteso come una figura allegorica, simile ad un angelo pronto a guidare il demone Hermann sulla scala della vita. Senza dubbio, Chiara Taigi ha rivestito egregiamente questo ruolo.Chiara Taigi ha dichiarato: “Le peculiarità di Liza sono la non temperamentalità e la dolcezza estrema. E’ stato difficile rivestire i panni di questo personaggio proprio per questa sua compostezza. Per la Chiara Taigi1preparazione di questo ruolo, ho studiato ore ed ore al giorno, eludendo ogni tipo di distrazione e rinunciando alla vita sociale. Mi sono, ancora una volta, innamorata nello studiare nuove culture e nuove tradizioni. Ho iniziato, come avvenne per il Brasile, a mangiare solo piatti tipici ed uniformarmi alla letteratura di Puskin fino a commuovermi. La lingua Russa mi ha stupito per lo stretto rapporto con il significato di ogni parola. Ad esempio, respiro, la cui traduzione è dusha, significa anche anima. La Russia finora è la terra che si è dimostrata più generosa e madre nei miei confronti.”
Gli appassionati della musica potranno apprezzare il soprano in un appuntamento imperdibile che si terrà venerdì 21 aprile (ore 21:00), presso il Duomo di Messina. Chiara Taigi sarà la protagonista di questo importante evento, insieme al mezzosoprano messinese Emy Spadaro ed interpreterà lo “Stabat Mater”. Un cammeo di musica di Luigi Cherubini che Chiara Taigi regalerà all’Arcivescovo Accolla di Messina per i 40 anni di Sacerdozio. http://www.chiarataigi.com /wordpress/ (foto: Chiara Taigi)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il futuro della comunicazione digitale

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

torino5gTorino, Scuola Holden, 21 aprile 2017 – 10.00-13.30 “Essere pronti alla sfida epocale della comunicazione digitale e l’uso dei social media per avvicinare ancora di più l’Europa ai cittadini”, questa è la sfida che verrà affrontata durante il dibattito organizzato a Torino venerdì 21 aprile 2017, a oltre centocinquanta giovani delle università e stakeholders. Lo ha spiegato il Direttore dell’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo in Italia, Gian Paolo Meneghini, anticipando l’iniziativa.
“L’appuntamento è per le ore 10:00, alla Scuola Holden, dove si parlerà di Cybersecurity, cyberbullismo, e futuro della comunicazione social nei tre tavoli di lavoro del Forum di Discussione Regionale dal titolo “Il mercato digitale e il futuro dei social media” organizzato dall’Ufficio d’informazione del Parlamento in Italia e gli europarlamentari presenti.L’evento europeo vedrà la partecipazione straordinaria di Maurizio Valente, Klaus e Homyatol, tre webmaster della piattaforma online Blasteem impegnati nella campagna
“Urlare contro il bullismo ScreamChallenge (https://www.blasteem.com/scream-challenge/)” ha continuato Meneghini. Saranno presenti al panel di discussione Mauro Berruto ex ct nazionale pallavolo ora AD della scuola Holden, gli eurodeputati Stefano Maullu (Forza Italia/PPE), Marco Zullo (M5S/EFDD) e Angelo Ciocca (Lega Nord/ENF), oltre al Prof. Ernesto Caffo Presidente di SOS Telefono Azzurro, l’on. Antonio Martusciello, Commissario Agcom e il Presidente del CORECOM Piemonte Alessandro De Cillis.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Leasing di veicoli privati: Il passaggio dalla proprietà all’utilizzo trasforma il mercato europeo

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

leasing.jpgUn passaggio dinamico dalla proprietà all’utilizzo dei veicoli ha posto le basi per una crescita a due cifre, anno su anno, del mercato europeo del leasing di veicoli privati. La crescita è favorita dalla domanda dei clienti di soluzioni di mobilità flessibili e facili da usare. Le case automobilistiche (OEM), le società di leasing, i broker e le aziende finanziarie devono concentrarsi su soluzioni sostenibili che offrono valore ai clienti facendo allo stesso tempo crescere i profitti e la diffusione nel mercato.
Lo studio “Europe Private Vehicle Leasing Market Strategic Analysis”, parte del programma in abbonamento Automotive & Transportation Growth Partnership Subscription di Frost & Sullivan, fornisce approfondimenti sul mercato dei leasing dei veicoli privati per i veicoli commerciali leggeri in Europa. La ricerca si focalizza sul panorama competitivo, i profili dei finanziatori e le tendenze della distribuzione.
“L’innovazione dei prodotti e i progressi tecnologici come la telematica e la diagnostica di bordo offriranno opportunità da sfruttare ai fornitori e creeranno nuove opportunità di business per la crescita”, afferma Abishek Narayanan, analista di Frost & Sullivan.
Nel mercato dei leasing di veicoli privati sono previsti forte concorrenza, frammentazione e consolidamento, ora che entrano nel mercato operatori più piccoli, le società di leasing aziendali espandono i propri portafogli per includere i veicoli privati e si registrano fusioni e acquisizioni.
Dal punto di vista regionale, sono previsti elevati tassi di crescita in tutto il Benelux, nei paesi nordici e in Francia. Mentre la Germania si è assicurata il maggior numero di nuovi contratti nel 2015, la Spagna ha assistito a un aumento dei prezzi delle auto, che ha costretto i clienti a cercare modalità alternative ai veicoli di proprietà. La Svizzera ha delle forti vendite al dettaglio e un’elevata diffusione dei contratti di leasing privati.
Altre opportunità e tendenze di crescita sono:
Nel 2015, i contratti di leasing privati venduti hanno rappresentato il 10,6% del totale delle vendite al dettaglio. Nonostante il segmento dei leasing privati sia in crescita, i modelli di acquisto di prestito e noleggio dominano il mercato dei finanziamenti al dettaglio. I canali di distribuzione indiretti hanno una maggiore flessibilità nella scelta dei propri partner di collaborazione e possono offrire contratti di leasing a prezzi competitivi. L’atteso calo dei prezzi delle auto usate, unito all’aumento della domanda di remarketing creerà nuove opportunità di mercato.
Le case automobilistiche saranno in testa nell’offerta di leasing privati.
“La domanda da parte dei clienti al dettaglio, come ad esempio Generazione Y, pensionati, professionisti e imprenditori, in termini di opzioni di mobilità economicamente convenienti, a prezzi accessibili e confortevoli, è in aumento”, osserva Narayanan. “Le soluzioni future, per esempio il car sharing, il noleggio peer-to-peer e il leasing frazionario, saranno influenzati dalla consapevolezza delle preferenze relative ai prodotti e all’utilizzo.” (foto. leasing)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un siciliano alla corte di Trump: al G7 Luca Melilli allestirà le cene del presidente Usa

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

luca melilliTutto è cominciato da una mail. Quando, qualche settimana fa, un’agenzia londinese gli ha chiesto di allestire le cene di gala di Donald e Melania Trump in occasione del G7 di Taormina, il 26 e 27 maggio, Luca Melilli, wedding designer e specialista di scenografie per eventi, non credeva ai propri occhi.Classe 1978, originario di Comiso, ma catanese di adozione, considerato dalla rivista Brides Magazine tra i 50 migliori wedding planner del mondo, Luca Melilli non è nuovo alla realizzazione di allestimenti per eventi importanti con l’agenzia “Panta Rhei”, che dirige da circa dieci anni. Melilli ha curato eventi come, per esempio, quello organizzato dal fondatore di Microsoft Bill Gates nella Valle dei Templi ad Agrigento, o ancora come le cene di gala del Taormina Film Festival per star internazionali del cinema. Ma la chiamata per le cene di gala dei Trump in Sicilia è giunta del tutto inattesa. “Quando ho ricevuto la mail – racconta Melilli – l’ho riletta più volte, perché quasi non mi sembrava vero”.
Intorno alle cene di gala e ai dettagli dell’allestimento vige, com’è giusto che sia, il massimo riserbo. “È ancora presto per definire i particolari – spiega il wedding designer siciliano – ma abbiamo già alcune indicazioni da seguire e idee da mettere a frutto. Le serate saranno due. Nella prima pensiamo a un tema siciliano, che faccia sentire agli ospiti il calore della nostra terra. Potremo scegliere un allestimento con richiami al folklore, colori mediterranei, fiori e profumi tipici della sicilianità oppure uno più classico, sobrio ed elegante, che evochi suggestioni “gattopardiane”. La seconda serata sarà assolutamente di gala. Utilizzeremo sempre fiori freschi”.Tutto contribuirà a definire un’immagine positiva e solare dell’isola, al di là di vieti stereotipi e pregiudizi, per promuovere la bellezza di una terra dallo straordinario patrimonio naturale, artistico e culturale. (Francesca Cabibbo) (foto: luca melilli)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Indagine Easynido su alfabetizzazione informatica negli Asili Nido

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

computer-da-tavoloNon c’è dubbio che internet rappresenti ormai un importante supporto didattico per il mondo della scuola, utilizzato per amministrare le attività burocratiche o per semplificare la comunicazione tra docenti e genitori o come strumento per l’insegnamento. Tuttavia, non sempre le scuole italiane sono attrezzate in modo adeguato e, in particolare, per quanto riguarda le Scuole per l’Infanzia, l’Italia è ancora lontana da una vera e propria alfabetizzazione informatica. Secondo un’indagine condotta da HYPERLINK “https://www.easynido.it” Easynido, gestionale in cloud per Asili Nido e le Scuole per l’Infanzia, realizzata con metodo cawi (computer-assisted web interviewing), nel nostro Paese si riscontra una forte resistenza all’informatizzazione dovuta principalmente alla scarsa competenza degli stessi educatori. Sebbene circa il 96% comprende il potenziale di tali strumenti, il 46% dichiara di preferire ancora la carte e la penna per lavorare. Il 3,1% degli intervistati, inoltre, dichiara un’avversione nei confronti dell’informatica percepita come uno strumento che complica e rallenta il lavoro.
Secondo l’indagine di Easynido, è il Centro Italia ad avere il maggior numero di Scuole per l’Infanzia dotate di rete internet, di software gestionali e di computer. Nella classifica delle città con istituti all’avanguardia, Roma è seguita da Napoli e da Milano.
“Sono ancora numerose le figure operanti in ambito educativo restie ad introdurre nuove tecnologie. – Spiega Andrea Salini, Amministratore di iRoma azienda che ha creato il software gestionale per Asili nido e scuole dell’Infanzia – Per questo è necessario sensibilizzarle all’uso delle tecnologie in rete onde evitare un atteggiamento passivo e far comprendere l’enorme potenziale per le attività didattiche e amministrative”.
“Dotarsi di strumenti informatici innovativi come EasyNido – prosegue l’Amministratore di iRoma S.r.l. – consentirebbe agli Asili e alle Scuole dell’Infanzia di risparmiare tempo e di ottimizzare i costi aziendali; molte di queste strutture utilizzano ancora strumenti cartacei per comunicare con i genitori o per i loro registri, la tecnologia in cloud e le app sono il futuro e la scuola Italiana deve dotarsene il prima possibile. I motivi principali per cui non si vogliono adottare nuove tecnologie di solito sono 2: il costo iniziale e il tempo necessario per apprenderne l’utilizzo. Con EasyNido – conclude Salini – abbiamo voluto abbattere entrambi i fattori creando un software intuitivo ad un costo estremamente basso: cento euro all’anno.”
EasyNido è un servizio che si avvale di Amazon Web Services la piattaforma cloud per eccellenza, che garantisce stabilità e sicurezza contro le intrusioni e gli attacchi hacker. EasyNido, infatti, è sviluppato interamente in ambiente di sicurezza SSL, che fornisce crittografia avanzata della transazione di dati con connessione SSL 128bit e scambio di chiavi RSA. Si tratta dello stesso sistema utilizzato per le transazioni bancarie protette su Internet, uno dei sistemi di sicurezza più avanzati disponibili in questo momento.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma festeggia il suo 2770mo Natale

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

campidoglioRoma tra letture, concerti, mostre e rievocazioni storiche con un calendario di 44 appuntamenti con visite guidate e laboratori nei musei e sul territorio. Quattro giorni di iniziative che coinvolgeranno la Capitale dal 20 al 23 aprile e che prevedono un regalo speciale per la giornata del 21 aprile: l’accesso gratuito per tutti, residenti e non, ai Musei Civici della città e alle aree archeologiche di pertinenza di Roma Capitale ad esclusione del Planetario, dello spazio espositivo dell’Ara Pacis e del nuovo spazio espositivo del Museo di Roma.
Un ricco programma di eventi che inizierà giovedì 20 aprile con la maratona di lettura dei sonetti di Belli, dalle 16 alle 19 nella Sala della Protomoteca a cura della Sovrintendenza Capitolina con l’Archivio Storico Capitolino e il Centro Studi Giuseppe Gioachino Belli. Un omaggio che la città fa al suo massimo poeta. Per questo a leggere i sonetti sono stati convocati cittadini romani, italiani e europei, visto che oggi Belli è dopo Dante, il poeta italiano più tradotto al mondo.Il programma proseguirà nel pomeriggio dalle 17 in Piazza del Campidoglio dove si terrà il concerto “Aeterna Roma”, uno spettacolo realizzato in collaborazione con il coro polifonico “Romane Voces”.Il cuore delle celebrazioni sarà venerdì 21 aprile. La giornata si aprirà alle 9 in Campidoglio, nella Sala della Protomoteca, con il seminario internazionale di studi storici “Da Roma alla terza Roma” sul tema “Le città dell’Impero da Roma a Costantinopoli a Mosca. Fondazione e organizzazione, capitale e province”.Una festa che coinvolge l’intera città. Alle 12 in Piazza del Campidoglio ci sarà il concerto della Banda Musicale del Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale in divisa storica che farà da contrappunto a una serie di concerti delle bande dei corpi militari che avranno luogo in diversi municipi della città.Una celebrazione importante per il mondo dell’arte, alle 16 nella Sala degli Arazzi del Palazzo dei Conservatori dei Musei Capitolini sarà inaugurata la mostra “Gli autografi michelangioleschi ritrovati: La Cleopatra e il Sacrificio d’Isacco”, durante la quale sarà presentata al pubblico la recente scoperta di un autografo michelangiolesco effettuata durante un’operazione di restauro: sul verso di un disegno custodito a Casa Buonarroti a Firenze è comparso infatti un inedito schizzo del maestro raffigurante un Sacrificio di Isacco, che sarà a fianco de La Cleopatra, altro pregevole disegno attribuibile al maestro riscoperto pochi anni fa in analoghe circostanze. Ai due disegni saranno affiancate opere delle collezioni capitoline a confronto.
Sabato 22 aprile dalle 9 alle 13 la Sala della Protomoteca, ospiterà la seconda giornata del seminario internazionale di studi storici “Da Roma alla terza Roma” sul tema “Le città dell’Impero da Roma a Costantinopoli a Mosca. Fondazione e organizzazione, capitale e province”.A un anno dall’inaugurazione del fregio sulle banchine del Tevere, la sera alle 18, grazie alla collaborazione di Acea S.p.A., Roma Capitale, Tevereterno onlus e Teatro dell’Opera di Roma dedicheranno un “Tributo a William Kentridge” con un concerto del Coro del Teatro dell’Opera di Roma, composto da 85 cantori, due pianoforti e cinque percussioni, diretti dal maestro Roberto Gabbiani.
Domenica 23 aprile, a conclusione delle celebrazioni, dalle 11 il Gruppo Storico romano partirà in un corteo dal Circo Massimo passando per i Fori Imperiali fino a chiudere con la deposizione di una corona di alloro sotto la statua dell’Imperatore.
Un racconto della Capitale che passerà anche dal suo patrimonio culturale. Per festeggiare il Natale di Roma la Sovrintendenza Capitolina propone nella settimana dal 20 al 23 aprile una nuova edizione del programma didattico Roma vuol dire #Campidoglio #Lupa#MarcoAurelio e molto altro ancora…#CAPOLAVORI #MUSEI, con visite condotte da curatori e responsabili di musei, per avvicinare turisti e cittadini alla conoscenza diretta attraverso l’osservazione e il racconto di opere, monumenti, luoghi della città: una possibilità per essere informati e consapevoli delle bellezze di Roma e di tutto ciò che da “noto” può diventare “conosciuto”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Young Serbs and Croats in Brussels said: “We had enough”

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

Elizabeta KitanovicDuring Holy Week from 10-14 April 2017 young adults of the Serbian minority in Croatia and of the Croatian minority in Serbia visited the European institutions. The programme included several mediation sessions which were facilitated by the Quaker Council for European Affairs.The youth from Serbia and Croatia sent a very strong message that they get along very well together, but many difficulties arise from political authorities in both countries. The young people saw the reasons as the inability of the political elite to create positive and strong economic ties in the South-Eastern European region and better possibilities for foreign investments in both countries.
The group visited the European Parliament and had discussions with Croatian MEP Ivan Jakovčić, ALDE and EP rapporteur for Serbian Accession to the EU MEP David McAllister. The study visit included also a session on the reconciliation process in Northern Ireland. Ms Linsey Moore, Deputy Head of Office in the Northern Ireland Executive Office in Brussels explained their work as well as the role of the EU in the reconciliation process, and the funding opportunities in this process which might take on a different shape after Brexit.
The question of European values such as human rights, democracy and the rule of law were discussed in the European Commission with Ms Catherine Wendt and Mr Kyriacos Charalambous from the Cabinet of Commissioner Johannes Hahn, European Neighbourhood Policy and Enlargement Negotiations. The message that the youth from Serbia and Croatia transmitted with a mutual voice was: “We have had enough” of the struggling relationships between Croatia and Serbia. They explained to the European Commission representatives that whenever there is struggle between two countries people like them suffer, and not the politicians. Also they expressed that the biggest problems in these two countries are youth unemployment and discrimination based on ethnicity as well as inciting religious and ethnical hatred, especially during election campaigns.A similar message was given to the representatives of the Serbian Representation to the EU and the Croatian Permanent-Representation in Brussels with the emphasis that both minorities feel abandoned by their governments, and are used for political purposes in political arguments between the countries.Auxiliary Bishop of Mechelen and Brussels of the Roman Catholic Church, Jean Kockerols, explained to the young delegates the life of the two communities in Belgium, Wallonia and Flanders and the efforts of churches for a peaceful coexistence in the country. The youth visited the Conference of European Churches, the Churches’ Commission for Migrants in Europe and COMECE (Commission of the Bishops’ Conference of the European Community).One of the evenings during this study visit was devoted to communal cooking of Lenten foods and dark chocolate tasting. This programme was organized by the Thematic Reference Group on Human Rights of the Conference of European Churches. (photo: Elizabeta Kitanovic)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Theresa May seeks a snap election

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

Theresa MayIT IS less than two years since Britain’s last general election, ten months since the Brexit referendum and nine months since Theresa May entered 10 Downing Street, replacing David Cameron. Yet today the prime minister announced that the country would soon face more upheaval: a snap general election on June 8th. Polls suggest that her Conservative Party will win comfortably. But Britain’s negotiations with the European Union will make the election a more complicated contest than Britain has seen in many years.
Under the Fixed-term Parliaments Act of 2011, Mrs May needs the backing of two-thirds of the House of Commons to call an election. (Oddly, her own MPs will have to vote in favour of a motion of no confidence in the government in order to bring the election about.) But this will be a formality: the leaders of the main opposition parties have already said they are in favour.
They could hardly be seen to turn down a chance to eject the government. But the truth is that for many in the Labour Party, the official opposition, the election is uncomfortably timed. Labour trails the Tories in the polls by more than 20 percentage points (see chart below), thanks mainly to the unpopularity of its leader, Jeremy Corbyn, an uncharismatic far-leftist who was chosen with enthusiasm by the party’s members in 2015, and again in 2016, but who fails to appeal to voters more widely. Bookmakers are giving odds as long as ten to one of Labour winning more seats than the Conservatives.More likely is that Mrs May will be able to extend her working majority, currently just 17, which will give her a freer hand both in her EU negotiations and in setting an agenda at home, where she has so far proposed very little. She also has in mind her lack of a direct mandate: she has never won a general election, having succeeded Mr Cameron as prime minister only via a Tory party leadership contest.In her statement announcing her intention to seek an election she went further, implying that it was a chance to heal divisions over Brexit. “The country is coming together, but Westminster is not,” she said. In fact, something like the reverse is true: whereas polls and street marches show that a large minority remain bitterly against Brexit, in February MPs dutifully backed the legislation allowing her to trigger it by 492 votes to 122. Nonetheless, winning a general election would allow Mrs May to claim popular backing for her “hard” approach to Brexit—including taking Britain out of the EU’s single market—something that the referendum did not specify.Going to the country carries risks for the prime minister. One penalty for doing so is giving up nearly two months of the government’s time and energy, when it has just two years to negotiate its exit terms with the EU. That was already a narrow window; the government’s agenda now looks more hurried still. Mrs May might calculate that not much is going to happen until after the German elections in September, so there is little to lose.Another complicating factor is the unstable situation in Scotland and Northern Ireland. Only recently Mrs May turned down a request by Nicola Sturgeon, Scotland’s first minister, for an independence referendum in Scotland, on the basis that it would be irresponsible to hold such a vote when the terms of Brexit were not yet clear. It is hard to see why the same cannot be said of holding a general election now in Britain. In Northern Ireland, meanwhile, the power-sharing government is currently suspended, and there is the prospect of a fresh election to its devolved assembly.Perhaps the biggest complication at home, however, is that division over Brexit has unpredictable consequences for how people will cast their vote. The populist UK Independence Party was jubilant after achieving its defining ambition of Brexit last summer, and was billed by some as a future rival to Labour in many parts of England; but it has since flopped in by-elections. The leftish Liberal Democrats, meanwhile, have defined themselves as the opponents of Brexit, a strategy which has seen them picking up seats in council and parliamentary contests since the referendum. Some senior Tories worry that the Lib Dems will deprive them of victory in many parts of London and the south-west. These factors meant that the decision to go to the country was harder than it might have looked for a prime minister with a near-record lead in the polls. Last year Mrs May ruled out an election before 2020. In performing a U-turn she seems to have decided that the gamble is worth it. (font: The Economist) (photo: theresa may)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diabete: Apple progetta un glucometro non invasivo da polso

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

diabete Fitband indossabiliDiabete, Apple progetta un glucometro non invasivo da polso Un “orologio da polso con glucometro incorporato”. È quanto potrebbe presto realizzarsi, determinando nel mondo dell’automonitoraggio continuo della glicemia una trasformazione epocale. La notizia giunge dalla Cnbc secondo cui Apple avrebbe assunto un piccolo team di ingegneri biomedici nell’ambito di un progetto segreto – concepito inizialmente da Steve Jobs, fondatore della compagnia, poco prima di scomparire – e mirato a creare sensori per misurare i livelli di glucosio nel sangue. Per ora non c’è nulla di ufficiale ma solo indiscrezioni, secondo cui Apple starebbe lavorando in questo campo da almeno 5 anni, conducendo studi di fattibilità in centri clinici a Palo Alto, in California, molto distanti dal quartier generale della corporate. Al momento pare che sia Johnny Srouji, ex vicepresidente della divisione hardware di Apple, a capeggiare la squadra di 30 persone che sta lavorando a questo sensore. Una dozzina di questi ingegneri provengono da compagnie altamente avanzate in campo biomedico, come Sano, Medtronic e C8 Medisensors. L’aspetto decisivo del progetto, che lo renderebbe vincente e sulla cui difficoltà di realizzazione tutte le altre compagnie hanno finora dovuto arrendersi, è quello della non invasività, ovvero nella possibilità di effettuare il monitoraggio della glicemia in modo accurato senza ricorrere alla benché minima perforazione della pelle. Se l’azienda di Cupertino riuscisse nell’impresa potrebbe integrare il sensore nell’AppleWatch (è l’ipotesi più accreditata) trasformando tale dispositivo da gadget desiderabile a strumento necessario in quanto verrebbe incontro alle esigenze di milioni di persone con diabete. Uno dei tre informatori della Cnbc ha spiegato, in modo generico, che il sensore ottico che la Apple sta sviluppando si baserebbe, per avere indicazioni sulla glicemia, sulle variazioni di brillantezza di una luce trasmessa attraverso la pelle. (fonte: farmacista33) (foto: diabete)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Le Alpi piano, piano si stanno spopolando”

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

borgo“Lasciano in alcune zone straordinari borghi bellissimi, fatti anche di affreschi, vere opere d’arte sui muri delle casette in pietra. Con le Guide Aigae attraverseremo il Sentiero delle Frazioni Alte, nel territorio di Noasca, sul versante sud del massiccio del Gran Paradiso”. Lo ha affermato Silvia Amore, Guida Ambientale Escursionistica AIGAE, alla vigilia di uno straordinario evento quale sarà la Giornata Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche Italiane in programma in tutta Italia il 2 Giugno, giorno della Festa della Repubblica, per far conoscere l’Italia per davvero.
“C’è un posto dove andando possiamo vedere come era un tempo la scuola, in una stanzetta con i banchi e la stufa nel cuore delle Alpi, 60 anni fa . Possiamo vedere – ha proseguito Silvia Amore- la piccola aula scolastica che accoglieva i bambini provenienti dalle frazioni vicine. Questo posto è nel borgo di Maison, mentre a Cappelle si notano ancora gli affreschi, vere opere d’arte sui muri delle casette abbandonate . Il Sentiero delle Frazioni Alte delle Alpi ci consentirà di entrare nei borghi alpini abbandonati ma in grado di raccontarci un pezzo importante dell’Italia. Un vero museo dei borghi alpini che sale dentro un vallone sospeso tra piccoli borghi abbandonati, sì forse come tanti nelle Alpi ma lentamente, ci porta veramente dentro la storia locale dei montanari, del loro duro lavoro, delle loro speranze. Ed ecco che con le Guide Ambientali Escursionistiche Aigae si potrà entrare a Varda , antica borgata dove, dal poggio dietro le case lo sguardo può spaziare sulla Valle principale, dal torrente Orco vestito d’argento fin su a ovest, alle vette più alte ancora innevate. Poi Meison dove tra le case c’è una chiesetta e si scopre, guardando oltre i vetri di una finestra pianterreno, che quella stanza con i banchi e la stufa sì, ospitava la piccola scuola. Un altro tratto di sentiero a mezza costa e il borgo di Mola con il forno comunitario per cuocere il pane. E ancora avanti, dopo i prati la borgata Cappelle: sulle case strette le une alle altre tracce di affreschi a testimoniare una fede semplice. Senza parlare, il Sentiero delle Frazioni alte ci racconta la storia locale: i montanari, il loro duro lavoro, le loro speranze, fino alla partenza verso la pianura. Si entra in Potes, altro borgo disabitato delle Alpi . Borghi nei quali possiamo vedere dal vivo anche strumenti della vita quotidiana di allora , borghi che un tempo non lontano brulicavano di uomini e presenze ed oggi invece sono disabitati. Ecco che visitando questi posti straordinari qualcosa dentro di noi ci interroga sul nostro futuro di uomini d’oggi. Aggiungi un appuntamento per oggi”. (foto: borgo)

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »