Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Archive for 16 settembre 2017

Fake news, post verità e hate speech, il nuovo corso dell’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

università europea romaRoma. Sarà Marco Camisani Calzolari il docente titolare del corso sul mondo delle Fake News all’Università Europea di Roma. Servirà per comprenderne la grammatica e le dinamiche di comunicazione.Lo sviluppo di Internet ha mutato radicalmente il modo di diffondere informazioni e notizie nel mondo.
Fino alla fine degli anni ottanta, tutto passava attraverso i giornali, la radio e la televisione, tramite l’accurata selezione del giornalista. Oggi, con l’accesso al web, chiunque ha la possibilità influenzare l’opinione pubblica e creare correnti di pensiero.
Il mondo di Internet è cresciuto in fretta, alimentando un’autentica rivoluzione mediatica. Dalla semplice lettura di siti e portali sul computer si è passati presto alla frequentazione dei social network sul cellulare.Le piazze virtuali hanno preso il posto di quelle reali, creando universi paralleli in cui la gente vive e si confronta, non sempre pacificamente. Siamo in un’epoca di grandi comunicazioni. Basta premere un tasto del computer per entrare subito in contatto con Londra, Pechino, Mosca o New York.
Tutto questo offre grandi opportunità di amicizia, di dialogo e scambio culturale. Ma comporta anche qualche rischio: dalla possibilità di diffondere notizie false alla crescita di fenomeni pericolosi come l’hate speech (linguaggio dell’odio) e il cyberbullismo, soprattutto tra i giovani più fragili e indifesi.
L’Università Europea di Roma propone un corso che ha lo scopo di riconoscere questi nuovi fenomeni, comprenderne le dinamiche di comunicazione e tecnologiche che ci sono dietro e fornire gli strumenti per un uso critico e costruttivo del digitale: “Comunicazione Digitale. Fake news, post verità e hate speech”.
L’iniziativa ha l’obiettivo di preparare gli studenti ad operare nel campo della comunicazione on line, dei social media e del web marketing, facendo acquisire competenze di base e strumenti necessari per interagire con realtà pubbliche, private o legate alla propria professione.
Tra gli argomenti trattati: capacità di analisi e distribuzione di notizie sul web, errori giornalistici, bufale, teorie complottiste, contenuti satirici decontestualizzati e utilizzati come fonti giornalistiche, diffusione di notizie non verificate, propaganda politica, informazioni false lanciate per generare profitti, cyberbullismo, cyberstalking, diffamazione, interferenze illecite nella vita privata, adescamento di minori a fini sessuali. Le lezioni si terranno nel secondo semestre dell’anno accademico 2017/18.
Il corso è diretto dal Prof. Marco Camisani Calzolari, già noto al grande pubblico per la sua rubrica Pronto Soccorso Digitale in onda ogni sabato mattina su RAI 1, e del suo Spazio Tecnologia il giovedì mattina su RTL 102.5. Come noto é tra i pionieri di Internet e consulente per la comunicazione e le strategie digitali di multinazionali in Inghilterra e in Italia.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Caritas di Roma promuove una nuova edizione del Corso base di formazione al volontariato

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

Logo caritasRoma il corso base inizierà il 16 ottobre per concludersi il 28 novembre. La formazione è indirizzata non solo a quanti desiderano impegnarsi nei centri Caritas, ma anche a coloro interessati ad approfondire le tematiche e gli aspetti del volontariato.Gli incontri, che comprendono sia aspetti teorici – teologia e pastorale della carità, dinamiche di lavoro di rete, conoscenza dei servizi sociali – che esperienze di tirocinio, saranno tenuti da operatori Caritas insieme ad esperti del mondo del volontariato e dei servizi sociali pubblici e privati, e si svolgeranno in orari diversi e sedi dislocate in tutta la città per favorire il più possibile la partecipazione.Chi lo desidera, al termine del corso, potrà operare come volontario nei 51 centri della Caritas a livello diocesano in attività a favore dei senza dimora, dell’integrazione dei cittadini immigrati, nella promozione della solidarietà al fianco dei giovani in difficoltà, delle famiglie, dei malati di Aids. Per iscrizioni – fino al 13 ottobre – rivolgersi all’Area Educazione al Volontariato della Caritas diocesana di Roma, telefono 06.88815150, dal lunedì al venerdì ore 9-16 (foto: logo caritas)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Politecnico di Torino e offerte di lavoro

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

politecnico torinoLa capacità di garantire ai propri laureati una collocazione diretta nel mondo del lavoro è da sempre uno dei plus offerti dal Politecnico di Torino: oggi la classifica internazionale Graduate Employability Rankings 2018, proposta dal prestigioso istituto britannico QS, certifica che l’Ateneo è la prima università al mondo nel garantire prospettive occupazionali ai propri laureati. L’Ateneo, infatti, si colloca al 1° posto al mondo per l’indicatore Graduate Employment Rate, uno dei cinque valutati dal ranking sull’occupabilità dei laureati, che quest’anno ha analizzato 600 università in tutto il mondo.I criteri utilizzati sono la reputazione delle università presso i datori di lavoro, le partnership realizzate con le imprese, il successo dei laureati nelle proprie carriere, la presenza delle aziende nel campus e il tasso di occupazione dei laureati a un anno dal titolo.In quest’ultimo indicatore, calcolato come rapporto tra la percentuale di occupazione dei Laureati dell’Ateneo (pari al 94%) e la media degli Atenei italiani esaminati (pari al 76.2%) il Politecnico di Torino ottiene il miglior risultato al mondo, a pari merito con il Moscow State Institute of International Relations (MGIMO University).Molto buone le prestazioni del Politecnico anche su altri due indicatori, rispetto ai quali l’Ateneo si colloca al 2° posto in Italia: Employer reputation e Employer-Student connection, che valutano rispettivamente la reputazione dell’Università presso i datori di lavoro e le opportunità offerte dalle Aziende alle Università per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro. Complessivamente, tenendo conto dei cinque indicatori utilizzati e del peso loro attribuito dal ranking, l’Ateneo si colloca tra la 121 e la 130 posizione e rientra pertanto nell’ambito del 25% delle migliori Università al mondo.“Il Politecnico di Torino ha investito molto in questi anni nella qualità della formazione, offrendo percorsi di studio impegnativi, che sanno contemperare solidi fondamenti disciplinari con un approccio trasversale e multidisciplinare. Vi sono due plus importantissimi, che valorizzano il nostro sistema formativo: da un lato partnership forti con il nostro Territorio e con grandi imprese leader nei principali ambiti industriali e dei servizi avanzati, dall’altro una politica di internazionalizzazione che consente ad un elevato numero di studenti di trascorrere significativi periodi presso prestigiose università estere ed in molti casi di conseguire titoli congiunti.
Eravamo consapevoli che la formazione dei nostri laureati fosse apprezzata dal mercato del lavoro, ma questo posizionamento ci gratifica in modo particolare perché rappresenta un grandissimo riconoscimento per il formidabile lavoro che la nostra comunità universitaria ha svolto in questi sei anni”, dichiara il Rettore Marco Gilli, che dalla Silicon Valley, dove si trova in missione, conclude: “Diventiamo sempre di più un polo di riferimento internazionale e siamo orgogliosi di contribuire, anche con questo significativo risultato, alla crescita e allo sviluppo del nostro Territorio e del nostro Paese” (Elena Foglia Franke)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Terremoto: approvati 1,2 miliardi di euro in aiuti UE all’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

european parliamentI deputati europei hanno approvato mercoledì in via definitiva lo stanziamento di 1,2 miliardi di euro circa in aiuti comunitari per riparare i danni causati dai terremoti nel centro Italia nel 2016 e nel 2017.
Il Parlamento ha dato il via libera allo stanziamento di 1.196.797.579 euro dal Fondo di solidarietà dell’UE (FSUE) con 658 voti favorevoli, 6 contrari e 26 astensioni.I fondi del FSUE potranno essere utilizzati per le operazioni di ricostruzione, di emergenza e di bonifica e per la protezione dei monumenti. L’Italia è già il principale beneficiario del Fondo di solidarietà, avendo ricevuto sin dalla sua creazione 15 anni fa finanziamenti UE pari a 1,3 miliardi di euro.
L’Italia ha chiesto un anticipo di 30 milioni di euro (importo massimo possibile) che è stato concesso dalla Commissione europea il 29 novembre 2016 e versato integralmente.Tra la fine di agosto 2016 e la metà di gennaio 2017, una serie di terremoti di magnitudo compresa tra i 5,9 e i 6,5 gradi della scala Richter, seguita da numerose scosse di assestamento, ha colpito vaste aree della catena appenninica dell’Italia centrale, in particolare le regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. I terremoti hanno causato 333 morti e oltre 30 mila tra sfollati e bisognosi di assistenza. Le infrastrutture sono state gravemente danneggiate e le imprese, comprese le aziende agricole e turistiche, sono state colpite in modo significativo.Il relatore Giovanni La Via (PPE, IT) ha detto: “L’UE ha promesso di aiutare l’Italia ad affrontare questa tragedia; sono orgoglioso di affermare che stiamo compiendo progressi in questo senso. 1,2 miliardi di euro è il maggiore utilizzo mai compiuto del Fondo di solidarietà dell’UE, che saranno utilizzati per aiutare le popolazioni di Umbria, Lazio, Marche e Abruzzo, drammaticamente colpite dai terremoti, a pianificare un nuovo futuro. Contribuiranno alla ricostruzione intrapresa dal nostro governo e dalle autorità locali”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europe, Allemagne, France: évolution des opinions publiques

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

Paris-antenne-vue-eiffel-tourParis. L’observation des sondages montre que l’Europe retrouve les faveurs des opinions publiques, avec l’appui notable des Français et des Allemands, qui continuent toutefois à diverger nettement dans leurs appréciations de l’économie et dans leurs approches de la mondialisation. Ce papier a été réalisé par Pascal Lamy, président emeritus de l’Institut Jacques Delors, Sébastien Maillard, directeur de l’Institut Jacques Delors, Henrik Enderlein, directeur du Jacques Delors Institut – Berlin et Daniel Debomy, directeur d’OPTEM, et ce dans le cadre des 26e Rencontres franco-allemandes d’Evian qui se sont déroulées le 8 septembre 2017.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Attenzione a Juncker”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

european commission“Piano a esultare per le sue proposte e a prenderle per oro colato. Il suo curriculum parla da solo: il piano Juncker degli investimenti, che doveva cambiare le sorti dell’Europa stando al discorso di insediamento come Presidente della Commissione nel 2014, si è rivelato un flop, anzi un imbroglio.I 300 miliardi di euro tanto sbandierati non solo non sono stati utilizzati, ma non ci sono mai stati. Per questo non ci fidiamo neanche dell’idea di Juncker di un ministro delle Finanze Ue, magari a guida tedesca, che commissari gli altri governi dell’eurozona e che magari faccia ricorso, a proprio uso e consumo, come vorrebbe Wolfgang Schauble, le risorse dell’ESM (European Stability Mechanism), il fondo creato negli anni della crisi a sostegno dei paesi dell’eurozona in difficoltà.Noi non siamo d’accordo. La nuova governance economico-finanziaria dell’Europa sia finalizzata alla crescita e allo sviluppo e non un nuovo strumento nelle mani dei più forti per commissariare i più deboli.Si usino, piuttosto, i miliardi dell’ESM per gli investimenti e per lo sviluppo dei paesi dell’eurozona rimasti indietro, non come “zuccherino” in cambio di sangue, sudore e lacrime: abbiamo già visto che così non funziona. L’ESM diventi quello che non è riuscito ad essere il piano Juncker. A differenza di quest’ultimo, infatti, le risorse ci sono, fresche e disponibili.Per quanto riguarda l’Italia, il serbatoio con il maggiore potenziale di crescita è il Sud. Il Mezzogiorno, infatti, proprio per le sue carenze infrastrutturali ed economiche, può assorbire più investimenti, offrendo così un’opportunità di crescita al Paese intero e quindi all’intera Europa.Attuando nel nostro Paese una strategia di politica economica di grande impulso alla crescita, a partire dal Sud e assolutamente in linea con i principi e i valori europei, avremo tutte le carte in regola per ridurre la pressione fiscale e produrre per il Paese quel salto di qualità da troppo tempo atteso. Non lasciamoci incantare dal canto della sirena Juncker.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bolkestein: Laffranco (FI), governo chieda in Ue revisione direttiva

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

Schengen“L’applicazione o no della tanto discussa direttiva Bolkestein a determinate categorie come gli ambulanti ed i balneari è fondamentalmente una questione di volontà politica. Forza Italia da tempo si batte per escludere queste due categorie da una direttiva europea che rischia seriamente di mettere a repentaglio il lavoro ed il sostentamento di moltissime famiglie. Nell’ultimo periodo stiamo assistendo a moltissime dichiarazioni d’intenti da parte dei governi di stati europei che chiedono chi di rivedere il trattato di Dublino chi quello di Schengen, l’Italia dovrebbe chiedere di rivedere la direttiva Bolkestein per adattarla ai mutati assetti economici rispetto al 2006, anno in cui fu varata. Il punto è: il governo italiano ha la volontà e l’autorevolezza per farlo? Forza Italia, attraverso una mozione, discussa oggi in aula alla Camera vuole impegnare l’esecutivo in questa direzione.” Lo afferma Pietro Laffranco, deputato di Forza Italia, nel corso di una conferenza stampa per presentare la mozione di cui è primo firmatario

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“No al ministro delle Finanze europeo”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

Jean-Claude Juncker“Se questo volesse dire egemonia della Germania, commissariamento da parte della Germania di tutti gli altri Paesi Ue. Diciamo no”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.“Juncker non è credibile, Juncker è stato un pessimo presidente della Commissione, il suo piano per gli investimenti è miseramente fallito, non ha alcuna credibilità per proporre alcunché. La nostra idea di Europa è un’idea di Europa della crescita, dello sviluppo, degli investimenti, ma non attraverso l’egemonia della Germania. Questo sia ben chiaro.
Forza Italia, ma dico tutto il centrodestra, è per questa posizione: riforma, cambiamento dell’Europa e no a che la Germania si appropri anche del controllo della finanza pubblica dei singoli Paesi. Dovrà cambiare tutto e non sarà certamente nella direzione del pessimo Juncker”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifugiati vulnerabili in Libia

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

libiaLa Libia continua a presentare una delle situazioni di flussi misti più complesse al mondo, con rifugiati e migranti che percorrono insieme rotte molto pericolose, attraverso il deserto e il mare, sopravvivendo ad abusi tra cui violenze sessuali, torture, detenzioni in condizioni inumane e rapimenti a scopo di estorsione. Tutto ciò avviene prima ancora che riescano ad imbarcarsi per attraversare il Mar Mediterraneo per raggiungere l’Italia lungo una delle rotte più mortali, dove una persona su 39 rischia di perdere la vita. La Libia si trova inoltre al centro di un conflitto che ha costretto centinaia di migliaia di cittadini libici ad abbandonare le proprie case.Se i flussi migratori misti irregolari possono rappresentare una sfida per gli Stati, la detenzione non è la soluzione. In qualità di Agenzia per la protezione dei rifugiati, l’UNHCR si oppone alla detenzione di rifugiati e si è espressa molto nettamente su questa prassi, anche ad alti livelli, e sulle terribili condizioni dei rifugiati e dei migranti nei centri di detenzione libici. Durante una recente visita a Tripoli, per esempio, l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Filippo Grandi, ha incontrato rifugiati e migranti nei centri di detenzione e ha dichiarato di essere “scioccato dalle condizioni proibitive in cui vengono trattenuti i rifugiati e i migranti”, aggiungendo che nessun rifugiato o richiedente asilo dovrebbe essere detenuto.Al tempo stesso, l’UNHCR sta negoziando con le autorità libiche affinché venga aperto un centro di accoglienza che assicuri libertà di movimento ai rifugiati e ai richiedenti asilo, dando priorità ai più vulnerabili. In questo centro, l’UNHCR potrebbe fornire servizi di registrazione, alloggio, cibo, servizi sociali, consulenza e sostegno ai sopravvissuti a violenze sessuali e di genere, e soluzioni in Stati terzi per i più vulnerabili.
L’UNHCR sta lavorando per assistere e proteggere oltre 535.000 persone in Libia, tra le quali oltre 226.000 libici sfollati interni a seguito del conflitto, 267.000 libici che sono tornati alle loro case ma rimangono in condizioni di vulnerabilità e 42.834 rifugiati e richiedenti asilo registrati.Nell’esprimere preoccupazione nei confronti delle condizioni riscontrate nei centri di detenzione, l’UNHCR ritiene importante mantenere un dialogo con le autorità competenti in Libia per assicurare l’accesso e l’assistenza salva-vita e per rafforzare le procedure di controllo, identificazione e registrazione, così come le misure volte a prevenire i rischi di violenza sessuale e di genere.“Effettuiamo visite regolari nei centri di detenzione ufficiali per fornire assistenza salva-vita,” spiega Roberto Mignone, Rappresentante dell­’UNHCR per la Libia. “La nostra presenza in questi centri non significa che appoggiamo tali strutture, né tantomeno ciò che vi accade. È nostro dovere, comunque, fornire aiuto ai rifugiati e ai richiedenti asilo e promuovere la loro protezione, anche quando si trovano in detenzione. Quest’anno l’UNHCR e i suoi partner hanno effettuato 658 visite nei centri di detenzione. Grazie ai nostri sforzi congiunti, sono stati rilasciati circa 1.000 rifugiati e richiedenti asilo”.
In Libia, l’UNHCR è impegnato nel migliorare la situazione di centinaia di migliaia di civili colpiti dal conflitto. Lavora inoltre per offrire protezione internazionale, assistenza umanitaria e soluzioni per le persone a rischio che vivono nel paese o che sono in transito verso l’Europa. Lavora in stretto coordinamento con l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM) e altri partner. Le restrizioni che si affrontano in Libia sono molteplici, tra le quali l’accesso limitato su tutto il territorio a causa dell’attuale situazione di insicurezza. Ciononostante l’UNHCR sta facendo il massimo per estendere la sua presenza e il suo intervento in Libia attraverso il suo staff nazionale, i partner, e la regolare presenza a rotazione dello staff internazionale che attualmente opera da Tunisi.Considerati gli urgenti bisogni umanitari e le terribili condizioni nei centri di detenzione, è essenziale che l’UNHCR continui a essere impegnato nel fornire assistenza salva-vita, protezione e soluzioni, insieme alla promozione di alternative alla detenzione, che rappresentano la principale priorità.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro: fallimento della jobs act

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

donne al lavoro“Ancora una volta l’Istat mette in crisi con i suoi dati le politiche del governo ed ancora una volta i ragazzi del Pd dimostrano che non hanno studiato o lavorato. Non vi dovrebbe essere troppa fiducia quando i dati di oggi dicono che la crescita degli occupati avviene a ritmi meno sostenuti che nei precedenti trimestri. Ed infatti 78mila occupati in più in un trimestre con tutti gli incentivi messi a disposizione non possono essere considerato un risultato! Se poi l’incremento degli occupati è dovuto per l’80 per cento all’aumento di quelli a termine, non sembra un buon risultato per il Jobs act, che doveva trasformare tutti i contratti a tempo indeterminato”.Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.“È, poi, preoccupante la diminuzione dei flussi da contratto a termine a contratto indeterminato, altro obiettivo del Jobs act. Altrettanto negativo è il crollo degli indipendenti, se ancora ne è sopravvissuto qualcuno. Drammatica continua ad essere la situazione della disoccupazione, particolarmente quella giovanile, con una distanza record dagli altri paesi europei.Infine, il dato Istat dimostra il vuoto delle politiche attive: la strada maestra nella ricerca di lavoro è la segnalazione, altro che centri per impiego e assegno di ricollocazione. E aumenta, prevedibilmente ma drammaticamente, il divario territoriale Nord-Sud, con la situazione del mezzogiorno che peggiora nonostante i variegati Patti regionali o municipali siglati dal governo Renzi-Gentiloni, altro esempio di imbroglio contabile. Vi è poco da gioire per un poco di occupazione in più, perché il quadro rimane sempre nero e i ritardi strutturali del Paese non sono certo stati recuperati”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

NPLs RE_Solutions: Astasy entra nel capitale sociale al 33%

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

Astasy Srl – società specializzata nella consulenza in esecuzioni immobiliari, acquisisce il 33% delle quote di NPLs RE_Solutions, società specializzata nel settore degli NPL’s del Gruppo Gabetti.La società sarà guidata da Giuseppe Gabriele Mazzetta, nominato Presidente e Amministratore delegato. Mazzetta si occuperà del coordinamento dei Partner Industriali nell’erogazione dei vari servizi e sarà il responsabile nell’attività di Business Development. Siglato inoltre un accordo con AxiA RE per le valutazioni complesse nell’ambito dei crediti non performing con sottostante immobiliare che vengono svolte da quest’ultima anche utilizzando in esclusiva il portale specialistico di Astasy. La collaborazione fra i tre partners consente a NPLs RE_Solutions di diventare uno dei principali operatori specializzati ed indipendenti del mercato dei servizi per i “non performing loans” in grado di accompagnare gli Istituti di Credito ed i Servicers nel recupero dei crediti in sofferenza.“Gabetti Property Solutions, in qualità di Socio industriale di maggioranza mette a fattor comune tutte le competenze e l’organizzazione di quello che è oggi il primo Full Service Provider esistente sul mercato: esperienza e track record esclusivi nei servizi di Agency, Advisory, Due Diligence, Property e Facility management attraverso le controllate Gabetti Agency, Patrigest e AbacoTeam.
Il punto di forza della società, specialmente nel nuovo assetto, è basato su un efficiente ed unico approccio raggiunto attraverso l’integrazione Industriale delle tre realtà in un unico soggetto specializzato e focalizzato nel settore, con a capo Giuseppe Gabriele Mazzetta; una figura professionale che costituisce una guida riconosciuta per esperienza dai principali Clienti del Settore. ”, dichiara Roberto Busso, CEO Gabetti Property Solutions.
Astasy mette a disposizione della nuova società la propria specifica esperienza di valorizzazione e recupero dei crediti deteriorati. Caratteristiche distintive di Astasy il possesso del «Big Data: Auction System Astasy» e la preparazione dei suoi 50 esperti in esecuzioni immobiliari, che assistono gli agenti immobiliari nella vendita degli immobili in sofferenza.“Con l’ingresso nel capitale di NPLs RE_Solutions e la sinergia con il gruppo Gabetti, Astasy mette a frutto l’esperienza maturata negli anni e le competenze del management nell’attività di Intelligence Real Estate e formazione dei suoi esperti in esecuzioni immobiliari.
Per garantire un vantaggio competitivo unico ad NPLs RE_Solutions abbiamo messo a disposizione anche il nostro data base “Auction System Astasy”, ad oggi l’unico strumento in Italia che gestisce automaticamente l’arricchimento dei dati di tutte le procedure esecutive e concorsuali in tempo reale, permettendoci di essere in anticipo sulla gestione delle procedure stesse”, dichiara Mirko Frigerio, Presidente di Astasy.
Giuseppe Gabriele Mazzetta vanta una esperienza di oltre 15 anni nel settore fino a ricoprire l’incarico di Chief Operating Officer di Italfondiario RE. Ha supervisionato l’intero processo di partecipazione ad oltre 1.200 aste giudiziarie, acquistando, gestendo e rivendendo beni di proprietà di più di 15 Reoco, con un GBV pari a 28 mld di euro.Nella sua esperienza ha inoltre partecipato, in qualità di advisor dì Fortress, alle principali operazioni di acquisizione e dismissione di pacchetti di sofferenze valutando oltre 60.000 garanzie immobiliari con un GBV di oltre 50mld di euro. Ha creato e definito le basi del processo di Auction Facilitation, arrivando a gestire annualmente oltre 10.000 aste immobiliari per oltre 1,5 mld di prezzo base.
È stato di recente coinvolto in ABI (tramite Assoimmobiliare, come Responsabile NPL), dove ha collaborato alla stesura del patto Marciano e dove sta lavorando assieme al tavolo tecnico sul documento di valutazione degli immobili sottoposti a procedura esecutiva.“Ognuno dei Partner Industriali apporta al Progetto contenuti innovativi di interesse per il mercato di settore e specifico track record. NPLs RE_Solutions si pone l’obiettivo di accompagnare gli Istituti di Credito in tutte le Fasi dalla Valutazione alla Gestione ed alla Valorizzazione e Dismissione degli Asset NPLs senza necessariamente dover sempre ed in ogni caso pensare ad un cessione in blocco ad Investitori Specializzati e Speculativi. Una nuova figura di cui il mercato non può più fare a meno” afferma Giuseppe Gabriele Mazzetta, nuovo Amministratore Delegato della Società. AxiaRE è il Partner specialistico per le Valutazioni. AxiA.RE è un Esperto Indipendente primario con 75 Fondi Immobiliari (25 SGR clienti), per un patrimonio valutato semestralmente di circa 2.400 Asset e con un valore di circa 14 miliardi di euro.
AxiA.RE è l’unico operatore del settore cui Astasy ha concesso di poter disporre della Piattaforma Web per le valutazioni degli NPL integrata al Big Data Auction Astasy con i dati dei Tribunali aggiornati in tempo reale e con la georeferenziazione di tutte le garanzie. La società è in grado di effettuare valutazioni sia in OMV (Original Market Value) sia in JV (Judicial Value) ma soprattutto è in grado di seguire le analisi retrospettive disponendo dei dati delle 260.000 procedure esecutive in corso e dello storico delle aste aggiudicate. AxiARE dispone, inoltre, di una elevata capacità di analisi del Valore sia ordinario (OMV) che giudiziale (JV) di Asset Class Specialistiche attraverso la Discounted Cash Flow Analisys come, peraltro, richiesto da Normativa Linee Guida BCE

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Spandimento fanghi in agricoltura

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

regione lombardia“Prendiamo atto che sullo spandimento di fanghi in agricoltura arrivano dalla Lombardia limiti più restrittivi e maggiori controlli sugli inquinanti. E’ un primo passo per la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini, ma non è abbastanza. Chiediamo quindi all’Assessore Terzi uno sforzo in più. A giugno il Consiglio ha approvato una mozione del M5S perché fossero elaborate linee guida sullo spandimento da trasmettere ai Comuni perché poi fossero recepite in appositi regolamenti comunali. L’obiettivo è quello di sensibilizzarli a regolamentare la materia a partire da uno spandimento vincolato ai referti delle analisi dei terreni effettuate prima e dopo gli spargimenti per poi lavorare sulla distanza minima dai centri abitati per lo spandimento e sul divieto di spandimento la domenica e i festivi. Servirebbero poi vincoli per pubblicizzare annualmente i dati quali-quantitativi degli spandimenti di fertilizzanti nell’ottica di informare la popolazione. Ci auguriamo che la Lombardia si muova rapidamente anche su questo fronte”, così Andrea Fiasconaro, capogruppo del M5S Lombardia.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Serve revisione fiscalità urbana per rilancio investimenti Comuni”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

roberto morassut‎”Negli ultimi dieci anni il livello della spesa pubblica per investimenti in opere e servizi da parte dei comuni italiani è sceso notevolmente, quasi il 40 per cento in meno. Questo ha avuto un effetto negativo sulle periferie e in quelle zone della città dove il degrado urbano e le situazioni di marginalità sono più accentuate, come a Genova”. Lo ha detto Roberto Morassut, deputato del Pd e vicepresidente della commissione parlamentare di inchiesta sulle periferie, durante la conferenza stampa al termine delle tre giorni a Genova della commissione.”Ciò è avvenuto certamente per i vincoli generali di finanza pubblica legati al fiscal compact ‎ma anche per due fattori combinati: la possibilità di utilizzare gli oneri di urbanizzazione per la spesa corrente e non solo per gli investimenti e la cancellazione dell’Ici che ha tolto ai entrate comuni” ha spiegato.”Per questo, dopo dieci anni dall’approvazione del dl 42 del 2009, è venuto il momento di riflettere su una ricalibratura degli indirizzi del federalismo fiscale e della fiscalità urbana e di farlo in modo organico, per rilanciare gli investimenti dei comuni e favorire processi di recupero e riqualificazione delle periferie urbane” ha concluso Morassut.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaccini: Ferrara (M5S), servirebbe un vaccino che protegga il Tar dalla confusione governativa

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

tar lazioRoma “Una circolare che nessuno interpreta allo stesso modo perché è scritta male. Anche stavolta dovrà intervenire il Tar sui provvedimenti del governo. Il Tar ha dovuto lavorare di più negli ultimi 4 anni per correggere gli errori del governo Napolitano-Bersani-Letta-Renzi-Gentiloni che nelle precedenti dieci legislature. L’applicazione della nuova normativa è infatti lasciata al libero arbitrio interpretativo di Regioni e Comuni che stanno decidendo autonomamente. Ad esempio in una Regione non è previsto l’allontanamento dalle scuole dei bambini non vaccinati, in tutte le altre sì. Com’è possibile?
Si tratta di una legge delicata che ha preoccupato le famiglie e gli operatori scolastici; la superficialità della circolare non fa che alimentare le possibili tensioni e i problemi di ordine pubblico. Questo governo non ha a cuore le famiglie e non tutela i bambini. E’ vergognoso. Chiediamo chiarezza immediata, la circolare deve essere applicata in maniera uniforme e devono essere fornite indicazioni dettagliate che colmino le carenze del quadro normativo di riferimento”. Lo dichiara in una nota stampa Paolo Ferrara, capogruppo M5S del Campidoglio.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Protezione umanitaria: regole in Italia e nel resto dell’Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

Laura_Ravetto_daticameraDichiarazione degli onorevoli Gregorio Fontana e Laura Ravetto, deputati di Forza Italia:“I fatti di violenza sulla turista finlandese a Roma confermano che occorre al più presto porre rimedio all’anomalia tutta italiana rappresentata dalla protezione umanitaria. Forza Italia chiederà una rapida calendarizzazione e discussione della specifica proposta di legge già da tempo presentata, che se approvata consentirà finalmente di allineare le regole per la protezione internazionale a quelle in vigore nel resto d’Europa.Inoltre la vicenda di Roma, come già quella di Rimini, dimostra ancora una volta che il permesso umanitario è concesso facilmente e con grande libertà a chi, secondo gli standard europei, non avrebbe invece diritto ad alcuna protezione e si trasforma di fatto in una sanatoria mascherata. Basti pensare che solo il 48% delle protezioni internazionali concesse dall’Italia nel 2016 (status di rifugiato e protezione sussidiaria) hanno effetto e sono riconosciute nel resto dell’Europa, mentre la maggioranza, il restante 52% ovvero la protezione umanitaria, viene concessa grazie a regole che esistono solo in Italia”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli ambientalisti del PD

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

ambienteÈ imbarazzante il dibattito iniziato tra Veltroni e Renzi su quanto il Pd sia un partito ambientalista. Sostengono che l’ambiente è ai primi posti del loro programma e che se ne sono occupati molto. Dobbiamo ammettere che hanno ragione. Se ne sono occupati molto. Purtroppo, aggiungiamo.Il Pd si è occupato di ambiente scrivendo, promuovendo, spingendo, una miriade di provvedimenti CONTRO l’ambiente. E annacquando, fino a snaturarle, quelle leggi che cercavano di affrontare alcuni problemi. Rinfreschiamo la memoria al cittadino distratto che potrebbe farsi ammaliare dalle sirene veltroniane.
OTTOBRE 2014, Sblocca Italia: legge monstrum con la quale è stata spianata la strada – se mai ce ne fosse stato bisogno – dato input alle trivellazioni, agli inceneritori, al cemento, alle opere inutili. Depurazione e le fognature non devono fare parte della visione ambientale del PD, dato che per queste opere i fondi sono stati prontamente congelati;
APRILE 2016: va in scena la campagna per affondare il referendum che chiedeva di porre dei limiti alle trivellazioni nei nostri mari, con un Renzi che, all’afflato ambientalista, univa quello costituzionale, invitando a non andare a votare;
20 aprile 2016: la legge che ha di fatto privatizzato e messo a profitto il bene primario numero uno, l’acqua;
IN DISCUSSIONE AL SENATO: la legge che vuole rendere i parchi “oggetto commerciale” lasciandoli amministrare dalla politica locale e rendendoli quindi merce di scambio.
Smantellamento del Corpo forestale, con le conseguenze che purtroppo abbiamo visto proprio questa estate: enormi difficoltà nella gestione delle emergenze roghi e incendi, con il già scarso personale costretto a un lavoro massacrante senza mezzi adeguati;
Condoni e salva condotti ai patron dell’Ilva, con buona pace del piano ambientale e della salute dei tarantini;
APRILE 2017 Tentativo di golpe alla Valutazione di impatto ambientale sminuendone ruolo ed efficacia;
GENNAIO 2015 Ridotti al lumicino fino a scomparire gli incentivi promessi per le rinnovabili;
Bloccati i fondi per le agenzie ambientali; Annunci e, manco a dirlo, nessun fondo reale per la programmazione della difesa del suolo. Questi sono solo alcuni dei provvedimenti CONTRO l’ambiente. Ma non è finita qui. Che fine ha fatto il testo unico sull’amianto? Che fine ha fatto la sperimentazione del vuoto a rendere che aspetta una firma del ministro? E non ci parli, Renzi, di quando era sindaco e delle sue presunte azioni contro il cemento selvaggio. Non è cemento selvaggio autorizzare un inutile tunnel che trivella il centro città devastandola per far passare la Tav recuperando solo 5 minuti sulla tratta Roma-Milano? (fonte: blog 5stelle)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

New Exhibition in Birmingham at The Pen Museum – Black Country: The Pit to the Pen

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

BIRMINGHAM, England/PRNewswire/A brand new, temporary exhibition opens in the heart of Birmingham’s Jewellery Quarter at the Pen Museum. The Pen Museum aims to preserve and promote the legacy of Birmingham’s steel pen trade which at one time provided 7Birmingham5% of the world’s pens. As part of a recent launch of new facilities and exhibition space, the museum has teamed up with local poet, Elinor Cole and Dudley Museums Service to create a new exhibition, ‘Black Country: The Pit to the Pen’. Visitors will be able to see Elinor’s poetry alongside the etchings of Solihull-born Richard Samuel Chattock whose contemporary works depicted the harsh industrial life in the 1870s Black Country, in stark contrast with many other artists of the time.Elinor Cole is a local poet whose main inspiration comes from the rich heritage of the Black Country, where she lives. Her portfolio of work focuses on the industry of the region, but the poems also touch upon the cultural aspects of the area – popular pastimes, local folklore, and the unique dialect of its people. She said of the new exhibition:”My poetry found new resonance when it was displayed beside the wonderful etchings of R. S. Chattock, whose scenes of the industrial Black Country gave a backdrop to the stories I was trying to tell. In the Pen Museum, themes of industry and art go hand-in-hand, making it the perfect place to host this exhibition.”
Anthony Hayes, Operations Manager of the Pen Museum said:”This exhibition is the perfect way to launch our new gallery space. Elinor’s poetry and the Victorian etchings really encapsulate the spirit of the Black Country and will give our visitors the chance to experience more of the Midlands’ industrial heritage.”The exhibition is on until 31/01/2018

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teva Names Kåre Schultz as President and Chief Executive Officer

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

Teva_PharmaceuticalTeva Pharmaceutical Industries Ltd. (NYSE and TASE: TEVA) today announced that its Board of Directors has named Kåre Schultz to become the Company’s President and Chief Executive Officer. Mr. Schultz will succeed Dr. Yitzhak Peterburg, who will continue to serve as Interim Chief Executive Officer until Mr. Schultz joins the Company. Today’s leadership announcement represents the successful completion of the global search process to identify the best leader for the Company and was executed by the Teva Board of Directors, with the assistance of Heidrick & Struggles. Mr. Schultz will be relocating to Israel and based out of the Company’s Petah Tikva headquarters.Mr. Schultz is a seasoned veteran in the healthcare industry with a distinguished, nearly thirty year career in global pharmaceutical and healthcare companies. Over the course of his career, Mr. Schultz has developed a unique perspective overseeing generic and specialty drug portfolios, while managing complex business operations around the world. He most recently served as the President and Chief Executive Officer of H. Lundbeck A/S, where he is credited with leading significant restructuring initiatives and launching a robust turnaround strategy focused on driving a sustainable global cost structure and operational model. As a result of his leadership, the company is on track to achieve all-time high revenue and earnings. Prior to his role as President and CEO of H. Lundbeck A/S, Mr. Shultz served as Chief Operating Officer of Novo Nordisk, where he had a key role in building the company into one of the world’s best-performing drugmakers and implementing a metrics-focused approach to the company’s operations.“With extensive global pharmaceutical experience, a strong track record executing corporate turnaround strategies, driving growth and international expansion at low incremental cost and delivering on promises to shareholders, as well as a commitment to a culture of compliance, Kåre is the right leader to take Teva to the next level,” said Dr. Sol J. Barer, Chairman of Teva’s Board of Directors. “Kåre has deep insight into the global pharmaceutical industry and a keen knowledge of the generic and specialty drug markets. His proven strategic, financial and operational capabilities and his strong commitment to growth will enhance value for all stakeholders and position Teva for long-term success. He brings a strong sense of corporate citizenship, and his disciplined commitment to excellence makes him a clear professional and cultural fit with our company. We are pleased to welcome a world-class leader of Kåre’s stature to Teva and look forward to working closely with him to build the Teva of the future for shareholders, employees and patients around the world.”Mr. Schultz said, “I am honored to join Teva, an iconic company that I have long admired during my career. What drew me to Teva, and what makes Teva different from its peers, is its unique commitment to growing an extensive global reach while continuing to provide new and high-quality treatments for patients and an innovative culture for its employees. I am proud to be joining a company that helps millions of patients around the world on a daily basis with its broad range of generic and specialty drugs and solutions. I look forward to working closely with the entire team at Teva to build a future of success for the Company and its stakeholders.”Dr. Barer continued, “On behalf of the Board, I want to thank Yitzhak for taking on the role of interim CEO during this critical period. Yitzhak’s leadership and insight have greatly helped the Company remain focused on the execution of its key strategic priorities.”Dr. Yitzhak Peterburg said, “We are delivering on the commitments we have made over the last several months. We are optimizing our operations and geographical footprint while focusing our resources on the specialty and generics pipeline assets that offer the most attractive return on investment. In addition, we are on course to hit our target of generating at least $2 billion from the sale of non-core assets, which we will use to strengthen Teva’s balance sheet. It is a privilege to lead Teva and I look forward to continuing to do so during this time, and will work with Kåre to ensure a seamless transition once he joins.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TSYS Signs PRIME(SM) Agreement with Mashreq Bank in Dubai

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

dubai-franchise-expo-uaeDubai. SYS (NYSE: TSS) announced today that it has signed a software licensing and services agreement with UAE leading financial institution, Mashreq Bank. TSYS will provide Mashreq with its core PRIME Issuer and Acquirer payments platform — and surrounding modules and services — to enhance the bank’s customer-centric experiences for its cardholders and merchants.Mashreq is an award winning bank recognised for its retail and digital banking experiences. The bank also has broad product portfolios that include multi-brand credit, debit, and prepaid cards, as well as Sharia-compliant cards.“We are one of UAE’s leading financial institutions with a growing retail presence in Egypt, Qatar, Kuwait and Bahrain. Our key focus is providing customers with access to a wide range of innovative products and services, and this is what led us to TSYS,” said Sandeep Chouhan, Head of Operations and Technology at Mashreq. “As one of the largest payment solution providers in the world, TSYS has the scale and power of PRIME, along with the visionary TSYS InterActivSM technology framework to help us keep our customers and merchants at the forefront of innovation.”Mashreq will leverage TSYS support for omni-channel and digital enablement, including Web APIs and Customer Alerts. The agreement also includes innovative loyalty solutions at the issuer and merchant level. These are supported by real-time fraud and risk solutions covering mobile and e-commerce, along with a range of acquiring propositions for merchant portal, acquirer dashboard, DCC, interactive interchange pricing and more.“We look forward to partnering with Mashreq as they continue to grow and develop their consumer payment offerings and innovative merchant experiences in the region. Our presence in the Middle East dates back to 1989, and we are very proud to support our clients as they drive the market forward in this progressive region of the payments world,” said Rene Kruse, group executive and managing director of PRIME Business Solutions, TSYS.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Yardi Prepares Gerald Eve for Portfolio Growth

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

londonLondon. UK-based international real estate services company Gerald Eve has selected Yardi Voyager® 7S as the management platform for its new commercial property and asset management business. Gerald Eve’s new business arm sought a cloud-based, mobile solution to support its predicted exponential growth.Yardi Voyager 7S will centralise asset and property data and streamline core accounting. Yardi PAYscan will help automate invoice processing to deliver additional efficiencies.“Commercial property and asset management was the strategic gap in our business,” said Jennifer Cottle, partner for Gerald Eve. “Yardi filled that gap. It was fundamentally important for us to select a software platform that not only delivered the process efficiencies we were looking for, but supported the long-term goals and service requirements of the new venture.” “We are very pleased to see Gerald Eve move to the Voyager platform,” said Neal Gemassmer, vice president, international for Yardi. “Combined with Yardi PAYscan, the solution will allow Gerald Eve’s property and asset management business to hit the ground running and support an exciting growth strategy.”
Gerald Eve is a firm of international property consultants based in the UK who operate a national network of nine offices covering Europe and major US markets. Whether you are a property owner, investor, occupier or developer, Gerald Eve provides independent, intelligent and relevant advice based on detailed market knowledge and sector understanding. Learn more about Gerald Eve.
Yardi® develops and supports industry-leading investment and property management software for all types and sizes of real estate companies. Established in 1984, Yardi is based in Santa Barbara, Calif., and serves clients worldwide from offices in Australia, Asia, the Middle East, Europe and North America. For more information, visit: yardi.com/uk

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »