Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 11 novembre 2019

Nasce la mega-università di Paris-Saclay

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

A partire dal 1° gennaio 2020, l’Université Paris-Saclay integrerà diverse università e scuole superiori di livello universitario* e rinforzerà il partenariato con 6 differenti istituti di ricerca, tra cui il CNRS (Centre national de recherche scientifique).Questa nuova organizzazione, nata per volontà del Governo francese, intende portare l’università di Paris-Saclay ad avere un raggio d’influenza internazionale molto più vasto dell’attuale. Nelle parole del Presidente della Repubblica Emmanuel Macron, il nuovo polo universitario diverrà “un requisito essenziale per l’attrattività della ricerca francese all’estero”. Nei prossimi anni, l’investimento potrebbe raggiungere i 5 miliardi di euro, per competere con i principali istituti internazionali e trasformare profondamente il panorama dell’istruzione superiore e della ricerca in Francia, tramite una politica di formazione, ricerca e innovazione più aperta al mondo.
L’attrattività della nuova università è rafforzata dalla già numerosa lista di riconoscimenti ottenuti dalle istituzioni che l’hanno preceduta: 2 premi Nobel, 10 medaglie Fields e 11 premi conferiti dall’Académie de Sciences francese ottenuti nel solo 2018. Nell’edizione 2019 dell’Academic Ranking of World Universities, Paris-Sud (uno degli istituti che integra la nuova organizzazione) è stata riconosciuta come l’università numero uno in Francia, davanti alla Sorbona e all’ENS (la prestigiosa École normale supérieure de Paris).Sul fronte dell’integrazione con la realtà economica ed industriale, la nuova struttura vede un incubatore di start-up già in grado di produrre 100 nuove iniziative imprenditoriali ogni anno. Inoltre, il polo scientifico e tecnologico internazionale sorgerà su diverse migliaia di ettari, ed includerà i centri di ricerca di grandi attori industriali come Airbus, Danone, EDF, Peugeot e Renault.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il futuro digitale dell’Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Milano 13 novembre a partire dalle ore 9,30 presso il Sole 24 ore – Sala Bianchi – Via Monte Rosa, 91. Sarà un importante momento di confronto dedicato al futuro digitale del nostro Paese. Partendo dai dati del Rapporto “Il digitale in Italia 2019”, giunto alla 50 edizione, che verrà presentato per l’occasione e con proiezioni sino al 2021, ci si confronterà sul ruolo del digitale per la crescita del Paese. E ci si confronterà sulle scelte da fare per sciogliere tre nodi fondamentali: dare continuità alla trasformazione digitale delle imprese, rilanciare la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, colmare il gap di competenze digitali. Sono previsti, tra gli altri, gli interventi del Ministro per l’Innovazione Paola Pisano, il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, il Presidente di Anitec-Assinform Marco Gay, il Presidente di Confindustria Digitale Cesare Avenia, il Presidente di Federmeccanica Alberto Dal Poz e il Presidente del Sole 24 Ore Edoardo Garrone.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istituita una direzione generale del mare e delle coste

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

«Come Marevivo – dichiara Rosalba Giugni, Presidente dell’associazione – siamo soddisfatti della costituzione di questa struttura e auspichiamo che ci siano una inter modalità, uno scambio e un confronto, tra i ministeri perché l’ambiente, e il mare, sono trasversali a qualsiasi attività di Governo. La particolare collocazione geografica dell’Italia nel bacino del Mediterraneo rende necessaria la costituzione di una direzione che possa occuparsi di tutte le politiche connesse con il mare, con lo scopo di superare la frammentazione istituzionale che vede ben 10 Ministeri (Ambiente, Politiche Agricole, Trasporti, Salute, Difesa, Affari Esteri, Lavoro, Economia e Finanze) occuparsene a diverso titolo».

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Egofascismo

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Il cardinale Ruini (ex presidente della CEI e vescovo vicario di Roma negli anni 1991-2008) suggerisce di dialogare con Salvini, che viene pensato come futuro: come futuro suo ma anche nostro (“ha notevoli prospettive davanti a sé”). Ciò vuol dire passare nei confronti di lui dalla resistenza al viatico, e togliere il tappo che fortunosamente il sistema politico italiano ha messo per impedire o almeno ritardare l’irruzione delle acque dei pieni poteri, traboccanti da urne precocemente convocate. Questo tappo, per quanto improvvisato e maldestro, è la cosa che dà ragione del governo in carica e lo trasforma in governo della ragione.
Passare dalla resistenza al viatico al leader leghista, significa togliere il tappo, privare di questa ragione il governo, farlo cadere. È ciò che dal primo giorno della sua concezione e della sua nascita stanno facendo molti poteri interni ed esterni al governo, che operano perfino tra le forze che lo hanno concepito e lo abitano. Tra questi poteri che giorno dopo giorno scalzano le fragili fondamenta su cui il governo si regge, c’è quasi l’intero sistema culturale e mediatico che agisce sotto dettatura del denaro. Tale è la TV commerciale, interamente determinata dal denaro, il quale si svela platealmente decidendo palinsesti, maratone e tempi concessi ai programmi nelle interruzioni tra una pubblicità e un’altra. I soggetti che fanno i programmi, diventano in tal modo essi stessi oggetti. Non è la televisione che fa la pubblicità, è la pubblicità che fa la televisione. Cioè è il mercato, e meno male che c’è il mercato perché, venuto meno il controllo umano, almeno il mercato per sue non tanto misteriose ragioni ha interesse che qualcosa di umano continui, che la convivenza regga, e che i cori razzisti, che minacciano di far interrompere lo spettacolo negli stadi, non ci siano.
Ora la TV gestita dal denaro sa benissimo che, assunto come fine il profitto, la sola produzione redditizia è lo spettacolo. E gli spettacoli costano: basta guardare ai Teatri dell’Opera, le cui recite a causa dei cori, delle orchestre, delle prime donne e delle messe in scena costano troppo, e che perciò chiudono. Ma la TV commerciale ha trovato le uova d’oro, ha trovato lo spettacolo che non costa nulla e anzi paga addirittura per essere rappresentato. Questo spettacolo è la politica, che da sola può coprire l’intero arco della programmazione, quando è mattina, quando è sera, quando è notte e poi di nuovo mattina. Ma lo spettacolo che fa audience (lo si sa fin dal Teatro greco) è la tragedia e la farsa. E la politica va benissimo come spettacolo, a patto che si presenti come tragedia e come farsa; e se in se stessa non è né tragedia né farsa, la TV ce la fa diventare, la deve restituire così, altrimenti dovrebbe trasmettere altre cose, molto più care. Ciò vuol dire che in quanto “medium”, strumento mediatico, la TV deve farsi mediatrice e autrice del falso, della fake news per eccellenza: perché la politica è tutt’altra cosa di ciò che viene mostrato, è l’impresa del vivere insieme, e vera politica non è solo la contesa per questo o quel problema determinato, ma quella per cui ne va delle condizioni di vita e del destino degli uomini e delle donne sulla terra.
È in questa più larga visione che il tappo non va tolto.
Ma perché c’è questa scelta, questa deriva a favore di Salvini? Salvini non ha solo un futuro, ha anche un passato. Il passato di Salvini sono la cultura e la politica dell’Occidente dopo l’89, da quando cioè si è fatta la globalizzazione, ma senza un’idea (un’ideologia!) che la fondasse, senza il pensiero di un’unità umana di cui essa fosse l’effetto; e questo passato, in Italia, è anche il passato della Chiesa di Ruini, dagli anni 80 fino a papa Francesco, nel lungo tempo dell’eclissi del Concilio. Caratteristica di quella Chiesa fu l’idea che nella società, man mano che scemava la fede, la Chiesa dovesse farsi portatrice di un “progetto culturale”, di una cultura in vesti secolari: non di una politica, perché quella, mandato al macero il “cattolicesimo democratico”, la si lasciava fare ai politici, alla destra che c’era, tallonata però perché si rendesse “permeabile” alle istanze cattoliche e così, come rivendica Ruini, portasse dei “frutti” per la Chiesa.
In tal modo la Chiesa si è incorporata alla cultura della modernità, i fedeli sono stati lasciati a quei pascoli. Ed è questo meticciato culturale (ateismo e rosari) che è giunto fino a noi. È la cultura di una Chiesa quale è stata, e che come tale è destinata a finire se papa Francesco non sarà continuato e si vorranno chiudere le porte alla Chiesa che sarà.
Ora la vecchia cultura, oggi endemica se non egemone, non è atta a salvare la Terra e a far sì che la storia continui. Giustamente Salvini rifiuta di essere chiamato “fascista” e denuncia chi lo fa, anche se il Pubblico Ministero di Milano dice che non è reato. Il fascismo è un fenomeno storico nato dallo scempio della prima guerra mondiale e dall’estro di Mussolini, e non è ripetibile in qualsiasi altra forma. Però è proprio dell’uomo dare il nome alle cose, e anche “rinominarle”, quando occorre, come ora ci fa fare il computer. Si può rinominare il fascismo, riconoscere il fascismo eterno dandogli il nome di “egofascismo”, un nome che riassume tutta una cultura e tutta una storia. L’egofascismo è mettersi al centro, prima e al posto di ogni altro e far questo con qualunque mezzo, al costo di qualsiasi violenza, al principio di ogni sacrificio. È la morale del Principe, la ragion di Stato, il nucleo duro della sovranità; è dire “prima gli Italiani” o “solo gli Italiani” e perciò chiudere i porti, destinare i migranti all’inferno, far passare la cultura “meglio morti che sbarcati”, singolare rovesciamento del grido “meglio morti che rossi”, e ripresa del più antico “me ne frego”: della morte e della perdizione dell’altro. È la cultura della dialettica, della contraddizione, che è poi la cultura del nemico, da Eraclito ad Hitler, fino alla cultura del maggioritario, fino alla minaccia: “con un voto in più si governa su tutti”.
Se davvero siamo ad un cambiamento d’epoca, è questa cultura che deve cambiare. C’è un’altra cultura, non dell’alternativa ma dello scambio (il cristianesimo, di cui si baciano i simboli, è il rovesciamento assoluto della dialettica, con la sua unione tra umano e divino, che addirittura ha definito “consustanziali”); è la cultura dell’ “I care” (mi preme), del “prima gli altri”, “prima i poveri, i deboli, gli scacciati”, è la cultura della casa di tutti e dell’unità umana, la cultura per la quale o ci si salva tutti insieme o non si salva nessuno.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

«GAC-FLAG Isole di Sicilia» al «World Travel Market» di Londra

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Londra «Si è rivelata, ancora una volta, vincente la partnership tra il «GAC-FLAG Isole di Sicilia» e «Islands of Sicily», ovvero la DMO delle «Isole di Sicilia». Uno stand brandizzato con un’immagine coordinata che, già proposta lo scorso febbraio al «Free di Monaco» ed a marzo all’«ITB di Berlino», ha consentito di polarizzare l’attenzione sul prodotto «Isole di Sicilia» da parte di un buon numero di buyer internazionali. Il «GAC-FLAG Isole di Sicilia», che ha come obiettivo principale quello di valorizzare la piccola pesca costiera, ha registrato ottimi feedback, relativamente alle potenzialità, nella misura in cui queste rappresentano un importante fattore di attrazione, di diversificazione legate al turismo. Oltre alla pesca-turismo, sono risultate, infatti, di notevole interesse le tradizioni legate al mare ed alla pesca, ma anche il cibo e quindi le ricette ed i prodotti tipici che ne derivano. «Islands of Sicily», la DMO delle «Isole di Sicilia», ha presentato il «Grand Tour» delle «Isole di Sicilia», un prodotto su 14 notti (4 alle Eolie, 3 alle Egadi, 2 a Pantelleria, 2 a Ustica, 2 a Lampedusa ed 1 a Palermo) che si inserisce nel mercato di nicchia riservato proprio ai «Grand Tour». Questa proposta, oltre a declinare gli 8 temi scelti per promuovere il brand delle isole siciliane (mare e natura, storia e cultura, paesaggi e tradizioni e cibo e vino), permette di apprezzare alcune tra le più significative attrazioni dei territori micro insulari. I moduli del «Grand Tour» sono stati pensati per essere ulteriormente approfonditi e consentire lo sviluppo del cosiddetto tailor made tour (viaggio fatto su misura) da focalizzare anche sulle singole isole e da disegnare sulla base delle richieste dei buyer internazionali. La partecipazione si è conclusa con una conferenza stampa presso lo spazio ENIT, conclusa dal Presidente Giorgio Palmucci, che ha fatto gli onori di casa, e alla quale hanno partecipato Pietro La Porta (Direttore del GAC-FLAG Isole di Sicilia), Ignazio Galuppo (Presidente del Consiglio Comunale di Favignana), Ignazio Lucido (Presidente della Commissione Turismo del Comune di Favignana) e Christian Del Bono (Presidente di Islands of Sicily – DMO delle Isole di Sicilia). A margine della conferenza stampa è stato offerto un aperitivo a base di vini e prodotti tipici isolani. Nella circostanza Michele Ritunno e Giuseppe Campo, pescatori di Favignana, hanno avuto modo di presentare la bottarga di tonno e di raccontare la loro esperienza di pesca e le altre attività di diversificazione già avviate. Il colpo a sorpresa è stato, infine, l’intonazione del celebre canto di tonnara (la cialoma) che ha lasciato entusiasti i numerosi presenti.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia-Libia: Le priorità italiane sulla questione libica

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Tobruk. Una delegazione di parlamentari di Fratelli d’Italia, guidata dal vicepresidente del Senato Ignazio La Russa, ha incontrato una rappresentanza del governo di Tobruk capitanata dal ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale, Abdulahdi Ibrahim Lahweej. E’ stata l’occasione per FdI per ribadire, come già fatto altre volte con gli esponenti del governo Al Serraj, quali siano considerate le priorità per l’Italia nella questione libica. Fratelli d’Italia ha rimarcato quanto sia stata sbagliata la linea politica tenuta dai governi a guida Pd dal 2013, poi proseguita con i governi Conte, che hanno deciso di dialogare quasi esclusivamente con il governo di Tripoli guidato da Al Serraj. Una scelta che ha portato quasi ad azzerare le relazioni con il governo della Cirenaica, di cui il generale Haftar è capo di Stato maggiore. FdI ha riconosciuto il grande merito del governo di Tobruk nel controllare in modo serio l’immigrazione illegale, al punto che nessun barcone con immigrati illegali parte dalle zone costiere da loro controllate. La delegazione di FdI ha ricordato che reputa le principali priorità, oltre al contrasto dell’immigrazione illegale, anche la lotta al terrorismo islamico e la tutela degli interessi strategici italiani sul piano dell’approvvigionamento energetico e della tutela delle aziende nazionali che investono e lavorano in Libia, Eni in testa. Quindi, l’auspicio di Fratelli d’Italia è che si possa giungere in Libia a una veloce pacificazione con una risoluzione dei conflitti che attualmente attraversano e segnano profondamente la Libia. Lo rende noto l’ufficio stampa di Fratelli d’Italia al Senato.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Sul tema della Cyber Security il governo è intervenuto in maniera inadeguata e confusa”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

“Ha dimostrando tutta la sua impreparazione su un tema fondamentale per lo sviluppo e soprattutto per la sicurezza nazionale dell’Italia, che coinvolge tre questioni chiave del momento storico odierno: lo sviluppo tecnologico, la competitività globale e la sicurezza nazionale”. Così il senatore di Fratelli d’Italia Adolfo Urso nel suo intervento in Aula durante la discussione del decreto sulla Cyber Security in Senato. “Oggi quella a cui assistiamo è la quarta rivoluzione industriale mondiale, quella digitale, che potrebbe comportare il crollo dell’occidente e la prevalenza dell’oriente. Il prezzo che l’Italia rischia di pagare è troppo alto per non avere da parte del governo una risposta convinta e decisa a tutela della sicurezza nazionale: il provvedimento in esame, comunque importante, non basta se non vi è anche la piena consapevolezza della sfida in corso e della necessità di intervenire senza titubanze e con tempestività” conclude il senatore Urso.
“Fratelli d’Italia si asterrà sul decreto legge sulla Cybersecurity perché, seppur convinti dell’importanza di questo tema, il provvedimento presentato dal governo è un atto debole, in cui l’Italia viene messa in una semplice condizione di difesa. Ed invece nell’era digitale in cui viviamo, dove il rischio dei furti di dati, di identità e di creazione di fake news possono rappresentare un rischio elevatissimo per la sicurezza della nostra Nazione e delle imprese, sarebbe stata necessaria una forte azione di tutela”.A dirlo la senatrice di Fratelli d’Italia, Giovanna Petrenga durante la dichiarazione di voto in Aula. “Abbiamo un sospetto, che l’unica urgenza nel portare in Aula una legge incompleta fosse di assegnare i 77 posti di lavoro al ministero per l’Innovazione Tecnologica, senza criteri e adeguata formazione, a coloro che, invece, dovrebbero difendere la nostra Nazione dai crimini cibernetici” conclude la senatrice.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tari: nuovo sistema tariffario dal 2020, occorre un rinvio

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

“Nel 2020 entrerà in vigore il nuovo sistema tariffario della TARI in un regime di incertezze normative che rischiano di paralizzare i bilanci dei Comuni. Per evitare questo disagio, ho presentato un’interrogazione al ministro dell’Economia e delle Finanze per chiedere un rinvio dell’entrata in vigore delle nuove metodologia tariffaria al primo gennaio 2021. Il nuovo regime fiscale sulla tassa per i rifiuti è stato presentato dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA), in una recente audizione presso la Commissione Finanze della Camera. In tale circostanza l’ARERA ha esternato la sua volontà di arrivare alla definizione del nuovo metodo tariffario del servizio integrato dei rifiuti, per superare le differenze riscontrate nei vari territori, pur considerando le diversità di ogni area. Si tratta di obiettivi condivisibili, ma i Comuni stessi hanno espresso preoccupazioni per la tempistica ristretta sia per altre criticità che rischierebbero di creare problemi di copertura finanziaria. La scelta di avviare il nuovo sistema TARI nel 2020 infatti non è compatibile con l’adozione degli atti propedeutici per il passaggio alla nuova metodologia. Stante la ristrettezza dei tempi all’ARERA è giunta la richiesta di una maggiore gradualità per l’entrata in vigore della nuova metodologia, considerando il 2020 come anno transitorio e il 2021 come anno di partenza effettivo. Tuttavia l’ARERA non sembra intenzionata a concedere alcun rinvio salvo che per i comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti. A ciò si aggiungono ulteriori problematiche che richiederebbero un tempo di gestazione più lungo: dall’esclusione dell’IVA alla rimodulazione delle modalità per l’inesigibilità dei crediti, passando infine per le incertezze legati ai criteri di imputazione dei costi. Da questo stato di cose è evidente che si sta arrivando ad applicare l’annualità TARI 2020 in un quadro di assoluta incertezza che va a discapito degli enti locali. Ho chiesto pertanto l’intervento del Ministro affinché si arrivi gradualmente all’entrata in vigore del nuovo regime TARI a partire dal 1° gennaio 2021. Inoltre, per agevolare i comuni, ho chiesto al ministro di attivarsi per superare la disposizione normativa che prevede il medesimo termine per l’approvazione del bilancio di previsione e per l’approvazione delle tariffe della TARI in conformità al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Nicola Calandrini.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Paesaggio e comunità. Come i ragazzi salveranno il mondo

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Gioia Tauro (Reggio Calabria) 15 novembre 2019 – Ore 9.00 il Museo archeologico Mètauros che ha Sede a Gioia Tauro caratteristico centro del reggino partecipa a LIBRIAMOCI – Giornate di lettura nelle scuole realizzate nelle scuole italiane in Italia e all’estero, dall’infanzia alle superiori, con la presentazione del libro Il giardino di Drapia. Un progetto partecipato di paesaggio (Edizioni Librìa, 2011) di Michelangelo Pugliese (architetto paesaggista) e una conversazione sul tema Paesaggio e comunità. Come i ragazzi salveranno il mondo. La conversazione è focalizzata sull’importanza della valorizzazione del patrimonio paesaggistico e sulla sua componente culturale identitaria attraverso progetti di partecipazione attiva per la riappropriazione, tutela e valorizzazione ambientale partecipata nello spirito della Convenzione Europea del Paesaggio.
L’iniziativa LIBRIAMOCI è promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo – attraverso il Centro per il libro e la lettura.
Il Museo archeologico Mètauros è afferente al Polo museale della Calabria, guidato dalla dottoressa Antonella Cucciniello che ha assegnato alla dottoressa Simona Bruni le funzioni di referente.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’arte che cura

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Milano Martedì 19 novembre dalle ore 17.15 alle ore 18.30 Spazio culturale Imbonati11 – via Carlo Imbonati 11 Durante la presentazione Oliviero Rossi – psicologo, psicoterapeuta, direttore della scuola di Artiterapie e docente invitato dell’Università Antonianum di Roma – presenterà la struttura del corso e proporrà ai presenti una breve esperienza pratica, per fare “toccare con mano” di cosa si tratta, e quanto possa essere efficace e utile l’uso della mediazione artistica.Requisito indispensabile per l’iscrizione al corso triennale è il possesso di una laurea triennale o un titolo equipollente.Cos’è l’arte terapia? L’Arte terapia è una disciplina che utilizza gli strumenti dell’arte nella relazione di cura. In altre parole, invece di utilizzare le parole, l’arte terapeuta costruisce un canale comunicativo tramite varie discipline artistiche (video, scrittura, teatro, pittura, movimento) aiutando in questo modo le persone ad esprimere vissuti ed emozioni, e quindi a ricontattare e sviluppare le proprie risorse e potenzialità nella direzione della crescita personale e del benessere. Si può lavorare negli ospedali, nella scuola, nelle comunità realizzando progetti orientati alla crescita della consapevolezza, al problem solving, all’implementazione della resilienza, per arrivare fino al lavoro con bambini ed adolescenti
La formazione dura 3 anni, e tratta varie discipline fondamentali tra cui videoterapia, fototerapia, land art, collage, fumetto, teatro, fototerapia, body painting, autoritratto, utilizzo della poesia nella relazione di cura.Il corso avrà una durata di 1200 ore complessive e consentirà di conseguire, al termine dei tre anni, il Diploma di Formazione in Arte terapia come previsto dalla norma UNI 11592. E’ organizzato come un master, le lezioni si svolgeranno in 8 weekend (sabato e domenica) di 15 ore ciascuno e un residenziale intensivo (4 giorni) di 30 ore, per un totale, nel triennio, di 450 ore di lezioni frontali e laboratori. La supervisione, il tirocinio, e lo studio individuale completano il monte ore dell’intero percorso formativo.I corsi professionalizzanti di Nuove Arti Terapie sono organizzati secondo gli standard UNI. La scuola è riconosciuta da Apisat (Associazione Professionale Italiana Sviluppo Arti Terapie).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Preoccupazione per i lavoratori dell’ILVA e per le loro famiglie

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

“Nutro grande preoccupazione per i lavoratori metalmeccanici dell’ILVA” dichiara il Dr. Simone Silvano Bettini, Presidente del Fondo Metasalute. “Gli oltre quattordicimila lavoratori di tutti gli stabilimenti ILVA in Italia, in caso di chiusura non solo perderebbero il loro posto di lavoro ma i benefici da loro ottenuti dopo tanti anni di battaglie, anche in campo di assistenza sanitaria integrativa.La perdita in termini di welfare, infatti, significherebbe per i lavoratori e per i loro famigliari la fine del beneficio della copertura per i servizi sanitari aggiuntivi garantiti dal Fondo integrativo a cui ILVA aderisce.” Bettini aggiunge “Se penso alla chiusura del solo stabilimento ILVA di Taranto, il più importante in Italia e il maggior complesso industriale per la lavorazione dell’acciaio in Europa, penso all’ulteriore danno in termini di welfare in un territorio in cui proprio le prestazioni sanitarie erogate dal Fondo hanno spesso colmato il divario di assistenza sanitaria che esiste fra il nord e il sud del Paese.“ Metasalute è il Fondo nazionale di categoria che fornisce Assistenza Sanitaria integrativa ai lavoratori dell’Industria metalmeccanica e dell’installazione di impianti e ai lavoratori del comparto orafo e argentiero.Costituito nel novembre 2011 su base volontaria, a decorrere dal 1 ottobre 2017 in attuazione di quanto previsto dal rinnovo contrattuale del 26 Novembre 2016 stipulato tra Federmeccanica, Assistal, Fim, Fiom e Uilm, diviene un Fondo obbligatorio con contribuzione a totale carico dell’azienda e coinvolge tutti i lavoratori dell’Industria metalmeccanica e dell’installazione di impianti e del comparto orafo e argentiero.Il Fondo ha natura giuridica di associazione non riconosciuta e non persegue fini di lucro ed è iscritto all’anagrafe dei fondi sanitari.
Aderiscono circa 36.000 Aziende, quasi tutte le aziende che applicano il contratto CCNL di Industria Metalmeccanica e installazione impianti.Le Aziende aderenti hanno facoltà di scegliere, oltre a quanto previsto dal CCNL che prevede un premio annuo per lavoratore di 156 € (Piano Base) anche la possibilità di 6 piani sanitari aggiuntivi (in totale i Piani Sanitari del Fondo sono 7) fino al raggiungimento di un premio annuo (massimo) di 804 € a lavoratore. I lavoratori iscritti beneficiano del sostegno degli incentivi fiscali previsti per legge.Il Fondo attualmente risponde alle necessità sanitarie di circa 1.200.000 lavoratori dipendenti in servizio a cui si aggiungono circa 600.000 familiari inclusi gratuitamente nella copertura del dipendente e circa 16.000 familiari fiscalmente non a carico, con inclusione a pagamento.Complessivamente gli aderenti sono circa 1.800.000 inclusi coniugi, conviventi e figli fiscalmente a carico e familiari fiscalmente non a carico (con inclusione a pagamento) e accoglie tutti i lavoratori indipendentemente dal loro stato di salute. (by Flavia Testorio)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I lavoratori ex Ilva non se la bevono più

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

In generale non è mai una bella notizia quando uno sciopero fallisce, tuttavia il flop della mobilitazione indetta da Fim, Fiom e Uilm evidenzia l’enorme distanza tra i gruppo dirigenti nazionali e il sentire comune dei lavoratori di Arcelor Mittal di Taranto. Ormai più nessuno crede ad Arcelor Mittal, dopo aver verificato concretamente che lo stesso gruppo non ha nessuna volontà di ambientalizzare lo stabilimento ed adeguare gli impianti produttivi. Ormai appare chiaro a tutti che il diritto alla salute è diventato inconciliabile con il lavoro dell’acciaieria. USB non ha proclamato sciopero perché oggi è necessario un nuovo intervento pubblico nella politica industriale di questo paese, intervento senza il quale i privati agiscono solo a fini speculativi lasciando veleni e disoccupazione nei territori. USB lavora ad una mobilitazione che metta al centro il ritorno in mano pubblica del gruppo, la programmazione dello spegnimento dell’area a caldo e la costruzione di un’alternativa industriale, occupazionale e di reddito per i migliaia di lavoratori interessati.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Fare rete” tra le PMI”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

I contratti di rete rappresentano per le imprese una vera opportunità in risposta alle esigenze di flessibilità e innovazione richieste dal mercato, con una particolare attenzione al processo di internazionalizzazione. A questo tema è dedicato il volume “I vantaggi della cooperazione: “Fare rete” tra le PMI”, pubblicato dal Consiglio e dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti. Il testo, a cura di Assunta Cecere, disponibile gratuitamente online sul sito della Fondazione, è l’esito conclusivo della Borsa di Studio intitolata alla memoria del commercialista calabrese Liberato Passarelli, già Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Castrovillari (Cosenza), ucciso nell’esercizio della professione.Il libro, dopo un inquadramento generale sul numero delle PMI in Europa, focalizza l’attenzione sui vantaggi della cooperazione con uno sguardo al processo di internazionalizzazione, richiamando, sin da subito, le iniziative condotte dall’Unione Europea (ad esempio, Small Business Act, The Enterprise Europe Netwok, Erasmus for Young Entrepreneurs) e recepite da alcuni paesi europei, per un confronto con alcune nazioni Extra-Ue. Il tutto avvalorato dai risultati di una serie di ricerche eseguite sul mondo globalizzato. I vantaggi di fare rete, del networking strutturato, vengono ampiamente trattati nella parte centrale del lavoro. Attenzione particolare, non solo sulla distinzione tra il contratto di rete e altre forme di collaborazione come i “distretti industriali”, i “cluster”, o più semplicemente le “integrazioni”, ma anche un approfondimento sulle disposizioni normative civilistiche e fiscali che regolamentano il contratto di rete in Italia, nonché le diverse forme di contratto, ovvero rete-soggetto e rete-contratto. In conclusione, con uno sguardo al futuro, è facile ipotizzare un crescente ricorso a questa forma di collaborazione ancora poco diffusa nel nostro Paese rispetto ad altre regioni europee e non: il processo di internazionalizzazione in atto trova nel contratto di rete un valido strumento. È quanto viene trattato nell’ultima parte del documento. La cooperazione non può essere, in modo riduttivo, ricondotta alla mera attività commerciale di export, ma necessita di essere indagata secondo una valenza strategica di più ampio respiro, con l’auspicio di garantire una crescita costante delle PMI fondata su solide basi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La politica in Medio Oriente non influenzerà le presidenziali Usa”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Il Medio Oriente, gli scenari di crisi e le relative scelte politiche non avranno influenza sulle elezioni presidenziali Usa che si terranno nel 2020. I cittadini americani sono concentrati sulle questioni interne e tra un po’ nessuno si ricorderà dei Curdi e del ritiro delle truppe deciso da Trump. Le uniche preoccupazioni estere, per gli Stati Uniti, possono riguardare il confine con il Messico e la Cina.
È il messaggio giunto dal dibattito “The US and the Middle East, an evolving situation”, che si è tenuto alla John Cabot University (JCU) di Roma, a cura dell’Istituto Guarini per gli Affari Pubblici, a cui hanno partecipato esperti internazionali.Nel prossimo anno, in Usa, si parlerà di elezioni: questo è certo. Ma chi vincerà non possiamo dirlo. Carter e Bush senior non furono rieletti perché avevano perso l’appoggio del partito. Non è il caso di Trump che parte favorito, ed ha una base stabile. E nei sondaggi effettuati nei sempre decisivi “Swing States” è davanti a Elizabeth Warren», ha dichiarato Lucio Martino, esperto di relazioni transatlantiche e problemi strategici. Proseguendo: «Il Medio Oriente non sarà un fattore importante. Nell’ultimo dibattito solo 20 minuti su 3 ore sono stati dedicati alla politica estera. Oggi, negli Stati Uniti, quando si parla di politica estera per lo più si parla di Cina e Messico».Dello stesso avviso Viviana Mazza, giornalista specializzata nel settore Esteri. «Per ora il Medio Oriente – ha spiegato – non ha grande impatto sulle elezioni statunitensi. Non è così rilevante per i cittadini, anche se si tratta di una regione volatile, con molti hot spots». E su Putin: «È amico di tutti – il che è problematico perché tutti, in quella regione, vogliono qualcosa – e fa quello che gli Usa non possono fare, ma non può riempire il vuoto lasciato dall’America».«L’iran non è stato sconfitto dalle sanzioni Usa, che, al contrario hanno consolidando il consenso attorno al governo. L’economia è subito un rallentamento, è vero, ma ha retto, perché è stata diversificata. Il Paese è schizofrenico, guarda ad Ovest e non a Est, ha gli stessi confini da secoli ed è piuttosto isolato nella regione. Di sicuro non vuole un’altra guerra. L’Europa dovrebbe tornare a dialogare con l’Iran, perché quest’ultimo ha bisogno di investimenti e materiali», ha proseguito Farian Sabahi, docente di politica e religione, studiosa di questioni iraniane.Sul Kashmir, al centro di una delicata disputa territoriale fra India e Pakistan, che ha disorientato gli abitanti, tenendoli nell’incertezza, si è soffermata Pratishtha Singh, autrice e attivista per i diritti delle donne. «Sono state sospese le comunicazioni, Internet – ha detto – non si possono tenere assemblee fra cittadini. L’Europa si è espressa poco su questa situazione. Mentre l’India sta vivendo la peggiore fase economica della sua esistenza».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mafia land grabs: the dark side of corruption in Europe

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Rome The International Land Coalition (ILC) will be attending the first “International Conference against all forms of Mafia” in Slovakia from 11-12 November, 2019 to call international attention to the dark side of criminally-driven land grabbing in Europe, and to show support to the affected small farmers of the region. The Conference is called to celebrate the life of Ján Kuciak, an investigative journalist and his partner Martina Kusnirova, both 27 years old, who were shot and killed on February 21st, 2018 before his last report on corruption and the Italian Mafia in Slovakia was published. This is the first time Slovakia and Italy will bring together affected farmers, state officials, activists and media agencies to discuss strategies to combat criminal activity and corruption in the agricultural and land sector. Mr Federico Cafiero De Raho, Italian Public Anti-Mafia and Counterterrorism Prosecutor, will give the keynote speech. For many ILC members, dealing with the consequences and fallouts of land grabbing remains a harsh but daily reality, with frequent displacement from their homes. Land grabbing is not a new phenomenon and in fact hit a wave of global interest in 2012 when the Land Matrix uncovered alarming trends and unprecedented detail on who’s investing, where, and for what. But what does land grabbing look like for Europe in 2019? In recent years, cases of land-related corruption have increased, with Mafia slowly spreading their roots and gaining traction across Europe by taking advantage of EU mechanisms like the Common Agricultural Policy (CAP) subsidies. The purpose of the programme, the largest of its kind in the world, is to help small scale and hard working farmers feed Europe’s population. Yet, in countries like Slovakia, small farmers claim that they have been beaten and extorted to give up their subsidised land. In a recent exposé by The New York Times, it was found that “every year, the EU pays out $65 billion in farm subsidies intended to support farmers around the Continent and keep rural communities alive. But across Hungary and much of Central and Eastern Europe, the bulk goes to a connected and powerful few…subsidies have underwritten Mafia-style land grabs in Slovakia and Bulgaria”. Unfortunately, these deals have gone relatively unnoticed due to a lack of common legislation among the EU Member States. The International Land Coalition is working across the region and globally to protect the land rights of small scale farmers and land and human rights defenders. The Torrecuso declaration, signed by ILC’s members in Europe, Middle East & North Africa commits to working across the region to prevent dispossession of common land, conflict, and the potential wide-ranging impacts of the Common Agricultural Policy (CAP), among others.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

WJC President Ronald S. Lauder calls for unity in fight against hate in address to Vatican officials

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

ROME – World Jewish Congress President Ronald S. Lauder delivered the keynote address at an event at the Pontifical Gregorian University in Rome, an institution of the Holy See. The event, Human Fraternity: A Jewish Reflection for Common Coexistence, brought together leading figures within the Catholic Church, Jewish community officials, and members of the diplomatic community to encourage and foster dialogue between the Abrahamic faiths. In his remarks, Lauder emphasized the importance of mutual respect and understanding between all religions and reiterated his endorsement of the spirit and values outlined in the Abu Dhabi Declaration on Human Fraternity, heralding it as a “defining international document” that deserves the respect of world Jewry.
Speaking those assembled, Lauder said, “Human fraternity should always guide our actions. The concept of human fraternity has immediate implications for our world and our time. Firstly, we must counter-hate. Racism is absolutely unacceptable. We must eradicate it. Antisemitism is absolutely unacceptable. We must eliminate it. Islamophobia is absolutely unacceptable. We must erase it. Attacks on Christian communities and on Christian individuals are absolutely unacceptable. We must stop them — and prevent their recurrence.“But the campaign against racism, antisemitism, islamophobia and anti-Christian attacks will be infinitely more effective if it is united. Christians should lead the defense of Jews and Muslims. Muslims should lead the defense of Christians and Jews. Jews should lead the defense of Muslims and Christians. And we must all stand together against racism.”Others program participants included Father Nuno da Silva Gonçalves SJ, Rector of the Pontifical Gregorian University, and H.E. Cardinal Miguel Ángel Ayuso Guixot, President of the Pontifical Council for the Interreligious Dialogue, who thanked President Lauder for his crucial recognition, on behalf of world Jewry, of the importance of the the Abu Dhabi declaration.The initiative for this conference was born following the co-signing of the Document on Human Fraternity for World Peace and Living Together by Pope Francis and Sheikh Ahmed el-Tayeb, the Grand Imam of Al-Azhar, in February 2019 in Abu Dhabi. Inter-faith cooperation can make an important contribution to peace around the world and to better understanding between communities in our societies. For decades the World Jewish Congress has long spearheaded dialogue between the three Abrahamic religions – Judaism, Christianity, and Islam – and has established a close working relationship with the Holy See.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tartalife Turtle Safe Project Produces Results for Friend of the Sea and Partners

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

The TartaLife Project, which includes the “Turtle Safe” certification from Friend of the Sea, is producing impressive results as it heads into its sixth year of operation. The program has resulted in substantial reductions in deadly “bycatch” of turtles in commercial fishing, the publication of scientific papers and more. Friend of the Sea is the leading worldwide certification standard for products and services that respectand protect the marine environment. The organization is a project consultant in the TartaLife Project.
The Mediterranean hosts large numbers sea turtle species, including the loggerhead turtle (Caretta caretta) and the green turtle (Chelonia mydas). Unfortunately, sea turtles were getting caught in fishing nets at the rate of 40,000 per year—10,000 of which died. Friend of the Sea and its partners in TartaLife felt that urgent action was needed to prevent an environmental catastrophe.
To address the crisis, the TartaLife project was launched in 2013 with the goal of reducing the loggerhead turtle mortality from commercial fishing. The project also intended to contribute to the species’ conservation in the Mediterranean Sea.The project was funded by the EU through the LIFE + NATURA 2012 fund, it was co-financed by the Marche Region and supported by the Italian Ministry of Agricultural, Food and Forestry Policies and Tourism – General Fisheries Directorate (MIPAAFT) and involved the15 Italian coastal regions.In six years, TartaLife has produced impressive results. These include a 100% reduction in turtle bycatch obtained with TEDs, a 100% reduction in turtle bycatch obtained with UV-LED lamps and collapsible fish pots and a 30% reduction of turtle bycatch obtained using circle hooks, with reduction of direct mortality. More than 1,500 turtles have been rescued by TartaLife Centers.
“This step towards the certification of the fish product is essential in order to reach the recognition of the activity done and to undertake the path towards the diffusion of low impact devices among fishermen” said Alessandro Lucchetti, Project Coordinator (CNR-IRBIM).The project has held more than 6,000 public events, engaging with 53 vessels and 239 fishermen in sea trials testing of circle hooks. Thirty-three vessels and180 fishermen were involved in sea trials testing TEDs. Over 500 fishermen participated in information seminars, with 704 attending first aid seminars.The program has reached more than one million tourists, with TartaLife publishing 10,000 press releases and 100 reports. The group has published eight papers in international scientific journals.
As part of the project, Friend of the Sea worked with its partners to devise the “Turtle Safe” logo, which is analogous to the world-famous Dolphin Safe brand. This is the first label identifying fishing activities that have a low impact on sea turtles inthe entire Mediterranean. The new brand will be unveiled by Friend of the Sea, whowill own it throughout the Mediterranean.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IndiSoft Will Continue Supporting HLP Platform into the Future

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

In light of HLP’s recent industry announcement that it is closing operations by Dec. 31, 2019, IndiSoft LLC, the underlying technology provider for HLP’s collaborative platform, is notifying the mortgage banking industry that it will continue to support the platform.HLP has been a reseller of IndiSoft’s patented and HUD Certified RxOffice Case Management System (RX CMS), and IndiSoft is actively working with all stakeholders on a transition plan to ensure uninterrupted service and a smooth cutover on Jan. 1, 2020.IndiSoft will continue its commitment to the housing advocacy sector, residential mortgage servicing industry, consumers and State Housing Finance Agencies during and beyond this transition period. IndiSoft LLC is a Software Development and Product company specializing in delivering collaborative technology solutions to a wide range of businesses in the financial services and health care industries. RX Office Management Solution, its patented technology offering, has been adapted for numerous stakeholders in mortgage banking, law, insurance, education, health-care, consumer-facing applications and the housing advocacy sector.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lifesaving Addiction Treatment Opens in Memphis

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Spero Health, a CARF-accredited, community-based organization and national leader specializing in outpatient addiction treatment of substance use disorders, has announced the opening of an additional clinic in West Tennessee. The Memphis Spero Health Clinic, located at 920 Estate Drive, Suite 8, will open its doors to welcome new patients on Friday, November 15th. Individuals who need addiction treatment services are encouraged to call 901-302-9532 today to schedule an appointment or walk-into treatment on November 15th.Spero Health is enrolled with TennCare and accepting Medicaid as well as select commercial insurance plans to ensure access to care is not an issue.Dr. Dustin Inman, who is board-certified in Family Medicine and board-eligible in Addiction Medicine, will be the lead physician at this clinic. A graduate of UT Memphis Medical School, Dr. Inman completed his residency in Jackson at the University of Tennessee Family Medicine Center where he was the Chief resident in the 2004 class.In Memphis there were 854 opioid related emergency department visits in 2018 and over 600 deaths involving opioids between 2013-2017, according to the Tennessee Department of Health. Tennessee remains in the top of all states in drug overdose deaths. Recently, there’s been an increase in polysubstance use as drugs like methamphetamine are on the rise. Across the country, more and more opioid users say they now use meth as well, up from 19% in 2011 to 34% in 2017, according to a study published last year in the journal Drug and Alcohol Dependence.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Glu to Participate in the Stephens Nashville Investment Conference

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Glu Mobile Inc. (NASDAQ: GLUU), a leading global developer and publisher of mobile games, today announced that Eric R. Ludwig, Chief Operating Officer and Chief Financial Officer, is scheduled to participate in a fireside chat at the Stephens Nashville Investment Conference in Nashville, TN on Wednesday, November 13, 2019 at 4:00 p.m. Central time (2:00 p.m. Pacific time).A live webcast, as well as a replay, of the fireside chat will be available on the company’s investor relations website at http://www.glu.com/investors. Glu Mobile (NASDAQ: GLUU) is a leading creator of mobile games. Founded in 2001, Glu is headquartered in San Francisco with additional locations in San Mateo, Toronto and Hyderabad. With a history spanning over a decade, Glu’s culture is rooted in taking smart risks and fostering creativity to deliver world-class interactive experiences for our players. Glu’s diverse portfolio features top-grossing and award-winning original and licensed IP titles including, Cooking DASH, Covet Fashion, Deer Hunter, Design Home, Diner DASH Adventures, Kim Kardashian: Hollywood and MLB Tap Sports Baseball available worldwide on various platforms including the App Store and Google Play.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »