Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 25

Archive for 6 novembre 2021

Teatro: Voltati, parlami di Alberto Moravia

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Roma dal 9 – 21 novembre TeatroBasilica Piazza Porta S. Giovanni, 10. Debutterà in prima nazionale lo spettacolo VOLTATI, PARLAMI di Alberto Moravia, interpretato da Lucia Lavia che fa anche il suo esordio alla regia. Lo spettacolo è prodotto dal Gruppo della Creta. Pubblicato per la prima volta nel 1984 “Voltati Parlami” di Alberto Moravia si ispira al dramma in un atto di Eugene O’Neill intitolato “Prima di colazione”. Moravia ne ricava però il soggetto da un suo precedente racconto intitolato “La vergine e la droga”. L’autore, durante un’intervista, definì il suo monologo come “un soliloquio di una snervante Pariolina con accanto il compagno, un poetucolo Italo-americano di Los Angeles”. Ma in realtà ciò che Moravia racconta, con la sua scrittura asciutta e tagliente, è ben più profondo. “Voltati parlami” è un “A solo” che ti spezza il cuore. Una storia di solitudine. Uno squarcio inclemente e feroce su due esseri umani che si presentano allo spettatore l’uno muto e inerte, l’altra logorroica e propulsiva. Entrambi alla deriva, entrambi accomunati dalla medesima straziante e sofferta incapacità di aprirsi all’altro, al mondo circostante, alla vita. Di aprirsi persino a sé stessi. Condannati “ad una chiusura spasmodica, un rifiuto precostituito, un gelo irrimediabile” come dirà la nostra Alice in questa pièce, unica detentrice delle parole di Moravia. Questo pezzo breve racconta l’impossibilità costante di essere accolti dall’altro, proprio per l’incapacità di accogliere l’altro, pur bramando più di qualsiasi cosa, disperatamente, incondizionatamente, un “briciolo” di amore. “…un po’ d’amore. Una volta ogni trenta giorni.” Sin dalla prima lettura di questo testo sentii l’urgenza di raccontare allo spettatore il personaggio di Alice – o per meglio dire – tutto ciò che ella racconta in sé. Il suo mondo emotivo, distorto e labile, fatto di vuoti e desolazioni. Ho deciso di portare in scena, come mio primo lavoro, questo testo per la ragione che esso racchiude tutto ciò che mi interessa profondamente indagare e raccontare come attrice. La dipendenza affettiva e tutto ciò che ne consegue: la solitudine come forma di malattia, l’incapacità di amare, la paura di essere visti, di essere invasi, di essere accolti e di accogliere. Ciò che mi preme è dare voce a quelle anime sofferenti che per sopravvivere al loro dolore si sono costruite un mondo emotivo fatto di regole rigidissime, di ordine e di imposizioni, ma talmente fragile e precario che basterebbe un soffio per farlo crollare. Correndo il rischio di rimanerne schiacciati. In questo piccolo universo, tanto simile a una cristalleria gracile e strampalata, non c’è spazio per nessuno. All’infuori di quell’enorme cosa che ingombra più di tutte: l’assenza. Orario spettacoli dal mercoledì al sabato ore 21.00 – domenica ore 17.45 Biglietti 15€ un capitolo dello spettacolo – 20€ due capitoli – 30€ tre capitoli – 40€ spettacolo intero (cinque capitoli) https://www.facebook.com/TeatroBasilica

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Spettacolo “Il bunker”

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Roma. dall’11 al 28 novembre Teatro Spazio 18b via Rosa Raimondi Garibaldi 18B spettacolo scritto da Massimo Roberto Beato e Federico Malvaldi e diretto da Jacopo Bezzi, con Dora Macripò e Marco Bucci. Una storia che tratta, celato sotto un clima distopico post apocalittico, il tema dell’incapacità di relazionarsi nel mondo contemporaneo da parte delle nuove generazioni. La protagonista femminile, Adele, si nasconde e si chiude in un “bunker” con il fratello Sasha di 8 anni dopo che il mondo sembra vittima di una pioggia nucleare mortale. In pieno stile romanzo di formazione, seguendo l’evoluzione del personaggio maschile di Salvatore, detto Sasha, ormai diciottenne, il pubblico seguirà un percorso di crescita, di sviluppo del ragazzo, soprattutto nel conflitto con la sorella. La vicenda prende il via da una pioggia mortale che sta affliggendo il mondo e dalle peripezie di due ragazzi cresciuti in un bunker. Dieci anni di auto prigionia per sfuggire alla morte. Adele e Sasha sono nascosti da quando avevano rispettivamente sedici e otto anni. È lei a essersi presa cura del fratello piccolo, è lei che ha pensato alle faccende quotidiane, a istruirlo, a mantenere viva la sua fantasia di bambino, prima, e di adolescente, poi. Ma le cose non sono mai davvero come sembrano. Piccole domande melliflue iniziano a insediarsi nella mente di Sasha. Come mai le scorte della dispensa non finiscono mai? Di chi è quella voce che proviene dalla vecchia radio che ha alimentato le loro speranze, per dieci anni, di avere un contatto con l’esterno? Là fuori, è davvero la fine del mondo? E la pioggia? La situazione comincia a farsi sempre più enigmatica. Per Adele è sempre più difficile stare al passo con la curiosità e le pulsioni da giovane adulto di Sasha. Il ragazzo vuole uscire fuori, scoprire il mondo che c’è oltre quella porta che per dieci anni lo ha tenuto al sicuro da qualcosa che, forse, nemmeno esiste.Ad arricchire lo spettacolo, l’esperienza del SILENTTHEATRE©– Per un teatro visuale, immersivo, sonoro, un format di Massimo Roberto Beato, Elisa Rocca e Jacopo Bezzi. Una nuova forma di teatro immersivo, una nuova esperienza per gli spettatori, i quali potranno immergersi, indossando delle speciali cuffie, in una straordinaria drammaturgia sonora composta di musiche, dialoghi segreti ed effetti audio binaurali. La partitura sonora sarà parte integrante della vicenda performata nello spazio scenico dagli attori la cui azione fisica e verbale, darà vita a un racconto visuale che integrandosi col racconto sonoro trasmesso dalle cuffie renderà l’esperienza per lo spettatore totalmente immersiva e unica. Dal giovedì al sabato ore 20.30, domenica ore 18.00 biglietto unico EURO 18,00 (inclusa tessera associativa) Durata dello spettacolo: 1h e 20 minuti.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Battiti: rassegna internazionale di circo – teatro

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Roma Dal 12 novembre al 5 dicembre via Camilla, 44 (giovedì – venerdì e sabato alle 21,00 – domenica alle 11,00 e alle 18,00 Biglietto per singolo spettacolo € 13,00 Piccoli Battiti: adulti 10€ – bambini 8€) la rassegna accoglierà spettacoli di compagnie, italiane ed estere, che utilizzano tecniche circensi differenti, raccontando una nuova realtà scenica contemporanea. Anche quest’anno, alla rassegna si affiancherà una mostra fotografica curata da Alessandro Trapani e dedicata alla creazione dello spettacolo “Spaghetti” della Compagnia Materiaviva. Fiore all’occhiello è poi la sezione Piccoli Battiti, in cui vengono proposti spettacoli di circo teatro dedicati ai più piccoli. Sempre grande spazio è dedicato, inoltre, all’attività di formazione, con workshop di acrobatica aerea, yoga, tap, danza verticale e corda molle. Il 12 novembre (ore 21) apre la rassegna il C.A.B.A.R.È. Calderone Artistico Burlesco Anarchico Rigorosamente Eclettico, uno spettacolo di arte varia, sempre in divenire e con una buona dose di imprevedibilità, condito da artisti di stagione, rigorosamente biologici e a kilometro zero. Sabato 13 novembre (ore 21) il Duo Sulla Falsa Riga presenta LA VIDA ROSA: una corda verticale, una piscina appena abbozzata e un bicchiere con del liquido verde. Segue, domenica 14 novembre (ore 18), LA FORZA DI ARIANNA, performance di teatro d’ombre per “far luce” sul mito di Arianna, di e con Silvio Gioia
con la consulenza della prof.ssa Francesca Lisi. Apre il secondo fine settimana di programmazione, venerdì 19 novembre (ore 21), ABATTOIR BLUES, l’ultimo spettacolo della Trilogia dell’Abbondanza. Seguono: Sabato 20 (ore 21) e domenica 21 (ore 11) è la volta di “Jamais en retraite”, spettacolo che affronta con umorismo e tenerezza la questione della vecchiaia nella nostra società, attraverso una bici acrobatica e una corda molle.Sempre domenica 21 novembre (ore 18) appuntamento con AREA 52, ideato da Emanuele Belmonte, un serissimo, fantascientifico gioco che porta gli spettatori in un universo popolato da alieni verdi e navicelle spaziali di carta argentata. EVANESCENTE NORMA di e con Eva Lunardi, una riflessione sul senso di colpa imposto su come la società e i media dettano i parametri del modello di donna e uomo perfetti e la conseguente ribellione a tutto questo, abiterà la scena venerdì 26 novembre (ore 21); mentre ZONA FRANCA di e con Federica Mafucci, un luogo dove lo spettatore viene trasportato all’interno di un mondo libero e fantasioso, ma con la profondità di una vita difficile e incerta, attraverso uno spettacolo comico che unisce prosa, musica e teatro fisico, sabato 27 novembre ( ore 21).Domenica 28 novembre ( ore 11 e 18) spazio a RAGAZZA CONFUSA, di e con Michela Samaki Pesce, un viaggio delirante in cui il caos trova un suo ordine tra uno swing, uno step ed uno shuffle! Chiude la rassegna, dal 2 al 5 dicembre ( ore 21-domenica ore 18), SPAGHETTI con la regia di Roberta Castelluzzo, uno spettacolo in cui il linguaggio del circo teatro, così fortemente evocativo e sanguigno, sarà accompagnato da parti di racconto orale, in un continuo viaggio tra emozioni diverse, tra piani differenti e differenti punti di vista. La sezione Piccoli Battiti è dedicata ai bambini e alle loro famiglie con spettacoli che, attraverso le tecniche di circo, entusiasmino i bimbi e gli raccontino loro un mondo teatrale dinamico e gioioso. Tutte le mattine alle ore 11:00 il Teatro Furio Camillo offre, durante tutto l’anno, una programmazione di spettacoli per bambini. Nel mese della rassegna Battiti, la proposta si fa ancora più ricca e con ospiti straordinari provenienti dall’Italia e dall’estero. Domenica 14 novembre si parte con BANDITA di e con Silvio Gioia, spettacolo di teatro d’ombre. Infine, domenica 28 novembre, RAGAZZA CONFUSA di e con Michela Samaki Pesce, un viaggio delirante in cui il caos trova un suo ordine tra uno swing, uno step ed uno shuffle, e domenica 5 dicembre GHIRIGORO della cCompagnia Endaxi, un minuscolo circo fatto di soli 2 artisti: ScannaMago, clown dalla molteplici doti di acrobata, prestigiatore e giocoliere, presenta uno spettacolo ricco di musica, magie e fantasia, e Tipota, la sua fida “collaboratrice clown”.www.teatrofuriocamillo.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Premio Eccellenze d’Impresa

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Milano. Mercoledì 10 novembre alle ore 17 a Palazzo Mezzanotte sede di Borsa Italiana, verranno assegnati i riconoscimenti dell’ottava edizione del Premio Eccellenze d’Impresa, l’iniziativa promossa da GEA-Consulenti di Direzione, dalla rivista di management Harvard Business Review Italia e dalla società di gestione del risparmio Arca Fondi SGR, con il patrocinio di Borsa Italiana.Quattro le categorie premiate, per cui si sono candidate spontaneamente 150 aziende: Innovazione e Tecnologia, Sostenibilità, Internazionalizzazione e Rising Star (PMI innovative ad alto potenziale). La giornata prevede, dopo l’apertura dei lavori da parte di Enrico Sassoon, direttore di Harvard Business Review Italia e presidente di Eccellenze d’Impresa, la relazione del rettore dell’Università Bocconi, Gianmario Verona.Il presidente di GEA, Luigi Consiglio, premierà i vincitori insieme ad Ugo Loeser, amministratore delegato di Arca Fondi SGR, che animerà insieme ai vincitori delle quattro categorie la tavola rotonda “Strumenti finanziari, normativi e fiscali per consolidare la competitività delle imprese italiane. La Giuria del premio, composta da Gabriele Galateri, presidente di Assicurazioni Generali, Patrizia Greco, presidente di Banca Monte dei Paschi di Siena, Luisa Todini, presidente e partner Green Arrow Capital SGR, Marco Fortis, vicepresidente Fondazione Edison e Raffaele Jerusalmi, amministratore delegato di Borsa Italiana, selezionerà tra i primi classificati nelle quattro categorie il Vincitore Assoluto dell’Edizione 2021.I finalisti del Premio sono: categoria Innovazione e Tecnologia: Elettronica Group, Nexi, Zucchetti; categoria Sostenibilità: De Nora, Iren e Olon; categoria Internazionalizzazione: Antares Vision, Casappa, Mutti; categoria Rising Star: Directa Plus, Mipu e Wiit.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comgest: Utili globali in crescita nel 2021-22

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Commento di Laure Négiar, Gestore del fondo Comgest Growth World di Comgest. La strategia azionaria globale di Comgest compie 30 anni: lanciata nel 1991, ha generato un rendimento netto annualizzato del 10%. Dal lancio il mercato azionario globale si è modificato ed evoluto notevolmente: basti pensare all’impatto della digitalizzazione su alcuni settori come quello dei consumi. Ma alcune posizioni del fondo sono rimaste invariate, come Luxottica, che continua a mostrare una crescita sostenibile degli utili nel lungo termine. Guardando oggi al mercato azionario globale dopo aver registrato solidi guadagni a luglio e ad agosto, i mercati mondiali hanno assistito a un parziale calo a settembre in seguito ai timori di un rialzo dei tassi, alle pressioni inflazionistiche, alle interruzioni degli approvvigionamenti e al peggioramento dello scenario economico e normativo in Cina, che hanno rappresentato le principali fonti di preoccupazione. Se le stime di consenso sono esatte, gli utili globali dovrebbero aumentare di oltre il 40% nel 2021, con il settore energetico in testa grazie a una crescita degli utili superiore all’800%*. Poiché tutti questi punti sono ormai ben compresi, la nostra attenzione si sposta al 2022. Riteniamo che la posta in gioco sia alta, con un aumento stimato di circa l’8%* degli utili globali, che si traduce in un tasso di crescita annuo composto di poco superiore al 10% rispetto al 2019. Se le stime saranno confermate, ci troveremo a un livello molto superiore al tasso di crescita degli utili a lungo termine che storicamente si è sempre mantenuto tra il 5 e il 9%. Hoya, Alphabet e Housing Development Finance Corporation (HDFC) sono stati tra i titoli che hanno fornito il principale contributo alla performance del terzo trimestre. Hoya, il leader mondiale nei substrati per fotomaschere per il settore dei semiconduttori e nei substrati di vetro per le applicazioni dei centri dati, ha registrato solidi risultati trimestrali con un aumento delle vendite del 39% e un utile operativo del 54% su base annua, entrambi in valuta costante. I profitti di Hoya sono cresciuti anche rispetto al 2019 a un tasso annuo composto di poco superiore al 10%. La società, inoltre, ha reso noti un numero sempre maggiore di dati ambientali e ha creato un comitato ESG che riferisce direttamente al CEO. Anche Alphabet ha registrato ottimi risultati trimestrali, con ricavi pubblicitari in crescita del 64% su base annua e ricavi dall’attività di cloud in aumento del 54% a/a. I risultati di HDFC hanno sorpreso al rialzo, soprattutto nel contesto della violenta ondata di Covid-19 che ha colpito l’India in primavera.Per quanto riguarda la Cina, in Comgest, abbiamo sempre applicato un tasso di sconto più alto di quello che gli indicatori economici giustificherebbero, perché ne apprezziamo la complessità. Seguiamo inoltre da vicino le notizie locali e le questioni sociali. Date le dimensioni, la crescita e la vitalità dell’economia cinese, le azioni del paese continuano a premiare gli investitori che sono in grado di gestire bene il suo mix unico di rischi.L’accurata selezione di società da noi detenute continua a godere di prospettive interessanti, anche nel caso di aziende che hanno subito l’impatto dei recenti ostacoli a livello politico e macroeconomico. La penetrazione dell’e-commerce continuerà ad aumentare e Alibaba resta l’immenso centro commerciale della Cina. I videogiochi continueranno ad essere il più importante format mediatico dopo la TV: sia NetEase sia Tencent producono giochi di alta qualità, ammessi dal regolatore. La diminuzione del prezzo del mattone favorisce i fabbricanti di mobili come Suofeiya, dato che le persone utilizzano il denaro risparmiato sull’alloggio per comprare i mobili per arredarlo. Confermiamo il nostro entusiasmo per le nuove idee nei settori sanitario, del software, delle energie rinnovabili e dell’industria avanzata. Le idee di investimento provengono prevalentemente dalle A share, dato che la visibilità e la qualità di queste società continua a migliorare. La recente ondata di sell-off da panico potrebbe presentare opportunità di acquisto. Sul fronte ESG crediamo che un approccio responsabile alle questioni ambientali, sociali e di governance abbia un impatto positivo sulla crescita sostenibile a lungo termine di un’azienda, e, soprattutto, fare engagement. Quest’anno abbiamo intrapreso delle azioni d’engagement importati su diverse società. Un esempio è Hoya, il leader mondiale nei substrati per fotomaschere per il settore dei semiconduttori e nei substrati di vetro per le applicazioni dei datacenter. Dato che la sua produzione ha un forte impatto ambientale, abbiamo chiesto loro maggior trasparenza nelle relazioni sulle emissioni e di aumentare l’impegno per ridurre l’impatto ambientale nella loro produzione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaz aderisce al Global Compact delle Nazioni Unite

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

C’è anche Inaz, società specializzata in software e servizi dedicati al settore HR, fra le aziende che aderiscono al Global Compact delle Nazioni Unite, la più grande iniziativa mondiale sulla responsabilità sociale e ambientale delle imprese con oltre 12mila aziende firmatarie in 160 Paesi del mondo. Aderire al Global Compact significa impegnarsi concretamente per sviluppare, implementare e divulgare pratiche per la sostenibilità del business con particolare attenzione a quattro ambiti: diritti umani, lavoro, ambiente e lotta alla corruzione. Aderire al Global Compact delle Nazioni Unite comporta per le aziende un percorso di autovalutazione e la concreta assunzione di misure e pratiche, in ogni aspetto del business, che permettano di ottemperare ai principi dettati dall’ONU. Misure che devono essere verificate e rendicontate ogni anno. «Per Inaz l’adesione al Global Compact rappresenta il naturale compimento e la valorizzazione di una serie di scelte compiute negli anni – precisa Linda Gilli –. Sul fronte della sostenibilità ambientale abbiamo messo in campo iniziative per favorire la riduzione della plastica in azienda, il risparmio idrico, la cura del verde. La nostra governance mette al centro il benessere delle persone e promuove il wellbeing, la conciliazione famiglia-lavoro, l’inclusione, la formazione e lo sviluppo dei talenti. Abbiamo lavorato negli anni per costruire una forte cultura aziendale improntata al rispetto delle persone e dei valori e adottato standard e modelli organizzativi, come il Mod. 231 per la prevenzione della corruzione, che è uno dei fattori che ci ha permesso di ottenere nel rating di legalità dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Si tratta di un percorso in continuo divenire e la nostra volontà è quella di migliorarci costantemente: far parte di un network globale non potrà che darci un’ulteriore spinta in questo senso». Inaz Srl è una delle più importanti realtà italiane nella produzione software ed erogazione servizi per l’amministrazione e la gestione delle risorse umane. Fondata nel 1948, è un’azienda familiare oggi guidata da Linda Gilli, Cavaliere del Lavoro. Con una rete commerciale presente in tutta Italia, Inaz offre soluzioni digitali innovative a migliaia di clienti fra aziende, pubblica amministrazione, studi professionali, consulenti del lavoro e associazioni di categoria. Inaz, con il suo Centro Studi e l’Osservatorio Imprese Lavoro, è anche punto di riferimento per imprese e professionisti in tema di aggiornamento, consulenza e formazione. La sede centrale è in Viale Monza 268 a Milano. http://www.inaz.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Gli investitori guardano già oltre la COP26

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Commento a cura di Stephanie Maier, Global Head of Sustainable and Impact Investment di GAM Investments. L’attesissimo vertice COP26 è stato visto come un’opportunità cruciale per i policymaker di definire dei piani chiari per abbassare le emissioni globali e raggiungere gli obiettivi di zero emissioni entro il 2050. Mentre il mondo attende sviluppi politici concreti, la lotta globale contro il cambiamento climatico continua a guadagnare slancio e la struttura finanziaria di un’economia nuova e sostenibile sta emergendo. Il cambiamento climatico rappresenta un rischio sistemico significativo per il nostro pianeta e per l’intero ecosistema finanziario. È quindi vitale che le opportunità presentate dalla 26esima Conferenza delle parti dell’ONU sui cambiamenti climatici (COP26) a Glasgow siano colte sia dalla classe politica sia dal settore finanziario, al fine di produrre un cambiamento significativo. I progressi nei mesi precedenti alla COP26 sono stati promettenti, ma solo gli accordi ratificati a livello globale sui sacrifici per limitare il cambiamento climatico porteranno a sviluppi tangibili. In pratica, questo significherà fissare obiettivi di emissioni zero a livello nazionale e settoriale, e porre l’accento su una svolta green della finanza accanto al finanziamento di iniziative verdi, con gli investitori che incoraggiano le aziende a cui sono esposti a fornire indicazioni dettagliate su come intendono ridurre le proprie emissioni.La COP26 è fondamentale perché segna il momento in cui i piani originali di riduzione delle emissioni stabiliti da ogni paese nel 2015 vengono rivisti al rialzo a un livello per il quale il riscaldamento globale venga effettivamente mantenuto a due gradi Celsius o inferiore. Abbiamo visto un forte dinamismo nei preparativi per il vertice. La Cina ha annunciato un divieto storico sul finanziamento delle centrali a carbone all’estero, mentre il presidente americano Joe Biden ha promesso di raddoppiare la cifra che gli Stati Uniti spenderanno per combattere il cambiamento climatico. Nei mercati dei capitali, i gestori patrimoniali che amministrano quasi la metà degli asset globali, tra cui GAM, hanno firmato l’iniziativa Net Zero Asset Managers, impegnandosi a diventare investitori net zero entro il 2050.È vitale, a nostro avviso, che i policymaker rispondano a questo chiaro segnale dei mercati con forti politiche applicabili a livello internazionale che stimolino ulteriori ambizioni, e soprattutto l’implementazione, di tali ambizioni. Il Regno Unito ha pubblicato due importanti documenti in ottobre – la Strategia Net Zero e la sua Roadmap per l’investimento sostenibile. Questi rapporti di per sé non sono sufficienti per metterci sulla strada delle emissioni zero entro il 2050; tuttavia, forniscono un’ulteriore indicazione della direzione da seguire. Senza dubbio è necessario fare di più per permetterci di andare oltre e in maniera più spedita, ma abbiamo basi più solide su cui costruire rispetto al passato. Crediamo che i piani debbano anche favorire una “giusta transizione”, che prenda in considerazione le nazioni più povere i cui bisogni sono stati storicamente messi da parte a vantaggio dei pesi massimi dell’economia globale.È incoraggiante che gli investitori stiano iniziando a vedere i tasselli fondamentali dell’infrastruttura finanziaria post-COP26 andare al proprio posto. Gli investitori coinvolti in Climate Action 100+ – un’iniziativa guidata dagli investitori per garantire che le più grandi aziende responsabili delle emissioni di gas serra del mondo intraprendano le azioni necessarie per il cambiamento climatico – hanno condiviso le aspettative su come si presenteranno i settori alimentari, dell’acciaio e dell’energia a impatto zero. Da gennaio, la Transition Pathway Initiative (TPI) – un’iniziativa globale guidata dagli investitori che valuta la preparazione delle aziende per la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio – si è strutturata per fornire gratuitamente dati climatici affidabili su oltre 10.000 grandi aziende, così come sugli emittenti di debito sovrano e corporate.Questi sviluppi delineeranno i contorni della nuova economia. È probabile che assisteremo a un ulteriore sostegno per l’informativa obbligatoria sul rischio climatico, in linea con la Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD). Il mondo nutre grandi speranze per la COP26, e noi seguiremo da vicino i negoziati per vedere come accelereranno la transizione già in corso.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Evergrande: rischio idiosincratico o sistematico?

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

A cura di Mario Amabile, Investment Specialist di Pictet Asset Management. La recente stretta normativa da parte delle autorità cinesi su telecomunicazioni, istruzione e settore immobiliare ha innescato una fase di forte vendite sui mercati finanziari cinesi, in particolare tra le attività più rischiose. Le dimensioni complessive dell’intervento governativo e il suo impatto sulle prospettive di crescita dei settori menzionati sono ancora difficili da prevedere, ma pare chiaro che l’aumento del controllo normativo abbia a che fare con l’intenzione delle autorità cinesi di raggiungere l’obiettivo di lungo termine di trasformarsi in una “economia socialista moderna”. Dopo 30 anni di riforme economiche, infatti, la Cina è ora entrata in una nuova fase di sviluppo che enfatizza la “prosperità comune” (la fase precedente potrebbe essere definita come “prima di tutto lasciare che la popolazione si arricchisca” e ha portato all’eliminazione pressoché totale della povertà).Il recente cambio di direzione non implica una repressione delle imprese private, considerate parte integrante dell’economia, ma indica che le autorità cercheranno di trovare un migliore equilibrio tra crescita e uguaglianza. In tal senso, le istituzioni cinesi potrebbero aver osservato le loro controparti sviluppate e capito che affidarsi esclusivamente a sistemi convenzionali come la tassazione per affrontare la disuguaglianza sociale non è sufficiente. Hanno deciso, invece, di imporre rigide micropolitiche per indurre le aziende ad assumersi responsabilità sociali. Una scelta che potrebbe rivelarsi controproducente nel breve termine ma dovrebbe portare sicuri benefici a lungo termine. Internamente, la Cina si trova a dover fare i conti con il basso tasso di natalità e l’invecchiamento della popolazione, mentre le tensioni con gli Stati Uniti e alcuni altri Paesi sviluppati continuano a rappresentare problemi esterni strutturali. Di fronte a queste sfide, le autorità hanno compreso che la via da percorrere consiste nel migliorare i mezzi di sussistenza e il benessere della popolazione in modo tale che la struttura demografica migliori e la stabilità sociale venga mantenuta. Da questa impostazione di fondo deriva la decisione di regolamentare settori chiave per il benessere della massa di persone, come telecomunicazioni, istruzione e settore immobiliare. Oltre a ciò, le autorità introdurranno sempre più politiche volte a sostenere le tecnologie verdi, motivo per cui gli investitori dovrebbero sviluppare un quadro ESG applicabile in modo specifico alla Cina.Uno dei potenziali effetti positivi del contesto attuale è che, visto l’impatto negativo che la stretta normativa ha avuto sul sentiment degli investitori e, almeno nel breve termine, sulla crescita, ci sono oggi meno probabilità di un inasprimento aggressivo delle politiche economiche.Al contrario, le autorità hanno preparato le misure per contrastare il vento economico contrario nel caso in cui la crescita dovesse ulteriormente deteriorarsi in modo significativo. Con l’accelerazione nell’emissione di titoli dei governi locali, la spesa fiscale dovrebbe sostenere gli investimenti infrastrutturali nei prossimi trimestri. Nel frattempo, la politica monetaria rimarrà accomodante e utilizzerà anzi più strumenti per sostenere l’economia reale (sono stati già tagliati i tassi di riserva obbligatoria, RRR).La regolamentazione introdotta, inoltre, porterà alla riduzione della leva finanziaria in alcuni settori, il che nel lungo periodo avrà l’effetto di migliorare i fondamentali di credito delle aziende che ne fanno parte.Sul fronte azionario, invece, le difficoltà per i titoli cinesi quotati all’estero potrebbero portare a un maggiore sostegno agli investimenti diretti nella Cina onshore, ad esempio tramite la continua apertura del settore bancario/assicurativo o con la quotazione delle aziende tech sui listini domestici o di Hong Kong. Infine, come nota di colore politico, il controllo sulle aziende cresciute “in misura eccessiva” a beneficio dell’intera popolazione e in favore di una maggiore uguaglianza non fa altro che incrementare la popolarità del Partito Comunista Cinese, aumentando la stabilità sociale e politica del Paese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La crescita rallenta ma le azioni continuano a sovraperformare

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

A cura di Richard Flax, Chief Investment Officer Moneyfarm. Di recente abbiamo notato indicatori che mostrano un rallentamento della spinta economica in molte aree chiave. Le azioni, tuttavia, continuano a performare in senso positivo. Come si spiega? Partiamo dalla teoria. È possibile mettere in relazione crescita economica e rendimenti azionari? Le evidenze sono contrastanti soprattutto nel breve e nel medio termine. Un’ampia letteratura sostiene che la correlazione sia piuttosto scarsa. Il primo punto da menzionare riguarda le valutazioni: se la crescita è forte, ma le valutazioni sono elevate, ciò potrebbe suggerire il fatto che le azioni prezzino già tale crescita. Una relazione più interessante potrebbe esserci tra la crescita economica e gli utili aziendali. Anche questa relazione non è, tuttavia, così chiara. In termini di dati storici, è notevole il caso della Cina, dove una crescita molto forte del PIL reale non si è sempre tradotta in una migliore redditività aziendale.Aggiungiamo che la crescita del PIL reale potrebbe non essere la metrica più importante per gli investitori azionari. Dopotutto, gli investitori sono interessati ai rendimenti nominali. Tutto considerato, ci sembra di poter dire che la crescita economica a breve termine potrebbe non essere il driver più importante per i rendimenti azionari. L’attuale contesto di crescita sembra un po’ più debole di quanto ci saremmo aspettati alcuni mesi fa. Ecco alcuni grafici per illustrare il punto. Il primo mostra le previsioni per il PIL degli Stati Uniti per il 2021 e suggerisce che le previsioni sono positive ma sono state riviste al ribasso durante il secondo semestre. Niente di drammatico, ma la direzione del trend (un rallentamento della forte ripresa recente) sembra abbastanza chiara. Lasciando in pace i cinici per un momento, sembra chiaro che le aziende statunitensi quotate abbiano continuato a fare bene nel terzo trimestre. Ma forse questo non coglie appieno l’intera portata delle sfide – catena di approvvigionamento, inflazione – che si stagliano all’orizzonte. Guardando i dati forniti da Reuters, possiamo vedere che, per le società che hanno segnalato finora, in media le aspettative per il prossimo trimestre sono diminuite solo marginalmente (di meno dell’1%). Questi cambi nelle aspettative sono probabilmente la conseguenza dei segnali che le aziende mandano agli analisti per indicare un trend di rallentamento. Sfortunatamente, non disponiamo di dati esaustivi per stabilire con certezza se si tratti di una tendenza fisiologica dopo mesi di forte espansione o del sintomo di un rallentamento più strutturale dell’economia. Ma si tratta di un altro indizio da considerare nell’ambito delle nostre valutazioni sui mercati e dell’economia nei prossimi mesi. (abstract) http://www.moneyfarm.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

XIII Congresso Straordinario degli Attuari

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Roma 10, 11 e 12 novembre prossimi all’Hotel Marriott Park di via Colonello Tommaso Masala 54 XIII Congresso Straordinario degli Attuari. In programma interventi, dibattiti e sessioni dedicate sulle nuove frontiere della professione attuariale, il ruolo dell’attuario nella governance dei settori assicurativo-finanziari e nel welfare, l’enterprise risk management e le opportunità nelle aziende non finanziarie, gli eventi naturali, i rischi ESG e il cambiamento climatico. Dal Congresso di Roma verrà disegnata l’evoluzione di una figura professionale sempre più importante che dovrà anche essere protagonista del nuovo sviluppo economico post pandemico che porterà inevitabilmente cambiamenti sostanziali nella vita sociale, così come nell’economia.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Events In & Out festeggia in grande stile i 18 anni di attività

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Nell’occasione dei suoi 18 anni, Events In & Out, l’event agency fondata da Annamaria Ruffini CIS, CITP, CMP nell’ottobre 2003 e da lei diretta, ha chiamato a raccolta i collaboratori di ieri e oggi per una grande cena presso la terrazza Mirabel dell’Hotel Splendide Royal di Roma, una delle location più eleganti della capitale, elegante come il posizionamento dell’agenzia, che si rivolge a grandi aziende per i loro eventi di prestigio.Gli invitati erano selezionatissimi e rappresentativi delle tappe di Events In & Out, che ai suoi esordi si distinse per una crescita rapidissima: già a meno di un anno dalla fondazione, nel 2004, organizzò sia la convention mondiale di Olivetti sia Awakening Journey, lo storico incontro del Dalai Lama a Roma con le comunità religiose americane. Un inizio poderoso, in se stesso segnale del grande futuro che a fine 2021, dopo quasi due anni di una pandemia rivelatasi esiziale per il comparto turismo ed eventi, le garantisce un parco clienti eccezionale: Gruppo Generali, Allianz, Assimoco e Ing Bank sono solo alcuni dei nomi di rilievo.Events In & Out è pluripremiata: ha ricevuto l’Italia For Events Award nel 2008 come miglior event agency italiana, per due anni consecutivi (2010 e 2011) il premio Turismo Responsabile Italiano e nel 2015 il Global Award del World Travel Market (Londra). Annamaria Ruffini si fregia inoltre del SITE Master Motivator Award conferitole nel 2011 da SITE (Society for Incentive Travel Excellence).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Conclusa la vendita del Security business di Fedrigoni a Portals

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Portals, azienda del Regno Unito tra i principali fornitori al mondo di banconote e carta di sicurezza, e Fedrigoni, gruppo globale leader nella produzione di carte speciali per packaging, grafica ed etichette autoadesive, annunciano di avere concluso le operazioni di cessione del Security business Fedrigoni di Bollate a Portals.In base a un accordo separato, Portals ha anche un’opzione – che potrà essere esercitata da ciascuna delle parti entro la fine del 2021 – per l’eventuale acquisto di alcuni asset e macchinari legati alla carta per banconote e per passaporti della divisione sicurezza di Fabriano (AN). Il Security business comprende un ampio portafoglio di elementi di sicurezza per applicazioni su banconote e altri documenti di sicurezza, nonché l’impianto di produzione di Bollate (MI). Tutte le attività di Bollate sono già state conferite con successo a Fase srl, la NewCo costituita per finalizzare la vendita del ramo d’azienda a Portals. In essa sono confluiti un centinaio di dipendenti – tra persone dello stabilimento, team commerciale e figure di staff a supporto – e tutti i contratti legati al Security business, garantendo piena continuità per clienti e fornitori.Per quanto riguarda invece Fabriano, qualora venga esercitata l’opzione separata, saranno ceduti direttamente a Portals solo i macchinari specifici per la produzione delle carte di sicurezza e parte dell’attrezzatura. Tutte le persone, lo stabilimento e alcuni asset di particolare pregio, come la macchina in tondo, rimarranno in Fedrigoni per potenziare il business dell’Art&Drawing, cioè carte artistiche e carte pregiate per la stampa, già in grande crescita e destinato a un ulteriore potenziamento. Come sottolineato più volte, non vi sarà dunque alcuna ricaduta negativa sull’occupazione.Dall’acquisizione da parte della società di private equity Epiris, nel 2018, Portals ha investito molto nel potenziamento delle sue attività di produzione di carta di sicurezza. A seguito dell’acquisizione di Bollate, il Gruppo potrà potenziare ulteriormente la propria offerta integrata di carta, fili di sicurezza e foils, accelerando in modo significativo gli investimenti in una strategia complessiva di innovazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: L’insegnamento fa insorgere patologie mentali, fisiche e comportamenti

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Oggi più che mai il “lavoro educativo” è un “ambito professionale particolarmente esposto a condizioni stressogene”, soprattutto tra i più docenti più giovani e caratterialmente fragili o emotivi. In questo senso, scrive la stampa specializzata, è da considerare positiva la notizia dell’inserimento, da parte del governo, della categoria degli insegnanti di scuola primaria tra coloro che svolgono un lavoro usurante. Ancora di più perché l’insegnamento, come accertato in diversi studi svolti all’estero, ma anche uno studio pubblicato da Orizzonte Scuola e realizzato da Arianna Ditta, psicologa e psicoterapeuta , è considerato tra le professioni più predisposte allo sviluppo di problemi di salute mentale (ansia, depressione, rabbia, etc.), malattie fisiche (mal di testa, ulcera, reattività cardiovascolare, etc.), o sintomi comportamentali (assenza per malattia, minore impegno, assenteismo, etc.).Diverse ricerche, nel corso degli anni, hanno rilevato il rischio per i docenti di sviluppare, nel corso della loro carriera, la sindrome di burnout: “Un insegnante che presenta alti livelli di esaurimento emotivo e depersonalizzazione sarà anche meno capace di controllare le emozioni, adottando con molta probabilità stili comportamentali incentrati sulla passività, e strategie di coping disfunzionali”. Lo studio ha, infine, evidenziato che un’efficace gestione dello stress e la prevalenza di stili di coping positivi, permettono al docente di sperimentare un benessere globale, rispetto alle diverse dimensioni della sua vita, proteggendolo dal burnout.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Referente scolastico Covid19 e nuove responsabilità

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Nel Rapporto ISS COVID-19 – nr. 58/2020 relativo all’emergenza pandemica, in tutte le scuole italiane è stata prevista la nuova figura del Referente scolastico COVID-19 cioè una figura (Ds o docenti) formata nella gestione dei casi di positività a scuola e dei conseguenti contatti stretti. E’ noto che il Referente scolastico COVID-19 è impegnato nella gestione della prevenzione dell’epidemia all’interno della scuola, dei casi eventualmente verificatesi all’interno dei locali scolastici, nell’informazione, tracciabilità e relazione con i responsabili del Dipartimento di Prevenzione territoriali. Nelle proprie mansioni delegate dal dirigente scolastico, il Referente scolastico Covid 19 si fa carico tutti i giorni (weekend compreso) del monitoraggio e della verifica dei protocolli interni, della segnalazione dei casi con sintomatologia, dell’attività di informazione/formazione al personale e alle famiglie, della ricezione di segnalazioni di soggetti contatti stretti di un caso di Covid positivo ed, in ultimo, della verifica del possesso del green pass sulla piattaforma interministeriale da parte del personale scolastico. Ci riteniamo privilegiati poiché, in questa emergenza pandemica, siamo stati e siamo ancora impegnati sul fronte della battaglia al Covid19, ma non possiamo non denunciare che né lo Stato né le OO.SS. hanno ritenuto di dare una meritata attenzione a questa figura senza la quale non si sarebbe potuto arginare la diffusione del covid nelle scuole italiane. Apprendiamo da notizie di stampa che nella bozza del protocollo è previsto che, se il Dipartimento di prevenzione non interviene tempestivamente, il dirigente scolastico insieme al referente Covid devono individuare i possibili “contatti scolastici” del caso positivo e prescrivere le misure di quarantena.In altre parole, dovranno assumere oltre che la responsabilità della segnalazione e del monitoraggio anche quella della tutela sanitaria! Ci sembra di capire che ancora una volta – per aggirare la possibile debolezza del sistema di prevenzione e tutela sanitaria – si voglia scaricare sulla scuola e sui suoi operatori una ulteriore responsabilità! I referenti scolastici Covid 19 iscritti ad Ancodis ritengono questa scelta inaccettabile e annunciano – ove fosse confermata – la rinuncia all’incarico. By Prof. Rosolino Cicero

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La pandemia frena la “nuova migrazione” qualificata degli italiani all’estero

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Alla vigilia della Giornata di Unità Nazionale e delle Forze Armate, che riguarda anche i molti cittadini italiani che ancora oggi vivono e lavorano all’estero, il Centro Studi e Ricerche IDOS diffonde i dati principali sulle “nuove migrazioni” raccolti dall’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) e dall’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (Aire).Nel corso degli ultimi 10 anni quasi un milione di italiani si sono “cancellati” dalle anagrafi comunali per espatrio all’estero, con un ritmo crescente nel tempo che ha visto superare le 100mila unità all’anno già a partire dal 2015. Nel 2020, in particolare, sono stati 112.218 i cancellati per l’estero e, di questi, il 45,5% era rappresentato da donne. Si tratta di un flusso annuale notevole (incidendo per il 2,1‰ sulla popolazione italiana), ma che risulta in diminuzione per la prima volta nel corso del nuovo millennio (-8,0, rispetto ai 122.020 i cancellati per l’estero del 2019). È l’annuncio di un cambiamento di rotta delle nuove migrazioni degli italiani? Quello che è certo è che la pandemia e le restrizioni alla circolazione internazionale non hanno completamente fermato i flussi, né incrementato in maniera significativa i ritorni (solo 43.229 nel 2020), nonostante molti abbiano perso il posto di lavoro all’estero e un certo numero abbia potuto usufruire di forme di telelavoro a distanza. L’analisi del movimento anagrafico di medio periodo, su dati Istat, conferma la peculiarità della nostra emigrazione contemporanea, caratterizzata da tanta “fuga di cervelli” e poca “circolazione di cervelli”. Nonostante un sistema che produce davvero pochi laureati (nel 2018 la percentuale di 30-34enni con un livello di istruzione terziaria raggiungeva in Italia il 27,8%, contro il 40,7% della media Ue), la laurea continua a non offrire, come invece avviene nel resto dei Paesi Ocse, possibilità d’impiego maggiori rispetto a quelle di chi ha un livello di istruzione inferiore: tra il 2008 e il 2020 sono ufficialmente espatriati dall’Italia 355mila giovani tra 25-34 anni e circa 96mila coetanei sono rimpatriati. La differenza tra rimpatri ed espatri è rimasta costantemente negativa negli anni e, cumulata tra il 2008 e il 2020, ha comportato una perdita complessiva di 259mila giovani, di cui 93mila con al più la licenza media (36%), 91mila diplomati (35%) e 76mila laureati (29%).A livello di Paesi di destinazione, le perdite nette di giovani registrate nel periodo 2008-2020 si sono risolte prevalentemente a favore di Paesi europei, come il Regno Unito (cumulativamente -19mila giovani) e Germania (-11mila). Secondo le nostre stime, oltre che per i 112mila iscritti all’Aire per espatrio, il numero globale degli italiani all’estero è cresciuto nel 2020 per effetto di oltre 78mila iscritti per nascita all’estero, 8mila acquisizioni della cittadinanza italiana dall’estero e 22mila iscrizioni per altri motivi, pervenendo così ad un numero complessivo di 5.652.080 italiani iscritti all’Aire (di cui il 48,1% è costituito da donne, il 15% da minorenni, il 64,7% da adulti tra i 18 e i 64 anni e il 20,3% da ultra65enni).Apparentemente il virus sembra essere stato in grado di invertire una linea di tendenza che anni di incentivi e altre iniziative (sia pubbliche che private) non erano riusciti a scalfire. I dati del primo anno di pandemia, infatti, vedono un leggero rallentamento dell’emigrazione dei laureati e ha tendenzialmente favorito il rientro di giovani dall’estero, ma resta difficile intravedere una reale. inversione di tendenza in assenza di politiche mirate a ridurre significativamente le perdite in termini di capitale umano che l’emigrazione sottende. Per ora le condizioni perché si realizzi la cosiddetta “migrazione di ritorno” in Italia risultano obiettivamente insufficienti: il mercato del lavoro resta poco attrattivo e ancor meno competitivo; il Paese è bloccato dal punto di vista delle infrastrutture, dell’innovazione, della qualità dei servizi; una burocrazia barocca, il clientelismo politico e il radicamento della malavita condizionano le prospettive per il futuro. In questo contesto sarà determinante investire in maniera virtuosa e nei tempi definiti i fondi allocati dall’Europa con il piano “Next Generation Eu”, un’occasione unica per rilanciare il nostro Paese.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Robeco rafforza il team Sustainable Multi Asset Solutions

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Rotterdam. Robeco ha annunciato l’espansione strategica della sua divisione Sustainable Multi Asset Solutions con la nomina di Colin Graham come Head of Multi Asset Strategies e Co-Head of Sustainable Multi Asset Solutions. In questo nuovo ruolo, Graham sarà essenziale per la crescita del team Sustainable Multi Asset Solutions. Graham porta con sé un track record di oltre 25 anni di performance di investimento, leadership del team e innovazione nelle soluzioni multi-asset globali, europee e asiatiche. Più recentemente, Graham è stato Chief Investment Officer, Multi Asset Solutions presso Eastspring Investments (parte di Prudential plc). In precedenza, è stato Chief Investment Officer, Multi Asset Solutions per BNP Paribas Asset Management a Londra, e Managing Director, Co-Head of Global Multi Asset Strategies presso Blackrock. Questa nomina rafforza ulteriormente il team Sustainable Multi Asset Solutions, affermandosi in una fase di sviluppo con 15 professionisti specializzati in investimenti. Il team fornisce a clienti wholesale e istituzionali soluzioni su misura orientate al risultato per raggiungere i loro obiettivi finanziari e di sostenibilità, sia in un contesto di asset-only sia di asset-liability matching. Attualmente il team gestisce circa 15 miliardi di euro di asset a livello globale, compresi fondi multi-asset, soluzioni discrezionali multi-asset e soluzioni a reddito fisso su misura per le passività e i flussi di cassa.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Irene F. Diario di una borderline – 10 anni dopo”

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

E’ il sequel del precedente, fortunato romanzo di Cardi “Irene F. Diario di una borderline”, uscito nella prima edizione italiana nel 2011. Irene F. Diario di una borderline negli ultimi 10 anni è stato tradotto e pubblicato all’estero (Spagna, Argentina, Canada, Francia) e presentato presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica.Esattamente 10 anni dopo, sbarca in libreria – il 4 novembre 2021, pubblicato da Santelli Edizioni, distribuito da Messaggerie Libri – il sequel di “Irene F. Diario di una borderline”: “Irene F. Diario di una borderline – 10 anni dopo” è il decimo romanzo di Eugenio Cardi ed è un romanzo (liberamente tratto da una storia vera) di denuncia sociale contro il triste e diffusissimo fenomeno dell’abuso sessuale infantile (da statistiche, per almeno l’80% dei casi l’abuso sessuale infantile/minorile accade tra le pareti domestiche per mano di uno strettissimo familiare). Sia il primo romanzo che il sequel, pongono l’accento sul rapporto causa/effetto esistente tra l’abuso sessuale infantile e l’insorgenza di un disturbo di personalità, rapporto oramai alquanto acclarato nell’ambito psichiatrico. La storia di Irene F. è incredibilmente simile a quella di molte altre donne e a quella di Valérie Bacot, processata per aver ucciso con un sol colpo di pistola il suo patrigno Daniel Polette, patrigno che nel corso di lunghissimi e tormentati anni aveva costretto Valérie a subire abusi sessuali e violenze di ogni genere, giungendo perfino a costringerla a prostituirsi. Valérie, che rischiava l’ergastolo, è uscita trionfalmente pochissimo tempo fa tra gli applausi degli astanti dall’aula di tribunale nel quale si svolgeva il processo. Irene F. proviene da una famiglia della media borghesia torinese: un padre disadattato e alcolista, una madre fredda e anaffettiva, un fratello minore di un paio d’anni. Nel momento in cui il padre viene a mancare anzitempo il patrigno si inserisce nel nucleo familiare riuscendo a penetrare le deboli difese di Irene, la quale ritiene di poter consumare così, ovvero concedendo il proprio corpo al patrigno abusante, la sua amara vendetta nei confronti della madre. Il romanzo di Cardi vede la prefazione di Alessandro Antinelli, giornalista e telecronista RAI che abbiamo avuto modo di apprezzare professionalmente durante gli ultimi campionati di calcio europei trionfalmente vinti dalla Nazionale di calcio italiana.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eptalex per il Patent Box di Sea Vision

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Lo studio legale e tributario Eptalex ha assistito la società italiana Sea Vision nella preparazione e recente sottoscrizione dell’accordo preventivo con l’Agenzia delle Entrate per la fruizione dell’agevolazione fiscale “Patent Box” per il quinquennio 2016-2021.Sea Vision è la capogruppo di una multinazionale che conta più di dieci società estere, leader da oltre 25 anni nella realizzazione di sistemi di visione e soluzioni tecnologiche dell’industria 4.0. e con un valore della produzione consolidata che si aggira intorno ai 50 mln di euro.Il regime fiscale opzionale del Patent Box attribuisce un’agevolazione fiscale valida cinque anni, rinnovabile a scadenza, ad imprese che producono redditi attraverso l’utilizzo diretto ed indiretto di brevetti, software, disegni e modelli e know how.L’accordo, recentemente raggiunto con l’Agenzia delle Entrate, è stato perfezionato dopo una complessa fase istruttoria svolta negli ultimi 24 mesi. Per la Società l’agevolazione è stata seguita dal CFO della società, Matteo Boiardi, mentre per Eptalex ha operato un team composto per gli aspetti fiscali dal co-fondatore Carlo Garzia con il dottor Giacomo Petrizzelli, per gli aspetti legali dal professore avvocato Francesca Ferrari e dalla partner abogado Cristina Knupfer.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

HV Capital and Keen Venture Partners invest USD 10 million in Plan A

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Greentech start-up Plan A (https://plana.earth/?utm_source=press&utm_medium=release&utm_campaign=UK_Series-A-funding) , the leading platform of science-based tools for carbon accounting, decarbonisation, and ESG management, has successfully closed its Series A funding round. European venture capital firm HV Capital is leading the USD 10 million round in the German company jointly with Netherlands-based Keen Venture Partners, with existing investors Demeter IM and coparion doubling down on its seed investment. Plan A will use the capital to further develop its platform and expand internationally with the opening of international hubs. Certified provider builds on software’s unique ESG capabilities To help companies meet the ever-increasing societal and regulatory pressures, Plan A is further deepening its SaaS platform’s calculation engine and machine learning capabilities, as well as expanding the decarbonisation tooling and Scope 3 calculations for various industries. In addition to the existing software functionalities for detailed corporate carbon footprint accounting and AI-driven decarbonisation planning, Plan A is launching an ESG tool for measuring, analysing, and reporting to address all existing and upcoming regulations. International clients such as BMW, Société Générale, JOKR, Apax, and the European Union already rely on Plan A’s software for complexcarbon accounting and ESG measurement and improvement. They also count on the company’s strong scientific roots and Plan A’s carbon accounting team consisting of international scientists, researchers, and experts in emissions accounting, carbon reduction, sustainability and lifecycle analysis. Opening new offices in Paris and Munich in 2021, Plan A is already well underway in its international expansion strategy, with a goal of becoming a fully global company in the next three years.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »