Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Archive for 7 aprile 2017

Data Privacy Shield: MEPs alarmed at undermining of privacy safeguards in the US

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

European_Investment_Bank_-_LuxemburgBruxelles. New rules allowing the US National Security Agency (NSA) to share private data with other US agencies without court oversight, recent revelations about surveillance activities by a US electronic communications service provider and vacancies on US oversight bodies are among the concerns raised by MEPs in a resolution passed on Thursday. In the resolution, adopted by 306 votes to 240, with 40 abstentions, MEPs call on the EU Commission to conduct a proper assessment and ensure that the EU-US “Privacy Shield” for data transferred for commercial purposes provides enough personal data protection for EU citizens to comply with the EU Charter of Fundamental Rights and new EU data protection rules. The first annual review of the Privacy Shield framework is expected in September. “This resolution aims to ensure that the Privacy Shield stands the test of time and that it does not suffer from critical weaknesses”, said Civil Liberties Committee Chair Claude Moraes (S&D, UK). “We acknowledge the significant improvements made compared to the former EU-US Safe Harbour, but there are clearly deficiencies that remain to be urgently resolved to provide legal certainty for the citizens and businesses that depend on this agreement”, he added.MEPs are particularly worried about:
recent revelations about surveillance activities conducted by a US electronic communications service provider at the request of the NSA and FBI in 2015, one year after Presidential Policy Directive 28 limited the amount of data intelligence that can be collected and processed, new rules that from January 2017 allow the NSA to share vast amounts of private data, gathered without warrant, court orders or congressional authorisation, with 16 other agencies, including the FBI, the rejection of rules to protect the privacy of broadband customers by the Senate and the House of Representatives in March, which “ eliminates (…) rules that would have required internet service providers to get consumers’ explicit consent before selling or sharing web browsing data and other private information with advertisers and other private companies”,vacancies on the Privacy and Civil Liberties Oversight Board, which means that it lost its quorum on 7 January, making it more limited in its authority, while at the same time the Federal Trade Commission, which enforces the Privacy Shield, has three of its five seats vacant,insufficient independence of the Ombudsperson mechanism set up by the US Department of State plus the fact that the incoming US administration has not appointed a new Ombudsperson , and the fact that neither the Privacy Shield Principles nor letters from the US administration demonstrate the existence of effective judicial redress rights for EU individuals whose data are transferred to the US.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

No a uso di fondi Erasmus+ per il Corpo Europeo di Solidarietà

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

erasmusBruxelles. Secondo una risoluzione approvata giovedì, la nuova iniziativa del Corpo Europeo di Solidarietà (CES), che mira a creare 100 mila opportunità di volontariato e di lavoro per i giovani, necessita di fondi e legislazione adeguati. I deputati sostengono infatti che il suo finanziamento non deve avvenire a spese di Erasmus+ o di altri programmi UE.
“Il Corpo Europeo di Solidarietà ha bisogno di nuovi fondi; (…) Il suo finanziamento non dovrebbe avvenire a spese dei programmi esistenti”, ha dichiarato il Presidente della commissione Cultura e istruzione, Petra Kammerevert (S&D, DE), nel corso del dibattito di lunedì a Strasburgo con il commissario Tibor Navracsics. “Dobbiamo inoltre far sì che gli impieghi regolari non siano sostituiti da quelli a basso costo”, ha aggiunto. I deputati hanno poi esortato la Commissione europea a tener conto del grande interesse suscitato dall’annuncio del CES. Più di 20 mila giovani si sono registrati in occasione del lancio del nuovo sito web a dicembre 2016. Il numero di volontariati o offerte di lavoro rese disponibili attraverso l’iniziativa del CES dovrebbe rispettare l’interesse mostrato per evitare frustrazione tra i giovani che fanno domanda.I deputati hanno infine chiesto alla Commissione di spiegare come possa l’iniziativa del CES rafforzare, piuttosto che duplicare, i programmi di volontariato di successo già esistenti e in che maniera verranno riconosciute le competenze formali e informali acquisite attraverso tali programmi. La Commissione dovrebbe presentare una proposta legislativa a maggio, a seguito della comunicazione sul Corpo Europeo di Solidarietà presentata nel dicembre 2016.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fine del roaming: rimosso l’ultimo ostacolo

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

cellulariBruxelles. L’abolizione del sovrapprezzo per le comunicazioni in roaming, programmata per il 15 giugno 2017, consentirà ai consumatori di telefonare, inviare messaggi e utilizzare dati della rete mobile mentre si trovano in altri Stati dell’UE senza pagare tariffe aggiuntive. “Questa è una grande vittoria per i consumatori europei”, ha dichiarato la relatrice Miapetra Kumpula-Natri (S&D, FI). “Possiamo celebrare il fatto che dal 15 giugno non ci saranno più tasse sul roaming. Gli utenti europei in viaggio potranno controllare le proprie e-mail, usare le mappe, caricare foto sui social media, telefonare e scrivere messaggi a casa senza costi aggiuntivi”.Il Parlamento ha rimosso l’ultimo ostacolo stabilendo limiti ai prezzi all’ingrosso dell’uso della telefonia mobile, approvando un accordo informale con il Consiglio con 549 voti favorevoli, 27 voti contrari e 50 astensioni.
Nell’’accordo informale tra il Parlamento e il Consiglio sui tetti ai prezzi all’ingrosso si stabiliscono i limiti sui costi che gli operatori telefonici potranno addebitarsi reciprocamente per l’utilizzo delle loro reti al fine di effettuare chiamate transfrontaliere in “roaming”. Tali prezzi all’ingrosso del roaming influenzeranno indirettamente i costi finali dei consumatori.I limiti per il trasferimento dati consentiranno ai consumatori europei di accedere a un maggiore numero di dati, tipo i contenuti audiovisivi, mentre viaggiano da un Paese all’altro. Ciò potrà inoltre aprire i mercati ai piccoli operatori e agli operatori di telecomunicazioni virtuali.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Masterpiece by Francesco Guardi to lead Christie’s London Classic Week

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

The Rialto BridgeLondon – Christie’s Old Masters Evening Sale, 6 July 2017, will be led by Francesco Guardi’s masterpiece The Rialto Bridge with the Palazzo dei Camerlenghi (estimate on request), which is expected to fetch more than £25 million. This magnificent picture is one of the celebrated pair of views of the Grand Canal at the Rialto, which are widely regarded as the most accomplished works of Guardi’s early maturity. Ambitious in scale and startlingly innovative both in design and pictorial mood, this work stands among the masterpieces of eighteenth-century European art. The picture is prominently signed and exceptionally well preserved, having been offered for sale only once in its history. The work will be exhibited during Christie’s New York Classic Week (22-26 April), in Venice (8-15 May) and in Hong Kong (26-29 May), before returning to London where it will highlight London Classic Week (1-13 July).
Henry Pettifer, Head of Christie’s Old Master Paintings EMERI: “This majestic view of Venice is one of the great masterpieces of eighteenth-century view painting. Painted in the mid-1760s, at the height of the artist’s career, this is a monumental tour de force displaying the full range of Guardi’s technical virtuosity and his unique ability to capture the atmosphere and sensuous experience of being in Venice. After the record-breaking Old Master sales at Christie’s in 2016, with the Rubens Lot and his Daughters and the pair of Rembrandt portraits sold by private treaty, we are confident this great Guardi will arouse enormous interest from global collectors of masterpieces, from Old Masters to Contemporary, this July.” (photo: The Rialto Bridge)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Several new exciting openings at Avinor Oslo Airport this week

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

Oslo airportOslo. Several new shops and places to eat are opening this week at the new Oslo Airport, including DnB, Haven, Havsalt and Starbucks in the terminal. “We want to offer a good, varied selection of dining places, services and shopping for all passengers. This week we can enjoy an expanded selection of services”, says Commercial Director at Oslo Airport, Torgeir Kjos Sørensen.A new duty-free shop is opening in the departure hall, in the same place as where the previous one was located before the expansion. There is also a passage leading past the shops for those who prefer avoiding the duty-free shop in the departure terminal.
Haven and Havsalt are the two newest concepts offered to the passengers. Haven serves vegetables, fruit and berries in the form of soups, salads, juices and smoothies. Havsalt serves fresh, clean Norwegian seafood such as shrimp, lobster, shells, herring and a great selection of fish. And then there is fish soup a la “Terje Næss”. Passengers can now choose from a broader selection of international and Norwegian menus. Both restaurants are found in international departures.Starbucks, also located in international departures, has now also opened near gate E2. There you can have a cup of coffee, sweet treats and fresh baguettes. For cash exchange and withdrawals, DnB has re-opened its services in both the arrival and departure terminals.On Friday, Way Nor will be opening a shopfor tourist gifts. The shop will reflect Norwegian nature and history through special interior design in addition to films and pictures that enhance the impression of being in Norway.“Leading up to the official opening, even more shops and restaurants will be opening for anyone passing through the airport to enjoy. A fair amount of construction still remains before everything is open, but we thank all passengers for their patience and promise we will do whatever we can to open as soon as possible,” concludes Kjos Sørensen. (photo: Oslo airport)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuove possibilità di entrare nel mercato del lavoro tedesco

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

amburgoAmburgo – Con il lancio di http://www.employland.de, piattaforma online in lingua tedesca e inglese, la start-up di Amburgo Employland crea nuove modalità per entrare nel mondo del lavoro in Germania. Questa innovativa sinergia fra agenzia per l’impiego e servizi legali facilita sensibilmente le possibilità di trovare lavoro in Germania per tutte quelle professioni regolamentate, come assistenti agli anziani, insegnanti, tecnici e molte altre. Employland si occupa del riconoscimento della qualifica e, nel caso di cittadini non UE, anche del permesso di soggiorno. Hans-Christian Bartholatus, fondatore e amministratore del nuovo portale online, ha dichiarato: “Abbiamo creato la piattaforma Employland con l’intento di spianare la strada per l’accesso al mercato del lavoro tedesco, ancora estremamente ricettivo, a personale qualificato con o senza laurea. Già adesso assistiamo ad una penuria di personale specializzato e questa situazione è destinata ad aggravarsi nell’immediato futuro. Non solo la ricerca di un impiego, ma, spesso, anche l’iter burocratico, necessario per il riconoscimento delle qualifiche, rappresentavano dei veri e propri ostacoli. Ed è proprio qui che entra in campo il nostro servizio Ready-to-work: aziende in Germania contattano direttamente il personale qualificato registrato sulla nostra piattaforma, mentre i nostri competenti avvocati offrono supporto durante l’intera procedura fino all’entrata in servizio.” Per poter assicurare il proprio elevato potenziale economico, la Germania ha bisogno di personale internazionale altamente qualificato. Sulla base dell’andamento demografico, lo IAB1 calcola che sia necessario l’arrivo di 400.000 persone ogni anno per poter mantenere costante il potenziale di forza lavoro anche a lungo termine.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: Italia peggiora

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

istatSecondo la nota mensile resa nota oggi dall’Istat, l’Italia peggiora. “L’Istat ci ricorda oggi, nella nota mensile, che tutti i principali indicatori stanno peggiorando. Nell’ultimo trimestre, rispetto al precedente: potere d’acquisto -0,9%, reddito disponibile -0,6%, vendite al dettaglio in volume -0,2%. A gennaio, su base congiunturale, è scesa la produzione industriale (-2,3%), fatturato -3,5%, ordinativi -2,9%, costruzioni -3,8%. L’occupazione conferma la pausa nel processo di crescita. Insomma, un quadro desolante e sconfortante” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Evidentemente le ricette finora seguite per rilanciare l’economia non stanno funzionando” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brunello e Carmignola: due grandi musicisti insieme per Vivaldi

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

brunellocarmignolaRoma martedì 11 aprile alle 20.30 nell’Aula Magna della Sapienza (Città Universitaria – Palazzo del Rettorato, Piazzale Aldo Moro 5, Roma) due grandi virtuosi, il violinista Giuliano Carmignola e il violoncellista Mario Brunello, si incontrano nel concerto della IUC. Mario Brunello è stato il primo italiano a vincere il Concorso “Ciajkovskij” di Mosca, il più prestigioso dedicato al suo strumento. Era il 1986 e da allora la sua fama di grande violoncellista non ha fatto che crescere. Ma a descrivere la sua personalità non basta parlare dei concerti in tutto il mondo, accanto a direttori straordinari come Claudio Abbado, Riccardo Muti, Antonio Pappano, Daniele Gatti, Riccardo Chailly, Yuri Temirkanov, Valery Gergiev, Zubin Mehta, Carlo Maria Giulini e tanti altri. Bisogna parlare anche delle sue collaborazioni con musicisti jazz come Vinicio Capossela, Uri Caine e Gian Mario Testa, degli spettacoli con Maddalena Crippa e Marco Paolini. E dei tanti progetti da lui creati e sviluppati, come il Capannone Antiruggine, una fabbrica dismessa nei dintorni di Castelfranco Veneto, trasformata in un luogo dove fare musica liberamente ma ad alto livello, con concerti e altri eventi aperti a tutti. E come I Suoni delle Dolomiti, che ogni anno porta la musica classica in alta quota, in alpeggi e rifugi raggiungibili solo con lunghe passeggiate in montagna.
Anche Giuliano Carmignola ha nel suo curriculum collaborazioni con grandi direttori come Giuseppe Sinopoli, Daniele Gatti e soprattutto Claudio Abbado, che l’ha voluto con sè in molti concerti e nell’incisione di tutti i Concerti per violino di Mozart per la più prestigiosa etichetta discografica in campo classico, la Deutsche Grammophon, con cui ha attualmente un contratto di esclusiva. Inoltre ha inciso Concerti di Haydn con l’Orchestre des Champs Elysees, di Vivaldi con Accademia Bizantina e con i Suonatori della Gioiosa Marca, di Bach con Concerto Köln. È una specialista della musica del Settecento. Al Settecento appartengono i due compositori in programma, il francese Jean-Marie Leclair e l’italiano – più esattamente veneziano – Antonio Vivaldi. Dunque sono messi a confronto due autori e due scuole musicali, rappresentati ognuno da alcune Sonate per due violini: Leclair con le Sonate op. 3 n. 2, 3, 4 e 5 e Vivaldi con le Sonate RV 68, 70, 71 e 77. Nel periodo barocco sostituire uno strumento con un altro non era considerato un arbitrio ma era prassi comune. E così farà in questo caso Brunello, sostituendo il violoncello a uno dei due violini: non un normale violoncello, ma un violoncello piccolo, riscoprendo uno strumento diffuso nel periodo barocco ma oggi rarissimo. (foto: brunello, carmignola)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: “La donna che disse no”

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

la donna che disse nola donna che disse no2Roma dal 13 al 16 aprile 2017 Ore 21.00 – domenica ore 18.00 Ar.Ma Teatro via Ruggero di Lauria 2 “La donna che disse no”. testo e regia Pierpaolo Saraceno con Pierpaolo Saraceno, Mariapaola Tedesco musiche originali Concetto Fruciano scene e costumi Pierpaolo Saraceno disegno luci Gianni Grillo foto e video Daniele Manzella direzione tecnica Massimiliano Boco produzione Onirika del SudQuello di Franca Viola fu il primo vero rifiuto al matrimonio riparatore. Divenne simbolo della crescita civile dell’Italia nel secondo dopoguerra e dell’emancipazione delle donne italiane.
Nel 1965, a soli 17 anni, venne rapita da Filippo Melodia, nipote del mafioso Vincenzo Rimi, e da altri suoi amici. La ragazza fu violentata per otto giorni. Il padre fu contattato dai parenti di Melodia per la cosiddetta “paciata”, ovvero per un incontro volto a mettere le famiglie davanti al fatto compiuto e far accettare ai genitori di Franca le nozze dei due giovani. Secondo la morale del tempo, una ragazza uscita da una simile vicenda, avrebbe dovuto necessariamente sposare il suo rapitore, salvando l’onore suo e quello familiare. All’epoca, inoltre, la Repubblica Italiana proteggeva, con l’articolo 544 del codice penale, il reato di violenza carnale, il quale veniva estinto se l’aggressore sposava la sua vittima. Franca Viola si rifiutò di sposare Melodia e, solo nel 1981, l’articolo 544 cp venne abrogato. Si dovrà invece aspettare il 1996 perché in Italia lo stupro venga legalmente riconosciuto non più come un reato “contro la morale”, bensì come un reato “contro la persona”. Una continua lotta tra un vero ed ingenuo amore e un matrimonio riparatore da parte della Mafia siciliana. Un mix tra prosa, musica e crudi movimenti corporei, evidenziano ancor di più quelli che furono i primi fiori d’acciaio ad urlare “No”, per difesa della propria dignità, della propria persona. Un’unica voce condurrà il prossimo a gridare una sola parola:Libertà. Una sola luce, un solo riflesso, un grido per educare a una sessualità dolce e matura, per superare tabù e contribuire a sconfiggere definitivamente il maschilismo ancora imperante, nel ricordo di tante altre vittime di questa cultura di dominio e di sopraffazione e far conoscere ciò che ha caratterizzato nel 1965 la terra tradita, amata e da tanti ricordata. Un forte e spietato messaggio in tempi in cui il femminicidio, lo stupro, la violenza sulle donne non smettono di caratterizzare negativamente le nostre società, in ogni parte. Lo spettacolo, già applaudito la scorsa stagione al Teatro Palladium, in pochi mesi ha già conquistato pubblico e addetti ai lavori. Diversi sono i premi e i riconoscimenti ricevuti: Premio Speciale al Festival Nazionale del Teatro XS della Città di Salerno (SA); Terzo Classificato – Festival Nazionale del Teatro San Prospero, Reggio Emilia (RE); Primo Classificato – Calàbbria Teatro Festival, Castrovillari e Primo Premio Giuria Popolare – Calàbbria Teatro Festival, Castrovillari, nonché Finalista – Premio Salvo Randone, Calamonaci (AG). Biglietto euro 10. (foto: la donna che disse no)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Più sorveglianza post-vendita e informazioni ai pazienti

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

BruxellesBruxelles. “Abbiamo anche concordato un sistema molto più efficace di sorveglianza post-vendita in modo che eventuali problemi inaspettati siano identificati e risolti il più presto possibile”. “Con lo scandalo delle protesi mammarie PIP, molte donne semplicemente non sapevano se avevano ricevuto protesi difettose o no. Perciò abbiamo anche introdotto un sistema di identificazione univoca dei dispositivi per aiutare la tracciabilità dei pazienti, ai quali sarà fornita anche una tessera dell’impianto, che potranno utilizzare per accedere alle informazioni tramite una banca dati accessibile al pubblico”, ha aggiunto la relatrice Wilmott.Le norme approvate introducono l’obbligo di: ispezioni a campione delle strutture dei produttori dopo l’immissione sul mercato dei dispositivi;controlli più severi sugli organismi notificati, che sono autorizzati a espletare le procedure di certificazione, che dovranno assumere personale medicalmente qualificato;
una procedura supplementare di controllo sulla sicurezza dei dispositivi ad alto rischio quali impianti o test HIV. Non solo un organismo notificato, ma anche una commissione di esperti controllerà che tutti i requisiti siano soddisfatti;una “Tessera per il portatore di impianto” che consentirà a pazienti e medici di monitorare il prodotto impiantato, e dati clinici sulla sicurezza dei dispositivi medici che devono essere forniti dai produttori (come per i farmaci), in particolare nel caso delle classi di rischio più elevate.”Il controllo pre-mercato dei dispositivi ad alto rischio era una priorità del Parlamento, quindi sono particolarmente contenta che ci siamo adoperati in questo senso e che questi dispositivi saranno ora sottoposti a una valutazione supplementare da parte di gruppi di esperti”, ha concluso la relatrice Willmott.La risoluzione legislativa è stata approvata senza voto, perché in seconda lettura e in assenza di emendamenti.Una legge separata garantirà inoltre che le nuove norme si applicheranno anche ai dispositivi medico-diagnostici in vitro, vale a dire quelli non a contatto diretto con il paziente, ma che forniscono informazioni sulla salute, come ad esempio i dispositivi HIV, DNA o di analisi del sangue.“Abbiamo imparato la lezione dagli scandali come quello delle protesi mammarie difettose”, ha affermato il relatore del testo sui dispositivi medico-diagnostici in vitro, Peter Liese (PPE, DE).“Si sono verificati problemi anche in altri settori, ad esempio con stent impiantati nel cervello o test HIV inaffidabili. Il nuovo regolamento è un bene per i pazienti, sancisce la fine dei produttori fraudolenti e sospetti e quindi rafforza anche i produttori rispettabili”, ha aggiunto.La risoluzione legislativa è stata approvata senza voto, perché in seconda lettura e in assenza di emendamenti.Nella legislazione si richiede infine agli Stati membri di informare i pazienti circa le conseguenze dei test del DNA.”I test del DNA possono avere gravi conseguenze per la vita dei pazienti e non devono essere effettuati senza una corretta informazione e consulenza. Gli Stati membri hanno sottolineato che ciò fa parte delle loro responsabilità e che quindi accetteranno le norme UE solo in una certa misura. È importante che gli Stati membri adempiano a tale obbligo. Saremo molto vigili su questa questione”, ha dichiarato il relatore Liese.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dispositivi medici: più sicurezza e tracciabilità

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

european-parliamentBruxelles. Il Parlamento europeo ha approvato mercoledì norme più severe per garantire che i dispositivi medici, come le protesi mammarie o dell’anca, siano rintracciabili e conformi ai requisiti di sicurezza. I deputati hanno approvato una normativa più stringente in termini di sicurezza anche sui dispositivi medico-diagnostici in vitro, utilizzati ad esempio per i test di gravidanza e del DNA. Entrambi i testi sono già stati informalmente concordati con il Consiglio dei Ministri UE.”Lo scandalo dell’anca metallo-metallo ha evidenziato le debolezze del sistema attuale. Abbiamo quindi introdotto requisiti più severi per gli organi che autorizzano i dispositivi medici e insisteremo affinché i dispositivi particolarmente ad alto rischio, come ad esempio gli impianti, le protesi articolari o le pompe per insulina, siano oggetto di valutazioni supplementari da parte di esperti prima della loro autorizzazione”, ha dichiarato la relatrice del testo sui dispositivi medici, Glenis Willmott (S&D, UK).

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Flessibilità di bilancio: 6 miliardi di euro per lavoro, crescita e migrazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

bilancia pagamentiBruxelles. Il Parlamento europeo ha approvato mercoledì nuove regole per rendere più facile lo spostamento di fondi all’interno del bilancio UE pluriennale, in modo da poter meglio affrontare le sfide più incombenti come quella relativa ai migranti e per rafforzare la sicurezza, stimolare la crescita e creare nuovi posti di lavoro.I deputati hanno a lungo sostenuto la necessità d’introdurre una maggiore flessibilità all’interno del Quadro finanziario pluriennale (QFP), che si applicherà alla parte restante del bilancio pluriennale 2014-2020.“Il Parlamento si è detto giustamente a favore di una revisione del quadro finanziario pluriennale per rispondere alle nuove sfide che l’Unione europea si trova ad affrontare. Anche se la nostra ambizione, per l’entità delle modifiche, non è stata pienamente raggiunta, possiamo essere soddisfatti del risultato. Abbiamo vinto per la prima volta sulla revisione del QFP, che garantirà un miglior sistema di bilancio per il restante periodo. Abbiamo creato più spazi di manovra per rispondere alle nuove sfide. Abbiamo anche assicurato mezzi finanziari aggiuntivi per alcuni programmi e politiche dell’UE: i 6 miliardi di euro forniranno un sostegno aggiuntivo per le PMI, la ricerca, Erasmus+, per creare posti di lavoro per i giovani e migliorare la sicurezza dei nostri cittadini”, ha dichiarato il correlatore Jan Olbrycht (PPE, PL).“Accogliamo con favore la votazione della revisione che prevede, tra le altre cose, un supplemento di 1,2 miliardi di euro per la lotta alla disoccupazione giovanile entro il 2020. È solo un passo, ma un passo nella giusta direzione. Tuttavia, si sarebbe potuto anche andare oltre ed è ciò che cercheremo di fare nei futuri negoziati di bilancio”, ha aggiunto la correlatrice Isabelle Thomas (S&D, FR).Il progetto di regolamento sulla revisione intermedia del QFP è stato approvato con 470 voti favorevoli, 166 voti contrari e 66 astensioni.Le integrazioni, descritte in una dichiarazione congiunta del Parlamento europeo e del Consiglio che ammontano a 6.009 milioni di euro (15% di tale somma proveniente da riassegnazioni dei fondi e l’85% da risorse non assegnate), saranno così distribuite:3,9 miliardi di euro per misure relative alla migrazione all’interno dell’UE (2,55 miliardi di euro), come ad esempio la Guardia costiera UE, l’Agenzia per l’asilo e la riforma del sistema europeo di asilo, e per affrontare le cause esterne della migrazione (1,39 miliardi di euro), incluso il sostegno a investimenti in paesi terzi.2,1 miliardi di euro per il lavoro e la crescita, di cui la maggior parte per sostenere l’Iniziativa per l’occupazione giovanile con 1,2 miliardi di euro per il periodo 2017-2020. I fondi rimanenti saranno riservati alle infrastrutture per i trasporti, i programmi di ricerca, il supporto alle PMI e Erasmus+.In un’altra dichiarazione annessa del Parlamento, i deputati hanno chiarito che, tuttavia, le somme indicate nel pacchetto da 6 miliardi di euro sono “importi di riferimento che dovranno essere esaminati nel contesto della procedura annuale di bilancio, tenendo debitamente conto delle concrete circostanze di ogni bilancio annuale.”
In sostanza, il progetto di regolamento modifica il regolamento QFP del 2013 per rafforzare le varie disposizioni di flessibilità e gli strumenti speciali e rendere più semplice lo spostamento di una maggiore quantità di fondi tra i capitoli di bilancio e le annualità. L’obiettivo è di aumentare la capacità del bilancio UE di affrontare gli imprevisti e le nuove priorità nel contesto delle sfide persistenti all’interno e all’esterno dell’Unione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

OGM: bloccare le nuove autorizzazioni su importazione di mais

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

mais-agostinelliIn una risoluzione approvata mercoledì, i deputati si sono opposti alla possibilità che la Commissione autorizzi l’importazione di cibo e sementi derivanti o contenenti alcuni tipi di mais geneticamente modificato (GM), resistente agli erbicidi e ai parassiti.
I deputati hanno evidenziato la mancanza di dati relativi alle varie sottocombinazioni delle varietà di mais – per ciascuna delle quali è stata richiesta l’autorizzazione – e ribadito la richiesta del Parlamento per una riforma della procedura UE di autorizzazione per gli OGM. Secondo la procedura attuale infatti, l’obiezione del Parlamento non è vincolante per la Commissione.I deputati sottolineano che nel periodo di consultazione di tre mesi gli Stati membri hanno presentato centinaia di osservazioni che fanno riferimento, tra l’altro, alla mancanza d’informazioni e di dati, studi mal eseguiti o mancanti.Nonostante ciò, il 26 agosto 2016 l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha espresso parere favorevole alle domande di autorizzazione. I deputati sottolineano che il parere di minoranza dell’EFSA su tale procedura riconosce che non sono stati presentati dati specifici sulle 20 sottocombinazioni per le quali sono state presentate domande di autorizzazione.Si sottolinea inoltre che la Commissione europea tuttora autorizza gli OGM nell’UE senza il sostegno dei comitati degli Stati membri. Ciò sarebbe dovuto essere un’eccezione alla procedura, ma è di fatto divenuta la norma.La risoluzione è stata adottata con 426 voti a favore, 230 contrari e 38 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuove norme per proteggere gli investitori e aiutare le PMI ad accedere a capitali

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

capitaliIl Parlamento europeo ha approvato in via definitiva le nuove norme vincolanti sulle informazioni fornite nei prospetti finanziari agli investitori, allo scopo di proteggerli, creare un mercato unico dei capitali più efficiente e facilitare l’accesso delle piccole imprese ai finanziamenti.”Il Prospetto è un esempio concreto di come costruiremo l’Unione dei capitali. Abbiamo reso il regolamento sui prospetti informativi più adatto all’ambiente attuale e sarà di beneficio per chi vuole raccogliere fondi sul mercato, ponendo fine all’eccessiva dipendenza delle piccole imprese sulla raccolta bancaria. Il nuovo prospetto potrà ridurre i costi e aumentare la leggibilità e la pertinenza delle informazioni per gli investitori, che a sua volta migliorerà la tutela degli investitori”, ha detto il relatore Petr Ježek (ALDE, CZ) nel corso del dibattito.I prospetti sono documenti obbligatori che sono pubblicati quando titoli, come azioni societarie, e titoli non azionari, come le obbligazioni, sono offerti a investitori o ammessi al trading. Tali prospetti dovranno essere a disposizione del pubblico e pubblicati sul sito internet dell’emittente o dell’intermediario finanziario.Il testo legislativo è stato adottato con 517 voti a favore, 109 contrari e 71 astensioni. Secondo le nuove norme, le informazioni contenute nel prospetto devono consentire agli investitori di valutare le attività e passività, i costi, le perdite e i diritti connessi a prodotti di investimento.I prospetti dovranno includere una sintesi chiara e accurata di sette pagine (e ulteriori pagine, in un numero compreso tra una a tre pagine extra, nel caso siano necessarie ulteriori spiegazioni su un determinato tipo di protezione), che fornisca:informazioni fondamentali per gli investitori che hanno bisogno di capire i rischi e prendere una decisione informata,informazioni sull’emittente, sui titoli, sull’offerta al pubblico e sull’ammissione alla compravendita, e un chiaro avvertimento dei rischi connessi, come ad esempio il rischio di perdere una parte o la totalità degli investimenti.La sintesi del documento dovrebbe essere un’introduzione al prospetto stesso ed essere coerente con le altre parti del documento. Uno degli obiettivi principali del mercato unico dei capitali dell’Unione, per i quali il regolamento sul prospetto rappresenta una tappa essenziale, è quello di facilitare l’accesso ai finanziamenti per le piccole e medie imprese (PMI).Poiché le PMI di solito hanno bisogno di trovare sul mercato importi inferiori rispetto ad altri emittenti, il costo di redigere un prospetto completo potrebbe essere sproporzionatamente alto. I deputati pertanto hanno istituito pertanto un prospetto di crescita specifico, standardizzato e più semplice per le PMI e gli altri emittenti che desiderano trovare piccole somme di denaro, fino a 20 milioni di euro nel corso di un periodo di dodici mesi.Una volta approvati, i prospetti di crescita dell’Unione dovrebbero beneficiare del regime di passaporto e dovrebbero essere validi per qualsiasi offerta al pubblico in tutta l’Unione. Le nuove norme si applicheranno a partire dai 24 mesi successivi alla loro entrata in vigore.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrazione: la risposta deve essere globale

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

berlino immigratiBruxelles. In una risoluzione approvata qualche giorno fa i deputati hanno richiesto con urgenza misure multilaterali per controllare il numero, senza precedenti, di migranti in movimento in tutto il mondo e per far cessare le morti nel Mediterraneo.Nella risoluzione, approvata con 333 voti favorevoli, 310 contrari e 46 astensioni, si chiede:
un “regime di governance multilaterale” per la migrazione internazionale, fondato sulla cooperazione;
una più stretta cooperazione tra l’UE, gli organismi specializzati delle Nazioni Unite, le banche multilaterali di sviluppo, organizzazioni regionali e altri attori;
la creazione di una vera e propria politica comune europea in materia di migrazione incentrata sui diritti umani e basata sul principio di solidarietà tra gli Stati membri;
il coinvolgimento del Parlamento nella creazione e nell’implementazione del Quadro di partenariato e i relativi “migration compact” che l’UE sta attualmente negoziando con Paesi terzi come Giordania e Libano: deputati condannano la mancanza di trasparenza su questi accordi, che finora non sono stati dibattuti prima dell’adozione;
assistenza e cooperazione UE “incondizionate”: il supporto dell’UE non dovrebbe “incentivare i Paesi terzi a cooperare alla riammissione dei migranti irregolari o dissuadere con la coercizione le persone dal mettersi in viaggio, oppure fermare i flussi diretti in Europa”.
“Il sistema di aiuti umanitari è completamente sorpassato e, quindi, abbiamo bisogno di un approccio più olistico e duraturo, con legami più stretti tra sfera umanitaria da un lato e lo sviluppo dall’altro”, ha detto il correlatore Agustín Díaz de Mera (EPP, ES), nel corso del dibattito in Plenaria.
“Non dovremmo parlare di una crisi migratoria, ma piuttosto di una crisi della solidarietà all’interno dell’UE. Possiamo anche parlare di una crisi istituzionale, poiché il Consiglio dell’Unione europea non è in grado di rispettare i propri impegni, di una crisi morale, poiché sembriamo più preoccupati a chiudere i nostri confini e incoraggiare i rimpatri, piuttosto che affrontare le cause profonde della crisi che vediamo”, ha aggiunto la correlatrice Elena Valenciano (S&D, ES)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia tassazione imprese: da Stato terzo mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

tasse“Con una tassazione 25 volte maggiore agli altri Paese europei anche la Corte dei Conti certifica lo stato di involuzione dell’Italia, la mancanza di una politica economica e fiscale capace di sostenere le imprenditorialità e quindi la crescita e l’occupazione. Non basta abbassare il cuneo fiscale, cosa che anche auspica la magistratura contabile, ma occorre una vera e propria rivoluzione legislativa che tagli drasticamente gli adempimenti burocratico-amministrativi (che hanno un costo sia economico sia di tempi) e affrontare una semplificazione fiscale. Altrimenti non resterà altro da fare che affidarsi alla Corte di Giustizia europea per difendersi da quella che sempre più appare come un’aggressione indebita nei confronti del proprio lavoro”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli commentando i dati della Corte dei Conti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio Italiano di Pedagogia 2017

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

parma universitàParma. Si è svolta nei giorni scorsi alla Camera dei Deputati la Cerimonia di consegna del Premio Italiano di Pedagogia 2017 a Daniela Robasto e Luana Salvarani, ricercatrici del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma. Il Premio Italiano di Pedagogia, riconoscimento di livello nazionale in ambito pedagogico, è stato istituito nel 2014 dalla Società Italiana di Pedagogia quale Accademia (SIPED) che promuove lo sviluppo degli studi e delle ricerche nell’ambito delle discipline pedagogiche. La SIPED assegna ogni anno il Premio alle monografie, dei diversi settori della Pedagogia, considerate meritevoli sulla base dei seguenti criteri di valutazione: originalità del prodotto scientifico, rispondenza dello stesso a tematiche anche internazionali di ricerca, esaustività della ricerca, adeguatezza dell’apparato critico-bibliografico di profilo pure internazionale.
Daniela Robasto ha ricevuto il Premio per il volume “La ricerca empirica in Educazione” (Franco Angeli, 2014). Ha consegnato il premio il prof. Michele Corsi, Presidente del Premio Italiano di Pedagogia, con lettura della declaratoria da parte della prof.ssa Roberta Caldin, che ha esposto le motivazioni che hanno indotto la Commissione a conferire all’unanimità il Premio a Daniela Robasto per la sua opera monografica adottata come libro di testo in sei diversi atenei Italiani per le discipline attinenti il settore della Pedagogia Sperimentale. Tra le motivazioni si legge: «attraverso lo sguardo scientifico della Pedagogia Sperimentale, l’autrice espone e struttura il proprio lavoro con linearità, chiarezza, rigorosità metodologica e contenutistica, ponendo in luce con elevata competenza il tema della ricerca empirica in educazione».Daniela Robasto è attualmente docente di Pedagogia Sperimentale e Progettazione e Valutazione dei percorsi formativi nel Dipartimento DUSIC dell’Università di Parma; precedentemente ha insegnato per circa dieci anni all’Università di Torino.Luana Salvarani ha ricevuto il Premio per il volume “Nascita di una Nazione. Esperienze e modelli dell’educazione nell’America dell’Ottocento” (Anicia, 2015), sul settore storico della pedagogia. Ha consegnato il premio il prof. Michele Corsi, con lettura della declaratoria da parte della prof.ssa Simonetta Polenghi. Il volume affronta il tema della costruzione culturale dell’identità nazionale degli Stati Uniti, svelandone la matrice educativa, morale e religiosa a partire dalle radici protestanti anglofone e tedesche. Tra le motivazioni del conferimento all’unanimità, l’utilizzo di una «notevole messe di fonti» e «la padronanza metodologica, la rara capacità pedagogico-comparativa e l’ottima competenza linguistica».Luana Salvarani è docente di Storia della letteratura giovanile e Storia della Pedagogia nel Dipartimento DUSIC dell’Università di Parma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Residenze fittizie e preoccupazioni del volontariato

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

sant'egidio1“Accogliamo la preoccupazione espressa da Caritas, centro Astalli, Sant’Egidio e il mondo del volontariato romano che da giorni chiede all’Amministrazione comunale di valutare gli effetti negativi della Delibera n.31 del marzo 2017 relativa all’iscrizione anagrafica delle persone senza fissa dimora. Accentrare le funzioni nei Municipi e internalizzare l’intero servizio limita di fatto l’accesso al servizio di una grande fetta di popolazione che difficilmente viene a contatto con la Pubblica Amministrazione. A ben vedere i dati infatti, a fronte di 20mila residenze fittizie, 18mila sono state quelle realizzate grazie al lavoro del volontariato e solo 2mila quelle avviate dalle strutture comunali. Limitare questa iscrizione ai soli uffici municipali significa condannare all’invisibilita’ perpetua migliaia di cittadini romani e negare loro i diritti che derivano da un’iscrizione anagrafica, quali la carta d’identità, l’esercizio del diritto di voto, l’assistenza sanitaria e alloggiativa, la stessa residenza, la riscossione della pensione o anche l’accertamento di una invalidità. La Delibera nega diritti alle persone e investe i servizi sociali municipali di un lavoro enorme. Lavoro che, ricordiamo, ricade spesso su assistenti sociali sottorganico e su cui, in sede di discussione di bilancio lo scorso dicembre, avevamo chiesto attenzione con una mozione che richiedeva l’assunzione delle oltre 70 assistenti sociali mancanti a Roma da pianta organica. Mozione ovviamente bocciata, come ogni proposta del Pd. La Sindaca Raggi ascolti il volontariato di questa città e si faccia carico degli invisibili. Non negando diritti, ma rafforzando la macchina amministrativa di Roma Capitale. Piuttosto che proporre finte forme di partecipazione, la Sindaca incontri la città reale e venga incontro a cittadini in carne ed ossa che vivono un’esclusione drammatica”. Così in una nota il consigliere dem Marco Palumbo, che nei prossimi giorni inviterà in Commissione Trasparenza le associazioni di volontariato, ed Erica Battaglia del Forum Politiche Sociali del Pd Roma.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma capitale: “Meleo diserta trasparenza e non risponde ad interrogazioni su sicurezza operatori TPL”

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

meleo“E’ stata comunicata alla commissione trasparenza l’impossibilità dell’assessore Meleo, per sopravvenuti impegni istituzionali, a partecipare all’odierna riunione sulla sorveglianza relativa alle strutture e agli operatori dell’Atac. Peraltro la data della riunione era stata concordata e confermata ancora ieri con la stessa segreteria dell’ass. Linda Meleo. Si tratta di una assenza che fa il paio con quella annunciata a tutti i consiglieri, oggi stesso per domani, quando l’assessore alla ‘città in movimento ’ non potrà intervenire in aula per rispondere all’interrogazione presentata dal gruppo del PD in relazione alle gravi aggressioni avvenute nelle settimane scorse ai danni di autisti e operatori dell’ATAC. Rammento che l’Assemblea Capitolina ha votato il 29 novembre 2016 ed approvato all’unanimità una mozione per conferire al personale dell’azienda capitolina l’attribuzione dello status di pubblico ufficiale e per adottare alcune misure al fine di provvedere alla sicurezza degli operatori del TPL della capitale. A quattro mesi da quel voto d’aula il gruppo del PD ha presentato una interrogazione urgente per conoscere quali iniziative sono state adottate da questa Amministrazione o quali si intendano adottare:
− affinché si provveda a nominare tutti i dipendenti di ATAC “Agenti di Polizia Amministrativa”;
− a realizzare una rete di telecamere di sorveglianza presso i capolinea ATAC;
− ad individuare delle strutture chiuse che fungano da riparo per gli operatori ATAC in servizio presso i capolinea. Le assenze ripetute di questi giorni appaiono quantomeno sconvenienti in quanto si parla di sicurezza di operatori e sorveglianza dei posti di lavoro fatti oggetto più volte di atti di violenza e teppismo cui l’amministrazione non può rimanere inerte. Invitiamo pertanto ancora una volta l’assessore Linda Meleo a rispondere quanto prima in aula alle interrogazioni e a riferire in commissione trasparenza le misure che questa amministrazione intende adottare al fine di adeguare le misure di sicurezza per scongiurare ulteriori atti criminali ai danni di persone e mezzi.” Così in una nota il consigliere del Pd capitolino Marco Palumbo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma perde lavoro: Raggi tace

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

alitaliaRoma “Anche di fronte allo stato di agitazione dei lavoratori e della lavoratrici Alitalia, dalla Sindaca Raggi nessuna parola. Come per le vertenze Almaviva, Sky, Tim,Trony: Roma perde posti di lavoro nel silenzio totale del suo Sindaco e della sua Giunta. Un silenzio inaccettabile che relega la Capitale ad un ruolo subalterno rispetto a politiche industriali e commerciali che la riguardano e coinvolgono migliaia di famiglie romane. Se a ciò aggiungiamo le scelte politiche sbagliate fatte sui nidi in convenzione e sul Terzo settore, nonché l’incertezza che regna sul destino di Multiservizi, il numero di famiglie romane il cui posto di lavoro è a rischio sale vertiginosamente. La Sindaca si dia una svegliata e chieda di aprire un tavolo di confronto. Difenda Roma, la sua economia e i suoi lavoratori. Siamo al vuoto politico. Una città intera attende che un gruppo di adolescenti in autogestione si assuma la responsabilità politica di guidare e amministrare una Capitale”. Così in una nota Marco Palumbo, consigliere dem di Roma Capitale.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »