Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 126

Archive for 25 giugno 2015

Civil Liberties MEPs debate situation in Romania with Frans Timmermans

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

bucharest2Members of the European Parliament’s Civil Liberties, Justice and Home Affairs Committee will debate the situation in Romania with Commission First Vice-President Frans Timmermans from 15.00 to 16.00.The Civil Liberties Committee has been asked by the President of the European Parliament, Martin Schulz, to discuss information about Romania’s National Anti-corruption Directorate (DNA) having launched an investigation on Prime Minister Victor Ponta.This matter was brought to the attention of MEPs at the beginning of the plenary session of 8 June and subsequently submitted to the Conference of Presidents (EP President and group leaders). On 11 June the Conference of Presidents decided to refer the situation in Romania to the Civil Liberties Committee for an exchange of views. The debate will take place this afternoon, from 15.00 to 16.00, with the European Commission First Vice-President Frans Timmermans.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo 2015: National Day di Israele

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

expo 2015La sfilata lungo il Decumano degli ottoni e delle percussioni dei Circle of Drummers and Horns ha aperto le celebrazioni del National Day di Israele. “Il ritmo israeliano è come un battito che parte da Gerusalemme per unire uomini e donne di ogni parte del mondo – hanno spiegato i performers -. Il nostro progetto è un’opera di armonia congiunta per portare un messaggio universale di speranza e allegria”. Successivamente, ecco la cerimonia ufficiale dell’alzabandiera e l’esecuzione degli inni, alla quale hanno partecipato il Vice Ministro degli Esteri dello Stato di Israele, Tzipora Hotovely, e il Commissario Generale di Expo Milano 2015, Bruno Pasquino. Ospiti in platea, l’ambasciatore Naor Gilon, il commissario del Padiglione israeliano Elazar Cohen e l’ex sindaco di Milano, Letizia Moratti.
“E’ davvero un onore essere all’Esposizione Universale. Il tema di Expo Milano 2015 – ha sottolineato il Vice Ministro Hotovely – è un messaggio universale e di grande importanza a cui rispondiamo con un padiglione dedicato ai progressi di Israele nell’innovazione per l’agricoltura”. “Irrigazione a goccia, desalinizzazione e lotta allo spreco dell’acqua sono solo alcune delle tecnologie su cui lavoriamo ogni giorno – ha aggiunto Hotovely -. Questo anchemappa-mediacenter-int_pagina grazie a MASHAV, una delle prime agenzie di sviluppo internazionale che promuove innovazioni agricole sin dagli anni ‘50”.Il Vice Ministro ha poi sottolineato i legami storici, commerciali ed economici che contraddistinguono i due Paesi: “L’Italia è il nostro secondo partner europeo in Ricerca e Sviluppo. Con voi cooperiamo in numerosi progetti in tutto il mondo. La combinazione del settore manifatturiero italiano di altissima qualità e l’innovazione israeliana sono la base della nostra partnership. La visita del nostro Presidente Netanyahu a settembre sarà un’opportunità per approfondire ulteriormente questa collaborazione”. “Il padiglione israeliano – ha aggiunto il Commissario Pasquino – è uno dei più affascinanti e soprattutto importanti qui al sito espositivo. Il tema ‘Fields of tomorrow’scelto da Israele dimostra il suo impegno nell’agricoltura unita alla continua ricerca ed elevata tecnologia”. Successivamente la delegazione ha visitato il padiglione israeliano e fatto tappa a Palazzo Italia per la colazione ufficiale. Concerti, performance musicali e acrobatiche animeranno il padiglione vestito a festa per tutta la giornata.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Padiglione USA ad Expo Milano 2015

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

padiglione UsaMilano 25 giugno Il Padiglione USA ad Expo Milano 2015 è lieto di aver ospitato oggi il suo milionesimo visitatore. Il Commissario Generale del padiglione USA, l’Ambasciatore Douglas T. Hickey, ed una delegazione di Student Ambassador hanno accolto la famiglia Mainardi-Andrico di Cernusco sul Naviglio (MI), accompagnandola in un tour privato del padiglione e offrendo loro il pranzo presso il Food Truck Nation.Il Padiglione USA a Expo Milano 2015 ha raggiunto questo importante traguardo a soli 56 giorni dall’apertura del sito espositivo. La struttura del Padiglione, disegnato dall’architetto James Biber che ha voluto creare uno spazio aperto che richiama la forma di un granaio americano, accoglie i visitatori di Expo con un flusso costante e una media di 17.000 passaggi al giorno.
“E’ un vero onore dare oggi il benvenuto al nostro milionesimo visitatore. Siamo lieti che così tante persone ad Expo vogliano condividere il nostro entusiasmo e prendere parte alla discussione su come trovare soluzioni innovative attraverso la tecnologia per nutrire il mondo in modo sostenibile. Ognuno di noi è uno dei 9 milioni di persone che popoleranno il pianeta entro il 2050 e per questo tutti abbiamo un ruolo fondamentale nel futuro del sistema alimentare globale” ha commentato l’Amb. Douglas T. Hickey, Commissario Generale del Padiglione USA.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Merck Serono S.p.A. destina 1,2 milioni di Euro al Grant for Fertility Innovation

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Darmstadt, Germania. Merck Serono, business biofarmaceutico di Merck, (Germania), ha annunciato oggi che, per il periodo 2015/2016, finanzierà il Grant for Fertility Innovation (GFI) con un contributo complessivo di 1,2 milioni di Euro. L’annuncio è stato dato nel corso del 31° congresso annuale della European Society of Human Reproduction and Embryology (ESHRE) che si è appena concluso a Lisbona. Il GFI, lanciato nel 2009, è dedicato a trasformare i più innovativi progetti di ricerca traslazionale nel campo della fertilità in soluzioni concrete che migliorino i risultati delle tecniche di procreazione medicalmente assistita (PMA). Nel corso degli ultimi sei anni, sono pervenute al GFI circa 750 candidature provenienti da oltre 50 Paesi di tutto il mondo; tra le candidature di quest’anno sono stati selezionati sei progetti, provenienti da cinque Paesi, che hanno ottenuto finanziamenti per un totale di € 1,2 milioni. Il Grant for Fertility Innovation promuove il progresso e la ricerca innovativa che ha il potenziale di incidere positivamente sui risultati clinici per le coppie, migliorando ulteriormente il tasso di successo delle tecniche adottate” ha affermato il Dottor Steven Hildemann, Global Chief Medical Officer and Head of Global Medical and Drug Safety di Merck Serono. “Siamo entusiasti per il numero crescente di progetti di ottima qualità che riceviamo ogni anno; ciò testimonia il valore di tale opportunità per la ricerca costante e il progresso scientifico in un campo, come quello della fertilità, in cui ancora esistono bisogni insoddisfatti”. Ogni anno, i vincitori del GFI vengono proclamati durante una cerimonia che si tiene in occasione del congresso annuale ESHRE. Quest’anno, i progetti premiati nel corso della cerimonia sono stati sei:
· Antonio Capalbo – Centro di Medicina della Riproduzione Genera Roma: Clinical translation of a new procedure for embryo evaluation based on miRNAs profiling from spent blastocyst culture media: prospective multicenter study
· Tracey Edgell – Hudson Institute of Medical Research, Clayton (Australia): Glycomarker Panel for Prediction of IVF Outcome:
· Andreas Keller – Clinical Bioinformatics Center Saarland University, Saarbrücken (Germany): Improved diagnostic of in-vitro-fertilization using miRNome and microvesicles from early stage embryos
· Nick Macklon – University of Southampton (UK): Embryo derived trypsin: A novel and simple marker of embryo viability
· Pasquale Patrizio – Yale Fertility Center, New Haven (USA): Identification of novel markers of human oocyte aging via non-invasive RNA sequencing analysis of cumulus cells
· Paola Viganò – Ospedale San Raffaele di Milano: Exoxomes/microvesicles release as a non-invasive method to assess embryo activity

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Greenpeace “delighted” by Dutch court ruling on emissions cuts

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

amsterdamAmsterdam, Greenpeace welcomes the verdict of the Dutch Court in The Hague to order the government to cut CO2 emissions by 25 per cent from 1990 levels by 2020, in response to a legal challenge by the Dutch NGO Urgenda and 900 Dutch citizens. The government was aiming for only 15-17 percent, even though The Netherlands is particularly vulnerable to climate change and rising sea levels. “This is a game-changer in the fight against climate change. The Dutch court ruling is clear: the government has a legal duty to protect its people against the threat of climate change. Litigation against governments who fail to take climate change seriously will spread around the world.” says Faiza Oulahsen of Greenpeace Netherlands. “There is a case being brought in Belgium, and Greenpeace hopes to bring about a similar action in the Philippines, which suffered terribly from Typhoon Haiyan in 2013”. “Today’s verdict of the Dutch court is revolutionary. The implications will be felt for years to come. The Netherlands is not the only country that is failing to take the necessary measures to tackle dangerous climate change. The arguments made in this landmark ruling are applicable to other countries, and in the run-up to the Paris conference, governments around the world should take note of this ruling.”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Data protection talks: EP chief negotiators set out Parliament’s priorities

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

strasburgo-parlamento-europeoThe new data protection rules must set a high, uniform standard for data protection across the EU, said lead MEP Jan Philipp Albrecht and Civil Liberties Committee Chair Claude Moraes after the first round of three-way talks between Parliament, the Council and the Commission on Wednesday. Parliament’s chief negotiators also re-confirm the goal of reaching a final agreement before the end of 2015.Parliament’s lead MEP on the data protection regulation, Jan Philipp Albrecht (Greens/EFA, DE) said:“It is encouraging that at the start of negotiations today, the Council of the European Union, European Commission and European Parliament jointly reaffirmed their commitment to reach an agreement on the package of the Regulation on data protection and a Directive on data protection in criminal proceedings by the end of 2015.It is now important to find agreement, as soon as possible, on legally sound and uniform data protection standards that provide a high level of protection starting from the level of the current provisions enshrined in the Directive of 1995. Today’s first meeting has shown that this target is achievable if, as they have just jointly declared, the three negotiating partners work together on the basis of their voted positions to find a compromise.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia positiva

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

Energia (il Volo), 24 x 32 cm, 2003, tecnica mista, Palermo, Archivio SamonàValutiamo positivamente la relazione del Presedente dell’Authority per l’energia e l’acqua che affronta con incisività la forte transizione energetica in atto, sia sul versante elettrico che per gas e acqua. E’ questo il commento a caldo del Segretario Generale della FLAEI Cisl Carlo De Masi a margine della presentazione dell’attività dell’Authority illustrata oggi alla Camera dei Deputati dal Presidente Guido Bortoni. Siamo d’accordo con l’Authority – prosegue De Masi – quando richiama la trasparenza della bolletta elettrica, la revisione delle sue componenti a invarianza di risorse, l’indipendenza degli operatori della distribuzione, il sostegno ai produttori termici attraverso il capacity market, i controlli e qualificazione delle Società di vendita dell’energia elettrica, nonché un nuovo ruolo che dovrebbe assumere l’Acquirente unico a tutela dei consumatori deboli. Per ciò che riguarda direttamente i temi energetici – sottolinea il Segretario Generale della FLAEI Cisl – condividiamo l’analisi dell’Authority che poggia, in particolare, su una strategia che vede una mutazione profonda del sistema sia di produzione sia di consumo dell’energia elettrica. La politica, le Istituzioni e le Imprese – aggiunge Carlo De Masi – debbono essere in grado di leggere questi fenomeni e orientarli sia per il mix di fonti primarie, sia soprattutto nel favorire l’utilizzo dell’energia elettrica come fattore di equilibrio ambientale. Il futuro prossimo sarà da appannaggio del vettore elettrico diffuso in funzione della sostenibilità delle fonti energetiche. Dobbiamo d’altro canto rilevare – conclude il Segretario Generale della FLAEI/Cisl – che non è stato fatto alcun cenno all’utilizzo del ciclo dei rifiuti, oggi di grande attenzione, come risorsa energetica. Ciò risolverebbe molti problemi socio ambientali e potrebbe agire in modo positivo sulla riconversione di parte delle Centrali da dismettere.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milano: Manifestazione pensionati

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

pensionati1Lunedì 29 giugno p.v., alle ore 11, manifestazione del Partito Pensionati, davanti la sede RAI di Milano , in Corso Sempione, 27 per chiedere la “completezza dell’informazione” sulle iniziative del Partito Pensionati, in difesa dei diritti dei pensionati e dei cittadini tutti. In particolare il Partito Pensionati è fortemente impegnato per il riconoscimento totale , a tutti i pensionati, di quanto spettante, in relazione alla bocciatura , da parte della Corte Costituzionale , del blocco automatico della perequazione automatica ,cioè dell’indice di inflazione stabilita dall’Istat, al 1° gennaio di ogni anno, con riferimento agli anni 2012 e 2013. Il Governo darà agli interessati, secondo scaglioni riferiti all’importo della pensione percepita, una modestissima percentuale , rispetto alla somme spettante ai singoli. Il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo , ha dichiarato : “ Il Governo deve dare tutto e subito, quanto spetta ai pensionati vittime del blocco della perequazione automatica delle pensioni. Sono somme spettanti e non date agli interessati, si tratta di una semplice restituzione e il pochissimo che il Governo è disposto a dare, assomiglia più ad una elemosina , che al riconoscimento di un diritto”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Luce e gas. Autorità conferma che mercato libero è più costoso del tutelato. Che fare

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

energiaL’Autorita’ per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico fa sapere che i prezzi al dettaglio di luce e gas sono piu’ bassi nel mercato tutelato che non in quello libero, con punte di +19% per l’elettricita’ . L’indagine riguarda il mercato del 2014, ma giaì precedenti indagini relative agli anni 2012-2013, e 2011 diffusi ad agosto 2013 , avevano evidenziato questo divario a svantaggio, dal punto di vista degli utenti finali, del mercato libero. E la situazione sembra peggiorare: nel precedente rilevamento il costo era maggiore del 15-20%, mentre per il 2011 era “soo” del 12,8% Noi siamo protagonisti quotidiani di questo mercato grazie alle numerose richieste di consigli e di interventi che ci pervengono da parte degli utenti. E anche da questo punto di vista, cosi’ come i dati dell’Autorita’, confermiamo la crescita esponenziale delle richieste di aiuto da parte degli utenti. Il mercato dell’energia e’ diventato aggressivo e instabile piu’ di quanto non lo sia, per esempio, quelle delle tlc. Grazie anche ad una normativa non proprio favorevole agli utenti che hanno da contestare qualcosa al proprio fornitore. Infatti, mentre nelle tlc, a fronte di una contestazione, gli importi in causa rimangono congelati fino alla definizione del tutto, non e’ cosi’ per il settore energia: se arriva una bolletta esosa e apparentemente ingiustificata, l’utente che ne chiede spiegazione in via ufficiale (raccomandata A/R di messa in mora e richiesta di intervento da parte dell’AEEGSI) e’ spesso costretto a pagare comunque quanto pretesto, pena il distacco del servizio.. a meno che non intervenga la magnanimita’ del gestore che decide, in piena autonomia, di congelare la pretesa. Si capisce bene che in questo modo si scoraggia notevolmente il ricorso, soprattutto per importi non particolarmente significativi: la possibilita’ di farsi staccare la luce e/o il gas e’ molto alta e spesso si accetta comunque di pagare il balzello richiesto. Situazione molto difficile anche in virtu’ del fatto che il Governo ha deciso l’abolizione del mercato a maggior tutela a partire dal 1 gennaio 2018. In questi anni che ci separano dal questa scadenza, sara’ compito dell’AEEGSI (e noi associazioni come, in un certo senso, supporto di legalita’ e monitoraggio) invertire questa tendenza. A nostro avviso i pilastri dovranno essere due:
– multe piu’ salate per i gestori che infrangono le normative, si’ da rendere non convenienti i piccoli trucchi che “fregano” pochi soldi agli utenti e che rendono spesso piu’ costoso il ricorso dell’eventuale rimborso: multe legate al fatturato;
– semplificazione estrema dei meccanismi di rivalsa degli utenti in accordo con l’AEEGSI con, soprattutto, la sospensione delle pretese economiche dei gestori fino alla soluzione della controversia (oggi, si e’ costretti comunque a pagare altrimenti il servizio viene tagliato).
Due piccole cose? No, perche’ la liberta’ economica e di mercato e’ ancora una chimera per buona parte dei gestori di questi servizi e, visto come si sono comportati male in questi anni, la loro “educazione” sara’ molto difficile. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Cristiani in Terra Santa

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

terra santa«Trasformare una casa comune in famiglia attraverso il dialogo». Ecco la “sfida” in Terra Santa secondo monsignor Giuseppe Lazzarotto, nunzio in Israele e delegato apostolico per la Palestina. In una conversazione con Aiuto alla Chiesa che Soffre, il rappresentante pontificio ha commentato il recente incendio alla Chiesa «della moltiplicazione dei Pani e dei Pesci» sul lago di Tiberiade, uno dei simboli cristiani in Terra Santa. «Sono atti che ci amareggiano profondamente perché, pur non essendo condivisi dalla maggioranza della popolazione, esprimono un atteggiamento di chiusura, il rifiuto ad accettare la presenza di chi è diverso».
La comunità cristiana, nota il presule, non si lascia tuttavia scoraggiare da quanto accaduto, continuando a percorrere la via del dialogo. Dialogo tra cristiani, ma anche con israeliani e palestinesi. «È ciò a cui ci richiama sempre Papa Francesco: educarci ed educare al dialogo».
La Chiesa è in prima linea in tal senso e si impegna a fondo «affinché questi due popoli possano imparare a vivere insieme e affinché questa terra non si limiti ad essere una casa condivisa ma diventi un luogo in cui conoscersi, rispettarsi e anche volersi bene». A trarre beneficio dalla riconciliazione, sarebbe anche l’ormai minuta comunità cristiana che da decenni continua ad abbandonare la culla del Cristianesimo. «Se le condizioni di vita migliorassero, i fedeli non partirebbero, perché nessuno vuole lasciare la Terra Santa».
Citando le parole di Papa Francesco alla recente plenaria della Roaco (Riunione delle Opere d’Aiuto alle Chiese Orientali), monsignor Lazzarotto sottolinea l’urgenza di piantare il “seme della riconciliazione”. «Proprio come ha fatto il Santo Padre nel suo viaggio in Terra Santa e con l’incontro in Vaticano con Simon Peres e Abu Mazen. «Purtroppo però subito dopo vi è stata la guerra a Gaza che ha seminato odio, divisioni e distruzione sia materiale che spirituale». Nella Striscia di Gaza ancora si notano i segni del conflitto della scorsa estate. «Vi è stata una distruzione terribile e la ricostruzione non è ancora iniziata», afferma il nunzio, sottolineando l’importante opera della Chiesa locale che pur contando soltanto 1300 fedeli, gestisce tre scuole, un ospizio per anziani ed un centro per disabili: «sono queste le strade del dialogo».
Una speranza per il futuro può essere rappresentata dalla comunità cattolica di lingua ebraica, cresciuta in maniera considerevole negli ultimi anni grazie ai figli dei cattolici emigrati in Israele. «Una bellissima e nuova realtà cui bisogna dare attenzione e che in futuro potrebbe avere un ruolo fondamentale».
Quanto alla questione del muro di separazione e dei permessi ai cristiani per accedere ad alcuni luoghi sacri, monsignor Lazzarotto riscontra una maggiore disponibilità da parte delle autorità israeliane. «Noi siamo contro i muri, ma bisogna dire che quest’anno abbiamo notato un atteggiamento molto più positivo. A Pasqua e a Natale sono stati concessi più permessi che in passato e molti fedeli sono potuti partire da Tel Aviv, mentre prima era proibito».
A nutrire le speranze cristiane anche il prossimo accordo tra Santa Sede e Stato Palestinese. «Questo accordo ci offrirà una garanzia giuridica. In Palestina la comunità cristiana ha libertà di religione e di culto, ma d’ora in poi questa libertà non sarà soltanto frutto della buona volontà di chi sta al governo, bensì un diritto riconosciuto dallo Stato, che si impegna ufficialmente per il presente e per il futuro della Chiesa». (foto: terra santa)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cremona: polo tecnologico

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

polo tecnologicoCremona per il suo futuro scommette sull’economia digitale. Insieme alle vocazioni più storiche come l’agrindustria e la liuteria, la Città del Torrazzo ha deciso di puntare anche sull’economia basata su Internet. Lo ha fatto negli ultimi quindici anni cablando in fibra ottica l’intera città ed ora rilancia realizzando un Polo Tecnologico dell’ICT (Information and Communication Technology). Un’area di circa 12 mila metri quadrati che ospiterà le principali aziende del settore, aderenti al consorzio CRIT (Cremona IT), oltre ad uno spazio di coworking di circa 1000 mq dove si potranno insediare start up e imprese dell’ICT.Nel Polo Tecnologico, progettato per essere un edificio a basso consumo energetico e rispettoso dell’ambiente, opereranno da subito circa 400 lavoratori del mondo internet ma l’obiettivo è di arrivare presto a circa 600. Il progetto è stato cofinanziato dalla Regione Lombardia nell’ambito del Bando Aster con un contributo di un milione di euro. In prima fila il Comune di Cremona, il Consorzio CRIT, il Politecnico di Milano sede di Cremona, l’Azienda Energetica Municipale e le aziende del settore ICT Microdata, MailUp e Linea Com.“Oggi è una giornata di grande gioia ed entusiasmo per tutta la città”. Con queste parole il sindaco del Comune di Cremona Gianluca Galimberti ha commentato la firma della convenzione di cofinanziamento per il Polo delle Tecnologie. “Parliamo di un Polo che è volano per spazi di co-working, start up, insediamenti possibili. Parliamo anche di una rivalorizzazione di un comparto importante per la città. Voglio ringraziare la Regione, l’amministrazione precedente perché le cose belle vanno in continuità tra amministrazioni di colori diversi, i privati per l’intelligenza, la competenza, la passione e la lungimiranza, la capacità di investimento messi in campo durante tutto il percorso, il Politecnico, AEM nelle figure dell’attuale e del precedente Presidente, LGH, progettisti e la ditta attuatrice”.Il cantiere del Polo Tecnologico, che prevede un investimento di circa 12 milioni di euro, partirà a metà luglio, mentre i lavori si concluderanno dopo circa 13 mesi.
polo tecnologico1“Dalla fine del 2011 – ha ricordato la presidente del Consorzio CRIT Carolina Cortellini Lupi e contitolare di Microdata – abbiamo lavorato, insieme al Comune e alla Regione, per realizzare un Polo Tecnologico dell’ICT. Un progetto che consideriamo un punto di partenza e non di arrivo di una strategia che intende fare di Cremona una realtà capace di trasformare l’economia digitale in opportunità di crescita sociale e di sviluppo per l’intera comunità”.“Cremona – ha ricordato il direttore di Linea Com Gerardo Paloschi – è una città nella quale in questi anni si è saputo sviluppare un positivo ecosistema in grado di favorire lo sviluppo dell’economia digitale. Quattro i pilastri di questa strategia: la città cablata in fibra ottica, molte aziende che operano nell’ICT, la presenza di poli universitari d’eccellenza e una pubblica amministrazione che ha deciso di operare per fare di Cremona una Smart City. Il Polo Tecnologico rappresenta ora il punto di svolta nella costruzione di un vero e proprio distretto digitale cremonese.”“Il Polo Tecnologico – ha concluso Matteo Monfredini presidente di MailUp – ospiterà, ampliandone le dimensioni e le competenze, Cobox cioè lo spazio di coworking aperto lo scorso anno a Cremona dal Consorzio Crit e che mette a disposizione servizi e oltre 50 postazioni per start up o iniziative imprenditoriali nel settore dell’ICT”. (foto: polo tecnologico)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola, genitori e maxiemendamento

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2015

aula senato“Sulla scuola si sta giocando una battaglia che non fa il bene agli studenti. Si recuperi il buon senso sui punti oggetto dello scontro ‘ideologico’ nella mondo della scuola e nei partiti tra ‘conservazione’ e ‘cambiamento’, tra chi non vuole modificare il sistema di istruzione e formazione italiano e chi tenta di modificarlo per migliorarlo. Si riapra una reale comunicazione in vista della fiducia al maxiemendamento e dell’attuazione della Buona Scuola con l’avvio del prossimo anno scolastico. Infatti, sebbene la riforma presenti criticità denunciate più volte anche da noi genitori di Age, Agesc, Faes e Moige, occorre evitare di sacrificare la riuscita di un’impostazione che vede nell’autonomia delle scuole il motore della ripresa del Paese, pur senza riuscire ad arrivare a proporre un effettivo sistema di parità scolastica degno del mondo occidentale più moderno. Il rischio è che le innovazioni comprese nel ddl e nel maxiemendamento e condivise da tutti siano travolte nella contrapposizione sui pochi punti di problematicità. Divenuta legge, poi, occorre procedere spediti a tradurre la Buona Scuola in un reale processo di profonda innovazione degli ordinamenti scolastici, ascoltando e dialogando con tutti i protagonisti. Tutte le riforme della scuola, pubblicate regolarmente in Gazzetta Ufficiale, non si sono mai realizzate nella realtà del mondo della scuola. La Buona Scuola non diventi un’altra legge formale, ma stimoli e valorizzi nel concreto modelli didattici efficaci. In questo cammino le nostre associazioni genitori Age, Agesc, Faes e Moige saranno alleate responsabili per migliorare la qualità della scuola dei nostri figli”. Lo dichiarano in una nota congiunta le associazioni genitori Age, Agesc, Faes e Moige, membri del Forum presso il Ministero dell’istruzione, in vista della fiducia al maxiemendamento di riforma della scuola.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »